Cancro del retto in donne in gravidanza

Con il cancro del retto trovato nelle donne durante la gravidanza, ci sono 3 opzioni: 1) quando una donna con un cancro del retto diventa incinta, 2) quando il cancro si sviluppa durante la gravidanza, e 3) quando una donna incinta è stata operata per cancro del retto.

Riguardo a tali donne incinte, è stato stabilito quanto segue: 1) il cancro del retto non influenza lo sviluppo della gravidanza e può scadere in tempo; 2) è stato eseguito un gran numero di colostomie e non si sono verificate complicanze della gravidanza; 3) alcuni autori hanno anche eseguito un'operazione radicale e la gravidanza è continuata; 4) per il cancro non operabile alla fine della gravidanza, un taglio cesareo deve essere eseguito con estirpazione dell'utero per prevenire l'infezione; 5) in tali pazienti durante la gravidanza che non ha raggiunto i 6 mesi, è possibile non abortire, ma imponendo un ano innaturale, effettuare un taglio cesareo dopo la maturazione del feto; 6) per il cancro resecabile, l'aborto o il parto con taglio cesareo e il cancro del retto devono essere eseguiti non appena si verifica l'involuzione dell'utero, cioè il più presto possibile.

Heheneg ha fatto l'amputazione del retto in 16 donne incinte senza un singolo esito fatale e ha ricevuto risultati non peggiori rispetto a quelli non gravidi.

La gravidanza operata per il cancro del retto può procedere abbastanza normalmente. V.R. Braytsev, in una donna, ha prodotto un'amputazione a due stadi del retto con l'imposizione dell'anio innaturale iliaco lungo Kappis con l'escissione di una parte significativa della parete posteriore della vagina, ricostruita da plastiche dalla pelle. Dopo 2 anni, la paziente è venuta per una visita con un bambino in braccio.

Sanguinamento rettale durante la gravidanza

Il sanguinamento rettale è di solito osservato nelle malattie del colon, del retto e dell'ano.

Il sanguinamento dal tratto gastrointestinale superiore (esofago, stomaco e intestino tenue) può manifestarsi come perdita di sangue rosso scuro attraverso il retto a causa del suo rapido passaggio, ma di solito si nota la melena. Il sanguinamento rettale è accompagnato da una perdita di sangue acuta / improvvisa. I pazienti con perdita di sangue cronica vengono con anemia sideropenica.

Cause del sanguinamento rettale durante la gravidanza

Malattie anorettali

  • emorroidi
  • Ragade anale
  • Sindrome dell'ulcera rettale solitaria (prolasso della mucosa)

Malattie del colon

  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Polipi adenomatosi
  • cancro
  • Malformazioni artero-venose del diverticolo di Meckel

Anamnesi ed esame del sanguinamento rettale durante la gravidanza

Una storia dettagliata può fornire indizi sulla causa sottostante del sanguinamento colorettale. L'isolamento di sangue rosso vivo, separato dalle feci, è sospetto per causa anorettale. La diarrea e lo scarico di muco, spazzati via con sangue scuro, sono sospettosi di colite o gonfiore. Una storia di funzione intestinale - stitichezza e diarrea con disagio intestinale - è sospettosa di un tumore. L'impulso alle feci, il sanguinamento acuto e il dolore addominale sono più caratteristici della colite. L'esame rettale delle dita e la proctosigmoidoscopia aiutano nella diagnosi della malattia anorettale. La colonscopia, sebbene sia difficile da eseguire con sanguinamento, rivela almeno il segmento interessato. L'angiografia del mesentere, se è possibile eseguirlo, aiuta a stabilire la diagnosi. Al momento dell'ammissione di una donna con emorragia rettale acuta e disturbi emodinamici durante il trattamento di emergenza, deve essere esaminato un chirurgo. Se la causa non si trova nelle sezioni inferiori, si raccomanda l'esame endoscopico del tratto GI superiore.

Malattie anorettali

Le emorroidi e le fessure anorettali sono le più frequenti malattie anorettali durante la gravidanza - causano notevoli disagi. La prevalenza effettiva di queste malattie è sconosciuta. Durante la gravidanza, non vengono diagnosticati e non vengono trattati prima della consegna.

emorroidi

Le emorroidi durante la gravidanza sono causate da un aumento del volume di sangue circolante, un aumento della stasi venosa causata dalla compressione delle vene del retto superiore dell'utero gravido e dall'effetto rilassante del progesterone sulla muscolatura liscia della parete venosa. Sintomi clinici di emorroidi - sanguinamento, perdita di nodi, secrezione mucosa, prurito e disagio nel retto. La diagnosi è stabilita da un semplice esame dell'ano. In gravidanza, la sigmoidoscopia e la colonscopia sono sicure.

Il trattamento durante la gravidanza è principalmente finalizzato ad alleviare i sintomi, in particolare il dolore. Trattamento conservativo: cambiare dieta, aumentare l'assunzione di liquidi, assumere emollienti e analgesici. Nella maggior parte delle donne, i sintomi si risolvono subito dopo il parto. Pertanto, il trattamento finale è posticipato fino al periodo postpartum.

Nelle donne incinte con emorroidi interne, è sicuro bendare le emorroidi con anelli di gomma. Con il prolasso significativo dei nodi o la loro ulcerazione associata, sanguinamento grave, fessura, fistola e la mancanza di effetto del trattamento conservativo, viene eseguita l'emorroidectomia.

Ragade anale

Ragade anale - una condizione dolorosa che si verifica in gran parte della popolazione. Di solito si verifica durante il passaggio di masse fecali solide, che danneggiano e interrompono l'integrità dell'epitelio dell'orifizio anale. Sintomi clinici: dolore durante le feci con sangue durante lo scarico fecale o pulendo l'ano. Nelle donne in gravidanza, questa malattia è particolarmente comune a causa della frequente stitichezza. L'aumento della produzione di progesterone durante la gravidanza porta al rilassamento della muscolatura liscia e rallenta il passaggio intestinale. Un fattore predisponente è l'uso profilattico e terapeutico delle preparazioni di ferro durante la gravidanza, che hanno un effetto fissante.

Scegliere un metodo di trattamento per ottenere risultati clinici ottimali e causare al paziente il minimo dolore e disagio è sempre un compito difficile per i chirurghi. Per le fessure acute, si ottiene una cura con metodi esclusivamente conservativi, ma per le ragadi croniche sono necessarie alcune manipolazioni o interventi chirurgici per ridurre lo spasmo dello sfintere interno.

Malattia infiammatoria intestinale

A volte la malattia infiammatoria intestinale si manifesta prima durante la gravidanza. Le ricadute della malattia di Crohn durante la gravidanza si manifestano solitamente nel primo trimestre. La maggior parte dei pazienti assume costantemente droghe.

Molti pazienti con colite ulcerosa e trattamento chirurgico con l'imposizione dell'anastomosi tra l'ileo e il retto nella storia hanno una gravidanza. I risultati a lungo termine della gravidanza e del parto vaginale in questi pazienti sono buoni.

Cancro colorettale

Il trattamento del cancro del colon-retto viene eseguito in conformità con i principi generalmente accettati. Quando le indicazioni eseguono sempre il trattamento chirurgico primario. Nelle fasi successive della gravidanza, è preferibile posticipare il trattamento chirurgico fino a quando il feto è maturo e il parto. La maggior parte degli autori raccomanda che il trattamento chirurgico primario del tumore del colon venga eseguito nella prima metà della gravidanza, poiché il trattamento ritardato prima del parto può portare alla diffusione del tumore. Il cancro del retto durante la gravidanza è trattato in modo leggermente diverso rispetto al cancro del colon. Durante le prime 20 settimane di gravidanza, i pazienti che desiderano sottoporsi a gravidanza, resezione primaria e chemioterapia vengono eseguiti dopo il parto. Se il paziente sceglie un aborto, viene trattata come non incinta dopo un aborto.

Durante la gravidanza, un trattamento chirurgico sicuro e tempestivo di molte malattie del colon-retto consente di salvare la vita del feto e la fertilità delle donne. Con le malattie benigne, le possibilità di un trattamento conservativo sono più ampie. Per un paziente con una neoplasia maligna, il rischio di ritardare il trattamento chirurgico, la chemioterapia o la radioterapia è sconosciuto. È necessario scoprire se la donna prevede di avere più figli. Si raccomanda un approccio multidisciplinare con una stretta interazione tra un ostetrico-ginecologo, un chirurgo, un oncologo, un neonatologo e un pediatra.

Gravidanza sotto protezione

Ormoni sulla protezione della gravidanza

Cancro dell'intestino

La probabilità di sviluppare il cancro intestinale tra i residenti dei paesi civilizzati è aumentata significativamente negli ultimi decenni, e questa tendenza continua. E nei popoli primitivi, il cancro intestinale è quasi sconosciuto. Come spiegare queste cifre?

Cause del cancro intestinale

La dieta della popolazione dei paesi civilizzati include molti grassi e carne, ma il numero di frutta e verdura ricca di fibre diminuisce. Pertanto, il peso dei residenti di sedia in Europa e Nord America è molto inferiore rispetto ai paesi del terzo mondo. La sedia in questo caso diventa densa e non stimola sufficientemente i muscoli intestinali da svuotare. Il risultato è una lunga permanenza di feci nell'intestino. Ma se le feci sono nell'intestino non un giorno, ma due o tre, i suoi componenti tossici possono agire sulla membrana mucosa due o tre volte più a lungo. La probabilità che, a causa di un tale intenso contatto della mucosa con prodotti di decomposizione velenosi, le cellule tumorali possano verificarsi a un certo punto, è in costante crescita.

La crescita del cancro è causata da un altro motivo. Il nostro cibo non è naturale come prima. Conservanti e coloranti, aromi, emulsionanti e stabilizzanti - quali prodotti sono? A questo si aggiunge l'inquinamento. Le emissioni nell'atmosfera di sostanze nocive emesse da imprese industriali, così come le auto, insieme alla pioggia, vengono depositate su terreni agricoli, sui nostri ortofrutticoli.

L'agricoltura intensiva non solo porta al sovraccarico del suolo con fertilizzanti e all'esaurimento di essi con microelementi (ad esempio il selenio), ma rende anche necessario l'uso massiccio di "prodotti fitosanitari". Insetticidi ed erbicidi, disinfettanti per semi e rimedi per muffe sono solo alcune delle sostanze chimiche attualmente utilizzate sui nostri alimenti.

Tutti questi veleni che mangiamo ogni giorno dentro. Insieme alle scorie di scambio, che i nostri intestini devono ancora essere rimossi, diventano un'altra bomba ad orologeria per la membrana intestinale. Ma danneggiano anche la microflora sana, motivo per cui la nostra difesa naturale scompare. Ritardare le feci nell'intestino aumenta ulteriormente il rischio di cancro.

I sintomi del cancro intestinale

Sfortunatamente, lo stadio iniziale del cancro intestinale è molto raramente associato a disagio, e quindi è riconosciuto troppo tardi. Tuttavia, due sintomi dovrebbero spingere per un esame rapido.

Sangue nelle feci. Naturalmente, le emorroidi possono causare la comparsa di impurità nel sangue nelle feci. Ma anche se sai per certo di avere le emorroidi, questo non significa che non puoi iniziare il cancro dell'intestino. Notando l'impurità del sangue nelle feci, assicurati di consultare un medico!
Qualsiasi cambiamento nel movimento intestinale abituale. Se all'improvviso ti sei stitpato tra l'età media e quella senior, o un piccolo sgabello ha iniziato ad allontanarsi con i "venti", questo è il primo allarme.

Altri segni di cancro intestinale sono perdita di peso, affaticamento e anemia.

Cancro allo stomaco durante la gravidanza

Il cancro allo stomaco è un tumore maligno che inizia a svilupparsi sulla membrana mucosa dello stomaco, per poi spostarsi su altri organi - polmoni, fegato, esofago e altri. Secondo le statistiche, le malattie oncologiche dello stomaco sono al secondo posto dopo l'oncologia polmonare. Ogni anno in Russia vengono registrati circa 50 mila pazienti con cancro allo stomaco.

motivi

Di per sé, la gravidanza non può essere la causa del cancro. Tuttavia, può diventare un catalizzatore, un impulso alla progressione della malattia dello stomaco in mezzo a cambiamenti ormonali nel corpo. Le cause globali del cancro gastrico sono ancora oggetto di studio per i medici di tutto il mondo. Si ritiene che ci siano:

  • Fattori interni Genetica, cause ereditarie;
  • Fattori esterni Come l'inquinamento ambientale, l'esposizione alle radiazioni (incluse le radiazioni ultraviolette), il fumo, il consumo di cibi malsani ricchi di sostanze cancerogene, ecc.

sintomi

Il cancro dello stomaco nelle donne in gravidanza non è sostanzialmente diverso dal decorso della malattia in altre categorie di pazienti. Tuttavia, la specificità sta nel fatto che nel primo trimestre di gravidanza, i sintomi del cancro gastrico possono essere "sfocati", possono essere difficili da distinguere dalle manifestazioni di tossicosi.

  • Nausea, vomito;
  • Mal di stomaco;
  • Perdita di peso per mancanza di appetito, anemia;
  • Disturbi dell'apparato digerente e sgabelli - diarrea o stitichezza. Possono anche verificarsi feci fetide nere che indicano sanguinamento interno;
  • Debolezza, apatia, irritabilità.

Diagnosi di cancro gastrico in donne in gravidanza

Ai primi segni di malattia gastrointestinale, il medico prescriverà una diagnosi specifica. I test diagnostici sono più spesso utilizzati nel complesso, che vanno dal più semplice e termina con l'alta tecnologia - già accuratamente confermando la presenza di un tumore maligno.

  • Esami del sangue generali e biochimici. Le loro donne passano più volte durante la gravidanza. i risultati dei test che non soddisfano i livelli normali dovrebbero essere l'inizio di un esame più approfondito e il rilevamento della malattia;
  • Studio gastroendoscopico. Un tipo di diagnosi piuttosto informativo: un endoscopista con un tubo flessibile flessibile con una fotocamera all'estremità esegue un'ispezione visiva della superficie interna dello stomaco. Con questo tipo di studio, sono visibili tutte le formazioni e i difetti che non sono la norma;
  • Biopsia. Con l'endoscopia, uno specialista ha l'opportunità di prendere un piccolo frammento di tessuto patologico per l'analisi, a seguito del quale la presenza di oncologia viene confermata o negata.

Alcuni tipi di ricerca, come la tomografia o le radiografie, non sono raccomandati per le donne in gravidanza: il rischio di esposizione pericolosa al feto è troppo alto.

complicazioni

È nelle donne in gravidanza che il cancro allo stomaco si presenta spesso con complicanze. Ciò è dovuto al carico massimo sul corpo, che, da un lato, ha il compito di trasportare il feto e, dall'altro, di superare il neoplasma maligno. Ecco perché nel processo della malattia possono apparire situazioni pericolose:

  • Sanguinamento dallo stomaco. Può essere causato dalla perforazione (perforazione) delle pareti del sacco gastrico o dal sanguinamento dal tumore stesso;
  • Stenosi. Crescendo, un tumore maligno può bloccare il passaggio agli intestini e interrompere il processo digestivo.

Tali situazioni richiedono il primo soccorso: imporre il ghiaccio, assicurare la pace e ricoverarsi urgentemente. E poi non fare a meno dell'intervento chirurgico.

Il cancro dello stomaco nelle donne in gravidanza è una malattia rara ma molto pericolosa con prognosi infausta. È difficile sopportare un bambino completamente sano e successivamente guarire dal cancro. Ma questi casi sono registrati. Molto dipende dal desiderio della futura madre di combattere per se stessa e per la vita del suo bambino non ancora nato. E, naturalmente, anche la fase in cui è stata rilevata la malattia gioca un ruolo importante. Se questa è la fase iniziale, ci sono possibilità di recupero.

trattamento

Il trattamento del cancro gastrico nelle donne in gravidanza ha diverse caratteristiche. Se la malattia viene rilevata in una fase precoce, il medico può suggerire alla donna di interrompere la gravidanza, perché il rischio per la salute è troppo grande. Se la malattia si trova nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, il trattamento non può essere dato fino alla consegna. Approccio individuale, lo studio di ciascun caso separatamente - il principio dei medici che monitorano le donne in gravidanza con cancro gastrico.

Cosa puoi fare

Un atteggiamento sensibile verso il proprio organismo, una visita precoce a un medico con sintomi allarmanti, e quindi un'attenta esecuzione delle istruzioni degli specialisti è la cosa principale che una donna incinta può fare se vuole preservare la vita e la salute per se stessa e il suo bambino non ancora nato.

Cosa fa il dottore

Esistono diversi modi per trattare l'oncologia, localizzata nell'area dello stomaco. Tuttavia, metodi collaudati come la chemioterapia e la radioterapia possono avere un impatto negativo sulla formazione e sullo sviluppo del feto. Questo è il motivo per cui la chirurgia è il più desiderabile, e talvolta l'unico modo per curare il cancro, soprattutto se l'obiettivo è quello di mantenere la gravidanza.

prevenzione

Non è necessario parlare di una specifica profilassi specifica per le donne in gravidanza, dal momento che la gravidanza stessa non causa il cancro. Uno stile di vita sano, l'uso della protezione solare, l'assenza di cattive abitudini, riducono il rischio di cancro sia per le donne in gravidanza che per altre categorie di persone. I fattori di rischio ereditari non possono essere prevenuti.

I sintomi del cancro intestinale nelle donne nelle prime fasi

La degenerazione di cellule normali in cellule cancerose può iniziare in qualsiasi parte del corpo. Gli scienziati non hanno ancora capito da cosa parte questo processo. Il più grave è il cancro dell'intestino - i sintomi nelle donne non si manifestano da molto tempo, ma è necessario sapere come rilevare la malattia in una fase precoce, quindi è possibile una cura.

Categoria speciale di persone

Le cause della comparsa di neoplasie maligne non sono state ancora completamente identificate. C'è un gruppo di persone che ha una predisposizione allo sviluppo di tali deviazioni. Hanno soprattutto bisogno di monitorare attentamente la loro salute, per notare l'aspetto dei cambiamenti nel corpo.

Persone con una predisposizione alla formazione di tumori cancerogeni nell'intestino:

  • avere una tale malattia in parenti stretti;
  • in presenza di virus papilloma;
  • nella vecchiaia;
  • durante l'aggiustamento ormonale con la menopausa;
  • avendo trascurato malattie croniche del tratto gastrointestinale, per esempio, pancreatite, ulcere, polipi;
  • con una dieta squilibrata - una piccola quantità di fibre vegetali, un largo uso di grassi animali;
  • utilizzare forti bevande alcoliche.

Questi sono solo alcuni dei fattori che, in determinate circostanze, possono causare la mutazione di cellule sane.

I medici hanno capito qual è il rimedio più efficace per i vermi! Secondo le statistiche, ogni 5 russi ha i vermi. Leggi di più una ricetta che ti aiuterà a purificare il corpo dei vermi in soli 7 giorni.

I primi segni

Per determinare l'aspetto delle cellule atipiche nell'intestino è quasi impossibile. I primi sintomi sono simili al disturbo digestivo più comune. I medici consigliano di prestare attenzione a tali segni:

  • pesantezza allo stomaco, non associata all'assunzione di cibo;
  • malessere che non ha causa, non è suscettibile di trattamento standard;
  • perdita di appetito;
  • rapida perdita di peso;
  • cambiamento nelle preferenze di gusto, avversione ai cibi grassi;
  • digestione alterata quando la stitichezza è sostituita da diarrea;
  • anemia da carenza di ferro;
  • aumento prolungato della temperatura senza motivo;
  • scarico di sangue durante i movimenti intestinali.

Nel cancro dell'intestino, spesso c'è una persistente avversione per la carne.

Questa condizione dovrebbe essere avvertita, soprattutto se c'è una predisposizione alla formazione di tumori. Per chiarire le ragioni di tali cambiamenti chiedere il parere di un medico.

Oltre ai sintomi intestinali specifici, ci sono segni minori che non possono essere trascurati. Questa è la pelle pallida, il dolore acuto nella regione pelvica, una sensazione di sovraffollamento nell'intestino. Devono prestare attenzione, soprattutto se non vengono trovate le ragioni di tali manifestazioni e vengono ripetute di nuovo.

Forse l'aggiunta di urina involontaria durante la defecazione, respiro pesante senza apparente motivo, ossa nelle ossa, che non è suscettibile di trattamento standard. Tali sintomi sono confusi con altre malattie, ma è meglio sottoporsi a un esame diagnostico per l'oncologia.

Manifestazioni della malattia

I sintomi del cancro intestinale nelle donne varieranno a seconda della posizione del tumore e dello stadio di sviluppo. Se l'intestino è danneggiato, prevalentemente a destra, sentirà dolore allo stomaco, diarrea, sangue nelle feci. Quando il tumore si trova sul lato sinistro, ci saranno eruttazioni, stitichezza, pesantezza allo stomaco e aumento della formazione di gas.

In ogni fase della malattia, si notano le sue manifestazioni associate ai cambiamenti che passano.

Sconfitta dell'intestino tenue

Le sezioni superiori dell'intestino sono raramente colpite da malattie oncologiche, in circa l'1,5% dei casi di tutte le malattie dei tumori dell'apparato digerente. Più spesso, la malattia colpisce le persone anziane, gli uomini soffrono di più. I primi segni di cancro in queste aree non sono chiaramente espressi, mal diagnosticati.

  • ingiallimento della pelle, bianco degli occhi;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • dolore nell'addome superiore a sinistra;
  • prurito della pelle.

Tali segni sono facilmente confusi con manifestazioni di colecistite, pancreatite. È particolarmente difficile per le persone che hanno queste malattie. Prendono l'insorgenza dei sintomi del cancro per aggravare le patologie esistenti.

La sconfitta del colon

Il danno a quest'area è caratterizzato da feci instabili, che indicano la sovrapposizione del lume nell'intestino con un tumore. Sulla stessa indicherà le masse fecali, lasciando sotto forma di un nastro. Spesso sulla superficie delle feci sarà visibile sangue. Nelle fasi successive, muco e pus si uniranno. Il peso può rimanere uguale o addirittura aumentare.

Il cancro del colon è meno comune tra i vegetariani che tra gli amanti della carne.

Con la distruzione dello sfintere anale, apparirà l'incontinenza intestinale di gas e di feci. C'è dolore quando si svuota, aumentando con l'aumentare della malattia. La germinazione del tumore attraverso le pareti intestinali dà segni di peritonite, poiché la cavità addominale è coinvolta. Quanto più la neoplasia è vicina all'ano, tanto più velocemente compaiono i segni di anomalie patologiche.

Caratteristiche del cancro intestinale nelle donne

È più difficile determinare i segni del cancro nelle donne, poiché molti processi nuovi si verificano nel corpo durante l'aggiustamento ormonale. Una neoplasia maligna può colpire i tessuti della vagina, la vescica. In questo caso, le donne avranno difficoltà a urinare, avere rapporti sessuali. Nell'ultima fase dello sviluppo del tumore, le fistole si formano in tali siti. Poi i gas intestinali, le feci e l'urina dell'ano lasciano la vagina.

È difficile riconoscere i segni di cancro intestinale. I sintomi nelle donne saranno specifici a causa dell'inclusione nel processo della vagina, della vescica. Ma la germinazione di un cancro nell'utero non mostra segni evidenti.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle perdite vaginali. Se è muco, pus, allora dovresti consultare immediatamente un medico.

Quando c'è un'ostruzione delle masse fecali nell'intestino a causa della sovrapposizione del suo tumore, appare un ritardo nelle feci. L'uso di un clistere in questo caso non aiuta. La sensazione di pienezza nello stomaco rimane. C'è una sensazione di dolore avvolgente nell'addome inferiore, che dà alla parte bassa della schiena. Questo è molto simile al dolore durante le mestruazioni, ma è un sintomo di oncologia.

Le donne spesso confondono queste sensazioni, le liberano con i farmaci. Vale la pena pensare alla comparsa di tali segni se non sono associati all'inizio di un certo giorno del ciclo.

Diagnosi della malattia

Stabilire la diagnosi corretta è molto importante, specialmente nelle prime fasi della malattia. Il complesso di misure per chiarire la diagnosi include uno studio delle dita della parte del retto per rilevare le formazioni. Viene utilizzata l'irrigoscopia: un esame a raggi X dell'intestino, nel quale viene iniettato un clistere con un clistere.

La condizione della mucosa consente di vedere la rectoromanoscopia e la colonscopia. Se necessario, prelevare un campione di tessuto per la ricerca. Per identificare la metastasi applicata alla tomografia. Assicurarsi di sottoporsi a un test per i marcatori tumorali, un'analisi delle feci viene eseguita per la rilevazione di sangue nascosto.

conclusione

Puoi dare una possibilità al tuo corpo se monitora attentamente la tua salute e consulta rapidamente un medico se sospetti una malattia. Molte patologie hanno gli stessi sintomi. Sono facilmente confusi anche da uno specialista, non è sempre possibile durante un esame rivelare lo stadio iniziale di una neoplasia.

Al fine di preservare la loro salute, le donne devono sottoporsi a controlli annuali presso il ginecologo, sono previste visite regolari nella sala d'esame. C'è la possibilità di identificare la malattia con tali esami. Le persone precedenti chiedono aiuto, maggiore è la possibilità di un esito felice. Il livello moderno di sviluppo della medicina può prolungare significativamente la vita dei pazienti, anche con tumori di grandi dimensioni.

I medici hanno detto quale rimedio è il principale nemico di parassiti e vermi nel corpo! Annoti presto in modo che tutti i parassiti scompaiano, bevi solo uno ordinario durante la settimana.

Le malattie oncologiche sono caratterizzate da un alto tasso di mortalità. Il numero di pazienti oncologici è in costante aumento e l'età delle persone colpite dal cancro diminuisce. Per non perdere tempo per il trattamento, è importante sapere quali segni del cancro intestinale sono caratterizzati in una fase precoce, in cui le neoplasie sono più comuni (nel colon o nell'intestino tenue), che esistono gruppi a rischio.

Cos'è il cancro dell'intestino?

È un cancro che si sviluppa come una degenerazione maligna delle mucose (epitelio ghiandolare) dell'intestino. I tumori dell'intestino tenue e del cieco sono rari, quindi il cancro dell'intestino si chiama tumore del colon-retto. Questa definizione si riferisce a due sezioni dei due punti: la colonna (i due punti) e il retto (diretto).

Non ci sono sintomi caratteristici inerenti solo a neoplasie intestinali maligne. Il quadro clinico è caratterizzato da una varietà di manifestazioni ed è simile ad altre malattie. I segni di cancro intestinale negli uomini, donne e bambini non sono diversi. Quando un tumore è danneggiato, l'integrità delle membrane mucose delle pareti intestinali è rotta. A causa del contenuto intestinale che entra nel sangue, si osservano numerosi sintomi clinici di intossicazione del corpo:

  • aumento della temperatura corporea;
  • debolezza, stanchezza;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • dolori articolari;
  • pallore, anemia dovuta alla perdita di sangue attraverso i capillari nelle pareti intestinali;
  • violazione del ritmo cardiaco e della respirazione.

A causa dell'infiammazione della membrana mucosa delle pareti intestinali, si verifica una violazione delle sue funzioni. C'è un quadro clinico che assomiglia a malattie infiammatorie o dissenteria. Questo stadio della malattia è caratterizzato da sintomi comuni di cancro intestinale in donne, uomini e bambini:

  • diarrea e stitichezza;
  • gonfiore al sito del tumore a causa della formazione di gas a causa del marciume del cibo;
  • dolore dopo aver mangiato a causa di disturbi della motilità intestinale;
  • la presenza nelle feci di impurità di sangue, muco, pus.

Con il progredire della malattia, le ulcere appaiono sulle membrane del colon, l'irritazione dei recettori del dolore e possono verificarsi metastasi. In questa fase della malattia, i sintomi di un tumore intestinale, che ricordano indigestione, infiammazione dell'appendice, pancreas, si uniscono ai precedenti:

  • nausea e vomito;
  • forte dolore addominale;
  • diarrea o stitichezza;
  • ruttare.

In caso di aderenze nel lume intestinale, si verifica un'ostruzione intestinale, il paziente ha segni di ulcera peptica: forte dolore dopo aver mangiato, una sensazione di pesantezza nell'addome che non scompare dopo lo svuotamento intestinale, costipazione. I segni di oncologia intestinale negli adulti e nei bambini sono mostrati nella tabella:

dolore alle articolazioni

pesantezza allo stomaco

diarrea o stitichezza

impurità di sangue o pus nelle feci

Primi sintomi

Per il successo del trattamento dei tumori maligni, è importante determinare la presenza di un tumore primario. Durante lo sviluppo dell'oncologia intestinale del paziente, i primi segni di cancro intestinale compaiono in una fase iniziale:

• aumento della temperatura corporea;

• debolezza, stanchezza;

• pallore della pelle;

• perdita di peso corporeo;

• Le feci diventano di colore scuro e contengono muco e sangue.

La natura dell'oncologia non è completamente compresa. Si ritiene che le cellule maligne compaiano al posto delle cellule normali in caso di perdita di resistenza agli antiblastomi (resistenza all'accumulo) da parte dell'organismo. Il ruolo della protezione è svolto dagli anti-oncogeni cellulari e dalle cellule killer. A causa della mutazione, l'anti-oncogene degenera in un oncogene, che è responsabile della formazione delle cellule tumorali. Il rischio di persone a rischio di malattia:

  • con deficit congenito di anti-oncogene;
  • esposto a oncogene virale (virus dell'herpes, papillomavirus, retrovirus);
  • a seguito di esposizione a un agente cancerogeno (chimico, fisico).

Si ritiene che i seguenti fattori di rischio contribuiscano all'insorgenza di tumori maligni:

  • la prevalenza nella dieta di grassi animali solidi, l'assenza o il basso consumo di fibre;
  • abuso di alcol;
  • il fumo;
  • l'obesità;
  • uso a lungo termine di antibiotici, esposizione all'amianto;
  • la presenza di polipi;
  • predisposizione genetica.

La patologia oncologica del colon e dell'intestino tenue nei bambini è rara. Esiste un'ipotesi non confermata secondo cui lo sviluppo di tumori intestinali in un bambino è possibile dopo l'infezione da batteri cancerogeni. Il cancro è più spesso rilevato nei bambini i cui genitori hanno neoplasie maligne intestinali. Il carcinoma intestinale può svilupparsi in un bambino dopo una gastrite cronica.

Quanto sta sviluppando

Per lo più il cancro dell'intestino si sviluppa dalla poliposi. La degenerazione dei polipi in un tumore maligno è un processo lungo, a volte richiede dai 5 ai 10 anni. Per lungo tempo, le cellule tumorali possono essere sulla superficie delle pareti intestinali, senza penetrare in profondità. Va ricordato che le forme tardive di cancro sono più difficili da trattare rispetto alla fase iniziale.

Determinare il grado di sviluppo della malattia è importante per trovare un metodo di trattamento. È consuetudine individuare le seguenti fasi della malattia:

  1. Il primo stadio. Il cancro è una piccola formazione mobile nella mucosa e nello strato sottomucoso. I linfonodi non sono interessati, le metastasi sono assenti.
  2. Il secondo stadio. Dalle immagini presentate nella foto si può vedere che la dimensione del tumore in questa fase della malattia varia da un terzo a metà del diametro dell'intestino. I linfonodi possono essere danneggiati, ma non si osservano metastasi tissutali.
  3. Il terzo stadio. La neoplasia è caratterizzata dalla dimensione di più della metà del diametro dell'intestino, oltre le pareti dell'intestino. Il tumore colpisce i linfonodi, ma non ci sono metastasi a distanza. A volte le aderenze intestinali interne si formano con altri organi, si osserva l'ostruzione dell'intestino tenue o crasso. Con la sconfitta dei linfonodi lungo il flusso sanguigno, le cellule tumorali si diffondono in tutto il corpo.
  4. Quarta tappa È caratterizzato dalla presenza di metastasi, spesso al fegato.

Come controllare l'intestino per l'oncologia

La diagnosi precoce aumenta le possibilità di recupero. Se si sospetta l'oncologia intestinale, è prescritto un esame del sangue e delle feci. Nell'oncologia intestinale viene rilevato un livello ridotto di emoglobina e sangue nascosto nelle feci. I seguenti metodi diagnostici aiutano a identificare il tumore:

  • sigmoidoscopia (per ispezionare le pareti intestinali ad una profondità di 30 cm);
  • colonscopia (per l'esame della sezione intestinale con una lunghezza di 1 metro);
  • irrigoscopia (esame a raggi X dell'intero intestino dopo la somministrazione di un isotopo radioattivo);
  • Ultrasuoni e risonanza magnetica (per rilevare la posizione delle metastasi).

Il tumore all'intestino viene trattato

Per combattere il cancro, è importante riconoscere l'oncologia intestinale in una fase precoce. In medicina esistono tecniche separate per il trattamento efficace del cancro senza metastasi e per i tumori che sono accompagnati da metastasi. A volte con danni estesi, gli interventi mirano ad alleviare i sintomi della malattia, ma in condizioni moderne la remissione può essere raggiunta nei casi più gravi.

Con la rilevazione tempestiva di oncologia intestinale, è possibile farlo solo con un trattamento chirurgico. In assenza di lesioni nei linfonodi vicini asportati, le procedure mediche non sono prescritte. In altri casi, si applicano i seguenti schemi:

  1. Per eliminare le cellule maligne rimanenti nel corpo, la chemioterapia viene prescritta quando i linfonodi colpiti vengono trovati dopo l'operazione.
  2. Quando viene rilevato un tumore di grandi dimensioni, prima dell'operazione vengono utilizzati preparati chimici per ridurre il numero di cellule tumorali e facilitare l'operazione.
  3. La radioterapia è utilizzata nel caso di cancro avanzato per ridurre le dimensioni del tumore e ridurre il dolore.

chemioterapia

Il trattamento con questo metodo viene effettuato in più fasi. Un ciclo di chemioterapia dura da uno a diversi mesi. Ai pazienti vengono prescritte pillole o farmaci per via endovenosa, durante il trattamento, i pazienti non possono essere distratti dalle normali attività. Quando la chemioterapia in pazienti con l'osservato: nausea, conati di vomito, perdita di appetito, diarrea, comparsa di ulcere in bocca, perdita di capelli.

Radioterapia

Il trattamento dura per un periodo da uno a due mesi. Per i pazienti, la radioterapia è indolore, ma ha effetti collaterali. Durante le procedure, i pazienti sperimentano: arrossamento della pelle, emorragie al sito di irradiazione, perdita di appetito, nausea, bavaglio e perdita di capelli. Dopo il corso, gli effetti collaterali scompaiono.

Chirurgia per rimuovere un tumore nell'intestino

La chirurgia è il trattamento principale per i tumori intestinali. La tecnica dell'operazione dipende dallo stadio della malattia e dall'intestino in cui si trova la neoplasia maligna:

  1. Nelle fasi iniziali, il tumore e i linfonodi attorno ad esso vengono rimossi.
  2. In caso di danni oncologici estesi, una sezione dell'intestino viene rimossa e si forma una colostomia - un'apertura intestinale viene rimossa nello stomaco. Nel cancro del colon, i chirurghi cercano di ripristinare il passaggio attraverso il tubo digerente.
  3. Se viene rilevata un'ostruzione intestinale a causa delle grandi dimensioni del tumore, l'intervento chirurgico viene utilizzato per creare anastomosi di bypass.

In assenza di metastasi e danni ai linfonodi dopo la rimozione del tumore, la recidiva della malattia può essere evitata. Nei casi più avanzati, dopo interventi chirurgici e conservativi, è possibile la recidiva del cancro. In presenza di metastasi dopo chirurgia e chemioterapia, il 30% dei pazienti continua a vivere per 5 anni. Per cinque anni, il tasso di sopravvivenza dopo il trattamento è:

  • 99% per il primo stadio;
  • 85% per il secondo;
  • 65% per il terzo.

prevenzione

Per prevenire la comparsa di tumori maligni hanno bisogno di mangiare cibi che contengono fibre (verdura, frutta), per ridurre il consumo di cibi grassi e alcol, smettere di fumare, regolarmente testati per la presenza di sangue nelle feci. È importante non ritardare la rimozione dei polipi quando vengono rilevati. Le persone con più di 40 anni e coloro i cui parenti hanno avuto oncologia o polipi dovrebbero assolutamente verificare con un gastroenterologo.

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Il cancro dell'intestino o del colon-retto è una malattia pericolosa e grave che viene diagnosticata nella parte femminile della popolazione e richiede un trattamento serio. Perché la prognosi sia positiva, è necessario identificare i sintomi del cancro intestinale nelle donne nelle fasi iniziali, il che non è sempre possibile.

Le malattie oncologiche appartengono alla categoria delle patologie gravi e intrattabili. Ciò è dovuto all'assenza di manifestazioni cliniche della malattia all'inizio del suo sviluppo. Tra tutte le patologie tumorali, il tumore all'intestino è al terzo posto.

Il gruppo a rischio è composto da pazienti di entrambi i sessi dopo 50 anni, ed è stato osservato che la malattia è rilevata nelle donne più spesso che negli uomini. Ciò è dovuto ad alcune differenze di genere (genere).

  • Tutte le informazioni sul sito sono solo a scopo informativo e NON SONO A manuale per l'azione!
  • Solo un MEDICO può darti un DIAGNOSI esatto!
  • Ti invitiamo a non fare auto-guarigione, ma a registrarti con uno specialista!
  • Salute a te e alla tua famiglia! Non perdere il cuore

Le donne sono intrinsecamente meno sensibili alle variazioni di benessere in virtù del suo rapporto di lavoro, quindi, anche se le manifestazioni cliniche iniziali della malattia non sono suscettibili di trascorrere del tempo in visite dal medico. Tuttavia, la diagnosi precoce dei sintomi può portare a una cura completa.

Video: Cancro all'intestino

Principali segni e sintomi

I tumori che si sviluppano in diverse parti dell'intestino tendono a crescere lentamente, quindi nella maggior parte dei casi la malattia viene riconosciuta nelle fasi successive dello sviluppo. Diagnosi del cancro del colon, sigma, cieco e del colon, come un'unità statistica - cancro intestinale, gli esperti indicano i sintomi e il meccanismo di sviluppo di queste malattie simili.

Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo del processo tumorale è caratterizzato da segni non specifici (generali) e specifici, l'aspetto di almeno uno dei quali dovrebbe essere la ragione per una visita immediata dal medico.

All'inizio dello sviluppo del cancro intestinale è difficile da riconoscere. Ciò è dovuto alla debole espressione dei sintomi primari, che sono anche caratteristici di molte altre malattie del tratto gastrointestinale.

Le manifestazioni cliniche sono i seguenti sintomi di cancro intestinale nelle donne:

  • disagio nel tratto gastrointestinale: eruttazione, bruciore di stomaco, pesantezza nell'addome;
  • gonfiore, flatulenza;
  • costipazione, che è caratteristica del cancro del colon e del colon sigmoideo;
  • diarrea (diarrea) - un sintomo di cancro di tutte le parti dell'intestino, in particolare il cancro dell'intestino tenue;
  • diarrea, intermittente con costipazione - un sintomo di cancro al colon;
  • debolezza e stanchezza;
  • perdita di appetito.

Sai cosa dovrebbe essere una dieta per il cancro dell'intestino crasso? Altro in questo articolo.

aspecifica

Nella fase iniziale dello sviluppo di questo tipo di tumore si verificano sintomi non specifici generali che sono molto simili ai sintomi di altre malattie più comuni: colite spastica, la malattia di Crohn, ulcere dello stomaco, diverticolite, colite ulcerosa. La diagnosi precoce comportamentale differenzia il cancro intestinale.

Dolore addominale

In tutte le forme di cancro intestinale, il dolore è presente. Il dolore ha una natura costante, dolorosa, non intensa. Non è collegato all'assunzione di cibo, e non ha alcuna localizzazione chiaro, quindi è stato associato con l'esacerbazione di gastrite, colite e altre malattie che spesso la ragione per la ricerca di un medico.

temperatura elevata

Lo sviluppo di un tumore del cancro provoca un processo infiammatorio nel corpo, la cui conseguenza è un aumento della temperatura. Sorge in indicazioni subfebrilla - 37-38 °, e ha un carattere persistente. Spesso la temperatura è mantenuta a 37,5 °. Questo sintomo dovrebbe essere una seria ragione per visitare un medico.

Problemi digestivi

Con lo sviluppo del cancro intestinale, sorgono sempre problemi digestivi. Sono manifestati da vari disturbi dispeptici: nausea, aumento della formazione di gas, gonfiore, vomito, alterazioni nelle feci (diarrea o stitichezza).

Perdita di peso

Questo sintomo compare sia nella fase iniziale che in quella successiva della malattia. La diminuzione del peso corporeo è dovuta all'indigestione, alla perdita di appetito, a seguito della quale il volume di assunzione di cibo diminuisce.

In una fase avanzata, la perdita di peso è una conseguenza dell'intossicazione, causata dallo sviluppo di un tumore e dal rilascio di sostanze tossiche.

Sangue nelle feci

Il segno più pronunciato è mucoso e sanguinante dal retto. Possono precedere un movimento intestinale, o risaltare durante questo processo. In questo caso, le masse fecali hanno un colore scuro e un odore sgradevole.

Come la proliferazione di malattie tumorali e secrezioni spiacevoli, il cui volume aumenta continuamente come la proliferazione di tumore miscelato con pus e sangue prende la forma di coaguli di sangue. La consistenza delle feci cambia e il paziente è accompagnato da una spiacevole sensazione che nel retto ci sia sempre un oggetto estraneo.

Maggiori informazioni sulla chemioterapia per il cancro del colon sono descritte qui.

I sintomi del cancro intestinale nei 4 stadi della malattia sono descritti in dettaglio qui.

Altri sintomi

Insieme con i segni generali che indicano lo sviluppo del cancro intestinale nelle donne, si possono osservare altri sintomi raramente manifestati, a volte chiaramente indicando l'esistenza di questa malattia.

Questi includono:

  • la presenza di impurità patologiche nelle feci (sangue, muco e in uno stadio avanzato e pus);
  • lo sviluppo dell'anemia, che è una conseguenza dell'intossicazione del corpo, abbondante perdita di sangue (escreta dal retto), carenza di ferro;
  • lo sviluppo di ascite - un aumento del liquido nella cavità addominale, che appare a causa di lesioni peritoneali;
  • comparsa di sindrome ostruttiva - restringimento (otturazione) del lume intestinale dovuto ad un aumento delle dimensioni del tumore;
  • l'apparizione di secrezioni sanguinolente, il cui volume aumenta col tempo, è una conseguenza della perforazione dell'intestino da parte delle metastasi o dell'emorragia profusa;
  • la comparsa di dolore nella regione lombare, sacrale, coccige, ano;
  • difficoltà a urinare a causa della crescita eccessiva del tumore.

All'ultimo stadio, a causa della metastasi del tumore a vari organi, si osserva perforazione della vescica e della vagina. In questo caso, le donne possono avere masse e gas fecali dall'uretra e urina dal retto.

Il tumore all'intestino è una malattia grave che porta tormenti inumani ai pazienti, quindi è importante diagnosticarlo nelle sue fasi iniziali al fine di superare la malattia e salvare vite umane.

Caratteristiche di diagnosi e trattamento del cancro del colon-retto durante la gravidanza

Il cancro e la gravidanza sono uno dei problemi più difficili e controversi dell'oncologia. Ciò vale sia per la manifestazione clinica di un tumore maligno sullo sfondo della gravidanza, sia per la gravidanza in un paziente precedentemente sottoposto a trattamento per un tumore. In entrambi i casi, le questioni mediche, sociali ed etiche sono intimamente intrecciate.

Né le fonti letterarie nazionali né straniere su questo argomento emotivo, a volte tragico, non danno raccomandazioni inequivocabili, inoltre, spesso si contraddicono a vicenda. La ragione della mancanza di prove scientifiche convincenti è l'evidente comportamento non etico delle sperimentazioni cliniche. La maggior parte delle pubblicazioni su questo argomento sono presentate sotto forma di recensioni di letteratura o descrizioni di casi individuali. Che dire di un medico che viene avvicinato da una donna incinta con un tumore maligno? Qual è la risposta a una giovane donna che aveva precedentemente ricevuto un trattamento radicale per il cancro, non ha segni di progressione e vuole avere un figlio? Quale potrebbe essere il rischio di recidiva della malattia, deformità evolutive del feto? Quando posso consigliare una gravidanza?

epidemiologia
Il cancro è la seconda causa di morte per le donne di età compresa tra 20 e 39 anni, mentre lo sviluppo di un tumore maligno complica 1 su 1000 gravidanze. Il più delle volte la gravidanza è combinata con il cancro del seno, della cervice, della tiroide, del linfoma, del melanoma e della leucemia. Allo stesso tempo, il 15% delle gravidanze termina in aborto spontaneo [1-2].
Nel 2014, nella struttura dell'incidenza del cancro tra le donne, il cancro del colon-retto (CRC) in Ucraina prende il 3 ° (colon) e il V (retto). Secondo il National Cancer Registry dell'Ucraina, oltre il 40% dei casi di CRC sono rilevati nella fase III-IV della malattia.
Tra i pazienti con cancro del colon, il numero di donne supera il numero di uomini. L'età media dei pazienti al momento del riconoscimento della malattia è di 60 anni, e dal numero di casi, solo il 2,5-3,6% è in età riproduttiva [3].
Il cancro del colon-retto durante la gravidanza è molto raro - nello 0,002% dei casi [4].
La letteratura descrive circa 300 casi di una combinazione di CRC con gravidanza. L'età media dei pazienti affetti da CRC associata alla gravidanza è di 31 anni (da 16 a 48 anni) [5].

clinica
Il quadro clinico della CRC non è diverso nelle donne in gravidanza. Violazioni della funzione di evacuazione motoria dell'intestino (stitichezza, diarrea), nausea, perdita di peso, cambiamento delle condizioni generali, secrezione di sangue scuro dalle feci, muco, sindrome del dolore nello stomaco, retto - sintomi simili mascherati dal corso della gravidanza e dai sintomi della gestosi nella prima metà della gravidanza.
Il tumore, che colpisce il fianco destro, si sviluppa in modo sintomatico lentamente, è caratterizzato da un tumore palpabile e segni di anemia. Con la localizzazione del tumore nel fianco sinistro del colon spesso si sviluppa un'ostruzione intestinale acuta.

Sanguinamento rettale, anemia, nausea e vomito dovrebbero allertare il medico, non dovrebbero essere immediatamente attribuiti alle manifestazioni della gravidanza.

Un medico di qualsiasi specialità deve essere attento alle caratteristiche presentate nella Tabella 1.

A causa della rarità dei casi e del decorso latente del CRC nelle donne in gravidanza, il 54,5% dei casi viene diagnosticato solo nel terzo trimestre e nel primo periodo postparto.

La diagnosi è meno frequente nel secondo trimestre di gravidanza e solo nel 17% dei casi nel primo trimestre.
Da una revisione di 39 casi di CRC durante la gravidanza condotti da Bernstein, è chiaro che il gruppo principale di pazienti di nuova diagnosi ha già il cancro di stadio II e superiore (Duchi di classe B e superiori). La percentuale di casi per fasi è stata la seguente: Duchi di classe A - 0 (0%), Duchi di classe B - 16 (41%), Duchi di classe C - 17 (44%), Duchi di classe D - 6 (15%).
Allo stadio III-IV del processo tumorale, allo sviluppo dell'ostruzione intestinale, alla perforazione del tumore della parete intestinale, o già allo stadio del processo metastatico, è stata fatta una diagnosi nel 59% delle donne in gravidanza.
Pertanto, l'oncologia dovuta alla gravidanza è molto più alta rispetto alle donne non gravide. In considerazione di quanto precede, è imperativo condurre lezioni su oncologia di ostetrici-ginecologi: una storia completa che tenga al fine di identificare i fattori di rischio, un esame fisico (specialmente del perineo, aree inguinali), un esame clinico completo.

diagnostica
La diagnosi di CRC in una donna incinta comprende 5 componenti principali:
1) raccolta di anamnesi;
2) esame fisico (con esame rettovaginale obbligatorio);
3) esame endoscopico con una biopsia da un tumore;
4) determinazione dell'antigene embrionale del cancro del siero - CEA (valore prognostico);
5) visualizzazione degli organi addominali (determinazione della prevalenza del processo).
Come sai, CRC è più comune nelle persone con più di 50 anni. Nelle donne in età fertile, CRC ereditario non polipo, poliposi familiare o polipo diffuso del colon, adenoma del colon, colite ulcerosa e malattia di Crohn sono principalmente rilevati. Per diagnosticare la CRC è obbligatorio un esame rettovaginale di una donna incinta. L'esame rettale manuale deve essere effettuato in una posizione laterale, nella posizione del ginocchio-gomito e accovacciata.

Va tenuto presente che nell'80% dei casi, il cancro del retto, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza, può essere identificato nelle prime fasi con il metodo dell'esame rettale digitale.

L'uso del test dell'emoculo (rilevazione del sangue nascosto nelle feci) è il metodo di screening primario per i gruppi a rischio, con un risultato positivo, dovrebbe essere eseguita la fibrocolonoscopia (FCC). La colonscopia con una biopsia da una massa tumorale è il gold standard per la diagnosi di CRC. Ma durante la gravidanza ci sono controindicazioni relative. Sono possibili i seguenti effetti avversi: distacco della placenta dalla pressione meccanica sull'utero, trauma secondario al feto dovuto a ipotensione materna e ipossia [7, 8]. È obbligatorio tenere una conversazione con una donna incinta su questa procedura, indicando i rischi e i benefici. Per motivi di sicurezza, si raccomanda di eseguire FCC senza anestesia, ma con monitoraggio cardiaco dell'attività cardiaca fetale.
Carcinogenesi CRC durante la gravidanza non è ben compreso a causa di problemi etici e deontologici. Tuttavia, sono stati pubblicati numerosi studi che descrivono che le cellule tumorali durante la gravidanza hanno recettori ER (estrogeni) e PgR (progesterone). Gilhud nel suo studio ha ricevuto il 42,8% di risultati positivi alla PgR nei tumori del colon e del retto, il che potrebbe spiegare la diagnosi tardiva di CRC durante la gravidanza. Ma in un recente studio condotto da Slattery (n = 156), solo un PgR è stato trovato in un tumore del colon in un paziente e ER non è stato trovato in nessun caso [9].
Pertanto, i risultati per i tumori ormonali positivi sono molto controversi.
Il CEA è un indicatore non specifico e non può essere utilizzato come test di screening. Il CEA può essere non particolarmente elevato durante la gravidanza. La determinazione ripetuta del CEA dovrebbe essere eseguita solo per identificare la dinamica del processo tumorale [10]. La definizione di altri marcatori standard in CRC non ha significato clinico.
La tomografia computerizzata durante la gravidanza, specialmente nel primo trimestre, è strettamente controindicata a causa di effetti teratogeni [11, 12].
Per valutare la diffusione di CRC e metastasi nelle donne in gravidanza, vengono utilizzati l'esame radiografico degli organi della cavità toracica, l'ecografia pelvica e addominale o l'ecografia transrettale e la risonanza magnetica (limitata) [13, 14].

trattamento
Non esistono schemi standard di consegna e tattiche mediche in una situazione clinica così complessa. Tenendo conto degli effetti avversi della gravidanza sul decorso clinico della CRC, è necessario convincere la donna dell'opportunità di iniziare il trattamento dal momento in cui viene diagnosticato il cancro, ed è meglio interrompere la gravidanza, specialmente nel primo e nel secondo trimestre; la presenza di cancro scarsamente differenziato a causa della prognosi estremamente scarsa per la madre e il feto è un'indicazione per la cessazione della gravidanza in qualsiasi momento e l'inizio del trattamento immediato [15, 16].
La tattica di trattamento della CRC è determinata dall'età gestazionale del feto, dallo stadio del tumore e dalla presenza di indicazioni per le cure operative di emergenza o programmate.

Nella prima metà della gravidanza (fino alla 20a settimana), anche con un feto vitale, se viene rilevato un CRC, il clinico è obbligato a raccomandare l'interruzione della gravidanza e la rimozione del tumore. Se viene rilevato un tumore nella seconda metà della gravidanza (dopo la 20 ° settimana), la consegna è raccomandata a 32-34 settimane con il successivo trattamento chirurgico pianificato secondo gli standard ESMO.

L'isterectomia deve essere eseguita se il tumore si diffonde nell'utero e minaccia la vita della madre e del feto. Tuttavia, la madre deve essere informata di tutte le conseguenze di tali tattiche di trattamento. Il consenso della madre deve essere documentato per iscritto [17].
È importante notare che abbastanza spesso nelle donne in gravidanza con CRC, metastasi nelle ovaie (25%) sono rilevate rispetto alle donne non gravide - 3-8%, e il tasso di sopravvivenza nelle donne in gravidanza è solo 3-12 mesi [1, 5, 6].
Molti autori raccomandano salpingoovarectomia bilaterale insieme alla rimozione del tumore. Anche in questo caso, il permesso della madre è obbligatorio [18-21].
Tuttavia, questa operazione ha portato ad un aumento degli aborti spontanei, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza. Nesbit et al. Si raccomanda di eseguire, insieme alla rimozione del tumore, una biopsia ovarica a forma di cuneo bilaterale con uno studio esplicito del materiale con una successiva decisione sulla loro rimozione (con coinvolgimento nel processo). Le ovaie salvate con assenza morfologicamente confermata di metastasi possono dare a una donna una possibilità di maternità surrogata [22].
La chemioterapia di una forma localizzata di CRC (Dukes C), rilevata nel II trimestre III della gravidanza, dopo la fase chirurgica del trattamento, viene solitamente posticipata al periodo postparto.
Sullo sfondo della gravidanza, l'uso del 5-fluorouracile e dei suoi derivati, antracicline o chemioterapia contenente platino sia nel modo adiuvante che con lo scopo palliativo, può essere somministrato solo dopo il primo trimestre con un rischio relativo per il feto con basso peso [23, 24, 25]. Non ci sono dati disponibili sulla sicurezza dell'uso di irinotecan, oxaliplatino, cetuximab o bevacizumab durante la gravidanza [24].
La radioterapia è molto importante per i tumori del retto degli stadi Duke B2, C. Questo metodo di trattamento in donne in gravidanza con CRC è raccomandato per l'uso solo nel periodo postpartum, dal momento che il feto non è protetto dai raggi [23, 26, 27].
risultati
Le donne in gravidanza con cancro del colon-retto in generale hanno una prognosi sfavorevole. Chan nel suo articolo riporta 42 casi di CRC in donne in gravidanza. 23 (56%) di questi pazienti sono deceduti prima della pubblicazione dell'articolo. Il tasso mediano di sopravvivenza non superava i 5 mesi. Solo un paziente con un tumore del colon ha vissuto per 3,5 anni, ma ha avuto diverse recidive del tumore dopo il trattamento chirurgico. Nessun paziente ha vissuto per più di 5 anni [28].

Quindi, il processo decisionale sulle questioni sollevate sopra dovrebbe essere collegiale - con il coinvolgimento obbligatorio dell'oncologo, ostetrico-ginecologo, radiologo, chemioterapista, morfologo e pediatra. Le tattiche diagnostiche e terapeutiche dovrebbero essere discusse in dettaglio con il paziente e i suoi familiari.

letteratura
1. Pentheroudakis G. Pavlidis Cancro e gravidanza: Poemamagna, non più // Rivista europea del cancro. - 2006. - Vol. 42. - problema 2. - P. 126-140.
2. Koren G., Lishner M., Santiago S. (2005) The Motherisk Guide to Cancer in Pregnancy and Lactation (Seconda edizione). Toronto, Canada. Programma di Motherisk.
3. Curado, M.P., Edwards, B., Shin, H.R., Ferlay, J., Heanue, M., Boyle, P., Storm, H. Incidenza del cancro in cinque continenti // IARC. Pubblicazione scientifica. - Lione. - 2007. - Vol. IX. - № 160. - 897 p.
4. Girard R.M., Lamarche J., Baillot R. Carcinoma del colon associato alla gravidanza: relazione di un caso. Dis Colon Rectum. 1981; 24: 473-475.
5.Bernstein, M.A., Madoff, R. D., Caushaj, P.F. Tumore del colon e del retto in gravidanza // Malattie del colon Retto. - 1993. - Vol. 36. - P. 172-178.
6. Vishnevskaya E.E. Cancro e gravidanza. - Minsk: Higher School, 2000. - 319 p.
7. Cappell M.S. Endoscopia gastrointestinale in pazienti ad alto rischio. Dig Dis.1996: 14; 228-244.
8. Melmed A.D. Principi e tecniche di anestesia in gravidanza. In: Cherr S.T., Merkatz I.R., eds. Complicazioni della gravidanza: mediche, chirurgiche, ginecologiche, psicosociali e perinatali. 4a ed. Baltimora, Maryland: Williams e Wilkins; 1991.
9. Slattery M.L., Samowitz W.S., Holden J.A. Recettori degli estrogeni e del progesterone nei tumori del colon. Am J ClinPathol. 2000: 113; 364-368.
10. Fletcher R.H. Antigene carcinoembrionico. Ann Intern Med. 1986: 104; 66-73,4
11. Brent R.L. Teratogenesi delle radiazioni. Teratologia. 1980: 21; 281-298.
12. Brent R.L. L'effetto è su embrionale, microonde e ultrasuoni. Semin Oncol. 1989: 16; 347-368.
13. Lees W.R. Ultrasuoni di fegato e milza. In: Sutton D., Isherwood I., Forbes W. et al., Eds. Un libro di testo di radiologia e imaging. 5a ed. Edimburgo, NY: Churchill Livingstone; 1993.
14. Nies C., Leppek R., Sitter H. et al. Resezione del carcinoma colorettale Eur J Surg. 1996: 162; 811-816.
15. Dobrodeev A.Yu. Gravidanza e cancro del tratto gastrointestinale // Siberian Journal of Oncology. - 2003. - № 3. - p. 37-39.
16. Chan Y.M., Ngai S.W., Lao T.T. Cancro del colon in un rapporto sulla gravidanza // Journal of Reproductive Medicine. - 1999 - Vol. 44. - P. 733-736.
17. Walsh C., Fazio V.W. Cancro del colon, del retto e dell'ano durante la gravidanza: GastroenterolClin North Am. 1998: 27; 257-267.
18. Knoepp L.F. Jr, Ray J.E., Overby I. Metastasi ovariche da carcinoma del colon-retto. Dis Colon Rectum. 1973: 16; 305-311.
19. Mason M.H. 3 °, Kovalcik P.J. Metastasi ovariche da carcinoma del colon. J SurgOncol. 1981: 17; 33-38.
20. Pitluk H., Poticha S.M. Carcinoma del colon e del retto in pazienti di età inferiore ai 40 anni. Surg Gynecol Obstet. 1983: 157; 335-337.
21. Recalde M., Holyoke E.D., Elias E.G. Carcinoma del colon, del retto e del canale anale in pazienti giovani. Surg Gynecol Obstet. 1974: 139; 909-913. Cliniche del Nord America. - 1998. - Vol. 27. - P. 257-267.
22. Nesbitt J.C., Moise K.J., Sawyers J.L. Carcinoma colorettale in gravidanza. Arch Surg. 1985; 120: 636-640.
23. Cappell M.S. Carcinoma del colon durante la gravidanza // Cliniche di gastroenterologia del Nord America. - 2003. - Vol. 32. - P. 341-385.
24. Cardonick E., Iacobucci A. Uso della chemioterapia durante la gravidanza umana // The Lancet Oncology. - 2004. - Vol. 5. - Pag. 283-291.
25. Janne P.A., Rodriguez-Thompson D., Metcalf D.R. et al. Per un piccolo paziente durante la gravidanza: un rapporto sul trattamento chemioterapico durante la gravidanza // Oncologia. - 2001. Vol. 61 (3). - P. 175-183.
26. Kal H.B., Struikmans H. Radioterapia durante la gravidanza: realtà e finzione // The Lancet Oncology. - 2005. - Vol. 6. - Iss.5 - P. 328-333.
27. Weisz B., Meirow D., Schiff E. et al. Impatto e trattamento del cancro durante la gravidanza // Revisione dell'esperto della terapia antitumorale. - 2004. - Vol. 4. - P. 889-902.
28. Chan Y.M., Ngai S.W., Lao T.T. Tumore del colon in gravidanza: un caso clinico. J Reprod Med. 1999: 44; 733-736.

  • il numero:
  • Numero tematico "Oncologia" № 4 (40) dicembre 2015 p.

STATUS FOR THEMIC Oncologia ed ematologia

Il cancro del falco è un problema serio nel nostro paese in Ucraina. U 2015 r. In Ucraina, ci sono stati 3477 colpi nel cancro dello scagnozzo, 1862 donne sono morte. Il coinvolgimento di Tobto è diventato di 9,6 per 100 tis. popolazione, mortalità - 5,1 per 100 tis. popolazione. Gli Stati Uniti hanno ripreso il cancro di una diga di verro da un cinch degli anni '80 e dal 2008-2012 p. Era 12,1 per 100 mila. popolazione. Il giorno medio di diagnostics - 63 pietre (la prima metà dei bambini con la prima diagnosi - 55-64 giorni)..

Per rispettare, la biblioteca dell'oncologo per il seno 2018 rock. È preparato per i pagrim della National Science Academy della Biblioteca dell'Ucraina.

Infezioni fungine invasive (ISI) aumentano la morbilità, la mortalità, la durata del ricovero in ospedale e i costi ad esso associati nei pazienti ematologici con grave immunodeficienza. Questi pazienti hanno un gran numero di fattori di rischio interconnessi per lo sviluppo di IHI, come barriere anatomiche compromesse, soppressione della risposta immunitaria, neutropenia indotta da chemioterapia, insufficienza renale o epatica, iperglicemia e malattia da trapianto contro ospite, così come trattamento con antibiotici ad ampio spettro o corticosteroidi, impostazione centrale cateteri venosi.

Trombocitopenia - tse gruppo zapvoryuvan in sindromi, segno anomalo di ob'єdnanih: l'evidenza della sindrome emorragica, che si sviluppa a seguito di una diminuzione del numero di piastrine nel sangue periferico