Come riconoscere il cancro al seno

La formazione maligna può avere diversi siti di localizzazione nel torace. Il cancro può colpire allo stesso modo sia le ghiandole mammarie. Ci sono casi in cui un tumore viene diagnosticato in un seno e un tumore con metastasi o un singolo tumore può essere rilevato nell'altro seno. Come riconoscere il cancro al seno? La neoplasia può essere trovata da sola, al tatto può essere un piccolo sigillo, è in qualche modo simile a un grumo o una pasta.

Il tumore può avere una forma rotonda con bordi lisci o sporgenze. Ci sono casi in cui il tumore ha dimensioni enormi. È possibile rilevare il cancro al seno da soli.

Se viene rilevata una neoplasia, non farti prendere dal panico. È necessario consultare un ginecologo e richiedere un rinvio per l'esame.

Esame regolare

Cari donne, sapete come identificare il cancro in una fase iniziale?

Per rilevare un tumore in una fase precoce, una donna dopo 35 anni ha bisogno di ogni anno, e preferibilmente di sei mesi, di sottoporsi a un esame speciale. È necessario condurre un autoesame al nono giorno del ciclo mensile in donne riproduttive e una volta al mese per una donna in menopausa.

È possibile fare una regola dopo ogni doccia per condurre l'auto-esame. Pertanto, ogni donna / ragazza dovrebbe sapere come viene eseguita. Se la salute è costosa, prenditi la responsabilità del petto. I risultati del sondaggio possono essere un pretesto per riferirsi a uno specialista del seno e condurre ulteriori diagnosi.

Skills Training

Impara come identificare te stesso il cancro al seno.

L'autoesame viene eseguito in posizione supina, in piedi, inclinando, con una mano alzata. Viene eseguito non con le dita, ma con l'intera superficie del palmo.

Considera in dettaglio come identificare il cancro al seno, i sintomi del cancro, cosa possono significare e come rilevare.

neoplasma

Un nodulo o massa nel seno è il sintomo più comune di cancro al seno. Tali grumi sono spesso indolori, anche se alcuni possono essere dolorosi. Non tutti i noduli sono cancro. Ci sono un certo numero di malattie benigne della mammella che possono causare grumi, come una cisti. Tuttavia, è molto importante che gli specialisti determinino l'origine del tumore. E prima diagnostica, meglio è.

È possibile rilevare gonfiore dentro o intorno al torace, clavicola o ascella e il gonfiore del seno sono sintomi di una forma più aggressiva della malattia. Un tumore o grumi intorno alla clavicola o alle ascelle possono essere sintomi di un tumore che si è diffuso ai linfonodi. Il tumore può verificarsi anche prima che la donna percepisca un nodulo al seno, quindi se hai questo sintomo, sbrigati dal medico.

Sebbene la maggior parte dei tumori al seno non causi dolore al petto, ci sono casi di dolore. Più spesso, le donne avvertono disagio associato al loro ciclo mensile. Questo tipo di dolore è presente per una settimana e, non appena iniziano le mestruazioni, se ne va. Alcune altre strutture mammarie, come la mastite, possono causare dolore più improvviso. In questi casi, il dolore non è associato al ciclo mensile.

Se soffre di dolore toracico grave o persistente e non è correlato al ciclo mensile, deve essere controllato da un ginecologo, un chirurgo o uno specialista del seno. Tutto deve essere fatto per prevenire una condizione benigna o un cancro che deve essere trattato.

Prurito e caldo

Ispessimento della pelle, arrossamento del seno, prurito e calore possono essere sintomi di mastopatia o cancro al seno. Se gli antibiotici non aiutano, consultare di nuovo un medico.

Modellatura capezzolo

Il cancro al seno può a volte causare cambiamenti nell'aspetto del capezzolo. Se il capezzolo si gira verso l'interno o la pelle si ispessisce o diventa rossa o squamosa, è necessario contattare immediatamente uno specialista del seno. Tutti i fattori possono essere sintomi di cancro al seno.

selezione

Le escrezioni (eccetto il latte) dal capezzolo possono essere allarmanti, ma nella maggior parte dei casi ciò è causato da un'infezione, da un trauma o da un tumore benigno (non un malato di cancro). Se il liquido escreto è sanguinoso, è meglio consultare un medico.

diagnostica

Impara come riconoscere il cancro al seno in un istituto policlinico o specializzato. Il cancro viene diagnosticato più spesso dopo l'insorgenza dei sintomi, ma molte donne con tumore precoce non presentano sintomi. Questo è il motivo per cui è raccomandato fare test di screening. Se viene rilevato un cancro, verranno fatti altri test per determinare lo stadio (grado) del tumore.

Visita medica

Se hai segni o sintomi simili al tumore al seno, assicurati di contattare il tuo mammologo il prima possibile. Il medico ti farà domande sui sintomi, dovrai dire tutti i tuoi problemi di salute.

Il riconoscimento viene effettuato sul soggetto di eventuali grumi o aree sospette e determina la consistenza del muscolo pettorale.

Dovrebbero essere notati eventuali cambiamenti nei capezzoli o nella pelle del seno. Un aumento o durezza dei linfonodi può indicare la diffusione del cancro al seno al sistema linfatico. Il medico effettua un esame fisico completo per giudicare lo stato generale di salute e se esiste qualche evidenza di cancro che possa diffondersi.

Una mammologa può conoscere le malattie che possono essere trattate in modo conservativo.

  • malattia del seno
  • mastite
  • fibroma
  • cisti
  • lactostasis

Se, come risultato del tuo esame fisico, il processo patologico identificato nella ghiandola mammaria, vengono fatti ulteriori test per chiarire. Questi possono includere test di immagine, esame dei campioni di scarico del capezzolo o biopsia di aree sospette.

La diagnosi precoce del cancro al seno offre maggiori possibilità di successo del trattamento. Ma oltre all'autopsia è necessario sottoporsi a una mammografia, ed è meglio avere un'ecografia che determini il cancro al seno nelle prime fasi prima dell'inizio di qualsiasi sintomo.

Le neoplasie mammarie benigne (non cancerose) sono molto più comuni dei tumori maligni. I test di imaging sono utilizzati per diagnosticare la malattia del seno. Il test di imaging è un modo che ti consente di vedere cosa sta accadendo all'interno del tuo corpo.

Le immagini possono mostrare le normali strutture e funzioni del corpo, così come quelle anormali causate da malattie come il cancro. Mammografia e altri test di imaging mammografico per ulteriori dettagli. Come riconoscere il cancro al seno in una fase iniziale?

Ecco alcuni dei test di immagine più comuni utilizzati per lo screening del cancro al seno:

mammografia

La mammografia è una radiografia che consente di rilevare il cancro al seno. La mammografia di screening viene utilizzata per individuare i cambiamenti della mammella nelle donne che non presentano segni o sintomi di problemi al seno.

La mammografia di screening di solito prende 2 punti (raggi x presi da diversi punti di vista) di ciascun seno. La mammografia diagnostica viene utilizzata per ottenere una diagnosi più accurata.

ultrasuono

Gli ultrasuoni, noti anche come ecografia, usano le onde sonore per isolare una parte del corpo. Questo è fatto per vedere i cambiamenti che non sono visibili sulla mammografia. Aiuta anche a riconoscere il cancro al seno da una cisti piena di masse fluide e solide.

Nella terapia di risonanza magnetica, l'energia delle onde radio viene assorbita e quindi rilasciata sotto forma di un modello formato dal tipo di tessuto corporeo, sulla base del quale viene determinata la malattia. Il computer traduce il modello in un'immagine molto dettagliata. Per essere in grado di determinare il cancro, un fluido di contrasto viene iniettato nella vena in modo che i dettagli migliori dell'immagine siano visibili e per determinare l'estensione della diffusione della malattia.

Ductogram

Duttogramma (galactogram) viene utilizzato per aiutare a trovare la causa della scarica dal capezzolo. In questo test, un tubo di metallo molto sottile viene inserito nell'apertura del condotto nel capezzolo. Una piccola quantità di materiale di contrasto viene posizionata nella forma del canale. Sulla radiografia può mostrare se c'è una massa all'interno del canale. Se il liquido proviene dal capezzolo, alcuni liquidi possono essere raccolti e testati per segni di infezione o cellule cancerose.

biopsia

Una biopsia viene eseguita dopo i risultati della mammografia e altri test che mostrano un cambiamento nel seno o la presenza di tumori. Una biopsia è l'unico modo per capire se c'è il cancro. Per una biopsia, prelevare un campione specifico (un pezzetto) da una zona sospetta del seno ed esaminarlo in un laboratorio. L'analisi è chiamata biopsia campione.

Per determinare il cancro al seno, è possibile solo dopo un esame completo. Un paziente diagnosticato può vivere a lungo se il tumore viene rimosso in tempo. Il campione di biopsia riconosciuto è conservato in laboratorio. Negli ultimi anni, gli specialisti cubani hanno ottenuto risultati impressionanti nel trattamento dei pazienti oncologici. La malattia riconosciuta in una fase iniziale salverà delle vite.

I primi segni di cancro al seno: cause, tipi di tumori, diagnosi, trattamento e prevenzione

Tumore maligno del seno si trova in ogni 10 donne. L'oncologia è caratterizzata dalla tendenza a metastatizzare e alla crescita aggressiva. Il cancro al seno ha un numero di sintomi simili alle altre malattie della mammella nelle donne. Per questo motivo, ai primi sintomi di disturbo dovrebbe contattare immediatamente uno specialista qualificato.

Cos'è il cancro al seno?

Un tumore al seno maligno è la crescita incontrollata delle cellule epiteliali. L'oncologia di questo tipo si sviluppa principalmente nelle donne, ma a volte si verifica anche nella popolazione maschile. Una neoplasia maligna nel seno è una delle oncologie più pericolose. La mortalità per l'incidenza del cancro di questa specie è del 50%. La principale causa di morte è l'abbandono della malattia. Se il tumore al seno viene diagnosticato allo stadio 1 o 2, allora un tasso di sopravvivenza molto alto dopo il trattamento e i risultati a lungo termine sono sicuri.

sintomi

Spesso, le manifestazioni precancerose sono visibili sul petto. Gonfiore cutaneo della pelle, intorpidimento del capezzolo: non si tratta solo di disturbi ormonali, ma anche di infezioni, cisti o mastopatia. Tutte queste patologie sono manifestazioni di una condizione precancerosa. I sintomi del cancro al seno, in cui si dovrebbe consultare urgentemente un medico:

  1. Scarica dai capezzoli. Osservato in tutte le fasi del tumore al seno. Il liquido ha un colore giallo-verde o un colore chiaro. Dopo un po ', sul petto si formano arrossamenti della pelle del capezzolo, ulcere, macchie e ferite sull'aureola.
  2. Costrizione toracica. Possono essere facilmente rilevati in modo indipendente.
  3. Deformazione dell'apparenza. Con la crescita di un tumore nei tessuti più densi delle ghiandole mammarie e la comparsa di metastasi, la struttura del seno cambia (specialmente nel caso di forma edematosa o di carcinoma del carapace). La pelle sopra il focolare diventa di colore viola, si verifica la desquamazione e le fossette della forma a buccia d'arancia.
  4. Planarità, allungamento del torace. Un capezzolo incavato o rugoso viene trascinato nella ghiandola.
  5. Linfonodi ingrossati. Quando si sollevano le mani sotto le ascelle, sorgono sensazioni dolorose.

Primi segni

Nella fase iniziale della malattia, il quadro clinico è quasi sempre asintomatico. Più spesso assomiglia a diversi tipi di mastopatia. L'unica differenza è che con un tumore benigno i sigilli sono dolorosi, ma con l'oncologia non lo è. Secondo le statistiche, il 70% delle donne con diagnosi di cancro, in primo luogo ha determinato la presenza di un nodulo al petto, che è facilmente palpabile. La ragione per andare dal medico è il dolore al petto, anche piccolo. Il primo segno di cancro è un nodulo al petto, che non scompare dopo le mestruazioni.

motivi

Il principale fattore nella comparsa del cancro è un cambiamento nei livelli ormonali. Le cellule dei dotti delle ghiandole mammarie mutano, acquisendo le proprietà dei tumori del cancro. I ricercatori hanno analizzato migliaia di pazienti con questa malattia e hanno trovato i seguenti fattori che contribuiscono al rischio di patologia:

  • genere femminile;
  • ereditarietà;
  • assenza di gravidanza o la sua insorgenza dopo 35 anni;
  • neoplasie maligne in altri organi e tessuti;
  • esposizione alle radiazioni;
  • la presenza di periodi superiori a 40 anni (aumento dell'attività estrogenica);
  • donne alte;
  • abuso di alcol;
  • il fumo;
  • bassa attività fisica;
  • terapia ormonale ad alte dosi;
  • obesità dopo la menopausa.

palcoscenico

La donna può notare i primi sintomi del cancro al seno negli stadi 1 o 2 della malattia. La fase zero (iniziale) non è invasiva, quindi il carcinoma potrebbe non manifestarsi per molto tempo. Di norma, una donna scopre il cancro per la prima volta durante un esame. Il tumore primitivo può anche essere riconosciuto dalla palpazione. Nella seconda fase del cancro, la dimensione del tumore raggiunge già i 5 cm, i linfonodi sono ingranditi sopra le clavicole, vicino allo sterno e sotto le ascelle.

Il terzo grado di oncologia mammaria è caratterizzato da un aumento della temperatura corporea, dall'assunzione di pelle e / o capezzolo nei luoghi in cui si trova il carcinoma, il tumore inizia a crescere sui tessuti circostanti, colpisce i linfonodi. Alto rischio di rilevazione di metastasi nei polmoni, nel fegato, nel torace. Nella quarta fase di oncologia mammaria, gli organi interni e le ossa sono colpiti, e il tumore canceroso si diffonde all'intera ghiandola (il cancro di Paget). Questo grado è caratterizzato dalla presenza di metastasi. La malattia non è quasi curabile, quindi la probabilità di morte è molto alta.

L'oncologia mammaria è classificata per tipo:

  1. Duttale. Caratterizzato dal fatto che le strutture cellulari non vengono trasferite al tessuto mammario sano.
  2. Lobulare. La localizzazione del tumore si trova nei lobuli della ghiandola mammaria.
  3. Midollare. Ha un aumento accelerato della dimensione del tumore, inizia rapidamente e dà metastasi.
  4. Tubolare. L'origine delle cellule maligne si verifica nel tessuto epiteliale e la crescita è diretta al tessuto adiposo.
  5. Infiammatorie. È molto raro La malattia infiammatoria è aggressiva, la diagnosi è difficile, perché ha tutti i segni della mastite.

Il tumore al seno è trattato

Nella fase zero, il trattamento del cancro al seno porta al recupero del 100%. Nei periodi successivi, ci sono raramente casi di guarigione, la domanda riguarda principalmente il prolungamento della vita. Dopo la scoperta del cancro nel tessuto mammario, i medici si affidano a un tasso di sopravvivenza a cinque anni per il paziente. Queste sono statistiche medie. Ci sono molti casi in cui, dopo il trattamento, una donna ha vissuto per 20 anni o più, dimenticandosi della terribile diagnosi. Va ricordato, prima la diagnosi di cancro, migliore è la prognosi.

diagnostica

L'individuazione del cancro al seno è un approccio integrato costituito da una varietà di tecniche. Gli obiettivi principali della diagnosi sono la rilevazione dei sigilli in una fase iniziale e la scelta di un metodo di trattamento più adatto. I cambiamenti primari nella mammella possono essere rilevati durante l'esame, sia in modo indipendente che da un chirurgo, endocrinologo, oncologo o specialista del seno. Per chiarire la natura del tumore e l'estensione della diffusione del cancro, il medico prescrive studi di laboratorio e strumentali:

  • Ecografia del seno;
  • mammografia;
  • biopsia;
  • risonanza magnetica;
  • Scansione TC;
  • sangue per marker tumorali;
  • citologia delle secrezioni dei capezzoli;
  • sangue per geni anormali (per il cancro familiare).

Come ispezionare il petto

Un passo importante verso la diagnosi precoce dei noduli al seno è un autoesame regolare. La procedura deve diventare un'abitudine per ogni donna, indipendentemente dall'età, per riconoscere il cancro in una fase precoce. Per prima cosa devi valutare come appare il torace: forma, colore, dimensione. Quindi è necessario alzare le mani, ispezionare la presenza di protrusione della pelle, depressioni, arrossamenti, eruzioni cutanee, edema o altri cambiamenti.

Successivamente, dovresti sentire i linfonodi ascellari - non dovrebbero essere grandi e causare dolore. Quindi, il seno destro e sinistro vengono esaminati attentamente con movimenti circolari nella direzione dalle ascelle alla clavicola, dal capezzolo all'addome superiore. È necessario prestare attenzione alla presenza di scarico. Ogni sospetto è un motivo per andare da un dottore.

Trattamento del cancro al seno

La terapia del cancro è prescritta solo dopo tutti i suddetti metodi di esame. L'oncologia mammaria è trattata con terapia locale e sistemica. Con la diagnosi precoce, la chirurgia viene più spesso prescritta. Quando il cancro viene diagnosticato in una fase avanzata, è raccomandato un trattamento complesso per i pazienti, in cui la rimozione chirurgica delle ghiandole mammarie è associata a terapia ormonale, radioterapia o chemioterapia. Inoltre, può essere prescritto un trattamento biologico, immunologico e popolare.

Trattamento senza chirurgia

Quando si verifica un tumore maligno al seno, alcuni pazienti rifiutano la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia, riferendosi alla tossicità e agli effetti collaterali. Tra i metodi di trattamento non chirurgico c'è l'agopuntura, l'ayurveda, lo yoga, il massaggio, l'omeopatia. A volte metodi alternativi di trattamento includono l'ipnosi, la lettura di preghiere, il digiuno medico, l'uso di integratori alimentari. L'efficacia di questi metodi non ha evidenza, quindi questa terapia è un grosso rischio per la vita del paziente.

Terapia ormonale

Indicato nel caso in cui la neoplasia maligna è sensibile agli ormoni. Per determinarlo, dopo un esame delle ghiandole mammarie, viene eseguito un esame immunoistochimico del materiale bioptico. Sulla base dei risultati dell'esame, possono essere prescritti i seguenti farmaci:

  1. Modulatori dei recettori degli estrogeni. Assegnare, se il tumore ha estrogeni, i recettori del progesterone. Questi farmaci includono: Tamoxifen, Toremifen, Raloxifene.
  2. Bloccanti del recettore degli estrogeni Non dare per unire le molecole di estradiolo ai recettori degli estrogeni. Le droghe più famose del gruppo: Faslodex, Fulvestrant.
  3. Inibitori dell'aromatasi. Utilizzato per ridurre la produzione di estrogeni dell'ormone ovarico durante la menopausa. Nella pratica oncologica, sono ampiamente usati Exemestane, Anastorozol, Letrozole.
  4. Progestinici. Ridurre la secrezione di ormoni ipofisari che producono estrogeni, androgeni. Utilizzare compresse per la somministrazione orale, supposte vaginali o fiale per iniezioni intramuscolari. Questo gruppo di farmaci comprende: Exluton, Continuin, Ovret.

Radioterapia

Come una monoterapia non viene utilizzata. Il ruolo dell'esposizione alle radiazioni nei trattamenti complessi aumenta con le operazioni di conservazione degli organi. A seconda dell'obiettivo, i linfonodi o la ghiandola mammaria (sulla parte della lesione) possono essere esposti a radiazioni. La radioterapia è divisa in diversi tipi:

  • preoperatoria;
  • post-operatorio;
  • indipendente (con tumori inutilizzabili);
  • interstiziale (con forma nodulare).

chemioterapia

Il principio del metodo si basa sull'uso di farmaci antitumorali. Introdurli per via endovenosa, flebo o orale. La durata della chemioterapia dipende dalle condizioni del paziente. Un corso consiste di 4 o 7 cicli. La procedura è prescritta, sia prima che dopo la rimozione del seno. Nel cancro al seno, la chemioterapia richiede una selezione individuale di farmaci.

Trattamento chirurgico

La rimozione del tumore avviene in diversi modi:

  1. Chirurgia conservativa per organi (mastectomia parziale, resezione settoriale). Solo la neoplasia viene rimossa e il seno rimane. Il tipo estetico della ghiandola mammaria appartiene al vantaggio di questa tecnica, al meno - la probabilità di ricorrenza e metastasi è alta.
  2. Maktektomiya. Il petto viene rimosso completamente. A volte è possibile salvare la pelle per inserire un impianto. Il chirurgo asportato e linfonodi sotto l'ascella. Il vantaggio di questa tecnica è di ridurre il rischio di recidiva del cancro. Gli svantaggi includono l'abbassamento dell'autostima, la sindrome unilaterale.

prevenzione

Per non contrarre il cancro al seno, è necessario rimuovere i fattori di rischio che portano alla malattia: cattive abitudini, inattività fisica, stress, cattiva alimentazione. Le principali misure per la prevenzione del cancro al seno includono:

I sintomi del cancro al seno nelle donne e i modi per affrontare una malattia pericolosa

Il cancro al seno, o carcinoma, è una trasformazione patologica e una sintesi incontrollata delle cellule del tessuto mammario. Appartiene alle patologie più pericolose e frequenti, a volte colpendo la popolazione maschile.

Le donne sono più sensibili a questa malattia, a causa di ormoni come estrogeni, prostaglandine, progesterone, i rappresentanti di accompagnamento del sesso debole dalla gioventù alla menopausa, compresi i tempi di gravidanza e allattamento al seno.

Segni di cancro al seno

Sintomi non caratteristici di tumori maligni, con la manifestazione della quale è di fondamentale importanza consultare uno specialista il più presto possibile per esaminare e diagnosticare:

  • Rapida perdita di peso Determinato confrontando la massa corporea in tempi diversi. Se la perdita di peso è stabile per più di 3 mesi con la presenza di una normale attività fisica, senza restrizioni sul cibo e tutti i tipi di diete (Attenzione: il meccanismo di perdita di peso per qualsiasi organismo è puramente individuale);
  • Eruzione stabile e persistente sulla superficie della pelle del seno. Determinato dai segni. Eruzione di varie eziologie (reazione allergica, parassitaria, infettiva e batteriologica) o ridimensionamento, un'eruzione che è diversa per la sua causa non rilevabile, sono caratterizzati da:
    • rapido aumento dell'area di rash;
    • prurito;
    • alcune fasi dello sviluppo avventato (esordio, auto-formazione, guarigione);
    • la crescita o il declino dei loro volumi;
  • Trasformazione della forma e del tipo di capezzolo. Solo durante l'allattamento al seno questo fenomeno è considerato un noma;
  • Talpe di crescita nella scollatura. Quando si osserva un aumento delle talpe, associato a una secrezione del capezzolo insolita, è necessario consultare uno specialista del seno;
  • Dolore sotto le ascelle. Questo fenomeno può essere un processo infiammatorio dei linfonodi, quindi è meglio essere esaminati da uno specialista.

In quasi tutti i casi, il carcinoma è combinato con la formazione di formazioni nodulari e dense. Ma ancora a volte ci sono forme, in combinazione con tumori nella ghiandola mammaria, che sono considerati cancerosi fino al momento della malignità (trasformazione in un sigillo canceroso). Ci sono anche forme che per un lungo periodo non si mostrano come un tumore maligno.

Esistono anche mastite, mastopatia nodulare, diffusa, tumori fibrosi, caratterizzata da fenditure focali o in espansione dell'integrità dell'epitelio della mammella.

Anche nella pratica medica ci sono altre formazioni maligne per la ghiandola, manifestamente manifestate in diverse fasi e periodi:

  • Durante l'allattamento al seno:
    • Galactocele o cisti lattea. Si verifica a causa del blocco dei dotti lattiferi, è una complicanza della mastite acuta. Il latte in ritardo viene raccolto nel condotto, appare un aumento di volume simile a una gelatina (fluttuante);
    • Microtrauma del seno. Questo significa morso di insetto, graffio o altri. Si verifica quando un attaccamento scomodo del bambino al seno, i microbi nella ferita. Questo è accompagnato dalla comparsa di un ematoma (livido);
  • In qualsiasi periodo della vita, spesso in più donne adulte:
    • Wen, benigna formazione dello strato subdermale dell'epitelio connettivo. Questa situazione è caratterizzata da un leggero rischio di malignità (degenerazione maligna).
    • Papilloma nei passaggi del seno. Formazione benigna come escrescenze di tessuto nei dotti. Con un impatto meccanico, i papillomi fragili sono rotti e lo scarico sanguinante dal petto è probabile, quando sondare il torace, è definito come piccole formazioni dense. Caratterizzato da un rischio significativo di crescita eccessiva in un tumore maligno.

Cause del cancro al seno

Un certo numero di cause alla radice sono determinati che in qualche modo aiutano la formazione del cancro al seno. Tuttavia, quasi tutti questi fattori hanno una radice comune, questo aumento dell'attività degli estrogeni o predisposizione ereditaria.

Le principali cause della malattia includono:

  • L'identità sessuale;
  • Caratteristica genetica (presenza di episodi di patologia in parenti stretti nella linea femminile);
  • L'inizio dei primi giorni critici prima dei 12 anni, o l'inizio della menopausa dopo i 55 anni, la presenza del flusso mestruale più di 40 anni (questo fatto indica un'eccessiva attività degli ormoni femminili);
  • Mancanza di concepimento e trasporto di un bambino per tutta la vita o la sua insorgenza dopo 35 anni
  • Formazioni patologiche nella zona urogenitale femminile: cavità uterina, appendici, ghiandole salivari);
  • Tutti i tipi di deviazioni in eredità;
  • L'influenza delle onde radio: trattamento delle radiazioni di malattie, vicinanza a terreni radioattivi, frequenti esami di fluorografia, rischi professionali e altri;
  • Altre malattie al petto: tumori benigni, matopatia, manifestata nei tumori nodulari;
  • L'effetto di agenti cancerogeni (composti di origine chimica che promuovono la crescita della qualità negativa dei tumori), singoli virus patogeni (questi fattori non sono completamente compresi);
  • La crescita del paziente è sopra la media;
  • mancanza di esercizio;
  • Cattive abitudini: bere e fumare;
  • Accettazione di contraccettivi ormonali modulanti in un lungo periodo e dosaggi considerevoli;
  • Aumento di peso dopo la menopausa.

Una varietà di cause contribuisce all'emergenza e alla crescita dei carcinomi nel seno in varie forme. Ad esempio, se il paziente ha un'altezza superiore alla media e una cifra impressionante, allora questo fatto non è un motivo per pensare che avrà sicuramente il cancro. Il pericolo in generale implica una fusione di molti fattori.

Spesso le formazioni di carcinoma sono diverse nella loro struttura. Sono formati da diversi tipi di cellule, che si moltiplicano e crescono a velocità diverse, in particolare grandine ai metodi per eliminarli.

Diagnosi della malattia

Esistono eccellenti metodi di diagnosi per diagnosticare il carcinoma.

Tali metodi includono esami fisici, che sono suddivisi in:

Con la definizione dei sintomi del cancro, sono separati. La fase finale della diagnosi è la consultazione di uno specialista stretto.

Ad esempio, alcune delle tecniche di esame standard utilizzate nella pratica medica di fare una diagnosi di carcinoma:

  • Registrazione iniziale del paziente, prendendo le prove e studiando le indicazioni della scheda medica del paziente, i metodi usuali di esame del seno (esame superficiale, palpazione, percussione, auscultazione, misurazione della temperatura corporea);
  • Esame a raggi X (mammografia e radiografia degli organi del torace);
  • Ultrasuoni della cavità toracica in diverse varianti con esame ausiliario (fegato);
  • Scintigrafia - un metodo di diagnostica visiva dei radioisotopi dei rami del cancro nel tessuto osseo, ed è anche noto utilizzare questo metodo per altri scopi medici.

Skills Training

L'autoesame del seno per oncologia è breve, solo mezz'ora. Dovrebbe essere effettuato almeno due volte al mese.

In alcuni casi, la neoplasia non può sentirsi, e con questo in mente, si raccomanda di tenere registri, osservando i propri sentimenti e tutti gli indicatori sui risultati di ciascun esame indipendente.

È meglio esaminare le ghiandole mammarie per 5-7 giorni del ciclo mestruale, preferibilmente negli stessi giorni.

Guardandosi intorno

La ricerca visiva dovrebbe essere effettuata in una stanza ben illuminata, in presenza di uno specchio. Hai bisogno di spogliarti fino alla cintola, e in piedi proprio davanti allo specchio, calma i ritmi del respiro.

Quindi è necessario tenere traccia dei seguenti parametri:

  • Quanta simmetria si vede nelle posizioni del seno destro e sinistro;
  • Il grado di ingrandimento di un seno in relazione all'altro, indipendentemente dal fatto che un seno sia aumentato rispetto all'altro (si tenga presente che i volumi normali possono essere leggermente diversi)
  • Superficie della pelle (il verificarsi di eventuali cambiamenti, localizzazioni;
  • L'aspetto dei capezzoli;
  • Altre modifiche.

Sentirsi fuori

La sensazione del torace viene eseguita prendendo una posizione comoda (in piedi, seduti o sdraiati).

Efficace può essere considerato un sondaggio da una posizione seduta o in piedi.

Dovrebbe essere sentito con la punta delle dita di ciascuno dei seni.

Allo stesso tempo, non dovresti fare pressione su di esso, è meglio cercare i minimi cambiamenti nel contenuto delle ghiandole mammarie.

Ogni ghiandola mammaria viene esplorata alternativamente. A partire dal capezzolo, spostando gradualmente le dita verso la periferia. Per comodità, puoi sentire la tua immagine riflessa nello specchio, dividendo condizionatamente la ghiandola mammaria in 4 componenti.

Momenti che richiedono attenzione

Si sono verificate densità mammarie?

  • la presenza di foche, nodi all'interno della ghiandola;
  • la presenza di trasformazioni, formazioni nel capezzolo.

Se ci sono cambiamenti, si consiglia di visitare rigorosamente questi specialisti:

  • mammolog;
  • ginecologo;
  • oncologo;
  • terapista (ispezione visiva e riferimento al medico giusto).

Visita medica

La diagnosi dei tumori maligni del seno inizia con un esame da parte di un oncologo o specialista della mammella.

Al momento dell'esame visivo, il medico:

Il rovescio della medaglia della maggior parte dei farmaci sono gli effetti collaterali. Spesso i farmaci causano gravi intossicazioni, causando in seguito complicazioni a carico dei reni e del fegato. Per prevenire gli effetti collaterali di tali farmaci, vogliamo prestare attenzione ai fitoampioni speciali. Leggi di più qui.

  • Cercherò di ottenere informazioni complete sulle manifestazioni della malattia, le possibili cause alla base della sua comparsa;
  • Eseguire un controllo visivo, palpazione (palpazione) del seno in due circostanze: sdraiato e in piedi con le braccia lungo il corpo e con le braccia alzate.

Ora l'ecografia è diventata un modo ausiliario per rilevare una malattia, sebbene abbia un certo numero di vantaggi, a differenza dei raggi X. Ad esempio, offre l'opportunità di studiare le immagini da diverse angolazioni, mentre non ci sono radiazioni nocive.

I motivi principali per l'utilizzo degli ultrasuoni per i tumori sono:

  • Rilevamento della crescita, dopo che una neoplasia è stata diagnosticata dai raggi X;
  • La necessità di classificare la natura di una cisti riempita di liquido;
  • Rilevazione di malattie del seno nelle giovani donne;
  • Osservazione generale al momento della biopsia;
  • Bisogno preventivo nel periodo di gravidanza e allattamento.

mammografia

Le mammografie nella maggior parte dei casi vengono eseguite per lo screening, ma è consigliabile utilizzarle se si sospetta il cancro.

Pertanto, sono spesso definiti mammografie di rilevamento.

L'indagine chiarisce la situazione in presenza o assenza di patologia, che è molto accettabile per i controlli di routine quando non vengono rilevate deviazioni.

Per una situazione diversa, può essere necessaria una biopsia (prelevare un pezzo di tessuto per un esame dettagliato al microscopio).

La mammografia MRI è lo studio della cavità toracica mediante risonanza magnetica.

Gli extra

cons

  • non c'è radiazione inibitoria, che è considerata un mutageno;
  • l'opportunità di studiare il processo del metabolismo nella cavità strutturale della mammella, di effettuare spettroscopia in localizzazione.
  • prezzo spesso inaccettabile;
  • meno efficace rispetto alla tomografia a raggi X, l'incapacità di determinare calcificazioni nella cavità strutturale della ghiandola.

Prima dell'analisi, rimuovere tutti gli oggetti metallici. È vietato tenere qualsiasi dispositivo elettronico al fine di evitare interferenze.

Quando una donna ha degli impianti metallici (pacemaker, protesi articolari, ecc.), Deve essere avvertito uno specialista - questo fatto è considerato una controindicazione all'esame.

La donna è collocata nell'apparecchio in posizione prona. Il paziente deve essere fermo durante l'esame. Il tempo trascorso nel dispositivo imposta il medico.

In base ai risultati dell'esame RM, vengono prese le immagini che mostrano tutte le trasformazioni negative nel torace.

Diagnostica PCR su marker tumorali

I consumatori on-line sono sostanze separate presenti nel flusso sanguigno in formazioni maligne. I marker tumorali identici sono caratteristici di qualsiasi tumore.

CA 15-3 - una proteina situata sui passaggi delle ghiandole mammarie e dei frammenti secernenti. La sua presenza nel flusso sanguigno è aumentata nel 10% dei pazienti con le fasi iniziali della malattia e nel 70% dei pazienti con formazioni coniugate metastatiche.

Per l'analisi, il materiale è preso dalla vena intralocale. È vietato fumare prima della raccolta del sangue.

Ragioni per l'implementazione dell'analisi:

  • individuazione della ripetizione di sigilli;
  • monitoraggio dell'efficacia del trattamento;
  • la necessità di classificazione dei tumori;
  • Identificazione della dimensione del tumore: maggiore è la presenza di un marker tumorale, maggiore è la lesione.

È terribile quando le donne non conoscono la vera causa delle loro malattie, perché i problemi con il ciclo mestruale possono essere forieri di gravi malattie ginecologiche!

La norma è un ciclo di 21-35 giorni (di solito 28 giorni), accompagnato da una mestruazione di 3-7 giorni con moderata perdita di sangue senza coaguli. Ahimè, la salute ginecologica delle nostre donne è semplicemente catastrofica, ogni seconda donna ha qualche problema.

Oggi parleremo di un nuovo rimedio naturale che uccide i batteri e le infezioni patogene, ripristina l'immunità, che semplicemente riavvia il corpo e include la rigenerazione delle cellule danneggiate ed elimina la causa della malattia.

Miti del cancro al seno

Ogni anno vengono diagnosticati più di un milione di episodi di cancro al seno nelle donne. Questo fatto diventa spesso motivo di panico, sentimenti di paura per la propria vita e un numero di miti che non corrispondono alla realtà.

Alcuni di questi errori sono, a loro volta, la base per il rifiuto categorico dell'indagine, conducendo una diagnosi completamente sicura:

  • Mito - Dei miei parenti nella linea femminile, nessuno aveva il cancro al seno, quindi non ho nulla da temere. Certamente, se non c'è un cancro al seno nella storia familiare delle malattie, la minaccia della sua insorgenza nei parenti è minima. Tuttavia, oggi un numero elevato di episodi di oncologia sono registrati, quando in pazienti in famiglia nessuno aveva precedentemente avuto un cancro;
  • Mito - Il mio corpo è ancora giovane per il cancro. Anche una ragazza molto giovane è a rischio di carcinoma, con un'ecologia moderna, il cancro può colpire una donna di qualsiasi fascia di età;
  • Mito - oncologia d'avvertimento. Sfortunatamente, le cause profonde della formazione del neoplasma non sono ancora completamente comprese e la ricerca è ancora in corso. Va detto che la panacea per l'oncologia ormono-dipendente è l'uso profilattico di farmaci anti-estrogeni. Avvertendo altre forme di tumori, è ancora la rilevazione tempestiva dell'inizio del processo patologico;
  • Mito - Non ci sono prospettive per la mammografia, perché l'oncologia del seno porta in qualche modo alla morte. Le donne nel cosiddetto "gruppo di rischio" dovrebbero eseguire rigorosamente questa analisi ogni anno, perché durante questo periodo non si verificano cambiamenti significativi, e questo fatto contribuisce alla rilevazione tempestiva della patologia;
  • Mito - Una grande dose di radiazioni durante la mammografia, specialmente ogni anno, è molto dannosa e porterà inevitabilmente al cancro. La dose di radiazioni in questa procedura è trascurabile e non può avere un grave impatto negativo sulla salute, ma può salvare vite se un tumore viene rilevato in tempo in una fase iniziale, quando il trattamento dà possibilità di recupero molto elevate;
  • Mito - I dolori non mi infastidiscono, per il quale sono stato esaminato, sono sano. Le fasi iniziali del carcinoma procedono senza alcuna manifestazione. Se il paziente ha tumori benigni nella mammella - cisti, tumori fibrosi, tipo di mastopatia nodulare - richiedono un monitoraggio costante da parte del mammologo. Il trattamento rigoroso del medico è necessario per le seguenti manifestazioni: rosso scuro, sangue, scarico del capezzolo giallo, la minima densità è piccola, grande, dolorosa o indolore, qualsiasi forma, se il dolore al petto non si verifica sette giorni prima dei giorni critici, ma 2 settimane prima dell'inizio delle mestruazioni, dolore intenso in uno o entrambi i seni.

Fasi del cancro al seno

La formazione di un tumore oncologico del seno risulta in 4 fasi:

  • Zero. Carcinoma dei passaggi del latte (una neoplasia si forma all'interno dei passaggi del latte, senza alterare gli organi vicini), carcinoma lobulare invasivo (strutturato dalle cellule che sviluppano i lobuli).
  • Il primo Il volume della cavità negativa è inferiore a 2 cm. I linfonodi non sono interessati.
  • Il secondo Il volume della cavità negativa fino a 5 cm, viene introdotto nello strato grasso, può catturare i linfonodi o essere immagazzinato all'interno della ghiandola. La possibilità di un completo recupero in questa fase è del 75-90%.
  • Terzo. Il volume di una cavità maligna più di 5 cm, appare sulla superficie della pelle del torace, dei linfonodi, del torace.
  • Quarto. La formazione del cancro si espande e attraversa i confini del petto, cresce sul tessuto osseo, la cavità del fegato, i polmoni e il cervello. In questa fase, una cura per il cancro è improbabile.

Trattamento del cancro al seno

Metodi di trattamento di oncologia mammaria:

  • un intervento chirurgico;
  • himiolechenie;
  • terapia ormonale;
  • immunostimolazione;
  • trattamento radiante.

Il trattamento viene solitamente effettuato in associazione con metodi aggiuntivi.

Trattamento chirurgico

La chirurgia è spesso il modo principale per sbarazzarsi del cancro al seno. I chirurghi moderni cercano di rimuovere piccoli volumi di tessuto mammario usando metodi ausiliari: trattamento farmacologico e terapia laser.

Tipi di manipolazioni operative quando sbarazzarsi di un tumore:

  • Mastectomia completa Rimozione completa del seno, unita al grasso e localizzata nelle vicinanze dei linfonodi. Questo metodo di chirurgia è il più radicale;
  • Resezione completa Rimozione della zona del torace insieme a grasso sottocutaneo e linfonodi. I chirurghi moderni usano principalmente questa opzione, perché a differenza della mastectomia completa, la resezione aumenta le possibilità di sopravvivenza. In questa variante viene utilizzata la terapia accessoria: trattamento chemio-radiante;
  • Quadrantectomia - rimozione direttamente del tumore e dei tessuti approssimati nella posizione di 2 - 3 cm, così come situato nelle immediate vicinanze dei linfonodi. Questa operazione può essere eseguita solo nella fase iniziale della malattia. La cavità che deve essere rimossa deve essere inviata per la biopsia;
  • La lampectomia è la più piccola operazione in termini di localizzazione, in cui devono essere rimossi solo una neoplasia e i linfonodi. Le condizioni per eseguire questo intervento sono simili per la quadrantectomia.

Terapia ormonale

L'obiettivo principale del trattamento ormonale è quello di bloccare l'effetto degli ormoni sessuali femminili (estrogeni) sulla neoplasia. Tali metodi sono usati solo in situazioni con foche che hanno una reazione specifica agli ormoni.

I metodi includono:

  • intervento chirurgico per rimuovere le appendici;
  • blocco della droga;
  • assunzione di farmaci anti-estrogeni;
  • uso di androgeni (ormoni maschili);
  • prendendo farmaci deprimenti aromatasi - enzimi;
  • uso di progestinici.

chemioterapia

La chemioterapia (chimica) è un trattamento medicinale di oncologia mammaria, in cui vengono utilizzati i citostatici. Questi farmaci eliminano le cellule tumorali e inibiscono la loro riproduzione.

Droghe citotossiche - farmaci che hanno molti effetti collaterali. Pertanto, sono prescritti in ogni singolo caso in stretta conformità con le normative generalmente accettate e tenendo conto delle peculiarità della malattia.

I citostatici più comunemente usati nei tumori maligni nel torace:

  • adriblastin;
  • metotressato;
  • 5-fluorouracile;
  • paclitaxel;
  • ciclofosfamide;
  • docetaxel;
  • Xeloda.

Associazioni di farmaci comunemente usati nella terapia di oncologia mammaria:

  • CMF (ciclofosfato, fluorouracile, metotrexato);
  • CAF (Ciclofosfano, Fluorouracile, Adriablastina);
  • FAC (Fluorouracile, Ciclofosfamide, Adriablastina).

Radioterapia

Vengono svolte efficaci sessioni di irradiazione a breve termine.

Direttività della radioterapia pre-chirurgica per un tumore al torace:

  • La completa eliminazione del tessuto maligno ai bordi del tumore per prevenire le recidive.
  • Trasformazione dell'educazione dalla forma inoperabile a quella operativa.

postoperatorio

L'obiettivo principale della radioterapia nel periodo postoperatorio è prevenire le ricadute.

Siti esposti a radiazioni in periodi postoperatori:

  • In realtà il tumore stesso;
  • linfonodi che non possono essere rimossi al momento dell'intervento;
  • linfonodi simili per la profilassi.

Al momento dell'intervento

Il trattamento con le radiazioni può essere fatto proprio al momento dell'intervento chirurgico, quando il chirurgo cerca di preservare il tessuto mammario.

Questo è accettabile nelle seguenti fasi della malattia:

stesso

Indicazioni per l'uso della terapia gamma senza chirurgia:

  • l'impossibilità di liberarsi di un tumore da una via operabile;
  • controindicazioni per la chirurgia;
  • rifiuto del paziente da un intervento chirurgico.

interstiziale

La fonte di radiazioni il più vicino possibile alla localizzazione della patologia. Il trattamento con radiazioni intracavitarie viene utilizzato contemporaneamente con il telecomando (la fonte si trova a distanza), spesso con tipi di cancro nodali.

L'obiettivo della terapia: avvicinare il più possibile l'educazione al cancro all'aumento della dose di radiazioni, in modo da eliminarla completamente.

Mirato (terapia mirata)

La terapia mirata e mirata è essenzialmente l'attività degli anticorpi monoclonali aggrappati a specifici recettori sulla membrana di una cellula oncologica.

Queste proteine ​​sono prototipi di veri anticorpi umani che riproducono i linfociti B. Ma i linfociti B non producono anticorpi contro i recettori molecolari situati sulla membrana cellulare oncologica.

Ad esempio, un trattamento mirato può distruggere la funzione delle proteine ​​negative (come l'HER2) che aiutano la crescita delle cellule di carcinoma.

Nei casi in cui i test di laboratorio hanno riscontrato una presenza nella neoplasia mammaria, un eccesso significativo della proteina HER2, al paziente viene prescritto trastuzumab (Herceptin®) o lapatinib (Taikerb®).

Farmaci di proteine ​​monoclonali (anticorpo monoclonale - MAB) sono diventati moderni preparati supernnotecnotecnici.

Il trattamento mirato può essere utilizzato sia in terapia radicale in associazione con altri metodi di lotta contro l'oncologia mammaria (regime adiuvante), sia per il trattamento del carcinoma con rami (regime terapeutico).

prospettiva

Tuttavia, la prognosi per il recupero da una malattia così grave è leggermente più ottimistica rispetto al tumore normale, che non ha resistenza al trattamento ormonale.

Per una previsione positiva, alcune circostanze sono importanti:

  • diagnosi precoce della malattia;
  • fornitura di materiale biologico per la presenza di recettori ER, PR, HER2;
  • dipendenza dal tempo della chirurgia;
  • indicatori di età delle donne e la forza generale del corpo;
  • dipendenza dall'efficacia dei farmaci prescritti.

Al fine di ottenere una prognosi positiva, il trattamento del carcinoma deve avere lo stesso ritmo dello sviluppo della malattia. Le possibilità di recupero completo sono pazienti la cui patologia è stata determinata nella fase iniziale.

Nelle realtà odierne, molti mondi in medicina sono occupati con il problema della cura per il cancro, più precisamente uno studio approfondito della causa e della natura dell'apparenza delle cellule maligne.

La maggior parte degli scienziati non ha ancora determinato esattamente quale sia la ragione principale della situazione quando una cellula del latte completamente sana inizia ad acquisire proprietà patologiche, formando una oncologia in grado di ingannare l'organismo sintetizzando pseudo-ormoni.

Prevenzione delle malattie

Non è un segreto che un eccesso del contenuto di ormoni sessuali femminili nel sangue provoca il cancro al seno.

Il livello di estrogeni diminuisce nel periodo di gravidanza e allattamento al seno.

L'assunzione indipendente e non regolamentata di contraccettivi ormonali porta anche alla distruzione dei normali livelli ormonali nel sangue e causa un tumore.

Nel periodo preclimatico e durante il periodo della menopausa, la presenza di ormoni nel sangue deve essere monitorata per riconoscere e prevenire la formazione della malattia.

Il rilevamento, la consegna e l'allattamento al seno sono la migliore prevenzione dei tumori al seno e contribuiscono a sconfiggere il cancro.

Come riconoscere il cancro al seno?

motivi

Lo sviluppo del cancro è dovuto alla mutazione di alcuni geni (DNA) responsabili dell'inibizione della crescita del tumore. Le donne a rischio di cancro al seno includono:

  • avendo ereditato l'ereditarietà (la presenza di cancro nelle generazioni precedenti aumenta il rischio fino al 25%);
  • nullipare, età primipare (prima nascita avvenuta dopo 30 anni);
  • più di 50 anni (durante la menopausa);
  • avere una storia di aborto;
  • rifiutare l'allattamento al seno;
  • assunzione di contraccettivi ormonali a lungo termine;
  • mastopatia trasferita (rinata da una forma diffusa in una nodulare), mastite;
  • ha subito ferite, lividi, ipotermia delle ghiandole mammarie;
  • con marcata pubertà precoce;
  • con patologia endocrina (compresi obesità e diabete);
  • precedentemente ricevendo corsi di radioterapia;
  • fumare, abusare di alcol;
  • vivere in aree con elevato background di radiazioni;
  • spesso vivendo stress.

Il cancro al seno negli uomini è estremamente raro (l'incidenza maschile è solo l'1% della femmina), più spesso causata da squilibri ormonali (ginecomastia - la crescita delle ghiandole mammarie dovuta ad un aumento del numero di ormoni femminili nel corpo maschile).

sintomatologia

Le donne di solito non attribuiscono importanza a lievi indolenzimenti e disagi al petto, ma questi stessi segni possono indicare lo sviluppo di un tumore. Un paziente affetto da tumore al seno assomiglia a questo (uno o più segni esteriori):

  • l'area della pelle divenne soda, la pelle sotto forma di "scorza di limone";
  • arrossamento locale, gonfiore;
  • l'aspetto della retrazione sulla pelle;
  • deformità del seno (aumento, "increspature" asimmetriche);
  • l'aspetto sulla pelle delle ghiandole mammarie del pattern venoso;
  • retrazione del capezzolo;
  • scarico patologico dal capezzolo (sieroso, può essere sanguinante);
  • l'aspetto di un'area erosa sul petto;
  • rilevamento della tenuta mediante palpazione.

È importante! Al rilevamento dei suddetti sintomi e delle sensazioni dolorose, è obbligatoria una visita allo specialista della mammella.

Sintomi a lungo termine del cancro al seno:

  • tumore solido palpabile, a volte nodo pastoso;
  • la comparsa di nodi nella seconda ghiandola (il rischio di diffondersi al secondo seno aumenta di 4 volte);
  • un aumento dei linfonodi ascellari, sopra- e subclaviani (stadio del tumore 3);
  • dolori al petto (solo nel 15% dei casi di oncopatologia del seno);
  • sintomi generali (debolezza, condizione subfebrilitosa, ecc.);
  • metastasi distanti (fase 4 di oncoprocess).

Fasi del cancro al seno:

  • 0 stadio. Tumore non invasivo, le cellule tumorali sono limitate alla lesione.
  • Fase 1 Le cellule alterate germogliano nei tessuti adiacenti, danneggiando la ghiandola. Tumore fino a 2 cm di diametro.
  • Fase 2 Sigillare fino a 5 cm, il sistema linfatico è incluso nel processo del cancro.
  • 3a tappa Nodo di oltre 5 cm, ampia lesione dei linfonodi.
  • Fase 3b. Le dimensioni del nodo principale sono irrilevanti: il processo del cancro si estende al torace, interessando i linfonodi interni.
  • Fase 4. È caratterizzato da metastasi a distanza nei polmoni, nel fegato e negli organi del collo.

È importante! Il rilevamento del cancro nella fase 0-2 garantisce un tasso di sopravvivenza a 5 anni del 70%. Il trattamento in Germania e in altri paesi stranieri offre tassi di incidenza più elevati, dal 90% al 100%.

Autoesame delle ghiandole mammarie

Ogni donna deve conoscere le regole dell'esame del seno e condurre regolarmente un esame indipendente per determinare tempestivamente il cancro al seno.

Ispezione allo specchio

Una donna di fronte a uno specchio esamina il seno per la presenza di cambiamenti patologici nelle dimensioni, nella forma del seno, della pelle e dei capezzoli, sotto le ascelle. L'esame viene eseguito in due posizioni: con il braccio tirato indietro dietro la testa dal lato del corpo esaminato, con il braccio esteso lungo il corpo. Premendo e premendo il capezzolo dovrebbe essere delicato. L'esame delle ghiandole può essere ripetuto nella doccia. La punta delle dita scorrevoli sulla pelle bagnata, la ghiandola mammaria viene attentamente esaminata con movimenti circolari.

È importante! La ghiandola mammaria sinistra nelle donne è fisiologicamente un po 'più grande di quella giusta.

Esame bugiardo

Un tampone è posto sotto la scapola dal lato da esaminare. Tre dita medio esaminano attentamente il petto in un cerchio dalla periferia al centro, a partire dallo sterno. La durata dell'esame è di circa 5 minuti.

diagnostica

La diagnosi di cancro al seno include i seguenti esami:

  • visita medica del seno da parte di un ginecologo / specialista della mammella;
  • Esame ecografico delle ghiandole mammarie (permetterà di distinguere la patologia cistica dal cancro);
  • esami del sangue (per i marcatori tumorali - il cancro è talvolta accompagnato dalla loro assenza, test immunologici);
  • mammografia con possibili campioni bioptici;
  • corretta biopsia stereotassica / sottovuoto (determina il tipo di cellule tumorali).

Riconoscere il cancro che ha metastatizzato in altri sistemi e organi aiuta:

  • radiografia del torace, delle ossa;
  • tomografia computerizzata (esegue la scansione dell'organo danneggiato a strati);
  • risonanza magnetica;
  • tomografia a emissione di positroni di organi con sospette metastasi e linfonodi.

trattamento

Il regime di trattamento è determinato dall'oncologo oncologico in base allo stadio del processo oncologico, alle condizioni generali e alla sensibilità alla terapia ormonale.

Radioterapia

CyberKnife è un modo moderno e abbastanza efficace di rimozione radiochirurgica di un tumore applicando un potente raggio gamma direttamente a un tumore. I corsi di radioterapia possono precedere o integrare la chirurgia in qualsiasi fase del processo del cancro.

chemioterapia

Il citostatico più popolare è il tamoxifene. I corsi di aromiina sono meno comunemente prescritti a causa dei suoi forti effetti collaterali.

Terapia ormonale

Fino al 75% dei tumori al seno sono tumori ormono-dipendenti. Il trattamento con dosi di estrogeni o progesterone selezionati individualmente viene eseguito prima di un intervento chirurgico su tumori di grandi dimensioni, con uno scopo profilattico per prevenire la recidiva e con un obiettivo medico anche con un paziente inoperabile.

Terapia mirata

L'essenza della tecnica sta negli effetti puntuali: i farmaci vengono somministrati direttamente al tumore, non influenzano le cellule sane.

immunoterapia

L'accettazione di specifici farmaci antitumorali (Herceptin) consente di stimolare il sistema immunitario per combattere le cellule alterate.

operazione

Molto spesso, la rimozione parziale della ghiandola mammaria (la proporzione in cui si è sviluppato il tumore) è accettabile. La rimozione completa del seno (mastectomia) è indicata con il coinvolgimento dell'intera ghiandola durante il cancro. Per eliminare il disagio psicologico, alle donne vengono offerte protesi successive con protesi. Nella fase 4, la chirurgia è spesso poco pratica.

Il massimo effetto curativo si ottiene con il trattamento combinato e la selezione individuale dei dosaggi.

Negli Stati Uniti, una donna sana che ha un tumore al seno tra i suoi parenti e ha dato alla luce almeno due figli può decidere una mastectomia profilattica e poi le protesi.

Il cancro al seno non è una frase. Secondo gli esperti occidentali, il 70% delle donne non richiede la rimozione radicale del seno, soggetto a una diagnosi precoce del cancro. Una visita medica annuale, l'autoesame del seno e la visita immediata alla clinica consentono di diagnosticare il processo del tumore nelle fasi iniziali, che richiede un trattamento meno radicale e aumenta significativamente la percentuale di sopravvivenza. Tuttavia, quando vengono rilevati segni patologici, non è necessario suonare l'allarme, spesso i sigilli rilevati sono mastopatia o nodo benigno.