Cosa non può essere dopo la rimozione del fibroadenoma al seno?

Un tumore benigno formato dal tessuto mammario è chiamato fibroadenoma. È meno probabile che altri entrino in una formazione maligna, ma, nonostante ciò, è impossibile chiudere un occhio sulla malattia sia ad uno stadio iniziale che a uno stadio avanzato.

Ogni donna con sospetto tumore subisce un esame ecografico, un esame da parte di un specialista del seno e un chirurgo. In caso di rilevamento di fibroadenoma, viene rimosso. La patologia può svilupparsi in quasi tutte le età e contribuisce a questa maggiore sensibilità del corpo femminile agli estrogeni.

Qualsiasi intervento chirurgico al torace, inclusa la rimozione del fibroadenoma, ha le sue controindicazioni e le possibili complicazioni, che cercheremo di chiarire più dettagliatamente. I reclami dopo la rimozione possono riguardare ciò che rimane del sigillo, la cucitura è scomparsa o la condizione generale della donna si è deteriorata. In ogni caso, bisogno di assistenza specializzata.

Indicazioni per il trattamento chirurgico

Una donna con fibroadenoma può sviluppare specifiche manifestazioni cliniche, sintomi che indicano direttamente la proliferazione del tessuto mammario.

Può essere dolore al petto, debolezza, un netto deterioramento della salute. Si può avvertire un gonfiore e se il sigillo persiste per diversi giorni, è necessario essere esaminati e ottenere un appuntamento dal medico.

Nella maggior parte dei casi, viene eseguita la chirurgia, dopo di che vi è un rapido recupero del corpo.

Quando è necessario rimuovere fibroadenoma al torace:

  • neoplasia delle foglie e delle specie filofili;
  • crescita progressiva di una neoplasia;
  • l'inefficacia della terapia farmacologica.

L'articolo su come rimuovere il peso dall'appartamento, leggi qui.

È inoltre possibile trovare un articolo sulle opzioni per la risoluzione di un accordo di cessione.

Questa patologia può impedire alle donne in età fertile di nutrire il bambino da sé, perché pianificare una gravidanza è anche un'indicazione per esaminare il seno per una possibile educazione benigna e rimuoverlo se rilevato.

Periodo postoperatorio


La rimozione dei fibroadenomi può avvenire in anestesia locale o generale. Potenzialmente meno pericoloso è l'operazione in anestesia locale, che è meno traumatica per una donna.

Durante la rimozione in anestesia generale, il farmaco influenza negativamente le cellule cerebrali, che in futuro possono avere conseguenze spiacevoli, soprattutto quando è necessario eseguire diverse operazioni.

Immediatamente dopo aver eseguito un trattamento chirurgico, una donna può sviluppare sintomi spiacevoli che indicano complicanze.

Sintomi dopo la rimozione

Dalla normale reazione del corpo dopo l'eliminazione di fibroadenoma da un intervento chirurgico può essere attribuito al dolore al petto.

Il dolore lieve viene rimosso dagli antidolorifici prescritti da un medico. Un'abrasione può comparire nel sito dell'incisione, perché il chirurgo deve prescrivere rimedi vitaminici e medicinali locali che accelerano il ripristino della sutura.

Come dimostrato dalle recensioni delle donne, dopo il trattamento non rimangono tracce serie se le medicine prescritte dal medico sono usate correttamente. Per fare questo, utilizzare una crema speciale con effetto anti-infiammatorio e rigenerante.

Recupero del corpo

La riabilitazione del paziente richiede da diversi giorni a una settimana, che dipende dalle condizioni generali e dai metodi dell'intervento.

Per accelerare il recupero di una donna nominata una dieta salva, alimenti ad alto contenuto proteico. Il disagio dopo il trattamento viene eliminato dai preparati locali e generali, che vengono selezionati individualmente.

Si consiglia al paziente nel periodo postoperatorio di indossare biancheria intima sportiva per prevenire l'attrito del reggiseno, per evitare conseguenze. Una donna può tornare completamente alla sua solita vita in due settimane e, in caso di intervento chirurgico in anestesia locale, anche prima, entro 5-10 giorni.

Prevenzione delle complicanze

Quali potrebbero essere le conseguenze di un intervento chirurgico infruttuoso o il mancato rispetto delle regole dopo il trattamento:

  • la ricorrenza di una neoplasia è possibile se non tutti i tessuti patologici sono stati rimossi;
  • infezione della ferita, quindi la sutura può disperdersi ei microrganismi entrano nel flusso sanguigno;
  • deformità delle ghiandole mammarie.

Se compaiono sintomi di complicanze (dolore, suppurazione della sutura, febbre, ecc.), Contatti immediatamente il medico. Lo specialista prescriverà farmaci mirati a normalizzare il benessere generale.

Questi sono anti-infiammatori, antistaminici, preparati vitaminici. Potrebbe essere necessario trattare con antibiotici e temporaneamente andare in ospedale per l'osservazione. Quando si verifica una recidiva, viene indicata una seconda operazione - resezione settoriale.

Come trattare il fibroadenoma al seno, vedere i seguenti video commenti del medico:

Il periodo postoperatorio dopo la rimozione del fibroadenoma al seno

Lo stato del corpo dopo l'intervento chirurgico per rimuovere fibroadenoma al seno

Il fibroadenoma al seno è una delle malattie più "innocue" del seno. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità nel mondo, fino al 10% della popolazione femminile soffre di questa patologia. Solo in Russia vengono registrati ogni anno oltre 500 mila nuovi casi di malattia. Tuttavia, nonostante la "innocuità", le operazioni per questa malattia vengono ancora eseguite frequentemente.

Come cambia lo stato di una donna con fibroadenoma al seno dopo l'intervento e quali complicazioni possono insorgere, il medico curante dovrebbe parlare con il paziente di tutto questo. Ma sfortunatamente, a causa del carico di lavoro degli specialisti del seno, non sempre hanno abbastanza tempo per questo, quindi abbiamo deciso di discutere tutte le sfumature qui.

Fibroadenoma: una breve digressione

Il fibroadenoma è caratteristico delle donne in età riproduttiva, ma è più comune in 20 - 40 anni. Nel periodo postmenopausale, questa malattia praticamente non si verifica e, se viene diagnosticata, molto probabilmente non è riemersa, ma mancata in giovane età.

Il fibroadenoma è una densa neoplasia della ghiandola mammaria che, rimanendo coesiva con i tessuti circostanti, non perde la sua mobilità. Ha una forma arrotondata, confini chiari e una trama densa. Di solito il fibroadenoma non raggiunge grandi dimensioni (1-2,5 cm), ma se i suoi parametri superano i 3 cm, di solito viene chiamato gigantesco. La malattia di solito colpisce solo una ghiandola mammaria, la patologia bilaterale è rara.

Cause di fibroadenoma

Il fibroadenoma è una formazione ormono-dipendente, quindi la ragione principale del suo sviluppo è lo sfondo ormonale instabile di una donna. Il ciclo mestruale è diviso in due fasi. La prima fase, che viene osservata prima dell'ovulazione, è caratterizzata dalla predominanza di ormoni estrogeni e follicolo-stimolanti. Verso la metà del ciclo, quando c'è un forte calo di questi ormoni, si verifica l'ovulazione. D'ora in poi, ad es. Quando l'ovulo lascia il follicolo, inizia la seconda fase del ciclo, in cui predominano il progesterone e l'ormone luteinizzante.

La crescita dei fibroadenomi avviene sotto l'influenza degli estrogeni, quindi qualsiasi irregolarità nel ciclo mestruale con un allungamento della prima fase può portare a questa mastopatia. Durante la gravidanza, la crescita dei tumori si interrompe, perché Durante questo intero periodo, il progesterone ormonale "domina", riducendo il tono dell'utero. Tuttavia, non si dovrebbe supporre che la gravidanza sia un metodo di trattamento dei fibroadenomi, dal momento che dopo la nascita, può crescere ad un ritmo ancora più veloce.

Inoltre, le donne sono interessate alla domanda, può ripetere il fibroadenoma al seno dopo l'intervento chirurgico? Sì, può, se il trattamento consisteva solo in un intervento chirurgico. Per prevenire lo sviluppo di recidive, è necessario non solo "ripulire" il tumore, ma anche condurre una terapia finalizzata a correggere lo sfondo ormonale, ad es. è necessario prevenire condizioni iperestrogeniche (in eccesso di estrogeni) o ipoprogesterone (nel deficit di progesterone). Pertanto, nel periodo postoperatorio, la terapia ormonale viene prescritta utilizzando contraccettivi orali combinati. In questo caso, il profilo endocrino viene normalizzato e i meccanismi che innescano la riformazione dei fibroadenomi non iniziano.

Diagnosi di fibroadenoma

Questa patologia può essere rilevata sia dal medico che dal paziente stesso. In connessione con l'aumento osservato di malattie delle ghiandole mammarie, si raccomanda che una donna si senta almeno 4 volte l'anno con l'automassaggio per la presenza di tumori patologici.

Se il paziente o il medico sospettano una qualsiasi forma di mastopatia, deve essere eseguita una ecografia della ghiandola mammaria e della mammografia. Ciò consentirà una diagnosi più accurata.

Oltre agli esami di cui sopra, ricorrono spesso alla biopsia con ago sottile, che consente di differenziare un tumore benigno da quello maligno.

Trattamento del fibroadenoma al seno

Esistono diversi principi per il trattamento di questa malattia:

1. Tattica di osservazione

Se il fibroadenoma non raggiunge grandi dimensioni, non provoca disagio in una donna, non fa male, e la sua dimensione non è aumentata nell'arco di sei mesi e un anno, il medico curante sceglie una tattica di attesa. Con una tale neoplasia, una donna può vivere tutta la sua vita, questa condizione non influenzerà la funzione riproduttiva e l'allattamento al seno.

2. Terapia farmacologica.

Dato che il fibroadenoma sta crescendo sotto gli effetti patologici degli estrogeni, è logico trattarlo con il progesterone. Il mercato moderno offre una vasta gamma di farmaci sintetici per progesterone che si adattano molto bene al loro compito terapeutico. Oltre ai farmaci progesterone, la vitamina E viene somministrata in dosi elevate (almeno 500 UI al giorno). Potenzia l'effetto terapeutico dell'ormone.

Tuttavia, i farmaci progesterone non sono l'unico mezzo nel trattamento dei fibroadenomi. Il medico può prescrivere farmaci dal gruppo di antiestrogeni, analoghi del GnRH, antigonadotropinov, ecc. Lo specialista seleziona la terapia ottimale per ciascun paziente. E viene anche mostrato dopo l'intervento chirurgico per fibroadenomi al seno (prendere almeno sei mesi dopo l'intervento).

3. Trattamento chirurgico

L'operazione in questa patologia viene applicata con parsimonia. Ciò significa che solo il fibroadenoma viene rimosso all'interno del tessuto sano, che rimane intatto. Dopo la rimozione della neoplasia, è necessariamente inviato per la biopsia per verificare in modo affidabile la sua bontà. Nonostante l'apparente facilità di chirurgia, lo stato del corpo dopo l'intervento chirurgico per fibroadenoma al seno cambia, quindi il paziente deve rimanere per 1-2 giorni in ospedale per un attento monitoraggio da parte di specialisti.

Quando è indicato un intervento chirurgico per rimuovere un fibroadenoma mammario?

· La rapida crescita dell'istruzione;

· Grandi dimensioni di fibroadenoma (più di 3 cm);

· Disagio per le donne: dolore, sensazione di corpo estraneo nel petto;

· Sospetto di malignità educativa;

· Aumento del rischio onco-mammario (parenti donne immediate hanno diagnosticato un cancro al seno).

L'operazione per rimuovere fibroadenoma è una pratica comune, da allora Solo un intervento chirurgico con successiva terapia ormonale può essere una garanzia al 100% della guarigione di una donna. Non aver paura di questo intervento, tanto meno rifiutare il trattamento.

Cura l'adenosi del seno

Adenoma mammario curativo

Cure al seno con mastopatia

Prima dell'intervento di aumento del seno

Dopo l'intervento chirurgico di aumento del seno

Lo stato del corpo dopo la rimozione del fibroadenoma del seno

La condizione del corpo dopo l'intervento chirurgico per fibroadenomi al seno rimane di solito soddisfacente, tuttavia, possono verificarsi serie complicazioni lungo la via del recupero.

1. Lo sviluppo di sanguinamento.

Dopo l'operazione, i pazienti avvertono dolore, che si riflette nell'aumento della pressione sanguigna. Se il salto di pressione è troppo grande, è possibile che la legatura (filo) scivoli via dai vasi e si sviluppi il sanguinamento.

Clinicamente, questa situazione si manifesta con un deterioramento delle condizioni del paziente. Il pallore osservato della pelle, la pelle è fredda e coperta di sudore appiccicoso. Il paziente nota debolezza, vertigini. La benda applicata alla sutura postoperatoria è abbondantemente impregnata di sangue fresco.

Per prevenire questo problema, è necessario monitorare attentamente la pressione sanguigna durante tutto il periodo postoperatorio. Ma è meglio se durante l'operazione viene utilizzato un bisturi speciale con elettrocoagulazione, che non solo seziona il tessuto, ma contemporaneamente coagula i vasi, il che previene il rischio di sanguinamento postoperatorio.

2. Il fallimento della sutura postoperatoria.

Dopo che una donna inizia a muovere più o meno attivamente la fascia superiore della spalla, che è strettamente connessa con i muscoli del torace (muscoli pettorali grandi e piccoli), può essere rilevata una condizione come l'inconsistenza della sutura chirurgica.

Clinicamente, ciò è determinato dall'aumento del dolore nell'area dell'intervento, nonché dalla discrepanza visiva dei bordi della ferita. Questa complicanza è molto pericolosa, in quanto una ferita aperta può causare la successiva complicazione, vale a dire l'infezione e la suppurazione.

3. Infezione e suppurazione della ferita postoperatoria.

La sutura chirurgica è una porta d'ingresso aperta per microflora patogena. Può entrare nel corpo di una donna in diversi modi:

· Strumenti medici riutilizzabili male sterilizzati;

· Violazione delle regole di asepsi e antisettici durante la chirurgia;

· Uso di medicazioni non sterili;

· Trattamento inadeguato della ferita con soluzioni antisettiche;

· La presenza di malattie concomitanti nelle donne, che indeboliscono la sua immunità (locale e sistemica). In tali condizioni, vengono attivati ​​batteri condizionatamente patogeni.

· Scarsa igiene nel periodo postoperatorio, quando una donna li trascura.

Clinicamente, la complicazione si manifesta con un aumento della temperatura corporea, dolore nella zona della sutura, la pelle intorno diventa rossa ed edematosa. Quando si preme sui bordi della ferita, è possibile il deflusso di contenuto purulento, che a volte ha un odore molto sgradevole, se la causa è batteri anaerobici.

Per il trattamento della suppurazione, la ferita viene riaperta, il pus viene evacuato e la cavità viene trattata con soluzioni antisettiche e antibiotiche. Per la profilassi nel primo periodo postoperatorio, si ricorre alla somministrazione endovenosa o intramuscolare di una nuova generazione di agenti antibatterici. Di solito vengono utilizzate cefalosporine di 2a o 3a generazione (Cefatoxim, Ceftriactone e altri).

4. Sensazioni di dolore.

Dopo l'intervento chirurgico, ogni paziente sperimenta dolore nell'area della sutura postoperatoria. Nei primi giorni del primo periodo di recupero, possono essere somministrati analgesici intramuscolari. Di norma, l'uso di antidolorifici narcotici non è indicato dopo l'intervento chirurgico al fibroadenoma mammario.

Una volta che una donna comincia a lavorare attivamente i muscoli della parte superiore del corpo, così come entro un mese dopo la dimissione dall'ospedale è consigliato di indossare una speciale biancheria post-operatorio. Riduce il dolore e fornisce la necessaria compressione e supporto per il torace.

5. Modifica della forma del seno.

Una volta di fibroadenoma al seno viene rimosso, fatta salva la sua grande dimensione, forma e volume del seno operato può cambiare, non è sempre felice con una donna.

Affinché il paziente non sperimenti complessi nel periodo postoperatorio, ci sono due modi per risolvere questo problema:

· Chirurgia al seno con protesi al silicone.

La biancheria intima correttiva sul mercato è presentata in una vasta gamma. Ci sono opzioni dal budget ai prezzi più "trascendentali". Visivamente sotto i vestiti, nessuno noterà mai la differenza nella forma del tuo seno. Questa opzione è ideale per coloro che non accettano plastica chirurgica o sono vincolati ai mezzi per eseguirlo.

Chirurgia plastica A causa del fatto che attualmente c'è una tendenza alla correzione chirurgica del loro aspetto, molti chirurghi plastici hanno una buona conoscenza della tecnica di aumento del seno. Puoi scegliere un impianto per un seno di una tale forma in modo che nessuno possa notare che hai cambiato qualcosa in te stesso. Questa opzione è buona per coloro che sono completamente soddisfatti del loro aspetto.

La condizione di una donna dopo l'intervento chirurgico per fibroadenoma al seno solo a prima vista può sembrare innocua. Molte complicazioni che richiedono un intervento urgente da parte di uno specialista sono in attesa della donna e del medico curante sulla via della guarigione. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, l'operazione è una fase necessaria del trattamento e gli sforzi congiunti dello specialista della mammella e del paziente renderanno scorrevole il decorso del periodo postoperatorio.

Prevenzione e trattamento

Come curare la mastopatia diffusa con progestinici

Come curare la mastopatia mammaria fibrosa

Come viene trattata la mastopatia mammaria nodale

Come curare le cisti nella ghiandola mammaria

Trattamento di fibroadenomatosis localizzato

Trattamento della mastopatia fibrosa - guarire o operare

Garantito liberarsi del fibroadenoma al seno

Il fibroadenoma al seno è un tipo di tumore mammario benigno e una qualche forma di mastopatia. Questa malattia è spesso suscettibile alle giovani donne fino a 30 anni e dopo 40 anni, si verifica a causa di un forte aumento del livello di estrogeni - ormoni sessuali femminili. Questo tumore è difficile da trattare con vari farmaci, pertanto, i fibroadenomi al seno vengono rimossi chirurgicamente.

Lo squilibrio degli ormoni estrogeni è associato a una serie di cambiamenti nello stile di vita di una donna ed è associato ad altre malattie del corpo femminile che contribuiscono allo sviluppo dei fibroadenomi al seno. Questi fattori includono:

  • malattia del fegato;
  • fibroadenoma uterino;
  • aborti frequenti;
  • malattie della tiroide e altre ghiandole endocrine;
  • tumore ovarico;
  • abuso di forti contraccettivi ormonali;
  • lunga assenza di gravidanze;
  • rifiuto di allattare al seno un bambino o un breve periodo di alimentazione;
  • sovrappeso.

Descrizione del tumore

Fibroadenoma al seno è una formazione mobile arrotondata densa. Il tumore è costituito da tessuto mammario ghiandolare in eccesso, circondato da particelle di tessuto connettivo. Le sue dimensioni di diametro variano solitamente tra 0,2 mm e 7 cm.

Rispetto ai tumori maligni, fibroadenoma è a forma di palla e ha una superficie liscia. Un tumore maligno è difficile da spostare all'interno del tessuto mammario, e il fibroadenoma, al contrario, rotola all'interno, spostandosi in direzioni diverse. Uno dei tipi più pericolosi di fibroadenoma del seno è a forma di foglia o filfoide, che può svilupparsi nel cancro al seno. Il fibroadenoma assomiglia a una palla di gomma, tali formazioni si trovano raramente simultaneamente in entrambi i seni.

Esistono i seguenti tipi di fibroadenoma:

  • a forma di foglia o filfoide - caratterizzato da uno sviluppo potenziato e dalla capacità di svilupparsi in un tumore maligno;
  • intracanalicular - il tessuto connettivo si sviluppa nell'apertura dei condotti;
  • pericanalicular - il tessuto connettivo si sviluppa intorno ai condotti;
  • misto - ha segni di diversi tipi.

diagnostica

Il fibroadenoma è facilmente percepibile dalla mano, quindi la donna è in grado di rilevarla come segue: quando ispeziona il seno sinistro, la mano sinistra viene sollevata dietro la testa, e la mano destra sente il petto e lo stesso dovrebbe essere fatto con il seno destro con la mano sinistra. Esaminando attentamente il torace, è necessario considerare attentamente la presenza di foche, dolore, mobilità e forma dei tumori. Inoltre, si raccomanda di esaminare l'area delle ascelle, dove i processi infiammatori e i tumori della mammella possono aumentare i linfonodi. Il fibroadenoma del seno tende a svilupparsi rapidamente nella prima fase del ciclo mestruale, rallentando la sua crescita fino alla fine.

Qualora si constati sospetto di fibroadenoma al seno, è necessario tenere una diagnosi speciale, tra cui la palpazione del seno, la mammografia, l'ecografia e la biopsia. In genere, le donne di età inferiore ai 25 anni non hanno bisogno di una biopsia, questo studio è un metodo unico che consente il set più accurata di benigna o maligna fibroadenoma provenienza.

testimonianza

I fibroadenomi del seno possono essere trattati con un metodo conservativo e un intervento chirurgico. Un mammologo deve tenere conto dei fattori predisponenti, dell'età e del benessere della donna, della struttura e delle dimensioni del fibroadenoma. Il trattamento conservativo si basa sulla normalizzazione dell'equilibrio dei livelli ormonali, sull'appuntamento delle dosi di iodio, sull'ecografia e sulla normalizzazione del peso del paziente. Tuttavia, non sono stati osservati casi di riassorbimento completo del fibroadenoma. La rimozione del tumore è inevitabile nei seguenti casi:

  • le sue dimensioni superano 1 cm di diametro;
  • la gravidanza è pianificata;
  • fibroadenoma a forma di foglia;
  • sospetto di un tumore maligno;
  • aumento della crescita del fibroadenoma.

Trattamento chirurgico

L'operazione per rimuovere fibroadenoma è facile, tra gli altri interventi al seno. Esistono 4 tipi di rimozione chirurgica del fibroadenoma della mammella:

  1. enucleazione: l'operazione viene eseguita in anestesia locale mediante un'incisione di diversi centimetri e la rimozione del tumore. La rottura del fibroadenoma in questo modo non lascia tracce evidenti e viene effettuata in assenza di sospetto di cancro;
  2. resezione settoriale - la rimozione viene effettuata con il tessuto che circonda il tumore, 1-3 cm. Questa operazione viene eseguita se l'origine maligna è sospettata con una piccola dimensione del diametro del tumore e può presentare un difetto estetico;
  3. Mastectomia - rimozione delle ghiandole mammarie, del pettorale maggiore o minore con probabili aree di metastasi. L'operazione è effettuata con grandi dimensioni di fibroadenoma;
  4. la quadrantectomia è un'operazione per rimuovere un quarto della ghiandola mammaria in forme localizzate di un tumore maligno.

L'operazione può essere eseguita in anestesia locale o endovenosa sotto la supervisione di un chirurgo plastico per garantire che la forma del seno non cambi dopo l'operazione. Una donna rimane ferma da 2 ore a 1 giorno. postoperatorio dopo la rimozione del tumore è generalmente ben tollerata e non si riferisce a un doloroso suture vengono rimossi dopo 10 giorni, e suture assorbibili scompaiono da soli. Molte donne ammettono che le loro paure prima dell'operazione non sono state confermate e danno i loro commenti confortanti a coloro che stanno per fare un'operazione del genere.

Al fine di individuare tempestivamente i tumori al seno, le donne hanno bisogno di condurre regolarmente esami del seno in modo indipendente e attraverso test speciali e raggi X. Pertanto, si raccomanda vivamente alle donne di visitare un mammologo e un ginecologo per evitare il processo trascurato di sviluppo dei tumori al seno.

Come mi sono liberato della mastopatia? Ho indossato tutti i giorni... Leggi di più

Trattamento chirurgico del fibroadenoma al seno

Il fibroadenoma è un tumore benigno, praticamente privo di potenziale rischio di cancro. Pertanto, la questione della fattibilità della rimozione dei fibroadenomi della mammella si verifica molto raramente. Ma ci sono alcune situazioni in cui la rimozione del fibroadenoma della ghiandola mammaria con il metodo operativo diventa una necessità.

Quando viene rimosso fibroadenoma

Le indicazioni per la rimozione dell'istruzione sono le seguenti situazioni:

  • Se il materiale ottenuto durante una biopsia non fornisce una risposta chiara alla domanda: che tipo di tumore si tratta, un fibroadenoma classico, un tumore a forma di foglia (filofloide) o un cancro al seno?
  • Il fibroadenoma sta crescendo rapidamente, il che dà ragione di pensare: si tratta di un tumore filofiloide della ghiandola mammaria da rimuovere.
  • Se il fibroadenoma causa dolore

Le ragioni di cui sopra sono assenti, ma la donna insiste sull'operazione, è emotivamente difficile per lei tollerare la presenza di un tumore nella ghiandola mammaria. In questa situazione, è indicata la rimozione chirurgica dei fibroadenomi.

In questo articolo imparerai: cos'è il fibroadenoma, quale operazione per rimuovere i fibroadenomi al seno sono attualmente utilizzati, così come familiarizzare con i principi generali della riabilitazione dopo la rimozione dei fibroadenomi al seno.

Il fibroadenoma è un tumore benigno che origina dal tessuto connettivo e ghiandolare della ghiandola mammaria. Non è pericoloso perché non ha il potenziale di metastatizzare (diffondersi ad altri organi).

Il fibroadenoma appare più frequentemente nelle donne in età fertile (20-40 anni), sebbene possa manifestarsi dopo la menopausa o anche durante l'adolescenza. Il fibroadenoma risponde agli estrogeni e al progesterone (ormoni sessuali femminili). Pertanto, può diminuire o scomparire del tutto dopo la menopausa, quando la produzione di questi ormoni diminuisce.

Raccomandiamo di leggere l'articolo sulla mastopatia disormonale. Quale impatto ha lo squilibrio degli ormoni sullo sviluppo della patologia nella ghiandola mammaria, come viene diagnosticata questa condizione e quali metodi di trattamento suggeriscono che i mammologi apprenderanno in dettaglio da questo articolo.

Il fibroadenoma è il tumore benigno più comune tra le giovani donne, a volte causando loro disagio sia fisico che emotivo.

Il fibroadenoma è un tumore indolore ed elastico con una superficie liscia facilmente rilevabile e che cresce molto lentamente. Di solito è abbastanza mobile e facilmente spostato quando premuto. Per questo motivo, a volte viene chiamato il "mouse pectoral".

Sulle immagini mammografiche, il fibroadenoma spesso non viene visto, poiché ha la stessa densità del tessuto circostante. I fibroadenomi mammografici si distinguono quando la loro densità è significativamente più alta rispetto al tessuto mammario. Quindi vengono presentati sotto forma di un'ombra ben definita, che contiene inclusioni di calcinati (di solito grandi o "simili ai popcorn"). All'ecografia, il fibroadenoma è riconosciuto come una formazione ben definita, uniforme, ipoecogena, con una classica traccia acustica.

Ogni dubbio che si tratti di un fibroadenoma, che è apparso durante la sua palpazione o difficoltà nel valutare le immagini ottenute, richiede un esame patologico (al microscopio) di materiale ottenuto a seguito di biopsia di aspirazione con ago sottile o biopsia da trapano o come risultato dell'asportazione chirurgica (rimozione dei fibroadenomi).

Rimozione chirurgica

Le donne, di regola, hanno una scelta - per rimuovere il fibroadenoma o no. Le giovani donne o quelle il cui fibroadenoma è piccolo e non aumenta di dimensioni scelgono un'osservazione. Ma se il tumore ha cominciato a crescere, l'unica via d'uscita è la chirurgia. Nonostante le assicurazioni che il tumore non abbia segni di malignità, l'ansia della donna sulla prospettiva di "vivere con l'educazione nella ghiandola mammaria" è anche un fattore importante nel decidere se sottoporsi o meno ad un intervento chirurgico. In una situazione in cui una donna insiste, viene eseguita un'operazione.

Abbastanza spesso, i fibroadenomi al seno vengono rimossi in anestesia locale. Questa operazione in molte cliniche è considerata relativamente semplice. In altri, di solito di grandi dimensioni, con "la propria reputazione", viene eseguita in anestesia generale.

I fibroadenomi di piccole dimensioni (fino a 3 centimetri) vengono rimossi mediante resezione parziale della ghiandola mammaria (lumpectomia). Il principio di questa operazione è che il chirurgo con un bisturi incide la pelle del seno sopra il fibroadenoma. Quindi separa bruscamente e bruscamente dai tessuti vicini e rimossi dal seno. Dopodiché, chiude il difetto risultante cucendo tessuti e cucendo la pelle.

I fibroadenomi di grandi dimensioni (più di 3-4 cm di diametro) vengono rimossi utilizzando la resezione settoriale del seno. L'operazione è simile a quanto sopra, solo, come si può giudicare dal nome, il settore mammario viene rimosso insieme al fibroadenoma.

Nella maggior parte dei casi, il fibroadenoma, come menzionato sopra, non richiede trattamento, nemmeno un'osservazione ravvicinata. Basta un regolare autoesame da parte di una donna delle loro ghiandole mammarie.

I fibroadenomi non sono tumori cancerosi e non aumentano il rischio di sviluppare il cancro al seno nelle donne che li hanno. Il fibroadenoma consiste delle stesse cellule del tessuto mammario normale, quindi la probabilità di sviluppare un cancro non è superiore a quella che si trova in qualsiasi altra parte della ghiandola mammaria.

Periodo di recupero

Resezione settoriale: rimozione a basso impatto dei fibroadenomi al seno. Il periodo postoperatorio di solito procede senza dolore severo, non c'è bisogno di usare forti antidolorifici (analgesici narcotici). Per il sollievo dal dolore, usare paracetamolo o ibuprofene.

Se è stata utilizzata un'anestesia generale durante l'esecuzione della resezione settoriale della ghiandola mammaria, il periodo postoperatorio può essere temporaneamente accompagnato da una mancanza di coordinazione e perdita di alcune abilità entro 48 ore dall'intervento. Pertanto, si siede al volante, e ancora di più per bere alcolici, durante questo periodo non è ammissibile. In ogni caso, si dovrebbe sempre seguire il consiglio del chirurgo, seguire le sue istruzioni.

Dopo l'operazione, il paziente può sentire dolore, ed è più conveniente non indossare un reggiseno durante questo periodo. Quando il dolore si attenua, la donna può indossare un reggiseno di sostegno.

Raccomandazioni separate dopo la rimozione del fibroadenoma della donna ghiandola mammaria possono ottenere contattando un'infermiera o un fisioterapista. Ad esempio, scopri quali esercizi possono essere eseguiti per evitare il ristagno del braccio sul lato dell'operazione.

Attenzione, dopo la rimozione del fibroadenoma della ghiandola mammaria, che non può essere fatto, è di sollevare pesi fino a quando la ferita postoperatoria guarisce, che di solito dura 2 settimane.

Rischi associati all'operazione

Le operazioni di rimozione del fibroadenoma sono generalmente considerate sicure. Tuttavia, al fine di prendere una decisione informata e dare il suo consenso, una donna dovrebbe essere consapevole dei possibili effetti collaterali e dei rischi di complicazioni di queste operazioni.

Gli effetti collaterali includono:

  • ematomi intradermici ed edema cutaneo
  • intorpidimento o formicolio nella zona della ferita postoperatoria
  • cicatrice che dovrebbe svanire
  • la bassa temperatura dopo la rimozione del fibroadenoma del seno può durare fino a 3 giorni.

complicazioni

Questi problemi possono verificarsi durante o dopo l'intervento chirurgico. Possibili complicazioni, come per qualsiasi operazione, comprendono: una reazione allergica all'anestetico, infezione, sanguinamento o ematoma, nonché trombosi venosa profonda degli arti inferiori.

Complicanze specifiche durante la rimozione di fibroadenoma si verificano raramente in gru, tra cui:

  • diverse per dimensioni e forma del seno
  • gonfiore temporaneo del braccio sul lato dell'operazione
  • recidiva di fibroadenoma, che richiederà il reintervento.

Rimozione del fibroadenoma del seno

La rimozione di fibroadenoma non è necessaria in tutti i casi clinici - le indicazioni per l'intervento chirurgico sono stabilite da un medico. Lo specialista si concentra sui risultati degli studi passati dal paziente. Se c'è una sensazione spiacevole nella ghiandola mammaria, dovresti consultare un ginecologo. Se il medico determina il sigillo formato, ti rimanda a un mammologo per un consulto. Se si sospetta la presenza di un processo tumorale maligno, al paziente viene mostrata una consulenza con un oncologo.

Cos'è il fibroadenoma

Foto fibroadenoma. Che aspetto ha il fibroadenoma?

Il fibroadenoma è un tumore al seno. Consiste di tessuto ghiandolare e connettivo, ha la forma di un nodo o di un tumore, le dimensioni variano da 0,8 a 5 cm di diametro. Si verifica nelle donne di età compresa tra 20 e 50 anni (nel periodo delle maggiori fluttuazioni ormonali). Lo sviluppo del tumore provoca farmaci ormonali incontrollati (compresi i contraccettivi orali), una brusca cessazione dell'allattamento. I fattori predisponenti sono aborti frequenti, obesità, ghiandola tiroidea alterata, corteccia surrenale. La nuova crescita non si sviluppa a causa della predisposizione ereditaria.

Quando dovrebbe essere rimosso un tumore?

L'eliminazione del processo tumorale è indicata per grandi dimensioni di compattazione, reclami del paziente su dolore e disagio. È anche consigliabile rimuovere fibroadenoma durante la pianificazione della gravidanza. Nel periodo di gestazione, la crescita di una neoplasia può accelerare con un'alta probabilità. Se un paziente ha precedentemente avuto bisogno di trattare un tumore, un medico dovrebbe essere visitato anche con una piccola quantità di compattazione.

Indicazioni e controindicazioni per la rimozione

Indicazioni per la rimozione del fibroadenoma del seno:

  1. La mancanza di un effetto positivo dalla terapia conservativa, che è stata effettuata per 6 mesi.
  2. La rapida progressione del processo tumorale.
  3. Neoplasia a forma di foglio.
  4. Sospetto della malignità del fibroadenoma (la trasformazione di un processo benigno in un maligno).

Oltre alle indicazioni per la rimozione dei tumori al seno, esistono controindicazioni (assolute e relative). Nel primo caso, una donna non può sopportare categoricamente l'operazione, nel secondo l'intervento è possibile, ma solo dopo aver corretto le condizioni del paziente.

Controindicazioni assolute alla rimozione di fibroadenoma:

  • Violazione della coagulazione del sangue.
  • La presenza del diabete
  • Malattie del cuore, del fegato, dei reni (se le patologie disponibili precludono la possibilità di anestesia).

Una donna non viene operata se ha un'infezione respiratoria acuta e altre malattie respiratorie, una predisposizione alla collagenosi (questa è una condizione in cui cresce il tessuto connettivo). Se la temperatura del corpo viene aumentata il giorno della rimozione pianificata di fibroadenoma, l'intervento chirurgico viene posticipato.

Preparazione del paziente per la rimozione

Una donna dovrà donare sangue e urina per un test di laboratorio (biochimico, clinico), per sottoporsi a un ECG, fluorografia. Per determinare la dimensione del tumore e lo stato del seno, il paziente viene sottoposto a scansione ecografica, mammografia. La biopsia è uno speciale metodo di diagnosi: il medico prende un piccolo campione di tessuto fibroadenoma e lo invia per esame istologico. Questa analisi consente di confermare l'origine benigna del tumore, per escludere la presenza di cellule atipiche.

Se una donna ha patologie croniche, il medico la invia per la consultazione a specialisti di profili pertinenti. L'esame di controllo eliminerà il rischio di esacerbazione di malattie alla vigilia della prossima rimozione del fibroadenoma. Se il paziente non è moralmente pronto per l'operazione imminente, è consigliabile per lei visitare uno psicologo.

Modi per rimuovere fibroadenoma al seno

In alcuni casi, il fibroadenoma è suscettibile di eliminazione conservativa. Ma se il tumore non viene rilevato nella fase iniziale dello sviluppo, è possibile che sia necessario un intervento chirurgico. Questo approccio è classificato in un modo minimamente invasivo (con un danno tissutale minimo) e un aspetto aperto. Nel secondo caso, si suppone che l'operazione radicale venga eseguita (non solo la neoplasia viene rimossa, ma anche la ghiandola mammaria). Solo un medico può prescrivere un determinato tipo di intervento - prende in considerazione il tasso di crescita della neoplasia, le sue dimensioni e l'età del paziente.

Possibili complicazioni

Nonostante l'esame completo del paziente prima dell'operazione, la probabilità di sviluppo di alcuni eventi avversi non può essere esclusa.

Potenziali complicazioni:

  • Sindrome del dolore Si riferisce alla naturale risposta del corpo alla dissezione del tessuto. Entro 5-7 giorni dopo l'intervento, gli analgesici vengono somministrati alla donna. Inizialmente, i farmaci iniettabili sono usati - per fermare rapidamente il dolore acuto, quindi - nella forma di targhe (possono esser presi non più di 1 p. A 3 ore).
  • Formazione di cicatrici sul sito di sutura. La gravità della cicatrice dipende dalla singola pelle di una donna e dalla precisione del medico. La natura dell'approccio chirurgico selezionato è importante.
  • Ematoma. L'emorragia sottocutanea è associata alla violazione dell'integrità dei vasi sanguigni. Se il livido sulla ghiandola mammaria viene mantenuto per lungo tempo - al paziente viene prescritta l'introduzione di acido ascorbico e l'applicazione locale di pomata riassorbibile.
  • Deformità del seno (a causa di cambiamenti del tessuto cicatriziale). Inoltre, il cambiamento nella forma del seno si verifica a causa di una manipolazione impropria (troppo ruvida) degli ugelli dell'apparato.
  • Diminuzione della sensibilità del capezzolo. È una complicanza seria, soprattutto se il fenomeno è una conseguenza del danno alle fibre nervose.
  • Bleeding. Si verifica a causa di danni durante l'intervento chirurgico di un grande vaso sanguigno. Quando il tessuto viene sezionato, i chirurghi bruciano queste strutture per prevenire la perdita di sangue. Ma una dissezione incurante con un bisturi può causarlo.

Se l'operazione o le successive medicazioni delle ferite sono state eseguite senza una sufficiente osservanza delle regole di asepsi, è possibile l'infezione tissutale. In questo caso, la pelle nel punto di sutura si gonfia, diventa rosso vivo, la temperatura corporea del paziente sale a livelli elevati. La formazione di pus comporta la successiva eliminazione regolare delle masse patogene. La donna viene fasciata due volte al giorno e i tessuti vengono lavati con una soluzione antisettica.

Inoltre, dopo un intervento chirurgico, il paziente può avere un mal di testa fino a 5 giorni e disturbare la sete. Entrambi i fenomeni sono associati all'anestesia. Si consiglia di utilizzare più liquidi e assumere antidolorifici ogni 6 ore.

Dopo la rimozione del fibroadenoma, la sua riformazione nella stessa area si verifica raramente, ma un tumore può formarsi su un'altra parte della ghiandola mammaria. Al fine di identificare i cambiamenti in modo tempestivo, una donna visiterà regolarmente un mammologo, un ginecologo e un endocrinologo.

Chirurgia del fibroadenoma

È diviso in una visione pianificata e urgente (urgente, urgente). Nel primo caso, il paziente è preparato a lungo termine per l'intervento, nel secondo - l'esame avviene in modalità espressa. L'urgenza dell'operazione è influenzata dalla dimensione della neoplasia e dal rischio della sua trasformazione in un tumore maligno, il benessere generale della donna. Se i risultati diagnostici hanno dimostrato la presenza di un sigillo di grandi dimensioni con un'alta probabilità di malignità, è impossibile ritardare. Inoltre, la chirurgia è necessaria se una donna continua e spesso usa analgesici per ridurre la sensibilità del fibroadenoma durante la sua crescita.

Enucleazione (mondatura)

Il metodo prevede l'escissione di soli fibroadenomi - senza alterare la struttura del seno. Un prerequisito per questo tipo di intervento è un'origine benigna confermata del tumore. Pre-donne forniscono anestesia locale. Questo minimizza il disagio. L'unica sensazione possibile è la sensazione di toccare gli strumenti. Il chirurgo esegue una dissezione del tessuto mammario lungo il bordo dell'areola. Questa localizzazione consente di ridurre ulteriormente la visibilità della cucitura.

L'essenza dell'intervento - con un utensile elettrico o un bisturi, il chirurgo separa la neoplasia dai tessuti circostanti. La durata dell'intervento è di circa 1 ora (a seconda della possibilità di interrompere l'emorragia). La rimozione della sutura avviene 7-10 giorni dopo l'operazione. A seconda di molti fattori (il benessere generale del paziente, la sua età e il peso, la dimensione del tumore), la rimozione viene effettuata su base ambulatoriale.

Resezione del settore

Il pre-paziente subisce l'anestesia generale. Questo evita la sensazione di dolore. Il fibroadenoma viene asportato contemporaneamente al tessuto circostante della ghiandola stessa (circa 1-3 cm attorno alla neoplasia). Rimane una cicatrice evidente, che viene eliminata solo dalla chirurgia plastica. I cambiamenti cicatrici non possono essere evitati per due motivi:

  • un tumore che comporta un'asportazione settoriale non viene trattato nella fase iniziale del suo sviluppo;
  • La tecnica chirurgica prevede l'uso di un bisturi, che porta alla formazione di una cicatrice al termine del periodo di recupero.

La gravità della cicatrice è influenzata dalle caratteristiche individuali della pelle: quanto è sottile e leggera.

La durata dell'intervento raramente supera le 1,5 ore. La durata dell'operazione dipende dalla dimensione del tumore, dalla sua localizzazione, dal volume della ghiandola mammaria (questo fattore può rendere difficile l'accesso al tumore).

Resezione totale

L'intervento chirurgico comporta la rimozione completa non solo dei fibroadenomi, ma anche della ghiandola mammaria. Il metodo è giustificato solo nel caso di una grande dimensione del tumore, la sua rapida crescita, un alto rischio di trasformazione in un cancro. La durata media dell'operazione è 1 ora. Una grande cicatrice rimane nel sito dell'intervento, indicando l'amputazione del seno.

Asportazione laser

L'esposizione a fasci ad alta energia avviene in modo mirato: il medico non influisce sul tessuto circostante. Per la direzione del laser, il chirurgo usa un ugello speciale. Manipolando tali, il chirurgo distrugge le cellule di fibroadenoma. La durata della procedura è di 40 minuti. Al posto delle aree trattate, dopo 2 mesi compaiono i tessuti sani. Cicatrice: mite, pallida.

vuoto

Il paziente viene pre-trattato con anestesia locale. Indipendentemente dalla localizzazione del tumore, la puntura viene eseguita nella regione ascellare o nell'area sotto la ghiandola mammaria. L'uso di un ago lungo consente di rimuovere completamente e abbastanza rapidamente i tumori al seno, anche di grandi volumi.

Nel sito di trattamento, c'è un piccolo punto di foratura, con il passare del tempo diventa troppo cresciuto e la pelle diventa liscia. Il livello minimo di disagio e la quasi completa assenza del rischio di effetti collaterali sono spiegati dalle caratteristiche della struttura della punta. Questa parte del vuoto dell'apparato è diretta al tumore.

Il vantaggio di questo tipo di intervento è il recupero rapido. Il paziente deve visitare il medico per un controllo il giorno dopo la procedura.

Periodo postoperatorio

La durata del periodo postoperatorio è determinata dal tipo di operazione selezionato. Inoltre, la sua durata dipende da quanto bene il paziente si prende cura della ferita chirurgica (il medico fornisce alcune raccomandazioni in merito).

Immediatamente dopo il trasferimento della donna nel reparto, le sue condizioni vengono monitorate (vengono misurati il ​​livello di pressione, la frequenza respiratoria e la frequenza cardiaca e viene valutato il benessere generale).

Mostra l'imposizione del ghiaccio sul seno operato. Ciò minimizza il rischio di ematoma. È necessario applicare il ghiaccio entro 1-2 ore, in cicli di 10 minuti (non di più).

I punti vengono rimossi o non ne risentono affatto, consentendo loro di dissolversi all'interno della pelle. Questo fattore dipende direttamente dal tipo di materiale di sutura scelto dal chirurgo. Inoltre, il fattore del tipo di thread utilizzato influisce leggermente sulla gravità della cicatrice.

Le procedure di igiene sono consentite 3-4 giorni dopo la rimozione dei fibroadenomi. Quanto sia presto possibile fare la doccia direttamente dipende dal tipo di operazione, dal materiale di sutura utilizzato, dalla tollerabilità generale dell'intervento da parte del paziente. Per eliminare la possibilità che contaminanti entrino nella ferita cicatriziale, non è consigliabile fare il bagno - solo una doccia. L'uso di acqua calda è anche controindicato (questo può portare a sanguinamento dal seno operato).

Seno dopo la rimozione del fibroadenoma al seno

A seconda delle capacità tecniche della clinica, il tipo di seno dopo il suo ripristino, il medico può simulare sul computer. È impossibile predeterminare lo stato della mammella dopo l'intervento solo se compaiono direttamente durante l'operazione.

Al fine di ridurre al minimo il rischio di comparsa di cicatrici marcate, è più opportuno eseguire l'operazione in una fase in cui il tumore non ha raggiunto grandi dimensioni. Se la cicatrice è evidente, può essere rimossa mediante resurfacing laser. A seconda della gravità della cicatrice sarà necessario da 2 a 7 procedure.

Dopo che la ferita è guarita, il paziente può ricorrere a uno dei metodi di ripristino del seno (chirurgico o alternativo). eseguire:

  1. Impianto di endoprotesi a forma di lacrima.
  2. Chirurgia plastica con l'installazione di impianti rotondi.
  3. Iniezioni di acido ialuronico.

Prima dell'intervento, il paziente viene sottoposto ad anestesia, la durata totale della chirurgia plastica è di 1,5-2 ore. L'impianto viene eseguito attraverso l'ascella o attraverso un'incisione, che viene eseguita sotto la ghiandola mammaria.

L'iniezione di acido ialuronico viene eseguita in 2 fasi per verificare la piena distribuzione della soluzione e se l'approccio ha successo in linea di principio. La procedura è caratterizzata da un effetto a breve termine, poiché la sostanza iniettata è ben assorbita dai tessuti. La durata media del salvataggio del risultato è fino a 5 mesi, che in seguito implica la reintroduzione dell'acido ialuronico.

Dolore dopo la rimozione di fibroadenoma

Il disagio si verifica 1-3 ore dopo il completamento dell'operazione. Indicano un progressivo indebolimento dell'anestesia. Non puoi tollerare il dolore - questo può causare una serie di complicazioni, che possono essere evitate se chiedi all'infermiere di presentare un anestetico. Se la ferita è cicatrizzante senza effetti collaterali sotto forma di suppurazione o emorragia, la necessità di introdurre analgesici diminuisce gradualmente in una donna.

Se cicatrici e cicatrici rimangono dopo l'intervento chirurgico

La violazione dell'integrità del tessuto porta alla successiva necessità di una sutura. Dopo la guarigione della ferita, le cicatrici non rimangono in tutti i casi.

Anche l'esposizione al laser non porta a cambiamenti del tessuto cicatriziale. Dopo la rimozione del vuoto del tumore della ghiandola mammaria, rimane il segno di puntura. L'epitelizzazione del tessuto procede rapidamente (nel giro di pochi giorni) e nel sito di esposizione non rimane nemmeno traccia. Dopo l'enucleazione, le cicatrici non rimangono.

conclusione

Il fibroadenoma è un indurimento benigno, ma, come tutti i tumori di questa natura, permane il rischio di trasformazione in un tumore canceroso. Senza la diagnostica (metodi hardware, strumentali e di laboratorio) è impossibile determinare il rischio di malignità e prognosi. Il fibroadenoma è suscettibile alla rimozione non chirurgica. Ma per questo, le sue dimensioni dovrebbero essere minime. Se la necessità per l'operazione non può essere evitata - nella scelta del metodo ottimale, è consigliabile concentrarsi sull'opinione del medico. Poiché la gravidanza predetermina e stimola la crescita del tumore, nella fase di consultazione uno specialista dovrebbe essere informato sui piani per la maternità. Per minimizzare il rischio di complicanze postoperatorie, dovresti seguire il consiglio di un medico per prendersi cura della ghiandola mammaria operata.

Recensioni di donne dopo l'intervento chirurgico

"Sfortunatamente, sono andato dal medico sul palco quando il tumore ha raggiunto il terzo stadio - dovevo essere rimosso per settore. Ma il mammologo ha immediatamente avvertito che la possibilità di ripristinare la ghiandola è. Pertanto, sei mesi dopo la guarigione della ferita, mi sono rivolto a un estetista e per 5 procedure ho rimosso la cicatrice con un laser. Ti consiglio di non ritardare una visita dal medico se il tuo petto fa male. "

Natalia, 42 anni

"Il fibroadenoma non è un motivo per arrendersi. Mi sono rivolto a un mammologo affidabile e ho subito la rimozione del tumore sotto vuoto. Non c'era alcun rischio di reincarnazione nel cancro, quindi, insieme al medico, è stato scelto questo tipo di operazione. Il sito della puntura guarì in pochi giorni. E ora, solo i ricordi e la conclusione che la necessità di visitare il medico regolarmente dovrebbero essere lasciati alle spalle. "

"Ho pianificato la nascita di 2 bambini e superato l'esame. Quando il medico ha rivelato un tumore al petto - era solo sotto shock. Bene, quello si è rivelato benigno. Nelle grandi operazioni, e ancor più nella rimozione del seno, non ce n'era bisogno. Il fibroadenoma fu rimosso dal laser (senza molto disagio). Ora capisco quanto sia importante visitare regolarmente un dottore. "

"Dopo la menopausa ho sentito un tumore nel torace di 3 cm. Come sembrava, non mi capivo. Risultò - fibroadenoma, quindi anche con il rischio di trasformazione in cancro. Ho dovuto rimuovere con il petto. Dopo l'operazione, ci sono voluti circa un anno - ha visitato un chirurgo plastico - mi è stato dato un impianto. Costoso, ma quando sei riuscito a migliorare la tua salute, puoi persino pensare alla bellezza. "

"La parola" fibroadenoma "mi sembrava una frase. Ma si è scoperto che il tumore è piccolo, benigno e cede all'eliminazione per via del vuoto. Rimosso solo il sigillo, la ghiandola mammaria non è danneggiata. Il risultato è soddisfatto - non si sono verificate cicatrici o deformazioni. Ora visito regolarmente il mammologo e monitoro più da vicino la mia salute ".

Rimozione del fibroadenoma e periodo di recupero

Il fibroadenoma è una ghiandola mammaria benigna che si verifica nelle donne di età compresa tra 20 e 50 anni. La malattia è asintomatica, pertanto viene diagnosticata più spesso nelle fasi successive. Nelle prime fasi viene usato un trattamento conservativo, ma i medici considerano l'intervento chirurgico più efficace e di solito lo raccomandano. La rimozione dei fibroadenomi al seno e il periodo postoperatorio hanno le loro caratteristiche.

Dopo l'intervento chirurgico, una donna deve rispettare alcune regole per ripristinare la salute. Ci sono poche raccomandazioni universali, il recupero avviene individualmente per ogni donna.

Classificazione Fibroadena

Cos'è il fibroadenoma? Questo è un sigillo che si verifica nei tessuti connettivi del seno. Una nuova crescita cellulare densa può essere singola o multipla. Ci sono diversi tipi di esso, a seconda della posizione:

  1. Perikanalikulyarnoe. I cambiamenti patologici influenzano il più grande dotto toracico, situato vicino al capezzolo.
  2. Intrakanalikulyarnoe. Nuova crescita si verifica all'interno dei condotti.
  3. A forma di foglio (filofloide). Si verifica nei lobuli della ghiandola mammaria, si sviluppa rapidamente, quindi è necessaria un'operazione urgente per diagnosticare questa forma. Pericoloso perché crea le condizioni per lo sviluppo di un cancro.
  4. Tipo misto I cambiamenti avvengono nei tessuti connettivi e nei dotti.

Di solito, i sigilli si verificano solo in un seno, ma ogni decima donna soffre di fibroadenomi multipli in entrambe le ghiandole mammarie.

Trattamento conservativo

Le donne sotto i 30 anni, il cui fibroadenoma è piccolo (da 2 a 8 mm) e progredisce lentamente, viene prescritto un trattamento conservativo. Si tratta di farmaci ormonali e di altro tipo. Nel corso del trattamento, il medico controlla le condizioni del sigillo e del paziente.

Rimozione del fibroadenoma, periodo postoperatorio

In tutti i casi rimanenti, specialmente se viene diagnosticato fibroadenoma filofloide, è indicata un'operazione. Il grado di chirurgia dipende dalle dimensioni del fibroadenoma, dallo stadio della malattia, dall'età e dalla salute della donna. Prima di un intervento chirurgico, eseguire un esame completo obbligatorio del paziente.

Le operazioni per rimuovere fibroadenoma al seno sono di due tipi:

  1. Resezione settoriale. In anestesia locale o generale, vengono rimosse la neoplasia e il tessuto circostante. Questo è necessario per prevenire danni a tutto il seno. Il tumore estratto viene esaminato per la presenza di cellule tumorali.
  2. Enucleazione. Una donna in anestesia locale viene rimossa solo fibroadenoma, senza alterare altri tessuti. Tale manipolazione è possibile solo se la probabilità di cancro al seno è completamente esclusa.

L'operazione richiede meno di un'ora. Una donna può tornare a casa dopo poche ore o il giorno successivo (molto raramente - il secondo giorno dopo l'intervento chirurgico).

Le suture postoperatorie vengono rimosse dopo 1,5-2 settimane. Oggi, sempre più spesso usano fili cosmetici che si dissolvono da soli. In questo caso, non sono necessarie ulteriori manipolazioni. Per non lasciare cicatrici visibili, usare creme speciali.

Nel periodo postoperatorio, gli impacchi di ghiaccio sono usati per alleviare il dolore. La benda applicata al torace deve essere cambiata mentre appare il sangue.

Dopo aver rimosso la guarnizione, sono possibili la suppurazione della sutura e l'aumento della temperatura. Con la comparsa di questi segni, un bisogno urgente di consultare un medico.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

A causa del mancato rispetto delle misure igienico-sanitarie durante l'intervento chirurgico e delle cure improprie nel periodo postoperatorio, a volte ci sono delle complicanze. Sono evidenziati da:

  • arrossamento della pelle del seno;
  • scarico di pus dalla sutura;

Le complicazioni più comuni sono:

  • Ematoma. Si verifica quando il sangue si accumula nella cavità formata dopo la rimozione del fibroadenoma. Ciò accade a causa delle caratteristiche fisiologiche e delle ipotesi di errori durante l'operazione.
  • Sieroma. Nella cavità sinistra dopo l'operazione per rimuovere il sigillo, si accumulano fluido sieroso e plasma.

Per alleviare la condizione della donna, il liquido accumulato viene pompato attraverso una piccola incisione sulla superficie del seno.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Qualsiasi intervento chirurgico al torace richiede misure speciali per la riabilitazione delle donne. Ciò è particolarmente necessario se durante l'operazione è stata rimossa gran parte della ghiandola mammaria.

Il periodo di riabilitazione dura da 2 a 8 giorni. Dipende principalmente dalla salute generale della donna e dalla complessità dell'operazione.

Completamente il corpo viene ripristinato in circa 3 settimane. Durante questo periodo si consiglia di osservare quanto segue:

  • abbandonare completamente l'attività fisica;
  • aumentare la quantità di proteine ​​nella dieta;

Dopo l'intervento, una donna dovrebbe visitare lo specialista del seno almeno due volte per monitorare le sue condizioni.

Non dobbiamo dimenticare lo stato psicologico del paziente durante questo periodo. Di norma, le donne con un atteggiamento positivo si riprendono più velocemente. Si consiglia l'assunzione di sedativi leggeri o l'utilizzo di rimedi omeopatici.

Dopo la rimozione del fibroadenoma della ghiandola mammaria, circa una donna su cinque ha una ricaduta, quindi è necessario visitare lo specialista del seno ogni sei mesi.

Il fibroadenoma viene diagnosticato in ogni quarta donna con noduli al seno. Nella maggior parte dei casi, puoi eliminarlo solo con un intervento chirurgico. Con trattamento tempestivo al medico, l'operazione viene eseguita con conseguenze minime per la salute e l'aspetto del seno.