Ci prendiamo cura di TE!

Valea è un posto dove si incontrano donne che la pensano come loro - donne che sono sopravvissute al cancro al seno. Un luogo in cui è possibile ottenere supporto, attenzione, consulenza qualificata.

Siamo orgogliosi che la più vasta gamma di prodotti - intimo, arti e accessori artificiali, abbigliamento per la casa e abbigliamento sportivo - per le donne dopo mastectomia e altri interventi al seno - sia presentata nella catena di negozi Valea.

Questo è il motivo per cui abbiamo creato il blog Valea, un progetto senza scopo di lucro progettato per aiutare te e migliaia di altri nostri compatrioti a rendere le loro vite confortevoli e soddisfacenti. Valea è un posto che non può essere cambiato. E non voglio!

Di nuovo a casa! Segreti di pulizia dopo l'intervento chirurgico al seno

Congratulazioni, sei di nuovo a casa!
Che piacere rivisitare nei muri nativi - e che casino! Non affrettarti a pulire le pentole e pulire la polvere. Prenditi qualche minuto per leggere questo articolo e scoprire come ora gestisci la tua famiglia in modo da non danneggiare la tua salute e salvare il corpo della forza necessaria per un recupero completo dopo l'operazione.

Prima di tutto, devi ricordare 3 cose che non puoi fare in ogni caso!

1. Per sovraccaricare il braccio.
2. A lungo essere con le mani in giù.
3. Surriscaldare l'area operata.
Questi tre punti riguardano assolutamente tutte le azioni che esegui, comprese le faccende domestiche. Gli exploit paese, è auspicabile in genere rinviare per un anno o due, e meglio per sempre.

Shopping. Non sei un cavallo da tiro, non un asino o un dumper di chiatta sul Volga. Forse te ne sei dimenticato prima. Ora, dopo l'operazione, è ora di sentirlo e realizzarlo. Resta una principessa, per una volta. Nella mano operata, puoi trasportare un massimo di 1 kg! Ripeti la lettera: oh-and-n! In un anno sarà possibile aumentare il carico a 3 kg - ma non di più. Anche la seconda mano dovrà essere salvata - è consentito prenderla non più di 5-6 kg alla volta. È meglio inoltre recarsi al negozio (che è utile!) Oppure, se vivi in ​​una grande città, ordina i prodotti a casa tua da un negozio online.

Lavaggio e stiratura. Ora, nella felice età delle casalinghe, quasi tutti hanno lavatrici. Usali per tenere le mani. Anche molti tessuti delicati vengono perfettamente lavati con una macchina da scrivere, con l'aiuto di borse speciali e coperture per il lavaggio. Per i reggiseni fatti uscire dai robusti contenitori del telaio. L'unica eccezione è la protesi in silicone e la guaina di compressione: devono essere lavati e lavati solo a mano.
Usa l'ammorbidente e asciuga le cose grandi (magliette, vestiti, camicie) sui ganci - non devi stirarli molto. La biancheria da letto può essere portata nella lavanderia, e puoi semplicemente... piegarla e metterla nell'armadio - senza stirare. Vedrai, il cielo sulla terra per questo non collasserà. Sono i vicini che fanno (e invidiano il cuore!). Se hai ancora bisogno di stirare alcune cose, non stare con il ferro per più di 20-30 minuti consecutivi, anche se non lo trattieni nella mano operata. Cerca di non usare la funzione vapore. Il surriscaldamento, che inevitabilmente si presenta, è molto pericoloso!

Pulizia. È possibile mantenere pulita una casa o un appartamento, richiedendo solo 15 minuti di pulizia al giorno? "Fly Lady" dì di si! Il sistema Fly Lady - la "casalinga volante" - è stato creato da un'americana, Marly Zilli, per aiutare tutte le donne del mondo che vogliono vivere pulite e confortevoli, ma non vogliono passare tutto il loro tempo a mantenerle. Questo sistema si basa sul principio della pulizia per "zone": il primo giorno si pulisce il lavandino per brillare, al secondo si pulisce il corridoio e così via. Ogni zona ha il suo chiaro algoritmo di azioni - cosa è cosa. È permesso non spendere più di 15 minuti su tutto di tutto al giorno. Il movimento Fly Lady è popolare in tutto il mondo, ci sono molti siti web su Internet dedicati a questo sistema. Se lo desideri, puoi conoscere dettagliatamente questo sistema e metterlo in servizio.

Cooking. Stare ai fornelli non è il modo migliore per prendersi cura della propria salute. Agitazione costante, calore, vapore: tutto questo è uno stress enorme e del tutto inutile per l'area operata. Multicooker nelle tue mani! Il cibo è cotto al suo interno, come in una stufa russa: più lento che su una stufa normale, ma le vitamine vengono risparmiate e l'olio non è necessario. Nutrizione dietetica! Non c'è bisogno di mescolare: mettere tutti gli ingredienti nella ciotola e chiudere il coperchio. Dopo il momento giusto, il dispositivo ti informerà della prontezza del piatto, e se non rispondi, passerà alla modalità di riscaldamento e manterrà il cibo caldo per molte ore. Puoi cucinare un pasto con un ritardo - per esempio, il porridge al mattino. In una pentola a cottura lenta, fai bollire, friggi, passa il tempo, infornare, spezzettare, fare la zuppa e lo yogurt fatto in casa. Le ricette di Multicooker abbondano, sono anche facili da trovare su Internet.
Attualmente, ci sono molti modelli sul mercato - sia costosi che abbastanza economici. Nonostante la differenza di prezzo, funzionano sullo stesso principio. L'unica differenza è nel set di firmware.

Non dimenticare di mettere spesso le mani sulla pedana e riposare. Inoltre al mattino, dopo il sonno, e durante il giorno, è necessario eseguire più spesso la ginnastica per la mano operata. Una serie di esercizi può essere trovata qui.

Più scarichi il braccio, meno è probabile che svilupperai edema post-operatorio - linfedema. Tuttavia, è meglio essere al sicuro e, almeno per il primo anno dopo l'operazione, fare tutte le faccende domestiche, e ancora di più il cottage estivo in una speciale manica a compressione. Maggiori informazioni sulla manica di compressione qui e qui.

Ricorda: sei solo, l'altro no. Abbi cura di te!

Vita dopo mastectomia

La mastectomia è un tipo di chirurgia in cui il tessuto mammario viene parzialmente o completamente rimosso per salvare la vita del paziente. La riabilitazione dopo mastectomia richiede molto tempo. Di regola, la mastectomia con chirurgia plastica simultanea è prescritta per:

  • malattie oncologiche della fase ghiandola mammaria 2-4
  • mastopatia trascurata
  • ascessi e infiammazioni purulente in cui si verifica la rottura del tessuto
  • ai fini della prevenzione, quando un'alta probabilità di sviluppare il cancro al seno è stabilita mediante analisi genetiche

Di norma, le malattie riguardano una delle ghiandole mammarie, pertanto la mastectomia sul seno viene eseguita su un lato. In casi molto rari, entrambi i seni vengono rimossi (quando il processo si è diffuso ai tessuti adiacenti).

Tipi di mastectomia

Molte donne comprendono per mastectomia la completa rimozione del seno, pensano che il seno non possa essere ripristinato dopo una mastectomia. Tuttavia, in chirurgia è un complesso di varie operazioni, tra cui:

  1. Rimozione parziale del tessuto (lumpectomia). Solo una lesione viene rimossa dalla ghiandola mammaria - un nodulo fibroso, infiltrato purulento o un tumore maligno determinato nelle prime fasi della malattia.
  2. Semplice mastectomia sottocutanea. Tutto il tessuto mammario ghiandolare e possibilmente un po 'di grasso viene rimosso.
  3. Mastectomia radicale di tipo modificato. La ghiandola mammaria viene rimossa completamente insieme ai linfonodi ascellari, ma i muscoli pettorali rimangono intatti.
  4. La mastectomia radicale è totale. La ghiandola mammaria viene rimossa insieme ai linfonodi e ai muscoli pettorali.

Nella maggior parte dei casi, l'operazione è preceduta da un trattamento conservativo e da una serie di studi diagnostici.

Gruppo di rischio per complicazioni

Molto spesso, le complicanze dopo mastectomia mammaria si verificano nelle donne:

  • fascia d'età dopo 60 anni
  • sovrappeso
  • avere un seno grande (più grande della 4a taglia)
  • soffre di malattie croniche concomitanti del cuore e dei vasi sanguigni, fegato, reni, polmoni, diabete mellito
  • Corsi di radioterapia e chemioterapia prima dell'intervento

Nella prevenzione delle complicazioni, molto dipende dalla professionalità del medico, ma i propri sforzi non sono meno importanti. È necessario essere raccolti, seguire attentamente tutte le raccomandazioni mediche e avere un atteggiamento psicologico per il recupero.

Conseguenze della mastectomia

Questa operazione è uno dei complessi interventi chirurgici. Viene eseguito per diverse ore in anestesia generale. Pertanto, il ripristino richiede molto tempo. Dopo una mastectomia, il paziente ha un ampio campo di ferita che richiede cure adeguate. Certamente, questa operazione non è sempre senza complicazioni.

  1. Complicazioni postoperatorie precoci e tardive.
  2. L'insorgenza di recidiva di malattia maligna.
  3. Grave stress psicologico associato a perdita di attrattiva e disabilità.

Tutti sanno chi è avvisato è armato. La donna per essere una mastectomia dovrebbe essere consapevole delle possibili conseguenze dell'operazione e dei metodi per superarle.

Complicazioni precoci

Nel primo periodo dopo la mastectomia, si distinguono i seguenti tipi di complicanze:

  1. Bleeding. Sorgere per diversi motivi: scarsa coagulazione del sangue, divergenza della cucitura, vaso sanguigno non suturato. Per fermare l'emorragia, si usa il bendaggio, con scarsa coagulabilità, si prescrive farmaci. Se la causa del sanguinamento è una nave che trasuda, eseguire una seconda operazione.
  2. La linfoterapia si trova spesso nella mastectomia, perché i vasi linfatici vengono asportati insieme alla ghiandola mammaria. Per superare gli effetti della chirurgia nella ferita, il drenaggio è stabilito. Con una forte linfoterapia, viene eseguita una puntura.
  3. L'infezione della ferita può verificarsi per una serie di motivi: violazioni delle regole di asepsi (misure per prevenire le infezioni) durante l'intervento chirurgico o durante il processo di legatura, la pelle del paziente può essere la fonte di infezione. Per prevenire l'infezione del campo operatorio prima e dopo l'intervento chirurgico, viene prescritto un ciclo di terapia antibiotica.

Conseguenze tardive

In un periodo più remoto, un paziente che ha subito una mastectomia può sperimentare:

  1. Linfedema dopo mastectomia degli arti superiori. Dopo l'intervento chirurgico, il sistema linfatico non si riprende per molto tempo, il deflusso della linfa è difficile. Molti pazienti presentano gonfiore dopo mastectomia della zona della spalla, sentono dolore in questa zona e mobilità limitata. A volte la mano dopo una mastectomia inizia a manifestare una mancanza di nutrienti, questo porta a gravi disturbi trofici e alla presenza di linfostasi (arto gigante). Questa malattia è molto difficile da trattare, il restauro del seno è quasi impossibile. Per la prevenzione della linfostasi, al paziente viene prescritto un corso di vitamine per ripristinare il trofismo e massaggiare le mani dopo la mastectomia per normalizzare il drenaggio linfatico.
  2. Erisipela. Un altro tipo di complicanza associata a fluido linfatico alterato. Un tipo specifico di streptococco entra nel tessuto con trofismo alterato, che provoca lo sviluppo di un processo infettivo. Febbre del paziente, mal di testa, brividi, nausea, arrossamento e gonfiore dell'arto. Erisipela è trattata con antibiotici. È importante iniziare a prenderli all'inizio della malattia, altrimenti c'è una minaccia di ascesso o sanguinamento.
  3. Formazione di cicatrici cheloidi dopo la rimozione del seno. Sul sito delle cuciture a causa della violazione del trofismo dei tessuti possono verificarsi cicatrici ruvide. Provocano dolore durante lo spostamento e impediscono il flusso linfatico. Sono rimossi dall'asportazione.
  4. Restrizione della mobilità dell'articolazione della spalla, perdita della sensibilità della pelle. Di norma, un trattamento intensivo e un massaggio aiutano a ripristinare la mobilità articolare e la sensibilità della pelle delle spalle.
  5. Dolori fantasma. Alcuni pazienti lamentano dolore ricorrente nel sito di asportazione del seno. In questo caso, viene prescritto un ciclo di sedativi e massaggio medico.

Il recupero rapido dopo la mastectomia dipende non solo dal medico, ma anche dalla paziente stessa.

Ricorrenza del cancro al seno

Recidiva nella maggior parte dei casi si verifica 6-12 mesi dopo l'operazione per rimuovere la ghiandola mammaria. Può colpire la stessa ghiandola, i vasi linfatici vicini e gli organi lontani - il cervello, i reni, il sistema osseo e così via. La recidiva è sempre più aggressiva del cancro primario. Quali sono le sue cause?

  1. Nella diagnosi, non sono state rilevate singole cellule tumorali, quindi il loro trattamento non le ha influenzate.
  2. L'operazione di mastectomia è stata eseguita al 3 ° stadio dello sviluppo del cancro, quando ha acquisito un decorso sistemico.
  3. La forma del tumore (spesso scarsamente differenziata) influenza anche l'insorgenza di una recidiva.
  4. La presenza di metastasi nei linfonodi regionali.
  5. Mancanza di trattamenti specialistici dopo la mastectomia.

Secondo le statistiche, se una donna non ha subito radiazioni e chemioterapia dopo l'operazione, la probabilità di recidiva aumenta al 40-60%. È molto importante completare il trattamento. Le stesse statistiche mostrano che dopo il trattamento la probabilità di recidiva è ridotta al 10%.

Gli oncologi determinano il tempo di insorgenza di recidiva del cancro al seno con una soglia di 5 anni. Se durante questo periodo non c'era un singolo focus del processo maligno, il cancro è considerato sconfitto.

Sintomi di ricaduta

Come riconoscere l'insorgenza di recidiva del cancro? Ci sono alcuni sintomi che dovrebbero essere allarmanti:

  • comparsa di indurimento nei linfonodi
  • arrossamento e gonfiore al sito di un seno remoto
  • la comparsa del rash
  • frequenti mal di testa e disturbi neurologici
  • dolore alle ossa e alle articolazioni
  • fegato ingrossato, comparsa di liquido nell'addome (ascite)
  • tosse, mancanza di respiro, comparsa di striature di sangue nell'espettorato
  • sintomi comuni del cancro: debolezza, improvvisa perdita di peso, nausea, mancanza di appetito

Per diagnosticare la recidiva del cancro, TC e MRI, mammografia, biopsia, esame ecografico, diagnostica a raggi X, test di laboratorio sono utilizzati.

Non disperare quando si rileva la recidiva del cancro. La medicina moderna ha nel suo arsenale abbastanza metodi per affrontarlo. La tattica del trattamento si basa su:

  • corso di radioterapia
  • uso di farmaci chemioterapici
  • trattamento ormonale
  • mastectomia radicale (se prima è stata eseguita una rimozione parziale del tessuto e si è verificata una recidiva in questo luogo)
  • terapia target (rimozione mirata del tumore a livello molecolare)
  • uso di droghe in accordo con i sintomi

Quando si verifica una recidiva, la terapia sistemica viene prescritta per distruggere le cellule tumorali. Nei casi difficili, quando il trattamento non ha effetto, al paziente viene prescritto un trattamento palliativo, che mira a ridurre la sofferenza e mantenere una qualità della vita.

Superare lo stress psicologico

Le donne sopportano appena l'operazione stessa, ma la consapevolezza che si può mettere una croce sulla loro attrattiva e sessualità. Sì, e la diagnosi di cancro al seno sembra una frase. Con suo shock, costante ansia e paura, non dovrebbe essere lasciata sola. Prendono da lei le forze vitali che sono necessarie per combattere la malattia.

Un costume speciale dopo la mastectomia aiuterà a nascondere tutti i difetti che compaiono nel seno dopo la rimozione. Ci sono costumi da bagno dopo una mastectomia con fissazione moderata e migliorata, di diverse dimensioni e colorazioni. È anche possibile in negozi specializzati acquistare altre mutande per donne dopo l'intervento.

Durante la riabilitazione, il sesso per una donna è controindicato. Il sesso dovrebbe essere annullato per circa 2-3 mesi. Può sembrare a una donna che non ha più bisogno di sesso, ma dopo che le sue condizioni sono migliorate e lei può già vivere una vita piena, il sesso diventa parte della sua vita. Una donna può anche dare alla luce, ma l'allattamento al seno non lo è.

Inoltre, per le donne dopo una mastectomia, viene offerto un massaggio speciale in modo che la linfa non ristagni.

Il cibo durante il periodo di riabilitazione dovrebbe essere vario e di alta qualità. Se la nutrizione è inadeguata, il periodo di riabilitazione potrebbe essere ritardato.

L'aiuto di uno psicologo medico professionista aiuterà a superare lo stress nel periodo postoperatorio. Aiuterà a raggiungere le riserve interne del corpo e costruire una nuova vita dopo la mastectomia. Dovrebbe essere un posto:

  • prendersi cura del proprio aspetto
  • faccende domestiche familiari
  • hobby preferito
  • cura della famiglia
  • atteggiamento positivo
  • regime giorno corretto e buona nutrizione
  • aiutare le altre persone

Per quanto riguarda l'esterno, non puoi preoccuparti. Chirurgia del seno con l'aiuto di chirurghi plastici aiuterà a ripristinare completamente il seno e rendere una donna attraente. La mastoplastica viene trasferita abbastanza facilmente. Dopo l'operazione, dovrai ripetere il periodo di riabilitazione, che dura da 2 a 6 mesi. La mammoplastica ha controindicazioni e costi da 150 mila rubli. Prima dell'intervento chirurgico, si dovrebbe sottoporsi a una diagnosi completa del corpo, e quindi il medico stabilirà se la mammoplastica è possibile o meno.

Vitalità, buona nutrizione, ottimismo e il giusto umore: la parte del leone del successo nella lotta contro le complicanze postoperatorie e le ricadute del cancro al seno.

Cosa non può essere dopo una mastectomia?

La mastectomia è un trattamento radicale per il cancro al seno e comuni processi infiammatori purulenti nel seno. Negli ultimi anni, questo intervento è raccomandato anche per le donne con un alto rischio genetico di sviluppare un processo oncologico. Nonostante il fatto che questa operazione sia eseguita per motivi di salute, ci sono malattie e condizioni in cui non può essere fatto.

Mastectomia: controindicazioni al trattamento

Le controindicazioni relative sono malattie come:

  • Insufficienza circolatoria scompensata;
  • Diabete severo;
  • Insufficienza renale o epatica cronica;
  • Disturbi circolatori del cervello;
  • Patologia del sistema di coagulazione del sangue.

Se il paziente ha una di queste malattie, la questione dell'intervento può essere risolta positivamente solo quando lo stato è stabilizzato.

Le controindicazioni assolute includono stati come:

  • Esteso gonfiore al seno;
  • La presenza di metastasi nei linfonodi regionali, complicata dal gonfiore del braccio sul lato colpito;
  • Infiltrazione del tumore nel tessuto circostante.

Controindicazioni dopo mastectomia

Per garantire un regime di riabilitazione ottimale dopo la mastectomia e rafforzare le difese del corpo, una donna che si è sottoposta a un intervento chirurgico deve seguire scrupolosamente le raccomandazioni del medico curante. L'elenco delle controindicazioni dopo la mastectomia è piuttosto esteso, ma la loro conformità è un prerequisito per il rapido recupero e la prevenzione della recidiva della malattia.

Dopo l'intervento chirurgico non è raccomandato:

  • Dormire sul lato dal lato affetto (questo può portare alla compressione del sistema linfatico e aumentare l'edema postoperatorio);
  • Per sollevare pesi con la mano sul lato dell'operazione (durante il primo anno dopo l'operazione - più di 1 kg, quindi entro cinque anni - più di 2 kg);
  • Fare lavori legati al rimanere in pendenza con le braccia distese (lavare a mano, lavorare in giardino);
  • Esposto alla luce diretta del sole;
  • Per visitare un bagno, una sauna.

Un fattore importante nella lotta contro il cancro al seno è un atteggiamento psicologico positivo. Nel frattempo, i pazienti sottoposti a mastectomia spesso provano ansia, paura e un senso di inferiorità. Al fine di ridurre il disagio psicologico, le donne che si sottopongono a rimozione del seno sono raccomandate di chirurgia ricostruttiva per aiutare a ripristinare il volume e la forma del seno. Questo intervento chirurgico consente ai pazienti di ritrovare la fiducia in se stessi e liberarsi dei loro sentimenti di inferiorità.

Tutte le domande relative alla ricostruzione del seno possono essere richieste ad un chirurgo praticante, il vincitore multiplo del concorso "Casi complicati di chirurgia del seno ricostruttiva" Azimova Early. Iscriviti per una consulenza telefonica o tramite il sito web.

Vita dopo mastectomia: regole di base

In alcuni casi, la rimozione della mammella è l'unico modo per prolungare la vita di una donna. Ma la particolarità di questa operazione è che dopo una mastectomia una donna si sente "buttata fuori" dal solito ambiente sociale e sociale. Ma una persona può abituarsi a molte cose. Pertanto, la mancanza di seno non dovrebbe impedire di godersi la vita, avere una famiglia e lavorare. Come aiutare te stesso su questo percorso?

Cambiamenti anatomici e psicologici dopo mastecomia

Durante la mastectomia, viene eseguita la rimozione parziale o completa della ghiandola mammaria, dei linfonodi vicini e dei muscoli pettorali. Tale operazione viene eseguita non solo per il trattamento del cancro al seno, ma anche per le infezioni purulente nelle ghiandole mammarie, il sarcoma, un alto rischio di recidiva del cancro e una predisposizione ereditaria alla malattia.

Dopo una mastectomia, i seni della donna perdono la loro forma precedente e anche la mobilità del braccio all'altezza della spalla viene interrotta. I cambiamenti che si sono verificati possono portare a invalidità parziale, problemi psicologici.

Per continuare a condurre una vita piena, una donna dovrà riconsiderare il suo atteggiamento verso il mondo, le parole e le azioni delle persone. Lo stimolo principale in questo dovrebbe essere la consapevolezza che l'operazione le ha permesso di salvarle la vita. Secondo le statistiche, entro 5 anni dopo una mastectomia, la recidiva della malattia è possibile. Una donna che ha vissuto per più di 5 anni può tranquillamente dire che ha vinto il cancro.

Le regole di base della vita dopo la mastectomia

Queste regole aiuteranno ad evitare il ritorno della malattia, ripristinare la forza fisica dopo la rimozione del seno e rafforzare il sistema nervoso. Per questo è necessario:

  • Cambia la modalità del giorno. Dormi 7-8 ore al giorno sulla schiena o sul lato "sano". Prima di coricarsi, fai una doccia calda, dirigendo l'acqua, prima di tutto, sui punti dolenti. La doccia e il bagno sono proibiti. La mano del paziente dopo la mastectomia dovrebbe essere sulla pedana (sul cuscino) al fine di normalizzare la circolazione e il deflusso della linfa.

Non sollevare pesi, non stringere troppo il braccio. Durante il primo anno dopo una mastectomia, fino a 1 kg può essere indossato su un braccio dolorante, fino a 2 kg - nell'arco di quattro anni e non più di 3-4 kg durante la vita.

Dopo il lavoro fisico fai ginnastica, mani automantenanti. Assicurarsi che la mano dolorante non sia bloccata da vestiti o accessori. Non è inoltre raccomandato misurare la pressione, iniettare e fare un esame del sangue sul braccio dopo la mastectomia. Devi proteggere la tua mano dai danni mentre lavori e sei in luoghi affollati.

Dopo il lavoro, è necessario rimuovere il reggiseno con una protesi e indossare abiti di cotone.

  • Mangia bene e dimagrisci
  • Impegnarsi nella terapia fisica. Dopo 7-8 giorni dall'operazione per rimuovere la ghiandola mammaria, iniziare a eseguire un complesso di esercizi terapeutici al fine di ripristinare al massimo la mobilità della mano dopo una mastectomia e migliorare la condizione generale. Una serie di esercizi richiederà al medico curante. Dopo 2-3 mesi dopo l'intervento, è possibile iniziare l'allenamento in piscina.
  • Impara come rimuovere il sovraccarico fisico e psico-emotivo.
  • Fai ciò che ami.
  • Guarda il tuo aspetto.
  • Visita regolarmente il medico per gli esami preventivi. È necessario un urgente bisogno di consultare un medico se, dopo l'intervento chirurgico nella zona del braccio, sono apparse sensazioni dolorose di natura tiroidea.

Restauro della forma del seno dopo mastectomia

Uno dei modi per nascondere la caratteristica dell'aspetto da occhi indiscreti dopo l'operazione è indossare protesi rimovibili. Tuttavia, la moderna chirurgia oncoplastica consente non solo di curare il cancro, ma anche di ripristinare la forma del seno dopo il trattamento del cancro al seno.

La scelta del metodo di recupero dopo mastectomia dipende da diversi fattori, tra cui la posizione e le dimensioni del tumore. È più facile eseguire il recupero immediatamente dopo la rimozione del tumore, fino a quando le cicatrici non appaiono sul sito del tessuto rimosso. Per il restauro possono essere utilizzati tessuti locali, cerotti provenienti da siti distanti, impianti o sostituzione del volume resecato della ghiandola mammaria.

Come vivere una donna dopo una mastectomia

Cancro al seno Il cancro non c'è più: il petto è stato rimosso. Come evitare il recupero della malattia e tornare alla vita normale?

Negli ultimi decenni, è stato fatto un grande progresso nella medicina nella diagnosi e nel trattamento del cancro al seno: molte donne dopo la mastectomia riprendono un vero ritmo di vita e non affrontano mai più il cancro. In oncologia, c'è una pietra miliare di cinque anni, superata la quale, una donna è considerata completamente guarita.

Condizione psicologica dopo l'intervento chirurgico

L'unica cosa triste è che il momento di consapevolezza del cancro al seno e il successivo trattamento sono molto difficili e dolorosi per la donna, le conseguenze rimangono. Subito dopo la mastectomia, c'è un alto rischio di depressione a causa di un grave stress psicologico causato dall'operazione paralizzante: alcune persone vicine non sono private di eiclime; Purtroppo, a volte, tali pregiudizi portano alla disintegrazione della famiglia. Inoltre, la depressione può essere causata da un cambiamento forzato dello stile di vita, che si verifica a causa della debolezza del paziente e dell'incapacità di svolgere precedenti doveri domestici. Questo uscire dalla carreggiata influenza fortemente la psiche della donna e le impone di rivedere anche i valori e gli atteggiamenti della vita nei confronti del mondo che la circonda, così come le parole e le azioni dei propri cari.

Nel superare tutte queste difficoltà, il ruolo dei medici curanti, dei colleghi, dei compagni e dei medici di famiglia è molto importante, perché dopo una mastectomia si forma una nuova immagine della vita sociale, è necessario modellarla positivamente. Molto di ciò dipende dalla donna stessa, meno drammatica dalla mastectomia, più è probabile il sostegno da parte della famiglia.

Dopo un tempo di rimozione del seno a livello di fisiologia e anatomia, compaiono malfunzionamenti, disturbi che portano ad una diminuzione della capacità lavorativa. Le donne si chiedono: come continuare una vita attiva e lavorare?

Dopo il tumore al seno, per prevenire le recidive, aumentare la forza, le prestazioni e l'umore, rinnovare la gioia della vita, è necessario prendersi cura di quanto segue:

  • allocazione significativa del tempo, così preziosa per un malato di cancro: non si può perdere un minuto per cercare di ripristinare il corpo con mezzi sospettosi "miracolosi", si dovrebbe procedere immediatamente ad un programma di trattamento appositamente "Radicale", così come al complesso sistema onkonet antineoplastico;
  • ristrutturazione del giorno;
  • regolazione della modalità di alimentazione;
  • stabilizzazione del peso;
  • lezioni di fitness;
  • aumento della resistenza allo stress;
  • l'assegnazione del tempo per un hobby;
  • controlli regolari dal medico.

Regole per il recupero nervoso e fisico

osservare il sonno, dormire almeno otto ore in una stanza fresca ben ventilata;

  • docce calde prima di dormire;
  • per normalizzare la circolazione e il deflusso del linfoma, la mano del paziente a letto dovrebbe essere posizionata su un'altura, ad esempio un cuscino;
  • dormire sul dorso o sul lato, che è opposto al lato del lato operato, in modo che il peso corporeo non schiacci i vasi del braccio dolorante durante il sonno, dal lato in cui è stato rimosso il seno;
  • Modalità di sospensione

    per le sensazioni dolorose sotto forma di lombaggine nella zona operata del torace, del braccio, dell'area sopra la spalla, non è necessario posticipare una visita dal medico, poiché questo può essere un sintomo di broncoplexite - infiammazione del plesso brachiale;

  • limitare il trasferimento e l'elevazione di oggetti pesanti, se possibile, anche limitare la tensione del braccio rimuovendo il cancro. Quando i muscoli si caricano aumenta, è necessaria più ossigeno, cioè un flusso sanguigno maggiore verso l'arto, che non è utile per la linfa che è già traboccante di sangue venoso, durante il suo deflusso è ostacolata;
  • si ritiene che il carico della mano da cui è stata eseguita l'operazione debba essere aumentato gradualmente: non superare 1 kg per il proseguimento del primo anno, 2 kg per il proseguimento dei successivi quattro anni, quindi fermarsi definitivamente di 3-4 kg;
  • non partecipare a lavori dove è necessario prendere una posizione inclinata con le braccia abbassate. Questo è necessario per prevenire il ristagno linfatico nei vasi linfatici dell'arto malato;
  • fare esercizi, ginnastica dopo lo sforzo fisico, auto-massaggio delle mani. Dovrebbe anche essere elevato, con un angolo di 10-15 gradi;
  • quando fai i compiti (in giardino, lava, lava i piatti), specialmente con l'uso di prodotti chimici, devi indossare guanti protettivi;
  • cuci, mettendo un ditale;
  • proteggiti dalle punture di insetti applicando spray e creme speciali;
  • evitare la donazione di sangue, misurare la pressione sanguigna, fare iniezioni sul braccio, dal lato del quale è stato rimosso il cancro al seno;
  • Tenere la mano dolorante dal morsetto, tenere traccia dei polsini ampi su un maglione o una maglietta, le coppe delle spalle e altri indumenti non devono essere tagliati sulla spalla. I gioielli e gli orologi da polso non dovrebbero stringere saldamente la mano;
  • preparare il cibo con cura per evitare ustioni e morire il sole, per cui si dovrebbe indossare un panama e una manica lunga in vestiti durante il tempo soleggiato;
  • Temperatura dell'acqua durante il lavaggio delle stoviglie

    monitorare la temperatura dell'acqua quando si lavano i piatti, il bagno: non dovrebbe essere caldo. Dopo la rimozione del seno, le procedure di sauna e bagno sono vietate, ed è meglio sostituire il bagno con una doccia;

  • proteggere un braccio dolorante da varie lesioni: abrasioni, punture, tagli, ecc., perché altrimenti può portare a erisipela - l'aspetto e l'aumento del gonfiore della mano;
  • se una ferita alla mano dalla rimozione del cancro al seno è stata comunque consentita, la ferita deve essere pulita con acqua corrente e trattata due volte con una soluzione antisettica, se il rossore della mano è iniziato, il dolore è apparso, l'edema, la temperatura corporea è salito, si dovrebbe contattare immediatamente uno specialista;
  • quando si utilizza un reggiseno con una protesi, dovrebbe essere rimosso il più possibile, dare riposo al corpo;
  • in luoghi affollati, in mezzo alla folla, è necessario proteggere la mano dolorante in modo sano, per una maggiore sicurezza.
  • Durante il periodo di recupero è utile applicare un complesso di ginnastica medica, questo aiuterà a ripristinare il volume dei movimenti delle mani, mantenendo la postura, la coordinazione dei movimenti, la normalizzazione della respirazione e lo stato nel suo complesso. È più utile condurre la ginnastica due volte al giorno - al mattino e a mezzogiorno. Molto utile per ripristinare le funzioni motorie di un arto dolente sono esercizi in piscina, che possono essere avviati già 2-3 mesi dopo l'intervento chirurgico per rimuovere un seno.

    La riabilitazione del seno dopo mastectomia è necessaria?

    Nella stragrande maggioranza dei casi, la mastectomia è necessaria per quei pazienti che si trovano ad affrontare tumori dipendenti dal cancro, oltre ad algoritmi purulenti acuti al torace. Come parte di questo intervento, il seno viene rimosso, così come parti di quei tessuti che si trovano nelle immediate vicinanze. Questi sono linfonodi succlavia e ascellare. Data la natura radicale del processo presentato, dopo di esso sarà necessaria una lunga riabilitazione, che dovrebbe essere monitorata da uno specialista del seno.

    Tassi di riabilitazione

    Durante i primi giorni dopo la rimozione del seno, la donna si trova di fronte alle sensazioni più difficili e dolorose. Quindi, c'è bisogno dell'uso di farmaci analgesici, ma solo di quelli che sono nominati personalmente dall'oncologo o mammologo. Dopo il terzo giorno, le sensazioni dolorose diventano gradualmente meno significative.

    Devi seguire determinate regole che sono standard. È attraverso tali attività che la riabilitazione è completa, ad esempio:

    • È necessario salire dopo l'implementazione della mastectomia nel modo più calmo possibile - non si devono effettuare movimenti bruschi, non è consigliabile sollevare le braccia sopra la testa, lo stesso vale per i pesi;
    • sono necessarie le medicazioni regolari e l'aspirazione del sieroma sotto la pelle, che si verifica dopo che i tubi di drenaggio sono stati rimossi;
    • se il fluido è concentrato e non assorbito, deve essere rimosso con uno speciale ago di aspirazione.

    A questo intervallo di tempo, sulla base dei risultati dei test, della biopsia, degli esami condotti, viene prescritto un successivo ciclo di trattamento. Stiamo parlando di chemioterapia, terapia ormonale, radioterapia e trattamento combinato.

    Pieno recupero dopo mastectomia sul piano fisico e assenza di complicanze critiche, diventa possibile solo dopo due mesi, almeno una volta e mezza.

    Altre sfumature

    Prima di tutto, va notato che il problema principale per la grande maggioranza delle donne dovrebbe essere considerato non tanto la sofferenza fisica, quanto psicologica. Secondo i dati della ricerca, la depressione si verifica nel 65% delle donne sottoposte a mastectomia. Ciò aggrava notevolmente l'algoritmo di guarigione stesso, aumenta notevolmente l'affaticamento ed esacerba le forze protettive del corpo.

    Qualsiasi sfogo di sentimenti, anche negativi, è la prova che una rappresentante femminile sta lottando attivamente per la vita e le sue condizioni si riveleranno ottimali nel tempo. Molto peggio (e questo deve essere necessariamente ricordato dai parenti), quando una donna si ritira in se stessa, è indifferente a tutto. In questa situazione, la comunicazione con uno specialista, vale a dire uno psicologo o uno psicoterapeuta, è assolutamente necessaria. In media, come notano gli esperti, occorrono almeno dai tre ai sei mesi per completare l'adattamento psicologico a questo stato.

    È indispensabile stanziare fondi per una protesi di alta qualità. Un'opzione ancora più efficace sarebbe la ricostruzione del seno dopo una mastectomia, che permetterà a una donna di sentirsi di nuovo una donna. Si consiglia di acquistare biancheria intima speciale dopo l'intervento chirurgico e fare tutto il possibile per garantire che la donna sia in grado di vivere nel modo più confortevole possibile. Elementi importanti che implicano la riabilitazione dopo l'aumento del seno e altri interventi dovrebbero includere il fatto che:

    1. una donna dovrebbe essere in grado di curare autonomamente la cicatrice lasciata dopo l'intervento;
    2. è obbligato, per quanto possibile, a prendersi cura di sé, per esempio, per tre anni di non sollevare il carico, con un peso totale di più di un kg;
    3. a lei non è raccomandato di svolgere lavori di casa difficili, soprattutto nella posizione di un tipo obliquo, in particolare, per fare il bucato, per lavare i pavimenti, per occuparsi del giardino.

    È ugualmente importante considerare le raccomandazioni presentate qui per le donne che hanno un linfodema. Riguarda il ristagno della linfa, o linfostasi, nell'arto superiore dal lato dove è stata eseguita l'operazione.

    Parlando di nutrizione, va notato che l'esclusione della sovralimentazione è un criterio importante, per portare la categoria di peso a uno stato normale, per utilizzare un alimento completo, sano e eccezionalmente fresco.

    È necessario escludere qualsiasi prodotto affumicato, cibo salato e anche cibo in scatola. Si raccomanda di limitare il massimo grado di dolce, dessert. Tuttavia, questo non significa che in alcuni casi è inaccettabile utilizzare un pezzo di qualcosa di gustoso, esclusivamente per il proprio piacere.

    Il divieto assoluto, quando la riabilitazione è richiesta dopo la mastectomia, dovrebbe essere considerato una rinuncia all'alcool e alla dipendenza da nicotina. Tra le ulteriori restrizioni - è necessario eliminare completamente i viaggi al bagno e alla sauna. Inoltre, sarebbe molto più corretto sostituire il bagnoschiuma con una doccia ordinaria. A quel tempo, come il nuoto e la cultura fisica sarà permesso di fare dopo un certo periodo di tempo dopo la guarigione assoluta di una ferita acquisita.

    Cos'altro dovrebbe essere ricordato

    Affinché la riabilitazione sia completa, si raccomanda di tenere conto di altre raccomandazioni aggiuntive. Ad esempio, il fatto che dopo l'oncologia e la mastectomia non sia desiderabile rimanere incinta. Questo è associato a un'improvvisa ristrutturazione dell'ordine ormonale nel corpo femminile. Questo potrebbe essere il principale fattore scatenante per il ritorno della malattia.

    Durante il primo anno dopo la mastectomia posticipata, si raccomanda di visitare il mammologo almeno una volta nell'arco di tre mesi. Se parliamo dei prossimi cinque anni, è consigliabile farlo ogni sei mesi. Ulteriori visite al mammologo saranno ottimali una volta all'anno. Allo stesso tempo, un oncologo deve essere consultato periodicamente quando il paziente riceve una qualsiasi, anche la più insignificante, indicazioni o prescrizioni di un altro specialista in relazione al trattamento di qualsiasi condizione patologica. Possiamo parlare di farmaci, procedure di fisioterapia, il corso di ricezione di modulatori immunitari.

    Ogni dettaglio può essere importante e decisivo nel caso in cui si tratti di migliorare la salute di una donna dopo una mastectomia.

    Tenuto conto di tutto ciò, va notato che una corretta riabilitazione: l'osservanza di tutte le raccomandazioni mediche, il sostegno dei propri cari e la fiducia nel proseguimento della vita permetteranno a una donna di riprendersi nel più breve tempo possibile.

    Domande al medico sulla riabilitazione dopo mastectomia

    Riabilitazione dopo la rimozione del seno

    Abbiamo parlato con il dottore, il candidato di scienze mediche, il professore associato Shabanova Oksana Antonovna e abbiamo chiesto di rispondere ad alcune domande importanti sul periodo di riabilitazione e di ritornare alla vita piena delle donne che hanno subito un intervento chirurgico di rimozione del seno.

    Oksana Antonovna, quale complesso di misure riabilitative viene mostrato nel periodo postoperatorio? Quali sono le controindicazioni e le limitazioni?

    Innanzitutto, discutiamo su quali sono i principali cambiamenti nel corpo di una donna:

    • Rigidità della spalla e postura scorretta
    Una delle complicazioni del trattamento radicale del cancro al seno è la rigidità dell'articolazione della spalla come risultato del processo di cicatrizzazione in quest'area. Le manifestazioni cliniche di rigidità sono dolori quando si cerca di tirare e alzare una mano. La rigidità della spalla e la postura scorretta vengono eliminate con successo durante gli esercizi di ginnastica terapeutica, una serie speciale di esercizi in acqua, l'uso di bende elastiche e un correttore di posizione.

  • Gonfiore linfatico, linfostasi
  • Per aumentare l'efficienza dell'operazione, durante una mastectomia, vengono rimossi non solo i linfonodi, i vasi e, se necessario, parte dei muscoli principali del pettorale e i tessuti della cartilagine. Come conseguenza dell'operazione, c'è una difficoltà nel deflusso della linfa, si accumula nell'area dell'intervento chirurgico e dell'arto superiore, può essere rilasciata dalla ferita postoperatoria sotto forma di imparai, e successivamente si manifesta come una febbre linfatica della mano.

    Una delle gravi complicanze del trattamento antitumorale radicale del carcinoma mammario è lo sviluppo dell'edema linfatico (linfedema secondario) dell'arto superiore sul lato dell'operazione. Allo stesso tempo, subito dopo la mastectomia radicale, il periodo di latenza può variare da 1-2 settimane a diversi anni. I pazienti con edema tardivo nella maggior parte dei casi rivelano una violazione del deflusso venoso nel segmento ascellare-succlavia della vena, che è spiegato dallo sviluppo di cambiamenti cicatriziali.

    La prevenzione e il trattamento dell'edema linfatico degli arti superiori sono parte integrante della riabilitazione. La tattica della riabilitazione e la sequenza delle procedure possono variare a seconda della presenza di complicanze associate (erisipela) e dello stadio dell'edema. Per consolidare i risultati del trattamento, è indispensabile indossare un manicotto di compressione. L'uso di un manicotto per linfostasi non elimina il problema stesso, ma in breve tempo apporta sollievo al paziente: alleviare rapidamente ed efficacemente il gonfiore, ridurre il dolore, migliorando notevolmente la qualità della vita.In tutte le fasi del processo di sviluppo, vengono mostrate idrocinesiterapia in condizioni di piscina e ginnastica terapeutica. la condizione di cui è anche l'uso di un manicotto di compressione.

    Controindicazioni nel trattamento dell'edema linfatico: - I pazienti con recidiva / metastasi non devono essere sottoposti a terapia per la rimozione di edema linfatico in modo da non provocare un'ulteriore diffusione del tumore;

    - I pazienti con una storia di malattie cardiovascolari, oltre a ricevere anticoagulanti, devono sottoporsi a uno studio ecografico e Doppler prima del trattamento per escludere la trombosi venosa profonda. Durante il trattamento, devono superare tempestivamente tutti i test necessari (tempo di protrombina, ecc.;

    - Se il dolore si verifica, il trattamento deve essere interrotto fino a quando le cause sono chiarite e il dolore si arresta;

    - Erisipela è anche una controindicazione all'uso della terapia compressiva;

    • Hydrokinesis (piscina)
    Dopo l'operazione di rimozione della ghiandola mammaria, i medici curanti e i fisioterapisti raccomandano di iniziare a nuotare il prima possibile.Tutti i tipi di nuoto sono consigliati per esercizi terapeutici, ma prima di tutto - rana. Regolari lezioni di nuoto lunghe in modalità risparmio comportano un rafforzamento del corpo fisico e una postura migliore.

  • Ginnastica terapeutica
  • Dopo l'intervento, le donne hanno spesso problemi di colonna vertebrale, mal di schiena, spalle e muscoli. Pertanto, si raccomanda di fare ginnastica. È necessario essere impegnati regolarmente nel pomeriggio per 10-15 minuti in un'area ben ventilata e in abbigliamento comodo.

    La riabilitazione dopo la mastectomia può essere eseguita rapidamente ed efficacemente attraverso i moderni mezzi di protesi. La protesi scelta correttamente non solo consente a una donna di sentirsi sicura, ma è anche un agente terapeutico e profilattico che promuove un rapido adattamento postoperatorio. Tale protesi compensa uno squilibrio di peso, prevenendo le deformità secondarie del corpo (postura scorretta, curvatura della colonna vertebrale, abbassamento delle spalle, ecc.).

    Le controindicazioni all'esprostetica sono:

    - progressione della malattia di base;

    - ricaduta nella cicatrice postoperatoria;

    - complicanze dopo trattamento complesso: la divergenza dei bordi della ferita postoperatoria a seguito di cicli ripetuti di polichemioterapia o radioterapia su un programma radicale;

    Oltre alle esoprotesi scelte correttamente, le lini speciali sono di grande importanza, la cui funzione principale è la fissazione affidabile dell'esprotesi. I reggiseni speciali sono progettati per essere utilizzati insieme alle protesi e offrono la sicurezza e il comfort necessari quando si indossano queste protesi. I cinturini di un design speciale: hanno un rivestimento, sono espansi nella zona della spalla, non tagliano la pelle, riducono la pressione sulle spalle, prevenendo il linfedema. Il reggiseno dovrebbe adattarsi saldamente in modo che quando si muove e si piega, la protesi non cambia posizione. La cosa principale nella scelta del reggiseno - la funzionalità, non escludendo l'attrattiva.

    La perdita del seno non è solo una disabilità fisica, ma anche un grave trauma psicologico che influenza l'adattamento delle donne nella vita quotidiana e nella società. Le donne sottoposte a mastectomia tendono ad esagerare gli effetti estetici dell'operazione, a valutare negativamente la loro apparenza, a concentrarsi sul diverso atteggiamento, a loro avviso, nei loro confronti.

    Circa il 25% delle donne dopo mastectomia ha una grave depressione (difficoltà a riconciliare il loro aspetto, perdita del seno, paura della ricaduta), fino a pensieri di suicidio. L'impossibilità di riconciliarsi con ciò che è successo e tornare alla vita normale richiede l'aiuto di un terapeuta esperto. Allo stesso tempo, una correzione cosmetica rapida ed efficace del difetto postmastectomia (esoprotesi e selezione di lino specializzato) consente di ridurre il livello di stato depressivo di ansia-astenia, che contribuisce al successo dell'adattamento delle donne nella vita quotidiana e nella società.

    Dai metodi di riabilitazione psico-correttivi, è necessario individuare quelli che impediscono i processi di auto-isolamento e immersione nella malattia: da queste posizioni, qualsiasi tipo di psicoterapia dovrebbe essere effettuata nelle condizioni naturali della comunicazione di gruppo, consentendo di rimuovere il complesso di inferiorità e credere nel recupero. Nella fase della riabilitazione attiva, è necessario creare le condizioni per attrarre le donne a gruppi di nuoto ricreativi specializzati. Di particolare importanza nel superare la depressione appartiene ai fattori naturali e climatici del trattamento sanatorio-resort. Entrando in un nuovo ambiente di un istituto di cura e resort, i pazienti non fissano più le loro sensazioni somatiche e rapidamente escono da una situazione stressante difficile.Di regola, dopo aver corretto (basato sulla fede nel recupero) il complesso delle misure di riabilitazione, la depressione post-mastectomia può essere superata.

    Quanto tempo dopo l'intervento chirurgico puoi scegliere e indossare l'esoprotesi in silicone?

    La protesi mammaria primaria è destinata a un periodo di riabilitazione precoce (alcuni giorni dopo l'operazione) in cotone o microfibra delicati. Ci sono molti reggiseni per compensazione primaria con una tasca per la protesi di cotone e microfibra per un gusto diverso. Design alla moda, funzionalità e affidabilità ottimale aiuteranno a risolvere il problema per la prima volta dopo la mastectomia.

    Le esoprotesi al silicone del seno, che forniscono idealmente un senso di naturalezza e affidabilità, sono le più adatte per l'usura costante. Le esoprotesi hanno quasi tutte le caratteristiche tipiche di un seno sano: colore, consistenza, forma, superficie, elasticità. Le esoprotesi di nuova generazione hanno una superficie interna morbida che fornisce il minimo contatto e attrito con i propri tessuti, specialmente nella cicatrice postoperatoria. Le protesi di silicone esterne imitano completamente la regione nipple-areolare della ghiandola. La forma delle protesi è rotonda, a forma di goccia, simmetrica, asimmetrica, settoriale.

    Per due mesi dopo l'intervento vengono utilizzate protesi temporanee alleggerite, che non interferiscono con la guarigione delle cuciture. Le protesi postoperatorie - leggere, non interferiscono con la cicatrizzazione dei punti, non danneggiano la pelle del seno - sono intese per uso temporaneo (2 mesi).

    Quindi varie esoprotesi sono prescritte secondo le indicazioni:

    - per uso permanente durante il giorno, usare 1 mese dopo l'intervento chirurgico;

    - protesi speciali per ginnastica e nuoto;

    - protesi che possono essere raccomandate per un grande volume di ghiandole mammarie - protesi leggere; per le donne che conducono uno stile di vita attivo. Inoltre, l'uso di protesi leggere è conveniente quando fa caldo;

    - protesi che possono essere raccomandate per il gonfiore linfatico del braccio sul lato dell'operazione;

    - protesi che possono essere raccomandate per le malattie cardiovascolari;

    La protesi in silicone può e deve essere indossata dopo 6-8 settimane dopo l'intervento. Nel caso in cui la cucitura sia completamente guarita - permanentemente. Se una donna è sottoposta a radioterapia o una cicatrice postoperatoria non si è ancora completamente formata - 2-3 ore al giorno. Ciò eviterà lo sviluppo di complicazioni come la scoliosi.

    Ad oggi, ci sono esoprotesi simmetriche (possibili da usare, sia sul lato destro sia sul lato sinistro) ed asimmetriche (sinistra e destra). La forma delle esoprotesi simmetriche può essere diversa: a forma di goccia, ovale, ecc. La forma delle protesi asimmetriche deve corrispondere completamente alla forma di una ghiandola mammaria sana.

    La protesi mammaria opportunamente selezionata non è solo uno strumento cosmetico che aiuta le donne a nascondere il deficit del tessuto postoperatorio, ma è anche usato come agente terapeutico e profilattico che contribuisce al rapido adattamento del tessuto danneggiato. In combinazione con biancheria intima speciale o costume da bagno, l'esoprotesi diventa letteralmente parte della donna stessa.

    Quali caratteristiche della protesi è importante mettere a fuoco quando si sceglie un produttore?

    Le esoprotesi devono essere realizzate con materiali moderni rispettosi dell'ambiente sottoposti a rigoroso controllo dermatologico e fisiologico (avere vari certificati di qualità, ad esempio, internazionale - TUV).

    Una buona protesi è quella che non penserai per un solo minuto durante il giorno.

    Quante ore al giorno si possono indossare le esoprotesi?

    Il seno femminile è unico e differisce non solo nel volume della tazza, ma anche nella sua forma. Per ottenere la selezione e la vestibilità perfetta, la maggior parte dei produttori offre tre diverse forme di tazza per protesi per il seno maturo, medio e pieno.

    Le donne con un piccolo volume sotto il seno hanno spesso un seno corposo e le donne con un grande volume sotto il seno tendono ad avere un seno maturo.

    Come scegliere correttamente la dimensione dell'esprotesi: per prima cosa è necessario misurare il volume del seno e determinare la tazza appropriata.

    Obsoleti vista ortopedico della necessità di eliminare lo squilibrio di peso dopo mastectomia selezionando una primitiva protesi biologiche con la stessa massa è ormai riconosciuta come una delle cause della sindrome sviluppo postmastectomia causa dell'aumentato carico sulle spalle delle navi.

    Il processo di selezione di un exoprotesi consiste in tre passaggi:

    È necessario considerare se la pienezza del seno rimanente è: (1) matura, (2) pienezza media o (3) piena?

    Guardando la restante ghiandola mammaria, è possibile determinare quali delle seguenti forme sono più adatte (se entrambe le ghiandole mammarie vengono rimosse, quindi quale taglia e forma sceglierebbe la donna: (c) simmetrica, (a) asimmetrica (e) Volume addizionale, (y) universale.

    In generale, le forme simmetriche sono migliori dopo una mastectomia standard e la forma asimmetrica del seno è più adatta se sono stati rimossi i linfonodi e una grande quantità di tessuto ascella.

    Per determinare le dimensioni e la forma del seno, è necessario misurare il volume sotto il seno e la distanza dal centro del seno attraverso il punto più alto del seno rimanente, fino al centro della schiena, per determinare la taglia di un reggiseno adatto. La rifinitura del reggiseno è fondamentale per dare una forma del seno naturale, è molto importante.

    In quali casi viene mostrato con un massaggio da esoprotesi?

    La nuova esoprotesi ABC Massage Form è una delle protesi al seno più alla moda e popolare di questo marchio americano, che nasconde completamente l'asimmetria del seno che si è manifestata dopo la rimozione di una parte del tessuto ghiandolare durante un'operazione di mastectomia. Queste protesi per il massaggio al seno provenienti dagli Stati Uniti appartengono alla linea Pink Line ABC e sono la forma del seno ideale per le donne che vogliono sentirsi più sicure e facili in qualsiasi contesto, sia staticamente che durante movimenti improvvisi e intensi.

    Strato anteriore di exoprotesi ABC Il massaggio di forma è realizzato in silicone leggero e lo strato posteriore è in silicone standard. I canali del gel di silicone sullo strato posteriore forniscono una circolazione dell'aria ottimale e un effetto "massaggio" sulla parete toracica, che porta a una diminuzione della quantità di sudore durante il giorno. La forma di massaggio della protesi stessa è asimmetrica e riempie il deficit del tessuto mammario, creando la massima sicurezza dalla dislocazione e dal comfort. Questa protesi mammaria da massaggio è meglio indossata con un reggiseno che fornisce supporto e fissazione del seno. L'effetto del massaggio costante creato dall'esprotesi "ABS-massage" è particolarmente necessario per le donne con linfedema e linfostasi del braccio, formate dopo una mastectomia.

    Oksana Antonovna, quali raccomandazioni puoi dare sull'assistenza psicoematica alle donne dopo mastectomia radicale? In che modo un ambiente vicino può aiutare una donna a sperimentare un periodo di recupero postoperatorio più confortevole?

    Una delle gravi conseguenze dopo la mastectomia radicale è la depressione postmastectomia. La perdita del seno non è solo una disabilità fisica, ma anche un grave trauma mentale che influenza il comportamento di una donna nella vita quotidiana e nella società. Le donne sottoposte a mastectomia tendono ad esagerare gli effetti estetici dell'operazione, a valutare negativamente la loro apparizione, a concentrarsi sul diverso atteggiamento, a loro avviso, nei loro confronti.

    Circa il 25% delle donne dopo mastectomia ha una grave depressione (difficoltà a riconciliare il loro aspetto, perdita del seno, paura della ricaduta), fino a pensieri di suicidio. L'impossibilità di riconciliazione con quanto accaduto e il ritorno alla vita normale richiede, in alcuni casi, l'assistenza di uno psicoterapeuta esperto. Allo stesso tempo, una correzione cosmetica rapida ed efficace di un difetto postmastectomia (esoprotesi e la selezione di biancheria specializzata) può ridurre il livello di depressione, che contribuisce al successo dell'adattamento delle donne nella famiglia e nella società.

    Tra i metodi di riabilitazione psico-correttiva, è necessario individuare quelli che ostacolano i processi di auto-isolamento e immersione nella malattia. Da questo punto di vista, qualsiasi tipo di psicoterapia dovrebbe essere condotta nelle condizioni naturali della comunicazione di gruppo, consentendo di rimuovere il complesso di inferiorità e credere nel recupero. Nella fase della riabilitazione attiva, è necessario creare le condizioni per attrarre le donne a gruppi specializzati di nuoto ricreativo, yoga terapia, ecc. Un posto speciale nel superare la depressione appartiene ai fattori naturali e climatici durante il trattamento di sanatorio-resort. Entrando in una nuova impostazione di un istituto di ricoveri per le case di cura, i pazienti escono rapidamente da una situazione stressante difficile.

    Di norma, dopo il corretto (basato sulla fiducia nel recupero) del complesso delle misure riabilitative, la depressione post-mastectomia può essere superata.

    La "Kladovaya Zdorovya" ringrazia per l'intervista il candidato di scienze mediche, professore associato Oksana Antonovna Shabasova.