Come diagnosticare il melanoma?

La diagnosi precoce del melanoma garantisce una completa guarigione. Questo può essere ottenuto attraverso esami regolari da un dermatologo. I metodi moderni consentono di salvare una mappa di talpe sul corpo e monitorare ulteriormente le modifiche. Le procedure che utilizzano gli strumenti aiutano a trattare il melanoma nelle sue fasi iniziali. Dopo aver confermato la diagnosi, è necessario un trattamento corretto, quindi è vietato l'autotrattamento.

L'importanza della diagnosi nel trattamento del melanoma

La diagnosi del melanoma sul corpo deve essere eseguita il prima possibile. Questo dà una garanzia di pieno recupero e previene le recidive. La determinazione tempestiva della neoplasia aiuta ad evitare complicazioni e conseguenze negative per il corpo. Per fare questo, è necessario periodicamente sottoporsi a test da un dermatologo. Ciò aiuta in tempo a riconoscere i cambiamenti nelle dimensioni e nella forma della talpa. L'automedicazione e l'autodiagnosi non sono consentite.

La prima fase della diagnosi

Assunzione della storia e colloquio paziente

Quando si fa riferimento a un medico per verificare la presenza di melanoma, si prende l'anamnesi. Questo è un processo obbligatorio che aiuta il medico a valutare le condizioni generali del paziente. La procedura ti consente di scoprire:

  • sintomi esistenti caratteristici della neoplasia;
  • la durata delle deviazioni;
  • predisposizione genetica alle neoplasie (casi esistenti di malattia nei parenti);
  • presenza di fattori che influenzano i processi tumorali e che contribuiscono alla loro formazione.

Durante l'anamnesi, il dottore intervista un paziente sulle deviazioni in salute. Molte malattie possono provocare neoplasie maligne. Un fattore importante è il luogo di lavoro del paziente e le condizioni di vita. Se il medico sospetta il melanoma, procede all'esame primario del paziente.

Basato su esami del sangue, il medico esamina le neoplasie cutanee per i loro rischi per la salute. Torna al sommario

Esame del paziente

Il melanoma viene diagnosticato dopo che sono stati effettuati tutti gli studi clinici. L'ispezione aiuta a determinare la dimensione delle moli, la loro forma e i loro contorni. I valori ottenuti sono valutati dal medico. È importante riconoscere il sanguinamento o il desquamazione durante l'esame iniziale. Se necessario, il medico analizza tutte le aree sospette sul corpo del paziente. I linfonodi vicini ai moli mostrano metastasi. Successivamente, il paziente deve essere controllato da un dermatologo con una dermatoscopia.

Studi di laboratorio sul melanoma

Emocromo completo per sospetto melanoma

Il primo test di laboratorio per il cancro sospetto sul corpo è un esame del sangue per il melanoma. È condotto sotto forma di studi generali e biochimici. Il risultato in sé non fornisce una risposta esatta sulla presenza di un tumore. Il dottore guarda il punteggio LDH. Se dopo l'inizio del trattamento il livello rimane elevato, questo indica un fallimento della terapia. Importante è il valore di ESR. Un livello elevato dell'indicatore indica la presenza di un processo maligno nel corpo. I risultati degli esami del sangue aiutano a monitorare le condizioni del fegato e dei reni durante la chemioterapia.

Analisi del sangue capillare e venoso per i marcatori tumorali

Gli esami del sangue per i marcatori tumorali consentono di determinare il tumore, recidiva nelle fasi iniziali. L'esame viene eseguito a stomaco vuoto prelevando il sangue da una vena. In casi eccezionali, per una ricerca rapida è stato possibile prelevare un campione dal dito. L'analisi del melanoma con oncomer viene eseguita nel processo di trattamento e dopo il suo completamento. Ciò consente di valutare il risultato e prevenire la ricorrenza. Vale la pena ricordare che l'analisi è imprecisa. L'aumento del numero di onvomerkera può dare altre malattie.

Biopsia e istologia: modi moderni per rilevare il melanoma

La biopsia viene eseguita in anestesia generale. La procedura prevede di prelevare un campione di pelle da un'area sospetta. I medici distinguono diversi tipi di ricerca:

  • Una biopsia del "rasoio" è prescritta quando la probabilità di formazione del melanoma è minima. La procedura è indicata nella determinazione di altri tipi di malattie della pelle.
  • Puncture offre l'opportunità di penetrare in tutti gli strati e prelevare campioni per la ricerca.
  • L'escissione e l'incisione comportano la dissezione della pelle e la rimozione dell'area fino alla profondità completa. Dopo la procedura, i bordi della ferita sono cuciti e gli antidolorifici sono prescritti al paziente. Con una biopsia escissionale, una parte della talpa viene rimossa e, con una biopsia escissionale, il medico taglia l'intera superficie con melanomi.

Esame istologico ed è lo stadio finale dei test di laboratorio. La sua essenza risiede nello studio della zona di cute sottoposta a microscopio. Il materiale per la ricerca viene utilizzato con una biopsia. Con l'aiuto dell'istologia, il medico determina il tipo di tumore ed è determinato con un ulteriore trattamento.

Diagnosi hardware di tumori

Ultrasuoni e risonanza magnetica per il melanoma

L'esame ecografico della pelle viene effettuato posando sulla zona danneggiata dell'anello di gel. Serve come una finestra acustica per lo strumento. Gli ultrasuoni ti permettono di controllare la talpa per la presenza di tumori. Con una diagnosi positiva di melanoma, il medico misura lo spessore del tumore, l'eco, la forma e i contorni. Sulla base dei risultati ottenuti, il medico è determinato con un ulteriore trattamento. La procedura aiuta a controllare il processo di terapia e prevenire le ricadute. La risonanza magnetica del corpo viene eseguita con l'obiettivo di individuare tempestivamente le metastasi tumorali. Il medico riceve un'immagine dei tessuti molli di tutto il corpo e formula conclusioni sul successo del trattamento e sulle possibili malattie. L'attenzione si concentra sul cervello e sul midollo spinale.

Dermatoscopia come metodo per rilevare il melanoma

La dermatoscopia è lo studio più importante delle talpe, che consente di valutare le loro condizioni, dimensioni e contorni. I risultati della procedura sono aggiuntivi rispetto al principale complesso di studi. La dermatoscopia viene eseguita in diverse forme:

Esame del sangue per il melanoma

Esame del sangue per il melanoma: rilevamento della malattia

Il melanoma, come suggerisce il nome, si sviluppa dai melanociti che sono assenti nel sangue.Il melanoma è un tumore maligno che si sviluppa dai melanociti - cellule del pigmento che producono melanine. Certamente, non esiste una tale malattia come il melanoma nel sangue. Quando si parla di melanoma, le analisi del sangue dei pazienti con melanoma consentono ai medici di vedere un quadro della malattia in modo più esteso. E aiutano il medico a fare questo o quell'appuntamento al paziente.

Esame del sangue per il melanoma

Gli esami del sangue non sono considerati particolarmente significativi nella diagnosi di melanoma. Tuttavia, prima e durante il trattamento dei tumori comuni del melanoma, i medici possono prescrivere un esame del sangue per la lattato deidrogenasi (LGD) ai pazienti. Se nella metastasi del melanoma verso organi lontani il livello di LDH è sovrastimato, questo potrebbe essere un segno della resistenza del tumore al trattamento.

Tumore del sangue - leucemia, non correlato a melanoma e melanociti

Inoltre, con il melanoma comune, il sangue viene prelevato da pazienti durante il trattamento per esami del sangue generali e biochimici.

I tumori maligni influenzano la composizione e le proprietà del sangue, che viene rivelato durante le analisi

Cause del melanoma (video)

Nuovo metodo per rilevare il melanoma con il sangue

Recenti studi sul DNA di cellule tumorali di melanoma circolanti nel sangue hanno mostrato che il gene TFP12 (controlla la crescita di cellule sane) era "disattivato" in pazienti con melanoma a causa della metilazione (cioè, modifica) di alcune parti del loro DNA.

Il sangue può fungere da vettore di cellule tumorali, mentre non ne risente.

I risultati dello studio hanno dimostrato che nelle prime fasi dello sviluppo del tumore, il livello di metilazione del DNA era basso, mentre negli ultimi stadi della malattia è stata osservata una percentuale molto più alta di regioni alterate del genoma.

Quando il collasso del tumore entra nel flusso sanguigno, si sviluppa l'intossicazione da cancro.

Tale modifica di una molecola di acido nucleico è un tipo di etichetta chimica che può essere determinata dal laboratorio. Questa è la base del meccanismo del nuovo test diagnostico.

Stabilire e formulare una diagnosi è una questione del medico specialista appropriato

Inoltre, i ricercatori hanno anche scoperto che un potenziale biomarcatore, chiamato NT5E, è associato alla diffusione di una forma aggressiva di melanoma. Questa scoperta di scienziati britannici ha portato al fatto che ora, grazie ad un esame del sangue, i medici ora hanno un modo semplice e accurato per conoscere l'inizio dello sviluppo del melanoma, nonché per determinare lo stadio della malattia.

L'autotrattamento con un paziente autodiagnosticato può costare al paziente una vita.

Il trattamento del melanoma è più efficace nella fase iniziale della malattia, pertanto una diagnosi precoce del tumore aumenterà significativamente le probabilità che i pazienti superino la malattia.

Come diagnosticare il melanoma?

La diagnosi precoce del melanoma garantisce una completa guarigione. Questo può essere ottenuto attraverso esami regolari da un dermatologo. I metodi moderni consentono di salvare una mappa di talpe sul corpo e monitorare ulteriormente le modifiche. Le procedure che utilizzano gli strumenti aiutano a trattare il melanoma nelle sue fasi iniziali. Dopo aver confermato la diagnosi, è necessario un trattamento corretto, quindi è vietato l'autotrattamento.

L'attenzione al tuo corpo ti permetterà di diagnosticare il melanoma in tempo, e questo può costare la vita.

L'importanza della diagnosi nel trattamento del melanoma

La diagnosi del melanoma sul corpo deve essere eseguita il prima possibile. Questo dà una garanzia di pieno recupero e previene le recidive. La determinazione tempestiva della neoplasia aiuta ad evitare complicazioni e conseguenze negative per il corpo. Per fare questo, è necessario periodicamente sottoporsi a test da un dermatologo. Ciò aiuta in tempo a riconoscere i cambiamenti nelle dimensioni e nella forma della talpa. L'automedicazione e l'autodiagnosi non sono consentite.

Torna al sommario

La prima fase della diagnosi

Assunzione della storia e colloquio paziente

Quando si fa riferimento a un medico per verificare la presenza di melanoma, si prende l'anamnesi. Questo è un processo obbligatorio che aiuta il medico a valutare le condizioni generali del paziente. La procedura ti consente di scoprire:

  • sintomi esistenti caratteristici della neoplasia;
  • la durata delle deviazioni;
  • predisposizione genetica alle neoplasie (casi esistenti di malattia nei parenti);
  • presenza di fattori che influenzano i processi tumorali e che contribuiscono alla loro formazione.

Durante l'anamnesi, il dottore intervista un paziente sulle deviazioni in salute. Molte malattie possono provocare neoplasie maligne. Un fattore importante è il luogo di lavoro del paziente e le condizioni di vita. Se il medico sospetta il melanoma, procede all'esame primario del paziente.

Basato su esami del sangue, il medico esamina i tumori della pelle per i loro rischi per la salute

Esame del paziente

Il melanoma viene diagnosticato dopo che sono stati effettuati tutti gli studi clinici. L'ispezione aiuta a determinare la dimensione delle moli, la loro forma e i loro contorni. I valori ottenuti sono valutati dal medico. È importante riconoscere il sanguinamento o il desquamazione durante l'esame iniziale. Se necessario, il medico analizza tutte le aree sospette sul corpo del paziente. I linfonodi vicini ai moli mostrano metastasi. Successivamente, il paziente deve essere controllato da un dermatologo con una dermatoscopia.

Torna al sommario

Studi di laboratorio sul melanoma

Emocromo completo per sospetto melanoma

Il primo test di laboratorio per il cancro sospetto sul corpo è un esame del sangue per il melanoma. È condotto sotto forma di studi generali e biochimici. Il risultato in sé non fornisce una risposta esatta sulla presenza di un tumore. Il dottore guarda il punteggio LDH. Se dopo l'inizio del trattamento il livello rimane elevato, questo indica un fallimento della terapia. Importante è il valore di ESR. Un livello elevato dell'indicatore indica la presenza di un processo maligno nel corpo. I risultati degli esami del sangue aiutano a monitorare le condizioni del fegato e dei reni durante la chemioterapia.

Torna al sommario

Analisi del sangue capillare e venoso per i marcatori tumorali

Gli esami del sangue per i marcatori tumorali consentono di determinare il tumore, recidiva nelle fasi iniziali. L'esame viene eseguito a stomaco vuoto prelevando il sangue da una vena. In casi eccezionali, per una ricerca rapida è stato possibile prelevare un campione dal dito. L'analisi del melanoma con oncomer viene eseguita nel processo di trattamento e dopo il suo completamento. Ciò consente di valutare il risultato e prevenire la ricorrenza. Vale la pena ricordare che l'analisi è imprecisa. L'aumento del numero di onvomerkera può dare altre malattie.

Torna al sommario

Biopsia e istologia: modi moderni per rilevare il melanoma

La biopsia viene eseguita in anestesia generale. La procedura prevede di prelevare un campione di pelle da un'area sospetta. I medici distinguono diversi tipi di ricerca:

  • Una biopsia del "rasoio" è prescritta quando la probabilità di formazione del melanoma è minima. La procedura è indicata nella determinazione di altri tipi di malattie della pelle.
  • Puncture offre l'opportunità di penetrare in tutti gli strati e prelevare campioni per la ricerca.
  • L'escissione e l'incisione comportano la dissezione della pelle e la rimozione dell'area fino alla profondità completa. Dopo la procedura, i bordi della ferita sono cuciti e gli antidolorifici sono prescritti al paziente. Con una biopsia escissionale, una parte della talpa viene rimossa e, con una biopsia escissionale, il medico taglia l'intera superficie con melanomi.

Esame istologico ed è lo stadio finale dei test di laboratorio. La sua essenza risiede nello studio della zona di cute sottoposta a microscopio. Il materiale per la ricerca viene utilizzato con una biopsia. Con l'aiuto dell'istologia, il medico determina il tipo di tumore ed è determinato con un ulteriore trattamento.

Torna al sommario

Diagnosi hardware di tumori

Ultrasuoni e risonanza magnetica per il melanoma

L'esame ecografico della pelle viene effettuato posando sulla zona danneggiata dell'anello di gel. Serve come una finestra acustica per lo strumento. Gli ultrasuoni ti permettono di controllare la talpa per la presenza di tumori. Con una diagnosi positiva di melanoma, il medico misura lo spessore del tumore, l'eco, la forma e i contorni. Sulla base dei risultati ottenuti, il medico è determinato con un ulteriore trattamento. La procedura aiuta a controllare il processo di terapia e prevenire le ricadute. La risonanza magnetica del corpo viene eseguita con l'obiettivo di individuare tempestivamente le metastasi tumorali. Il medico riceve un'immagine dei tessuti molli di tutto il corpo e formula conclusioni sul successo del trattamento e sulle possibili malattie. L'attenzione si concentra sul cervello e sul midollo spinale.

Torna al sommario

Dermatoscopia come metodo per rilevare il melanoma

La dermatoscopia è lo studio più importante delle talpe, che consente di valutare le loro condizioni, dimensioni e contorni. I risultati della procedura sono aggiuntivi rispetto al principale complesso di studi. La dermatoscopia viene eseguita in diverse forme:

Microscopia confocale

La microscopia confocale è uno dei metodi di visualizzazione della pelle. Il vantaggio di questo è la capacità di monitorare le cellule della pelle e monitorare la loro attività. Considerato un metodo popolare di ricerca che utilizza la radiazione fluorescente. Il risultato della microscopia confocale è vicino a istologico. Il medico vede lo stato della talpa e può riconoscere il melanoma nelle sue fasi iniziali. Il microscopio trasmette i dati a un monitor, che viene successivamente salvato.

La diagnosi differenziale rivela lo sviluppo dell'oncologia nei nevi

Diagnosi differenziale di tumori

La diagnostica differenziale è un metodo complicato che consente di distinguere tra nevi melanocitari. La sua essenza sta nella valutazione del medico delle malformazioni dermiche. L'esecuzione della diagnostica aiuta a riconoscere il processo maligno in una talpa, per rilevare deviazioni dai valori normali. Ma solo il metodo differenziale non diagnostica con precisione il tipo di melanoma. Una persona controllerà accuratamente il cancro, solo dopo aver analizzato il biomateriale del tumore dopo una biopsia.

Come viene diagnosticato il melanoma?

Il melanoma è un tumore maligno che si sviluppa dai melanociti - cellule del pigmento. Questo tumore appare più spesso sulla pelle, meno spesso sulla retina, nella bocca, nel retto e su altre mucose.

Il melanoma è un tumore molto aggressivo che metastatizza in entrambi i modi linfogeni ed ematogeni. Mestastasi di melanoma possono apparire in qualsiasi organo, dopo di che è improbabile una cura. Le persone con la pelle bianca, i capelli biondi e gli occhi blu sono le più colpite dallo sviluppo del melanoma. Anche gli over 50 sono un fattore che aumenta il rischio di sviluppare melanoma. Gli uomini sono più sensibili a questa malattia rispetto alle donne. La diagnosi precoce del melanoma può aumentare significativamente le possibilità di recupero del paziente.

diagnostica

Bisogna fare attenzione a tenere traccia di tutte le talpe sul corpo (sia congenite e acquisite) che delle voglie. Al minimo sospetto di comportamento anormale della talpa dovrebbe contattare il dermatologo o oncologo.

Il comportamento anormale di una talpa è considerato:

  • cambia il suo colore;
  • ulcerazioni;
  • la comparsa di prurito o dolore;
  • perdita di capelli che è cresciuta da una talpa;
  • sanguinamento;
  • cambiamento di forma;
  • aumento di dimensioni.

La diagnosi del melanoma in una fase precoce è impossibile senza dermatoscopia: esame di una talpa da parte di un medico con una lente d'ingrandimento o un microscopio speciale. Se la talpa è sospettosa, il medico determina in base ai seguenti criteri: asimmetria della talpa, presenza di bordi irregolari, scolorimento delle diverse parti della talpa, dimensioni superiori a 6 mm.

analisi

Il test del melanoma per la presenza di cellule specifiche nel sangue (macro cellule) non viene utilizzato per diagnosticare il melanoma. Un esame del sangue per il melanoma (generale e biochimico) viene utilizzato solo per determinare la funzione del fegato, del midollo osseo e dei reni durante il trattamento. Inoltre, quando si diagnostica il melanoma, può essere prescritto un esame del sangue per determinare il livello di lattato deidrogenasi, un livello elevato del quale indica che il melanoma metastatico è resistente al trattamento.

Metodi diagnostici strumentali

La diagnosi finale può essere fatta solo dopo l'analisi istologica dei tessuti tumorali. Allo stesso tempo, il melanoma viene rimosso chirurgicamente insieme ai tessuti sani che lo circondano.

La biopsia nella diagnosi di melanoma non viene eseguita per prevenire la diffusione del tumore.

Se il medico sospetta il melanoma in un paziente, esegue un esame più approfondito: oltre a un esame, viene prescritta una radiografia del torace, il fegato viene controllato, le ossa e il cervello vengono scansionati. Scintigrafia e tomografia computerizzata vengono utilizzate per determinare la presenza di metastasi negli organi e nei linfonodi.

Fasi e trattamento

I moderni metodi di diagnosi del melanoma possono determinare con precisione lo stadio del processo maligno, che dipenderà in gran parte dalla possibilità di sopravvivenza del paziente. Tali stadi del melanoma si distinguono:

  • primo stadio: profondità delle lesioni cutanee fino a 1 mm, assenza di metastasi;
  • secondo stadio: profondità delle lesioni cutanee fino a 2 mm, nessuna metastasi;
  • terzo stadio: le metastasi colpiscono i linfonodi regionali;
  • quarta tappa: metastasi distanti identificate.

Quando si diagnostica il primo o il secondo stadio del melanoma, viene eseguito il trattamento chirurgico del melanoma: almeno 1 cm si allontana dal bordo del tumore con uno spessore del tumore fino a 1 mm e almeno 2 cm - con uno spessore compreso tra 1 e 2 mm. Un tumore maligno viene asportato insieme al tessuto sottocutaneo e alla fascia.

Il terzo stadio del melanoma è confermato dalla biopsia con ago sottile dei linfonodi regionali. Nel trattamento del melanoma nel terzo stadio, non solo viene asportato il melanoma stesso, ma anche i linfonodi regionali, a cui si è diffuso il processo maligno.

Al quarto stadio vengono applicati un metodo chirurgico, la chemioterapia e la radioterapia. Viene anche condotta una terapia farmacologica sintomatica.

prospettiva

Nella prima fase del melanoma, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è del 97% e quello a dieci anni è del 95%. Questo risultato può essere raggiunto solo con un trattamento tempestivo al medico ai primi sintomi di melanoma e portando a termine un trattamento adeguato (per lo più chirurgico).

Nella seconda fase del melanoma, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è dell'81% e quello a dieci anni del 67%. Nella terza fase, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è del 59% e quello a dieci anni è del 43%. Nella quarta fase, solo il 20% dei pazienti ha la possibilità di rimanere in vita per 5 anni e il 10% per 10 anni. L'aspettativa di vita media al quarto stadio del melanoma è di soli 6 mesi.

La prognosi peggiora man mano che la persona invecchia. Inoltre, il colore della pelle può influenzare la prognosi: per le persone di colore, il melanoma si sviluppa meno frequentemente, ma più spesso porta alla morte. Inoltre, la prognosi dipende dalla localizzazione del melanoma: se appare sotto le unghie, sui piedi o sui palmi delle mani, la prognosi è molto peggiore.

DIAGNOSTICA DEL MELANOMA

Trattamento MedTravel all'estero »Oncologia» Diagnosi del melanoma

La diagnosi del melanoma si basa sull'esame istologico. Allo stesso tempo, oltre alla struttura microscopica vera e propria, la crescita è stimata in tutte le direzioni (livello di invasione), dal momento che l'invasione profonda è un segno sfavorevole che indica un alto rischio di metastasi del melanoma, sia attraverso il sangue che attraverso il sistema linfatico.

Vengono anche utilizzate la tomografia computerizzata, il saggio immunologico enzimatico e altri metodi di ricerca, ecc. La necessità di ulteriori metodi di ricerca dipende dallo stadio della malattia. Per distinguere tra melanoma, neoplasie maligne non melanoma o altre malattie della pelle, vengono eseguiti alcuni test ed esami. Al fine di identificare i focolai metastatici in altri organi, è previsto un ulteriore esame.

RACCOLTA ANAMNESI E ISPEZIONE OBIETTIVA

La prima fase del sondaggio consiste nel raccogliere la storia della malattia. Il medico chiede al paziente l'aspetto delle lesioni cutanee, il cambiamento nel loro aspetto o dimensione e la presenza di sintomi associati. Il medico deve anche conoscere gli effetti dei fattori di rischio per il melanoma e la presenza o l'assenza di questo tumore nei parenti del paziente.

Un medico durante un esame obiettivo valuta la forma, le dimensioni, il colore e la struttura delle aree sospette. Hanno un peeling o sanguinamento. Lo specialista esamina anche la pelle di altre aree del corpo per identificare punti o nevi che possono essere maligni. Inoltre, il medico avverte i linfonodi localizzati vicino al centro patologico. Prima di tutto, la metastasi del melanoma colpisce i linfonodi vicini.

Se si sospetta il melanoma, il paziente dovrebbe consultare un dermatologo.

Per un esame più approfondito delle lesioni cutanee, i dermatologi usano spesso una tecnica chiamata dermatoscopia. Lo studio è condotto utilizzando un dermatoscopio - un dispositivo dotato di una lente di ingrandimento e una fonte di luce. Spesso viene eseguita anche l'imaging digitale delle lesioni cutanee. Un dermatologo esperto può rilevare con precisione il melanoma nelle sue fasi iniziali. Se la lesione cutanea è benigna, la dermatoscopia aiuta a verificarlo, senza bisogno di una biopsia.

Gli esami del sangue non vengono utilizzati nella diagnosi di melanoma. Alcuni test vengono eseguiti prima o durante il trattamento. È praticato con tumori comuni. A volte viene prescritto un esame del sangue per la latticodeidrogenasi prima del trattamento. Quando il melanoma viene metastatizzato in organi distanti, un alto livello di LDH spesso funge da segno di resistenza del tumore al trattamento.

Al fine di valutare la funzione del midollo osseo rosso, del fegato e dei reni durante il trattamento, con il melanoma comune, viene eseguito un esame del sangue generale e biochimico.

Se il medico sospetta il melanoma, prenderà un campione di cellule da un'area sospetta per esaminarle al microscopio. Questa procedura è chiamata biopsia cutanea. Esistono diversi metodi di biopsia e la scelta del metodo dipende dalla posizione dell'area interessata, dalle sue dimensioni e da altri fattori. Dopo una biopsia, rimane una piccola cicatrice sulla pelle. Una biopsia cutanea viene eseguita in anestesia locale.

La biopsia da barba viene utilizzata in caso di nevi a basso rischio di sviluppare melanoma. Aiuta ad identificare molti tipi di malattie della pelle. Con sospetto significativo di melanoma, questa biopsia non è raccomandata. In questo caso, lo spessore del campione di cellule ottenuto può essere insufficiente per determinare la profondità di penetrazione del melanoma nella pelle. Prima della procedura, il medico anestetizza l'area della pelle con un anestetico locale. Con l'aiuto di un bisturi chirurgico, gli strati superficiali della pelle - l'epidermide e le aree superficiali del derma - vengono tagliati.

Per ottenere un campione più ampio di tessuto consente la biopsia della puntura. Per fare questo, il medico usa un piccolo strumento. Attira con cura lo strumento nella pelle e riceve tutti i suoi tre strati: l'epidermide, il derma e gli strati superiori del tessuto adiposo sottocutaneo.

Asportazione e biopsia incisionale

La tecnica di escissione e biopsia incisionale viene utilizzata nello studio del tumore, che potrebbe svilupparsi in profondità negli strati della pelle.

Dopo l'anestesia della pelle, il medico, con l'aiuto di un bisturi chirurgico, asporta l'area della pelle alla profondità completa. Il campione di tessuto risultante viene inviato al laboratorio e i bordi della ferita vengono cuciti. Il medico rimuove solo una parte del tumore con una biopsia incisionale, e con una biopsia escissionale, che è considerata il metodo preferito di campionare un tessuto per il melanoma, il tumore viene rimosso completamente.

Biopsia per possibile diffusione del melanoma

A volte può essere necessario eseguire una biopsia di altri tessuti e organi. Se sono presenti segni di melanoma in un campione di cellule della pelle, può essere necessaria una biopsia dei linfonodi vicini.

In alcune situazioni, viene eseguita una biopsia per determinare il tipo di tumore maligno. A volte il melanoma può diffondersi così rapidamente che anche prima che una lesione visibile appaia nella pelle, raggiunge i linfonodi, i polmoni, il cervello o altri organi. A volte le neoplasie vengono rilevate dopo la rimozione del melanoma stesso e i medici devono determinare la loro origine.

Molto raramente, le metastasi da melanoma vengono rilevate in assenza di un focus primario sulla pelle. Ciò può essere dovuto al fatto che alcune lesioni, senza alcun trattamento, passano da sole, ma già si sono verificate metastasi a organi distanti.

Molto raramente, il melanoma può verificarsi negli organi interni. In questo caso, la diffusione del tumore in tutto il corpo non consente di determinare la posizione del fuoco primario. Con una tale diffusione, il melanoma viene facilmente confuso con il cancro che inizia in questi organi.

Per distinguere tra il melanoma e altri tipi di tumori maligni consentono metodi speciali di esame dei campioni di tessuto. Questo è estremamente importante poiché diversi tipi di cancro sono sottoposti a trattamenti diversi.

Biopsia di aspirazione con ago sottile

La biopsia con ago sottile (TAB) non viene utilizzata per prelevare un campione dai nevi, ma può essere utilizzata per rilevare metastasi nei grandi linfonodi vicino al tumore. Una siringa con un ago cavo sottile viene utilizzata per raccogliere un piccolo pezzo di tessuto dal tumore. A volte viene utilizzato un anestetico locale per questa procedura.

Prima di inserire l'ago nel linfonodo, che si trova sotto la pelle, il medico può sentire il sito della puntura. Se il linfonodo si trova in profondità o vi sono tumori degli organi interni, l'ago per biopsia viene inserito sotto il controllo di un'ecografia o di una tomografia computerizzata. Il TAB è un metodo di biopsia piuttosto delicato. Ma con l'aiuto di TAB, non è sempre possibile ottenere una quantità sufficiente di tessuto per l'analisi di laboratorio.

Biopsia del linfonodo chirurgico

In questo metodo, un linfonodo ingrandito viene rimosso attraverso una piccola incisione sulla pelle, utilizzando l'anestesia locale. Questa procedura sostituisce il TAB e viene eseguita nei casi di sospetta diffusione del melanoma e nel caso in cui non vi siano cellule maligne in un campione di tessuto prelevato in precedenza.

Biopsia del linfonodo sentinella

La biopsia del linfonodo sentinella viene eseguita con alcuni segnali di pericolo. Questa procedura consente di identificare la diffusione del melanoma nei linfonodi regionali. La procedura per il rilevamento del linfonodo sentinella consiste nel somministrare una piccola quantità di materiale radioattivo nella regione del melanoma. Un'ora dopo, il medico esamina i linfonodi con un rilevatore di radioattività. Quando viene trovato un linfonodo di questo tipo, il medico fa un'incisione cutanea sopra di esso. Dopo di ciò, i tessuti linfatici vengono rimossi ed esaminati al microscopio.

L'esame del sistema linfatico è completato se non vi sono cellule di melanoma nel linfonodo sentinella. Probabilità estremamente bassa di diffondere il tumore al di fuori di quest'area. Se le cellule di melanoma si trovano nel linfonodo sentinella, i linfonodi rimanenti vengono rimossi e viene valutata la loro condizione. Questa procedura è chiamata linfoadenectomia.

Se un linfonodo patologicamente grande viene rilevato vicino al melanoma, non è richiesto un esame linfonodale sentinella, ma viene eseguita una biopsia regolare.

Esame di campioni di tessuto

I campioni di tessuto ottenuti durante la biopsia vengono inviati al laboratorio per l'esame. L'analisi al microscopio rivela cellule di melanoma nei campioni. Questa ricerca è effettuata da un medico con esperienza nella diagnosi microscopica delle malattie - un istologo. L'istologo valuta caratteristiche come lo spessore del tumore e il tasso di cellule che si dividono attivamente. Queste caratteristiche aiutano a determinare lo stadio del tumore, influenzano la scelta del metodo di trattamento.

Le tecniche di imaging consentono l'utilizzo di raggi X, campi magnetici o sostanze radioattive per ottenere immagini delle strutture interne del corpo. La visualizzazione viene utilizzata per valutare la possibile diffusione del melanoma ai linfonodi o altri organi.

Alle prime fasi dello sviluppo del melanoma, queste tecniche non si applicano. Ciò è dovuto al fatto che tali tumori sono estremamente rari. Le tecniche di imaging sono utilizzate per valutare l'efficacia del trattamento o dopo il trattamento, per rilevare i segni di una possibile recidiva del tumore.

Radiografia del torace

Questo studio viene utilizzato per identificare possibili metastasi del melanoma ai polmoni.

Tomografia computerizzata (CT)

Lo scanner CT, ruotando attorno al corpo del paziente, crea una moltitudine di immagini, che il computer combina in un'immagine dettagliata di qualsiasi parte del corpo. La TC consente di ottenere immagini dettagliate di sezioni trasversali di tessuti e organi. La TC è più efficace della radiografia standard, rivela metastasi nei polmoni e un aumento dei linfonodi o di altri organi. Questo potrebbe essere un segno della diffusione del melanoma.

Al fine di delineare le aree alterate del tessuto, prima dell'esame, il medico può chiedere al paziente di bere uno speciale agente di contrasto, a volte questa sostanza viene iniettata per via endovenosa. È imperativo informare il medico della presenza di allergie o di reazioni precedentemente verificatesi a qualsiasi agente di contrasto.

Durante la procedura, il paziente deve rimanere immobile sul tavolo. Nel processo di ricerca, un dispositivo a forma di anello che circonda completamente il tavolo scorre sul tavolo con il paziente. La scansione TC dura più a lungo di una radiografia normale.

Una biopsia viene eseguita anche sotto controllo CT. Questo è necessario per il posizionamento preciso dell'ago. In questo caso, il paziente giace sul tavolo e il radiologo fa avanzare l'ago da biopsia fino alla posizione della neoplasia. La scansione continua finché l'ago non si trova all'interno del tumore.

Magnetic Resonance Imaging (MRI)

La risonanza magnetica consente di ottenere un'immagine dettagliata dei tessuti molli del corpo. Quando si esegue la risonanza magnetica, anziché i raggi X, vengono utilizzate le onde radio, che vengono create utilizzando un magnete potente. L'energia delle onde radio viene assorbita dai tessuti e, a seconda del tipo di tessuto, viene rilasciata in un certo modo. Con l'aiuto di un computer, si ottiene un'immagine molto dettagliata di un'area del corpo. A volte, il materiale di contrasto può essere iniettato prima della scansione. La durata della procedura di risonanza magnetica è di circa un'ora.

Tomografia ad emissione di positroni (PET)

Una sostanza radioattiva (glucosio) viene iniettata per via endovenosa per rilevare i tumori durante la scansione PET. La radioattività di tale farmaco è molto bassa e non rappresenta un pericolo per il paziente. Le cellule dei tumori maligni crescono molto rapidamente e assorbono attivamente lo zucchero radioattivo. Usando un apparecchio speciale, è possibile ottenere un'immagine della distribuzione di sostanze radioattive nel corpo. Per i tumori nelle prime fasi di sviluppo, la PET non è molto informativa. La PET aiuta a rilevare la presenza di metastasi nei linfonodi ed è particolarmente utile nei casi in cui il medico non può rivelare i focolai di metastasi del tumore. Questa tecnica aiuta con l'esame di pazienti con melanoma avanzato.

Le scansioni ossee per il melanoma sono usate raramente. Permette di rilevare la diffusione del tumore al tessuto osseo ed è prescritto solo quando i risultati di altri studi suggeriscono la presenza di metastasi ossee. Prima dello studio, una sostanza radioattiva debole viene iniettata per via endovenosa. In zone di metastasi nelle ossa e in altre aree ad alta attività metabolica, questa sostanza si accumula. Lo studio dura circa 30 minuti. In questo momento, il paziente è sul tavolo, e con l'aiuto di una telecamera speciale, viene creata un'immagine dello scheletro. I grafici con cambiamenti nelle ossa sembrano "nodi caldi". Quando viene rilevato un nodo simile, viene eseguita la radiografia per ottenere un'immagine più dettagliata.

(495) 50-253-50 - consulenza gratuita su cliniche e specialisti

Quali test sono prescritti per il melanoma?

Cari lettori, vi do il benvenuto sulle pagine del sito sulla dermatologia! Supponi di sospettare il melanoma in te stesso o in una persona cara. Questa è una pelle, tumore che si sviluppa dalle cellule dei pigmenti.

Le sue caratteristiche principali sono i cambiamenti nelle dimensioni o nel colore di una talpa, macchie di pigmento o altri difetti della pelle simili. Quale test del melanoma può confermare o smentire la diagnosi?

Nel mondo moderno, questo disturbo viene diagnosticato attraverso vari test. Diamo un'occhiata a quelli più popolari ed efficaci.

Esame del sangue: può diagnosticare il melanoma?

Un emocromo completo non può diagnosticare il cancro cutaneo, ma può mostrare alcuni cambiamenti nel corpo che lo accompagnano. In poche parole, è possibile sospettare la presenza di oncologia.

Spesso, i pazienti con sospetti medici del melanoma prescrivono LHD - sangue per il contenuto di lattato deidrogenasi.

Tale studio di laboratorio è consigliabile eseguire solo in presenza di metastasi, in quanto ciò aumenta il livello di LHD.

Viene anche assegnato un esame del sangue biochimico per il melanoma. Con esso, è possibile determinare gli indicatori di prestazione dei vari sistemi del corpo umano.

Va notato che i metodi di cui sopra consentono solo di sospettare lo sviluppo dell'oncologia, ma non danno la certezza del 100% che la malattia esista. L'analisi dei marcatori tumorali è considerata un metodo di diagnosi più efficace. Cos'è?

Qual è l'analisi per i marcatori tumorali?

Questo metodo di analisi del sangue consente di determinare:

  • se una persona è a rischio;
  • Ha un cancro della pelle?
  • la ricaduta si è verificata;
  • dov'è il tumore e a che tipo di cancro appartiene.

Per il melanoma, un marcatore tumorale viene prelevato in appositi laboratori, ad esempio nel moderno laboratorio Invitro. L'analisi per il melanoma viene pagata, il suo prezzo è pari a 1500-1700 rubli.

Durante lo studio, viene prelevato sangue venoso, che è studiato per la presenza di NSE - oncomarker di cancro polmonare, melanoma, neuroblastoma.

Cos'è un marker tumorale?

I marcatori oncologici sono determinate sostanze che vengono rilasciate durante lo sviluppo della malattia. Ogni tipo di cellula cancerosa produce sostanze speciali.

Il processo di diagnosi viene eseguito come segue: il sangue iniettato viene iniettato con anticorpi che danno una reazione definita.

I consumatori oncologici devono essere interrogati regolarmente da coloro che hanno trattato il melanoma. Perché, chiedi? Per notare una ricaduta nel tempo, se si sviluppa.

Se gli indicatori dei marcatori tumorali dopo il trattamento del melanoma sono ridotti, allora possiamo parlare di recupero, e se crescono improvvisamente, allora è possibile una ricaduta.

Quali altri test sono fatti se sospetti un tumore della pelle? Suggerisco di familiarizzare con metodi specifici di ricerca di laboratorio.

Tomografia ad emissione di positroni (PET)

L'individuazione dei tumori all'interno (fuochi secondari) può essere effettuata utilizzando l'analisi PET. Questa è una tecnica moderna, caratterizzata da un'elevata precisione. Durante lo studio, una sostanza radioattiva sicura viene somministrata al paziente per via endovenosa.

La base di questa sostanza è il glucosio e il suo livello di radioattività è così basso da non danneggiare assolutamente una persona.

Le cellule tumorali si sviluppano molto rapidamente. Per la crescita e la riproduzione, hanno bisogno di zucchero. Pertanto, assorbono più attivamente la sostanza sopra descritta.

Dopo un certo periodo di tempo dopo l'iniezione, il paziente viene esaminato con l'aiuto di un apparato speciale, che consente di esaminare come la sostanza radioattiva è stata distribuita nel corpo. Al posto dei fuochi secondari della sostanza del melanoma sarà più.

Con il PET, è possibile diagnosticare il melanoma metastatico nelle sue fasi iniziali. La diagnosi tempestiva aumenta significativamente l'efficacia del trattamento.

Analisi della mutazione del gene BRAF

Con il cancro nel corpo si verificano determinate mutazioni. Affinché il melanoma si sviluppi, basta una sola mutazione del gene BRAF.

I cambiamenti nella struttura di questo gene sono fissati nel 70% delle persone che soffrono di melanoma. Pertanto, va notato che l'analisi della mutazione è molto accurata.

Durante la mutazione, il gene BRAF inizia a trasmettere continuamente un segnale di crescita alle cellule, motivo per cui, a loro volta, sono divisi in modo anomalo e incontrollabile. Questo processo accompagna l'oncologia fin dall'inizio.

Lo studio clinico sopra riportato viene eseguito dopo la rimozione chirurgica del tumore e dei linfonodi più vicini. Il tessuto tumorale è necessario per studiare la mutazione del gene BRAF. A differenza dell'esame istologico, questa analisi consente di determinare il cancro nella fase primaria.

Biopsia con ago sottile

Una biopsia non viene eseguita per studiare talpe maligne, in quanto questa procedura può accelerare la loro crescita. Può essere utilizzato per determinare la presenza di metastasi nei linfonodi e negli organi interni.

Il materiale di un linfonodo sentinella ingrandito viene preso per studio.

Nello stesso momento la siringa con un ago più sottile speciale è usata. La procedura è dolorosa, quindi in alcuni casi viene eseguita in anestesia locale.

Se l'organo o il linfonodo sospetto è troppo profondo, la biopsia viene eseguita sotto il controllo di una macchina ad ultrasuoni. La biopsia con ago sottile è un metodo diagnostico moderno che è sicuro e indolore.

Cosa dovrebbe fare i test del melanoma?

D'accordo, solo perché non vai all'ospedale per essere testato per l'oncologia cutanea. Ci devono essere motivi per questo, ad esempio, la presenza di un difetto di pelle sospetto sul corpo. Come sapete, il melanoma si sviluppa più spesso da talpe esistenti.

Se i nevi non sono preoccupati, non è un motivo per considerarli al sicuro. In qualsiasi momento possono diventare cancerogene e i sintomi primari del melanoma sono simili a questo:

  • aumento del difetto del pigmento;
  • i suoi bordi diventano irregolari, indistinti;
  • appare l'asimmetria - le metà del difetto cessano di essere le stesse;
  • ulcerazione e sanguinamento compaiono sulla superficie della talpa;
  • l'area della pelle interessata è prurita, dolente, gonfia;
  • il difetto cambia colore: diventa innaturale, appaiono macchie di colore e irregolarità.

Ora sai quali test devi superare se sospetti un melanoma. Non aver paura di laboratori e dottori. Ricorda, prima viene diagnosticata la malattia, meglio è. La diagnosi tempestiva aumenta l'efficacia di ulteriori trattamenti e l'aspettativa di vita dei malati di cancro.

Leggi le informazioni che puoi condividere con gli amici nel social. reti, e se ti iscrivi agli aggiornamenti su un sito dermatologico, quindi non perdere i nuovi articoli. Tutto il meglio per te!

Autore dell'articolo: Anna Derbeneva (dermatologa)

Data pubblicazione: 26/09/2016

Esame del sangue per il melanoma: rilevamento della malattia

Il melanoma è un tumore maligno che si sviluppa dai melanociti - le cellule del pigmento che producono melanine. Certamente, non esiste una tale malattia come il melanoma nel sangue. Quando si parla di melanoma, le analisi del sangue dei pazienti con melanoma consentono ai medici di vedere un quadro della malattia in modo più esteso. E aiutano il medico a fare questo o quell'appuntamento al paziente.

Esame del sangue per il melanoma

Gli esami del sangue non sono considerati particolarmente significativi nella diagnosi di melanoma. Tuttavia, prima e durante il trattamento dei tumori comuni del melanoma, i medici possono prescrivere un esame del sangue per la lattato deidrogenasi (LGD) ai pazienti. Se nella metastasi del melanoma verso organi lontani il livello di LDH è sovrastimato, questo potrebbe essere un segno della resistenza del tumore al trattamento.

Inoltre, con il melanoma comune, il sangue viene prelevato da pazienti durante il trattamento per esami del sangue generali e biochimici.

Cause del melanoma (video)

Nuovo metodo per rilevare il melanoma con il sangue

Recenti studi sul DNA di cellule tumorali di melanoma circolanti nel sangue hanno mostrato che il gene TFP12 (controlla la crescita di cellule sane) era "disattivato" in pazienti con melanoma a causa della metilazione (cioè, modifica) di alcune parti del loro DNA.

I risultati dello studio hanno dimostrato che nelle prime fasi dello sviluppo del tumore, il livello di metilazione del DNA era basso, mentre negli ultimi stadi della malattia è stata osservata una percentuale molto più alta di regioni alterate del genoma.

Tale modifica di una molecola di acido nucleico è un tipo di etichetta chimica che può essere determinata dal laboratorio. Questa è la base del meccanismo del nuovo test diagnostico.

Inoltre, i ricercatori hanno anche scoperto che un potenziale biomarcatore, chiamato NT5E, è associato alla diffusione di una forma aggressiva di melanoma. Questa scoperta di scienziati britannici ha portato al fatto che ora, grazie ad un esame del sangue, i medici ora hanno un modo semplice e accurato per conoscere l'inizio dello sviluppo del melanoma, nonché per determinare lo stadio della malattia.

Il trattamento del melanoma è più efficace nella fase iniziale della malattia, pertanto una diagnosi precoce del tumore aumenterà significativamente le probabilità che i pazienti superino la malattia.

Caratteristiche della diagnosi precoce del melanoma

Il melanoma è una forma di cancro della pelle che nei 2/3 dei casi si sviluppa nelle donne di età compresa tra 30 e 60 anni. Le sue manifestazioni sono diverse. La diagnosi è spesso difficile.

Quadro clinico

È possibile distinguere la melanosi della pelle da un tumore maligno? Uno specialista nell'esame di moli e macchie di pigmento la identifica con i seguenti indicatori clinici:

  • perdita di pattern della pelle di talpa;
  • l'apparenza di brillantezza;
  • cambiamento di forma e dimensioni, asimmetria, cancellazione dei contorni;
  • crescita verticale;
  • disagio (dolore, bruciore, prurito);
  • consistenza ammorbidente;
  • la formazione di satelliti (noduli);
  • rugosità, "peel", ipercheratosi;
  • perdita di capelli;
  • cambiamento di colore non uniforme / pieno;
  • infiammazione, brillante corolla intorno alla base;
  • superficie bagnata o sanguinante.

Metodi diagnostici per il melanoma

Per stabilire la diagnosi corretta e identificare possibili metastasi, i medici eseguono una varietà di procedure.

Come viene eseguita la diagnosi precoce

Il melanoma è una malattia pericolosa. Ma il tumore può iniziare rapidamente e rapidamente a svilupparsi e metastatizzare, trasformandosi in un melanoblastoma. Per evitare ciò, è importante diagnosticare un tumore in una fase precoce. È necessario ispezionare regolarmente il corpo per rilevare talpe e macchie rinate.

  • Esaminare la pelle dopo una lunga permanenza al sole aperto. Se viene rilevato un cambiamento in uno dei nevi, soprattutto se è grande, consultare un medico.
  • In caso di danni a una talpa, mostrarlo a uno specialista. Traumatizzare talpe spesso stimola la loro degenerazione in quelli maligni.
  • La presenza di nevi atipici (Clark nevi - lesioni cutanee di forma irregolare), in particolare di quelli multipli - una ragione per osservarli costantemente in modo indipendente e periodicamente mostrarli al medico.
  • Lo stesso vale per le persone con un nevo pigmentato congenito gigante.

Gruppo di rischio Esaminare attentamente talpe e macchie:

  • persone dai capelli biondi con pelle e colore degli occhi molto chiari;
  • persone sensibili alla luce solare e che hanno sofferto di ustioni UV;
  • parenti di sangue di pazienti con melanoma.

Prevenire il verificarsi della malattia si riduce a semplici suggerimenti:

  • non passare molto tempo al picco dell'attività solare;
  • usa la crema con i filtri fotografici;
  • rimuovere talpe potenzialmente pericolose (sporgenti, di grandi dimensioni, situate in aree di trauma aumentato). La direzione di rimozione è data da un dermatologo e oncologo.

Esame del sangue per il melanoma

Se si sospetta il cancro, è necessario un esame del sangue generale e biochimico e deve essere misurato un marker tumorale. Come ogni altra forma di tumore, il melanoma, anche nella fase iniziale, inizia a produrre proteine ​​che non sono peculiari nella composizione delle proteine ​​sane. Entrando nel sangue e nelle urine, sono un chiaro segno di una neoplasia maligna.

Prima di donare sangue (venoso) al marcatore tumorale, vengono svolte attività preliminari:

  1. 2-3 giorni prima della procedura - per escludere l'alcol.
  2. La sera, prima dell'analisi del mattino, abbandonare cibi piccanti, grassi, fritti e bevande gassate.
  3. Il fumo è permesso non più tardi di 3 ore prima della procedura.
  4. La procedura viene eseguita a stomaco vuoto.
  5. Procedure mediche e farmaci presi solo dopo la consegna.
  6. È necessario informare sulla terapia effettuata durante questo periodo al medico curante.
  7. L'analisi viene data due volte per prevenire una diagnosi falsa positiva.

S-100 è sempre presente nel sangue umano, ma i suoi indicatori variano:

  • Le persone sane negli adulti hanno un tasso di marcatori tumorali - da 0,105 mg / l a 0,2 mg / l.
  • L'attività fisica contribuisce a un temporaneo aumento dell'indicatore al 4,9%.
  • L'eccesso al 5,5% è un segno di melanoma asintomatico.
  • L'eccesso del 12% è un indicatore delle metastasi tumorali regionali.
  • Eccesso superiore al 45% - presenza di metastasi distanti.

Opzioni di trattamento basate su dati diagnostici

Il melanoma può essere trattato:

  • metodi chirurgici;
  • la radioterapia;
  • la chemioterapia.

La scelta del metodo è individuale. Le tattiche terapeutiche sono prescritte dopo la diagnosi, a seconda della posizione del tumore, della distribuzione, della presenza di metastasi.

primaria:

Rimozione chirurgica dello strato interessato, esame citologico, sulla base del quale viene determinata la tattica di un ulteriore trattamento.

Melanoma, incassato nello strato interno della pelle fino a 1 mm:

Intervento chirurgico (escissione, elettrocoagulazione, criodistruzione o una combinazione di essi) con la partecipazione di un chirurgo plastico.

Melanoma, incassato nello strato interno della pelle di oltre 1 mm:

Ispezione per la presenza di lesioni secondarie. Controllo e analisi istologica dei linfonodi nel melanoma. In caso di rilevamento di cellule tumorali - rimozione di collettori linfatici.

Completamento del trattamento:

Trattamento biologico con interferone, radiazioni, terapia di supporto.

metastasi:

Solo terapia sistemica: chemioterapia e trattamento farmacologico.

Nelle prime fasi, la prognosi è favorevole. Il tasso di sopravvivenza del paziente è quasi del 100%. Vale la pena prendere nota: ogni 22 maggio, la Giornata internazionale per la diagnosi del melanoma, molte cliniche offrono un sondaggio gratuito oa costo minimo in modo che le persone non perdano il cancro nelle fasi iniziali.

Come diagnosticare il melanoma

La diagnosi di melanoma è un fattore che determina sia il decorso della malattia che la sua prognosi. Quanto prima è effettuato, tanto maggiore è la possibilità di uscire dalla battaglia con la malattia senza perdita. Circa 65 mila persone muoiono ogni anno di melanoma nel mondo, e viene diagnosticata in circa 200 mila persone. La percentuale dell'aumento dell'incidenza dell'oncologia era del 38%, nel 73% il risultato letale si verifica piuttosto rapidamente. La malattia si nota nella fase iniziale dello sviluppo e questo è praticamente l'unico tumore che può essere rilevato così presto. Il melanoma è chiamato la regina dei tumori, perché il processo può svilupparsi rapidamente, diffondersi in tutto il corpo con un flusso sanguigno, e anche un lieve infortunio può provocarlo.

La diagnosi di melanoma è un fattore che determina sia il decorso della malattia che la sua prognosi.

Caratteristiche distintive

Il melanoma è un cancro della pelle, una delle sue varietà. In apparenza, è una macchia scura (colorata o non pigmentata) di forma irregolare o nella forma di un nodulo. Poiché è formato dalla sconfitta dei melanociti (cellule che producono pigmenti nel corpo), molto spesso il sito della sua localizzazione è nevi (talpe), a cui le persone non attribuiscono molta importanza. Il melanoma può anche essere nascosto nelle voglie, dove sembra quasi indistinguibile. La malattia può svilupparsi indipendentemente.

Situato sugli arti inferiori, il tronco e le braccia, nel 10% dei casi colpisce la testa e il collo. Di solito cresce in tre direzioni: negli strati dermici profondi, sulla superficie della pelle o attraverso la pelle agli organi vicini. Più profonda riusciva a penetrare, peggio le previsioni degli oncologi. Diffondendo la via linfatica, il melanoma colpisce rapidamente i linfonodi localizzati nelle vicinanze, e quindi inizia la metastasi, solitamente diretta verso il cervello, i reni, i polmoni e il fegato.

gruppi a rischio di persone esposte alla malattia sono donne, gli anziani, pelle bianca e dai capelli rossi, quelli che hanno più di 50 talpe, quelli che in famiglia ha avuto una malattia simile, gli amanti della concia sotto la luce del sole e raggi ultravioletti. I medici ammettono che il melanoma può svilupparsi per altri motivi, ma non c'è un'opinione finale su questo. Il principale fattore per il successo del trattamento è la capacità di diagnosticarlo nella fase iniziale. Pertanto, un'estrema attenzione alle voglie e al monitoraggio della salute può aiutare nella sua prevenzione.

Diagnosi di melanoma (video)

Capacità di auto-riconoscimento

La prima cosa che distingue il melanoma da una talpa ordinaria è il dolore e il cambiamento di forma. Un nevo ordinario può anche cambiare forma con l'età, ma questo è naturale, perché con l'età tutto cambia. Il melanoma è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:

  • asimmetria distinta;
  • rapida crescita della metà;
  • contorni irregolari di una forma dentata, modellata e irregolare;
  • bizzarra varietà di inclusioni di colore;
  • eterogeneità strutturale;
  • dimensione oltre 6 mm.

Ciò significa che con il minimo segno di tali modifiche della talpa una volta abituale, si dovrebbe subito sottoporsi a una visita e ad un esame da parte di uno specialista.

Circa 65 mila persone muoiono ogni anno di melanoma nel mondo, e viene diagnosticata in circa 200 mila persone.

Nelle fasi successive, le caratteristiche distintive sono:

  • sensazione di prurito doloroso sul posto;
  • perdita di capelli intorno ad esso;
  • educazione sanguinante;
  • formazione di ulcere e noduli.

Tattiche e trattamenti in futuro possono essere assegnati solo dopo una diagnosi approfondita, esame dettagliato, posizione e tipo di neoplasia. Per tutto questo è necessaria una visita immediata dal medico e un avvio urgente del processo diagnostico, i cui risultati portano alla diagnosi.

Diagnosi precoce del melanoma della pelle (video)

Metodi diagnostici e di esame

Nella prima fase viene eseguita la raccolta dell'anamnesi e dell'ispezione visiva. I pazienti saranno interrogati sui motivi di preoccupazione, i fattori di malattie ereditarie, l'aspetto prescrizione molesto fuoco, così come ulteriori rischi, tenendo conto del sesso, dell'età, lo stato generale della persona. Successivamente, un esame obiettivo della causa immediata del trattamento e dell'esame di altre parti del corpo per identificare i potenziali pericoli. Si notano anche eventuali anomalie della pelle. Un passo importante è la palpazione dei linfonodi vicini.

Se si sospetta, viene nominato un consulto con un dermatologo e un'analisi primaria, detta dermatoscopia, viene eseguita utilizzando un dispositivo speciale: un dermatoscopio. Per un'immagine più obiettiva, spesso viene eseguita la ripresa digitale. Un dermatologo esperto è in grado di diagnosticare il melanoma nelle prime fasi della malattia. Se si sospetta un tumore maligno, viene prelevata una sezione cutanea per la biopsia. Esistono diversi tipi di biopsia, ma qualsiasi tecnica è un'analisi del melanoma. Una biopsia cutanea viene eseguita in anestesia locale. A seconda di quanto profondo è il tumore nella pelle, la biopsia può essere:

  • rasatura (per sospetto gonfiore);
  • puntura (rimozione accurata di tutti gli strati con un piccolo strumento);
  • escissionale e incisionale (il tumore viene sezionato in profondità);
  • aspirazione con ago sottile (campionamento con una siringa);
  • chirurgico (per il linfonodo in assenza di cellule maligne nel campione precedente);
  • radioattivo (per linfonodo sentinella).

Ogni campione prelevato per la ricerca viene trasferito all'istologo, che lo esamina con un microscopio e tecniche speciali. A questo scopo, è anche invitato uno specialista in biopsia cutanea, che è uno stretto specialista nello studio delle lesioni cutanee. Per completare il quadro, analisi del sangue e delle urine, vengono eseguiti un esame ecografico degli organi addominali, radiografia del torace e imaging a risonanza magnetica del cervello e del midollo spinale. Queste analisi possono determinare se ci sono metastasi in altri organi. Un esame del sangue e delle urine può essere ripetuto ripetutamente se il quadro clinico esterno della malattia sta cambiando. Se l'esame citologico conferma sospetti nella diagnosi, sulla sua base e con segni esterni determina il tipo di melanoma, in base al quale viene prescritto il trattamento. Una diagnosi generale non può servire come base per la prescrizione del trattamento.

Tattiche e trattamenti in futuro possono essere assegnati solo dopo una diagnosi approfondita, esame dettagliato, posizione e tipo di neoplasia.

La diagnosi finale viene effettuata sulla base di tutti i test effettuati, nonché se esiste un campione per i marcatori tumorali. Il test per i marcatori viene eseguito in laboratorio a stomaco vuoto, il sangue viene prelevato da una vena e da un dito, ei suoi dati sono una componente importante sia durante la diagnosi e il trattamento, sia nel periodo postoperatorio. Le macromolecole che si formano nel sangue umano, in uno stato diverso dalla norma, sono secrete nel sangue. La loro concentrazione indica la presenza di un processo maligno e la determinazione diretta della concentrazione avviene durante il dosaggio immunoenzimatico. Il marcatore tumorale (marcatore tumorale) è una parte importante della diagnosi oncologica.

Misure preventive e la loro efficacia

Se hai dubbi sul nevo o sul pigmento pigmentoso, contatta immediatamente un dermatologo per una consulenza dettagliata. Prendere il sole e prendere il sole dovrebbe fare molta attenzione. Non dormire durante l'assunzione, non prendere antibiotici con un effetto fotosensibilizzante, non dimenticare di creme foto-protettive che devono essere applicate ogni 2-3 ore. Non prendere il sole durante il giorno, quando il sole è molto attivo. Prevenire il melanoma inizia con queste semplici cose.

Le persone che hanno una chiara predisposizione di natura ereditaria o qualche altra caratteristica che le mette a rischio dovrebbero essere regolarmente auto-esaminate, consultare un medico al minimo sospetto di qualsiasi fenomeno negativo. La prevenzione del melanoma in caso di appartenenza a un gruppo a rischio consiste nella massima protezione della pelle dal colpire gli UV aggressivi, indossando cappelli, occhiali da sole durante il periodo di esposizione al sole attivo, rimozione dei nevi che si trovano nella zona di maggiore lesione. Le talpe facciali di un uomo possono essere danneggiate dalla rasatura, una donna - durante le procedure cosmetiche. Sono particolarmente pericolosi a contatto con vestiti o scarpe costantemente sfregate. Lo stato di queste cose deve essere controllato molto attentamente.

L'esame regolare da parte di un dermatologo, il costante monitoraggio dei nevi, evitando la luce solare diretta, sono misure preventive necessarie mentre la persona è in buona salute. In casi allarmanti, solo una diagnosi tempestiva e una terapia tempestiva aiuteranno.