Adenoma parotide

Le ghiandole salivari si trovano nella cavità orale. Le ghiandole salivari parotidee, come le altre grandi e piccole ghiandole salivari secernono secrezione esocrina - proteine ​​e componenti mucose della saliva. Spesso tra le malattie della ghiandola salivare parotide sono tumori isolati, che per loro natura possono essere benigni e maligni.

Gli adenomi, a differenza di tutte le neoplasie maligne che si verificano negli esseri umani, sono rari. Il più delle volte, la ghiandola parotide è colpita da tumori all'età di 50 anni, la comparsa di patologia è possibile non solo negli adulti, ma anche nei neonati.

L'adenoma delle ghiandole salivari dopo 70 anni è raro. La durata della storia è difficile da determinare, dal momento che il processo del tumore si svolge per un lungo periodo senza sintomi particolari. La malattia colpisce sia uomini che donne.

Nella classificazione dentale internazionale gli adenomi delle ghiandole salivari sono epiteliali, sono rappresentati dalle forme: pleomorfa, monomorfica, adenolinfoma. Le malattie degli organi salivari si sviluppano sullo sfondo di processi patologici sia distrofici che infiammatori e neoplastici.

L'infiammazione delle labbra (cheilite), l'infiammazione della lingua (voce) e la stomatite in corso cronico possono provocare una condizione pretumor delle ghiandole salivari. Le caratteristiche dell'aspetto degli adenomi portano a disturbi della masticazione, della deglutizione e delle funzioni respiratorie. Per un tipico stadio caratteristico dell'adenoma, quando c'è una formazione con un diametro inferiore a 2 cm, non oltre la capsula.

Questo tipo di tumore nella ghiandola parotide cresce lentamente, ha una struttura simile al normale tessuto dell'organo. La palpazione è ben separata dal tessuto circostante. Il tumore di solito si presenta da un lato, può essere localizzato a destra o a sinistra. La lesione bilaterale viene raramente osservata solo se si tratta di un adenolinfoma e di un adenoma polimorfico.

La neoplasia può avere localizzazione superficiale o può essere localizzata in profondità nel parenchima della ghiandola.

Di solito il sito del tumore e il nervo facciale sono a distanza. Ma l'adenoma a volte lascia il lobo extra della ghiandola salivare parotide. Il verificarsi di adenomi è dovuto a un'infezione virale o batterica, un processo autoimmune. L'adenoma pleomorfo si presenta come un nodo di forma rotonda o ovale, con dimensioni fino a 5-6 cm di diametro. Il tumore sull'incisione biancastra.

Può essere una consistenza collinosa, spesso densa o elastica. Questo adenoma è costituito da tessuto ghiandolare con frammenti di tessuto linfoide. Di solito ha una consistenza morbida, nessun dolore, cresce gradualmente, a volte raggiunge dimensioni abbastanza grandi. Può essere costituito da diversi nodi, la capsula non lo copre completamente. L'adenoma monomorfico è raro, si sviluppa lentamente. Questo è un nodo di forma rotonda con un diametro di 1-2 cm, consistenza morbida o densa, sul taglio è rosa-biancastro, si trova marrone.

Ossifilico isolato istologicamente, adenolinfina, cellula basale, cellula trasparente.

L'adenoma o oncocitoma delle cellule ossifiliche, è raro, bilaterale, costituito da grandi cellule luminose con citoplasma a grana fine eosinofilica. Ha un piccolo nucleo scuro.

L'adenolinfoma si presenta più frequentemente, è caratterizzato da infiltrazione linfocitica con formazione di follicoli linfoidi. Il tumore si trova nella capsula, è considerato un tumore raro, è costituito da tessuto ghiandolare con elementi di tessuto linfoide. Si trova nel corpo, accompagnato da un processo infiammatorio.

Lo sviluppo dell'adenoma delle cellule basali è associato alle cellule che rivestono i dotti della ghiandola salivare. La struttura delle cellule e la struttura del tumore è simile al carcinoma a cellule basali della pelle. L'adenoma cellulare chiaro è un fenomeno piuttosto raro, costituito da celle luminose a forma di fuso e multiforme, forma strutture impressionanti.

Trattamento dell'adenoma della ghiandola salivare

L'individuazione dell'adenoma della ghiandola salivare viene effettuata attraverso lo studio dei sintomi, i reclami dei pazienti, l'anamnesi, l'esame visivo. Nella fase diagnostica, vengono utilizzati il ​​metodo citologico, la biopsia, il radioisotopo e l'esame radiologico.

Il trattamento di un paziente con un tale tumore non è un problema serio. L'unità è facilmente rimossa insieme alla capsula. Questa formazione non germina, quindi l'operazione richiederà solo pochi minuti. L'unica complicazione dopo l'intervento chirurgico può essere dovuta al danneggiamento del nervo facciale.

Non esistono raccomandazioni speciali per la prevenzione dell'adenoma parotide della ghiandola salivaria. Ogni persona, ogni giorno, seguendo uno stile di vita sano, assumendo vitamine, introducendo una dieta equilibrata nella dieta, sarà in grado di mantenere la salute per molti anni.

Redattore esperto: Pavel Alexandrovich Mochalov | d. m. n. medico di famiglia

Istruzione: Istituto medico di Mosca. I. M. Sechenov, specialità - "Medicina" nel 1991, nel 1993 "Malattie professionali", nel 1996 "Terapia".

Tipi e caratteristiche degli adenomi delle ghiandole salivari

L'adenoma della ghiandola salivare è una singola o multipla formazione di un carattere benigno. Il tumore è un tubercolo, che è spesso diviso in parti.

L'adenoma delle ghiandole salivari si verifica più spesso nelle donne dopo 50 anni, negli uomini la diagnosi viene diagnosticata meno frequentemente.

L'adenoma si può formare nelle ghiandole sublinguali, sottomandibolari o parotidee. Tali strutture nodali sono in grado di degenerare in tumori maligni, pertanto, ai primi segni della malattia, è necessario consultare uno specialista.

Tipi di malattia

Si distinguono le seguenti forme di patologia:

  1. Adenoma della ghiandola salivare polimorfico o pleomorfo. Questa formazione tumorale aumenta lentamente di dimensioni. Se il tempo non inizia il trattamento, allora può raggiungere grandi dimensioni. La particolarità di questa neoplasia nella propensione alla degenerazione in cancro. L'adenoma visivamente polimorfico sembra una formazione densa e nodosa.
  2. Cellula basale. Questo tumore è formato da strutture cellulari basaloidi e il più delle volte consiste di diversi noduli. Il rischio di trasformare una tale forma di malattia in un cancro è minimo.
  3. Greasy. Questa è una piccola lesione asintomatica che causa quasi nessuna complicazione. Rimosso solo dall'operazione.
  4. Canalicolare. Esternamente, un tale tumore assomiglia a piccole perle con chiari confini. L'adenoma canarino è caratterizzato da una struttura a fascio sottile e si forma dalle cellule epiteliali. Molto spesso, questo tipo di malattia è osservato nei pazienti anziani.
  5. Adenolymphoma. Proviene da cellule linfatiche ed è caratterizzato da una crescita lenta. Localizzato dietro il padiglione auricolare.
  6. Adenoma monomorfico della ghiandola salivare. Consiste esclusivamente di cellule ghiandolari.

Ci sono anche forme maligne della malattia - adenocarcinomi. Secondo i segni esterni, è difficile distinguerli dai tumori benigni, quindi una visita medica è d'obbligo.

La classificazione degli adenomi delle ghiandole salivari per localizzazione è la seguente:

  • parotide;
  • sottomandibolare;
  • hyoid;
  • adenoma delle piccole ghiandole della cavità orale.

Nell'85% dei casi, viene diagnosticato un tumore della ghiandola salivare parotide, la quota della ghiandola sottomandibolare rappresenta circa l'8% dei tumori e nelle ghiandole sublinguali e piccole questa patologia viene diagnosticata nello 0,5% di tutti i casi.

Cause di patologia

Le vere cause dello sviluppo di adenoma delle ghiandole salivari non sono state ancora stabilite dai medici, ma sono noti fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare la malattia:

  1. Lesioni alle ghiandole salivari e processi infiammatori - scialoadenite, parotite epidermica, rottura della cisti salivare.
  2. Predisposizione ereditaria C'è una teoria che un gene responsabile delle mutazioni nelle cellule può essere ereditato.
  3. Microorganismi con stato oncogeno. Quando questi agenti patogeni entrano nel corpo, i tessuti ghiandolari possono ispessirsi, cioè, questi tessuti sono costituiti dalle ghiandole salivari.
  4. Disturbi ormonali. Le interruzioni nell'equilibrio ormonale possono portare all'interruzione della struttura tissutale, influire sulla loro composizione.
  5. Fattori negativi esterni (radiazioni radioattive, che a lungo influenzano il corpo umano).
  6. Fumo. Le resine contenute nei prodotti del tabacco hanno un effetto negativo sulla produzione di saliva, che porta ad asciugare eccessivamente la cavità orale.
  7. Cibo irrazionale Con una carenza di vitamine, macronutrienti e minerali, si riduce la produzione di secrezioni salivari, che diventa un provocatore per lo sviluppo di processi e cambiamenti patologici.
  8. Malattie professionali Particolarmente spesso questa patologia viene diagnosticata in persone che lavorano nella lavorazione del legno, nelle industrie metallurgiche e chimiche.

sintomi

L'adenoma pleomorfo si sviluppa a lungo e potrebbe non manifestarsi per anni. Il quadro clinico della malattia dipende dalla posizione del tumore, ma ci sono segni generali:

  • dolore che si verifica quando l'educazione diventa grande;
  • danno al nervo facciale che passa attraverso la ghiandola parotide;
  • affrontare l'asimmetria;
  • ridotta mobilità dei muscoli facciali;
  • se il tumore si trova in profondità, i pazienti lamentano difficoltà a deglutire e parlare.

Già nella fase iniziale della malattia, l'adenoma può essere sentito con la palpazione. Questa è una formazione solida che si distingue chiaramente dagli altri tessuti. Molto spesso, più adenomi si trovano su un lato, ma il linfoma polimorfico o l'adenolinfoma possono comparire in diversi punti e colpire più ghiandole salivari contemporaneamente.

I sintomi di un piccolo adenoma della ghiandola salivare si manifestano raramente. Ma a causa dell'alta probabilità di trasformazione di una neoplasia in un tumore maligno, ai primi segni è necessario consultare uno specialista.

Se il tumore inizia a malignarsi, questo è accompagnato dai seguenti sintomi:

  • l'emergere di confini chiari e una struttura pronunciata dell'educazione;
  • il nodo inizia a crescere abbastanza rapidamente;
  • la patologia si estende alle strutture linfatiche.

L'adenoma delle ghiandole salivari non può dissolversi da solo, pertanto, prima un paziente va da un medico, maggiori sono le possibilità che ha per un trattamento efficace della patologia e meno probabilità di recidiva.

Misure diagnostiche

Per stabilire la diagnosi e anticipare il tipo di adenoma del paziente, sono necessari i seguenti esami e test di laboratorio:

  1. Visita medica Durante l'esame, lo specialista conduce un sondaggio del paziente e scopre quando il tumore è stato scoperto, quali sintomi è accompagnato da quanto velocemente la patologia cresce.
  2. Palpazione. Il medico al tatto determina non solo la forma del tumore, ma anche la sua consistenza, struttura e dimensione.
  3. Stati Uniti. L'ecografia aiuta a determinare accuratamente tutti i parametri della patologia.
  4. Cranio a raggi X. Questa misura diagnostica è necessaria per identificare le possibili cause di un tumore.
  5. Ptyalography. Questo metodo di ricerca permette di esaminare in dettaglio i dotti delle ghiandole salivari. La procedura viene eseguita con il contrasto.
  6. Biopsia. Necessario per determinare la natura del tumore.
  7. TC e RM.
  8. Lo studio del sistema linfatico del paziente, che viene nominato nell'identificazione delle complicanze.

Metodi di trattamento e rimozione

Il trattamento farmacologico dell'adenoma della ghiandola salivare non esiste, è possibile eliminare la patologia solo con la chirurgia. Tuttavia, la medicina moderna ha nell'arsenale un gran numero di metodi diversi per rimuovere l'adenoma, che consentono di eseguire l'operazione in pochi minuti.

Al fine di evitare una recidiva dopo la rimozione di una neoplasia, sarà necessaria una rimozione completa della ghiandola salivare. Con un nodo pleomorfo, spesso è richiesto un intervento ripetuto, poiché l'educazione tende a crescere. Inoltre, durante l'operazione per rimuovere un adenoma delle ghiandole salivari, le cellule patologiche possono entrare nella ferita e innescare la crescita di una nuova formazione. Le lesioni multiple sono estremamente difficili da rimuovere.

Rimedi popolari e metodi di trattamento per l'adenoma della ghiandola salivare non sono efficaci.

Al fine di rimuovere l'adenoma della ghiandola salivare, è necessario contattare la clinica, dove c'è tutta l'attrezzatura necessaria per l'operazione. Prima che l'operazione di rimozione sia raccomandata:

  • passare esami del sangue e delle urine;
  • sottoporsi a ecografia e risonanza magnetica;
  • fai una radiografia dei polmoni;
  • fare un test bioptico;
  • essere testato per una reazione allergica all'anestesia, che verrà utilizzata durante l'intervento chirurgico;
  • fai scialografia per assicurarti che non ci siano concrezioni nei dotti delle ghiandole salivari;
  • una settimana prima dell'operazione, è necessario interrompere l'assunzione di quasi tutti i farmaci, ad eccezione di quelli che sono vitali;
  • È vietato assumere farmaci che influiscano sulla coagulazione del sangue;
  • tre giorni prima dell'operazione, è necessario smettere di fumare e bere alcolici, e anche di cambiare la dieta - passare a cibi leggeri senza fibre grossolane;
  • nel giorno dell'intervento, devi pulire l'intestino.

L'adenoma della ghiandola salivare viene rimosso in anestesia generale. Questo intervento è chiamato parotidectomia radicale o parziale. In caso di fallimento di questa operazione, può essere prescritta un'endoscopia addizionale, che può prevenire le ricadute e ripristinare la pervietà dei dotti salivari.

Metodi di rimozione che si applicano:

  1. Rimozione endoscopica. Il dottore fa delle forature nei posti giusti, dove è inserita una sonda equipaggiata con una videocamera. Sul monitor del computer, il medico controlla da vicino lo stato di avanzamento dell'operazione. Questo è un metodo a basso impatto che riduce il rischio di possibili complicazioni, previene la dissezione di altri tessuti quando si accede alla ghiandola e riduce al minimo il danneggiamento dei vasi sanguigni e delle fibre nervose. Dopo la chirurgia endoscopica, il paziente è in ospedale per non più di 3 giorni.
  2. Intervento microchirurgico Questo è un metodo di rimozione che preserva l'organo, con l'aiuto del quale ripristina i dotti danneggiati e preserva la ghiandola durante la rimozione di un tumore.

Per recuperare più velocemente dopo l'intervento chirurgico e ridurre i rischi di possibili complicanze, è necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  1. Alcuni giorni dopo la rimozione, nella ferita deve rimanere un drenaggio speciale, che controllerà l'emostasi e il fluido di scarico.
  2. La durata della guarigione della ferita postoperatoria dipende dal tipo di operazione. Dopo l'intervento endoscopico, i punti vengono rimossi il terzo giorno, dopo l'intervento tradizionale - in una settimana.
  3. Dopo la dimissione, il paziente deve visitare regolarmente il chirurgo mascellare finché la ferita postoperatoria non guarisce completamente.
  4. Smettere di fumare è un must. Fumo, nicotina, catrame irritano le mucose, causando un deterioramento del processo di guarigione. Dopo un pieno recupero, non è auspicabile tornare a una dipendenza, altrimenti è possibile una ricaduta della malattia.

cibo

Il paziente può consumare piatti semi-liquidi entro poche ore dopo l'intervento chirurgico per rimuovere l'adenoma. Il cibo deve essere a temperatura ambiente e non deve contenere spezie che possano irritare la cavità orale. Non raccomandato per l'uso di piatti piccanti, in salamoia, salati e acidi. Dopo aver mangiato, è necessario sciacquare a fondo la cavità orale con decotti di erbe o soluzione di soda.

Nonostante il fatto che l'adenoma delle ghiandole salivari sia un tumore benigno, è impossibile chiamarlo innocuo. Con l'aumentare delle dimensioni, questa neoplasia può portare a varie complicazioni e conseguenze negative. Non ci sono regole chiare per la prevenzione di questa malattia. È importante condurre uno stile di vita sano, mangiare bene, assumere vitamine. È anche necessario abbandonare la dipendenza da nicotina, per prevenire infezioni e lesioni alle ghiandole salivari.

Come viene rimosso l'adenoma delle ghiandole salivari

Un adenoma della ghiandola salivare è un tumore benigno formato da cellule ghiandolari. La struttura del tumore - cellule compattate con bordi e struttura lobulare. La malattia è spesso fissata negli anziani nelle donne. Può colpire le ghiandole parotidee sottomandibolari o sublinguali. Alcuni pazienti hanno diversi piccoli adenomi nodulari nella ghiandola parotide.

motivi

La causa esatta del processo tumorale non è installata. Ci sono fattori in cui lo sviluppo di adenoma nella ghiandola salivare si verifica più frequentemente.

  • Ferite alla faccia, forti spremute, colpi.
  • Processi infiammatori nelle ghiandole salivari, orecchioni nella storia.
  • Sviluppo alterato di tessuti di natura innata.
  • Infezione da citomegalovirus, herpes.
  • Cattive abitudini, condizioni di lavoro.

I medici sono inclini a credere che la formazione di adenoma nella ghiandola salivare sottomandibolare sia associata a livelli elevati di colesterolo, in violazione dell'alimentazione e dei livelli ormonali. Il gruppo di rischio comprende persone che lavorano nell'industria pesante.

Tipi di formazioni

Esistono diversi tipi di adenomi delle ghiandole salivari. Differiscono per struttura, tipo di flusso.

    Adenoma polimorfico, a volte chiamato pleomorfo. È caratterizzato da uno sviluppo lento, a volte raggiunge grandi dimensioni con una struttura collinosa e densa. È spesso diagnosticato nella ghiandola dell'orecchio. In una fase avanzata, rimane un alto rischio di degenerazione cellulare in un cancro. Il tumore contiene fluido linfatico con cellule e particelle di tessuto fibroso. Gli adenomi pleomorfi talvolta appaiono nell'adolescenza sotto forma di piccoli nodi e iniziano a crescere con l'età.

L'adenocarcinoma è una complicazione di uno dei tipi di adenomi salivari. Può verificarsi in una qualsiasi delle ghiandole. A poco a poco, le cellule vengono modificate alla struttura papillare, espandendosi nell'epitelio. Quando l'adenocarcinoma rimane una prognosi infausta.

Segni e sintomi

L'adenoma è incline alla formazione lenta, che porta alla sua diagnosi tardiva. I sintomi si verificano con la crescita del nodo:

  • sigillo rotondo o ovale sotto la pelle con chiari limiti;
  • mancanza di dolore durante la palpazione ad uno stadio iniziale;
  • con crescita, dolore, gonfiore;
  • la salivazione diminuisce, la bocca secca aumenta;
  • appare l'asimmetria del viso;
  • i tessuti circostanti e le fibre nervose sono compressi;
  • la deformazione della faringe porta a difficoltà nel mangiare e nel deglutire il processo.

Un grande adenoma pleomorfo provoca sensazione di corpo estraneo in bocca, raucedine della voce o perdita della parola.

complicazioni

È impossibile ignorare lo sviluppo della patologia, le conseguenze della crescita possono influenzare negativamente la salute e la vita del paziente. Ad ogni paziente viene prescritta la rimozione dell'adenoma nella ghiandola salivare. Il suo infiltrato porta alla distruzione dei tessuti circostanti. Con la rapida divisione delle metastasi si passa al polmone e al tessuto osseo, la superficie dei nodi ulcerata. I muscoli masticatori sono danneggiati, causando la perdita dell'appetito del paziente e si verifica l'esaurimento.

La malattia oncologica in una fase avanzata non è curabile, c'è un alto rischio di mortalità nei pazienti.

diagnostica

Per identificare i tumori utilizzati esami di laboratorio e strumentali. Nella maggior parte dei casi, se si sospetta l'adenoma di un paziente, vengono ospedalizzati nel reparto di oncologia. Nello standard, il paziente viene esaminato per sangue e urina. Il materiale biologico può mostrare la presenza di un processo infiammatorio con un aumento dei leucociti.

    Stati Uniti. La diagnosi della ghiandola salivare è necessaria in una fase precoce se si sospetta un tumore. Con l'aiuto degli ultrasuoni, il medico valuta la dimensione dell'adenoma, la sua crescita e l'entità del danno tissutale.

Metodi di trattamento

Il tipo di terapia è determinato dal medico - chirurgo o oncologo dopo un esame completo. In quasi tutti i casi, per il trattamento della ghiandola salivare con adenoma viene utilizzato un metodo radicale - la chirurgia.

Preparare un paziente per la chirurgia consiste nella terapia antibatterica, gli vengono prescritti farmaci anti-infiammatori. Questo riduce la probabilità di complicanze durante e dopo l'intervento chirurgico.

Il paziente descrive il decorso della chirurgia, i rischi e la prognosi. L'anestesia viene somministrata prima delle procedure chirurgiche. Nella maggior parte dei casi viene utilizzata l'anestesia generale, l'operazione è indolore. Durante il trattamento, viene rimosso non solo il nodo di adenoma, ma anche la ghiandola salivare.

  • Ghiandola parotide Il medico fa una piccola incisione sul lato anteriore dell'area dell'orecchio. Il nodo viene rimosso con una capsula, evitando accuratamente il nervo facciale. La complicazione dell'operazione può essere un danno al nervo facciale, che porta a una violazione delle espressioni facciali.
  • Sottomandibolare. L'accesso all'adenoma è possibile solo attraverso un'incisione nel collo vicino al mento. Il tumore viene rimosso insieme alla ghiandola interessata. Con un forte aumento dell'estirpazione, vengono anche esposti i linfonodi. Il materiale risultante viene inviato per ulteriori ricerche.
  • Ioide. L'accesso è attraverso la cavità orale. Per le taglie grandi, l'incisione è fatta nel collo. Il sito viene rimosso con la ghiandola e i tessuti vicini che erano sotto pressione. Questo preclude la diffusione del processo necrotico.

La chirurgia standard senza complicazioni dura 30 minuti. Se un tumore del cancro e metastasi vengono rilevati durante il taglio dei tessuti, hanno un grande accesso ad esso. In alcuni casi, la chirurgia di adenocarcinoma in stadio avanzato è controindicata. Il paziente è sottoposto a chemioterapia e radioterapia ed è costantemente monitorato presso il centro di oncologia.

recupero

Dopo la fine dell'anestesia, il chirurgo esamina il paziente, controlla i suoi muscoli facciali. Nei primi tre giorni, la medicazione e la cura del drenaggio vengono eseguite in ospedale. Alcuni giorni dopo lo scarico dell'infiltrazione, il drenaggio viene rimosso, quindi vengono rimosse le suture. Se si utilizzano suture cellulosiche, sono autoassorbenti.

Entro due settimane, la ferita viene trattata con perossido di idrogeno o un altro antisettico. Il paziente deve osservare la sutura in modo che non si disperda o che il contenuto purulento non venga rilasciato da esso. Con la cura adeguata, si asciuga rapidamente.

dieta

A poche ore dall'intervento, il paziente può consumare pasti liquidi a temperatura ambiente. Quando si rimuove il linfoma, nell'alimentazione è importante aderire alle restrizioni a lungo termine. Ciò è dovuto al fatto che l'area operativa dopo la rimozione dei nodi regionali è ampia.

Dopo aver mangiato, si consiglia di risciacquare la bocca con una soluzione debole di soda.

Rimedi popolari

Sfortunatamente, è impossibile curare l'adenoma usando metodi popolari. L'intervento posticipante può portare a gravi complicazioni.

I rimedi popolari possono essere usati come antisettici naturali. Risciacquare la bocca con salvia, camomilla e erba di San Giovanni. Bene aiuta con necrosi dei succhi plantain puri. I brodi non dovrebbero essere caldi.

Prognosi e prevenzione

Solo gli adenomi negli stadi avanzati, che si sviluppano in un tumore, hanno una prognosi sfavorevole. Se l'operazione è stata eseguita nella prima fase, oltre l'80% dei pazienti vivrà per almeno cinque anni.

Quasi la metà dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico nel terzo stadio ha cinque anni o più. Nonostante la buona qualità del tumore, la diagnosi tardiva è pericolosa per il paziente. Dopo la rimozione di grandi adenomi, la parola e le espressioni facciali possono essere disturbate e le ossa possono essere deformate.

Con segni minori e un sigillo nella zona della bocca, del collo o del mento, si consiglia di consultare un chirurgo.

Adenoma delle ghiandole salivari: cause di patologia e metodi di trattamento

A causa del rapido deterioramento della situazione ambientale e delle situazioni di stress cronico (che ha un enorme impatto negativo sul corpo umano), il numero di pazienti che richiedono cure mediche con denunce sulla crescita delle formazioni tumorali aumenta di anno in anno. Indipendentemente dal fatto che il tumore sia di natura benigna o maligna, necessita di un attento monitoraggio, sostituendolo con misure terapeutiche intensive al minimo sospetto di un peggioramento del processo patologico. Cos'è l'adenoma delle ghiandole salivari e cosa fare in caso di occorrenza?

Il contenuto

  • Adenoma della ghiandola salivare: che cos'è
  • Cause di
  • Tipi di adenomi delle ghiandole salivari
  • Sintomi e segni di neoplasia benigna
  • Metodi diagnostici
  • Puntura della ghiandola salivare con adenoma
  • Trattamento del neoplasma
  • Preparazione per la chirurgia
  • Chirurgia per adenoma parotide
  • Rimozione dell'adenoma sottomandibolare della ghiandola salivare
  • Il corso dell'operazione in caso di adenoma sublinguale SJ
  • Rimozione chirurgica degli adenomi delle piccole ghiandole salivari
  • Periodo di recupero
  • Come e dopo quanto puoi mangiare dopo l'intervento
  • Trattamento farmacologico nel periodo postoperatorio
  • Dieta nel tardo periodo postoperatorio
  • Trattamento senza chirurgia
  • Trattamento di rimedi popolari
  • Cos'è l'adenoma delle ghiandole salivari

L'adenoma della ghiandola salivare è una neoplasia benigna che si sviluppa dalle cellule epiteliali ghiandolari. Molto spesso, la ghiandola salivare parotide è interessata e spesso si osserva la formazione di numerosi noduli tumorali.

L'adenoma è un tubercolo con i confini propriamente definiti (arrotondato o ovale), ha una struttura lobulare e si forma principalmente negli anziani (soprattutto nelle donne).

cause di

Gli scienziati non riescono ancora a concordare un parere comune, qual è la vera causa della formazione di adenoma delle ghiandole salivari. Tuttavia, ci sono una serie di fattori che possono influenzare indirettamente il suo verificarsi:

  • predisposizione genetica alla patologia;
  • lesioni alle orecchie e ai tessuti circostanti;
  • processi infettivi-infiammatori nelle ghiandole salivari;
  • interruzione del sistema endocrino;
  • cattive abitudini (fumo, alcol);
  • rischi professionali (alte dosi di radiazioni, esposizione a sostanze chimiche tossiche).

Inoltre, alcuni esperti suggeriscono che la crescita di adenoma può essere scatenata da una dieta squilibrata di scarsa qualità o persino dall'uso regolare di un telefono cellulare.

classificazione

La patologia può essere suddivisa nei seguenti tipi:

  • adenoma polimorfico - formazione a crescita lenta, dimensioni elevate e alto rischio oncogenico (in caso di diagnosi tardiva);
  • cellula basale - caratterizzata dalla formazione di più nodi; quasi mai rinato in cancro (adenocarcinoma);
  • sebacea - è asintomatico e non causa complicazioni;
  • canalicolare è una piccola perlina rotonda con contorni chiari;
  • il linfoma è una formazione mobile elastica localizzata dietro l'orecchio e formata da tessuti linfoidi;
  • monomorfico - nella sua "composizione" include solo cellule mesenchimali;
  • tumore pleomorfo - misto (il più comune).

Per determinare con precisione il tipo di adenoma, è necessario, oltre all'ispezione visiva, condurre ulteriori metodi diagnostici strumentali!

sintomi

Per lungo tempo lo sviluppo di adenoma potrebbe essere asintomatico. Il paziente inizia a provare disagio solo quando l'educazione raggiunge dimensioni impressionanti.

I principali sintomi della malattia includono:

  • difficoltà nel mangiare e nella deglutizione;
  • disturbi della dizione;
  • gonfiore;
  • dolore dolorante dietro il padiglione auricolare.

A volte il tumore raggiunge dimensioni tali che il paziente ha un sintomo pronunciato - asimmetria del viso.

diagnostica

I principali metodi di diagnosi dell'adenoma della ghiandola salivare sono:

  • emocromo completo (visualizza lo stato del corpo nel suo complesso);
  • CT (il metodo diagnostico più accurato e completo che visualizza tutte le strutture dell'adenoma);
  • sialografia (consente di determinare la forma e le dimensioni del tumore);
  • Ultrasuoni (specifica la posizione dell'istruzione);
  • biopsia (utilizzata per identificare il tipo di tumore);
  • puntura della ghiandola con una descrizione dell'immagine citologica dei contenuti.

In alcuni casi, è consigliabile condurre la radiografia delle ossa del cranio per determinare il grado della loro deformazione.

foratura

La biopsia puntura dell'adenoma viene eseguita in anestesia locale o generale con l'aiuto di uno speciale ago cavo stretto. Il materiale risultante viene trasferito su un vetro diagnostico e verniciato. A causa del breve tempo necessario per ottenere risultati (non più di 2 giorni) e un alto grado di affidabilità (la biopsia viene utilizzata per la diagnosi differenziale dei tumori tra le loro specie e altre malattie, nonché per determinare la natura dell'educazione), questo metodo è uno dei più popolari tra medici e pazienti.

trattamento

Nella forma acuta della malattia, è consentito applicare metodi di terapia conservativa (antibiotici, antinfiammatori e antidolorifici) insieme a fisioterapia.

Tuttavia, gli specialisti sono inclini a condurre un metodo di trattamento radicale - la chirurgia - per minimizzare il rischio di recidiva e le possibili complicanze.

Preparazione preoperatoria

La preparazione preoperatoria per l'adenoma della ghiandola salivare comprende necessariamente i seguenti punti:

  • condurre una terapia antibatterica e antinfiammatoria preliminare (per ridurre la probabilità di complicanze postoperatorie);
  • la selezione di farmaci per la sedazione (preparazione farmacologica per la chirurgia), include la scelta di tranquillanti, polmoni sedativi;
  • conversazione psicologica con il paziente (spiegazione della necessità di un intervento chirurgico e ulteriori previsioni a seconda dei suoi risultati, valutazione del rischio).

L'operazione è completamente indolore a causa dell'anestesia. La scelta del tipo dipende dalla dimensione del tumore, dalla sua localizzazione e dallo stato di salute del paziente. Piccoli adenomi possono essere rimossi in anestesia locale, quelli grandi (soprattutto se allo stesso tempo è necessario eseguire un'estirpazione della stessa ghiandola) - sotto quello generale.

Una settimana prima dell'operazione, è necessario interrompere l'assunzione di farmaci che fluidificano il sangue (Aspirina, Polokard, Cardiomagnil) e anti-piastrinici (altrimenti durante la procedura chirurgica può verificarsi tale complicanza in quanto è difficile interrompere il sanguinamento).

Come funziona l'operazione per l'adenoma parotide delle ghiandole salivari: chi rimuove il tumore?

Il trattamento chirurgico per questo tipo di tumore non è particolarmente difficile. L'accesso alla ghiandola è fornito dal chirurgo attraverso una piccola incisione di fronte al padiglione auricolare. Il nodo viene facilmente rimosso insieme alla capsula e l'operazione richiede solo pochi minuti. L'unica sfumatura potrebbe essere la localizzazione dell'adenoma vicino al nervo facciale - in questo caso, la probabilità del suo danno è alta.

Il corso dell'operazione per l'adenoma della ghiandola salivare sottomandibolare

Nell'adenoma della ghiandola salivare sottomandibolare, il medico fa un'incisione nel collo, sotto la linea del mento. In questa situazione, è necessario rimuovere il tumore insieme alla ghiandola (e in alcuni casi - ad esempio, con la sua crescita estesa - insieme ai linfonodi regionali). Successivamente, il tumore viene inviato all'esame reistologico per confermare la diagnosi.

Trattamento chirurgico degli adenomi della ghiandola salivare sublinguale

Lo specialista esegue l'incisione intraorale. Se l'adenoma è molto grande, potrebbe essere necessaria un'ulteriore incisione esterna nel collo.

In questo caso, il tumore viene rimosso insieme alla ghiandola salivare sublinguale e ai tessuti circostanti. L'operazione richiede una piccola quantità di tempo (meno di mezz'ora senza complicate fasi del processo).

Rimozione di adenoma delle piccole ghiandole salivari

I tumori delle piccole ghiandole salivari (palato duro, sul labbro, la guancia, la lingua) sono asportati all'interno dei tessuti non affetti, allo stesso tempo rimuovendo i tessuti molli colpiti. Quindi l'incisione viene suturata. Quando una grande quantità di liquido (sangue, saliva) si accumula, uno specialista può installare un drenaggio temporaneo (garza o materiali in gomma) per stabilire il suo deflusso tempestivo.

Periodo postoperatorio

Dopo l'operazione e la fine dell'anestesia, lo specialista verifica la capacità di lavoro dei muscoli mimici del paziente, formula raccomandazioni per la cura della ferita e il drenaggio (poiché rimane nella sezione per qualche tempo dopo l'intervento chirurgico). Il drenaggio viene rimosso dopo 4-5 giorni e il sesto giorno vengono rimosse le suture.

Allo stesso tempo, durante tutto il periodo di riabilitazione, è necessario pulire l'area intorno alla ferita con perossido di idrogeno o clorexidina e anche trattarla con unguenti antibatterici.

Come mangiare dopo la rimozione di adenoma ghiandola salivare

Poche ore dopo l'operazione per rimuovere l'adenoma della ghiandola salivare, il paziente può iniziare a consumare pasti semi-liquidi. Devono essere a temperatura ambiente e non contengono spezie aggressive e altri componenti che possono irritare le mucose della bocca. In caso di intervento chirurgico nella regione sottomandibolare e sotto la lingua, dopo ogni pasto, sciacquare la bocca con una soluzione di soda o tintura di erbe (camomilla, salvia, ecc.).

Trattamento farmacologico dopo l'intervento chirurgico

La terapia farmacologica dopo la rimozione di adenoma della ghiandola salivare comprende tutta una serie di farmaci: farmaci antibatterici e antinfiammatori, antistaminici e farmaci desensibilizzanti. Un elemento obbligatorio è la nomina di antidolorifici adatti - grazie a loro, il periodo di riabilitazione è più delicato a causa della mancanza di dolore che è inevitabile dopo questo tipo di intervento.

Radioterapia per l'adenoma delle ghiandole salivari

La radioterapia per l'adenoma della ghiandola salivare fa parte di un complesso terapeutico combinato (l'uso di una dose di radiazioni di 40-45 Gy, seguita da un intervento chirurgico) e viene utilizzato per massimizzare la soppressione della crescita di adenoma. Dopo 3-4 settimane, viene eseguito un intervento chirurgico per rimuovere il tumore.

Il più delle volte, l'irradiazione esterna viene eseguita in combinazione con la terapia interstiziale (effettuata introducendo aghi radioattivi in ​​un tumore) per 3-7 giorni con intervalli tra cicli di 2 settimane. Il numero di corsi è selezionato individualmente in base al grado di danno alla ghiandola. Possibili complicazioni dopo la radioterapia sono le mucose secche, l'iperemia e la comparsa di vescicole sulla pelle.

La radioterapia postoperatoria viene eseguita nel caso di:

  • l'impossibilità di stabilire un processo di malignità prima dell'operazione;
  • rilevamento del decorso della neoplasia dopo che l'adenoma è stato rimosso e ripetuto esame istologico;
  • rimozione incompleta di adenoma.

In questi casi, viene eseguito un intervento chirurgico ripetuto o soppressione dell'attività delle cellule esplosive della neoplasia.

Dieta dopo la rimozione di adenoma delle ghiandole salivari

Cosa puoi mangiare nel tardo periodo postoperatorio? I pazienti devono seguire una dieta speciale con la completa esclusione di prodotti che causano un aumento della secrezione di saliva (piatti speziati, acidi, speziati). Inoltre, non è consigliabile mangiare cibi molto caldi o freddi. Inoltre, dovrai abbandonare le cattive abitudini: il tabacco e l'alcol possono avere un impatto negativo sul processo di guarigione e possono provocare una ricaduta della malattia.

Trattamento dell'adenoma della ghiandola salivare senza chirurgia

Sfortunatamente, l'unico vero ed efficace modo di trattare l'adenoma delle ghiandole salivari è la chirurgia. Solo un chirurgo qualificato in una clinica moderna e ben attrezzata può salvare un paziente dalla patologia. Conservatore, radiazioni e medicina tradizionale servono solo come terapia che supporta e previene il ripetersi della malattia.

Trattamento di rimedi popolari

I metodi tradizionali di trattamento possono alleviare la condizione del paziente e rimuovere la clinica concomitante della malattia. Tra questi, il più comune:

  • compresse di succo di celidonia e carota (per alleviare il gonfiore);
  • unguento di vaselina, catrame e erba di San Giovanni, mescolati in proporzioni uguali (per eliminare gonfiore e dolore);
  • tinture di alcool di aglio o propoli (con un leggero effetto analgesico).

Prima di utilizzare una qualsiasi di queste prescrizioni, è necessario consultare il proprio medico.

L'adenoma delle ghiandole salivari è una grave patologia, disprezzo e tentativi di autotrattamento, che possono portare a conseguenze imprevedibili. La decisione più corretta in questa situazione sarà una visita immediata al medico curante per scoprire le ragioni e i modi per eliminare la patologia.

Adenoma della ghiandola salivare

L'adenoma della ghiandola salivare è una crescita benigna che si sviluppa dalle cellule epiteliali dei dotti escretori delle ghiandole salivari piccole e grandi. Accompagnato dall'emergere di un nodo indolore dalla forma rotonda nella proiezione della ghiandola. Con una dimensione significativa del tumore, asimmetria del viso, gonfiore, dolore dolorante, si verifica parestesia cutanea. L'adenoma viene diagnosticato utilizzando metodi di ricerca clinica e speciale generale: ecografia della ghiandola salivare, sialografia a contrasto, istologia, tomografia. Il trattamento degli adenomi viene effettuato esclusivamente chirurgicamente: a seconda delle dimensioni del tumore, viene eseguita un'asportazione completa o parziale della ghiandola.

Adenoma della ghiandola salivare

Nell'odontoiatria chirurgica, sono descritti diversi tipi istologici di adenomi delle ghiandole salivari. L'adenoma pleomorfo è più spesso diagnosticato nella pratica clinica. Rappresenta il 50-70% delle neoplasie epiteliali delle grandi ghiandole salivari (di solito le ghiandole parotidi) e il 20-55% delle ghiandole piccole (per lo più palatali). L'adenoma di solito si verifica negli anziani (dopo 50-60 anni), più spesso nelle donne. Cresce a lungo - 10-12 anni. L'adenoma della ghiandola salivare pleomorfa è anche chiamato tumore misto a causa dell'eterogeneità morfologica della struttura. Il tumore è benigno, ma può essere maligno. La rinascita in una forma maligna si verifica nel 2-5% dei casi. Dopo trattamento non radicale, il tumore si ripresenta spesso.

motivi

L'eziologia dell'adenoma non è completamente compresa. Esistono diverse teorie sull'insorgenza della malattia: fisico-chimica, virale, polietiologica. Ogni teoria è competente, ma nessuno di essi può spiegare accuratamente l'insorgenza di adenoma e coprire tutte le cause della malattia. Oggi, il più popolare e logico è il concetto polietiologico, secondo il quale l'azione di vari fattori può portare all'interruzione delle cellule. Teorie sulla formazione degli adenomi:

  • Fisico-chimica. Basato sulla posizione del ruolo di partenza nel processo di carcinogenesi di varie sostanze esogene. Gli agenti cancerogeni includono alcuni composti chimici, radiazioni ionizzanti, radiazioni ultraviolette, esposizione al freddo. Il rischio di formazione di adenomi aumenta dopo l'infortunio o l'infiammazione della ghiandola salivare (scialadenite).
  • Virus. Indica la connessione della patologia con l'infezione del corpo da parte di alcuni virus (Epstein-Barr, herpes), che provocano l'insorgenza di un tumore. Secondo questa teoria, gli agenti cancerogeni creano un ambiente favorevole per l'invasione e la riproduzione di virus oncogeni.
  • Polietiologichesky. Basato sulla presenza di molti fattori eziologici che possono causare un tumore. Oltre ai cancerogeni e ai virus menzionati sopra, questi includono mutazioni genetiche, una violazione degli ormoni ghiandolari embrionali, disturbi ormonali e cattive abitudini.

patogenesi

Dopo i 45 anni, il rimodellamento immunitario ed endocrino si verifica nel corpo umano. Questa condizione in combinazione con la violazione dei processi di proliferazione e differenziazione cellulare rende il corpo vulnerabile allo sviluppo del processo tumorale. Secondo la teoria polietiologica, sotto l'influenza di vari fattori nelle cellule epiteliali della ghiandola salivare, si verificano processi di kata e anaplasia. C'è una violazione della differenziazione delle cellule che iniziano a moltiplicarsi in modo incontrollabile, il che porta alla formazione di adenoma.

Macroscopicamente, l'adenoma è un nodo elastico o stretto di 5-6 cm. L'educazione è limitata alla capsula, ma può crescere nel tessuto ghiandolare. La presenza della capsula e della struttura lobata non può essere tracciata sempre. Sull'adenoma dell'incisione può avere una tonalità biancastra, giallastra o grigia con componenti cartilaginee e mucose. Dal punto di vista microscopico, il tessuto adenoma è molto eterogeneo, rappresentato da strutture ghiandolari, trabecolari, solide alveolari e microcistiche, sostanza myxoid e hindroide.

classificazione

Gli adenomi costituiscono l'80% di tutte le neoplasie epiteliali delle ghiandole. Sono caratterizzati da crescita benigna, sviluppo lento, insorgenza dopo 50 anni. La struttura morfologica e istologica dell'adenoma sono dei seguenti tipi:

  • Pleomorfica. È il più comune. Formato dall'epitelio dei dotti escretori. La palpazione è definita come una formazione rotonda con una trama densa e una superficie irregolare.
  • Monomorfico. Il tumore consiste principalmente nella componente ghiandolare della ghiandola salivare. Ha una dimensione fino a 5 cm, morbido ed elastico con la palpazione.
  • Adenolymphoma. Nasce dai dotti o nodi linfatici, contiene linfa. Formata esclusivamente nella regione parotide. È caratterizzato da confini chiari, struttura elastica o densa, una tendenza alla suppurazione.
  • Oxyphilic (oncocytoma). Si verifica nell'1% dei casi, principalmente nelle ghiandole parotidi. La palpazione è definita come un nodulo elastico ben definito.
  • Cellula basale. Proviene dal tipo di tessuto basaloide e contiene cellule basali. Macroscopicamente è un nodo stretto. Si differenzia dagli altri adenomi in quanto non si ripresenta mai e non diventa maligno.
  • Canalicolare. Appare più frequentemente sulla membrana mucosa del labbro o della guancia superiore. Consiste di cellule epiteliali prismatiche sotto forma di fasci. Differisce in una piccola dimensione, sembra perline.
  • Greasy. Questo è un piccolo nodulo costituito da cellule sebacee alterate cisticamente. L'educazione è indolore, non si ripresenta dopo la rimozione.

sintomi

L'educazione può avvenire in qualsiasi ghiandola salivare: parotide, sottomandibolare, sublinguale o piccola - sulle labbra mucose, sulle guance, sul palato. L'adenoma pleomorfo spesso colpisce una delle ghiandole parotidi. Il tumore appare sotto la tempia, davanti al padiglione auricolare. L'adenoma è caratterizzato da una crescita lenta e un'esistenza a lungo termine. I sintomi patognomonici sono il consolidamento rotondo o ovale, i contorni chiari, la mobilità e l'assenza di dolore alla palpazione. Nelle fasi iniziali, il tumore potrebbe non infastidire. Man mano che l'adenoma cresce, compaiono sensazioni sgradevoli e dolorose, gonfiore, edema, diminuzione della salivazione e secchezza nella cavità orale.

I grandi tumori possono causare asimmetria del viso, spremere gli organi circostanti, provocare dolore acuto. L'adenoma della ghiandola parotide può danneggiare le terminazioni nervose, provocando parestesie cutanee e paralisi dei muscoli facciali. I grandi tumori causano la deformazione della faringe, che si manifesta con il disagio durante il mangiare e la deglutizione. La sconfitta delle ghiandole sublinguali provoca una sensazione di un corpo estraneo nella bocca e disturbi del linguaggio nei pazienti. Il tumore delle piccole ghiandole salivari è caratterizzato da una bassa mobilità.

complicazioni

I grandi adenomi si estendono oltre la capsula e germogliano nella ghiandola. C'è una sostituzione dei tessuti della ghiandola e una violazione della funzione di salivazione. Possibili danni ai nervi facciali e trigeminali che minacciano la neurite, la paresi e la paralisi muscolare. In caso di trattamento chirurgico tardivo e non radicale, il rischio di recidiva dell'adenoma aumenta significativamente. Con la prolungata esistenza di un tumore nel 5% dei pazienti, si verifica la sua malignità. Quando gli adenomi si trasformano in maligni, si verifica una rapida crescita dei tessuti, la formazione diventa immobile e dura. Disturbare il dolore spontaneo, ridurre la produzione di saliva, la disfagia. Nel 50% dei casi, una neoplasia maligna si metastatizza ai linfonodi.

diagnostica

Allo scopo di diagnosticare l'adenoma, vengono utilizzati metodi di ricerca clinica e speciale. L'esame primario e l'intervista al paziente sono eseguiti da un chirurgo dentista o da un oncologo. La diagnosi differenziale degli adenomi viene eseguita con cisti, linfadenite, scialoadenite, tumori maligni delle ghiandole salivari. Vengono utilizzati i seguenti metodi di esame e diagnosi:

  • Ispezione e suono. Dalla palpazione è determinata dalla posizione, struttura, forma, mobilità, dimensioni, contorni dell'educazione; stimato la presenza di dolore, il rapporto tra il tumore e gli organi circostanti. Il rilevamento retrogrado consente di determinare la presenza di educazione nei condotti, il grado di compressione della ghiandola da parte del tumore. La valutazione della funzione di salivazione viene eseguita utilizzando una sonda e massaggiare la ghiandola.
  • Radiografia a contrasto. La scialografia mostra la posizione e le dimensioni esatte di una neoplasia all'83%. Le lesioni benigne spingono i dotti, che coincidono con i contorni del tumore. I contorni sono giudicati sulla dimensione dell'adenoma. Il contrasto intermittente del dotto è caratteristico dei tumori maligni.
  • Ecografia. L'ecografia delle ghiandole salivari consente di giudicare la dimensione del tumore e la sua struttura. L'ecogenicità determina i cambiamenti strutturali della ghiandola, il grado di sostituzione per tessuto connettivo. Le formazioni benigne hanno contorni uniformi e chiari. Lo studio è meno accurato con una posizione profonda dell'adenoma.
  • Studio istologico e citologico. Condotto dopo una biopsia di aspirazione e ricevendo punti di tumore. Permettere di verificare il tumore, chiarire la composizione cellulare, determinare il tipo di adenoma, differenziare i tumori benigni e maligni.
  • Imaging. La TC e la risonanza magnetica delle ghiandole salivari forniscono informazioni accurate e complete sulla malattia. L'imaging a risonanza magnetica e computerizzata ha il più alto valore diagnostico, mostra il rapporto tra il tumore e i tessuti circostanti, lo stadio di sviluppo, specifica la localizzazione topografico-anatomica.

Trattamento dell'adenoma della ghiandola salivare

Il trattamento viene effettuato principalmente con la chirurgia. Il metodo di funzionamento dipende dal decorso clinico della malattia, dalle dimensioni e dalla posizione dell'adenoma, dall'età e dallo stato di salute del paziente. È molto difficile rimuovere l'adenoma della regione parotidea, a causa della complessa anatomia di quest'area. Durante l'operazione, è importante isolare correttamente e preservare il nervo facciale. I seguenti metodi chirurgici sono utilizzati nella chirurgia maxillo-facciale:

  • Tumore di enucleazione. La rimozione dell'adenoma comporta il trattamento e l'eliminazione del tumore all'interno della sua involucro. La capsula della ghiandola viene sezionata, il tumore viene staccato dai tessuti circostanti lungo l'intero perimetro. Il tumore viene gradualmente sezionato e rimosso. La via è la meno traumatica.
  • Asportazione della ghiandola. La parotidectomia può essere parziale (rimozione del tumore e una piccola parte sottostante della ghiandola), subtotale (estirpazione dell'adenoma insieme a diversi lobi della ghiandola) e totale (estirpazione della ghiandola parotide con il tumore). In caso di adenoma pleomorfo, gli esperti raccomandano una parotidectomia totale, poiché la formazione è soggetta a malignità e recidiva. Le moderne tecnologie consentono di eseguire l'operazione utilizzando un laser, un microscopio e una tecnologia informatica. L'intervento è meno traumatico e il periodo di riabilitazione è più semplice.

Prognosi e prevenzione

Dopo la rimozione chirurgica dell'adenoma, la prognosi per la vita e la salute è favorevole. Il periodo postoperatorio dura 7-10 giorni. Le complicazioni dopo il trattamento chirurgico sono estremamente rare. Dopo parotidectomia totale, la possibilità di recidiva è ridotta all'1-4%. Nel caso della recidiva dell'adenoma, la chirurgia viene eseguita di nuovo in un volume più radicale. La prevenzione specifica della malattia non esiste. Le misure di prevenzione generale comprendono la prevenzione degli effetti cancerogeni, le malattie delle ghiandole salivari, le lesioni traumatiche, l'aderenza ai principi di un'alimentazione e uno stile di vita sani.

La chirurgia è necessaria in caso di adenoma della ghiandola salivare?

L'adenoma della ghiandola salivare è una neoplasia benigna che si sviluppa dalle cellule ghiandolari dei dotti escretori. È più comune nelle donne di età superiore ai 50 anni.

Un tumore può essere di diversa struttura e dimensione, nonostante ciò, il trattamento viene eseguito solo chirurgicamente.

classificazione

A seconda della struttura istologica dell'adenoma è:

  • Pleomorfica. Il tumore cresce lentamente, nel corso di 10-12 anni, aumentando gradualmente di dimensioni. Per struttura, è eterogeneo, ha una forma arrotondata e una superficie irregolare. Nonostante il fatto che l'adenoma pleomorfo sia considerato una forma benigna, nel tempo può provocare malignità. È circa l'80% delle malattie neoplastiche delle ghiandole salivari.
  • Cellula basale. Ha una struttura nodale densa. Il tumore origina dal tessuto basaloide e contiene cellule basali nella sua composizione, raramente si maligna e si ripresenta.
  • Canalicolare. Localizzato all'interno del labbro superiore. Cresce da cellule epiteliali prismatiche, che sono raggruppate in piccole perle.
  • Greasy. È un piccolo nodulo formato da cellule cistiche modificate delle ghiandole sebacee. Situato nell'area della ghiandola dell'orecchio, non causa dolore, dopo che la rimozione della recidiva non si verifica.
  • Adenolymphoma. Proviene dal tessuto linfoide e contiene linfa nella sua composizione. Ha una consistenza morbida, situata dietro l'orecchio. I linfomi sono inclini alla suppurazione.
  • Monomorfico. Le cellule del tessuto mesenchimale si trovano nella sua composizione, ha una consistenza elastica, la sua dimensione è di circa 5 cm.
  • Adenocarcinoma. Maligno, colpisce qualsiasi ghiandola salivare.

Cause dello sviluppo

Poiché l'adenoma è una malattia poco conosciuta, non sono state stabilite le ragioni esatte del suo verificarsi. Ci sono le seguenti ipotesi per cui il tumore si sviluppa:

  • esposizione a fattori cancerogeni: radiazioni ionizzanti e radioattive, fumo;
  • la sconfitta dei virus di Epstein-Barr, l'herpes, che creano le condizioni per lo sviluppo dei tumori;
  • infiammazione delle ghiandole salivari, delle labbra, della lingua nella storia;
  • lesioni alle orecchie e area parotidea;
  • disturbi endocrini;
  • mutazioni genetiche.

Sintomi e segni

Per l'adenoma della ghiandola salivare, è tipica una disposizione unilaterale, di solito viene rilevato un tumore quando raggiunge i 2 cm di diametro. Ha confini chiari, è circondato da una capsula, cresce lentamente. Man mano che la neoplasia aumenta di dimensioni, viene colpito il nervo facciale, che porta ad asimmetria facciale e crea difficoltà a deglutire e parlare.

Il più spesso ha rivelato un tumore della ghiandola parotide. Allo stesso tempo, davanti all'orecchio, sotto l'osso temporale, appare una formazione simile a un tumore, densa, elastica. Nell'adenoma delle ghiandole sottomascellari, il quadro ricorda la linfoadenite. Se le strutture sublinguali sono interessate, una sensazione di corpo estraneo appare in bocca. L'adenoma delle piccole ghiandole salivari ha l'aspetto di una formazione arrotondata, che è incline alla suppurazione e alla necrosi.

Sull'incisione, il tumore ha una struttura eterogenea, può contenere componenti mucose e cartilaginee. Il colore dell'educazione è biancastro, grigio, giallo.

I principali segni del tumore:

  • difficoltà a deglutire - la neoplasia blocca la strada al cibo;
  • danno del linguaggio dovuto a lesione del nervo facciale;
  • bocca secca;
  • gonfiore dei tessuti;
  • cambiare le espressioni facciali;
  • dolore all'orecchio;
  • piaghe sulla pelle dove si trova il tumore.

Se si identificano segni sospetti, si dovrebbe consultare un medico il più presto possibile, perché il tumore non scomparirà da solo. La sua diagnosi precoce e il trattamento riducono il rischio di recidiva e malignità.

Gli adenomi a lungo esistenti diventano maligni nel 4-6% dei casi. Allo stesso tempo, c'è una rapida crescita del tumore, metastasi nei linfonodi sottomandibolari. Le cellule maligne si estendono oltre la ghiandola, i nervi cranici sono interessati. La prognosi per il paziente in questo caso è sfavorevole.

Metodi diagnostici

Se si sospetta un tumore della ghiandola salivare, è necessario contattare un dentista e un oncologo. All'esame, il medico determina la dimensione della neoplasia, i suoi contorni e la sua mobilità, sente i tessuti della ghiandola stessa e i vicini linfonodi. Ulteriori studi sono applicati:

  • sensing - per determinare la funzione di salivazione, determinare la pervietà dei condotti;
  • Gli ultrasuoni rilevano la presenza dell'istruzione, la sua posizione in relazione agli organi più vicini;
  • sialografia - studio radiopaco, aiuta a determinare la forma e le dimensioni del tumore;
  • Scansione TC: consente di identificare lo stato interno dell'adenoma;
  • La radiografia del cranio e delle mascelle aiuta a determinare la presenza di deformità ossee;
  • biopsia - taglio di un piccolo pezzo di tessuto, che viene poi inviato al laboratorio di istologia;
  • la puntura consente di studiare la composizione cellulare del tumore.

Metodi di trattamento

L'unico trattamento è la rimozione chirurgica dell'adenoma. Con una piccola dimensione del tumore, non è difficile. L'operazione si svolge in fasi:

  1. Il chirurgo fa una piccola incisione della pelle.
  2. Separa attentamente la capsula di adenoma, cercando di preservarne l'integrità.
  3. Taglia la capsula e segna il suo contenuto, che viene poi inviato all'istologia.
  4. La capsula viene suturata con cuciture particolarmente forti per prevenire la formazione di fistole.

Di solito l'intervento dura da pochi minuti a mezz'ora. I tumori di piccole dimensioni vengono rimossi in anestesia locale, di grandi dimensioni - in anestesia generale. Oggi i medici possiedono metodi a basso impatto, ad esempio, la rimozione viene eseguita utilizzando una tecnologia laser e informatica. Dopo tale intervento, il periodo di riabilitazione è più semplice e senza conseguenze negative.

Se un paziente ha un nervo facciale, questo complica il compito del chirurgo. È necessario sollevare attentamente il tronco nervoso e solo dopo neutralizzare la formazione del tumore. L'intervento chirurgico richiede la massima attenzione dal medico, altrimenti è possibile lo sviluppo della paresi e della paralisi muscolare.

Nel periodo di recupero, il paziente deve seguire una dieta che escluda i piatti speziati, acidi e speziati. Questi prodotti stimolano la salivazione, il che è indesiderabile.

Cosa ci si può aspettare dall'operazione?

Con un intervento tempestivo, l'80% dei pazienti guarisce. Ritardare l'operazione contribuisce al fatto che l'adenoma rinasce in un cancro. In questo caso, più della metà delle persone muoiono 3 anni dopo la diagnosi di adenocarcinoma.

Medicina popolare

Grandi tumori dovranno essere rimossi insieme a tessuti ghiandolari e linfonodi. Ritardare il momento dell'operazione è irto della transizione dell'adenoma al cancro. Anche le radiazioni e la chemioterapia sono inefficaci, quindi non vengono utilizzate per gli adenomi.

Non sono state sviluppate misure preventive specifiche contro l'adenoma. È importante escludere i fattori cancerogeni, le malattie infiammatorie sia della stessa ghiandola che della cavità orale. È necessario rifiutare l'uso di alcool e nicotina, mangiare bene.