Sintomi, trattamento e longevità per lo stadio del cancro al seno 4

Prima di tutto, descriviamo un po 'il concetto di cancro al seno. Sotto il cancro al seno significa un tumore maligno della ghiandola mammaria e il suo tessuto ghiandolare.

Secondo le statistiche, questa malattia è in primo luogo tra le malattie nelle donne. Le donne over 65 sono più colpite dalla malattia rispetto a prima di 65 anni. Molti fattori possono essere coinvolti nello sviluppo della malattia:

  • donna non nata;
  • il fumo;
  • l'inizio delle prime mestruazioni fino a 12 anni;
  • menopausa tardiva, iniziata dopo 55 anni;
  • ereditarietà;
  • l'obesità;
  • diabete mellito;
  • ipertensione;
  • alcool (abuso);
  • uso continuo di farmaci ormonali (più di 8 anni).
  • T è il tumore primario,
  • N - linfonodi regionali,
  • M - metastasi separate.

Tipi di tumore al seno:

  • cancro intraduttale;
  • lobulare;
  • duttale invasivo;
  • lobulare invasivo;
  • cancro con segni di infiammazione;
  • carcinoma tubulare;
  • midollare;
  • colloide;
  • papillare;
  • metaplastica;
  • cancro con cellule tipo osteoclasti;
  • adenoide - cancro cistico;
  • carcinoma secretorio (giovanile);
  • kartsom ipertsecretory cistico;
  • apocrine;
  • cancro con segni di neoplasia endocrina;
  • kribrozny.

Ci sono quattro fasi del cancro al seno:

  • Fase 1 - non invasivo - a volte è chiamato zero. Questo tipo di tumore è caratteristico in quanto non è penetrante in natura, la dimensione del tumore è inferiore a 2 cm.
  • Fase 2 - suddivisa in sottogruppi:
    • 2a - un tumore di dimensioni inferiori a 2 cm, che colpisce i linfonodi sotto l'ascella.
    • 2b - dimensione del neoplasma da 2 cm a 6 cm, che colpisce i linfonodi sotto l'ascella.
  • Fase 3 - suddivisa in sottogruppi:
    • 3a - le cellule anormali iniziano a crescere nella pelle, i linfonodi sotto le ascelle.
    • 3c - la neoplasia aumenta notevolmente, le aderenze si formano sui linfonodi.
    • 3c - si verifica una deformazione del capezzolo, le cellule tumorali germogliano sempre più sul sistema linfatico, che si trova non solo sotto le ascelle, ma anche nella clavicola.
  • Fase 4: è considerato critico. È caratterizzato da un marcato aumento del volume iniziale del tessuto patologico. Si forma la metastasi, che penetra sia negli organi interni che nel cervello.

Fase 4 Cancro al seno

Il quarto stadio della malattia è caratterizzato dall'ultimo stadio del cancro. Spesso questo stadio si chiama carcinoma mammario secondario. Questo stadio è caratterizzato dalla diffusione di cellule tumorali oltre la lesione primaria (verso altri organi). Lo sviluppo di questo grado di solito avviene rapidamente. Dipende da:

  • fattori esterni
  • stato psicologico
  • forme di cancro
  • trattamento tempestivo.

Questo grado è molto pericoloso, sfortunatamente, spesso gli oncologi non sono in grado di aiutare una donna che inizialmente ha curato il cancro allo stadio 4.

Ma non dimenticare che con il tempestivo rinvio a un oncologo e un trattamento adeguato, il cancro allo stadio 4 non è una diagnosi senza speranza.

Come mostra la pratica, la fase 4 del cancro è molto comune nelle donne di età compresa tra 30 e 40 anni e nelle donne che hanno la menopausa.

  • non invasivo - non penetrante;
  • ipotiroide (nelle donne di età compresa tra 10 e 30 anni);
  • ovarico (in donne di mezza età);
  • iperteso (donne che hanno già avuto la menopausa);
  • pituitaria (donne oltre i 65 anni).

Primi sintomi

I primi segni dello stadio 4 del cancro al seno possono iniziare qualche tempo dopo una diagnosi accertata di cancro al seno. Meno comunemente, il cancro di grado 4 viene diagnosticato come diagnosi primaria. I primi sintomi includono:

  • deterioramento evidente della condizione generale;
  • debolezza generale, frequenti capogiri;
  • innalzamento della temperatura corporea, che non è associato a processi infiammatori;
  • iperemia del tessuto mammario;
  • gonfiore del seno;
  • deformazione evidente del capezzolo;
  • cambiamenti nella struttura della pelle nell'area delle cellule patologiche, spesso chiamate "pelle d'oca";
  • la presenza di "capezzoli" pelle allungata nella zona dell'aureola;
  • un marcato aumento del seno colpito;
  • scarico dal fluido capezzolo mescolato con pus.

Sintomi tardivi

Quando arriva l'ultimo stadio del cancro al seno, allora puoi vedere clinicamente:

  • cellule anormali in tutto il seno;
  • la neoplasia primaria ha raggiunto le sue dimensioni - più di 5 cm;
  • ci sono metastasi sui linfonodi (spesso polmoni, fegato, cervello, stomaco).
  • diminuzione dell'appetito;
  • debolezza generale notevole, affaticamento;
  • nausea persistente;
  • l'emicrania;
  • dolore alle articolazioni, alle ossa, che non passano;
  • perdita di peso;
  • mancanza di respiro, tosse (a causa di metastasi nei polmoni);
  • dolore nel diaframma;
  • marcato aumento dell'addome.

Diagnosi: quali test e esami devi superare?

Gli studi iniziali considerano:

  • esame e palpazione da parte di un medico;
  • esame ecografico del seno;
  • marcatori tumorali.

Per riconoscere la presenza di metastasi e uno sviluppo più accurato della malattia, viene effettuato un esame completo. Consiste in:

  • KLA;
  • OAM;
  • radiografia dei polmoni;
  • esame ecografico degli organi addominali;
  • Risonanza magnetica del seno (se necessario, cavità addominale);
  • Risonanza magnetica del cervello;
  • scintigrafia ossea;
  • biopsia al seno.

Ulteriori studi sulla testimonianza possono essere: puntura pleurica, biopsia dell'organo necessario, CT, PET).

Trattamento dello stadio del cancro al seno 4

Sfortunatamente, quando si effettua una diagnosi di cancro del 4 ° stadio, non si parla di recupero completo. Il trattamento è volto a migliorare la qualità della vita, prolungare la vita, alleviare i sintomi. Il trattamento aiuta a rallentare la crescita delle cellule anormali. La tattica del trattamento dipende da:

  • posizione delle metastasi, loro numero;
  • sull'età del paziente;
  • trattamento precedentemente prescritto;
  • dalle condizioni generali della donna.

Successivamente, viene applicato uno dei trattamenti. Tipi di trattamento:

  • Chirurgico: rimozione della ghiandola mammaria o delle ghiandole.
  • Chemioterapia: un complesso di farmaci che tendono a distruggere il tumore. Questo metodo può essere molto difficile da trasportare e spesso porta a: debolezza, nausea, perdita di capelli, una violazione del tratto gastrointestinale.
  • Radioterapia - ioni di radiazioni. Viene spesso prescritto in combinazione con un tipo di trattamento chirurgico e altri medicinali. Ci sono diversi tipi:
    • radical - rimuove completamente le cellule anormali;
    • palliativo - aiuta a prolungare la vita, non dà la completa rimozione delle cellule;
    • parziale - allevia il dolore.
  • Terapia ormonale: l'ormone sessuale (estrogeno) consente alle cellule di recuperare. Tutti i tumori del cancro dipendono dagli ormoni nel sangue. In assenza di metastasi, questo trattamento può aiutare a ridurre le cellule anormali e prevenire il loro sviluppo.
  • Bifosfonati: i farmaci che contribuiscono all'inibizione della distruzione ossea sono anche protetti contro le cellule tumorali.

La diagnosi precoce e l'adempimento di tutti i requisiti di trattamento possono aiutarti a prolungare la vita per un lungo periodo di tempo.

Articoli popolari:

Anestesia per la fase del cancro 4

Gli antidolorifici hanno un ruolo enorme nella vita dei malati di cancro. Soprattutto con la fase 4 del cancro, l'anestesia è semplicemente necessaria.

Quando non è molto grave dolore

Farmaci che vengono utilizzati per il dolore non molto grave nella fase 4 del cancro:

  • Antinfiammatorio: Aspirina, Diclofenac - funziona in combinazione con farmaci più potenti.
  • Steroidi: Prednisolone e altri - alleviare il gonfiore, eliminare il dolore con la pressione del tumore sugli organi.
  • Bifosfonati: eliminare il dolore nel cancro al seno (con un tumore che si diffonde alle ossa).
  • Inibitori della cicloossigenasi selettiva di tipo 2: una nuova generazione di farmaci che anestetizzano e hanno anche un effetto antitumorale.

Con dolore moderato

Farmaci moderati per la fase 4 del cancro:

  • La codeina può essere somministrata con paracetamolo.
  • Il tramadolo può essere applicato ogni 12 ore. La dose massima di 400 mg al giorno.

Mezzi spesso utilizzati nella pratica:

  • Morfina: rende possibile intorpidire a lungo.
  • Fentanil Alfentanil: compresse sotto la lingua, soluzione iniettabile.
  • Buprenorfina: azione forte, si accumula durante il giorno.
  • Ossicodone: aiuta bene con dolori (metastasi) di tessuto osseo e nervoso.
  • Hydromorphone: più efficace nelle iniezioni.
  • Metadone: ha un buon effetto sulla soppressione del dolore ai nervi.

Quante persone vivono con il cancro in 4 fasi?

Attualmente, il trattamento può prolungare significativamente la vita. Dire quanto tu possa vivere con questa diagnosi non è possibile. Tutto, ovviamente, è strettamente individuale e dipende da quale tipo di tumore, quando sei andato dal medico e iniziato il trattamento, sul tuo corpo. La fase 4 di oncologia è considerata la più pericolosa e in molti casi non curabile. In media, come mostrano le statistiche, l'aspettativa di vita non supera i 6 anni nel 12% dei casi. Così, si scopre che su 100% per 5 anni: il 12% vive, l'82% muore.

Come prolungare la vita

La cosa più importante è non mollare. Trova un buon mammologo oncologo qualificato. Se necessario, organizza un gruppo di supporto.

Ricorda che questa diagnosi non è una frase. Prima di tutto, ti consigliamo di circondarti di sole emozioni positive. La famiglia e le persone vicine aiutano molto. Ricorda che l'autosuggerimento gioca un ruolo importante. L'autosuggestione su un esito negativo può aggravare il quadro e l'esito in generale. E, soprattutto, dovresti capire che ogni giorno gli scienziati stanno sviluppando tecniche di trattamento sempre più innovative, testando nuovi farmaci.

Caratteristiche, caratteristiche del trattamento e prognosi nella fase 4 del carcinoma mammario

Stadio 4 del cancro al seno (BC) - terminale. È caratterizzato da sintomi gravi. Una donna non dubita della presenza di patologie tumorali - il dolore è così intenso. La condizione è indebolita ed è accompagnata da una completa disfunzione. Violazione degli organi interni. Nel 90% dei pazienti lo stato psico-emotivo viene soppresso. Ciò è dovuto alla consapevolezza della gravità della malattia, del trattamento debilitante e dei sintomi, nei quali prevale il dolore. Per ridurre al minimo il livello di stress, è importante aiutare e supportare i propri cari.

Cosa succede nella fase 4 del cancro al seno - caratteristiche, fenomeni

Il cancro al seno dello stadio terminale di sviluppo è caratterizzato dalla progressione del processo maligno in entrambe le ghiandole mammarie e dalla disintegrazione del tumore. La dimensione media di una neoplasia è di 5 cm di diametro. Il tumore colpisce l'intero spessore del tessuto ghiandolare, supera il suo limite; diversa massa. Provoca un alto grado di dolore Dirige le metastasi nel fegato, nelle ossa del bacino e nelle costole, nei polmoni, nel cervello. Un danno intenso ai linfonodi - ascellare, succlavia, clavicolare, meno spesso - sottomandibolare.

Qual è lo stadio pericoloso del cancro al seno 4

Sullo sfondo e a causa del processo tumorale, ci sono 2 problemi principali - indebolimento delle proprietà protettive del corpo e metastasi. Il cancro al seno è a rischio per la sua amputazione; alta probabilità di sviluppare varie malattie, che è associata a una diminuzione dell'immunità.

A causa dell'indebolimento dell'immunità, una donna è soggetta a patologie virali contagiose.

Metastasi presenti nel fegato, linfonodi, polmoni e cervello, dolore manifesto. Questo causa insonnia, diminuzione dell'attività motoria.

La mastectomia è equivalente a stress significativo, influisce sull'autostima, causa depressione.

sintomi

Nella fase terminale del processo del tumore al seno, si osservano i seguenti sintomi:

  • La ghiandola mammaria colpita è deformata, la sua dimensione diminuisce o aumenta.
  • Il paziente avverte un forte dolore, che deve essere interrotto regolarmente con analgesici.
  • La pelle della ghiandola mammaria è rugosa, piuttosto intensamente si stacca.
  • Il contorno della areola cambia, l'ombra della stoffa diventa più ricca, il capezzolo si scurisce.
  • La secrezione purulenta è quasi costantemente rilasciata dal seno, che viene sostituita dal sanguinamento.

Poiché la metastasi è presente nella fase terminale del cancro al seno, si presentano ulteriori sintomi (a seconda dell'organo interessato). Osservato ingiallimento della pelle, dolore alle costole e alle ossa del bacino, cefalea. Il processo maligno è caratterizzato da fenomeni vegetativi asteno. Questi includono debolezza, apatia, oscuramento prima degli occhi a causa di una diminuzione della pressione, vertigini. In presenza di metastasi nei polmoni c'è una violazione della respirazione, dolore alla schiena e al petto, problemi con l'adozione di una posizione comoda, indolore del corpo.

Malattie concomitanti

In oncologia, la progressione del cancro al seno è associata allo sviluppo di anemia, cachessia (esaurimento), emicrania, ipovitaminosi, insufficienza epatica. Queste malattie sono pre-stabilite a causa dell'analisi clinica e biochimica del sangue; Ultrasuoni di organi la cui disfunzione implica un medico. La diminuzione della concentrazione di vitamine nel corpo e il livello di emoglobina è compensata dalla normalizzazione della nutrizione. Inoltre, il paziente viene iniettato per via endovenosa con vitamine in forma pura e preparazioni di ferro per via intramuscolare.

Lo stato e l'attività funzionale del fegato sono corretti dagli epatoprotettori, gli attacchi di emicrania sono inibiti dagli antidolorifici.

La cachessia è una condizione grave che viene eliminata migliorando la qualità della nutrizione e mediante iniezione per via endovenosa di soluzioni. Applicare il glucosio e i suoi analoghi. Dal momento che durante la progressione del processo tumorale, il paziente non ha appetito - la nutrizione parenterale è prescritta.

Diagnosi in 4 fasi

Il cancro al seno allo stadio terminale dello sviluppo è ben tollerabile alla diagnosi. Poiché il tumore a questo stadio si espande in grandi dimensioni, il medico lo determina facilmente alla palpazione. Altri tipi di diagnostica:

  1. Mammografia (indicata per donne sopra i 40 anni).
  2. Ecografia del seno (rivela tutti i tipi di cambiamenti nel seno).
  3. Ductography. Il metodo prevede l'uso di un mezzo di contrasto. Riempie i dotti galattofori e la parte ghiandolare del seno. Questo ti permette di visualizzare completamente la loro struttura.
  4. CT, RM - sono metodi di imaging a fascio complesso. Forniscono informazioni sulla dimensione del tumore, i suoi confini, il grado di adesione con i tessuti circostanti. Inoltre, grazie a questi tipi di diagnostica determinano la struttura e le caratteristiche del flusso sanguigno del tumore.
  5. Esame a raggi X delle costole e delle ossa pelviche. Consente di identificare la presenza di metastasi. Condotto immediatamente dopo il perfezionamento dei parametri del tumore.
  6. Fluorografia (se il medico suggerisce la presenza di metastasi nei polmoni).
  7. Ultrasuoni degli organi addominali con enfasi sullo stato del fegato.
  8. CT del cervello (se si sospetta la presenza di cellule atipiche in esso).

Per confermare l'origine maligna del tumore, viene eseguita una biopsia al seno. Il metodo prevede l'assunzione di una piccola particella di tessuto, quindi il campione viene inviato al laboratorio per l'esame al microscopio. Lo studio è definito come un'analisi istologica. Grazie a questo tipo di diagnosi, è determinato con precisione se il tumore è benigno o maligno.

Gli esami di laboratorio (sangue, urina) permettono di stabilire:

  • concentrazione di bilirubina (diretta, indiretta), AST, ALT (sono elencati i campioni di test epatico);
  • livello di emoglobina;
  • indicatori di marcatori tumorali.

Con foci tumorali nel fegato, linfonodi o altri organi, la loro biopsia viene anche mostrata con un'ulteriore analisi istologica.

Come viene trattato il cancro nella fase 4

Il carcinoma mammario allo stadio terminale è difficile da trattare. La ragione è la presenza di metastasi e divisione incontrollata di cellule atipiche. In questa fase del processo tumorale, l'operazione non viene sempre eseguita, poiché la condizione generale del paziente è indebolita. La presenza di focolai di cellule atipiche nei polmoni aggrava il processo di respirazione durante l'anestesia. Questo elimina la possibilità di un adeguato dolore durante l'intervento chirurgico.

L'operazione a 4 stadi di sviluppo di un processo maligno non implica un metodo settoriale o segmentale. Questi tipi di chirurgia sono ridotti alla rimozione del tumore e solo una piccola parte del tessuto circostante. Il regime di trattamento ottimale per la fase terminale del cancro al seno è una mastectomia (amputazione del seno), seguita dall'asportazione dei linfonodi. La ragione per questa scelta di operazione - a 4 stadi del cancro al seno, la neoplasia è abbastanza grande.

Se l'operazione non è controindicata, il suo successo è rafforzato da un ciclo di chemioterapia. Nel complesso, questo approccio estende la redditività.

Inoltre, la chemioterapia per la fase 4 del cancro al seno viene eseguita come un tipo di trattamento separato. Prescrivono una combinazione di farmaci potenti come Vinblastina, Doxorubicina, Taxolo. Ciascuno dei farmaci elencati è somministrato per via endovenosa.

I compiti principali di medici e parenti

Il cancro al seno di grado 4 è associato a un processo irreversibile e catastrofico. Il compito principale dei parenti è quello di fornire le condizioni più confortevoli per stare in famiglia. Ciò vale non solo per le prestazioni mediche e il problema della normalizzazione della nutrizione, ma anche per la situazione psicologica.

Per migliorare le condizioni di vita di un parente affetto da cancro al seno in stadio 4, dovresti:

  1. Per fare una dieta tenendo conto delle esigenze di una persona malata di cancro.
  2. È con la comprensione che le capacità motorie e fisiche di una donna sono limitate.
  3. Per sostenere, non entrare in contenziosi - è inopportuno cercare di persuadere una persona con una malattia così grave.
  4. Se possibile, fornisci al paziente la serie di farmaci necessaria.
  5. Rispondere correttamente a cambiamenti di umore spontanei, se necessario - fornire psicologo di consulenza.
  6. Se possibile, stabilire un post di 24 ore per portare regolarmente bevande, portarlo in bagno o fornire altra assistenza.
  7. Fornire pace psicologica (non creare situazioni di conflitto con una donna malata di cancro).

Non dobbiamo dimenticare che una donna ha bisogno di stare all'aria aperta tutti i giorni. Se la mobilità è limitata, è necessario utilizzare un passeggino speciale per trasportare persone incapaci. Una parte importante della cura sono le procedure igieniche in cui la donna ha bisogno di aiuto.

Uno degli errori dei medici è la comunicazione con il paziente esclusivamente attraverso la terminologia professionale. Ciò provoca confusione e può spaventare. Non dovresti rassicurare, fornire informazioni distorte sullo stato di salute, prognosi. Il compito dei medici è informare il paziente della situazione clinica attuale nel linguaggio più corretto e comprensibile.

Anestesia per la fase del cancro 4

Per la soppressione del dolore, il cui grado nella fase 4 del cancro - analgesici narcotici iniettati molto alti. I farmaci antinfiammatori non steroidei sono usati meno frequentemente. Di questi, prescrivono Ibuprofene, Diclofenac, Voltaren. Questi farmaci hanno un maggiore effetto analgesico con la somministrazione intramuscolare. Degli analgesici narcotici usati Tramadol, Codeina, Promedol. Per non causare l'abitudine al corpo, applicare uno di questi farmaci non dovrebbe essere più di 1 volta in 4 ore.

Quante persone vivono con il cancro in 4 fasi?

Nella fase 4 del cancro al seno con metastasi, i tassi di sopravvivenza sono piuttosto bassi. Ciò è dovuto ai processi irreversibili dello stadio considerato del processo tumorale. Anche un trattamento completo e adeguatamente formulato non può prolungare in modo significativo la sopravvivenza se il tumore è già stato rilevato nella fase di decadimento. Se il cancro viene rilevato allo stadio 4, ma senza trattamento, la durata della vita non supera i sei mesi (a condizione che il sollievo dal dolore sia eseguito regolarmente).

Se il trattamento è fatto, il tasso di sopravvivenza può raggiungere 2-2,5 anni, con mastectomia seguita dalla rimozione dei linfonodi ascellari - fino a 5 anni.

Altrettanto importante è la localizzazione delle metastasi. Indipendentemente dalla natura del trattamento, in oncologia fatto la seguente osservazione:

  1. In presenza di metastasi nel cervello, la durata della vita non supera le 2-3 settimane.
  2. Con lo sviluppo di focolai tumorali nei polmoni, il tasso di sopravvivenza non supera i 3 anni.
  3. Se le metastasi sono presenti nel fegato, l'aspettativa di vita media è di sei mesi.

Il tasso di sopravvivenza è influenzato dall'età del paziente, dallo stato della sua immunità, dalla presenza di malattie concomitanti, dal benessere psico-emotivo.

Come prolungare la vita

La possibilità di estendere la vita nella fase terminale del cancro al seno dipende dalla cura, nutrizione, sollievo dal dolore e igiene degli organi suscettibili di metastasi.

L'introduzione di analgesici ha un effetto positivo sullo stato generale di salute, aiuta a recuperare durante il sonno. Il cibo compensa la mancanza di nutrienti. Prendersi cura di una donna facilita l'adempimento dei suoi bisogni, fornendo supporto psicologico. La bonifica degli organi suscettibili alle metastasi consentirà la diagnosi precoce dei focolai tumorali e la loro eliminazione.

conclusione

Il cancro al seno in stadio 4 è accompagnato da un intenso dolore e un peggioramento del benessere generale. Una donna soffre di insonnia, disagio marcato nelle ossa, disfunzione degli organi interni e cambiamenti nell'attività cerebrale. Un alto livello di sindrome del dolore comporta l'introduzione regolare di analgesici, incluso il tipo narcotico. I parenti richiedono attenzione, cura, assistenza e assistenza nelle visite tempestive al medico.

Stadio 4: cancro al seno

Questa sezione è dedicata ai più psicologicamente sensibili
e il difficile problema del trattamento del cancro al seno.

È necessario trattare il cancro al seno nella fase 4?

Sulla base dell'esperienza dei nostri colleghi stranieri e dei nostri, diciamo inequivocabilmente: "sì". Se non vi è alcun rischio significativo di coagulazione e scompenso della funzionalità epatica e renale, deve essere eseguita la chemioterapia per il cancro al seno. Nonostante il fatto che i dati statistici medi suggeriscano che l'aspettativa di vita media e la sopravvivenza a 3 anni non cambiano, per un particolare paziente, l'aspettativa di vita può aumentare significativamente.

In alcuni casi, dopo che sono stati effettuati i test immunoistochimici e l'uso di terapie mirate, è possibile ottenere un miglioramento significativo delle condizioni del paziente.

Metodi di trattamento per il cancro al seno metastatico

Il trattamento principale per il carcinoma mammario metastatico è una terapia farmacologica complessa, che combina l'uso di chemioterapia (chemioterapia) e farmaci per la terapia ormonale. Inoltre, raccomandiamo vivamente di utilizzare terapie mirate per forme sensibili di cancro (vedere studi clinici).

Nella maggior parte dei casi, nei pazienti con carcinoma mammario metastatico, viene data preferenza al tipo di trattamento meno tossico. Tale è la terapia ormonale. Tuttavia, la terapia ormonale non può essere utilizzata in tutti i casi. Con i recettori estrogeni negativi (ER) e progesterone (PR), la probabilità di miglioramento è inferiore al 10%.

Eseguiamo operazioni per eliminare tali complicanze del processo tumorale come tumore in decomposizione, specialmente accompagnato da una massiccia intossicazione del corpo, sanguinamento dal tumore.

La radioterapia viene utilizzata per eliminare il dolore causato dalle metastasi tumorali nell'osso.

Quanto dura il trattamento del carcinoma mammario metastatico?

La questione della durata del trattamento del carcinoma mammario metastatico è molto discutibile sia dal punto di vista scientifico che morale-psicologico. Riteniamo che la risposta possa essere formulata dalla posizione dell'equilibrio di minor danno e maggior beneficio - "finché il trattamento è efficace e la continuazione del trattamento non limita gli effetti collaterali tossici che ne derivano della chemioterapia stessa". Il trattamento può durare da diversi mesi a diversi anni.

Valutazione dell'efficacia del trattamento

La valutazione del trattamento del carcinoma mammario metastatico è una componente obbligatoria del programma di trattamento. Per valutare il trattamento possono essere utilizzati indicatori soggettivi (benessere) e indicatori obiettivi (dimensioni del tumore). Il monitoraggio dell'efficacia del trattamento viene effettuato utilizzando metodi strumentali di esame - mammografia, radiografia, risonanza magnetica, ecografia e altri. La tomografia computerizzata (TC) e la risonanza magnetica (MRI) vengono utilizzate per la valutazione RECIST. Durante l'esame del calcolo, quanto è diminuito o aumentato in percentuale rispetto alla dimensione originale del tumore a seguito del trattamento. Per la valutazione, vengono selezionati i focolai tumorali, le cui dimensioni sono fisse e quindi confrontate all'esame successivo. A seconda della diminuzione o dell'aumento della somma dei diametri dei tumori o della somma delle aree, viene calcolata l'efficienza del trattamento.

Ci sono 4 gradazioni di risposte:

  1. Progressione: un aumento delle dimensioni del tumore o della quantità dei diametri maggiori del 25% o l'emergere di un nuovo focus;
  2. Stabilizzazione: un aumento delle dimensioni del tumore o della quantità di grandi diametri fino al 25% o una diminuzione della dimensione del tumore o della quantità di grandi diametri fino al 50%;
  3. Regressione parziale - riduzione della dimensione del tumore o della quantità di diametro maggiore di oltre il 50%
  4. Regressione completa - completa scomparsa del tumore.

In che modo la chemioterapia per il carcinoma mammario metastatico differisce dalla terapia profilattica (adiuvante) nelle fasi iniziali?

Nelle prime fasi del trattamento del cancro al seno, viene utilizzata la cosiddetta chemioterapia adiuvante o profilattica, che agisce su focolai tumorali microscopici nascosti e singole cellule tumorali, che con il flusso di linfa e sangue potrebbero finire in vari organi. Nel carcinoma mammario metastatico, il compito principale della chemioterapia è di sopprimere la crescita e l'attività sia del sito tumorale primario che delle metastasi clinicamente evidenti.

Preparati per la chemioterapia terapeutica per il cancro al seno in stadio 4

Nella chemioterapia adiuvante per i primi stadi del carcinoma mammario, usiamo regimi di trattamento convenzionali al mondo, inclusi CMF (ciclofosfamide, metotrexato, 5-fluorouracile), FAC (5-fluorouracile, adriablastina, ciclofosfamide), FEC (5-fluorouracile, epifoide ed epirubicina)., AC (adriablastina, ciclofosfamide), DA (docetaxel, adriablastina), TAC (Taxotere, adriablastina, ciclofosfamide).

Quando si esegue la chemioterapia terapeutica in pazienti con carcinoma mammario in stadio 4, oltre agli stessi schemi, in dosi più elevate, tali farmaci possono essere utilizzati in aggiunta:

  • paclitaxel (taxol, intaxel, paxen, paclitaxel-lance);
  • capecitabina (xeloda);
  • mitoxantrone (novantron);
  • vinorelbine (maverex, navelbine);
  • cisplatino;
  • farmaci dal gruppo di anticorpi monoclonali (trastuzumab o herceptin, bevacizumab).

Complicazioni della chemioterapia curativa per il cancro al seno in stadio 4

In connessione con l'uso di dosaggi più elevati, una combinazione di vari farmaci durante la chemioterapia terapeutica nella quarta fase del tumore al seno, la questione degli effetti collaterali diventa più urgente.

La maggior parte dei farmaci sono manifestazioni sistemiche comuni di intossicazione - nausea, vomito, un cambiamento nella conta ematica (leucopenia, neutropenia, trombocitopenia e neutropenia febbrile), debolezza generale.

Alcuni farmaci hanno effetti collaterali aggiuntivi che devono essere considerati dall'oncologo clinico quando si sceglie un regime di trattamento per un particolare paziente. La doxorubicina (adriablastina) ha un effetto negativo sul cuore a dosi elevate (dose totale superiore a 550 mg / m2), nonché infiammazione delle mucose - stomatite, meno frequente gastrite, colite).

Il farmaco epirubicina, simile alla doxorubicina per il suo effetto su un tumore, non ha un effetto negativo sul cuore, ma modifica i parametri del sangue in modo più marcato. I taxani (docetaxel o taxotere, paclitaxel - taxol, intaxel, ecc.) Hanno un effetto negativo sul sistema nervoso sotto forma di neuropatia periferica (intorpidimento delle dita delle mani e dei piedi, debolezza muscolare, ecc.). Quando si usa il farmaco Xeloda (capecitabina), ci sono disturbi neurologici specifici nella forma della sindrome palmare-plantare (arrossamento della pelle delle mani, sensazioni dolorose nelle mani) e altri.

Come prevenire o ridurre le complicanze della chemioterapia terapeutica?

Nella clinica europea, i farmaci antiemetici (ondansetron, zofran, kitril, desametasone) sono usati per ridurre ed eliminare nausea e vomito, che sono prescritti contemporaneamente alla chemioterapia, e permettono ai pazienti con cancro al seno di trasferirli molto più facilmente.

Per ridurre il carico tossico sul cuore, usiamo cardioxano. Per la prevenzione e l'eliminazione degli effetti tossici dei taxani, vengono utilizzate vitamine del gruppo B (neuromultivite, vitamine B6 e B1 sotto forma di iniezioni).

È possibile verificare con il proprio medico durante una consultazione o prima di iniziare un ciclo di chemioterapia per uno schema più preciso di terapia di base e ausiliare.

I sintomi del cancro al seno in stadio 4

Se a una donna è stata diagnosticata la quarta fase del tumore al seno, ciò significa che le cellule tumorali si sono già diffuse ad altre strutture del corpo, come i polmoni, i linfonodi, le ossa, la pelle, il fegato o il cervello.

Ci sono quattro fasi del cancro al seno. Indicano il grado di sviluppo della malattia. Il quarto stadio è anche chiamato cancro metastatico.

Il cancro al seno è tra le due forme più comuni di cancro nelle donne.

Nel presente articolo parleremo dei sintomi del cancro al seno in stadio 4 e parleremo delle opzioni di trattamento disponibili.

sintomi

Con il cancro al seno in stadio 4, i sintomi possono manifestarsi in quasi tutte le parti del corpo.

Nella quarta fase del cancro, le donne sperimentano sintomi specifici per le ghiandole mammarie. Tuttavia, i pazienti possono anche avere problemi in altri organi.

I sintomi associati alle ghiandole mammarie includono quanto segue:

  • neoplasie;
  • irregolarità nella pelle, cioè buche o rientranze (la pelle può assomigliare ad una buccia d'arancia);
  • cambiamenti nella struttura dei capezzoli, come appiattimento, inversione o caduta;
  • arrossamento, gonfiore, aumento locale della temperatura corporea.

Altri sintomi che possono verificarsi nel cancro al seno in stadio 4 sono i seguenti:

  • debolezza e intorpidimento;
  • tosse secca persistente;
  • dolore al petto;
  • perdita di appetito;
  • distensione addominale;
  • nausea persistente;
  • forti mal di testa.
  • ittero;
  • disturbi visivi;
  • annebbiamento della coscienza;
  • convulsioni convulsive;
  • perdita di equilibrio.

Quando le cellule cancerose arrivano dalle ghiandole mammarie ad altre parti del corpo, rimangono cellule tumorali mammarie. Ad esempio, il cancro al seno che si è diffuso ai polmoni è il cancro al seno, non il cancro ai polmoni.

Allo stadio 4 del tumore al seno, le cellule nocive possono entrare in diverse parti del corpo durante un processo che viene comunemente chiamato metastasi in medicina. Le metastasi possono causare sintomi diversi, a seconda della parte del corpo in cui si è diffuso il cancro.

Sintomi di metastasi ossee

La metastasi ossea è una condizione in cui il cancro si è diffuso alle ossa. Il cancro al seno si diffonde molto spesso lì.

I sintomi primari delle metastasi ossee sono dolore osseo intermittente. A volte questo dolore può diventare permanente.

Altri sintomi includono quanto segue:

  • dolore improvviso o grave che può indicare una frattura;
  • dolore alla schiena o al collo, problemi di urina e debolezza. Questi sintomi possono indicare spremitura del midollo spinale;
  • affaticamento, nausea, disidratazione e perdita di appetito. Questi sintomi possono indicare un elevato livello di calcio nel sangue (ipercalcemia) associato alla distruzione delle ossa.

Sintomi di metastasi ai polmoni

La diffusione del cancro ai polmoni non sempre causa sintomi, ma il medico può rilevare le metastasi durante l'esecuzione della tomografia computerizzata (CT), poiché le cellule di solito formano tumori.

Tuttavia, a volte vengono presentati i sintomi. In particolare, possono includere quanto segue:

  • mancanza di respiro;
  • affanno;
  • disagio o dolore ai polmoni;
  • tosse persistente;
  • tosse con sangue o espettorato.

Cioè, nella sintomatologia, la metastasi ai polmoni assomiglia a un comune raffreddore. Tuttavia, questa condizione richiede un trattamento, quindi le donne con cancro al seno di stadio 4 devono essere informate dal loro medico di eventuali nuovi sintomi, anche se non sembrano essere gravi.

Sintomi di metastasi cerebrali

I pazienti con diagnosi di carcinoma mammario HER2-positivo e triplo-negativo sono associati al più alto rischio di diffusione del cancro al seno al cervello. Questi sono i due sottotipi più aggressivi di questa malattia.

Tra il 10 e il 15% delle donne con carcinoma mammario in stadio 4 ha metastasi nel cervello.

I sintomi includono quanto segue:

  • mal di testa;
  • problemi di memoria;
  • disturbi visivi;
  • convulsioni convulsive;
  • problemi di linguaggio;
  • problemi di equilibrio;
  • vertigini;
  • ictus.

Se il medico sospetta la diffusione del cancro al cervello, può prescrivere la risonanza magnetica (MRI) per confermare le sue ipotesi.

Sintomi di metastasi epatiche

Il cancro al seno che si è diffuso al fegato non è sempre accompagnato da sintomi.

Un medico può diagnosticare metastasi epatiche eseguendo un esame del sangue, che valuta il contenuto di specifici enzimi e proteine ​​in esso contenuti.

Nella quarta fase, il cancro al seno può diffondersi al fegato e ai linfonodi.

Se i sintomi si sviluppano in metastasi epatiche, il paziente può sperimentare quanto segue:

  • affaticamento e debolezza;
  • disagio e dolore nella parte superiore dell'addome;
  • perdita di peso e scarso appetito;
  • distensione addominale;
  • febbre;
  • edema alle gambe;
  • ingiallimento della pelle e degli occhi (ittero).

Oltre agli esami del sangue, un medico può utilizzare procedure diagnostiche visualizzate, come risonanza magnetica, TC o ecografia, per confermare la metastasi epatica.

Sintomi di metastasi ai linfonodi

I linfonodi sono elementi di una rete costituita da canali e ghiandole, che sono una parte importante del sistema immunitario del corpo. Il sistema linfatico filtra le sostanze nocive dal corpo e aiuta una persona a combattere le infezioni.

Se il cancro si diffonde, lo fa attraverso il sangue o attraverso il sistema linfatico. Di solito quando il cancro inizia a svilupparsi all'interno dei linfonodi, diventano più sodi e si gonfiano.

I sintomi della metastasi ai linfonodi comprendono la formazione e il gonfiore nelle seguenti aree del corpo:

  • sotto le braccia;
  • nelle mani;
  • nello sterno e nella clavicola.

Se i linfonodi causano sintomi fastidiosi dovuti alla presenza di metastasi, il medico può suggerire un trattamento per il paziente.

Altri sintomi

In uno studio condotto da scienziati americani nel 2016, i pazienti con carcinoma mammario di 4 gradi hanno espresso insoddisfazione per i sintomi che limitano la loro attività fisica quotidiana. I partecipanti includevano depressione, ansia, disturbi del sonno, stanchezza e scoraggiamento tra i sintomi.

Lo studio ha dimostrato che i medici devono trattare non solo i sintomi fisici, ma anche quelli emotivi che si verificano nel cancro al seno di 4 gradi.

Per migliorare il loro stato psicologico, le donne possono provare lo yoga, la meditazione e altre tecniche per ridurre lo stress.

trattamento

Il trattamento del carcinoma mammario in stadio 4 prevede interventi chirurgici, radioterapia (radioterapia) e chemioterapia.

Se i medici capiscono che la Fase 4 non può più essere curata, concentrano i loro sforzi terapeutici nel cercare di alleviare i sintomi dolorosi e fastidiosi, al fine di migliorare la qualità della vita del paziente.

Se i tumori del cancro al seno sono recettori ormonali positivi, i medici possono suggerire una terapia ormonale.

La terapia ormonale prevede l'assunzione di tamoxifene, inibitori dell'aromatasi e altri farmaci per ridurre la produzione di estrogeni. I medici stanno cercando di sopprimere l'effetto dell'ormone sul corpo, perché contribuisce alla progressione del cancro.

A volte, al fine di ridurre la produzione di estrogeni nel corpo, i medici eseguono un'operazione per rimuovere le ovaie (ovariectomia).

Come parte della terapia mirata, vengono utilizzati altri gruppi di farmaci per identificare e danneggiare specifiche cellule tumorali. In particolare, questi includono:

  • anticorpi monoclonali;
  • inibitori della tirosin-chinasi;
  • inibitori della chinasi ciclina-dipendenti;
  • Inibitori di PARP.

Nel trattamento delle metastasi ossee, i medici prescrivono bifosfonati o denosumab per eliminare il dolore e ridurre il rischio di malattie ossee.

Quando è necessario incontrare un medico?

Le donne sospettate di avere un cancro al seno dovrebbero rivolgersi immediatamente a un medico.

Se una donna osserva qualche sintomo di cancro al seno, deve consultare un medico il prima possibile.

I test di screening sono cruciali nella diagnosi precoce del cancro, il suo trattamento rapido ed efficace.

I test di screening includono quanto segue:

  • autotest;
  • esame del sangue;
  • mammografia.
  • test genetici per l'appartenenza a un gruppo a rischio.

Gli screening regolari sono particolarmente importanti per le donne con determinate mutazioni genetiche, così come una storia personale o familiare di cancro.

Di norma, con il cancro al seno in stadio 4, i pazienti hanno già un team di medici che forniscono assistenza medica per curare la malattia e alleviare i sintomi. Tuttavia, l'emergere di nuovi sintomi dovrebbe essere immediatamente segnalato agli specialisti.

Prognosi di sopravvivenza

Per i pazienti con carcinoma mammario di stadio 4, il tasso di sopravvivenza relativa per i primi cinque anni dopo la diagnosi è del 22%. Cioè, circa una donna su cinque vive 5 anni o più dopo aver identificato il cancro allo stadio 4.

Tuttavia, è necessario comprendere che molti fattori influenzano la sopravvivenza, ad esempio:

  • sottotipo di cancro al seno;
  • tasso di crescita del tumore;
  • probabilità di recidiva;
  • età del paziente;
  • se il cancro è ricorrente;
  • i livelli dei recettori degli estrogeni e del progesterone nel tessuto tumorale;
  • Livello di gene HER2 / neu nel tessuto tumorale;
  • se il tessuto tumorale è triplo negativo.

I tumori HER2 e triplici negativi sono più aggressivi e quindi associati a una sopravvivenza più scarsa.

Un medico che cura il cancro (un oncologo) è in grado di dare una prognosi individuale in base ai risultati del test e alla storia clinica del paziente.

Le donne con stadio 4 di cancro al seno possono cercare sostegno tra amici, familiari o gruppi speciali creati per persone con problemi simili.

Grado di cancro al seno 4: sintomi, prognosi, trattamento

Se è stata fatta una diagnosi di carcinoma mammario di grado 4, la durata della vita dipende in gran parte dalle condizioni generali del corpo. La maggior parte delle persone si lascia prendere dal panico quando sentono un verdetto del genere da parte dei medici. Sono sicuri che la prognosi per loro è solo negativa, ma nella pratica medica ci sono stati casi di guarigione completa anche nell'ultima fase della malattia.

Il cancro al seno è una malattia accompagnata dalla comparsa di un tumore nelle ghiandole mammarie, che è caratterizzato da una crescita maligna. I tumori del cancro mutano dalle cellule normali del seno, crescono gradualmente e sono in grado di penetrare nei tessuti circostanti. Se la fase 4 è stata diagnosticata, significa che esistono già metastasi.

È importante prendere urgentemente tutte le misure necessarie per prevenire o almeno fermare la diffusione delle cellule tumorali. Attraverso il sistema linfatico e il flusso sanguigno, vengono rapidamente trasferiti agli organi adiacenti: muscoli, pelle, polmoni, fegato e costole.

Sintomi caratteristici del cancro

A differenza della salute, le cellule di un tumore maligno tendono ad acquisire dimensioni enormi, mentre esauriscono completamente il corpo. Con il cancro di grado 4, la funzione degli organi in cui le metastasi si sono diffuse è compromessa. Ciò è dovuto alla rapida crescita del tumore e all'intossicazione intensa. Il cancro si nutre di tessuti sani, rilasciando simultaneamente prodotti di decomposizione nel sangue, avvelenando il corpo. Più grande è il tumore, maggiore è l'intossicazione.

Nelle fasi iniziali del cancro, non ci sono praticamente sintomi evidenti e se una donna non esamina regolarmente le ghiandole mammarie da sola, la malattia si svilupperà in modo asintomatico.

Nel cancro al seno, c'è un tale complesso di sintomi:

  • mentre fa la doccia, si può rilevare un sigillo all'interno del seno, che al tatto non ha confini chiari;
  • allo stadio 4, il tumore acquisisce una dimensione significativa e l'aspetto del seno cambia;
  • sulla superficie del seno si notano deformazioni e retrazioni della pelle, che sono associate alla crescita del tumore e al suo impatto negativo sui tessuti adiacenti;
  • debolezza, dolore in tutto il corpo, insonnia;
  • l'appetito peggiora, si verificano nausea e vomito;
  • perdita di peso di 10 kg o più;
  • ittero, dolore nell'ipocondrio destro (se le metastasi hanno raggiunto il fegato);
  • fratture degli arti (se il tumore è penetrato nel tessuto osseo).

Nella fase finale della malattia, quando sono colpiti diversi organi e sistemi, si verifica la cachessia - un forte esaurimento del corpo, in cui una persona praticamente non esce dal letto. In questo caso, il paziente sta rapidamente perdendo peso, la sua pelle diventa flaccida e rugosa. La previsione in questo caso è estremamente negativa.

Qual è la caratteristica del cancro allo stadio 4?

Dal grado di malignità, il cancro al seno è inferiore al cancro del polmone, del fegato e del pancreas. In medicina, ci sono casi in cui anche il rapido sviluppo del cancro si interrompe improvvisamente e una persona si sta gradualmente riprendendo.

Lo stadio di cancro 4 è caratterizzato da un danno a oltre il 50% della ghiandola mammaria e il tumore primario ha una dimensione di almeno 5 cm. Allo stesso tempo, i linfonodi periferici (ascellari, sopra e succlavia) sono già infettati da particelle di cellule cancerose.

La metastasi si presenta come segue: una cellula tumorale staccata entra nel flusso sanguigno o nel vaso linfatico, si verifica l'infezione di tutto il corpo con cancro. A seconda del focus primario, il cancro si diffonde su brevi o lunghe distanze.

Nella fase 4 del cancro al seno, il processo è praticamente fuori controllo e trattamento e le conseguenze della malattia sono irreversibili. Il tasso di sopravvivenza è estremamente basso, specialmente se il processo ha una rotta aggressiva e il corpo non ha forze interne sufficienti.

L'aspettativa di vita di 5 anni è rilevata solo nel 10% delle donne. Molto dipende dal tipo di cancro e dal grado di danno agli organi più importanti. La durata di vita di tali pazienti dipende dalle loro condizioni generali, dalla resistenza del corpo alla malattia e dal grado di danno a organi e tessuti sani. Se le metastasi non cessano di infettare gli organi vitali, la morte risulta dall'esaurimento generale.

Assistenza medica per malati di cancro

Sfortunatamente, la categoria di pazienti con stadio 4 del cancro non è più soggetta a trattamento speciale, poiché i metodi moderni si sono dimostrati inefficaci, la malattia continua comunque.

Se la malattia è stata rilevata già nella fase avanzata, in assenza di controindicazioni, viene prescritto un corso di potente chemioterapia. Il medico consiglia questa soluzione al problema solo in caso di normale funzionamento del fegato e dei reni, buona coagulazione del sangue e capacità del corpo di sopportare il carico della chemioterapia. Le malattie concomitanti peggiorano significativamente le condizioni generali del paziente, quindi è estremamente importante trattare tutte le malattie croniche.

Negli ultimi anni sono stati creati centri speciali per questo gruppo di pazienti, i cosiddetti ospizi, in cui le persone che sono indebolite dal grave decorso del cancro ricevono le cure necessarie. I pazienti con questo grado di danno all'organismo richiedono un trattamento sintomatico giornaliero e la somministrazione endovenosa continua di antidolorifici.

Quale dovrebbe essere una buona alimentazione?

La qualità del cibo è molto importante per il trattamento, soprattutto se c'è una chiara perdita di peso corporeo. Al fine di mantenere la vitalità del paziente, il medico consiglia un menu bilanciato. Dovrebbe includere verdure fresche, frutta e proteine.

Tutti gli alimenti con coloranti aggiunti, prodotti chimici e nitrati, così come cibi fritti, affumicati e grassi sono esclusi dalla dieta. Nonostante la mancanza di appetito, il corpo deve fornire l'intera gamma di vitamine e minerali durante il periodo di trattamento.

Se si osservano disturbi nella funzione di deglutizione, il paziente viene alimentato con cibo macinato o brodo, nel caso estremo è installato un tubo gastrico. Con ittero, la dieta n. 5 è prescritta per creare un'alimentazione ottimale per il fegato malato.

Quando è in gioco la vita umana, non bisogna rinunciare nemmeno nelle situazioni più disperate. Predire il risultato di una malattia così complessa e difficile da trattare non è facile. In ogni caso, i sintomi, la gravità e la natura del cancro possono essere diversi. La cosa principale è selezionare correttamente un regime di trattamento e non perdere la speranza di recupero, accumulando forze vitali per combattere questo disturbo.

Quadro clinico e prognosi per il cancro al seno 4 gradi

Le neoplasie maligne della ghiandola mammaria occupano il primo posto nella struttura dell'incidenza femminile del cancro.

Alcune forme di cancro hanno un'elevata invasività e una rapida crescita infiltrativa, che complica enormemente la diagnosi di cancro nelle sue fasi iniziali, risultando in un paziente oncologico in condizioni terminali.

Certificato medico

Il cancro al seno è una neoplasia maligna, che origina direttamente dai tessuti della ghiandola mammaria e presenta un atipismo tissutale e cellulare pronunciato. Il tumore della ghiandola mammaria nel suo sviluppo supera i 4 gradi, come qualsiasi altra neoplasia maligna:

  • La fase 1 si manifesta con una formazione tumorale chiaramente localizzata di piccole dimensioni e senza segni di invasione e infiltrazione di zone anatomiche adiacenti.
  • Allo stadio 2, vi è un aumento significativo del volume del tumore, che porta alla sconfitta delle zone anatomiche adiacenti.
  • Lo stadio 3 è l'aspetto di una deformità ben visibile del seno colpito e la definizione di cellule oncologiche nei linfonodi regionali.
  • Stadio 4 - è il terminale e il più grave, poiché a questo stadio si verifica la formazione di foci metastatici distanti, aumentano i segni generali del processo oncologico, che si manifestano sotto forma di reazioni infiammatorie, cachessia e intossicazione generale.

Cosa succede nella quarta fase

Allo stadio 4 del processo oncologico nel carcinoma mammario, il quadro clinico è pronunciato e distinto. Oltre ai cambiamenti visivi sotto forma di deformità del seno colpito, i pazienti hanno rivelato iperemia e ulcerazione della pelle nella proiezione di una neoplasia maligna.

Il processo infiammatorio allo stadio 4 è associato al decadimento del tumore, come nel caso di grandi dimensioni del tumore e divisione cellulare iperattiva, si verifica uno stato associato a deficit energetico che porta non solo all'infiammazione locale, alla mastite, ma si manifesta anche sotto forma di forte intossicazione generale dell'organismo.

Nel determinare i marcatori oncologici, viene rilevato un aumento significativo del titolo dei marcatori tumorali specifici per il neoplasma maligno della ghiandola mammaria. Quando si determina il numero totale di emocromi nei pazienti nella fase terminale, c'è una sindrome anemica pronunciata, che si manifesta con una diminuzione della concentrazione di globuli rossi e varie frazioni proteiche.

L'esame del sistema linfatico e di altri organi rivela una crescita metastatica in aree del corpo lontane, anatomicamente non correlate. Con lo sviluppo del grado 4 del processo oncologico, si forma la sindrome del dolore più forte, che può essere fermata solo usando potenti analgesici oppiacei.

Il rapido sviluppo di un tumore provoca l'esaurimento di tutte le riserve energetiche nel corpo e contribuisce a ridurre la resistenza immunitaria di un paziente oncologico.

Questo articolo ha una foto di una forma diffusa di cancro al seno.

sintomi

Lo stadio terminale di qualsiasi processo oncologico ha pronunciato sintomi, non un'eccezione, e cancro al seno. Con una neoplasia maligna di questa localizzazione di pazienti, sintomi come:

Sindrome del dolore - è già evidente dal terzo e ha un'intensità molto più pronunciata nella fase terminale. Oltre al dolore al petto, la localizzazione del dolore può essere molto diversa in natura e per molti aspetti dipende direttamente dall'organo interessato con focolai metastatici.

La sindrome da dolore più grave viene rilevata durante la germinazione del tumore nel tessuto osseo.

  • Grande debolezza - aumenta in proporzione diretta all'aumento del volume del tumore. La debolezza si sviluppa a causa della carenza di energia, dal momento che molta energia è spesa per la divisione attiva delle cellule atipiche.
  • Iperemia e ulcerazione della pelle del seno. Questo sintomo è tipico del cancro al seno. Si verifica a causa dell'angiogenesi accelerata, poiché il tumore si sviluppa rapidamente.
  • Processo infiammatorio aspecifico. Come risultato dell'ulcerazione cutanea, della riduzione della resistenza immunitaria e del decadimento del tumore, in quasi tutti i casi clinici l'infiammazione si sviluppa nella neoplasia. Nel grado 4 del cancro al seno, si manifesta la mastite - un'infiammazione del seno.
  • trattamento

    Allo stadio 4 del carcinoma mammario, i metodi di trattamento radicale sono inefficaci e non possono fornire un periodo di recidiva stabile, in modo che il rapporto tra efficacia e danni al corpo del paziente con tale trattamento rimanga insoddisfacente.

    Il trattamento del cancro deve essere effettuato indipendentemente dal grado e dalla prognosi, poiché un'adeguata terapia, anche con un palliativo, può migliorare significativamente la qualità della vita in un paziente oncologico. Il trattamento di una neoplasia maligna della ghiandola mammaria nella fase terminale può essere di diversi tipi:

    Chemioterapia - La polichemioterapia si riferisce a metodi di trattamento non invasivi, il cui scopo principale è quello di formare una regressione stabile non solo del focus primario del processo tumorale, ma anche delle metastasi.

    Per questo metodo, vengono utilizzati farmaci antitumorali citostatici e antimetabolici, che rallentano la divisione delle cellule atipiche e portano alla loro morte. Per il trattamento, utilizzare meno farmaci tossici per ridurre al minimo il numero di reazioni avverse da organi e sistemi.

    I seguenti farmaci sono usati per trattare il cancro al seno nella fase 4: Adriablastina, Ciclofosfamide, Metotrexato, Epirubicina, Trastuzumab.

    Terapia ormonale La terapia ormonale del cancro al seno è spesso combinata con la polichemioterapia e la integra, dal momento che molte neoplasie maligne provenienti dal tessuto ghiandolare possono dare una buona risposta alla terapia ormonale, perché sulla superficie di tali cellule ci sono specifici recettori sensibili.

    La terapia ormonale mostra una particolare efficacia solo nelle fasi successive, quando ci sono lesioni metastatiche di organi distanti.

    Nella moderna terapia ormonale per il cancro al seno, vengono utilizzati modulatori selettivi del recettore dell'estrogeno, come il Tamoxifene. In Russia, i farmaci del gruppo dei distruttori del recettore degli estrogeni, come Faslodex, sono più comunemente usati.

    Terapia mirata. Per la terapia mirata utilizzare farmaci speciali dal gruppo di anticorpi monoclonali. Si legano specificamente alle cellule che trasportano determinati antigeni, nel caso del cancro al seno, questo è il gene HER.

    Per la terapia mirata, viene spesso utilizzato il farmaco Trastuzumab, che inibisce selettivamente le cellule con il gene HER2 attivo. Il principale vantaggio del farmaco è un effetto citostatico sistemico insignificante, che può ridurre significativamente gli effetti collaterali durante la terapia mirata.

    Trattamento palliativo È usato nei casi in cui si osservano dinamiche negative persistenti e i principali tipi di trattamento sono inefficaci. Le cure palliative mirano a migliorare lo stato di un malato di cancro, alleviare la sindrome del dolore e ridurre la depressione.

    Tale trattamento non è in grado di influenzare l'esito della malattia, tuttavia, è una componente necessaria per garantire che sia vicino alle normali condizioni vitali.

    Questo articolo descrive l'essenza degli effetti della radioterapia sulle metastasi nel cancro al seno.

    Come si manifesta un tumore al seno? Qui http://stoprak.info/vidy/molochnoj-zhelezy/priznaki-grudnoj-u-zhenshhin.html commenti di coloro che hanno scoperto il cancro al seno.

    Elenco degli antidolorifici

    Il sollievo dal dolore negli stadi terminali del cancro al seno è complesso, poiché la sindrome del dolore è fortemente pronunciata e multimodale.

    La sindrome del dolore consiste in sensazioni nocicettive, come dolore viscerale, somatico e neuropatico. Ogni tipo di dolore aiuta a combattere il tuo farmaco analgesico. Nelle fasi terminali vengono utilizzati analgesici di diversi gruppi.

    • Farmaci antiinfiammatori non steroidei - usati per le sensazioni dolorose di debole intensità, in quanto hanno un effetto anestetico.
    • Gli analgesici oppiacei deboli sono farmaci del gruppo degli oppiacei, che hanno un effetto centrale e sono in grado di arrestare sensazioni di dolore di media intensità, ad esempio in caso di dolore viscerale.
    • I forti analgesici oppioidi, hanno un effetto antinocicettivo pronunciato e fermano anche gli attacchi dolorosi più gravi. Specialmente questi farmaci sono necessari per la compressione o la germinazione dei tronchi nervosi degli elementi tumorali.
    • Per l'anestesia complessa può essere applicato il blocco dei tronchi nervosi. Per fare questo, nella proiezione dei tronchi nervosi innervando l'area interessata, vengono iniettate sostanze anestetiche che bloccano la conduzione degli impulsi del dolore lungo i nervi sensoriali nel sistema nervoso centrale.

    Tasso di sopravvivenza

    La sopravvivenza allo stadio 4 del cancro al seno nel periodo di un anno non supera il 25%, poiché lo sviluppo di focolai metastatici porta alla formazione di insufficienza multiorgano, che porta alla morte.

    La prognosi dipende dal tasso di progressione dello sviluppo delle metastasi, dalla risposta del componente tumorale alla chemioterapia ormonale mirata e da molti altri fattori interni.

    In generale, la prognosi per il cancro al seno nello stato terminale è insoddisfacente, poiché il trattamento radicale nelle fasi successive del processo oncologico non è stato ancora sviluppato.