Analisi del sangue per i marcatori tumorali: tutti i tipi per regioni, norme, raccomandazioni

Il problema più importante per molti pazienti oncologici è il rilevamento del cancro in una fase precoce. Come mostra la pratica, prima veniva rilevato un tumore maligno, maggiori erano le possibilità di recupero. Oggi ti diremo in dettaglio cosa mostra l'esame del sangue per i marcatori tumorali? Cosa devi fare per ottenere il risultato più veritiero e chiamare le regole principali della donazione del sangue. Quali sono i marker tumorali?

Quali sono i marker tumorali?

I consumatori oncologici sono proteine ​​e altri prodotti di scarto di un tumore che insorgono a seguito della formazione di tumori e tumori in varie parti del tessuto. Infatti, i marcatori tumorali sono presenti nel corpo di una persona sana, sebbene il loro livello fluttui sempre in un certo intervallo sano.

Ma qui è necessario sottolineare che è in una persona sana, come accade che il livello di questi marcatori aumenta con altre malattie, o quando esposto a varie sostanze chimiche e droghe.

Quindi questa analisi non sempre fornisce un'accuratezza accurata del cancro, e succede che l'analisi sia falsi-negativi o falsi-positivi. Ma al momento è l'unico metodo utilizzato per diagnosticare i tumori nei primi stadi.

In che modo l'analisi determina dove si trova l'attenzione? Cercheremo di spiegare in modo più chiaro. Come probabilmente sapete, tutti i tumori maligni o benigni possono essere localizzati su quasi tutti i tessuti: pelle, cervello, pancreas, ecc.

La mutazione delle cellule su ciascuno dei tipi di tessuto dà origine al suo stesso tumore. Questo tumore inizia a crescere e rilascia determinati ormoni e marcatori tumorali nel sangue, oltre a prodotti di scarto. Dalla composizione di questi prodotti, i medici di laboratorio e in grado di capire dove è apparso il cancro.

Il tumore stesso rilascia diverse sostanze:

  1. antigeni
  2. Enzimi, che sono ottenuti come risultato della crescita e dell'attività vitale dei tessuti cancerosi
  3. Proteine ​​plasmatiche e prodotti di degradazione delle cellule tumorali, così come di altre cellule vicine.

La presenza di tutti questi antigeni e indicherà la presenza di un tumore nel corpo.

Cosa mostra l'analisi?

C'è un piccolo svantaggio nel fatto che non tutti i marcatori rilevano il cancro in una fase precoce. E fondamentalmente, questa analisi viene utilizzata per monitorare e tracciare il corso del trattamento per la malattia stessa. Quindi i medici possono capire se un tumore sta crescendo o meno, se c'è o meno metastasi e dopo il trattamento controllano le condizioni dell'intero organismo e vedono che la bestia non torna indietro.

NOTA! Certo, ci sono marcatori precisi in grado di rilevare il cancro anche al 1 ° e 2 ° stadio, ma non ce ne sono così tanti.

specie

Di solito, durante l'assunzione di esami, il medico prescrive diversi marcatori tumorali contemporaneamente. Il fatto è che diversi indicatori di antigeni possono indicare una malattia alla volta, proprio come un singolo marcatore può essere distinto dai tessuti cancerogeni di diversi organi.

  • Il principale è un marcatore tumorale, che è molto sensibile e in grado di rilevare un tumore nelle sue fasi iniziali, ma può appartenere a diversi tessuti.
  • Secondario - un marker con bassa sensibilità, ma una specializzazione più stretta. Di solito, diversi indicatori minori vengono utilizzati insieme ai marcatori principali per risultati più accurati.

I marcatori tumorali oncofetali o le proteine, che sono per lo più nei tessuti dell'embrione, sono principalmente utilizzati. Sono necessari per la normale costruzione degli organi interni e la crescita del bambino nel grembo materno. In un adulto, queste proteine ​​dovrebbero essere meno.

Impariamo come donare il sangue per i marcatori tumorali correttamente

Marcatori tumorali o marcatori tumorali (OM) sono composti chimici (solitamente derivati ​​proteici) che indicano la presenza e la crescita del cancro. Nessun marcatore tumorale è specifico per una particolare formazione e il suo valore costante normale non esclude la presenza di un processo tumorale. Inoltre, un valore OM aumentato non è sempre garantito per indicare lo sviluppo di un processo maligno. In piccole quantità, l'OM è costantemente presente nel sangue di persone sane. Il numero di marcatori tumorali può aumentare leggermente con l'infiammazione, lo sviluppo di cisti e altre entità, con infezioni, con la crescita di tumori benigni e anche dopo il raffreddore comune. Pertanto, solo uno specialista dovrebbe prescrivere un esame del sangue per i marcatori tumorali.

Fondamentalmente, la determinazione della concentrazione dei marcatori tumorali viene effettuata per monitorare il decorso della patologia o determinare l'efficacia della terapia o della chirurgia. La più grande informazione è l'osservazione della dinamica del livello del marcatore tumorale rispetto al suo singolo valore.

La definizione di crescita dell'OM ci consente di distinguere tra natura benigna e maligna della patologia. La concentrazione di OM consente di identificare i cambiamenti nello sviluppo del processo tumorale sei mesi prima rispetto ad altri metodi. Ad esempio, una diminuzione di un marcatore tumorale dopo l'inizio della chemioterapia o terapia laser dimostra l'efficacia del metodo di trattamento scelto, e l'assenza di cambiamenti o addirittura di crescita indica l'immunità del tumore al trattamento selezionato e la necessità di sostituirlo.

Sono noti circa duecento composti che appartengono a marcatori tumorali, ma solo un paio di dozzine di proteine ​​sono diagnosticamente interessanti.

I marker tumorali più importanti sono:

  • PSA è uno screening OM del cancro alla prostata;
  • HCG è un OM diagnostico specifico del carcinoma ovarico. Nominato congiuntamente con l'AFP;
  • AFP o alfa-fetoproteina sono prescritti per identificare i tumori maligni nel fegato;
  • CA-125 è caratteristico del cancro ovarico. CA 125 non viene utilizzato per la diagnosi iniziale;
  • CEA consente di determinare la presenza di un processo oncologico;
  • CA 15-3 - ghiandola mammaria. OM raro, che aiuta a identificare gli oncoprocessi nelle fasi iniziali;
  • Tumore M2-PK - caratteristica del cancro del polmone, rene, tratto gastrointestinale;
  • S 100 - cancro della pelle;
  • L'UBC cresce con l'oncologia della vescica. La sua combinazione con NMP 22 e TPS consente di identificare gli oncoprocessi nelle fasi iniziali;
  • CA-242 - marker pancreatico. Indicativo di uno studio congiunto con CA 19-9;
  • Cyfra-21-1 e NSE sono prescritti per il cancro del polmone;
  • thyreoglobulin e calcitonin sono indicatori di processi di cancro di tiroide attuali.
Oltre ai marcatori principali, ci sono molti altri.

Va tenuto presente che un singolo marker tumorale può indicare diverse patologie, solitamente una combinazione di OM viene utilizzata per determinare con maggiore precisione la patologia, ad esempio:

  • oncologia gastrica - REA + CA 242;
  • oncologia pancreatica - SF 242 + CA 19-9;
  • oncologia dei testicoli - AFP + hCG;
  • metastasi epatiche - CA 19-9 + REA + AFP.

Indicazioni per la ricerca

L'analisi più informativa e accurata dei marcatori tumorali: uno studio della composizione del sangue. Anche l'UCK, che viene eseguito di routine durante la visita medica, può dare sospetto sullo sviluppo del cancro: questo sarà indicato dall'ESR, dall'aumento dei globuli bianchi, da una diminuzione del livello di emoglobina. La combinazione di questi indicatori richiederà una diagnosi più dettagliata.

Anna Ponyaeva. Laureato all'Accademia medica di Nizhny Novgorod (2007-2014) e residenza in Diagnostica di laboratorio clinica (2014-2016) Fai una domanda >>

Lo scopo principale dell'OM:

  • indagini su persone a rischio;
  • monitorare il decorso del cancro;
  • controllo del trattamento;
  • individuazione di recidiva;
  • previsione.

I gruppi di rischio per il cancro includono:

  • fumatori attivi e passivi, cittadini che abusano di alcol;
  • le persone che vivono in aree ecologicamente sfavorevoli: in grandi megalopoli industriali situate negli ultimi posti delle valutazioni ecologiche;
  • lavoratori delle industrie di produzione di amianto, estrazione del petrolio, lavorazione del legno, metallurgia, chimica; lavorare in officine polverose;
  • persone che conducono uno stile di vita sedentario;
  • persone che hanno un indice di massa corporea aumentato, che pratica cibo malsano;
  • esposizione prolungata al sole, abuso del solarium;
  • infezione da infezioni cancerogene - HPV, epatite;
  • eredità oppressa.

Assicurati di guardare un video su questo argomento.

Formazione generale

La preparazione generale per la consegna di un esame del sangue per OM non è molto diversa dalla preparazione standard per l'afflusso di sangue. I seguenti fattori possono influenzare la correttezza del risultato:

  • farmaci presi;
  • alimentare;
  • stress fisico e psico-emotivo;
  • fumare e bere alcolici;
  • fase del ciclo mestruale;
  • ora del giorno

Regole generali di preparazione:

  • Tradizionalmente, il sangue deve essere donato secondo i bioritmi umani - al mattino, ma per i marcatori tumorali questo non è critico: puoi prendere l'analisi in qualsiasi momento durante il giorno;
  • prima di donare il sangue, è necessario sopportare 4 ore di digiuno - durante questo periodo, anche astenersi dal fumare;
  • se sta assumendo farmaci, è necessario consultare il proprio medico in merito al loro effetto sul risultato del test;
  • alla vigilia del salasso, è imperativo astenersi dall'alcool;
  • escludere stress psicoemotivi e fisici alla vigilia dell'analisi, rifiutare l'allenamento;
  • non è necessario donare il sangue un giorno dopo le manipolazioni eseguite: ad esempio, la concentrazione del marcatore tumorale PSA è influenzata da una biopsia della ghiandola prostatica. È meglio spostare la tuta di sangue per una settimana.
Se l'analisi per i marcatori tumorali viene effettuata regolarmente, è necessario eseguirli nello stesso laboratorio, poiché i diversi laboratori possono utilizzare diversi test sul posto di lavoro.

Preparazione per singolo OM

  1. Il PSA generale e gratuito può essere eseguito solo una settimana dopo un esame rettale digitale della prostata, laser terapia, ecografia transrettale, cisto-colonscopia e qualsiasi altro effetto diretto o collaterale sull'organo. Durante la settimana che precede il test, è necessario astenersi dal sesso.
  2. CA 72-4, NSE, - se il paziente è in terapia con dosi di biotina superiori a 5 mg / die, è necessario attendere 8 ore dopo la somministrazione di biotina.
  3. Chromogranin A - il sangue si arrende solo al mattino, a stomaco vuoto 8-14 ore. digiuno notturno (puoi bere acqua). Se il sangue viene somministrato durante il giorno, è necessario resistere per almeno 4 ore se il cibo era leggero. Se il paziente assume droghe, in particolare glucocorticoidi, inibitori della pompa protonica o bloccanti del recettore H2 dell'istamina, è necessario discutere il periodo del loro ritiro temporaneo con uno specialista.
  4. UBC: non è necessario passare un marcatore tumorale nella fase acuta dei processi infiammatori o durante l'esacerbazione delle infezioni batteriche delle vie urinarie. Inoltre, non è necessario eseguire un test dopo la cistoscopia e sullo sfondo della terapia continuativa.
  5. CA-125 viene assunto al mattino a stomaco vuoto, è possibile bere solo acqua prima del parto. Le donne dovrebbero avere almeno 3 giorni dopo la loro mestruazione. Durante la gravidanza, il livello OM aumenta anche fisiologicamente.

Quanto spesso prendere

I marcatori tumorali sono utilizzati principalmente in combinazione con altri metodi diagnostici per la diagnosi precoce dell'istruzione. Anche dopo l'intervento chirurgico radicale precoce, spesso si osservano recidive e metastasi. Il tasso di crescita del livello OM consente di concludere sulla presenza e lo sviluppo della patologia. Con il monitoraggio regolare del livello di OM, informativo per questo tumore, è possibile rilevare le metastasi anche sei mesi prima della visualizzazione.

Intervalli raccomandati per la donazione del sangue:

  • durante il 1o anno di terapia - una volta al mese;
  • 2o anno di terapia - a 2 mesi;
  • Terzo anno di terapia - in 3 mesi.
Inoltre, ogni uomo sopra i 40 anni, in particolare quelli che sono a rischio, deve prendere un OM PSA per la diagnosi precoce del cancro alla prostata.

Affidabilità e affidabilità dei risultati

Sfortunatamente, oggi non esiste un OM singolo con una specificità del 100% rispetto a un organo specifico tranne che per il PSA. Il PSA è meritatamente considerato un metodo di screening per il cancro alla prostata. Con un serio aumento del tasso di oncodiagnosi non è necessaria un'altra conferma su ultrasuoni, TC, biopsia. Con un moderato eccesso di norma, un'analisi viene assegnata a un PSA libero più accurato.

Al prossimo posto sulla precisione della diagnosi sono HCG, alfa-fetoproteina e CA 125.

È probabile che un aumento dei primi due OM indichi un cancro ai testicoli, un aumento di CA 125 indica la presenza di un processo tumorale nell'ovaio.

Il resto dell'OM per lo screening non è adatto e può produrre un quadro clinico molto contraddittorio. Tuttavia, sono molto importanti per il controllo della malattia. Vengono consegnati per risolvere specifici scopi diagnostici. Li abbiamo elencati sopra: controllo della crescita o della remissione del tumore, presenza di recidive, monitoraggio dell'efficacia di un ciclo di terapia, monitoraggio della formazione di metastasi. Il monitoraggio regolare di specifici OM consente la rilevazione tempestiva del ritorno della malattia.

Puoi elencare un numero di patologie benigne e malattie in cui c'è anche un aumento del numero di marcatori nel sangue:

  1. Pleurite, peritonite, annessite, malattia dell'ovaio policistico ed endometriosi: il livello di CA 125 aumenta.
  2. Morbo di Crohn, colite ulcerosa, polmonite, tubercolosi - aumenta a 10 ng / ml di CEA.
  3. Pancreatite cronica - CA 125 e CEA aumentano a 10 ng / ml. La pancreatite aumenta CA 72-4.
  4. Insufficienza renale cronica: aumenta il Cyfra 21-1 e il CEA aumenta a 10 ng / ml.
  5. Epatite cronica - CA 125, aumento di Cyfra 21-1, CEA aumenta a 10 ng / ml. Con l'epatite, la CA 19-9 cresce.
  6. Cirrosi epatica - CA 125, CA 19-9, CA 15-3, CA 72-4 crescita, AFP, CEA aumenta a 10 ng / ml.

conclusione

I test immunoenzimatici attualmente utilizzati ampiamente per i marcatori tumorali presentano metodi informativi, semplici, accessibili e non traumatici per il monitoraggio dei pazienti oncologici, che consentono di valutare correttamente l'efficacia della terapia e di rilevare lo sviluppo di recidiva prima della comparsa dei sintomi clinici.

Inoltre, è necessario controllare i marcatori tumorali per gli individui con un aumentato rischio di cancro per la loro diagnosi precoce.

Una corretta preparazione per la consegna delle analisi per i marcatori tumorali svolge un ruolo importante nell'ottenere informazioni corrette.

Quali sono i marker tumorali? Come passare un'analisi sui marcatori tumorali.

Quali sono i marker tumorali?

I segnali secondari sono sostanze prodotte a seguito dell'attività vitale delle cellule cancerose (e talvolta normali).

Definizione dei marcatori tumorali, adattati alla 5a Conferenza internazionale sui marcatori dei tumori umani, tenutasi a Stoccolma nel 1988:

I marcatori tumorali biochimici sono sostanze formate da cellule tumorali e secrete in fluidi biologici in cui possono essere quantificati con metodi non invasivi.

Rilevali nelle analisi del sangue (urina) dei pazienti con cancro. La struttura è diversa, ma nella maggior parte - proteine ​​o derivati ​​di proteine, le funzioni sono molto diverse dalle normali sostanze del corpo o sono prodotte in quantità molto più alte del normale. Nei normanmarker producono cellule embrionali. Il contenuto di un marcatore tumorale nel sangue di un individuo è un segnale di una malattia tumorale del corpo.In alcuni casi, un profilo di concentrazione correttamente determinato dei marcatori tumorali consente di rilevare i cambiamenti nello sviluppo del processo tumorale 1-6 mesi prima rispetto ad altri metodi diagnostici.

Le statistiche mostrano che ultimamente sempre più medici trovano marcatori tumorali nel sangue di giovani e anziani e persino bambini. La situazione ecologica si sta deteriorando, varie malattie indeboliscono la nostra immunità, miniamo la nostra salute da cattive abitudini e, di conseguenza, un alto aumento del numero di malattie oncologiche.

A cosa servono i marker tumorali?

  • I marcatori del cancro rivelano se una persona è a rischio di sviluppare il cancro;
  • I primi aiutano a trovare la fonte del tumore, prima che inizi la diagnosi approfondita;
  • La recidiva del cancro viene rilevata;
  • Gli utenti onesti valutano il radicalismo del trattamento chirurgico effettuato, indipendentemente dal fatto che l'intero tumore venga rimosso o meno.

A cosa devi prestare attenzione?

  • Ci sono miglioramenti nei marcatori tumorali?
  • Quale marcatore è elevato?
  • Cosa significa questo aumento?
  • Dovrei cambiare il regime di trattamento?
  • Il cambiamento dei marcatori nel trattamento è valutato?
  • Quanto spesso ripetere lo studio?

Nel trattamento efficace delle malattie oncologiche, la cosa più importante è la diagnosi precoce (compresa l'analisi dei marcatori tumorali).

Ogni formazione maligna o benigna produce il proprio antigene specifico. I seguenti antigeni (marcatori tumorali) nel sangue di una persona malata sono usati più spesso per la diagnosi:

  • AFP (diagnosi di carcinoma epatocellulare, presenza di metastasi di altri tumori nel fegato);
  • HCG (un ormone che normalmente aumenta durante la gravidanza per proteggere il feto dal sistema immunitario della madre. L'aumento di hCG negli uomini e nelle donne non gravide indica una crescita maligna - tumori trofoblastici, coriocarcinoma ovarico o placenta (il più sensibile), cancro ai testicoli.
  • PSA e PSA sono l'antigene più specifico e sensibile per la diagnosi del cancro alla prostata. Il cancro alla prostata occupa attualmente 1 - 2 posto nella struttura della morbilità e 2 - 3 nella struttura della mortalità per cancro tra gli uomini nella maggior parte dei paesi sviluppati. La concentrazione di PSA nel sangue è un importante marker delle condizioni patologiche nella ghiandola prostatica.

Tuttavia, un aumento della concentrazione si verifica spesso in malattie di natura non tumorale. Il marcatore viene utilizzato sia per lo screening, ai fini della diagnosi precoce del cancro alla prostata, sia per il monitoraggio di pazienti con prostatite, BPH e cancro alla prostata, come metodo aggiuntivo nella diagnosi differenziale delle malattie della prostata. A questo proposito, per risolvere il problema della diagnosi differenziale degli stati pretumorici e del cancro alla prostata, la definizione di PSA libero e totale nel sangue e il loro rapporto è ora ampiamente utilizzata nella pratica clinica. Ciò è particolarmente importante per la diagnosi precoce del cancro alla prostata, la scelta delle tattiche di trattamento e il successivo controllo terapeutico.

Per lo studio prendere sangue (siero o plasma), prima della biopsia, rimozione o massaggio della prostata, perché l'irritazione meccanica della ghiandola può causare un aumento dei livelli di PSA che persistono fino a 3 settimane.

  • CEA (antigene embrionale-cancro) - caratterizza in modo accurato il processo maligno. Il CEA è una proteina prodotta dalle cellule dell'embrione e del feto, ma non è praticamente contenuta nel corpo di un adulto. Un esame del sangue per CEA rivela un aumento dell'antigene nel cancro del colon, del retto e del tratto respiratorio (con un'accuratezza del 50-90%).
  • CA - 125 (marcatore tumorale dell'ovaio e dell'utero) Quasi il 70% dei pazienti con carcinoma ovarico ha stadio III o IV al momento della diagnosi, poiché il quadro clinico della malattia è di carattere cancellato. Lo screening utilizzando la determinazione della concentrazione di Ca125 nel sangue non consente una diagnosi definitiva, tuttavia, aiuta a identificare i pazienti con un rischio potenzialmente elevato di cancro ovarico;
  • CA 15-3 (marker del tumore al seno) Il cancro al seno è una delle più comuni malattie femminili, le statistiche degli ultimi anni mostrano un aumento dell'incidenza e della mortalità per cancro al seno in molti paesi. Il rischio del suo sviluppo aumenta, specialmente nella vecchiaia. È estremamente difficile stabilire micrometastasi nei linfonodi e negli organi distanti usando metodi clinici convenzionali, e quindi diventa importante identificare i marcatori tumorali per la diagnosi di cancro al seno nelle fasi iniziali, nonché valutare l'efficacia della terapia e la diagnosi precoce di recidiva e metastasi. Numerosi studi hanno identificato un numero di antigeni associati al cancro al seno umano. Questo è ca15-3 - un marker con una specificità piuttosto alta per il cancro al seno;
  • CA 19-9 (carcinoma del pancreas, cancro dello stomaco, cancro della colecisti, carcinoma ovarico, tumore del colon-retto, tumore del fegato, cancro del fegato metastatico o altre malattie: cirrosi epatica, epatite, colelitiasi, colecistite, pancreatite, colestasi, endometriosi, fibrosi cistica, mioma uterino.)

Lo studio del livello dei marcatori tumorali è usato per:

  • screening;
  • Diagnostica, diagnostica differenziale e localizzazione dei processi;
  • Determina lo stadio del processo;
  • previsioni;

Considerando l'importanza e l'informatività dello studio dei marcatori oncologici, questo tipo di esame è incluso in una serie di programmi diagnostici del formato Check-up: ad esempio, il programma di ricerca Onco comprende una serie di marker per i principali organi e sistemi corporei. Lo studio di "specialisti" è incluso anche nei programmi diagnostici per le donne "Onco-seno" esame delle ghiandole mammarie, "Onco per le donne" - diagnostica della patologia genitale femminile, "Onco" per gli uomini - diagnostica della patologia da genitale maschile, "La tua salute" (opzioni standard e avanzate). È necessario condurre altri metodi di ricerca che, in combinazione con i sonomarker, forniscano al medico ulteriori informazioni sulla presenza o l'assenza di un tumore nel corpo. Gli oncomarker sono una vera opportunità per prevenire lo sviluppo dell'oncologia determinando la presenza di un tumore nello stadio "zero". Ad esempio, molti uomini sopra i 40 anni almeno una volta all'anno sono raccomandati per fare un esame del sangue per PSA (antigene prostatico specifico) al fine di escludere la possibilità di sviluppare il cancro alla prostata, a cui una malattia come l'adenoma della prostata può aggravarsi. Per le donne, i marcatori Ca 125 e 15-3 sono molto importanti per la diagnosi di patologia del seno, dell'utero e delle ovaie. La frequenza raccomandata del sondaggio è 1 volta all'anno.

Gli oncomarker sono anche un modo ideale per "prendere la malattia" se una ricaduta viene improvvisamente pianificata. In presenza di un tumore, una serie di test per i marcatori tumorali fornisce una risposta sull'efficacia del trattamento.

Una caratteristica specifica dei marcatori tumorali è che un aumento del livello dei marcatori tumorali non significa necessariamente cancro. Pertanto, gli studi biochimici devono essere supportati da metodi diagnostici clinici con la consultazione obbligatoria di un urologo per uomini e un ginecologo per le donne al fine di interpretare correttamente il risultato dello studio e determinare ulteriori tattiche, poiché è noto fin dall'antichità che la malattia è più facile da prevenire che curare.

Come passare correttamente l'analisi dei marcatori tumorali:

Si tratta di un prelievo di sangue comune da una vena, lo stesso di quando si esegue un esame del sangue biochimico.Il sangue per i marcatori tumorali viene prelevato da una vena.

Affinché i risultati del test per i marcatori tumorali siano affidabili, è necessario seguire le raccomandazioni:

  • l'analisi è data a stomaco vuoto al mattino (rifiuto del cibo per 8 ore);
  • rifiuto di alcol;
  • il sangue viene preso stando seduti o sdraiati;

Il capo del laboratorio clinico delle istituzioni di emergenza "MSCH", il dottore della più alta categoria di qualificazione Mukhamedzhanova S. A.

È possibile ottenere la diagnostica nel formato Check-up, effettuare un'analisi per i marcatori tumorali e consultare un medico sui risultati dell'esame in ChUZ "MSCH". Gli appuntamenti dal dottore sono fatti per telefono: (85-12) 46-11-11 46-11-46.

Esame del sangue per i marcatori tumorali - indicazioni e preparazione per

La presenza di un tumore nel corpo può essere determinata attraverso un esame del sangue per i marcatori tumorali. Questo è il nome di un gruppo di biomolecole con origini diverse. Gli oncomarker sono uniti da una proprietà comune: con lo sviluppo di tumori benigni o maligni nel corpo, la loro concentrazione nel sangue aumenta.

Chi ha bisogno di identificare i marcatori tumorali e quando

I test per i marcatori tumorali non sono prescritti come test di screening. Si raccomanda di eseguire 1-2 volte l'anno in pazienti che hanno parenti stretti di sangue con neoplasie maligne di diversa localizzazione.

I medici consigliano di sottoporsi a esami del sangue dopo gravi stress, avvelenamento grave, permanenza prolungata in aree con condizioni ambientali sfavorevoli. Questi fattori contribuiscono allo sviluppo dell'oncologia. Uomini e donne che sono già stati diagnosticati con il cancro dovrebbero essere testati secondo uno schema specifico:

  • prima e dopo chemioterapia o radioterapia;
  • prima dell'intervento chirurgico per rimuovere il tumore;
  • dopo la fine della terapia: il primo anno - 1 volta / mese, il secondo anno - 1 volta / 2 mesi, dal secondo al quinto anno - 1 volta / 3 mesi, dopo 5 anni e fino alla fine della vita - 1 volta / anno.

Se si sospetta un tumore maligno, è imperativo passare il test per le cellule tumorali. Le principali indicazioni per determinare il livello dei marcatori tumorali:

  • diagnosi precoce di un tumore maligno;
  • orientamento nella localizzazione della neoplasia (in combinazione con altre tecniche);
  • monitorare l'efficacia del trattamento oncologico;
  • controllo del decorso della malattia (rilevazione di metastasi, residui tumorali, recidive);
  • prognosi della malattia.

Cosa mostra un esame del sangue per i marcatori tumorali?

I marcatori del cancro compaiono nel sangue diversi mesi prima dell'inizio dei sintomi di un tumore maligno. Il loro aumento di contenuto non indica sempre il cancro:

  • I marcatori tumorali possono indicare l'infiammazione nel fegato, pancreas, reni e altri organi.
  • I marcatori tumorali si trovano anche durante gli shock emotivi.

Se vengono identificati i marcatori per le cellule tumorali, questo è un motivo serio per un ulteriore esame anche con il processo patologico asintomatico. Più spesso donare il sangue:

  • per bilirubina;
  • anticorpi;
  • HCG alfa fetoproteina.

Tipi di marcatori tumorali

I marcatori tumorali sono proteine ​​prodotte dalle cellule del tumore. Gli esperti conoscono circa 200 nomi. Circa 20 hanno valore diagnostico, per ogni tumore c'è un marcatore principale, ausiliario e aggiuntivo.

Per loro natura, i marcatori tumorali sono suddivisi in diverse classi:

  • ormoni - condrotropina corionica, adrenocorticotropo;
  • enzimi - fosfatasi, lattato deidrogenasi;
  • proteine ​​oncofetal - fosfatasi alcalina placentare, alfa-fetoproteina;
  • prodotti metabolici - creatina, DNA libero, poliammine.

L'identificazione dei marcatori aiuta a localizzare il tumore. Utilizzando l'analisi per i marcatori tumorali, è possibile riconoscere l'insorgenza di tumori in:

  • tratto gastrointestinale;
  • il fegato;
  • ghiandola tiroidea;
  • polmoni;
  • pancreas;
  • i reni;
  • linfonodi;
  • il cervello;
  • tegumento della pelle;
  • ghiandola prostatica;
  • ghiandole surrenali;
  • la gola;
  • ghiandola mammaria e altri organi.

Preparazione per la donazione di sangue per i marcatori del cancro

2-3 giorni prima del test per i consumatori non è raccomandato mangiare cibi grassi, fritti e piccanti. È severamente vietato prendere alcolici. Non è auspicabile in questo periodo ci sono prodotti che sono molto diversi dal solito. Il giorno della donazione di sangue non può aumentare l'attività fisica e fumare. Tutti i farmaci devono essere concordati con il medico in anticipo.

Come donare il sangue

Passa meglio la procedura al mattino da 8 a 12 ore. Il sangue per l'analisi è preso da una vena. Il materiale viene preso rigorosamente a stomaco vuoto. Dopo il pasto dovrebbe durare almeno 8 ore. Prima della procedura è permesso bere un bicchiere di acqua non gassata. Durante le mestruazioni, l'analisi sarà disinformativa a causa dell'aumentata concentrazione di marcatori tumorali. Durante questo periodo, alle donne non viene prescritto.

Decodifica dei marcatori tumorali

I risultati dell'analisi possono essere ottenuti sulle mani dopo il prelievo di sangue da 1 giorno a 1 settimana. Dipende dalla struttura in cui viene effettuata la ricerca. Se è necessario identificare urgentemente i marcatori tumorali, nei laboratori privati ​​l'interpretazione viene spesso fornita il giorno dello studio.

L'interpretazione dei risultati è fatta dal medico che ha dato la direzione per l'analisi.

Di seguito sono riportate brevi informazioni introduttive su diversi importanti marcatori tumorali.

L'antigene prostatico specifico (PSA) è una proteina presente nei dotti della ghiandola prostatica. Contribuiscono alla diluizione del liquido seminale. Il test del tumore del PSA è condotto solo negli uomini. I valori normali possono variare a seconda dell'età del paziente:

  • 40-50 anni - 2,5 ng;
  • 50-60 - 3,5 ng;
  • 60-70 - 4,5 ng;
  • 70-80 - 6,5 ng.

Un aumento dei valori di PSA indica la presenza di condizioni patologiche. La ragione per l'alto livello può essere:

  • adenoma prostatico;
  • prostatite infettiva;
  • processi maligni nella prostata.

La proteina alfa è una glicoproteina, una proteina bicomponente. È sintetizzato nel fegato, nel sacco della gallbea e nell'epitelio intestinale dell'embrione. La norma del marcatore tumorale AFP - fino a 10 ng / ml. Una proteina alfa superiore può indicare una delle patologie:

  • carcinoma epatocellulare (tumore epatico);
  • cancro dei bronchi, dei polmoni, del tratto gastrointestinale;
  • tumore maligno nelle ovaie nelle donne e nei testicoli negli uomini.

Danni meccanici al tessuto epatico possono provocare deviazioni. Altri motivi per l'aumento di AFP:

  • diabete mellito;
  • malattie cardiache;
  • sclerosi multipla;
  • malattie renali;
  • violazione degli organi del tratto gastrointestinale (GIT).

CA 15-3

L'antigene carboidratico 15-3 è una glicoproteina simile alla mucina. Appartiene ai marcatori tumorali dei processi tumorali (neoplastici) che si verificano nella ghiandola mammaria. La quantità normale di CA 15-3 è fino a 20 U / ml (la soglia è fino a 30). Indicatori di oltre 30 unità indicano la possibile presenza delle seguenti patologie:

  • cancro ai polmoni;
  • oncologia delle ovaie;
  • carcinoma della mammella;
  • un tumore maligno della cervice o endometrio;
  • cancro alla vescica

La ragione dell'aumento del CA 15-3 di riferimento è dovuta a condizioni che non sono associate a neoplasie maligne. Tra questi ci sono:

  • endometriosi;
  • fibroadenoma al seno;
  • malattie associate a compromissione del sistema immunitario;
  • aumento ormonale nella seconda metà della gravidanza.

CA 19-9

Con l'aiuto dell'antigene carboidrato 19-9, viene effettuata una diagnosi precoce dei tumori gastrointestinali. È particolarmente informativo nel cancro del pancreas. In questo caso, la sua specificità è dell'82%. Norm CA 19-9 - 0-37 U / ml. Se la concentrazione di un marcatore tumorale nel sangue supera i 40 U / ml, ciò indica la possibile presenza di tali patologie come:

  • oncologia della vescica;
  • tumore maligno degli organi o dei seni genitali femminili;
  • cancro del tratto gastrointestinale (fegato, stomaco, intestino, retto, cistifellea, dotti biliari).

Un eccesso di CA 19-9 può anche indicare processi non tumorali. Altri motivi per alte prestazioni:

  • infiammazione della cistifellea (colecistite);
  • ostruzione (ostruzione) delle vie biliari;
  • pancreatite.

CA 125

L'antigene di carboidrati 125 è un marcatore tumorale del carcinoma ovarico. Nelle donne di età inferiore ai 35 anni, il suo tasso è fino a 15 U / ml. Durante la menopausa, può essere rilevato un aumento di CA 125 a 25-30 U / ml. L'aumento della proteina a 30 u / ml è associato alla gravidanza - questo è normale, ma solo nel primo trimestre. Con un aumento di oltre 35 unità / ml, possiamo parlare di vari processi patologici. Tra questi ci sono:

  • cancro dell'utero, ovaie, tube di Falloppio;
  • cancro al seno;
  • cirrosi epatica;
  • pleurite;
  • pericardite;
  • peritonite;
  • endometriosi;
  • adenomiosi.

L'antigene embrinoide carcinoide CEA è un marcatore non specifico per la definizione di oncologia rettale. Spesso usato per diagnosticare il cancro al seno, ai polmoni, alla vescica. La norma CEA per non fumatori è fino a 2,5 ng / ml, per i fumatori è fino a 5 ng / ml. Gli indicatori da 10 a 20 ng / ml indicano la presenza di processi patologici. Tra questi ci sono:

  • carcinoma del retto;
  • tumori della tiroide;
  • metastasi ossee e del fegato;
  • epatite cronica;
  • pancreatite;
  • ulcera duodenale o ulcera gastrica;
  • fibrosi cistica;
  • forma acuta di bronchite.

S 100

A differenza di altri marcatori tumorali, S 100 non è un singolo antigene, ma un'intera famiglia di proteine ​​leganti il ​​calcio. Sono importanti per la diagnosi di melanoma, danni cerebrali e altri organi interni. Norm S 100 - fino a 0,105 ng / ml. Aumentando la concentrazione dei marcatori tumorali si ottiene:

  • cancro della pelle;
  • lipoma, liposarcoma;
  • formazioni neurali maligne dei tessuti;
  • koratsinoid;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • grave danno miocardico;
  • HIV;
  • encefalopatia epatica.

CA 72-4

Il composto proteico CA 72-4 è prodotto nei tessuti embrionali. Un indice normale in donne e uomini sani è un valore compreso tra 0 e 6,9 ​​U / ml. L'eccesso dell'indicatore indica i processi patologici che si verificano nel corpo. Più spesso, con un alto livello di marcatori tumorali di CA 72-4, sono diagnosticati cancro uterino e processi gastrointestinali maligni (adenocarcinoma gastrico, cancro del retto).

Le ragioni dell'aumento dell'antigene non sono di natura oncologica:

  • malattie pancreatiche (pancreatite, cisti);
  • processi autoimmuni (morbo di Crohn, artrite reumatoide);
  • malattie da reflusso dell'apparato digerente;
  • malattia intestinale (colite ulcerosa).

Esame del sangue per i marcatori tumorali, dove passare il test per i marcatori tumorali sa 125, quanto è il test per i marcatori tumorali di CEA

Passaggio della ricerca

Quando ti stai preparando a fare un test per i marcatori tumorali, segui sempre le raccomandazioni del medico che ti ha dato un rinvio. Il sangue da una vena è usato come materiale biologico per questo studio. Le linee guida generali per la preparazione del test del cancro sono le seguenti:

  1. Se ci sono segni di un processo infiammatorio o di una mestruazione, è necessario informare il medico su di loro, perché sotto l'influenza di questi fattori, gli indicatori di analisi possono essere aumentati e lo studio non sarà informativo. L'analisi in questi casi è meglio passare 5-6 giorni dopo l'eliminazione del processo infiammatorio o dopo la fine delle mestruazioni.
  2. Rifiuta di assumere bevande alcoliche per 24 ore prima dell'analisi.
  3. È meglio donare il sangue nelle ore del mattino, dal momento che il biomateriale dovrebbe essere assunto a stomaco vuoto (dopo l'ultimo pasto ci dovrebbero essere almeno 8 ore).
  4. Test dei marcatori tumorali - il principio di base di questo studio è quello di superare una serie di test per campioni di sangue - è meglio prendere nello stesso laboratorio, poiché reagenti diversi per le loro prestazioni hanno sensibilità diversa, e sarà difficile per il medico monitorare i risultati.
  5. Ricorda che solo un medico può valutare correttamente i risultati del test.

I risultati dei test possono essere ottenuti in 1-2 giorni dopo la donazione di sangue.

La frequenza dei test è determinata dal medico individualmente per ciascun paziente. Di norma, si raccomanda che i pazienti sottoposti a trattamento radicale per il cancro debbano sottoporsi a tale studio una volta ogni 3-4 mesi.

testimonianza

Il monitoraggio del livello dei marcatori tumorali è mostrato:

  • in presenza di eredità sfavorevole (cioè, se diversi membri della famiglia mostrano il cancro di una certa localizzazione);
  • se necessario, chiarire la diagnosi (in combinazione con altri metodi di diagnosi dei tumori);
  • se necessario, monitorare l'efficacia del trattamento delle patologie tumorali;
  • se necessario, prevenzione della recidiva del tumore dopo il trattamento.
  • per informazioni sulla presenza o assenza del processo tumorale, insieme ad altri metodi di ricerca;
  • lo studio permette di distinguere un tumore benigno da quello maligno;
  • l'identificazione dei marcatori tumorali prima e dopo il trattamento aiuta a valutare la sua efficacia;
  • per controllare la malattia dopo la fine del trattamento e la diagnosi precoce di recidiva.

Per l'analisi, viene utilizzato sangue di una vena, a stomaco vuoto, 8 ore dopo l'ultimo pasto. Per i pazienti che hanno ricevuto un trattamento radicale (antitumorale), si raccomanda di eseguire l'analisi ogni 3-4 mesi.

L'analisi più informativa e accurata dei marcatori tumorali: uno studio della composizione del sangue. Anche l'UCK, che viene eseguito di routine durante la visita medica, può dare sospetto sullo sviluppo del cancro: questo sarà indicato dall'ESR, dall'aumento dei globuli bianchi, da una diminuzione del livello di emoglobina. La combinazione di questi indicatori richiederà una diagnosi più dettagliata.

Lo scopo principale dell'OM:

  • indagini su persone a rischio;
  • monitorare il decorso del cancro;
  • controllo del trattamento;
  • individuazione di recidiva;
  • previsione.

L'analisi viene effettuata utilizzando il metodo immunochimico (ILA). La specificità e la sensibilità della diagnosi è del 90%.

Il metodo si basa sull'interazione dell'antigene con l'anticorpo. Per legare un marcatore tumorale (antigene), vengono utilizzate microparticelle specifiche con anticorpi.

Sono aggiunti al siero del sangue. Per qualche tempo, si verifica la formazione del complesso antigene-anticorpo.

Dopo una serie di manipolazioni specifiche, ai complessi viene aggiunta una sostanza speciale con luminescenza.

L'intensità della luminescenza è misurata da un fotomoltiplicatore. Gli indicatori sono direttamente proporzionali al numero di marcatori tumorali.

Il più delle volte, CA 125 è prescritto a pazienti che sono a rischio. Queste donne includono:

  • Pazienti con predisposizione ereditaria
  • Donne che lavorano in industrie pericolose.
  • Donne che vivono in aree pericolose per l'ambiente.

A volte le donne a rischio ricevono una diagnostica aggiuntiva anche se il valore CA 125 è normale. Le donne a rischio dovrebbero essere sotto controllo speciale.

Tali pazienti sono più spesso assegnati a un marcatore tumorale NOT 4. Un'analisi può essere presa su prescrizione da un medico presso il centro di oncologia o in modo indipendente in laboratori a pagamento.

Ogni donna dovrebbe raggiungere questo indicatore per la sua tranquillità quando raggiunge la menopausa.

Analisi per marcatori tumorali

I più comuni sono i seguenti test per i marcatori tumorali:

Lo studio può essere effettuato non solo per rilevare un tumore, ma anche per monitorare oggettivamente i risultati del trattamento e lo stato nel tempo (mesi o anni dopo la rimozione del tumore). I consumatori di parassiti aiutano a predire la futura recidiva della malattia diversi mesi prima dell'inizio delle sue manifestazioni cliniche.

Se la concentrazione di alcuni marcatori tumorali aumenta, questo non è un motivo per trarre conclusioni univoche sulla presenza del cancro. Accade che il loro livello si innalzi con crescite benigne o processi infiammatori in alcuni organi. I marcatori non consentono sempre di fare immediatamente una diagnosi, ma aiutano a guidare l'ulteriore processo diagnostico nella giusta direzione.

I marcatori tumorali sono proteine ​​speciali prodotte da cellule di varie neoplasie, cellule vicine al tumore o al corpo in risposta allo sviluppo del processo tumorale. In termini di quantità e composizione, sono significativamente differenti da quelle sostanze presenti nel corpo di una persona sana e i test per i marcatori tumorali consentono di rilevare i cambiamenti pericolosi che si verificano nel corpo.

Di norma, lo studio viene effettuato con un saggio immunoenzimatico e i risultati ottenuti ci consentono di determinare lo stadio della malattia. Alcuni dei marcatori tumorali in piccole quantità sono nel corpo e nelle persone sane, ma il loro forte aumento indica sempre l'inizio dello sviluppo o della progressione del processo patologico.

Analisi del PSA totale di marker tumorali

Il resto dei marcatori tumorali ha una sensibilità inferiore e non viene utilizzato nei programmi diagnostici di screening del cancro. Sono utilizzati dai medici solo in situazioni cliniche specifiche, se è necessario confermare la diagnosi in una delle fasi dell'esame del processo tumorale o nel processo di monitoraggio dell'efficacia del trattamento dopo la terapia a ciclo continuo.

Con l'implementazione di alta qualità e l'interpretazione dei risultati dei consumatori, nella maggior parte dei casi sono indicativi. Un eccesso significativo delle loro norme indica lo sviluppo nel corpo umano di un tumore in un particolare organo. Tuttavia, le deviazioni dalla norma non parlano sempre dello sviluppo di un cancro.

In alcuni casi, un aumento del livello di onokmarker può indicare la presenza di disturbi che non sono malattie cancerose. A volte un aumento dei tassi indica lo sviluppo di tumori benigni, per il trattamento dei quali non è richiesta "artiglieria pesante".

Inoltre, l'aumento dei tassi di marcatori tumorali può essere rilevato in varie malattie virali e infettive - in questi casi si parla di una variante di un risultato falso.

Da tutte le informazioni ricevute in questo articolo, si può concludere che i test per i marcatori tumorali non possono essere una panacea per la diagnosi del cancro, ma costituiscono un'aggiunta eccellente alla diagnosi precoce di questa malattia e sono attivamente utilizzati per valutare l'efficacia del trattamento delle oncopatologie.

Gli specialisti esperti dovrebbero sempre decifrare i loro risultati e un esame completo e completo del paziente deve sempre essere eseguito per confermare una malattia come il cancro.

In piccole concentrazioni, i marcatori tumorali sono presenti nel sangue di una persona sana.

No, non sempre. Il numero di marcatori tumorali contenuti nel sangue può aumentare leggermente con lo sviluppo di cisti, tumori benigni, malattie infettive o infiammatorie e anche dopo un raffreddore comune.

Test del tumore: una procedura affidabile o inutile?

I problemi di diagnosi precoce del cancro sono rilevanti per molti paesi del mondo e le statistiche sul numero di queste malattie potenzialmente letali aumentano ogni anno. Secondo la maggior parte delle fonti nel mondo, ogni anno vengono diagnosticati circa 10 milioni di pazienti affetti da cancro e l'aumento annuale di tali diagnosi pericolose è di circa il 15%. Anche le statistiche sul numero di malati di cancro in Russia, Ucraina, Bielorussia e altri paesi dell'ex Unione Sovietica sono deludenti. Ogni anno, solo in Russia, vengono rilevati circa 500 mila pazienti (e questa cifra riflette solo la diagnosi esatta) con tumori maligni e 300 mila pazienti muoiono a causa degli effetti dell'oncopatologia. Non a nostro favore e le cifre sulla sopravvivenza dei malati di cancro in Russia: circa il 40%. Tali cifre spaventose sono paragonabili solo ai paesi sottosviluppati dell'Africa e dell'Asia, e nei paesi con medicina sviluppata rappresentano circa il 60-64%.

Statistiche deludenti sulla patologia del cancro sono associate a molti fattori: lo stadio del processo tumorale in cui è stato rilevato il tumore, il tipo di neoplasma, il supporto materiale del paziente, la professionalità degli oncologi, ecc.. Ecco perché la diagnosi precoce delle patologie tumorali è un problema urgente per molti paesi, perché i pazienti che hanno iniziato il trattamento di un tumore maligno in una fase precoce hanno maggiori probabilità di riprendersi.

Gli esami del sangue per i marcatori tumorali sono uno dei metodi diagnostici per la diagnosi precoce e il monitoraggio del processo di trattamento del cancro. Oggi questo tipo di analisi del sangue può essere prescritto al paziente sia durante la diagnosi che nella fase della terapia. Un oncologo esperto dovrebbe sempre valutare la loro autenticità, dal momento che un piccolo aumento delle loro prestazioni è possibile con un numero di malattie non oncologiche. Tuttavia, i consumatori sono un metodo di esame importante e necessario, ma i pazienti devono sempre essere avvicinati per essere prescritti e giustificati. In questo articolo vi terremo informati sulle tipologie di test per i marcatori tumorali e sullo scopo del loro appuntamento nel processo di diagnosi e trattamento.

Cosa diranno i test del marcatore del cancro?

I marcatori tumorali sono proteine ​​speciali prodotte da cellule di varie neoplasie, cellule vicine al tumore o al corpo in risposta allo sviluppo del processo tumorale. In termini di quantità e composizione, sono significativamente differenti da quelle sostanze presenti nel corpo di una persona sana e i test per i marcatori tumorali consentono di rilevare i cambiamenti pericolosi che si verificano nel corpo. Di norma, lo studio viene effettuato con un saggio immunoenzimatico e i risultati ottenuti ci consentono di determinare lo stadio della malattia. Alcuni dei marcatori tumorali in piccole quantità sono nel corpo e nelle persone sane, ma il loro forte aumento indica sempre l'inizio dello sviluppo o della progressione del processo patologico.

Oggi gli esperti conoscono circa 200 marcatori tumorali e 11 di loro sono raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per diagnosticare e curare il cancro. Grazie a questo metodo di esame, è stato possibile identificare e monitorare il trattamento di tali pericolose malattie oncologiche come il cancro delle ovaie, della prostata, degli organi dell'apparato digerente, della pelle, della ghiandola mammaria, ecc. - circa l'immunità del tumore al trattamento e la necessità di cambiare le sue tattiche.

Lo studio di campioni di sangue per marker tumorali ti consente di:

  • distinguere un neoplasma maligno da una neoplasia benigna;
  • confutare o confermare la presenza del processo tumorale insieme ad altri metodi diagnostici;
  • diagnosticare la presenza di metastasi;
  • valutare la produttività del trattamento confrontando il livello dei marcatori tumorali prima e dopo la terapia;
  • per monitorare l'efficacia del trattamento dopo il suo completamento e per rilevare tempestivamente la ricorrenza del processo di cancro.

Questo tipo di ricerca in alcuni casi offre una reale opportunità per prevenire lo sviluppo di un tumore se la sua crescita viene rilevata allo stadio "zero" (1-6 mesi prima di altri metodi di esame). Negli ultimi anni, questo tipo di analisi è stato applicato molto più spesso nella diagnosi dei disturbi del cancro, poiché in molti casi solo questa analisi consente di sospettare l'insorgenza dello sviluppo del tumore in un momento in cui è ancora impossibile rilevare le cellule cancerogene mediante raggi X, ultrasuoni o risonanza magnetica.

Una caratteristica distintiva di queste analisi è il fatto che alcuni dei marcatori tumorali sono associati a un solo tipo di cancro, mentre altri possono indicare processi tumorali in diversi organi. Inoltre, la sensibilità degli indicatori può essere diversa per diversi tipi di tumori dello stesso organo. Questo è il motivo per cui questo tipo di diagnosi non è screening e il suo uso è più efficace in combinazione con altri tipi di ricerca e conduce un complesso di analisi di vari marcatori tumorali.

Come con qualsiasi tecnica diagnostica, l'analisi per i marcatori tumorali ha i suoi vantaggi e svantaggi. I vantaggi dell'analisi sono nella semplicità dello studio e nella possibilità di rilevare un tumore o la sua recidiva nelle fasi iniziali. Tuttavia, sulla base della sola analisi dei marcatori tumorali, è impossibile fare una diagnosi con accuratezza affidabile, poiché non sempre ha un'alta sensibilità e specificità. A volte un aumento del livello dei marcatori tumorali può indicare lo sviluppo di tumori cistici e benigni, tumori in altri organi, malattie infettive o croniche. Questo è il motivo per cui questo tipo di esame viene sempre eseguito insieme ad altri metodi strumentali e di laboratorio per diagnosticare il cancro.

In che modo l'analisi, quali sono le indicazioni per il suo scopo?

Quando ti stai preparando a fare un test per i marcatori tumorali, segui sempre le raccomandazioni del medico che ti ha dato un rinvio. Il sangue da una vena è usato come materiale biologico per questo studio. Le linee guida generali per la preparazione del test del cancro sono le seguenti:

  1. Se ci sono segni di un processo infiammatorio o di una mestruazione, è necessario informare il medico su di loro, perché sotto l'influenza di questi fattori, gli indicatori di analisi possono essere aumentati e lo studio non sarà informativo. L'analisi in questi casi è meglio passare 5-6 giorni dopo l'eliminazione del processo infiammatorio o dopo la fine delle mestruazioni.
  2. Rifiuta di assumere bevande alcoliche per 24 ore prima dell'analisi.
  3. È meglio donare il sangue nelle ore del mattino, dal momento che il biomateriale dovrebbe essere assunto a stomaco vuoto (dopo l'ultimo pasto ci dovrebbero essere almeno 8 ore).
  4. Test dei marcatori tumorali - il principio di base di questo studio è quello di superare una serie di test per campioni di sangue - è meglio prendere nello stesso laboratorio, poiché reagenti diversi per le loro prestazioni hanno sensibilità diversa, e sarà difficile per il medico monitorare i risultati.
  5. Ricorda che solo un medico può valutare correttamente i risultati del test.

I risultati dei test possono essere ottenuti in 1-2 giorni dopo la donazione di sangue.

La frequenza dei test è determinata dal medico individualmente per ciascun paziente. Di norma, si raccomanda che i pazienti sottoposti a trattamento radicale per il cancro debbano sottoporsi a tale studio una volta ogni 3-4 mesi.

testimonianza

Il monitoraggio del livello dei marcatori tumorali è mostrato:

  • in presenza di eredità sfavorevole (cioè, se diversi membri della famiglia mostrano il cancro di una certa localizzazione);
  • se necessario, chiarire la diagnosi (in combinazione con altri metodi di diagnosi dei tumori);
  • se necessario, monitorare l'efficacia del trattamento delle patologie tumorali;
  • se necessario, prevenzione della recidiva del tumore dopo il trattamento.

Quali dei test per i marcatori tumorali sono utilizzati nei programmi di screening?

I principali consumatori registrati nei programmi di screening per l'esame di pazienti ad alto rischio di oncopatologia sono:

Analisi del PSA totale di marker tumorali

Questo marker tumorale è un precursore delle neoplasie della prostata. Questa analisi fa parte del programma di screening del cancro alla prostata e gli oncologi raccomandano che gli uomini lo prendano ogni anno dopo 40 anni.

L'analisi normale del PSA totale dipende dall'età. Per gli uomini di 40-49 anni, sono 2,5 ng / ml, 50-59 anni - 3,5 ng / ml, 60-69 anni - 4,5 ng / ml, oltre 70 anni - 6,5 ng / ml. Se le prestazioni di questa analisi sono moderatamente aumentate, un uomo deve diventare un'analisi per il PSA gratuito, che è più specifico.

È necessario tenere conto del fatto che gli indicatori dei test del PSA possono essere aumentati non solo con il cancro alla prostata, ma anche con l'adenoma prostatico, la prostatite o anche dopo un normale massaggio alla prostata. Per chiarire queste diagnosi, al paziente vengono prescritti altri tipi di studi diagnostici che consentono di formulare una diagnosi con accuratezza.

Analisi del marcatore tumorale HCG (gonadotropina corionica umana)

Normalmente, questo indicatore di parentela è inferiore a 5,3 mIU / ml nelle donne non gravide e inferiore a 2,5 mUI / ml negli uomini. Questa analisi è spesso prescritta dagli oncologi in combinazione con un test del marcatore del tumore AFP per determinare la probabilità di cancro ai testicoli e alle ovaie. Nel cancro del testicolo, si osserva un aumento delle prestazioni di entrambi i marcatori tumorali e, nel carcinoma ovarico, l'AFP aumenta significativamente. Gli indicatori di questo marcatore tumorale possono aumentare in altri tumori (cancro uterino, cancro allo stomaco, cancro intestinale, cancro del fegato), gravidanza e nelle donne in menopausa che hanno fibromi uterini. Ecco perché per differenziare la diagnosi, questa analisi viene effettuata in combinazione con altri tipi di esami.

Analisi per alfa-fetoproteina (AFP)

Questa analisi viene utilizzata dagli oncologi per diagnosticare e valutare l'efficacia del trattamento del tumore al fegato e dei tumori delle cellule germinali, e ostetrico-ginecologo per identificare i disturbi dello sviluppo e i difetti cromosomici nel feto. Normalmente, i valori di AFP negli uomini e nelle donne non gravide sono inferiori a 15 IU / ml e durante la gravidanza i suoi valori normali dipendono dall'età gestazionale.

Un aumento del livello di AFP negli uomini e nelle donne non gravide può essere osservato nelle neoplasie maligne:

  • carcinoma epatico primario e metastatico;
  • ovaio;
  • cancro embrionale;
  • del colon;
  • pancreas;
  • polmoni;
  • bronchi;
  • ghiandola mammaria

Un aumento del livello di questo marker cancerogeno può essere osservato anche con tali malattie benigne:

Per la diagnosi del feto e della gravidanza, i ginecologi ostetrici effettuano questa analisi in concomitanza con esami del sangue per estriolo e CG. Un aumento del livello di AFP può indicare:

  • gravidanza multipla;
  • malformazioni fetali;
  • non-chiusura della parete addominale anteriore nel feto;
  • anencefalia fetale;
  • necrosi del fegato nel feto e altri.

Il livello ridotto di questo marker tumorale indica:

  • alto rischio di anomalie genetiche nel feto (ad esempio, sindrome di Down);
  • falsa gravidanza;
  • inizio aborto.

Un livello leggermente ridotto di AFP indica insufficienza fetoplacentare.

Analisi sul marcatore tumorale Sa-125

Questo marker tumorale è il principale marker del carcinoma ovarico e delle sue metastasi. Normalmente, le sue prestazioni non superano 0-30 IU / ml.

A causa del fatto che l'aumento delle prestazioni di questo marcatore tumorale può verificarsi in diverse malattie, non viene utilizzato come metodo indipendente di diagnosi e la sua implementazione è solo il primo passo, che può indicare lo sviluppo di una neoplasia maligna. Con un aumento del livello di Ca-125, al paziente viene assegnato un esame più approfondito per identificare le cause della deviazione dei suoi indicatori dalla norma.

Aumento del livello del marcatore tumorale Sa-125 può essere rilevato in caso di cancro:

  • ovaio;
  • utero;
  • ghiandole mammarie;
  • stomaco;
  • pancreas;
  • il fegato.

Un lieve aumento del livello di Ca-125 può essere rilevato in tali malattie benigne:

Il livello di Ca-125 può aumentare durante le mestruazioni e tale indicatore sarebbe fisiologico e non richiedere un trattamento.

Quali altri marcatori tumorali vengono utilizzati dai medici per diagnosticare tumori maligni?

Il resto dei marcatori tumorali ha una sensibilità inferiore e non viene utilizzato nei programmi diagnostici di screening del cancro. Sono utilizzati dai medici solo in situazioni cliniche specifiche, se è necessario confermare la diagnosi in una delle fasi dell'esame del processo tumorale o nel processo di monitoraggio dell'efficacia del trattamento dopo la terapia a ciclo continuo.

Questi marcatori tumorali includono:

  • Ca-15-3 - per valutare l'efficacia del trattamento e il decorso del processo tumorale nel cancro al seno;
  • Ca-19-9 - per valutare l'efficacia del trattamento del cancro del pancreas, dello stomaco, delle vie biliari e della colecisti;
  • CEA (antigene embrionale-cancro) - un marker della diffusione del cancro del colon-retto e recidiva del cancro al seno;
  • В2М - un marcatore di mieloma multiplo, alcuni linfomi, leucemia linfatica cronica;
  • calciootonina - un marcatore del cancro della tiroide;
  • A (CgF) è un marker di tumori neuroendocrini;
  • BCR-ABL - marker di leucemia mieloide cronica;
  • frammenti di citocheratina 21-1 - marcatore del cancro del polmone;
  • le immunoglobuline sono marcatori di mieloma multiplo e macroglobulinemia di Waldenstrom;
  • L'UBC è un marker del cancro della vescica;
  • HE-4 è un marker di cancro ovarico;
  • SCC - antigene marcatore del carcinoma squamoso della cervice;
  • NSE - un marker per la prognosi nel carcinoma polmonare a piccole cellule;
  • Cyfra 21-1 - marker per la prognosi nel carcinoma polmonare non a piccole cellule;
  • la lattato deidrogenasi è un marker dei tumori delle cellule germinali.

I marker tumorali sono affidabili?

Con l'implementazione di alta qualità e l'interpretazione dei risultati dei consumatori, nella maggior parte dei casi sono indicativi. Un eccesso significativo delle loro norme indica lo sviluppo nel corpo umano di un tumore in un particolare organo. Tuttavia, le deviazioni dalla norma non parlano sempre dello sviluppo di un cancro.

In alcuni casi, un aumento del livello di onokmarker può indicare la presenza di disturbi che non sono malattie cancerose. A volte un aumento dei tassi indica lo sviluppo di tumori benigni, per il trattamento dei quali non è richiesta "artiglieria pesante". Inoltre, l'aumento dei tassi di marcatori tumorali può essere rilevato in varie malattie virali e infettive - in questi casi si parla di una variante di un risultato falso.

Da tutte le informazioni ricevute in questo articolo, si può concludere che i test per i marcatori tumorali non possono essere una panacea per la diagnosi del cancro, ma costituiscono un'aggiunta eccellente alla diagnosi precoce di questa malattia e sono attivamente utilizzati per valutare l'efficacia del trattamento delle oncopatologie. Gli specialisti esperti dovrebbero sempre decifrare i loro risultati e un esame completo e completo del paziente deve sempre essere eseguito per confermare una malattia come il cancro.