Dispositivi gamma

I dispositivi gamma sono impianti per la terapia gamma a distanza, principalmente per pazienti con tumori maligni, nonché per studi sperimentali. La fonte di radiazioni nei dispositivi gamma è il cobalto radioattivo (Co 60) e molto meno spesso il cesio radioattivo (Cs 137).

Il dispositivo gamma è costituito da un treppiede su cui è fissata la testa di irradiazione (coperchio di protezione) e dispositivi di controllo del dispositivo. La testa irradiante ha la forma di una sfera o di un cilindro, al centro del quale è posta una sorgente di radiazioni, situata di fronte alla finestra conica per l'uscita del raggio di radiazione. Per ottenere campi di varie forme e dimensioni, la finestra di uscita viene fornita con un diaframma. Alla fine dell'irradiazione, la finestra viene chiusa con un otturatore per evitare l'esposizione del personale medico. Il dispositivo ha uno speciale meccanismo per l'apertura e la chiusura automatica dell'otturatore e la regolazione della dimensione e della forma del diaframma. In caso di incidente, l'otturatore può essere chiuso manualmente. La copertura protettiva è realizzata in metalli pesanti (strati interni di tungsteno, seguiti da piombo) ed è coperta da una guaina di acciaio.

Il design del treppiede, su cui è sospesa la testa irradiante, consente il suo movimento per la comodità di irradiare campi di diversa localizzazione. A seconda del design del treppiede, si distinguono i dispositivi gamma per la radiazione statica, in cui il fascio di radiazioni e il paziente sono stazionari l'uno rispetto all'altro durante l'irradiazione e i dispositivi gamma rotanti rotanti e rotanti per la radiazione mobile, in cui il raggio di radiazione si muove attorno al paziente o paziente stazionario ruota attorno a una sorgente di radiazioni ancora fortificata. Di conseguenza, il dispositivo gamma di rotazione produce la dose più alta di radiazioni gamma nel tumore da trattare e la pelle e i tessuti che circondano il tumore ricevono una dose molto più piccola.

I dispositivi gamma hanno sorgenti di radiazioni di varia attività. Co 60 e per piccole distanze Cs 137 sono utilizzati per l'irradiazione da grandi distanze. Con l'attività di Co 60, 2000-4000 curie, l'irradiazione viene effettuata da una distanza di 50-75 cm (un dispositivo gamma remoto), che crea un'alta dose percentuale alla profondità del tumore, ad esempio, ad una profondità di 10 cm, la dose è del 55-60% della superficie. Il tempo di irradiazione è solo di alcuni minuti, e quindi la capacità del dispositivo gamma è grande. L'uso di un tale dispositivo gamma per l'irradiazione di tumori superficiali è impraticabile perché, oltre al tumore, un grande volume di tessuti normali è esposto a radiazioni. Per la radioterapia di tumori che si verificano a una profondità di 2-4 cm, viene utilizzato un dispositivo gamma con una fonte di attività Cs 137 non superiore a 100-200 curie e l'irradiazione viene eseguita da una distanza di 5-15 cm (dispositivi gamma a breve distanza). Oggigiorno, i dispositivi gamma gamma per la radiazione statica sono ampiamente utilizzati: "Beam" con una fonte di Co 60 con un'attività di 4.000 curie (Fig. 1), GUT Co 60 -800-1200 curie e per irradiazione mobile - Raucus con una fonte di attività Co 60 4.000 curie (figura 2). Per la terapia a breve termine è stato applicato un apparecchio gamma "Rita". Per l'irradiazione sperimentale di animali, vengono utilizzati microrganismi, piante, dispositivi gamma con una fonte di attività di Co 60 (diverse decine di migliaia di curie).

La stanza destinata alla terapia gamma si trova al piano terra o seminterrato dell'angolo dell'edificio, che è recintato al di fuori del perimetro da una zona di protezione di 5 m di larghezza e comprende le seguenti stanze.

Fig. 1. Dispositivo gamma "Beam" per irraggiamento statico.

Fig. 2. Dispositivo gamma "Raucus" per irraggiamento volvente.

1. Uno, ma più spesso 2 sale per trattamenti di 2,5-3,5 m di altezza e 30-42 m 2 di area. La sala procedurale è bloccata da un muro di cemento a 2 / 3-3 / 4 della sua larghezza, formando una sorta di labirinto per proteggere il personale dalle radiazioni diffuse. Nella sala di trattamento, ad eccezione del dispositivo gamma e del tavolo di posa del paziente, non dovrebbero esserci mobili. 2. Console room con un'area di 15-20 m 2 per uno o due pannelli di controllo; monitora il paziente attraverso una finestra di osservazione in vetro al piombo o tungsteno con una densità di 3,2-6,6 g / cm 2 o utilizzando un canale televisivo. Intercom collegato alla console e procedurale. La porta della sala di trattamento è protetta dalle radiazioni disperse dal piombo della lamiera. La protezione di pareti, porte, finestre dovrebbe garantire nei luoghi di lavoro una dose non superiore a 0,4 m / ora. 3. Per il dispositivo Raucus gamma, è disponibile un'ulteriore stanza insonorizzata di 10-12 m 2 per dispositivi di avviamento elettrici e dispositivi di potenza. 4. Camera di ventilazione.

Oltre ai locali principali, ce ne sono altri che sono necessari per la cura del paziente (un laboratorio dosimetrico per il calcolo dei campi dose del paziente irradiato, un camerino, uno studio medico, una stanza per pazienti in attesa).

APPARECCHIO DI GAMMA

APPARECCHIO GAMMA - installazioni stazionarie per radioterapia e irradiazione sperimentale, il cui elemento principale è la testa di radiazione con una sorgente di radiazioni gamma.

Sviluppo G.-A. Cominciò quasi nel 1950. Il radio (226 Ra) fu usato per la prima volta come fonte di radiazioni; è stato successivamente sostituito da cobalto (60 Co) e cesio (137 C). Nel processo di miglioramento, sono stati progettati i dispositivi GUT-Co-20, GUT-Co-400, Wolfram, Luch, ROKUS, AHR e quindi i dispositivi AGAT-S, AGAT-R, ROKUS-M, ecc. si avvia alla creazione di dispositivi con controllo programmato della sessione di irradiazione: controllo del movimento della sorgente di radiazioni, riproduzione automatica delle sessioni programmate in precedenza, irradiazione in base ai parametri impostati del campo dose e ai risultati dell'esame anatomico e topografico del paziente.

G.-H. sono destinati principalmente al trattamento di pazienti con tumori maligni (vedi terapia Gamma), nonché per studi sperimentali (irradiatori gamma sperimentali).

I dispositivi gamma terapeutici consistono in un treppiede, una testa di radiazione montata su di essa con una sorgente di radiazioni ionizzanti e una tabella manipolatrice, su cui è posizionato il paziente.

La testa di radiazione è in metallo pesante (piombo, tungsteno, uranio), che attenua efficacemente le radiazioni gamma. Per coprire il fascio di radiazione nella progettazione testa radiazione fornisce scivolo o nastro trasportatore che sposta la sorgente di radiazione della situazione radiazione nella posizione di stoccaggio. Durante l'irradiazione, la sorgente di radiazioni gamma viene installata di fronte al foro nel materiale protettivo, che serve per uscire dal fascio di radiazioni. La testa di irradiazione ha un diaframma progettato per formare il contorno esterno del campo di irradiazione e elementi ausiliari - diaframmi a reticolo, filtri a cuneo e compensatori e blocchi ombra utilizzati per formare il raggio di radiazione, nonché un dispositivo per puntare il raggio di radiazione sull'oggetto - centralizzatore (localizzatore).

Il design del treppiede consente il controllo remoto del fascio di radiazioni. A seconda del design del treppiede, G.-a. con un raggio fisso di radiazione, inteso per radiazione statica, nonché radiazione rotazionale e rotazionale-convergente con un fascio mobile (figura 1-3). I dispositivi con un fascio di radiazioni mobili possono ridurre il carico di radiazioni sulla pelle e sul tessuto sano sottostante e concentrare la dose massima nel tumore. In accordo con il metodo di trattamento G.a. sono suddivisi in dispositivi per terapia a lunga distanza, a distanza ravvicinata e intracavitaria.

Per l'irradiazione del tumore, posizionato ad una profondità di 10 cm o più, l'apparecchiatura viene utilizzata Rokus-M-P e AGAT AGAT-C attività radiazione da 800 a diverse migliaia di Curie. I dispositivi con un'elevata attività di una fonte di radiazioni situata ad una distanza considerevole dal centro del tumore (60-75 cm) forniscono un'alta concentrazione di dose di radiazioni nel tumore (ad esempio, a una profondità di 10 cm, la dose di radiazioni è del 55-60% della superficie) e un grande potere di esposizione. dosi di radiazioni (60-4-90 R / min ad una distanza di 1 l dalla sorgente), che consente di ridurre il tempo di esposizione a diversi minuti.

Per l'irradiazione di tumori situati a una profondità di 2-5 cm, usare G.-a a breve distanza. (RITS), l'attività della fonte di radiazioni di cui non supera 200 curie; l'irradiazione viene effettuata ad una distanza di 5-15 cm

Per l'irradiazione intracavitaria in ginecologia e proctologia utilizzando uno speciale dispositivo AGAT-B (Fig. 4). La testa di radiazione di questo apparecchio contiene sette fonti di radiazione con un'attività totale di 1-5 curie. Il dispositivo è dotato di un set di endostati per l'inserimento nella cavità e di una stazione di alimentazione dell'aria con tubi flessibili che forniscono alimentazione pneumatica delle sorgenti dalla testa di radiazione agli endostati.

Locale destinato ai gamma-terapia, di solito si trova al piano terra o seminterrato angolo dell'edificio, il perimetro esterno recintata zona di protezione 5 m di larghezza (cfr. Ramo Padiologicheskoe). Ha una o due sale per trattamenti di 30-42 m 2 e 3,0-3,5 m di altezza. La sala di trattamento è divisa per 2/3 - 3/4 di larghezza da una parete protettiva. Ufficio G.-a. e osservazione del paziente durante l'irradiazione viene eseguita dalla sala di controllo della camera attraverso la finestra con il piombo o cristallo tungsteno densità 3,2-6,6 g / cm 3, o in televisione, che garantisce completa sicurezza personale radiazioni. Citofono e consolle collegato. La porta della stanza dei trattamenti è costellata di piombo. C'è anche una stanza per le apparecchiature di avviamento elettrico e le apparecchiature elettriche per l'H.a. digitare ROKUS, spazio per la camera di ventilazione (la ventilazione della sala procedurale e di controllo dovrebbe fornire 10 ore di ricambio d'aria per 1 ora), un laboratorio dosimetrico, in cui gli strumenti e i dispositivi per gli studi dosimetrici sono posti in preparazione di un piano di trattamento delle radiazioni (dosimetri, isodosografi), strumenti per l'ottenimento di dati anatomici e topografici (contorni, tomografi, ecc.); apparecchiature che forniscono l'orientamento del fascio di radiazioni (centralizzatori ottici e a raggi X, simulatori del fascio di raggi gamma); dispositivi per monitorare la conformità con il piano di esposizione.

Gli irradiatori gamma sperimentali (EGO, impianti gamma isotopici) sono progettati per irradiare radiazioni su vari oggetti al fine di studiare l'effetto delle radiazioni ionizzanti. Gli EGO sono ampiamente usati in chimica delle radiazioni e radiobiologia, nonché per studiare l'uso pratico degli impianti di irradiazione di raggi gamma in S.-H. prodotti e sterilizzazione "a freddo" di vari oggetti nel cibo e nel miele. industria.

Gli EGO, di norma, sono impianti fissi dotati di dispositivi speciali per la protezione dalle radiazioni inutilizzate. Piombo, ghisa, cemento, acqua, ecc. Sono usati come materiali protettivi.

installazione gamma sperimentale di solito costituito da una camera in una misura-Rui irradiato repository oggetto per sorgenti di radiazioni, provvisto di un meccanismo di controllo del sistema sorgente e il bloccaggio e dispositivi di segnalazione, esclude la possibilità di contatto con il personale nella camera di irradiazione mentre l'irradiatore. La camera di irradiazione è solitamente in cemento. L'oggetto viene introdotto nella camera attraverso un'entrata a labirinto o attraverso aperture bloccate da spesse porte di metallo. Vicino alla camera o nella camera stessa c'è un deposito per la fonte di radiazioni sotto forma di una piscina con acqua o un contenitore protettivo speciale. Nel primo caso, la fonte di radiazioni viene immagazzinata sul fondo della piscina ad una profondità di 3-4 m, nel secondo - all'interno del contenitore. La sorgente di radiazioni viene trasferita dall'immagazzinamento alla camera di irradiazione mediante attuatori elettromeccanici, idraulici o pneumatici. Anche usato il cosiddetto. installazioni auto-schermanti che combinano una camera di radiazione e l'immagazzinamento di una fonte di radiazioni in un'unità di protezione. In queste installazioni, la sorgente di radiazioni è fissa; gli oggetti irradiati vengono consegnati tramite dispositivi speciali come gateway.

Una sorgente di radiazioni gamma - solitamente preparati cobalto radioattivi o cesio - irradiatori collocati in varie forme (a seconda dell'impostazione di destinazione) per garantire uniformità dell'oggetto irraggiamento e una dose elevata. L'attività della sorgente di radiazioni negli irradiatori gamma può essere diversa. Nelle installazioni sperimentali raggiunge diverse decine di migliaia di curie e in potenti impianti industriali ammonta a diversi milioni di curie. L'entità dell'attività sorgente determina i parametri più importanti dell'installazione: la potenza dell'esposizione alle radiazioni, la sua capacità e lo spessore delle barriere protettive.

Bibliografia: Bibergal A.V., Sinitsyn V.I. e LeshchinskiyN. I. Impianti gamma isotopici, M., 1960; Galina L.S. e altri: Atlante delle distribuzioni di dose, irradiazione multi-campo e rotazionale, M., 1970; Kozlov A. Sec. Radioterapia dei tumori maligni, M., 1971, bibliogr.; A proposito di dd rush su V.M., Emelyanov V.T. e Sulkin A.G. Tavolo per gammater-pii, Med. Radiol., Vol. 14, No. 6, p. 49, 1969, bibliogr. Ratner TG e Bibergal A.V. Formazione di campi dose durante remote gammatherapy, M., 1972, bibliogr.; P e m ma n A.F. e dr. Apparecchio per tubi flessibili v-terapeutici sperimentali per irradiazione intracavitaria nel libro: Radiazione. tehn., ed. A. S. Shtan, c. 6, s. 167, M., 1971, bibliogr.; Sulkin, A.G. e Zhukovsky, E.A. Apparecchio rotazionale terapeutico-rotazionale, Atom. energia, t. 27, c. 4, s. 370, 1969; Sulkin, A.G. e Pm. Mn. A.F. Apparato terapeutico radioisotopo per irradiazione a distanza, nel libro: Radiazione. tehn., ed. A. S. Shtan, c. 1, s. 28, M., 1967, bibliogr. Tumanyan M. A. e K e a sh e N con sterilizzazione DA e a Radiazioni DA, M., 1974, bibliogr.; Tyubiana M. id r. Principi fisici di radioterapia e radiobiologia, trans. con il francese., M., 1969.

Capitolo 5. SUPPORTO TECNICO DELLA TERAPIA DELLE RADIAZIONI

5.1. DISPOSITIVI PER LA TERAPIA TRAMITE REMOTE

5.1.1. Dispositivi per radioterapia

I dispositivi per radioterapia per radioterapia remota sono suddivisi in dispositivi per radioterapia a lunga distanza ea breve distanza (a fuoco chiuso). In Russia, l'irradiazione a lunga distanza viene eseguita su dispositivi come "RUM-17", "Roentgen TA-D", in cui la radiazione a raggi X viene generata dalla tensione su un tubo a raggi X da 100 a 250 kV. I dispositivi dispongono di una serie di filtri aggiuntivi in ​​rame e alluminio, la cui combinazione, a diverse tensioni sul tubo, consente individualmente per diverse profondità del fuoco patologico di ottenere la qualità della radiazione richiesta, caratterizzata da uno strato di semi-attenuazione. Questi dispositivi radioterapeutici sono usati per trattare malattie non neoplastiche. La radioterapia a distanza ravvicinata viene eseguita su dispositivi come "RUM-7", "Roentgen-TA", che generano radiazioni a bassa energia da 10 a 60 kV. Usato per il trattamento di tumori maligni superficiali.

I principali dispositivi per l'irradiazione remota sono le installazioni gamma terapeutiche di vari modelli (Agat-R, Agat-S, Rokus-M, Rokus-AM) e acceleratori di elettroni che generano bremsstrahlung o radiazione di fotoni. con energia da 4 a 20 MeV e fasci di elettroni di diversa energia. Sui ciclotroni generano fasci di neutroni, i protoni accelera ad alte energie (50-1000 MeV) su sincroncasotroni e sincrotroni.

5.1.2. Apparecchio per terapia Gamma

Come fonte di radiazioni di radionuclidi per la terapia gamma a distanza, si usa più spesso 60 Co e 136 Cs. L'emivita di 60 Co è 5.271 anni. Il bambino nuclide 60 Ni è stabile.

La sorgente è collocata all'interno della testa di radiazione di un dispositivo gamma, che fornisce una protezione affidabile in uno stato non operativo. La fonte ha la forma di un cilindro con un diametro e un'altezza di 1-2 cm.

Fig. 22. Apparecchi gamma-terapeutici per irradiazione remota ROKUS-M

Versare l'acciaio inossidabile, all'interno, mettere la parte attiva della fonte sotto forma di un set di dischi. La testa di irradiazione fornisce il rilascio, la formazione e l'orientamento del fascio di radiazioni γ nella modalità operativa. I dispositivi creano una dose significativa a una distanza di decine di centimetri dalla sorgente. L'assorbimento della radiazione al di fuori del campo specificato è fornito da una speciale apertura di progetto.

Esistono dispositivi per radiazioni statiche e mobili. In quest'ultimo caso, la fonte di radiazioni, il paziente o entrambi si muovono simultaneamente rispetto al processo di radiazione.

ma l'un l'altro secondo un programma dato e controllato. I dispositivi remoti sono statici (ad esempio, Agat-S), rotanti (Agat-R, Agat-P1, Agat-P2 - settore e irradiazione circolare) e convergenti (Rokus-M, sorgente simultaneamente partecipa a due movimenti circolari coordinati in piani reciprocamente perpendicolari) (figura 22).

In Russia (San Pietroburgo), ad esempio, viene prodotto il RokusAM complesso computerizzato rotazionale-rotazionale-convergente. Quando si lavora su questo complesso, è possibile effettuare l'irradiazione rotazionale con lo spostamento della testa di irradiazione entro 0 ÷ 360 ° con l'otturatore aperto e fermandosi in determinate posizioni lungo l'asse di rotazione con un intervallo minimo di 10 °; utilizzare la possibilità di convergenza; condurre uno swing di settore con due o più centri, nonché applicare un metodo di scansione di irradiazione con movimento longitudinale continuo del tavolo di trattamento con la possibilità di spostare la testa di irradiazione nel settore lungo l'asse dell'eccentricità. I programmi necessari forniscono: distribuzione della dose nel paziente irradiato con ottimizzazione del piano di irradiazione e stampa dell'attività per il calcolo dei parametri di irradiazione. Con l'aiuto del programma di sistema, controllano i processi di esposizione, controllo e sicurezza della sessione. La forma dei campi creati dal dispositivo è rettangolare; i limiti di variazione delle dimensioni del campo da 2,0 x 2,0 mm a 220 x 260 mm.

5.1.3. Acceleratori di particelle

Un acceleratore di particelle è una struttura fisica in cui i fasci direzionali di elettroni, protoni, ioni e altre particelle cariche con un'energia molto superiore all'energia termica si ottengono utilizzando campi elettrici e magnetici. Nel processo di accelerazione aumenta la velocità delle particelle. Lo schema di base dell'accelerazione delle particelle comprende tre fasi: 1) la formazione di un fascio e la sua iniezione; 2) accelerazione del fascio e 3) uscita del raggio verso il bersaglio o l'implementazione di collisioni dei fasci collidenti nell'acceleratore stesso.

Formazione del fascio e iniezione. L'elemento sorgente di qualsiasi acceleratore è l'iniettore, che ha una sorgente di un flusso diretto di particelle a bassa energia (elettroni, protoni o altri ioni), così come elettrodi e magneti ad alta tensione, che estraggono il raggio dalla sorgente e lo formano.

La sorgente forma un fascio di particelle, che è caratterizzato da energia iniziale media, corrente del fascio, sue dimensioni trasversali e divergenza angolare media. Un indicatore della qualità del raggio iniettato è la sua emittanza, cioè il prodotto del raggio del raggio e la sua divergenza angolare. Più piccola è l'emittanza, maggiore è la qualità del fascio finale di particelle ad alta energia. Per analogia con l'ottica, la corrente di particelle divisa per l'emittanza (che corrisponde alla densità delle particelle divisa per la divergenza angolare) è chiamata luminosità del fascio.

Accelerazione del fascio Il fascio viene formato nelle camere o iniettato in una o più camere dell'acceleratore, in cui il campo elettrico aumenta la velocità e, di conseguenza, l'energia delle particelle.

A seconda del metodo di accelerazione delle particelle e della traiettoria del loro movimento, l'installazione è suddivisa in acceleratori lineari, acceleratori ciclici, microtroni. Negli acceleratori lineari, le particelle vengono accelerate in una guida d'onda usando un campo elettromagnetico ad alta frequenza e si muovono in linea retta; negli acceleratori ciclici, l'accelerazione degli elettroni in un'orbita costante avviene con l'aiuto di un crescente campo magnetico, e il movimento delle particelle avviene in orbite circolari; nei microtroni, l'accelerazione avviene in un'orbita a spirale.

Acceleratori lineari, betatroni e microtroni funzionano in due modalità: nella modalità di emissione di un fascio di elettroni con un intervallo di energia di 5-25 MeV e nella modalità di generazione di raggi X bremsstrahlung con un intervallo di energia di 4-30 MeV.

Gli acceleratori ciclici includono anche sincrotroni e sincrocrocotroni, in cui fasci di protoni e altre particelle nucleari pesanti sono prodotti nell'intervallo di energia di 100-1000 MeV. I fasci di protoni sono ottenuti e utilizzati in grandi centri fisici. Per la terapia neutronica a distanza usando canali ciclotronici e reattori nucleari.

Il fascio di elettroni emerge dalla finestra del vuoto dell'acceleratore attraverso un collimatore. Oltre a questo collimatore, un altro collimatore, il cosiddetto applicatore, esiste direttamente accanto al corpo del paziente. Consiste di una serie di diaframmi fatti di materiali con un piccolo numero atomico al fine di ridurre il verificarsi di bremsstrahlung. Gli applicatori hanno dimensioni diverse per installare e limitare il campo di esposizione.

Gli elettroni ad alta energia sono meno dispersi nell'aria rispetto alla radiazione di fotoni, ma richiedono mezzi aggiuntivi per equalizzare l'intensità del fascio nella sua sezione trasversale. Questi includono, ad esempio, il livellamento e la dispersione di fogli di alluminio al tantalio e profilati, che sono posizionati dietro il collimatore primario.

La radiazione del freno viene generata quando si frenano elettroni veloci in un bersaglio da un materiale con un numero atomico elevato. Fascio di fotoni

Viene ricostruito da un collimatore situato direttamente dietro l'obiettivo e da un diaframma che limita il campo di irradiazione. L'energia media del fotone è massima nella direzione in avanti. Sono stati installati filtri equalizzatori, poiché la velocità di dosaggio nella sezione del fascio non è uniforme.

Allo stato attuale, sono stati creati acceleratori lineari con collimatori multilobe per l'irradiazione conforme (vedi Fig. 23 sul riquadro colori). L'irradiazione conforme viene eseguita con il controllo della posizione dei collimatori e dei vari blocchi mediante il controllo del computer durante la creazione di campi ricci di configurazione complessa. L'esposizione alla radiazione conforme richiede l'uso obbligatorio della pianificazione di irradiazione tridimensionale (vedere Fig. 24 sul riquadro colorato). La presenza di un collimatore multi-petalo con petali stretti in movimento consente di bloccare una parte del fascio di radiazioni e formare il campo di irradiazione necessario, e la posizione dei petali cambia sotto il controllo del computer. Nelle installazioni moderne, è possibile regolare continuamente la forma del campo, ovvero, è possibile modificare la posizione dei petali durante la rotazione del raggio per mantenere il volume irradiato. Con l'aiuto di questi acceleratori, è stato possibile creare il più grande calo della dose al confine del tumore e del tessuto sano circostante.

Ulteriori sviluppi hanno permesso la produzione di acceleratori per l'irradiazione a intensità modulata moderna. Radiazione modulata intensivamente - radiazione, in cui è possibile creare non solo il campo di radiazione di qualsiasi forma desiderata, ma anche eseguire l'irradiazione con intensità diverse durante la stessa sessione. Ulteriori miglioramenti hanno permesso di effettuare la radioterapia, corretta dalle immagini. Sono stati creati speciali acceleratori lineari, in cui è pianificata un'irradiazione di alta precisione e l'effetto della radiazione viene monitorato e corretto durante la sessione eseguendo la fluoroscopia, la radiografia e la tomografia computerizzata volumetrica su un fascio conico. Tutti i progetti diagnostici sono montati su un acceleratore lineare.

A causa della posizione costantemente controllata del paziente sul tavolo di trattamento dell'acceleratore lineare di elettroni e del controllo sullo spostamento della distribuzione di isodose sullo schermo del monitor, il rischio di errori associati al movimento del tumore durante la respirazione e il costante spostamento di un numero di organi diminuisce.

In Russia, vari tipi di acceleratori sono utilizzati per condurre l'esposizione del paziente. L'acceleratore lineare nazionale LUER-20 (NIIF, San Pietroburgo) è caratterizzato dall'energia limitante di bremsstrahlung 6 e 18 MV e degli elettroni 6-22 MeV. NIIFA, su licenza di Philips, produce acceleratori lineari SL-75-5MT, equipaggiati con apparecchiature dosimetriche e un sistema informatico di pianificazione. Vi sono gli acceleratori PRIMUS (Siemens), il multilobe LUE Clinac (Varian) e altri (vedi Fig. 25 per l'inserto colore).

Installazioni per la terapia adronica. Il primo fascio di protoni medici dell'Unione Sovietica con parametri necessari per la radioterapia è stato creato da

dato su suggerimento di V. P. Dzhelepov sul phasotron 680 MeV presso l'Istituto congiunto per la ricerca nucleare nel 1967. Gli studi clinici sono stati condotti da specialisti dell'Istituto di Oncologia Sperimentale e Clinica dell'Accademia delle Scienze Mediche dell'URSS. Alla fine del 1985, nel laboratorio di problemi nucleari di JINR, fu completata la creazione di un complesso clinico-fisico di sei cabine, tra cui: tre canali protonici per uso medico per irradiare tumori profondi con fasci di protoni larghi e stretti di varie energie (da 100 a 660 MeV); Canale medico π-mesone per ricevere e utilizzare in fasci intensivi di radioterapia di mesoni π negativi con energie da 30 a 80 MeV; canale neutronico medico ultraveloce (l'energia media dei neutroni nel fascio è di circa 350 MeV) per l'irradiazione di tumori resistenti di grandi dimensioni.

L'Istituto radiologico di ricerca centrale e l'Istituto di fisica nucleare di Pietroburgo (PNPI) dell'Accademia delle scienze russa hanno sviluppato e implementato un metodo di terapia stereotassica protonica utilizzando un fascio di protoni ad alta energia (1000 MeV) in combinazione con una tecnica di irradiazione rotazionale su un sincrociclotrone (vedi Fig. 26 per il colore. nel riquadro). Il vantaggio di questo metodo di irradiazione "fino in fondo" è la possibilità di una chiara localizzazione della zona di irradiazione all'interno dell'oggetto sottoposto a terapia protonica. Allo stesso tempo, vengono forniti i forti limiti di irradiazione e un alto rapporto tra la dose di radiazioni nel centro dell'irradiazione e la dose sulla superficie dell'oggetto irradiato. Il metodo è usato nel trattamento di varie malattie del cervello.

In Russia, nei centri di ricerca di Obninsk, Tomsk e Snezhinsk vengono condotti centri di ricerca per una rapida terapia con neutroni. A Obninsk, in collaborazione con l'Istituto di fisica ed energia e il Centro di ricerca radiologica medica dell'Accademia russa delle scienze mediche (MRRC RAMS) fino al 2002, è stato utilizzato un fascio di reattore orizzontale da 6 MW con un'energia media di neutroni di circa 1,0 MeV. Attualmente è iniziato l'uso clinico del generatore di neutroni compatto ING-14.

A Tomsk, sul ciclotrone U-120 dell'Istituto di ricerca scientifica di fisica nucleare, i dipendenti dell'Istituto di ricerca oncologica usano neutroni veloci con un'energia media di 6,3 MeV. Dal 1999, la terapia con neutroni è stata condotta presso il centro nucleare russo di Snezhinsk utilizzando il generatore di neutroni NG-12, che produce un fascio di neutroni da 12-14 MeV.

5.2. APPARECCHIO PER TERAPIA CON TRATTAMENTO A CONTATTO

Per la radioterapia a contatto, la brachiterapia, esiste una serie di macchine per tubi flessibili di vari disegni, che consentono di posizionare le fonti vicino a un tumore in modo automatico e di eseguire la sua irradiazione mirata: Agat-V, Agat-V3, Agat-VU, Agam series con sorgenti di γ-radiation 60 Co (o 137 Cs, 192 lr), "Microselectron" (Nucletron) con una sorgente di 192 Ir, "Selectron" con una sorgente di 137 Cs, "Anet-B" con una sorgente di radiazione gamma neutronica mista di 252 Cf ( vedere la Fig. 27 per il riquadro colorato).

Si tratta di dispositivi con radiazioni statiche semiautomatiche a più posizioni da una singola sorgente in movimento secondo un determinato programma all'interno dell'endostato. Ad esempio, un apparecchio multifunzionale "Agam" intracavitario gamma-terapeutico con un set di endostati rigidi (ginecologici, urologici, dentali) e flessibili (gastrointestinali) in due applicazioni - in un reparto radiologico protettivo e in un canyon.

Vengono utilizzati preparati radioattivi chiusi, radionuclidi posti in applicatori, che vengono iniettati nella cavità. Gli applicatori possono essere sotto forma di un tubo di gomma o di metallo o plastica speciale (vedere la figura 28 sul colore. È disponibile un'attrezzatura speciale per la radioterapia per garantire l'approvvigionamento automatico della sorgente agli endostati e il loro ritorno automatico al contenitore speciale dopo la fine della sessione di irradiazione.

Il kit dell'apparato di tipo "Agat-VU" comprende metrastati di diametro piccolo - 0,5 cm, che non solo semplifica la procedura per l'introduzione di endostati, ma consente anche di formare in modo abbastanza accurato la distribuzione della dose in base alla forma e alle dimensioni del tumore. Nei dispositivi Agat-VU, tre sorgenti compatte di alta attività di 60 Co possono spostarsi in modo discreto in incrementi di 1 cm lungo percorsi lunghi 20 cm ciascuno. L'uso di fonti di piccole dimensioni diventa importante quando piccoli volumi e deformazioni complesse dell'utero, in quanto evita complicazioni, come perforazioni in forme invasive di cancro.

I vantaggi dell'uso di un apparecchio gamma terapeutico 137 "Selectron" della dose media (MDR - Middle Dose Rate) includono un'emivita più lunga di quella di 60 Co, che consente l'irradiazione in condizioni di dose quasi costante. L'espansione delle possibilità di un'ampia variazione nella distribuzione spaziale della dose è significativa anche per la presenza di un gran numero di emettitori di forma lineare sferica o compatta (0,5 cm) e la possibilità di alternare emettitori attivi e simulatori inattivi. Nell'apparecchio, il movimento passo-passo delle sorgenti lineari ha luogo nell'intervallo di livelli di potenza della dose assorbita di 2,53-3,51 Gy / h.

La radioterapia intracavitaria con radiazioni gamma-neutroniche miste di 252 Cf sul dispositivo ad alte dosi di Anet-V (HDR - High Dose Rate) ha ampliato il range di utilizzo, anche per il trattamento dei tumori radioresistenti. Il completamento dell'apparato "Anet-B" con metrastati a tre canali usando il principio del movimento discreto di tre sorgenti di radionuclide 252 Cf permette di formare distribuzioni totali di isodose usando uno (con tempi di esposizione del radiatore in certe posizioni), due, tre o più percorsi di movimento di sorgenti di radiazione in accordo con lunghezza e forma reali dell'utero e del canale cervicale. Poiché il tumore regredisce sotto l'influenza della radioterapia e una diminuzione della lunghezza dell'utero e del canale cervicale, vi è una correzione (riduzione della lunghezza delle linee radianti), che aiuta a ridurre l'effetto delle radiazioni sugli organi normali circostanti.

La presenza di un sistema di pianificazione computerizzato per la terapia di contatto consente analisi cliniche e dosimetriche per ogni situazione specifica con la scelta della distribuzione della dose, che corrisponde maggiormente alla forma e alla lunghezza del focus primario, che consente di ridurre l'intensità dell'esposizione alle radiazioni agli organi circostanti.

La scelta della modalità di frazionamento di singole dosi focali totali con l'uso di fonti di attività medie (MDR) e alte (HDR) si basa sull'equivalente effetto radiobiologico paragonabile all'irradiazione con sorgenti a bassa attività (LDR - Low Dose Rate).

Il principale vantaggio delle installazioni brachiterapeutiche con una sorgente di cammino di 192 Ir, attività di 5-10 Ci, è l'energia di radiazione γ media bassa (0,412 MeV). È conveniente collocare tali fonti negli stoccaggi e anche utilizzare efficacemente vari schermi ombra per la protezione locale di organi e tessuti vitali. Il dispositivo "Microselectron" con l'introduzione di una fonte di alta dose è utilizzato intensivamente in ginecologia, tumori del cavo orale, ghiandola prostatica, vescica, sarcomi dei tessuti molli. L'irradiazione intraluminale viene effettuata con cancro del polmone, della trachea, dell'esofago. Nell'apparecchio con l'introduzione di una sorgente di 192 Ir di ​​bassa attività esiste una tecnica in cui l'irradiazione viene eseguita da impulsi (durata - 10-15 minuti ogni ora con una potenza di 0,5 Gy / h). L'introduzione di sorgenti radioattive 125 I nel cancro della ghiandola prostatica direttamente nella ghiandola viene effettuata sotto il controllo di un dispositivo a ultrasuoni o tomografia computerizzata con una valutazione nel sistema in tempo reale della posizione delle sorgenti.

Le condizioni più importanti che determinano l'efficacia della terapia di contatto sono la scelta della dose assorbita ottimale e la sua distribuzione nel tempo. Per il trattamento con radiazioni di tumori primitivi di piccole dimensioni e metastasi nel cervello, gli effetti stereotassici o radiochirurgici esterni sono stati usati per molti anni. Viene eseguito utilizzando il dispositivo Gamma Knife per la terapia a distanza a distanza, che ha 201 collimatori e consente di portare una dose focale equivalente a 60-70 Gy SOD per 1-5 frazioni (vedere Fig. 29 sul riquadro colorato). La base della guida accurata è la struttura stereotassica, che è fissata sulla testa del paziente all'inizio della procedura.

Il metodo è utilizzato in presenza di focolai patologici con una dimensione non superiore a 3-3,5 cm. Ciò è dovuto al fatto che con grandi dimensioni il carico di radiazioni sul tessuto cerebrale sano e, di conseguenza, la probabilità di complicanze post-radiazioni diventano eccessivamente alte. Il trattamento viene eseguito in regime ambulatoriale per 4-5 ore.

I vantaggi dell'uso del Gamma Knife includono: intervento non invasivo, minimizzazione degli effetti collaterali nel periodo postoperatorio, assenza di anestesia, la capacità nella maggior parte dei casi di evitare danni da radiazioni a tessuti cerebrali sani al di fuori dei confini visibili del tumore.

Il sistema CyberKnife (CyberKnife) utilizza un acceleratore lineare portatile da 6 MeV montato su un braccio robotizzato controllato da computer (vedere la figura 30 sull'inserto colorato). Ha vari collimatori.

da 0,5 a 6 cm Il sistema di controllo in base all'immagine determina la posizione del tumore e corregge la direzione del fascio di fotoni. I punti di riferimento delle ossa sono presi come un sistema di coordinate, eliminando la necessità di garantire la completa immobilità. Il braccio robotico ha 6 gradi di libertà, 1200 possibili posizioni.

La pianificazione del trattamento viene eseguita dopo aver preparato le immagini e determinato il volume del tumore. Un sistema speciale consente di ottenere una ricostruzione volumetrica tridimensionale ultraveloce. Si verifica la fusione istantanea di varie immagini tridimensionali (TC, RM, PET, angiogrammi 3D). Utilizzando il braccio robotico del sistema CyberKnife, che ha una grande manovrabilità, è possibile pianificare e svolgere l'irradiazione di focolai complessi, creare distribuzioni di dose uguale per tutta la lesione o dosi eterogenee (eterogenee), cioè eseguire la necessaria irradiazione asimmetrica di tumori di forma irregolare.

L'irradiazione può essere effettuata in una o più frazioni. Per calcoli efficienti, viene utilizzato un computer a doppio processore, con il quale vengono eseguiti pianificazione del trattamento, ricostruzione dell'immagine tridimensionale, calcolo della dose, gestione del trattamento, acceleratore lineare e controllo del braccio robotico e protocolli di trattamento.

Il sistema di controllo dell'immagine tramite fotocamere digitali a raggi X rileva la posizione del tumore e confronta i nuovi dati con le informazioni archiviate nella memoria. Quando un tumore viene spostato, ad esempio durante la respirazione, il braccio robotico corregge la direzione del fascio di fotoni. Nel processo di trattamento utilizzare forme speciali per il corpo o una maschera con lo scopo del viso per la fissazione. Il sistema consente l'implementazione del trattamento multifrazionario, come la tecnologia utilizzata per controllare l'accuratezza del campo di irradiazione sulle immagini ricevute, piuttosto che utilizzare una maschera stereotassica invasiva.

Il trattamento viene effettuato su base ambulatoriale. Utilizzando il sistema CyberKnife, è possibile rimuovere tumori benigni e maligni non solo del cervello, ma anche di altri organi, come il midollo spinale della colonna vertebrale, del pancreas, del fegato e dei polmoni, in presenza di non più di tre focolai patologici di dimensioni fino a 30 mm.

Per l'irradiazione intraoperatoria vengono creati dispositivi speciali, ad esempio Movetron (Siemens, Intraop Medical), che generano fasci di elettroni 4; 6; 9 e 12 MeV, dotati di un numero di applicatori, boli e altri dispositivi. Un'altra installazione, Intrabeam PRS, Photon Radiosurgery System (Carl Zeiss), è dotata di una serie di applicatori a forma sferica con un diametro da 1,5 a 5 cm. Il dispositivo è un acceleratore lineare in miniatura in cui un fascio di elettroni è diretto a una lastra d'oro da 3 mm all'interno della sferica applicatore, per creare una radiazione secondaria a bassa energia (30-50 kV) (vedere Fig. 31 sul colore. Utilizzato per l'irradiazione intraoperatoria durante l'esecuzione di interventi di conservazione dell'organo in pazienti con carcinoma mammario, è raccomandato per il trattamento di tumori del pancreas, della pelle, della testa e del collo.

Dispositivi terapeutici gamma;

Dispositivi per radioterapia

DISPOSITIVI PER LA TERAPIA TRAMITE REMOTE

I dispositivi per radioterapia per radioterapia remota sono suddivisi in dispositivi per radioterapia a lunga distanza ea breve distanza (a fuoco chiuso). In Russia, l'irradiazione a lunga distanza viene eseguita su dispositivi come "RUM-17", "Roentgen TA-D", in cui la radiazione a raggi X viene generata dalla tensione su un tubo a raggi X da 100 a 250 kV. I dispositivi dispongono di una serie di filtri aggiuntivi in ​​rame e alluminio, la cui combinazione, a diverse tensioni sul tubo, consente individualmente per diverse profondità del fuoco patologico di ottenere la qualità della radiazione richiesta, caratterizzata da uno strato di semi-attenuazione. Questi dispositivi radioterapeutici sono usati per trattare malattie non neoplastiche. La radioterapia a distanza ravvicinata viene eseguita su dispositivi come "RUM-7", "Roentgen-TA", che generano radiazioni a bassa energia da 10 a 60 kV. Usato per il trattamento di tumori maligni superficiali.

I principali dispositivi per l'irradiazione remota sono unità gamma terapeutiche di vari design (Agat-R, Agat-S, Rokus-M, Rokus-AM) e acceleratori di elettroni, che generano bremsstrahlung, o fotone, radiazione con energia da 4 a 20 MeV e fasci di elettroni di diversa energia. I fasci di neutroni sono generati sul ciclotrone, i protoni vengono accelerati ad alte energie (50-1000 MeV) a sincronchasotroni e sincrotroni.

Come fonte di radiazioni di radionuclidi per la terapia gamma a distanza, si usa più spesso 60 Co e 136 Cs. L'emivita di 60 Co è 5.271 anni. Il bambino nuclide 60 Ni è stabile.

La sorgente è collocata all'interno della testa di radiazione di un dispositivo gamma, che fornisce una protezione affidabile in uno stato non operativo. La fonte ha la forma di un cilindro con un diametro e un'altezza di 1-2 cm.

Fig. 22. Apparecchi terapeutici per irradiazione remota ROKUS-M

Versare l'acciaio inossidabile, all'interno, mettere la parte attiva della fonte sotto forma di un set di dischi. La testa di irradiazione fornisce il rilascio, la formazione e l'orientamento del fascio di radiazioni γ nella modalità operativa. I dispositivi creano una dose significativa a una distanza di decine di centimetri dalla sorgente. L'assorbimento della radiazione al di fuori del campo specificato è fornito da una speciale apertura di progetto.

Esistono dispositivi per radiazioni statiche e mobili. In quest'ultimo caso, la fonte di radiazioni, il paziente o entrambi si muovono simultaneamente rispetto al processo di radiazione.

ma l'un l'altro secondo un programma dato e controllato. I dispositivi remoti sono statici (ad esempio, Agat-S), rotanti (Agat-R, Agat-P1, Agat-P2 - settore e irradiazione circolare) e convergenti (Rokus-M, sorgente simultaneamente partecipa a due movimenti circolari coordinati in piani reciprocamente perpendicolari) (figura 22).

In Russia (San Pietroburgo), ad esempio, viene prodotto il RokusAM complesso computerizzato rotazionale-rotazionale-convergente. Quando si lavora su questo complesso, è possibile effettuare l'irradiazione rotazionale con lo spostamento della testa di irradiazione entro 0 ÷ 360 ° con l'otturatore aperto e fermandosi in determinate posizioni lungo l'asse di rotazione con un intervallo minimo di 10 °; utilizzare la possibilità di convergenza; condurre uno swing di settore con due o più centri, nonché applicare un metodo di scansione di irradiazione con movimento longitudinale continuo del tavolo di trattamento con la possibilità di spostare la testa di irradiazione nel settore lungo l'asse dell'eccentricità. I programmi necessari forniscono: distribuzione della dose nel paziente irradiato con ottimizzazione del piano di irradiazione e stampa dell'attività per il calcolo dei parametri di irradiazione. Con l'aiuto del programma di sistema, controllano i processi di esposizione, controllo e sicurezza della sessione. La forma dei campi creati dal dispositivo è rettangolare; i limiti di variazione delle dimensioni del campo da 2,0 x 2,0 mm a 220 x 260 mm.

Dispositivi gamma terapeutici domestici per radioterapia Selezione arbitraria

"NIIEFA loro. DV Efraim "

L'acceleratore Ellus-6M con un'energia elettronica di 6 MeV è un'unità di radioterapia isocentrica ed è progettato per eseguire la radioterapia conformazionale tridimensionale con fasci bremsstrahlung in modalità multistatica e rotazionale in istituzioni mediche oncologiche specializzate.

L'acceleratore di elettroni lineare medico LUER-20M è un dispositivo terapeutico isocentrico megavolt progettato per condurre radioterapia a distanza con bremsstrahlung ed elettroni in modalità statiche e rotazionali.

L'acceleratore è destinato all'uso negli istituti di ricerca radiologica e oncologica a raggi X, negli ospedali oncologici repubblicani, regionali, regionali e urbani.

Quando un acceleratore è dotato di un complesso di hardware per la radioterapia stereotassica con fasci stretti di bremsstrahlung di strutture patologiche e normali intracraniche a basso volume, può essere usato per trattare i pazienti non solo con il cancro.

Energia di elettroni fino a 20 MeV

Installazione topometrica TSR-100

TSR-100 può essere utilizzato per risolvere i seguenti compiti:

  • localizzazione della posizione del tumore e dei tessuti adiacenti
  • raccogliere le informazioni topometriche necessarie per pianificare la radioterapia convenzionale
  • Simulazione dell'irradiazione del paziente e marcatura dei campi terapeutici, per irradiazione successiva su dispositivi terapeutici
  • piano di verifica
  • monitorare i risultati della radioterapia

Il sistema di pianificazione del trattamento universale ScanPlan sviluppato presso NIIEFA consente di pianificare un numero arbitrario di campi di irraggiamento rettangolari in modalità statiche e rotazionali, calcolando le distribuzioni di dose in base a una o più sezioni anatomiche e calcolando i campi dose con blocchi sagomati.

VNII Fisica tecnica e automazione (VNIITFA)

Gamma - complesso terapeutico AGAT-W

Il complesso AGAT-VT è destinato: - per la terapia gamma intracavitaria per il cancro della cervice e del corpo dell'utero, della vagina, del retto, della vescica, della bocca, dell'esofago, dei bronchi, della trachea, del nasofaringe; - per la gamma-terapia interstiziale e superficiale di tumori maligni (seno, testa e collo, prostata, ecc.).

Il complesso AGAT-VT integrato, che include un dispositivo gamma con una tabella di trattamento e diagnostica adattata alla progettazione di un'installazione diagnostica a raggi X, un sistema di pianificazione, un'installazione diagnostica X-arc X-arc, fornisce l'implementazione di una tecnologia di preparazione e irradiazione pre-radiazioni senza precedenti in un unico luogo con una rete locale: Sistema di elaborazione immagini a raggi X - sistema di pianificazione dosimetrica - sistema di controllo del dispositivo gamma

Tale tecnologia oggi può essere implementata solo sul complesso terapeutico AGAT-VT.

Una caratteristica peculiare dell'apparecchiatura russa per la radioterapia da contatto è anche la facilità di gestione, la preparazione dei piani di radiazione, la manutenzione, l'affidabilità e la sicurezza in funzione, che ha portato alla sua diffusa introduzione e funzionamento ininterrotto nelle istituzioni oncologiche del paese.

Dispositivo terapeutico gamma Raucus

Complesso gamma-terapeutico per brachiterapia "Nukletrim"

Complesso gamma-terapeutico per la brachiterapia "Nukletrim" è inteso per il trattamento di tumori maligni di qualsiasi localizzazione. A differenza della radioterapia esterna, la brachiterapia consente per un breve periodo di usare dosi più elevate di radiazioni per trattare piccole aree.

Fino ad ora, solo tre società producevano tali dispositivi nel mondo, la Russia non poteva competere in questo settore. "Nukletrim" domestico è progettato con le tecnologie più moderne e non è inferiore alle sue controparti estere, mentre il costo del dispositivo è inferiore del 10-15%. Quindi il produttore russo potrebbe essere un serio concorrente per i produttori stranieri.

Dispositivo gamma

Gamma terapia: l'essenza, le indicazioni, le conseguenze

La terapia gamma è l'esposizione di una parte del corpo affetta da cancro agli isotopi radioattivi. A seconda del tipo di cancro, ci sono due compiti principali:

  1. La distruzione di cellule mutate nella lesione della crescita patologica del tumore.
  2. Stabilizzazione dello sviluppo di una neoplasia maligna bloccando i processi di riproduzione degli elementi tumorali.

Come viene eseguita la terapia gamma?

A seconda della posizione del focus della mutazione nella pratica oncologica, vengono utilizzati i seguenti metodi di terapia gamma:

Questa tecnica prevede l'uso di uno speciale applicatore con isotopi radioattivi, che si trova direttamente sulla pelle. Prima della procedura, il medico abbassa una piastra speciale in acqua calda, dove si ammorbidisce dopo 10-15 minuti.

Successivamente, il futuro applicatore viene applicato alla zona interessata del corpo e acquisisce la forma appropriata, ripetendo tutte le irregolarità e le pieghe. L'applicazione della terapia gamma viene effettuata posizionando una singola lastra di plastica con elementi radioattivi fissati su di essa.

Per scopi profilattici, l'area terapeutica è coperta con una piastra di piombo speciale per proteggere altre aree del corpo dall'esposizione alle radiazioni.

La terapia gamma a contatto è indicata per lesioni maligne della pelle, angiomi cavernosi e altre forme superficiali di tumori.

Questo è un metodo di terapia radiologica in cui elementi radioattivi sotto forma di un ago cilindrico sono inseriti direttamente nel tessuto interessato. La procedura viene solitamente eseguita in anestesia locale di infiltrazione o conduzione.

La dose richiesta di radiazioni viene calcolata in unità di 1 cm². La terapia interstiziale è indicata per tumori altamente differenziati fino a 5 cm di dimensione.

Lo svantaggio di questa tecnica è considerato una distribuzione non uniforme dei raggi X e una rapida caduta della dose di radiazioni.

È una procedura per l'introduzione di una sonda radioattiva sferica nella cavità dell'organo interessato. Nel corso della procedura viene eseguito un monitoraggio continuo mediante diagnostica a raggi X. Questa tecnica richiede l'uso di elevati isotopi.

La procedura mostra un'elevata efficacia nel trattamento delle lesioni maligne del sistema gastrointestinale, del sistema urinario e del corpo dell'utero. Il trattamento intracavitario, come tecnica indipendente, viene utilizzato esclusivamente in oncologia delle mucose.

In altri casi clinici, questa terapia è combinata con un metodo remoto.

Questo è un metodo per influenzare un tumore con radiazioni radiologiche altamente attive da uno speciale dispositivo gamma stazionario che genera radiazioni ad una certa distanza dall'area patologica. Questo trattamento è indicato per quasi tutti i tumori profondamente localizzati con elevata sensibilità ai raggi X.

Secondo il metodo di conduzione della radioterapia a distanza, ci sono due tipi:

  1. Metodologia statica La fonte di radiazioni gamma e pazienti oncologici sono in una posizione fissa.
  2. Terapia mobile Il paziente è immobilizzato e l'emettitore viene spostato intorno all'area interessata del corpo.

Tutti i metodi di esposizione a distanza richiedono un monitoraggio radiologico costante della procedura.

Gamma terapia: indicazioni per

La terapia gamma è ampiamente utilizzata in tutte le aree dell'oncologia, ma nella maggior parte dei casi è parte integrante di una terapia antitumorale completa. I tumori come il carcinoma linfatico, le lesioni maligne della faringe, il nasofaringe e altri tumori a rapida progressione richiedono un'esposizione radiografica immediata.

L'oncologia epiteliale, in conformità con gli standard mondiali di assistenza medica, è soggetta all'utilizzo integrato del trattamento chirurgico e della terapia gamma. Inoltre, dopo la resezione incompleta dell'organo colpito, viene mostrata l'implementazione di un corso di terapia radiologica per la distruzione delle restanti cellule tumorali.

Un'indicazione assoluta per la radioterapia è una forma inoperabile di una neoplasia maligna. Ad esempio, nel caso del cancro del tessuto cerebrale, sono considerate appropriate le seguenti tecniche:

  • Gamma Knife L'essenza del metodo risiede nell'uso di un casco speciale con radiatori incorporati di onde radioattive. Durante la procedura, l'energia dell'irradiatore è concentrata nell'area del tumore, che garantisce la distruzione delle cellule tumorali. L'uso della tecnologia del coltello gamma mantiene sicuri i tessuti sani agendo esclusivamente sulla zona oncologica.
  • Coltello cyber Questo metodo di terapia antitumorale prevede l'uso di un apparato robotico con un potente acceleratore lineare di particelle radioattive. Questo dispositivo calcola la direzione e il dosaggio più efficaci della radiazione gamma. Questa tecnica richiede una diagnosi preliminare altamente accurata delle lesioni tumorali.

I vantaggi di tali tecnologie sono la procedura assolutamente indolore, l'assenza di incisioni cutanee o craniotomia, l'accuratezza dell'esposizione radioattiva e la facilità d'uso.

Gamma terapia: conseguenze e possibili complicanze

La complicanza più comune della terapia gamma è il danno radiologico alla pelle, che può verificarsi sia durante la procedura che pochi giorni dopo l'irradiazione.

In primo luogo, la superficie della pelle diventa rossa per formare una dermatite dall'aspetto asciutto. Successivamente, questa infiammazione dell'epidermide può andare nella fase essudativa.

L'infiammazione può anche essere osservata dagli organi interni che si trovano nell'area della radiazione gamma.

In alcuni pazienti dopo trattamento radiologico, i medici diagnosticano cambiamenti tissutali irreversibili sotto forma di atrofia totale o parziale.

Le complicanze a lungo termine della terapia gamma possono verificarsi nelle seguenti forme:

  • Fibrosi. A causa della morte di tessuti cancerogeni nelle pareti di un organo, si osserva spesso la sostituzione della regione necrotica con il tessuto connettivo, che è accompagnata da funzioni compromesse.
  • Perdita o perdita totale di cuoio capelluto.
  • Secchezza delle mucose delle cavità orale e nasale.
  • Stanchezza cronica.
  • Disturbi del sistema nervoso centrale, compreso lo sviluppo della sindrome depressiva.
  • Morte. La morte di un paziente può verificarsi nel caso di una grave malattia cardiaca concomitante.

Neutralizzatore Gamma 7

Il dispositivo Gamma-7.n è un convertitore automatico passivo a banda larga di campi fisici sottili ad alta frequenza.

In parole più semplici, il dispositivo Gamma 7 n è un neutralizzatore per la radiazione elettromagnetica negativa.

Questo è un piccolo dispositivo dall'aspetto piacevole, progettato per ripristinare il campo di informazione energetica di una persona e proteggerlo da radiazioni anormali e dannose.

Perché abbiamo bisogno di un neutralizzatore Gamma 7 n

Ristabilisci il tuo biocampo e, di conseguenza, liberati gradualmente da una varietà di malattie, perché il tuo corpo non interferirà con nient'altro al fine di ripristinarsi.

Proteggiti dalle radiazioni dannose di elettrodomestici e linee elettriche. Le cosiddette "macchie nere" e "vampiri energetici" non ti rovineranno più la vita.

Sarai in grado di preservare il vigore e la chiarezza della mente per un ordine di grandezza più lungo durante il lavoro a lungo termine al computer e con un gran numero di persone.

Stai purificando e sei in grado di mantenere il tuo sistema di chakra in ordine, il che ti permette di normalizzare lo scambio di energia con il mondo esterno.

Con il dispositivo Gamma-7.N, il tuo corpo non sprecherà la sua energia vitale nella lotta contro i fenomeni negativi, ma lo indirizzerà al canale della creazione e alla tua autorealizzazione.

Dettagli di Neutralizer Gamma 7

Il neutralizzatore GAMMA 7 (Gamma 7 N) (in varie modifiche) è progettato:

  • proteggere gli esseri umani e qualsiasi oggetto della fauna selvatica dalla bioesposizione di radiazioni pericolose da mezzi tecnici noti (televisori, computer, radiotelefoni e stazioni di trasmissione radio, forni a microonde, fotocopiatrici laser, dispositivi di stampa e archiviazione, apparecchiature per fisioterapia, ecc.),
  • neutralizzare zone geopatogene stabili studiate artificialmente sul posto di lavoro e nella vita di tutti i giorni (caratteristiche energetiche dell'architettura di edifici e strutture, vuoti sotterranei sotto edifici, potenti corsi d'acqua),
  • ripristinare lo stato di equilibrio del sistema immunitario umano e la sua armonizzazione.

Neutralizzatore Gamma 7 (Gamma 7 N) è un auto-trasduttore passivo a banda larga di componente di radiazione fisica (TF) sottile, che funziona a causa della forma geometrica specifica e della composizione chimica della sostanza.

In condizioni di energia normale, il neutralizzatore si trova in uno stato debolmente attivo sotto l'influenza dei campi naturali della Terra e degli oggetti circostanti e non ha praticamente alcun effetto sugli esseri umani.

Quando viene introdotto nelle zone di energia anomala, il neutralizzatore entra automaticamente nello stato attivo (eccitato) - un campo super-debole (TF) stabile viene indotto in modo risonante, che si manifesta in un intervallo di frequenza molto ampio (da frazioni di Hz a centinaia di GHz) e che contrasta gli effetti biologici componente fisica sottile dell'anomalia dell'energia esterna.

L'interazione tra la radiazione di un neutralizzatore attivo e qualsiasi radiazione anormale di un mezzo tecnico porta all'eliminazione pratica della causa fisica della biopatogenicità della radiazione originale - eliminando l'eccessivo effetto energetico sul corpo umano e sulle interazioni cellulari interne dal componente TF.

La parte dello spazio, contenente sia i mezzi tecnici radianti (anomalia energetica) che il Neutralizzatore, diventa sicura per gli oggetti biologici, rispettosa dell'ambiente.

L'anomalia del componente TF pericoloso per l'uomo viene eliminata.

L'elemento di lavoro del dispositivo è costituito da due spirali multistadio Archimedeiane da 3,5 giri, ciascuna specchiata l'una sull'altra, utilizzando tecnologie a film sottile. Le spirali sono fatte di una lega di oro, argento e rame. Come sono disposte le spirali, qual è il rapporto tra gli assi, lo spessore degli strati, ecc., È il segreto degli autori.

  • AF Okhatrin, accademico, capo del laboratorio di biolocalizzazione e l'Istituto di Mineralogia, Geochimica e Chimica dei cristalli e degli elementi rari (ITGRE).
  • SG Denisov, Ph.D., direttore del Centro per l'informatica "Gamma-7".
  • VF Neyman, Ph.D., impiegato del centro di informatica "Gamma-7".
  • DI Ataev, accademico dell'Accademia Internazionale di Scienze dell'Informazione dell'Energia.

Per saperne di più sul principio dello strumento "Gamma 7N", guarda il video "Gamma 7: informazioni dettagliate" con Elmira Skiba.

Vi presentiamo i risultati dell'utilizzo del dispositivo "Gamma 7 N" sull'esempio di immagini di un biocampo umano. Su di essi puoi vedere come funziona la protezione dalle radiazioni elettromagnetiche (clicca sulla foto per ingrandirla)

Fig. 1 - Violazione dell'integrità del biocampo umano. Prima di usare il neutralizzatore "Gamma 7H"

Fig. 2 - Biocampo umano dopo 30 minuti di utilizzo del neutralizzatore "Gamma 7N"

Fig. 3 - Biocampo umano dopo 2 mesi di utilizzo del neutralizzatore "Gamma 7N"

Risultati e recensioni più dettagliati sono disponibili nella sezione "Gamma 7: recensioni e risultati".

Il neutralizzatore Gamma 7 (Gamma 7 N) funziona senza l'uso di una fonte di energia elettrica.

Per accendere il neutralizzatore, è necessario posizionarlo nelle immediate vicinanze della fonte di radiazioni (non oltre 20 cm).

Il neutralizzatore elimina gli effetti biopatogeni di vari tipi di radiazioni anomale esterne, senza influenzare il normale funzionamento delle apparecchiature tecniche.

Il coefficiente di attenuazione degli effetti biologici delle radiazioni pericolose esterne è 30 - 100 volte.

La gamma è di 120 cm.

Dimensioni - 80x55x10 mm (le dimensioni delle varie modifiche possono variare);

Peso non superiore a 50 g;

Il periodo di garanzia è di almeno 10 anni.

Affinché la protezione contro le radiazioni elettromagnetiche sia efficace, può essere posizionata accanto al computer, spesso utilizzata dagli apparecchi elettrici. Le dimensioni compatte e il peso ridotto (6 g) ti consentono di portare sempre con te un neutralizzatore.

Il neutralizzatore Gamma 7 è realizzato in conformità con TU 9453 003 13151858-98.

Medtech

Specifiche generali

  • Conforme alle norme internazionali IEC 601-1, IEC 601-1-4, IEC 60601-2-11, IEC 61217.
  • Distanza sorgente - asse (fonte - isocentro): 80 cm.
  • L'altezza dell'isocentro sopra il pavimento: 125 cm.

Caratteristiche tecniche del gantry

GUNTRY (senza pannello falso)

  • Ha un design pieghevole, composto da tre parti, viene consegnato per l'installazione nella sala delle procedure attraverso il labirinto.
  • Intervallo di rotazione del gantry: -190 ° / + 190 °.
  • Velocità di rotazione del cavalletto: da 0,1 ° / sec. fino al 6 ° / sec.
  • La massima attività della fonte Co-60: 10 000 Curie.
  • Dimensione massima del campo all'isocentro: 35 cm x 35 cm.

Caratteristiche tecniche del sistema di collimazione

  • Collimatore asimmetrico con rotazione di +/- 180 °.
  • Cuneo motorizzato 60 °.
  • Trimmers motorizzati rimovibili per ridurre la penombra (ombra parziale inferiore a 1 cm).
  • Applicatore estraibile (con blocchi di carico fino a 20 kg).
  • Lo spazio libero dall'isocentro alla superficie del collimatore: 35 cm.
  • Lo spazio libero dall'isocentro alla superficie dell'applicatore: 18 cm.

Caratteristiche tecniche del tavolo di trattamento

TABELLA MEDICA

  • Il tavolo di trattamento è isocentrico, il mazzo del tavolo con finestre rimovibili.
  • Il raggio di rotazione della tavola rispetto all'isocentro: -95 ° / + 95 °.
  • La gamma di movimento verticale del mazzo: 50 cm - 180 cm.
  • Il raggio di rotazione del piatto rispetto all'asse verticale del sollevatore tavola: -180 ° / + 180 °.

Caratteristiche tecniche del sistema di controllo

  • Il sistema di controllo è a due livelli, ogni gantry di guida e la tabella medica sono controllate dal proprio microprocessore. Comunicazione con sistemi esterni (tomografo, simulatore, sistema di verifica, archivio, ecc.) Utilizzando il protocollo DICOM-3.

Complesso computerizzato rotativo-convergente gamma-terapeutico per l'implementazione di metodi di radioterapia in oncologia

  • modalità automatica, semi-automatica e manuale;
  • metodo di irradiazione statica;
  • irraggiamento dinamico a velocità costante e variabile;
  • controllo del programma dei metodi di esposizione;
  • controllo sotto forma di dialogo tra l'operatore e il computer con un sistema di suggerimenti;
  • visualizzazione del complesso sullo schermo del display in tempo reale;
  • preparazione della modalità automatica e documentazione delle procedure;
  • test del software sullo stato del complesso e garanzia della sicurezza del paziente durante la sessione;
  • sicurezza complessa autonoma del paziente e del personale medico.
  1. Legenda:
    • automatico - i parametri di irraggiamento sono inseriti in un computer da un floppy disk;
    • semiautomatico: i parametri di irraggiamento sono immessi dalla tastiera del computer;
    • manuale: i parametri di irradiazione sono impostati dall'operatore, il tempo di irradiazione è impostato da un timer speciale.
  2. ausiliario:
    • registrazione automatica su dischetto dei parametri del piano di tutti i metodi di esposizione;
    • stampa del piano di irradiazione;
    • visualizza sul display le informazioni sui piani di esposizione registrati su un dischetto.
  • procedura - le principali modalità di funzionamento del complesso sono implementate con l'otturatore della sorgente di radiazioni gamma aperto;
  • imitazione - le principali modalità operative del complesso sono realizzate con l'otturatore chiuso della sorgente di radiazioni gamma.

Il programma funzionale è fornito da:

  • calcolo della distribuzione del campo delle dosi assorbite nel corpo irradiato;
  • ottimizzazione dei parametri del piano di irradiazione;
  • stampa del compito per il calcolo dei parametri del piano di irradiazione e del campo dose creato nella sessione.

Il programma di sistema fornisce:

  • organizzazione del dialogo tra il computer e l'operatore;
  • seguire lo sviluppo dei parametri della sessione di irradiazione e il controllo degli azionamenti del dispositivo gamma;
  • elaborare i comandi immessi dalla tastiera;
  • la soluzione del problema di prevenire la collisione di parti mobili di un dispositivo gamma con un paziente, garantendo la completa sicurezza durante la sessione;
  • l'organizzazione delle modalità di servizio di produzione di piani di irradiazione registrati su un dischetto.

I. Parametri del campo di radiazione

  1. Il tasso di dose di esposizione della radiazione gamma sull'asse del fascio ad una distanza di 1 m dalla sorgente:
    • con l'otturatore aperto - (3.9 × 10-4 ± 7.8 × 10-5) A / kg (1.5 ± 0.3) P / s;
    • quando l'otturatore è chiuso - non più di 20 μ3v / h (1.43 × 10-10) A / kg (2) P / s;
  2. La molteplicità dell'attenuazione della radiazione gamma da parte degli otturatori protettivi del diaframma non è inferiore a 500.
  3. Il campo di irradiazione è rettangolare in isodose al 50% ad una distanza di 0,75 m dalla sorgente.
  4. I limiti di variazione delle dimensioni del campo - da 2,0 x 2,0 mm a 220 x 260 mm.
  5. La rotazione del campo rispetto all'asse del raggio dovuta alla rotazione del diaframma è di ± 90 °.
  6. La deviazione massima dei limiti del campo di luce dai limiti del campo di irradiazione nel piano isocentrico non supera ± 2 mm.
  7. La discrepanza tra i centri della radiazione e il campo luminoso non è superiore a 3 mm.
  8. Il tempo di apertura (chiusura) del contenitore di protezione dell'otturatore - non più di 7 s.
  9. Il tempo di rilascio (sovrapposizione) del raggio di irradiazione non è superiore a 1,64 s.

II. I parametri del dispositivo gamma

  1. L'errore dell'installazione della testa di irradiazione nella posizione zero lungo gli assi di rotazione e convergenza non è superiore a ± 30 '; eccentricità - non più di ± 1,5 '
  2. Drive Range:
    • rotazione - circolare, senza limitazione;
    • convergenza - ± 28 °
    • eccentricità - ± 90 °
  3. Il peso del dispositivo gamma non è superiore a 5.400 kg.

III. Parametri della tabella di trattamento

  1. Limiti di movimento lungo gli assi:
    • Y (longitudinale) - da -5 a +805 mm.
    • X (trasversale) - ± 210 mm.
    • su Н (verticale) - da -45 a +345 mm.
  2. I limiti del perno del piano di appoggio della tavola rispetto all'asse della colonna di supporto sono da -5 ° a + 185 °;
  3. Il peso del lettino è di 510 kg.

principale:

  • dispositivo gamma;
  • tavolo medico;
  • pannello di controllo manuale;
  • pannello di controllo principale;
  • sistema di controllo del dispositivo gamma e del tavolo di trattamento;
  • Computer con dispositivi periferici;
  • centralizzatori laser;
  • bloccando la porta della sala trattamenti;
  • quadro di valutazione;
  • set di parti e pezzi di ricambio, strumenti e accessori.

supplementari:

  • monitor video;
  • sistema di negoziazione;
  • sistema di pianificazione della radioterapia "Gammaplan";
  • set di accessori per la formazione (blocchi protettivi, cunei)

Con un accordo separato, Equality JSC esegue:

  • consigli sulla preparazione del bunker protettivo, l'installazione e il funzionamento del complesso;
  • installazione e installazione;
  • preparazione del complesso per la certificazione;
  • servizio post-garanzia del complesso, tra cui: revisione delle condizioni tecniche del complesso, lavori di manutenzione e riparazione;
  • fornitura di pezzi di ricambio;
  • sviluppo e introduzione di software aggiuntivo;
  • formazione del personale medico e tecnico;
  • smantellare i complessi che hanno sviluppato la risorsa.

ITKP (complesso ingegneristico e tecnico dell'impresa) ha sviluppato il Bollettino di completamento del complesso "Rokus-AM" di vecchi campioni a livello moderno nel luogo di funzionamento.

Lo scopo del lavoro include:

  1. Partenza degli esperti nel luogo di esecuzione per l'esecuzione del rilevamento dei guasti (2 persone per 10 giorni). Un elenco di parti e componenti per la sostituzione.
  2. Produzione di parti e assiemi per riparazioni importanti (6 mesi).
  3. Produzione di un set di dispositivi e componenti per la modernizzazione del complesso a livello moderno (6 mesi, contemporaneamente al paragrafo 2).
  4. Revisione e modernizzazione stessa. Il tempo standard per la modernizzazione è di 21 giorni, il tempo per le riparazioni principali non è standardizzato, è determinato dai risultati del rilevamento dei guasti.

Una modernizzazione è stata effettuata in cliniche oncologiche nelle città di Barnaul, Novosibirsk, Brjansk, Chelyabinsk, Novokuznetsk.

Tonometri automatici Gamma: semplici e precisi

Un monitor della pressione arteriosa dovrebbe essere in ogni kit di primo soccorso. Non sempre le malattie associate alla pressione sanguigna si manifestano sotto forma di sintomi pronunciati. Ci sono casi in cui la condizione di una persona peggiora improvvisamente, si verificano mal di testa o altre malattie. In questo caso, è utile misurare la pressione e il polso, al fine di escludere la probabilità di violazioni della pressione arteriosa.

Sulla marca

La produzione di strumenti di misurazione Gamma è un'azienda inglese, fondata nel 1999. Nonostante il fatto che il marchio sia piuttosto giovane, è già riuscito a conquistare la posizione dei clienti grazie alla categoria dei prezzi bassi e ai dispositivi di buona qualità.

Qualità europea - prezzo accessibile

La società è impegnata non solo nella produzione di tonometri, ma anche nella produzione di misuratori di glicemia, nebulizzatori e termometri elettronici. La gamma di dispositivi fabbricati è piuttosto ampia e consente all'acquirente di trovare l'opzione migliore per se stessi.

Tonometri automatici sulla spalla

I tonometri Gamma automatici sono misuratori universali della pressione arteriosa e del polso. Il polsino viene applicato sull'area dell'avambraccio e fissato con uno speciale velcro. L'iniezione d'aria avviene automaticamente.

Il tonometro automatico sulla spalla è una combinazione di precisione di misurazione e facilità d'uso.

Dopo che il bracciale è stato pompato fino a un certo livello, i dati vengono visualizzati sul monitor LCD. Dopo aver rimosso il bracciale, è necessario premere un tasto speciale e l'aria discenderà automaticamente.

  1. Gamma Plus. Il dispositivo ha un sensore per la diagnosi di aritmia, memoria incorporata per 90 misurazioni e un indicatore di colore della pressione sanguigna. Inoltre, il tonometro è dotato di un display LCD di grandi dimensioni. Grazie al sistema FUZZY LOGIC, l'aria viene forzata nel bracciale in modo uniforme, evitando il verificarsi di dolore. La dimensione del bracciale è regolabile da 22 a 32 centimetri.
  2. Gamma Smart. Come nel modello precedente, c'è un indicatore per le aritmie. Inoltre, ci sono due celle di memoria nel tonometro, ognuna delle quali memorizza 90 misurazioni. C'è uno schermo LCD retroilluminato, impostare l'ora e la data. Misura il dispositivo come pressione arteriosa e pulsazioni. Il polsino è universale, progettato per una circonferenza dell'avambraccio da 22 a 42 cm.

Un set completo di tonometri: un'unità elettronica, un bracciale universale, una borsa per il dispositivo, le istruzioni, un set di batterie di ricambio, un adattatore per la connessione di rete e una scheda di garanzia.

Nota. L'errore consentito di misurare la pressione arteriosa varia da 1 a 3 mm Hg. Art. Quando si misura l'impulso, è possibile un errore non superiore al 5%, in alto o in basso rispetto agli indicatori disponibili.

Tonometri semiautomatici sulla spalla

Le regole di funzionamento sono le stesse dei tonometri automatici di tipo. L'unica differenza è che in un dispositivo semiautomatico l'aria viene forzata nel bracciale in modalità manuale con l'aiuto di un soffiatore d'aria (pera).

  1. Gamma Semi. Il dispositivo è progettato per misurare la pressione sanguigna e il polso. Sul monitor LCD c'è un indicatore sotto forma di un "cuore", che consente di rilevare le violazioni del ritmo cardiaco. Se questo indicatore appare troppo spesso, dovresti consultare un medico. Il bracciale è progettato per l'avambraccio con una circonferenza da 22 a 32 cm. L'aeratore (pera) è realizzato in morbida gomma, che è molto conveniente per le persone con una presa indebolita sulla mano. Il dispositivo ha una funzione di spegnimento automatico, oltre a una memoria che memorizza i dati sull'ultima misurazione.
  2. Gamma M1-S. Il bracciale è regolabile da 22 a 32 cm. Monitor LCD con numeri aumentati. Il tonometro misura la pressione sanguigna e il polso e ricorda anche i risultati dell'ultima misurazione. Per visualizzare i dati più recenti, è necessario premere il pulsante "MEMORIA", e per risparmiare la carica della batteria, il dispositivo è dotato di spegnimento automatico.

Un set completo di strumenti di misurazione è di serie: un'unità elettronica con display LCD, un bracciale universale, istruzioni per l'uso, una custodia per un tonometro, un set di batterie di ricambio, una scheda di assistenza in garanzia.

Tonometri carpali

Modelli compatti di tonometro carpale consentono di misurare rapidamente e accuratamente la pressione sanguigna e il polso. Il polsino ha una dimensione universale, è installato sul polso e l'aria nel bracciale viene pompata automaticamente.

Impulso e pressione controllati sempre e ovunque.

I dispositivi Gamma Active e Gamma M2-W sono controllati con una sola chiave.

  1. Gamma attiva. Tipo di tonometro - automatico. C'è un sensore di pressione del sangue a colori, memoria integrata per 90 misurazioni della pressione arteriosa e del polso. Inoltre, il tonometro è dotato di un segnale acustico, che viene attivato da una misurazione errata della pressione. Display LCD con numeri abbastanza grandi. C'è un indicatore della batteria, la data e l'ora di misurazione, oltre allo spegnimento automatico. Il polsino carpale è regolabile da 13,5 a 19,5 cm e l'aria viene pompata automaticamente grazie all'esclusivo sistema Fuzzy Logic.
  2. Gamma M2-W. Il dispositivo è completamente automatico, progettato per misurare la pressione sanguigna e il polso. C'è un indicatore per determinare le aritmie, lo spegnimento automatico e anche la notifica sonora delle irregolarità del battito cardiaco. Proprio come nel modello precedente, c'è un blocco di memoria, ma già più voluminoso, calcolato su 99 misurazioni con la data e l'ora esatta. Inoltre, il tonometro è dotato di una sveglia e il bracciale ha una regolazione da 13 a 20 cm.

Fai attenzione. I calibri carpali non sono raccomandati per le persone con più di 40 anni. Ciò è dovuto al fatto che con l'età, le navi al polso diventano deboli e gli indicatori possono essere inaccurati.

Recensioni

Vladislav. Avendo letto le recensioni sulle risorse di Internet, ho deciso di acquistare un dispositivo Gamma Active. Mi piace il fatto che sia molto piccolo, puoi portarlo sempre con te, misura velocemente e con precisione, ma solo con me. Ho 26 anni e mia madre ha 52 anni, le sue prestazioni variano con il tonometro meccanico. Quindi dicono correttamente, per le persone oltre i 40 anni, quelli che si vestono sulle spalle sono migliori. Voglio che mia madre compri un tonometro Heine Gamma-G5, molte recensioni positive. Spero che questo modello apparirà presto nelle farmacie della nostra piccola città. Olga Novikova. Il capo al lavoro soffre da anni con l'ipotensione, quindi, alla minima indisposizione, misura la pressione. Gli hanno dato un anno fa un tonometro Gonma Smart della squadra. Usa frequentemente, non si è ancora lamentato di eventuali difetti. Quindi la qualità del dispositivo è soddisfatta, siamo soddisfatti della disponibilità di centri di assistenza e garanzia nella nostra città. Sabina, 34 anni. Scelta lunga tra diversi produttori. La farmacia ha raccomandato il tonometro Gamma Semi. Mi è piaciuto il fatto che la pera sia molto comoda, non è necessario fare un grande sforzo per pompare aria. Il polsino sul braccio si siede comodamente, non preme affatto, il tessuto è piacevole per il corpo. Confrontando i dati con il vecchio tonometro meccanico - lo stesso. Il vantaggio è che quando mi dimentico di spegnere il dispositivo, lo spegnimento automatico funziona. E, naturalmente, il prezzo basso per un tonometro di alta qualità piace.

Tonometro gamma (Gamma) automatico e semi-automatico: revisione di modelli e recensioni degli utenti

Uno dei più famosi strumenti per misurare la pressione sanguigna a casa è il tonometro gamma.

È dotato di tutte le funzioni necessarie che consentono di controllare la pressione sanguigna e apprendere tempestivamente le deviazioni esistenti nel sistema cardiovascolare, come aritmia e ipertensione.

Il marchio Gamma è impegnato nella produzione di modelli automatici e semi-automatici che consentono di ottenere informazioni affidabili sull'attuale livello di pressione sanguigna in pochi minuti.

Sulla marca

Gamma è un marchio commerciale che si è fatto conoscere per la prima volta nel 1999. In Inghilterra, è un leader nella produzione di attrezzature mediche. L'azienda ha requisiti rigorosi per i propri prodotti. Cerca di renderla affidabile, comoda da usare e completamente sicura per la salute.

Tutti i tonometri prodotti da questa azienda sono certificati. La loro qualità soddisfa gli standard europei. Ogni copia che viene messa in vendita, passa senza esito. Inoltre, il produttore garantisce che i suoi prodotti sono stati approvati clinicamente.

I tonometri gamma sono ideali per l'uso domestico. Hanno un costo piuttosto basso, che non influisce sulla loro alta qualità.

Tonometri Gamma: qualità decente a un prezzo ragionevole

Tonometri automatici sulla spalla

I prodotti più richiesti del produttore Gamma sono i tonometri prodotti da lui sulla spalla del tipo automatico. Di seguito sono riportati i famosi modelli di dispositivi di misurazione.

Gamma plus

Il lavoro del modello moderno si basa sulla tecnologia innovativa IHB Advanced. Con il suo aiuto, il dispositivo rileva in modo inequivocabile segni evidenti di aritmia in una persona. Il sistema Fuzzy Logic avvisa l'utente in che misura viene gonfiato il bracciale. Questo processo si verifica automaticamente.

I principali vantaggi di questo modello sono le sue caratteristiche distintive:

  • Esistenza del grande schermo a cristalli liquidi;
  • La diagnostica della pressione viene eseguita sulla scala cromatica dell'Organizzazione mondiale della sanità;
  • Il dispositivo ha una grande quantità di memoria, che è progettato per l'archiviazione di 90 misurazioni;
  • Il dispositivo visualizza il valore medio in base alle ultime tre misurazioni della pressione.

Incluso con il tonometro è un adattatore che fornisce energia elettrica.

Il produttore offre ai clienti una garanzia su questo modello per un periodo di 5 anni.

Gamma intelligente

Il moderno tonometro Gamma Smart ha le caratteristiche che corrispondono al modello Plus. Il dispositivo medico contiene un comodo bracciale, la cui dimensione è compresa tra 22 e 42 cm. Questo modello ha la capacità di connettersi alla rete utilizzando un adattatore.

Un tonometro humeral automatico diagnostica la pressione sanguigna su una scala che è stata approvata dall'OMS.

L'ampio display a cristalli liquidi del dispositivo consente all'utente di rivedere facilmente tutte le informazioni fornite loro circa il livello attuale della pressione sanguigna dopo la sua misurazione.

Tonometri semiautomatici sulla spalla

Un'alternativa ai dispositivi automatici sono i modelli semi-automatici di tonometri del marchio Gamma.

Gamma M1-S

Un dispositivo elettronico di tipo semiautomatico è progettato per misurare e registrare valori di pressione e impulsi. Il design prevede l'iniezione manuale dell'aria nel bracciale. Il suo rilascio viene eseguito automaticamente.

Il modello ha i seguenti vantaggi:

  • Display ampio e chiaro;
  • Indicatore di carica della batteria;
  • Polsino resistente con rivestimento in gomma;
  • Salvataggio del risultato dell'ultima diagnosi;
  • Alta precisione delle misure.

Al completamento della procedura diagnostica dopo un certo periodo di tempo, il tonometro si spegnerà automaticamente.

Gamma semi

Un altro popolare modello semi-automatico, presentato dal marchio "Gamma". Non è solo multifunzionale, ma anche economico.

Il tonometro funziona sulla base della tecnologia IHD. Con il suo aiuto, il dispositivo determina la violazione del ritmo cardiaco. Ha un ricordo per salvare l'ultima misurazione della pressione sanguigna. Sull'ampio display del dispositivo semiautomatico vengono visualizzate tutte le informazioni necessarie sulla diagnosi.

Tonometri carpali

I tonometri attaccati al polso sono facili da usare. Con il loro aiuto, la pressione sanguigna può essere misurata sia a casa che fuori.

Gamma attiva

Il tonometro è stato creato appositamente per i giovani che conducono uno stile di vita attivo e controllano attentamente la propria salute. La tecnologia IHD, su cui si basa il dispositivo di misurazione, rileva i battiti cardiaci irregolari, che sono un segno di aritmia.

Sul corpo del tonometro, è possibile vedere una scala di colori diversi, che aiuta a valutare il grado di pericolo del livello attuale di pressione sanguigna.

Gamma M2-W

Un degno concorrente del passato modello carpale del produttore "Gamma". Questo è un misuratore di pressione sanguigna compatto e portatile. È in grado di determinare automaticamente il grado di riempimento del bracciale con l'aria.

Il modello carpale è dotato di un comodo schermo su cui sono chiaramente visibili le informazioni sulla diagnosi. Se il bracciale non è inserito correttamente, il dispositivo genera un errore. Per iniziare a misurare la pressione sanguigna, l'utente dovrà cambiarlo come richiesto dalle regole.

Recensioni

Non mi sono mai pentito di aver acquistato il tonometro del marchio Gamma per uso personale. Ho preso il modello M2-W. Il dispositivo è molto conveniente. Puoi portarlo con te, poiché occupa uno spazio minimo nella mia borsa. Particolarmente soddisfatto dei grandi numeri sullo schermo. Questa caratteristica è molto importante per me, dal momento che ho avuto problemi di vista fin dall'infanzia.

Voglio lasciare una recensione positiva sul tonometro modello Plus "Gamma". Molto contento che questo dispositivo misura correttamente la pressione sanguigna. Questo è il più importante.

Mi è piaciuto anche il suo design moderno e le dimensioni compatte. L'unico inconveniente di questo modello è che i tubi non sono integrati nel dispositivo, ma semplicemente collegati ad esso.

Per questo motivo vengono periodicamente rimossi spontaneamente.

Linee guida per l'implementazione della sorveglianza della radioprotezione durante il funzionamento di dispositivi gamma terapeutici - Documenti normativi e tecnici. GOST, SNiP, SanPiNs, norme, regole, ecc

Sono stati sviluppati dispositivi gamma terapeutici di diversi tipi per il trattamento di tumori maligni di varia localizzazione e sono utilizzati con successo in istituzioni mediche oncologiche.

A seconda della posizione della sorgente di radiazioni rispetto al focus patologico, ci sono quattro metodi principali di esposizione: remota, superficiale, intracavitaria e interstiziale.

I più diffusi metodi di esposizione a distanza e intracavitari. Nel metodo remoto, la fonte di radiazioni si trova ad una certa distanza dalla superficie del corpo; con il metodo intracavitario, la fonte viene alimentata nelle cavità naturali del corpo umano.

Esistono due principali varietà del metodo di irradiazione remoto: statico e mobile.

Durante la radiazione statica, la fonte di radiazioni e il paziente rimangono stazionari; Le quantità fisiche e i parametri geometrici che determinano le condizioni di esposizione non cambiano, fatta eccezione per la dose di radiazione assorbita, che è proporzionale al tempo in ogni punto della zona di irradiazione.

Con la radiazione mobile, la fonte di radiazioni e il paziente sono in uno stato di movimento relativo. Allo stesso tempo, si ottiene una maggiore concentrazione di energia assorbita nel focus patologico, tuttavia un volume molto più grande di tessuti sani è esposto alle radiazioni rispetto alle radiazioni statiche.

Dizionario terminologico concettuale dei termini e delle loro definizioni utilizzate nella scienza, tecnologia e produzione e relativi ai dispositivi terapeutici gamma, impostare GOST 17064-71, GOST 16758-71, ST SEV 5102-85.

I dispositivi per terapia gamma devono soddisfare i requisiti di certificazione definiti da un certo numero di documenti normativi. Ad esempio, GOST R 50267.11-99, GOST R 50267.9-99, GOST R 50267.29-99, GOST R IEC 61217-99, GOST R IEC 61168-99, GOST R IEC 61170-99, ecc.

1. Dispositivi gamma-terapeutici di irradiazione per la terapia di superficie

1.1. Dispositivo terapeutico gamma statico AGAT-S

Il dispositivo AGAT-S è progettato per l'irradiazione di tumori maligni profondi con un fascio fisso di radiazioni γ.

Il controllo del dispositivo, il controllo del lavoro e l'impostazione del tempo della sessione di irradiazione vengono eseguiti a distanza dal pannello di controllo situato nella sala di controllo.

Il movimento della testa di irradiazione e il tavolo di trattamento sono controllati dal pannello di controllo manuale situato nella sala di trattamento.

L'aspetto dell'apparato AGAT-S è mostrato in Fig. 1.

La testa di irradiazione è una cassa in acciaio in cui sono installate parti di protezione dall'uranio impoverito. La fonte di radiazioni è ferma. L'otturatore a disco rotante con foro conico viene spostato mediante un comando elettrico con telecomando.

Nella parte inferiore della testa di radiazione c'è un diaframma rotante. Consiste di quattro coppie di blocchi di tungsteno, che consentono di ottenere campi rettangolari.

Il dispositivo viene caricato e ricaricato nel luogo di utilizzo utilizzando un contenitore di caricamento per il trasporto.

Modalità di funzionamento - semi-automatico. Il tempo di impostazione della modalità operativa è 5 secondi.

1.2. Dispositivo terapeutico gamma statico LUCH-1

Il dispositivo LUCH-1 è progettato per l'irradiazione di tumori profondi con un fascio di raggi gamma fisso. Fonte di radiazione Cobalto-60. L'attività nominale della sorgente è 148 TBq (4000 Ci).

Il tasso di dose di esposizione della radiazione gamma nel fascio di lavoro ad una distanza di 75 cm dalla sorgente di circa R / min. Controllo dell'otturatore elettrico con telecomando. In caso di interruzione di corrente, l'otturatore si chiude automaticamente.

L'apertura rotante consente di ottenere campi rettangolari di irradiazione.

La ricarica viene eseguita nel luogo di utilizzo utilizzando un contenitore di caricamento del trasporto.

Ci sono pochissimi dispositivi di questo tipo in funzione (circa 20 unità) e stanno gradualmente venendo dismessi.

1.3. Dispositivo rotazionale terapeutico rotazionale ROKUS-AM

Il dispositivo ROKUS-AM è progettato per l'irradiazione convergente, rotazionale, settoriale, tangenziale e statica di tumori maligni profondamente radicati.

L'aspetto del dispositivo ROKUS-AM è mostrato in fig. 2.

La principale caratteristica del dispositivo è la capacità di eseguire tutti i metodi di terapia remota γ, tra cui la solita irradiazione statica multi-campo e centrale rotazionale, eccentrica, tangenziale e conica del pendolo, nonché l'irradiazione con i più recenti metodi rotazionali-convergenti in cui la sorgente di radiazioni si muove lungo una parte della superficie della palla (sulla superficie di una sfera con un raggio di 75 cm), creando le distribuzioni di dose ottimali nel corpo del paziente.

Il controllo del dispositivo, il controllo del lavoro, l'impostazione del tempo della sessione di irradiazione e il numero di oscillazioni del pendolo vengono eseguiti a distanza dal pannello di controllo situato nella sala di controllo.

Il dispositivo è dotato di interblocchi e mezzi di protezione automatica, che escludono la possibilità di lavorare su un'installazione difettosa o in violazione delle regole operative, ad es. assicurarne il funzionamento sicuro.

Fig. 2. Unità convergente rotazionale ROKUS-AM:
1 - testa di radiazione, 2 - diaframma; 3 - tabella medica; 4 assi di gradi di rotazione.

La testa di irradiazione è strutturalmente una cassa di acciaio in cui sono installate parti di protezione dall'uranio impoverito. La fonte di radiazioni collocata nel supporto della cartuccia è fissa. L'uscita dei raggi gamma avviene attraverso il foro nel gate. L'otturatore a disco rotante con foro conico è azionato da un azionamento elettrico comandato a distanza.

Per la formazione del campo di irradiazione nella parte inferiore della testa di irradiazione è montato un blocco rotante costituito dai diaframmi di tungsteno principale e ausiliario. Il diaframma principale a quattro blocchi consente di ottenere campi di irraggiamento rettangolari.

Toccando la cornice protettiva, attaccata alla parte inferiore della testa di irradiazione, il dispositivo si arresta automaticamente e la spia luminosa sul pannello di controllo si illumina. Questo elimina il contatto della testa con il paziente, ad esempio, se il paziente durante l'irradiazione cambia la sua posizione.

In caso di interruzione di corrente, l'otturatore viene automaticamente chiuso da una molla.

Il caricamento e la ricarica del dispositivo vengono effettuati nel luogo di utilizzo utilizzando un contenitore di caricamento per il trasporto.

Come fonte di radiazioni gamma usato cobalto-60 radioattivo. Il diametro sorgente è 20 mm, attività 148 o 222 TBq (4000 o 6000 Ci). Il rateo di dose ad una distanza di 750 mm dalla sorgente di 148 TBq è di circa 120 giri / min.

La fonte della radiazione gamma viene inviata al luogo di ricarica in uno speciale contenitore protettivo montato su un carrello.

La sorgente viene modificata solo se l'apertura del contenitore è allineata in modo sicuro con il canale della testa di radiazione del dispositivo gamma.

Gli apparecchi gamma terapeutici del tipo di ROKUS possono essere collocati in un edificio a un piano separato o in uno degli edifici dell'istituzione medica (il peso dell'apparecchio è di 5300 kg).

Per installare il dispositivo, è necessario disporre delle seguenti stanze: una sala per trattamenti in cui il dispositivo è installato e i pazienti sono esposti, la sala di controllo dove si trova il pannello di controllo, la stanza aggregata.

Inoltre, si consiglia di avere le seguenti strutture: una stanza di centralizzazione, una stanza ausiliaria, uno studio medico, uno spogliatoio, un laboratorio di dosimetria, una sala d'attesa, un guardaroba, un bagno, un ripostiglio.

2. Terapia gamma-terapeutica per terapia con irraggiamento

2.1. Dispositivo terapeutico gamma rotativo AGAT-R

Il dispositivo AGAT-R è progettato per l'irradiazione rotazionale, settoriale, tangenziale e statica di tumori maligni profondamente radicati. Il tumore maligno viene irradiato con γ-quanti di cobalto-60.

Il controllo del dispositivo, il controllo del lavoro, l'impostazione del tempo della sessione di irradiazione e il numero di oscillazioni del pendolo vengono effettuati a distanza dal pannello di controllo situato nella sala di controllo.

Un certo numero di serrature garantisce il funzionamento sicuro del dispositivo.

La testa di irradiazione è strutturalmente una cassa in acciaio in cui sono installate le parti di protezione dell'uranio. La fonte di radiazioni è ferma. L'otturatore a disco rotante con foro conico è azionato da un azionamento elettrico comandato a distanza. In caso di spegnimento di emergenza, l'otturatore viene automaticamente chiuso da una molla. L'otturatore può essere chiuso manualmente.

Nella parte inferiore della testa di radiazione c'è un diaframma rotante. Consiste di quattro coppie di blocchi di tungsteno, che consentono di ottenere campi rettangolari.

Modalità di funzionamento: semiautomatica, rotativa, a pendolo e statica. Il tempo di impostazione della modalità operativa è 5 secondi.

Il caricamento e la ricarica del dispositivo vengono effettuati nel luogo di utilizzo utilizzando un contenitore di caricamento per il trasporto.

L'aspetto dell'apparato AGAT-R è mostrato in Fig. 3.

Apparecchio per la terapia gamma-terapeutica per Documento: RD 07-15-2002Name: Linee guida per l'implementazione della supervisione sulla fornitura di sicurezza radioattiva nel funzionamento di dispositivi gamma terapeutici Inizio: 2003-05-10 Data ultima modifica: 2007-03-09 Tipo di documento: RDOArea: Le linee guida sono state sviluppate allo scopo di migliorare la qualità della supervisione sulle attività delle organizzazioni che gestiscono dispositivi gamma-terapeutici (di seguito "dispositivi"). Le linee guida specificano i requisiti per la formazione degli ispettori per condurre le ispezioni dei dispositivi operativi delle organizzazioni e determinano l'elenco delle questioni da controllare durante queste ispezioni. Le istruzioni metodiche sono obbligatorie per i dipendenti dell'ufficio centrale e / o dell'ente territoriale del Gosatomnadzor della Russia, che organizzano e conducono ispezioni delle organizzazioni che gestiscono i dispositivi. 4 5 6