Forum diesel

Papà ha subito un intervento chirurgico per rimuovere un tumore nel retto 1 mese fa. un mese dopo hanno detto chimica. ma dopo l'intervento, l'intestino non funziona come dovrebbe. superato i test oggi. tutto è normale, tranne ROE, è 40: (.
il mio cuore si sta rompendo a causa della decisione di fare. Papà rifiuta la chimica, dice che le persone non vivono molto tempo dopo. e ho una doppia sensazione. Ho paura che senza di lei non ci sarà molto tempo, e che dopo di lei con un tale atteggiamento, come quello di papà, nulla migliorerà neanche, solo per soffrire di effetti collaterali.

chi ha preso chimica, come è successo dopo.

Cosa aspettarsi dopo la prima procedura?

Iscritto dal: 09 agosto 2005 Messaggi: 21

Cosa aspettarsi dopo la prima procedura?

Faccio appello a chi ha superato la chimica, so che ce ne sono quasi tutti.
Dimmi, quali sono i sintomi negativi da aspettarsi in primo luogo e quando: come decolli o è tutto singolarmente? Dipende dalle droghe?

Registrazione: 26/11/2004 Messaggi: 23

Benvenuto!
A mia madre fu dato "Navoban" per ridurre la nausea. Questo farmaco 3-4 anni fa era considerato molto buono. Ora, forse, c'è qualcosa di più efficace. C'era anche Latran, ma penso che fosse peggio. È necessario guardare su Internet, quali sono i farmaci nella sezione "farmaci oncologici". In linea di principio, quando un medico prescrive un tipo di regime chemioterapico, deve spiegare cosa fare e cosa aspettarsi, deve anche prescrivere farmaci antiemetici. E assicurati di seguire gli indicatori del sangue! Bassi livelli di leucociti dopo la chemioterapia sono una controindicazione per il prossimo corso di chimica. È necessario "aumentare" il livello dei leucociti, in modo da poter continuare il trattamento.
Cordiali saluti,
Tamara.

Iscritto dal: 09 agosto 2005 Messaggi: 21

Un messaggio da% 1 $ s ha scritto:

Membro dal: 15 novembre 2005 Messaggi: 223

I sintomi di nausea in me, ad esempio, sono apparsi più intensamente il 3 ° giorno dopo la somministrazione. Zofran è stato usato come farmaco antiemetico (per via endovenosa, oltre che in pillole, ma ho cercato di non abituarmi alle pillole).
La temperatura dopo l'iniezione e il mal di testa allevia il paracetomolo.

Registrazione: 26/11/2004 Messaggi: 23

Caro, Lyubava!
Le tue domande non sono stupide.
Sto condividendo la mia esperienza, purtroppo non sono un medico. Sì, sfortunatamente
I leucociti hanno bisogno di aumentare la droga, hanno molto. È necessario, ancora una volta, per vedere le informazioni, ora, ho appena dimenticato il nome. Domani, cercherò di scoprirlo, perché Mi dispiace, sto correndo a casa ora, sono al lavoro. Dei prodotti ci è stato consigliato di caviale nero. Non ho davvero capito se questo ha un senso, in più: è molto costosa.
I leucociti diminuiscono gradualmente. Ed è necessario, se hai una pausa di 21 giorni tra i corsi di chimica, in modo che dal prossimo corso (i leucociti) fossero normali, almeno 3 (tre).
"Navoban" non sei rizzato? Ancora una volta, non so quale schema di chimica ti sia stato prescritto dal medico. "Navoban" ha aiutato molto mia madre.
Cordiali saluti,
Tamara.

Iscritto dal: 8 dicembre 2005 Messaggi: 230

lyubava,
per aumentare i globuli bianchi bene con un decotto di orzo.. si cerca una ricerca di decotto di orzo qui... le ragazze hanno consigliato, e molti qui hanno controllato questo metodo su loro stessi

Registrazione: 26/11/2004 Messaggi: 23

Lyubava, buona sera ancora!
Questo è quello che ho trovato finora dai farmaci che possono essere usati per combattere la leucopenia (una diminuzione del numero di globuli bianchi nel sangue).
Questo è:
1. "Polydane"
2. "Leucogeno"
3. Leucovorin
4. "Derinat" - normalizza il numero di leucociti, piastrine, ha un effetto antitumorale.
5. "Galavit" - in combinazione con la chemioterapia come immunomodulatore.
È anche necessario proteggere il cuore, se ci sono prove. Ad esempio, per ridurre la cardiotossicità della chemioterapia, è possibile utilizzare Cardioxan. Ma lui è caro.
Il fegato richiede anche protezione. Forse l'uso di "Heptral".
Se ne hai bisogno, scrivimi su "ICQ", darò senza soldi.
Ma ripeto, ripeto, tutto deve essere risolto con il medico, quali farmaci usare per ridurre la tossicità della chemioterapia, che si tratti di: cardiotossicità, ematossicità.
Scusa se ci sono errori
Sbrigati (lavori di casa - cucina la zuppa per domani).

Iscritto dal: 17 marzo 2005 Messaggi: 419

Aggiunto dopo 11 minuti e 14 secondi
Qui ho trovato:
http://www.oncoforum.ru/showthread.p. 3774 # post13774 post 87 o 78.

Registrazione: 26/11/2004 Messaggi: 23

Amore, ciao!
"Navoban", di cui ho scritto, è una buona droga e ha aiutato molto mia madre nel corso della chemioterapia. La chemioterapia era nello schema "FAC" - 6 corsi.
Annotazione "Navobana":
Nome latino: Navoban.
Gruppo farmacologico: antiemetico. Classificazione Nosologica (ICD-10): R11 Nausea e vomito
Principio attivo (INN) Tropisetron (Tropisetron)
Applicazione: nausea e vomito durante la terapia antitumorale (prevenzione) e nel periodo postoperatorio (prevenzione e trattamento).
Dosaggio e somministrazione: per la prevenzione di nausea e vomito durante la chemioterapia dei tumori: cicli di 6 giorni. Dose quotidiana per adulti - 6 mg; il primo giorno (poco prima dell'inizio della chemioterapia) in / in flebo o getto, lentamente; nei 5 giorni successivi, per via orale, 5 mg (1 capsula) 1 ora prima della colazione, lavati con acqua.

Lyubava, dovresti discutere tutte le tue domande direttamente con il tuo medico. In particolare, sui possibili effetti spiacevoli della chemioterapia. Certo, è necessario adattarsi a un risultato positivo del trattamento! Ma devi anche sapere che la chemioterapia non è un bicchiere d'acqua da bere. Potrebbero esserci momenti spiacevoli, sintomi che devi conoscere e sapere come eliminarli! La chemioterapia colpisce tutto il corpo, non solo le cellule tumorali, quindi gli organi importanti devono essere protetti il ​​più possibile: il fegato, i reni e il cuore. Ogni persona può avere tutto in modi diversi, anche se ci sono statistiche, ci sono alcune regole generali, raccomandazioni generali. Si dovrebbe sempre tenere tutto sotto controllo, eseguire esami del sangue: generali e biochimici.
Cordiali saluti,
Tamara.

La chemioterapia. Le mie paure sono ciò che era giustificato e ciò che non lo era.

Quando mi è stato detto che dovevo sottopormi ad un corso di chimica adiuvante, non solo non riuscivo a capire la parola "adiuvante", ma non potevo pronunciarlo, ma la parola "chemioterapia" mi immerse in tale sconforto che ero pronto ad andare a masticare l'Amanita, proprio non lì.

Mi hanno messo nel reparto con astuzia, mi hanno colto di sorpresa e hanno approfittato della mia confusione. Sono andato a fare una visita e sono andato subito all'ospedale. Ho cercato sinceramente di scappare - non avendo trovato nessuno nel dipartimento (chi non guarda, non lo trova) - né la caposala né il dottore, ho iniziato a muovermi allegramente verso l'uscita. Non conoscevo i sentieri segreti tra i cespugli e i cortili, quindi fui catturato da un medico della clinica, preso per un braccio e riportato in clinica. Ha trovato rapidamente tutti, mi hanno dato un letto, mi ha mostrato un reparto e mi ha fatto conoscere il mio dottore. Bene, qui ho deciso che ora posso sicuramente andare a casa, ma ho sentito "Vai e vai in reparto!" - "Come, non sono pronto!" - "Sì, non sarai mai pronto" - la profezia pronunciata dai dottori di dohtur e aveva assolutamente ragione - tutte e sei le volte, quando arrivò il momento di andare sotto la flebo, non ero assolutamente pronto. Se non fosse per il nostro budget indefinito a causa del quale non ci sono mai medicine, anche se sono destinate ai malati di cancro, sarei stato gocciolato subito - non ne dubito. Ma dal momento che era solo un mese di maggio, il bilancio dello stato era ancora discusso, mentre l'oncologia era in attesa - possono sempre aspettare, sono abituati.

Ma ho avuto la prima conversazione dettagliata su cosa sia l'adiuvante, la chemioterapia, cosa fare con me, quali farmaci, come accade, cosa può essere, cosa succede, cosa non lo è, e mi è sembrato che non sia d'accordo con qualcosa nascondi qualcosa da me Secondo il dottore, tutto questo non è difficile, è tollerato in gran parte e non ne vale la pena di fare il pieno di vapore che tutto andrà bene. Io con un pazzo credevo tutto e. così è successo. Ecco il potere del suggerimento! La settimana scorsa, solo lui ha confessato che, in effetti, dubitava fortemente che avrei dominato tutto questo, ma grazie a Dio che stava stoicamente in silenzio per cinque mesi e continuava a sorridere e prometteva tutto per abbassare la dose, ma io ero tenuto e condotto come un pazzo, onesto la parola

Quindi, di cosa avevo paura inizialmente e perché volevo scappare così tanto.. Da film e libri, l'impressione era che fosse qualcosa di terribile e dopo di esso le persone non erano più solo inquilini, e quindi erano pieni di spacciatori. Ho anche pensato che fosse una procedura così terribile e vomitassi e denigrassi per mezzo anno e sarei completamente inabile e non sarei in grado di servire me stesso.
Chi se ne importa viene qui descritto di cosa si tratta e di cosa si mangia.

Ho avuto uno schema FAC - "chimica rossa": un contagocce, poi il 21 ° giorno di interruzione, analisi, se tutto è ok - il prossimo e così via 6 volte.

Avevo paura che sarebbe stato brutto durante il contagocce - non lo era, perché la prima cosa che ho fatto è stata ottenere una bottiglia di premedicazione con diversi farmaci antiemetici e antiallergici - dopo che era calmo. Una volta mi sentivo male per la premeditazione - era, sì - ma secondo me quel giorno i miei coinquilini mi hanno parlato della "testa malata" e l'ondacircon era ucraino, più non l'ho sperimentato.

Avevo paura che sarebbe stato subito brutto dopo il contagocce - no, non lo era, mi sono alzato velocemente, sono salito in macchina e sono tornato a casa. Dopo essermi assicurato che stavo bene dopo il primo, mi sono spinto verso gli altri cinque corsi al volante.

Avevo paura di essere malato e vomitare molto e costantemente - i primi tre giorni erano nauseati, ma il vomito era solo il primo giorno e poi non in tutti i corsi. Prima del terzo, si salvò con le pillole, poi passò alle iniezioni. La dipendenza da ondasetron era, ma anche dopo il 6, fu punzecchiata 4 tre volte al giorno per due giorni, poi lo fece lei stessa.

Avevo paura che sarebbe stato male tutto il tempo. È stato male per tre giorni, poi c'è stata una debolezza fino a una settimana, ma al sesto giorno era già abbastanza tollerabile. Due settimane sono appena passate in una modalità rilassata.

Avevo paura che sarebbe molto brutto. Era, ma in qualche modo non così già dritto "horror-horror". appena avvelenato con intossicazione e gli stessi farmaci, per rimuoverlo.

Avevo paura di non poter servire me stesso. Bene, il primo paio di giorni è venuto in aiuto, in modo che non ero spaventato e non noioso - ma non tutte le volte e non era lungo.

Avevo paura di non poter lavorare. Non volevo lavorare. Poteva, ma c'era un casino al lavoro, confusione e incertezze, faceva caldo per strada, stavo bene e mi ero organizzato una vacanza. Nessuno è morto senza di me. Inoltre, il medico mi ha spiegato che dopo la chimica in due settimane, gli indicatori del sangue e dell'immunità non cadono, e negli uffici ci sono condizionatori d'aria, aria secca, persone con virus ed è facile perdonare. E a proposito, una volta alla settimana sono uscito e l'ho fatto e mi sono ammalato sotto il condizionatore - sono stato subito trattato e non ho più rischiato.

Avevo paura che fosse molto lungo. Quando sono arrivato al primo, c'era una madre con una figlia - lei aveva un sesto e io ho detto che invidio, e ho ancora tanto tempo. E poi hanno detto: "Non ti accorgerai di come passerà il tempo, il contagocce, poi lasci la settimana, poi corre velocemente per un paio di settimane - fai il tuo lavoro, poi fai il test e per il prossimo" - è andato uno contro uno. Per una settimana, mentre alcune cose si stavano accumulando, poi le hanno fatte, poi le prove, quindi.

Avevo paura che i capelli cadessero immediatamente. No, mi sono rasato la testa dopo il secondo - i primi due ho avuto un taglio di capelli corto. Cominciarono a cadere il 15 giorno, ma erano ancora lì - poi si stancarono di avere i capelli dappertutto.

Avevo paura che la medicina sarebbe passata sotto la pelle oltre la vena e ci sarebbe stata la necrosi. Orribile. E 'stato. C'era un'infiammazione in quel luogo, fa ancora male, guarisce, ma lentamente, ma non tanto da essere "horror-horror"

Avevo paura perdere peso Ho perso due chili. Sì, con un peso iniziale di 47, il peso 45 è già una differenza evidente, ma ci riuscirò.

Avevo paura che dopo la chimica il sangue non si riprendesse e al sesto sarei un sussulto (anche il dottore aveva paura). È stato ripristinato tutte e sei le volte e il risultato è venuto alle radiazioni con indicatori entro il range normale.

Avevo paura che sarebbe stato peggio ogni volta e ci sarebbe stato un effetto cumulativo. Non è stato. Il sesto era quasi lo stesso del primo, e il primo era il più semplice e con una dose ridotta.

Avevo paura che sarebbe stato necessario passare la notte nel dipartimento. Lasciati andare a casa per la prima volta e non ti offri di restare lì.

Avevo paura che sarebbe molto costoso. Costoso, ma ascensore.

Avevo paura È difficile descrivere questa paura, ma era molto forte, che nessuno avrebbe preso in considerazione se ero cattivo o no, che avrebbero nominato, che cosa era necessario e poi fare ciò che volevi. Hanno parlato con me per molto tempo prima dell'appuntamento, ho scoperto tutte le sfumature di come reagivo ai farmaci, ho aspettato che i miei giorni terminassero in modo critico, nessuno mi ha portato da nessuna parte, ha fatto una prova con una dose ridotta, poi mi è caduto per intero, avvertito di tutte le possibili conseguenze, ad ogni secondo Dovevo chiamare e consultarmi piuttosto che fotografare, immediatamente le droghe di supporto venivano scaricate. Quando non ho avuto il tempo di riprendermi, ho aspettato che il corpo si riprendesse da solo. Ho appreso che molti farmaci prescritti non stimolano la produzione di leucociti, ma provocano il rilascio di leucociti nel sangue dalle riserve del corpo - quindi un esame del sangue è "falsificato" e il corpo è esaurito.

Avevo paura di stomatite, dermatite e di uccidere il fegato, dal momento che sono gravemente allergico, ho la stomatite cronica fin dall'infanzia, e il fegato dopo l'epatite e la colecistite. Ma non lo era.

Avevo paura che ci sarebbe stata una menopausa artificiale subito, e avevo le mestruazioni prima del sesto.

Avevo paura che fosse necessario punzecchiare le iniezioni, ma non ho nessuno a farlo. Ho imparato a pungermi.

Avevo paura che le vene non fossero abbastanza, perché sono molto sottili, come a mio avviso, e che metteranno nel pennello. I problemi con le vene erano una volta, non così sottili, e non raggiungevamo i polsi, ma non faceva male ai polsi e un po 'più in alto.

C'era qualcos'altro, ma lei non ricordava. Perché tutto è dimenticato rapidamente. Non lo sapevo, non avevo paura, ma è successo - la mia memoria è peggiorata, le mie vene erano fragili, la neuropatia, ma in qualche modo tutto si sta riducendo. Inoltre, ho avuto dei piacevoli bonus - la pelle è migliorata e le mie irritazioni e incertezze perpetue sono passate, le mie unghie hanno cominciato a crescere rapidamente e sono diventate forti, che non avevano a lungo, mentre erano mestruali - erano regolari e indolori - in precedenza erano molto problematiche. E durante quel periodo ho dormito bene e sono diventato calmo e calmo.

Recensioni di oncologia chimica bianca

La maggior parte dei tumori che possono essere curati sono una rara specie di questa malattia, tra cui tumori infantili, leucemia, linfoma e tumori testicolari. Il ruolo della chemioterapia nel curare il maggior numero di persone affette da cancro, purtroppo, è piccolo. L'effetto terapeutico della chemioterapia si manifesta in uno dei quattro pazienti oncologici. Nei casi di un processo tumorale comune, se non è possibile aumentare il tasso di sopravvivenza, nei singoli pazienti che usano la chemioterapia, è possibile ottenere solo un sollievo sintomatico della malattia.

L'oncologia moderna è nella più profonda crisi. La chemioterapia è il principale metodo di trattamento in oncologia, e per i tumori comuni è spesso l'unica possibile. Non è più possibile nascondere l'efficacia clinica minima della terapia tossica per salvare i pazienti oncologici. Tre noti professori oncologi australiani (Graham W. Morgan, professore, dipartimento di oncologia delle radiazioni, North Sydney Cancer Center, Robin Ward, professore, responsabile del programma di cancro per adulti presso il Louie Cancer Research Center, Michael Barton, professore di radioterapia oncologica presso l'Università del New South Wales, direttore scientifico della United Cancer Research) ha pubblicato sulla rivista Clinical Oncology i risultati della loro ricerca, basata su un'analisi dei documenti ufficiali di trattamento di pazienti adulti affetti da cancro in Australia (72964 persone) e negli Stati Uniti d'America (154971 persone) che hanno ricevuto la chemioterapia.

Si è concluso che il contributo complessivo della chemioterapia citotossica terapeutica e adiuvante nella sopravvivenza a 5 anni dei pazienti adulti affetti da cancro era del 2,3% in Australia e del 2,1% negli Stati Uniti. Gli autori pongono la domanda, come è possibile che la chemioterapia, che è così insignificante per la sopravvivenza dei pazienti, possa essere combinata con un aumento dei costi e la vendita di farmaci chemioterapici che valgono centinaia di miliardi di dollari?
L'efficacia della chemioterapia in un tasso di sopravvivenza a 5 anni tende a zero con il pancreas, ovarico, vescica, prostata, rene, cancro allo stomaco, così come con sarcoma dei tessuti molli, melanoma, tumori cerebrali, mieloma comune

È possibile un trattamento alternativo del cancro?

Spesso puoi sentire parlare di trattamenti alternativi per il cancro. Tipicamente, questa frase è incorporata nel senso che questi sono i metodi di trattamento più diversi, spesso completamente inadeguati, la cui efficacia e sicurezza non sono state dimostrate dal metodo scientifico. Bene, e sembra che un tale trattamento da parte della regione sia al massimo fantasy, e tu puoi porre fine a questo. Ma, sfortunatamente, con i tumori maligni comuni, non esistono metodi efficaci, sicuri, o indolori o comprovati per salvare i malati di cancro. Cosa possono offrire gli oncologi in una situazione del genere? Assegnare la chemioterapia al ritardo del tumore. Un po 'più tardi, il trattamento palliativo in hospice, facilitando e allungando il processo di morte nel tempo.

L'oncologo americano I. Emanuel, un professore dell'Università della Pennsylvania, ritiene che la reale efficacia del trattamento sperimentale dei tumori maligni varia dall'11 al 27% (l'efficienza media è del 22%). Si conclude che i pazienti all'ultimo stadio della malattia dovrebbero avere un maggiore accesso alle informazioni sui programmi di trattamento sperimentali e, di conseguenza, loro e i loro parenti dovrebbero avere il diritto di sapere quali sono le loro reali possibilità, con una particolare strategia di trattamento. Pertanto, il trattamento del cancro alternativo è ammissibile solo nella fase di generalizzazione di un tumore maligno, quando i metodi standard noti possono praticamente e teoricamente non essere più efficaci. E se procediamo dal significato della parola "alternativa", come la necessità di scegliere una delle due o più opportunità reciprocamente esclusive, allora la scelta di un modo alternativo di lottare per la vita dovrebbe essere solo nel caso del destino del paziente e della mancanza di probabilità di salvezza mediante metodi oncologici standard di trattamento.

In Russia, viene impiantata l'idea sbagliata del trattamento alternativo del cancro. Ad esempio, nel libro di testo oncologico per studenti di medicina viene scelta correttamente l'epigrafe per i metodi alternativi di trattamento. "Dai sempre speranza al paziente", scrisse A. Pare. Ma oltre, sotto forma di esempi, vengono presentati l'urinoterapia, la cartilagine di squalo di "appassionato ricercatore georgiano", l'apiterapia, il fungo giapponese, ecc. Cioè, l'alternativa era attribuita a "invenzioni" che non avevano una soddisfacente dimostrazione scientifica e, ovviamente, non erano in grado di fermare la crescita maligna e non era stata scritta una parola sulle biotecnologie rivoluzionarie alla congiunzione di varie scienze.

Recensioni di oncologia chimica bianca

È sempre molto difficile da consigliare.
Mia sorella ha il melanoma di stadio 4 con MTS nella testa e fegato e reni. La crescita è stata molto forte. MTS è aumentato nel corso del mese di 2 volte. Nell'istituto Oncoinstitutivo, ci fu persino rifiutato il trattamento; non ho visto il punto (solo l'accorciamento della vita).
Chimica, abbiamo ancora iniziato a fare (nel dispensario della città), oltre a prendere cattivi, succo di barbabietola con carote, tinture di aconito, erbe, tinture di varie erbe, cibo vegetariano, ecc. Un mese dopo, la crescita si fermò.
Ora stiamo lavorando alla loro distruzione.

Ciò che è meglio, nessuno lo sa.
Probabilmente ha senso iniziare la chimica. Ma questa è solo la mia opinione soggettiva. Anche se inizialmente, anch'io ero contro la chimica e credevo che avrebbe solo peggiorato le condizioni di sua sorella. Ma con l'iper crescita, MTS ha bisogno di metodi radicali per guadagnare tempo.

Per mantenere la funzionalità epatica
La raccolta delle erbe aiuterà l'ingrossamento del fegato a causa dell'ingestione di grandi quantità di sostanze chimiche o di una cattiva alimentazione. Aiuterà i malati di cancro a trasferire il carico durante il trattamento con veleni, durante e dopo la chemioterapia, le radiazioni
COMPOSIZIONE: radici di erbe e cicoria, erbe di iperico, verbena, achillea, assenzio, celidonia, melissa, aghi thuya, fiori di immortelle, calendula, frutti di aneto, foglie di noce, menta, betulla

Collezione "Monastic (anti-cancro)"
La composizione di erbe appositamente selezionata ha un effetto risolutivo di orientamento generale, impedisce la divisione delle cellule tumorali atipiche. La collezione comprende erbe antitumorali, antitossiche, coleretiche, immunomodulatorie, antiossidanti e toniche.
COMPOSIZIONE: foglia di salvia, ortica, uva ursina, rosa canina, fiori di immortelle, tiglio, camomilla, erba della successione, assenzio, achillea, trifoglio dolce, motherwort, mais essiccato, corteccia di olivello spinoso, boccioli di betulla

Composizione dettagliata della "Collezione monastica" Padre George

1. Ortica
Deterge il corpo dalle tossine, attiva la formazione del sangue, aumenta il livello di emoglobina, stimola il metabolismo generale, ha un effetto antinfiammatorio.
2. Saggio.
È un antibiotico vegetale, contiene un gran numero di oligoelementi utili (cromo, zinco, manganese, nichel, magnesio, ecc.). Normalizza il tratto digestivo, migliora l'attività cardiaca, rafforza i vasi sanguigni.
3. Immortes.
Ha un potente effetto coleretico, stimola il funzionamento degli epatociti, riduce il livello di colesterolo nel sangue, leviga l'epatotossicità dei tumori e della chemioterapia.
4. Rosa canina.
Aumenta l'immunità e la resistenza del corpo alle malattie. Ha una combinazione unica di vitamine, flavonoidi, citrico, acidi malici, oligoelementi necessari per il corpo.
5. Girare.
Ha un effetto positivo sui processi di formazione del sangue, coagulazione, inibisce la crescita dei tumori, stimola l'attività delle ghiandole surrenali.
6.Toloknyanka.
Contiene una grande quantità di antiossidanti e flavonoidi, che si oppongono allo sviluppo di cellule mutate, ferma lo sviluppo di tumori maligni.
7. Achillea.
È caratterizzato da un potente effetto anti-infiammatorio, migliora i processi coleretici, produce un effetto ristoratore.
8. Assenzio.
Migliora l'effetto di immortelle, ha un effetto benefico sul lavoro dello stomaco, ha un potente effetto antinfiammatorio, antimicrobico e analgesico.
9. Timo
È caratterizzato da forti proprietà antisettiche, riduce l'infiammazione, ferma lo sviluppo di un tumore, contiene un gran numero di sostanze utili necessarie per il trattamento dell'oncologia.
10. Boccioli di betulla.
Inibisce la riproduzione delle cellule tumorali, aumenta la resistenza complessiva del corpo del tumore. La composizione dei reni comprende: nichel, alluminio, boro, manganese, necessari per un corpo esausto.
11. Kushina.
Contiene una grande quantità di iodio, ha un effetto benefico sulla sintesi degli ormoni tiroidei, migliora l'assorbimento di calcio e fosforo e contribuisce al rinnovamento efficiente delle cellule del plasma sanguigno.
12. Fiori di tiglio
Il principale elemento utile della calce è il rame, è incluso nei processi di formazione del sangue, produzione di ormoni ipofisari e di insulina. Migliora il metabolismo cellulare.
13. Swamp coccola.
Inibisce la crescita dei tumori, ripristina la circolazione sanguigna compensata, riduce la pressione, aiuta a far fronte alla debolezza, aiuta a costruire le cellule renali.
14. Motherwort.
Riduce i sintomi dolorosi della colica renale, ha un effetto calmante sul sistema nervoso centrale, abbassa la pressione sanguigna, ferma la crescita del tumore
15. Camomilla
Rafforza il sistema immunitario, aiuta con reazioni allergiche, inibisce lo sviluppo del cancro, contiene un gran numero di elementi in traccia utili
16. Fiore essiccato (zampa di gatto).
Previene gli spasmi dei vasi sanguigni e dei muscoli dell'intestino, inibisce la crescita di microrganismi nocivi e cellule cancerose, ha un effetto positivo sul sistema cardiaco e sul tratto gastrointestinale.

Se non trovi fiori secchi, puoi sostituire i fiori Caledula o Erba di San Giovanni.

Proporzioni, come cucinare il brodo e prendere, puoi leggere qui -

La situazione è seria Se lo prendi chimicamente --- vai. È stato necessario continuare il trattamento immediatamente dopo l'operazione. Tutto ciò che puoi sopravvivere e far fronte. Il diavolo non è così terribile come è dipinto. Sei a San Pietroburgo? Dove sei trattato?

Sì, ho già capito che era necessario chimizzarlo immediatamente, ma volevo evitarlo. Sono osservato in parallelo nell'istituto di ricerca di Petrov, e sarò trattato da oms nel centro oncologico nella sabbia.

Goldanias non è praticato?

No, volevo iniziare il digiuno per Breisu o la terapia per Gerson, ma al momento né i medici né i parenti mi capiranno.

Recensioni di oncologia chimica bianca

Ecco alcuni argomenti per combattere leucopenia, anemia, trombocitopenia.
E in questi argomenti, puoi anche aggiungere la tua esperienza.

In generale, voglio anche invitarti a iniziare il tuo diario e prendere appunti lì come il tuo stato d'animo / desiderio / ecc. - sul trattamento e tutto ciò che desideri.

RELAZIONE SULLA HEPTRAL:
Nell'aprile 2014, il mio conteggio del fegato era: ALT = 221,5 AST = 247
L'epatite è stata diagnosticata come risultato della chemioterapia.
Sono andato da un buon epatologo. Il medico mi ha consigliato Heptrall secondo lo schema standard, come prescritto nelle istruzioni per il farmaco. Ho detto che non potevo toccare le mie vene, che erano sufficientemente influenzate dalla chimica, per il gusto di gocce Heptral regolari. Quindi ha prescritto uno schema Heptrala non standard - 1200 mg una volta ogni tre settimane. (Dose di cavallo). Quel giorno quando ho già un contagocce. Plus Ursosan - tre capsule al mattino e alla sera.

Ora ho ALT = 22 AST = 56
Questo è il risultato! Con la chemioterapia continua con Xeloda più Avastin!
Per un anno e mezzo, gli indicatori sono diminuiti lentamente e diminuiti di 5-10 volte.

Cordialmente, Alexis.

"Per quello che ho comprato, per quello che vendo": un epatologo mi ha detto che Heptral in pillole non è efficace. Peggio "digerito". Deve gocciolare.
C'è una fonte di informazione che è considerata una cattiva forma a cui fare riferimento - Wikipedia. Ma lui (o lei) si riferisce, a sua volta, al libro di Curly Yu.A., Morozov S.V. Epatoprotettori: aspetti razionali dell'uso: studi. manuale per i medici. - Mosca: Forte Print, 2012. Quindi, Wikipedia (con riferimento al libro) riporta: "Va notato che il farmaco ha una biodisponibilità molto più elevata quando somministrato per via parenterale: è vicino al 100%, mentre la biodisponibilità di questo farmaco quando assume le pillole è solo 5% della dose accettata "

Tutto ciò che devi sapere sulla chemioterapia: metodi, farmaci, complicanze

La chemioterapia è uno dei principali metodi di trattamento dell'oncopatia maligna e comporta l'uso di speciali farmaci antitumorali che distruggono o distruggono le strutture cellulari maligne.

Molti hanno sentito parlare di chemioterapia, quasi tutti sanno che questo metodo antitumorale è accompagnato da molte reazioni avverse e interruzioni nel corpo. Molti, temendo tali conseguenze, rifiutano tale trattamento, il che non è del tutto corretto, perché l'oncologia non può essere sempre curata dalla chirurgia o dalle radiazioni.

Quando viene prescritta la chemioterapia?

Lontano da tutte le oncopatologie maligne sono trattate con farmaci chemioterapici.

Le indicazioni per il trattamento chemioterapico sono le seguenti:

  1. Cancro al cancro, la cui remissione può essere raggiunta solo attraverso la chemioterapia. Questo vale per la leucemia, i carcinomi corionici, l'emoblastosi o il rabdomiosarcoma, ecc.;
  2. La necessità di ridurre il tumore al fine di raggiungere la sua operabilità per la successiva rimozione;
  3. Prevenire la diffusione di metastasi;
  4. Come ulteriore metodo terapeutico alla radioterapia o alla terapia chirurgica.

Controindicazioni

Un oncologo, dopo un attento esame del paziente, conclude sull'efficacia del trattamento chemioterapico, o scopre che tale trattamento è controindicato. Quale potrebbe essere il divieto della chemioterapia?

  • Diffusione di metastasi alle strutture cerebrali;
  • Eccessivo contenuto di bilirubina;
  • Metastasi epatiche;
  • cachessia;
  • Intossicazione organica.

In generale, le controindicazioni dipendono dalle caratteristiche del paziente e del suo corpo, dalla posizione della neoplasia, dalla presenza di metastasi, dallo stadio del processo tumorale, ecc.

Varietà di trattamenti chemioterapici in oncologia da parte dei pazienti sono convenzionalmente divisi per colore. C'è la chemioterapia rossa, blu, gialla e bianca, a seconda del colore del farmaco somministrato.

  1. La chemioterapia rossa è considerata il trattamento più potente e tossico per le strutture organiche, in cui vengono utilizzati farmaci anti-linea come Doxorubicina, Idarubicina o Epirubicina. Dopo tale trattamento, si osserva neutropenia, che porta a una diminuzione dell'immunità e della protezione anti-infettiva.
  2. La chemioterapia blu viene eseguita con Mitoxantrone, Mitomicina, ecc.
  3. La chemioterapia gialla viene eseguita con farmaci gialli. Questo schema include farmaci anti-cancro come Fluorouracile, Metotrexato o Ciclofosfamide.
  4. Nello schema della chemioterapia bianca sono inclusi farmaci come Taxol o Takosel.

Foto del corso di trattamento chemioterapico

Di solito, la chemioterapia antitumorale viene eseguita utilizzando diversi tipi di farmaci, vale a dire che è di natura polichemioterapia.

neoadiuvante

La chemioterapia neoadiuvante (o preoperatoria) è prescritta ai pazienti prima della rimozione chirurgica radicale della formazione. T

Tale trattamento chemioterapico ha lo scopo di sopprimere l'aggressività e la crescita della lesione tumorale primaria. Inoltre, questa tecnica riduce il rischio di sviluppare metastasi.

adiuvante

Questo tipo di chemioterapia viene eseguito dopo il trattamento chirurgico.

In effetti, la chemioterapia adiuvante è una misura preventiva che impedisce l'ulteriore sviluppo del processo del cancro. Questo tipo di trattamento è utilizzato per tutti i tipi di cancro.

La chemioterapia adiuvante è complementare al trattamento principale. È finalizzato all'eliminazione di eventuali microtastasi o occlusi, che non sono sempre rilevati dai moderni metodi diagnostici.

induzione

Questo tipo di chemioterapia è anche chiamato curativo. La chemioterapia di induzione è prescritta in quei casi clinici in cui la formazione del tumore è altamente sensibile o moderatamente sensibile ai farmaci antitumorali, così come quando vi sono controindicazioni al trattamento chirurgico dell'oncologia.

La chemioterapia di induzione è prescritta:

  • Con lo scopo del trattamento di tali processi tumorali quali linfomi e leucemie, formazioni trofoblastiche e tumori a cellule germinali del testicolo;
  • Come trattamento palliativo, è necessario prolungare la vita di un malato di cancro migliorando la sua qualità e riducendo i sintomi del cancro (sollievo dal dolore, dispnea, ecc.).

Targeted

La chemioterapia mirata è oggi uno dei metodi più moderni e in rapida crescita per il trattamento delle patologie tumorali.

Con l'aiuto di speciali farmaci antitumorali, sono interessati i disordini genetici genetici molecolari.

L'uso di farmaci mirati può rallentare significativamente la crescita o provocare l'autodistruzione della cellula. Prima di utilizzare farmaci mirati, è necessario uno studio genetico e immunoistochimico preliminare.

ipertermica

La chemioterapia ipertermale o calda è un metodo terapeutico per effetti complessi sulle cellule tumorali, comprese le alte temperature e i farmaci antitumorali.

Tale terapia è più efficace contro i tumori di grandi dimensioni e le metastasi intraorganiche.

Attraverso la chemioterapia ipertermica, è possibile liberare il tumore da un tumore di 1-2 millimetri esponendolo ad una temperatura di 41 ° C.

platino

La chemioterapia al platino prevede l'uso di farmaci antitumorali a base di platino - cisplatino, fenanilatino, ecc. Tale chemioterapia è prescritta nei casi in cui altri metodi sono inutili.

Di solito, il trattamento antitumorale al platino è indicato per il cancro delle ovaie e dei testicoli, della vescica e dei polmoni.

C'è una opinione diffusa tra la gente comune che se viene prescritta la chemioterapia al platino, il quadro della malattia è piuttosto negativo. Non lo è. Solo i farmaci al platino sono in grado di funzionare dove altri farmaci antitumorali sono impotenti.

Inoltre, si tratta di farmaci a base di platino in oncologia che hanno l'effetto terapeutico più pronunciato.

dolce

La chemioterapia che spara è un trattamento che utilizza farmaci antitumorali con una serie minima di reazioni avverse. Lo svantaggio di questo trattamento è il fatto che tali farmaci sono meno efficaci contro il cancro.

vysokodoznom

Tale chemioterapia comporta la nomina di dosi più elevate per i pazienti oncologici con farmaci antitumorali. Tipicamente, questo trattamento è applicato a diversi tipi di linfomi come cellule mantellari o non-Hodgkin, ecc.

L'uso di alte dosi di citostatici porta ad un aumento proporzionale dell'efficienza nel trattamento dei linfomi maligni ed evita la resistenza delle cellule tumorali agli effetti dei farmaci. Ma allo stesso tempo c'è un effetto tossico più pronunciato sul corpo.

palliativo

Se non vi è alcuna possibilità di una cura, la chemioterapia palliativa è prescritta ai pazienti.

Questo metodo di trattamento è finalizzato a:

  1. Contenimento dell'ulteriore progressione del processo tumorale;
  2. Blocco dei sintomi del dolore;
  3. Aumento della durata della vita di un malato di cancro;
  4. Ridurre la gravità dell'effetto tossico dei farmaci antitumorali e dell'attività tumorale;
  5. Fermare la crescita o restringere un tumore.

La prescrizione di cure palliative non indica sempre prognosi sfavorevole.

Al contrario, tale chemioterapia è indicata per le persone che possono ancora servire se stesse, la loro condizione non causa paura dei medici, e saranno in grado di sottoporsi a un trattamento di chemioterapia per alleviare il dolore e migliorare la qualità della vita.

formazione

Nel processo di trattamento con farmaci antitumorali, è necessario ridurre al minimo l'attività di natura fisica. Ecco perché gli oncologi raccomandano al momento del trattamento di organizzare un ospedale o una vacanza.

Non si può parlare di cattive abitudini: ogni sigaretta durante l'oncopatologia riduce la longevità.

Prima di iniziare il trattamento con farmaci chemioterapici, è necessario sottoporsi a una premedicazione e preparare il corpo.

  • Sottoporsi a un corso di trattamento delle malattie correlate di oncologia.
  • Per pulire il corpo accumulato sullo sfondo del tumore e tossine farmaco. Questo è necessario per ottenere il massimo effetto dai farmaci antitumorali.
  • Fornire l'aiuto di medicinali per la protezione del tratto gastrointestinale, del fegato e delle strutture renali e del midollo osseo.

Si raccomanda di parlare in anticipo della chemioterapia con persone che hanno subito tale trattamento, con psicologi e persone vicine. Tale comunicazione aiuterà a prepararsi moralmente alla chemioterapia e fornirà un supporto psicologico tangibile.

Come viene eseguita la chemioterapia?

Tipicamente, i farmaci antitumorali vengono somministrati ai pazienti per via endovenosa mediante infusione o sotto forma di iniezione tradizionale. Ma questo non è tutti i metodi di somministrazione del farmaco.

Possono essere somministrati per via sottocutanea e orale, per via intramuscolare e nell'arteria che fornisce il tumore, localmente e nella pleura, nel liquido spinale, nei tessuti tumorali e nella cavità addominale.

Schemi di terapia del cancro

Lo schema di chemioterapia è selezionato in base alla diagnosi, allo stadio del processo tumorale e alle normative internazionali.

Oggi, un gran numero di farmaci chemioterapici sono usati sotto forma di monoterapia o in varie combinazioni. Le combinazioni sono selezionate in base al principio della sufficienza minima, tenendo conto del massimo effetto terapeutico possibile sulla formazione del tumore.

In generale, prescritto con l'uso di tali farmaci:

  1. antracicline;
  2. Agenti alchilanti;
  3. Farmaci anticancro antibiotici;
  4. antimetaboliti;
  5. Vinkalkaloidy;
  6. taxani;
  7. Droghe di platino;
  8. Epipodophyllotoxins, ecc.

Ogni schema ha le sue indicazioni e controindicazioni, quindi l'appuntamento dovrebbe essere fatto solo da un oncologo qualificato.

durata

Il numero di cicli di chemioterapia è determinato esclusivamente dal medico su base individuale. I farmaci possono essere assunti quotidianamente (di solito compresse) o settimanalmente.

Il numero di corsi è anche determinato individualmente sulla base dell'analisi di tollerabilità del farmaco antitumorale. La chemioterapia più efficace e minimamente complicata si svolge tra due settimane.

Questo è stato dimostrato dalla ricerca, ma sfortunatamente non tutti i malati di cancro sono in grado di sopportare un simile carico. Se sorgono complicazioni, il medico è costretto a ridurre il dosaggio, che influisce sulla durata del trattamento.

Quanto costa il corso del trattamento a Mosca?

Il costo della chemioterapia nelle cliniche di Mosca può variare da poche decine di migliaia di rubli a un milione.

I farmaci antitumorali più costosi sono Vincalkaloid e Anthracyclines.

Il costo totale del corso chemioterapico dipende dal tipo di tumore e dalla sua localizzazione.

Il trattamento del cancro della testa, del sangue e del pancreas è considerato il più costoso.

Come si sente una persona dopo la chimica e come alleviare la condizione?

Il principale svantaggio della chemioterapia è un complesso di reazioni avverse. Evitare gli effetti della chemioterapia non funzionerà mai, nonostante il fatto che la medicina moderna offra molti schemi razionali e percorsi di amministrazione.

Gli effetti collaterali più caratteristici dopo la chemioterapia sono:

  • I sintomi del vomito e del vomito vengono interrotti assumendo farmaci anti-nausea e antiemetici;
  • Perdita di capelli, piastre unghie e cambiamenti della pelle: questi effetti non possono essere evitati. Ma dopo poche settimane dalla fine del trattamento, tutto ricomincerà a crescere, i capelli e le unghie;
  • Disturbi gastrointestinali, manifestati da diarrea, stitichezza, problemi di appetito. La terapia dietetica speciale contribuirà a far fronte a questo problema.

Per ripristinare il sangue e l'immunità, fegato e reni, per eliminare l'anemia, ai pazienti vengono prescritti farmaci speciali.

Qual è il pericolo di tale terapia?

Complicazioni del trattamento chemioterapico si verificano abbastanza spesso. I più pericolosi di loro sono:

  1. Polmonite - si sviluppa sullo sfondo di uno stato immunitario patologicamente basso. Con la diagnosi tempestiva e il trattamento della polmonite, è possibile evitare un esito fatale per il paziente oncologico;
  2. Lesioni infettive anorettali. Circa il 25-40% dei casi muore per tali complicanze, di cui circa l'8% sono tra tutti i pazienti oncologici;
  3. Typhlitis o infiammazione del cieco. Si manifesta un leggero dolore allo stomaco, progredisce piuttosto rapidamente, si trasforma in gangrena e perforazione. La mortalità tra i pazienti oncologici sullo sfondo di questa complicanza è piuttosto alta.

Disintegrazione del tumore

Il decadimento del tumore è considerato abbastanza comune dopo il trattamento di chemioterapia.

Come risultato di questo processo, il benessere oncopaceo si deteriora ancora di più, poiché il corpo è ulteriormente avvelenato dai prodotti di decomposizione delle strutture maligne e dai loro metaboliti tossici.

È impossibile dire con certezza se è cattivo o buono. Il decadimento è il risultato del trattamento, ma con effetti tossici sul corpo.

Una cosa è chiara, nel processo di decadenza, il malato di cancro ha bisogno dell'aiuto di emergenza di specialisti.

Recensioni

Igor, 42, Mosca:

A mio padre è stata somministrata la chemioterapia per il cancro ai polmoni. Era impossibile operare, quindi una volta in due settimane gli fu dato il cosiddetto. chimica rossa. Su questo trattamento, il padre è durato altri 2 anni. Senza di lui, ne sono sicuro, non avrebbe vissuto nemmeno per 3 mesi. Purtroppo, una tale chimica ha prolungato la sua vita, almeno così tanto.

Ekaterina, 39 anni, Orenburg:

Aveva paura di fare chimica, ma i medici raccomandarono che il tumore venisse ridotto e rimosso. Dopo l'operazione, in cui il seno è stato rimosso insieme al tumore, è stata eseguita una chimica per distruggere possibili metastasi. Già 4 anni dopo l'intervento, passare periodicamente l'ispezione. Il trattamento ha avuto successo e senza conseguenze.

Domande frequenti

  • A che punto è prescritta la chemioterapia?

La chemioterapia può essere prescritta in qualsiasi fase del processo tumorale. Non è prescritto solo a pazienti molto gravi il cui corpo non è in grado di sopportare la gravità del trattamento.

  • Quando viene prescritta la chemioterapia dopo l'intervento?

In primo luogo, dopo l'operazione, il paziente oncologico subisce un recupero postoperatorio, assume farmaci per proteggere il fegato, le funzioni del midollo osseo, ecc. Circa un mese dopo l'operazione, viene eseguita la chemioterapia.

  • Quanti giorni sono cattivi dopo la chemioterapia?

Di solito, gli effetti collaterali post-chemioterapia disturbano i pazienti per diversi giorni (vomito e nausea, diarrea, stitichezza).

  • Raccomandazioni dopo la chemioterapia?

Dopo il trattamento di chemioterapia, è necessario cambiare la dieta, riducendo il suo contenuto calorico, ma allo stesso tempo aumentando le vitamine e gli oligoelementi. La cosa principale è escludere i grassi animali, compresi i grassi del latte, per smettere di fumare e altri alimenti pesanti. I latticini non sono vietati.

  • Trattamento dopo la chemioterapia?

Assicurati di consultare il tuo medico per il trattamento riabilitativo e riabilitativo. L'oncologo farà gli appuntamenti necessari per ripristinare l'immunità e il fegato, lo stomaco e le vene, i reni e altre strutture organiche.

  • La chemioterapia uccide le metastasi?

La chemioterapia è uno dei metodi efficaci per rimuovere le metastasi.

  • Puoi morire di chemioterapia?

Direttamente dalla chemioterapia, è quasi impossibile morire, ma da un raffreddore che si è presentato sullo sfondo di una grave diminuzione della protezione immunitaria - facilmente. Altre complicanze e effetti collaterali di tale trattamento possono anche portare alla morte.

  • Quanti vivono dopo la chemioterapia?

L'aspettativa di vita dei pazienti oncologici dipende dai risultati del trattamento. Se la terapia antitumorale ha successo, allora vivi per più di una dozzina di anni. Se l'obiettivo della chemioterapia era prolungare la vita, allora la durata dipende dalle condizioni del paziente.

  • Un'alternativa alla chemioterapia?

Un'alternativa alla chemioterapia in alcuni casi può essere la radioterapia. Ci sono anche nuove direzioni nel trattamento oncologico - termoterapia e fame di cellule maligne.

  • Qual è la differenza tra chemioterapia e radioterapia e cosa è meglio?

La migliore terapia di associazione con radiazioni e chemioterapia.

  • Posso partorire dopo la chemioterapia?

Poiché i farmaci antitumorali sono molto tossici, è preferibile posticipare la gravidanza fino a quando l'effetto collaterale del trattamento non sia cessato. Altrimenti, c'è un grande rischio di aborto spontaneo. A volte la chemioterapia porta alla perdita delle funzioni riproduttive, ma esiste ancora un'opzione come ICSI o IVF.

  • Può un uomo dopo che i bambini hanno figli?

Molto spesso gli uomini sono privati ​​dell'opportunità di avere figli non per un po ', ma per sempre. Pertanto, spesso prima del trattamento i pazienti vengono offerti per conservare i semi (congelamento degli spermatozoi).

  • Posso interrompere la chemioterapia?

Ogni paziente decide autonomamente se accettare la chemioterapia o rifiutarla. Ma a volte dipende la vita del paziente, quindi non devi affrettarti con la decisione.

  • Cosa non può essere dopo la chemioterapia?

Dopo il trattamento di chemioterapia, le abitudini malsane sono categoricamente escluse. È necessario aderire alla corretta alimentazione e raccomandazioni del medico per la vita futura.

Video su come viene fatta la chemioterapia e i suoi effetti collaterali: