Farmaci antineoplastici per il cancro al seno: antibiotici, ormoni, immunomodulatori e altri farmaci

Nonostante i significativi progressi nello studio del cancro al seno, il problema di combattere questa malattia rimane molto rilevante.

La diagnosi precoce e una terapia tempestiva e razionale contribuiscono a ridurre la mortalità per cancro.

A causa della vasta gamma di farmaci antitumorali, il medico può scegliere una tattica di trattamento individuale per ciascun paziente, tenendo conto delle caratteristiche del suo corpo e delle specificità del decorso della malattia.

Farmaci alchilanti

Questo tipo di farmaco è usato in combinazione con la chemioterapia. Come risultato dell'azione di farmaci alchilanti sul DNA, le cellule tumorali iniziano a morire.

L'uso di farmaci di questo tipo causa effetti collaterali: interruzione del normale funzionamento del midollo osseo, leucopenia, trombocitopenia. Alla fine del ciclo di trattamento, gli effetti collaterali scompaiono.

I farmaci per l'alchelling includono:

  • Alkeran;
  • Leykeran;
  • Thiotepa-Tiopleks;
  • thiotepa;
  • clorobutile;
  • Ciclofosfamide-Teva;
  • ciclofosfamide;
  • Endoxane.

antimetaboliti

Il metabolismo delle cellule affette da cancro ha le sue caratteristiche, una delle quali è la suscettibilità agli antimetaboliti.

Gli antimetaboliti inibiscono i processi biochimici necessari per la divisione delle cellule tumorali, che porta alla morte dei tessuti tumorali e all'indebolimento o alla completa guarigione dell'oncologia.

Quasi tutti gli agenti terapeutici di questo gruppo sono fatti sotto forma di iniezioni. Gli antimetaboliti includono:

  • Gemzar;
  • Metotreksat;
  • Treksan;
  • Triksilem;
  • ftorafur;
  • Fluorouracil Roche;
  • Fluroks;
  • Fluorouracile.

Alcaloidi vegetali

Questi agenti antitumorali così come i farmaci del precedente gruppo iniziano una completa cessazione del metabolismo delle cellule affette da cancro e, di conseguenza, la loro morte.

A causa del forte effetto neurotossico, tali farmaci possono essere utilizzati solo con cicli di trattamento a breve termine. Questo gruppo ha la più vasta gamma di prodotti farmaceutici. Ecco alcuni di loro:

Antibiotici di origine citotossica

Grazie ad uno studio approfondito dei prodotti di scarto dei microrganismi, sono stati scoperti inibitori della crescita, che si sono dimostrati un eccellente agente anti-cancro.

Integrando nel DNA esistente, gli antibiotici citotossici bloccano la possibilità di formazione di nuove macromolecole. I preparati inclusi in questo gruppo sono prodotti sotto forma di soluzioni destinate all'amministrazione interna.

Esempi di tali farmaci sono:

  • adriamicina;
  • Blastotsin;
  • doxorubicina;
  • Rastotsin;
  • Mitoxantrone ABD;
  • Epil.

Farmaci carboplatino

Questi farmaci sono composti di platino.

Il principio attivo in questo caso è composto inorganico contenente metalli. Carboplatino è usato per migliorare gli effetti di altri farmaci anti-cancro.

Il numero di farmaci carboplatino include:

ormoni

La scienza ha dimostrato che i cambiamenti ormonali possono portare al cancro al seno.

Sopprime la formazione di tumori normalizzando i livelli ormonali. Pertanto, una direzione importante nello sviluppo del trattamento del cancro è la terapia ormonale, durante la quale è possibile applicare:

  • Microfollin forte;
  • Etinilestradiolo;
  • Fosfestrol;
  • Honvan;
  • Etinilestradiolo.

Antagonisti degli ormoni

Questi farmaci comprendono farmaci che indeboliscono l'azione degli ormoni che causano la formazione di tumori del cancro.

Gli antagonisti degli ormoni sono presentati principalmente sotto forma di compresse. I farmaci inclusi in questo gruppo:

  • Zoladex;
  • aminoglutetimide;
  • Mam;
  • Tamoxifen gene;
  • Tamoxifene (analoghi del Tamoxifene: citrato di tamoxifene, Tamoxifen-Ebeve);
  • Bilem;
  • Fareston.

immunostimolanti

L'effetto dei farmaci immunomodulatori sul cancro non è completamente compreso.

Lo scopo dell'uso di questi farmaci è quello di migliorare la risposta immunitaria alla malattia. Il rilascio di immunostimolanti è prodotto sotto forma di polvere destinata alle iniezioni.

Esempi di questo tipo di medicina sono:

Ormoni contraccettivi di azione sistemica

L'uso degli ormoni sessuali è uno dei modi principali per combattere il cancro al seno. Il meccanismo dell'effetto degli ormoni sessuali su un tumore è molto complesso.

Quindi, gli ormoni dell'azione opposta possono dare lo stesso risultato del trattamento. La maggior parte degli ormoni contraccettivi si presenta sotto forma di compresse, ma può anche essere trovata sotto forma di sospensioni o sotto forma di soluzione oleosa per la somministrazione interna.

I seguenti ormoni contraccettivi sono usati in oncologia:

  • Adriol;
  • Depostat;
  • Depo Provera;
  • Megeys;
  • IPA;
  • Nuvir;
  • Sinestrol;
  • Propionato di testosterone;
  • Farlutal;
  • Tsiklotal.

Farmaci anabolizzanti

Durante il trattamento del carcinoma mammario formatosi durante la premenopausa, gli steroidi anabolizzanti vengono utilizzati in combinazione con altri farmaci antitumorali.

La forma di rilascio di questi agenti è una soluzione oleosa che viene utilizzata per le iniezioni. Questo tipo di farmaci include:

Fitopreparati

L'efficacia del trattamento con l'aiuto di rimedi erboristici dipende completamente dal principio attivo contenuto in essi.

Il meccanismo d'azione degli agenti fitoterapici si basa sull'azione immunostimolante e aumenta l'attività di reazioni protettive non specifiche del corpo.

Vengono prodotti fitopreparati sotto forma di gocce o succo. Trova anche farmaci in pillole. Esempi di farmaci fitoterapici:

  • Chaga Birch Mushroom;
  • docetaxel;
  • Immunal;
  • Endotelon;
  • Ehinabene;
  • Echinacea Hexal;
  • Gerpetsin.

Droghe mirate

Terapia mirata: un nuovo metodo per trattare i tumori maligni.

L'azione dei farmaci mirati è volta a danneggiare una delle fasi del processo di formazione del tumore. Sfortunatamente, l'efficacia di questa terapia non è abbastanza elevata, in quanto viene utilizzata in aggiunta alla chemioterapia e alla terapia ormonale.

I farmaci mirati includono:

Tecnica ASD

Questa tattica di trattamento è stata sviluppata da A.V. Dorogov. ASD - il prodotto della vita animale, trattamento termico passato.

Questo farmaco è uno stimolante antisettico. Normalizza gli ormoni, stabilizza il sistema nervoso e rafforza il sistema immunitario.

L'ASD può essere usato in combinazione con trattamenti tradizionali e tradizionali di cancro al seno. La medicina ufficiale è scettica sul farmaco, ma le risposte dei pazienti che usano la tecnica Dorogov sono per lo più positive.

In caso di reazioni allergiche, deterioramento della salute o altre manifestazioni negative, il farmaco deve essere immediatamente cancellato e richiedere assistenza medica.

Vitamine e cancro

Ci sono molti dibattiti sulla necessità di assumere vitamine per il cancro.

Non si tratta di vitamine che una persona ottiene naturalmente con il cibo, ma di supplementi nutrizionali. Quindi, i risultati di alcuni studi mostrano che un consumo adeguato di vitamina C riduce il rischio di tumori maligni.

Altri studi confermano che un eccesso di alcune vitamine, come l'acido folico, al contrario, aumenta il rischio di cancro. Pertanto, non esiste una risposta definitiva alla domanda se sia necessario assumere vitamine e multivitaminici per il cancro al seno.

Antibiotici per il cancro al seno

Gli antibiotici sono uno dei mezzi che raramente viene prescritto nel corso del trattamento delle malattie del seno. Tuttavia, alcuni esperti hanno iniziato a sostenere che senza alcun danno, il loro uso nel cancro al seno è impossibile. Grazie a numerosi studi di medici, è stato reso noto che esiste una connessione tra l'uso a lungo termine di antibiotici e la comparsa di tumori nelle donne. Ma per spiegare esattamente cosa sta causando questo, finora nessun medico è in grado di farlo. Molti hanno suggerito che a causa dell'effetto sui batteri dell'esofago e dell'intestino, gli antibiotici possono interrompere il passaggio naturale del cibo, così come i componenti che non sono necessari per la lotta contro le cellule tumorali. C'è anche una teoria secondo la quale gli antibiotici indeboliscono il sistema immunitario del corpo, che è quello che le cellule cancerogene usano, iniziando a dividersi più attivamente.

Vale la pena notare che non è valsa la pena di rifiutare il trattamento con antibiotici, dal momento che le ipotesi e le teorie devono ancora essere dimostrate, mentre oggi gli antibiotici sono uno degli strumenti più efficaci per combattere il cancro al seno. Un'altra cosa è che non è necessario usare antibiotici senza prescrizione medica o abusare del loro consumo. La cosa principale presso lo studio del medico è scegliere il metodo di trattamento più efficace, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo, e quindi ci sarà speranza per una cura.

Se parliamo di farmaci specifici che aiutano nella lotta contro il cancro al seno, allora vale anche la pena capire che ogni caso dovrebbe essere considerato individualmente. Un organismo con un sistema immunitario indebolito, ad esempio, forti antibiotici può essere molto dannoso.

La medicina è in costante evoluzione, ad esempio la doxiciclina non è stata precedentemente utilizzata come mezzo per curare tumori maligni e ora è scientificamente provato che è abbastanza efficace nel combatterli. Come dimostrato dagli esperimenti dell'Università di Stanford, i componenti della doxiciclina sono in grado di ridurre il tasso di divisione delle cellule tumorali, prevenendo in tal modo lo sviluppo di tumori.

Un altro rimedio moderno è l'epirubicina (solo iniezioni, pharmaorubicina o epilex). Questo è anche un antibiotico che, tra tutti i farmaci moderni, dà i migliori risultati come agente antitumorale.

In ogni caso, la scelta dell'agente chemioterapico è sempre per il medico - l'autotrattamento in questo caso non solo non è appropriato, ma può essere fatale. L'uso di antibiotici è possibile solo su prescrizione e solo dopo gli esami e l'ottenimento di analisi dei dati.

Una visione moderna del cancro al seno dagli specialisti dell'Istituto di ricerca di Mosca per loro. Herzen

Antibiotici del Cancro

Gli antibiotici sono spesso prescritti per il trattamento delle malattie della mammella. Ma recentemente in una rivista medica ho letto che possono fare del male. È vero?

Una tale teoria esiste davvero.

Lei è il risultato di una seria ricerca. Una connessione completamente inaspettata è stata trovata tra l'uso prolungato di antibiotici e l'insorgenza di tumori al seno maligni.

Ciò dimostra un'analisi statistica delle informazioni sulle droghe, che per due decenni ha usato 10 mila donne di età diverse. Ci sono risultati di test oncologici che hanno preso.

Quindi, è stata scoperta una cosa molto interessante. Tra le donne che si occupavano di antibiotici e le hanno prese per più di 500 giorni - e questo è almeno 25 cicli di trattamento - l'incidenza del cancro al seno è stata almeno due volte superiore rispetto a quelli che non sono stati trattati con antibiotici.

Le donne che hanno subito meno di 25 cicli di terapia antibiotica hanno avuto cancro una volta e mezza più spesso. Inoltre, in coloro che hanno assunto questi farmaci, il cancro spesso non è stato curato.

Qual è la ragione? Perché gli antibiotici a cui siamo abituati hanno un tale effetto?

Come questi farmaci causano tali reazioni avverse, mentre è impossibile dirlo con certezza. L'ipotesi principale è che questi farmaci influenzino i batteri nel tratto digestivo. Interrompono il passaggio del cibo e con esso i componenti che proteggono il corpo dal cancro. È anche possibile che gli antibiotici minino il sistema immunitario umano.

Il lavoro in questa direzione continua, e ora la cosa principale è condurre ulteriori ricerche.

Ciò significa che gli antibiotici dovrebbero essere abbandonati del tutto?

Assolutamente no. Gli scienziati non consigliano alle donne di interrompere l'assunzione di questi medicinali. Dopo tutto, tutte le ipotesi hanno bisogno di raffinatezza e prove. Tuttavia, c'è una certezza che la connessione tra l'assunzione di antibiotici e l'insorgenza del cancro al seno è evidente.

Pertanto, ricorrere a tali farmaci dovrebbe essere solo in caso di emergenza, quando non vi è altro trattamento.

Rifiutare gli antibiotici non dovrebbe essere perché è uno dei metodi più efficaci. Ma devi valutare attentamente tutto - insieme al medico, ovviamente - scegli l'opzione migliore.

Per quanto riguarda le malattie delle ghiandole mammarie, quali farmaci sono più efficaci oggi?

È piuttosto difficile isolare qualsiasi preparazione separata: è necessario un approccio individuale in ciascun caso specifico.

Ma ecco un dettaglio interessante. La doxiciclina tradizionale è ben nota a tutti. Recentemente è stato dimostrato che può essere un buon aiuto nel trattamento dei tumori maligni, di cui nessuno aveva mai sospettato.

E gli esperimenti condotti presso la Stanford University hanno dimostrato che riduce il tasso di riproduzione delle cellule maligne, rallentando così la crescita del tumore stesso.

La doxiciclina effettivamente "li guarisce", controllando la velocità della loro divisione.

Questo fenomeno è estremamente interessante perché consente di contare sulla creazione di nuovi farmaci antitumorali con un minimo di effetti collaterali.

Per quanto riguarda le altre novità, è prima di tutto - l'epirubicina - uno degli antibiotici antitumorali più efficaci, raccomandati per le malattie della mammella. Può essere in polvere per la preparazione di soluzioni di iniezione - quindi si chiama Pharmaorubicin o Epile.

Tuttavia, ripeto ancora una volta: la scelta di un farmaco chemioterapico è il business di un medico, l'auto-trattamento è inaccettabile qui.

Nel nostro centro medico "Euromedprestige" sarete in grado di ottenere consigli da un medico qualificato, sottoporsi a un esame del seno, essere sottoposti a test e selezionare il miglior metodo di trattamento.

Cochrane

Il carcinoma mammario (metastatico) comune è il cancro che si è diffuso oltre il seno. Il trattamento della malattia metastatica di solito comporta alcuni tipi di chemioterapia (farmaci antitumorali) per cercare di ridurre il cancro. Gli agenti chemioterapici possono essere prescritti come terapia monocomponente o in combinazione con altri agenti chemioterapici. Questo viene fatto secondo un piano o corso di terapia chiamato regime di trattamento. Esistono molti tipi di agenti chemioterapici che funzionano in modo diverso. Gli antibiotici antitumorici agiscono danneggiando le cellule tumorali, impedendo in tal modo la riproduzione di queste cellule. La chemioterapia generalmente causa una serie di effetti collaterali ed eventi avversi associati al trattamento. Gli effetti collaterali noti degli antibiotici antitumorali comprendono nausea, vomito, diminuzione del numero dei leucociti (noto come leucopenia) e in alcuni casi una reazione tossica che colpisce il cuore (chiamata cardiotossicità).

Questa revisione ha lo scopo di identificare e analizzare prove casuali che confrontano i corsi di chemioterapia contenenti antibiotici anti-cancro con corsi che non contengono antibiotici anti-cancro. Questa revisione ha identificato 34 studi ammissibili che hanno coinvolto 5605 donne. Questa revisione ha mostrato che, per le donne con carcinoma mammario avanzato, l'assunzione di antibiotici antitumorali non porta a una migliore sopravvivenza rispetto alle donne che hanno assunto altri tipi di agenti chemioterapici. Nonostante la mancanza di prove sui benefici della sopravvivenza, questa revisione ha mostrato che le donne che assumevano questi farmaci avevano un vantaggio in termini di tempo (la durata del tumore che si sviluppa dopo aver assunto il farmaco) e la risposta del tumore (contrazione) rispetto a con donne che non hanno assunto antibiotici antitumorali. Tuttavia, il rischio di effetti indesiderati, tra cui cardiotossicità, leucopenia e nausea / vomito, era significativamente più alto nelle donne che assumevano antibiotici antitumorali. Dato che questa revisione non ha mostrato alcun beneficio nella sopravvivenza delle donne che assumono questo gruppo di farmaci, ma un più alto livello di effetti collaterali, l'uso di questi farmaci nel trattamento del carcinoma mammario metastatico deve essere attentamente valutato rispetto al rischio di questi effetti indesiderati.

Elenco dei farmaci contro il cancro al seno

Il cancro al seno è una malattia oncologica dell'organo, caratterizzata da una tendenza alla progressione attiva, una rapida crescita della patologia e una metastasi abbastanza estesa.

Il trattamento dà un risultato positivo solo con un approccio integrato, un componente del quale è l'uso di farmaci dello spettro diretto di influenza sull'anomalia.

Descrizione dei farmaci

La medicina moderna ha un gran numero di farmaci per combattere il cancro al seno, il cui uso dà un alto risultato nelle prime fasi della malattia, e può essere l'unica alternativa possibile in caso di inoperabilità del paziente.

Questi componenti facilitano la condizione fisica della donna, alleviano i sintomi, sopprimono la capacità del tumore di emettere metastasi, inibiscono le cellule tumorali e ne impediscono l'ulteriore divisione atipica. È consigliabile considerare più in dettaglio i principali gruppi di farmaci nel contesto del loro principio di influenza sulla patologia e le caratteristiche specifiche dell'applicazione.

Agenti alchilanti

I complessi di cancro di una specie alchilante stimolano i processi di alchilazione dei filamenti di DNA per aumentare l'attività al fine di arrestare sedativamente i meccanismi di produzione di ribonucleotidi nel corpo del paziente, che successivamente porta alla morte di massa delle cellule mutanti cancerose colpite.

I principali farmaci sono la Ciclofosfamide, Melphalan.

  • Ciclofosfamide - disponibile in flaconcini da 500 ml, contiene ciclofosfamide monoidrato attivo. La dose standard - da 7 a 14 g. Ha iniettato i primi sette giorni del ciclo di chemioterapia. Prezzo - da 1 700 rubli per bottiglia.
  • Melphalan - il principio attivo - melfalan. Nella composizione - stearato di magnesio, biossido di silicio, crospovidone, acido cloridrico. Altamente selettivo per linfonodi e neoplasie. Ricevimento - endovenosamente 4 giorni. Dosaggio: dipende dallo stadio della malattia. Il costo varia tra 8.000 e 15.000, in base alla forma del pacco.

antimetaboliti

Mezzi moderni ed efficaci di spettro antimetabolico di influenza su una neoplasia. Nell'applicazione dello scambio, bloccano completamente i processi di rigenerazione delle cellule cancerogene sopprimendo i meccanismi della sintesi biochimica. Questi includono:

  • Tegafur - disponibile in capsule. Ingredienti: biossido di titanio, gelatina. Applicazione - dose giornaliera di 800 mg, naturalmente - entro 40 g. Il numero di corsi, almeno quattro. Prezzo: da 2 900 a confezione;
  • Fluorouracile: costituito da un complesso di elementi, idrossido di sodio, fluoroucile, acqua per preparazioni iniettabili. Ha un effetto combinato. Ricevimento: per via endovenosa, non più di 1 g al giorno. Prezzo - da 3 200 rubli per confezione.

Alcaloidi vegetali

In questa categoria appartengono gruppi medicinali, che unisce la natura dell'origine - tutti i mezzi sono composti alcaloidi naturali. Questi sono principalmente potenti elementi di azoto eterociclico, il cui principale vantaggio rispetto ad altri mezzi è considerato una soglia molto alta per l'attività biologica degli alcaloidi.

I membri più importanti del loro gruppo, il più delle volte nominato con questa diagnosi:

  • Vinblastina - somministrata per via endovenosa una volta alla settimana. Il dosaggio è di circa 6 mg per m² di superficie corporea. Costo: circa 1470 rubli;
  • Docetaxel - per 1 ml di prodotto concentrato: etanolo al 95%, acqua per preparazioni iniettabili. Ricevimento: una volta ogni 21 giorni scendendo per 60 minuti in complesso con altri farmaci antitumorali. Il costo è di circa 4.000 rubli per 10 mg;
  • La vindesina è l'ingrediente principale del solfato di Vindesine. Rilasci in polveri. Ricevimento: per via endovenosa. Il dosaggio, il trattamento e il loro numero sono regolati rigorosamente individualmente.

Antibiotici citotossici

I mezzi relativi alle citotossine stimolano attivamente i processi di morte dei composti frammentari e dei reticoli strutturali molecolari, che fanno parte delle formazioni cancerogene.

La loro unicità sta nella specificità dell'azione dei farmaci sui processi tumorali: sotto la loro influenza l'apoptosi si sviluppa gradualmente nel corpo del paziente. L'essenza di questo fenomeno è che quando i componenti degli antibiotici citotossici si accumulano, i processi di morte delle slitte atipiche diventano controllati.

  • Doxorubicina - soluzione per somministrazione intravescicale, doxorubicina cloridrato, mannitolo. È usato per via endovenosa, intraarterialmente. Come unico e complesso. La dose approssimativa per ciclo di trattamento è di 65 mg per m² di superficie corporea. Costo - da 580 rubli;
  • Epirubicina - principio attivo - concentrato di epirubicina. Inoltre nella composizione - cloridrato di sodio, acido cloridrico diluito, fluido di iniezione. Applicazione: una soluzione di 30-70 mg, naturalmente, nei primi sette giorni. Prezzo: 9 100 rubli.

In questo articolo, la prognosi per il cancro al seno diffuso.

Agenti antitumorali

I farmaci antineoplastici sono prevalentemente composti di platino, la cui influenza attiva sul corpo del paziente si manifesta nel provocare una necrosi completa di frammenti cellulari malati, inibendo la sintesi di elementi di acido nucleico. Un rappresentante di questo gruppo è Carboplatino e suoi derivati.

Carboplatino - l'elemento attivo carboplatino, compreso il platino. Introdotto dal metodo goccia a goccia per 20 a 60 minuti (a seconda delle dimensioni del tumore) nella quantità di 45 ml per 5 giorni. Costo - 1650 rubli.

Farmaci ormonali

La terapia ormonale mira a inibire la produzione di estrogeni durante l'assunzione di farmaci di un determinato spettro d'azione. Viene effettuato tenendo conto del ciclo mestruale e passa indipendentemente da esso.

Il principio di azione dei fondi si basa sulla riduzione e concentrazione di estrogeni, bloccando i processi di fusione dei recettori dei tessuti e degli ormoni del neoplasma.

  • Tamoxifene - il farmaco più efficace per il cancro al seno. Accettato 10 mg due volte al giorno. Il corso del trattamento - da 40 a 60 giorni - a seconda del grado di dinamica positiva. Costo approssimativo - 700 rubli per confezione.
  • Toremifen - complesso analogico. Dose giornaliera - 80 - 220 mg. Il trattamento viene eseguito per diversi anni fino a un risultato stabile. Il prezzo medio è di 1620 rubli.

Rapporto video sui recenti progressi nella terapia ormonale adiuvante:

Antagonisti degli ormoni

Efficace anti-estrogeno e agenti antitumorali. I componenti non steroidei sono in grado di inibire qualitativamente i recettori estrogenici periferici in organi e reparti affetti da patologie maligne e tenute in crescita in essi.

Il risultato è un complesso che, trasformandosi nel nucleo cellulare, blocca l'ipertrofia delle cellule a seconda della regolazione estrogenica dei processi cellulari.

La droga principale - Tamoxifen. Ingredienti: tamoxifen citrato. Sopprime la formazione di prostaglanditi, inibisce l'ulteriore crescita del tumore. Preso in pillole. Singola dose - da 20 mg in più dosi. La durata del trattamento è lunga. Più efficacemente combinato con la radioterapia. Prezzo - 450 rubli.

Questo articolo è una foto del sarcoma del seno, con una descrizione dettagliata dei sintomi.

immunostimolanti

Gli immunostimolanti sono utilizzati nella pratica oncologica con estrema cautela e la loro efficacia complessa è stata confermata dalla pratica. I rimedi aiutano a rafforzare le capacità protettive del paziente del paziente, prevengono le manifestazioni infettive, sono prescritti durante il periodo postoperatorio per consolidare le dinamiche positive e prevenire le ricadute.

Molto spesso, i pazienti con tumore al seno sono prescritti Polyoxidonium. Sembra un liofilizzato poroso in ampolle per puntura o fiale, meno spesso - sotto forma di candele. Ammissione e trattamento - secondo la situazione. Il costo in ampolle - da 800 rubli per confezione. Candele - da 680 rubli.

Ormoni sessuali e modulatori della funzione genitale

Gli ormoni sessuali sono spesso il fattore determinante nella prevenzione e nel trattamento postoperatorio del cancro al seno. La loro azione si basa sull'azione catabolica dei complessi ormonali corticosteroide che sopprimono la sintesi proteica, riducono la sua concentrazione e stimolano la sua transizione ai carboidrati. Pertanto, la resistenza del tessuto viene ridotta e i processi di metastasi vengono bloccati.

Un rappresentante di tali modulatori sintetici è Iprozhin. Nella sua struttura: progesterone, burro di arachidi, lecitina di soia. Riduce l'eccitabilità del corpo dell'utero, attiva lo sviluppo di frammenti terminali del seno. Disponibile in capsule, preso sul corso - 1 capsula al giorno per due mesi. Prezzo: circa 360 rubli per confezione.

Farmaci steroidi anabolizzanti

La base dei farmaci in questo gruppo è un componente dell'ormone maschile - androgeno. La loro influenza sui processi tumorali è in una fase controverso e il beneficio scientifico del loro uso nella diagnosi di cancro non è stato confermato.

I farmaci prevengono l'effetto glucocortico e arrestano la gluconeogenesi. Promuovere una più rapida formazione di tessuti sani. Migliora l'utilizzo dei prodotti tumorali.

Il principale farmaco - Testosterone. Indicato prima e dopo l'intervento chirurgico. Dosaggio: dall'età, stadio della patologia e peso del paziente. Prezzo - da 2000 rubli.

Fitopreparati

Questi complessi medicinali sono selezionati in modo tale da poter influenzare l'attività delle forze immunitarie del corpo, stimolandoli alla soglia massima di attivazione. Questi includono:

  • Immunale - come parte di Echinacea purpurea, soluzione di sorbitolo, etanolo. Disponibile in gocce. Assumere 2,5 ml tre volte al giorno per almeno 14 giorni. Prezzo - da 250 rubli;
  • Befungin è un farmaco stimolante biogenico. L'elemento principale è il componente befunkgin. Ricevimento - 1 cucchiaio diluito in 150 ml di acqua calda e preso tre volte al giorno per 10 giorni.

Cosa è possibile e cosa non è possibile con l'oncologia?

Le persone malate di cancro spesso si domandano se sia possibile usare certi cibi e bevande in oncologia, e cosa è possibile e cosa non è possibile in generale.

Esiste una gamma generale di prodotti che i medici raccomandano l'uso in presenza di una formazione maligna. Questi includono:

  • frutta e verdura fresche, congelate, essiccate senza sciroppo;
  • prodotti integrali (pane, cereali, pasta), nonché germe di grano, vari semi con un maggiore livello di fibre;
  • alimenti proteici come fagioli, piselli, lenticchie, formaggio di soia al tofu, uova, carni magre, frutti di mare;
  • grassi sani (avocado, noci, semi, noci o olio d'oliva, olive).

Cliniche leader all'estero

Cosa è severamente vietato usare in oncologia?

  1. Alimenti ricchi di carboidrati (prodotti da forno a base di farina di alta qualità, muffin, riso bianco, zucchero raffinato in tutte le forme), mentre nutrono la cellula tumorale.
  2. Bevande contenenti alcool. Pertanto, la domanda "L'alcol è possibile in oncologia?" Ha solo una risposta negativa. Meno alcol assorbe una persona in linea di principio, meglio è per la sua salute. Il consumo regolare di alcol contribuisce allo sviluppo del cancro del cavo orale, della ghiandola faringea, dell'esofago, della laringe, del seno, dell'intestino e del fegato.
  3. Alimenti grassi, lavorati chimicamente e fritti (carne di maiale e di manzo, oltre a conservare prodotti da essi, patate fritte). Questi sono forti agenti cancerogeni.
  4. Prodotti semilavorati, prodotti con una varietà di stabilizzanti, conservanti, ecc.

Alcuni punti sono degni di considerazione in modo più dettagliato.

Posso bere con l'oncologia?

Bere fluidi in oncologia non è solo possibile ma necessario. Una corretta idratazione del corpo è particolarmente importante per i pazienti sottoposti a chemioterapia o radioterapia. Gli effetti collaterali di questi trattamenti (nausea dopo chemioterapia, vomito, diarrea) aumentano il rischio di disidratazione. Pertanto raccomandato:

  1. Bevi da sei a otto bicchieri di liquidi al giorno. Per non dimenticare di bere, puoi tenere una bottiglia d'acqua accanto a te e usarla a piccoli sorsi anche quando non hai voglia di bere.
  2. Assunzione di cibo e acqua in alternativa. Tra di loro, assicurati di mettere in pausa.

Tali sostanze aiutano anche a mantenere il corpo fluido:

  • decotto di frutta e frutta secca;
  • succhi freschi (ma dovresti considerare le peculiarità della loro azione);
  • tè verde, integratori alimentari, elettroliti per neonati;
  • zuppe, piatti di gelatina.

È possibile per le vitamine in oncologia?

Il nostro corpo ha bisogno di sostanze nutritive come vitamine, minerali, grassi sani e aminoacidi. Pertanto, in un processo maligno, è estremamente importante attenersi a una dieta equilibrata. Ma questo non è sempre fattibile.

Tutti i malati di cancro devono monitorare il livello di tali nutrienti come:

  • vitamine A, C, D;
  • minerali, in particolare zinco, calcio, selenio e magnesio;
  • amminoacidi essenziali: fenilalanina, valina, treonina, toiptophan, isoleucina, metionina, leucina e lisina;
  • alcune sostanze vegetali: carotenoidi, flavonoidi, isoflavoni.

Nella medicina moderna, vitamine e integratori alimentari (integratori alimentari) in varie forme farmaceutiche sono ampiamente usati come mezzi aggiuntivi o addirittura alternativi per il trattamento del cancro.

Esperti leader di cliniche all'estero

Professor Moshe Inbar

Dr. Justus Deister

Professor Jacob Schechter

Dr. Michael Friedrich

Posso usare il miele in oncologia?

Il miele ha un potente effetto anti-cancerogeno, poiché contiene i componenti biologici naturali dei flavonoidi. Sono antiossidanti noti per i loro effetti anti-tumorali. Quando ingeriti, gli antiossidanti riducono la permeabilità e la fragilità dei capillari, oltre a inibire la distruzione del collagene nel corpo.

Le proprietà curative del miele sono migliorate in combinazione con cannella, incenso, curcuma e zenzero.

Tuttavia, con l'uso del miele devi essere estremamente attento. È vietato mettere il miele in acqua bollente. In questo caso diventa molto tossico. Il miele può essere consumato solo con bevande raffreddate a 42 ° C.

È possibile avere l'oncologia lattea?

Al momento non ci sono ancora informazioni chiare sull'effetto dei prodotti lattiero-caseari sul corpo del paziente oncologico. Da un lato, includono il calcio necessario per l'uomo. D'altra parte, i latticini contengono alcuni componenti che possono influire negativamente sul cancro.

Sulla base della World Data Review, sono stati identificati tali collegamenti di prodotti lattiero-caseari e alcuni tipi di cancro:

  • ridurre il rischio di sviluppare e diffondere il cancro del colon-retto;
  • aumento del rischio di cancro alla prostata;
  • il consumo regolare di prodotti caseari può ridurre il rischio di sviluppare e metastatizzare il carcinoma ovarico e il cancro alla vescica.

Per sicurezza, gli oncologi raccomandano a tutti di usare solo latticini a basso contenuto di grassi per evitare possibili conseguenze negative.

Il caffè è disponibile per l'oncologia?

Recentemente, i giudizi sul caffè sono cambiati molto. Se prima si credeva che questa bevanda avesse un impatto negativo sulla salute umana, allora, al giorno d'oggi, la maggior parte degli studi indica le proprietà antitumorali del caffè. E non stiamo parlando di una o due tazze, ma di più di quattro al giorno.

A causa delle proprietà antiossidanti del caffè, riduce la possibilità di insorgenza e recidiva di tali malattie maligne:

  • 4 tazze di caffè riducono le malattie oncologiche della testa e della bocca (del 39%);
  • 6 tazze di caffè riducono il cancro alla prostata del 60%;
  • 5 tazze di caffè del 40% prevengono il cancro al cervello;
  • 2 tazze di caffè riducono il cancro al colon del 25%. Le persone che consumano 4 o più tazze di caffè al giorno riducono del 42% il rischio di una ricomparsa delle formazioni dell'intestino oncologico dopo l'intervento chirurgico e il trattamento;
  • 1-3 tazze di caffè riducono il rischio di sviluppare carcinoma epatocellulare del 29%.

Posso massaggiare per l'oncologia?

Il massaggio è una delle forme di influenza disponibili sulla qualità della vita dei malati di cancro, nonché un modo per migliorare le condizioni fisiche del paziente. Ma la maggior parte delle scuole di terapia afferma che il massaggio è controindicato nei tumori maligni. C'è il timore che il massaggio possa scatenare la diffusione della malattia a causa del suo effetto sulla circolazione sanguigna.

I ricercatori confutano questi sospetti. Tuttavia, si raccomanda di cercare aiuto solo da massaggiatori oncologici qualificati. Sono addestrati in tecniche speciali che possono influenzare positivamente la salute di una persona con un'educazione maligna.

Gli antibiotici possono essere usati per l'oncologia?

Gli antibiotici per l'oncologia possono essere usati. E la ricerca del New York Institute of Oncology dice anche che questi antimicrobici possono distruggere i mitocondri nelle cellule staminali del cancro.

L'azione degli antibiotici è stata studiata in tali malattie oncologiche come il glioblastoma (il tumore cerebrale più aggressivo), le neoplasie polmonari, la prostata, le ovaie, la mammella e il pancreas, così come la pelle.

Nella scienza moderna sono state identificate molte ricerche innovative sull'influenza di vari fattori sul processo maligno. Pertanto, è importante sapere cosa è possibile e cosa è impossibile, e se è anche possibile con un oncologia l'uno o l'altro mezzo o azione.

Pillole per il cancro al seno: nomi, istruzioni

Farmaci antineoplastici per il cancro al seno: antibiotici, ormoni, immunomodulatori e altri farmaci

Home> Altre malattie> Cancro al seno> Trattamento> Farmaci antineoplastici per il cancro al seno: antibiotici, ormoni, immunomodulatori e altri farmaci

Nonostante i significativi progressi nello studio del cancro al seno, il problema di combattere questa malattia rimane molto rilevante.

La diagnosi precoce e una terapia tempestiva e razionale contribuiscono a ridurre la mortalità per cancro.

A causa della vasta gamma di farmaci antitumorali, il medico può scegliere una tattica di trattamento individuale per ciascun paziente, tenendo conto delle caratteristiche del suo corpo e delle specificità del decorso della malattia.

Farmaci alchilanti

Questo tipo di farmaco è usato in combinazione con la chemioterapia. Come risultato dell'azione di farmaci alchilanti sul DNA, le cellule tumorali iniziano a morire.

L'uso di farmaci di questo tipo causa effetti collaterali: interruzione del normale funzionamento del midollo osseo, leucopenia, trombocitopenia. Alla fine del ciclo di trattamento, gli effetti collaterali scompaiono.

I farmaci per l'alchelling includono:

  • Alkeran;
  • Leykeran;
  • Thiotepa-Tiopleks;
  • thiotepa;
  • clorobutile;
  • Ciclofosfamide-Teva;
  • ciclofosfamide;
  • Endoxane.

antimetaboliti

Il metabolismo delle cellule affette da cancro ha le sue caratteristiche, una delle quali è la suscettibilità agli antimetaboliti.

Gli antimetaboliti inibiscono i processi biochimici necessari per la divisione delle cellule tumorali, che porta alla morte dei tessuti tumorali e all'indebolimento o alla completa guarigione dell'oncologia.

Quasi tutti gli agenti terapeutici di questo gruppo sono fatti sotto forma di iniezioni. Gli antimetaboliti includono:

  • Gemzar;
  • Metotreksat;
  • Treksan;
  • Triksilem;
  • ftorafur;
  • Fluorouracil Roche;
  • Fluroks;
  • Fluorouracile.

Alcaloidi vegetali

Questi agenti antitumorali così come i farmaci del precedente gruppo iniziano una completa cessazione del metabolismo delle cellule affette da cancro e, di conseguenza, la loro morte.

A causa del forte effetto neurotossico, tali farmaci possono essere utilizzati solo con cicli di trattamento a breve termine. Questo gruppo ha la più vasta gamma di prodotti farmaceutici. Ecco alcuni di loro:

Buono a sapersi: l'efficacia del trattamento è caratterizzata da una "sopravvivenza a cinque anni" - questo è il numero di pazienti che sono sopravvissuti per cinque anni dal momento in cui la malattia è stata rilevata.

Antibiotici di origine citotossica

Grazie ad uno studio approfondito dei prodotti di scarto dei microrganismi, sono stati scoperti inibitori della crescita, che si sono dimostrati un eccellente agente anti-cancro.

Integrando nel DNA esistente, gli antibiotici citotossici bloccano la possibilità di formazione di nuove macromolecole. I preparati inclusi in questo gruppo sono prodotti sotto forma di soluzioni destinate all'amministrazione interna.

Esempi di tali farmaci sono:

  • adriamicina;
  • Blastotsin;
  • doxorubicina;
  • Rastotsin;
  • Mitoxantrone ABD;
  • Epil.

Farmaci carboplatino

Questi farmaci sono composti di platino.

Il principio attivo in questo caso è composto inorganico contenente metalli. Carboplatino è usato per migliorare gli effetti di altri farmaci anti-cancro.

Il numero di farmaci carboplatino include:

ormoni

La scienza ha dimostrato che i cambiamenti ormonali possono portare al cancro al seno.

Sopprime la formazione di tumori normalizzando i livelli ormonali. Pertanto, una direzione importante nello sviluppo del trattamento del cancro è la terapia ormonale, durante la quale è possibile applicare:

  • Microfollin forte;
  • Etinilestradiolo;
  • Fosfestrol;
  • Honvan;
  • Etinilestradiolo.

Antagonisti degli ormoni

Questi farmaci comprendono farmaci che indeboliscono l'azione degli ormoni che causano la formazione di tumori del cancro.

Gli antagonisti degli ormoni sono presentati principalmente sotto forma di compresse. I farmaci inclusi in questo gruppo:

  • Zoladex;
  • aminoglutetimide;
  • Mam;
  • Tamoxifen gene;
  • Tamoxifene (analoghi del Tamoxifene: citrato di tamoxifene, Tamoxifen-Ebeve);
  • Bilem;
  • Fareston.

immunostimolanti

L'effetto dei farmaci immunomodulatori sul cancro non è completamente compreso.

Lo scopo dell'uso di questi farmaci è quello di migliorare la risposta immunitaria alla malattia. Il rilascio di immunostimolanti è prodotto sotto forma di polvere destinata alle iniezioni.

Esempi di questo tipo di medicina sono:

Ormoni contraccettivi di azione sistemica

L'uso degli ormoni sessuali è uno dei modi principali per combattere il cancro al seno. Il meccanismo dell'effetto degli ormoni sessuali su un tumore è molto complesso.

Quindi, gli ormoni dell'azione opposta possono dare lo stesso risultato del trattamento. La maggior parte degli ormoni contraccettivi si presenta sotto forma di compresse, ma può anche essere trovata sotto forma di sospensioni o sotto forma di soluzione oleosa per la somministrazione interna.

I seguenti ormoni contraccettivi sono usati in oncologia:

  • Adriol;
  • Depostat;
  • Depo Provera;
  • Megeys;
  • IPA;
  • Nuvir;
  • Sinestrol;
  • Propionato di testosterone;
  • Farlutal;
  • Tsiklotal.

Farmaci anabolizzanti

Durante il trattamento del carcinoma mammario formatosi durante la premenopausa, gli steroidi anabolizzanti vengono utilizzati in combinazione con altri farmaci antitumorali.

La forma di rilascio di questi agenti è una soluzione oleosa che viene utilizzata per le iniezioni. Questo tipo di farmaci include:

Fitopreparati

L'efficacia del trattamento con l'aiuto di rimedi erboristici dipende completamente dal principio attivo contenuto in essi.

Il meccanismo d'azione degli agenti fitoterapici si basa sull'azione immunostimolante e aumenta l'attività di reazioni protettive non specifiche del corpo.

Vengono prodotti fitopreparati sotto forma di gocce o succo. Trova anche farmaci in pillole. Esempi di farmaci fitoterapici:

  • Chaga Birch Mushroom;
  • docetaxel;
  • Immunal;
  • Endotelon;
  • Ehinabene;
  • Echinacea Hexal;
  • Gerpetsin.

Droghe mirate

Terapia mirata: un nuovo metodo per trattare i tumori maligni.

L'azione dei farmaci mirati è volta a danneggiare una delle fasi del processo di formazione del tumore. Sfortunatamente, l'efficacia di questa terapia non è abbastanza elevata, in quanto viene utilizzata in aggiunta alla chemioterapia e alla terapia ormonale.

I farmaci mirati includono:

Tecnica ASD

Questa tattica di trattamento è stata sviluppata da A.V. Dorogov. ASD - il prodotto della vita animale, trattamento termico passato.

Questo farmaco è uno stimolante antisettico. Normalizza gli ormoni, stabilizza il sistema nervoso e rafforza il sistema immunitario.

L'ASD può essere usato in combinazione con trattamenti tradizionali e tradizionali di cancro al seno. La medicina ufficiale è scettica sul farmaco, ma le risposte dei pazienti che usano la tecnica Dorogov sono per lo più positive.

È importante sapere: prendendo il farmaco ASD, dovresti monitorare attentamente il tuo corpo.

In caso di reazioni allergiche, deterioramento della salute o altre manifestazioni negative, il farmaco deve essere immediatamente cancellato e richiedere assistenza medica.

Vitamine e cancro

Ci sono molti dibattiti sulla necessità di assumere vitamine per il cancro.

Non si tratta di vitamine che una persona ottiene naturalmente con il cibo, ma di supplementi nutrizionali. Quindi, i risultati di alcuni studi mostrano che un consumo adeguato di vitamina C riduce il rischio di tumori maligni.

Altri studi confermano che un eccesso di alcune vitamine, come l'acido folico, al contrario, aumenta il rischio di cancro. Pertanto, non esiste una risposta definitiva alla domanda se sia necessario assumere vitamine e multivitaminici per il cancro al seno.

Cosa puoi mangiare con il cancro al seno, guarda il seguente video:

Immunoterapia per il cancro al seno: l'obiettivo è un tumore e il corpo sarà lasciato in pace!

Il sistema immunitario è un modo universale per rispondere a sostanze e microrganismi estranei. Possono raggiungere una persona dall'esterno, oppure possono essere le proprie cellule, che a seguito di una divisione errata hanno acquisito nuove proprietà, la capacità di rimanere in uno stato indifferenziato e la protezione dall'apoptosi naturale.

Ma a volte questo sistema non funziona e si sviluppa un tumore nel corpo. Se trovi un modo per stimolare l'immunità, puoi sconfiggere il cancro. L'immunoterapia per il cancro al seno è una delle aree progressive della medicina che sta già dando risultati positivi.

Un po 'di storia

I primi tentativi di usare la stimolazione immunitaria per curare il cancro furono fatti nel 19 ° secolo.

Nel 1891, un medico americano, William Kohl, che non aveva informazioni accurate sul lavoro del sistema immunitario, notò che in pazienti con sarcoma che avevano avuto un'infezione da streptococco, apparve uno schema: gradualmente la dimensione del tumore diminuisce e le loro condizioni migliorano.

Poi ha cercato di creare il primo vaccino contro il cancro basato su agenti patogeni deboli di scarlattina ed erisipela. Non erano in grado di causare infiammazioni, ma stimolavano il sistema immunitario. Il metodo si dimostrò efficace, ma fu criticato come pericoloso.

Solo lo sviluppo dell'immunologia a metà del 20 ° secolo ha permesso di tornare alla ricerca di un vaccino antitumorale. La scoperta di interleuchine, fattori di crescita, interferone ha permesso di cercare intenzionalmente un modo per sconfiggere il cancro. Ma poi i vaccini sono stati creati immunizzando gli animali.

Lo sviluppo della genetica entro la fine del 20 ° secolo ha portato alla scoperta di geni che codificano la crescita tumorale maligna. Ciò ha aperto nuovi modi di trattare l'oncologia e ha anche reso possibile la creazione di vaccini non con l'aiuto di animali da laboratorio, ma con il metodo dell'ingegneria genetica.

Quali sono i vantaggi dell'immunoterapia

Attualmente, la base del trattamento del cancro è la terapia combinata. Ciò significa che viene eseguito un trattamento in più fasi, che include:

  • rimozione chirurgica del tumore;
  • la chemioterapia;
  • radioterapia.

Gli ultimi due metodi sono usati per distruggere le possibili cellule tumorali rimanenti e le metastasi e prevenire le ricadute.

Ma tale trattamento è molto difficile. I farmaci chemioterapici e le radiazioni non agiscono selettivamente.

Insieme alle cellule tumorali, le cellule del sangue più sensibili, l'epitelio, che protegge il corpo, vengono distrutte.

Pertanto, dopo chemioterapia, la candidosi e qualsiasi patologia infettiva si presentano facilmente, e il paziente stesso si esaurisce, perde i capelli, ottiene anemia e problemi con la digestione.

L'immunoterapia è esente da tali carenze. Con il suo aiuto c'è un impatto esatto solo sulle cellule tumorali, che differiscono nella struttura antigenica da quelle sane. Pertanto, non ci sono effetti collaterali così pronunciati.

Come funziona

Nel cancro al seno, l'immunoterapia si basa sui principi generali del trattamento del cancro con questo metodo. Le preparazioni utilizzate per questo possono essere attribuite a tre gruppi:

  1. Vaccini antitumorali specifici. La loro azione è diretta verso certe cellule cancerose, verso gli antigeni di cui si forma l'immunità specifica. La protezione può anche essere creata contro i virus oncogeni che possono entrare nel corpo.
  2. Immunostimolanti non specifici portano ad un aumento della produzione di cellule mieloidi. Non agiscono contro uno specifico tumore o patogeno, ma aiutano il sistema immunitario a sintonizzarsi per combattere. Questi sono farmaci come Timogen, Dekaris, Reaferon, Proleukin, Tintura di Eleuterococco.
  3. Gli anticorpi monoclonali sono un gruppo di proteine ​​prodotte da una singola cellula clone plasmatica, un tipo speciale di linfociti B. Questo è un modo per indicare un tipo specifico di tumore.

Per il trattamento del cancro al seno, tutti i tipi di farmaci sopra citati possono essere utilizzati. Ma l'efficacia è confermata in modo affidabile solo in tre preparazioni di anticorpi monoclonali. Le restanti opzioni sono sottoposte a studi clinici.

vaccini

Il tipo di vaccino è determinato dal metodo di produzione e dal meccanismo di azione. Attualmente ci sono due tipi di vaccini:

  1. Cellulare: sono composti da cellule tumorali stesse. Possono essere dal paziente stesso - questo è un vaccino autologo. Se le cellule sono prese dallo stesso tipo di cancro, ma un altro paziente ha farmaci allogenici.
  2. Antigene - sono incluse solo le proteine ​​antigene di uno specifico tipo di cancro.

I vaccini cellulari non possono "infettare" il cancro. Celle che sono incluse nella loro composizione, elaborate in modo speciale e indebolite. Per loro, il corpo del paziente inizia a produrre i suoi anticorpi, che sopprimono simultaneamente la crescita del tumore esistente.

L'antigene per il tipo appropriato di vaccino può essere particelle di cellule cancerogene, le loro proteine, materiale genetico. Per la consegna nel corpo del paziente possono essere utilizzati virus, che non causano la malattia, ma trasportano solo gli antigeni verso la loro destinazione.

Un vaccino può anche essere monovalente e agire contro un singolo tipo di cancro, o polivalente, che aiuta a sconfiggere diversi tipi di tumore.

I più famosi sono i seguenti tipi di vaccini:

Questo non è un elenco completo, gli scienziati stanno costantemente sviluppando nuovi tipi di vaccini, alcuni dei quali sono attualmente sottoposti a studi clinici.

adiuvanti

L'immunoterapia aspecifica per qualsiasi tipo di cancro, incluso il cancro al seno, può essere effettuata da adiuvanti. Non è usato come monoterapia, ma solo come aggiunta al trattamento principale. Gli adiuvanti hanno un generale effetto stimolante sull'intero sistema immunitario. I medici prescrivono i seguenti tipi di farmaci:

  • Immunomodulatori - Talidomide, Revlimid, Romalista.
  • Citochine - Interleuchina-2, Interferone-alfa, Fattore stimolante la colonia, Sargrammostina.

Quale farmaco è meglio in una situazione particolare è deciso dal medico. Non esiste una ricetta per tutti.

Anticorpi monoclonali

La scoperta, così come la capacità di ottenere tali sostanze, ha permesso una rivoluzione nel trattamento del cancro. Gli anticorpi monoclonali sono proteine ​​immunitarie sintetizzate da una cellula clone leucocitaria. Hanno un'azione strettamente diretta e non possono influenzare le cellule sane.

Gli anticorpi possono essere di due tipi:

  1. Non coniugato - in grado di agire indipendentemente sulle cellule tumorali e taggarle per il sistema immunitario.
  2. Azione coniugata o mirata. Sono etichettati con un farmaco chemioterapico o un isotopo radioattivo. Pertanto, combinare radio + immunoterapia o chemioterapia + immunoterapia.

Gli anticorpi monoclonali non solo contrassegnano le cellule tumorali, ma interrompono anche il lavoro degli enzimi in esse, bloccano i fattori di crescita e non consentono alle navi che alimentano il tessuto tumorale di formare.

Gli studi nel campo degli anticorpi monoclonali sono condotti più attivamente. Ci sono tentativi di creare anticorpi polivalenti, oltre al selenio, che aumentano l'efficacia del trattamento.

Caratteristiche del cancro al seno

Tra l'oncologia femminile, il tumore al seno occupa una posizione di leadership. Rappresenta fino al 12% di tutti i casi di tumori.

Secondo l'OMS, negli ultimi anni c'è stata una tendenza a ridurre la morbilità e la mortalità dal cancro al seno nei paesi europei più sviluppati: Gran Bretagna, Svezia, Germania, Finlandia, Francia.

Nell'Europa orientale questa tendenza è assente: qui, come in precedenza, il cancro viene spesso rilevato all'ultimo stadio, quando il trattamento non può portare a una remissione a lungo termine o alla completa guarigione.

Per lungo tempo, la base del trattamento è stata la rimozione chirurgica della ghiandola mammaria con i linfonodi circostanti, in un volume che dipende dalla portata e dallo stadio del processo. L'operazione è stata necessariamente completata da radioterapia, chimica e agenti anti-ormonali. Ma l'uso dell'immunoterapia ha migliorato i tassi di guarigione.

Le cellule tumorali nel cancro al seno hanno origine da cellule sane, ma più giovani. Secondo la struttura antigenica, differiscono poco dal tessuto normale, quindi il sistema immunitario non riceve un segnale di risposta. Tuttavia, ci sono alcune differenze.

Le cellule patologiche producono proteine ​​che non sono tipiche del corpo. Il sistema immunitario è in grado di rispondere a loro, ma per ogni persona accade a velocità diverse.

Pertanto, in alcune donne il cancro progredisce rapidamente, mentre in altre è nella fase iniziale da molto tempo.

Una caratteristica speciale del cancro al seno è la capacità delle cellule atipiche di allontanarsi dalla risposta immunitaria. Questo succede in diversi modi. I tessuti tumorali sono in grado di sintetizzare diversi tipi di proteine, cambiando spesso la struttura antigenica.

Non consente al sistema immunitario di riconoscere rapidamente la malattia. Un altro modo per fuggire è la riproduzione rapida.

La divisione nei tumori si verifica molto più velocemente a causa del fatto che le cellule non maturano in uno stato completo, ma iniziano a dividersi in una forma ancora non completamente differenziata.

Modi per immunoterapia cancro al seno

Per molto tempo si è creduto che il cancro al seno fosse inattivo. Ma in seguito, è stato scoperto che modi per influenzarlo attraverso l'immunoterapia. Ci sono due tipi di esso:

  1. Attivi: gli antigeni vengono rilasciati dai tessuti cancerosi, che sono caratteristici solo per loro e possono diventare un bersaglio per un attacco immunitario. Quindi viene sviluppato un farmaco per queste strutture. Esempi di tale trattamento sono i vaccini contro il cancro e la terapia con le cellule T.
  2. Passiva - l'introduzione nel corpo di sostanze che aiutano a rilevare e distruggere il tumore. Gli anticorpi monoclonali e le citochine appartengono a questo tipo di terapia per il cancro al seno.

Il più autorevole nel settore farmaceutico è l'opinione della Food and Drug Administration (FDA) statunitense e dell'organizzazione internazionale no-profit Cochrane (Cochrein), così come le raccomandazioni dell'OMS. I preparati riconosciuti per l'immunoterapia nel cancro al seno sono i seguenti:

  • Trastuzumab (Herceptin);
  • Pertuzumab (Peréeta);
  • Trastuzumab emtanazin (Cadilla).

Appartengono tutti al gruppo di anticorpi monoclonali.

Un tal trattamento è possibile solo con cancro HER2-positivo. In questo caso, sulla superficie delle cellule tumorali sono presenti proteine ​​specifiche del recettore HER2.

La loro attivazione causa la divisione delle cellule cancerogene. Questi recettori sono presenti nel 20% dei casi, quindi l'uso dell'immunoterapia è limitato.

L'analisi genetica molecolare positiva offre numerosi vantaggi rispetto alla chemioterapia:

  1. L'impatto è mirato, solo sul tumore, quindi non ci sono danni ai tessuti sani.
  2. Le immunopreparazioni possono essere utilizzate a lungo, senza timore di aumentare la tossicità e in combinazione con altri farmaci.
  3. Raro sviluppo di resistenza al trattamento.

Ciascuno dei farmaci usati ha le sue caratteristiche.

Herceptin

Utilizzato nel carcinoma mammario con metastasi:

  • come monoterapia dopo un ciclo di chemioterapia;
  • come prima linea di trattamento, se prima non c'era chimica, è usata in combinazione con Paclitaxel;
  • postmenopausa in presenza di recettori ormonali in combinazione con inibitori dell'aromatasi.

Gli effetti collaterali del farmaco sono cardiotossicità, neutropenia, disturbi polmonari. Inoltre, un effetto collaterale può manifestarsi sotto forma di disturbi mentali: ansia, insonnia, depressione.

Herceptin ha un effetto teratogeno ed embriotossico. Pertanto, il trattamento farmacologico è vietato durante la gravidanza e l'allattamento.

Inoltre, dopo aver completato il ciclo di terapia per 6 mesi, è necessario usare attentamente i contraccettivi ed evitare la gravidanza. L'allattamento al seno è anche proibito per sei mesi dopo il trattamento.

Ciò è dovuto al fatto che il periodo di completa eliminazione del farmaco richiede fino a 25 settimane.

Pereta

Nel cancro metastatico, è combinato con Docetaxel, nel carcinoma non metastatico - con Trastuzumab o chemioterapia.

Controindicato nei seguenti casi:

  • il periodo di gravidanza e allattamento;
  • in caso di arresto cordiaco stagnante, compreso nell'anamnesi;
  • ipertensione, che è difficile da trattare;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • insufficienza epatica;
  • infarto miocardico.

Il periodo durante il quale è impossibile rimanere incinta è anche di 6 mesi, che è associato a un lungo periodo di riproduzione.

I casi di overdose di droga non sono registrati. Peret non può essere mescolato con altri farmaci nella stessa soluzione.

Quds

Come gli altri farmaci, è un liofilizzato per preparare una soluzione per flebo endovenoso. È impossibile iniettarlo a getto o bolo.

Ha proprietà mutagene e teratogene. Durante il suo utilizzo vi è il rischio di ridotta fertilità. Controindicazioni all'uso del farmaco il seguente:

  • intolleranza individuale;
  • gravidanza e allattamento;
  • malattia polmonare interstiziale, polmonite;
  • iperplasia del fegato generalizzata nodale;
  • insufficienza cardiaca congestizia;
  • grave insufficienza renale.

Il cadsilum viene eliminato dal corpo per un periodo di tempo più lungo, quindi, dopo aver completato il ciclo di terapia, la gravidanza è protetta per 7 mesi. Non ci sono informazioni sulla penetrazione nel latte materno, ma per ridurre il rischio, l'alimentazione per 7 mesi non è raccomandata.

Le reazioni avverse nella maggior parte dei casi di immunoterapia sono lievi. La gravità della manifestazione aumenta in presenza di comorbidità, specialmente da cuore, fegato, reni e polmoni.

Opzioni esplorate

Altre terapie con anticorpi monoclonali vengono testate nei laboratori clinici. Questi sono farmaci come:

  • Bevacizumab (Avastatin);
  • Ramizirumab (Tsiramza);
  • Vantikumab;
  • Droga LJM716;
  • CDX-011;
  • IMMU-132.

Agiscono su altri recettori che possono essere responsabili di stimolare la crescita dei vasi sanguigni in un tumore, la crescita della neoplasia stessa, una proteina che aiuta ad acquisire l'immunità e aiuta nelle metastasi.

I virus oncolitici che sono in grado di infettare e distruggere il cancro, interleuchina-2 e 7, che stimolano il sistema immunitario, sono studiati separatamente.

Ci sono alcune cliniche in cui viene eseguita l'immunoterapia. Può essere cliniche russe, così come quelle situate in Israele, Germania e altri paesi. Ma il palcoscenico principale è la scoperta tempestiva del cancro. Per fare questo, una donna di qualsiasi età deve visitare regolarmente un ginecologo.

Se non è possibile farlo, è possibile esaminare in modo indipendente la palpazione del torace per 3-5 giorni dopo le mestruazioni. Quando appaiono sospette perdite di capezzolo, macchie, rigonfiamenti, nodi o aderenza e oppressione del tessuto sul petto, è necessario consultare un medico.

Il cancro al seno è una malattia che può essere rilevata tempestivamente, il che migliorerà i tassi di trattamento e l'aspettativa di vita dopo di esso.

Altri modi per trattare il cancro al seno possono essere trovati in articoli separati:

  • terapia mirata;
  • radiazioni;
  • terapia ormonale.

Farmaci antineoplastici per il cancro al seno: nuovi farmaci, pillole e vitamine per il trattamento

Il trattamento del cancro al seno è un compito complesso che richiede un approccio integrato, un'elevata professionalità del medico e la disponibilità del paziente a prendere droghe pesanti per una pronta guarigione.

La maggior parte dei farmaci progettati per trattare il cancro al seno può inibire la crescita del tumore e / o distruggere le cellule tumorali.

Un'altra parte dei farmaci mira a stimolare il sistema immunitario del paziente ea migliorare le sue condizioni generali.

Caratteristiche generali dei farmaci

Ci sono diverse dozzine di farmaci mirati alla cura del cancro al seno. Tutti questi agenti antitumorali basati sulla loro azione possono essere suddivisi in diversi gruppi e applicati separatamente o come parte di una terapia complessa:

  • farmaci citotossici;
  • agenti alchilanti;
  • terapia ormonale;
  • agenti immunomodulatori;
  • farmaci antimetabolita;
  • preparati contenenti platino.

Ognuno di questi gruppi di farmaci per il trattamento del cancro al seno ha le sue caratteristiche, quindi saranno discussi più dettagliatamente in seguito.

In alcuni casi, vengono prescritte vitamine aggiuntive per rafforzare il corpo della donna e mobilitare le proprie difese.

Indicazioni per la nomina di ciascun gruppo di farmaci

Le indicazioni per l'uso dei suddetti gruppi di agenti antitumorali sono le seguenti:

  • Agenti alchilanti. Fondamentalmente, i farmaci in questo gruppo sono usati come parte di un regime di trattamento combinato per il cancro al seno. Il più comunemente usato è la ciclofosfamide, un agente chemioterapico attivo in grado di bloccare la crescita di un tumore. Oltre al cancro al seno, è usato per trattare varie condizioni di leucemia, tumori ovarici, retinoblastoma, linfomi e per sopprimere l'immunità dopo il trapianto di organi interni;
  • Gli anti-metaboliti sono principalmente usati per il trattamento della leucemia acuta, dei tumori della mammella, delle ovaie e del collo dell'utero. Questi fondi sono in grado di bloccare il normale metabolismo delle cellule tumorali e portare alla loro morte. I farmaci più comunemente usati in questo gruppo sono Azatioprina e Azacitidina;
  • Farmaci citotossici Agenti antineoplastici efficaci contro un numero significativo di tumori noti. È spesso usato per trattare carcinomi mammari e polmonari, leucemie e linfomi. La doxorubicina è più attivamente utilizzata;
  • Farmaci ormonali. Sono usati per trattare il cancro al seno e altri tipi di tumori che dipendono da alcuni ormoni del corpo umano. Un eccellente esempio di questo gruppo è Herceptin, che è un farmaco che inibisce la crescita delle cellule tumorali. Tra i tumori al seno, i tumori ormono-dipendenti sono molto comuni;
  • Immunomodulatori. Attivare il sistema immunitario del paziente è il compito più importante di trattare qualsiasi tipo di cancro. A questo proposito, i farmaci immunomodulatori, ad esempio il Polyoxidonium, sono prescritti a tutti i pazienti come parte della terapia complessa, prima e dopo le operazioni chirurgiche sull'asportazione di tumori e sullo sfondo della radioterapia;
  • Farmaci con platino. Farmaci di questo tipo, come il carboplatino, sono usati più spesso nel trattamento del cancro al seno o alle ovaie.

Forme di rilascio

I farmaci per il trattamento del cancro al seno hanno varie forme di rilascio, che ha una certa influenza sul processo di utilizzo di droghe:

  • La ciclofosfamide è disponibile sotto forma di una sostanza polverulenta destinata alla preparazione di soluzioni e ulteriore somministrazione parenterale;
  • gli antimetaboliti, come il metotrexato, sono compresse o soluzione per somministrazione endovenosa (fiale o flaconcini);
  • Doskorubicin - medicina nella forma di una polvere speciale (per la produzione di soluzioni) per amministrazione parenteral;
  • Il tamoxifene, dal gruppo di farmaci ormonali, è disponibile sotto forma di compresse di vari dosaggi per somministrazione orale;
  • Polyoxidonium e molti altri farmaci immunomodulatori - soluzioni o sospensioni orali;
  • le preparazioni con platino (Carboplatino e altri) sono presentate nella forma di soluzioni per iniezioni.

L'uso di farmaci antitumorali

La prescrizione di farmaci per il trattamento di tumori è una questione puramente individuale che viene risolta dall'oncologo oncologo. Tuttavia, esistono regimi di trattamento chemioterapici di base basati su anni di esperienza nell'uso di droghe:

  • La ciclofosfamide è usata come iniezione per via endovenosa o intramuscolare. Il corso del trattamento è di 2-3 settimane;
  • Il metotrexato è utilizzato in forma di pillola per somministrazione orale o per iniezione intramuscolare. Il corso del trattamento: 5 giorni di somministrazione attiva del farmaco, e poi una pausa di sette giorni;
  • La doxorubicina può essere utilizzata sotto forma di iniezioni endovenose o intraarteriose. Il dosaggio del farmaco è calcolato sul peso del paziente. Il farmaco viene somministrato una volta ogni 2-3 settimane, a seconda della gravità della malattia e dell'aggressività del tumore;
  • i preparati di platino sono usati alla dose di 400 mg per m2, ripetendo il corso in circa un mese.

In caso di terapia combinata, vengono utilizzati regimi standard di trattamento del cancro al seno, inclusi uno o più tipi di farmaci. Inoltre, è possibile assegnare questi farmaci in combinazione con un trattamento chirurgico o radioterapico.

Terapia mirata

I farmaci mirati sono un nuovo gruppo di farmaci progettati per trattare i tumori al seno. Uno dei rappresentanti classici di questi strumenti è Herceptin.

I farmaci mirati influenzano determinate strutture delle cellule tumorali, quindi prima del loro appuntamento è necessario determinare se il tumore ha queste strutture.

Ad esempio, il suddetto Herceptin è in grado di bloccare il recettore delle cellule HER2, che è abbondante in alcuni tipi di cancro al seno.

Bloccare questo recettore porta a fermare la crescita della cellula tumorale e la sua morte.

Droghe aggiuntive

Oltre all'utilizzo di questi fondi per il trattamento dei tumori al seno, il trattamento di tali malattie dovrebbe essere accompagnato dall'uso di vitamine e farmaci rassodanti.

Le vitamine dei gruppi B, C ed E ti permettono di mobilitare le tue forze corporee, ridurre l'intensità degli effetti collaterali e attivare il sistema immunitario. Il complesso più comunemente assegnato è Triovit.

L'uso di adattogeni, come l'erba di San Giovanni, la caffeina e altri, migliora il benessere generale dei pazienti e riduce il livello dei disturbi dell'umore.

Molto spesso, ai pazienti affetti da carcinoma mammario con depressione identificata vengono prescritti antidepressivi (Fluoxetina, Amitriptilina, ecc.), Che possono far fronte a questa complicanza.

Controindicazioni generali alla nomina di farmaci antitumorali sono:

  • disturbi del midollo osseo rosso, manifestati da una diminuzione del numero di cellule del sangue;
  • grave danno ai reni e al fegato, poiché il metabolismo di questi fondi è associato a questi organi;
  • Ipersensibilità ai principi attivi e componenti dei farmaci.

Nelle gravi malattie somatiche dei polmoni, del cuore e del tratto gastrointestinale, la questione dell'uso di questi farmaci viene decisa dal medico curante dopo un esame approfondito del paziente.

Le vitamine sono prescritte senza alcuna controindicazione a causa della loro azione delicata. Tuttavia, nei casi di ipervitaminosi, che è estremamente raro, le vitamine non si applicano.

Farmaci da prescrizione durante la gravidanza

Le malattie tumorali della ghiandola mammaria possono svilupparsi nelle donne e durante la gravidanza e, a questo proposito, la questione della possibilità di utilizzare agenti antitumorali nelle donne incinte e in allattamento è molto importante:

  • La ciclofosfamide è controindicata per l'uso durante la gravidanza o l'allattamento;
  • Il metotrexato è un farmaco ancora più tossico che richiede un esame preliminare di una donna per la gravidanza prima di prescrivere il farmaco;
  • i farmaci ormonali sono proibiti per l'uso da parte di donne in gravidanza e in allattamento;
  • gli immunomodulatori non sono stati studiati per quanto riguarda l'effetto sul feto in via di sviluppo e sul contenuto del farmaco nel latte;
  • i preparati di platino hanno un effetto tossico sul feto e sull'allattamento al seno, il che rende impossibile prenderli durante la gravidanza e l'allattamento.

Effetti collaterali

I preparati per il trattamento del cancro al seno hanno una vasta gamma di effetti collaterali, associati ai loro effetti tossici su vari organi e sistemi corporei:

  • midollo osseo: si osserva una depressione ematopoietica, manifestata clinicamente dall'anemia, una diminuzione del numero di leucociti e piastrine. Alcuni di questi medicinali (Doxorubicina) possono portare allo sviluppo della leucemia;
  • tratto gastrointestinale: dispepsia sotto forma di nausea, vomito, perdita di appetito, diarrea o costipazione. Ulcerazione delle mucose con sviluppo di sanguinamento interno;
  • pelle: il trattamento dei tumori al seno provoca spesso perdita di capelli ed eruzioni cutanee di diversa natura;
  • sistema nervoso centrale e cardiovascolare: insufficienza cardiaca cronica, vari tipi di aritmie, alterazioni della pressione sanguigna, mal di testa e depressione.

Un certo numero di farmaci riduce la fertilità. Tuttavia, la maggior parte di questi effetti indesiderati scompare dopo l'interruzione del trattamento per un certo periodo di tempo. Le vitamine a lungo termine possono portare allo sviluppo di una appropriata ipervitaminosi.

Sovradosaggio di farmaci antitumorali

L'uso eccessivo di questi fondi causa la comparsa di effetti collaterali o il loro miglioramento. Non esistono antidoti specifici, pertanto viene utilizzata una terapia sintomatica e di disintossicazione con monitoraggio costante delle condizioni del paziente.

Tuttavia, in caso di avvelenamento da metotrexato, il calcio folinato viene usato per bloccare il farmaco nel sangue. Le vitamine molto raramente portano a un sovradosaggio.

È importante notare che il trattamento del tumore al seno deve necessariamente avvenire sotto la supervisione del medico curante, poiché la gravità della malattia, l'inaccessibilità dei medicinali all'uomo comune e il rischio di gravi complicazioni sono gravi fattori negativi di terapia.

L'articolo ti ha aiutato?

Fateci sapere - valutatelo

(1 voti, media: 1,00 5)
Caricamento in corso...

Inibitori dell'aromatasi nel cancro al seno: i migliori farmaci

Lo sviluppo di tumori maligni può provocare disturbi ormonali nel corpo femminile. Il cancro al seno in qualsiasi momento o per prevenire la recidiva richiede un approccio speciale al trattamento. Uno dei metodi medici di successo è la terapia ormonale, che prevede l'uso di inibitori dell'aromatasi.

Cos'è l'aromatasi

Il fegato, il tessuto adiposo, le ovaie, la mammella e i muscoli scheletrici contengono un enzima speciale che è responsabile della conversione degli androgeni in estrogeni.

Ultimo post-menopausa strenuamente prodotta attraverso questo particolare enzima, ha ricevuto il nome di aromatasi.

Gli inibitori dell'aromatasi o gli antiestrogeni aiutano a ridurre il livello di estrogeni nel sangue al fine di prevenire la crescita di cellule tumorali e tumori. Nella pratica oncologica, i farmaci antitumorali sono stati usati dagli anni '80 del secolo scorso.

Per distruggere completamente un tumore maligno, vengono utilizzati vari metodi di trattamento. Perfino la chirurgia, la radioterapia o la chemioterapia non possono dare piena certezza che il tumore sia distrutto e la malattia non ritorni.

Approccio sistematico al trattamento è ancora il maggior successo, e uno dei suoi componenti - terapia ormonale - è una sorta di "assicurazione" contro il riemergere di cancro.

Abbassando la concentrazione di estrogeni nel sangue, i farmaci per la terapia ormonale possono anche bloccare i recettori o distruggere gli ormoni femminili del gruppo steroidi.

La terapia ormonale per il cancro al seno offre tre aree di trattamento. La scelta a favore di una di esse è determinata da una combinazione di molti fattori (lo stato del tumore, lo stadio della malattia, le malattie concomitanti, il tipo precedente di terapia). Per trattare con successo il cancro al seno sulla base di farmaci ormonali, si possono applicare le seguenti terapie:

  • Preoperatorio (neoadiuvante) - è prescritto per tumori di oltre 2 cm con coinvolgimento dei linfonodi nello sviluppo della malattia.
  • Curativo - è usato per ridurre i fuochi del tumore o nel caso di una condizione inutilizzabile.
  • Profilattico (adiuvante) - viene eseguito dopo aver applicato altri metodi di trattamento del cancro al seno per ridurre il rischio di recidiva.

Per le donne in età riproduttiva (periodo pre-menopausale), viene utilizzato un regime di trattamento diverso. Un approccio integrato include l'intervento chirurgico, che può includere la rimozione delle ovaie, come un organo che produce fortemente estrogeni. Inoltre, il passaggio dalla chemioterapia al recupero comporta l'assunzione di farmaci come Zoladex o Nolvadex.

Antiestrogeni per le donne

Il metodo più efficace di trattamento non invasivo del carcinoma mammario in postmenopausa. La terapia anti-estrogenica colpisce l'ormone sessuale, che, mentre è nel sangue, può circolare liberamente in tutto il corpo.

L'estrogeno è in contatto con i recettori della cellula, causando i processi di attivazione.

Se queste sono cellule sane del corpo, quindi per la salute della donna non porta alcuna minaccia, e se si tratta di cellule tumorali, quindi gli estrogeni provocano lo sviluppo del cancro.

Nella pratica medica, vengono utilizzati con successo farmaci anti-estrogeni di vari meccanismi d'azione.

Per ridurre la produzione di inibitori dell'aromatasi estrogeni nelle donne in postmenopausa sono assegnati (anastrozolo, letrozolo, exemestane), per bloccare il recettore degli estrogeni - SERM (Tamoxifen), frattura - solo Faslodex di droga.

L'assunzione di anti-estrogeni può aiutare a evitare la chirurgia e il rischio di complicanze, ma non può rimuovere completamente la fonte dell'ormone, come nell'ovariectomia o nell'ipofisectomia.

Il nome sinonimo di inibitore dell'aromatasi steroide è Aromasin. Bloccando la formazione di estrogeni, il farmaco viene prescritto per la diagnosi di cancro al seno sotto forma di una lunga assunzione giornaliera.

La ricerca condotta dimostra che Exemestane riduce significativamente il rischio di recidiva, specialmente dopo aver assunto Tamoxifen per un lungo periodo di tempo.

Aromasin è in grado di agire con particolare successo nelle prime fasi del cancro, ma può causare una serie di spiacevoli effetti collaterali: astenia, secchezza, nausea, anoressia, edema, eruzione cutanea.

Anastrozolo cabi

Il farmaco antitumorale è disponibile in forma di pillola.

Il farmaco per il tumore al seno prodotto dalla società tedesca Fresenius Kabi Oncology ha nomi sinonimi: Anastera, Egistrazol, Arimidex, Selana.

Un elenco minimo di effetti collaterali, una lunga emivita e risultati di ricerca eccellenti sull'efficacia nella prevenzione delle ricadute sono i benefici di Anastrozole Kabi.

Il retro dell'uso a lungo termine di un inibitore dell'aromatasi è associato al rischio di osteoporosi.

Per prevenire il diradamento osseo, i pazienti che assumono anastrozolo sono invitati a visitare il proprio medico più spesso, a prendere le radiografie, a reintegrare la propria dieta con cibi o integratori ricchi di vitamina D e calcio.

Se compaiono i sintomi (affaticamento, parodontite, debolezza muscolare generale), dovresti consultare il tuo medico in modo che possa prendere un altro farmaco con questa importante informazione.

letrozolo

Il farmaco non steroideo altamente selettivo ha un altro nome: Femara. L'anti-estrogeno è usato in tutti i tipi di terapia ormonale.

In pratica, il letrozolo mostra risultati significativi nei casi in cui un tumore nei pazienti viene diagnosticato nelle fasi iniziali o per prevenire la recidiva.

Un farmaco antitumorale è prodotto sotto forma di compresse, che deve essere assunto ogni giorno, ma la durata del corso non può superare i 5 anni. Le reazioni avverse sono spesso lievi, ma non limitate a eventi comuni.

Inibitori dell'aromatasi

Ci sono un gruppo di farmaci progettati per sopprimere la sintesi e ridurre la concentrazione di estrogeni nel sangue. Gli inibitori dell'aromatasi per il cancro al seno sono assegnati alle donne durante la menopausa.

Con il trattamento complesso di un tumore, i farmaci di questo gruppo aiutano a ottenere un effetto positivo, a condizione che non vengano utilizzati in premenopausa.

Come molti farmaci, gli inibitori dell'aromatasi hanno effetti collaterali, ma le reazioni si verificano solo in piccole quantità e pazienti testati dopo diverse settimane di trattamento.

Prezzo in farmacia

Il trattamento di un cancro non implica sempre un intervento chirurgico immediato. L'insorgenza o il decorso della malattia comporta un metodo passivo di trattamento con farmaci che può sopprimere la sintesi di estrogeni.

La probabilità che l'elenco dei farmaci includa inibitori dell'aromatasi per il cancro al seno è molto alto.

Posso comprare anti-estrogeni in farmacia e quanto costano questi medicinali? Le catene di vendita al dettaglio non offrono i prezzi più bassi, ma hanno la più ampia selezione di inibitori dell'aromatasi:

Nome del farmaco incluso nel gruppo degli inibitori dell'aromatasi