polipo uterino adenofibroso

I polipi adenomatosi nelle donne in postmenopausa richiedono un approccio più aggressivo al trattamento, sono un'indicazione assoluta per un metodo di trattamento più radicale - rimozione dell'utero con appendici.

Durante l'isteroscopia, i polipi fibrosi endometriali sono definiti come pallide formazioni singole, rotonde o ovali, in una tazza più piccola (da 0,5x1 a 0,5x1,5 cm), solitamente sul gambo, con una struttura densa, superficie liscia, meno vascolare.

Il polipo sporge sopra la parete di un organo specifico ed è collegato alla parete direttamente dalla base o dalla gamba.

Questo dovrebbe essere preso in considerazione per i pazienti che non stanno pianificando una gravidanza. Insieme al mioma uterino, la patologia intrauterina costituisce il principale gruppo di malattie ginecologiche e si riscontra nei pazienti di tutte le età.

Per eliminare i polipi, puoi fare un'infusione di iperico, suina, celidonia, calendula.

Prima della donna isteroscopica ha bisogno.

Il trattamento di un polipo cervicale è effettuato singolarmente, prendendo in considerazione le caratteristiche del polipo (struttura, localizzazione) e il corpo della donna (malattie comorbili degli organi interni, utero e ovaie, età).

Dopo l'abolizione dei farmaci ormonali, la gravidanza inizia tra un mese o due. Dopo l'esame, i tessuti patologici vengono rimossi direttamente e quindi inviati al laboratorio per l'esame istologico.

L'operazione di rimozione dei polipi con un laser dà un intervento sicuro e non traumatico nella cavità uterina, in contrasto con l'uso di strumenti meccanici; si riferisce a un metodo non operativo per rimuovere i tumori; accompagnato da raschiare l'intero endometrio uterino, riducendo così il rischio di recidiva; Allo stesso tempo, viene eseguita una biopsia di campioni di tessuto polipo. Spesso c'è una combinazione di patologia endometriale con cambiamenti proliferativi non ormonali nella ghiandola mammaria e nel mioma uterino, che indica una comunanza di processi patologici causati da uno squilibrio ormonale.

I pazienti di età superiore ai 35 anni spesso si incontrano.I test dei radioisotopi sono un valido metodo diagnostico che utilizza il fosforo radioattivo.

Il trattamento della poliposi dell'utero non dovrebbe essere standard: è necessario effettuarlo individualmente, dirigendo i suoi sforzi e l'eliminazione delle malattie associate.

Qual è il pericolo del polipo adenomatoso endometriale, un'operazione è sempre necessaria?

Diversi tipi di polipi uterini, essendo una manifestazione locale di iperplasia della sua membrana mucosa, differiscono poco l'uno dall'altro da sintomi macroscopici e clinici. Tuttavia, il polipo adenomatoso dell'endometrio, a differenza di altre specie, è caratterizzato dal più alto grado di pericolo in termini di trasformazione in un tumore maligno.

Questo spiega fondamentalmente la rilevanza della diagnosi differenziale e la scelta corretta delle tattiche di trattamento.

Polipo adenomatoso - che cos'è

Dal punto di vista dei meccanismi di sviluppo e del decorso clinico, i polipi sono talvolta isolati come una malattia indipendente se si sviluppano sullo sfondo dell'endometrio atrofico o secretorio, o sono considerati una patologia concomitante in combinazione con mioma, disturbi ovarici disfunzionali e / o endometriosi interna dell'utero (adenomiosi).

I polipi endometriali sono esofitici, cioè non ghiandolari, ma verso l'esterno, nella cavità d'organo, formazioni ghiandolari. All'inizio della loro crescita, di solito hanno una base ampia, quindi si trasformano in uno stelo nel quale passa la nave. La loro forma è rotonda o ovale.

Le formazioni polifere possono essere singole e multiple, avere una superficie liscia (spesso) o nodulare. Il loro colore è diverso - dal rosa al rosso intenso (con infiammazione) o variegato con una sfumatura grigiastra nella violazione dell'afflusso di sangue e il verificarsi di emorragie, focolai di necrosi e ulcerazioni.

A seconda del tessuto e della struttura cellulare, la prevalenza di tessuti di un tipo particolare, possono essere prevalentemente ghiandolari, fibrosi, ghiandolari-fibrosi e adenomatosi.

Formazioni adenomatose sono localizzate principalmente nel fondo e negli angoli dell'utero, più vicino alla bocca delle tube di Falloppio. Hanno, di regola, piccole dimensioni - da 5 a 10 mm, meno spesso - fino a 30 mm. Durante l'isteroscopia, questi tumori hanno l'aspetto di opache formazioni grigiastre friabili sul peduncolo con una superficie talvolta irregolare o irregolare, tuttavia, sono spesso visivamente quasi non diversi da altri tipi di polipi. In questo caso, possono essere distinti solo dall'esame istologico.

Nei polipi fibrosi, ad esempio, la componente ghiandolare è rappresentata da singole ghiandole, l'epitelio di cui non funziona in termini di secrezione di muco. Le ghiandole possono essere assenti del tutto. Lo stroma, rappresentato da tessuto connettivo fibroso, contiene pochi vasi con pareti sclerotiche ispessite disposte a forma di glomeruli alla base della gamba. Nelle formazioni ghiandolari del tipo proliferativo dell'epitelio, le ghiandole predominano sopra lo stroma, hanno lunghezze differenti e sono angolate l'una all'altra, ecc.

Altro sul polipo adenomatoso endometriale

Il polipo adenomatous è piuttosto raro, di regola - tra donne dopo di 40 anni. Si sviluppa da focolai alterati patologicamente dello strato basale della mucosa uterina. A differenza di altre formazioni simili, viene indicato come patologia precancerosa. Insieme ad alcuni dei suddetti cambiamenti, peculiari delle neoplasie ghiandolari e fibrose, le strutture morfologiche specifiche sono caratteristiche delle formazioni adenomatose.

La loro caratteristica è la presenza obbligatoria di una gamba, che consiste in strati di fibre muscolari fibrose e lisce, così come vasi sanguigni a pareti spesse localizzati in modo non uniforme o / e sotto forma di grovigli. I vasi mostrano segni di stasi (arresto del flusso sanguigno) e trombosi. La lesione adenomatosa nel tumore può essere localizzata sotto forma di un focus limitato o diffuso.

Una caratteristica è l'abbondanza di ghiandole non molto dilatate, ma densamente localizzate. La maggior parte di essi ha una forma bizzarra e convoluta e numerosi rami a forma di dito nella direzione dello stroma. Si adattano così strettamente insieme che i tessuti stromali sono ammassati in luoghi e persino invisibili al microscopio. Le aree visibili dello stroma sono gonfie, contengono linfociti e fibroblasti. In alcune ghiandole estese ci sono escrescenze sotto forma di papille, dirette verso il lume. Nello studio istologico delle sezioni di tessuto, questo modello è determinato dal termine specifico "ferro nel ferro".

L'epitelio cilindrico delle ghiandole è multi-fila (in 2-4 file), si notano segni del suo polimorfismo. Nel caso di gravità significativa del processo è determinata dalla regolazione strutturale. L'epitelio ghiandolare ha un alto grado di attività mitotica (divisione), compresa la proliferazione patologica e intensiva (proliferazione). L'area del citoplasma cellulare e dei nuclei è aumentata. Il primo contiene una grande quantità di RNA (acido ribonucleico), in nuclei pallidi con un'area aumentata - un'alta concentrazione di DNA (acido desossiribonucleico). I grandi nucleoli sono anche chiaramente visibili e uniformemente o, con significative atipie, cellule di cromatina e cromatina localizzate in modo irregolare.

Così, la natura atipica delle cellule dell'epitelio ghiandolare è espressa nella loro anaplasia, cioè diventano "più giovani" e meno differenziati, rispetto all'originale. Inoltre, l'atipia delle cellule cilindriche delle ghiandole può manifestarsi nella loro acantosi, quando il modello di crescita e verso l'esterno diventano simili all'epitelio squamoso stratificato. Il loro funzionamento cessa di dipendere dall'influenza degli ormoni sessuali. E maggiore è la gravità dell'anaplasia, maggiore è la tendenza delle cellule atipiche alla crescita autonoma (indipendente) incontrollata con una maggiore tendenza alla proliferazione.

Compatibilità di patologia e gravidanza

Ci sono varie teorie sugli effetti dei polipi adenomatosi endometriali sulla gravidanza: sulla possibilità di migrazione degli spermatozoi e processi di fecondazione, l'impianto di un ovulo fecondato e il periodo di gestazione.

Vi sono suggerimenti sul semplice effetto distruttivo meccanico dei polipi, sulla riduzione del grado di ricettività della mucosa uterina a seguito di un aumento dell'attività delle citochine, sul cambiamento delle proprietà delle proteine ​​di membrana coinvolte nell'adesione (adesione) delle superfici cellulari, ecc.

La questione del primato dei processi non è stata sufficientemente chiarita: se i polipi si sviluppino nelle donne con infertilità o se l'infertilità sia una conseguenza di nuove crescite. Ma finora la teoria più convincente sembra riguardare un ostacolo meccanico all'incontro e alla fusione di una cellula uovo con uno spermatozoo, soprattutto con dimensioni significative (più di 10 mm di lunghezza) di formazioni adenomatose situate nel fondo e vicino alla bocca delle tube di Falloppio. Inoltre, anche se si sono verificati fecondazione e impianto, questi tumori possono causare anormali ondate di contrazioni del rivestimento uterino, che possono portare a aborti.

Sintomi della malattia

Le frecce indicano polipi nell'utero

Circa l'11-15% delle donne in età fertile con questa malattia e il 40% delle donne nel periodo postmenopausale, le manifestazioni cliniche possono essere assenti, specialmente con piccole dimensioni di polipi.

Le manifestazioni principali non sono specifiche. Questi includono:

  1. Sanguinamento uterino, che supera il tasso di sanguinamento mestruale nella durata e nel volume del sangue (menometroragii). Possono essere singoli o ricorrenti.
  2. Emorragia aciclica e da contatto.
  3. Infertilità.
  4. Anemizzazione e peggioramento del benessere generale sotto forma di debolezza e malessere con emorragie pesanti o ripetute.
  5. Tirando, dolore dolorante nell'addome inferiore. Con dimensioni significative del polipo, possono acquisire un carattere di crampo pronunciato.
  6. Possono esserci delle secrezioni biancastre (più bianche) con lo sviluppo di processi necrotici, distopici e infiammatori nel polipo.

Nelle donne in postmenopausa, i sintomi clinici sono spesso assenti.

Trattamento del polipo adenomatoso endometriale

Il trattamento per le donne in età fertile è quello di rimuovere la formazione sotto il controllo dell'isteroscopia. Se la massa poliforme è piccola (inferiore a 10 mm), viene rimossa dallo strato basale, dopodiché viene eseguito il curettage diagnostico. A dimensioni maggiori del tumore, la polipectomia viene eseguita utilizzando il metodo di "svitamento" seguito da elettrocoagulazione (cauterizzazione) del letto.

In tutti i casi, la neoplasia è soggetta ad esame istologico. L'operazione più efficace di questo tipo è l'isteroresectoscopia elettrochirurgica.

Il trattamento, dopo la rimozione del polipo, consiste nel condurre una terapia antinfiammatoria con l'uso di agenti antibatterici e antibiotici, tenendo conto dei risultati del materiale di piantagione sulla sensibilità della microflora a questi. Sono anche prescritti farmaci antivirali e immunomodulatori. Tale trattamento viene effettuato al fine di completare l'eliminazione dal tratto genitale della flora batterica e dei patogeni infettivi, malattie trasmesse sessualmente. Inoltre, la terapia ormonale e il trattamento di malattie concomitanti vengono eseguite in presenza di disturbi appropriati.

Quando confermato dall'esame istologico della presenza di alterazioni adenomatose, i pazienti in età riproduttiva devono essere sottoposti ad un esame ginecologo ed esame ogni sei mesi per 5 anni.

La chirurgia è necessaria per il polipo adenomatoso dell'endometrio?

A seconda della gravità delle alterazioni precancerose, alcuni autori distinguono i polipi adenomatosi con:

  • semplice forma di cambiamento di contrasto;
  • forme pronunciate complesse.

Il polipo adenomatoso dell'endometrio con un tumore maligno ad adenocarcinoma (un tumore maligno da strutture epiteliali ghiandolari) si sviluppa in forme semplici senza trattamento, in media nell'8%, e nel caso di forme pronunciate - nel 29%.

Il rischio di una trasformazione maligna aumenta in presenza di concomitanti processi infiammatori cronici nell'utero e nelle appendici, disturbi ormonali e metabolici - sindrome dell'ovaio policistico, tumori che producono estrogeni, diabete, obesità, disfunzione epatica, ipertensione, ecc.

Pertanto, la rimozione dell'utero nel polipo adenomatoso endometriale (amputazione supravaginale dell'utero) viene effettuata nei casi di recidiva della formazione sullo sfondo di processi atrofici nell'endometrio, la presenza di focolai concomitanti di adenomatosi o altri cambiamenti patologici nella mucosa uterina. Se la malattia viene rilevata nelle donne durante il periodo di premenopausa o quando i cambiamenti patologici nella cervice lo accompagnano, l'utero viene estirpato (rimozione del corpo dell'utero insieme alla cervice) e più spesso con appendici.

Il trattamento chirurgico radicale può impedire la trasformazione in una delle forme di adenocarcinoma e delle sue metastasi.

Cause, sintomi e metodi di rimozione dell'irrigazione endometriale

I polipi endometriali sono formazioni singole o multiple che hanno una natura benigna e sono localizzate nella cavità uterina. I polipi endometriali hanno una natura iperplastica, cioè il rivestimento uterino si espande. La forma delle escrescenze può essere molto varia: e il fungo, e rotondo, e su un gambo sottile, e su una base ampia. Inoltre, i polipi uterini variano di colore, che vanno dal rosa scuro al marrone rossiccio. La loro dimensione massima è di 3 cm, anche se più spesso sono molto piccoli. Abbastanza spesso in parallelo con polipi endometriali, si trovano polipi del canale cervicale. Nella pratica ginecologica, è pratica comune rimuovere queste strutture, poiché sono considerate precancerose. Sebbene la frequenza della loro neoplasia sia bassa e non superi il 2%.

Per quanto riguarda le statistiche, le donne che hanno superato la linea dei 35 anni soffrono più spesso di poliposi endometriale. Sebbene non esclusa l'iperplasia dell'endometrio in giovane età. La frequenza di insorgenza di patologia varia dal 6 al 20%.

Sintomi di polipi endometriali

Indipendentemente da quale struttura abbia il polipo uterino, dà una sintomatologia piuttosto scarsa. Pertanto, può essere rilevato solo durante un esame ecografico, soprattutto se di piccole dimensioni.

Tuttavia, in alcuni casi un polipo fa sentire i seguenti sintomi:

Il ciclo mestruale è rotto. Lo scarico durante le mestruazioni diventa abbondante (menorragia), che si verifica più spesso nelle giovani donne. Negli intervalli tra i cicli può apparire scarso scarso scarico. Per quanto riguarda le donne che sono entrate nel periodo postmenopausale, hanno un unico sanguinamento uterino, che spesso non associano ai polipi;

Frequente, e ancor più, l'abbondante perdita di sangue diventa un fattore che influenza la formazione di anemia, che è accompagnata da vertigini, debolezza e pallore della pelle;

Nell'addome inferiore, il dolore può verificarsi con un carattere angosciante. Tendono ad aumentare durante l'intimità e dopo di esso. Inoltre, le donne si lamentano spesso del dolore nella regione lombare;

Nel periodo tra le mestruazioni può apparire abbondanza di leucorrea, che spesso indica polipi piuttosto grandi;

Dopo un'intimità intima, una donna può sperimentare un lieve sanguinamento;

Le formazioni possono interferire con il processo di concepimento e portare alla sterilità;

Se un polipo non è stato rimosso prima del concepimento, la sua presenza nell'utero può causare aborto spontaneo o parto prematuro.

Cause dei polipi endometriali

Per quanto riguarda la formazione dei polipi endometriali, sono state avanzate diverse ipotesi, tra cui:

Interruzioni nella sfera ormonale. Prima di tutto, l'aumento del contenuto di estrogeni nel sangue influisce sulla formazione dei polipi, poiché contribuiscono alla crescita accelerata dell'endometrio. L'attività del processo è anche influenzata dal livello di un altro ormone, il progesterone. Più è basso, più i polipi crescono più velocemente;

La proliferazione di vasi che penetrano nell'utero. Molto spesso ciò si verifica quando sono bloccati. Man mano che la rete vascolare cresce, le cellule epiteliali circostanti si moltiplicano;

Cervicite e endometriosi, causando reazioni infiammatorie nell'utero. Rafforzare l'immunità locale provoca un aumento del numero di globuli bianchi che stanno cercando di far fronte all'infezione e in parallelo causano la formazione di polipi;

Circolazione del sangue compromessa nei capillari a causa di diabete o ipertensione. Il rafforzamento della divisione cellulare avviene sullo sfondo della carenza di ossigeno;

Manipolazioni mediche traumatiche. Ad esempio, può essere l'aborto o il raschiamento;

Malattie del sistema endocrino. La crescita dell'endometrio è dovuta alla connessione di tutte le ghiandole del corpo tra di loro;

Significativamente superiore al peso corporeo normale. Sullo sfondo del sovrappeso, quasi sempre si verificano disordini metabolici che provocano un'eccessiva formazione di estrogeni e la formazione di polipi;

Predisposizione ereditaria Se una donna ha avuto polipi endometriali, allora è probabile che appariranno in sua figlia;

Mancanza di attività fisica È l'ipodynamia che porta al ristagno del sangue nella piccola pelvi, che influisce negativamente sulla produzione di ormoni e sull'attività delle cellule endometriali;

Accettazione di alcuni farmaci, in particolare, Tamoxifen, che viene usato per trattare l'oncologia;

Dispositivo intrauterino (con uso prolungato);

Parto a cui non c'è stata uscita piena di una placenta. I rimanenti coaguli e fibrina sono sostituiti da tessuto connettivo, da cui si forma il polipo.

Tipi di polipi endometriali

Tutte le formazioni sono divise sia nella struttura che nella posizione.

A seconda di dove si trova la crescita, produrre:

Polipi cervicali (con una gamba attaccata alla superficie del canale cervicale);

Polipi del corpo dell'utero, che hanno una forma nodulare e possono essere posizionati ovunque nella cavità del corpo, ma principalmente situati nella parte superiore.

A seconda della struttura del polipo e di quali celle sono costituite, rilasciano:

Formazioni fibrose che si formano dal tessuto connettivo, hanno una struttura densa e si trovano più spesso nelle donne di età matura (oltre 40 anni);

Formazioni ghiandolari, che sono formate dalle cellule corrispondenti e si trovano più spesso nelle giovani donne, prima del periodo della menopausa (possono assomigliare a una cisti nella struttura ed essere riempite di liquido);

Formazioni adenomatose, che sono composte da cellule atipiche e hanno un alto rischio di trasformazione in un tumore maligno;

Formazioni fibrose ghiandolari che si formano contemporaneamente da cellule ghiandolari e tessuto connettivo;

Formazioni placentari che si formano dal restante nell'utero della placenta, più spesso di altri polipi portano ad infezione e manifestano sanguinamento prolungato e abbondante.

Polipo endometriale fibroso

Le formazioni fibrose sono in grado di crescere solo dal tessuto connettivo, sono forate da rari vasi sanguigni, che ne determinano la struttura più densa. In esse si possono trovare singole ghiandole. Più spesso, vengono diagnosticati in donne che hanno tagliato il traguardo in 40 anni. Queste escrescenze si formano sullo sfondo di cambiamenti ormonali nel corpo.

Tali polipi sono meno comuni. Di solito non superano i 10 mm, anche se le escrescenze fibrose di dimensioni maggiori sono estremamente rare. Inoltre, sono più spesso solitari. Le manifestazioni cliniche di tali polipi non sono molto diverse. Beli può disturbare una donna solo quando l'educazione è grande, o sullo sfondo della formazione della necrosi.

Polipo endometriale fibroso ghiandolare

La formazione, che ha una struttura ghiandolare-fibrosa, è rappresentata da aree incolte della membrana mucosa dell'utero e dell'epitelio ghiandolare. Questo è un polipo benigno che cresce nella cavità uterina. Il più delle volte si trova nell'età adulta, così come nelle donne più anziane.

Questa specie differisce dagli altri polipi per la presenza non solo di tessuto connettivo, ma anche di ghiandole, ma ce ne sono poche nella struttura della formazione.

Polipo ghiandolare endometriale

La formazione ghiandolare è rappresentata dalle cellule stromali e dalle ghiandole endometriali. Lo stroma in un polipo è rappresentato da tessuto connettivo, che ha una struttura sciolta. È abbastanza strettamente permeato di vasi sanguigni. Per quanto riguarda le ghiandole, sono disposte in modo caotico e variano in lunghezza e larghezza. A volte una ciste può essere trovata nella profondità di una tale formazione.

Molto spesso tali polipi si formano nelle donne che si trovano nella fase riproduttiva. Si ritiene che la causa principale della loro comparsa sia lo squilibrio ormonale. Pertanto, quando si trova un polipo ghiandolare in una donna, è consigliabile controllarlo per altre malattie ormono-dipendenti. In termini di dimensioni, tali polipi non superano i 15 mm. Dopo aver rimosso il polipo ghiandolare, non è richiesto alcun ulteriore trattamento.

Per quanto riguarda le manifestazioni cliniche, dipendono in larga misura da cosa è formato il polipo. Se è formato da un endometrio immodificato, i sintomi più spesso sono completamente assenti o c'è una scaricata scarica tra i periodi. Quando la formazione raggiunge una grande dimensione, aumenta il volume del sangue mestruale.

Più intensamente si espandono le ghiandole all'interno del polipo, maggiore è il rischio di degenerazione nel tipo adenomatoso. Sebbene la probabilità di una simile trasformazione sia piccola, c'è ancora un rischio, quindi il trattamento deve essere tempestivo.

Polipo adenomatoso endometriale

Questo tipo di patologia è una formazione ghiandolare in cui si trovano cellule atipiche. Che abbia un alto rischio di malignità, cioè, rischia di trasformarsi in cancro dell'endometrio. Ciò è dovuto alla necessità di rimuovere urgentemente il polipo e di monitorare più attentamente la donna malata.

Tali escrescenze possono essere diagnosticate a qualsiasi età, ma il più delle volte si trovano nelle donne anziane.

Qual è il polipo endometriale pericoloso?

La formazione patologica nell'utero è pericolosa per le sue complicanze, tra cui:

L'impossibilità del concepimento nell'età riproduttiva;

Fallimenti del ciclo mestruale, durante il quale si perde una quantità significativa di sangue, che porta allo sviluppo di anemia;

Rebirth in un tumore maligno che causa il cancro dell'endometrio;

Rifiuto dell'attività sessuale, che è associato a forti dolori in grandi polipi.

Diagnosi del polipo endometriale

Durante l'esame ginecologico preventivo può essere rilevata l'educazione, localizzata sulla cervice. Sono perfettamente visualizzati sugli specchi. Allo stesso tempo, i polipi dell'endometrio sono difficili da palpare e generalmente non sono disponibili per la visualizzazione.

Per rilevare i polipi nell'utero, è necessaria un'ecografia degli organi pelvici. In questo caso, il medico noterà l'espansione del corpo, l'ispessimento dell'endometrio e la crescita della mucosa.

Tuttavia, per diversi motivi, l'ecografia non è sempre un metodo informativo:

Quei polipi che hanno una natura ghiandolare possono essere scarsamente visualizzati, poiché sono simili nella struttura allo strato naturale dell'utero - l'endometrio;

È impossibile differenziare la formazione polifera da fibromi o da adenomiosi;

È difficile chiarire la struttura del polipo e quindi è impossibile confermare o smentire la presenza di cellule atipiche.

Per la diagnosi richiederà l'isteroscopia. Questa è una procedura standard per sospetta poliposi endometriale, aumenta l'affidabilità della diagnosi al 97%. Un altro metodo per diagnosticare una malattia è la metrografia-radiografia. Un agente di contrasto viene introdotto nella cavità uterina, che consente di vedere i sigilli esistenti sotto l'influenza dei raggi X.

Se è pianificata la rimozione chirurgica dei polipi, è consigliabile rilevare infezioni genitali nascoste. Una macchia è presa per l'esame batteriologico, microscopico e oncocytological.

Isteroscopia per polipo endometriale

Per eseguire l'isteroscopia, è necessario l'introduzione attraverso il canale cervicale del dispositivo con una videocamera. Che ti permette di ispezionare visivamente tutta l'istruzione disponibile. Questo darà al medico un quadro completo di ciò che sta accadendo nell'utero: consente di determinare il numero di formazioni, le loro dimensioni, valutare le condizioni dell'endometrio.

Inoltre, durante questa procedura, viene rimossa una crescita per determinarne il carattere. Questo farà uno studio istologico. Anche per il campionamento del tessuto può essere utilizzato il curettage diagnostico.

Risposte alle domande più frequenti sui polipi endometriali

È necessario rimuovere il polipo endometriale? La stragrande maggioranza dei medici è incline a pensare che qualsiasi istruzione trovata nell'utero debba essere asportata. La stessa regola si applica ai polipi. Pertanto, devono essere eliminati dal corpo, se non ci sono controindicazioni serie a questo. In questo caso, un metodo alternativo è la terapia ormonale.

Posso rimanere incinta con un polipo endometriale? È possibile concepire un bambino in presenza di proliferazione poliposa dell'endometrio, ma in alcuni casi questa patologia può causare infertilità. Le molteplici formazioni fungono da ostacolo meccanico alla fecondazione dell'uovo e al consolidamento dell'embrione. Inoltre, la capacità di concepire è influenzata dalla dimensione dei polipi, dalla loro trasformazione maligna. Anche l'infertilità provoca polipi sovrapposti del canale cervicale.

La gravidanza è possibile dopo il raschiamento dell'endometrio? Il curettage endometriale è una procedura piuttosto traumatica, che è simile nella tecnica ad un aborto chirurgico. Per questo, un curette speciale viene utilizzato dal medico, con il quale la cavità uterina viene pulita dopo l'anestesia. Se le norme della procedura sono state violate e l'isteroscopio non è stato usato, questo potrebbe minacciare la donna con una tale complicanza come l'infertilità. Pertanto, cercano di utilizzare questo metodo il meno possibile. Se l'operazione viene eseguita da uno specialista competente e la tecnica non viene violata, è possibile rimanere incinta dopo la procedura.

Mestruazioni ritardate dopo la rimozione del polipo endometriale - è normale? Il periodo approssimativo di recupero del ciclo mestruale dopo che un polipo è stato rimosso è di 30 giorni. Dipende dall'età del paziente, dal numero di formazioni distanti. Più l'area del tessuto doveva essere trattata, più a lungo poteva essere il ritardo. Dopo il ripristino del normale ciclo mestruale, il dolore e la localizzazione dovrebbero cessare.

Posso fare sesso con un polipo endometriale? Molto spesso, l'istruzione non è un ostacolo per entrare in una relazione intima.

Tuttavia, il sesso con polipi può essere complicato:

Il rischio di infezioni a trasmissione sessuale aumenta, poiché le difese della mucosa uterina si riducono.

Il piacere dell'intimità diminuisce, poiché i polipi possono provocare una diminuzione della secrezione di lubrificante naturale.

La possibilità di rimanere incinta è ridotta.

Dopo un rapporto sessuale e durante il quale una donna può provare sensazioni dolorose, specialmente se la dimensione delle formazioni è grande.

Il rischio di sanguinamento aumenta in quanto vi sono vasi sanguigni all'interno dei polipi e non sono così forti come in tutto il corpo di una donna.

È possibile andare al bagno con polipi endometriali? Dovresti rifiutarti di visitare il bagno, poiché con tale diagnosi tutte le procedure termiche sono controindicate.

Ho trovato un piccolo polipo endometriale durante la gravidanza. In che modo un polipo colpisce il feto? È possibile sbarazzarsi di lui prima che il bambino sia nato? La formazione di una piccola taglia non influisce sul feto. Fino al momento in cui nasce il bambino, qualsiasi trattamento dovrebbe essere abbandonato.

Ci sono polipi endometriali nelle vergini? I polipi possono essere diagnosticati in ragazze che non hanno fatto sesso. Inoltre, durante la pubertà si verifica una grave alterazione ormonale nel corpo, che provoca un aumento del livello di estrogeni nel sangue. È il contenuto eccessivo di questo ormone che può portare al fatto che l'endometrio inizia a crescere e si verificherà un polipo.

Ci sono ulteriori rischi per lo sviluppo di polipi durante la pubertà, tra cui:

Alto contenuto di lipoproteine ​​nel sangue.

Infezioni del tratto urinario.

Trattamento del polipo endometriale

In alcuni casi, la rimozione di un polipo attraverso l'intervento chirurgico non è possibile. A questo proposito, i tentativi possono essere fatti trattamenti farmacologici. A volte è possibile ridurre l'educazione in termini di dimensioni e talvolta persino renderla autodistruttiva. I medici cercano sempre di sbarazzarsi dell'istruzione in modo non chirurgico, se il paziente è giovane, perché può essere diagnosticata in una ragazza già a 11 anni.

Per il trattamento di vari farmaci vengono utilizzati, che in ogni caso vengono selezionati singolarmente:

Per le donne di età inferiore ai 35 anni, sono indicati i contraccettivi orali con una combinazione di estrogeni e progestinici. Tra questi fondi, Yarin, Regulon, Janine. Sono presi secondo uno schema specifico, che è necessariamente discusso con il medico. Dovrebbe sintonizzarsi su un lungo ciclo di trattamento. Di norma, non è inferiore a sei mesi;

Le donne che hanno superato la linea a 35 anni usano più spesso gestageni, che possono anche essere prescritti solo da un medico. Tra questi farmaci Norkolut, Duphaston e Utrozhestan. Il corso di prendere questi fondi è anche di sei mesi, lo schema è negoziato con il medico individualmente;

I farmaci antibatterici possono essere prescritti a una donna indipendentemente dalla sua età, nel caso in cui le crescite polifere siano il risultato di un processo infiammatorio. Agenti comuni utilizzati nella pratica ginecologica sono Gentamicina, Monomitsina, Zitrolid, ecc.;

Durante la menopausa, così come le donne di oltre 40 anni, viene mostrata la somministrazione di agenti come Zoladex, Diferelin, Leuprorelina. Sono in grado di proteggere l'utero dagli effetti negativi degli estrogeni. Il corso può essere fino a sei mesi, il periodo minimo di ammissione di agonisti dell'ormone rilascio gonadotropina - 3 mesi;

I farmaci analgesici sono presi come terapia sintomatica. Tuttavia, non possono essere utilizzati per un lungo periodo, in quanto contribuiscono allo sviluppo di malattie gastrointestinali e altre complicazioni. Tra tali agenti ci sono il paracetamolo, il diclofenac, l'analgin, l'ibuprofene;

Se una donna ha abbondanti mestruazioni, allora è consigliabile lavare con l'uso di soluzioni antisettiche, per esempio, Collargol, Septadine, permanganato di potassio. Questo eliminerà la possibilità di infezione.

Rimozione del polipo endometriale

L'isteroscopia e il successivo curettage del canale cervicale sono riconosciuti come il metodo più moderno per rimuovere tali formazioni. Inoltre, è possibile resecare i polipi endometriali con un laser e eseguire separatamente il curettaggio diagnostico.

Per determinare il metodo ottimale di trattamento, il medico deve concentrarsi sui seguenti criteri:

Quando si trovano più polipi in un paziente, devono essere eliminati senza fallo;

La terapia ormonale dopo la rimozione del polipo sarà necessaria se è stato diagnosticato un polipo fibroso ghiandolare;

Se viene rilevata un'educazione adenomatosa e l'età della donna supera i 40 anni, deve assolutamente cancellare l'utero.

Dopo aver determinato la possibilità dell'operazione, il metodo viene selezionato.

isteroscopia

Minime complicazioni per la salute del paziente possono essere minacciate dal moderno metodo di rimozione dei polipi endometriali - isteroscopia. Per fare questo, il paziente deve andare in clinica, dove ci sono le attrezzature per eseguire tale procedura, così come i ginecologi esperti.

Questa tecnica è la più benigna, dal momento che il medico può controllare completamente ogni movimento. La cavità uterina e le formazioni presenti in essa sono visualizzate. Per ottenere un'immagine ottimale, è necessario assegnare l'operazione immediatamente dopo il completamento delle mestruazioni. Prima dell'intervento, è necessario astenersi dal mangiare e bere 6 ore prima della partenza.

Il più delle volte, l'isteroscopia richiede l'introduzione dell'anestesia generale. L'utero viene esaminato con un isteroscopio e quindi i polipi vengono rimossi. Successivamente, il materiale biologico viene trasferito al laboratorio, dove vengono effettuati gli studi istologici necessari.

Se le formazioni si trovano sul peduncolo, vengono svitate e il letto polipo viene cauterizzato mediante elettrocoagulazione o metodo criogenico. A volte un laser viene utilizzato per questi scopi. Può distruggere le cellule patogene, riducendo il rischio di recidiva della malattia. La procedura è breve e non richiede più di mezz'ora.

Scraping diagnostico

Poiché il rischio di recidiva di un polipo è alto ed è almeno del 30%, è necessario coagulare attentamente il suo letto. Pertanto, se a una donna viene offerto un curettage diagnostico convenzionale e non esiste un'apparecchiatura isteroscopica, aumenta la probabilità di lesioni al tessuto. Questa tecnica viene utilizzata sempre meno, perché il medico non vede quello che sta facendo nel processo di raschiatura. Un'operazione simile è praticata negli ospedali con attrezzature obsolete.

La medicina moderna ha riconosciuto questa procedura assolutamente inutile, poiché non vi è alcuna possibilità di cauterizzazione del letto polipo. Il curettage diagnostico deve essere eseguito solo dopo l'isteroscopia, al fine di determinare la presenza o l'assenza di cellule anormali.

Può essere eseguito solo in caso di emergenza se i polipi causano sanguinamento che non può essere fermato con altri mezzi. Cioè, lo scopo del curettage in questo caso è l'emostasi, e non la liberazione del paziente dall'educazione.

Rimozione laser di polipi

Questa tecnica moderna è a basso impatto e applicabile alle donne che pianificano una gravidanza. Dopo che è stato eseguito, non ci sono cicatrici o cicatrici sull'utero, la funzione riproduttiva è completamente preservata. In questo caso, una donna non ha bisogno di andare in ospedale. A poche ore dall'intervento, sarà in grado di tornare a casa.

La profondità della penetrazione del laser è completamente controllata dal medico, che contribuisce al rapido recupero dei tessuti, all'assenza di sanguinamento, alla chiusura istantanea dei vasi sanguigni. Inoltre, sei mesi dopo l'intervento, una donna può pianificare una gravidanza.

Trattamento dopo la rimozione del polipo endometriale

Quando la formazione è stata rimossa dall'utero mediante isteroscopia, il rischio di complicanze è ridotto al minimo. Ma, nonostante la sicurezza della procedura, è importante determinare dove è la causa della crescita. Questo determinerà la tattica di un ulteriore trattamento e servirà come un'eccellente prevenzione di recidiva.

Dopo l'operazione è stata eseguita, la donna avrà bisogno di prendere un farmaco rilassante muscolare come No-shpa. Il corso di somministrazione è di 3 giorni, tre compresse al giorno. Questo è necessario per evitare complicazioni dopo l'intervento chirurgico chiamato "ematometro" (accumulo di sangue nell'utero).

Non rinunciare alla terapia antiinfiammatoria profilattica prescritta. La sua necessità è dovuta al fatto che le crescite spesso diventano il risultato di un processo infiammatorio che deve essere eliminato.

Quando i risultati dell'esame istologico dei tessuti raccolti durante il curettage sono pronti, dovrebbero essere discussi con il medico che controlla la donna. Molto spesso, i test sono pronti dopo 10 giorni.

Se si scoprisse che la crescita dell'endometrio era dovuta a uno squilibrio ormonale nel corpo della donna, e che essi stessi avevano una struttura ghiandolare o fibro-ghiandolare, allora la correzione ormonale è necessariamente necessaria. A tale scopo, possono essere prescritti preparati progestinici: Norcolut, Duphaston, Utrogestan o contraccettivi orali: Dimia, Regulon, Yarin, Janine, Jess.

Le seguenti linee guida aiuteranno ad evitare la recidiva della malattia:

Trattamento tempestivo di tutti i processi infettivi del sistema genito-urinario;

Partner sessuale permanente;

Mantenere uno stile di vita attivo;

Eliminazione del trauma alle mucose uterine;

Controlli regolari dal medico.

Tutte queste attività ridurranno il rischio di ricrescita dell'endometrio, salvando così la donna dalla necessità di una nuova procedura chirurgica, anche la più moderna.

Per quanto riguarda la prognosi, è molto spesso favorevole e non più dell'1,5% dei polipi uterini è suscettibile di malignità e degenerazione.

Autore dell'articolo: Lapikova Valentina Vladimirovna | Ginecologo, specialista in fertilità

Istruzione: Il diploma "Ostetricia e ginecologia" è stato conseguito presso l'Università medica statale russa dell'Agenzia federale per l'assistenza sanitaria e lo sviluppo sociale (2010). Nel 2013, la scuola di specializzazione in NIMU prende il nome. N.I Pirogov.

Il pericolo di polipi adenomatosi nell'utero

La maggior parte dei polipi uterini sono iperplasia della sua membrana interna, che, a causa dei loro sintomi, non differiscono molto l'uno dall'altro. Tuttavia, ci sono delle eccezioni: un polipo adenomatoso endometriale è una massa benigna che, a differenza di altre specie, ha un grado significativo di modifica di una massa cancerosa.

A causa di ciò, è aumentata la popolarità della diagnosi differenziale in combinazione con il corretto metodo di trattamento.

Cos'è?

Queste neoplasie endometriali sono considerate esofitiche, il che significa che non crescono nel corpo, ma esteriormente, cioè nella cavità uterina. La fase iniziale dello sviluppo di una neoplasia implica la presenza di un'ampia base, che viene successivamente formata nello stelo, e vi è una nave in essa. Per lo più configurazione ovale o rotonda.

Hanno una struttura tessutale o cellulare, che determina effettivamente quale tipo di tessuto domina e saranno:

Il polipo prevalentemente adenomatoso ha dimensioni insignificanti - 5-10 mm, molto meno raggiunge 30 mm. Nella maggior parte dei casi, è localizzato nell'utero, più vicino alle tube di Falloppio.

In pratica, i ginecologi osservavano quando i polipi adenomatosi non erano su gambe sottili, ma su una base ampia. I rischi della trasformazione maligna dipendono direttamente dalla dimensione del polipo. Se la formazione di rischi di 1,5 cm si verifica nel 2% dei casi, se la dimensione di 2,5 cm nel 2-10%. E anche, se le dimensioni sono più di 5 cm con un'alta probabilità del 10%.

Si verifica abbastanza raramente, le donne sopra i 40 anni sono a rischio. Formata nel processo di cambiamenti patologici nello strato basale dell'endometrio dell'utero, è una condizione precancerosa.

Ci sono molte ragioni per il verificarsi di un polipo adenoma, probabilmente il principale di essi è comunque l'atteggiamento negligente nei confronti dei loro organi della sfera sessuale e dell'organismo nel suo insieme.

Le cause dello sviluppo possono essere:

  • livelli ormonali;
  • come risultato di interventi chirurgici, come l'aborto, il curettage;
  • aborto spontaneo;
  • malfunzionamento della tiroide;
  • malattie infiammatorie del sistema riproduttivo, nonché la presenza di malattie veneree;
  • disfunzione immunitaria;
  • genetica e anche ereditarietà.

Con adenomatosi nel 50% dei casi, la malattia viene trasmessa da genitori o parenti stretti, quindi le nuove generazioni dovrebbero essere più attente e attente alla loro salute. I polipi non devono necessariamente essere nell'utero, possono essere ovunque.

Compatibilità con la gravidanza

Ci sono varie teorie su come un polipo adenomatoso influisce sul concepimento e sulla gravidanza:

  • sulla probabilità del movimento dello sperma e sul meccanismo della fecondazione dell'uovo;
  • sul processo di introduzione di un uovo fecondato e periodo gestazionale.

Nel mondo scientifico moderno, si asseriscono ipotesi sui banali effetti distruttivi meccanici dei polipi uterini, come pure una diminuzione del livello di recettività dello strato interno dell'utero dovuto all'eccessiva attività delle citochine, ecc.

diagnostica

Prima di tutto, uno specialista conduce un sondaggio del paziente al fine di accertare la natura e l'intensità dei reclami. Quindi il medico prescrive un numero di esami necessari e specifici per rendere più chiaro il quadro clinico.

La diagnosi della malattia consiste in una serie di studi standard:

  • prima prendi un esame emocromocitometrico completo e poi la biochimica;
  • esaminare il sangue per gli ormoni in esso contenuti;
  • esame da parte di un ginecologo e strisci
  • esame ecografico

Dopo aver raccolto tutti i test e le indagini assegnate, viene effettuata una diagnosi accurata.

In presenza di altre malattie degli organi genitali, se necessario, prescrivere una biopsia.

Oggi, il metodo più veloce per vedere la malattia è l'isteroscopia. Con questa procedura è possibile vedere la presenza di modifiche e le dimensioni.

sintomi

I polipi adenomatosi nell'utero, specialmente quelli che non hanno grandi dimensioni, non danno manifestazioni cliniche nell'11-15% delle donne in età fertile e nel 40% delle donne nelle donne in postmenopausa.

I sintomi di un polipo adenomatoso endometriale non hanno un carattere specifico. Questi includono:

  • Sanguinamento vaginale che non è correlato alle mestruazioni.
  • Bleedings aciclici, così come il contatto.
  • La presenza di tirare, così come la natura impulsiva del dolore nel basso addome, che può aumentare l'intensità dopo il rapporto sessuale.
  • Anemizzazione o deterioramento della salute in generale durante le mestruazioni eccessivamente pesanti.
  • Infertilità o problemi con il concepimento.

Inoltre, se c'è un grande polipo, c'è una minaccia di non portare il bambino fino alla fine del termine, dal momento che il polipo occupa molto spazio nell'utero.

trattamento

Il principale metodo di trattamento del polipo adenomatoso endometriale è la chirurgia, cioè la chirurgia o il curettage (spazzolatura) mediante l'isteroscopia.

Dipende tutto dalla dimensione del polipo, se è inferiore a 10 mm, quindi verrà rimosso nello strato basale e quindi sarà raschiato. Con dimensioni significative della formazione polipare, si esegue la polipectomia, cioè svitando con ulteriore cauterizzazione della sua posizione mediante corrente o azoto liquido.

Quindi esame istologico di condotta obbligatoria.

Dopo la rimozione del polipo, l'ulteriore trattamento viene effettuato utilizzando farmaci anti-infiammatori, antibatterici e antibiotici sulla base dei risultati della sensibilità della microflora. È necessaria una terapia antivirale e immunomodulatoria. La terapia ormonale viene effettuata anche in combinazione con il trattamento di altre malattie. E la chemioterapia viene spesso eseguita, poiché il rischio di sviluppare il cancro è alto.

Se ci sono risultati istologici positivi per la presenza di cambiamenti adenomatosi, le donne in età fertile devono essere esaminate ogni sei mesi per cinque anni.

In presenza di un polipo adenomatoso in pazienti in pre o postmenopausa, il medico può prescrivere una rimozione completa dell'utero. Se c'è disfunzione nel lavoro della ghiandola tiroidea, dal momento che la probabilità di cancro, anche le appendici vengono rimosse.

La chirurgia è necessaria?

Dipende dalla gravità della modificazione precancerosa, alcuni medici polipi adenomatosi condividono:

  • semplici modifiche al modulo di contrasto;
  • forma pronunciata complessa.

Un polipo adenomatoso endometriale si forma in un tumore maligno con una semplice forma di contrasto senza trattamento in circa l'8% dei casi e con una forma complessa nel 29%.

Il rischio di modifiche maligne aumenta con le malattie croniche esistenti:

  • infiammazione dell'utero e appendici;
  • sindrome dell'ovaio policistico;
  • estrogeno che produce tumore;
  • diabete mellito;
  • l'obesità;
  • disfunzione epatica;
  • ipertensione, ecc.

Devo operare? Non c'è una risposta inequivocabile a questa domanda, perché tutto è individuale. Tuttavia, il trattamento con la chirurgia può impedire la trasformazione di un polipo da una forma all'altra, e in particolare le sue metastasi.

Recensioni

La poliposi adenomatosa endometriale porta molta preoccupazione a una donna e porta anche una minaccia alla sua vita. È necessario sottoporsi periodicamente a un esame di routine da un ginecologo e un esame ecografico. Secondo i pazienti, è stato proprio durante l'ispezione di routine e in base ai risultati dell'ecografia che il medico ha rilevato la malattia.

Secondo le donne, l'isteroscopia viene trasferita abbastanza facilmente. Grazie a questa procedura, alcuni sono diventati madri.

Io e mio marito abbiamo deciso di avere un secondo figlio, dato che ho già 33 anni. Uzi ha rivelato un polipo uterino. Rimosso la sua isteroscopia. L'operazione è andata senza complicazioni e presto diventerò madre.

Ora ho 57 anni. La prima volta che ho avuto un polipo è stato trovato nell'utero, quando avevo 20 anni. Raschiatura era praticata in quel momento. Dopo qualche tempo, un secondo, terzo e poi un quarto apparvero in altri punti dell'utero. Raschiato circa una volta ogni due anni, fino a quando non hai diagnosticato la poliposi multipla con la minaccia di degenerazione in cancro. A 43 anni, ho rimosso il mio utero.

Cinque anni fa, è stato scoperto un polipo, il medico ha deciso di rimuoverlo con un laser. Da allora, una volta in 6-7 mesi vengo per una visita, perché ho molta paura delle ricadute.

La poliposi adenomatosa endometriale porta molta preoccupazione a una donna e porta anche una minaccia alla sua vita. È necessario sottoporsi periodicamente a un esame di routine da un ginecologo e un esame ecografico.

Prenditi cura della tua salute e presta la dovuta attenzione alla prevenzione, perché con essa puoi evitare le ricadute.

Polipo adenomatoso endometriale

Il polipo adenomatoso endometriale è una piccola, limitata e arrotondata escrescenza della mucosa uterina.

A differenza di altre forme di polipi dell'utero, la probabilità di neoplasie adenomatose è estremamente elevata. Questa condizione è indicata come precancer endometriale.

Cos'è il polipo adenomatoso endometriale?

Il polipo adenomatoso dell'utero è un tumore benigno dell'endometrio (rivestimento uterino).

Tale polipo si forma nel corso dell'iperplasia delle ghiandole di una porzione limitata della piastra basale dell'endometrio.
Per saperne di più: iperplasia endometriale

Posizione dei polipi adenomatosi: più spesso sul fondo e negli angoli dell'utero.

La dimensione è generalmente piccola: da 0,1 a 1,5 cm.

Il corpo arrotondato del polipo è attaccato alla parete dell'utero dello stelo muscoloscheletrico che origina dallo strato basale della mucosa.

A quale età compaiono i polipi adeomatosi?
Questa patologia può verificarsi in qualsiasi periodo della vita. Ma più spesso - nelle donne dopo 40 anni e oltre.

In che modo il polipo uterino adenomatoso è più pericoloso di altre forme di polipi?
L'adenomatosi è una proliferazione patologica dei componenti ghiandolari del tessuto.

Il corpo di un polipo adenomatoso è rappresentato da ghiandole alterate, più deformate, contorte, casualmente localizzate dell'endometrio basale. La proliferazione intensiva è caratteristica delle cellule epiteliali di tali ghiandole. Tale "comportamento" delle cellule assomiglia a un processo maligno.

Il polipo adenomatoso è una condizione precancerosa che può svilupparsi nel cancro dell'endometrio in qualsiasi momento.

Polipo adenomatoso senza atipia

Le ghiandole espanse di questo polipo sono già piegate e deformate al massimo. I conglomerati ghiandolari hanno praticamente soppiantato lo stroma.

Qualsiasi polipo adenomatoso è caratterizzato da traboccamento del tessuto ghiandolare sullo sfondo dell'atrofia stromale.

Il nucleo e il citoplasma delle cellule ghiandolari di un polipo senza atipia sono poco cambiati. Quindi il livello delle mutazioni maligne è ancora basso.

Il polipo adenomatoso senza atipia è un processo benigno con un alto potenziale di transizione verso il cancro non invasivo "in una cellula separata". Tuttavia, il rischio della sua progressione verso il cancro invasivo "reale" non supera il 2-5%.

Polipo adenomatoso con atipia

I nuclei e il citoplasma dell'epitelio ghiandolare di questi polipi sono alterati molto (atipicamente), indicando un alto grado di mutazioni cellulari.

Nella struttura, le cellule atipiche del polipo adenomatoso sono simili al cancro.

Il rischio relativo di transizione da questa condizione precancerosa al cancro invasivo è del 45%.

Qual è il polipo adenofibrosi endometriale?

L'adenofibrosi è un polipo fibroso ghiandolare benigno dell'endometrio di una struttura "mista". Consiste di ghiandole uterine basali ricoperte di vegetazione e una grande quantità di tessuto connettivo cicatriziale. Il rischio della sua neoplasia è ridotto - meno dell'1%.

Cos'è un polipo ghiandolare dell'endometrio adenomatosi focale?

Se il polipo ghiandolare locale si trova con alta proliferazione e atipia cellulare, è chiamato polipo ghiandolare con adenomatosi focale.

In realtà, un tale polipo è equivalente a un polipo adenomatoso. Il più delle volte si verifica sullo sfondo dell'iperplasia endometriale.

Cause di polipi adenomatosi nell'utero

Le ragioni per la crescita di qualsiasi tumore (compresi i veri polipi endometriali) non sono ben comprese.

Che aumenta la probabilità di sviluppare un polipo adenomatoso nell'utero:

  • radiazione
  • Predisposizione genetica
  • Infezioni virali
  • Malattie infettive e infiammatorie croniche dell'endometrio (endometrite cronica, endometrite atrofica)
  • Lesioni al rivestimento uterino (danni meccanici, ustioni chimiche o termiche, ecc.)
  • Disturbi immunitari
  • Squilibrio ormonale
  • diabete mellito
  • Malattie della ghiandola tiroidea
  • obesità
  • Ipertensione, aterosclerosi
Torna al sommario

I sintomi del polipo adenomatoso dell'endometrio

Il polipo adenomatoso si manifesta proprio come qualsiasi altro processo iperplastico dell'endometrio.

  • Sanguinamento da organi genitali di varia intensità (da emorragia a sanguinamento uterino anormale), non associato a mestruazioni
  • Giperpolimenoreya
  • Spesso: asintomatico
Torna al sommario

Diagnosi del polipo adenomatoso endometriale

L'esame ecografico degli organi pelvici può solo suggerire la presenza di un polipo nell'utero. L'ecografia non determina la forma morfologica di un polipo (adenomatoso, ghiandolare, ecc.)

Stati Uniti. Segni di isteroscopia del polipo endometriale

Questa operazione diagnostica a basso impatto consente di ispezionare visivamente la superficie dell'utero.

L'isteroscopio del dispositivo ottico viene inserito nella cavità uterina attraverso la vagina senza una singola incisione. La procedura viene eseguita in anestesia generale in una sala appositamente attrezzata, più spesso in un ospedale.

Isteroscopia. Sospetto polipo uterino adenomatoso

Con l'aiuto dell'isteroscopia, è possibile vedere un polipo, determinarne la dimensione, la posizione, ma la sua esatta forma morfologica non può essere riconosciuta.

La diagnosi finale di un polipo adenomatoso può essere effettuata solo mediante esame istologico - esaminando campioni di tessuto al microscopio.

Preparazioni istologiche La diagnosi di polipo adenomatoso è confermata dall'esame istologico dei tessuti prelevati dall'utero.

Trattamento del polipo adenometasi endometriale

Passaggio 1
Esame del paziente, raccolta di reclami

Passaggio 2
Ecografia transvaginale degli organi pelvici.

Indicazioni per ulteriori esami:

  • Segni ecografici di iperplasia endometriale
  • Segni ecografici di formazione polipoide nell'utero
  • Ultrasuoni senza cambiamenti significativi, ma ci sono lamentele di sanguinamento uterino anormale o sanguinamento dai genitali che non sono associati alle mestruazioni, specialmente nel periodo postmenopausale

Passaggio 3
Isteroscopia terapeutica e diagnostica.

Se si rileva una formazione polipoide durante l'isteroscopia, questa viene rimossa insieme alla gamba. Quindi distruggi completamente il "letto" di un polipo con un bordo dell'endometrio basale.

Quindi, sotto il controllo obbligatorio dell'isteroscopia, viene eseguito un curettage diagnostico separato dell'intera membrana mucosa dell'utero.

Passaggio 4
Tutti i tessuti rimossi durante l'operazione vengono inviati per l'esame istologico per la diagnosi finale.

Passaggio 5
Se l'istologia confermava la diagnosi "polipo adenomatoso", viene nominata la consulenza del ginecologo-oncologo. Il medico raccomanda la tattica di ulteriori trattamenti.

Rimozione del polipo adenometrico

La polipectomia - un'operazione per rimuovere un polipo uterino - viene eseguita durante l'isteroscopia terapeutica e diagnostica.
Per saperne di più: Isteroscopia del polipo endometriale - un'operazione per rimuovere un polipo

Rimozione del polipo sotto controllo di isteroscopia

È necessario utilizzare un polipo adenometasico nell'utero?

La necessità di trattamento chirurgico di un polipo:
In primo luogo, il trattamento conservativo dei polipi uterini è inefficace. Il trattamento di qualsiasi neoplasma intrauterino inizia con la sua rimozione chirurgica sotto il controllo dell'isteroscopia.
In secondo luogo - per determinare la forma del polipo, e quindi fare una diagnosi accurata, può solo istologia. Questo studio è possibile dopo la rimozione di tessuto sospetto dall'utero, dopo l'intervento chirurgico.

Un vero polipo adenomatoso uterino è un tumore in crescita. Qualsiasi tumore è soggetto a trattamento chirurgico, non può "risolversi" sotto l'influenza di farmaci o altri mezzi.

Trattamento del polipo adenomatoso dell'endometrio dopo la rimozione

Il polipo adenomatoso è un endometrio precanceroso. Pertanto, viene trattato allo stesso modo dell'iperplasia endometriale atipica, tenendo conto dell'età del paziente e dei piani riproduttivi.

Nell'età riproduttiva dopo la rimozione di un polipo adenomatoso è raccomandato:

  • Terapia ormonale anti-ricaduta

I ricercatori moderni consigliano di condurre il trattamento postoperatorio del polipo uterino adenomatoso con progestinici.

(è richiesta la consultazione del ginecologo presente)