Adenocarcinoma intestinale

L'adenocarcinoma intestinale è un tumore maligno che colpisce qualsiasi parte dell'intestino e proviene dalle cellule ghiandolari epiteliali della mucosa. Lo sviluppo di adenocarcinoma è una malattia pericolosa e comune. Il tumore è caratterizzato da un decorso asintomatico e dalla diagnosi del cancro intestinale. I proctologi medici possono, nelle fasi finali dello sviluppo dell'adenocarcinoma, quando il trattamento non ha senso e devono intervenire chirurgicamente.

dell'intestino:

La nutrizione ha sempre occupato uno dei luoghi centrali della vita umana. Interruzione del processo digestivo porta a molti problemi, sia fisicamente che psicologicamente. L'intestino svolge molte funzioni a supporto del normale funzionamento. Lo stomaco riceve cibo e l'intestino è impegnato nella macinatura, nella digestione, nell'assorbimento dei nutrienti e nell'escrezione dei rifiuti umani. L'intestino consiste di diverse sezioni - sottili e spesse.

Intestino tenue

L'intestino tenue è costituito dalle seguenti sezioni:

  • duodeno;
  • Jejunum (intestino tenue);
  • Ileo.

    Nella maggior parte dei casi, l'adenocarcinoma dell'intestino tenue si sviluppa nell'ileo e nel duodeno. Un tumore maligno può essere a forma di anello, che porta ad un restringimento del lume nell'intestino e alla comparsa di ostruzione. Il cancro dell'intestino tenue si sviluppa a seguito della degenerazione delle cellule dell'epitelio ghiandolare, a causa dell'influenza di vari fattori provocatori. Con l'adenocarcinoma dell'intestino tenue, i sintomi non vengono rilevati per molto tempo, solo quando le dimensioni del tumore raggiungono dimensioni considerevoli, è possibile un'ostruzione clinica. Con questa diagnosi, i pazienti cadono sul tavolo operatorio. I sintomi di adenocarcinoma dell'intestino tenue possono essere identificati dai seguenti segni:

  • dolore nell'addome superiore;
  • costipazione alternata con feci liquide;
  • nausea e bavaglio;
  • perdita di peso improvvisa;
  • flatulenza;
  • Disturbi digestivi

    Intestino crasso

    L'intestino crasso consiste nelle seguenti sezioni:

  • Cecum con appendice;
  • Colon ascendente, trasversale e discendente;
  • Colon sigmoide;
  • Il retto

    L'adenocarcinoma dell'intestino crasso ha la stessa natura e proviene dalle cellule mucose dell'epitelio, che si trovano all'interno dell'intestino. Inoltre, con la crescita di un tumore, si uniranno sintomi simili a quelli di un tumore dell'intestino tenue. Si sviluppano problemi di digestione, frequente distensione addominale, la stitichezza è sostituita da diarrea e il passaggio di alimenti fibrosi grossolani diventa difficile. Allo stesso tempo, ha siti di localizzazione preferiti. Questi includono il sigmoide, il cieco e il retto. Il cancro del colon, tra i tumori, è il quarto più comune. È difficile identificare un adenocarcinoma del colon nelle fasi iniziali, la malattia è asintomatica ed è difficile diagnosticarla in una fase precoce.

    Tumore sigmoideo

    La malattia dell'adenocarcinoma intestinale di questo tipo è più spesso influenzata da categorie di persone che hanno i seguenti fattori predisponenti:
    Età avanzata Stile di vita sedentario Stitichezza frequente, che danneggia la mucosa intestinale durante lo sforzo. La presenza di polipi nel lume dell'intestino, ileite terminale, diverticoli. La malattia della colite ulcerosa.

    Lo sviluppo di questo tipo di malattia è il seguente. Si verifica masse fecali grossolane cronicamente traumatizzate della mucosa. Inoltre, a causa del costante trauma, le cellule epiteliali rinascono e acquisiscono le caratteristiche della crescita del cancro - iniziano a dividersi attivamente, perdono il contatto con le cellule circostanti, perdono la loro funzione e crescono attivamente nei tessuti circostanti. Finché il tumore ha meno di un centimetro e mezzo di diametro, le metastasi non si diffondono lungo il flusso sanguigno.

    Quando il tumore occupa già metà del lume del tubo, le singole metastasi compaiono nei linfonodi regionali, che fungono da collettori e non consentono alle cellule tumorali di continuare. Dopo la completa sovrapposizione dell'intestino, le metastasi si diffondono in tutto il corpo e si sviluppano attivamente nei tessuti circostanti.

    Cecal Tumor

    Il meccanismo di formazione del tumore è circa lo stesso di quello sopra descritto. Tipicamente, l'adenocarcinoma del cieco si verifica in due categorie di pazienti - nei bambini o negli anziani. La crescita è preceduta dal cosiddetto "cancro in atto" o dalla crescita di polipi.

    Tumore del retto

    Adenocarcinoma con localizzazione nel retto - si verifica più frequentemente e di solito nelle persone anziane. Gli esperti attribuiscono l'insorgenza di questo tipo di malattia a fattori quali una dieta squilibrata, troppa fibra grossolana nel cibo e una mancanza di fibre. C'è anche la possibilità di ammalarsi in contatto cronico con agenti cancerogeni chimici, infezione da papillomavirus umano. La localizzazione del tumore può essere la seguente:
    Anale, Ampolare, Nadampolare

    Non vi è consenso sulla causa esatta dell'adenocarcinoma intestinale, ma spesso gli alimenti grassi, l'assunzione insufficiente di fibre, l'assunzione eccessiva di prodotti a base di carne, l'abuso di alcool e la storia di colite e altre malattie infiammatorie dell'intestino possono contribuire alla sua formazione.

    Quattro stadi di adenocarcinoma intestinale si distinguono:

    Il primo stadio della sintomatologia è assente, il tumore si trova nella mucosa intestinale, le sue dimensioni non superano i due centimetri, le metastasi sono assenti.

    Il secondo stadio è l'aspetto e il disagio nell'intestino. Nelle feci si possono trovare strisce di sangue. Ci sono problemi con il movimento intestinale - la diarrea è sostituita dalla stitichezza. La capacità di lavorare è ridotta, aumenta la sensazione di debolezza e indisposizione. La perdita di peso si sta sviluppando. Metastasi singole nei linfonodi regionali. Dimensioni entro dieci centimetri.

    Terzo stadio dell'adenocarcinoma intestinale: la dimensione del tumore raggiunge più della metà del lume intestinale si sovrappone, la crescita si diffonde ad altri strati dell'intestino e agli organi e ai tessuti circostanti. Le metastasi si sono diffuse ai linfonodi regionali in gran numero. A causa della perdita di sangue, i livelli di emoglobina diminuiscono e si sviluppa anemia cronica da carenza di ferro.

    Il quarto stadio è caratterizzato dalla diffusione di molte metastasi in tutto il corpo umano. Cervello, fegato, polmoni, colonna vertebrale soffre. Gli organi che circondano l'intestino che il tumore penetra sono interessati. Si sviluppa un'ostruzione intestinale, possono verificarsi profusione di sanguinamento, vomito di contenuti intestinali, la sindrome da dolore più complicata, che non può essere fermata dagli oppioidi. Si sviluppano la cachessia e la grave intossicazione. Successivo: un risultato fatale.

    Sintomi di adenocarcinoma

    Diagnosi di adenocarcenoma del colon.
    La diagnosi, come l'adenocarcinoma (cancro) del colon, viene effettuata sulla base delle seguenti manipolazioni:

  • reclami del paziente;
  • storia raccolta;
  • ispezione visiva;
  • esame del retto mediante palpazione;
  • esame strumentale.

    Di norma, più del 70% di tutti i tumori del cancro del colon si trovano nella parte inferiore dell'intestino, pertanto possono essere identificati utilizzando il metodo della palpazione o della sigmoidoscopia. Se la posizione è alta, uno specialista usa una colonscopia. Per prendere un materiale per l'esame istologico, il medico ricorre alla colonscopia, che aiuta a selezionare un campione.

    Il trattamento dell'adenocarcinoma intestinale adatto alla chirurgia. Naturalmente, per l'operazione, dovrebbero essere identificate le dimensioni del tumore e la sua posizione. Il successo dell'operazione dipende dalla preparazione del paziente e dalle sue condizioni, dal rispetto della dieta prescritta dal medico. L'operazione sul retto è considerata una delle operazioni più difficili sull'intestino.

    Il trattamento postoperatorio consiste nell'ottenere il corpo di sostanze nutritive e vitamine. Escludere il cibo fritto, speziato, salato e in salamoia. Per escludere dal menu legumi e verdure fresche. Dopo l'intervento chirurgico, non è consigliabile assumere prodotti con un alto contenuto di fibre.

    Adenocarcinoma intestinale: tipi, fasi, diagnosi, trattamento

    La nutrizione ha sempre occupato uno dei luoghi centrali della vita umana. Interruzione del processo digestivo porta a molti problemi sia fisicamente che psicologicamente. Non c'è da meravigliarsi che dicono che siamo ciò che mangiamo. In connessione con l'impatto di vari fattori aggressivi dell'ambiente interno ed esterno, vi è una massa di malattie del tratto gastrointestinale: dalla carie dentaria alle malattie infiammatorie ulcerative del tubo digerente. Una delle malattie più pericolose è l'adenocarcinoma intestinale. Dettagli su questa patologia e saranno discussi di seguito.

    definizione

    L'adenocarcinoma intestinale o il cancro ghiandolare è una nodulazione tumorale maligna che colpisce qualsiasi parte dell'intestino e origina dalle cellule ghiandolari epiteliali della membrana mucosa (interna). Un tale tumore è abbastanza pericoloso e comune. A causa del fatto che è caratterizzato da un lungo decorso asintomatico, spesso accade che la presenza della malattia sia già rilevata in uno stadio avanzato quando il trattamento non ha senso.

    Anatomia intestinale

    L'intestino svolge molte funzioni a supporto del normale funzionamento. È impegnato nel macinare il cibo, la sua digestione, l'assorbimento dei nutrienti e l'escrezione dei prodotti di scarto umano. Consiste di diverse sezioni - sottili e spesse.

    Nella foto: anatomia intestinale

    In generale, il tratto digestivo ha una lunghezza di circa sette-otto metri per la persona media viva e circa 10-12 metri per i morti. Viene fornito con il sangue attraverso le arterie mesenteriche - la parte superiore e quella inferiore sono secrete. Il deflusso del sangue viene effettuato nelle stesse vene, che cadono ulteriormente nel sistema delle vene portale, filtrato dal fegato e restituito al cuore.

    Il muro di qualsiasi intestino ha tre strati: lo strato mucoso interno e la sottomucosa, lo strato muscolare che fornisce la peristalsi, lo strato sieroso esterno, che è rappresentato dal peritoneo viscerale.

    L'intestino tenue nella sua composizione ha le seguenti sezioni:

    • Duodeno.
    • Digiuno.
    • Ileo.

    L'intestino crasso è costituito da:

    • Cecum con appendice.
    • Divisione ascendente, trasversale e discendente del colon.
    • Colon sigmoide.
    • Il retto

    Intestino tenue

    Molto spesso, la localizzazione del cancro dell'intestino tenue è l'inizio del duodeno o dell'ileo. Questo tumore si sviluppa a causa della degenerazione delle cellule epiteliali ghiandolari a causa dell'influenza di vari fattori provocatori. Con l'adenocarcinoma dell'intestino tenue, i sintomi non vengono rilevati per un lungo periodo di tempo, solo quando le dimensioni del tumore raggiungono dimensioni considerevoli, è possibile avere una clinica di ostruzione intestinale. Con questa diagnosi, i pazienti cadono sul tavolo operatorio, dopo di che viene rilevata la vera causa dei problemi con i movimenti intestinali.

    Anatomia dell'intestino tenue

    Intestino crasso

    L'adenocarcinoma nell'intestino crasso è della stessa natura - proviene dalle cellule mucose dell'epitelio, che si trovano all'interno dell'intestino. Inoltre, con la crescita di un tumore, si uniranno sintomi simili a quelli di un tumore dell'intestino tenue. Si sviluppano problemi di digestione, frequente distensione addominale, la stitichezza è sostituita da diarrea e il passaggio di alimenti fibrosi grossolani diventa difficile.

    Allo stesso tempo, ha siti di localizzazione preferiti. Questi includono il sigmoide, il cieco e il retto.

    Rappresentazione schematica dell'intestino crasso

    Tumore sigmoideo

    La malattia dell'adenocarcinoma intestinale di questo tipo è più spesso influenzata da categorie di persone che hanno i seguenti fattori predisponenti:

    • Età avanzata
    • Stile di vita sedentario
    • Stitichezza frequente, che danneggia la mucosa intestinale durante lo sforzo.
    • La presenza di polipi nel lume dell'intestino, ileite terminale, diverticoli.
    • La malattia della colite ulcerosa.

    Lo sviluppo di questo tipo di malattia è il seguente. Si verifica masse fecali grossolane cronicamente traumatizzate della mucosa. Inoltre, a causa del costante trauma, le cellule epiteliali rinascono e acquisiscono le caratteristiche della crescita del cancro - iniziano a dividersi attivamente, perdono il contatto con le cellule circostanti, perdono la loro funzione e crescono attivamente nei tessuti circostanti. Finché il tumore ha meno di un centimetro e mezzo di diametro, le metastasi non si diffondono lungo il flusso sanguigno.

    Tumore sigmoideo

    Quando il tumore occupa già metà del lume del tubo, le singole metastasi compaiono nei linfonodi regionali, che fungono da collettori e non consentono alle cellule tumorali di continuare. Dopo la completa sovrapposizione dell'intestino, le metastasi si diffondono in tutto il corpo e si sviluppano attivamente nei tessuti circostanti.

    Cecal Tumor

    Il meccanismo di formazione del tumore è circa lo stesso di quello sopra descritto. Tipicamente, l'adenocarcinoma del cieco si verifica in due categorie di pazienti - nei bambini o negli anziani. La crescita è preceduta dal cosiddetto "cancro in atto" o dalla crescita di polipi.

    Nella foto: Mobilitato durante l'operazione il tumore del cieco

    Tumore del retto

    Adenocarcinoma con localizzazione nel retto - si verifica più frequentemente e di solito nelle persone anziane. Gli esperti attribuiscono l'insorgenza di questo tipo di malattia a fattori quali una dieta squilibrata, troppa fibra grossolana nel cibo e una mancanza di fibre. C'è anche la possibilità di ammalarsi in contatto cronico con agenti cancerogeni chimici, infezione da papillomavirus umano. La localizzazione del tumore può essere la seguente:

    cause di

    Non c'è consenso sulla causa esatta dello sviluppo di adenocarcinoma intestinale. Ma i medici identificano i fattori che a loro avviso possono causare traumi e la successiva malignità delle cellule della mucosa intestinale:

    Spesso mangiare cibi grassi.

    Uso insufficiente della fibra vegetale.

    Assunzione eccessiva di prodotti a base di carne.

    Una storia di colite e altre malattie infiammatorie intestinali.

    Predisporre la storia familiare. Se ci sono casi di adenocarcinoma intestinale in famiglia, il rischio di ammalarsi aumenta più volte.

    Pericoli professionali - lavorare con l'amianto, metalli pesanti.

    Infezione con ceppo oncogenico di papillomavirus umano.

    Trauma mucoso durante il sesso anale.

    Adenocarcinoma intestinale o cancro ghiandolare

    L'intestino fa parte del tratto gastrointestinale. Parte dal piloro dello stomaco e termina con l'ano. L'intestino digerisce e assorbe il cibo, sintetizza gli ormoni intestinali ed è coinvolto nei processi immunitari.

    Cos'è l'adenocarcinoma intestinale?

    L'intestino forma l'intestino tenue e crasso. L'intestino tenue si trova tra lo stomaco e l'intestino crasso.

    Consiste di suddivisioni:

    • ulcera duodenale;
    • digiuno;
    • ileo.

    L'intestino crasso finisce il tubo digerente e l'acqua viene assorbita e le feci escrete si formano dalla poltiglia di cibo.

    Consiste di suddivisioni:

    • cieco con appendice;
    • due punti con sottosezioni: colon ascendente, confine trasversale, colon discendente e colon sigmoideo;
    • retto con ampolla, ano e ano.

    Cancro nell'intestino

    L'adenocarcinoma intestinale (tumore del colon-retto) colpisce i tessuti di tutte le sezioni dell'intestino tenue e crasso. Tumore maligno dell'intestino costituito da cellule epiteliali ghiandolari. L'oncologia di questo tipo è pericolosa a causa della sua crescita lenta, pertanto è difficile identificare un tumore nelle prime fasi. L'adenocarcinoma è caratterizzato da una crescita aggressiva negli ultimi stadi, germinazione negli organi vicini e linfonodi, metastasi al fegato, polmoni e altri tessuti.

    Intestino tenue

    Il cancro dell'intestino tenue è spesso localizzato nella sezione iniziale e nell'ileo e si manifesta con una certa consistenza e natura del tumore. Nel caso dell'adenocarcinoma dell'anulus, il lume intestinale si restringe e il sarcoma intestinale si manifesta nell'ostruzione intestinale. La crescita del tumore si verifica a causa della degenerazione delle cellule della mucosa. Può essere combinato con tumori di altro tipo e posizione.

    Nell'ileo, il linfoma intestinale è meno comune (18%), nell'intestino crasso - 1%. È combinato con la malattia celiaca e si riferisce alla linfogranulomatosi (malattia di Hodgkin) e al linfoma non Hodgkin (linfosarcoma). Ci sono linfoma non-Hodgkin a cellule B. È diviso in: malattia della catena A pesante e linfoma di tipo occidentale.

    L'adenocarcinoma di forma infiltrante si diffonde in tutto l'intestino e può essere localizzato in aree diverse senza catturare l'intera circonferenza dell'intestino.

    Capezzolo Faterov

    L'adenocarcinoma capezzolo Vateri può combinare tumori di diversa origine. Sono distribuiti nella regione distale del dotto biliare e si diffondono nell'area duodenale e manifestano un gran numero di sintomi. Il tumore cresce dall'epitelio pancreatico o dalle cellule rigenerate del tessuto ghiandolare del pancreas.

    L'oncogenesi cresce lentamente e ha piccole dimensioni. Ma nel caso della crescita metastatizza il fegato e altri organi e linfonodi. Le cause dello sviluppo non sono completamente comprese, ma è noto che la causa dell'adenocarcinoma del capezzolo Vater è correlata a una poliposi ereditaria oa una mutazione del gene K-ras.

    I sintomi principali di questo tipo di onco-tumori includono:

    • grave perdita di peso, compresa l'anoressia;
    • ittero cronico;
    • prurito e vomito;
    • disturbi digestivi;
    • dolore nell'addome superiore;
    • mal di schiena nelle fasi avanzate;
    • un aumento della temperatura senza motivo;
    • macchie di sangue nelle feci.

    Intestino crasso

    L'adenocarcinoma dell'intestino crasso è simile nei sintomi a un tumore dell'intestino tenue. Combina tumori con diversa posizione, struttura e struttura delle cellule nel cieco, nel colon e nel retto. Come risultato della degenerazione delle cellule della mucosa intestinale e l'onkoopukhol inizia a crescere.

    Sebbene i tumori maligni si sviluppino allo stesso modo, ogni specie ha le sue peculiarità di crescita: crescita lenta o ritrovamento a lungo nei confini dell'intestino. Ma tutti i tumori provocano processi infiammatori nei tessuti, che contribuiscono alla diffusione del cancro ad altri organi e tessuti. Pertanto, si formano tumori secondari che non danno metastasi nelle prime due fasi. Nelle fasi successive, l'adenocarcinoma dell'intestino si metastatizza, le cellule trasportano il sangue nella cavità linfatica, nel fegato e nei polmoni. Diversi tumori possono verificarsi contemporaneamente o uno dopo l'altro.

    Quando l'adenocarcinoma dell'intestino crasso colpisce la mucosa, cambia le sue cellule. Il tumore cresce attraverso la membrana nel peritoneo. I sintomi si manifestano con dolore ricorrente nel basso addome, alternando costipazione con diarrea, diminuzione dell'appetito, nausea e vomito irragionevole. Le fasi iniziali dello sviluppo degli onco-tumori sono caratterizzate dalla somiglianza con la poliposi, pertanto la differenziazione è necessaria nella diagnosi. Un tumore progressivo porta alla comparsa di secrezione purulenta, muco e sangue nelle feci.

    Nell'intestino crasso, il tumore viene rapidamente ulcerato a causa dell'effetto costante delle feci. Pertanto, il corpo è infetto, che porta a intossicazione, forte dolore all'addome, febbre, peritonite. Puoi vedere questi fattori tramite analisi del sangue.

    Colon sigmoide

    L'adenocarcinoma del colon sigmoideo si sviluppa come segue:

    • non ci sono metastasi, il tumore ha un diametro di 15 mm;
    • le singole metastasi regionali compaiono quando la dimensione della metà del diametro dell'intestino, senza germinazione attraverso la parete intestinale esterna;
    • molte metastasi distanti con completa chiusura del lume del colon sigmoideo, crescono in organi situati nelle vicinanze.

    Nel colon sigmoideo, una neoplasia si sviluppa a causa di un eccesso di carne e grasso animale, mancanza di fibre, vitamine.

    E anche per il motivo:

    • età avanzata:
    • stile di vita sedentario;
    • costipazione, mucosa intestinale traumatica;
    • polipi, ileite terminale, diverticolosi;
    • colite ulcerosa.

    La displasia della mucosa premaligna precede l'adenocarcinoma. I sintomi di adenocarcinoma si manifestano come dolore nella regione ileale, flatulenza, diarrea e costipazione, trasformandosi in ostruzione intestinale, muco con pus e sangue nelle feci.

    cieco

    La neoplasia intestinale più comune è l'adenocarcinoma del cieco. Si trova in bambini e anziani. Prima del suo sviluppo c'è un periodo di una condizione precancerosa, ad esempio, la crescita di polipi. Il cancro del cieco compare per gli stessi motivi del sigmoide, nonché degli alimenti non bilanciati e grassi, della farina e dei prodotti affumicati, del sesso anale, della presenza di tumori villosi e del virus del cuscino.

    Un tumore nel cieco è difficile da rilevare negli stadi da 1 a 2 della malattia. Pertanto, gli scienziati medici non hanno ancora trovato metodi per la prevenzione del cancro nel cieco.

    retto

    L'adenocarcinoma del retto è un flagello per chi ha più di 50 anni. Le ragioni del suo sviluppo sono associate a una cattiva alimentazione e alla mancanza di fibre nella dieta, con il lavoro in cattive condizioni: contatto con l'amianto, sostanze chimiche, emissioni radio. L'infiammazione del retto e del papillomavirus, la poliposi, il sesso anale contribuiscono allo sviluppo del tumore tumorale. I sintomi compaiono anche attacchi sgradevoli o dolorosi nel retto, quando si svuotano, così come i falsi impulsi di defecare, costipazione e diarrea, l'aspetto della secrezione dal sangue.

    Il retto ha tre parti: anale, ampollare e nampampolare. Più spesso, un tumore di adenoma o di tumore solido viene dispiegato nella zona ampollare e cresce dal tessuto epiteliale della struttura ghiandolare.

    Nella regione anorettale, il melanoma deriva da diversi strati di epitelio squamoso, nella sezione anale - carcinoma a cellule squamose.

    Ha diversi tipi ed è diviso in:

    • adenocarcinoma;
    • squamose;
    • anello cricoide;
    • adenocarcinoma della mucosa;
    • squamoso ghiandolare;
    • indifferenziata.

    L'adenocarcinoma spesso cresce nell'intestino del colon rettale e nel retto - un tumore a cellule squamose o un tumore dell'intestino cellulare squamoso. La sua forma è irregolare e ricorda un'ulcera o un cavolfiore. Il corso è aggressivo e veloce, metastatizza presto, interessando i linfonodi e gli organi interni.

    Cause di adenocarcinoma intestinale

    Sulla base dell'anatomia intestinale, ci sono diverse aree in cui può verificarsi adenocarcinoma intestinale, ci sono cause comuni e tali che si riferiscono a una certa parte dell'intestino.

    Le cause comuni di adenocarcinoma intestinale sono legate al modo di vita e alle predilezioni di una persona. Vale a dire:

    • cibi grassi, dolciumi, alcol;
    • mancanza di cereali, frutta e verdura;
    • passione per i piatti a base di carne;
    • costipazione - il primo segno di adenocarcinoma;
    • colite e polipi e infiammazioni;
    • predisposizione genetica;
    • condizioni di lavoro e di vita dannose (in zone patogene);
    • scarsa qualità dell'acqua consumata;
    • papillomavirus e sesso anale.

    Sintomi e segni della malattia

    Saranno assenti i sintomi specifici dell'adenocarcinoma intestinale, specialmente nelle prime fasi. Successivamente, i pazienti dovranno recarsi dal medico con denunce di dolore ricorrente all'addome, gonfiore, gas, un cambiamento di stitichezza e diarrea, la comparsa di secrezione sanguinolenta e mucopurulenta nelle feci.

    Con la crescita, i segni di adenocarcinoma intestinale si aggravano, si manifestano nausea e vomito irragionevole, si perde l'appetito e si riduce il peso. Un tumore ingrossato può essere palpato attraverso la parete peritoneale.

    Nelle fasi 3-4, l'adenocarcinoma intestinale si fa sentire, compaiono i sintomi:

    • ostruzione dell'intestino: l'incapacità di defecare;
    • l'aspetto del vomito fecale;
    • sensazioni spiacevoli nell'intestino;
    • sanguinamento e anemia;
    • letargia, debolezza e perdita di prestazioni;
    • fenomeni peritoneali.

    Tipi di tumori intestinali maligni

    Le cellule tumorali sono diverse dalle cellule normali. Il livello di differenze determina le proprietà delle cellule tumorali e prescrive il trattamento. Questi studi istologici aiutano a identificare il grado di differenziazione delle cellule di adenocarcinoma.

    Adenocarcinoma intestinale altamente differenziato

    Le cellule tumorali differiscono dalle cellule normali con un certo aumento dei nuclei delle cellule. Eseguono la stessa funzione. Pertanto, dopo un adeguato trattamento, l'organismo dà una risposta positiva al cancro ghiandolare altamente differenziato e una cura completa è possibile. Nei pazienti anziani, il tumore non cresce e non si metastatizza in altri organi dopo la terapia. Nei pazienti giovani, rimane la probabilità di recidiva entro 12 mesi dopo l'intervento chirurgico e la formazione di tumori secondari.

    Adenocarcinoma intestinale moderatamente differenziato

    Le conseguenze di adenocarcinoma di questo tipo sono più gravi. Le cellule epiteliali crescono e portano all'ostruzione intestinale. Il tumore raggiunge una grande dimensione e spesso rompe la parete intestinale, causando sanguinamento.

    Nell'intestino si formano fistole sulle pareti e si sviluppa la peritonite, che aggrava il corso dell'oncologia. Quando viene rimosso un tumore e viene eseguito un trattamento complesso, è possibile ottenere un buon risultato di previsione della sopravvivenza a cinque anni: 65-75%.

    Adenocarcinoma dell'intestino scarsamente differenziato

    Il decorso della malattia è aggressivo nel severo polimorfismo cellulare. C'è una rapida crescita delle cellule tumorali e delle prime metastasi agli organi adiacenti e ai linfonodi. Il tumore non ha confini chiari. Durante l'operazione e il trattamento complesso in una fase iniziale, la remissione può essere lunga. Nelle fasi successive del trattamento dà una prognosi bassa.

    Il cancro dell'intestino ghiandolare è di diversi tipi ed è suddiviso in adenocarcinoma:

    1. Mucinous (mucoso) senza confini pronunciati, costituito da muco con mucina e elementi epiteliali. Le metastasi si sono diffuse ai linfonodi regionali. C'è un'alta recidiva della malattia, dal momento che il tumore non mostra sensibilità alle radiazioni.
    2. Cellula squillante che scorre in modo aggressivo. Al momento della diagnosi possono essere rilevate metastasi nella LU e nel fegato. Il tumore cresce e si sviluppa nello strato interno dell'intestino, specialmente nello spessore. Più spesso i giovani si ammalano.
    3. Squamoso, composto da Onkocell piatto e maligno colante. Più spesso trovato nel canale anale. In grado di germinare nella vagina, nella vescica, nell'uretere e nella prostata. La malattia spesso si ripresenta ed è caratterizzata da un basso tasso di sopravvivenza. Dopo aver confermato la diagnosi, i pazienti muoiono entro 3-4 anni. Dopo il trattamento, la soglia di vita di cinque anni è del 30%.
    4. Tubolare, costituito da formazioni tubolari. Per le piccole dimensioni, i confini del tumore sono confusi. Questa forma di patologia è stata osservata nel 50% dei pazienti con cancro ghiandolare.

    Si verificano anche tumori intestinali:

    1. endofitico - che si alza sul muro all'interno dell'intestino;
    2. esofitico - appare all'esterno sul rivestimento intestinale.

    Un tumore esofitico è più facile da palpare attraverso la parete peritoneale. I tumori endofitici causano l'ostruzione intestinale.

    Fasi di adenocarcinoma intestinale

    Mette in atto l'adenocarcinoma intestinale secondo la classificazione TNM:

    Adenocarcinoma intestinale: cause e sintomi, classificazione, diagnosi e trattamento

    L'adenocarcinoma o il cancro ghiandolare è un tumore progressivo e potenzialmente letale formato da cellule ghiandolari epiteliali. Colpisce gli organi esterni ed interni dell'uomo. Il pericolo di adenocarcinoma è che una tale neoplasia viene diagnosticata più spesso nelle fasi successive. In questa situazione, la percentuale di mortalità da questa malattia aumenta drasticamente.

    L'adenocarcinoma intestinale è il tumore più comune che può formarsi in qualsiasi parte del tratto gastrointestinale. Nella maggior parte dei casi, il cancro ghiandolare viene diagnosticato dopo 50 anni. La malattia può svilupparsi in una persona sana. La mancata diagnosi e l'assenza di trattamento portano alla morte in un breve periodo di tempo.

    Cause di patologia

    Il cancro ghiandolare può svilupparsi in diverse parti dell'intestino. Raramente, un tumore appare a causa di mutazioni genetiche. Nella maggior parte dei casi, i fattori che influenzano lo sviluppo della malattia sono ereditarietà ed influenza esterna.

    Cause generali di sviluppo e condizioni favorevoli alla formazione di adenocarcinoma intestinale:

    • fattore ereditario;
    • danno e malattie croniche del tratto gastrointestinale inferiore;
    • infiammazioni nell'intestino crasso (compresa la malattia di Crohn);
    • età oltre 50 anni;
    • stile di vita stressante;
    • costipazione cronica;
    • HPV;
    • la presenza di polipi intestinali o di tumori benigni;
    • consumo eccessivo di cibi grassi, fritti, affumicati e cottura;
    • fumo e abuso di alcool;
    • prendendo alcuni farmaci;
    • lavorare in un'impresa dannosa;
    • vivere in un'area non favorevole all'ambiente;
    • stile di vita sovrappeso e sedentario.

    Attenzione! Ognuno di questi fattori può portare allo sviluppo di adenocarcinoma. È importante sottoporsi a regolari controlli medici e procedure diagnostiche dopo 50 anni!

    Dove è formato

    Il cancro ghiandolare colpisce le seguenti sezioni dell'intestino:

    1. Adenocarcinoma dell'intestino tenue. Formata nell'ulcera duodenale superiore 12 o nell'intestino tenue inferiore. Di conseguenza, il tumore riempie il lume intestinale, diventa invalicabile. C'è il rischio di sviluppare altri tumori, il più delle volte sarcomi.
    2. Cancro della papilla maggiore del duodeno. L'adenocarcinoma si forma nel dotto biliare e invade il duodeno. Il tumore è piccolo, cresce lentamente, ma c'è il pericolo di metastasi.
    3. Neoplasma nel colon. Il cancro colpisce il rivestimento interno del colon e cambia le sue cellule. Spesso l'adenocarcinoma si sviluppa nelle pareti addominali. Esiste il rischio di tumori multipli.
    4. Tumore del colon sigmoideo. L'adenocarcinoma è preceduto dalla crescita innaturale dei tessuti. Raramente infiltrandosi attraverso il rivestimento dell'intestino, le metastasi passano agli organi adiacenti.
    5. Adenocarcinoma del cieco. Il più spesso formato da formazioni benigne. Viene diagnosticato nei bambini e negli anziani.
    6. Cancro del retto Lo sviluppo del tumore è preceduto da processi infiammatori, polipi e HPV. L'adenocarcinoma è formato prevalentemente tra il cieco e il retto. Il tumore è pericoloso per la prima comparsa di metastasi.

    Attenzione! L'adenocarcinoma del retto è a rischio per i pazienti con emorroidi e operatori del sesso anale di ammalarsi.

    tipologia

    Gli adenocarcinomi differiscono nelle caratteristiche morfologiche, citochimiche e funzionali delle cellule tumorali, che sono determinate dai risultati dell'esame istologico.

    Classificazione dell'adenocarcinoma intestinale:

    1. Altamente differenziato. Nelle cellule patologicamente alterate, viene rilevato un leggero aumento dei nuclei. La terapia appropriata ha un effetto positivo, il recupero completo è possibile. I giovani sono a rischio di recidiva per tutto l'anno. Nei pazienti anziani, il rischio di riformazione di un tumore dopo la rimozione di un adenocarcinoma del colon altamente differenziato è del 50%. La prognosi per la vita è favorevole.
    2. Moderatamente differenziato Le cellule tumorali sono soggette a crescita, che è pericolosa ostruzione e rottura delle membrane intestinali. Alta probabilità di infiammazione peritoneale. Con trattamento tempestivo e resezione del tumore, la prognosi di sopravvivenza per 5 anni è positiva.
    3. Scarsamente differenziato. Esiste una rapida riproduzione delle cellule tumorali, metastasi precoci. I confini del tumore non vengono visualizzati quando si eseguono attività diagnostiche. Trattamento inadeguato
    4. Indifferenziata. Come risultato dell'esame istologico, vengono rilevate cellule anormali che sono atipiche per il cancro. Germina nel peritoneo e si metastatizza presto al sistema linfatico. Quando viene rilevato un adenocarcinoma intestinale indifferenziato, le prospettive per la vita sono negative.

    Tipi di cancro ghiandolare per tipo di cellula:

    • adenocarcinoma mucinoso - si verifica raramente, consiste di nodi con muco intersperso (mucina), che costituisce la maggior parte del neoplasma;
    • adenocarcinoma dell'anello cricoide - le cellule tumorali sono soggette a rapida divisione, l'accumulo di muco intracellulare porta alla loro deformazione;
    • adenocarcinoma squamoso - spesso si ripresenta, cresce negli organi adiacenti;
    • l'adenocarcinoma tubulare è la forma più comune, caratterizzata da una crescita strutturale e da una struttura cellulare atipica.

    Aiuto! Gli adenocarcinomi si formano all'interno e all'esterno dell'intestino (endofitico ed esofitico). Un tumore endofitico si trova talvolta durante la ricerca del peritoneo. La neoplasia interna porta all'ostruzione intestinale.

    Fasi di sviluppo

    In accordo con la classificazione internazionale, ci sono diverse fasi del cancro ghiandolare:

    • 0 - un tumore di piccole dimensioni, senza infiltrazioni e metastasi;
    • 1 - la dimensione dell'istruzione a 20 mm, nessuna metastasi;
    • 2 - un tumore fino a 5 cm senza fuochi secondari (metastasi);
    • 3A - formazione di qualsiasi dimensione con germinazione agli organi circostanti e / o metastasi ai linfonodi;
    • 3B - un tumore di vari volumi con infiltrazione in organi adiacenti e / o la formazione di fuochi secondari nei linfonodi del retto e dell'inguine;
    • 4 - formazione metastatica di qualsiasi dimensione con focolai nel sistema linfatico e organi distanti.

    Attenzione! Allo stadio 1 e 2, i sintomi specifici del cancro sono spesso assenti. Siate attenti a voi stessi e per eventuali disturbi digestivi, dolori addominali, consultare un medico!

    sintomatologia

    Quali sono i sintomi dovrebbero custodire, per non perdere lo sviluppo del cancro:

    • dolore addominale;
    • indigestione, nausea, vomito occasionale, diarrea;
    • gonfiore e coliche;
    • perdita di appetito, drastica perdita di peso;
    • aumento persistente della temperatura fino a segni subfebrillari (non superiori a 38 ° C);
    • presenza nelle feci di sangue e muco.

    Con il cancro ghiandolare della papilla maggiore del duodeno, appaiono segni di ittero, il dolore è localizzato nella parte superiore dell'addome e nelle fasi successive - nella parte posteriore. L'adenocarcinoma del colon all'inizio della malattia è simile alla poliposi. La sua crescita porta alla comparsa nelle feci di pus, muco e sangue, ci sono sintomi di intossicazione.

    L'adenocarcinoma sigmoideo altamente differenziato viene trattato con successo e facilmente determinato. La difficoltà sta nel fatto che dei sintomi ci sono solo disturbi digestivi, disagio nella regione iliaca e aumento della formazione di gas, che i pazienti attribuiscono alla esacerbazione di patologie croniche.

    Quando il tumore nel retto presenta dolore e disagio all'ano, si può sentire la pressione. Ci sono dolorosi falsi impulsi a defecare, nelle feci si possono vedere macchie di sangue.

    L'adenocarcinoma cecale viene diagnosticato raramente nella fase iniziale. L'insorgenza tardiva dei sintomi è dovuta alla distanza del cieco dall'ano.

    Nelle fasi successive compaiono segni specifici:

    • ostruzione intestinale (incapacità di uscire dalle masse fecali);
    • vomito con odore e mescolanza di feci;
    • una sensazione di costrizione nell'intestino;
    • emorragia interna e bassa emoglobina;
    • deterioramento della condizione generale;
    • dolore severo, sintomi di intossicazione, febbre.

    Attenzione! L'ostruzione intestinale richiede un intervento chirurgico urgente! Con il fallimento nel fornire assistenza tempestiva nel 90% dei casi, il paziente muore.

    Diagnostica medica

    Se si sospetta un cancro ghiandolare, al paziente viene assegnato un ampio elenco di esami di laboratorio e strumentali.

    La lista di test necessari per stabilire la diagnosi:

    • analisi generale del sangue e delle urine;
    • biochimica del sangue (per valutare lo stato degli organi interni del paziente);
    • analisi biochimica delle urine (determinare il contenuto dei componenti chimici e dei loro prodotti di decadimento);
    • analisi delle feci per la presenza di sangue nascosto;
    • analisi per marcatori tumorali.

    Strumentali e altri metodi per diagnosticare l'adenocarcinoma intestinale:

    • endoscopia - in proctologia, un tale metodo diagnostico consente di individuare il cancro nelle fasi iniziali, mentre nel processo di ricerca è possibile raccogliere i tessuti patologici per l'istologia;
    • radiografia con contrasto - aiuta a rilevare eventuali cambiamenti nelle mucose;
    • Ultrasuoni: è necessario stabilire la posizione del tumore e identificare i fuochi secondari;
    • colonscopia - un metodo di diagnosi precoce, consente di trovare tessuti alterati e di prendere materiale per studi istologici e citologici;
    • TAC - valuta le condizioni dell'intestino e identifica i tumori;
    • RM - determina la posizione, la struttura del tumore e la presenza di metastasi.

    Aiuto! Il tumore rimosso viene sempre inviato allo studio di cellule e tessuti per stabilire una diagnosi accurata e determinare ulteriori tattiche di trattamento.

    video

    trattamento

    Secondo i risultati della ricerca, l'oncologo determina una serie di misure terapeutiche. Quali metodi sono usati per trattare l'adenocarcinoma intestinale:

    1. Rimozione chirurgica del tumore. Adenocarcinomi di piccole dimensioni sono completamente rimossi e la funzionalità intestinale non è compromessa. In caso di una grande neoplasia con ingrowth nei reparti adiacenti e metastasi, il paziente viene mostrato per rimuovere una parte dell'intestino crasso e rimuovere la colostomia (un sigmoide o due punti viene rimosso dal peritoneo per evacuare le feci). Nell'adenocarcinoma del retto con metastasi agli organi circostanti, il paziente rimuove tutti gli organi dalla regione pelvica.
    2. L'irradiazione. Può essere prescritto sia prima dell'intervento chirurgico che nel periodo postoperatorio. Il dosaggio dell'irradiazione viene determinato individualmente, in modo che, quando possibile, il rischio di complicanze sia minimo.
    3. La chemioterapia. Viene eseguito dopo l'intervento chirurgico per ridurre il rischio di recidiva e per fermare la moltiplicazione di cellule anormali. Applicare la monoterapia (5-fluorouracile, Ftorafur) o la chemioterapia complessa con diversi tipi di farmaci.

    Aiuto! Se è impossibile eseguire un'operazione per rimuovere l'adenocarcinoma, vengono prescritte radioterapia o chimica per alleviare le condizioni del paziente.

    La prognosi per la vita dopo aver determinato la diagnosi di "adenocarcinoma intestinale" dipende da una serie di condizioni:

    • stadio della malattia;
    • il tipo di neoplasma e la sua struttura;
    • la presenza di lesioni secondarie.

    Molto spesso, quando il cancro viene rilevato nella prima fase e dopo un intervento chirurgico di successo, gli oncologi danno una prognosi positiva per 5 anni. I pazienti dopo rimozione di adenocarcinoma sono mostrati l'esame sistematico da un dottore.

    Per prevenire lo sviluppo di un tumore, è necessario mangiare correttamente e in modo equilibrato, per essere regolarmente esaminati da un proctologo e in tempo per trattare le malattie gastrointestinali.

    Tumori dell'intestino tenue

    Le neoplasie dell'intestino tenue sono malattie rare del tratto gastrointestinale con una frequenza del 3-6%. Le manifestazioni cliniche non sono specifiche e comprendono anemia, sanguinamento gastrointestinale, dolore addominale o ostruzione intestinale. In questo articolo ci concentreremo sui quattro più comuni tumori maligni dell'intestino tenue:

    Verranno anche discussi i test diagnostici differenziali.

    traduzione dell'articolo Tumori dell'intestino tenue all'assistente di radiologia. Autori: Rinze Reinhard, Gerdien Kramer. Reparto di radiologia del centro medico VU, Amsterdam, Paesi Bassi

    panoramica

    La tabella contiene i segni delle neoplasie più comuni dell'intestino tenue. Clicca sull'immagine per ingrandire la tabella.

    • carcinoma ereditario non poliposico del colon (NNCPTA) o sindrome di Lynch, una malattia con modalità ereditaria autosomica dominante con alto rischio di sviluppare tumori del tratto gastrointestinale;
    • poliposi adenomatosa familiare del colon, una malattia ereditaria basata sullo sviluppo di polipi multipli del colon;
    • neoplasia endocrina multipla di tipo I, sindrome di Vermera, una sindrome in cui si sviluppano più tumori ormonalmente attivi, compreso il carcinoide.

    adenocarcinoma

    L'incidenza di adenocarcinoma dell'intestino tenue tra tutti i tumori dell'intestino tenue è fino al 25-40%.
    Il cancro del colon-retto in frequenza è 50 volte più comune patologia.
    Fino al 50% dei piccoli adenocarcinomi intestinali sono localizzati nel duodeno e la maggior parte di essi sono endoscopicamente.
    Il digiuno è il secondo nella localizzazione.

    • carcinoma del colon ereditario non poliposico (NNPTRC)
    • poliposi adenomatosa familiare del colon
    • Sindrome di Peutz-Touraine (Peutz-Jeghers)
    • celiachia
    • La malattia di Crohn - nella malattia di Crohn, il cancro si verifica spesso nell'ileo

    Un tipico adenocarcinoma è caratterizzato da una lesione locale unilaterale o mutapoide con bordi "indeboliti" e un restringimento del lume.
    Meno spesso, l'adenocarcinoma è un tumore polipoide polipidico che può causare ostruzione intestinale.
    Trovato spesso ulcerazione.
    Ci può essere una infiltrazione intraluminale di tessuto adiposo.

    Gli adenocarcinomi sono spesso caratterizzati da un moderato miglioramento del contrasto, in contrasto con il carcinoide, che ha un aumento pronunciato dopo la somministrazione di un agente di contrasto.

    Spesso ci sono metastasi al fegato e al peritoneo.

    Esame TC nella ricostruzione coronarica.

    • lesione stenotica del duodeno a causa di adenocarcinoma duodenale (freccia gialla).
    • non c'è un confine chiaro con la testa del pancreas (freccia rossa).
    • ingrandimento prestenotico del duodeno.

    Ecco un esempio di adenocarcinoma del duodeno con un ispessimento irregolare delle pareti del distale

    L'immagine mostra un tumore circolare con bordi intaccati.

    L'adenocarcinoma di grandi dimensioni può simulare il linfoma come nel caso in esame.

    L'immagine mostra un tumore di forma irregolare nel digiuno prossimale.
    Nonostante le sue grandi dimensioni con crescita circolare, non c'è ostruzione del lume intestinale.
    Nel mesentere adiacente, un grande conglomerato di linfonodi maligni iposensibili con disintegrazione (immagine inferiore).
    In questo esempio, è un adenocarcinoma, ma questi segni possono corrispondere al linfoma.

    L'immagine mostra un'immagine endoscopica del tumore.

    Queste immagini mostrano un paziente con un ispessimento diffuso delle pareti del digiuno prossimale con un ingrandimento aneurismatico del lume.

    Il primo nella lista delle diagnosi differenziali era il linfoma, ma in questo caso era anche un adenocarcinoma.

    I segni caratteristici dell'adenocarcinoma sono l'infiltrazione di tessuto adiposo e il danno ai linfonodi metastatici.

    Per il linfoma, l'infiltrazione del tessuto adiposo non è tipica, si verifica un danno ai linfonodi, ma saranno più grandi.

    L'immagine mostra un adenocarcinoma confermato, sotto forma di una formazione circolare non dilatata del digiuno (freccia gialla) con ostruzione del lume e un aumento dei linfonodi (freccia rossa).

    L'immagine T1 post-contour con soppressione del grasso (a sinistra) e l'immagine T2 (a destra) mostra una formazione del volume con bordi indeboliti (freccia), con ostruzione del digiuno e dilatazione prestenotica del lume.

    Le immagini superiori mostrano un tumore circolare del digiuno prossimale con un accumulo di fluorurozokiglucosio (FDG) (frecce gialle).

    Nelle immagini MR inferiori, la stessa formazione volumetrica del digiuno con bordi incurvati e linfoadenopatia mesenterica (frecce rosse), che è un adenocarcinoma.

    Studia prima le immagini.
    Quindi continua a leggere.
    La freccia rossa indica il colon sigmoideo, pieno di feci. Le masse di feci indicano che questo non è l'intestino tenue.

    Cambiamenti nella parete dell'ileo con bordi podrytymi, causando ostruzione del piccolo intestino (freccia gialla).
    Si può assumere la diagnosi della malattia di Crohn.
    Tuttavia, questo paziente non ha avuto una storia di malattia di Crohn e le sezioni terminali dell'ileo (non mostrate qui) non sono cambiate, il che non è tipico della malattia di Crohn.
    Adenocarcinoma instaurato intraoperativamente.

    A sinistra è un adenocarcinoma digiunale prossimale.
    Il tumore è meglio definito sulle immagini RM che su CT.

    Il 50% dei piccoli adenocarcinomi intestinali sono localizzati nel duodeno, il digiuno è al secondo posto.
    La maggior parte di loro viene diagnosticata per via endoscopica.

    L'occorrenza nell'ileo è spesso associata alla malattia di Crohn, come in questo caso.

    Qui è un ispessimento della parete dell'ileo con infiltrazione della fibra mesenterica adiacente e con piccoli fuochi d'aria al di fuori del lume dell'intestino, che indica la perforazione.
    I cambiamenti sono causati da ulcerazione di adenocarcinoma in un paziente con malattia di Crohn.

    La diagnosi viene raramente stabilita prima dell'operazione a causa della mancanza di segni caratteristici.
    Il rischio di malignità della malattia di Crohn è associato all'attività, alla durata e alla localizzazione anatomica del processo.

    Queste immagini rappresentano la malattia di Crohn nella fase attiva, sotto forma di stenosi segmentaria dell'ileo terminale, senza malignità.

    Ispessimento diffuso dell'ileo distale.
    Segno pettine - "pettine": ipervascolare a causa della sottolineatura delle arcate vascolari del mesentere adiacente.

    Queste immagini mostrano adenocarcinoma localizzato nel digiuno.
    Sono visibili i linfonodi multipli (freccia rossa) e l'aumento della densità (infiltrazione) del tessuto adiposo (frecce gialle).
    È importante non confondere questi cambiamenti con la panniculite mesenterica, poiché ci sono linfonodi patologicamente ingranditi con segni di necrosi.

    linfoma

    L'incidenza del linfoma raggiunge il 20% tra tutti i tumori dell'intestino tenue.
    La localizzazione più frequente è il digiuno distale dovuto a una grande quantità di tessuto linfoide.

    I fattori di rischio includono la celiachia, il morbo di Crohn, il lupus eritematoso sistemico, l'immunità indebolita, la chemioterapia o il linfoma di una storia diversa nella storia.

    Un quadro tipico del linfoma dell'intestino tenue è un ispessimento del muro dovuto alla formazione di una massa infiltrativa con espansione aneurismatica del lume senza ostruzione.
    L'espansione aneurismatica è causata dalla distruzione della parete intestinale e dal plesso auerbach.

    Linfoma del digiuno terminale

    Le immagini rappresentano un'immagine tipica.
    Ispessimento irregolare delle pareti dell'ileo terminale con espansione aneurismatica del lume.

    Ci sono manifestazioni meno tipiche, come la formazione di polipoidi intraluminale o la grande formazione di eccentricità circostante con distribuzione nei tessuti circostanti, talvolta con formazione di ulcere e fistole.

    Come accennato in precedenza, grandi adenocarcinomi e linfomi possono avere un quadro simile.
    Un marcato aumento dei linfonodi mesenterici o retroperitoneali e della splenomegalia sono segni che consentono di stabilire la diagnosi di linfoma.
    L'infiltrazione della fibra mesenterica contribuisce alla diagnosi di adenocarcinoma.

    Linfoma del digiuno prossimale

    Ecco una tipica immagine del linfoma sotto forma di un ispessimento significativo delle pareti del digiuno prossimale con l'accumulo di fluorodeokokiglukoza (FDG).
    Espansione di un barlume nel campo di un tumore e espansione prestenotic di un duodeno (la freccia rossa).

    Esaminare prima l'immagine, prestando particolare attenzione al primo disegno.

    Quindi continua a leggere.

    Una diminuzione del piegamento nel digiuno con un aumento del ripiegamento nell'ileo (un segno di piegamento inverso della piega invertita digiunoilea) indica la celiachia.
    Invaginazione dell'ileo (freccia gialla) in un paziente con piccolo linfoma multifocale intestinale (non tutti i cambiamenti sono mostrati qui).
    Linfoadenopatia mesenterica (frecce rosse).

    Linfoma a cellule T di tipo enteropatico (EATL)
    Tumore del digiuno con contorni sfocati e espansione del lume del digiuno.
    Mesentery infiltrato.
    Linfoma a cellule T patomorfologicamente identificato di tipo enteropatico sullo sfondo della celiachia.

    Questo è un linfoma a cellule T associato del tipo enteropatico o EATL.
    Questo tipo di linfoma infetta l'intestino tenue in pazienti con malattia celiaca.

    In questa immagine, il seguente esempio di linfoma a cellule T sullo sfondo della celiachia.

    carcinoide

    Il carcinoide è un raro tumore neuroendocrino.

    I tumori neuroendocrini dell'intestino tenue sono suddivisi in carcinoma neuroendocrino altamente differenziato (carcinoide) e scarsamente differenziato (carcinoma neuroendocrino a piccole e grandi cellule).
    Questo articolo tratta del carcinoide.

    L'incidenza di carcinoide tra i tumori del tratto gastrointestinale è del 2%.
    La prevalenza del carcinoide è aumentata negli ultimi decenni. Superando l'incidenza dell'adenocarcinoma, il carcinoide è diventato una neoplasia maligna intestinale più comune.

    Piccolo tumore intraluminale del digiuno (freccia gialla). Tumore associato nel mesentere con un contorno radioso e una reazione desmoplastica nel carcinoide dell'intestino tenue.

    Il carcinoide si sviluppa spesso nell'appendice e di solito è un reperto casuale durante l'appendicectomia.
    È estremamente raro che un carcinode nell'appendice venga rilevato durante lo studio.

    Le immagini rappresentano una lesione peritoneale metastatica.
    Il tumore primario è un carcinoide dell'appendice.

    Al secondo posto in termini di frequenza di localizzazione è la sconfitta dell'ileo distale.
    La localizzazione rara è lo stomaco, il colon e il retto.

    In un terzo dei casi, il carcinoide dell'intestino tenue è multiplo.
    È associato a neoplasia endocrina multipla di tipo 1 (MEN I).

    Le immagini mostrano un'immagine di un carcinoide tipico sotto forma di una grande massa tumorale nel mesentere con una reazione desmoplastica e una retrazione dei circuiti adiacenti dell'intestino tenue con pareti ispessite (frecce).

    Carcinoid con calcificazioni e reazione desmoplastichesky. Ostruzione dell'ileo dal componente intraluminale del carcinoide. Presta attenzione alle metastasi epatiche (freccia).

    La probabilità di metastasi dipende dalla dimensione del tumore.
    Ad esempio, la frequenza di metastasi ai linfonodi e fegato, con la dimensione del tumore inferiore a 1 cm, è di circa 20-30%, ma raggiunge quasi fino al 60-80% dei linfonodi metastatici e nel 20% delle metastasi al fegato quando il tumore piccolo 1-2 cm.
    Nei pazienti con un tumore primario superiore a 2 cm, la metastasi ai linfonodi si verifica nell'80% e le metastasi nel fegato nel 40-50%.
    Le metastasi nel fegato sono generalmente ipervascolari e si possono osservare aree di necrosi centrale.

    La maggior parte delle metastasi linfonodali contengono calcificazioni e sono simili al tumore primario.

    Stesso paziente
    Quattro anni dopo la metastasi rilevata per la prima volta su CT.

    Notare il potenziamento ipervascolare nella fase arteriosa tardiva.

    Sindrome carcinoide

    La sindrome carcinoide si verifica in circa il 5% dei casi quando gli ormoni secreti da un tumore entrano nel flusso sanguigno.
    Si trova principalmente nei pazienti con metastasi epatiche.
    I sintomi includono vampate di calore, diarrea, frequenti broncospasmo rezhe- e insufficienza cardiaca.
    La malattia cardiaca è la fibrosi indotta dalla serotonina delle valvole cardiache, principalmente tricuspide e polmonare.

    Carcinoide. Le immagini mostrano un tumore ipervascolare (freccia rossa), con una reazione desmoplastica (freccia gialla).

    Carcinoide. Formazione ipervascolare nella tarda fase arteriosa.

    Carcinoide si riferisce a tumori a crescita lenta che possono svilupparsi inosservati nel corso di molti anni.

    All'inizio sembrano piccole formazioni sottomucose (vedi illustrazioni).
    Mentre il carcinoide cresce, il muro diventa ispessito, che alla fine porta alla sua diffusione oltre la parete intestinale.
    Il carcinoide può causare un'intensa reazione desmoplastica con retrazione dei cicli intestinali e lo sviluppo della fibrosi, che a volte può portare all'ischemia intestinale.
    Tuttavia, con piccole dimensioni di carcinoide, i segni visualizzati non sono specifici.
    Può manifestarsi come un piccolo nodulo sottomucoso con miglioramento attivo nella fase arteriosa (vedi immagine), e talvolta può portare all'ostruzione intestinale.

    Tumore stromale gastrointestinale (GIST, GIST)

    I tumori stromali gastrointestinali si verificano nel 9% dei piccoli tumori intestinali.
    Sono spesso localizzati nello stomaco, seguiti dalla frequenza del digiuno e dell'ileo.
    Nel colon e nel retto, l'esofago e il processo vermiforme sono rari.

    Circa il 20-30% dei tumori gastrointestinali è maligno.
    La malignità è più comune nell'intestino tenue che nello stomaco.
    I tumori di meno di 2 cm sono generalmente benigni, mentre i tumori più grandi di 5 cm sono più spesso maligni.
    I tumori gastrointestinali maligni crescono prevalentemente esofitici, mostrano zone di necrosi ed emorragie, calcificazioni (dopo il trattamento), spesso formano fistole.

    Tipico ileo GISO sotto forma di bulk bulk esofitico.

    Un tipico tumore gastrointestinale è una formazione esofitica ben demarcata dal tessuto grasso mesenterico, caratterizzato da un contrasto eterogeneo.
    La crescita endofitica è rara.

    L'ostruzione è rara perché i tumori gastrointestinali non crescono nelle pareti delle anse intestinali circostanti, a differenza dell'adenocarcinoma.
    A differenza del carcinoide, il tumore primitivo è solitamente grande.
    Come il linfoma, un tumore gastrointestinale può causare l'espansione aneurismatica del lume intestinale.

    Le metastasi epatiche sono in genere ipervascolari e possono essere saltate dalla scansione monofase nella fase di equilibrio.
    Le metastasi linfonodali, di regola, non vengono rilevate.
    Se è presente linfoadenopatia, puoi suggerire una diagnosi diversa.
    Le metastasi nel mesentere e omento sono più spesso con recidiva che con lesioni primarie.
    Si ritiene che ciò si verifichi a seguito della disseminazione del tumore durante l'intervento chirurgico.
    Tali metastasi possono essere facilmente perse, spesso hanno aree di densità ridotta al centro.

    Dopo la chemioterapia (Imatinib o Gleevec), metastasi epatiche o mesenteriche vengono trasformate in ipovascolari o addirittura cistiche.

    Nonostante un intervento chirurgico radicale, il 40-90% dei pazienti presenta recidive della malattia con danno epatico o mesentere.
    In caso di lesioni metastatiche, viene prescritto Gleevec.

    Un tipico tumore gastrointestinale è una formazione esofitica ben demarcata dal tessuto grasso mesenterico, caratterizzato da un contrasto eterogeneo.
    La crescita endofitica è rara.

    Recidiva della malattia con tumore gastrointestinale resecato sotto forma di metastasi iposensibili nel fegato e un ampio volume eterogeneo nella cavità addominale.

    Diagnosi differenziale

    La diagnosi differenziale dei tumori dell'intestino tenue viene effettuata tra numerose malattie infettive e infiammatorie che provocano ispessimento localizzato delle pareti.
    La maggior parte dei tumori dell'intestino tenue metastatico rispetto al tumore maligno primario.

    metastasi

    Le metastasi dell'intestino tenue possono essere intraoperatorie, ematogene, linfogene o mediante diffusione diretta.

    Nel 50% dei casi si verifica la semina peritoneale.

    In generale, i tumori primari in questo caso sono tumori delle ovaie, appendice e colon.
    L'impianto di cellule tumorali si verifica al confine del mesentere.
    Le metastasi ematogene sono caratteristiche del cancro al seno, del melanoma e del cancro delle cellule renali.
    Possono avere l'aspetto di formazioni polipoidi e possono causare ostruzioni.

    Multiple metastasi endofitiche in un paziente con una storia di melanoma.

    Le immagini mostrano metastasi di melanoma.
    Nell'immagine a sinistra, invaginazione piccolo-intestinale dell'ile causata da metastasi.
    L'immagine a destra mostra l'invaginazione nel piano coronale, nonché un linfonodo mesenterico ingrandito (freccia gialla) e grandi metastasi nel fegato.

    Un altro paziente con metastasi nell'intestino tenue.
    Questo paziente ha una storia di cancro intestinale e cancro all'esofago.

    Il paziente ha più masse endofitiche nell'intestino tenue (frecce gialle), che sono metastasi senza un focus primario stabilito.
    Inoltre, l'attenzione è rivolta all'invocazione (freccia rossa) e alle metastasi nei tessuti molli del muscolo del grande gluteo a sinistra. (freccia blu).

    La malattia di Crohn

    L'ispessimento delle pareti dell'intestino tenue durante l'infiammazione o l'infezione deve essere differenziato dalla malignità. Segni distintivi del processo infiammatorio (morbo di Crohn), ad eccezione della proliferazione con trabecole grossolane e grasso viscerale eccessivo intorno all'intestino tenue e crasso (un segno di grasso strisciante (grasso strisciante), sono ulcerazioni e arterie vascolari ipervascolari del mesentere adiacente (segno "pettine").

    Esiste una chiara connessione tra il morbo di Crohn e l'adenocarcinoma dell'intestino tenue.

    La diagnosi differenziale preoperatoria di queste malattie è un compito difficile a causa della mancanza di tratti caratteriali nella visualizzazione.

    L'indicatore di malignità con ostruzione dell'intestino tenue è la mancanza di risposta alla terapia farmacologica.

    Storia della resezione del cieco e del digiuno. Ispessimento locale del muro del digiuno con miglioramento del contrasto nella malattia di Crohn.

    Lesione multifocale nella malattia di Crohn (indicata dalle frecce).

    La malattia di Crohn nella fase attiva.
    Segmento esteso del jejunum con pareti ispessite, segno di "pettine" e miglioramento del contrasto transmurale.

    Mesenterite sclerosante o fibrosante

    La mesenterite sclerosante o fibrosante si sviluppa nel mesentere e può simulare una lesione come un carcinoide.
    In questi casi, la mesenterite sclerosante può essere differenziata sulla base dell '"anello adiposo" (segno ad anello di grasso), che circonda i vasi del mesentere.

    desmoid

    Desmoide (fibromatosi aggressiva) - è un raro, benigno tumore del tessuto connettivo.
    È il tumore primario del mesentere e può simulare tumori maligni dell'intestino e del mesentere.
    Desmoide può verificarsi sporadicamente, ma può essere un componente della sindrome di Gardner.
    Spesso, è disponibile una storia di chirurgia addominale.
    Desmoide si riferisce a tumori che non danno metastasi, ma è soggetto a recidive.
    Il trattamento chirurgico non radicale contribuisce all'alto tasso di recidiva.

    Il desmoide nel mesentere è solitamente caratterizzato da un minimo miglioramento del contrasto.
    I vasi dell'intestino tenue e del mesentere vengono spostati a parte o chiusi con desmoidi.
    Poiché questo tumore ha una struttura molto densa, la biopsia percutanea può essere difficile.

    adenoma

    L'adenoma è un precancro facoltativo e può avere la forma di una formazione poliforme sulla gamba, l'educazione sulla gamba corta e l'educazione su una base ampia, associata alla mucosa.
    L'educazione è caratterizzata da una contrazione omogenea e solitamente non causa ostruzione.
    Diffusione oltre lo strato sieroso indica una degenerazione maligna.

    Questo esempio presenta un paziente con sindrome di Peutz-Jeghers, con polipi multipli, per lo più localizzati nel digiuno.

    Poliposi intestinale

    La poliposi intestinale è suddivisa nelle seguenti categorie principali: poliposi adenomatosa familiare (es. Sindrome di Gardner), poliposi di amartoma (es. Sindrome di Peutz-Jeghers) e altre / altre sindromi da poliposi più rare.
    I pazienti con queste sindromi hanno spesso polipi dell'intestino tenue multipli.
    I grandi polipi possono, per via di malignità, simulare un tumore primitivo dell'intestino tenue.

    Un paziente con sindrome di Peutz-Jeghers con un polipo ileale che causa ostruzione intestinale.

    Le immagini rappresentano un paziente con sindrome di Peutz-Jeghers con più polipi di digiuno.

    Un grande polipo in questo paziente viene rimosso per via endoscopica.

    emangioma

    La maggior parte degli emangiomi interstiziali si trova nel digiuno.

    Possono essere sullo stelo o con una base larga e sono caratterizzati da un miglioramento del contrasto lacunare nella fase arteriosa, omogenea nel ritardato.

    Emangioma patologicamente confermato: una formazione endofitica limitata e in crescita è mostrata sulle immagini T1 coronali post-contrasto e T2 coronali.

    leiomioma

    I leiomiomi sono rari tumori benigni mesenchimali.
    Possono essere localizzati sottomessi, sussurrosi.
    La buona qualità è caratterizzata da contorni chiari e uniformi, struttura omogenea e miglioramento del contrasto omogeneo.

    lipoma

    Un tumore intraluminale ben differenziato costituito da tessuto adiposo.
    I liposarcomi dell'intestino tenue sono estremamente rari.

    Nella scansione TC mostra la formazione di densità grassa nella regione della flessura duodenale-digiunale.
    Segnale MR a bassa intensità dall'educazione su T2 fatsat (immagine in basso a destra).
    Immagine endoscopica di un lipoma (immagine in alto a destra).

    Ischemia mesenterica

    Il segno del bersaglio nell'area del segmento ischemico dell'intestino tenue.
    Presta attenzione all'edema mesenterico e all'ascite.

    Sintomo bersaglio
    Edema dello strato sottomucoso con miglioramento del contrasto della membrana mucosa e sierosa.
    Questo è un segno di processi non-neoplastici, "benigni": infiammazione, ischemia o enterite post-radiazioni.

    typhlitis

    Sintomo bersaglio in un paziente con enterocolite neutropenica e sepsi.

    L'enterocolite neutropenica è una condizione potenzialmente pericolosa per la vita caratterizzata da un processo infiammatorio che può progredire fino alla necrosi, è più comune nei pazienti con leucemia e manifesta danni alla mucosa sullo sfondo della terapia citostatica (8).
    "Tiflit" (dal greco "Typhlon", cieco) - enterocolite neutropenica nella regione ileocecale, preferiamo il termine più ampio, "enterocolite neutropenica", così spesso vengono coinvolte anche altre sezioni dell'intestino tenue / crasso (8).

    Tecnica e metodi di ricerca

    I tumori dell'intestino tenue possono essere visibili nella TC di routine della cavità addominale in pazienti con sintomi aspecifici.

    Tuttavia, se un tumore dell'intestino tenue è clinicamente sospetto e una scansione TC di routine non rivela cambiamenti, deve essere eseguita l'enterografia TC o MRI.
    Entrambi i metodi hanno una buona precisione nella diagnosi dei tumori dell'intestino tenue.
    La scelta della metodologia dipende principalmente dalla formazione del personale.
    Preferiamo l'MR-enterografia come metodo di studio non radioattivo, in cui i tumori sono ben visualizzati nei circuiti intestinali.

    Il mezzo di contrasto per l'enterografia MR e CT è acqua o metilcellulosa, che ha un'intensità del segnale MR bassa su immagini T1-pesate e un'intensità elevata su immagini T2-pesate.

    Qui ci sono il T2-VI e il T1-VI con soppressione del grasso.
    Si prega di notare che l'intestino tenue è ben teso.

    Il diametro del lume dovrebbe essere ≥ 2 cm.
    Lo spessore della parete> 3 mm è considerato patologico.

    I cicli spaccati dell'intestino tenue possono simulare un ispessimento delle pareti e un miglioramento patologico del contrasto.

    Sui cappi T1-VI del digiuno caduti.
    Di conseguenza, c'è un ispessimento del muro e un rinforzo caratteristico.
    Al T2-VI durante lo stesso studio, questo segmento è adeguatamente allungato.

    PET-CT non è un metodo di scelta, ma può essere usato per dati ambigui di TC / RM o per cercare metastasi distanti.