Ginecologo, ginecologia

Leucoplachia della cervice. Cosa fare con esso?

La leucoplachia cervicale è una o più placche bianche sulla superficie della cervice.

Le placche di leucoplachia si alzano leggermente sopra la superficie della cervice.

Le placche di leucoplachia si trovano sulle parti vaginali della cervice, di solito verso l'esterno dal sistema os cervicale esterno.

Le placche di leucoplachia possono avere contorni regolari e irregolari.

La leucoplachia origina dalle cellule dell'epitelio squamoso stratificato della cervice.

La leucoplachia può essere strettamente "bloccata" sulla superficie della cervice, oppure può essere facilmente rimossa con un tampone dalla superficie al momento della rimozione delle secrezioni dalla cervice.

La leucoplachia, di regola, non mostra alcun sintomo. Viene rilevato dal medico durante un esame ginecologico standard. Le placche bianche di leucoplachia sono chiaramente visibili ad occhio nudo. ie ginecologo e senza colposcopia può vedere la leucoplachia cervicale. Anche se, sempre il passo successivo all'individuazione della leucoplachia è la colposcopia.

Questo è importante!

La leucoplachia cervicale è un sintomo isolato.

Un sintomo isolato non sempre significa che una persona ha una malattia.

Anche il mal di testa è un sintomo. La causa del mal di testa può essere:

- superlavoro, affaticamento (non è una malattia);

- ictus (disturbi circolatori del cervello, questa è una malattia);

- tumore cerebrale (benigno o tumorale, questa è una malattia).

E nella fase iniziale di sviluppo di tutti questi stati, il mal di testa può essere esattamente lo stesso.

Tumore da corsa eccessiva

Leucoplachia cervicale può derivare da:

- varianti del normale sviluppo della cervice (questa non è una malattia);

- la guarigione del danno cervicale, ad esempio, a causa dell'uso di un diaframma vaginale o di un pessario vaginale (questa non è una malattia); in questo caso, la leucoplachia della cervice è, per così dire, un analogo di una cicatrice sulla pelle dopo la guarigione di un taglio;

- displasia cervicale (questo è un precancro della cervice, è una malattia);

- cancro cervicale (questa è una malattia).

ie e il normale sviluppo della cervice, e la guarigione delle lesioni cervicali e della displasia cervicale (precancro) e del cancro - tutto questo può sembrare la leucoplachia della cervice.

Per scoprire cosa si nasconde dietro la leucoplachia (una malattia o meno una malattia) -

È necessario fare una biopsia della lesione leucoplachia per l'esame istologico!

La biopsia della leucoplachia è il taglio di placche bianche dalla superficie della cervice (usando un elettrocoagulatore o usando Surgidron). La procedura viene eseguita in anestesia locale.

Se il risultato dell'esame istologico è normale, allora non c'è malattia. In questo caso, non è necessario fare nulla di più, ad eccezione di controlli regolari una volta all'anno con un ginecologo e un Pap test.

Se il risultato dell'esame istologico mostra displasia o cancro cervicale, vengono prese misure appropriate.

Pertanto, la sequenza di azioni dopo il rilevamento della leucoplachia della cervice è la seguente:

- il primo è la colposcopia cervicale

- la seconda è una biopsia cervicale

- ulteriori azioni dipendono dai risultati della biopsia.

C'è molta confusione su Internet sulla leucoplachia. Quindi, in particolare, da qualche parte la leucoplachia è considerata un processo precanceroso della cervice, da qualche parte non lo è.

Voglio davvero sperare che dopo aver letto le informazioni presentate qui, capisci chiaramente:

- la leucoplachia è un processo precanceroso sulla cervice uterina, se l'istologia mostra un quadro di displasia nella lesione leucoplachica;

- la leucoplachia non è un processo precanceroso sulla cervice uterina, se l'istologia non mostra un quadro di displasia (e in particolare di cancro) nel fuoco leucoplachico.

ie tutto dipende dal risultato dell'esame istologico.

E alla fine di un positivo! La displasia cervicale e il cancro cervicale sono raramente manifestazione di leucoplachia verso l'esterno. ie nella maggior parte dei casi, la leucoplachia è un processo benigno, non una malattia. La leucoplachia con istologia normale di per sé non è un fattore di rischio per il cancro precanceroso / cervicale (cioè, non aumenta le possibilità di avere questi problemi).

Consulente ostetrico-ginecologo, dottore di ricerca Borisova Alexandra Viktorovna.

Leucoplachia cervicale: cos'è, può svilupparsi nel cancro e come può essere trattato?

La parola "leucoplachia" è formata da due parole greche che significano "targa bianca". Ha cominciato ad essere utilizzato in medicina nel 1887 e da allora è stato tradizionalmente utilizzato nella medicina domestica per determinare i processi associati all'eccessiva cheratinizzazione degli strati epiteliali. Vediamo cos'è questa malattia - leucoplachia cervicale?

Questa è una condizione anormale in cui si sviluppa eccessiva cheratinizzazione (accumulo di cheratina) di epitelio multistrato che riveste la superficie della cervice. Medici e morfologi stranieri parlano più spesso di discheratosi cervicale, cioè della violazione della formazione di cheratinociti - cellule epiteliali morte.

Prevalenza e metodi di prevenzione

La patologia descritta è rilevata nell'1,1% di tutte le donne. Tra le altre malattie del collo, la sua quota è del 5,2%. Più spesso, questa diagnosi è registrata nei pazienti con ciclo mestruale alterato - nel 12%.

Nonostante la bassa frequenza di insorgenza della malattia in ginecologia, è necessario seguire le misure per prevenirlo. Infatti, quasi un terzo paziente con leucoplachia sviluppa in seguito il cancro cervicale.

Prevenzione:

  • diagnosi tempestiva dell'ectopia cervicale e suo trattamento;
  • trattamento delle infezioni virali e microbiche;
  • vaccinazione contro il papillomavirus umano;
  • l'uso del preservativo è raccomandato in gruppi di donne con frequenti cambi di partner;
  • trattamento dei disturbi del ciclo mestruale;
  • ispezione mirata delle donne a rischio.

Pertanto, una visita dal ginecologo almeno una volta all'anno e il rispetto di semplici norme igieniche impediranno lo sviluppo della leucoplachia in molte donne.

classificazione

La patologia può essere semplice o con atipie di cellule.

  • La leucoplachia cervicale semplice è la formazione di cellule morte sulla superficie della cervice che formano una placca. Tali cellule sono caratterizzate dall'accumulo di una proteina densa - cheratina, che, ad esempio, forma la base di unghie, capelli e si trova anche negli strati superiori della pelle. Non ci sono cambiamenti microstrutturali.
  • La leucoplachia con atipia è accompagnata non solo dalla formazione di un gran numero di cellule cheratinizzanti, ma anche da un cambiamento nella loro struttura microscopica - un aumento nel nucleo, la comparsa di nucleoli aggiuntivi, un alto tasso di divisione, disturbi della forma e così via.

Il cancro alla leucoplachia è o no?

I medici rispondono a questa domanda come segue: la leucoplachia ordinaria è solo una condizione di fondo e non si trasforma in cancro. Appartiene al gruppo di iper-e paracheratosi, cioè disturbi da cheratinizzazione. La leucoplachia atipica è una condizione precancerosa correlata alla intraneoplasia cervicale.

A seconda della prevalenza dei disturbi, la leucoplachia è classificata allo stesso modo della neoplasia cervicale. A 1 grado, l'atipia delle cellule è presente solo nel terzo inferiore dello strato epiteliale, nel secondo ci vogliono 2/3, e al terzo copre l'intero strato dell'epitelio.

Secondo la moderna nomenclatura, la leucoplachia dell'epitelio cervicale come sintomo colposcopico si riferisce a dati anomali dell'esame colposcopico.

Perché la malattia si verifica

Le cause della malattia cervicale sono divise in due gruppi:

  • endogeno (interno);
  • esogeno (esterno).

La teoria dell'origine ormonale della leucoplachia fu lanciata negli anni '60 del XX secolo. Secondo lei, la causa principale dell'iperplasia (proliferazione) dei tessuti patologici è una carenza di progesterone e un eccesso di estrogeni. Questo squilibrio ormonale si verifica a causa di disturbi dell'ovulazione nelle ovaie. L'anovulazione si sviluppa con qualsiasi disturbo nel sistema ipotalamo-ipofisario, nelle ovaie o nell'utero.

Questa condizione della cervice si verifica spesso dopo aver sofferto di una malattia infettiva dell'utero e delle appendici, specialmente sullo sfondo di una mestruazione magra (oligomenorrea).

Tra i fattori esterni, particolare importanza è attribuita alle influenze iatrogene (mediche) fisiche e chimiche. Pertanto, circa un terzo dei pazienti con leucoplachia ha ricevuto in precedenza un trattamento intensivo e spesso non necessario per la pseudo-erosione, mentre il secondo terzo è stato sottoposto a diathermocoagulazione ("bruciore") della cervice.

Quindi, chi è a rischio per lo sviluppo della leucoplachia:

  • donne con cicli mestruali irregolari, specialmente con periodi scarni;
  • pazienti che hanno subito processi infiammatori del tratto genitale (salpingite, endometrite, annessite);
  • pazienti che hanno avuto una recidiva pseudo-erosione cervicale in passato e hanno ricevuto un trattamento intensivo per questo.

Il meccanismo della malattia non è ben compreso. Sotto l'azione delle suddette ragioni, i processi di accumulo di cheratina nel rivestimento epiteliale piatto della cervice vengono attivati ​​(normalmente, non si cheratinizza). Le cellule epiteliali sono lentamente riorganizzate, il loro nucleo e altri elementi interni si disintegrano, si verifica la perdita cellulare di glicogeno. Di conseguenza, si formano le squame di corno.

Leucoplachia può essere combinata con ectopia cervicale. In questo caso, la leucoplachia focale della cervice si verifica durante l'epidermizzazione (guarigione) dell'ectopia, quando l'epitelio multistrato inizia a crescere sulla superficie danneggiata. A questo punto, possono apparire foci patologici singoli o multipli.

Segni clinici e diagnosi

Molto spesso, la malattia procede di nascosto, senza essere accompagnata da alcuna lamentela. Solo alcuni pazienti sono preoccupati per l'abbondante sbiancamento e per lo scarico sanguinoso dalla vagina durante il contatto sessuale. Non c'è dolore nella leucoplachia.

A causa del decorso asintomatico, un esame completo di una donna è di particolare importanza, soprattutto se appartiene a un gruppo a rischio.

Quando intervistare chiarisce la natura del ciclo mestruale, le malattie passate, inclusa la pseudo-erosione. Risulta come è stata trattata la pseudo-erosione.

La diagnosi di leucoplachia cervicale si basa sui due metodi più informativi:

La sconfitta sembra un film bianco o placche facilmente rimovibili sotto forma di ciuffi, compattati, con bordi chiaramente visibili. Questi sintomi della leucoplachia cervicale dipendono dallo spessore dello strato corneo. Sotto di esso ci sono brillanti fuochi di colore rosa, che corrispondono alle dimensioni attuali del danno. I focolai di leucoplachia possono essere piuttosto piccoli e possono occupare una vasta area, spostandosi anche sulle pareti della vagina.

Durante la colposcopia, la leucoplachia ha l'aspetto di un'area non dipinta con iodio, coperta da piccoli punti rossi. Questi punti sono escrescenze del tessuto connettivo che giace sotto l'epitelio, nel quale passano i capillari. L'attenzione patologica stessa non ha vasi. I fili rossi del capillare creano uno schema a mosaico specifico. Il test di Schiller per la leucoplachia è negativo.

Per diagnosticare un tumore maligno della cervice nella leucoplachia, viene presa una impronta sulla superficie dell'epitelio. Tuttavia, questo metodo non è sempre informativo, perché, a causa della cheratinizzazione, gli strati profondi dell'epitelio non entrano nello striscio, dove avviene la trasformazione cellulare.

Pertanto, il metodo diagnostico principale è la biopsia. Per la ricerca qualitativa, è necessario eseguire una biopsia con coltello (usando un bisturi) proprio da una sezione modificata del collo. Pertanto, questa procedura viene eseguita sotto il controllo della colposcopia.

La patologia può verificarsi non solo sulla cervice, ma anche nel canale cervicale. Pertanto, è necessario simultaneamente con la biopsia per curare la membrana mucosa del canale cervicale. Il materiale risultante valuta lo spessore dell'epitelio, il grado di cheratinizzazione, la perdita di glicogeno, i cambiamenti nel nucleo e nella forma cellulare e altri segni.

Uno dei metodi diagnostici più moderni è la microcolpogisteroscopia. Ti permette di entrare nel canale cervicale senza anestesia ed espansione, ispezionarne le pareti, effettuare una biopsia mirata.

Quando si esamina il materiale ottenuto con un microscopio, la presenza di atipia cellulare è molto importante. La leucoplachia cervicale senza atipia è caratterizzata da un normale rapporto di dimensioni delle cellule negli strati superficiali e profondi, tuttavia vi sono segni di eccessivo accumulo di cheratina in essi. Questo processo è chiamato discheratosi.

In caso di leucoplachia con atipia, lo strato superiore è rappresentato da discheratosi e sotto di esso è nascosto uno strato profondo in cui si trova un cambiamento patologico nelle cellule. Molti medici chiamano tale condizione un precancer morfologico.

Inoltre, al fine di chiarire le cause della malattia e la tattica del suo trattamento, viene effettuata una ricerca batteriologica per identificare virus e batteri patogeni e vengono valutati gli ormoni e gli organi genitali. Se necessario, prescrivere uno studio sullo stato immunitario - immunogramma.

trattamento

La questione di come trattare la leucoplachia della cervice nel modo più efficace non è stata ancora risolta. Sono stati proposti diversi modi per influenzare l'attenzione patologica, in particolare:

  • diatermia;
  • esposizione all'azoto liquido;
  • trattamento laser della leucoplachia cervicale con radiazioni ad alta intensità;
  • chirurgia delle onde radio;
  • trattamento farmacologico generale;
  • l'uso di droghe per via topica.

Prima di iniziare il trattamento, è necessario assicurarsi che il paziente non abbia malattie infiammatorie della vulva e della vagina causate da virus, clamidia, trichomonas, funghi. Secondo le indicazioni, trattamento con agenti antimicrobici appropriati.

Il trattamento della leucoplachia cervicale con rimedi popolari non è raccomandato. Sostanze come olio di olivello spinoso, olio di rosa canina, prodotti a base di aloe e altre ricette popolari possono aumentare la proliferazione di cellule anormali e causare la comparsa di cellule atipiche. Consigliamo alle donne di non rischiare la loro salute, ma di essere trattate secondo concetti moderni.

La medicina erboristica per leucoplachia è permessa solo per migliorare l'equilibrio ormonale, condizione generale e comprende una spazzola rossa, un utero boro, un cinquefoglia bianco. Il vantaggio può essere portato da corsi di adaptogens - citronella, Eleuterococco, Rhodiola rosea.

Droga di Cauterizzazione "Solkovagin"

Fino ad ora, è stata utilizzata la cauterizzazione chimica della leucoplachia cervicale e il farmaco Solkovagin. Questo strumento causa la coagulazione (cauterizzazione) dell'epitelio. Il farmaco penetra a una profondità di 2 mm, che contribuisce alla distruzione del focolare. Trattamento Solkovaginom indolore. Nei giovani pazienti senza nascita con leucoplachia semplice, l'efficacia di tale terapia supera il 70%.

Solkovagin ha controindicazioni, in particolare, sospetto di displasia cellulare o neoplasia maligna. Pertanto, non dovrebbe essere usato per leucoplachia con atipia.

diatermocoagulazione

Attualmente viene utilizzata anche la diatermocoagulazione - cauterizzazione ad alta temperatura. Tuttavia, questo metodo ha effetti indesiderati:

  • sviluppo dell'endometriosi al centro dell'esposizione;
  • sanguinamento durante il rigetto della crosta formata durante la coagulazione;
  • aggravamento di annessite concomitante;
  • violazione del ciclo mestruale;
  • il dolore;
  • lunga guarigione;
  • spesso - recidiva di leucoplachia cervicale.

crioterapia

La crioterapia è un metodo moderno di trattamento. A basse temperature, provoca necrosi (morte) di cellule anormali. La procedura viene eseguita una volta, a seconda delle dimensioni della lesione, dura da 2 a 5 minuti. La procedura è indolore, viene eseguita su base ambulatoriale. L'efficienza raggiunge il 96%, tuttavia, le ricadute sono possibili.

Le candele sono prescritte per accelerare la guarigione e prevenire le infezioni dopo la diatermocoagulazione o la crioterapia. Sono utilizzate supposte vaginali utilizzate per ripristinare la mucosa danneggiata, con metiluracile o Depantol.

Esposizione laser

La rimozione laser della leucoplachia cervicale è il metodo di trattamento più moderno. Viene utilizzato un laser ad anidride carbonica ad alta intensità. La procedura viene eseguita senza contatto e indolore. Questo elimina la possibilità di infezione del paziente con malattie infettive o sanguinamento. Il laser vaporizza il tessuto danneggiato, formando una pellicola sottile che protegge la ferita dal sangue e dalle infezioni.

Il metodo più moderno di trattamento della leucoplachia cervicale - esposizione laser

La coagulazione laser viene eseguita su base ambulatoriale, nella prima settimana del ciclo. Immediatamente prima dell'esposizione, il collo viene colorato con la soluzione di Lugol per determinare i confini della leucoplachia. Se non viene colpito solo il collo, ma anche le pareti della vagina, nella prima fase la coagulazione laser delle lesioni sul collo viene eseguita, e un mese dopo, sulle pareti della vagina. La guarigione completa avviene circa 1,5 mesi dopo la procedura.

Terapia delle onde radio

Con la leucoplachia è possibile il trattamento con Surgitron. Questo è un apparato per la terapia a onde radio, che consente di rimuovere la messa a fuoco patologica facilmente e rapidamente.

Metodo chirurgico

Se la leucoplachia si verifica sullo sfondo di un cambiamento della forma del collo (ad esempio dopo il parto), viene utilizzato un trattamento chirurgico. Il tessuto affetto viene rimosso usando la conizzazione (coltello o laser), così come l'amputazione (a forma di cuneo o affusolata). La chirurgia plastica può essere eseguita per ripristinare la normale forma della cervice e del canale cervicale.

Di tutti i trattamenti, è preferibile la terapia laser.

La leucoplachia cervicale può passare da sola?

Sfortunatamente, la risposta a questa domanda è negativa. Senza trattamento, la leucoplachia semplice può durare a lungo, ma quando compare un atipia, la progressione della malattia accelera e può trasformarsi in un tumore maligno.

Dopo il trattamento, è necessario equilibrare la dieta, provare a consumare più proteine ​​e vitamine. Dopo aver consultato un medico, è possibile assumere integratori alimentari per migliorare l'immunità e la salute delle donne. Possono essere presi individualmente o in programmi che includono diversi componenti naturali.

Leucoplachia e gravidanza

Leucoplachia è spesso rilevata nelle giovani donne. Tuttavia, potrebbero essere interessati a sapere se la malattia impedisce il trasporto di un bambino? Posso rimanere incinta di leucoplachia?

Con cambiamenti focali, il processo del concepimento non è disturbato. Un ostacolo alla fertilizzazione può essere una violazione dell'ovulazione, che ha causato la leucoplachia, nonché le conseguenze delle malattie infiammatorie.

In alcuni casi, la gravidanza può essere difficile con una grave deformazione della cervice, ad esempio, a seguito di ripetute procedure di diaterocoagulazione, che sono state trasferite in passato a causa di recidiva di pseudo-erosione.

Quando pianifichi una gravidanza, dovresti sottoporti a un esame ginecologico completo e rimuovere la leucoplachia. Durante la gravidanza è necessaria un'ispezione periodica mediante specchietti. Con una condizione soddisfacente del collo, il parto è possibile attraverso percorsi naturali.

Leucoplachia cervicale

La leucoplachia cervicale è un limitato cambiamento patologico nell'exocervice caratterizzato da proliferazione e cheratinizzazione dell'epitelio multistrato. La leucoplachia cervicale è generalmente asintomatica; può essere accompagnato da sbiancamento significativo e secrezioni da contatto. Viene diagnosticato mediante esame della cervice negli specchi, estesa colposcopia, esame di raschiature cervicali, biopsia con esame istologico del materiale. Nel trattamento della leucoplachia cervicale, criodistruzione, coagulazione a onde radio, vaporizzazione laser a CO2, coagulazione del plasma di argon; in alcuni casi, è indicata la conizzazione o l'amputazione della cervice.

Leucoplachia cervicale

La leucoplachia (greco - leucos; plax - placca bianca) è una zona di cheratinizzazione e ispessimento dell'epitelio intestinale della cervice di gravità variabile (per tipo di ipercheratosi, paracheratosi, acantosi). Dal punto di vista macroscopico, l'immagine della leucoplachia sembra una placca biancastra che sovrasta la mucosa vaginale della cervice, a volte queste formazioni sono localizzate nel canale cervicale.

La prevalenza della leucoplachia è del 5,2% tra tutte le patologie dell'utero della cervice uterina. La malattia è più suscettibile alle donne in età riproduttiva. L'astuzia della leucoplachia è un alto rischio di trasformazione maligna dell'epitelio cervicale, che si sviluppa nel 31,6% dei pazienti. Pertanto, i problemi di diagnosi tempestiva e di trattamento della leucoplachia cervicale sono strettamente correlati al problema della prevenzione del cancro cervicale.

Cause della leucoplachia cervicale

Nell'eziologia della leucoplachia cervicale, vi sono effetti di fattori endogeni (disturbi ormonali e di regolazione immunitaria), nonché cause esogene (infettive, chimiche, traumatiche). Un cambiamento nell'omeostasi ormonale è una violazione della relazione funzionale nella catena dell'ipotalamo - ipofisi-ovaio-utero, che porta all'anovulazione, iperestrogenismo relativo o assoluto, carenza di progesterone e, di conseguenza, processi iperplastici negli organi bersaglio.

L'insorgenza della leucoplachia cervicale è spesso preceduta da processi infiammatori infettivi (endometrite, annessite), disturbi mestruali (amenorrea, oligomenorrea). Tra i fattori di fondo vi sono l'infezione da papillomavirus umano, l'ureaplasmosis, la clamidia, la micoplasmosi, l'herpes, l'infezione da citomegalovirus, la colpite non specifica e la cervicite, l'ectopia ricorrente; ridotta reattività generale e locale; vita sessuale promiscua. Lo sviluppo della leucoplachia è favorito da lesioni traumatiche e chimiche della cervice durante l'aborto chirurgico, il curettage diagnostico, la combustione di farmaci o la diatermocoagulazione dell'erosione cervicale e altri interventi aggressivi.

Sullo sfondo di fattori eziologici, vengono avviati meccanismi che causano la cheratinizzazione delle cellule dell'epitelio multistrato exocervice (normalmente non cheratinizzante). A causa del graduale riarrangiamento delle cellule epiteliali (disintegrazione dei nuclei e organoidi intracellulari), si formano squame cornee che non contengono glicogeno. I focolai di leucoplachia cervicale possono essere singoli o multipli.

Forme di leucoplachia cervicale

Per criteri morfologici, la ginecologia distingue la leucoplachia cervicale semplice e proliferativa. La leucoplachia semplice della cervice viene indicata come cambiamenti di fondo (iper- o paracheratosi). È caratterizzato da ispessimento e cheratinizzazione degli strati superficiali dell'epitelio; allo stesso tempo, le cellule degli strati basali e parabasali non subiscono cambiamenti.

Durante la trasformazione proliferativa, la differenziazione viene violata, la proliferazione cellulare di tutti gli strati, gli elementi strutturali atipici appaiono. Questa forma di leucoplachia cervicale è considerata un processo precanceroso - neoplasia intraepiteliale cervicale (CIN, displasia cervicale).

I sintomi della leucoplachia cervicale

La malattia non è accompagnata da un quadro clinico specifico e da disturbi soggettivi. Spesso la leucoplachia della cervice viene rilevata al successivo esame da un ginecologo. In alcuni casi, possono esserci segni indiretti di leucoplachia cervicale - significativa leucorrea con un odore sgradevole, scarica di contatto di una piccola quantità di sangue dopo il rapporto sessuale.

Diagnosi di leucoplachia cervicale

Durante un esame ginecologico con l'aiuto di specchi sulla cervice, vengono determinate aree bianche sotto forma di macchie o placche, spesso di forma ovale, con margini chiari, di dimensioni variabili. I fuochi di leucoplachia, di regola, si alzano leggermente sopra la superficie della copertura epiteliale invariata della cervice. La superficie delle placche può essere coperta con squame epiteliali cheratinizzate.

L'esame citologico del raschiamento cervicale rivela l'accumulo di cellule epiteliali superficiali con segni di ipercheratosi o paracheratosi. Nel caso dell'ipercheratosi, viene rilevato un gran numero di scale cheratinizzate non nucleari. Con paracheratosi, la densità e il colore del citoplasma delle piccole cellule con nuclei picnotici è migliorato.

I processi di iper- e paracheratosi impediscono la penetrazione di strati profondi dell'epitelio nella raschiatura delle cellule, in cui sono possibili proliferazione, differenziazione e atipia. Pertanto, nella diagnosi di leucoplachia, il metodo principale è la biopsia del coltello mirata della cervice e l'esame istologico del tessuto exocervix, che consente di escludere o confermare i processi tumorali, così come la neoplasia intraepiteliale cervicale (CIN). Per eliminare il cancro cervicale, il canale cervicale viene raschiato.

Con l'aiuto di una colposcopia estesa (video colposcopia), la natura e le dimensioni della lesione vengono chiarite. Quando l'imaging colposcopico mostra placche bianche con una superficie a grana fine, bordi chiari e lisci, mancanza di vasi sanguigni. Le dimensioni e la prevalenza della leucoplachia cervicale possono variare da una placca a punto singolo a più aree estese che coprono l'intero exocervice e passano alle volte vaginali. Condurre un campione di Schiller rivela siti iodio-negativi.

I test clinici e di laboratorio comprendono l'esame microscopico batteriologico degli strisci, il rilevamento della PCR e la tipizzazione dell'HPV, studi ormonali e immunologici (se indicati). Nel processo di diagnosi, la leucoplachia cervicale è differenziata dal cancro cervicale e dall'erosione cervicale. I pazienti con leucoplachia cervicale potrebbero dover consultare un ginecologo, un ginecologo e un endocrinologo.

Trattamento della leucoplachia cervicale

La strategia di trattamento è determinata dalla forma della leucoplachia rilevata della cervice (semplice o proliferativa). Gli obiettivi del trattamento sono l'eliminazione delle malattie di fondo e la completa rimozione dei focolai patologici.

Secondo le indicazioni, la terapia antibatterica, antivirale, antiincendiaria è effettuata. Per rimuovere i focolai di leucoplachia cervicale e ginecologia, vengono utilizzati metodi di esposizione criogenica, distruzione delle onde radio, coagulazione del plasma di argon, vaporizzazione laser a CO2, diatermocoagulazione e coagulazione chimica. La distruzione minimamente invasiva dei focolai di leucoplachia cervicale viene eseguita su base ambulatoriale; la guarigione dei tessuti può richiedere un periodo da 2 settimane a 2 mesi, tenendo conto dell'estensione della lesione, delle patologie associate e del metodo di distruzione.

Per il periodo di trattamento della leucoplachia della cervice, sono esclusi la vita sessuale e l'uso di qualsiasi contraccettivo. Nel caso di neoplasia intraepiteliale cervicale, una combinazione di leucoplachia con ipertrofia, kraurosi, deformità cervicali cicatriziali, il volume di intervento può includere la conizzazione cervicale o l'amputazione della cervice.

Prevenzione della leucoplachia cervicale

Al fine di prevenire lo sviluppo della leucoplachia cervicale, è necessario un trattamento precoce delle erosioni, processi infiammatori e infettivi negli organi riproduttivi; esclusione di aborti, lesioni cervicali durante il parto e procedure ginecologiche; Prevenzione della STI, uso della contraccezione barriera.

Le donne che soffrono di disturbi mestruali devono essere monitorate da un ginecologo e endocrinologo per correggere i disturbi ormonali. In materia di prevenzione della leucoplachia cervicale e di screening e lavoro esplicativo, sono necessari regolari esami ginecologici. Il punto di prevenzione essenziale è la vaccinazione contro l'HPV.

Dopo la distruzione delle lesioni leucoplachiche senza atipia, un paziente viene sottoposto a una colposcopia ogni sei mesi, un test di striscio per oncocitologia e test HPV. Dopo 2 anni e in assenza di recidiva, la donna viene trasferita alla solita modalità di osservazione.

Prognosi per la leucoplachia cervicale

In assenza di atipia, infezione da papillomavirus umano, eliminazione di fattori avversi di fondo, la prognosi dopo la vulcanizzazione della leucoplachia della cervice è favorevole. Se la causa principale della malattia è preservata, è possibile un decorso evidente e il passaggio della leucoplachia al cancro cervicale.

Per leucoplachia semplice nelle donne che pianificano la gravidanza, al fine di evitare deformità cicatriziali della cervice, è preferibile utilizzare metodi di distruzione delicati - criodistruzione, vaporizzazione laser, trattamento radiochirurgico e coagulazione chimica. Condurre la gravidanza in questo gruppo di pazienti richiede un maggiore controllo sullo stato della cervice.

Ho bisogno di una biopsia della cervice con leucoplachia

Leucoplachia della cervice. Cosa fare con esso?

Leucoplachia della cervice. Cosa fare con esso?

La leucoplachia cervicale è una o più placche bianche sulla superficie della cervice.

Le placche di leucoplachia si alzano leggermente sopra la superficie della cervice.

Le placche di leucoplachia si trovano sulle parti vaginali della cervice, di solito verso l'esterno dal sistema os cervicale esterno.

Le placche di leucoplachia possono avere contorni regolari e irregolari.

La leucoplachia origina dalle cellule dell'epitelio squamoso stratificato della cervice.

La leucoplachia può essere strettamente "bloccata" sulla superficie della cervice, oppure può essere facilmente rimossa con un tampone dalla superficie al momento della rimozione delle secrezioni dalla cervice.

La leucoplachia, di regola, non mostra alcun sintomo. Viene rilevato dal medico durante un esame ginecologico standard. Le placche bianche di leucoplachia sono chiaramente visibili ad occhio nudo. Cioè, il ginecologo può vedere la leucoplachia dell'utero della cervice senza colposcopia. Anche se, sempre il passo successivo all'individuazione della leucoplachia è la colposcopia.

La leucoplachia cervicale è un sintomo isolato.

Un sintomo isolato non sempre significa che una persona ha una malattia.

Anche il mal di testa è un sintomo. La causa del mal di testa può essere:

- superlavoro, affaticamento (non è una malattia);

- Ictus (violazione della circolazione del sangue nel cervello, questa è una malattia);

- tumore cerebrale (benigno o canceroso, questa è una malattia).

E nella fase iniziale di sviluppo di tutti questi stati, il mal di testa può essere esattamente lo stesso.

Tumore da corsa eccessiva

Leucoplachia cervicale può derivare da:

- una variante del normale sviluppo della cervice (questa non è una malattia);

- la guarigione del danno cervicale, ad esempio, a causa dell'uso di un diaframma vaginale o di un pessario vaginale (questa non è una malattia); in questo caso, la leucoplachia della cervice è, per così dire, un analogo di una cicatrice sulla pelle dopo la guarigione di un taglio;

- displasia cervicale (questo è un precancro della cervice, è una malattia);

- cancro cervicale (questa è una malattia).

Cioè, sia il normale sviluppo della cervice, sia la guarigione della lesione cervicale, e la displasia cervicale (precancro) e il cancro - tutto questo può sembrare la leucoplachia della cervice.

Per scoprire cosa si nasconde dietro la leucoplachia (una malattia o meno una malattia) -

È necessario fare una biopsia della lesione leucoplachia per l'esame istologico!

La biopsia della leucoplachia è il taglio di placche bianche dalla superficie della cervice (usando un elettrocoagulatore o usando Surgidron). La procedura viene eseguita in anestesia locale.

Se il risultato dell'esame istologico è normale, allora non c'è malattia. In questo caso, non è necessario fare nulla di più, ad eccezione di controlli regolari una volta all'anno con un ginecologo e un Pap test.

Se il risultato dell'esame istologico mostra displasia o cancro cervicale, vengono prese misure appropriate.

Pertanto, la sequenza di azioni dopo il rilevamento della leucoplachia della cervice è la seguente:

- il primo è la colposcopia della cervice

- il secondo è una biopsia cervicale

- Ulteriori azioni dipendono dai risultati della biopsia.

C'è molta confusione su Internet sulla leucoplachia. Quindi, in particolare, da qualche parte la leucoplachia è considerata un processo precanceroso della cervice, da qualche parte non lo è.

Voglio davvero sperare che dopo aver letto le informazioni presentate qui, capisci chiaramente:

- La leucoplachia è un processo precanceroso sulla cervice uterina, se l'istologia mostra un quadro di displasia nella lesione leucoplachica;

- La leucoplachia non è un processo precanceroso sulla cervice uterina, se l'istologia non mostra un quadro di displasia (e in particolare di cancro) nel fuoco leucoplachico.

Cioè, tutto dipende dal risultato dell'esame istologico.

E alla fine di un positivo! La displasia cervicale e il cancro cervicale sono raramente manifestazione di leucoplachia verso l'esterno. Cioè, nella maggior parte dei casi, la leucoplachia è un processo benigno, non una malattia. La leucoplachia con istologia normale di per sé non è un fattore di rischio per il cancro precanceroso / cervicale (cioè, non aumenta le possibilità di avere questi problemi).

Counseling ostetrico-ginecologo, dottore di ricerca Borisova Alexandra Viktorovna.

Sui metodi di biopsia cervicale, i suoi risultati e il recupero dopo la procedura

La cervice è la parte più stretta dell'organo, situata sotto e collegata alla vagina. Nello spessore del collo è il canale cervicale. Una delle procedure diagnostiche più frequenti per le patologie cervicali è la biopsia.

Cos'è una biopsia cervicale? Questa è una procedura chirurgica durante la quale un piccolo pezzo di tessuto viene prelevato dalla parte vaginale dell'organo. Viene quindi esaminato al microscopio.

Scopo della procedura

Di solito è prescritto dopo che qualsiasi patologia è stata trovata nell'area cervicale durante un esame esterno o facendo uno striscio. Questo di solito si verifica quando vi sono segni di alterazioni precancerose o di cancro, così come il rilevamento del virus del papilloma umano che può causare un tumore maligno dell'organo. La biopsia è anche prescritta per la diagnosi di verruche genitali e polipi.

Cosa rivela questo studio?

Fornisce informazioni complete sulla struttura delle cellule cervicali e consente di determinare i segni morfologici (strutturali) delle malattie. La conclusione istologica dopo la diagnosi microscopica offre al medico l'opportunità di fare una diagnosi, determinare la prognosi della malattia e formare il piano di trattamento corretto per il paziente.

Una biopsia cervicale viene utilizzata per confermare una diagnosi presuntiva. Questa è una parte molto importante della diagnosi della malattia cervicale, senza la quale è impossibile aiutare efficacemente una donna. Lo scopo principale della procedura è la diagnosi di condizioni precancerose e tumori maligni della cervice.

Quando viene eseguita una biopsia?

La prima fase della diagnosi è l'esame della superficie cervicale utilizzando un dispositivo ottico ginecologico - un colposcopio. Durante la colposcopia, il medico non solo esamina la superficie, ma esegue anche alcuni test diagnostici che aiutano a individuare i focolai patologici.

Le indicazioni per lo studio sono formulate dopo aver ricevuto i risultati. Tali segni anormali sono trovati:

    aree bianche dell'epitelio che compaiono dopo il trattamento con acido acetico (soluzione) e sono il segno esatto della displasia; i siti che non sono verniciati dopo l'elaborazione con soluzione di iodio al test di Schiller; di solito sono rappresentati da cellule cheratinizzanti sotto cui i tessuti alterati possono nascondersi; tale quadro è osservato, in particolare, con la leucoplachia cervicale; punteggiatura o macchie rosse sulla superficie della mucosa causate dalla proliferazione vascolare; mosaico, che rappresenta sezioni di papille segmentali stromali (sottomucose), separate da piccoli vasi; zona di trasformazione atipica, che combina molte delle caratteristiche sopra; una superficie irregolare o irregolare che può essere un segno di cancro; verruche; l'infiammazione; atrofia; vera erosione; polipi; endometriosi.

Per tutte le condizioni e le malattie elencate, è necessario l'esame istologico dei tessuti alterati.

Inoltre, una biopsia viene eseguita con una combinazione di segni colposcopici di infezione da papillomavirus umano combinata con la rilevazione di questo alto virus oncogenico:

Tali cambiamenti possono essere un segno precoce del cancro cervicale.

Lo studio mostra anche se Pap test del grado 3-5 si trovano in un paziente:

    cellule singole con una struttura spezzata del nucleo o citoplasma (coilociti); cellule singole con chiari segni di malignità; cellule tumorali in gran numero.

Nel decifrare un Pap test, in cui è necessaria una biopsia, possono verificarsi le seguenti designazioni:

    ASC-US - cellule epiteliali alterate, che apparivano senza apparente motivo; ASC-H - cellule alterate che indicano un precancro o un tumore; AGC - cellule alterate dell'epitelio cilindrico, caratteristiche del canale cervicale; HSIL è un precancro dell'epitelio; AIS è un precancro del canale cervicale.

È necessario chiedere al medico in dettaglio che cosa significano i cambiamenti rilevati. Ciò aiuterà la donna a prendere la decisione giusta su ulteriori trattamenti.

Lo studio è controindicato durante le malattie infiammatorie degli organi genitali e di altri organi, in particolare, con colpitis o infezione respiratoria acuta. Non viene effettuato in caso di malattie del sangue, accompagnate da gravi disturbi emorragici (trombocitopenia, emofilia).

Il motivo principale per cui la biopsia è in ritardo per un po 'sono le malattie infettive degli organi genitali. Inoltre, se necessario, l'anestesia generale può essere limitazioni associate a allergie ai farmaci, gravi malattie cardiache, epilessia, diabete.

Varietà di manipolazione

Tipi di biopsia cervicale:

Escissione (puntura). Un piccolo pezzo di tessuto viene prelevato con uno strumento speciale: un forcipe per biopsia. Per determinare la posizione dell'analisi, il medico può pretrattare il collo con acido acetico o iodio. A cuneo, o conizzazione, comporta la rimozione di una sezione a forma di cono del collo con un bisturi, raggio laser o altri fattori fisici. L'anestesia generale è utilizzata per questa procedura. Raschiando il canale cervicale - rimuovendo le cellule dal canale cervicale usando una curette.

La scelta del metodo di intervento dipende dalla malattia prevista, dalla sua gravità e dalle condizioni generali del paziente.

formazione

La procedura è pianificata in base al ciclo mestruale. In quale giorno del ciclo si manipolano? Di solito 5-7 giorni dopo il primo giorno delle mestruazioni. Questo è necessario per guarire la ferita prima del successivo periodo mestruale, che riduce la probabilità di una successiva infiammazione. Inoltre, le cellule endometriali che cadono durante le mestruazioni su una ferita non cicatrizzata possono consolidarsi e causare ulteriore endometriosi.

I seguenti studi sono assegnati:

    esami del sangue e delle urine; se indicato, vengono determinati i livelli ematici di bilirubina, test di funzionalità epatica, creatinina, urea e zucchero; coagulogramma (test di coagulazione del sangue); striscio per la rilevazione della microflora; Pap test; test per epatite virale, HIV, sifilide; test per clamidia, ureaplasmosis, micoplasmosi; colposcopia.

Se viene rilevato un processo infettivo, una biopsia può essere eseguita solo dopo che è stata rimossa.

Dovresti prima informare il medico circa l'assunzione di farmaci. È necessario cancellare farmaci che aumentano il rischio di sanguinamento, per esempio:

Oltre all'elenco dei farmaci presi, il medico deve fornire le seguenti informazioni:

    allergia a droghe o cibo; sanguinamento anomalo ricorrente in un paziente o nei suoi familiari; la presenza di diabete, ipertensione, malattie cardiache; precedentemente trasferito trombosi venosa profonda o tromboembolismo polmonare; precedenti interventi chirurgici (rimozione dell'appendice, cistifellea e così via) e caratteristiche del recupero dopo di loro.

Almeno un giorno prima della procedura, è necessario interrompere i doppi vaginali, non usare tamponi, non usare creme o supposte mediche per la vagina.

Prima della manipolazione, non è necessario utilizzare prodotti per l'igiene intima, fumare e usare alcol. Le persone con diabete dovrebbero prima consultare un endocrinologo: potrebbe essere necessario un cambiamento temporaneo della dose di insulina o di farmaci che abbassano lo zucchero.

Prima della biopsia vengono eseguiti un esame di routine del paziente e un esame ginecologico. Dopo aver parlato con il medico circa la necessità della procedura, la procedura per eseguirlo, le possibili complicanze, i segni della donna consentono di eseguire la manipolazione.

Se è prevista l'anestesia, la preparazione per una biopsia della cervice è accompagnata da un rifiuto di cibo, liquidi e farmaci per 12 ore prima della procedura.

È possibile che una donna subisca un sanguinamento dopo una biopsia. Pertanto, si dovrebbe prendere una guarnizione di imballaggio. Dopo l'anestesia, il paziente sperimenterà un po 'di sonnolenza, quindi i suoi parenti hanno bisogno di portarla a casa. Lei stessa al volante è estremamente indesiderabile.

Secondo le moderne esigenze, la procedura dovrebbe sempre essere eseguita sotto il controllo della biopsia della cervice mirata alla colposcopia.

L'ordine della manipolazione

Come viene eseguita una biopsia cervicale?

In base al volume di tessuto da rimuovere, può essere eseguito nella clinica prenatale utilizzando l'anestesia locale o in ospedale in anestesia generale.

La procedura inizia come un normale esame da un ginecologo. Per l'anestesia viene utilizzata l'irrigazione del collo con spray lidocaina o l'introduzione di questo farmaco direttamente nel tessuto di un organo. Se viene eseguita una biopsia cervicale circolare, è necessaria l'anestesia spinale, epidurale o endovenosa, che viene utilizzata solo in ambito ospedaliero.

Un dilatatore viene inserito nella vagina, la cervice viene afferrata con una pinza e abbassata più vicino all'apertura vaginale e trattata con acido acetico o iodio per rilevare aree sospette. Se la manipolazione viene eseguita senza anestesia, in questo momento il paziente può avvertire una leggera sensazione di bruciore. Il medico rimuove il tessuto anomalo con una pinza da biopsia, un bisturi o altro strumento.

Una biopsia cervicale fa male?

Con un'appropriata anestesia, la donna non prova alcun disagio. Ci sono pochi recettori del dolore nel collo, quindi le manipolazioni su di esso possono portare disagio, ma non causano dolore. Se si utilizza l'anestesia per via endovenosa, spinale o epidurale, l'esame è completamente indolore.

Come fare una biopsia a seconda del metodo di intervento?

Un pezzo di tessuto prelevato dall'area patologica trovata durante la colposcopia. Se ci sono molti di questi fuochi, e sembrano non uniformi, prendi diversi campioni. Il medico taglia con un bisturi una zona a forma di cuneo sul bordo di una parte sana e alterata del collo. Deve essere abbastanza grande: 5 mm di larghezza e fino a 5 mm di profondità per catturare il tessuto sottostante. Questo è necessario per valutare il grado di penetrazione delle cellule alterate sotto l'epitelio.

Apparato Surgitron per biopsia a onde radio, il cosiddetto. "Radionozh"

Quando si utilizza uno strumento speciale del conchotomo, che assomiglia a una pinza, la struttura del tessuto può essere danneggiata, rendendo difficile la diagnosi. La biopsia diatermica o ad anello della cervice può essere accompagnata da carbonizzazione dei bordi del campione, che riduce anche la qualità. Quindi è meglio usare un bisturi. Ma la variante ottimale della procedura è con l'aiuto delle onde radio, cioè la biopsia della cervice Surgitron. Si tratta di un apparato chirurgico "radiohead", con l'ausilio del quale un materiale bioptico viene prelevato rapidamente, senza sangue e con precisione.

Dopo la procedura, si separano le suture di catgut sulla ferita nell'area cervicale, che successivamente si dissolverà. Se è stata eseguita una biopsia del coltello, nella vagina viene inserita una spugna emostatica o un tampone inumidito con fibrina o acido aminocaproico. Questo è necessario per fermare il sanguinamento. Durante la diatermocoagulazione o la biopsia delle onde radio, queste manipolazioni non sono necessarie, poiché il calore "sigilla" i vasi danneggiati e il sangue si ferma immediatamente.

L'esecuzione di una biopsia della cervice deve essere sempre accompagnata da un esame del canale cervicale per prevenire i suoi cambiamenti precancerosi.

Il campione di tessuto ottenuto viene fissato in una soluzione di formaldeide e inviato al laboratorio per la ricerca al microscopio.

La conizzazione o la biopsia circolare è accompagnata dalla rimozione di più tessuti. L'escissione circolare del collo viene eseguita sotto forma di cono, con la base rivolta verso la vagina e la punta nel canale cervicale. Devi acquisire almeno un terzo del canale. Per fare questo, utilizzare un bisturi speciale, la punta di Rogovenko, una radionozha o una biopsia cervicale ad ultrasuoni.

Biopsia cervicale circolare

La biopsia circolare non è solo diagnostica, ma anche manipolazione terapeutica. La rimozione dei tessuti deve essere effettuata in modo che tutte le cellule alterate e parte della cervice sana siano nella biopsia.

Questo studio è condotto in questi casi:

    lesione del canale cervicale che si estende dalla cervice; precancro del canale secondo il curettage diagnostico; sospetta germinazione del tumore nei tessuti sottostanti durante la colposcopia, che non è stata confermata durante la biopsia normale.

Indicazioni per l'esecuzione della procedura in ospedale:

    cono biopsia; biopsia laser; la necessità di anestesia endovenosa.

Periodo di recupero

Una biopsia escissionale della cervice viene eseguita su base ambulatoriale, dopo di che il paziente può tornare a casa. Il giorno dopo può andare al lavoro, o le viene dato un congedo per malattia per 1-2 giorni.

Dopo la conizzazione, la donna rimane sotto la supervisione dei medici per 1-2 giorni. L'elenco dei malati viene dato a lei per un massimo di 10 giorni.

Nei primi giorni, un lieve dolore al basso ventre e una leggera scarica sanguinante possono destare preoccupazione. A volte hanno una tinta verdastra dovuta al trattamento del collo con soluzione di iodio. Questi segni persistono non più di una settimana. Se il dolore dopo una biopsia porta disagio, puoi usare normali antidolorifici. Puoi mettere un impacco caldo sulla parte bassa della schiena o avvolgerti in una sciarpa di lana.

Per la prevenzione delle complicanze infettive, il medico può prescrivere alcuni farmaci, ad esempio le compresse vaginali di Terginan. Devono entrare durante la notte per 6 giorni.

Altri farmaci che un medico può prescrivere nei primi giorni dopo una biopsia:

    farmaci antimicrobici Metronidazolo o Ornidazolo sotto forma di compresse; supposte rettali Genferon per stimolare l'immunità locale; supposte vaginali Betadine.

Si possono somministrare supposte per accelerare la guarigione e prevenire la formazione di cicatrici, ad esempio Depantol.

Si raccomanda a una donna di indossare biancheria intima di cotone e utilizzare assorbenti. È necessario lavare ogni giorno con sapone senza profumi e asciugare bene l'area del cavallo. Puoi guidare un'auto solo dopo un giorno.

Cosa non si può fare dopo una biopsia: raccogliere oggetti più pesanti di 3 kg, utilizzare tamponi o tamponi vaginali per una settimana con una biopsia escissionale o un mese dopo la conizzazione. Il sesso non è consentito entro 4 settimane dopo la consueta procedura e 6-8 settimane dopo la conizzazione. Secondo le raccomandazioni straniere, limitare l'attività sessuale dopo una biopsia per puntura dura solo una settimana. Entro 2-4 settimane non è necessario fare il bagno, andare in sauna, piscina.

La guarigione delle ferite avviene in 4-6 settimane, a seconda della quantità di tessuto rimosso. Dopo questo periodo, una donna visita un ginecologo, che conduce un esame cervicale con l'aiuto di specchi.

Mensilmente dopo la biopsia si verifica nel tempo solito, in quanto la procedura non influenza lo stato ormonale e le condizioni dell'endometrio. Potrebbe esserci un leggero spostamento nel ciclo associato alla risposta emotiva del paziente o alle caratteristiche del periodo di recupero.

Possibili complicazioni

Fattori di rischio che aumentano la probabilità di complicanze:

    l'obesità; il fumo; età avanzata; alti livelli di zucchero e / o emoglobina glicata nelle persone con diabete; compromissione della funzionalità renale con aumento dei livelli di urea e creatinina nel sangue; interruzione del fegato con un aumento del livello di bilirubina, transaminasi e altri campioni di fegato; malattia polmonare cronica; disturbi della coagulazione; malattie autoimmuni e altre malattie croniche; immunità indebolita.

Le spiacevoli conseguenze della biopsia cervicale di solito si verificano durante lo sviluppo di un'infezione e si manifestano con condizioni come:

    dolore addominale inferiore; perdite vaginali con un odore sgradevole e prurito nella zona del cavallo; alta temperatura corporea; la comparsa di una scarica pesante dopo che sono quasi scomparsi; scarico di coaguli di sangue scuro; colore giallo; deterioramento della condizione generale.

Dovresti andare all'ospedale se c'è sangue dalla vagina, e questo non è sanguinamento mestruale. Un ritardo nelle mestruazioni dopo una biopsia per più di una settimana può essere un segno di una gravidanza che si è verificata in caso di inosservanza delle restrizioni sulla vita sessuale. In ogni caso, se il ciclo mestruale fallisce, è necessario visitare un ginecologo.

A volte possono verificarsi complicazioni a causa di allergia al farmaco anestetico. In questo caso, una reazione sotto forma di orticaria, angioedema o addirittura shock anafilattico. Questi effetti si sviluppano quasi immediatamente dopo l'introduzione del medicinale, così i medici possono fornire assistenza immediata al paziente.

Quando si esegue l'anestesia spinale o epidurale, una donna può avvertire debolezza alle gambe e dolore alla schiena per qualche tempo. Se questi sintomi persistono entro 2 giorni, dovresti consultare un medico.

Se il medico esegue la procedura tecnicamente correttamente e la donna rispetta tutte le sue ulteriori raccomandazioni, le complicazioni dopo una biopsia cervicale si sviluppano molto raramente. Con estensiva conizzazione o elevata rimozione del canale cervicale, è possibile la costrizione cicatriziale del collo, impedendo ulteriormente il concepimento e la gravidanza normale. Con un grande volume di tessuto rimosso, un epitelio cilindrico può crescere sulla superficie della cervice dal suo canale, e si verificherà un'ectopia (pseudo-erosione).

risultati

Cosa mostra una biopsia cervicale?

Utilizzando un esame istologico del materiale ottenuto, il medico determina se vi sono cellule alterate sulla superficie dell'organo. Questi disturbi non possono minacciare gravi conseguenze o essere un segno di precancer e un tumore maligno.

Secondo la classificazione dell'OMS, si distinguono displasia lieve, moderata o grave e carcinoma in situ - uno stadio precoce del cancro. Viene anche determinato il grado di intraneoplasia cervicale (CIN). Questa divisione viene effettuata in base alla profondità di penetrazione delle cellule alterate nell'epitelio e nei tessuti sottostanti. Inoltre, vengono determinati i cambiamenti nella cervice causati dal virus della papillomatosi.

La decifrazione dei risultati delle analisi consente di assegnare le modifiche rilevate a uno dei seguenti gruppi:

Che non passano in un precancro, ma possono servire come base per lo sviluppo della malattia:

    iperplastica dishormonal (endocervicosi, polipo, papilloma senza segni di atipia, semplice leucoplachia e endometriosi); infiammatorio (vera erosione, cervicite); post-traumatico (rottura cervicale, ectropion, cicatrici, fistole cervico-vaginali).

Che non sono ancora maligne, ma con una certa probabilità (circa il 50%), se non trattate, possono trasformarsi in un tumore:

    displasia sul collo sano o durante i processi di fondo; leucoplachia con atipia; adenomatosi.

Tumori direttamente maligni:

    preclinico - stadio precoce della malattia, asintomatico (cancro in situ, con invasione iniziale, microcarcinoma); clinicamente pronunciato (cellule squamose, ghiandolari, chiare, scarsamente differenziate).

A seconda di quali cambiamenti si riscontrano nel paziente, il medico fa una diagnosi e prescrive un trattamento diverso. Pertanto, la biopsia è un metodo indispensabile che consente in molti casi di riconoscere il cancro in una fase precoce e aiutare il paziente nel tempo.

L'affidabilità dei dati bioptici per l'individuazione di malattie precancerose e cancro è del 98,6%. Ciò significa che se si ottengono tali risultati, nella stragrande maggioranza dei casi, viene escluso un errore nella diagnosi.

La biopsia, condotta sotto il controllo di una biopsia, migliora la qualità della diagnosi del 25%. Pertanto, l'ispezione colposcopica dovrebbe essere una parte obbligatoria della procedura.

L'unico inconveniente del metodo è la limitata capacità di utilizzarlo più volte con la stessa donna. Pertanto, alla domanda di quanto spesso può essere fatta una biopsia, la risposta è: uno studio di follow-up è nominato solo quando assolutamente necessario. Lesioni della cervice possono portare a cambiamenti cicatriziali che rendono più difficile sopportare la gravidanza e il parto. Il riconfestamento è più spesso effettuato a scopo di trattamento, piuttosto che di diagnosi.

Il campione ottenuto mediante biopsia viene inviato al laboratorio. Lì viene elaborato e le sezioni vengono preparate, che il patologo esamina al microscopio. Il risultato dello studio è solitamente pronto 2 settimane dopo la biopsia, ma in alcune istituzioni questo periodo è ridotto a 3 giorni.

Molte donne dopo aver ricevuto dati di biopsia si sentono confuse e non capiscono cosa significhi questa informazione. Se le spiegazioni del medico non sembrano abbastanza chiare per il paziente, può rivolgersi a un altro specialista per scoprire una "seconda opinione" e dissipare i suoi dubbi sulla diagnosi e sulle tattiche di trattamento.

Biopsia e gravidanza

La rimozione di un pezzo di tessuto dal collo provoca inoltre la formazione di una piccola cicatrice costituita da tessuto connettivo. È anelastico e non si allunga durante il parto. Pertanto, alla nascita, aumenta il rischio di rottura del collo.

Cicatrici di grandi dimensioni possono deformare la cervice, causando la chiusura delle pareti del canale cervicale. Questo può portare ad un aborto minacciato e ad altre complicazioni.

Pertanto, la biopsia dell'utero cervicale dovrebbe essere il più attentamente possibile. In tali donne, l'elettroerosione o la diatermocoagulazione (rimozione del tessuto usando un anello riscaldato elettricamente) non devono essere utilizzate, poiché questa procedura causa una piccola bruciatura della mucosa circostante. Questo aumenta la probabilità di una cicatrice. La migliore opzione per le donne che pianificano le future gravidanze è la biopsia delle onde radio.

La gravidanza dopo una biopsia procede normalmente, se la procedura è stata eseguita con l'aiuto di un laser, ultrasuoni, lama radio. In altri casi, la cicatrice risultante può causare insufficienza del collo.

Una biopsia cervicale durante la gravidanza è prescritta solo in casi eccezionali, ad esempio per la diagnosi di cancro, in cui un bambino non può nascere. Di solito non viene effettuato nel primo trimestre, in quanto aumenta il rischio di aborto spontaneo. Nel II trimestre, questa procedura è più sicura. Nel terzo trimestre, anche la biopsia non viene solitamente utilizzata, in modo da non provocare un parto pretermine.

La conizzazione viene effettuata solo con giustificato sospetto di cancro. Raschiare il canale cervicale durante la gravidanza non viene utilizzato.

La vita sessuale è consentita dopo la completa guarigione della cervice, cioè 4-8 settimane dopo la manipolazione, a seconda del tipo. Il grado di recupero è determinato dal medico durante il riesame. Se la ferita è guarita senza complicazioni, puoi avere una vita sessuale e rimanere incinta.