Prolattinoma ipofisario

La prolattina è indicata come neoplasie benigne della ghiandola pituitaria anteriore, che si verificano nelle persone di mezza età, e le donne ne sono esposte fino a 10 volte più degli uomini.

Dopo 50 anni, un tumore è ugualmente spesso registrato in entrambi i sessi. La neoplasia produce l'ormone prolattina, necessaria per la corretta produzione di latte mentre si alimenta un bambino, ma le sue elevate concentrazioni causano una varietà di disturbi del metabolismo endocrino, infertilità e deficit visivo.

Secondo le statistiche, il prolattinoma si verifica in 2 persone ogni 100 mila abitanti. Questo è il terzo tumore cerebrale più comune, la sua quota è pari al 20% del numero totale di tumori del CNS. In alcuni casi, la presenza di un tumore non causa sintomi e passa inosservata, quindi la sua prevalenza può essere molto più elevata, fino al 10% della popolazione mondiale.

Qual è la ghiandola pituitaria?

La ghiandola pituitaria è una ghiandola endocrina situata sulla superficie inferiore del cervello. Ha l'aspetto di una formazione ovale fino a 13 mm di dimensioni e un peso fino a 0,5 g. Si trova nella cavità dell'osso sfenoidale del cranio, chiamata sella turca. La ghiandola si trova nell'approfondimento della sella turca - la fossa pituitaria, che è di fronte limitata dal tubercolo della sella, e dietro - dalla schiena.

Attraverso l'apertura nella dura madre, la ghiandola pituitaria comunica con l'ipotalamo, con il quale ha una stretta connessione funzionale. Queste due parti del cervello formano il sistema ipotalamico-ipofisario, che regola la funzione delle ghiandole endocrine.

La ghiandola pituitaria è costituita da due lobi.

1) La ghiandola pituitaria anteriore è una adenoipofisi, che è fino all'80% della ghiandola. L'adenoipofisi consiste di cellule ghiandolari di diverso tipo, ognuna delle quali assegna un tipo separato di ormone. Nel lobo anteriore emettono:

  • una grande quota;
  • quota intermedia;
  • escrescenza frondosa.

2) Il lobo posteriore della ghiandola pituitaria è la neuroipofisi. Consiste di cellule nervose, fibre nervose e corpi neurosecretori. Funzione - produzione e accumulo di ormoni. Si compone di due parti:

cause di

Da uno sfondo ormonale dipende da molti processi che si verificano nel corpo. Quando le ghiandole che producono ormoni nelle ghiandole endocrine sviluppano disturbi patologici, si verifica un'interruzione ormonale. Una delle patologie del sistema endocrino è il prolattinoma.

Sfortunatamente, le cause esatte che diventano l'impulso per lo sviluppo dei prolattinomi ipofisari non sono state ancora studiate. Ma questa patologia è più spesso rilevata nelle donne con determinate malattie genetiche. Ad esempio, neoplasia endocrina di tipo 1, che è caratterizzata dalla presenza di tumori multipli nelle ghiandole del sistema endocrino con produzione eccessiva di ormoni.

Le ragioni proposte per lo sviluppo di prolattinomi includono:

  • disfunzione tiroidea;
  • ipotiroidismo;
  • lesioni al petto;
  • insufficienza renale;
  • cirrosi epatica;
  • ovaie policistiche;
  • uso a lungo termine di alcuni farmaci (antidepressivi, estrogeni e altri).

Il rischio di sviluppare prolattinomi aumenta sullo sfondo dell'esposizione a fattori provocatori:

  • aumento dell'attività fisica;
  • lo stress;
  • l'allattamento al seno.

Date le dimensioni e la localizzazione, i prolattinomi si dividono in:

  • intracellulare - hanno una dimensione superiore a 1 cm, non oltre i confini della sella turca;
  • extracellulare - il diametro del tumore è superiore a 1 cm, si estende oltre la sella turca.

Sintomi di prolattinomi ipofisari

Sullo sfondo dello sviluppo del tumore, si sviluppa l'iperprolattinemia, che si traduce nella soppressione della formazione di ormoni sessuali femminili, l'assenza di ovulazione e, di conseguenza, la sterilità.

Sintomi clinici tipici del prolattinoma ipofisario:

  • galattorrea (secrezione del latte materno, non associata alla nascita di un bambino);
  • amenorrea (o periodi irregolari);
  • anovulazione;
  • ginecomastia (ingrossamento del seno negli uomini);
  • disfunzione erettile, diminuzione del desiderio sessuale e della potenza (negli uomini).

La crescita dei prolattinomi, accompagnata dalla compressione delle strutture cerebrali, può essere accompagnata dalla comparsa di mal di testa, disturbi della coscienza e disturbi della percezione visiva.

I macroprolattinomi (grandi neoplasie) spesso causano la compressione dei nervi ottici, che si manifesta con diplopia (visione doppia), restringimento dei campi visivi e la comparsa di problemi con il riconoscimento di oggetti situati sul lato. Se un tale tumore esercita una pressione sul chiasma ottico (chiasma ottico), è possibile la completa cecità.

Sintomi neurologici di prolattinomi di grande volume:

  • ansia immotivata;
  • depressione;
  • irritabilità;
  • elevata labilità emotiva (frequenti sbalzi d'umore).

La compressione della ghiandola pituitaria porta all'interruzione della produzione degli altri ormoni - somatotropico, tireotropico, adrenocorticotropo, luteinizzante e follicolo-stimolante.

diagnostica

La risonanza magnetica è riconosciuta come il metodo più informativo per la rilevazione della prolattina. Se si sospetta, si consiglia un ulteriore tessuto in contrasto con il gadolinio. I sali di questo oligoelemento hanno la capacità di accumularsi in aree ad alta circolazione sanguigna.

La risonanza magnetica aiuta a rilevare un piccolo adenoma e determina l'estensione del prolattinoma oltre la sella turca. Se il tumore è grande, può essere applicato CT, che mostra la struttura ossea della sella turca, il suo aumento, il contorno del doppio fondo, la distruzione della schiena.

Un esame del sangue per la prolattina è raccomandato per lo studio dell'attività ormonale dei prolattinomi. Il valore diagnostico ha un forte aumento del suo livello (fino a 10 volte). Con un aumento meno significativo, è necessario escludere:

  • l'uso di farmaci che possono stimolare la formazione di ormoni;
  • menomazione funzionale;
  • la gravidanza;
  • bassa attività della tiroide;
  • lesioni al petto;
  • renale, insufficienza epatica.

Se l'MRT e la determinazione della concentrazione di prolattina nel sangue hanno ottenuto risultati dubbi, ai pazienti viene assegnato un test di provocazione. In primo luogo, viene misurato il contenuto di ormone e quindi viene somministrato per via endovenosa l'analogo della tireoliberina dell'ipotalamo. Mezz'ora dopo, viene mostrata una ricerca ripetuta. Valutare i risultati in questo modo:

  • il livello è quasi raddoppiato - questo significa normale o aumento della sintesi della prolattina al di fuori dell'ipofisi;
  • nessun cambiamento o un leggero aumento del contenuto dell'ormone nel sangue - conferma la diagnosi di prolattinoma.

Tutti i pazienti devono consultare un oftalmologo con la definizione di campi visivi, nonché lo studio della densità ossea.

Come trattare la prolattina?

Per il trattamento dei prolattomi nelle donne, viene utilizzato un gruppo di farmaci chiamati agonisti dei recettori della dopamina o agonisti della dopamina. Sono progettati per normalizzare il livello di prolattina, ripristinare il ciclo mestruale, migliorare la ghiandola pituitaria. Grazie all'assunzione di questi farmaci, è possibile ridurre le dimensioni dei prolattinomi e la progressione della malattia. La riduzione del tumore si nota dopo 6-12 settimane.

Il programma di trattamento e il dosaggio del farmaco, che provoca una diminuzione della concentrazione di prolattina nel sangue, sono selezionati da un endocrinologo specialista. Nel trattamento della patologia nelle donne è anche consigliabile visitare un ginecologo, il medico può apportare modifiche al metodo di terapia.

Se il paziente soffre di effetti collaterali dei farmaci (nausea, debolezza, vertigini, cefalea, confusione), viene prescritto il domperidone. Viene assunto con 10 mg (1a compressa) un'ora dopo gli agonisti della dopamina.

Si prega di notare che la selezione del farmaco e il suo dosaggio devono essere effettuati da un endocrinologo qualificato. Per controllare l'efficacia del trattamento è necessario controllare regolarmente il livello di prolattina nel siero.

Intervento chirurgico

L'operazione per rimuovere prolactinomas è effettuata in tali casi:

  • grandi dimensioni educative;
  • mancanza di effetto del trattamento farmacologico;
  • intolleranza al farmaco per normalizzare la prolattina;
  • tumore a crescita rapida.

Esistono diversi metodi per eseguire un'operazione per l'ipofisi prolattica:

  • Transsfenoidale - nell'area del setto nasale posteriore praticare un'incisione. L'accesso alla ghiandola pituitaria avviene attraverso l'osso sfenoidale. L'operazione viene eseguita utilizzando apparecchiature endoscopiche. Dopo l'escissione del tumore, i tamponi vengono inseriti nei seni e rimossi dopo alcuni giorni. La durata dell'operazione è in media 3-4 ore. Il paziente dovrebbe essere in ospedale per altre 1-2 settimane. Grazie a questo metodo di accesso con prolattinoma, il rischio di errori chirurgici è minimo e i pazienti non hanno difetti estetici dopo l'intervento chirurgico.
  • Transcranico: tali operazioni vengono eseguite raramente e solo in presenza di tumori di grandi dimensioni. L'intervento richiede trepanning del cranio. Quando il prolattinoma viene rimosso, l'osso viene fissato. Tale operazione è irta di una serie di complicazioni, un lungo periodo di riabilitazione.

A volte per combattere il prolattinoma ricorrere all'uso della radioterapia, spesso terapia protonica. È effettuato in questi casi:

  • l'inefficacia della terapia farmacologica;
  • l'incapacità di eseguire l'operazione;
  • esacerbazione dopo il trattamento.

Questo trattamento consente di ottenere l'effetto terapeutico desiderato per diversi anni. Ma con la radioterapia spesso si sviluppa un fallimento ipofisario.

Dopo il trattamento, la donna deve essere esaminata più volte all'anno da un endocrinologo, un ginecologo, un neurochirurgo e, se necessario, da un oftalmologo. La diagnostica preventiva prevede il test degli ormoni ogni 4-6 mesi e la conduzione di una craniografia dinamica 2 volte all'anno.

Previsione per la vita

La prognosi del prolattinoma è determinata dalla grandezza, dall'attività ormonale e dal decorso clinico della malattia. La ricaduta dei prolattinomi e il rinnovo dell'iperprolattinemia nel periodo postoperatorio di 5 anni si verifica nel 20-50% dei pazienti. Il miglioramento postoperatorio dei macroprolattinomi si verifica solo nel 10-30% dei casi.

La terapia farmacologica del prolattinoma è progettata per un lungo periodo. Con i microprolattinomi, una interruzione del trattamento è organizzata 1 volta in 2 anni per diverse settimane. In alcuni pazienti, il tumore scompare durante questo periodo. Con i macroprolattinomi viene eseguito un trattamento perenne, poiché è possibile la progressione della crescita dell'adenoma durante le interruzioni del trattamento. Prolattinomi maligni prognosticamente sfavorevoli.

Poiché l'eziologia dello sviluppo della prolattina non è definita, la prevenzione comporta, prima di tutto, la prevenzione della recidiva del tumore. Il controllo dell'erogazione è stabilito per i pazienti: la tomografia computerizzata e un oculista vengono esaminati annualmente e il livello di prolattina nel sangue viene determinato due volte l'anno.

Prolattinoma ipofisario: cause, segni, trattamento, prognosi

Qualsiasi processo oncologico è allarmante e terrificante per una persona, ma se questo processo è nel cervello, allora peggiora più volte.

Prolattinoma - adenoma pituitario, che si verificano nelle donne e negli uomini, cause, sintomi e segni, metodi di trattamento, prognosi e conseguenze, prolattinoma e gravidanza - questo articolo dirà il nostro articolo.

Quanto è terribile la malattia, come affrontarla ed emergere vittoriosa, come sopravvivere - a queste e ad altre domande verrà data risposta oggi.

Prolattinoma - adenoma pituitario

La maggior parte delle persone sa che, in termini medici, la fine dell '"ohm" significa un tumore, che porta all'orrore e alla paura degli animali, predicendo una morte dolorosa. Ma pochi sanno che questo finale significa un tumore benigno, che ha una crescita lenta, non metastatizza mai e non cresce negli organi vicini.

Il prolattinoma è un tumore benigno della ghiandola pituitaria situato nel cervello. Tuttavia, questo non significa che non dovresti prestare attenzione ad esso e lasciare che tutto faccia il suo corso.

Non dimenticare che il cervello è in un guscio duro: il cranio, che non è di gomma. La crescita del tumore, sebbene lenta, può portare alla compressione del tessuto cerebrale, che può essere pericoloso. Pertanto, hai sempre tempo per iniziare l'esame e il trattamento.

Calma il fatto che i prolattinomi raramente raggiungono grandi dimensioni. Di solito si tratta di microadenomi pituitari, che sono trattati con successo in modo conservativo. Diamo un'occhiata più da vicino a cosa sia questa malattia.

Codice di prolattinoma su ICD-10

Secondo la classificazione internazionale delle malattie, l'adenoma pituitario è codificato come D35.2

Sintomi di prolattinomi nelle donne e negli uomini

Il prolattinoma si verifica per divisione autonoma frequente dei lattotropi - cellule della ghiandola pituitaria anteriore. Queste cellule in grandi quantità producono prolattina - un ormone che è di grande importanza nel processo di allattamento dopo il parto, ma anche altre funzioni, che ho citato nell'articolo "Perché è necessaria la prolattina ormonale".

Poiché il prolattinoma è spesso di dimensioni molto ridotte, potrebbero non esserci segni dal cervello. E poi tutte le manifestazioni saranno associate solo ad un alto contenuto di prolattina nel sangue. Ne parlerò un po 'più tardi. Quando viene rilevato un macroprolattinoma, che è più comune negli uomini, possono comparire i sintomi di un processo volumetrico nella zona ipotalamo-ipofisaria.

Segni di un tumore nella ghiandola pituitaria

  • Compromissione della vista, in particolare visione periferica. La spremitura dei nervi ottici sta facendo crescere il tumore. Danno estremo - perdita della vista.
  • Aumento della pressione intracranica, che può portare a mal di testa persistente.
  • L'insorgenza del diabete insipido, perché c'è una violazione della connessione tra l'ipotalamo e la ghiandola pituitaria.
  • Emorragia nel tumore, che si manifesta con forti mal di testa e disabilità visive.
  • Fuoriuscita di liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale) dal naso con la distruzione delle pareti della sella turca.
  • Paralisi dei nervi spinali, spesso 3, 4, 6 coppie, responsabili del movimento degli occhi.

Segni di elevati livelli di prolattina nel prolattinoma

  1. Mestruazione irregolare e infertilità.
  2. Isolamento del colostro dai capezzoli o dalla galattorrea.
  3. Ridurre la pelosità sia nelle donne che negli uomini.
  4. Ginecomastia negli uomini.
  5. Diminuzione della qualità dello sperma.
  6. Lo sviluppo dell'osteoporosi e il metabolismo del glucosio alterato.
  7. Crescita dei peli indesiderati e cambiamenti della pelle (aumento di untuosità e acne).
  8. Aumento di peso
al contenuto

Diagnosi e trattamento dei prolattinomi

Nell'individuare i segni di aumento dei livelli di prolattina e prolattinomi, è imperativo iniziare l'esame. Solo un'identificazione tempestiva della causa e il trattamento iniziato contribuiscono a una prognosi favorevole in futuro.

Diagnosi della malattia

Successivamente, elencherò i metodi di indagine di base che saranno necessari per determinare la causa.

  • Un esame del sangue per la prolattina per 3 volte a intervalli di tempo diversi, indipendentemente dal giorno della MC. Normalmente, il livello di prolattina nel sangue degli uomini è di 7 ng / ml (140 mU / l), e nelle donne - 12 ng / ml (240 mU / l). Ma in diversi laboratori ci possono essere norme diverse.
  • Esame del sangue per macroprolattina.
  • RM o TC del cervello necessariamente con l'uso del contrasto, poiché i microadenomi senza questo metodo non sono visibili.
  • Esame del sangue per TSH, svT4 per l'eliminazione dell'ipotiroidismo.
  • Esame del sangue per estradiolo, testosterone, FSH e LH il giorno 3-5 dell'MC per escludere la PCOS.
  • Un esame del sangue per testosterone negli uomini per escludere la prostatite cronica.
  • Esame del sangue biochimico per rilevare malattie epatiche e renali.
  • Esame del fondo e campi visivi per complicazioni.
  • Ultrasuoni degli organi pelvici e delle ghiandole surrenali.
  • Diagnosi dell'osteoporosi.

Inoltre, per chiarire la diagnosi possono essere effettuati test farmacologici: con tiroliberina e cerukul. L'introduzione di questi farmaci normalmente aumenta il livello di prolattina di 5-7 volte. Se è un adenoma pituitario, allora l'aumento sarà insignificante o per niente. Sulla preparazione per la donazione di sangue per la prolattina, leggi il link.

Inoltre, per garantire la violazione dello stato ormonale. È anche necessario visualizzare il tumore, cioè vederlo. E questo può essere fatto con l'aiuto della moderna risonanza magnetica o TC. Ci deve essere un contrasto, perché gli adenomi molto piccoli possono essere saltati con successo.

Trattamento del prolattinoma

Il trattamento è più spesso conservativo, cioè con farmaci. Ma se c'è un macroadenoma, può essere necessario un trattamento chirurgico, soprattutto se ci sono già sintomi di compressione del cervello. Ma prima, la terapia farmacologica è ancora prescritta, perché in questo caso è possibile una riduzione delle dimensioni del tumore e l'operazione ha più successo. Il macroadenoma è considerato un tumore più grande di 1 cm.

Terapia farmacologica

Quindi, quali farmaci sono prescritti per il prolattinoma? Le droghe scelte oggi sono:

  1. bromocriptina
  2. Dostinex
  3. Norprolac (raro)

Le dosi in ciascun caso sono individuali e vengono selezionate per un po 'di tempo. Il criterio della dose normale è la normalizzazione dei livelli di prolattina. I preparativi sono presi per molto tempo, almeno 2 anni. Una ripetizione della risonanza magnetica o TC viene eseguita ogni anno per valutare la dinamica e le dimensioni del tumore.

Trattamento chirurgico

  • Transfenoidale (attraverso il naso)
  • Transcraniale (aprendo il cranio)

La scelta del metodo dipende dalla dimensione del tumore. Ovviamente, per le taglie grandi verrà scelto il metodo transcranico. Il successo dell'operazione dipende dalla dimensione del tumore e dall'esperienza del chirurgo.

Il metodo di radiazione è attualmente utilizzato molto raramente e solo nelle donne che non stanno pianificando una gravidanza. L'effetto si sviluppa lentamente, dopo circa 1-1,5 anni. L'ipopituitarismo si sviluppa sempre, cioè una diminuzione di tutti gli ormoni ipofisari. In generale, la prognosi del prolattinoma è favorevole.

Prolattinoma: conseguenze e prognosi

Viene spesso posta la domanda: "Cosa accadrà se una prolattina non viene trattata?" In primo luogo, ci sarà un livello costantemente elevato di prolattina, che distrugge le ghiandole sessuali, e ha anche un effetto negativo su tutto il corpo, ne abbiamo scritto nei nostri altri articoli.

In secondo luogo, il tumore può spremere i delicati tessuti circostanti del cervello e portare a tristi conseguenze. Ad esempio, alla cecità. Pertanto, la prognosi per la vita senza trattamento non è confortante, la malattia progredirà.

Se inizi il trattamento o lavori su un tumore di grandi dimensioni, la prognosi è più favorevole. Una persona può completamente sbarazzarsi della malattia e vivere una vita normale.

Prolattinoma (tumore pituitario)

Un prolattinoma, un tumore pituitario, è un tumore benigno (chiamato adenoma) della ghiandola pituitaria. La ghiandola pituitaria è una parte del cervello che regola l'attività delle varie ghiandole endocrine - la ghiandola tiroidea, le ghiandole surrenali, le ovaie e i testicoli. La ghiandola pituitaria produce una serie di ormoni compresi prolattina, ormone follicolo stimolante (FSH) e ormone luteinizzante (LH), ormone adrenocorticotropo (ACTH), ormone stimolante la tiroide (TSH). Con questi ormoni pituitari dirige singoli ghiandole endocrine: regola l'ACTH surrenale, TSH controlla tiroide, LH e FSH regolano le ovaie.

Il prolattinoma è uno dei più comuni tipi di tumori ipofisari. I risultati della normale autopsia, prodotta dopo la morte di una persona, hanno mostrato che circa un quarto (25%) della popolazione ha piccoli tumori pituitari.

Gli adenomi secernenti la prolattina (prolattinomi) sono i più comuni tumori pituitari ormonalmente attivi. Il prolattinoma riproduce una quantità eccessiva di prolattina. La prolattina è un ormone naturale che promuove il normale processo di produzione del latte nelle donne. La prolattina stimola il tessuto mammario ad aumentare durante la gravidanza. Dopo che il bambino è nato, il livello di prolattina nella madre diminuisce fino a quando inizia ad allattare. Ogni volta che un bambino prende un seno, il livello di prolattina aumenta e favorisce la riproduzione del latte. Normalmente, prolattina, LH e FSH regolano la vita sessuale e la riproduzione. Nelle donne stimolano la formazione di ormoni femminili - estrogeni e maturazione delle uova, oltre a regolare il ciclo mestruale. Negli uomini, questi ormoni stimolano la produzione dell'ormone sessuale maschile: il testosterone e la motilità degli spermatozoi.

Sintomi di prolattinomi (tumori pituitari)

Come risultato di un aumento della concentrazione dei livelli di prolattina, il primo sintomo può essere una violazione del ritmo delle mestruazioni (oligo-o opsimenorrea), fino alla loro completa cessazione (amenorrea), poiché un aumento del livello di prolattina interrompe la formazione di FSH e LH regolando il ciclo mestruale. Per la stessa ragione, si può osservare l'infertilità, che, va notato, viene trattata abbastanza bene. I pazienti spesso soffrono di mal di testa. Inoltre, potrebbe esserci un rilascio di latte dalle ghiandole mammarie (galattorrea), che è una conseguenza dell'effetto fisiologico (naturale) della prolattina. La galattorrea non è una manifestazione di alcuna malattia delle ghiandole mammarie, come il cancro. Il rischio di sviluppare un tumore al seno con GG non è più alto che in assenza di iperprolattinemia, ma lo squilibrio ormonale spesso porta alla mastite. Negli uomini, un eccesso di prolattina porta ad una diminuzione del livello di testosterone nel sangue, con conseguente riduzione dell'interesse per l'attività sessuale (libido), l'impotenza e l'infertilità, oppure appaiono segni di formazione del volume intracranico. La galattorrea è insolita per gli uomini (dal momento che le cellule delle ghiandole mammarie delle ghiandole mammarie negli uomini non rispondono alla prolattina). Alcune donne hanno aumentato la crescita dei peli sul viso e sul corpo (irsutismo). Con un tumore di grandi dimensioni, i sintomi compaiono a causa della pressione del tumore sui tessuti circostanti, come mal di testa e disturbi visivi.

Diagnosi. eziologia

L'iperprolattinemia può essere causata non solo da un tumore pituitario, ma anche da molte altre cause. I motivi che portano ad un aumento della produzione di prolattina sono elencati di seguito:

1. Malattie che portano a disfunzione dell'ipotalamo
a) infezioni (meningite, encefalite, ecc.);
b) processi granulomatosi e infiltrativi (sarcoidosi, istiocitosi, tubercolosi, ecc.);
c) tumori (glioma, meningioma, craniofaringioma, germinoma, ecc.);
d) lesioni (rottura del tronco cerebrale, emorragia nell'ipotalamo, blocco dei vasi portale, neurochirurgia, radiazioni, ecc.);
e) disturbi metabolici (cirrosi, insufficienza renale cronica).

2. La sconfitta della ghiandola pituitaria
a) prolattinoma (micro- o macroadenoma);
b) adenoma somatotropo-prolattinico misto;
c) altri tumori (somatotropinoma, corticotropinoma, tireotropinoma, gonadotropinoma);
d) svuota la sindrome della sella turca;
e) craniofaringioma;
e) adenoma ormone-inattivo o "silenzioso";
g) germinoma intracellulare, meningioma, cisti o cisti della tasca di Rathke.

3. Altre malattie
a) ipotiroidismo primario;
b) secrezione dell'ormone ectopico;
c) sindrome dell'ovaio policistico;
d) insufficienza renale cronica;
e) cirrosi epatica;
e) danno al torace: herpes zoster e altri, stimolazione del seno.

4. Agenti farmacologici
a) bloccanti della dopamina: sulpiride, metoclopramide, domperidone, antipsicotici, fenotiazidi;
b) antidepressivi: imipramina, amitriptilina, aloperidolo;
c) calcio antagonisti: verapamil;
d) inibitori adrenergici: reserpina, a-metildof, aldomet, carbidof, benserazide;
e) estrogeni: gravidanza, assunzione di anticoncezionali, assunzione di estrogeni a scopo terapeutico;
e) Bloccanti del recettore H2: cimetidina;
g) oppiacei e cocaina;
h) thyroliberin.

Per escludere l'ipotiroidismo, la gravidanza e l'insufficienza renale, è sufficiente esaminare e utilizzare i test di laboratorio più semplici. Particolare attenzione è dedicata alla storia della droga. Si ritiene che l'uso di contraccettivi orali non aumenti il ​​rischio di prolattina e crescita.

Diagnosi di laboratorio

Si raccomanda di misurare i livelli di prolattina sierica tre volte in giorni diversi per escludere fluttuazioni occasionali o legate allo stress nei livelli ormonali. Una concentrazione di prolattina superiore a 200 ng / ml indica quasi sempre la presenza di prolattinomi (normalmente gli uomini hanno un livello di prolattina inferiore a 15 ng / ml, donne inferiori a 20 ng / ml). I prolattinomi sono di varie dimensioni, ma la maggior parte ha un diametro inferiore a 10 mm e sono chiamati microprolattinomi. Molto meno spesso prolattinoma con una dimensione di 10 mm o più, che si chiamano macroprolattinomi, si verificano. I sintomi del prolattinoma dipendono sia dal sesso del paziente che dalla dimensione del tumore. Il livello di prolattina è correlato alla dimensione del tumore, quindi con l'iperprolattinemia del microprolattinoma potrebbe non essere così pronunciato. Un leggero aumento del livello di prolattina (fino a 30-50 ng / ml) può essere dovuto sia a microprolattinomi sia a disturbi funzionali del sistema ipotalamo-ipofisario.
Per confermare un tumore pituitario, è necessaria una risonanza magnetica dell'ipofisi.

Trattamento del prolattinoma

Il trattamento farmacologico dei prolattinomi è il metodo di scelta per la maggior parte dei pazienti con prolattinoma. I derivati ​​dell'ergot (bromocriptina, lizuride e pergolido) inibiscono in modo affidabile la secrezione di prolattina, eliminano la galattorrea e ripristinano la funzione delle ghiandole sessuali nella maggior parte dei pazienti con iperprolattinemia di qualsiasi eziologia. Inoltre, la bromocriptina e farmaci simili causano una regressione della prolattina nel 60-80% dei pazienti (sebbene in genere i tumori non scompaiano completamente).

Pertanto, il trattamento farmacologico evita l'intervento chirurgico o rende la chirurgia meno complicata (riducendo i tumori di grandi dimensioni).

Il trattamento con bromocriptina di solito inizia con basse dosi: 1,25-2,5 mg / die per bocca (con 1/2 tab o 1 tab.), Prima di coricarsi, con i pasti (per prevenire nausea e ipotensione ortostatica). La dose viene aumentata di 1,25 o 2,5 mg ogni 3-4 giorni fino al raggiungimento della dose giornaliera desiderata (di solito 5-10 mg, in 2-3 dosi con i pasti). Alcuni pazienti richiedono dosi ancora più grandi. Questo trattamento aiuta a ridurre il rilascio di prolattina da parte del tumore, il cui livello nel sangue scende spesso alla norma entro poche settimane dall'inizio del trattamento. Nelle donne, mentre la prolattina si normalizza, il ciclo mestruale e la capacità di concepire vengono ripristinati. La gravidanza, a proposito, può arrivare abbastanza rapidamente, quindi se non hai intenzione di avere un bambino in questo momento, dovresti discutere con il tuo medico il metodo contraccettivo più appropriato.

Negli uomini, insieme a una diminuzione del livello di prolattina, aumentano i livelli di testosterone, che normalizzano la qualità della vita sessuale. Durante l'assunzione di parlodel, quasi tutti i prolattinomi sono di dimensioni ridotte e anche un miglioramento della vista è possibile. Ogni 2-3 anni, la bromocriptina viene interrotta e viene valutata la necessità di continuare la terapia. In un piccolo numero di pazienti, l'iperprolattinemia scompare diversi anni dopo l'inizio del trattamento.

Quinagolide (norprolac) differisce in struttura da bromkriptin, come risultato di cui è bene tollerato da quelli in chi bromkriptin causa effetti collaterali. Norprolak preso 1 volta al giorno durante la notte.
C'è un altro farmaco - cabergolina (Dostinex), che è speciale in quanto viene preso 1-2 volte a settimana.

Trattamento radicale dei tumori ipofisari

A causa dell'efficacia del trattamento farmacologico per i prolattinomi, raramente ricorrono alla chirurgia e alla radioterapia. Solo una piccola percentuale di pazienti con macroprolattinoma che non hanno diminuito le dimensioni del tumore su uno sfondo di trattamento medico, la chirurgia può essere necessaria, soprattutto se non v'è alcun miglioramento da parte di. Va notato che questa operazione viene attualmente condotta attraverso una piccola incisione attorno ai seni nasali, il cosiddetto accesso transfenoidale. Se grande prolattinoma costantemente ridotto nelle dimensioni a seguito di ricezione di un tablet, quindi la reception è proseguita in futuro.

A volte gli esperti raccomandano la radioterapia, che consente di interrompere l'assunzione del farmaco. L'effetto dell'irradiazione si sviluppa gradualmente e si manifesta completamente solo dopo alcuni anni, quindi la radioterapia non è prescritta alle giovani donne che vogliono iniziare una gravidanza (sono queste donne che predominano tra i pazienti con prolattinoma). Con i microprolattinomi, l'adenomectomia transsfenoidale selettiva viene eseguita più spesso, ma nel 20-50% dei pazienti per 5 anni dopo l'intervento chirurgico il tumore si ripresenta e l'iperprolattinemia riprende. Con i macroprolattinomi, anche un miglioramento iniziale a breve termine dopo l'intervento chirurgico avviene solo nel 10-30% dei pazienti.

Durante la radioterapia o il trattamento chirurgico, si può sviluppare insufficienza della ghiandola pituitaria, con conseguente sviluppo di insufficienza surrenalica e ipotiroidismo secondario, e si richiede terapia sostitutiva - glucocorticoidi in presenza di insufficienza surrenalica, L-tiroxina in presenza di insufficienza tiroidea (ipotiroidismo) e, possibilmente, ormoni sessuali (estrogeni per donne e testosterone per gli uomini) come terapia sostitutiva.

Bromocriptina e gravidanza

Ad oggi, non ci sono prove che l'uso di bromocriptina prima o durante la gravidanza aumenti l'incidenza di aborti spontanei, nati morti e anomalie fetali. Se viene stabilita una gravidanza, la bromocriptina viene solitamente cancellata, in modo che la crescita del prolattinoma possa riprendere. Nonostante il fatto che un eccesso di estrogeni durante la gravidanza causi iperplasia delle cellule lattotropiche della adenoipofisi, un aumento clinicamente significativo della crescita della microprolattina è raro (nel 3-5% dei pazienti). Nelle donne in gravidanza con macroprolattinoma, il rischio di complicanze è leggermente superiore. Se durante la gravidanza c'è una crescita significativa del tumore, accompagnata da mal di testa e disabilità visive, ricorrere a parto precoce o riprendere a prendere bromocriptina. Pertanto, le donne con microadenoma possono iniziare una gravidanza se lo desiderano, ma devono essere consapevoli che esiste un rischio (anche se piccolo) di accelerare la crescita del tumore durante la gravidanza. L'irradiazione profilattica dell'ipofisi prima del concepimento nei microadenomi non è raccomandata; per i tumori di grandi dimensioni, potrebbe essere inutile. La radioterapia non influisce sull'efficacia del trattamento con bromocriptina.

Per le donne che non vogliono avere figli e per gli uomini, la radioterapia o la chirurgia possono essere il metodo di scelta. Diminuzione della libido e impotenza negli uomini, a causa di iperprolattinemia, non può sempre essere trattati con testosterone. Per normalizzare il livello di prolattina possono essere necessari farmaci o altri metodi. L'osservazione dell'erogatore di un endocrinologo in tali pazienti richiede una vita.

Prolattinoma ipofisario: sintomi, trattamento e prognosi

Il prolattinoma è un tumore benigno (adenoma) della ghiandola pituitaria anteriore. È caratterizzato da attività ormonale, cioè sintetizza una maggiore quantità di prolattina (ormone luteotropico).

Nella struttura dei tumori del prolattinoma pituitario prende il primo posto. La quota di questi adenomi rappresenta oltre il 30% dei tumori diagnosticati di questa ghiandola endocrina.

Caratteristiche e classificazione

Importante: la malignità della prolattina è estremamente rara. Molto spesso, questi adenomi vengono diagnosticati nelle donne in età fertile. Negli uomini, tali tumori vengono rilevati quasi 10 volte di meno.

La neoplasia si sviluppa dai prolattotrofi - cellule ipofisarie che sintetizzano "ormone del latte". Nella maggior parte dei casi, le dimensioni degli adenomi pituitari ormonalmente attivi non superano i 2-3 mm di diametro.

La produzione di prolattina è controllata dall'ipotalamo. La dopamina prodotta dai suoi nuclei sopprime la funzione secretoria dei lattotropi.

Fai attenzione: La prolattina è un ormone polipeptidico responsabile della sintesi del latte materno nelle donne nel periodo postpartum. Inoltre, ha un effetto regolatore sulle funzioni sessuali e riproduttive insieme agli ormoni luteinizzanti e follicolo-stimolanti (LH e FSH). Questi composti biologicamente attivi sono responsabili della mestruazione, dell'ovulazione e della sintesi degli estrogeni. Una certa quantità di prolattina, LH e FSH è normalmente sintetizzata nel corpo di un uomo. Gli ormoni gonadotropici influenzano la produzione di testosterone e il grado di attività dello sperma.

Nella pratica clinica, la prolattina è classificata in base alla dimensione e alla localizzazione rispetto a Sella turcica ("sella turca") - una formazione nell'osso sfenoidale, al centro della quale si trova la fossa ipofisaria. Secondo lei, questi adenomi si dividono in:

  1. Intrasellyarnye (il loro diametro non supera 1 cm).
  2. Ekstrasellyarnye (diametro ≥ 1 cm).

I microprolattinomi sono più caratteristici per le donne e i macroprolattinomi sono per gli uomini. La gravità delle manifestazioni cliniche dipende dalla dimensione degli adenomi. Le tattiche di trattamento dipendono anche dal tipo di tumore.

Cause di tumore

Attualmente non ci sono informazioni affidabili sulle vere cause della formazione del prolattoma.

La predisposizione genetica ha un certo valore; Ad alcuni pazienti con tumori ipofisari benigni viene diagnosticata una malattia genetica - neoplasia endocrina multipla di tipo I. Questa patologia è caratterizzata da un aumento dell'attività secretoria di un numero di ghiandole endocrine.

Sintomi di prolattinomi ipofisari

Sullo sfondo dello sviluppo del tumore, si sviluppa l'iperprolattinemia, che si traduce nella soppressione della formazione di ormoni sessuali femminili, l'assenza di ovulazione e, di conseguenza, la sterilità.

Sintomi clinici tipici:

  • galaktoreeI (l'assegnazione del latte materno, non associata alla nascita di un bambino);
  • amenorrea (o periodi irregolari);
  • anovulazione;
  • ginecomastia (ingrandimento del seno negli uomini);
  • disfunzione erettile, diminuzione del desiderio sessuale e della potenza (negli uomini).

La crescita dei prolattinomi, accompagnata dalla compressione delle strutture cerebrali, può essere accompagnata dalla comparsa di mal di testa, disturbi della coscienza e disturbi della percezione visiva.

I macroprolattinomi (grandi neoplasie) spesso causano la compressione dei nervi ottici, che si manifesta con diplopia (visione doppia), restringimento dei campi visivi e la comparsa di problemi con il riconoscimento di oggetti situati sul lato. Se un tale tumore esercita una pressione sul chiasma ottico (chiasma ottico), è possibile la completa cecità.

Sintomi neurologici di prolattinomi di grande volume:

  • ansia immotivata;
  • depressione;
  • irritabilità;
  • elevata labilità emotiva (frequenti sbalzi d'umore).

La compressione della ghiandola pituitaria porta all'interruzione della produzione degli altri ormoni - somatotropico, tireotropico, adrenocorticotropo, luteinizzante e follicolo-stimolante.

Sintomi caratteristici delle donne

Tra i primi segni dello sviluppo di prolattinomi figurano il prolungamento del ciclo mensile o la completa assenza di mestruazioni. La riduzione della produzione di LH e FSH porta all'anovulazione, il che rende impossibile il concepimento.

L'intensità della galattorrea è variabile. Il latte può apparire solo premendo sull'area del capezzolo o emergendo spontaneamente.

Importante: il rilascio di latte in un tumore pituitario non è in alcun modo collegato alle patologie delle ghiandole mammarie, ma contro la loro galattorrea di fondo diventa un ulteriore fattore di rischio per lo sviluppo della mastopatia.

L'iperprolactemia promuove la lisciviazione dei componenti minerali dal tessuto osseo. Di conseguenza, l'osteoporosi si sviluppa, portando spesso a fratture patologiche.

Importante: l'osteoporosi nel prolattinoma appare sia nelle donne che negli uomini.

La mancanza di ormoni sessuali femminili a causa di un eccesso di prolattina provoca disturbi metabolici (ritenzione idrica e obesità).

In alcuni casi, il prolattinoma è accompagnato da ipersecrezione di ormoni sessuali maschili. In questo caso, i pazienti sviluppano sintomi come l'acne e l'irsutismo (eccessiva crescita dei peli maschili).

Sintomi tipici per gli uomini

Iperprolactemia porta ad una diminuzione della produzione del principale androgeno - testosterone e interruzione del processo di sviluppo dello sperma, che porta alla sterilità. Negli uomini, la libido si indebolisce o scompare e la funzione erettile è compromessa. Nella maggior parte dei casi, ai pazienti viene diagnosticata una ginecomastia.

L'aumento del seno può essere accompagnato da galattorrea. In un certo numero di pazienti la crescita di capelli facciali diminuisce e il processo di atrofia delle ghiandole sessuali - i testicoli. Altre manifestazioni caratteristiche includono la debolezza muscolare.

Diagnosi di prolattinomi

I sospetti tumori ipofisari benigni consentono sintomi clinici caratteristici.

Il metodo diagnostico più informativo per la prolattina è la scansione di risonanza magnetica mirata con l'iniezione preliminare di un agente di contrasto. Questa tecnica hardware consente di valutare obiettivamente la posizione e le dimensioni del tumore.

La tomografia computerizzata può essere utilizzata per identificare macroprolattinomi, che forniscono una chiara visualizzazione delle strutture dell'osso sfenoidale.

La diagnostica di laboratorio comporta la triplice determinazione del livello di prolattina nel plasma. Lo studio è condotto in giorni diversi al fine di evitare possibili errori legati allo stress psico-emotivo del paziente.

Numeri normali (in ng / ml):

Uno dei problemi più comuni della ghiandola pituitaria è il prolattinoma: segni, terapia

L'adenoma ipofisario si verifica per ragioni che non sono completamente comprese. In alcuni pazienti, la crescita eccessiva e l'attività delle cellule che formano la prolattina sono notate in caso di una malattia geneticamente determinata. Si chiama neoplasia poliendocrina. Anche isolato è l'eredità della propensione al prolattinoma.

Tra tutti i tumori del tessuto ipofisario, i prolattinomi conducono e costituiscono un terzo di tutte le neoplasie diagnosticate. Sono considerati benigni, in casi eccezionali, rinascono nel cancro. Le donne soffrono dieci volte più spesso degli uomini. Ciò è dovuto al maggior ruolo della prolattina nel corpo femminile.

I prolattinomi nel corpo maschile di solito raggiungono dimensioni molto più grandi delle donne. Quando la produzione eccessiva di prolattina:

  • la formazione di estrogeni nelle donne e il testosterone negli uomini diminuisce;
  • infertilità e diminuzione del desiderio sessuale in entrambi i sessi;
  • gli uomini lamentano una bassa potenza e un aumento delle ghiandole mammarie, e le donne lamentano un fallimento del ciclo mestruale.

I sintomi della malattia dipendono dalla dimensione dei prolattinomi:

  • piccoli adenomi crescono all'interno della sella turca e si manifestano solo con uno squilibrio ormonale;
  • per raggiungere 1 cm di dimensione, il tumore va oltre la sua posizione normale ed esercita una pressione sul tessuto cerebrale e sui nervi ottici.

Sintomi comuni di un tumore in uomini e donne:

  • campo visivo ristretto;
  • difficoltà nel determinare gli oggetti laterali, raddoppiando i loro contorni;
  • abbassamento della vista fino alla cecità;
  • mal di testa costante;
  • fluttuazioni nel background emotivo;
  • irritabilità;
  • ansia, ansia;
  • reazioni depressive;
  • violazione della formazione di ormoni ipofisari a causa della compressione dei suoi tessuti.

Nelle donne, la prima violazione è un allungamento del ciclo e una diminuzione della quantità di sangue secreto durante le mestruazioni (diventano rari e scarsi). Violato il processo di ovulazione e la capacità di concepire. Stimola il rilascio di gocce di latte quando si preme sul capezzolo o spontaneamente. Con i livelli elevati prolungati della mastopatia ormonale è possibile. Il calcio viene pesantemente lisciviato dalle ossa, causando osteoporosi e un aumentato rischio di fratture. Il liquido viene trattenuto nel corpo, aumenta il peso corporeo. I capelli crescono sul corpo e sul viso, compare l'acne.

Negli uomini, il contenuto di testosterone nel sangue diminuisce, il che si manifesta con la debolezza del desiderio sessuale, il raggiungimento e il mantenimento dell'erezione e la formazione di spermatozoi vitali. Anche gli uomini diventano sterili. Le ghiandole mammarie sono ingrandite e si verifica anche la secrezione del latte. I testicoli sono di dimensioni ridotte, i capelli non crescono sul viso, le ossa e il tessuto muscolare sono indeboliti. Spesso, i segni di compressione da parte del tumore dei nervi ottici o aree adiacenti del cervello vengono alla ribalta.

La risonanza magnetica è riconosciuta come il metodo più informativo per la rilevazione della prolattina. Se si sospetta, si consiglia un ulteriore tessuto in contrasto con il gadolinio. Test del sangue raccomandato per la prolattina. Il valore diagnostico ha un forte aumento del suo livello (fino a 10 volte). Tutti i pazienti devono consultare un oftalmologo.

È praticamente l'unico adenoma ipofisario che risponde alla terapia farmacologica. Parlodel è prescritto ai pazienti, ripristina i normali livelli ormonali in quasi il 90% dei pazienti durante il mese. Dostinex non è inferiore nella sua efficacia, ma ha conseguenze meno indesiderabili con il trattamento a lungo termine, è sufficiente prenderlo ogni 7-10 giorni.

Nei pazienti, la visione viene ripristinata e piccoli tumori possono scomparire. Sullo sfondo di droghe, le mestruazioni, la funzione sessuale e la gravidanza sono possibili sono normalizzati. Grandi tumori richiedono il controllo della risonanza magnetica durante il corso della terapia.

Se non ci sono dinamiche positive, viene indicata la rimozione dell'adenoma. L'operazione può essere eseguita attraverso i passaggi nasali o trepanning del cranio.

Ci sono casi in cui viene prescritta la radioterapia, dà l'opportunità di non usare farmaci in presenza di controindicazioni, idiosincrasia o nessun risultato. L'effetto dell'irradiazione si manifesta per intero in 2-3 anni e dura fino a 5 anni.

Leggi di più nel nostro articolo sul prolattinoma ipofisario.

Leggi in questo articolo.

Cause del prolattinoma ipofisario

Come la maggior parte delle malattie tumorali, l'adenoma pituitario si verifica per ragioni che non sono completamente comprese. In alcuni pazienti, la crescita eccessiva e l'attività delle cellule che formano la prolattina sono notate in caso di una malattia geneticamente determinata. Si chiama neoplasia poliendocrina.

Crescita di adenoma pituitario

Ciò significa che le ghiandole endocrine, a causa di un errore nella regolazione, sfuggono al controllo dell'ipotalamo e iniziano a produrre intensamente gli ormoni. In questi casi aumenta la funzione delle ghiandole paratiroidi, del pancreas e della ghiandola pituitaria. Ulcere multiple si trovano nel sistema digestivo. Anche isolato è l'eredità della propensione al prolattinoma.

E qui di più sull'adenoma pituitario.

In che modo un tumore colpisce il corpo?

Tra tutti i tumori del tessuto ipofisario, i prolattinomi conducono e costituiscono un terzo di tutte le neoplasie diagnosticate. Sono considerati benigni, in casi eccezionali, rinascono nel cancro. Le donne soffrono dieci volte più spesso degli uomini. Ciò è dovuto al ruolo maggiore della prolattina nel corpo femminile:

  • responsabile della formazione del latte materno dopo il parto;
  • regola la formazione di estrogeni;
  • controlla la funzione mestruale e la capacità di concepire.

Negli uomini, il sangue normale contiene una piccola quantità di questo ormone. È responsabile della sintesi del testosterone e fornisce attività agli spermatozoi. I prolattinomi nel corpo maschile di solito raggiungono dimensioni molto più grandi delle donne.

Quando la produzione eccessiva di prolattina:

  • la formazione di estrogeni nelle donne e il testosterone negli uomini diminuisce;
  • infertilità e diminuzione del desiderio sessuale in entrambi i sessi;
  • gli uomini lamentano una bassa potenza e un aumento delle ghiandole mammarie, e le donne lamentano un fallimento mestruale.

Sintomi di un tumore in uomini e donne

Le manifestazioni comuni di prolattina comprendono i sintomi associati al suo volume. Quando si verifica un tumore di grandi dimensioni:

  • campo visivo ristretto;
  • difficoltà nel determinare gli oggetti laterali, raddoppiando i loro contorni;
  • abbassamento della vista fino alla cecità;
  • mal di testa costante;
  • fluttuazioni nel background emotivo;
  • irritabilità;
  • ansia, ansia;
  • reazioni depressive;
  • violazione della formazione di ormoni ipofisari a causa della compressione dei suoi tessuti.
Restringimento del campo visivo

Nelle donne

La prima violazione è un allungamento del ciclo e una diminuzione della quantità di sangue secreto durante le mestruazioni, diventano rari e scarsi. La formazione del follicolo nelle ovaie, il processo di ovulazione e la capacità di concepire sono compromesse. La prolattina nelle donne stimola il rilascio di gocce di latte quando si preme sul capezzolo o spontaneamente. Allo stesso tempo, la stessa ghiandola mammaria non cambia, ma con un aumento a lungo termine della mastopatia ormonale è possibile.

A causa della mancanza di estrogeni nel corpo, il calcio viene lavato intensivamente dalle ossa, causando osteoporosi e un aumentato rischio di fratture. Il liquido viene trattenuto nel corpo, aumenta il peso corporeo. Poiché non vi è alcun effetto deterrente degli ormoni sessuali femminili, allora le funzioni maschili iniziano a predominare. I capelli crescono sul corpo e sul viso, compare l'acne.

Negli uomini

Il contenuto di testosterone nel sangue diminuisce. Ciò si manifesta con la debolezza del desiderio sessuale, il raggiungimento e il mantenimento dell'erezione, la formazione di spermatozoi vitali. Anche gli uomini diventano sterili. Le ghiandole mammarie sono ingrandite e si verifica anche la secrezione del latte. I testicoli sono di dimensioni ridotte, i capelli non crescono sul viso, le ossa e il tessuto muscolare sono indeboliti.

Spesso, i segni di compressione da parte del tumore dei nervi ottici o aree adiacenti del cervello vengono alla ribalta.

Diagnostica di stato

La risonanza magnetica è riconosciuta come il metodo più informativo per la rilevazione della prolattina. Se si sospetta, si consiglia un ulteriore tessuto in contrasto con il gadolinio. I sali di questo oligoelemento hanno la capacità di accumularsi in aree ad alta circolazione sanguigna.

La risonanza magnetica aiuta a rilevare un piccolo adenoma e determina l'estensione del prolattinoma oltre la sella turca. Se il tumore è grande, può essere applicato CT, che mostra la struttura ossea della sella turca, il suo aumento, il contorno del doppio fondo, la distruzione della schiena.

Un esame del sangue per la prolattina è raccomandato per lo studio dell'attività ormonale dei prolattinomi. Il valore diagnostico ha un forte aumento del suo livello (fino a 10 volte). Con un aumento meno significativo, è necessario escludere:

  • l'uso di farmaci che possono stimolare la formazione di ormoni;
  • menomazione funzionale;
  • la gravidanza;
  • bassa attività della tiroide;
  • lesioni al petto;
  • renale, insufficienza epatica.
Risonanza magnetica del cervello nell'adenoma pituitario

Se l'MRT e la determinazione della concentrazione di prolattina nel sangue hanno ottenuto risultati dubbi, ai pazienti viene assegnato un test di provocazione. In primo luogo, viene misurato il contenuto di ormone e quindi viene somministrato per via endovenosa l'analogo della tireoliberina dell'ipotalamo. Mezz'ora dopo, viene mostrata una ricerca ripetuta. Valutare i risultati in questo modo:

  • il livello è quasi raddoppiato - questo significa normale o aumento della sintesi della prolattina al di fuori dell'ipofisi;
  • nessun cambiamento o un leggero aumento del contenuto dell'ormone nel sangue - conferma la diagnosi di prolattinoma.
Consultazione dell'oculista

Tutti i pazienti devono consultare un oftalmologo con la definizione di campi visivi, nonché lo studio della densità ossea.

Trattamento dei prolattinomi ipofisari

È praticamente l'unico adenoma ipofisario che risponde alla terapia farmacologica. Parlodel è prescritto ai pazienti, ripristina i normali livelli ormonali in quasi il 90% dei pazienti durante il mese. Dostinex non è inferiore nella sua efficacia, ma ha conseguenze meno indesiderabili con il trattamento a lungo termine, è sufficiente prenderlo ogni 7-10 giorni.

Questi farmaci portano ad una diminuzione del prolattinoma e alla cessazione della sua attività ormonale. Nei pazienti, la visione viene ripristinata e piccoli tumori possono scomparire. Sullo sfondo di droghe, le mestruazioni, la funzione sessuale e la gravidanza sono possibili sono normalizzati. Grandi tumori richiedono il controllo della risonanza magnetica durante il corso della terapia.

Se non ci sono dinamiche positive nella dimensione dei prolattinomi e la sintesi della prolattina da parte sua, la visione diminuisce, quindi viene mostrata la rimozione dell'adenoma. L'operazione può essere eseguita attraverso i passaggi nasali o trepanning del cranio.

Guarda il video sulla diagnosi e il trattamento dell'adenoma ipofisario (prolatinoma):

Ci sono casi in cui viene prescritta la radioterapia, dà l'opportunità di non usare farmaci in presenza di controindicazioni, idiosincrasia o nessun risultato.

L'effetto dell'irradiazione si manifesta per intero in 2-3 anni e dura fino a 5 anni. Pertanto, questo metodo non è raccomandato per le donne che stanno pianificando di avere un bambino. La complicazione della radioterapia è la mancanza di funzione della ghiandola pituitaria. Per la sua correzione applicare Idrocortisone, Eutiroks, Methyltestosterone per uomini e Divigel per le donne.

Prognosi per tumore

I microadenomi procedono in modo più favorevole. Può sbarazzarsi di loro anche senza un intervento chirurgico. Dopo la rimozione di tumori di medie dimensioni, la ricaduta si verifica in un periodo di 5 anni in un terzo dei pazienti. I grandi tumori alterano in modo significativo gli ormoni del corpo, quindi anche il trattamento chirurgico allevia per lo più segni di compressione cerebrale.

Il periodo per il quale si verifica la remissione clinica sullo sfondo del farmaco dipende dalla dimensione e dall'attività ormonale dei prolattinomi. Di solito il trattamento viene effettuato per diversi anni. Se il paziente lo interrompe da solo, allora il tumore cresce rapidamente, potrebbe esserci una transizione verso una neoplasia maligna.

Prevenzione dell'apparenza

Poiché le ragioni per lo sviluppo dei prolattinomi non sono ancora note, la prevenzione del suo verificarsi non è stata sviluppata. Quando viene rilevato un tumore, i pazienti necessitano di un monitoraggio regolare di una risonanza magnetica e di un esame del fondo oculare almeno una volta all'anno e l'analisi della prolattina viene effettuata ogni sei mesi.

E qui di più sull'insufficienza surrenalica cronica.

Il prolattinoma compare nella ghiandola pituitaria dalle cellule che producono prolattina. Questo ormone è necessario dopo la nascita per la formazione del latte materno. Negli uomini e nelle donne, è responsabile della funzione sessuale, della capacità di concepire. Con un flusso eccessivo nel sangue porta a scarse mestruazioni e il rilascio di latte dal capezzolo nelle donne. Negli uomini, c'è l'impotenza, l'inferiorità dello sperma, un aumento delle ghiandole mammarie.

Una risonanza magnetica e un esame del sangue per la prolattina sono indicati per il rilevamento. È indicato un trattamento farmacologico, con segni di compressione del tessuto cerebrale.

Non ci sono ragioni precise per cui l'adenoma pituitario può apparire. I sintomi di un tumore al cervello sono diversi nelle donne e negli uomini, a seconda dell'ormone che conduce. La prognosi per i piccoli favorevoli.

Una sindrome di Nelson piuttosto pericolosa non è così facile da rilevare nella fase iniziale della crescita del tumore. I sintomi dipendono anche dalle dimensioni, ma il sintomo principale all'inizio è un cambiamento nel colore della pelle in viola brunastro. Con una carenza di quale ormone si forma?

Insufficienza surrenalica cronica si verifica con un decorso prolungato della malattia, infezione da virus, funghi. Primaria si verifica nei bambini e negli adulti, c'è un secondario e terziario. I sintomi sono inizialmente nascosti. Le complicanze sono gravi senza trattamento. Diagnostica complessa

La maggior parte dell'insufficienza pituitaria si verifica negli anziani, ma può essere congenita o acquisita nei bambini, dopo il parto. Assegna anche totale, parziale, primario e secondario. La diagnosi di sindrome ipopituitaria comprende ormone, risonanza magnetica, TC, radiografia e altro. Trattamento - restauro di funzione da ormoni.

Se viene stabilito un iperparatiroidismo, il trattamento sarà diverso a seconda che il paziente abbia una malattia o una sindrome. Succede primario e secondario, rilevato nei bambini. La diagnostica è completa.