L'anemia è curabile? e può superare il cancro?

Anemia o "anemia" è il nome comune per un sintomo di molte malattie. Qui è necessario capire perché il sangue ha ridotto la quantità di emoglobina (H) (il fatto che trasporta l'ossigeno dai polmoni a tutti i consumatori). Nel caso più semplice - il corpo non ha abbastanza ferro (è uno dei materiali da costruzione per D), o vitamine del gruppo B (senza di loro, anche il corpo non può raccoglierlo).

Con il trattamento qui tutto è chiaro, tu mangi ciò che manca e sarai felice.

C'è anemia associata a perdita di sangue. Tutto funziona bene, ma il sangue prodotto scorre, ad esempio attraverso un'ulcera nello stomaco. E oltre all'uscita. Anche qui tutto è chiaro: trattiamo l'ulcera, l'anemia scompare da sola.

L'opzione peggiore se i globuli rossi (globuli rossi che contengono la G e trasportano ossigeno) è, ma per qualche motivo non vivere come dovrebbe. Infine, il caso peggiore è quando non sono prodotti dal corpo in quantità sufficiente (la causa di ciò può essere il cancro) o non del tutto. In quest'ultimo caso, la persona vive 2-3 giorni. Tali casi sono estremamente rari e sono associati a forti dosi di radiazioni o avvelenamento con potenti farmaci.

In ogni caso, il percorso per il medico è caro a te, se ne hai solo uno per andare a due o tre. Ma non andare su Internet, questa non è nemmeno una diagnosi da una foto. Questo è così, pogodrit-pomichat e nessuna responsabilità.

Tumore del sangue (leucemia, leucemia, anemia, leucemia), per quali sintomi riconoscere la malattia, come diagnosticare e curarla?

Il tumore del sangue (leucemia, leucemia, leucemia) è una grave malattia degli organi che formano il sangue che può verificarsi in qualsiasi persona, indipendentemente dal sesso o dall'età. Fino a poco tempo fa questa diagnosi era considerata una condanna a morte, ma i progressi in oncologia riducevano la mortalità dal cancro del sangue. Se la malattia viene rilevata in modo tempestivo e viene eseguita una terapia adeguata, la persona può vivere una vita piena per un lungo periodo di tempo.

Come nasce e si sviluppa il tumore del sangue?

Una patologia maligna caratterizzata da una mutazione delle cellule del corpo principale del corpo fluido, costituito da sangue, liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale) e linfa, è chiamata nella terminologia medica non il cancro del sangue, ma emoblastosi, leucemia o leucemia. Non è possibile chiamare un tumore tale da un punto di vista scientifico, dal momento che il fluido biologico si riferisce al tessuto connettivo e non ai tessuti epiteliali. Cancro, la leucemia è chiamata per la somiglianza delle caratteristiche potenzialmente letali di queste malattie. Il processo patologico inizia a svilupparsi nel tessuto ematopoietico del midollo osseo a causa dell'inizio della mutazione nelle cellule progenitrici esplosive delle cellule del sangue.

Da quale tipo di cellule del sangue subire una lesione maligna, i globuli bianchi che svolgono una funzione protettiva e sono responsabili del sistema immunitario, delle piastrine, preservando l'integrità dei tessuti o dei globuli rossi che trasportano ossigeno e sostanze nutritive a tutti gli organi, dipenderanno dalla natura della malattia in via di sviluppo.

Ma il meccanismo dello sviluppo del cancro del sangue in tutti i casi è lo stesso e assomiglia a questo:

  1. Sotto l'influenza di fattori esterni o interni, si verifica il danno al DNA della cellula blast, che si trova nella fase iniziale della maturazione, cioè che non ha una differenziazione strutturale o ha già ricevuto un programma del suo funzionamento futuro ed è diventato media o altamente differenziato.
  2. La violazione del codice genetico provoca l'insorgere di cambiamenti irreversibili nelle cellule del midollo osseo embrionali di qualsiasi grado di sviluppo - interrompono la loro maturazione e iniziano a dividersi vigorosamente, perdendo la capacità di autodistruzione naturale.

Per avviare un processo anomalo, una singola cella è sufficiente, perché come risultato della sua divisione incontrollata in un breve periodo di tempo, si forma un gran numero di cloni che hanno gli stessi disturbi nella loro struttura e non sono in grado di funzionare normalmente. Entrano nella linfa, nel sangue periferico, nel liquido cerebrospinale, occupano quasi tutto il volume di questi fluidi e spremono le cellule del sangue sane, il che porta alla comparsa di anomalie, spesso incompatibili con la vita, di cambiamenti nel corpo umano.

Vale la pena sapere! Non esiste una specifica struttura tumorale che possa essere visualizzata per la leucemia. Questo tipo di neoplasma maligno viene "disperso" nel fluido corporeo. A causa del fatto che le cellule anomale con sangue e linfa circolano costantemente in tutto il corpo, penetrano facilmente nei linfonodi, nel fegato, nella milza e in altri organi, causando lo sviluppo di cambiamenti patologici in essi.

Tipi e forme di cancro del sangue

A causa del fatto che il tumore del sangue è una malattia collettiva, gli emato-oncologi devono conoscere la natura della malattia al fine di prescrivere un trattamento adeguato, consentendo di ottenere una remissione a lungo termine, che spesso costituisce in questa forma della malattia per più di 10 anni. Tutte le misure terapeutiche sono nominate secondo i criteri di classificazione, che rivela la diagnosi di una condizione patologica.

La classificazione del tumore del sangue viene eseguita in più direzioni. Prima di tutto, la malattia è divisa dalla natura del flusso in acuta, sviluppandosi principalmente nei bambini e negli anziani, e cronica. Quest'ultimo tipo di lesione del sangue maligno viene diagnosticato principalmente negli uomini e nelle donne di mezza età. Va notato che tale divisione della malattia è condizionata, dal momento che il cancro acuto del sangue non diventa mai cronico, e viceversa.

Il prossimo criterio di classificazione per questa malattia è il grado di differenziazione delle cellule che ha provocato lo sviluppo di una condizione patologica. Qui, gli oncoematologi distinguono le forme cytica, indifferenziata e blastica di leucemia.

Secondo la citogenesi, il tumore del sangue acuto è diviso nei seguenti tipi:

  1. Mieloide, che si sviluppa dalle cellule progenitrici dei leucociti. Questo gruppo di tumori del sangue comprende leucemia mieloide, leucemie monocitiche croniche e mielomonocitiche, trombocitosi essenziale, mielofibrosi, osteomielosclerosi, mielofibrosi, sindrome mielodisplastica e vera policitemia. Queste forme di malattia sono diagnosticate principalmente in donne e uomini appartenenti alla categoria di mezza età. Nei pazienti giovani, tali diagnosi sono anche possibili, ma accade in casi estremamente rari.
  2. Leucemia linfoblastica acuta. Un tumore canceroso ha origine da esplosioni, che devono essere trasformate in linfociti a seguito della maturazione.

Cause di cancro del sangue

Ciò che provoca esattamente alterazioni anormali nel gene o nell'apparato cromosomico delle cellule del tessuto ematopoietico, a causa del quale si sviluppa il tumore del sangue, non è attualmente noto esattamente. Alcuni fattori esterni negativi contribuiscono allo sviluppo del tumore del sangue.

Gli esperti identificano i seguenti principali motivi per cui può svilupparsi l'oncologia degli organi che formano il sangue:

  • esposizione alle radiazioni (che vivono in aree con alta radiazione di fondo);
  • contatto prolungato con reagenti chimici in lavoratori di industrie pericolose;
  • inalazione regolare di sostanze tossiche e l'uso di alimenti cancerogeni.

È importante! Le persone le cui vite hanno queste ragioni dovrebbero essere particolarmente attente al proprio benessere e dovrebbero essere sottoposte a regolari studi di screening che consentano la rilevazione tempestiva dell'inizio del tumore del sangue.

Sintomi e manifestazioni di cancro del sangue

Nella fase iniziale, quando la malattia sta appena cominciando ad emergere, non ci sono cambiamenti evidenti nella struttura delle cellule, quindi i sintomi che possono indicare il cancro del sangue non sono completamente specifici. In questa fase, lo sviluppo della malattia può essere sospettato solo da segni somatici generali, che comprendono affaticamento, disturbi del sonno, pallore della pelle, gonfiore e lividi sotto gli occhi. Inoltre, una persona che ha subito un tumore del sangue può lamentarsi di temperatura corporea costantemente elevata, frequente insorgenza di malattie infettive, lenta guarigione delle lesioni cutanee, gengive sanguinanti e sangue dal naso regolare.

Tumore del sangue, leucemia, leucemia, leucemia, quali sintomi li accompagnano?

Ma questi sintomi del cancro del sangue non sono così specifici da non causare molto allarme e la gente non ha fretta di visitare uno specialista per scoprire il motivo che li ha provocati.

La vigilanza di solito si manifesta solo dopo che la malattia diventa attiva, difficile da curare, e i seguenti sintomi iniziano ad accompagnarlo:

  • un netto aumento dei linfonodi, del fegato e della milza, visibile a occhio nudo;
  • comparsa regolare di lividi marcati sulla pelle;
  • tendenza al verificarsi di emorragia interna gastrointestinale o urinaria, la comparsa di pesanti, che durano più di una settimana, le mestruazioni nelle donne.

Tutti questi sintomi ematologici indicano chiaramente che una persona può attivamente sviluppare il cancro del sangue, quindi, quando compaiono, è necessario visitare con urgenza uno specialista.

Stadio della malattia

Il tumore del sangue, come qualsiasi altra malattia, non si verifica immediatamente, ma attraversa diverse fasi del suo sviluppo.

Nella pratica clinica, si distinguono le seguenti fasi del tumore del sangue:

  1. Elementare. Questo stadio del cancro colpisce solo il tessuto emopoietico del midollo osseo ed è completamente asintomatico, pertanto viene rilevato molto raramente e molto spesso diventa un reperto casuale.
  2. Non piegato. La composizione del sangue inizia a cambiare, il che porta a una serie di sintomi specifici. Se la malattia viene rilevata in questa fase, la persona ha ancora possibilità di ottenere una remissione a lungo termine.
  3. Terminale. Lo stadio finale della malattia, accompagnato da cambiamenti così pronunciati nel tessuto ematopoietico e nel sangue periferico, che è impossibile non notare i sintomi provocati dal processo patologico. Molto spesso, il rilevamento della malattia avviene in questa fase, ma sfortunatamente per la maggior parte delle persone la lotta per la vita diventa impossibile a causa della trasformazione irreversibile delle cellule del sangue che si è verificata e della comparsa di lesioni secondarie maligne su molti organi interni.

Diagnosi di una malattia pericolosa

La base per l'assegnazione di una persona a studi specifici per rilevare il cancro sono i sintomi clinici del cancro del sangue che sono comparsi. Quanto prima il paziente si rivolge a uno specialista con lamentele sul cambiamento delle condizioni, maggiori sono le probabilità che la diagnosi di tumore del sangue sia tempestiva, il che dà la possibilità di una cura completa o di un lungo periodo di remissione.

Il tumore del sangue viene rilevato usando i seguenti test diagnostici:

  1. Esami del sangue di laboratorio per determinare il rapporto tra le cellule del sangue e la loro composizione quantitativa. Questo studio consente di diagnosticare presumibilmente il cancro del sangue.
  2. Analisi citogenetiche del sangue e della linfa, con l'aiuto delle quali gli esperti determinano la presenza di cromosomi atipici nel fluido biologico, che consente di chiarire il tipo di processo maligno.
  3. Puntura di midollo osseo e linfonodi. Questi test per il tumore del sangue possono identificare la malattia in base al tipo citogenetico e alle caratteristiche morfologiche. Tali test per il tumore del sangue offrono allo specialista l'opportunità di scegliere i farmaci giusti per la terapia antitumorale, dal momento che mostrano che l'oncopatologia è suscettibile agli agenti antitumorali.
  4. Mielogramma. Questo studio mostra il rapporto tra elementi sani e mutati. Quindi, un aumento del volume di cellule esplosive anormali nel flusso sanguigno dirà della presenza di cancro del sangue.

Trattamento dei tumori del sangue maligni

È piuttosto difficile liberare una persona dal processo oncologico che ha afflitto gli organi che formano il sangue, specialmente se è stato identificato nella fase di attivazione. Il trattamento del tumore del sangue è selezionato individualmente per ciascun paziente.

In genere, gli ematofonologi includono nel protocollo di trattamento le seguenti misure terapeutiche:

  1. La chemioterapia. Quando si prescrive un ciclo di trattamento con farmaci antitumorali, viene utilizzata una combinazione di 1-3 farmaci, selezionati in base alla natura del decorso del tumore del sangue e alle condizioni generali del paziente.
  2. Trapianto di midollo osseo accompagnato da chemioterapia. Questa tecnica terapeutica consente di curare completamente il tumore del sangue, ma sfortunatamente la sua attuazione non è sempre possibile e questa operazione è ostacolata non solo dal costo elevato e dalla difficoltà di trovare un donatore adatto, ma anche da indicazioni mediche inappropriate, nonché dagli anziani della maggior parte dei pazienti.

Vale la pena sapere! Il trattamento della leucemia acuta non termina dopo la chemioterapia o il trapianto di cellule esplosive. Al raggiungimento dello stato di remissione, il paziente sarà osservato da uno specialista per un lungo periodo di tempo. È questa osservazione dinamica che consente di rilevare tempestivamente l'insorgere della ricorrenza della malattia e adottare misure di emergenza per fermarlo.

Complicazioni del cancro del sangue

Disturbi anomali che si verificano nel sistema ematopoietico, portano a gravi complicazioni che possono manifestarsi in vari organi.

Il più delle volte nella pratica clinica degli ematofonologi sono stati trovati i seguenti effetti di questo tipo di cancro:

  • comparsa di singole o numerose lesioni secondarie maligne;
  • frequente, difficile da fermare, emorragia interna;
  • il verificarsi di processi necrotici.

Inoltre, il cancro del sangue sopprime l'immunità del paziente e il suo corpo diventa suscettibile a varie malattie infettive. Inoltre, il funzionamento anormale del sistema circolatorio, derivante da una diminuzione del numero di piastrine e globuli rossi, che accompagna sempre il tumore del sangue, porta allo sviluppo di anemia grave o trombocitopenia.

Prognosi per l'oncologia del sangue

L'aspettativa di vita delle persone con diagnosi di tumore del sangue è direttamente correlata alla categoria di età.

La seguente previsione è indicata nelle statistiche:

  • tra le persone anziane con questa malattia, la sopravvivenza a cinque anni è del 25%;
  • le persone di mezza età hanno una prognosi più favorevole: tra queste, oltre il 50% ottiene una remissione a lungo termine, che mantiene la qualità della vita;
  • giovani pazienti e bambini affetti da tumore del sangue, in quasi il 90% dei casi possono ottenere una guarigione completa.

Prevenzione dello sviluppo della condizione patologica

Pertanto, non esistono misure preventive per prevenire l'insorgenza di tumore del sangue. Salvare la vita è possibile solo con il rilevamento tempestivo della malattia, quindi per le persone a rischio, la diagnosi di screening del tumore del sangue è così importante. Ridurrà anche i rischi di sviluppare la condizione patologica e proteggere i tessuti ematopoietici da possibili mutazioni nel caso in cui tutte le cause che possono provocare il cancro del sangue siano escluse dalla vita di una persona, ma questo, purtroppo, non è sempre possibile, specialmente se le modifiche necessarie riguardano un professionista attività o residenze.

Video informativo: cos'è il tumore del sangue, quali sintomi lo accompagnano e quali metodi di trattamento vengono utilizzati?

Autore: Ivanov Alexander Andreevich, medico di famiglia (terapeuta), revisore medico.

In un paziente affetto da anemia, i medici hanno scoperto... il cancro del sangue

L'anemia può essere sia una malattia indipendente che un sintomo di molti disturbi gravi. Se la pelle diventa pallida, compaiono stanchezza e sonnolenza, si consiglia di consultare un medico e farsi esaminare.

Molti non hanno tracce di scottature estive, quindi è facile sospettare di anemia, in cui la pelle diventa bianca, come il gesso, a volte anche in apparenza. Come molte altre malattie, l'anemia può peggiorare in autunno, perché il corpo manca di vitamine.

"La maggior parte delle donne soffre di anemia da carenza di ferro quasi costantemente, perché ogni mese hanno una perdita di sangue durante le mestruazioni, inoltre, spesso mangiano e mangiano male", dice Alla Ganzyuk, medico di famiglia presso il Policlinico centrale del distretto di Podolsky a Kiev. - A un tasso di 120-140 emoglobina in loro, di regola, al limite più basso o perfino più in basso. Questo tipo di anemia si verifica a causa di sanguinamento cronico che si verifica nelle malattie del tratto gastrointestinale (ulcera gastrica e ulcera duodenale), nelle emorroidi e in coloro che assumono aspirina e altri anticoagulanti - farmaci che influenzano il sistema di coagulazione del sangue. L'anemia può svilupparsi con frequenti sanguinamenti nasali e di altro tipo.

Molte donne si lamentano di debolezza, stanchezza, sonno povero, vertigini, mancanza di respiro, palpitazioni cardiache, pelle secca, unghie fragili, perdita di capelli, un cambiamento nel gusto (voglio rosicchiare gesso, cereali crudi, chicchi di caffè). L'uomo ama l'odore della benzina, della calce. Questi possono essere manifestazioni di anemia - una malattia in cui il numero di globuli rossi - globuli rossi - è ridotto.

Esistono altri tipi di anemia associati a una carenza di acido folico, vitamina B12. Spesso l'anemia si verifica nelle malattie croniche. Per compensare la mancanza di vitamine, a volte una buona alimentazione non è sufficiente. Prima di tutto, è necessario regolare il lavoro del tratto gastrointestinale, perché è qui che i nutrienti necessari vengono assorbiti dal corpo, che quindi entra nel sangue.

È importante che il medico e il paziente scoprano che cosa ha causato lo sviluppo dell'anemia. A volte, l'anemia è un sintomo di gravi malattie del fegato, dei reni, delle vie biliari e persino del cancro. L'anemia può verificarsi con l'uso prolungato di farmaci antibatterici, nonché dopo l'intervento chirurgico.

Per sapere cosa sta succedendo nel corpo, dovresti fare un esame generale e biochimico del sangue e delle urine almeno una volta all'anno, così come controllare il livello di zucchero. Molte malattie nella fase iniziale non appaiono. Una volta un paziente venne da me che voleva ricevere aiuto per un viaggio in un sanatorio. Si sentiva bene, tranne che era un po 'pallido. Quest'uomo è un artista, ha sempre lavorato con colori molto tossici. Dopo il test, si è scoperto che aveva la leucemia - un tumore del sangue.

L'aumento della VES (velocità di eritrosedimentazione) può indicare un processo infiammatorio, così come il cancro. Se una persona ha avuto un'infezione virale, i suoi linfociti sono di solito più del normale. Con le malattie batteriche, aumenta il numero di leucociti. Importante e indicatore di eosinofili nel sangue. Nelle malattie allergiche e nelle invasioni da elminti, è elevato. A proposito, si è notato che molte persone con allergie e asma bronchiale hanno vermi. I parassiti possono anche causare anemia. Quindi vale anche la pena di testare i vermi e ottenere cure da loro, soprattutto perché in estate tutti mangiavano bacche fresche che sono difficili da lavare bene. Consiglio di assumere farmaci antielmintici due volte all'anno per la profilassi. Li bevo da solo e li do alle famiglie. Ma alcuni medici credono che sia meglio trattare con i vermi che sono stati identificati. Sfortunatamente, sbarazzarsi di alcuni parassiti non è facile. È molto difficile tirare fuori Giardia. I preparativi per la distruzione di questi protozoi sono così tossici da danneggiare seriamente il fegato. E Giardia sopravvive! Per il momento si calmano, danno di nuovo una ricaduta. Ecco perché si liberano di loro in più fasi.

- Come viene trattata l'anemia da carenza di ferro?

- Se il paziente non ha erosione o ulcere (stomaco, duodeno), vengono prescritti preparati di ferro. Tutto dipende dalla gravità dell'anemia. Il ferro deve accumularsi nel fegato, nella mucosa intestinale, nel midollo osseo, nella milza, quindi il trattamento dura solitamente 4-6 mesi. Con una lieve anemia, una buona alimentazione può essere sufficiente. Grano saraceno ricco di ferro, fegato, carne di manzo, barbabietole, carote. A proposito, le barbabietole sono utili sia per il sangue che per il fegato e le carote hanno proprietà antitumorali. È meglio mangiare crudo. Molti consigliano il melograno, ma contiene il cosiddetto ferro non eme, che è scarsamente assorbito. A proposito, questo microelemento è meglio assorbito, se lo si utilizza con la vitamina C. Sono ricchi di agrumi, ribes, mirtilli rossi. Ma i crauti sono particolarmente utili. Contiene batteri lattici, che hanno un effetto benefico sul lavoro dell'intestino, purificarlo. A proposito, i crauti aiutano a guarire le ferite, la mucosa degli organi interni. Se una persona ha una bassa acidità, può bere del succo, che dà il cavolo durante il fermento. Cetrioli utili e in salamoia In generale, il cibo salato non è così dannoso, a meno che, naturalmente, una persona non abbia problemi con i reni. Stimola il rilascio di enzimi, rendendo il cibo digeribile meglio. Ad esempio, lo yoga purifica il corpo con il sale. Pazienti durante il digiuno terapeutico bevanda salata - acqua molto salata. Il sale estrae tutti i cattivi dal corpo. Ma prima di essere trattato con esso, dovresti essere esaminato e consultare un medico.

- So che in caso di anemia, alcuni medici raccomandano il vino rosso.

- Il vino è una bevanda meravigliosa se la bevi un po 'e di tanto in tanto. Rafforza le pareti dei vasi sanguigni, può aumentare il livello di emoglobina. Ma alcune persone hanno una tendenza all'alcolismo e il medico non sa per chi una piccola dose di alcol può trasformarsi in un problema serio nel tempo. Ci sono stati casi in alcuni dei miei colleghi che dopo la prescrizione di vino da anemia, i pazienti sono tornati da loro... con la cirrosi epatica, sviluppata sullo sfondo dell'alcolismo. Quindi non consiglio questo tipo di trattamento.

Vegetarismo (?)

Carenza di ferro, anemia e cancro

In quei casi in cui l'apporto insufficiente di ferro nel corpo non influenza il livello di emoglobina nel sangue, è chiamato uno stato di carenza di ferro nascosto, se il contenuto di emoglobina in un uomo adulto diminuisce a 130 g / le nelle donne a 120 g / l, diagnosticare anemia da carenza di ferro (ci sono molti diversi tipi di anemia). Oltre alla diminuzione della concentrazione di ferro e di proteine ​​contenenti ferro nel plasma sanguigno, quest'ultima è spesso accompagnata da una diminuzione del numero di globuli rossi nel sangue, un cambiamento nella loro forma e dimensione. Anche l'indice di colore, che indica la deplezione di eritrociti dell'emoglobina (anemia ipocromica), diminuisce.

I segni clinici di anemia sono: debolezza, affaticamento, frequenti mal di testa, "mosche" volanti davanti agli occhi, specialmente quando c'è una brusca svolta della testa o un cambiamento nella posizione del corpo, una sensazione di intorpidimento degli arti. Il paziente è incline allo svenimento, con poco sforzo, palpitazioni e mancanza di respiro. L'appetito è ridotto, la nausea e la perversione del gusto sono possibili. Cambia aspetto. Non si può dire "sangue con latte" a una ragazza anemica, lei è "pallida, triste, silenziosa, come una foresta che fa paura", spesso irritabile e non dorme bene. La pelle può diventare itterica, è secca; i capelli sono opachi, fragili, cadono; sulle unghie, è possibile vedere rientranze a forma di croce e cucchiaio.

Non sempre l'aspetto del paziente è pienamente coerente con quello descritto, ma la mancanza di ferro, di regola, si manifesta con un declino generale della forza, una diminuzione della resistenza alla catarrale e ad altre malattie.

L'anemia si sviluppa in molti pazienti oncologici (R. Cox, 1983). Può verificarsi nella fase iniziale della malattia. Il suo grado non sempre corrisponde alla gravità della malattia, ma in pazienti con forme comuni di cancro si sviluppa solitamente anemia grave (A. P. Kashulina, 1985).

Gli oncologi ritengono che nelle persone anziane la comparsa di anemia sia sempre sospetta per il cancro. Pertanto, durante l'esame endoscopico preventivo di 1058 persone con anemia da carenza di ferro, 92 di loro sono stati diagnosticati con cancro. tratto gastrointestinale (N. Tzvetkov, 1988).

Le cause di anemia nel cancro sono diverse: compromissione dell'assorbimento di ferro e del suo metabolismo; perdita di sangue insignificante, ma cronica; violazione dell'assorbimento di rame, cobalto e vitamine coinvolti nella formazione del sangue; l'effetto inibitorio di un tumore maligno sul midollo osseo rosso; ridurre il contenuto di eritrociti nel sangue di pazienti oncologici (E. I. Slobozhanina, 1984) e ridurre la loro aspettativa di vita (A. P. Kashulina, 1985); una diminuzione della concentrazione di emoglobina nel sangue (Jako Takeshi, 1987) come risultato di un'interruzione della sua sintesi (W.T. Beck, 1982) o accelerazione della decomposizione (C. E. Meroke, 1981); l'uso dei globuli rossi come substrato nutritivo per il tumore (Jako Takeshi, 1987).

Tuttavia, anche nei casi di normale concentrazione di emoglobina nel sangue, i tessuti del carrier del tumore soffrono di carenza di ossigeno a causa del fatto che la capacità dell'emoglobina di legare l'ossigeno e di darlo ai tessuti è compromessa (R.Manz, 1983). Questo è il risultato di cambiamenti nella struttura dell'emoglobina con la crescita di neoplasie maligne (B. P. Komov, 1974).

Nei pazienti oncologici, la carenza di ferro latente o apparente è costantemente riscontrata (J. Luez, 1974). È particolarmente pronunciato nei casi di metastasi del tumore, e inoltre, più lontano dal fuoco principale delle metastasi sono localizzati (A. Griffin, 1965).

Il primo segno di cancro gastrointestinale potrebbe essere l'anemia. Nel cancro gastrico, il contenuto di ferro può diminuire già nelle fasi iniziali della malattia. Una diminuzione della sua concentrazione si nota nella gastrite cronica anacida - malattia gastrica precancerosa (I. V. Kasyanenko, 1972), ulcera gastrica con bassa acidità di succo gastrico e nella poliposi intestinale (G. L. Alexandrovich, 1964). Dopo il successo del trattamento delle malattie dello stomaco, il contenuto di ferro è normalmente normalizzato. Ma se, a causa di un danno tumorale significativo, questo organo è stato rimosso completamente, quindi dopo due anni le riserve di ferro non vengono ripristinate (Esko Hani, 1985).

Cosa spiega la carenza di ferro nei pazienti oncologici?

Ahimè, non è solo una dieta non compensata per il ferro.

1. Nei pazienti con tumori o malattie associate del tratto gastrointestinale, l'assorbimento del ferro è difficile, soprattutto se l'acidità del succo gastrico è bassa.

2. Il trasporto di ferro da sangue e la sua consegna a tessuti è disturbato. È stato stabilito, per esempio, che la transferrina ematica con la crescita di neoplasie maligne è meno satura di ghiandola (V. Ye. Tkach, 1973; T. Navarov, 1979), specialmente nel cancro al seno.

3. È difficile rimuovere il ferro dai luoghi di deposito (il fegato e la milza delle persone morte per cancro sono spesso sovraccarichi di ferro; A. M. 3izum, 1964).

4. Il ferro viene assorbito dalle cellule tumorali (V. M. Aristarkhov, 1974). "Ritirano" attivamente dal sangue il TRANSFERRIN che trasporta ferro. Il suo sequestro è maggiore, maggiore è la massa del tumore stesso e più è maligna (E. Aulbert, 1990). Perché sta succedendo questo? Dopo tutto, la respirazione del tessuto - il principale consumatore di ferro nella cellula - è debole nelle cellule tumorali! Le cellule maligne sembrano essere mascherate dal sistema immunitario usando transferrina. Le cellule tumorali accumulano la ferritina (una proteina che deposita il ferro), e talvolta in quantità tali (ad esempio nelle cellule del cancro al seno) che può svolgere il ruolo di un marcatore, vale a dire. può essere usato per distinguere le lesioni maligne del seno da quelle benigne (E. D. Weinberg, 1981).

Un eccesso di ferro interferisce con la protezione del corpo contro le cellule maligne, ma il suo fallimento è anche dannoso. L'anemia da carenza di ferro predispone allo sviluppo del cancro.

Riferendosi agli esperimenti sugli animali. Nei ratti con carenza di ferro a poppa, i tumori apparivano più spesso, e i tumori inoculati avevano una massa particolarmente grande rispetto agli animali che erano "sovraccaricati" di ferro (J. Kaibe, 1969). La carenza di ferro ha aumentato la "resa" dei tumori maligni nei ratti che sono stati iniettati con carcinogeno che causa il cancro al fegato (H. Yarnashita, 1980).

Cosa ha una persona? Di interesse sono i dati degli studi epidemiologici condotti in Colombia (S. Broitman, 1981). Questo paese occupa uno dei primi posti al mondo in termini di frequenza del cancro allo stomaco. L'esame gastroscopico dei suoi residenti che soffrono di gastrite con bassa acidità, ha mostrato che molti di essi mostrano cambiamenti caratteristici nella mucosa gastrica, che sono caratteristici dello stato di carenza di ferro, che sono considerati precancerosi. È anche importante che con una bassa acidità nello stomaco aumenti la formazione di nitrosammine cancerogene. Questi risultati suggeriscono la necessità di trattare l'anemia da carenza di ferro, poiché precedono l'insorgenza del cancro gastrico (S. Broitman, 1981). Inoltre, l'anemia da carenza di ferro cronica riduce l'immunità antitumorale.

Appoggiamo l'opinione degli oncologi tedeschi (R.S. Tandon, 1989), che credono che il cancro sia il risultato di disturbi nel corpo causati da una violazione del metabolismo del ferro e della sua carenza. Dopo tutto, il ferro è la parte attiva degli enzimi respiratori, e con la sua mancanza di tessuto, letteralmente soffocano, poiché non possono assorbire l'ossigeno. Per sopravvivere, molti di loro sono costretti a spostarsi sul sentiero dannoso della produzione di energia priva di ossigeno (anaerobica), che, sebbene in una certa misura, copre i costi energetici. E questo predispone allo sviluppo del cancro. È interessante notare che, nei topi delle linee ad alta corsia, il metabolismo energetico si sposta verso l'anaerobiosi, mentre negli animali che non sono predisposti allo sviluppo del cancro prevale il percorso aerobico (con ossigeno) della produzione di energia.

La carenza di ferro può essere curata aumentando la proporzione di cibi ricchi di ferro nella dieta (vedi Tabella 16). Per il trattamento dell'anemia da carenza di ferro, una dieta e l'acqua minerale ghiandolare non sono sufficienti. È necessario in aggiunta a una dieta proteica completa assumere integratori di ferro.

Malattie da eccesso di apporto di ferro dal cibo o assunzione di ferro per bocca (e non per iniezione) non sono state stabilite, ma alcune medicine di ferro possono causare nausea, diarrea, mal di testa ed eruzioni cutanee. In questo caso, vengono sostituiti. La somministrazione intramuscolare di preparati di ferro (così come la trasfusione di sangue) può portare a una saturazione del corpo con il ferro, poiché è molto scarsamente espulsa. L'eccesso di ferro, depositato nel fegato e in altri organi, causa il loro danno (emosiderosi).

Ricorda che la mancanza di ferro nel corpo porta sempre a un disturbo di salute.

Anemia da cancro: segni, trattamento e foto

Anemia in oncologia

Molti malati di cancro come risultato sia dello sviluppo del cancro stesso che del suo trattamento possono sviluppare anemia, correlata a una varietà di effetti collaterali.

L'anemia è caratterizzata da livelli anormalmente bassi di globuli rossi (globuli rossi). I globuli rossi contengono l'emoglobina (proteina di ferro), che trasporta l'ossigeno in tutte le parti del corpo.

Se il livello dei globuli rossi è troppo basso, le parti del corpo non ricevono abbastanza ossigeno e non possono funzionare correttamente.

Poiché consideriamo la malattia del cancro, è opportuno ricordare che le cellule maligne non possono vivere in un ambiente con un buon apporto di ossigeno. Ciò significa che l'anemia contribuisce direttamente a creare condizioni migliori per la crescita delle cellule tumorali, riducendo l'apporto di ossigeno alle cellule.

La maggior parte delle persone con anemia si sente stanca o debole. L'affaticamento associato all'anemia può compromettere seriamente la qualità della vita e rendere più difficile per i pazienti affrontare il cancro e curare gli effetti collaterali. L'anemia si verifica nei pazienti con cancro, in particolare quelli che ricevono la chemioterapia.

cause di

  • Alcuni farmaci chemioterapici possono causare danni al midollo osseo, impedendo la sua capacità di produrre abbastanza globuli rossi.
  • Alcuni tipi di cancro che colpiscono direttamente il midollo osseo (compresa la leucemia o il linfoma) o tipi di tumore che metastatizzano fino all'osso (come il cancro al seno o ai polmoni) possono spostare le normali cellule del midollo osseo.
  • I farmaci chemioterapici contenenti composti di platino (ad esempio, cisplatino [Platinol] e carboplatino [Paraplatino]) possono ferire i reni, riducendo la produzione di eritropoietina.
  • La radioterapia a grandi aree del corpo o delle ossa del bacino, delle gambe, del torace o dell'addome può causare danni al midollo osseo.
  • Nausea, vomito, perdita di appetito possono causare carenze nutrizionali necessarie per la produzione di globuli rossi, tra cui ferro, vitamina B12 e acido folico.
  • Sanguinamento, a causa di un intervento chirurgico o di tumori che causano sanguinamento interno, può portare ad anemia se i globuli rossi si perdono più velocemente di quanto siano fatti.
  • La risposta del sistema immunitario del corpo allo sviluppo delle cellule tumorali può anche portare all'anemia, chiamata anemia delle malattie croniche.

Segni e sintomi

Le persone con anemia possono manifestare alcuni di questi sintomi:

• Affaticamento o debolezza estrema • Debolezza muscolare • Battito cardiaco accelerato o irregolare e talvolta dolore toracico • Respirazione difficoltosa o mancanza di fiato • Vertigini o svenimento • Pallore (pelle pallida o labbra) • Mal di testa • Concentrazione di difficoltà • Insonnia • Difficoltà a mantenere caldo

Trattamento dell'anemia in oncologia

Se l'anemia inizia a mostrare sintomi, possono essere necessarie trasfusioni di globuli rossi. Alcune persone con anemia causata dalla chemioterapia possono essere trattate con epoetina alfa (Epogen o Procrit) o ​​darbepoetin alfa (Aranesp).

Questi farmaci sono forme di eritropoietina, che vengono prodotte in laboratorio e lavorano emettendo segnali di controllo al midollo osseo per aumentare la produzione di globuli rossi. Entrambi sono amministrati come una serie di iniezioni, il cui ritorno può avvenire in un periodo di fino a quattro settimane.

Se l'anemia è causata da una carenza nutrizionale, possono essere prescritte compresse di ferro o compresse di acido folico o vitamina B12.

Mangiare cibi ad alto contenuto di ferro (come carne rossa, fagioli secchi o frutta, mandorle, broccoli e pane e cereali fortificati) o acido folico (come pane e cereali fortificati, asparagi, broccoli, spinaci e fagioli possono anche aiutare. ).

Anemia con cancro

I tumori sono uno dei processi patologici più gravi, sia in termini di decorso della malattia e della terapia necessaria, sia in termini di prognosi per la vita. Per molto tempo si è creduto che solo il risultato fosse importante - la vittoria su una malattia pericolosa per la vita.

E la qualità della vita nel processo di lotta per questa vittoria è rimasta in gran parte nella ridistribuzione dell'attenzione degli approcci terapeutici standard.

Allo stato attuale, è ovvio che l'assistenza in tali situazioni non dovrebbe concentrarsi solo sul risultato, ma anche per preservare la massima qualità di vita possibile durante il processo di trattamento.

È sicuro dire che la maggior parte dei malati di cancro nelle prime fasi del processo tumorale può presentare lamentele generali che non sono specifiche per una particolare malattia. E il più spesso tali reclami sono caratteristici di anemia.

La loro individuazione tempestiva, una diagnosi adeguata e un trattamento efficace non solo possono migliorare il benessere del paziente e la tolleranza della terapia antitumorale necessaria, ma spesso anche salvare vite umane, perché l'anemia è un fattore nella scarsa previsione dell'aspettativa di vita per la maggior parte dei tumori.

La riduzione dell'emoglobina nei pazienti oncologici può essere causata dalla presenza del tumore stesso o essere una conseguenza della terapia.

La causa più comune di anemia è solitamente una carenza di ferro e vitamine, inoltre, la causa potrebbe essere il danno al processo del tumore del midollo osseo e il sanguinamento ricorrente.

La terapia, condotta con il cancro, può sopprimere in modo reversibile la formazione del sangue, che si manifesta nella riduzione di tutte le cellule del sangue, compresi gli eritrociti e l'emoglobina.

Può anche avere un effetto tossico sui reni che producono eritropoietina - una sostanza che regola la produzione di globuli rossi. Più spesso di altri, l'anemia viene rilevata nel cancro ai polmoni e nei tumori del sistema riproduttivo femminile. In generale, fino al 50% dei pazienti con malattie oncologiche soffre di anemia e la sua frequenza aumenta con l'aumento del numero di cicli di chemioterapia o radioterapia.

Nelle malattie ematologiche come la leucemia, i linfomi, la sindrome mielodisplastica, l'anemia è presente nella stragrande maggioranza dei pazienti e la sua gravità è solitamente più elevata rispetto ai tumori solidi.

Non dobbiamo dimenticare che tutti i tipi esistenti di anemia possono essere rilevati nei pazienti oncologici, quindi la diagnosi di anemia dovrebbe essere standard e non differire da quella svolta in altri gruppi, vale a dire

in base alle caratteristiche morfologiche degli eritrociti, alla presenza di segni di emolisi (aumento della bilirubina libera e lattato deidrogenasi), indicatori del metabolismo del ferro (ferritina, ferro, transferrina).

Dalle peculiarità - è necessario tenere conto del volume e della mielotossicità del trattamento speciale effettuato e, se si sospetta una patologia della formazione del sangue, eseguire uno studio sul midollo osseo.

È anche importante valutare la probabilità di emorragia interna, principalmente dal tratto gastrointestinale (esami endoscopici) e dalla funzione renale (nell'insufficienza renale, una diminuzione dell'eritropoietina nel sangue e, di conseguenza, è probabile l'anemia).

I pazienti con malattie linfoproliferative spesso sviluppano anemia emolitica autoimmune, quindi è anche necessario un test di Coombs per chiarire la genesi dell'anemia.

Tuttavia, la carenza di ferro è anche la causa più comune di anemia nei pazienti oncologici.

È importante notare che a causa della frequente diminuzione profonda dell'emoglobina e della necessità di un suo rapido recupero, ancora uno degli approcci terapeutici più comuni in questo gruppo di pazienti rimane la trasfusione di massa di eritrociti. Questo approccio non è efficace, t.

Il recupero dell'emoglobina è temporaneo e, cosa più importante, non è sicuro perché le trasfusioni possono portare a reazioni emolitiche, lesioni trasfusionali dei polmoni, infezioni, incluso lo sviluppo di un processo settico fatale o infezione da epatite virale, HIV e altri virus.

Pertanto, l'obiettivo principale del trattamento dell'anemia nei pazienti oncologici consiste nel raggiungere numeri di emoglobina vicini al normale (120 g / l) e prevenire le trasfusioni con l'anemia attesa. Questo è estremamente importante, sia per la qualità della vita dei pazienti, sia per l'efficacia del trattamento della malattia di base.

Quali approcci terapeutici sono usati per trattare l'anemia in pazienti oncologici? Sfortunatamente, a causa delle peculiarità del metabolismo del ferro nella maggior parte dei pazienti con malattie oncologiche, la terapia con i più comuni supplementi di ferro per via orale è inefficace.

Fino a poco tempo fa, solo l'uso di preparati di ferro per la somministrazione endovenosa in combinazione con preparazioni di eritropoietina era considerato efficace. Ma la somministrazione endovenosa di preparati di ferro è spesso accompagnata da pronunciate reazioni di ipersensibilità, che limita significativamente le possibilità di trattamento e spesso la rende incompleta.

Tuttavia, è emerso un approccio terapeutico alternativo, particolarmente efficace nei casi in cui l'anemia da carenza di ferro è stata rilevata nelle fasi iniziali senza una diminuzione profonda dell'emoglobina: questo è l'uso di una forma liposomiale di ferro (Sideral Forte) in combinazione con eritropoietina.

Secondo studi europei, questa terapia consente fino a 8 settimane di ottenere risultati paragonabili a quelli ottenuti utilizzando forme di ferro per via endovenosa. Solo la praticità, la portabilità e la sicurezza sono molto più elevate.

Pertanto, il compito principale della terapia del cancro non è solo l'eliminazione del grave processo potenzialmente letale, ma anche la conservazione della buona qualità della vita del paziente.

La diagnosi tempestiva e il trattamento efficace dei cambiamenti concomitanti che possono peggiorare significativamente la condizione dei pazienti, nonché influenzare l'efficacia del trattamento in generale, è una parte necessaria della terapia.

L'anemia è il più comune di tali cambiamenti, quindi, nel trattamento di qualsiasi tipo di cancro, la sua correzione efficace e sicura è molto importante.

Maria Vinogradova, ematologa, capo del Dipartimento di Ematologia riproduttiva e emostasiologia clinica Acad. V.I. Kulakova, Ph.D.

Sintomi e trattamento dell'anemia in vari tipi di cancro

Condividi l'articolo nei social network:

Gli eritrociti nell'uomo sono prodotti dal midollo osseo e l'ormone renale eritropoietina informa il corpo della loro carenza e stimola la produzione di nuove cellule. L'anemia può verificarsi con il cancro o trattarlo per i seguenti motivi:

  1. Alcuni agenti chemioterapici danneggiano il midollo osseo, che, dopo il danno, non è in grado di produrre abbastanza globuli rossi.
  2. Alcuni tipi di tumore hanno un effetto diretto sul midollo osseo (linfoma e leucemia) e metastatizzano anche all'osso (per cancro al seno o ai polmoni), spostando la sostanza sana del midollo osseo.
  3. I farmaci chemioterapici a base di composti del platino danneggiano i reni, interrompendo la sintesi dell'eritropoietina.
  4. Basso appetito e vomito causano una mancanza di nutrienti per la formazione di globuli rossi, che comprendono ferro, acido folico e vit. B12.
  5. Emorragia interna in una neoplasia maligna o operazione porta ad anemia se la perdita di globuli rossi si verifica più rapidamente rispetto alla produzione.
  6. L'anemia è a volte causata dalla risposta dell'immunità di una persona allo sviluppo di un cancro ed è considerata un'anemia di malattie croniche.

Caratteristiche del decorso della malattia in vari tipi di cancro

L'anemia si verifica quando un indice di emoglobina è basso, quando una diminuzione della quantità di questa proteina nel sangue compromette il trasporto dell'ossigeno a cellule e tessuti, il che comporta una diminuzione generale del tono.

Un forte grado di anemia inibisce il corpo così tanto da escludere la possibilità di sedute regolari di chemioterapia. Questa condizione non è indipendente, ma è un sintomo di un'altra patologia.

L'anemia nel carcinoma intestinale, l'anemia nel cancro al seno, l'anemia nel cancro alla prostata o qualsiasi altra forma di cancro derivano per loro cause standard, il principale dei quali è la mancanza di elementi per la formazione del sangue o l'inibizione degli organi che formano il sangue. Il medico prende necessariamente in considerazione la posizione e lo sviluppo del tumore, così come il grado di anemia, e quindi decide sulla nomina di alcune misure terapeutiche.

trattamento

L'indice di emoglobina normale negli uomini è 140, e nelle femmine 120 e unità superiori.

L'anemia nel cancro si verifica nel 60% dei pazienti, riducendo il desiderio di sconfiggere la malattia, riducendo la probabilità di recupero e riducendo la vita.

Per eliminare questo fattore dannoso, è stato sviluppato uno speciale trattamento dell'anemia nei pazienti oncologici, consistente in procedure terapeutiche e correzioni nutrizionali.

La bassa emoglobina nei pazienti oncologici viene efficacemente corretta con metodi tradizionali, che includono:

  1. Iniezioni di eritropoietina (naturale o sintetica) che stimolano la formazione del sangue e aumentano il numero totale di globuli rossi (Recormon, Eritropoietina, Epostim e altri).
  2. Trasfusione eritrocitaria, ottenuta dal sangue dei donatori mediante centrifugazione. Di conseguenza, un'alta dose di emoglobina appare nel sangue.
  3. Iniezioni di farmaci contenenti ferro che compensano la mancanza di oligoelementi e completano l'introduzione dell'eritropoietina.

Trasfusione di sangue

La trasfusione di eritrociti, che viene preparata solo in ambito ospedaliero, si è diffusa nel trattamento dell'anemia sullo sfondo dell'oncologia.

Con l'anemia, la procedura è più efficace rispetto all'utilizzo di sangue intero per questo, poiché il numero necessario di globuli rossi senza i prodotti della distruzione cellulare, i citrati e gli antigeni si trovano in un piccolo volume.

In caso di anemia grave, la procedura non ha indicazioni assolute.

Ma c'è un elenco di patologie e condizioni quando l'infusione di globuli rossi è relativamente controindicata. Le indicazioni per la trasfusione in oncologia e la sua frequenza sono determinate dal medico curante dopo aver analizzato dati clinici e test di laboratorio. In questo caso, l'approccio standard a questa procedura non esiste, dal momento che ogni tipo di cancro ha le sue caratteristiche.

cibo

L'anemia nei pazienti oncologici non può essere eliminata con successo senza l'uso di una dieta sana, che svolge un importante ruolo di supporto, agendo in generale rafforzando tutto il corpo. La dieta dovrebbe contenere i seguenti componenti:

  • Acqua. Viene consumato in quantità di circa 2 l / giorno, essendo un solvente naturale nel corso dei processi biochimici. Il suo svantaggio renderà il resto degli sforzi inefficace.
  • Alimenti ricchi di ferro Questi sono piselli, lenticchie, pistacchi, fegato, spinaci. Dai cereali - farina d'avena, grano saraceno, orzo, grano, ma anche mais, arachidi e altre culture comuni.
  • Prodotti contenenti una grande quantità di vit. C, B12 e folato. Questi sono cinorrodi, peperone rosso dolce, ribes, olivello spinoso, verdi.

Rimedi popolari

L'anemia viene corretta meglio se l'emoglobina molto bassa nel cancro viene trattata non solo con metodi tradizionali, ma anche con metodi popolari. I seguenti rimedi popolari portano risultati eccellenti:

  • Dente di leone officinalis. Il brodo stimola l'appetito e ha un effetto positivo sul processo digestivo. Preparato da due cucchiaini di radice essiccata, infuso per 6 ore in un bicchiere di acqua fredda. Prendi mezzo bicchiere 4 volte al giorno.
  • Il ravanello è nero. Effetto positivo su tutto il corpo. Per fare questo, entro un mese, il prodotto nella forma strofinata viene aggiunto alle insalate, e per migliorare l'efficienza, vengono anche aggiunti fino a 30 pezzi. semi di senape
  • Wormwood amaro. Un flacone da tre litri viene riempito con materia prima asciutta, versato con alcool al 40% e infuso per 3 settimane senza luce. Accettato per 1 goccia, diluito in un ditale di acqua per 3 settimane, seguito da una pausa di 2 settimane.
  • Marsh calamo La radice, che può causare l'appetito, viene tritata finemente e 0,5 litri vengono versati in un cucchiaio. acqua bollente, quindi bollire per 10 minuti. Brodo prendere un bicchiere 2 volte al giorno.
  • Rosa canina. Attiva i processi metabolici nel corpo, è ricco di vitamina C. Un decotto viene preparato da 2 cucchiaini. frutta e bicchieri di acqua bollente. Bere 3 volte al giorno dopo i pasti.

Ci sono anche preparati a base di erbe che migliorano il metabolismo, che vengono preparati facendo fermentare porzioni uguali di materie prime secche, composte da foglie di ortica, betulla, fireweed, fiori di grano saraceno. Brew 3 cucchiai. l. miscela di 0,5 litri. acqua. Bere mezzo bicchiere per 20 minuti. prima di mangiare Il corso di ammissione è di 8 settimane.

L'anemia è una condizione pericolosa che, in presenza di oncologia, aggrava significativamente il suo corso. Mentre riportiamo il livello di emoglobina alla normalità, sono necessarie una sequenza di azioni e l'implementazione delle raccomandazioni del medico curante.

Scoprire la causa dell'anemia in un paziente oncologico fornirà una base per prescrivere il metodo corretto di trattamento, e una combinazione di terapia tradizionale e rimedi popolari fornirà il massimo effetto terapeutico dalle misure adottate.

Condividi l'articolo nei social network:

Trattamento dell'anemia

Per questa malattia è caratterizzata da una concentrazione anormalmente bassa di globuli rossi. Gli eritrociti contengono essi stessi emoglobina che trasporta l'ossigeno in varie parti del corpo. Con un contenuto ridotto di globuli rossi, si verifica una carenza di ossigeno e varie parti del corpo cessano di funzionare normalmente.

L'anemia (in realtà una diminuzione della concentrazione di emoglobina) viene rilevata nel 58,7% dei pazienti. La oncoanemia è calcolata dal livello di saturazione di ossigeno del sangue, che scende a 12 g / dl e al di sotto. Questa condizione è presente in alcuni pazienti oncologici sottoposti a un ciclo chemioterapico.

La mancanza di ossigeno nel sistema circolatorio influisce negativamente sulle condizioni generali di una persona, peggiorando la prognosi.

Cause di

I globuli rossi sono prodotti nel midollo osseo. Un ormone chiamato eritropoietina, prodotto dai reni, informa il corpo della necessità di aumentare la concentrazione dei globuli rossi.

L'oncologia e il suo trattamento possono causare una diminuzione della concentrazione di emoglobina in vari modi: • alcune sostanze chimiche possono danneggiare il midollo osseo, che ha un effetto dannoso sulla produzione di globuli rossi; • alcuni tipi di cancro che colpiscono direttamente il midollo osseo o quei tipi di tumore che si metastatizzano all'interno delle ossa, sono in grado di spostare i normali componenti cellulari del midollo osseo; • le sostanze chimiche contenenti composti di platino (ad esempio il cisplatino) possono danneggiare i reni, riducendo la produzione di eritropoietina; • il trattamento con radiazioni di ampie aree del corpo o delle ossa del bacino, delle gambe, dello sterno e dell'addome può danneggiare gravemente il midollo osseo; • nausea, vomito accompagnatorio, perdita di appetito possono provocare carenza di componenti nutrizionali necessari per la produzione di globuli rossi (in particolare, mancano acido folico e vitamina B12);

• La risposta immunitaria alla progressione delle cellule tumorali può anche portare a una diminuzione dell'emoglobina.

Diagnosticare la patologia in esame

Il trattamento dell'anemia inizia con un esame emocromocitometrico completo; inoltre, viene eseguito un esame del sangue biochimico. Con l'emoglobina normale, viene diagnosticata l'assenza della malattia. A velocità inferiori a 70 g / l, sono necessari il ricovero in ospedale e le successive trasfusioni di globuli rossi.

Se l'emoglobina scende troppo, anche le persone con tumore di 3-4 stadi sono ospedalizzate. Qualche volta i dottori si rifiutano di ospedalizzare. In tali situazioni, è necessario dimostrare la perseveranza, perché la trasfusione deve essere effettuata su base obbligatoria.

Se il livello di emoglobina è superiore a 70 g / l, tuttavia, al di sotto della norma, è necessario osservare i valori MCV nei risultati del test del sangue biochimico. Quindi sarà possibile determinare il tipo di patologia anemica. Sulla base del volume medio di globuli rossi, si può capire se ciò sia dovuto alla mancanza di ferro.

• MCV inferiore a 80 piedi è una forma microcitica di anemia dovuta a carenza di ferro. • L'MCV è nel range di 80-100 piedi - questo è il normocitico (qui possiamo parlare del suo tipo aplastico, emolitico o emoglobinopatico).

• MCV superiore a 100 piedi è macrocitico a causa della mancanza di acido folico, vitamina B12 e carenza nutrizionale.

I primi sintomi di oncoanemia

Gli indicatori primari del difetto considerato sono lo sbiancamento brusco della pelle e la funzionalità compromessa del sistema digestivo. La maggior parte dei pazienti perde l'appetito; soffrono di costante nausea. Lo sviluppo del cancro è accompagnato da un deterioramento graduale.

C'è un malessere sistematico, debolezza nei muscoli, affaticamento accelerato, perdita di capacità lavorative passate. L'esame quantitativo del sistema circolatorio deve essere effettuato durante il trattamento dell'anemia un certo numero di volte.

Quindi, viene valutata la dinamica della progressione oncopatologica.

Trattamento dell'anemia in pazienti oncologici

Il principale vantaggio della somministrazione endovenosa di farmaci eritrocitari è il rapido recupero della concentrazione ottimale di emoglobina. Tuttavia, questo approccio fornisce un effetto a breve termine.

Se la patologia inizia a mostrare sintomi, può essere necessaria una trasfusione di sangue contenente un numero sufficiente di globuli rossi. Alcune persone con bassa emoglobina, causate da "chimica", possono essere trattate con epoetina alfa o darbepoetin alfa.

Queste medicine sono forme di eritropoietina, prodotte in condizioni di laboratorio. Segnalano al midollo osseo che è necessario aumentare la produzione di globuli rossi. Per eliminare la carenza di ferro, questi medicinali devono essere combinati con iniezioni endovenose di prodotti contenenti ferro.

Secondo le statistiche, nel 45% dei casi si ottiene un buon risultato grazie a una combinazione di eritropoietina e ferro. A volte puoi anche cavartela con l'uso di preparazioni di ferro.

Eritropoietina in terapia palliativa

Nelle prime fasi del trattamento dell'anemia, viene prescritto il dosaggio completo del farmaco. Se durante il mese di tale trattamento la concentrazione di emoglobina aumenta di 10 g / l, il dosaggio si riduce di un quarto.

Se la concentrazione di emoglobina aumenta di 20 g / l (o più) nello stesso periodo di tempo, il dosaggio si riduce della metà. Se la concentrazione di emoglobina supera i 130 g / l, il decorso dell'eritropoietina viene temporaneamente interrotto (fino a quando il livello scende a 120 g / l).

Successivamente, il corso riprende, ma il dosaggio iniziale è già ridotto di un quarto.

Se l'utilizzo mensile di tale strumento non ha avuto successo, il dosaggio viene aumentato (tuttavia, deve necessariamente rientrare nei limiti massimi consentiti).

Se una goccia di emoglobina ha provocato una carenza nutrizionale, possono essere somministrate compresse di ferro. Inoltre, possono essere prescritte compresse di vitamina B12 e acido folico.

Un grande aiuto nel trattamento dell'anemia può avere un pasto contenente una solida dose di ferro (carne rossa, alcune colture di frutta, mandorle).

Pericolo e conseguenze

I medici ritengono che una diminuzione della concentrazione di emoglobina accompagni tutta l'oncopatologia. La carenza di globuli rossi è pericolosa perché può sviluppare la carenza di ossigeno di tutti i componenti del tessuto. Inoltre, la presenza di un tale difetto complica il decorso della terapia chemio-radiante.

Le conseguenze della patologia dipendono dallo stadio della diagnosi primaria del cancro. Il deficit di eritrociti, rilevato nelle prime fasi, di solito ha una prognosi positiva.

L'esito favorevole è dovuto alle alte probabilità di una cura al 100% per l'anemia.

La oncoanemia con prognosi infausta è solitamente presente nelle persone con cancro che hanno stadio 3-4, causando intossicazione, metastasi e morte.

Anemia - sintomi, cause, tipi, trattamento e prevenzione dell'anemia

Buona giornata, cari lettori!

In questo articolo parleremo con te dell'anemia e di tutto ciò che è connesso con loro. Quindi...

Cos'è l'anemia?

Anemia (anemia) è una condizione speciale caratterizzata da una diminuzione del numero di globuli rossi e di emoglobina nel sangue.

Le anemie non sono prevalentemente una malattia, ma un gruppo di sindromi cliniche ed ematologiche associate a varie condizioni patologiche e varie malattie indipendenti. L'eccezione è l'anemia da carenza di ferro, che è dovuta principalmente alla mancanza di ferro nel corpo.

Le cause più comuni di anemia sono il sanguinamento, la carenza di vitamina B9, B12, carenza di ferro, aumento dell'emolisi e aplasia del midollo osseo.

Su questa base, si può notare che l'anemia è principalmente osservata nelle donne con mestruazioni pesanti, nelle persone che seguono diete severe, così come le persone con malattie croniche come il cancro, le emorroidi, le ulcere gastriche e duodenali.

I principali sintomi dell'anemia sono affaticamento, vertigini, mancanza di respiro con sforzo fisico, tachicardia, pallore della pelle e mucose visibili.

L'essenza del trattamento dell'anemia e della sua prevenzione è principalmente nell'assunzione aggiuntiva di sostanze mancanti nel corpo, che sono coinvolte nella sintesi dei globuli rossi e dell'emoglobina.

Sviluppo di anemia

Prima di considerare i principali meccanismi per lo sviluppo dell'anemia, esaminiamo brevemente alcuni termini associati a questa condizione.

Gli eritrociti (globuli rossi) sono piccole cellule elastiche circolanti nel sangue, rotonde, ma allo stesso tempo biconcave, con un diametro di 7-10 micron.

La formazione di globuli rossi si verifica nel midollo osseo della colonna vertebrale, del cranio e delle costole, in una quantità di circa 2,4 milioni ogni secondo.

La funzione principale degli eritrociti è lo scambio di gas, che consiste nella somministrazione di ossigeno dai polmoni a tutti gli altri tessuti del corpo, così come il trasporto inverso del biossido di carbonio (anidride carbonica - CO2).

L'emoglobina è una complessa proteina contenente ferro presente nei globuli rossi.

L'emoglobina si combina con l'ossigeno, è trasportata dai globuli rossi attraverso il sangue dai polmoni a tutti gli altri tessuti, organi, sistemi e dopo il trasferimento di ossigeno, l'emoglobina è legata al biossido di carbonio (CO2) e la trasporta nei polmoni.

A causa delle caratteristiche strutturali dell'emoglobina, la mancanza di ferro nel corpo interrompe direttamente la funzione del normale apporto di ossigeno all'organismo, senza il quale si sviluppano numerose condizioni patologiche.

Come probabilmente avete già intuito, cari lettori, lo scambio di gas è possibile solo attraverso l'uso simultaneo dei globuli rossi e dell'emoglobina in questo processo.

Di seguito sono riportati gli indicatori dei normali globuli rossi e dell'emoglobina nel sangue:

I medici notano i seguenti meccanismi per lo sviluppo dell'anemia:

Violazione della formazione dei globuli rossi e dell'emoglobina - si manifesta con una carenza di ferro nel corpo, acido folico, vitamina B12, malattie del midollo osseo, assenza di una parte dello stomaco, eccesso di vitamina C, perché l'acido ascorbico in grandi dosi blocca l'azione della vitamina B12.

La perdita di globuli rossi e di emoglobina - è dovuta a sanguinamento acuto in lesioni e interventi chirurgici, periodi mestruali pesanti nelle donne, sanguinamento cronico in alcune malattie interne dell'apparato digerente (ulcere, ecc.).

La distruzione accelerata dei globuli rossi, la cui aspettativa di vita è compresa tra 100 e 120 giorni, si verifica quando i globuli rossi sono esposti a veleni emolitici, piombo, aceto, alcuni farmaci (sulfonamidi) e in alcune malattie (emoglobinopatia, leucemia linfatica, cancro, cirrosi fegato).

Diffusione di anemia

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'anemia è presente in una parte significativa della popolazione mondiale - circa 1,8 miliardi di persone, la maggior parte delle quali sono donne, dovuto alle peculiarità del corpo femminile durante il periodo della gravidanza.

Di particolare difficoltà con la diagnosi tempestiva e la differenziazione di anemia sono un gran numero di fattori provocatori e diversi meccanismi per lo sviluppo di anemia.

Anemia - ICD

ICD-10: D50 - D89.

Sintomi di anemia

I sintomi dell'anemia dipendono in gran parte dal tipo di anemia, ma i sintomi principali sono:

  • Affaticamento, debolezza generale, aumento della sonnolenza;
  • Diminuzione dell'attività mentale, difficoltà di concentrazione;
  • Mal di testa, vertigini, l'aspetto di "volare" davanti agli occhi;
  • tinnito;
  • Mancanza di respiro con poca attività fisica;
  • Attacchi di tachicardia e dolori al cuore, simili all'angina pectoris;
  • La presenza di soffio sistolico funzionale;
  • Pallore della pelle, mucose visibili, letti ungueali;
  • Perdita di appetito, diminuzione del desiderio sessuale;
  • Geofagia: il desiderio di mangiare il gesso;
  • cheilosis;
  • Irritabilità.

Successivamente, considera i sintomi specifici dell'anemia, a seconda del tipo:

Anemia da carenza di ferro - è caratterizzata da infiammazione della lingua, presenza di crepe negli angoli della bocca, un vivo desiderio di mangiare terra, ghiaccio, carta (paroressia), unghie concave (coilonychia), manifestazioni dispeptiche (nausea, vomito, perdita di appetito).

Anemia carente di B12 e B9 - caratterizzata da dispeptica (perdita di appetito, dolore addominale, nausea, vomito), perdita di peso, formicolio alle mani e ai piedi, rigidità nell'andatura, colore rosso scuro della lingua con papille lisce, disturbi nel sistema nervoso centrale ( atassia, abbassamento dei riflessi, parestesie), deterioramento mentale, senso del tatto ridotto, allucinazioni periodiche.

Anemia emolitica - è caratterizzata da una distruzione accelerata di eritrociti nel sangue, che è accompagnata da ittero, reticolocitosi, una milza ingrossata, malattia di Markiafa-Mikeli, ulcere alle gambe, malattia calcoli biliari, arrossamento delle urine, sviluppo tardivo (nei bambini). In caso di avvelenamento da piombo, il paziente ha nausea, forte dolore addominale e linee blu scuro sulle gengive.

Anemia aplastica e ipoplastica - sono caratterizzate da lesioni dei germogli del midollo osseo e sono accompagnate da sindrome emorragica, agranulocitosi.

Anemia falciforme - è caratterizzata da malessere generale, debolezza, aumento della fatica, attacchi di dolore alle articolazioni e cavità addominale.

Complicanze dell'anemia

  • Distrofia miocardica con aumento della dimensione del cuore;
  • Rumore sistolico funzionale;
  • Insufficienza cardiaca;
  • Esacerbazione dell'insufficienza coronarica;
  • Lo sviluppo della paranoia.

Cause di anemia

Le cause dell'anemia dipendono in gran parte dal suo tipo, ma le principali sono:

1. Perdita di sangue

I seguenti fattori contribuiscono alla perdita di sangue:

  • Periodo delle mestruazioni (nelle donne);
  • Nascite multiple;
  • traumi;
  • Trattamento chirurgico con sanguinamento pesante;
  • Frequente donazione di sangue;
  • La presenza di malattie con sindrome emorragica - emorroidi, ulcere gastriche e duodenali, gastrite, cancro;
  • Utilizzare nel trattamento di farmaci dal gruppo di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) - "Aspirina".

2. Produzione insufficiente di globuli rossi o danni

I seguenti fattori contribuiscono alla mancanza di globuli rossi nel sangue:

  • Malnutrizione, diete severe;
  • Assunzione di cibo irregolare;
  • Ipovitaminosi (carenza di vitamine e oligoelementi), in particolare vitamine B12 (cobalamine), B9 (acido folico), ferro;
  • Ipervitaminosi da vitamina C (acido ascorbico) che, in eccesso, blocca l'azione della vitamina B12;
  • L'uso di determinati farmaci, cibo e bevande, ad esempio, contenenti caffeina;
  • Infezioni respiratorie acute trasferite (malattie respiratorie acute), malattie infettive infantili;
  • Aumento dello stress fisico sul corpo;
  • Malattia granulomatosa, enteropatia glutine-dipendente e altre malattie dell'apparato digerente, infezione da HIV, ipotiroidismo, lupus, artrite reumatoide, lupus, insufficienza renale cronica, mancanza di parte dello stomaco o dell'intestino (di solito osservata durante il trattamento chirurgico del tratto gastrointestinale);
  • Cattive abitudini - abuso di alcool, fumo;
  • la gravidanza;
  • Un fattore ereditario, ad esempio l'anemia falciforme, a causa di un difetto genetico in cui i globuli rossi assumono una forma falciforme, motivo per cui non riescono a spremere i capillari sottili, interrompendo in tal modo l'erogazione di ossigeno ai tessuti tagliati fuori dalla normale circolazione sanguigna. Nei luoghi di "blocco" c'è dolore.
  • Anemia ipoplastica dovuta alla patologia del midollo spinale e delle cellule staminali - l'anemia si sviluppa con un numero insufficiente di cellule staminali, che di solito vengono aiutate sostituendole con cellule tumorali, danni al midollo osseo, chemioterapia, radiazioni e la presenza di malattie infettive.
  • La talassemia è una malattia causata da una delezione e una mutazione puntiforme nei geni dell'emoglobina, che porta all'interruzione della sintesi dell'RNA e, di conseguenza, alla rottura della sintesi di un tipo di catene polipeptidiche. Il risultato finale è un fallimento nel normale funzionamento dei globuli rossi, così come la loro distruzione.

3. La distruzione dei globuli rossi

I seguenti fattori contribuiscono alla distruzione dei globuli rossi:

  • Avvelenare il corpo con piombo, aceto, alcuni farmaci, veleni quando morso da un serpente o un ragno;
  • Invasioni di vermi;
  • lo stress;
  • La presenza di tali malattie e condizioni patologiche quali: emoglobinopatia, leucemia linfatica, cancro, cirrosi epatica, disfunzione epatica, insufficienza renale, avvelenamento chimico, gravi ustioni, disturbi emorragici, ipertensione arteriosa, milza ingrossata.

Inoltre, l'anemia può procedere senza particolari manifestazioni, rimanendo inosservata per molti anni, fino a quando non viene rilevata durante una visita medica e una diagnosi di laboratorio.

Tipi di anemia

La classificazione dell'anemia è la seguente:

Secondo il meccanismo di sviluppo:

  • Anemia causata da perdita di sangue;
  • Anemia causata da globuli rossi ed emoglobina insufficienti;
  • Anemia causata dalla distruzione dei globuli rossi.

patogenicità:

  • Anemia da carenza di ferro - a causa di una deficienza nel corpo di ferro;
  • Anemia carente di B12 e B9 - a causa di una deficienza nel corpo di cobalamine e acido folico;
  • Anemia emolitica - a causa di un aumento della distruzione prematura dei globuli rossi;
  • Anemia post-emorragica - causata da perdita di sangue acuta o cronica;
  • Anemia falciforme - a causa della forma irregolare dei globuli rossi;
  • Anemia disgeopoietica - a causa della compromissione della formazione del sangue nel midollo osseo rosso.

Per colore:

L'indicatore di colore (CP) è un indicatore del grado di saturazione dei globuli rossi con l'emoglobina. Il colore normale è 0.86-1.1. A seconda di questa grandezza, l'anemia è divisa in:

  • Anemia ipocromica (CP-1,1): carenza di feci B12-carenti, sindrome mielodisplastica.

Secondo l'eziologia:

- Anemie in processi infiammatori cronici:

  • artrite reumatoide;
  • La malattia di Horton;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • poliarterite nodosa.

- Anemia megaloblastica:

  • Miocardite emolitica;
  • Anemia perniciosa

Dalla gravità

A seconda del basso livello di emoglobina nel sangue, l'anemia è divisa in gravità:

  • Anemia 1 grado (lieve) - il livello di emoglobina è abbassato, ma non inferiore a 90 g / l;
  • Anemia 2 gradi (media) - il livello di emoglobina è 90-70 g / l;
  • Anemia grado 3 (grave) - il livello di emoglobina è inferiore a 70 g / l.

Secondo la capacità del midollo osseo di rigenerarsi:

Un segno di rigenerazione del midollo osseo di eritrociti è un aumento del numero di reticolociti nel sangue periferico (giovani eritrociti). Il tasso normale dello 0,5-2%:

  • Anemia aegenerativa (aplastica) - caratterizzata dall'assenza di reticolociti;
  • Anemia iporegenerativa (carenza di ferro, carenza di B12, carenza folica) - il numero di reticolociti è inferiore allo 0,5%;
  • Anemia rigenerativa (post-emorragico) - il numero di reticolociti è normale - 0,5-2%;
  • Anemia iperregenerativa (emolitica): il numero di reticolociti supera il 2%.

Diagnosi di anemia

La diagnosi di anemia comprende i seguenti metodi di esame:

Trattamento dell'anemia

Come trattare l'anemia? Un trattamento efficace dell'anemia nella maggior parte dei casi è impossibile senza una diagnosi accurata e determinando la causa dell'anemia. In generale, il trattamento dell'anemia comprende i seguenti punti:

1. Assunzione aggiuntiva di vitamine e microelementi. 2. Trattamento delle singole forme di terapia, a seconda del tipo e della patogenesi. 3. Dieta

4. Trattamento di malattie e condizioni patologiche a causa delle quali si è sviluppata l'anemia.

Tipi di anemia, cause, sintomi e trattamento della malattia

forte> I principali tipi di anemia includono: emolitico, post-emorragico, carente di ferro, B12 - carente e aplastico. Tutti loro si sviluppano a seguito di una grave perdita di sangue o a causa di un fallimento nella creazione di globuli rossi.

I principali sintomi di tutti i tipi di anemia sono la debolezza e il battito cardiaco accelerato. Per informazioni su quali sono le anemie, per quale motivo si sviluppano e quali metodi sono presi nel trattamento di queste malattie, leggi in questo articolo.

Sintomi clinici comuni della malattia di anemia

L'anemia è una sindrome caratterizzata da una diminuzione della concentrazione di emoglobina per unità di volume di sangue, così come, nella maggior parte dei casi, eritrociti.

I sintomi comuni di anemia di tutti i tipi sono:

  • la debolezza;
  • vertigini, "vola" davanti agli occhi;
  • palpitazioni, mancanza di respiro con abituale sforzo fisico;
  • Uno dei principali sintomi dell'anemia è il pallore della pelle e delle mucose;
  • negli anziani - l'insorgenza o l'aumento di attacchi di angina;
  • sintomo clinico dell'anemia nelle donne in età riproduttiva - disturbi mestruali.

Tutti i tipi di anemia negli esseri umani sono divisi in:

  • derivante dalla perdita di sangue - post-emorragico (acuto e cronico);
  • sviluppato a seguito di violazioni della creazione di globuli rossi o la costruzione di emoglobina: carenza di ferro, megaloblastica, sideroblastica, anemia di malattie croniche, aplastica;
  • causato da distruzione aumentata di erythrocytes o emoglobina - hemolytic.

Anemia emolitica e fattori di rischio per il loro sviluppo

L'anemia emolitica è un grande gruppo di anemia ereditaria e acquisita causata da un aumento della distruzione dei globuli rossi (emolisi). La caratteristica principale di questo tipo di anemia è la vita dell'eritrocito è troppo breve. La malattia si sviluppa se la durata della vita dei globuli rossi è inferiore a 15 giorni (normalmente, vivono fino a 120 giorni).

Di seguito sono elencati i tipi di anemie emolitiche.

Anemia emolitica immunitaria. Si sviluppano come risultato di un fallimento nell'immunità, quando gli anticorpi iniziano a essere prodotti non per i microrganismi patogeni e le proteine ​​estranee, ma per le loro stesse cellule, gli eritrociti.

Malattia emolitica del neonato Sviluppato durante il conflitto Rh di madre e feto.

Causato da danni meccanici ai globuli rossi (valvole cardiache protesiche, emolisi nell'emodialisi cronica - "rene artificiale"). Con il contatto ripetuto dell'eritrocito con un ostacolo meccanico, l'integrità della sua membrana si rompe e la cellula semplicemente si consuma.

Causato da infezione (malaria, toxoplasmosi). I globuli rossi vengono distrutti dai patogeni.

Si verificano sotto l'influenza di fattori esterni: fisici (ustioni), agenti chimici, medicinali, veleni (piombo).

L'anemia emolitica ereditaria si sviluppa con un difetto congenito della membrana eritrocitaria, che, di regola, è accompagnata da una violazione della forma e delle dimensioni dei globuli rossi. Tutto ciò comporta la loro inferiorità e fragilità.

Il fattore di rischio per l'anemia in questo caso può essere considerato appartenente a un particolare gruppo etnico.

Ad esempio, è noto che gli Azerbaigiani, i georgiani, i popoli che abitano il Daghestan e gli ebrei di montagna soffrono molto spesso di anemia emolitica ereditaria.

La natura ereditaria della malattia è talvolta indicata dalla presenza di calcoli biliari in giovane età (un aumento del livello di bilirubina può contribuire alla loro formazione).

Principali sintomi dell'anemia emolitica, foto e trattamento

I principali sintomi dell'anemia emolitica (emolisi) sono:

  • Pelle e mucose itteriche. Aumento del livello di bilirubina nel sangue. Quando la distruzione dei globuli rossi nel loro emoglobina entra nel plasma sanguigno, non può svolgere la funzione respiratoria lì, perché funziona solo "confezionato" nella membrana. Sotto l'influenza degli enzimi del sangue, l'emoglobina inizia a degradarsi e gradualmente si trasforma in bilirubina - un pigmento che viene prodotto nel fegato (la sua quantità aumenta notevolmente nel sangue durante l'epatite). È la bilirubina che colora il livido "fiorente" in un colore giallastro-brunastro, e durante l'emolisi dà alla pelle una tinta gialla uniforme. Con livelli ematici elevati, la bilirubina diventa tossica e causa lo stesso complesso di sintomi di epatite: nausea, mancanza di appetito, secchezza delle fauci e debolezza generale.
  • Splenomegalia (ingrossamento della milza) a causa della maggiore distruzione dei globuli rossi, che deve riciclare. Accompagnato dalla pesantezza nell'ipocondrio sinistro, e se il processo procede rapidamente, allora il dolore.
  • A causa del rilascio di bilirubina e dei prodotti della sua distruzione (urobilina), acquisisce il colore della produzione del tè.
  • Cambiamenti caratteristici nel midollo osseo (rilevati dai risultati delle perforazioni).

Come si vede nella foto, un sintomo caratteristico dell'anemia è l'urina scura:

Il paziente deve essere portato urgentemente in ospedale, poiché i sintomi dell'anemia ematica di tipo emolitico sono per molti versi simili ai sintomi dell'epatite e della cirrosi epatica. La diagnosi di anemia senza test è molto difficile. Il ricovero è necessario per una ragione in più.

Se la distruzione dei globuli rossi avviene rapidamente e in gran numero, può verificarsi una crisi emolitica, una condizione pericolosa per la vita. A causa dell'anemia in rapido sviluppo, la debolezza cardiaca aumenta bruscamente, gli aumenti del battito cardiaco, le cadute di pressione arteriosa. L'elevata bilirubina provoca gravi intossicazioni.

Nella parte sinistra, a causa della capsula della milza che si espande in modo esponenziale, può verificarsi un forte dolore.

Il trattamento di questo tipo di anemia è effettuato urgentemente e solo in un ospedale hematological specializzato. Al paziente vengono prescritte alte dosi di ormoni surrenali - glucocorticosteroidi (prednisone). Con un decorso recidivante della malattia e un aumento dei sintomi dell'anemia emolitica, il trattamento è impossibile senza intervento chirurgico - la milza deve essere rimossa.

Diagnosi di anemia emorragica post-emorragica: cause e trattamento

L'anemia post-hemorrhagic (da Lat. Post - "dopo" e haimorragia greca - "sanguinamento") è dovuta al fatto che durante una prolungata o abbondante perdita di sangue, il midollo osseo non ha il tempo di reintegrare l'apporto di globuli rossi.

Le cause dell'anemia post-emorragica sono le seguenti:

  • ciclo mestruale abbondante o prolungato;
  • emorroidi sanguinanti;
  • sanguinamento con ulcera gastrica e ulcera duodenale.

Poiché l'anemia di questo tipo non è una malattia indipendente, la causa dovrebbe essere eliminata: rimuovere le emorroidi, curare un'ulcera peptica, ecc. Quando si interrompe il sanguinamento, l'anemia è solitamente consentita. Nei casi più gravi, dopo la diagnosi di anemia post-emorragica, è necessaria una trasfusione di sangue per trattare la malattia.

Anemia da carenza di ferro: cause di sviluppo e trattamento

In questa sezione, la descrizione delle cause dei sintomi dell'anemia da carenza di ferro, nonché i metodi di trattamento e diagnosi della malattia.

L'anemia da carenza di ferro (IDA) si sviluppa con un'assunzione insufficiente di ferro del midollo osseo, che porta alla mancanza di materiale da costruzione per l'emoglobina.

L'IDA cronica è una conseguenza dell'equilibrio negativo a lungo termine del ferro nel corpo.

Il ferro, da un lato, entra nel corpo con il cibo (non più di 2 mg possono essere assorbiti al giorno), e dall'altro è costantemente consumato per la produzione di globuli rossi, capelli, unghie e crescita epidermica (della pelle) e per le donne durante le mestruazioni. Il principio qui è semplice: se il consumo di questo oligoelemento essenziale supera il suo apporto, l'anemia si sviluppa inevitabilmente.

Cause dell'anemia da carenza di ferro:

  • aumento del consumo di ferro dovuto alla crescita accelerata del corpo nell'infanzia e nell'adolescenza;
  • gravidanza (la madre in attesa perde 700-800 mg di ferro al giorno) e l'allattamento (da 0,5 a 1 mg);
  • assunzione insufficiente di ferro dal cibo a causa del vegetarismo e del digiuno;
  • riduzione dell'assorbimento di ferro nella gastrite a bassa acidità, nonché a causa di operazioni sullo stomaco;
  • altre cause (donazione, emorragia polmonare, emodialisi).

Per diagnosticare l'anemia di questo tipo, è necessario un esame approfondito, compresi esami del sangue di laboratorio (clinici con lo studio degli strisci di sangue, determinazione del ferro nel siero, contenuto di transferrina, ferritina). Viene eseguita l'esame endoscopico dello stomaco.

Dopo aver identificato le cause dell'anemia, il trattamento è prescritto solo dopo un esame completo. Dovresti seguire una dieta speciale, basata su alimenti ricchi di ferro.

Ma basta cambiare la dieta non è sufficiente, quindi al paziente vengono prescritti supplementi di ferro: per la somministrazione orale sotto forma di compresse, capsule, pillole o sciroppo (bambini), e talvolta sotto forma di iniezioni intramuscolari o endovenose.

Nei casi più gravi, è necessario ricorrere alla trasfusione di concentrato di donatore di eritrociti.

Tuttavia, gli integratori di ferro potrebbero essere inefficaci. E i motivi sono i seguenti:

  • continua perdita di sangue;
  • ricevimento improprio o dose inadeguata del farmaco;
  • diagnosi errata;
  • disturbo da assorbimento del ferro;
  • carenza combinata (più spesso - ferro e vitamina B12).

B12 - anemia deficiente: test per la diagnosi e il trattamento

L'anemia (perniciosa) carente di B12 si sviluppa con una mancanza di vitamina B12 (cianocobalamina) nel corpo. La vitamina B12 e l'acido folico sono necessari per la formazione dei globuli rossi. La vitamina B12 entra nel corpo con il cibo ed è chiamata fattore esterno della formazione del sangue.

Per il suo assorbimento richiede un fattore interno - la glicoproteina del succo gastrico (una sostanza che viene prodotta nella mucosa gastrica). Con la carenza di vitamina B12, il normale metabolismo dei composti di acido folico (folati) e la sintesi del DNA vengono interrotti, con il risultato di globuli rossi anormalmente grandi e sovraccarichi di emoglobina.

Queste cellule super-grandi non sopportano il contatto costante con le pareti dei capillari sanguigni: la loro membrana è rotta e la durata della vita è ridotta.

Cause di B12 - anemia da carenza:

  • diminuzione della secrezione del fattore intrinseco (gastrite atrofica, gastrectomia);
  • fattori genetici (forme ereditarie della malattia);
  • malattie autoimmuni (iper- e ipotiroidismo, diabete mellito);
  • tumori del tratto gastrointestinale;
  • la presenza di parassiti (infestazioni da vermi);
  • nutrizione squilibrata.

Diagnosi. La diagnosi viene effettuata sulla base dei dati degli esami di laboratorio (analisi clinica del sangue, misurazione della concentrazione di vitamina B12 nel sangue). Inoltre, al fine di escludere i processi oncologici, l'esame endoscopico dello stomaco e dell'intestino e un esame del sangue per i marcatori tumorali sono obbligatori e per escludere le invasioni da elminti vengono eseguiti esami del sangue e delle feci.

Trattamento di B12 - anemia da carenza:

  • iniezioni di preparati di vitamina B12 - cianocobalamina;
  • assunzione di acido folico;
  • la nomina di una dieta speciale;
  • trasfusione di sangue (nei casi più gravi);
  • trattamento antielmintico (per malattie parassitarie).

Anemia aplastica: come si sviluppa la malattia e il suo trattamento

In questa sezione dell'articolo imparerai come si sviluppa l'anemia aplastica e quali metodi sono usati per trattare questa malattia.

L'anemia aplastica è un gruppo di malattie ematologiche, una caratteristica comune delle quali è una significativa diminuzione del numero di cellule di vario tipo nel sangue a causa dell'inibizione dell'ematopoiesi del midollo osseo. In questo caso, i globuli non vengono distrutti: il midollo osseo semplicemente non li produce.

I sintomi della malattia anemia aplastica sono simili alle manifestazioni di malattia da radiazioni.

In connessione con l'inibizione del midollo osseo, la sindrome citopenica si sviluppa: anemia, trombocitopenia e leucopenia. Come risultato della trombocitopenia, i pazienti hanno una tendenza a sanguinare, emorragia, sanguinamento. L'anemia è accompagnata dallo sviluppo dell'insufficienza cardiovascolare.

Una diminuzione del numero dei leucociti causa varie complicanze infettive sullo sfondo di un netto indebolimento del sistema immunitario: polmonite, bronchite, tonsillite, lesioni fungine generalizzate e nei casi più gravi, sepsi (infezione del sangue). A proposito, la malattia stessa di solito inizia con un processo infettivo. Questo è il motivo per cui, se la temperatura corporea viene aumentata per più di 3 giorni, dovrebbe essere eseguito un esame del sangue.

Diagnosi e trattamento. Poiché l'anemia aplastica è uno dei tipi più gravi di anemia, richiede l'esame e il trattamento in un ospedale specializzato.

Il trattamento comprende trapianto di cellule staminali e terapia immunosoppressiva (somministrazione di immunoglobulina anti-linfocitaria, ciclosporina A).

Vengono anche utilizzati metodi ausiliari (trasfusione di componenti del sangue, prevenzione e trattamento delle complicanze infettive).

Gli antibiotici sono prescritti, i pazienti cercano di proteggere da tutti i contatti, dal momento che qualsiasi infezione può causare le complicazioni più gravi.

Articolo letto 18 223 volte (a).

Sbadigliare è parte integrante della vita di ogni persona, una condizione speciale che non può essere sempre spiegata. La maggior parte delle persone non presta attenzione a questo riflesso,...

Ciò che è e come la mancanza di respiro si manifesta, molti lo sanno. È caratterizzato da difficoltà di respirazione, accompagnato da una sensazione di mancanza d'aria, manifestata oggettivamente da un aumento...

Le più comuni patologie cutanee ereditarie associate all'instabilità cromosomica includono Xeroderma pigmentosa, sindrome di Gorlin-Goltts,...

Svenimento, collasso e shock: questi sono i frequenti "satelliti" di insufficienza vascolare, sono tutti causati da un forte calo della pressione sanguigna. Lo svenimento è la forma più semplice. La gravità delle manifestazioni...

Sembrerebbe che l'insonnia non nasconda nulla di pericoloso, al contrario, in assenza di sonno, una persona ha più tempo per completare il lavoro che ha iniziato, per leggere libri,...

Di norma, se la diagnosi è "addome acuto", il paziente inizia a prepararsi per un intervento chirurgico. Questa condizione non è una malattia in sé...

Sotto malassorbimento si riferisce alla perdita di sostanze nutritive che vengono con il cibo. Questa malattia è sempre accompagnata da steatorrea, distrofia proteica e...

I danni causati da vari fattori patogeni, oltre ai cambiamenti locali simultaneamente portano allo sviluppo di risposte fisiologiche del corpo, varie...

La violazione della termoregolazione del corpo o un disturbo della costanza della temperatura corporea è innescata dalla disfunzione del SNC. In caso di violazione dei processi di termoregolazione sono possibili...

Secondo i dati statici, la diagnosi di sindrome nefrosica è molto più spesso data alle donne che agli uomini. La ragione di ciò è la struttura speciale del corpo dei rappresentanti...

Tutti i tipi di ittero si verificano a causa di una violazione del metabolismo del pigmento epatico. Tra le forme principali, ci sono ittero sopraepatico, epatico e subepatico (meccanico). Ogni...

La malattia e la sindrome di Itsenko-Cushing sono caratterizzati da segni simili di alterazioni patologiche nel corpo umano. Tutti si basano sulla violazione della produzione di ormoni da parte della corteccia...

La sindrome di Klinefelter è una malattia che si manifesta esclusivamente negli uomini, causata geneticamente e caratterizzata da infertilità persistente. La maggior parte delle persone...

Paradossalmente, sul pianeta non ci sono più persone che soffrono di carenza di sonno rispetto a coloro che non riescono ad addormentarsi per giorni. Alcuni sono costretti a continuare instancabilmente...

Molte persone reagiscono in modo molto sensibile e doloroso ai cambiamenti delle condizioni meteorologiche: la loro pressione sanguigna aumenta o diminuisce, le loro prestazioni diminuiscono, il loro benessere si deteriora...

I principali tipi di anemia includono: emolitico, post-emorragico, carente di ferro, B12 - carente e aplastico. Si sviluppano tutti come risultato di un grande...

A volte in condizioni di completo silenzio, una persona sperimenta l'acufene: sente uno squillo, fischi, sibili, a volte il rumore nell'orecchio è accompagnato da una pulsazione e dà al tempio. La ragione...

La sindrome di Tricher Collins fu descritta per la prima volta nel 1900 dall'oculista Edward Tricher Collins (Inghilterra). Questa è una mutazione genetica piuttosto rara, accompagnata da strabismo,...