Emoglobina e leucociti bassi

Condividi l'articolo nei social network:

Ognuno dei sottogruppi di leucociti viene prodotto e matura prima che entri nel sangue nelle strutture del midollo osseo. Danni al corpo o cambiamenti nella sua funzionalità sotto l'influenza di malattie croniche, inclusa l'anemia, portano a un cambiamento nella percentuale di leucociti nel sangue.

Importante: l'anemia è una delle ragioni principali del lavoro del midollo osseo. Tuttavia, intossicazione, infiammazione, invasione infettiva, chemioterapia e preparazioni immunostimolanti portano a cambiamenti nel livello dei leucociti.

Emoglobina bassa e globuli bianchi elevati: stati caratteristici

Determina il livello dei leucociti solo al mattino, a stomaco vuoto. Il paziente deve essere calmo, rifiutarsi di fare esercizi fisici, stare fuori da uno stato di stress e fare a meno della doccia (bagno).

Bassa emoglobina e leucociti (elevati) sono le cause della leucocitosi patologica a causa di condizioni anemiche acute.

I fattori che influenzano lo sviluppo dell'anemia possono includere:

  • Invasioni infettive
  • Grave processo infiammatorio con diversa localizzazione.
  • Vaste bruciature
  • Attacchi di cuore di organi interni (leucopenia, anemia e arresto cardiaco sono correlati).
  • Sanguinamento cronico
  • Insufficienza d'organo cronica.
  • Cattiva alimentazione
  • Diabete.

Importante: i pazienti con segni di immunità indebolita, ad esempio, gli anziani che sono esausti da malattie a lungo termine, tossicodipendenti e tossicodipendenti da alcol, potrebbero non mostrare sintomi di leucocitosi, ma allo stesso tempo hanno cambiato grandemente la composizione del sangue. In questo caso, l'assenza di leucocitosi tipica è sfavorevole, poiché indica un processo acuto irreversibile (infiammazione, infezione).

La situazione "alta emoglobina - bassi leucociti" è considerata dagli ematologi in un modo diverso. La ragione - la mancanza di sostanze coinvolte nella creazione di nuovi globuli bianchi. Si dovrebbe prestare attenzione a questo fattore anche se i leucociti bassi sono l'unico valore che differisce dalla norma nell'analisi del sangue. I valori limite non sono meno pericolosi delle deviazioni stesse. Il livello di emoglobina può essere mantenuto entro il range normale e persino aumentare, ma il numero di globuli rossi sarà basso.

Per la loro produzione abbiamo bisogno di tutti gli stessi elementi traccia, vale a dire:

Con la correlazione della frequenza degli esami del sangue al tempo (per questo, diversi test tipici vengono successivamente eseguiti in un breve periodo di tempo), si può osservare una costante tendenza a bassi indici di leucociti con conservazione del livello di emoglobina. Questa situazione viene corretta prendendo i preparati vitaminici e la correzione nutrizionale. Tuttavia, nel caso di anemia grave (associata non a carenza di ferro, ma a carenza di B12 e acido folico), il corpo non può assimilare autonomamente gli oligoelementi dal cibo. Quindi farmaci prescritti, mirati a stimolare la produzione di globuli bianchi.

Anemia e leucemia

Le cellule del sangue sono simili nella loro funzionalità ad altre cellule del corpo umano, quindi possono anche diventare maligne. Nella maggior parte dei casi, la trasformazione patologica colpisce i leucociti, provocando una delle più gravi malattie del sangue - leucemia. Bassa emoglobina in leucemia è riconosciuta dai medici solo come una causa indiretta della malattia, ma i principali fattori precipitanti non sono stati finora stabiliti.

Importante: la forma acuta di leucemia è caratterizzata da un rapido e non sistematico accumulo di globuli bianchi non maturi nelle strutture del midollo osseo, si verifica la sostituzione di cellule sane con cellule tumorali.

Di conseguenza, il midollo osseo perde la capacità di creare cellule sane e vi è una carenza di piastrine responsabili della coagulazione del sangue, i globuli bianchi e i globuli rossi vengono rigenerati. Per diagnosticare l'anemia, i leucociti non devono necessariamente deviare quantitativamente e qualitativamente dalla norma.

Leucopenia, trombocitopenia, anemia: una relazione

L'anemia, i leucociti in cui cessano di essere prodotti in quantità adeguata (il loro numero diminuisce drasticamente e in modo costante) porta alla leucopenia. Tutte queste tre condizioni patologiche (che parlano di anemia, trombocitopenia e leucopenia) sono manifestazioni di anemia aplastica, una malattia del sistema ematopoietico, classificata come mielodisplasia. Si esprime in forte e improvvisa inibizione o inibizione della crescita e della maturazione di ciascuna delle tre linee cellulari prodotte nel midollo osseo. Questo fenomeno nella pratica oncologica è chiamato panmielophthisis.

Importante: per l'anemia aplastica, la pancitopenia è tipica - un complesso di anemia, leucopenia, linfopenia e trombocitopenia. L'anemia aplastica (leucopenia e trombocitopenia) non ha chiare cause alla base dello sviluppo: la maggior parte dei pazienti con una serie simile di trasmissioni cellulari riceve una diagnosi di anemia idiopatica.

Il meccanismo della sua formazione non è abbastanza chiaro. I medici sono inclini a credere che i meccanismi autoimmuni che agiscono sulle cellule ematopoietiche nelle strutture del midollo osseo siano da biasimare per la formazione di autoanticorpi e il coinvolgimento dei linfociti immuni.

Leucocitosi: anemia come provocatore della malattia

La leucocitosi è lo stato di una composizione ematica modificata, con un aumento caratteristico del numero di leucociti. Ci sono valori di riferimento della norma, ma quando si osserva una leucocitosi una forte deviazione da questi fotogrammi in grande stile.

Anemia di leucociti

Questo tipo di anemia viene diagnosticato sulla base di una violazione delle norme della formula dei leucociti. Le violazioni sono evidenti non solo nella percentuale di diverse forme di leucociti presenti nel siero del sangue, ma anche nel loro rapporto quantitativo di una unità di volume.

Le forme cellulari atipiche possono essere rilevate solo mediante esame microscopico. Esistono 5 diversi tipi di leucociti, che non solo hanno un aspetto unico, ma svolgono anche varie funzioni (e questa è la loro differenza fondamentale dagli eritrociti): stiamo parlando di monociti, basofili, eosinofili, linfociti e neutrofili.

La formula dei leucociti viene interpretata in modo standard in base al numero totale di leucociti. Quando si discosta dalla norma, l'orientamento sul rapporto percentuale di tutti i tipi di cella utilizzati nella formula può causare una conclusione errata. Pertanto, per stabilire una diagnosi di anemia leucocitaria, viene fornita una stima basata sul numero assoluto di tutti i tipi di cellule separatamente.

Leucopenia con anemia megaloblastica

La causa più comune dell'anemia megaloblastica è una deficienza nel corpo di vitamina B12 e acido folico, che sono necessari per la proliferazione, la differenziazione e la maturazione delle cellule ematopoietiche. Poiché la vitamina VY12 e l'acido folico sono necessari per differenziare e proliferare non solo le cellule eritroidi, ma anche altri elementi mieloidi, leucopenia e trombocitopenia sono spesso osservate con anemie da carenza di vitamina B12 e colesterolo. Nella maggior parte dei pazienti, la formula dei leucociti non è stata modificata in modo significativo, il che indica una diminuzione relativamente regolare del contenuto ematico di tutti i tipi di leucociti. Tuttavia, quando si analizzano i valori assoluti, si richiama l'attenzione sulla riduzione predominante del numero di neutrofili. Sebbene il numero più basso di conte leucocitarie sia stato di solito rilevato in pazienti con anemia grave, tuttavia, non è stato possibile stabilire una chiara relazione tra il grado di leucopenia e la gravità dell'anemia. Non c'era alcuna dipendenza dal numero di leucociti e dalla durata della malattia. La leucopenia viene rilevata regolarmente sia nel caso dell'anemia perniciosa classica di Birmer sia nel caso di carenza di vitamina B12 o di acido folico di diversa genesi: anemia di donne in gravidanza, anemia in caso di cancro allo stomaco, ecc. Caratteristica dei pazienti in questo gruppo è la combinazione di leucopenia con evidenti cambiamenti morfologici nei neutrofili. Si manifestano con macrocitosi e ipersegmentazione dei nuclei. Questi cambiamenti sono stati osservati nell'analisi dell'ematopoiesi del midollo osseo. Oltre ai cambiamenti morfologici degli elementi dei granulociti, lo studio dell'ematopoiesi in molti pazienti con anemia carente di B12 prima del trattamento rivela una predominanza di pro-e mielociti - la cosiddetta inibizione della maturazione dei granulociti.

Molti autori giungono alla conclusione che la neutropenia in pazienti con anemia carente di B12 è dovuta sia ad una diminuzione della produzione di neutrofili che ad un accorciamento del tempo di circolazione dei neutrofili nel sangue periferico. Con ogni probabilità, una diminuzione della produzione di neutrofili è mediata da un aumento della leucopoiesi inefficace, come è stato dimostrato nelle anemie carenti di B12 rispetto all'eritroposi.

Una delle caratteristiche della leucopenia con una carenza di vitamina B12 e acido folico è la sua rapida scomparsa dopo l'inizio della terapia con vitamina B12 o acido folico.

Cause di una diminuzione del livello dei leucociti nel sangue - leucopenia

Una condizione fisica caratterizzata da una bassa conta leucocitaria nel sangue è anche conosciuta come leucopenia. Di solito, questo termine si riferisce ad una diminuzione anormale della concentrazione fisiologica nel sangue dei leucociti o, come meglio noto, globuli bianchi. Più precisamente, questa è una condizione in cui il livello dei leucociti risulta inferiore a 3.500-4.000 cellule per millimetro cubo di sangue.

Per comprendere meglio i sintomi che manifestano bassi livelli di concentrazioni di leucociti, quali sono le possibili cause e, soprattutto, cosa fare in caso di questa malattia, inizieremo chiarendo quali sono i leucociti.

Questa è una famiglia di cellule del sangue prodotte dal midollo spinale, tra cui 5 classi diverse, vale a dire:

  • neutrofili. Il loro compito è proteggere il corpo dalle infezioni.
  • linfociti. Diviso in tre sottotipi principali:
    • T-linfociti. Sono in grado di rilevare le cellule infette nel tuo corpo, ad esempio, i virus che sono penetrati nelle loro membrane. Agiscono principalmente contro le infezioni virali e alcune batteriche. Distruggere alcuni tipi di cellule tumorali e sono anche responsabili del rigetto d'organo dopo il trapianto;
    • Linfociti B Gli anticorpi sono prodotti - queste sono proteine ​​speciali che si legano a cellule estranee per attirare l'attenzione del sistema immunitario. "Ricorda" di precedenti infezioni;
    • T-killer. Eseguire la funzione di regolazione dell'immunità.
  • monociti. Assorbono le cellule danneggiate e prevengono lo sviluppo di microrganismi.
  • eosinofili. Contrassegna i parassiti e le cellule tumorali e sono coinvolti in una reazione allergica.
  • basofili. Coinvolto attivamente nelle reazioni allergiche insieme agli eosinofili.

Neutrofili, eosinofili e basofili, secondo la somiglianza della struttura, sono chiamati granulociti.

La concentrazione di leucociti in una persona sana ha circa 4.000-10.000 cellule per millimetro cubo (millilitro) di sangue, nelle seguenti proporzioni:

  • 40-70% di neutrofili;
  • Linfociti del 20-50%;
  • Monociti 1-10%;
  • Eosinofili 0-7%;
  • 0-2% basofili.

Da queste cifre è evidente che la leucopenia non può essere determinata da una diminuzione del livello dei monociti, molto meno degli eosinofili o dei basofili. Pertanto, la riduzione dei neutrofili o dei linfociti ha un valore. In alcune situazioni, la percentuale di neutrofili e linfociti cambia posizione. ie in presenza di un doppio disturbo: neutropenia (diminuzione del numero dei neutrofili) e linfocitosi (aumento dei linfociti).

In tali situazioni, è necessaria una ricerca approfondita perché potresti incontrare un serio problema medico o una grave infezione, o se i linfociti al microscopio hanno una forma alterata, puoi andare fino alla leucemia o al linfoma.

Leucopenia può derivare da:

  • Produzione ridotta di cellule del sangue nel midollo spinale;
  • Uso eccessivo di leucociti per una serie di ragioni, che consideriamo in dettaglio di seguito;
  • Distruzione anormalmente attiva di leucociti.

Che cosa causa una diminuzione del numero dei globuli bianchi

Certo, ci possono essere molte ragioni, ma per semplicità possono essere raggruppate in 4 categorie principali:

Cause patologiche

Ci sono molte malattie che portano a una diminuzione dei leucociti nel sangue, di seguito elenchiamo alcuni dei più comuni:

  • Malattie del midollo osseo, che influenzano la produzione di leucociti: alcuni tipi di cancro; leucemia mieloide, che ha un effetto degenerativo sulla produzione di globuli rossi; alcuni tipi di anemia, come megaloblastica.
  • Malattie sistemiche, in cui è coinvolto il sistema immunitario. Causano un processo infiammatorio di natura acuta o cronica, che comporta l'uso massiccio di leucociti e la loro successiva distruzione. Un esempio è il lupus eritematoso sistemico e l'artrite reumatoide.
  • Infezioni virali, batteriche e fungine, che causano un processo infiammatorio attivo. Ad esempio, epatite e malaria.
  • Infezioni virali, che influenzano la funzione del midollo osseo. Un esempio è la meningite, così come le infezioni di Mycobacterium tuberculosis e Mycobacterium Kansasii (causa di infezioni polmonari simili alla tubercolosi).
  • Malattie autoimmuni del midollo osseo. Ad esempio, mielite trasversa e sclerosi multipla.
  • Problemi del sistema immunitario. Un tipico esempio è l'infezione da HIV.

Cause di droga

Esistono varie categorie di farmaci che hanno l'effetto di ridurre il numero di globuli bianchi. Ad esempio, questo effetto ha un farmaco usato per combattere il rigetto di un organo trapiantato - la ciclosporina.

Altri farmaci che causano una diminuzione del numero di leucociti nel sangue sono farmaci antitumorali utilizzati nella chemioterapia, ad esempio l'Adriamicina. Dopo la chemioterapia, è normale che un esame del sangue mostrerà una diminuzione della conta dei globuli bianchi, specialmente dopo un lungo ciclo.

In alcuni casi, una carenza di leucociti deriva dall'interazione di due diversi farmaci, come Aspirina e Metotrexato (un farmaco usato per trattare l'artrite reumatoide).

Altre cause che possono causare leucopenia

  • Processi infiammatori acuti. Potrebbe essere un'infezione della ferita. Un evento che causa un massiccio uso di leucociti.
  • Speciali metodi di trattamento strumentale. La radioterapia è utilizzata in medicina per trattare un tumore. Consiste nell'irraggiamento del tessuto neoplastico con radiazioni ionizzanti ad alta energia. L'effetto collaterale più comune di questo trattamento è, naturalmente, la leucopenia.

Tipi di leucopenia

Dopo esserci assicurati che il numero di leucociti sia inferiore alla soglia della norma fisiologica, dovremmo iniziare immediatamente a determinare la forma di leucopenia.

Si possono distinguere quattro diverse forme di leucopenia: neutrofile, linfocitica, mocitartica ed eosinofila.

Leucopenia neutrofila o neutropenia. Si parla di quando il numero di cellule di neutrofili scende al di sotto di 1.500 unità per ml di sangue. La neutropenia è definita mite se il numero di neutrofili è compreso tra 1000 e 1500 unità / ml. È determinato moderato se il numero di neutrofili varia da 500 a 1000 unità / ml. È determinato a essere serio se questo numero scende al di sotto di 500 unità per millilitro di sangue.

La neutropenia può essere acuta e cronica e determina l'ipersensibilità di un soggetto che ne soffre a infezioni batteriche e fungine.

La neutropenia severa è una condizione molto pericolosa, perché il corpo non è in grado di combattere le infezioni, con il risultato che aumenta il rischio di morte.

Leucopenia linfocitica o linfocitopenia. Tale condizione viene detta quando il numero di linfociti (la somma di tutte le diverse specie) è inferiore a 1000 cellule per millilitro di sangue negli adulti e 3000 cellule per millilitro, nei bambini sotto i 2 anni di età.

Le persone che soffrono di linfocitopenia sviluppano infezioni virali, fungine e parassitarie ripetute e gravi.

Leucopenia monocitica o monocitopenia. I monociti costituiscono meno del 12% di tutti i globuli bianchi e, pertanto, sono presenti in quantità da 200 a 600 cellule per millilitro di sangue. Nei tessuti come la milza, il fegato e il midollo osseo, si sviluppano in macrofagi che rilasciano il corpo dai residui metabolici che si accumulano nelle cellule e che svolgono un ruolo importante come spazzini. La loro carenza è spesso dovuta a tossine batteriche nel sangue o ad alcuni farmaci, come i corticosteroidi.

Leucopenia eosinofila o eosinofilia. Gli eosinofili costituiscono meno del 5% di tutti i globuli bianchi, la loro concentrazione varia tra 100 e 500 per millilitri di sangue. Il loro numero ridotto di solito non causa problemi, perché altri "membri della famiglia" dei globuli bianchi sono in grado di compensare la loro azione. Tuttavia, una piccola quantità di eosinofili porta alla sindrome di Cushing.

Quali sono i sintomi del basso numero di globuli bianchi?

Poiché, come abbiamo visto, ci sono varie forme di leucopenia, ovviamente i sintomi differiscono da caso a caso.

I seguenti sintomi possono verificarsi:

  • Febbre.
  • Malessere generalizzato, nausea.
  • Emicrania.
  • Fegato ingrandito.
  • Milza ingrandita.
  • Problemi respiratori
  • Sintomi cutanei e piccole ulcere localizzate agli angoli della bocca e nella zona perianale.

Sintomi e diagnosi di neutropenia

La malattia può essere improvvisa e svilupparsi progressivamente nel corso degli anni. Di solito è asintomatico, specialmente nella forma cronica. Nello sviluppo acuto si possono osservare: febbre, ulcerazioni agli angoli della bocca e nell'ano. Le ulcere possono essere molto dolorose.

La diagnosi viene effettuata sulla base di un esame emocromocitometrico completo (stimato il numero di tutte le cellule del sangue). Spesso c'è la necessità di puntura del midollo osseo. Viene eseguita dopo anestesia locale dei tessuti, inserendo un ago nella cresta iliaca del bacino. Quindi il midollo osseo viene analizzato al microscopio.

Sintomi e diagnosi di linfocitopenia

Se la malattia è lieve, di solito è asintomatica. Tuttavia, con un numero ridotto di linfociti, la sensibilità a virus, batteri e altri parassiti aumenta drasticamente.

Per la diagnosi sono necessari: un esame emocromocitometrico completo e l'esame del cervello.

Trattamento di leucopenia - rimedi

Cosa si può fare per correggere la conta dei globuli bianchi bassi? Non esiste un trattamento che copra tutte le possibili situazioni che portano ad una diminuzione della concentrazione di leucociti nel sangue.

Pertanto, possiamo dare solo raccomandazioni generali:

  • Diagnosi corretta e accurata delle cause della leucopenia.
  • Eliminazione delle cause identificate.

Basso numero di globuli bianchi e diagnosi della malattia

La diagnosi di malattie associate a un basso numero di globuli bianchi è abbastanza complicata. Il punto di partenza è sempre un esame del sangue (emocromo completo), a cui viene aggiunto un test del midollo osseo. È necessario comprendere il problema, valutare altri parametri, calcolare il numero di globuli rossi e piastrine, nonché controllare il livello di bilirubina, transaminasi, ormoni tiroidei.

Per comprendere l'importanza di questi aspetti, ecco alcuni esempi di possibili diagnosi:

  • Se si verifica leucopenia, accompagnata da una bassa conta piastrinica (la cosiddetta trombocitopenia) e un basso numero di globuli rossi e la milza è ingrandita, si tratta, naturalmente, di iperfunzione della milza, causata, ad esempio, dalla malattia di Gaucher.
  • Se le analisi del sangue mostrano una bassa conta leucocitaria, ma la splenomegalia è assente, è probabile che vi sia un disturbo causato dall'affaticamento del midollo osseo, che produce meno cellule.
  • Se la leucopenia è accompagnata da un alto livello di bilirubina e transaminasi, ovviamente, questo indica infiammazione del fegato e potrebbe esserci epatite.
  • Se una diminuzione dei leucociti è accompagnata da un alto tasso di sedimentazione eritrocitaria e febbre alta, può essere l'artrite reumatoide.
  • Se la deficienza dei globuli bianchi è accompagnata da un cambiamento nella concentrazione degli ormoni tiroidei, è molto probabile che possiamo parlare della patologia della ghiandola tiroidea, dovuta, ad esempio, alla presenza di noduli sulla ghiandola tiroidea.

Leucopenia e anemia

Anemia non è in realtà una patologia che colpisce direttamente il numero di leucociti. Questa condizione è caratterizzata da una diminuzione dell'emoglobina nel sangue.

L'emoglobina è un componente importante dei globuli rossi, l'anemia è una condizione caratterizzata da una bassa concentrazione di globuli rossi nel sangue o da una quantità insufficiente di emoglobina.

Ci sono diverse opzioni per l'anemia, che sono accompagnate da una significativa diminuzione della concentrazione di globuli bianchi nel sangue:

  • Sindrome mielodisplastica. Combina l'anemia, tipica per gli anziani, ma può manifestarsi anche nei giovani. È caratterizzato da anomalie delle cellule staminali del midollo osseo, che non sono in grado di produrre con efficienza fisiologica (qualità e quantità) tre linee di cellule del sangue: globuli rossi, globuli bianchi o globuli bianchi e piastrine.
  • Anemia aplastica. È caratterizzato da insufficiente produzione di cellule dal midollo osseo e, quindi, porta a leucopenia.
  • Anemia megaloblastica. Malattia causata da una carenza di vitamina B12, che è determinata da un cambiamento nella sintesi del DNA del midollo osseo. Queste anemie sono principalmente caratterizzate da una produzione inadeguata di globuli rossi, tuttavia la malattia è contemporaneamente accompagnata da una diminuzione dei neutrofili (neutropenia).

Leucopenia e nutrizione

Poiché, come abbiamo visto, ci sono innumerevoli possibili cause di leucopenia, non esiste una dieta adatta a qualsiasi situazione. Pertanto, il consiglio generale è che in caso di diminuzione del valore dei leucociti nel sangue, la dieta deve essere bilanciata il più possibile, fornendo all'organismo la quantità necessaria di nutrienti.

Vitamine e globuli bianchi

Volendo fornire alcune informazioni sugli alimenti che influenzano il valore delle concentrazioni di leucociti nel sangue, possiamo dire che la vitamina B9, cioè l'acido folico, è importante, la cui assenza può portare a una indesiderata maturazione degli eritrociti megaloblastici all'interno del midollo osseo, che porta allo sviluppo di macrocitosi anemia e, naturalmente, leucopenia. La dose giornaliera di vitamina B9 è di circa 0,2 mg, - una dieta equilibrata copre questa necessità.

Inoltre, la mancanza di vitamina B4, nota come adenina, può portare ad una riduzione del numero di globuli bianchi, tuttavia questa situazione è estremamente rara, poiché i prodotti animali contengono molta di questa vitamina. Il problema può verificarsi nei vegetariani, la cui dieta è scarsa nei prodotti di origine animale.

Leucopenia durante la gravidanza

Un basso numero di leucociti di solito non si trova in una gravidanza normale, tuttavia, se si verifica questa condizione durante questo periodo, sono necessari ulteriori studi.

Tuttavia, leucopenia non dovrebbe causare alcun allarme se non è a causa di alcuna patologia. Con un monitoraggio periodico, non comporta alcun pericolo per la madre o il bambino.

Cos'è la leucopenia?

La leucopenia (nota anche come neutropenia) è una diminuzione del livello dei leucociti nel sangue umano a 1,5x109 / le inferiore. La leucopenia nei bambini è stabilita con conta leucocitaria di 4,5 × 109 L e inferiore. Il grado estremo della malattia, quando il numero dei leucociti tende a zero, è chiamato agranulocitosi.

Leucopenia non è una malattia, ma serve come un terribile sintomo di problemi del corpo. Una persona non può nemmeno sospettare di soffrire di leucopenia. Le cause, i sintomi e il trattamento di questa condizione dovrebbero essere noti a tutti, indipendentemente dal sesso e dall'età.

Cause di leucopenia

Leucopenia può verificarsi con tre meccanismi:

  • produzione insufficiente di leucociti dal midollo osseo;
  • aumento della distruzione dei leucociti;
  • distribuzione impropria dei leucociti nel sangue.

Per origine, questa malattia può essere congenita (neutropenia ciclica) e acquisita.

Si verifica una diminuzione della sintesi dei leucociti:

  • con malattie genetiche (leucopenia congenita);
  • con neoplasie maligne, comprese quelle che colpiscono il sangue;
  • con anemia aplastica e mielofibrosi;
  • prendendo alcuni antidepressivi, antiallergici, antinfiammatori, antibiotici, analgesici e diuretici;
  • nell'interazione a lungo termine con sostanze chimiche (pesticidi, benzene);
  • con radioterapia prolungata;
  • con carenza di acido folico, rame o vitamina B12, deposito improprio di glicogeno di tipo 2b.

L'aumento della distruzione dei neutrofili si verifica:

  • come risultato della chemioterapia di pazienti con oncologia (leucopenia mielotossica);
  • nelle malattie autoimmuni (tiroidite, lupus eritematoso sistemico);
  • con infezione da HIV e AIDS.

La distribuzione errata dei leucociti nel sangue si verifica a seguito di una lesione infettiva del corpo:

  • virus (rosolia, epatite, citomegalovirus, Epstein-Barr, parvovirus B12);
  • batteri (tubercolosi, brucellosi, sepsi grave);
  • funghi (istoplasmosi);
  • protozoi (malaria, leishmaniosi).

L'esatta causa della leucopenia viene stabilita da un ematologo in base ai risultati dei test e all'esame del paziente.

Il bambino può avere una forma speciale di leucopenia - transitoria. Questa condizione non richiede trattamento ed è considerata una variante della norma. Questa leucopenia si verifica nei neonati sotto l'influenza degli anticorpi della madre che sono entrati nel flusso sanguigno del bambino durante la gravidanza.

A un bambino viene diagnosticata una diminuzione del numero di granulociti nel sangue (fino al 15%) per un lungo periodo. Gli indicatori del numero totale di leucociti del sangue in questo caso rientrano nel range di normalità. La leucopenia transitoria passa senza intervento medico fino a quando il bambino ha quattro anni.

Possibili sintomi di leucopenia

Questa malattia non ha un elenco definito di sintomi con cui può essere stabilita con certezza del 100%. I sintomi della leucopenia sono strettamente individuali.

Leucopenia non può manifestarsi da molto tempo. I pazienti sentono solo un lieve disturbo e non vanno dal medico, scrivendo per fatica. Un notevole deterioramento si nota solo dopo l'aggiunta dell'infezione.

Più a lungo il corpo è in uno stato di carenza di leucociti, maggiore è la probabilità di infezione sullo sfondo di questa condizione. Così come la probabilità di adesione dell'infezione dipende da quanto velocemente aumenta la leucopenia.

Più velocemente diminuisce il numero di leucociti nel sangue, maggiore è la probabilità di una complicazione infettiva. Se il numero di leucociti diminuisce lentamente (con anemia aplastica, cronica o neutropenia), il rischio di infezione è inferiore.

L'infezione da leucopenia è spesso causata da microrganismi che in precedenza non si manifestavano. Ad esempio, infezione da herpes virus, infezione da citomegalovirus, lesioni fungine della pelle e delle mucose. Pertanto, quando compaiono segni di queste malattie, consultare immediatamente un medico che ti invierà un esame del sangue per i leucociti.

Principali sintomi di leucopenia

Il segno principale che si è verificata una complicazione infettiva è la febbre febbrile. Al 90%, un forte aumento della temperatura significa un'infezione, ma il 10% è dovuto a complicanze della genesi non infettiva (febbre tumorale, reazione individuale ai farmaci, ecc.).

A volte la temperatura non aumenta immediatamente, ma mantiene bassa la qualità con salti periodici a numeri elevati. Nelle persone con leucopenia, ma assumendo glucocorticosteroidi, la temperatura di solito non aumenta.

Il cancello d'ingresso principale dell'infezione da leucopenia è la cavità orale. Pertanto, i segni importanti di possibile leucopenia sono:

  • ulcere della bocca dolorose;
  • gengive sanguinanti;
  • deglutizione dolorosa dovuta a tonsille dilatate;
  • voce roca combinata con febbre.

Le malattie infettive con leucopenia si verificano molto più gravemente, in tali pazienti il ​​quadro clinico viene spesso cancellato a causa della mancanza di segni tipici di infiammazione (arrossamento, gonfiore, dolore). Il rischio di sviluppare una sepsi fulminante è alto, quando la prima manifestazione dell'infezione raggiunge una lesione settica generalizzata nel giro di poche ore.

La mortalità da shock settico tra le persone con leucopenia è 2 volte superiore rispetto alle persone con un sistema ematico normalmente funzionante. Insieme ai patogeni batterici tipici, in caso di leucopenia, i microrganismi che non si trovano tra le persone senza deficienza di leucociti (patogeni atipici) possono causare infezioni.

La leucopenia derivante dalla chemioterapia deve essere considerata separatamente. In questo caso, la leucopenia è una manifestazione della malattia citostatica. In questa malattia, l'intero sistema ematopoietico è interessato. Non solo il contenuto di leucociti, ma anche di eritrociti (eritropenia) e anche di piastrine (trombocitopenia) cade nel sangue.

In primo luogo, appare la febbre, quindi a causa di trombocitopenia, si verifica una sindrome emorragica, manifestata da sanguinamento ed emorragia. A causa dell'eritropenia, la sindrome anemica (colore della pelle pallida, debolezza generale) si unisce. Questa condizione è molto pericolosa e richiede il ricovero immediato, dove verranno effettuate trasfusioni di sangue per stabilizzare le condizioni del paziente.

Altri segni di malattia citostatica includono:

  • danno al fegato;
  • sindrome orale (edema della mucosa orale, stomatite necrotica ulcerativa);
  • sindrome intestinale (enterocolite neutropenica o enteropatia necrotica).

L'enterocolite neuropenica è un'infiammazione acuta dell'intestino causata dalla morte delle cellule epiteliali intestinali. Questa condizione si manifesta con dolore addominale senza localizzazione, meteorismo, diarrea. In quasi la metà dei pazienti con leucopenia, l'enterocolite neuropenica precede la sepsi, che si trasforma in shock settico.

Trattamento con leucopenia

Come trattare la leucopenia dipende dalla gravità della condizione. Con una leggera deviazione del numero di leucociti dalla norma, il trattamento dei pazienti consiste nell'eliminare la causa della leucopenia e una serie di misure per la prevenzione delle infezioni.

In caso di leucopenia grave, il paziente necessita di condizioni speciali - una scatola isolata con accesso limitato (solo per il personale medico in abiti sterili speciali e con mani trattate antisettiche).

La camera viene pulita con una soluzione disinfettante, utilizzando lampade UV battericide. Il trattamento dovrebbe essere completo:

  • eliminazione dei fattori che causano leucopenia (cessazione dell'apporto di droga, ricostituzione delle carenze macro e microelementi nel corpo del paziente, trattamento dell'infezione primaria, cessazione dell'uso di sostanze chimiche o esposizione regolare);
  • riposo a letto e massima sterilità della stanza;
  • prevenzione di complicanze infettive possibili o derivanti da antibiotici e antimicotici;
  • terapia ormonale con glucocorticosteroidi (piccole dosi di idrocortisone);
  • trasfusione di parte del sangue, cioè massa dei leucociti (in assenza di anticorpi anti-antigeni dei leucociti);
  • stimolazione della leucopoiesi farmacologica;
  • rimozione di intossicazione;
  • l'uso di metodi popolari - per esempio, prendendo mummia di Altai, tinture su birra fatta di foglie e fiori di shandra, infusione di alcool sulle radici di crespino, motherwort, decozione di avena, tintura di trifoglio, infuso di propoli con assenzio, erba di equiseto;
  • dieta speciale

Suggerimenti per la nutrizione

Una dieta per i pazienti con leucopenia dovrebbe essere prestata particolare attenzione. Mangiare verdura cruda dovrebbe essere evitato e il latte dovrebbe subire una pastorizzazione obbligatoria. Tutti i prodotti devono essere sottoposti ad un accurato trattamento termico (bollitura, bollitura).

Si raccomanda di sostituire i grassi animali con olio di oliva o di girasole. Il cibo in scatola è severamente proibito. Dovrebbero essere usati con cura i prodotti, tra cui cobalto, piombo e alluminio, poiché queste sostanze possono sopprimere la formazione del sangue.

La nutrizione in caso di leucopenia è diretta ad assicurare che il corpo riceva il maggior numero possibile di vitamine naturali, specialmente il gruppo B.

È necessario per la maturazione e la formazione dei leucociti. E per ricostituire il corpo ha bisogno di una grande quantità di proteine.

Prodotti come fegato di merluzzo, prodotti caseari (compresi i formaggi), verdure, carne di tacchino, cavoli soddisfano pienamente questi requisiti. E anche le minestre in brodo vegetale e di pesce sono raccomandate, poiché la forma liquida del cibo è più facile da assimilare per l'organismo indebolito.

Se la stomatite si è unita alla leucopenia, al paziente viene mostrato di mangiare cibo semi-liquido. Nel caso di manifestazioni di enteropatia necrotica o enterocolite clostridale, i cibi contenenti fibre sono controindicati nei pazienti. Tali pazienti vengono trasferiti alla nutrizione parenterale.

Oltre al trattamento principale e alla dieta, viene utilizzata la terapia accessoria. Questi sono farmaci che migliorano il metabolismo nei tessuti del corpo a livello cellulare, che indirettamente accelera la formazione di leucociti. Inoltre, la rigenerazione dei tessuti viene accelerata, l'immunità cellulare e generale sono aumentate.

Se l'insufficienza respiratoria acuta (ARF) si è unita alla leucopenia, viene risolto il problema della respirazione artificiale non invasiva. Se le condizioni del paziente non consentono l'uso di ventilazione non invasiva, il paziente viene sottoposto a tracheostomia precoce (3-4 giorni) ed è quindi collegato a un'unità di ventilazione polmonare artificiale (ALV).

Un ruolo importante nel trattamento della leucopenia è svolto da tali farmaci come fattori stimolanti le colonie. Sono in grado di ridurre la profondità e la durata della leucopenia. I fattori stimolanti del colon sono usati per prevenire la leucopenia sullo sfondo della chemioterapia in pazienti oncologici.

leucopenia

Leucopenia (LP) è una condizione in cui il conteggio dei leucociti di una persona diminuisce. Ciò aumenta il rischio di infezione. Ci sono molte cause di leucopenia. Alcuni di loro sono associati a determinati farmaci, cancro, radioterapia e chemioterapia per il trattamento del cancro. In altri casi, il fattore di rischio è il trapianto di cellule staminali, la chirurgia, l'uso di steroidi o le malattie autoimmuni.

Molto spesso, leucopenia si sviluppa sullo sfondo della terapia antitumorale. In questi casi, uno degli effetti collaterali è la neutropenia (un sottotipo di leucopenia). [1 - "Gestire un conteggio dei globuli bianchi a basso contenuto di sangue (neutropenia)". Retrieved 3 marzo 2012]

La leucopenia viene semplicemente diagnosticata, ma non è sempre possibile condurre un trattamento efficace. Dipende principalmente dalle condizioni generali del paziente e dalla malattia di base o causa principale a causa della quale l'LP si è sviluppato. Nonostante ciò, è imperativo eseguire la terapia appropriata, perché senza di essa l'immunità non può far fronte alle infezioni, il che può portare a serie complicazioni.

Video LEIKOPENIYA

descrizione

Il sangue umano è composto da molti diversi tipi di cellule, le cosiddette cellule del sangue. I globuli bianchi, noti anche come leucociti o globuli bianchi (BKT), aiutano a combattere le infezioni. I leucociti sono una parte vitale del sistema immunitario.

Leucopenia è un termine medico per basso numero di leucociti. Normalmente, il numero di leucociti varia da 3.500 a 11.000 TUC per microlitro. Tra i sessi e le diverse fasce d'età, questo indicatore è spesso diverso. Una persona con leucopenia può avere meno di 3.500 leucociti per microlitro.

I leucociti sono prodotti nel midollo osseo e sono cruciali per il sistema immunitario. Quando sono carenti, sorgono problemi nel liberarsi da infezioni, virus o batteri. Per il trattamento efficace di una condizione patologica, deve essere determinata la causa alla radice della leucopenia.

Esistono cinque tipi di globuli bianchi. Ognuno aiuta a proteggere il corpo da un certo tipo di infezione:

  1. Neutrofili: costituiscono il 55-70% di tutti i leucociti. Aiutano a combattere le infezioni fungine e batteriche.
  2. Linfociti: questo è il secondo tipo più comune di leucociti. Proteggono il corpo dalle infezioni virali.
  3. Basofili: il tipo meno comune di leucociti. Sono coinvolti in reazioni infiammatorie a vari allergeni.
  4. Monociti: il più grande dei leucociti. Svolgono un ruolo nella lotta contro batteri, funghi e virus. Coinvolto anche nel recupero del tessuto che è stato danneggiato dall'infiammazione.
  5. Eosinofili: combattono i parassiti e svolgono un ruolo importante nello sviluppo delle reazioni allergiche e dell'asma bronchiale.

Esistono cinque tipi di leucopenia, ognuno dei quali corrisponde al tipo di leucociti che sono interessati. Il più famoso è la neutropenia.

I termini "leucopenia" e "neutropenia" sono spesso usati in modo intercambiabile. Tuttavia, essi caratterizzano processi patologici leggermente diversi.

Leucopenia è un termine generico che si riferisce alla riduzione del numero di qualsiasi tipo di globuli bianchi.

La neutropenia è un tipo di leucopenia, ma si riferisce specificamente alla riduzione dei neutrofili, il tipo più comune di globuli bianchi.

Alcune statistiche sulla leucopenia

  • Nei paesi sviluppati, PL si trova nel 3,5% -15% di 1 milione di persone.
  • Nei paesi europei, ogni anno per 1 milione di persone vengono registrati 2 nuovi casi di LP.
  • In Africa e in Asia, i tassi di incidenza per le leucopenia sono 3 volte più alti che in Europa.
  • Dopo 60 anni negli uomini, la leucopenia è meno comune rispetto alle donne.

motivi

Ci sono 10 cause principali di leucopenia, che più spesso contribuiscono allo sviluppo di una condizione patologica.

1. Disturbi congeniti

Alcune malattie congenite contribuiscono a ridurre il numero di neutrofili:

  • La sindrome di Kostman è una malattia ereditaria del midollo osseo in cui i bambini nascono senza una quantità sufficiente di neutrofili. Questo porta a soffrire di frequenti infezioni batteriche.
  • Il Myelocatexis è una malattia ereditaria dei globuli bianchi che provoca grave leucopenia e, in particolare, neutropenia.

2. Infezioni virali

Alcuni virus interrompono la funzione del midollo osseo, che produce globuli bianchi. Possono anche rallentare il midollo osseo, portando a leucopenia.

3. Malattie del midollo osseo, danni o lesioni

Quando il midollo osseo è danneggiato o danneggiato, può portare a una produzione inadeguata di cellule del sangue, come il BKT, o causare una produzione eccessiva di un tipo di BKT. Le malattie del midollo osseo includono:

  • leucemia
  • mielofibrosi
  • Carenza di folato o carenza di vitamina B12
  • Disturbi mieloproliferativi
  • Sindrome mielodisplastica
  • Anemia aplastica

L'esposizione a determinate tossine, sostanze chimiche, radiazioni, chemioterapia e determinati farmaci può danneggiare o danneggiare il midollo osseo. Quando c'è danno, le cellule del sangue vengono prodotte in quantità minori, il che porta ad anemia e leucopenia. Per il corretto funzionamento del midollo osseo sono necessari alcuni nutrienti.

4. Cancro

La leucopenia può verificarsi quando un tumore cresce nel midollo osseo. Una bassa conta dei globuli bianchi è anche osservata con altri tipi di cancro, come il linfoma e la leucemia. Pertanto, la capacità del midollo osseo di produrre cellule del sangue normali è limitata.

Le complicazioni nel trattamento del cancro sono un'altra ragione per il basso numero di leucociti. Il numero di BKT è significativamente ridotto quando i farmaci chemioterapici vengono somministrati a persone con cancro. Nel cancro del midollo osseo, può esserci una produzione di neutrofili molto bassa, che porta alla leucopenia.

Il midollo osseo viene soppresso durante la chemioterapia e le radiazioni, quindi i pazienti sottoposti a trattamento per il cancro sono più suscettibili alle infezioni. Per prevenire gravi complicazioni dovute al basso numero di globuli bianchi, il trattamento viene regolato e modificato.

5. Ipersplenismo

In questo disturbo, la distruzione prematura delle cellule del sangue si verifica in un organo come la milza. Questo processo porta ad anemia e leucopenia. La funzione della milza è quella di liberarsi dei vecchi globuli, ma nel caso della sovra-attività della milza, la rimozione delle cellule viene accelerata anche quando continuano a funzionare normalmente.

6. Infezioni soppressive

Le riserve di BKT possono essere esaurite in caso di infezioni gravi. Alcune gravi malattie infettive possono causare complicazioni potenzialmente letali chiamate sepsi.

7. Farmaci

Le sostanze medicinali possono danneggiare il midollo osseo e, in particolare, i leucociti. Esistono numerosi gruppi di farmaci che causano leucopenia. Questi includono:

  • Farmaci antipsicotici come la clozapina
  • Farmaci antiepilettici inclusi lamotrigina e valproato di sodio
  • Interferoni usati per trattare la sclerosi multipla
  • Farmaci immunosoppressivi per pazienti sottoposti a trapianto, come sirolimus, tacrolimus, ciclosporina e micofenolato mofetile
  • Antibiotici come minociclina e penicillina, che possono anche causare leucopenia

8. Disturbi autoimmuni / malattie del sistema immunitario

Tali violazioni creano condizioni favorevoli in cui il sistema immunitario danneggia erroneamente cellule e tessuti sani nel corpo. Nei disordini autoimmuni, il sistema immunitario distrugge i globuli bianchi normali, che porta alla leucopenia. Un esempio di malattia autoimmune è il lupus eritematoso sistemico.

Anche il numero di leucociti nel corpo può diminuire a causa dell'HIV / AIDS. Con l'infezione da HIV, i leucociti vengono attaccati, il che rende il sistema immunitario più debole. Pertanto, la capacità del corpo di combattere l'infezione più semplice viene persa.

9. Anoressia nervosa

Un'altra causa di leucopenia è l'anoressia nervosa. In questo disturbo, si osserva un peso corporeo anormalmente basso a causa della fame intenzionale. Secondo il sistema sanitario della University of Virginia, molti pazienti con anoressia hanno una bassa conta dei globuli bianchi. Leucopenia si verifica a causa di frequenti vomito e una dieta ristretta. Di conseguenza, il midollo osseo non riceve abbastanza nutrienti necessari all'organismo per produrre la giusta quantità di BKT.

10. Sarcoidosi

È una malattia sistemica caratterizzata dalla formazione di granulomi in alcune zone del corpo. Quando questi granulomi vengono rilevati nel midollo osseo, possono alterare in modo significativo la produzione di globuli bianchi.

Altre cause di leucopenia:

  • Malattia della tiroide
  • Infezioni parassitarie
  • Artrite reumatoide
  • Febbre tifoidea
  • influenza
  • malaria
  • tubercolosi
  • Dengue
  • Infezioni da Rickettsial
  • Carenza di minerali come rame e zinco

clinica

Non ci sono sintomi specifici che indicano un basso numero di leucociti. Tuttavia, quando una persona ha leucopenia, aumentano le probabilità di contrarre un'infezione. Pertanto, i sintomi di una malattia infettiva sono più spesso definiti:

Una persona con leucopenia può avere altri sintomi associati alla causa sottostante del farmaco.

Inoltre, è possibile determinare le seguenti funzionalità:

  • Infiammazione dei polmoni a causa di infezione da batteri o virus che causano la polmonite. Di conseguenza, si manifestano i sintomi caratteristici della malattia: febbre, dolore toracico, mancanza di respiro e respiro rumoroso.
  • Infiammazione della mucosa delle gengive, guance, labbra, lingua, ecc., Che si manifesta con arrossamento, gonfiore e sanguinamento nelle zone colpite.
  • Mestruazioni lunghe e pesanti.
  • Sanguinamento dall'utero della genesi infettiva.
  • Segni di nevrastenia: stanchezza, febbre, mal di testa, irritabilità e scoppi di rabbia.
  • Forte desiderio di consumare bevande calde.
  • Lesioni ulcerative del cavo orale: infiammazione della gola, delle labbra o della lingua.

diagnostica

A un paziente viene innanzitutto somministrato un esame del sangue generale, che viene utilizzato per determinare non solo leucopenia, ma anche altri disturbi:

  • Anemia: quando una persona ha sintomi di carenza di ferro.
  • Trombocitopenia: diminuzione della conta piastrinica dovuta al danno nel midollo osseo.

Può anche essere eseguita un'ecografia degli organi interni, che può rilevare ascessi epatici in presenza di un'infezione batterica nel corpo. Questa patologia è spesso associata a leucopenia.

Video Blood Test - Doctor Komarovsky School

trattamento

Esistono diverse tattiche per il trattamento della leucopenia:

  • Eliminazione o riduzione dell'impatto di una causa specifica che ha causato la leucopenia, per la quale viene trattata la malattia principale.
  • Se il farmaco contribuisce allo sviluppo della leucopenia, il medico può raccomandare di interrompere l'assunzione o usare un altro medicinale. In questo caso, il paziente non dovrebbe mai interrompere in modo indipendente l'assunzione o la modifica di farmaci precedentemente prescritti senza previa consultazione con il medico.
  • Se il trattamento del cancro viene eseguito e la leucopenia si è verificata durante la chemioterapia, potrebbe essere necessario sospendere tale trattamento fino al ripristino del normale numero di globuli bianchi.

Un trattamento che prevede l'uso di fattori di crescita del tipo di fattore stimolante le colonie di granulociti può migliorare la leucopenia. Tali tattiche sono spesso utilizzate nella chemioterapia, che causa leucopenia, o se la ragione risiede nei disordini genetici.

Uno studio condotto nel 2015 ha dimostrato che con la chemioterapia, insieme a un farmaco chiamato erlotinib (un inibitore della tirosin-chinasi), il rischio di leucopenia era molto più basso.

Le seguenti linee guida possono aiutare un paziente affetto da leucopenia a migliorare la propria salute e ridurre il rischio di infezione:

  • Le regole di igiene devono essere seguite per evitare la contaminazione.
  • È importante praticare le basi di una dieta sana.
  • È necessario evitare tagli e graffi.
  • Dovrebbe riposare di più

Per tutte le malattie infettive che si verificano sullo sfondo di una riduzione del numero di leucociti, può essere effettuato un ulteriore trattamento. Include principalmente antibiotici o agenti antifungini.

complicazioni

Leucocitopenia non è una patologia fatale. Tuttavia, con le condizioni sfavorevoli del paziente, questo può contribuire alla comparsa di alcune complicanze. In particolare, aumenta il rischio di sviluppare varie infezioni nell'organismo. Questi possono essere:

  • infezioni respiratorie
  • malattie virali;
  • l'epatite;
  • HIV, ecc.

Il loro sviluppo è un pericolo per il paziente a lungo termine.

Complicazioni video di anemia

prevenzione

Ci sono alcuni alimenti che dovrebbero essere inclusi nella dieta per prevenire lo sviluppo di leucopenia.

1. Zinco

Lo zinco è un buffer immunitario. È coinvolto nella produzione di globuli bianchi e riduce il rischio di infezione. Contenuto in alimenti come ostriche, manzo, agnello, germe di grano e spinaci.

2. acido folico

L'acido folico è molto necessario nella produzione di globuli rossi e globuli bianchi. La sua carenza può portare rispettivamente a anemia e leucocitopenia. Contenuto in spinaci, fagioli e agrumi.

3. Prodotti lattiero-caseari

Latte scremato, formaggio e yogurt dovrebbero essere consumati di più, in quanto questi alimenti sono ricchi di proteine. Aumenteranno la produzione di leucociti nel corpo. Puoi anche mangiare uova e piatti preparati da loro.

4. Tè verde

Una bevanda può aiutare a liberarsi delle tossine. Così, previene lo sviluppo di infezioni e aumenta l'efficienza del sistema immunitario. Il tè agisce come antiossidante.

5. Aglio

L'aglio contiene grandi quantità di zinco, che è una parte importante del sistema immunitario. Aiuta anche a combattere le infezioni.

6. Frutta e verdura

Per la prevenzione della leucopenia, è utile mangiare arance, meloni, carote, spinaci e altre verdure a foglia verde. Aiutano ad aumentare il numero di leucociti nel corpo.

7. Multivitaminici

È necessario usarli con nutrizione insufficiente ricca in vitamine. La vitamina A e la vitamina C sono elementi importanti nella generazione di globuli bianchi nel corpo.

È possibile utilizzare l'erba echinacea e astragalo. Queste piante stimolano l'attività del sistema immunitario perché sono ricche di vitamine. Ma è necessario consultare il proprio medico prima di prendere queste erbe, dal momento che alcuni pazienti hanno reazioni allergiche. Si raccomanda di prenderli sotto forma di iniezioni.

8. Acqua

Ogni giorno devi bere abbastanza acqua pura. Pulirà il corpo e rafforzerà il sistema immunitario. Ciò impedirà il verificarsi di leucopenia.

Video I globuli bianchi abbassati