Analisi del gene del cancro al seno

Il cancro al seno è il quarto tipo più comune di cancro con cui l'umanità soffre. Nonostante la credenza popolare, anche gli uomini sono suscettibili a questo cancro, dal momento che il gene che lo causa esiste anche negli uomini. Il termine "gene del cancro al seno" è usato in modo non corretto, perché una mutazione in questo gene è responsabile della malattia. Il gene responsabile di questo è chiamato il gene BRCA, un gene del cancro al seno.

I geni BRCA1 e BRCA2 sono due tipi del gene BRCA. Le sue mutazioni portano a tumori al seno e alle ovaie. La probabilità che qualcuno con una predisposizione per il cancro al seno sviluppi il cancro dell'ovaio è quasi del 55 percento. A questo proposito, i test genetici per il cancro al seno sono diventati molto comuni.

Perché viene testato il gene del cancro al seno?

I test genetici per la probabilità di contrarre il cancro al seno riguardano i geni BRCA1 e BRCA2. Entrambi questi geni si trovano comunemente nel corpo, la loro funzione principale è quella di correggere gli errori del DNA. Sorprendentemente, questo li rende correttori di errori potenzialmente mortali nel DNA. Inoltre, sono responsabili del normale sviluppo dell'embrione. Se si verifica una mutazione in uno di questi geni, il meccanismo corretto viene perso, consentendo la crescita del numero di difetti, tra cui il cancro al seno e alle ovaie.

Come prepararsi per questa analisi

Il test del DNA è una procedura semplice che non richiede un addestramento speciale. I campioni vengono generalmente prelevati da qualsiasi parte del corpo o fluidi corporei che contengono cellule e DNA.

procedura

Un campione del materiale, che può essere sangue, pelle, capelli o liquido amniotico, se lo screening viene eseguito su un feto, viene inviato a un laboratorio in cui il materiale del DNA viene separato dal resto delle strutture cellulari. Viene quindi posto in un gel, attraverso il quale successivamente passa un flusso di elettricità, rivelando le strutture genetiche e cromosomiche. I test genetici non vengono eseguiti in caso di sospetto cancro al seno. In questo caso, vengono prescritte una mammografia e una biopsia fluida. C'è una regola che se gli scarichi sanguinosi compaiono da un posto dove viene prelevata una biopsia, allora c'è una possibilità di malattia. Se il liquido è limpido, il tumore al seno non è confermato. La maggior parte dei tipi di cancro sono inizialmente trattati con estrogeni e bloccanti progesterone, dal momento che le cellule del cancro al seno richiedono un aumento del contenuto di questi ormoni.

Analisi dei geni BRCA1 e BRCA2 per rilevare carcinoma mammario e ovarico ereditario

Uno dei tipi più comuni di tumori familiari è il carcinoma mammario ereditario (BC), che rappresenta il 5-10% di tutti i casi di lesioni maligne delle ghiandole mammarie. Spesso, il carcinoma mammario ereditario è associato ad un alto rischio di cancro ovarico (OC). Di norma, nella letteratura scientifica e medica si usa il termine unico "sindrome del cancro ovarico-mammario". Inoltre, in caso di patologie tumorali dell'ovaio, la percentuale di cancro ereditario è addirittura superiore a quella del carcinoma mammario: il 10-20% dei casi di OC è causato dalla presenza di un difetto genetico ereditario.

La presenza di mutazioni nei geni BRCA1 o BRCA2 in questi pazienti è associata a una predisposizione all'insorgenza della sindrome BC / RI. Le mutazioni sono ereditarie - cioè, letteralmente in ogni cellula del corpo di una tale persona c'è un danno che viene ereditato. La probabilità di una neoplasia maligna nei pazienti con mutazioni BRCA1 o BRCA2 entro i 70 anni raggiunge l'80%.

I geni BRCA1 e BRCA2 svolgono un ruolo chiave nel mantenimento dell'integrità del genoma, in particolare nei processi di riparazione del DNA. Le mutazioni che colpiscono questi geni, di norma, portano alla sintesi di una proteina anormale abbreviata. Tale proteina non può svolgere correttamente le sue funzioni - "monitorare" la stabilità dell'intero materiale genetico di una cellula.

Tuttavia, in ogni cellula ci sono due copie di ciascun gene - da mamma e papà, quindi la seconda copia può compensare l'interruzione dei sistemi cellulari. Ma la probabilità del suo fallimento è anche molto alta. Quando i processi di riparazione del DNA sono disturbati, altri cambiamenti iniziano ad accumularsi nelle cellule, che a loro volta possono portare a trasformazione maligna e crescita del tumore.

Determinazione della suscettibilità genetica al cancro:

Sulla base del laboratorio di oncologia molecolare dell'oncologia NMIC intitolata. NN Petrova applica un'analisi graduale per i pazienti:

  1. prima viene indagata la presenza delle mutazioni più frequenti (4 mutazioni)
  2. in assenza di tale necessità clinica, è possibile condurre un'analisi estesa (8 mutazioni) e / o l'analisi della sequenza completa dei geni BRCA1 e BRCA2.

Attualmente sono note oltre 2000 varianti di mutazioni patogene nei geni BRCA1 e BRCA2. Inoltre, questi geni sono piuttosto grandi - rispettivamente 24 e 27 esoni. Pertanto, un'analisi completa delle sequenze di geni BRCA1 e BRCA2 è un processo che richiede tempo, costoso e dispendioso in termini di tempo.

Tuttavia, alcune nazionalità sono caratterizzate da una gamma limitata di mutazioni significative (il cosiddetto "effetto fondatore"). Così, nella popolazione di pazienti russi di origine slava, fino al 90% delle varianti patogenetiche rilevate di BRCA1 sono rappresentate da sole tre mutazioni: 5382insC, 4153delA, 185delAG. Questo fatto accelera significativamente i test genetici di pazienti con segni di carcinoma mammario ereditario.

Analisi della sequenza del gene BRCA2, rilevamento della mutazione c.9096_9097delAA

Quando devo passare l'analisi per le mutazioni BRCA1 e BRCA2?

The National Cancer Network - La National Comprehensive Cancer Network (NCCN) raccomanda che i seguenti pazienti vengano inviati per la ricerca genetica:

  1. Pazienti sotto i 45 anni di età con carcinoma mammario
  2. Pazienti di età inferiore ai 50 anni con carcinoma mammario, se la famiglia ha almeno un parente stretto relativo a tale diagnosi
  3. Inoltre, se un paziente sotto i 50 anni ha una storia familiare di cancro con cancro al seno
  4. Se all'età di 50 anni viene diagnosticata una lesione multipla delle ghiandole mammarie
  5. Pazienti con carcinoma mammario di età inferiore ai 60 anni - se, secondo i risultati dell'esame istologico, il tumore è tre volte negativo (non vi è espressione dei marcatori ER, PR, HER2).
  6. Con una diagnosi di cancro al seno a qualsiasi età, se è presente almeno uno dei seguenti sintomi:
    • almeno 1 parente stretto con carcinoma della mammella di età inferiore a 50 anni;
    • almeno 2 parenti stretti con tumore al seno a qualsiasi età;
    • almeno 1 parente stretto con OC;
    • avere almeno 2 parenti stretti con carcinoma pancreatico e / o carcinoma prostatico;
    • avere un parente maschio con cancro al seno;
    • appartenente a una popolazione con un'alta frequenza di mutazioni ereditarie (ad esempio, ebrei ashkenaziti);
  7. Tutti i pazienti con cancro ovarico diagnosticato.
  8. Se diagnosticato un cancro al seno negli uomini.
  9. Se diagnosticato un cancro alla prostata (con un indice di Gleason> 7) con almeno un parente con il cancro al seno o di cancro alle ovaie all'età di 50 anni o meno in presenza di almeno due parenti con cancro al seno, cancro del pancreas, o il cancro alla prostata.
  10. Se diagnosticato un cancro al pancreas in presenza di almeno un parente con il cancro al seno o alle ovaie all'età di 50 anni o meno in presenza di almeno due parenti con cancro al seno, cancro del pancreas, o il cancro alla prostata.
  11. Se il cancro del pancreas viene diagnosticato in un individuo appartenente all'ethos ebraico ashkenazita.
  12. Se un parente ha una mutazione BRCA1 o BRCA2

L'esecuzione di un'analisi genetica molecolare deve essere accompagnata da una consulenza genetica, durante la quale vengono discussi il contenuto, il significato e gli effetti del test; il valore di risultati positivi, negativi e non informativi; limitazioni tecniche del test proposto; la necessità di informare i parenti in caso di rilevamento di una mutazione ereditaria; caratteristiche di screening e prevenzione dei tumori nei portatori di mutazioni, ecc.

Come passare l'analisi per le mutazioni BRCA1 e BRCA2?

Il materiale per l'analisi è il sangue. Per studi genetici usando tubi con EDTA (tappo viola). Puoi donare il sangue nel laboratorio del NMIC o portarlo da qualsiasi altro laboratorio. Il sangue viene conservato a temperatura ambiente per un massimo di 7 giorni.

Non è necessaria una preparazione speciale per lo studio, i risultati dello studio non sono influenzati da pasti, medicinali, dall'introduzione di agenti di contrasto, ecc.

Ripetere l'analisi dopo un po 'di tempo o dopo il trattamento non è richiesto. La mutazione ereditaria non può scomparire o apparire durante la vita o dopo il trattamento ricevuto.

Cosa fare se una donna ha una mutazione BRCA1 o BRCA2?

Per i portatori di mutazioni patogene, è stata sviluppata una serie di misure per la diagnosi precoce, la prevenzione e il trattamento dei tumori della mammella e del tumore ovarico. Se tra le donne sane in modo tempestivo per identificare coloro che hanno un difetto genetico, è possibile diagnosticare lo sviluppo della malattia nelle fasi iniziali.

I ricercatori hanno identificato le caratteristiche della sensibilità ai farmaci dei tumori associati al BRCA. Rispondono bene ad alcuni farmaci citotossici e il trattamento può avere molto successo.

Raccomandato per portatori sani di mutazioni BRCA:

  1. Autoesame mensile da 18 anni
  2. Esame clinico delle ghiandole mammarie (mammografia o risonanza magnetica) da 25 anni.
  3. I portatori maschi delle mutazioni nei geni BRCA1 / 2 sono raccomandati per condurre un esame clinico annuale delle ghiandole mammarie dall'età di 35 anni. Dall'età di 40 anni, è consigliabile eseguire un esame di screening della prostata.
  4. Esami dermatologici e oftalmologici per la diagnosi precoce del melanoma.

Come una predisposizione al cancro al seno e rya è ereditata.

Spesso i portatori delle mutazioni BRCA1 / BRCA2 hanno una domanda - è stata trasmessa a tutti i bambini e quali sono le cause genetiche della forma ereditaria del cancro al seno? Le possibilità di trasmettere il gene danneggiato alla prole sono del 50%.

La malattia è ugualmente ereditata, sia da ragazzi che da ragazze. Il gene associato allo sviluppo del cancro al seno e del carcinoma ovarico non si trova sui cromosomi sessuali, quindi la probabilità di un portatore di mutazioni non dipende dal sesso del bambino.

Se una mutazione in diverse generazioni è stata trasmessa attraverso gli uomini, è molto difficile analizzare i pedigree, dal momento che raramente gli uomini ottengono il cancro al seno anche con un difetto genetico.

Ad esempio: i portatori erano il nonno e il padre del paziente e la loro malattia non si manifestava. Alla domanda se ci siano stati casi di cancro nella famiglia, un paziente simile risponderà in modo negativo. In assenza di altri segni clinici di tumori ereditari (età precoce / molteplicità di tumori), la componente ereditaria della malattia potrebbe non essere presa in considerazione.

Se viene rilevata una mutazione BRCA1 o BRCA2, si raccomanda di testare anche tutti i parenti di sangue.

Perché è importante considerare le radici etniche nella ricerca genetica?

Per molti gruppi etnici caratterizzati da una propria serie di frequenti mutazioni. Le radici nazionali del soggetto devono essere considerate quando si sceglie la profondità dello studio.

Gli scienziati hanno dimostrato che una gamma limitata di mutazioni significative (il cosiddetto "effetto del fondatore") è caratteristica di alcune nazionalità. Così, nella popolazione di pazienti russi di origine slava, fino al 90% delle varianti patogenetiche rilevate di BRCA1 sono rappresentate da sole tre mutazioni: 5382insC, 4153delA, 185delAG. Questo fatto accelera significativamente i test genetici di pazienti con segni di carcinoma mammario ereditario.

E infine una infografica visiva "Sindrome ereditaria del cancro al seno e alle ovaie". L'autrice è Kuligina Ekaterina Shotovna, Ph.D., ricercatrice senior del laboratorio scientifico di oncologia molecolare, FSBI "N. NN Petrova "Ministero della Salute della Russia.

Pubblicazione dell'autore:
ALEKSAKHINA SVETLANA NIKOLAEVNA,
Ricercatore di laboratorio presso il laboratorio scientifico di oncologia molecolare dell'istituzione di bilancio dello Stato federale "N. NN Petrova "Ministero della Salute della Russia

Analisi del gene BRCA1 (gene del cancro della mammella)

Nomi alternativi: gene del cancro al seno, rilevamento delle mutazioni 5382insC.

Il cancro al seno è ancora la forma più comune di neoplasie maligne nelle donne, l'incidenza è di 1 caso per ogni 9-13 donne di età compresa tra 13 e 90 anni. Dovresti sapere che il cancro al seno si riscontra anche negli uomini - circa l'1% di tutti i pazienti con questa patologia sono uomini.

Lo studio dei marcatori tumorali, come CA-15-3, CEA, HER2, CA27-29, consente di identificare la malattia in una fase precoce. Tuttavia, ci sono metodi di ricerca che possono essere utilizzati per determinare la probabilità di sviluppare il cancro al seno in una particolare persona e nei suoi figli. Un metodo simile è lo studio genetico del gene del cancro al seno - BRCA1, durante il quale vengono rilevate le mutazioni di questo gene.

Materiale per la ricerca: sangue da una vena o raschiamento dell'epitelio buccale (dalla superficie interna della guancia).

Perché abbiamo bisogno di uno studio genetico sul cancro al seno

Il compito della ricerca genetica è identificare le persone ad alto rischio di sviluppare un cancro (predeterminato) geneticamente determinato. Questo rende possibile fare sforzi per ridurre il rischio. I geni BRCA normali forniscono la sintesi di proteine ​​responsabili della protezione del DNA da mutazioni spontanee che promuovono la trasformazione delle cellule in cellule tumorali.

I pazienti con geni BRCA difettosi devono essere protetti dall'esposizione a fattori mutageni - radiazioni ionizzanti, agenti chimici, ecc. Ciò ridurrà significativamente il rischio di malattia.

La ricerca genetica consente di identificare casi familiari di cancro. Le forme di carcinoma ovarico e mammario associate alle mutazioni BRCA hanno un alto grado di malignità - sono soggette a rapida crescita e metastasi precoci.

Risultati dell'analisi

Di solito, nello studio del gene BRCA1, viene controllata la presenza di 7 mutazioni in una volta, ognuna delle quali ha il suo nome: 185delAG, 4153delA, 3819delGTAAA, 2080delA, 3875delGTCT, 5382insC. Non ci sono differenze principali in queste mutazioni - tutte portano alla rottura della proteina codificata da questo gene, che porta alla distruzione del suo lavoro e ad un aumento della probabilità di degenerazione maligna delle cellule.

Il risultato dell'analisi è dato sotto forma di tabella, in cui sono elencate tutte le varianti della mutazione, e per ognuna di esse è indicata la designazione della lettera del modulo:

  • N / N - nessuna mutazione;
  • N / D o N / INS - mutazione eterozigote;
  • Del / Del (Ins / Ins) - mutazione omozigote.

Interpretazione dei risultati

La presenza della mutazione del gene BRCA indica un aumento significativo del rischio di sviluppare il cancro al seno in una persona, così come alcuni altri tipi di cancro - cancro ovarico, tumori cerebrali, prostata maligna e tumori pancreatici.

La mutazione avviene solo nell'1% delle persone, ma la sua presenza aumenta il rischio di cancro al seno - se c'è una mutazione omozigote, il rischio di cancro è dell'80%, cioè su 100 pazienti con un risultato positivo, 80 persone svilupperanno il cancro. Con l'età aumenta il rischio di cancro.

L'identificazione dei geni mutanti da parte dei genitori indica un possibile trasferimento alla loro progenie, pertanto, i bambini nati da genitori con un risultato positivo del test sono anche consigliati di sottoporsi a un esame genetico.

Ulteriori informazioni

L'assenza di mutazioni nel gene BRCA1 non garantisce che una persona non avrà mai tumore al seno o ovaie, poiché ci sono altre ragioni per lo sviluppo dell'oncologia. Oltre a questa analisi, si consiglia di indagare sullo stato del gene BRCA2, localizzato interamente su un altro cromosoma.

Un risultato positivo per le mutazioni, a sua volta, non indica una probabilità del 100% di sviluppare il cancro. Tuttavia, la presenza di mutazioni dovrebbe essere la causa dell'aumentata oncologia del paziente - si raccomanda di aumentare la frequenza delle consultazioni preventive con i medici, di monitorare più attentamente le condizioni delle ghiandole mammarie, si dovrebbero regolarmente effettuare test per i marcatori biochimici del cancro.

Con i più piccoli sintomi che indicano un possibile sviluppo del cancro, i pazienti con mutazioni BRCA1 identificate dovrebbero subito sottoporsi ad un esame approfondito per oncologia, compreso uno studio di marcatori tumorali biochimici, mammografia, ecografia delle ghiandole mammarie e ecografia pelvica e ecografia prostatica.

riferimenti:

  1. Litvinov S.S., Garkavtseva R.F., Amosenko F.A. e altri Marcatori genetici per valutare il rischio di cancro al seno. // Abstracts of the XII Russian Oncological Congress. Mosca. 18-20 novembre 2008 P.159.
  2. J. Balmaña et al., Linee guida ESMO per la diagnosi, il trattamento e il follow-up in pazienti con carcinoma mammario con mutazioni BRC, 2010.

Analisi genetica per il cancro al seno

Il cancro al seno è una malattia abbastanza comune, per combattere che viene condotta ogni anno un sacco di ricerca scientifica. Secondo le statistiche, i processi oncologici maligni nella ghiandola mammaria costituiscono un quarto di tutti i casi rilevati di questa terribile malattia. Ecco perché è stata sviluppata un'analisi genetica per il cancro al seno, che consente di identificare un aumento del rischio di malattia e di adottare misure per garantire che ogni donna possa evitare le conseguenze di questa terribile malattia.

Cliniche leader all'estero

Chi ha bisogno di sottoporsi a un'analisi genetica per il cancro al seno?

È impossibile indicare con precisione la causa dello sviluppo di neoplasie nella mammella, quindi non è possibile determinare in anticipo quale tipo di persona si presenteranno nel tempo. Ma la medicina moderna trova il modo di usare test di laboratorio per identificare quelle persone che hanno un alto rischio di cancro associato all'eredità. Per passare questa analisi, prima di tutto, vale la pena di quelle donne che appartengono a uno o più dei gruppi elencati di seguito.

  1. Donne che hanno subito un tumore al seno bilaterale.
  2. Pazienti che hanno avuto un tumore al seno prima dei 50 anni.
  3. Pazienti che hanno subito un tumore ovarico dipendente dall'ormone.
  4. Pazienti i cui parenti di sangue hanno rilevato carcinoma mammario o ovarico.
  5. Pazienti i cui parenti di sangue hanno una mutazione nei geni BRCA1 e / o BRCA.

Questa analisi oncogenetica consente di identificare i cambiamenti in alcune sezioni del DNA che sono responsabili del rischio di sviluppare processi maligni nei tessuti del seno, delle ovaie, del cervello e della prostata. Prima della sua consegna, il medico durante l'indagine identifica altri fattori che influenzano la probabilità di sviluppare il cancro: la presenza di casi di cancro in famiglia, cattive abitudini, il numero di gravidanze e parto e l'uso di farmaci ormonali.

Ci sono controindicazioni per tale analisi?

Da un punto di vista medico, non ci sono fattori che vietano un'analisi genetica per il cancro al seno. Tuttavia, ci sono altri seri motivi per rifiutare questo sondaggio. Questi possono includere credenze religiose che vietano questo tipo di ricerca, cattiva situazione finanziaria, la riluttanza del paziente.

È importante capire che condurre questo tipo di esame non è obbligatorio, ma ha un ruolo importante per molte donne che hanno subito il trattamento di tumori o che hanno 2 o più casi di cancro al seno o alle ovaie nei loro parenti stretti. Il rischio di trasferire il gene BRCA1 e BRCA2 danneggiato ai loro figli è in donne e uomini, quindi in alcuni casi l'analisi che determina questa mutazione può diventare una sorta di preoccupazione per la salute delle generazioni future.

Come viene eseguita l'analisi e come prepararla?

Non sono richieste misure speciali prima dello studio. L'unica condizione è la raccomandazione di ridurre al minimo o eliminare completamente i farmaci. Il consumo di alcol, l'esposizione ai raggi X, il massaggio e altre manipolazioni mediche, nonché lo sforzo fisico attivo devono essere effettuati entro 48-24 ore prima del test.

Per ottenere il materiale, il sangue viene prelevato da una vena o raschiato dalla superficie interna della guancia. È meglio fare la mattina e a stomaco vuoto. Prima della procedura è di astenersi dal fumare, bere bevande gassate, tè forte e caffè.

Per l'analisi, una donna deve superare un test della saliva.

Esperti leader di cliniche all'estero

Professor Moshe Inbar

Dr. Justus Deister

Professor Jacob Schechter

Dr. Michael Friedrich

Quanto puoi fidarti dell'analisi genetica per il cancro al seno?

L'uso di questa analisi genetica ci consente di identificare con precisione i disordini genomici che aumentano significativamente la possibilità di degenerazione oncologica delle cellule del seno e di altri tessuti. Non può indicare se ci sono già al momento delle neoplasie o per impedire il loro sviluppo. Ma con l'aiuto di questo test, il medico può calcolare i rischi di sviluppare malattie oncologiche, scegliere il metodo di ulteriori esami ed effettuare la loro prevenzione. La paura dei processi maligni nell'organismo è soggetta ad un numero significativo di persone, quindi quando si prescrivono e si effettuano esami per i medici è molto importante trasmettere ai loro pazienti informazioni sull'efficacia delle misure preventive e sul trattamento efficace del precancro delle patologie mammarie e tumorali.

La sensibilità e la specificità di questa analisi

Al fine di valutare questi indicatori, è necessario prima capire cosa significano. La sensibilità dello studio consente di determinare correttamente la percentuale di soggetti che hanno un tratto particolare. La specificità si manifesta nella capacità dell'analisi di determinare con precisione gli intervistati che non hanno il tratto del test. Queste caratteristiche di un'analisi genetica per i tumori della mammella sono di un livello abbastanza alto, quindi l'accuratezza delle mutazioni che determinano non è di solito in dubbio.

È importante capire che non solo i geni BRCA1 e BRCA2 possono influenzare il rischio di sviluppare condizioni precancerose e il cancro stesso. Separatamente, altre sezioni di alleli potrebbero non avere una grande influenza sulla probabilità di sviluppare la malattia, ma con una combinazione di diverse sezioni di DNA danneggiate, cresce esponenzialmente.

Fattori che possono distorcere i risultati

Ci sono diversi motivi che possono modificare i dati ottenuti dall'analisi genetica per la suscettibilità al cancro al seno. Questi includono influenze esterne, come ad esempio:

  • raggi X recenti, radiazioni o forti radiazioni magnetiche;
  • processi interni causati dall'assunzione di determinati farmaci, infezioni virali;
  • abuso di alcol e sostanze intossicanti.

Questi fattori possono portare a risultati falsi positivi, quindi è molto importante consultare il medico e la nomina di questo tipo di studio per stabilire cattive abitudini esistenti, condizioni di lavoro dannose e altri fattori che possono influenzare il risultato.

Decrittografia e cosa fare se il risultato è positivo?

Poiché l'analisi della suscettibilità genetica al cancro al seno è complessa, include un test simultaneo per 7 principali mutazioni. Il risultato di questo test è indicato sotto forma di tabella, in cui le seguenti icone possono apparire opposte a ciascuna delle mutazioni:

  1. N / N - significa nessuna violazione nella sezione di DNA controllata.
  2. N / ins o N / Del - la presenza di una struttura alterata di geni.

Solo un genetista può dire tutte le informazioni sullo stato di salute del paziente e sulla prognosi per un'ulteriore vita. Tuttavia, anche se ci sono uno o più valori positivi nel protocollo di studio, non c'è bisogno di entrare nel panico. Vale la pena ricordare che questa analisi non mostra la presenza di cancro, ma rivela solo il suo aumento del rischio. Alcune donne con cambiamenti genetici identificati con passaggio tempestivo di indagini vivono una vita lunga e sana.

La tattica di ulteriori azioni può essere determinata solo da uno specialista, pertanto, con l'eventuale identificazione di un risultato spaventoso, è necessario contattare il proprio medico, che ha inviato per test. A seconda delle caratteristiche di un particolare paziente, può raccomandare esami periodici, prescrivere farmaci per scopi profilattici o consigliare la rimozione delle ghiandole mammarie e delle ovaie. In ogni caso, il paziente dovrebbe prendere la decisione finale in merito.

Quanto costa un'analisi del genere?

Il costo di condurre un'analisi genetica della suscettibilità a tumori maligni della mammella e delle ovaie varia a seconda della città e del laboratorio che fornisce questo servizio.

In media in Russia, il costo di un test completo inizia da 3,5 migliaia di rubli. Per l'Ucraina, questa cifra è di circa 1250 grivna.

La prevenzione e l'individuazione dei processi oncologici nelle fasi iniziali consente di mantenere la salute e la qualità della vita. L'analisi genetica per il cancro al seno consente non solo di calcolare il rischio di tumori maligni, ma anche di scegliere il metodo appropriato per la loro prevenzione. Pertanto, per tali pazienti è molto importante monitorare lo stato del proprio corpo e svolgere tutti gli appuntamenti del medico.

Analisi genetiche per il cancro al seno. prezzo di precisione

Cancro al seno e parere di un medico

Libro principale / di riferimento / Catalogo analisi
La conclusione della genetica del dottore al servizio "Cancro al seno e carcinoma ovarico" è emessa sulla base di uno studio delle varianti mutanti dei geni BRCA1 e BRCA2. I prodotti proteici di questi geni sono responsabili della riparazione delle molecole di acido desossiribonucleico danneggiate.

La presenza di polimorfismi congeniti nell'uomo aumenta la probabilità di formazione di formazioni tumorali nella ghiandola mammaria cinque volte, nelle ovaie - 25 volte. Il decorso del cancro ereditario è più maligno e ha una prognosi infausta.

L'analisi genetica determina la presenza di disturbi genomici in un paziente, che rende possibile trattare con particolare cura lo stile di vita, lo stato delle ghiandole mammarie e la propria salute nel suo insieme.

Il cancro al seno e alle ovaie è caratterizzato da danni ai tessuti degli organi - una violazione della divisione, la formazione di un fenotipo cellulare specializzato e la loro crescita. Come risultato di questo processo, si forma un tumore, che cresce nei tessuti circostanti, forma metastasi, diffondendosi attraverso il sangue circolante verso altri organi.

Il cancro al seno e le ghiandole genitali femminili che svolgono una funzione generativa (ovaie) sono la forma più comune di cancro. I principali fattori di rischio che aumentano la probabilità di sviluppo sono:

  • esordio precoce di sanguinamento mensile;
  • menopausa in ritardo;
  • mancanza di parto;
  • il fumo;
  • l'obesità;
  • abuso di alcol;
  • esposizione a radiazioni radioattive;
  • predisposizione genetica.

Questa patologia oncologica è ben studiata e, se rilevata nelle prime fasi dello sviluppo, può essere trattata con successo. Questo è il motivo per cui i professionisti raccomandano fortemente esami medici preventivi annuali e test di laboratorio.

Le indicazioni per l'analisi onco-genetica sono:

  • esame preventivo;
  • la presenza di cancro nei parenti stretti del paziente;
  • sviluppo del cancro in giovane età (fino a 40 anni);
  • forme atipiche di neoplasia.

Per l'analisi genetica viene utilizzato il sangue venoso, la sua selezione viene effettuata a stomaco vuoto nella sala di manipolazione del centro diagnostico clinico. Alla vigilia del paziente è richiesto di astenersi dal bere alcolici, caffè e tè forti, eccesso di cibo, stress fisico e psico-emotivo.

L'identificazione delle mutazioni geniche viene effettuata utilizzando i metodi più moderni e altamente accurati -.

L'analisi include la verifica di sei varianti mutanti di base dei geni che codificano l'attività funzionale delle proteine ​​responsabili dei processi di riduzione nelle cellule.

I dati finali sono forniti sotto forma di una tabella in cui le seguenti designazioni possono essere collocate di fronte a ogni violazione genomica:

  • "N / N" - l'assenza di polimorfismi;
  • "Ins o del" - la presenza di una versione modificata della struttura del gene, che porta alla carcinogenesi.

Avere uno o più valori positivi non è un motivo di panico! I risultati dell'analisi non mostrano la presenza di un processo maligno, ma si limitano a rivelare una maggiore probabilità del suo verificarsi! Informazioni complete sulla salute del paziente sono riportate nel protocollo della conclusione di un genetista, in cui viene calcolato il rischio di sviluppare il cancro e viene sviluppato un piano per ulteriori esami e misure preventive.

Analisi della suscettibilità genetica al cancro al seno e alle ovaie

Un'analisi genetica della predisposizione al cancro al seno aiuterà a determinare se un paziente ha ereditato un cambiamento genetico che aumenta significativamente il rischio di sviluppare il cancro al seno o alle ovaie.

In presenza di mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2, il rischio di sviluppare il cancro al seno è dell'84% e il rischio di sviluppare il cancro ovarico raggiunge il 54%.

Indicazioni per la consegna di analisi genetiche per mutazioni BRCA1 e BRCA2:

  • Screening preventivo a volontà;
  • Storia familiare: presenza di parenti con cancro al seno o alle ovaie.

L'obiettivo principale della diagnosi delle forme ereditarie di cancro al seno e carcinoma ovarico non è solo l'identificazione del portatore di mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2, ma anche la determinazione delle tattiche individuali di ulteriore screening e prevenzione del verificarsi di questi tumori.

COSA FARE CON IL TEST GENETICO POSITIVO PER IL CANCRO AL SENO?

Se un paziente scopre una delle mutazioni di BRCA 1,2 responsabile del rischio di cancro ereditario al seno o alle ovaie, allora l'oncologo del nostro Centro svilupperà per te una singola tattica preventiva e terapeutica:


1. Programma di osservazione
Questo è un modo conservativo: effettueremo il monitoraggio regolare e l'osservazione dinamica, eseguiremo studi di laboratorio e strumentali allo scopo di rilevare un tumore il prima possibile.

L'osservazione regolare non riduce il rischio di sviluppare la malattia, ma consente di rilevare il cancro al seno o il cancro alle ovaie nelle prime fasi e, in definitiva, ottenere un risultato più positivo.

Con un adeguato livello di esame, i tumori delle ghiandole mammarie sono rilevati nelle fasi iniziali e sono facilmente curabili. Il cancro alle ovaie, a sua volta, è più difficile per la diagnosi precoce e di solito è più difficile da trattare, anche se viene rilevato precocemente.

In modo conservativo, la disciplina del paziente e le qualifiche degli specialisti che lo osservano sono importanti. E, naturalmente, i pazienti devono in una certa misura cambiare il loro stile di vita. Sebbene un cambiamento nelle abitudini comportamentali non influenzi il rischio di mutazioni BRCA1 e BRCA2 nei portatori, ma in media sulla popolazione può ridurre il rischio di sviluppare il cancro al seno e alle ovaie.


2. Programma di intervento
Questo è un percorso operativo o chirurgia profilattica. In questo caso, il più possibile il tessuto nella zona a rischio viene rimosso chirurgicamente.

Non è facile decidere sulla rimozione di una parte significativa del tuo corpo a scopo preventivo, ma con un adeguato grado di consapevolezza e responsabilità in relazione alla tua salute, molte donne decidono questo.

Allo stesso tempo, è necessario sapere che la rimozione profilattica del tessuto mammario o la rimozione delle ovaie riduce significativamente la probabilità di un processo tumorale, ma non la esclude completamente, poiché è impossibile rimuovere assolutamente tutti i tessuti che sono una zona a rischio.

Di regola, la mastectomia profilattica è accompagnata da un delicato intervento plastico-ricostruttivo, con l'ottenimento del giusto risultato estetico. Tali operazioni sono anche chiamate operazioni "tipo Angelina Jolie".

Per quanto riguarda lo sfondo ormonale dopo l'ovariectomia profilattica (rimozione delle ovaie), il paziente riceve una terapia ormonale sostitutiva (ad esempio, sotto forma di cerotto ormonale) e l'assenza delle ovaie non influisce sul suo stato psicologico e sul suo benessere.

Sia nella prima che nella seconda variante dello sviluppo degli eventi, i farmaci ormonali (takmoxifene, raloxifene) possono essere utilizzati per ridurre il rischio di sviluppare il cancro al seno e alle ovaie.


MASTEKTOMIA PREVENTIVA - CHE COSA OFFRE DIVERSE DA OPERAZIONI CHE SONO ESEGUITE IN CASO DI CANCRO DEL CANCRO DELLA MAMMELLA?

La mastectomia profilattica differisce dalla mastectomia radicale (chirurgia standard eseguita nel carcinoma mammario) in molti aspetti.

Prima di tutto, la chirurgia preventiva non pregiudica l'integrità e le condizioni del collettore linfatico regionale. Mentre un'operazione radicale è quasi sempre (tranne che nelle situazioni in cui si esegue una biopsia dei linfonodi sentinella) è accompagnata dalla rimozione dei linfonodi ascellari e succlavia.

Oggi viene utilizzata una mastectomia profilattica che preserva la pelle, durante la quale i tessuti situati nella ghiandola mammaria stessa, sotto la pelle, vicino alla parete toracica, attorno ai bordi del petto, così come l'areola e il capezzolo, vengono rimossi, poiché vi è un accumulo di dotti lattici.

Pertanto, viene rimossa la massima quantità possibile di tessuto ghiandolare e nell'area in cui vi è la maggiore probabilità di sviluppo di un processo maligno.

La pelle del seno è preservata allo stesso tempo, il che, quando esegue la ricostruzione simultanea, fornisce un risultato estetico eccellente.

Tuttavia, va notato che la maggior parte dei moderni oncologi del seno usa metodi simili per il cancro al seno e, quindi, quando esegue un'operazione radicale.

Nella maggior parte delle cliniche oncologiche è considerata una cattiva forma se il chirurgo non può eseguire alcun tipo di chirurgia plastica ricostruttiva quando esegue un'operazione radicale sulla ghiandola mammaria.

E con una qualifica appropriata del chirurgo-oncologo, così come se il paziente vuole preservare l'aspetto estetico del seno, non c'è praticamente alcuna differenza dopo aver eseguito l'operazione nel cancro al seno o nella mastectomia profilattica.

Spesso questo è un intervento in più fasi, ma l'aspetto di una donna è una componente importante dell'alta qualità della sua vita.

Molto spesso, con una mutazione BRCA positiva e il cancro al seno rivelato, la mastectomia radicale con la ricostruzione simultanea della ghiandola mammaria in cui si trova un tumore è combinata con mastectomia preventiva con ricostruzione simultanea di un secondo seno sano, ottenendo così la massima simmetria e il massimo risultato estetico.

Se vuoi eseguire un'analisi genetica sulla suscettibilità al cancro al seno e al cancro ovarico, contatta un mammologo oncologo del nostro Centro.

Cancro al seno e alle ovaie (base)

La composizione del complesso genetico:

Il cancro al seno è la forma più comune di cancro nelle donne. Quindi, in Russia, su tutte le donne con cancro, ogni cinque (21%) ha questa particolare patologia - il cancro al seno.

Ogni anno oltre 65 mila donne ascoltano la terribile diagnosi, più di 22 mila di loro muoiono. Sebbene sia possibile eliminare completamente la malattia nelle sue fasi iniziali nel 94% dei casi.

Questo complesso include l'identificazione di mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2.

Cancro al seno ed ereditarietà:

Il cancro al seno in una storia familiare della malattia è stato considerato un fattore di rischio per molti anni. Circa cento anni fa, sono stati segnalati casi di carcinoma mammario familiare trasmessi di generazione in generazione.

In alcune famiglie, solo il cancro al seno è interessato; altri tipi di cancro compaiono in altri. Circa il 10-15% dei casi di cancro al seno sono ereditari.

Il rischio di cancro al seno per una donna la cui madre o sorella ha sofferto di questa malattia è 1,5-3 volte superiore rispetto alle donne i cui parenti stretti non hanno avuto il cancro al seno.

Il cancro al seno in tutto il mondo è considerato il cancro più studiato. Ogni anno appaiono nuove informazioni sulla natura di questo tumore e vengono sviluppate tecniche di trattamento.

Geni BRCA1 e BRCA2:

Nei primi anni '90, BRCA1 e BRCA2 sono stati identificati come geni di predisposizione per il cancro al seno e il carcinoma ovarico. Le mutazioni ereditarie nei geni BRCA1 e BRCA2 portano ad un aumento del rischio di vita di sviluppare il cancro al seno. Entrambi questi geni sono correlati al garantire la stabilità del genoma e, più specificamente, al meccanismo di ricombinazione omologa per la riparazione del DNA a doppio filamento.

Oltre al carcinoma mammario, le mutazioni nel gene BRCA1 si verificano nel carcinoma ovarico, entrambi i tipi di tumore si sviluppano in età precoce rispetto al carcinoma mammario non ereditario.

I tumori associati a BRCA1 sono generalmente associati a una prognosi sfavorevole per il paziente, poiché si riferiscono per lo più al carcinoma mammario triplo negativo.

Questo sottotipo è così chiamato a causa dell'assenza nelle cellule tumorali dell'espressione di tre geni contemporaneamente - HER2, recettori di estrogeni e progesterone, quindi il trattamento basato sull'interazione di farmaci con questi recettori è impossibile.

Il gene BRCA2 è anche coinvolto nei processi di riparazione del DNA e nel mantenimento della stabilità del genoma, in parte con il complesso BRCA1, in parte attraverso l'interazione con altre molecole.

Le mutazioni caratteristiche di alcune comunità e gruppi geografici sono descritte anche per gli abitanti del nostro paese. Pertanto, in Russia, le mutazioni BRCA1 sono rappresentate principalmente da cinque variazioni, l'80% delle quali è 5382insC. Le mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2 portano all'instabilità cromosomica e alla trasformazione maligna di cellule mammarie, ovaie e altri organi.

Il rischio di cancro al seno nelle donne con mutazioni BRCA1 e BRCA2:

Nelle donne - portatrici di mutazioni in uno dei geni BRCA1 e BRCA2, il rischio di sviluppare tumore al seno e alle ovaie (meno comunemente, altri tipi di cancro) è più alto che in altri.

Va sottolineato che il grado di rischio di sviluppare il cancro al seno varia a seconda della storia familiare. Il rischio di cancro al seno ricorrente in una donna che ha una mutazione che ha già avuto un cancro al seno è del 50%.

Il rischio di cancro ovarico nei portatori di una mutazione nel gene BRCA1 è del 16-63% e nei portatori di una mutazione nel gene BRCA2 - 16-27%.

Indicazioni per scopo di studio:

  • Come parte di un programma di screening e prevenzione del cancro al seno per determinare la probabilità di una predisposizione ereditaria.
  • Donne i cui parenti avevano una mutazione in uno dei geni.
  • Donne con carcinoma mammario o ovarico nella storia familiare.
  • Donne che hanno avuto un tumore al seno prima dei 50 anni o che hanno sofferto di cancro al seno bilaterale.
  • Le donne che hanno avuto il cancro alle ovaie.

Diagnosi genetica del cancro al seno

Tra i tumori più comuni nelle donne, il cancro al seno si scatena in futuro. Le statistiche mostrano che una delle nove donne soffre di questa malattia e l'età non ha importanza. Inoltre, il 10% dei casi di questo tipo di oncologia sono genetici, cioè trasmessi all'interno della famiglia.

Un certo gene è responsabile di questo modello, e se viene trasmesso alla progenie di un portatore, il rischio di sviluppare malattie oncologiche delle ghiandole mammarie o delle ovaie aumenta significativamente. Con l'età, il rischio di ammalarsi aumenta al 90%. Cioè, il 10% della popolazione femminile del pianeta ha un rischio estremamente elevato di sviluppare il cancro al seno.

In totale in Russia almeno 6 persone su 1000 sono portatrici di eventuali mutazioni. Se prendiamo pazienti con cancro al seno, ci sono 30 portatori della corrispondente mutazione per 1000 persone e 150 persone per 1000 tra i pazienti con carcinoma ovarico.

Scoprire se porti in sé un gene mutato è impossibile senza studi speciali, perché la mutazione non influenza la vita di una persona finché non provoca una malattia.

L'analisi genetica molecolare è sufficiente per fare una sola volta, perché nel tempo il genotipo umano non cambia. Se il risultato del test è positivo, si consiglia di passare questo test a tutti i parenti di sangue che sono automaticamente a rischio.

Una portatrice di mutazioni ha la possibilità di vivere in sicurezza per tutta la sua vita senza sviluppare malattie, ma il rischio è ancora troppo grande, e quindi è necessario monitorare attentamente la propria salute al fine di rilevare la malattia nelle primissime fasi.

Se è possibile diagnosticare l'oncologia subito dopo il suo verificarsi, vi è un'alta probabilità di eseguire il trattamento necessario o eseguire l'intervento chirurgico richiesto e nel 95% dei casi il paziente sarà in grado di condurre una vita piena senza conseguenze per la salute in futuro.

Sergey Mikhailovich Tailor "Study BRCA1 and BRCA2"

Hai bisogno di essere sottoposto a screening per la presenza di un gene mutato?

L'analisi è mostrata ai seguenti pazienti affetti da oncologia mammaria o ovarica:

Soprattutto queste raccomandazioni sono rilevanti in Russia, dove le mutazioni sono comuni. Inoltre, l'analisi aiuterà in una più accurata prescrizione del trattamento del cancro e aiuterà i parenti a scoprire se hanno un'eredità simile. Nelle persone sane, le mutazioni si trovano anche abbastanza spesso, perché, in generale, l'analisi è raccomandata per tutti.

Per lo studio prendere 0,5-1 ml di sangue del paziente, utilizzando le provette con EDTA. Tale campione può essere conservato ad una temperatura di -20 gradi abbastanza lungo da poter essere analizzato direttamente. Inoltre, viene prelevato un campione di epitelio buccale.

Ci sono circa una dozzina di geni le cui mutazioni portano ad un aumento significativo del rischio di sviluppare il cancro al seno. La mastectomia bilaterale preventiva (rimozione delle ghiandole mammarie) protegge in modo affidabile lo sviluppo della malattia.

Naturalmente, se la malattia non si è sviluppata, le misure utilizzate nel trattamento non sono necessarie: rimozione dei linfonodi ascellari, chemioterapia, radioterapia, terapia ormonale. L'operazione può essere eseguita con la ricostruzione simultanea delle ghiandole mammarie o senza ricostruzione.

Quando si esegue la ricostruzione, è possibile un ulteriore cambiamento nelle dimensioni e nella forma delle ghiandole mammarie.

Alle donne che sono portatrici di una mutazione del gene responsabile dello sviluppo del cancro al seno, può essere offerto il seguente programma di esame preventivo. All'età di 25 a 50 anni - ecografia delle ghiandole mammarie 1 volta in 6 mesi, se disponibile, una volta all'anno mammografia MRI. Dopo 50 anni - mammografia 1 volta all'anno.

Mastectomia profilattica bilaterale con ricostruzione mammaria simultanea, il paziente ha 33 anni.

  • Calendario di promozioni e sconti
  • Specialisti della clinica
  • Recensioni dei pazienti

Devo fare un'analisi genetica per il cancro al seno e alle ovaie? - Clinica bianca

Un test genetico per il cancro al seno può aiutare le donne a scoprire se hanno ereditato un cambiamento genetico che le rende più probabilità di contrarre il cancro al seno.

L'analisi viene effettuata al fine di rilevare i cambiamenti, o mutazioni, in due geni che sono associati al cancro al seno e alle ovaie. Questi due geni sono chiamati BRCA1 e BRCA2 (BRCA sta per BReast CAncer).

I cambiamenti nei geni BRCA sono rari, ma se lo fanno, aumenta notevolmente le possibilità di ammalarsi e

Da dove cominciare

La maggior parte delle donne non ha bisogno di questa analisi. È raccomandato solo per le donne che hanno una storia familiare seria di cancro al seno o alle ovaie. Devi scoprire se hai una storia familiare seria prima di pensare a presentare un'analisi genetica.

Al momento di decidere, prendere in considerazione i seguenti fattori:

  • La maggior parte delle donne con una storia familiare o - anche con una storia familiare seria - non hanno cambiamenti nel gene BRCA. Ma se hai un cambiamento genetico, il tuo rischio è ancora più alto di quello che avresti se avessi una storia familiare e non ci fosse stato alcun cambiamento genetico.
  • Non tutti quelli che hanno ereditato un cambiamento nel gene BRCA svilupperanno il cancro.
  • Sia gli uomini che le donne possono ereditare un cambiamento nel gene BRCA e trasmetterlo ai bambini.
  • Potresti considerare di testare un cambiamento nel gene BRCA, decidendo quali passi devi prendere per ridurre le tue possibilità di contrarre il cancro. A seconda di quanto sia grande la tua possibilità di contrarre il cancro, potresti essere sottoposto a esami medici più frequenti, prendendo farmaci o rimuovendo le ghiandole mammarie e / o le ovaie.
  • L'analisi stessa è semplice. Consiste nel raccogliere una piccola quantità di sangue, che viene poi inviato ad un laboratorio speciale. Ma il risultato - positivo o negativo - può influire notevolmente sulla tua vita. Pertanto, prima di iniziare il test, il medico ti indirizzerà a un consulente genetico. Questo specialista ti aiuterà a capire quali sono le tue possibilità di ottenere il cancro al seno e alle ovaie, aiutarti a decidere se eseguire il test e prendere le decisioni giuste dopo aver effettuato il test.
  • L'analisi genetica può costare migliaia di dollari.

Informazione medica

Come lo scopri o hai una storia familiare seria di cancro al seno o alle ovaie?

Il medico farà domande su di te e sulla tua salute, nonché sulla salute dei tuoi familiari, per scoprire quanto è seria la tua storia familiare. Se stai pensando di fare un'analisi genetica, il tuo dottore ti riferirà a un consulente genetico. Questo specialista ti aiuterà a capire quali sono le tue possibilità di contrarre il cancro e ti aiuterà a decidere se eseguire il test.

Le donne ebree hanno maggiori probabilità di essere portatrici di cambiamenti nel gene BRCA. Alcuni esperti raccomandano un'analisi genetica per le donne che appartengono agli ebrei ashkenaziti (ebrei i cui antenati provengono dall'Europa orientale) se una o entrambe le seguenti affermazioni sono vere per loro:

  • Qualsiasi parente di primo grado è malato o. I parenti del primo grado di parentela sono genitori, sorelle, fratelli e figli.
  • Due parenti di secondo grado dello stesso lato della famiglia soffrono di cancro al seno o alle ovaie. I parenti del secondo grado di parentela sono zie, zii, nipoti, nipoti e nonne.

Se non appartieni a donne di nazionalità ebraica, alcuni esperti raccomandano un'analisi genetica se una o più delle seguenti affermazioni sono vere per te:

  • Due parenti di primo grado soffrono di cancro al seno, uno di loro è stato diagnosticato prima dei 50 anni.
  • Tre o più parenti del primo o secondo grado di relazione soffrono di cancro al seno, la diagnosi è stata fatta a qualsiasi età.
  • Ci sono casi di cancro al seno e cancro ovarico in famiglia.
  • Un parente di primo grado è affetto da cancro di entrambe le ghiandole mammarie.
  • Due o più parenti soffrono di cancro ovarico.
  • Un parente soffre di cancro al seno e cancro ovarico.
  • Un parente maschio soffre di cancro al seno.

Quando tu e il tuo dottore o consulente esaminate dettagliatamente la storia della vostra famiglia, avrete un'idea di quanto alto è il vostro rischio. Questo ti aiuterà a decidere se passare l'analisi per il gene BRCA.

Quali sono i rischi del passaggio dell'analisi a BRCA?

  • Il risultato dell'analisi non ti darà un chiaro piano d'azione. Se il risultato del test è negativo (positivo), significa che hai cambiamenti nei geni BRCA. Dovrai considerare le opzioni per l'azione e decidere cosa fare. Questa può essere una decisione molto più complicata che decidere se fare un'analisi.
  • L'analisi dei cambiamenti nei geni BRCA può causare molte esperienze.
  • Se il risultato è positivo, potresti sentirti depresso, spaventato o molto preoccupato.
  • Se il tuo risultato è negativo, potresti avere un falso senso di sicurezza. Non è possibile avere esami medici regolari ed esami che aiutano a rilevare il cancro in una fase precoce. Un risultato negativo del test non significa che non si otterrà il cancro al seno o alle ovaie.
  • Se la tua analisi è negativa e qualcuno nella tua famiglia ha un cancro al seno, o il risultato è positivo, potresti sentirti in colpa.
  • Potresti essere preoccupato di come i risultati dell'analisi influenzeranno la tua relazione con i tuoi cari. Se il risultato del test è positivo, è necessario decidere se parlarne con i familiari, che devono quindi decidere se eseguire il test.
  • Alcune persone temono che un risultato positivo verrà mostrato nelle cartelle cliniche, il che influenzerà la loro capacità di ottenere l'assicurazione sanitaria, assicurare la vita o fare domanda per un posto di lavoro.

Se hai un familiare che soffre di cancro alle ovaie o al seno, chiedigli di passare prima un'analisi genetica. Se l'analisi del tuo parente mostra che ha un cambiamento nei geni BRCA, questo specifico cambiamento è chiamato "mutazione conosciuta". Quindi tu e altri membri della famiglia potete testare questo specifico cambiamento genetico.

Cosa puoi fare se il risultato del test è positivo?

Se il risultato della tua analisi di un cambiamento genetico BRCA è positivo, dovrai affrontare decisioni difficili su come procedere. Per ridurre le probabilità di ammalarsi di cancro, hai le seguenti opzioni:

  • Sottoporsi a visite mediche regolari 2 - 4 volte l'anno, fare una mammografia o altre procedure per ottenere un'immagine una volta all'anno. Assicurati di dirlo al medico se nota qualcosa di insolito nel seno.
  • Fare l'operazione per rimuovere le ghiandole mammarie. Gli studi dimostrano che questa operazione può ridurre le probabilità di contrarre il cancro al seno del 90%.
  • Fai un'operazione per rimuovere le ovaie. Dopo questa operazione, non sarai in grado di rimanere incinta, ma gli studi dimostrano che questa operazione può ridurre le probabilità di contrarre il cancro al seno. Può anche ridurre le probabilità di contrarre il cancro alle ovaie di oltre il 95%.
  • Prendere farmaci Il tamoxifene è un farmaco che viene spesso prescritto a donne che sono state trattate per carcinoma mammario al fine di prevenire le ricadute. Non sono state fatte sufficienti ricerche per dimostrare che questo farmaco riduce la possibilità di contrarre il cancro al seno nelle donne con cambiamenti nei geni BRCA. Un altro farmaco, il raloxifene, è stato anche studiato per ridurre il rischio di cancro al seno.
  • Prendere pillole anticoncezionali per ridurre il rischio di cancro ovarico.

Informazioni per te

Hai scelte:

  • Per passare l'analisi sul cambiamento nei geni BRCA.
  • Non prendere l'analisi.

Al momento di decidere se prendere un'analisi, le sensazioni personali e i fatti medici dovrebbero essere considerati.

Decidere se presentare un'analisi genetica per il cancro al seno e alle ovaie

Soluzione ponderata

Usa questo modulo per aiutarti a decidere. Dopo averlo compilato, dovresti avere un'idea più chiara di cosa pensi di passare un'analisi genetica per il cancro al seno e alle ovaie. Discutere i risultati con il medico.

Cerchia la risposta più adatta a te.