Cosa sono i fibromi uterini, i suoi sintomi e i metodi di trattamento

I ricercatori moderni ritengono che i fibromi uterini siano una formazione eccezionalmente benigna che non ha praticamente alcuna tendenza a svilupparsi in uno maligno. Ma questo processo è la causa di un grave disagio nella vita quotidiana di ogni donna, quindi circa il 50% dei pazienti a cui è stata diagnosticata la diagnosi in ospedale subiscono un'operazione programmata correlata alla rimozione dei fibromi. Tale tumore è in una delle quattro donne in età adulta e in una terza donna nel periodo pre-menopausale. La terapia viene scelta singolarmente, in base alla sede e alle dimensioni del processo tumorale, alla presenza o all'assenza di processi patologici concomitanti, ai piani di dare alla luce un bambino, se il fibromioma può aumentare durante il periodo della menopausa, ecc.

Quindi cosa sono i fibromi uterini? Questa è una crescita benigna che si manifesta come un singolo nodo o accumulo di foche negli strati muscolari lisci dell'utero. In realtà, il fibromioma è un nome obsoleto. Il nome esatto è leiomioma, viene rilevato dai ginecologi molto più spesso di altre malattie femminili.

Cause e fattori

Per chiarire finalmente la natura di questa educazione oggi non è possibile. Ci sono molte ipotesi, tra le quali gli specialisti danno la priorità ai fallimenti nel sistema ipotalamico-ipofisario e, di conseguenza, lo squilibrio degli estrogeni nel corpo femminile che si manifesta con il loro background. Tra i ginecologi, ci sono ipotesi circa la correlazione tra il livello del processo patologico e la quantità di estrogeni, il cui salto si verifica all'inizio della pubertà e diminuisce di 3 volte durante il periodo della menopausa. Pertanto, il fibroma viene diagnosticato più spesso non prima di 35 anni e la chirurgia viene eseguita più spesso su donne di età compresa tra 40 e 45 anni, i piccoli noduli non si fanno sentire a lungo, ma se ci sono fattori che influenzano negativamente il corpo forse l'inizio della loro crescita progressiva. Questi includono:

  • predisposizione genetica al verificarsi di processi tumorali;
  • mancanza di parto in donne di età compresa tra 30 anni;
  • mancanza di allattamento al seno all'età di 30 anni;
  • contraccezione incontrollata a lungo termine con farmaci ormonali;
  • molti aborti, curette diagnostiche;
  • eccesso di peso;
  • mancanza di vita intima o, al contrario, regolare sesso promiscuo;
  • processi infiammatori nell'utero, appendici, ovaie;
  • esposizione alla radiazione ultravioletta per un lungo periodo di tempo;
  • processi patologici negli organi endocrini - ghiandole surrenali, ghiandole tiroidee, ecc.;
  • patologia ovarica che influisce sulla funzione ormonale (incluse le formazioni cistiche);
  • disturbi emodinamici identificati nella pelvi;
  • complicanze postpartum, accompagnate da un esito traumatico.

Sintomi principali

Va notato che nella maggior parte dei casi, le donne con questo processo patologico non mostrano alcun sintomo, ma spesso non richiedono l'intervento di medici. Tuttavia, i segni sono rilevati in ogni quarto paziente in età fertile. La combinazione dei sintomi è influenzata dalle dimensioni, dalla posizione, dal numero e dal tipo di fibromi.

Tra le manifestazioni più comuni che si verificano alla diagnosi, si distinguono:

  • dolore addominale inferiore e regione lombare;
  • sanguinamento mestruale abbondante accompagnato da dolori crampi;
  • periodo più lungo di giorni critici;
  • sanguinamento dall'utero e scarico durante il periodo intermestruale;
  • associato a questa anemia e ai suoi sintomi: vertigini, debolezza, affaticamento, bassa pressione sanguigna;
  • un aumento della circonferenza addominale erroneamente attribuito all'aumento di peso o alla gravidanza;
  • dolore durante il rapporto sessuale;
  • stitichezza e problemi intestinali dovuti alla pressione sul retto;
  • aborti spontanei, incapacità di concepire un bambino;
  • minzione frequente, incontinenza urinaria, a causa di una pressione sulla vescica esercitata da un tumore dell'utero;
  • alterazioni anormali della funzionalità epatica;
  • cambiamenti patologici nei processi metabolici;
  • pressione nell'addome inferiore, sensazione di pienezza;
  • compressione delle radici nervose e conseguentemente debolezza e dolore agli arti inferiori;
  • processi infiammatori nel tratto urinario.

classificazione

Dal tipo di strutture tissutali prevalenti nel tumore:

  • un gran numero di elementi stromali del tessuto connettivo (fibromi);
  • il tumore consiste principalmente di miociti (mioma);
  • tumore nel miometrio, costituito da cellule muscolari lisce (leiomioma);
  • tumore delle cellule striate nel miometrio (rabdomioma).

A seconda delle caratteristiche morfologiche del tumore e dell'attività dei processi in corso di proliferazione

  • semplice - iperplasia muscolare benigna, caratterizzata da crescita lenta, mancanza di processi proliferativi;
  • proliferazione - un tumore benigno con attività di mitosi cellulare, crescita abbastanza rapida, assenza di cellule atipiche del miometrio;
  • Predisarcoma: una varietà di elementi, inclusi nuclei cellulari atipici ed eterogenei.

A seconda di come crescono gli elementi nodulari

A seconda delle caratteristiche topografiche dei nodi del processo tumorale

  • interstiziale o intramurale - un tumore nello spessore dello strato muscolare;
  • tumore subserosale o subperitoneale localizzato sotto la membrana sierosa dell'utero;
  • sottomucoso o situato sotto la membrana mucosa dell'utero, con la sua deformazione;
  • Intraligamentary - il processo si trova tra le parti dei legamenti dell'utero.

A seconda del numero di nodi

  • l'unico;
  • multiplo (fibromi multinodulari).

Tipologia di fibromioma rilevata mediante esame ecografico dell'utero:

  • I. uno o più nodi sottosviliti o interstiziali molto fini. I nodi di tipo sottomucoso non vengono rilevati.
  • II uno o più nodi di medie dimensioni. Non ci sono nodi sottomessi.
  • I nodi secondari e interstiziali sono grandi, più di 6 cm. Non ci sono nodi sottomucosi.
  • I nodi IV sottispersi / interstiziali sono molto grandi, i nodi sottomucosi vengono rilevati o sospettati.

Mioma e Fibromioma

Poiché la composizione dell'utero comprende non solo i muscoli lisci, ma anche il tessuto connettivo, è consuetudine distinguere i fibromi dai fibroidi. Tuttavia, in realtà, molti esperti per comprendere i pazienti combinano i concetti di fibromi, fibroidi e fibromi in un unico insieme. Negli strati tissutali dell'utero, se le cellule stromali predominano nel processo del tumore e le fibre muscolari lisce sono in minoranza, parlano di fibromi uterini del corpo. Se la predominanza delle cellule del miometrio è espressa e il tessuto connettivo è molto piccolo, il medico ha il diritto di diagnosticare il miofibroma. Quando solo le strutture del tessuto connettivo si trovano in un tumore, si chiama fibroma.

Comuni nelle caratteristiche di questi tumori si deve notare che qualsiasi processo benigno nell'utero cattura un gran numero di vasi sanguigni, proliferando nei tessuti e mantiene i sintomi caratteristici. Un accurato esame citologico ha rivelato che ce n'è più di fibromi. Il tumore, che contiene esclusivamente cellule muscolari lisce, è più morbido al tatto.

complicazioni

È necessario trattare tempestivamente i fibromi uterini: la malattia è pericolosa sia da sola che da varie complicanze. Tra questi ci sono:

  1. Necrotizzazione (necrosi) di singoli siti o l'intero tumore. In una situazione del genere, una donna soffre di un forte dolore, che è particolarmente palpabile. E sono anche possibili nausea, vomito, ipertermia. La necrotizzazione è indicata per l'intervento chirurgico.
  2. Suppurazione. Un effetto collaterale che si verifica abbastanza raramente e si sviluppa a causa della necrosi. È accompagnato da sepsi, febbre. È richiesta un'operazione di emergenza.
  3. L'emergere del nodo. Un tumore di un personaggio semi-concussione può apparire nella vagina o oltre. I nodi, dotati di una gamba lunga, causano dolorosi crampi nella zona lombare e nell'addome inferiore, possono portare all'inversione uterina. Assicurati di un intervento chirurgico.
  4. La complicazione più comune è la torsione delle gambe. È caratterizzato da dolore e disfunzione dell'intestino e della vescica.
  5. Rottura della capsula e rottura vascolare del nodo.

Tale complicazione è estremamente rara e, di regola, causa un dolore acuto (tipo di pugnale) e i segni caratteristici di emorragia interna nella cavità addominale. In questo caso, è necessaria un'operazione immediata: asportazione di nodi fibrosi o completa amputazione uterina nell'area supravaginale. La trasformazione dei fibromi uterini in una forma maligna si verifica solo nel 5-7% dei casi.

Caratteristiche durante la gravidanza

Il fibromioma chiude il canale cervicale e i tubi. Se la formazione è abbastanza grande, allora il ciclo e l'ovulazione sono disturbati, la probabilità di concepimento è ridotta. Se la gravidanza è comunque avvenuta, è necessaria un'attenta osservazione da parte del ginecologo, perché c'è un alto rischio di aborto spontaneo o di parto prematuro.

diagnostica

I fibromi uterini vengono rilevati mediante esame ginecologico, ecografia, isteroscopia, diagnostica di laboratorio, curettage, citologia e istologia. Secondo la classificazione internazionale delle malattie mkb-10, i fibromi hanno il codice D25.

In quali casi l'operazione non può essere evitata?

Tutte le complicazioni di cui sopra sono un'indicazione diretta per la pronta soluzione del problema. Tuttavia, vale la pena notare che l'operazione non porta sempre alla completa rimozione dell'utero. È possibile solo la riduzione del tumore. Questo approccio viene utilizzato nei casi in cui una donna prevede di rimanere incinta in futuro, ma questo metodo non garantisce la possibilità di evitare le ricadute.

trattamento

Come risultato di un esame completo, al paziente viene raccomandato uno dei metodi di trattamento, basato sulle caratteristiche della formazione del tumore e sul livello del processo di fibromioma.

La scelta della strategia di trattamento dipende anche dal desiderio della donna di avere figli in futuro.

chirurgia

Di regola viene eseguita miomectomia: viene praticata la rimozione completa di una lesione benigna o una ectomia totale dell'utero. Forse, anche la rimozione parziale di un organo (la defundazione).

Un effetto minimamente invasivo sulle arterie è un metodo abbastanza nuovo per risolvere il problema: i vasi che alimentano il mioma sono bloccati da mezzi artificiali.

Metodi conservativi

In alcuni casi, esiste la probabilità di esposizione agli agenti ormonali dei fibroidi uterini. I farmaci vengono selezionati in base all'età del paziente, all'equilibrio ormonale e alle patologie associate.

La durata del trattamento è di sei mesi o più. Se il risultato è positivo, le indicazioni per la chirurgia non vengono più osservate.

Parallelamente ai preparati ormonali vengono prescritti anabolizzanti, vitamine, farmaci che prevengono l'anemia e agenti emostatici.

L'operazione è prescritta nei casi in cui la dimensione del processo fibroso supera la dimensione del feto durante una gravidanza di 12 settimane.

In alcuni casi, il metodo efficace per il trattamento di specialisti dell'educazione benigna ha riconosciuto il metodo dell'omeopatia.

Rimedi popolari e il loro uso nella formazione del tumore

Per il trattamento dei tumori del fibromaoma vengono spesso utilizzati rimedi popolari, oltre che fitoterapici. Tale trattamento è possibile solo sotto la supervisione di uno specialista, e anche se la malattia non si manifesta sintomaticamente e la dimensione del tumore è piccola.

Se i sintomi sono presenti, è ancora meglio applicare terapie tradizionali.

Prevenzione delle malattie

Per proteggersi da una malattia così grave, le donne dovrebbero osservare le seguenti raccomandazioni:

1. Non abortire. Utilizzare i contraccettivi per proteggersi da una gravidanza indesiderata.

2. È auspicabile che il primo parto avvenga all'età di 22 anni e che la donna debba allattare il bambino.

3. Non è consigliabile liberarsi della prima gravidanza, soprattutto se la donna ha una predisposizione genetica ai tumori.

4. È necessario visitare regolarmente un ginecologo per la rilevazione tempestiva delle patologie.

5. Evitare l'esposizione alla luce diretta del sole, specialmente durante la fase attiva. Abbronzatura assolutamente sconsigliata

Fibromi uterini: sintomi, diagnosi, trattamento, complicanze

I tumori benigni dell'utero possono causare considerevoli danni alla salute della donna, poiché le complicazioni sono problemi con l'inizio della gravidanza, peggioramento del benessere generale. I segni della formazione di tali tumori compaiono con la crescita dei nodi e i loro effetti meccanici sugli organi vicini. Al fine di evitare le conseguenze della formazione di fibromi uterini, è imperativo sottoporsi a un ciclo di trattamento. È consigliabile farlo fino a quando il tumore è piccolo. Altrimenti, sarà necessario un intervento chirurgico per rimuoverlo.

Che cos'è una malattia

Il fibromioma è un tumore benigno che si forma nell'utero ed è costituito da fibre muscolari e del tessuto connettivo. Si riferisce a ormoni dipendenti, poiché il suo sviluppo contribuisce ad aumentare, rispetto alla norma, il contenuto di ormoni sessuali femminili nel sangue. L'aspetto di questa neoplasia si osserva principalmente nelle donne di 20-40 anni.

Tipi di tumori uterini

I tumori benigni si formano nello spessore dell'utero e poi crescono nella direzione della sua membrana esterna o interna. La parete del corpo è costituita da tessuto muscolare (miometrio) e connettivo (fibroso). A seconda della struttura dei tumori, si distinguono i seguenti tipi di:

  1. Fibromioma: consiste in circa 2/3 del tessuto connettivo e 1/3 del tessuto muscolare.
  2. Mioma - prevale il tessuto muscolare (circa 4-5 volte di più del tessuto connettivo).
  3. Fibroma: costituito da tessuto connettivo.
  4. Leiomioma e rabdomioma sono tumori costituiti da vari tipi di fibre muscolari.

I fibromi uterini possono apparire come un singolo nodo (nodale) e diversi, situati in diverse parti del corpo (tipo diffuso). I nodi dei tumori diffusi differiscono per dimensioni e forma.

Visualizzazioni a seconda della posizione

Il sito tumorale può trovarsi nello spessore del muro, sporgere da esso nella cavità addominale o localizzato al suo interno.

Nodo interstiziale: quello che si trova all'interno del muro.

Un nodo sottomucoso (sottomesso) cresce verso la cavità uterina. A causa della crescita di un tale tumore, il suo volume è ridotto.

Il nodo subsoroso (subperitoneale) cresce verso la membrana sierosa esterna dell'utero e si trova sul lato della cavità addominale.

Nodo intraligamentario (inter-connettivo) - situato nei legamenti che tengono l'organo nella cavità addominale.

Il tumore, situato sul lato esterno dell'utero, è collegato al corpo da una gamba sottile. I tumori di piccole dimensioni sono considerati di dimensioni fino a 6 cm. Il diametro dei tumori di grandi dimensioni raggiunge i 20 cm o più.

Fasi di sviluppo

Lo sviluppo dei fibromi uterini si verifica gradualmente.

Al primo stadio, la crescita è iniziata, cioè, i seguenti iniziano a formarsi da una singola cellula nel processo di divisione.

Al secondo stadio, la rete vascolare che lo alimenta cresce. C'è una progressione della crescita del tumore e stabilizzazione della sua struttura.

Il terzo stadio è il recupero, in cui a seguito del trattamento si verifica un'involuzione della neoplasia (sviluppo inverso).

complicazioni

I fibromi uterini possono svilupparsi in modi diversi, rappresentando una minaccia maggiore o minore per la salute.

Semplice. Differisce in una crescita lenta, ben curabile.

Proliferante. Cresce rapidamente, ma la divisione cellulare avviene senza anomalie.

Il predsarcoma è il tipo più pericoloso di tumore. Contiene molte cellule di struttura atipica, che rinasce nel cancro. Tali nodi devono essere rimossi il prima possibile.

Quando i nodi vengono ingranditi, si presentano i seguenti rischi per la salute:

  1. I tumori subperitoneali situati sul gambo sottile (il cosiddetto "stalking") possono staccarsi dall'utero e crescere in altri organi pelvici (intestino, vescica) o peritoneo, che porta alla loro infiammazione e disfunzione. Tali fibromi uterini sono chiamati "parassiti".
  2. C'è una torsione della gamba, la cessazione della fornitura di sangue al nodo, con conseguente necrosi del suo tessuto. Forse il verificarsi di un ascesso e una peritonite.
  3. Esiste il rischio di "nascita" di un tumore subsenso situato sulla gamba lunga, la sua perdita nella vagina.
  4. La rottura del nodo porta all'ingresso del suo contenuto nella cavità addominale, che è anche irta di peritonite.
  5. Quando la rottura si verifica sanguinamento interno, pericoloso sviluppo dell'anemia sideropenica. La grande perdita di sangue è in pericolo di vita.
  6. Un tumore sottomucoso può distruggere l'endometrio e interferire con il suo corretto sviluppo. Questo porta alla comparsa di prolungate mestruazioni irregolari e sanguinamento tra di loro, il verificarsi di anemia.
  7. L'aumento dei fibromi uterini in termini di dimensioni porta all'infertilità dovuta al fatto che i nodi interni si sovrappongono all'ingresso del tubo e creano un ostacolo nel percorso degli spermatozoi. La fecondazione dell'uovo diventa impossibile. Un tumore situato all'esterno, vicino alla tuba di Falloppio, rende difficile l'ingresso di un uovo. In questo caso, anche la possibilità di concepire una donna viene significativamente ridotta.
  8. Un tumore in crescita di qualsiasi tipo inizia a esercitare pressione sulla vescica e sull'intestino, premendo i vasi, modificando la forma degli organi. Allo stesso tempo, si verificano processi infiammatori in loro. Minzione disturbata e defecazione.

Un aumento dei nodi porta ad un aumento dell'addome.

Video: cos'è il fibromioma nel programma "Il vivo è sano"

Cause della formazione del fibromioma

Ci sono varie teorie che spiegano come si formano i fibromi uterini e altri simili neoplasmi. Secondo uno di loro, una mutazione genetica delle cellule si verifica nel corpo di una donna, da cui successivamente si sviluppa un tumore.

Aggiunta: è stato osservato che la malattia si verifica più spesso in diverse donne che sono parenti di sangue. Se uno dei gemelli identici alle donne sviluppa fibromioma, la malattia compare nel secondo.

La malattia è più comune nelle donne della razza negroide.

Secondo la seconda teoria, la causa principale della malattia è il fallimento ormonale, una violazione del rapporto tra estrogeni e progesterone. Inoltre, il tumore può manifestarsi come un aumento patologico del contenuto di estrogeni nel sangue (iperestrogenia) e con un aumento simultaneo del contenuto ematico di entrambi gli ormoni. Usando farmaci speciali, è possibile regolare lo stato dello sfondo ormonale e ottenere l'involuzione tumorale.

Disturbi ormonali

Il meccanismo di insorgenza di disturbi ormonali che contribuiscono allo sviluppo dei fibromi uterini può essere diverso.

Immunità al progesterone La seguente situazione si presenta: nonostante il fatto che la produzione di ormoni sia normale, prevale l'influenza degli estrogeni. Ciò è dovuto all'indebolimento della sensibilità dei recettori uterini che reagiscono agli effetti del progesterone (la cosiddetta "variante uterina" dello sviluppo del tumore).

Disfunzione ovarica A causa di malattie infiammatorie o formazione di cisti, la produzione di ormoni nelle ovaie è disturbata (la "variante ovarica").

Rottura del sistema nervoso centrale. L'insuccesso ormonale si verifica a causa di una produzione scorretta di ormoni ipofisari e ipotalamo. La causa può essere malattie neurologiche, stress, lesioni alla testa ("opzione centrale").

Altri fattori

I fattori che contribuiscono alla formazione dei fibromi uterini sono:

  • possibile danno alla parete del corpo durante il parto, durante gli aborti e le operazioni ginecologiche;
  • cicatrici di tessuti come risultato di processi infiammatori;
  • flusso insufficiente delle mestruazioni (la loro frequenza frequente con cicli abbreviati, periodi di mestruazioni troppo lunghi). In questo caso, l'apporto di sangue, la formazione di cellule muscolari non hanno il tempo di recuperare.

Il rischio di malattia è aumentato nelle donne in età riproduttiva, astensione a lungo termine dall'attività sessuale. Il fibromioma è più comune nei pazienti obesi. Disturbi metabolici, sottosviluppo di organi riproduttivi, indebolimento dell'immunità a causa di malattie infettive e infiammatorie croniche, provocano anche lo sviluppo di fibromi uterini.

Sintomi della malattia

Le manifestazioni della malattia dipendono dallo stadio di sviluppo e dalle dimensioni del tumore, dalla loro posizione, nonché dall'età del paziente, dalla presenza di altre malattie degli organi genitali, del fegato, del cuore e delle navi. Lo stato mentale è importante.

I piccoli tumori non hanno manifestazioni. Quando aumentano a 6 o più centimetri, la donna ha una sensazione di pesantezza nella regione pubica e tira dolori, che si intensificano prima dell'arrivo delle mestruazioni. L'irritazione delle terminazioni nervose situate nel peritoneo porta ad un dolore doloroso costante nell'addome. Puoi notare il suo aumento asimmetrico.

In presenza di nodi sottomucosi, violazioni del ciclo mestruale, sanguinamento dopo il rapporto sessuale, si osserva uno stress fisico.

In presenza di complicanze, come torcere la gamba o la rottura di un tumore, c'è un dolore acuto, debolezza, nausea, vomito. I segni di anemia sono vertigini, mal di testa, palpitazioni cardiache deboli, calo della pressione sanguigna.

Con sintomi di complicanze, consultare immediatamente un medico. Può verificarsi una condizione pericolosa per la vita.

Video: sintomi di tumori benigni

diagnostica

I sintomi dei fibromi uterini sono simili alle manifestazioni di tali patologie come la gravidanza ectopica, le cisti e i tumori ovarici, l'endometrite, l'endometriosi, l'adenomiosi, il cancro. Sono condotti studi strumentali di laboratorio per distinguere questa patologia da altre malattie, per determinare le dimensioni, il numero e la posizione dei nodi.

È importante notare la rapidità con cui il tumore cresce. Per fare ciò, una volta all'anno allo stesso tempo del ciclo, vengono misurate le sue dimensioni. Di solito vengono calcolati non solo in cm, ma anche nel numero di settimane di gravidanza (il diametro dei fibromi in centimetri corrisponde alla dimensione dell'addome per un certo periodo). Un aumento delle dimensioni del tumore di oltre 4 settimane ostetriche all'anno è considerato rapido.

Colposcopia e isteroscopia, ecografia transvaginale, vengono eseguite per rilevare un tumore sottomucoso. Con l'isteroscopia è possibile eseguire una biopsia del contenuto del tumore.

I nodi sottomucosi sono rilevati dall'ecografia addominale transaddominale. Allo stesso tempo, vengono determinati i segni ultrasonici, che sono usati per giudicare la densità, la struttura interna del tumore e il suo tipo è determinato.

Il metodo della laparoscopia diagnostica viene utilizzato per prelevare un campione del materiale che costituisce il tumore. È richiesto un test di gravidanza e una microfrora viene presa sul collo.

In caso di dubbi sulla natura del tumore sottomucoso, viene eseguito il curettage diagnostico e l'esame istologico delle particelle di membrana mucosa. Sono in corso varie analisi del sangue (per verificare il contenuto di ormoni, composizione biochimica e microbiologica).

Video: le cause dei fibromi, i sintomi

trattamento

Quando vengono rilevati fibromi uterini, vengono prescritti farmaci o trattamenti chirurgici. A volte è necessario combinare questi metodi, integrandoli con la fisioterapia. Quando si sceglie un trattamento, il medico si concentra principalmente sul grado di pericolo che presenta, le dimensioni, il tasso di crescita, così come l'età della donna e il suo desiderio di preservare la capacità riproduttiva.

Terapia farmacologica

Viene eseguito se la dimensione dei fibromi dell'utero è inferiore a 12 settimane, il tumore ha una base ampia, i sintomi sono minori, la donna ha processi infettivi e infiammatori cronici di organi non correlati al sistema riproduttivo. In tali malattie, la chirurgia è associata al rischio di infezione del sangue, quindi non viene eseguita.

Prevenzione della crescita del tumore. Si prescrivono sedativi (tintura di motherwort, sodio bromuro), vitamine del gruppo B, preparati di ferro, immunomodulatori, agenti miglioranti del flusso sanguigno (trental) e condizionatori delle vene (troxevasin, anavenolo).

Anche prescritto farmaci per ripristinare il fegato (Essentiale, Kars, silimarina).

La terapia di dieta è condotta. Durante il trattamento, gli alimenti proteici sono inclusi nella dieta, così come gli alimenti contenenti ferro che sono buoni per il fegato.

Trattamento ormonale Vengono utilizzati i preparati per progesterone (urozhestan, dufaston) e i suoi analoghi (norkolut, pregnin). Questi farmaci sono prescritti a donne di età inferiore ai 45 anni con un normale ciclo mestruale. Con un ciclo irregolare, viene prescritta la presenza di emorragie non correlate, che contengono sia estrogeni che progesterone (Janine, Yarin, Rigevidon).

Assegnato per sopprimere la produzione di gonadotropine - ormoni dell'ipofisi di LH e FSH che regolano la produzione di estrogeni e progesterone nelle ovaie (danazolo). Farmaci usati contenenti androgeni e progesterone per ridurre la concentrazione di estrogeni (metiltestosterone).

fisioterapia

I metodi di fisioterapia ti consentono di sospendere la crescita di piccoli tumori e accelerare il loro sviluppo inverso. Sono prescritti bagni medici (radon, ioduro-bromo), elettroforesi e magnetoforesi, irradiazione laser del sangue e altri metodi.

Trattamento chirurgico

Viene eseguito se la dimensione dei fibromi uterini è di 13 settimane o più, ci sono dolori, sanguinamento, "nascita" del nodo e la comparsa di altre complicazioni pericolose sono possibili. Il tumore cresce più velocemente di 4 settimane all'anno, la donna inizia a sviluppare l'endometriosi.

I metodi sono usati per rimuovere solo il tumore o l'amputazione dell'utero (parziale o completo). Uno dei metodi più benigni per rimuovere un tumore senza tagli nel peritoneo e nella parete uterina è il metodo di embolizzazione dell'arteria uterina (EMA). L'introduzione di una sostanza speciale nei vasi sanguigni dell'utero aiuta a fermare l'afflusso di sangue ai nodi del fibromioma, che porta alla loro involuzione.

Viene anche utilizzato il metodo di ablazione FUS (distruzione del tumore mediante ultrasuoni). Lo svantaggio di questo metodo è la possibilità di recidiva dei fibromi uterini.

Per le dimensioni dei tumori di grandi dimensioni, la presenza di più nodi, l'amputazione sopra-vaginale dell'utero viene eseguita (con conservazione della vagina e parte della cervice), o la rimozione del fondo dell'utero insieme con i tubi. A volte viene eseguita la rimozione completa dell'utero (se si osserva un pre-sarcoma).

La natura dell'operazione dipende dalla posizione e dalla dimensione dei nodi. Per prevenire le recidive, viene eseguita la successiva terapia ormonale.

Fibromioma e gravidanza

Il fibromioma durante la gravidanza porta a gravi conseguenze. Occupando un volume crescente, impedisce lo sviluppo e la crescita del feto, il suo normale apporto di sangue. Anche in presenza di un piccolo tumore c'è una minaccia di aborto a causa del fatto che l'ovulo non può rimanere nell'endometrio, la normale formazione della placenta diventa impossibile.

Ci sono complicazioni durante il parto a causa della debole contrattilità uterina.

Avvertenza: se una donna ha intenzione di avere figli e il fibromioma si trova in lei, si consiglia di eseguire un pre-trattamento per evitare conseguenze pericolose.

Se i fibromi dell'utero sono piccoli (il suo diametro non supera i 2-3 cm), non aumenta, non vi è alcuna minaccia di complicanze, quindi durante la gravidanza viene eseguita solo un'osservazione sistematica della sua condizione. Un tumore più grande viene rimosso. Allo stesso tempo, cercano di eseguire l'operazione in modo tale da minimizzare il rischio di rottura del muro nell'area della sutura, il verificarsi di sanguinamento e la morte del feto. Di regola, il parto è effettuato da taglio cesareo. Allo stesso tempo, a volte i piccoli nodi interni vengono rimossi allo stesso tempo.

Fibromi uterini: cos'è ed è pericoloso per la vita?

Il fibromioma uterino è un tumore benigno, che negli ultimi anni è sempre più diagnosticato anche nelle ragazze giovani. La patologia può durare a lungo senza sintomi clinici, fino a quando il tumore raggiunge dimensioni impressionanti, a seguito del quale inizia a spremere gli organi circostanti. Il fibromioma è una neoplasia che non degenera in una neoplasia maligna, ma può compromettere significativamente la qualità della vita di una donna.

Si prega di notare che questo testo è stato preparato senza il supporto del nostro Consiglio di esperti.

Fibroma e fibromi uterini: qual è la differenza tra le patologie?

I fibromi uterini sono una neoplasia, che consiste in fibre muscolari, la differenza tra fibromi e fibromi uterini, poiché quest'ultima è dominata dalle cellule del tessuto connettivo. Questa è praticamente l'unica differenza tra questi tipi di tumori, localizzati nell'utero o nella cervice. Sia il fibromioma che i fibroidi sono di natura benigna, mostrano sintomi simili e richiedono l'uso di trattamenti simili.

Fibroidi uterini: cause di sviluppo

Le ragioni esatte dello sviluppo dei fibromi uterini non sono ancora chiare. Tuttavia, secondo una versione, l'insorgenza di un tumore benigno è associata a uno squilibrio ormonale - un aumento del livello di estrogeni nel sangue. Prova di ciò è il fatto che il fibromioma diminuisce o scompare nelle donne nel periodo postmenopausale, quando la produzione dell'ormone femminile diminuisce.

Inoltre, lo sviluppo dei fibromi uterini può essere provocato dai seguenti fattori:

  • predisposizione genetica;
  • contraccezione ormonale a lungo termine incontrollata;
  • violazione della funzione ovarica che produce ormoni;
  • esposizione prolungata alle radiazioni UV;
  • l'assenza di gravidanze nelle donne sotto i 30 anni di età;
  • processi infiammatori negli organi del sistema riproduttivo;
  • disturbi emodinamici del bacino;
  • cisti ovariche;
  • abettamento e curettage diagnostico.

Secondo studi statistici, la maggior parte delle volte la chirurgia per rimuovere i fibromi uterini è necessaria per le donne di età compresa tra 43 e 45 anni. La rimozione dell'utero diventa necessaria con la crescita accelerata dei fibromi, la presenza di patologie endometriali e ovariche. Nelle donne di età superiore a 40 anni, la funzione ovarica diminuisce e diminuiscono i livelli di estrogeni, che è accompagnato da disturbi immunitari, ormonali e neuroendocrini.

Fibromi uterini: sintomi e segni

I fibromi uterini di piccole dimensioni potrebbero non manifestarsi a lungo con nessun sintomo. Tuttavia, la sua crescita intensiva è accompagnata dai seguenti segni.

  • sanguinamento intermestruale;
  • sensazioni dolorose durante le mestruazioni, un aumento della loro durata e volume;
  • aumento della minzione causata dalla compressione della vescica da un ingrossamento del nodo fibromatoso;
  • sensazione di pressione e pesantezza nell'addome inferiore;
  • sensazioni dolorose durante l'intimità;
  • costipazione associata alla compressione del fibroma intestinale;
  • aumento irragionevole del volume dell'addome;
  • dolore nella regione lombare;
  • infertilità;
  • disturbi neurologici e mentali.

I sintomi sono influenzati dalla localizzazione dei fibromi uterini, dalle sue dimensioni e dalla propensione a crescere.

Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia in una donna, il ciclo mestruale è disturbato, che dovrebbe essere una "campana inquietante" e una ragione per andare da un ginecologo.

Almeno metà dei pazienti soffre di mestruazioni pesanti. Più spesso queste sono donne in età fertile. Lo scarico eccessivo diventa gradualmente la causa dell'anemia. Inoltre, una significativa perdita di sangue causa malattie cardiovascolari, alterazioni della coagulazione. Sintomi simili si verificano nei fibromi uterini con sottomucosa e localizzazione intermuscolare.

I dolori dei fibromi uterini possono essere di varia natura: dal tirare e dal dolore all'intenso, dai crampi.

Con la localizzazione intraligamentale del nodo fibromatoso, gli ureteri vengono compressi, a seguito del quale la donna può lamentare incontinenza urinaria e altre patologie del processo di minzione. Quando viene premuto l'intestino, si verifica la stitichezza.

I fibromi uterini sono spesso accompagnati da alterazioni anormali della funzionalità epatica, che portano a un fallimento ormonale. Ha anche distrutto i processi metabolici di grassi, carboidrati e proteine. Potrebbe esserci un disordine del sistema di termoregolazione, nel quale si osservano fluttuazioni giornaliere della temperatura.

Fibromi uterini: diagnosi

Molto spesso, un ginecologo scopre il fibromioma dell'utero durante un esame di routine. La presenza di un nodo fibromatoso può essere sospettata con un utero allargato.

Per confermare la diagnosi, viene raccolta una cronologia della vita e intervistati i reclami del paziente.

Inoltre, vengono prescritti esami bimanuali, strisciture per citologia e flora.

Per chiarire la posizione dei nodi fibromatosi e il numero di tumori, sono previsti ulteriori esami diagnostici:

  • ricerca clinica e di laboratorio e test di gravidanza;
  • ecografia degli organi pelvici - per rilevare i processi patologici che si verificano nell'utero;
  • isteroscopia: esame dell'utero con un dispositivo speciale e uno strumento ottico per stabilire le caratteristiche del processo iperplastico che si verifica nell'utero, nonché per identificare aree sospette dell'endometrio e condurre una biopsia;
  • laparoscopia: durante l'esame, uno specialista esamina l'utero con un endoscopio;
  • metrosalpingografia - esame radiografico della cavità uterina, in cui viene valutata la pervietà delle tube di Falloppio.

Se vengono rilevati complessi fibromi uterini, la donna ha bisogno di cure immediate per migliorare le sue condizioni.

Fibroidi uterini: trattamento

La principale difficoltà nel trattare i fibromi uterini risiede nell'eterogeneità di una neoplasia benigna. Pertanto, prima della sua nomina, una donna ha bisogno di un esame approfondito.

Il trattamento dei fibromi uterini può essere conservativo o chirurgico.

Fibroidi uterini: terapia conservativa

Con piccole e medie dimensioni del sito fibromatoso, viene effettuato un trattamento di natura terapeutica - terapia ormonale. Il trattamento conservativo è prescritto per le seguenti indicazioni:

  • piccole dimensioni del tumore (non più di 12 settimane di gravidanza);
  • sintomi lievi che non riducono la qualità della vita;
  • la necessità di preservare la funzione di portamento;
  • malattie extragenitali, che sono controindicazioni per interventi chirurgici;
  • riabilitazione postoperatoria o preparazione per miomectomia.

L'effetto positivo della terapia ormonale è raggiunto, in media, dopo sei mesi di utilizzo. Quando si sceglie il farmaco necessario, vengono prese in considerazione l'età del paziente e le caratteristiche del corso di patologia.

Come mezzo di trattamento ormonale vengono prescritti preparati estrogeno-gestagenici, gestageni e androgeni, così come agonisti del GnRH e antigonadotropici.

Il trattamento conservativo dei fibromi uterini è controindicato nelle seguenti condizioni:

  • un aumento intensivo delle dimensioni del tumore;
  • sindrome del dolore pronunciata con sviluppo di sanguinamento;
  • la dimensione dell'utero maggiore di 12 settimane di gravidanza;
  • malattie concomitanti degli organi pelvici;
  • patologie somatiche (diabete mellito, ipercoagulazione, ipertensione, ecc.).

Fibroidi uterini: trattamento specifico

Oltre alla terapia ormonale, vengono utilizzati anche metodi di trattamento non specifico dei fibromi uterini per eliminare le cause della malattia:

  • terapia vitaminica - assunzione di complessi vitaminici e minerali;
  • dietoterapia - arricchimento della dieta con alimenti a base di ferro e proteine;
  • sedativi per donne con patologie vascolari;
  • venotonico - normalizzando il ciclo mestruale;
  • terapia antianemica - prescritta per grandi perdite di sangue durante le mestruazioni;
  • terapia immunomodulante - potenziamento delle funzioni protettive del corpo;
  • procedure di fisioterapia - magnetoterapia, elettroforesi, autotrasfusione, ecc.

In assenza di sintomi negativi e aumento della crescita dei fibromi dell'utero, la terapia non può essere eseguita. In questi casi viene nominata un'osservazione dinamica, che implica un esame regolare del ginecologo e un'ecografia.

Fibroidi uterini: trattamento chirurgico

Un intervento chirurgico è prescritto per le seguenti indicazioni:

  • patologie degli organi pelvici;
  • aumento eccessivo del nodo fibromatoso (più di 12 settimane);
  • mancanza di efficacia del trattamento con metodi conservativi;
  • forte dolore e forte sanguinamento;
  • accelerare la crescita dei fibromi (più di 4 settimane all'anno);
  • patologie degenerative dei fibromi;
  • torcendo il sito di localizzazione subsferi dei fibromi;
  • flusso mestruale prolungato nelle donne con fibromioma sottomucoso.

Il trattamento chirurgico dei fibromi uterini è controindicato nelle donne nelle seguenti condizioni:

  • malattie cardiovascolari;
  • compromissione della funzionalità renale;
  • disturbi endocrini;
  • malattie del tratto respiratorio superiore;
  • malattie infettive degli organi pelvici (fino al completo recupero).

La chirurgia può essere eseguita in diversi modi:

  • utilizzando la chirurgia addominale - semi-radicale (amputazione supravaginale, disfunzione uterina), radicale (utero extirpazione, amputazione supravaginale dell'utero con appendici), palliativo (miomectomia: ricostruzione conservativa e uterina);
  • mediante minilaparotomia - rimozione delle aree patologiche attraverso una piccola incisione nella parete addominale;
  • metodo laparoscopico - indicato per le donne con distruzione dell'utero e localizzazione subsferone dei fibromi uterini;
  • usando miomectomia transcervicale - si usa un metodo elettrochirurgico o meccanico. Richiede l'uso di un dispositivo isteroscopico. Prima di eseguire una preparazione ormonale;
  • mediante l'embolizzazione dell'arteria uterina (EMA) - un moderno metodo di trattamento dei fibromi uterini, attualmente considerato il più efficace e sicuro.

L'embolizzazione delle arterie uterine viene effettuata nei principali centri medici di Mosca, dotati di costose attrezzature innovative.

L'efficacia dell'EMA dipende direttamente dalla competenza e dall'esperienza dei chirurghi endovascolari che eseguono la procedura. Iscriviti con i principali specialisti di Mosca: chirurgo endovascolare, candidato di scienze mediche B. Yu. Bobrov, ginecologo, candidato di scienze mediche DM Lubnin. può essere qui

Fibromi uterini

I fibromi uterini sono una crescita benigna che cresce nello strato muscolare dell'organo riproduttivo. La malattia si sviluppa per molti anni, è asintomatica per lungo tempo ed è accompagnata da manifestazioni cliniche principalmente all'età di 30-50 anni. Il tumore cresce durante il periodo riproduttivo e regredisce in menopausa. La natura della malattia è determinata dalla dimensione e localizzazione dei nodi, dal loro numero e dalla presenza di patologia concomitante.

Secondo il decorso clinico, i fibromi non differiscono dai fibromi uterini. La differenza è nota solo al medico della diagnostica ecografica e al patologo. Questi specialisti possono riconoscere i fibromi e fornire una descrizione dettagliata del tumore. La particolare struttura istologica del nodo ha una certa influenza sul decorso della malattia e sulla prognosi, tuttavia, non è un fattore chiave nella scelta di un metodo di trattamento - sia conservativo che chirurgico.

Mioma uterino così diverso

La guida nazionale per ostetrici e ginecologi afferma che i fibroidi sono proliferati sensibili agli ormoni benigni, costituiti da muscoli lisci del miometrio modificati. I termini "fibroma", "fibromioma" e "leiomioma" sono indicati come sinonimi. In generale, questo è il caso. Nella pratica di routine di un ginecologo locale, non importa realmente quale tipo di tumore cresce nell'utero: leiomioma o fibromi. Le cause, i sintomi, i metodi di diagnosi e di trattamento per ciascuna di queste patologie saranno simili.

Poiché i tumori benigni hanno molto in comune, sia i ginecologi che i pazienti possono riferirsi a queste patologie come fibromi e miomi e fibromiomi e leiomiomi.

Istologisti e patologi non sono d'accordo con questa interpretazione e indicano che il fibromioma è un tumore composto da fibre muscolari e del tessuto connettivo in circa la stessa proporzione. Questi specialisti dividono tutti i tumori benigni dell'utero in due tipi:

  • Leiomioma - un nodo, per lo più costituito da tessuto muscolare;
  • Il fibroma è un tumore, in cui oltre il 50% è occupato da fibre del tessuto connettivo.

I fibromi del corpo dell'utero sono uno stato intermedio in cui la quantità di muscolo e tessuto connettivo nella sua composizione è approssimativamente uguale. Nella classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), tutte queste condizioni rientrano nello stesso codice - D25, perché per un ginecologo praticante la differenza tra loro è insignificante ed è più probabile un interesse di ricerca (in istologia e anatomia patologica).

Il termine "fibromi" può nascondere qualsiasi tipo di tumore e solo un'analisi tissutale mostrerà che il nodo è nell'utero.

Per determinare il tipo di nodo del mioma, è necessario analizzare i tessuti tumorali.

Cause della malattia e fattori di rischio chiave

La fibromatosi è considerata una condizione che precede la comparsa di un tumore uterino. Sotto questo termine capiamo la crescita diffusa dei focolai patologici. È impossibile individuare un nodo tra i rudimenti del mioma. L'utero aumenta leggermente di dimensioni, ma non è deformato. In questa fase, la malattia è solitamente asintomatica e viene rilevata casualmente durante un'ecografia.

L'aspetto di un nodo fibromatoso è preceduto dai seguenti stati:

  • In precedenza lo sviluppo sessuale: l'inizio della prima mestruazione fino a 12 anni, la comparsa di caratteristiche sessuali secondarie prima di 9 anni;
  • Rifiuto della nascita di un bambino. La probabilità di sviluppare la malattia è aumentata nelle donne non partum oltre i 30 anni;
  • Nascita tardiva (30-45 anni);
  • Aborti trasferiti o aborti Un singolo aborto può anche provocare la crescita del nodo del mioma, tuttavia, più spesso parliamo di numerosi curettaggi dell'utero, che accompagnano questo processo;
  • Interventi strumentali sugli organi genitali;
  • Subì un intervento chirurgico sull'utero;
  • Lavoro traumatico e prolungato;
  • Sovrappeso e obesità;
  • Lunghe situazioni stressanti.

Le donne obese hanno maggiori probabilità di avere fibromi uterini.

Tutte queste condizioni provocano un aumento del livello di estrogeni nel corpo e quindi innescano la proliferazione cellulare. Nel corso di cicli ripetuti di iperplasia si accumulano cellule muscolari lisce fenotipicamente modificate, di cui si forma successivamente il germe fibroleyiomy. In un caso clinico di una donna con un tumore all'utero, ci sono quasi sempre prove di una storia ginecologica appesantita. La patologia si riscontra anche nei giovani non ancora nati, ma tali casi sono molto meno comuni.

Anche le malattie infiammatorie degli organi pelvici sono considerate un fattore di rischio per i fibromi. L'endometrite non aumenta il livello di estrogeni, ma indebolisce le difese immunitarie dell'organismo e contribuisce alla violazione dell'apoptosi - la morte cellulare programmata naturale. La proliferazione dei miociti porta alla comparsa dei rudimenti dei fibromi e alla sua crescita attiva.

Nella ginecologia moderna, l'attenzione è rivolta non solo agli estrogeni, ma anche al progesterone, un altro ormone femminile. Gli studi hanno dimostrato che il tumore cresce durante la gravidanza, così come la nomina di gestageni ("Duphaston", "Utrogestan"). A questo proposito, il periodo di gestazione, così come i farmaci ormonali dovrebbero essere attribuiti a fattori di rischio per lo sviluppo della malattia.

La pratica mostra che durante la gravidanza i fibromi continuano a crescere.

Altre teorie sull'aspetto dei fibroidi meritano attenzione:

  • Ovulazione frequente La donna moderna dà alla luce un bambino una volta o due. Il resto del tempo nel suo corpo è la maturazione mensile dei follicoli, la formazione tra loro è dominante e l'ovulazione. L'utero ogni ciclo prepara una possibile gravidanza aumentando lo strato endometriale. I tessuti muscolari proliferano, provocando la loro crescita incontrollata e la comparsa di un tumore;
  • Lesioni e chirurgia sull'utero. Il danno al tessuto miometriale può portare al suo errato restauro e attivazione della divisione cellulare, che provoca anche la comparsa di un nodo miomato.

Non c'è differenza nello sviluppo di leiomioma e fibromi. Le cause dell'aspetto di ciascun tipo di tumore sono le stesse. A un certo stadio di proliferazione, più fibre connettive o muscolari si accumulano nei tessuti del nodo e questo determina il suo tipo.

I tumori benigni dell'utero crescono nel periodo riproduttivo e non sono praticamente rilevati negli adolescenti. Il fibromioma in una vergine è raro. In pratica, tali situazioni si verificano se il paziente rimane vergine all'età di 25 anni e oltre. I ginecologi chiamano la vita sessuale irregolare o la mancanza di uno dei fattori di rischio per i fibromi uterini.

La foto sotto mostra i tipi di fibromi:

  • Subserous - è vicino allo strato esterno, può sporgere oltre l'utero sul peduncolo;
  • Interstiziale - situato all'interno delle pareti del corpo;
  • Sottomesso - entra nell'utero.

Nodi particolarmente distinti situati nella cervice o che lasciano la vagina.

Tipi di nodi miomatosi, a seconda della loro posizione.

Il quadro clinico della malattia: come capire che c'è un tumore nell'utero?

I seguenti criteri diagnostici aiutano a sospettare lo sviluppo della malattia:

  • La natura mutevole delle mestruazioni. Se i periodi sono diventati abbondanti e lunghi, dovresti sottoporti a un'ecografia e scoprire se c'è un tumore benigno nell'utero. I nodi localizzati sottomucosi o intraparietali, cambiano la natura delle mestruazioni, aumentandone la durata e il volume. Spesso ci sono dolore fastidioso nell'addome inferiore e nella parte bassa della schiena, che passano dopo il completamento del sanguinamento. I tumori secondari non influenzano le mestruazioni e rimangono asintomatici per lungo tempo;
  • Sanguinamento uterino. Se le mestruazioni pesanti non si esauriscono, il volume della perdita di sangue aumenta, le condizioni della donna peggiorano, dovresti vedere un medico (se c'è un forte sanguinamento, chiamare un'ambulanza). Questo sintomo si verifica in molte malattie ginecologiche e il fibromioma è solo una delle possibili diagnosi;
  • Sanguinamento aciclico intermittente. Un tal segno può indicare sia il myoma che iperplasia endometriale, perciò, è impossibile fare a meno di consultare un dottore. Il sanguinamento aciclico si verifica prevalentemente nelle formazioni multiple interstiziali, quando quasi l'intero strato muscolare dell'utero è deformato e non è in grado di contrarsi completamente;
  • Sindrome del dolore cronica. Il dolore non è il sintomo principale dei fibromi. Questo tumore si fa spesso sentire dai disturbi mestruali. Nelle prime fasi del dolore lì, e solo con la crescita del nodo ci sono spiacevoli sensazioni di trazione nell'addome inferiore. Il dolore può essere dato al sacro e alla regione lombare, sentito nella coscia e nel perineo. Con dimensioni maggiori di fibromi, si nota formicolio sotto le costole, nella regione epigastrica;
  • Aumento di peso e crescita addominale. Si verifica con tumori grandi e giganti. Il fibromioma può raggiungere dimensioni significative fino alla gravidanza a termine, ed è impossibile non notare una tale formazione.

Uno dei segni della presenza di grandi fibromi nell'utero è un aumento delle dimensioni dell'addome in una donna.

Il fibromioma è pericoloso per le sue complicanze derivanti dalla rapida crescita del nodo e dal rifiuto della terapia. Un tumore nell'utero può innescare lo sviluppo di tali stati:

  • Sensazione di malessere, debolezza generale, tinnito, battito cardiaco accelerato e vertigini sono tutti segni di anemia sideropenica. Carenza di ferro si verifica sullo sfondo della perdita di sangue durante le mestruazioni o nel mezzo del ciclo, dopo forti emorragie. Questa condizione può essere accompagnata da una diminuzione della pressione sanguigna e dallo svenimento;
  • Minzione frequente. Si manifesta con tumori proliferi, premendo sulla vescica. Formazioni giganti possono bloccare il lume dell'uretere o dell'uretra e portare a ritenzione urinaria acuta;
  • La stitichezza è un altro sintomo dei fibromi subperitoneali, che preme sul retto. Nei casi avanzati, il tumore può portare all'ostruzione intestinale;
  • Grave dolore addominale si verifica quando la torsione delle gambe dei fibromi e lo sviluppo di necrosi. Il dolore diventa crampi, perdite di sangue dalla vagina, febbre, nausea e vomito;
  • I dolori crampi che danno in un cavallo parlano di una nascita di un nodo sottomesso. L'espulsione del tumore è accompagnata da sanguinamento.

Il nascente nodo del mioma e la sua uscita nella cavità della vagina provoca dolore severo alla donna, simile alle contrazioni del travaglio.

Gravidanza con fibromi: da cosa dipende la prognosi?

Per tutte le donne che sognano la maternità, è importante sapere:

  • La concezione del bambino con fibromi uterini è possibile. Un piccolo tumore non interferisce con la fecondazione e il trasporto di un feto;
  • La migliore prognosi è data per le lesioni di tipo subserous. Myoma, situato al di fuori dell'utero, non interferisce nella pratica con il corso della gravidanza;
  • I nodi sottomessi sono sfavorevoli per la maternità. Un tumore che entra nella cavità uterina, deforma, previene la fecondazione e porta il bambino. Con le masse sottomucose, l'aborto si presenta spesso fino a 12 settimane;
  • Il fibromioma durante la gravidanza può crescere, aumentando di un quarto del suo valore originale. La massima crescita del nodo si nota nella prima metà della gestazione;
  • Durante la gravidanza, l'apporto di sangue ai fibromi è compromesso, il che può portare alla necrosi tumorale e richiedere un intervento chirurgico urgente.

I ginecologi consigliano di sottoporsi a un esame completo prima della gravidanza, al fine non solo di identificare il tumore, ma anche di ricevere un trattamento prima di concepire un bambino. La terapia competente ridurrà il rischio di complicanze e aumenterà le possibilità di un esito favorevole.

Poiché il fibromioma può crescere durante la gravidanza, è meglio fare un esame completo in anticipo e sottoporsi a un ciclo di trattamento prescritto.

Perché un tumore cresce

Il fibromioma ha una caratteristica: cresce piuttosto lentamente. Le fibre del tessuto connettivo non proliferano troppo rapidamente, quindi questo tumore potrebbe non cambiare nel corso degli anni. Lentamente, solo il fibroma aumenta di dimensioni - un nodo costituito da oltre il 50% del tessuto connettivo. Leiomiomi - formazioni muscolari - sono caratterizzati da una rapida crescita.

Le modifiche nella dimensione di un nodo sono influenzate dai seguenti stati:

  • Gravidanza e parto. Alcuni fibromiomi crescono durante la gestazione, altri, al contrario, diminuiscono. Si nota che con i nodi piccoli la probabilità della loro regressione è un po 'più alta;
  • Aborti e aborti Eventuali cambiamenti ormonali e interventi chirurgici sull'utero minacciano la crescita incontrollata del nodo;
  • Climax. Con l'inizio della menopausa, la produzione di ormoni sessuali diminuisce, il che porta alla naturale regressione del tumore. Se la formazione aumenta dopo l'inizio della menopausa e aumenta dopo i 50-60 anni di età, deve essere immediatamente esaminato da un ginecologo. Tali sintomi si verificano durante la formazione del sarcoma - un tumore maligno dell'utero;

Durante la menopausa, le neoplasie benigne tendono a diminuire. Se il tumore cresce, potrebbe essere un segno di un tumore maligno.

  • Accettazione di farmaci ormonali. Alcuni rimedi causano una riduzione delle dimensioni dei fibromi, mentre altri contribuiscono alla sua crescita.

L'effetto del calore sulla crescita dei fibromi non è stato dimostrato, ma i medici non consigliano ai loro pazienti di essere coinvolti in procedure associate al riscaldamento del corpo. Se vedi una rapida crescita dell'istruzione (più di 4 settimane all'anno), non puoi andare a fare sport, stare a lungo sulla spiaggia, andare al bagno, alla sauna, al solarium.

Negli ultimi anni, il fibromioma ha cessato di essere considerato una condizione precancerosa, ma la vigilanza oncologica rimane. Sarcoma e fibromi sono accompagnati dalla comparsa di sintomi simili, quindi distinguere una condizione dall'altra è possibile solo dopo un esame completo. Il fibroma non può rinascere nel cancro, ma non è esclusa la possibilità di sviluppo simultaneo di un tumore maligno in miometrio modificato o intatto.

Tattica per sospetto fibromioma

Per identificare il tumore viene effettuata:

  • Esame di un ginecologo. Quando l'esame bimanuale dell'utero, il medico richiama l'attenzione sul suo aumento, la presenza di nodi. Per tumori di piccole dimensioni non si osservano cambiamenti significativi;
  • L'esame di laboratorio per il mioma non è significativo. Il medico può raccomandare un esame del sangue per gli ormoni per rilevare le comorbidità, identificare i marcatori tumorali nei casi di sospetto sarcoma;
  • Esame ecografico L'ecografia mostra fibromioma come massa ipoecogena. L'esame determina le aree del tessuto connettivo che occupano fino al 50% del tumore;
  • Isteroscopia. Consente di identificare i nodi sottomucosi, distinguerli dai polipi, aspirare dall'utero, eseguire il curettage diagnostico;

Uno dei tipi di diagnosi di tumori nell'utero è l'isteroscopia, con la quale è possibile vedere i cambiamenti patologici e prelevare un campione di tessuto.

  • Laparoscopia. È indicato per lesioni di tipo faringeo, compressione degli organi pelvici da parte del tumore;
  • L'esame istologico di campioni macro e microscopici viene effettuato dopo la rimozione del nodo. Permette di identificare il tipo di tumore, per distinguere un maligno da benigno.

Il mioma dell'utero è spesso accompagnato da un'altra patologia degli organi riproduttivi (polipi e iperplasia dell'endometrio, adenomiosi, cisti ovariche). Inoltre, durante l'esame, vengono spesso rilevati casi di mastopatia e patologia tiroidea (ipotiroidismo).

Principi di terapia: come essere trattati?

Nell'età riproduttiva, il fibroma non può risolversi, quindi, prima o poi, il paziente con fibromioma avrà bisogno di terapia. La scelta del metodo di trattamento dipende dalla dimensione del sito. Tutte le entità sono divise in diversi tipi:

  • Piccolo: fino a 2,5 cm e fino a 5-6 settimane di utero allargato;
  • Medio: 2,5-5 cm e 6-12 settimane;
  • Grande: 5 cm e 12 settimane.

La foto ad ultrasuoni mostra un grande tumore.

La dimensione del tumore è importante per la selezione della terapia farmacologica, oltre a determinare il metodo di funzionamento. La caratteristica del fibromioma a seconda delle sue dimensioni è presentata nella tabella.