Precancro obbligatorio - precancro facoltativo

Precancro obbligatorio - lo stadio della patologia precoce del cancro, che prima o poi si trasforma in cancro. Questi cambiamenti richiedono un trattamento radicale.

Un precancro facoltativo non entra necessariamente in un tumore maligno, richiede un'attenta osservazione di se stesso, ma non un trattamento.

Condizioni precancerose dello stomaco e dell'intestino. Tra le possibili cause del cancro, la gastrite cronica di vecchia data, in particolare la sua forma anacida, è di grande importanza. Il più grande pericolo in termini di cancro è la gastrite atrofica (l'incidenza del cancro è fino al 13%) e i fuochi dell'iperplasia sulla superficie della mucosa atrofica sono considerati focolai precancerosi.

Anche la malattia di Menetrie (gastrite che stimola il tumore) è precancerosa. Secondo la letteratura, nell'8-40% dei casi, il cancro gastrico si verifica sullo sfondo di questa malattia.

L'ulcera peptica è una malattia comune e la questione della trasformazione maligna delle ulcere gastriche rimane oggetto di un costante dibattito. Si nota che la probabilità di malignità di un'ulcera allo stomaco dipende dalla sua posizione e dalle sue dimensioni. Pertanto, si ritiene che la probabilità di malignità (malignità) di un'ulcera gastrica di maggiore curvatura (che è, tuttavia, estremamente rara) sia del 100%. Il rischio di malignità di un'ulcera con un diametro superiore a 2 cm è molto più alto di quello di uno più piccolo. La conclusione finale può essere fatta solo dopo lo studio morfologico del materiale bioptico.

Per la patologia pre-tumorale dello stomaco dovrebbe essere attribuito ai polipi dello stomaco, in particolare il gruppo di formazioni adenomatose di oltre 2 cm, la possibilità di malignità che è piuttosto alta - 75%.

I polipi adenomatosi sono considerati una malattia del colon precancerosa. Derivano da un processo infiammatorio produttivo (polipi iperplastici o rigenerativi) o da tumori benigni (polipi ghiandolari o adenomatosi). I polipi iperplastici sono molto più spesso adenomatosi, ma il pericolo della loro malignità (malignità) è discutibile.

I polipi adenomatosi sono più spesso localizzati nel retto, quindi in ordine discendente seguono il colon sigmoideo, cieco e discendente. Le loro dimensioni variano da pochi millimetri a 3-4 cm o più. Con l'aumento delle dimensioni dei polipi, la loro pelosità e il grado di displasia, aumenta la probabilità di rigenerazione maligna.

Esistono polipi singoli, multipli e poliposi diffusa.

Il precancro obbligatorio del colon è una poliposi diffusa, nella quale in quasi il 100% dei casi si sviluppa il cancro. La malattia è ereditaria, la malignità si manifesta in giovane età. Il trattamento con poliposi è operativo. A seconda dell'estensione della lesione, viene eseguita la resezione dell'intestino o la colectomia subtotale. Con singoli polipi su base stretta, è possibile la loro elettroscissione endoscopica. In futuro, ogni 6 mesi produce fibrocolonoscopia con elettrocoagulazione di polipi appena formati.

La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono considerati un precancro facoltativo. Sono soggetti a trattamento conservativo.

Condizioni precancerose della pelle. Tumori maligni della pelle più spesso rinati:

  • cheratosi e atrofie senili,
  • cheratosi attiniche,
  • danno cronico da radiazioni alla pelle,
  • dermatite da radiazioni tardive,
  • ulcere trofiche da lungo tempo, piodermite cronica ulcerativa e vegetativa,
  • lichen planus ulceroso e verrucoso,
  • cambiamenti cicatriziali della pelle in focolai di lupus eritematoso e tubercolare, vecchie cicatrici postbruciate
  • nevi
  • ipercheratosi precancerosa limitata del bordo rosso delle labbra, cheloidi;

Il grado di potenziale maligno di ciascuna di queste condizioni cutanee pre-cancerose è diverso. Quindi, secondo il Centro per i tumori russi, i carcinomi delle cicatrici post-ustione si osservano nel 5-6% dei casi; allo stesso tempo hanno un'evoluzione più rapida e un corso più maligno; melanosi premaligna limitata di Dubraea, cheratosi attinica pigmentata e nevo di confine epidermo-dermico hanno un'alta propensione alla neoplasia. %). Verruche e papillomi, molti oncologi-clinici non considerano i cambiamenti precancerosi.

Tuttavia, ci sono un certo numero di situazioni in cui il cancro può svilupparsi da loro. Il più delle volte ciò avviene nei casi di verruche genitali, in presenza di verruche in pazienti con immunodeficienza, nonché nel caso di displasia verrucosa dell'epidermide geneticamente determinata, cosiddetta.

Condizioni precancerose degli organi genitali femminili. Le malattie precancerose degli organi genitali femminili includono l'erosione della cervice, la leucoplachia della vulva e della cervice, i polipi degli organi genitali femminili, la deformità cicatriziale della cervice, ecc.

L'erosione è una violazione dell'integrità o un cambiamento nella copertura epiteliale della parte vaginale della cervice. L'erosione può essere presente per mesi e anni senza manifestarsi. E l'erosione a lungo termine della cervice può essere la causa dello sviluppo di un tumore. Ma ancora, il principale fattore cancerogeno per il cancro della cervice e il corpo dell'utero è il papillomavirus umano.

Quando le violazioni del metabolismo degli ormoni sessuali nella ghiandola mammaria avvengono nella proliferazione patologica. La mastopatia cistofibrosa si trasforma in una forma proliferativa con segni di atipismo, che può essere attribuita a una condizione precancerosa. Con condizioni patologiche continue del metabolismo nei fuochi della proliferazione precancerosa, può verificarsi il cancro al seno. Mastalgia e mastopatia tireotossica non sono un precancro. Anche la mastopatia fibrosa nodulare non va direttamente al cancro. Ma va tenuto presente che la mastopatia fibrosa nodulare, spesso presente nelle donne nel periodo pre-menopausale, è difficile da differenziare dal cancro al seno. I fibroadenomi al seno, anche se in una piccola percentuale di casi, entrano nel cancro. Tuttavia, il cancro può essere assunto per fibroadenoma nella fase iniziale del suo sviluppo. Le malattie cistiche delle ghiandole mammarie (fino al 12%) hanno molte più probabilità di svilupparsi nel cancro.

Precancello facoltativo e obbligatorio

Un precancro, o una malattia precancerosa, è una condizione che si sviluppa in cancro con un grado maggiore di probabilità rispetto alla popolazione generale. Tuttavia, la presenza di uno sfondo precanceroso non significa che si trasformerà in cancro con fatalità inevitabile. Malignità nella condizione indicata come precancer è osservata nello 0,1-5%.

Lo spettro delle condizioni precancerose è insolitamente ampio. Questi includono quasi tutti i processi infiammatori specifici e non specifici cronici. Ad esempio, nello stomaco è gastrite cronica di varie eziologie, incluso nello stomaco resecato per ulcera peptica; nei polmoni - cronico

bronchiti; nel fegato - epatite cronica e cirrosi; nelle vie biliari - colelitiasi; processi dishormonal nella ghiandola mammaria - mastopatia; processo iperplastico nell'endometrio - iperplasia ghiandolare; nella cervice - erosione e leucoplachia; gozzo diffuso e nodulare nella ghiandola tiroidea; processi distrofici causati da disordini metabolici e discheratosi (kouros vulvare); dermatite da radiazioni e danno tissutale dopo irradiazione UV e radiazioni ionizzanti; danno meccanico, accompagnato da irritazione cronica delle mucose (protesi dentarie, pessari, lesioni, agenti chimici che causano dermatite professionale, ustioni delle mucose); malattie virali (infezione da papillomavirus umano nella cervice); Disontogenetico - anomalie dell'inserimento di organi primari (teratomi, amartomi, cisti laterali del collo - derivati ​​di archi branchiali); tumori benigni (polipi adenomatosi dello stomaco e del colon, neurofibromi); malattie parassitarie (opistorchiasi, ecc.).

I pazienti con gli stati precancerose sono sotto controllo medico generale di salute (in accordo con la localizzazione della malattia -. I terapeuti, gastroenterologi, ginecologi, LORspetsialistov ecc), e il trattamento precancro è la prevenzione del cancro. Allo stesso tempo vengono prescritti farmaci antibatterici e antinfiammatori, vitamine, oligoelementi e viene corretto lo stato ormonale e immunologico.

Per precancro includere condizioni precancerose - precancro opzionale e condizioni precancerose - precancro obbligatorio. Il tumore precoce comprende il cancro pre-invasivo, il carcinoma in situ e il cancro invasivo precoce: il microcarcinoma. Quindi, in caso di patologia oncologica precoce, si possono distinguere 4 fasi successive della morfogenesi del cancro: I - condizioni precancerose - precancro facoltativo; II - condizioni precancerose - obbligano precancro; III - carcinoma preinvasivo - carcinoma in situ e IV - carcinoma invasivo precoce (Peterson BE, Chissov VI, 1985).

Da fase precancro I - stati precancerose o precancro opzionale - dovrebbe includere una varietà di malattie croniche accompagnate da cambiamenti degenerativi e atrofiche del tessuto rigenerativo con l'inclusione di meccanismi e processi disregeneratornye metaplasia, portando alla comparsa di focolai di proliferazione cellulare, tra i quali può verificarsi crescita tumorale focolare.

Fase II del precancro - condizioni precancerose o obbligo precancro. Esso comprende displasia (dis - violazione, plasis - formazione), che si verifica sempre nel processo disregeneratornogo interno e accompagnati da differenziazione inadeguata e incompleta di elementi del tessuto staminali, alterata coordinazione tra i processi di proliferazione e maturazione delle cellule.

24. Il concetto di metaplasia, displasia e cancro precoce. Periodi di crescita del tumore.

Metaplasia è la sostituzione di un tipo di elementi cellulari maturi da parte di altri a causa di infiammazione cronica, malnutrizione, esposizione endocrina. Un esempio è la trasformazione dell'epitelio transizionale della vescica in un prismatico piatto o ghiandolare a più strati. I fenomeni di metaplasia sono diversi e ampiamente rappresentati nel tessuto connettivo.

La displasia è una malattia della struttura del tessuto caratterizzata da proliferazione anormale e atipia cellulare. Questo concetto morfologico, poiché displasia viene rilevata solo dopo l'esame istologico del tessuto, permette di stabilire un aumento della proliferazione (proles - discendente, Ferre - creare), ossia neoplasie cellulari per la loro moltiplicazione per divisione, nonché una violazione della loro differenziazione. La displasia epiteliale è stata determinata da una triade: atipia cellulare, differenziazione cellulare alterata, alterata architettura del tessuto.

Esistono tre gradi di displasia:

1. debole (piccolo), i cambiamenti sono determinati da 1/3 dello spessore dell'epitelio;

2. moderato (medio): cambia di 1/2 dello spessore dell'epitelio;

3. pronunciato (significativo) - cambia su / 3 lo spessore dell'epitelio.

Un grado debole di displasia subisce facilmente lo sviluppo inverso, la media è meno comune e al III grado aumenta la probabilità di mutazioni e le cellule appaiono con segni di instabilità genetica, che nel 15% dei casi possono trasformarsi in cancro entro 10-15 giorni. Si osserva che l'aumento della gravità della displasia è correlato al danno cromosomico. I cambiamenti displastici in molti casi si verificano costantemente sullo sfondo della metaplasia, ma il passaggio di tutte le fasi della displasia per lo sviluppo del cancro non è obbligatorio.

Attualmente, la displasia è riconosciuta come il più importante criterio morfologico del periodo pretumore, sinonimo di precancro. Le ragioni della trasformazione del cancro della displasia, che possono esistere per decenni, non sono ancora del tutto chiare. Nel caso del cancro, il ruolo principale è dato agli effetti a lungo termine degli agenti cancerogeni. G.A. Frank crede che nella pratica la displasia debba essere indicata solo una differenziazione controllata e reversibile dell'epitelio di natura precancerosa come risultato della proliferazione di elementi cambiali (cellule precursori indifferenziate, cellule staminali) con lo sviluppo della loro atipia, perdita di polarità e istostruttura compromessa senza invadere la membrana basale. È proposto il grado di displasia I-II attribuito a un precancro facoltativo, e III grado - obbligare. Queste definizioni di precancro, basate sulla nozione di probabilità di sviluppare un neoplasma maligno, sono ampiamente utilizzate nella pratica clinica e sono di particolare importanza nel follow-up dei pazienti.

Un tumore secondo la teoria del "campo tumorale" si sviluppa da più germi di una neoplasia. In determinate condizioni, i cambiamenti delle cellule precancerose si trasformano in cancro invasivo, che è un momento critico nella formazione di un tumore maligno, dopo il quale si verifica una progressione tumorale maligna irreversibile. Il suo precursore è il cancro non invasivo (intraepiteliale), che differisce dalla conservazione invasiva della membrana basale.

Il carcinoma intraepiteliale è isolato in una forma morfogenetica indipendente del tumore ed è chiamato carcinoma in situ (Tis). Questo termine fu proposto nel 1932 da Broders e denota la completa sostituzione dello strato epiteliale con elementi anaplastici. Il cancro intraepiteliale può esistere nel corpo per lungo tempo, essendo un riflesso dello stato di equilibrio tra le trasformazioni oncogene e le difese del corpo. Questo è ancora un tumore avascolare, in cui il metabolismo è supportato dalla diffusione. Non c'è ancora alcuna minaccia diretta per il corpo da esso, poiché non è capace di crescita illimitata - invasione e metastasi. Tuttavia, il tumore acquisisce gradualmente proprietà pericolose.

Con l'invasione delle cellule tumorali attraverso la membrana basale, stiamo parlando della formazione del cancro precoce.

precoce del cancro o microcarcinoma (cancro microinvasivo), - un tumore maligno avascolare di piccole dimensioni, membrana basale germogliato, ma non si diffondono al di là della mucosa o di altri tessuti da cui ha origine. Al di là lascia la membrana basale ad una profondità di 0,3 cm, metastatizza ed è quello più favorevole per il cancro invasivo durante il trattamento che fornisce il 100% di cinque anni di sopravvivenza. Il concetto di cancro precoce comprende criteri morfologici per la crescita del tumore, cioè è un cancro che non va oltre la mucosa.

Per i tumori dell'epitelio, le definizioni di carcinoma precoce e carcinoma in situ sono considerate identiche. Ma per i tumori provenienti dagli organi interni rivestiti da epitelio ghiandolare (stomaco, intestino, endometrio), e questi concetti organi parenchimatosi dovute alle caratteristiche di organo architettoniche mucose non coincidono, per cui per precoce del cancro in tali casi altre definizioni.

Fasi del cancro

Notazione (da sinistra a destra): cellula con una mutazione del gene - iperplasia - tumori benigni - displasia - cancro "in situ" - cancro con crescita infiltrante

La crescita di un tumore maligno si verifica esclusivamente "da sé" mediante la riproduzione di cellule del germe primario, il più delle volte a seguito della riproduzione di una cellula tumorale primaria. Pertanto, per un certo periodo, la crescita del tumore rimane un processo locale ed è in uno stato preclinico latente. In questo periodo, il trattamento chirurgico e radioterapico porta a una cura completa. Solo dopo aver raggiunto un certo sviluppo, avendo superato la barriera tissutale locale, il tumore si approfondisce nei tessuti circostanti, infiltrandosi e distruggendoli. In questa fase di crescita, l'escissione del tumore non sempre garantisce la sua cura, poiché è difficile stabilire il confine del tumore. Delle restanti cellule tumorali anche singole, la crescita maligna (recidiva) può riprendere. Con l'ulteriore crescita di un tumore non trattato, un numero significativo di pazienti sviluppa noduli tumorali secondari in altri organi e tessuti - metastasi.

In diversi stadi di sviluppo di un tumore maligno, sono necessari vari metodi di trattamento. Pertanto, il trattamento adeguato e di successo dei malati di cancro non è possibile senza prima determinare lo stadio della malattia, anche se qualsiasi crescita biologica, e più maligno, è difficile stabilire un quadro rigoroso il suo sviluppo.

Malattie pre-cancerose: Pre-Cancro facoltativo e obbligatorio

Le malattie oncologiche non sorgono senza fondamento, il corpo umano segnala malfunzionamenti con condizioni croniche che sono combinate in medicina sotto il termine generale "malattie precancerose". Per molti anni di ricerca medica, gli scienziati sono stati in grado di confermare l'ipotesi sullo sviluppo del cancro a causa di compromissione dei processi fisiologici e del metabolismo, il normale stato dei tessuti.

Il precursore non è una frase, ma un avvertimento

Cos'è un precancro? Sguardo sulla definizione nell'immagine:

I dottori considerano un gruppo di processi patologici di una natura innata o acquisita a condizioni precancerose. Alcune malattie sono in grado, con un alto grado di probabilità, di innescare un processo oncologico. Tuttavia, secondo oncologi e clinici, la presenza di sintomi precancerosi non porta necessariamente allo sviluppo del cancro, la neoplasia non viene sempre trasformata in un tumore maligno.

Ragioni che possono provocare lo sviluppo di condizioni precancerose, attivare la divisione cellulare incontrollata:

  • lungo processo in corso di infiammazione cronica;
  • danno cellulare durante l'infezione a lungo termine;
  • esposizione a sostanze cancerogene, radiazioni;
  • sviluppo di uno squilibrio ormonale persistente;
  • ereditarietà di geni difettosi responsabili della proliferazione (il tasso di divisione cellulare).

Grazie all'insegnamento del precancro basato su molti anni di osservazioni cliniche, l'anatomia dei cambiamenti che precedono il cancro inizia nei tessuti epiteliali. La trasformazione di cellule sane in precancerose avviene a tappe, causando un tipo speciale di danno d'organo:

  • la displasia è considerata la causa più probabile di tumore maligno;
  • i tumori benigni possono trasformarsi in cancro solo in determinate condizioni.

L'epitelio è il principale tipo di struttura tissutale del tegumento, che protegge il corpo dall'influenza esterna. Uno dei compiti più importanti delle cellule epiteliali è garantire la comunicazione e la protezione del corpo dall'ambiente esterno. Pertanto, le condizioni precancerose colpiscono gli organi ghiandolari, la membrana mucosa, i tessuti integumentari.

È importante Le strutture connettive del sistema muscoloscheletrico, del cuore e del cervello sono estremamente raramente colpite a causa di un intenso rinnovo cellulare di questi organi.

Guarda un video sui sintomi e la diagnosi delle malattie gastrointestinali che possono trasformarsi in cancro, nonché misure per prevenire le condizioni pre-cancerose:

Due tipi di una patologia

Guarda l'immagine descrive i tipi e le fasi del precancro:

Il sistema immunitario protegge il corpo umano dalla rinascita delle cellule precancerose identificando le strutture mutanti e quindi neutralizzandole. Se il sistema immunitario è indebolito, la rapida crescita delle cellule mutanti inizia, degenerando in cellule tumorali, germinano nel tessuto degli organi vicini. Diagnosticare i sintomi di stadi intermedi con metodi morfologici contribuisce alla diagnosi precoce e al trattamento tempestivo di una malattia potenzialmente letale.

I disturbi precancerosi iniziano con il fallimento del processo di maturazione cellulare. Il problema spesso passa inosservato a causa della mancanza di manifestazioni cliniche oa causa di sintomi non specifici, e il rilevamento dello stato pretumorale avviene per caso. Sullo sfondo di una vasta gamma di malattie precancerose, compresi i processi cronici di natura specifica o non specifica, è stata adottata la seguente classificazione per il gruppo di precursori del cancro.

Un numero di oncologi ha un'opinione sull'inevitabilità della neoplasia del tumore dopo l'inizio del processo di malignità. La malignazione si riferisce alla trasformazione di normali elementi cellulari di tessuti o formazioni non pericolose in strutture maligne che possono rilasciare tossine minacciose. A causa di studi morfologici, è stato rivelato che una degenerazione delle cellule di massa può essere considerata l'ultimo stadio nello sviluppo del processo tumorale.

Le condizioni precancerose sono il risultato di cambiamenti autonomi associati all'effetto costante di fattori cancerogeni sulle cellule, nonostante la correzione del sistema immunitario.

Caratteristiche degli stati pretumor

Il concetto pathoanatomical del precancro si basa sull'affermazione che un tumore maligno si forma molto raramente nei tessuti di un organismo sano. Ogni tipo di tumore ha il proprio tipo di precancro con una posizione specifica e un livello di epidemiologia (distribuzione nazionale). Per il trattamento di una malattia al confine con l'oncologia, è importante classificare correttamente il tipo di precancro, collegandolo ad una delle tre categorie principali.

Cambiamenti precancerosi nella pelle

Il livello di progressione delle malattie che interessano la pelle è caratterizzato da un graduale aumento dei cambiamenti patologici. Se la fase iniziale è caratterizzata dalla completa reversibilità del processo, allora la cronicità della patologia riduce drasticamente il grado di successo del trattamento dei seguenti precursori del cancro della pelle:

  • Nevi pigmentati. In luoghi di moli aree cutanee instabili soffrono di un eccesso di melanina. La lesione accidentale a una talpa porta all'infiammazione, con conseguente minaccia di malignità delle cellule.

Sembra un nevo sulla pelle:

  • Mucosa orale Le ulcere non cicatrizzanti, che si trovano spesso sulle guance dall'interno, portano allo sviluppo della displasia epiteliale. Le crepe nel bordo rosso delle labbra indicano la sconfitta dell'ipercheratosi precancerosa, il papillomavirus.
  • L'infiammazione della pelle porta alla discheratosi di Bowen - un precancro obbligato progredisce verso un tipo di cancro invasivo. La probabilità di degenerazione della melanosi Dubrae, la cheratosi del pigmento è molto alta.

È importante Il precancro diventa fatale allo stadio dei cambiamenti intracellulari, che minaccia la transizione del cancro da un precursore a una malattia non cancerosa. La causa dei cambiamenti precancerosi può essere un contatto esterno del derma con un ambiente aggressivo. Allora la patologia non è accompagnata da un processo incendiario.

Caratteristiche di malattie precancerose dello stomaco

La trasformazione in cancro è molto probabilmente con sintomi di gastrite cronica, specialmente con la forma anacida della malattia. Nel caso della gastrite atrofica, che si manifesta sullo sfondo di una ridotta secrezione di succo gastrico, vi è un'alta probabilità di gastrite localizzata che precede la comparsa di un tumore.

Inoltre, le malattie precancerose dello stomaco includono:

  • la comparsa di polipi, che spesso si sviluppano in modo asintomatico, e si trovano con una significativa quantità di formazione di tumore che può sanguinare;
  • decorso cronico dell'ulcera gastrica con un'alta probabilità di malignità di un'ulcera di grandi dimensioni, nonché in caso di un difetto dell'ulcera.

Le fasi del cancro gastrico da gastrite guardano l'immagine:

Tra le malattie rare di tipo precanceroso c'è la malattia di Menetria. Un raro tipo di gastrite cronica è caratterizzato da un ispessimento pronunciato della mucosa gastrica. Le cause della malattia, chiamata gastrite ipertrofica gigante, non sono state stabilite e la degenerazione nel cancro dello stomaco si verifica nel 40% dei casi di una malattia che stimola il tumore.

Malattie femminili pre-cancerose

La gravità del problema precancerico in ginecologia è legata al fatto che i precursori oncologici influenzano il sistema riproduttivo delle giovani donne che non hanno ancora conosciuto la felicità della maternità. La minaccia di malignità dei tumori negli organi genitali femminili e nelle ghiandole mammarie segnala un'alta probabilità di cellule normali che degenerano in precancerose.

Guarda l'uscita del programma "Live Healthy" sulla displasia cervicale:

Condizioni precancerose: precancro facoltativo e obbligato

La moderna oncologia riconosce il fatto che un tumore maligno non si verifica in un organismo sano - è sempre preceduto da una condizione precancerosa.

Le condizioni precancerose (dello stomaco, della pelle, dei polmoni, delle ghiandole mammarie, dell'esofago, della cavità orale, della cervice e di altri organi) sono condizioni caratterizzate da un alto rischio di trasformazione in un tumore maligno. Questo può includere una gamma molto ampia di condizioni: tumori benigni, alterazioni dei tessuti di natura disormica, distrofica, infiammatoria, varie malformazioni, cambiamenti legati all'età, ecc.

La condizione precancerosa non si traduce necessariamente in un tumore maligno. Secondo le statistiche mediche, in una condizione precancerosa, la malignità si verifica in circa il 3% dei casi.

Precancello facoltativo e obbligatorio

Esistono vari tipi di condizioni precancerose. Quindi, c'è un precancro facoltativo e precancro obbligato.

Gli stati di precancro facoltativo sono raramente trasformati in un tumore maligno - di regola queste condizioni sono associate a patologie ereditarie o congenite di organi e tessuti. Allo stesso tempo, è stato notato che l'incidenza della trasformazione di un precancer opzionale in una malattia maligna dipende dalla durata della condizione precancerosa.

Le condizioni precancerose facoltative includono gastrite e ulcera atrofica, colite ulcerosa, nodi nella ghiandola tiroidea, iperplasia dyshormonal della ghiandola mammaria, erosione e leucoplachia della cervice.

Dermatiti professionali causate da irradiazione, ustioni delle membrane mucose con sostanze chimiche, nonché lesioni meccaniche derivanti da costante irritazione delle membrane della mucosa (ad esempio, causate da protesi per mantenere l'utero, impianti dentali) sono anche considerate come condizioni precancerose opzionali.

Il precancro obbligatorio è in gran parte dovuto a fattori genetici e, a differenza del facoltativo, si trasforma quasi sempre in un tumore maligno nel tempo. Se il precancro facoltativo da un punto di vista medico è semplicemente difetti del tessuto non cicatrizzanti a lungo termine, obbligare il precancro è un sito di tessuto con displasia grave. Nel tempo, la displasia può regredire, rimanere stabile o progredire. Più la displasia è pronunciata, meno è probabile il suo sviluppo inverso.

Le condizioni precauzionali obbligatorie includono, ad esempio, poliposi del colon familiare, polipi gastrici, xeroderma pigmentosa, dermatosi di Bowen, polipo ademato gastrico, ecc.

Le condizioni relative al precancer obbligatorio richiedono un monitoraggio obbligatorio, una serie di misure preventive e trattamento. I pazienti con precancro obbligato devono essere registrati presso un oncologo.

Cliniche e centri stranieri oncologici popolari

Una delle direzioni principali nel lavoro dell'ospedale medico-chirurgico francese Mont-Louis è la diagnosi e il trattamento dei tumori maligni. Per questo, l'attrezzatura medica avanzata è ampiamente utilizzata, con l'aiuto del quale è possibile identificare e curare il cancro nelle primissime fasi. Vai alla pagina >>


L'israeliano Kaplan Medical Center ha una clinica oncologica nella sua struttura, che offre ai pazienti trattamenti di alta qualità per quasi tutti i tipi noti di cancro. La specializzazione principale della clinica è il trattamento del cancro dell'esofago, dello stomaco, del colon e dell'intestino tenue. Vai alla pagina >>


Una delle direzioni principali della Mayo Clinic negli Stati Uniti è la diagnosi e il trattamento dei tumori maligni. La clinica utilizza un approccio individuale per ogni paziente, sviluppando un programma di trattamento per vari tipi di cancro, tenendo conto di tutte le sue caratteristiche individuali. Vai alla pagina >>


La clinica francese Hartmann è un'istituzione medica specializzata che fornisce diagnosi e trattamento efficace di vari tumori. I dipartimenti della clinica hanno a loro disposizione le più moderne attrezzature diagnostiche - attrezzature per CT, ecografia 3D, ecc. Vai a pagina >>


La clinica Saint Mary in Corea del Sud offre vari servizi medici, incluso il trattamento del cancro. Il trattamento di successo di varie malattie oncologiche è in gran parte dovuto all'eccellente dotazione tecnologica della clinica: gli specialisti usano PET-CT, Cyber ​​Knife, ecc. Per il trattamento. Vai a pagina >>


Il centro di radiochirurgia di Krefeld ha un alto prestigio non solo in Germania, ma anche nel resto del mondo medico. Il centro è un'istituzione medica radiochirurgica davvero unica, poiché l'intero processo di terapia del cancro è soggetto a certificazione di qualità. Vai alla pagina >>


Centro medico israeliano. Chaim Shiba ha una delle più grandi unità oncologiche del paese. I medici del centro applicano un approccio individuale a ciascun paziente, utilizzano le tecnologie più moderne e avanzate per la diagnosi e il trattamento dei tumori maligni. Vai alla pagina >>


La clinica israeliana Poria ha nei suoi membri l'Institute of Oncologic Day Hospitalization, che offre una vasta gamma di servizi per i pazienti affetti da vari tipi di cancro. L'Istituto ha a sua disposizione attrezzature di alta precisione per la diagnosi e il trattamento del cancro. Vai alla pagina >>

precancro

Un precancro è un cambiamento del tessuto acquisito o congenito che contribuisce alla formazione di tumori maligni. I medici distinguono tra precancro facoltativo e precancro obbligato. Per un gran numero di neoplasie maligne, le loro condizioni precancerose non sono identificate, il che porta a certe difficoltà nel campo della prevenzione di queste malattie.

Precancro opzionale

Questa è una condizione che non degenera sempre in un tumore maligno, il più delle volte è associata a cambiamenti congeniti o ereditari in organi e tessuti. Tuttavia, è stato notato che l'incidenza del precancer facoltativo nel cancro dipende direttamente da quanto tempo questa condizione precancerosa esisteva negli esseri umani, più lungo è questo periodo, maggiori sono le probabilità di un tumore maligno, sebbene nella maggior parte dei pazienti non si sviluppi durante tutta la vita.

Le condizioni precancerose facoltative includono iperplasia disormormale della mammella, gastrite atrofica, colite ulcerosa, erosione cervicale, corno cutaneo, papipilloma e altre malattie.

Precancro obbligatorio

Tale precancro è sempre rinato in un tumore maligno, di solito è causato da fattori genetici o congeniti e, se presente, prima o poi una persona dovrà affrontare una diagnosi di cancro. Le malattie precancerose obbligatorie includono poliposi familiare del colon, dermatosi di Bowen, xeroderma pigmentosa, polipo adenomatoso dello stomaco e altri.

Sul concetto di condizioni precancerose, una delle aree più importanti in oncologia è la prevenzione dei tumori maligni.

Dal punto di vista della costruzione del tessuto cellulare, il precancro obbligato è un sito di tessuti con sintomi di displasia grave ed elettivo è semplicemente difetti del tessuto non cicatrizzanti a lungo termine. Quindi, una gamma molto ampia di malattie può essere attribuita al precancro: cambiamenti non specifici nei tessuti infiammatori, distrofici o disormoni, tumori benigni, cambiamenti legati all'età, varie malformazioni. Nella moderna oncologia, l'incontestabile è il fatto che un tumore non nasce da nessuna parte, è sempre preceduto dal precancro.

Cos'è un precancro?

LM Shabad, un ricercatore di condizioni precancerose, ha proposto una tale definizione di precancro - questi sono focolai microscopici di crescita atipica non infiammatoria dell'epitelio con una tendenza a germinare i tessuti adiacenti, ma senza distruzione. Ha anche identificato quattro con tadia predata: iperplasia diffusa, proliferazione focale, tumore benigno, tumore maligno. In questo caso, il passaggio di tutte le fasi è facoltativo.

Insieme all'opinione diffusa del pre-cancro obbligatorio prima dell'insorgenza di un tumore maligno, c'è un'opinione che la possibilità della comparsa di tumori maligni de novo, cioè senza una condizione precancerosa. Sebbene questa teoria abbia meno sostenitori, non può essere completamente confutata, dal momento che ci sono casi di tumori conosciuti in modo affidabile sullo sfondo di tessuti completamente immodificati, ma d'altra parte l'assenza dello stadio precancer potrebbe essere associata alla rapida progressione del tumore e i medici semplicemente non potevano notare lo stadio del precancro.

Gli oncologi si sforzano costantemente di dare una definizione più chiara del concetto di precancro e lo stato dei tessuti può essere determinato in modo più chiaro mediante esame istologico. Dal punto di vista degli istologi, la condizione del tessuto, come la displasia, è più appropriata per il concetto di precancro. Ma questi due concetti non sono equivalenti, il precancro è un termine più ampio e la displasia significa solo i cambiamenti rilevati dall'esame istologico.

Opzionale lo precrides

Precancello facoltativo e obbligatorio

Il problema della pre-morbilità e del cancro precoce è estremamente rilevante in oncologia, poiché consente di prevedere la possibilità di sviluppare il cancro, prevenirlo e curarlo completamente nelle prime fasi dello sviluppo del cancro. L'idea del concetto di precancro è che una nuova crescita non si verifica quasi mai in un organismo sano, ogni tumore ha il suo precancro, e il passaggio dalle cellule normali a un tumore formato ha stadi intermedi che possono essere diagnosticati usando metodi morfologici. Il significato pratico della dottrina del precancro è che consente di selezionare gruppi di aumentato rischio di cancro di un organo e condurre osservazioni sistematiche approfondite di individui in questo gruppo. Oggi, la strategia dell'intero sistema di controllo del cancro si basa sulla prevenzione, l'individuazione e il trattamento delle condizioni precancerose e delle prime forme di tumori maligni.

Un precancro o una malattia precancerosa è una condizione che diventa cancro con un grado di probabilità maggiore rispetto alla popolazione principale. Tuttavia, la presenza di uno sfondo precanceroso non significa che si trasformerà in cancro con fatalità inevitabile. Malignità nella condizione indicata come precancer è osservata nello 0,1-5%.

Lo spettro delle condizioni precancerose è insolitamente ampio. Questi includono quasi tutti i processi infiammatori specifici e non specifici cronici. Ad esempio, nello stomaco è la gastrite cronica di varie eziologie, inclusa la resezione dell'ulcera gastrica; polmoni - bronchite cronica; nel fegato - epatite cronica e cirrosi, colelitiasi nelle vie biliari; processi dishormonal nella ghiandola mammaria - mastopatia; processo iperplastico nell'endometrio - iperplasia ghiandolare; nella cervice - erosione e leucoplachia; gozzo diffuso e nodulare della tiroide; processi distrofici causati da disordini metabolici e discheratosi (kouros vulvare); dermatite da radiazioni e danno tissutale dopo irradiazione ultravioletta e radiazioni ionizzanti; danno meccanico accompagnato da irritazione cronica delle mucose (protesi dentarie, pessari, lesioni, agenti chimici che causano dermatiti professionali, ustioni delle mucose); malattie virali (infezione da papillomavirus umano nella cervice); Disontogenetico - anomalie dell'inserimento di organi primari (teratomi, amartomi, cisti laterali del collo - derivati ​​di archi branchiali); tumori benigni (polipi adenomatosi dello stomaco e del colon, neurofibromi); malattie parassitarie (opistorchiasi, ecc.).

I pazienti con condizioni precancerose sono sotto la supervisione dei medici in accordo con la localizzazione della malattia (medici generici, gastroenterologi, ginecologi, specialisti otorinolaringoiatrici, ecc.) E il trattamento delle malattie precancerose è la prevenzione del cancro. Allo stesso tempo vengono prescritti farmaci antibatterici e antinfiammatori, vitamine, microelementi, lo stato ormonale e immunologico viene corretto.

Per precancro includere condizioni precancerose - precancro opzionale e condizioni precancerose - precancro obbligatorio. Il tumore precoce comprende il cancro pre-invasivo, il carcinoma in situ e il cancro invasivo precoce: il microcarcinoma. Quindi, in caso di patologia oncologica precoce, si possono distinguere 4 fasi successive della morfogenesi del cancro: I - condizioni precancerose - precancro facoltativo; II - condizioni precancerose - obbligano precancro; III - carcinoma preinvasivo - carcinoma in situ e IV - carcinoma invasivo precoce.

La fase precancerosa - condizioni precancerose o precancer facoltativo - include varie malattie croniche accompagnate da alterazioni tissutali distrofiche e atrofiche, tra cui meccanismi rigenerativi, processi disregenerativi e metaplasia che portano alla comparsa di focolai di proliferazione cellulare tra i quali può verificarsi un centro di crescita tumorale.

Precancro di fase II - condizioni precancerose o obbligo precancro. Comprende la displasia (dis - violazione, plasia - educazione), che si verifica sempre nelle profondità del processo disregenerativo ed è accompagnata da una differenziazione insufficiente e incompleta degli elementi staminali del tessuto, una compromissione della coordinazione tra i processi di proliferazione e la maturazione cellulare.

Esperti che hanno identificato la displasia epiteliale (1972) come la seguente triade:

1) atipia cellulare;

2) differenziazione cellulare alterata;

3) violazione dell'architettura del tessuto.

La displasia non è limitata alla comparsa di cellule con segni di atipia cellulare, ma è caratterizzata da deviazioni dalla normale struttura dell'intero complesso tissutale.

Nella maggior parte degli organi, il processo displastico si sviluppa sullo sfondo della precedente iperplasia (un aumento del numero di cellule) associata a infiammazione cronica e disregenza. Ma spesso l'iperplasia e la displasia epiteliale si combinano con l'atrofia tissutale. Questa combinazione non è casuale, poiché iperplasia e atrofia hanno meccanismi genetici comuni che coinvolgono geni che stimolano l'attività mitotica e innescano la proliferazione cellulare - c-myc e bcl-2, oltre a un gene soppressore 53, che blocca la proliferazione cellulare e avvia l'apoptosi. Pertanto, in alcuni casi, l'attivazione sequenziale di questi geni porta alla proliferazione cellulare e alla displasia, in altri - all'apoptosi e all'atrofia delle cellule. La displasia mostra distinti cambiamenti nell'attività di tutti i regolatori delle interrelazioni intercellulari: molecole adesive e loro recettori, fattori di crescita, proto-oncogeni e oncoproteine ​​da loro prodotti.

Per quanto riguarda alcuni organi, il termine displasia non si applica alla caratterizzazione di cambiamenti precancerosi transitori. Ad esempio, per descrivere le fasi transitorie di normale tumorale prostatica proliferativa usato il termine "neoplasia intraepiteliale Prostate» - PIN (prostatica neoplasia intraepiteliale), per il rivestimento della porzione cervicale vaginale - CIN (neoplasia intraepiteliale cervicale), la vagina - VaIN e vulva - VIN. per

l'endometrio invece dei termini "cancro in situ" e "displasia" usa i termini "iperplasia ghiandolare atipica" o "adenomatosi" e "iperplasia ghiandolare".

La gradazione di displasia di tre gradi più comunemente utilizzata: lieve (D I), moderata (D II) e grave (D III). In questo caso, il criterio determinante del grado di displasia è la gravità della atipia cellulare. Con crescente grado di displasia maggiore dimensione dei nuclei di polimorfismo differente, ipercromatico, grossolani e noduli di cromatina, aumentando il numero e la dimensione relativa di nucleoli, maggiore attività mitotica. Nel tempo, la displasia può regredire, essere stabile o progredire. La dinamica delle manifestazioni morfologiche della displasia dell'epitelio dipende in gran parte dal grado della sua gravità e durata dell'esistenza. Un grado debole di displasia ha poco a che fare con il cancro; lo sviluppo inverso di displasia lieve e moderata è osservato ovunque. Più la displasia è pronunciata, meno è probabile il suo sviluppo inverso. La possibilità di transizione della displasia al cancro in situ (che può essere considerata come un grado estremo di displasia) e, quindi, aumenta il cancro con l'aumentare della sua intensità.

La displasia, o neoplasia intraepiteliale, è severamente considerata come un precancro obbligato (minaccioso) - lo stadio della prima patologia oncologica, che prima o poi si trasforma in cancro. Le manifestazioni morfologiche di displasia grave sono molto simili al cancro, che non possiede proprietà invasive, che fondamentalmente corrispondono a cambiamenti genetici molecolari nelle cellule. Pertanto, con precancro obbligato, è necessario un complesso di misure preventive e persino un trattamento radicale, ei pazienti con precancro obbligato dovrebbero essere registrati presso un oncologo. Le fasi principali della dinamica della displasia dell'epitelio squamoso stratificato e la sua transizione al cancro sono presentate in fig. 4.1:

a) epitelio normale. Livelli chiari di stratificazione. La zona germinale dell'epitelio è lo strato basale di cellule scure di piccola larghezza. Le sue cellule hanno sempre un'attività mitotica abbastanza alta; BM - membrana;

b) displasia lieve dell'epitelio cervicale. L'area germinativa si è espansa a circa 1 /3strato epiteliale e sostituito da cellule proliferanti dell'epitelio basale;

Fig. 4.1. I principali stadi della dinamica della displasia dell'epitelio squamoso stratificato e la sua transizione al cancro:

a - epitelio normale; b - lieve displasia epiteliale; in - displasia moderatamente grave; G - displasia grave; g - cancro in situ

c) displasia moderatamente pronunciata dell'epitelio squamoso stratificato della cervice. Da te2fino a 2 /3l'altezza dello strato epiteliale viene sostituita dalle cellule della zona germinale. Insieme ad alta attività mitotica, ci sono mitosi patologiche. L'atipia cellulare è pronunciata;

d) displasia grave. Più di 2 /3l'altezza dello strato epiteliale viene sostituita dalle cellule dello strato basale. Atipia cellulare osservata, mitosi patologica. Nella riga superiore è conservato lo strato di celle mature. BM salvato;

e) cancro in situ. L'intero spessore dello strato epiteliale è sostituito da cellule immature proliferanti di tipo basale con atipia cellulare, mitosi patologiche. BM salvato.

Se in relazione all'epitelio il concetto di "precancro" è una definizione distinta, allora in altri tessuti obbligare gli stati pre-maligni non possono essere distinti. Quindi, il concetto di "pre-leucemia" è attualmente ampiamente discusso. Sotto questo e termini simili (sindrome mielodisplastica, displasia ematopoietica, disemopoiesi), vengono combinati vari tipi di disturbi ematopoietici, che spesso precedono lo sviluppo della leucemia. Questi includono citopenia, l'anemia refrattaria, compreso senza blastosis con poco o blastosis midollo osseo, segni di eritropoiesi inefficace, lungo oscura monocitosi, leucocitosi transitoria, e altri. Come predleykoz considerato oggi mielodisplasia midollo osseo che può svilupparsi dopo una massiccia nekostnomozgovyh chemioterapia, maligno tumori seguiti da aplasia del midollo osseo. Qualsiasi tumore è formato dal cosiddetto germe tumorale. Tali rudimenti tumorali sono osservati solo in condizioni sperimentali, non possono essere rilevati nella pratica clinica.

precancro

Un precancro è un gruppo di patologie congenite e acquisite che precedono lo sviluppo del danno oncologico, ma non sempre si trasformano in un tumore maligno. Può essere facoltativo o obbligatorio. Il gruppo precancer comprende un gran numero di malattie infiammatorie, non infiammatorie e distrofiche, malformazioni, alterazioni legate all'età e neoplasie benigne. Diagnosticato sulla base di studi clinici, di laboratorio e strumentali. Le tattiche di trattamento e le misure per prevenire la malignità sono determinate dal tipo e dalla localizzazione del processo patologico.

precancro

Pre-cancro: cambiamenti negli organi e nei tessuti, accompagnati da una maggiore probabilità di sviluppare tumori maligni. La loro presenza non significa una trasformazione obbligatoria nel cancro, la malignità è osservata solo nello 0,5-1% dei pazienti affetti da varie forme di precancro. L'inizio dello studio di questo gruppo di malattie fu posto nel 1896, quando il dermatologo Dubreuil suggerì di trattare le cheratosi come condizioni patologiche precedenti al cancro della pelle. Nel seguente precancro teoria è stata oggetto di ricerca di medici di varie specialità, che hanno portato alla formazione di una visione coerente, tenendo conto degli aspetti clinici, genetici e morfologiche della formazione di tumori cancerosi.

La versione moderna di questo concetto si basa sull'idea che le neoplasie maligne non si presentano quasi mai sullo sfondo di tessuti sani. Per ogni tipo di cancro c'è un precancro. Nel processo di trasformazione dal tessuto sano a un tumore maligno, le cellule subiscono alcune fasi intermedie e queste fasi possono essere distinte quando si studia la struttura morfologica dell'area interessata. Gli scienziati sono stati in grado di identificare predraki per molti tumori di varia localizzazione. Allo stesso tempo, i predecessori di altri gruppi di lesioni oncologiche non sono ancora stati stabiliti nella maggior parte dei casi. Trattamento di processi precancerose realizzato da esperti nel campo oncologico, dermatologia, gastroenterologia, pneumologia, ginecologia, cura del seno e altri settori della medicina.

Classificazione pre-cancro

Esistono due tipi di precancro: facoltativo (con bassa probabilità di malignità) e obbligato (trasformato in cancro senza trattamento). Gli esperti considerano questi processi patologici come le due fasi iniziali della morfogenesi del cancro. Il terzo stadio è il cancro non invasivo (carcinoma in situ), il quarto è il cancro invasivo precoce. Il terzo e il quarto stadio sono considerati come le fasi iniziali dello sviluppo di una neoplasia maligna e non sono inclusi nel gruppo precanceroso.

Tenendo conto delle localizzazioni, si distinguono i seguenti tipi di precancro:

  • precancro pelle: la malattia di Paget, discheratosi Bowen, xeroderma pigmentoso, corno cutaneo, cheratosi attinica, dermatite da radiazioni, fistole lungo-esistente, ulcere post-traumatiche e trofici, cicatrici post-ustione, lesioni cutanee nel LES, la sifilide e la tubercolosi, malformazioni congenite e malattie acquisite della pelle.
  • I precancri del bordo rosso delle labbra: discheratosi, papillomi.
  • Pre-cancro della mucosa orale: ragadi, ulcere, leucocheratosi.
  • Precursori del rinofaringe e della laringe: papillomi, discheratosi, fibroma basale, condroma, adenoma, fibroma di contatto.
  • Precancers del seno: iperplasia dishormonal nodulare e diffusa.
  • Precancro genitali femminili: ipercheratosi, erosione, polipi cervicali, iperplasia endometriale, polipi endometriali, adenomatosi, gravidanza molare, alcuni ovaie cystoma.
  • Precancro GI: post-ustione cicatrizzazione dell'esofago, leucoplachia esofageo, gastrite, ulcera gastrica, i polipi adenomatosi dell'esofago, dello stomaco e dell'intestino, colite ulcerosa, fistole e ragadi anali, cicatrici di localizzazione diversa.
  • Anticancri del fegato e delle vie biliari: cirrosi, colelitiasi, epatoma.
  • Precancro del tratto urinario, della prostata e testicoli: mucosa vescicale leucoplachia, papillomi, adenomi, criptorchidismo, iperplasia prostatica, testicolari tumorali teratomatous epididimo lesione specifici in gonorrea e la tubercolosi.

I precancro facoltativi sono malattie e condizioni croniche con un rischio relativamente basso di malignità. Tali processi patologici sono accompagnati da distrofia e atrofia dei tessuti, così come interruzione dei processi di rigenerazione cellulare con la formazione di aree di iperplasia e metaplasia cellulare, che possono in seguito diventare una fonte di un tumore maligno. Il gruppo di precancers facoltativi comprende processi infiammatori cronici aspecifici e specifici, tra cui esofagite, gastrite atrofica, ulcera gastrica, colite ulcerosa, erosione cervicale e molte altre malattie. Inoltre, questo gruppo include alcune anomalie dello sviluppo, cambiamenti legati all'età e neoplasie benigne.

I precancers obbligati sono considerati condizioni patologiche che, se non trattate, prima o poi si trasformano in cancro. La probabilità di malignità in tali lesioni è superiore a quella dei precancro facoltativi. I precancers più obbligati sono dovuti a fattori ereditari. Tali malattie comprendono polipi gastrici adenomatosi, dermatosi di Bowen, xeroderma pigmentosa, poliposi intestinale del colon grande, ecc. Una caratteristica dei precancerati obbligati è la displasia, caratterizzata da un cambiamento nella forma e nell'aspetto delle cellule (atipia delle cellule), alterata differenziazione cellulare (la formazione di cellule di differenti livello di maturità con una predominanza di forme meno specializzate) e una violazione dell'architettura dei tessuti (un cambiamento nella struttura normale, la comparsa di macchie asimmetriche, un mutuo atipico posizione della cella, ecc.).

Gli specialisti di solito distinguono tre gradi di displasia in precancer: lieve, moderata e grave. Il criterio principale che determina il grado di displasia è il livello di atipia cellulare. La progressione della displasia è accompagnata da un aumento del polimorfismo cellulare, un aumento dei nuclei, la comparsa di ipercromicità e un aumento del numero di mitosi. La comparsa di displasia durante il precancer non termina necessariamente con la formazione di un clone di cellule maligne. Possibile processo di stabilizzazione, riducendo o aumentando la gravità delle alterazioni patologiche. La displasia più pronunciata - maggiore è la probabilità di malignità.

Pretumor conditions (precancers)

Predatori della pelle

Le malattie della pelle pre-cancerose sono un gruppo di precancers molto diffuso e ben studiato. Il posto guida nella lista dei fattori che provocano tali stati patologici è occupato da effetti meteorologici avversi, prima di tutto, dall'eccessiva insolazione. Inoltre, l'umidità elevata, il vento e le basse temperature ambientali sono importanti. I precursori della pelle possono essere provocati dal contatto prolungato con agenti cancerogeni chimici, inclusi catrame, arsenico e lubrificanti. La dermatite da radiazioni si verifica quando viene ricevuta una dose elevata di radiazioni ionizzanti. La causa delle ulcere trofiche sono disturbi circolatori. Ulcere post-traumatiche possono formarsi nel sito di ampie ferite purulente. L'ereditarietà ereditaria gioca un ruolo importante nello sviluppo di alcune malattie.

Il rischio di neoplasie maligne è di circa il 18%, corno della pelle - dal 12 al 20%, lesioni cutanee post-brucia - 5-6%. La diagnosi di precancro della pelle è impostata tenendo conto dei dati dell'anamnesi e dell'esame esterno. Se necessario, eseguire il campionamento del materiale per l'esame citologico. Il trattamento di solito consiste nell'asportazione di tessuti alterati. Possibile rimozione chirurgica, criochirurgia, laserterapia, diatermocoagulazione. Alcuni precancer richiedono il trattamento della malattia sottostante, legatura, innesto cutaneo, ecc. La prevenzione consiste nel ridurre al minimo gli effetti nocivi, seguendo le norme di sicurezza quando si lavora con agenti cancerogeni chimici, trattamento tempestivo e adeguato di lesioni traumatiche e malattie infiammatorie della pelle. I pazienti a rischio dovrebbero essere regolarmente esaminati da un dermatologo.

Trauma gastrointestinale

Il precancro del tratto gastrointestinale comprende un gran numero di malattie croniche del tratto gastrointestinale. La gastrite atrofica, la gastrite che stimola il tumore (malattia di Monetrie), l'ulcera gastrica, i polipi adenomatosi dello stomaco e dell'intestino, il morbo di Crohn e la colite ulcerosa sono della massima importanza. Le cause del precancro possono variare. Fattori importanti sono l'ereditarietà sfavorevole, l'infezione da Helicobacter pylori, i disturbi alimentari (assunzione di cibo irregolare, consumo di cibi piccanti, grassi, fritti) e malattie autoimmuni.

La probabilità di malignità dei precancer gastrointestinali differisce in modo significativo. Con la poliposi familiare del colon, nel 100% dei casi si osservano casi di malignità con grandi polipi gastrici adenomatosi - nel 75% dei casi, con malattia di Monetria - nell'8-40% dei casi, con gastrite atrofica - nel 13% dei casi. In caso di ulcera gastrica, la prognosi dipende dalla dimensione e dalla posizione dell'ulcera. Grandi ulcere maligne più spesso piccole. Con la sconfitta della maggiore curvatura (localizzazione molto rara dell'ulcera), la degenerazione maligna è osservata nel 100% dei pazienti.

Il ruolo principale nella diagnosi è di solito svolto con metodi di esame endoscopico. Durante la gastroscopia e la colonscopia, il medico valuta la dimensione, la posizione e la natura del precancro ed esegue una biopsia endoscopica. La tattica del trattamento è determinata dal tipo di processo patologico. I pazienti hanno prescritto una dieta speciale, conducono una terapia conservativa. Ad alto rischio di malignità eseguire l'escissione chirurgica di precancers. Le misure preventive comprendono l'aderenza alla nutrizione, il trattamento tempestivo delle esacerbazioni, la correzione dei disturbi immunitari, la diagnosi precoce di persone con predisposizione ereditaria, esami regolari del gastroenterologo in combinazione con studi strumentali.

Pregiudizio del sistema riproduttivo femminile

Nel gruppo di malattie precancerose del sistema riproduttivo femminile, gli esperti uniscono i precancers degli organi genitali femminili e delle ghiandole mammarie. Tra i fattori di rischio per il precancro, i ricercatori indicano ereditarietà sfavorevole, disordini metabolici ed endocrini legati all'età, esordio precoce dell'attività sessuale, nascite multiple e aborti, mancanza di nascita, malattie trasmesse sessualmente, alcune infezioni virali (virus del papilloma umano, virus dell'herpes di tipo 2), fumo, uso contraccettivi chimici e rischi professionali.

Nella diagnosi del precancro vengono presi in considerazione i dati di esame ginecologico, colposcopia, isteroscopia, ecografia pelvica, test di Shiller, esame di raschiature cervicali, mammografia, esame istologico e altre tecniche. Il trattamento può includere dieta, fisioterapia, ormoni, agenti antipruriginosi e antimicrobici, ecc. Coagulazione chimica, diatermocoagulazione, radio distruzione, criochirurgia e tecniche chirurgiche tradizionali sono utilizzate per rimuovere vari tipi di precancro. Le indicazioni per la chirurgia e la quantità di intervento sono determinate individualmente, tenendo conto della storia della malattia, del rischio di trasformazione maligna, dell'età del paziente e di altri fattori.