Marcatori del tumore al seno e alle ovaie - mutazione dei geni BRCA1 e BRCA2

La mutazione dei geni BRCA1 e BRCA2 è una delle possibili cause del cancro al seno e / o del carcinoma ovarico nelle donne.

Sinonimi: BRCA, geni di suscettibilità al cancro al seno 1 e 2, gene del cancro al seno 1 e gene del cancro al seno 2

Il gene BRCA1 e BRCA2 sono

parte del DNA umano. Il suo cambiamento aumenta il rischio di sviluppare tumori maligni della mammella e delle ovaie nelle donne, nella prostata e nelle ghiandole mammarie negli uomini.

Un gene è una parte del DNA ereditata dai genitori. Il bambino riceve metà delle informazioni genetiche dalla madre, metà dal padre. Ci sono 20.000 geni nel corpo umano, ognuno dei quali svolge il proprio ruolo.

Il gene BRCA1 e BRCA2 sono chiamati "soppressione del tumore", letteralmente - opprimendo il tumore. BRCA ripristina i siti di DNA danneggiati, riducendo l'accumulo di mutazioni che portano allo sviluppo di un tumore. Come risultato della mutazione del gene BRCA, il DNA perde la capacità di correggere i propri errori.

5 fatti sul gene BRCA1 e BRCA2

  • una persona è già nata con una mutazione BRCA1 o BRCA2, è impossibile cambiare questo fatto
  • NON tutti i portatori di questo gene avranno il cancro
  • il gene modificato può essere ereditato sia dalla madre che dal padre
  • la probabilità di passare il gene BRCA modificato ai bambini è del 50%
  • gene tramandato di generazione in generazione

Cancro al seno + BRCA1 e BRCA2

Nel cancro al seno, inizia il processo di crescita incontrollata e divisione delle cellule del seno, che forma un tumore maligno. Il cancro può manifestarsi in donne diverse in modi diversi. Per alcuni, per molti anni il tumore si trova solo nella ghiandola mammaria, mentre per altri si estende alle ghiandole linfatiche anche prima che si trovi un sigillo nel seno.

Una donna su otto (1: 8) sviluppa il cancro al seno per tutta la vita. Per confronto - la stessa possibilità di ottenere un'emicrania normale!

Non c'è nulla di straordinario nel fatto che qualcuno da parenti stretti abbia / ha il cancro, dal momento che la maggior parte dei casi di cancro sono sporadici, vale a dire. sorgere casualmente, in modo irregolare. Solo il 5-10% dei tumori al seno è causato da mutazioni di vari geni, vale a dire possono essere chiamati ereditari. Il numero di tali geni è piuttosto grande, eccone alcuni: BRCA1, BRCA2, TP53, PTEN, CASP8, FGFR2, TNRCP, MAP3K1.

Le mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2 descritte in questo articolo hanno anche circa 500 modi di rompere e sono responsabili del 20% dei casi di carcinoma mammario ereditario.

Conte. Nella città di N vivono 10.000 donne, tra le quali 1250 svilupperanno il cancro al seno nella loro intera vita.Se consideriamo che nel 10% dei tumori sono ereditate, in 125 casi il cancro può essere considerato geneticamente determinato. La mutazione dei geni BRCA1 e BRCA2 sarà "colpevole" in 24 casi. In totale, su 10.000 di tutte le donne (di tutte le età, status sociale, ecc.), La mutazione BRCA causerà 24 casi di cancro al seno.

Le donne che portano il gene mutato BRCA1 e / o BRCA2 hanno un aumentato rischio di sviluppare il cancro al seno, ma anche questo rischio non è una garanzia di cancro.

Per una donna media con 1-2 parenti stretti con tumore al seno, il rischio di ammalarsi è del 17-30%, per il portatore della mutazione del gene BRCA1 - 60-90%, BRCA2 - 45-85%. In questo caso, il tumore si sviluppa in età più giovane e vi è un'alta probabilità di recidiva dopo il trattamento.

Esistono due opzioni principali per la gestione del rischio di comparsa di un tumore al seno per i portatori femminili della mutazione BRCA:

1. diagnosi precoce - esame da parte di un ginecologo, visite più frequenti al medico, visite mediche complete per le donne

  • regolare auto-esame delle ghiandole mammarie - 1 volta al mese da 20 anni
  • mammografia 1 volta all'anno da 40 anni
  • RM 1 volta all'anno da 30 anni
  • se necessario CA 15-3

2. completa rimozione delle ghiandole mammarie - mastectomia totale

In ogni caso, la decisione viene presa solo dalla donna, ogni caso è individuale e ogni decisione comporta i propri rischi ed effetti collaterali.

Delle 10.000 donne che fumano nella stessa città N, il cancro ai polmoni sarà diagnosticato nel 1160! E ora la domanda è: quante donne vorranno fare il test per BRCA e quante smetteranno di fumare? C'è una differenza - il rischio che controlli (fumo) e che possa essere attribuito a "è successo così" (ereditarietà, geni)?

Metodi comuni per ridurre il rischio di sviluppare il cancro al seno:

  • controlli regolari
  • stile di vita sano
  • dieta equilibrata
  • maternità sotto i 35 anni
  • allattamento
  • smettere di fumare, alcol
  • non assumere contraccettivi ormonali, terapia ormonale sostitutiva in menopausa
  • completa rimozione del seno

Cancro ovarico + BRCA1 e BRCA2

Il rischio di cancro ovarico per una donna è di circa il 2%, e se ci sono casi di malattia in famiglia, quindi 4-5%. Se ci sono mutazioni del gene BRCA1, allora la probabilità di cancro ovarico raggiunge il 40-60%, BRCA2 - 10-30% (per le donne di età superiore a 40 anni). La diagnosi del carcinoma ovarico si basa su una combinazione di diversi tipi di ricerca: esame ginecologico, ecografia vaginale, laparoscopia, TC degli organi pelvici, studio dei marcatori tumorali - CA 125 e HE4.

Mutazione dei geni BRCA1 e BRCA2 negli uomini

  • La mutazione del gene BRCA1 e 2 si applica agli uomini, entrambi portatori e gruppi a rischio diretto di alcuni tipi di tumori
  • nel caso della mutazione BRCA1, il rischio di cancro al seno è aumentato (0,1-1%), e il rischio di cancro alla prostata è paragonabile a quello per la popolazione (cioè non differisce)
  • in presenza di mutazioni BRCA2, il rischio di cancro della mammella è del 5-10% e la probabilità di cancro alla prostata è del 20-25%
  • i maschi trasferiscono il gene BRCA1 e BRCA2 alla prole

Caratteristiche dell'analisi su BRCA1 e BRCA2

  • Lo studio è consigliato solo per un gruppo a rischio ridotto per donne e uomini.
  • l'analisi viene eseguita una volta nella vita
  • I test genetici non rivelano tutte le mutazioni del gene BRCA, ma solo una parte.
  • l'analisi non ha senso per i bambini
  • Sulla base dei risultati, è possibile prevedere il rischio personale di sviluppare tumore al seno o alle ovaie (tenendo conto di tutte le informazioni sul paziente)

Analisi su BRCA1 e BRCA2

In laboratorio non vengono studiati tutti i 500 tipi di geni di mutazione BRCA1 e BRCA2, ma solo 1-10 (a seconda del laboratorio). Pertanto, il risultato dello studio sarà il seguente:

  • mutazione non rilevata (rilevata)
  • mutazione rilevata (non rilevata)

Ricorda che ogni laboratorio, o meglio attrezzatura di laboratorio e reagenti, ha "i propri" standard. Sotto forma di ricerca di laboratorio, sono nella colonna - i valori di riferimento o la norma.

In ogni caso, il risultato dell'analisi deve essere "letto" da uno specialista - ostetrico-ginecologo, oncologo, specialista del seno, genetista.

Cosa significa il risultato dell'analisi?

Un risultato positivo del test per la mutazione del gene BRCA1 e / o BRCA2 significa l'assenza di un "riparatore" di geni e un aumento del rischio di sviluppare cancro al seno e / o ovaie in una donna, prostata e seno in un uomo.

L'assenza di una mutazione BRCA non è una garanzia che una persona non ha il cancro.

Analisi del sangue brca

Circa il 5-10% di tutti i casi di tumore al seno e alle ovaie sono ereditari, il loro sviluppo può essere associato a mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2.

CHE COSA SONO QUESTI GENI?

I geni BRCA1 e BRCA2 codificano per proteine ​​che aiutano a riparare il danno al DNA e mantengono la stabilità del genoma. Le mutazioni di questi geni portano all'instabilità cromosomica e alla trasformazione maligna delle cellule della ghiandola mammaria, delle ovaie e di altri organi. Nelle donne con mutazioni germinali in uno degli alleli del gene BRCA1 / 2, il rischio di sviluppare il cancro al seno per tutta la vita è dell'85% (questo rischio varia leggermente a seconda della posizione e / o del tipo di mutazione). Per i tumori ovarici, questo rischio è - 50%. Nei portatori di mutazioni congenite dei geni BRCA1 / 2, vi è anche una maggiore suscettibilità allo sviluppo di tumori del colon e della prostata.

Chi viene mostrato donazione di sangue su brca 1 e 2

I pazienti hanno bisogno di uno studio genetico la cui storia personale o familiare sia presente:

• diagnosi di cancro al seno prima dei 50 anni;
• Carcinoma mammario multiplo primario con una lesione multicentrica;
• Cancro di entrambe le ghiandole mammarie (carcinoma sincrono e metacrono primario, lesione metastatica della ghiandola mammaria controlaterale);
• Una combinazione di cancro al seno e alle ovaie;
• La presenza di mutazioni identificate nei geni BRCA dei parenti più prossimi;
• Cancro al seno negli uomini;
• diagnosticato con carcinoma mammario triplo negativo;
• Origine etnica (Ashkenazi).

Cosa significa rilevare le mutazioni nei geni BRCA1 e / o BRCA2 in un esame del sangue?

  • Il soggetto ha un aumentato rischio di sviluppare determinati tipi di cancro. Attenzione! La presenza di mutazione non significa lo sviluppo obbligatorio della malattia.
  • Ogni bambino esaminato ha una probabilità del 50% di ereditare una mutazione nei geni BRCA1 o BRCA2.
  • I fratelli del soggetto con un alto grado di probabilità possono essere portatori di mutazioni nei geni BRCA1 o BRCA2.

Cosa succede se c'è una mutazione nell'analisi brca?

Raccomandazioni generali per donne e uomini nell'identificare le mutazioni nei geni BRCA1 o BRCA2 nel test:

1. Eliminazione di altri fattori di rischio indipendenti (fumo, radiazioni ionizzanti, effetti cancerogeni).

2. Screening genetico per l'individuazione di polimorfismi in geni associati al ciclo del folato (i difetti genetici degli enzimi del ciclo del folato possono aumentare ulteriormente il rischio di carcinogenesi).

3. Esame di bambini adulti e parenti stretti per il trasporto di mutazioni di questi geni.

4. Consultazione oncologo-mammologo e genetista.

Per informazioni più dettagliate e raccomandazioni individuali è necessario ordinare anche il servizio "Conclusione di un genetista" al servizio "Analisi BRCA"

Analisi dei geni BRCA1 e BRCA2 per rilevare carcinoma mammario e ovarico ereditario

Uno dei tipi più comuni di tumori familiari è il carcinoma mammario ereditario (BC), che rappresenta il 5-10% di tutti i casi di lesioni maligne delle ghiandole mammarie. Spesso, il carcinoma mammario ereditario è associato ad un alto rischio di cancro ovarico (OC). Di norma, nella letteratura scientifica e medica si usa il termine unico "sindrome del cancro ovarico-mammario". Inoltre, in caso di patologie tumorali dell'ovaio, la percentuale di cancro ereditario è addirittura superiore a quella del carcinoma mammario: il 10-20% dei casi di OC è causato dalla presenza di un difetto genetico ereditario.

La presenza di mutazioni nei geni BRCA1 o BRCA2 in questi pazienti è associata a una predisposizione all'insorgenza della sindrome BC / RI. Le mutazioni sono ereditarie - cioè, letteralmente in ogni cellula del corpo di una tale persona c'è un danno che viene ereditato. La probabilità di una neoplasia maligna nei pazienti con mutazioni BRCA1 o BRCA2 entro i 70 anni raggiunge l'80%.

I geni BRCA1 e BRCA2 svolgono un ruolo chiave nel mantenimento dell'integrità del genoma, in particolare nei processi di riparazione del DNA. Le mutazioni che colpiscono questi geni, di norma, portano alla sintesi di una proteina anormale abbreviata. Tale proteina non può svolgere correttamente le sue funzioni - "monitorare" la stabilità dell'intero materiale genetico di una cellula.

Tuttavia, in ogni cellula ci sono due copie di ciascun gene - da mamma e papà, quindi la seconda copia può compensare l'interruzione dei sistemi cellulari. Ma la probabilità del suo fallimento è anche molto alta. Quando i processi di riparazione del DNA sono disturbati, altri cambiamenti iniziano ad accumularsi nelle cellule, che a loro volta possono portare a trasformazione maligna e crescita del tumore.

Determinazione della suscettibilità genetica al cancro:

Sulla base del laboratorio di oncologia molecolare dell'oncologia NMIC intitolata. NN Petrova applica un'analisi graduale per i pazienti:

  1. prima viene indagata la presenza delle mutazioni più frequenti (4 mutazioni)
  2. in assenza di tale necessità clinica, è possibile condurre un'analisi estesa (8 mutazioni) e / o l'analisi della sequenza completa dei geni BRCA1 e BRCA2.

Attualmente sono note oltre 2000 varianti di mutazioni patogene nei geni BRCA1 e BRCA2. Inoltre, questi geni sono piuttosto grandi - rispettivamente 24 e 27 esoni. Pertanto, un'analisi completa delle sequenze di geni BRCA1 e BRCA2 è un processo che richiede tempo, costoso e dispendioso in termini di tempo.

Tuttavia, alcune nazionalità sono caratterizzate da una gamma limitata di mutazioni significative (il cosiddetto "effetto fondatore"). Così, nella popolazione di pazienti russi di origine slava, fino al 90% delle varianti patogenetiche rilevate di BRCA1 sono rappresentate da sole tre mutazioni: 5382insC, 4153delA, 185delAG. Questo fatto accelera significativamente i test genetici di pazienti con segni di carcinoma mammario ereditario.

Analisi della sequenza del gene BRCA2, rilevamento della mutazione c.9096_9097delAA

Quando devo passare l'analisi per le mutazioni BRCA1 e BRCA2?

The National Cancer Network - La National Comprehensive Cancer Network (NCCN) raccomanda che i seguenti pazienti vengano inviati per la ricerca genetica:

  1. Pazienti sotto i 45 anni di età con carcinoma mammario
  2. Pazienti di età inferiore ai 50 anni con carcinoma mammario, se la famiglia ha almeno un parente stretto relativo a tale diagnosi
  3. Inoltre, se un paziente sotto i 50 anni ha una storia familiare di cancro con cancro al seno
  4. Se all'età di 50 anni viene diagnosticata una lesione multipla delle ghiandole mammarie
  5. Pazienti con carcinoma mammario di età inferiore ai 60 anni - se, secondo i risultati dell'esame istologico, il tumore è tre volte negativo (non vi è espressione dei marcatori ER, PR, HER2).
  6. Con una diagnosi di cancro al seno a qualsiasi età, se è presente almeno uno dei seguenti sintomi:
    • almeno 1 parente stretto con carcinoma della mammella di età inferiore a 50 anni;
    • almeno 2 parenti stretti con tumore al seno a qualsiasi età;
    • almeno 1 parente stretto con OC;
    • avere almeno 2 parenti stretti con carcinoma pancreatico e / o carcinoma prostatico;
    • avere un parente maschio con cancro al seno;
    • appartenente a una popolazione con un'alta frequenza di mutazioni ereditarie (ad esempio, ebrei ashkenaziti);
  7. Tutti i pazienti con cancro ovarico diagnosticato.
  8. Se diagnosticato un cancro al seno negli uomini.
  9. Se diagnosticato un cancro alla prostata (con un indice di Gleason> 7) con almeno un parente con il cancro al seno o di cancro alle ovaie all'età di 50 anni o meno in presenza di almeno due parenti con cancro al seno, cancro del pancreas, o il cancro alla prostata.
  10. Se diagnosticato un cancro al pancreas in presenza di almeno un parente con il cancro al seno o alle ovaie all'età di 50 anni o meno in presenza di almeno due parenti con cancro al seno, cancro del pancreas, o il cancro alla prostata.
  11. Se il cancro del pancreas viene diagnosticato in un individuo appartenente all'ethos ebraico ashkenazita.
  12. Se un parente ha una mutazione BRCA1 o BRCA2

L'esecuzione di un'analisi genetica molecolare deve essere accompagnata da una consulenza genetica, durante la quale vengono discussi il contenuto, il significato e gli effetti del test; il valore di risultati positivi, negativi e non informativi; limitazioni tecniche del test proposto; la necessità di informare i parenti in caso di rilevamento di una mutazione ereditaria; caratteristiche di screening e prevenzione dei tumori nei portatori di mutazioni, ecc.

Come passare l'analisi per le mutazioni BRCA1 e BRCA2?

Il materiale per l'analisi è il sangue. Per studi genetici usando tubi con EDTA (tappo viola). Puoi donare il sangue nel laboratorio del NMIC o portarlo da qualsiasi altro laboratorio. Il sangue viene conservato a temperatura ambiente per un massimo di 7 giorni.

Non è necessaria una preparazione speciale per lo studio, i risultati dello studio non sono influenzati da pasti, medicinali, dall'introduzione di agenti di contrasto, ecc.

Ripetere l'analisi dopo un po 'di tempo o dopo il trattamento non è richiesto. La mutazione ereditaria non può scomparire o apparire durante la vita o dopo il trattamento ricevuto.

Cosa fare se una donna ha una mutazione BRCA1 o BRCA2?

Per i portatori di mutazioni patogene, è stata sviluppata una serie di misure per la diagnosi precoce, la prevenzione e il trattamento dei tumori della mammella e del tumore ovarico. Se tra le donne sane in modo tempestivo per identificare coloro che hanno un difetto genetico, è possibile diagnosticare lo sviluppo della malattia nelle fasi iniziali.

I ricercatori hanno identificato le caratteristiche della sensibilità ai farmaci dei tumori associati al BRCA. Rispondono bene ad alcuni farmaci citotossici e il trattamento può avere molto successo.

Raccomandato per portatori sani di mutazioni BRCA:

  1. Autoesame mensile da 18 anni
  2. Esame clinico delle ghiandole mammarie (mammografia o risonanza magnetica) da 25 anni.
  3. I portatori maschi delle mutazioni nei geni BRCA1 / 2 sono raccomandati per condurre un esame clinico annuale delle ghiandole mammarie dall'età di 35 anni. Dall'età di 40 anni, è consigliabile eseguire un esame di screening della prostata.
  4. Esami dermatologici e oftalmologici per la diagnosi precoce del melanoma.

Come una predisposizione al cancro al seno e rya è ereditata.

Spesso i portatori delle mutazioni BRCA1 / BRCA2 hanno una domanda - è stata trasmessa a tutti i bambini e quali sono le cause genetiche della forma ereditaria del cancro al seno? Le possibilità di trasmettere il gene danneggiato alla prole sono del 50%.

La malattia è ugualmente ereditata, sia da ragazzi che da ragazze. Il gene associato allo sviluppo del cancro al seno e del carcinoma ovarico non si trova sui cromosomi sessuali, quindi la probabilità di un portatore di mutazioni non dipende dal sesso del bambino.

Se una mutazione in diverse generazioni è stata trasmessa attraverso gli uomini, è molto difficile analizzare i pedigree, dal momento che raramente gli uomini ottengono il cancro al seno anche con un difetto genetico.

Ad esempio: i portatori erano il nonno e il padre del paziente e la loro malattia non si manifestava. Alla domanda se ci siano stati casi di cancro nella famiglia, un paziente simile risponderà in modo negativo. In assenza di altri segni clinici di tumori ereditari (età precoce / molteplicità di tumori), la componente ereditaria della malattia potrebbe non essere presa in considerazione.

Se viene rilevata una mutazione BRCA1 o BRCA2, si raccomanda di testare anche tutti i parenti di sangue.

Perché è importante considerare le radici etniche nella ricerca genetica?

Per molti gruppi etnici caratterizzati da una propria serie di frequenti mutazioni. Le radici nazionali del soggetto devono essere considerate quando si sceglie la profondità dello studio.

Gli scienziati hanno dimostrato che una gamma limitata di mutazioni significative (il cosiddetto "effetto del fondatore") è caratteristica di alcune nazionalità. Così, nella popolazione di pazienti russi di origine slava, fino al 90% delle varianti patogenetiche rilevate di BRCA1 sono rappresentate da sole tre mutazioni: 5382insC, 4153delA, 185delAG. Questo fatto accelera significativamente i test genetici di pazienti con segni di carcinoma mammario ereditario.

E infine una infografica visiva "Sindrome ereditaria del cancro al seno e alle ovaie". L'autrice è Kuligina Ekaterina Shotovna, Ph.D., ricercatrice senior del laboratorio scientifico di oncologia molecolare, FSBI "N. NN Petrova "Ministero della Salute della Russia.

Pubblicazione dell'autore:
ALEKSAKHINA SVETLANA NIKOLAEVNA,
Ricercatore di laboratorio presso il laboratorio scientifico di oncologia molecolare dell'istituzione di bilancio dello Stato federale "N. NN Petrova "Ministero della Salute della Russia

Analisi per la presenza di mutazioni del gene BRCA 1/2

Cosa è importante sapere sui geni BRCA1 e BRCA2?

Nella maggior parte dei casi, le malattie oncologiche sono ereditarie e sono associate al trasporto di mutazioni in alcuni geni ottenuti da uno dei genitori.

Uno degli approcci efficaci per la diagnosi precoce del cancro al seno e del carcinoma ovarico è la determinazione genetica molecolare delle loro forme ereditarie. Questo studio ci permette di confermare la presenza di una predisposizione ereditaria allo sviluppo del cancro e di formare gruppi ad alto rischio per la prevenzione patogeneticamente giustificata e / o la diagnosi precoce della malattia nella fase iniziale di sviluppo.

È noto che il 5-10% dei casi di cancro della mammella e il 10-17% del cancro ovarico sono ereditari e il loro sviluppo è associato a mutazioni nei geni BRCA-1 e BRCA-2. Secondo numerosi studi, sono responsabili del 20-50% delle forme ereditarie di cancro al seno, del 90-95% dei casi di cancro ovarico ereditario nelle donne e fino al 40% dei casi di cancro al seno negli uomini.

Quali sono i geni BRCA1 e BRCA2?

È noto che la maggior parte delle forme ereditarie di cancro al seno sono associate ai geni BRCA1 e BRCA2 (GENI CANCRO 1 e 2). Questi geni sono responsabili della regolazione del recupero del materiale genetico (DNA) e impediscono la possibile trasformazione delle cellule tumorali. Tuttavia, se ci sono difetti e mutazioni in questi geni, il rischio di sviluppare tumori al seno e alle ovaie è notevolmente aumentato.

5 fatti sul gene BRCA-1 e BRCA-2

  • una persona è già nata con una mutazione BRCA1 o BRCA2, è impossibile cambiare questo fatto;
  • non tutti i portatori di questo gene avranno il cancro;
  • il gene modificato può essere ereditato sia dalla madre che dal padre;
  • la probabilità di trasmissione del gene BRCA modificato ai bambini è del 50%;
  • il gene viene trasmesso di generazione in generazione.

Perché ho bisogno di analisi per le mutazioni BRCA1 e BRCA2?

Questa analisi ti aiuterà a scoprire se hai ereditato una mutazione genetica, in relazione alla quale aumenta il rischio di sviluppare il cancro al seno e / o alle ovaie.

La scoperta di un difetto genetico in donne clinicamente sane consente la diagnosi tempestiva e la prevenzione del cancro al seno e / o alle ovaie. Per i pazienti nei quali il tumore è già sorto, la rilevazione di mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2 consente di determinare la sua natura ereditaria e di scegliere il trattamento giusto.


Come puoi sospettare una forma ereditaria di cancro al seno?

Un'alta probabilità di avere una predisposizione ereditaria al cancro al seno è possibile con:

  • Rilevazione del cancro al seno in giovane età (fino a 40 anni);
  • La presenza di parenti diretti (madre, nonna, sorella, zia) sul lato materno o paterno, a cui è stato diagnosticato un cancro al seno prima dei 50 anni;
  • La tua famiglia ha parenti con cancro al seno e alle ovaie;
  • Casi nella tua famiglia di una o più due o entrambe le ghiandole mammarie;
  • Se la tua famiglia ha avuto un caso di cancro al seno in un uomo;
  • Con cancro concomitante (ad es. Carcinoma ovarico e pancreatico).


Come viene eseguita l'analisi delle mutazioni BRCA1 e BRCA2?

Il test consiste nel prelevare una piccola quantità di sangue da una vena o prendere un epitelio buccale. Non è richiesta una preparazione speciale per la ricerca.


Cosa fare se l'analisi delle mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2 era positiva?

Un risultato positivo suggerisce che hai ereditato un difetto nei geni BRCA1 e BRCA2 e hai una predisposizione a sviluppare alcuni tipi di cancro (mammario, ovarico, prostata (negli uomini), intestino, laringe, ecc.). L'analisi indica solo la probabilità di cancro e non significa che tutti i parenti di sangue avranno un difetto genetico. Quando vengono rilevate mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2 in una donna, il rischio di sviluppare carcinoma mammario e / o ovarico è compreso tra il 50 e il 90%.

Un risultato positivo dell'analisi è un'informazione importante che consente di adottare misure preventive il più presto possibile e ridurre la probabilità di sviluppare il cancro.


E se l'analisi per le mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2 è negativa?

Un risultato negativo non significa che non avrai il cancro. Ciò significa che per te il rischio di cancro è nella media e non richiede tanta attenzione alla sua prevenzione come nel caso della presenza di queste mutazioni. E, naturalmente, un risultato negativo non nega tali esami clinici generali di profilassi come un esame da parte di un mammologo e di una mammografia.

Registrati per l'analisi per telefono:

8-495-915-02-97; 8-916-757-80-54

Orari di apertura della reception: dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 10:00.

ANALISI DI BRCA

ANALISI GENETICA DEL SANGUE BRCA 1 e 2

BRCA 1 e BRCA 2 sono geni umani che appartengono a una classe di geni noti come soppressori del tumore. Nella normale struttura, BRCA 1 e BRCA 2 assicurano la stabilità del materiale genetico (DNA) delle cellule e aiutano a prevenire la loro crescita incontrollata. Le mutazioni di questi geni sono associate al rischio di sviluppare forme ereditarie di carcinoma ovarico e mammario.

Analisi del cancro al seno - il gene BRCA 1 - è diventato noto al grande pubblico a causa delle recenti azioni e dichiarazioni dell'attrice americana Angelina Jolie - e sarà sicuramente chiamato il genoma di Angelina Jolie Voight - "gene Jolie". A causa della presenza di una mutazione del gene specifico BRCA1 rilevato da un esame del sangue per BRCA 1/2, la star del cinema ha avuto il 87% di rischio di diventare una vittima di cancro al seno e il 50% del cancro ovarico. Per non vivere permanentemente sotto la spada di Damocle, Jolie decise di sottoporsi a una doppia mastectomia (rimosse chirurgicamente entrambi i seni). Ricordiamo la madre di Angelina Jolie Marshallin Bertrand è morta di cancro ovarico nel 2007, e recentemente è morta per cancro al seno e sua zia, la sorella Marchelyn. La situazione è indubbiamente ambigua e non pienamente motivata, ma, tuttavia, è stato creato un precedente.

Nella vita di una donna, il rischio di sviluppare tumore al seno e alle ovaie aumenta significativamente se eredita mutazioni dannose nei geni BRCA 1 o BRCA 2. Tale donna ha un aumentato rischio di sviluppare queste malattie in tenera età (prima della menopausa) e spesso ha parenti stretti, che c'era una diagnosi simile. Mutazioni dannose del gene BRCA 1 possono anche aumentare il rischio di sviluppare il cancro della cervice, dell'utero, del pancreas e del colon.

PROMOZIONE
dal 20 marzo 2017!

Sconti, se passi l'analisi:
2 persone - 15%
3 persone - 20%
Da 4 persone - 25%

Mutazioni dannose del gene BRCA 2 possono ulteriormente aumentare il rischio di cancro del pancreas, dello stomaco, della cistifellea e del dotto biliare e della pelle. Gli uomini con queste mutazioni hanno anche un aumentato rischio di sviluppare il cancro al seno. Inoltre, gli uomini che hanno mutazioni dannose dei geni BRCA 1 o BRCA 2 possono avere un aumentato rischio di sviluppare altri tipi di cancro - il pancreas, i testicoli, la ghiandola prostatica.

"Sindrome ereditaria da cancro ovarico e mammario" è una malattia ereditaria causata da un aumentato rischio genetico, il più delle volte fino a 50 anni. Gli studi dimostrano che circa il 10% dei casi di cancro al seno e alle ovaie in questi casi è dovuto a cambiamenti in uno qualsiasi dei 2 geni - BRCA1 e BRCA2. Questi geni possono essere ottenuti dal padre o dalla madre. BRCA ANALYSIS rileva la presenza di mutazioni in questi geni, in modo da poter adottare misure per ridurre la probabilità di sviluppare il cancro.

ANALISI DI BRCA
BUONA

La probabilità di oncologia associata a una mutazione dannosa nei geni BRCA1 o BRCA2 è maggiore nelle famiglie con diversi casi di cancro al seno, in entrambi i casi di tumore ovarico e mammario, se uno o più membri della famiglia hanno due punti focali di cancro primario. Tuttavia, non tutte le donne in tali famiglie hanno mutazioni dannose nei geni BRCA1 o BRCA2, e non tutti i tumori in tali famiglie sono associati a mutazioni in questi geni. Inoltre, non tutte le donne che hanno mutazioni nei geni BRCA 1 o BRCA 2 svilupperanno il cancro al seno e alle ovaie. Se un test del cancro al seno è positivo, ci sono diverse possibilità che aiutano una persona a gestire questo rischio.

ANALISI DI BRCA
NEGATIVO


I vantaggi dei test genetici sono evidenti indipendentemente dal fatto che il test BRCA 1/2 abbia un risultato positivo o negativo. I vantaggi di un risultato negativo sono che dà una sensazione di sollievo e rifiuta la necessità di ulteriori approfondimenti o interventi. Un risultato positivo del test può eliminare l'incertezza e consentire di prendere decisioni informate sul proprio futuro, tra cui l'adozione di misure preventive per ridurre il rischio di cancro.

DOVE DARE UNA ANALISI DEL SANGUE SU MUTAZIONI NEI GENI DI BRCA 1 E BRCA 2

Se sei interessato a donare il sangue a BRCA 1/2, ci sono problemi con la ghiandola mammaria che devono essere discussi con uno specialista, vieni ad un appuntamento con il mammologo oncologo del nostro centro medico. Il nostro specialista diagnosticherà e prescriverà un regime di trattamento sulla base dell'esame, della palpazione, dell'ecografia, dell'esame istologico, dell'esame citologico, dell'anamnesi, del resoconto dettagliato del paziente dei disturbi e delle sensazioni.

Analisi del sangue brca

Il cancro al seno è il tumore più comune diagnosticato tra le donne. Il cancro ovarico è la causa principale dei decessi per cancro oncologico a causa del decorso asintomatico della malattia nelle fasi iniziali, con il risultato che fino all'80% dei casi sono rilevati allo stadio III-IV della malattia, quando l'efficacia del trattamento è estremamente bassa.

Pertanto, la possibilità di una diagnosi precoce del cancro di queste localizzazioni nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia diventa cruciale. A seconda della popolazione, le mutazioni nei geni BRCA 1 e BRCA 2 causano circa il 30-40% dei casi di carcinoma della mammella familiare e oltre il 90% dei casi di tumore ovarico.

Uno degli approcci efficaci per la diagnosi precoce di queste malattie è la determinazione genetica molecolare delle loro forme ereditarie, che sono principalmente associate a mutazioni ereditarie nei geni tumorali - BRCA1 e BRCA2 (secondo le analisi del sangue). La perdita totale o parziale dell'attività funzionale delle proteine ​​codificate dai geni BRCA1 / 2 comporta un disturbo nei processi di riduzione nella cellula e, di conseguenza, una disregolazione del ciclo cellulare, che può portare alla carcinogenesi.


L'attività protettiva e antitumorale delle proteine ​​BRCA1 e BRCA2 può essere drasticamente ridotta o completamente persa a causa della presenza di una mutazione (cambiamento) nella sequenza nucleotidica dei geni che li codificano, il che rende la cellula suscettibile a fattori cancerogeni esterni. La ricerca genetica molecolare consente di confermare la presenza di una suscettibilità ereditaria al cancro e di formare gruppi di aumentato rischio di sviluppare oncologia di questa localizzazione per la sua tempestiva prevenzione e / o diagnosi precoce nella fase iniziale di sviluppo.

La frequenza delle mutazioni patologiche nei geni BRCA1 e BRCA2 differisce in diverse popolazioni e gruppi etnici. La mutazione più comune tra i pazienti russi di origine slava è 5382insC (rs80357906), che rappresenta fino al 90% dei casi di cancro al seno causati da mutazioni nel gene BRCA1. Meno comune nella popolazione caucasica dell'Europa orientale (Lituania, Lettonia, Bielorussia) 4153delA mutazione (rs80357711), 185delAG (rs80357713), C61G (rs28897672), 2080delA (rs80357522) nel gene BRCA1 e 6174delT (rs80359550) nel gene BRCA2 associata ad un aumentato rischio sviluppo del cancro al seno e rya. Lo studio dei suddetti loci consente di coprire fino al 90% delle mutazioni patogenetiche caratteristiche degli abitanti della Russia di origine slava.


Significato clinico
analisi del gene BRCA 1 e BRCA 2

Il rischio di sviluppare carcinoma mammario e cancro ovarico nei portatori di mutazioni nei geni BRCA1 / 2 aumenta più volte, pertanto l'individuazione di mutazioni ereditarie nei geni BRCA1 / 2 nel test del sangue ci consente di confermare la presenza di suscettibilità ereditaria al cancro, per formare gruppi di aumentato rischio di sviluppo per la prevenzione, ridurre l'incidenza e migliorare i risultati del trattamento tempestivo intrapreso. Inoltre, i geni BRCA1 e BRCA2 non sono strettamente specifici per l'oncologia della suddetta localizzazione. Trasportare mutazioni patologiche aumenta il rischio di cancro delle ovaie, dello stomaco, del colon, dell'endometrio, del pancreas e di alcune altre forme di cancro.

Gene del cancro al seno 1 (BRCA1). Rilevazione della mutazione 5382insC (violazione della struttura proteica)

Il marker è associato alle caratteristiche del recupero del DNA in caso di danno ed è coinvolto nel mantenimento della stabilità del genoma. Indagato per identificare la suscettibilità ereditaria al cancro al seno e alle ovaie, il cancro del pancreas, il cancro alla prostata.

Il nome del gene - BRCA1

Localizzazione del gene sul cromosoma - 17q21.31

Funzione genica

Il gene BRCA1 codifica per una proteina BRCA1 (carcinoma mammario 1) coinvolta nella riparazione del DNA (recupero), regolazione del ciclo cellulare e mantenimento della stabilità genetica.

Mutazione del gene BRCA1

La mutazione consiste nell'aggiungere (inserire) un nucleotide - citosina nella posizione 5382 della sequenza di DNA del gene BRCA1 ed è indicato come 5382insC.

Possibili genotipi

La frequenza di occorrenza nella popolazione

La frequenza delle mutazioni nella popolazione è dello 0,25%.

Associazione dei marcatori di malattie

  • Cancro al seno
  • Cancro ovarico
  • Cancro alla prostata
  • Cancro al pancreas

descrizione

BRCA1 svolge un ruolo importante nella riparazione del DNA (recupero), regolazione del ciclo cellulare e mantenimento della stabilità del genoma. Il gene BRCA1, che codifica per la proteina BRCA1, è un gene soppressore del tumore che normalmente protegge una cellula dalla trasformazione maligna. Quando si verifica una mutazione in questo gene, la probabilità di sviluppare il cancro al seno (BC) e le ovaie (OC) aumenta significativamente.

BRCA1 ha molti alleli mutanti. La mutazione consistente nell'aggiunta (inserimento) di un nucleotide - citosina in posizione 5382 è indicata come 5382insC. Di conseguenza, il frame di lettura dell'RNA messaggero si sposta e un codone di stop prematuro appare nella posizione 1829. Così, la proteina BRCA1 ridotta viene sintetizzata, che è accompagnata da una violazione delle sue proprietà funzionali e in definitiva aumenta la probabilità di sviluppare OC e cancro al seno. Questa mutazione e la mutazione 4153delA rappresentano quasi l'86% del cancro ovarico familiare in Russia. Nei pazienti con carcinoma ovarico, la mutazione 5382insC si verifica nel 9,7% dei casi.

I tumori al seno e alle ovaie sono tra i tumori più comuni. La presenza di mutazioni nel gene BRCA1 può aumentare la probabilità di cancro al seno di oltre 5 volte e il cancro alle ovaie di 10-28 volte. L'età media della malattia in questo caso diminuisce a 25-30 anni. Più la persona è anziana, maggiore è la probabilità di cancro.

I casi familiari identificati della malattia indicano principalmente la natura ereditaria del cancro e richiedono un'analisi genetica. gene BRCA1 è coinvolto nella protezione del corpo da lesioni del DNA spontanee, consentendo in tal modo un funzionamento indesiderato si accumulano mutazioni porta al cancro, e in primo luogo - per il cancro al seno e il cancro ovarico. È noto che il cancro associato ai marcatori genetici BRCA è caratterizzato da un alto grado di malignità e grave infiltrazione linfoide.

L'analisi può essere effettuata a qualsiasi età, e con l'individuazione precoce delle violazioni sul trattamento con marker specificato verrà avviato in modo tempestivo. Per il successo del trattamento delle malattie oncologiche, l'individuazione di un tumore in una fase precoce, prima della comparsa dei sintomi, è di grande importanza. Pertanto, una predisposizione genetica al cancro al seno e alle ovaie è un'indicazione molto seria per lo screening regolare al fine di rilevare la malattia in una fase precoce. È anche necessario esaminare le mutazioni nei geni BRCA 1 e 2 in parenti sani di pazienti con carcinoma mammario o ovarico per identificare la loro suscettibilità genetica allo sviluppo di neoplasie maligne.

Interpretazione dei risultati

  • N / N: rischio di sviluppo di tumore al seno e alle ovaie
  • N / ins - alto rischio di sviluppare il cancro al seno e alle ovaie

I risultati dello studio dovrebbero essere interpretati dal medico in combinazione con altri dati genetici, anamnestici, clinici e di laboratorio.

Valore diagnostico

Poiché questo gene può avere diverse varianti mutanti, è necessario valutare il suo lavoro simultaneamente usando diversi marcatori.

Uno studio isolato della mutazione 5382insC è raccomandato solo quando questo marker viene rilevato in parenti di primo grado.

Lo studio è raccomandato nel complesso:

Centro per immunologia e riproduzione

Centro clinico accademico specializzato

Cancro al seno e analisi genica di BRCA. Rilevamento dei geni "Angelina Jolie"

Cancro al seno e analisi genica di BRCA. Rilevamento dei geni "Angelina Jolie"

Eredità nello sviluppo del cancro al seno
Nel corpo ci sono geni, i cui guasti possono portare allo sviluppo del cancro, incluso il cancro al seno. Questi geni possono essere ereditati, portando al cancro familiare.
Secondo i dati americani, dal 10 al 20% delle donne con tumore al seno sono a conoscenza di casi di cancro tra parenti stretti. In questa categoria di pazienti, il rilevamento dei cambiamenti nei geni del cancro della mammella è molto più comune di tutti i pazienti. Pertanto, tra tutte le donne con tumore al seno, il 5% ha mutazioni nei geni BRCA e tra coloro che hanno parenti stretti con questa malattia, il 20%. Meno comuni sono i cambiamenti in altri geni e nelle sindromi ereditarie associate al cancro al seno: la sindrome di Lee-Fraumeni e la sindrome di Cowden.
Il cancro ereditario della mammella o dell'ovaio è associato a mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2. Caratteristiche di queste mutazioni in alta penetranza e modalità di trasmissione autosomica dominante. L'alta penetranza significa che hanno un alto grado di manifestazione, cioè la presenza di una mutazione con un'alta probabilità porta alla malattia. La modalità di ereditarietà autosomica dominante suggerisce che ci sia abbastanza mutazione in una sola delle due copie del gene.
Il carcinoma mammario familiare è "più giovane", cioè si sviluppa in età più giovane.
Dalla popolazione alla popolazione, la frequenza di occorrenza di diverse mutazioni varia.

Perché si sviluppa il cancro?
Lo sviluppo del cancro è associato alla disregolazione del recupero, della divisione e della morte cellulare. Quando i meccanismi regolatori sono danneggiati, le cellule iniziano a "vivere la loro vita", non sono suscettibili di controllo da parte del corpo, iniziano a moltiplicarsi in modo incontrollabile, il che porta allo sviluppo di una malattia maligna.
L'intero processo di regolazione è associato al lavoro di molte proteine ​​che agiscono coerentemente all'interno e all'esterno delle cellule, garantendo l'interconnessione di tutte le cellule del corpo, il loro sviluppo, riproduzione, riparazione, movimento e morte. La struttura di ciascuna proteina è registrata nel gene corrispondente. Le mutazioni rappresentano un cambiamento nel gene, e quindi possono cambiare le proprietà di una proteina, la cui funzione può essere compromessa.
Leggi nel nostro blog: Perché e come le mutazioni portano a tumori

Analisi di BRCA1 e BRCA2 - "I geni di Angelina Jolie"
Un'analisi dei geni del cancro al seno è l'identificazione di mutazioni (rotture) nei geni BRCA1 e BRCA2. Sono noti altri geni, ma il loro contributo allo sviluppo del cancro al seno non è così significativo.

Questo gene codifica per una proteina che regola la riparazione del danno al DNA e la divisione cellulare. Pertanto, il gene protegge lo sviluppo dei tumori. BRCA colpisce anche i recettori degli ormoni estrogeni bloccando la proliferazione delle cellule mammarie e di altri organi che dipendono da questi ormoni.
Se c'è una rottura nel gene, il controllo sulla riproduzione e l'integrità del genoma si indebolisce, l'instabilità del DNA appare e la trasformazione maligna delle cellule del seno può svilupparsi. Cioè, il cancro si verifica.
Sono note più di 1000 mutazioni BRCA1, per alcune di esse non esistono nemmeno dati sul loro significato clinico.
La frequenza delle mutazioni nella popolazione è dell'1%. Cioè, in una donna su 100, il gene BRCA1 sarà rotto.
Le mutazioni più importanti sono BRCA1 (C61G); BRCA1 (5382insC); BRCA1 (4154delA); BRCA1 (3875del4); BRCA1 (3819del5); BRCA1 (185delAG); BRCA1 (2080delA).
Se una donna ha una di queste mutazioni, il rischio di cancro al seno aumenta in modo significativo, pari al 50-80%.
Aumenta anche il rischio di sviluppare altri problemi di cancro, in particolare, le malattie maligne delle ovaie, della prostata, dell'intestino, dell'endometrio, della laringe e della pelle.
Con una storia familiare, i rischi aumentano: per i portatori di mutazioni nel gene BRCA1, fino all'87% per il cancro al seno e fino al 44% per il carcinoma ovarico.

Gene BRCA2
Come il BRCA1, questo gene codifica per una proteina che regola la riparazione del DNA, la proliferazione cellulare e preserva l'integrità del genoma.
Le mutazioni BRCA2 sono meno comuni, circa 1 su 200-300 donne.
Le mutazioni più importanti sono BRCA2 (1528del4); BRCA2 (6174delT); BRCA2 (9318del4).
A differenza del primo gene, BRCA2 è più associato al cancro al seno negli uomini e in misura minore alla malattia ovarica. Quindi, circa il 14% degli uomini con tumore al seno ha la mutazione BRCA2.
Con una storia familiare, i rischi aumentano: per i portatori di mutazioni nel gene BRCA1, fino all'84% per il cancro al seno e fino al 27% per lo sviluppo del cancro ovarico.

Cos'altro è associato alla presenza di mutazioni del gene BRCA?
Il 7% dei pazienti con carcinoma mammario può sviluppare un tumore al seno controlaterale per 25 anni dopo la diagnosi (d'altra parte). In presenza di mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2, il rischio è significativamente più alto e ammonta a circa il 50%. E aumenta se l'età di esordio della malattia a 40 anni.

Diminuire e aumentare il rischio di sviluppare il cancro al seno
La presenza di mutazioni nei geni del cancro al seno non sempre porta al cancro. Dipende anche dalla presenza di fattori di rischio e fattori che riducono la probabilità della malattia.

  • L'uso a breve termine di contraccettivi orali può ridurre il rischio di cancro ovarico, ma è possibile che aumenti il ​​rischio di sviluppare una malattia mammaria maligna.
  • Fumo.
  • Il fattore più importante che influenza il rischio di cancro al seno nei portatori di mutazioni del gene BRCA1 è l'età al momento della nascita del primo figlio. Il rischio è più basso per coloro che hanno dato alla luce il loro primo figlio di età compresa tra 25 e 29 anni rispetto a quelli la cui età era di 30 anni o più.
  • La salpingoforosi nelle donne in età fertile riduce la probabilità di cancro ovarico e, secondo alcuni studi, riduce il rischio di cancro al seno e mortalità.
  • L'uso di tamoxifene riduce il rischio di cancro al seno. Ma a causa del fatto che il tamoxifene è la chemioterapia più seria, in America preferiscono la rimozione profilattica del seno.
  • Menarche di vecchiaia
  • L'allattamento al seno.
  • Consumo di alcol
  • Legatura delle tube

In laboratorio, il materiale genetico sarà isolato dal sangue - il DNA, che viene poi analizzato utilizzando metodi di genetica molecolare.
Nel risultato ottenuto per ciascuna mutazione, il risultato sarà indicato:

  • la presenza delle mutazioni
  • nessuna mutazione
Se ci sono mutazioni, è necessaria la consultazione con un oncologo. La probabilità di sviluppare il cancro al seno e alle ovaie è influenzata anche da fattori quali la chirurgia sugli organi pelvici, la storia ostetrica e l'uso di contraccettivi orali.

raccomandazioni
Quando vengono identificate le mutazioni nei geni BRCA, le raccomandazioni per la diagnosi precoce dei tumori includono:

  • autoesame del seno - una volta al mese dai 18 anni
  • tomografia computerizzata ad ultrasuoni (UZKT) delle ghiandole mammarie, mammografia in combinazione con risonanza magnetica (MRI) - 1 volta all'anno da 25-30 anni (o un'altra età, tenendo conto della storia familiare);
  • ecografia transvaginale degli organi pelvici (o in combinazione con Doppler) - 1 volta in 6 mesi da 25 anni;
  • determinazione del livello dei marcatori CA-15-3 e dei marcatori del carcinoma ovarico CA-125 + HE4 1 ogni 6 mesi da 25 anni;
  • consultazioni del ginecologo e del mammologo - 1 volta in 6-12 mesi da 18 anni.
  • La mastectomia preventiva - la rimozione del seno prima dello sviluppo del cancro - non è accettata in Russia.
Poiché il tumore al seno può svilupparsi indipendentemente dalla presenza di mutazioni, si raccomanda alle donne al di fuori del gruppo di rischio di sottoporsi a visita medica annuale, ecografia del seno, ecografia pelvica e mammografia. Anche nell'esame clinico di tutte le donne in età riproduttiva è necessario includere uno striscio su oncocitologia per la diagnosi precoce del cancro cervicale.

Raccomandazioni americane per i portatori di mutazione

Per le donne

  • Esame presso lo specialista della mammella ogni 6-12 mesi dall'età di 25 anni
  • Risonanza magnetica del seno ogni anno da 25 a 29 anni
  • Mammografia e risonanza magnetica al seno ogni anno da 29 anni
  • Affrontare la chemioprofilassi o la mastectomia profilattica
  • Adnexectomy all'età di 35-40 anni dopo la nascita dei bambini
Per gli uomini
  • Autoesame ed esame del seno da parte di un medico ogni 12 mesi dopo 35 anni
  • Dall'età di 40 anni, si raccomanda un test di screening del PSA Si raccomanda l'esame fisico per portatori di mutazioni nei geni BRCA.
Anche sul tema

Geni del cancro al seno BRCA1 e BRCA2

Nel 2013, la comunità mondiale ha scosso la notizia che l'attrice popolare Angelina Jolie ha rimosso le ghiandole mammarie per prevenire il cancro. Si è scoperto che la madre e la zia dell'attrice soffrivano di questa malattia. Nel condurre ricerche, è stato scoperto che Angelina è un portatore del gene mutato BRCA1, e quindi è a rischio di sviluppare un cancro al seno. Dopo questa notizia, le donne si sono interessate a questa ricerca in massa. Qual è il test dei geni BRCA e chi dovrebbe superare questa ricerca?

Quali sono i geni BRCA?

Un test per identificare possibili mutazioni dei geni BRCA è prescritto a donne che sono sospettate di essere suscettibili al cancro ereditario al seno e alle ovaie. I geni BRCA sono classificati come soppressori del tumore. Cioè, normalmente questi geni esercitano uno stretto controllo sulla crescita e sulla divisione delle cellule, impedendo in tal modo lo sviluppo di un processo maligno.

A volte una mutazione si verifica nella struttura del gene BRCA, in parole semplici - rottura. Ci sono alcune centinaia di tali mutazioni conosciute. Il gene mutato BRCA non può più svolgere la sua funzione altrettanto bene. Ciò porta al fatto che le cellule iniziano a dividersi in modo incontrollabile e alla fine sviluppa il cancro.

Geni BRCA - cosa mostrare?

Molte donne hanno familiarità con la diagnosi del cancro al seno in prima persona. Ci sono molti fattori che aumentano la probabilità di questa grave malattia. Inoltre, approssimativamente nel 5-10% di tutti i casi esiste una forma ereditaria della malattia, che è associata alla mutazione dei geni oncosoppressori. Inoltre, le mutazioni genetiche sono ereditate dai genitori ai bambini. Per identificare una predisposizione a una forma ereditaria di cancro al seno, i medici prescrivono un test per determinare la mutazione del gene BRCA.

I medici distinguono due geni separati BRCA1 e BRCA2, che si trovano su diversi cromosomi. Se una persona ha una mutazione nel gene BRCA1, gli scienziati hanno stimato la probabilità di cancro al seno al 50-80% e il cancro ovarico al 24-40%. Se ci sono ancora parenti con cancro, aumenta il rischio di sviluppare un cancro. Inoltre, quando la mutazione BRCA1 aumenta il rischio di sviluppare altre malattie maligne: cancro dell'intestino, endometrio, faringe, cancro alla prostata negli uomini.

Se un gene BRCA2 ha una mutazione in una persona che viene esaminata, gli scienziati stimano la probabilità di sviluppare un cancro al seno nel 40-70% e nel cancro dell'ovaio, nell'11-18%. È anche noto che la mutazione del gene BRCA2 è direttamente correlata al cancro al seno negli uomini. Quindi, circa il 14% degli uomini con questa diagnosi ha mutato BRCA2.

Chi è stato prescritto per studiare?

Va notato che il test di mutazione BRCA è un test diagnostico piuttosto costoso. Non c'è bisogno di fare questo test per tutte le donne, senza eccezioni.

Ha senso effettuare uno studio quando, dopo aver studiato la storia familiare, si può presumere che la donna sia gravata da ereditarietà. Quindi, uno studio sulla rilevazione delle mutazioni del gene BRCA viene effettuato in questi casi:

  1. Se il parente più prossimo ha una storia di cancro al seno o alle ovaie;
  2. Se i parenti stretti hanno identificato mutazioni del gene BRCA;
  3. Con una diagnosi confermata di cancro al seno o alle ovaie per determinare l'eziologia della malattia.

Geni BRCA - norma, interpretazione dei risultati

Per condurre lo studio, un'infermiera in laboratorio effettua il campionamento del sangue venoso. Successivamente, il sangue viene esaminato mediante PCR. Durante lo studio, un frammento di DNA viene estratto dal materiale selezionato, che viene poi analizzato utilizzando metodi speciali.

Il test BRCA per marker tumorali prevede la ricerca di alcune delle mutazioni più significative (di norma vengono identificate fino a dieci mutazioni). Una delle possibili opzioni sarà indicata sul modulo di ricerca per ciascuna mutazione:

  1. Nessuna mutazione rilevata;
  2. Mutazione rilevata.

Cosa significa la conclusione "mutazioni non rilevate"? Ciò indica che il gene BRCA non è mutato, il che significa che la donna non è predisposta al cancro ereditario al seno o alle ovaie. Ma, ovviamente, questo risultato non garantisce una protezione al cento per cento contro il cancro, perché solo il 5-10% cade nella forma ereditaria della malattia. In altri casi, il cancro è attivato da altri meccanismi non correlati a BRCA.

Se il modulo dice "mutazioni rilevate", significa che la donna è il portatore del gene danneggiato. Questo non significa che lei ha il cancro. Tuttavia, la presenza di una mutazione genica aumenta significativamente il rischio di oncopatologia. Conoscendo queste informazioni, il medico svilupperà misure profilattiche per il paziente e spiegherà anche quali ricerche devono essere fatte regolarmente per prevenire lo sviluppo della malattia.

Grigorov Valeria, medico, revisore medico

1,155 visualizzazioni totali, 6 visualizzazioni oggi