Fibromi uterini: è necessaria la chirurgia?


Fibromi uterini - è una delle gravissime malattie femminili che la medicina moderna non è in grado di affrontare.
A riprova delle mie parole, voglio citare il profilo di un programma recentemente mostrato sul canale TV Russia-1.

I fibromi uterini di per sé non sono un'indicazione per il trattamento e la rimozione.

Se ti senti bene, hai le mestruazioni normali, nessun sanguinamento pesante, non hai anemia,
se il fibroma non causa alcun sintomo, allora è sufficiente condurre un monitoraggio dinamico del fibroma per la sua crescita.
Se il fibroma non cresce, allora non puoi toccarlo. Se c'è crescita e, inoltre, crescita dinamica, allora anche in assenza di sintomi, un tale mioma non può essere lasciato senza trattamento. La rapida crescita non è un segno di qualcosa di brutto, ma una ragione per pensare a cosa fare. Qui, il piano riproduttivo di una donna è di grande importanza. A seconda che il paziente stia pianificando una gravidanza o no, l'approccio al trattamento dei fibromi sarà diverso.

Fibromi uterini - quando ho bisogno di un'operazione?

Ci sono 3 opzioni, se presenti:
- dolore, pesantezza, sensazione di pressione sugli organi adiacenti (vescica e retto);
- sanguinamento prolungato e pesante che può portare all'anemia;
- crescita di miomi.

Il mioma è un'entità dipendente dall'ormone. Con la menopausa i miomi non crescono.

I miomi possono essere localizzati fuori dall'utero, ad esempio anche sul peduncolo, come un fungo o all'interno dell'utero. Ogni nodo cresce da una singola cella. Ci possono essere molti di questi nodi nell'utero e potrebbero avere una localizzazione diversa. Quei nodi che crescono più lontano dall'utero rimangono spesso asintomatici e spesso non richiedono alcun trattamento. Ma anche un piccolo nodo, che può deformare la cavità uterina, può già dare sintomi e, in effetti, essere l'obiettivo del trattamento.

Parte dei miomi, passando attraverso la gravidanza, muoiono da soli, perdendo la circolazione del sangue - questo è normale. Se una donna sta per rimanere incinta e il mioma è ancora lì, allora la prima domanda è: può l'utero con tali nodi miomatosi sopportare la gravidanza? In molti casi è permesso. Se i nodi non interferiscono, allora puoi rimanere incinta e partorire. Se il paziente sta pianificando una gravidanza e i nodi possono potenzialmente interferire con la gestazione e possono essere rimossi chirurgicamente, il paziente può essere raccomandato di rimuovere i fibromi.

METODI DI TRATTAMENTO MYOMA:

1) ORMONALE: puoi ridurre il mioma al minimo o prepararlo per un intervento chirurgico.

D. Lobnin: "Voglio ancora dire che non esiste un trattamento medico definitivo per i fibromi uterini - possiamo ridurre temporaneamente la formazione o impedirne l'ulteriore crescita".

2) CHIRURGICO:

  • Chirurgia mini-invasiva - ripristino temporaneo delle funzioni dell'utero per ripristinare la funzione riproduttiva (poiché un paziente che non è interessato alla gravidanza sarà, in effetti, un po 'eccessivo)
  • Embolizzazione delle arterie uterine - i miomi perdono l'apporto di sangue con l'aiuto di vescicole.
  • L'evaporazione ultrasonica focalizzata è una procedura molto complicata con molte controindicazioni.
  • Rimozione dell'utero - nel nostro paese, uno dei principali metodi di trattamento.

Dopo che l'utero è stato rimosso (con o senza le ovaie), come dimostrato da un'ampia ricerca condotta nei paesi scandinavi, il rischio femminile di malattie cardiovascolari, ictus, attacchi cardiaci aumenta drammaticamente, e questo è dovuto agli effetti di derubarli con ormoni - una sindrome che si sviluppa nelle donne dopo rimozione dell'utero.

E quindi, quando i medici dicono che è necessario rimuovere l'utero - un organo che non è più necessario,
dal momento che la donna non ha più intenzione di rimanere incinta, e questo organo presumibilmente esiste solo per questo, questo è un travisamento. E infatti, nessuno parla delle conseguenze che una donna può aspettarsi, non nei primi 3-4 mesi dopo l'operazione, ma dopo 7-8 mesi o anche anni. E i problemi che sorgono ora sono già stati risolti dai cardiologi e dai terapeuti, completamente non corrispondenti al fatto che la donna ha rimosso il suo utero.

In Russia, circa 800 mila donne all'anno perdono il loro utero durante l'operazione per rimuovere i fibromi.

Dr. Myasnikov: Quindi li castriamo davvero?
Se il fibroma ti infastidisce e il medico dice che dovrebbe essere rimosso, non è necessario rimuovere l'utero. Ricorda che oggi ci sono metodi significativamente meno traumatici e molto più efficaci che non ti paralizzeranno più tardi.

Pensa che circa 800 mila donne perdono l'utero ogni anno quando i fibromi vengono rimossi! E LA RIMOZIONE DELL'UTTO, risulta, è il metodo BASIC di TRATTAMENTO dei miomi nel nostro paese.

Tuttavia, c'è qualche alternativa a un simile trattamento che paralizza.
C'è. Ma ne parleremo più avanti...

Sono pienamente d'accordo con ciò che è stato detto in questo programma:

  • e il fatto che con l'aiuto di HORMONES è impossibile curare completamente il mioma (lo stesso si può dire per polipi e cisti),
  • e con il fatto che le procedure CHIRURGICHE possono non essere necessarie se una donna non è disturbata dai sintomi,
  • e con il fatto che in nessun caso non è possibile rimuovere l'utero!

Ma NON ACCONSENTO al fatto che, mentre il fibroma non ti infastidisce, non devi fare nulla con esso. Al contrario - è necessario farlo.
Dopotutto, se hai fibromi nel tuo corpo, significa che hai già gravi violazioni, quindi vale la pena aspettare fino a quando non si sviluppano?
Dopotutto, la logica semplice suggerisce che i fibromi di piccole dimensioni debbano essere risolti più velocemente di quelli grandi, mostrando già i sintomi e interferendo con le formazioni miomatose vive.
Inoltre, ci sono altri - metodi non medicinali e non chirurgici per sbarazzarsi di miomi, che non erano nemmeno menzionati in questo programma.
Allora, quali sono questi modi?
Questo è da vecchi metodi conosciuti di erbe curative.
E se il fibroma è molto piccolo, allora le cariche di 60-80 erbe speciali possono salvare una donna dai fibromi in soli 6 mesi, ma se è grande, ci vuole molto più tempo (da 9 a 12 mesi o più).

PERCHÉ QUESTE TECNICHE SONO LITTLE KNOW ora?
Sì, perché il trattamento a base di erbe NON è un argomento medico obbligatorio per lo studio, e se si contano i dipartimenti di erboristeria in Russia, si hanno solo abbastanza dita di una mano, mentre la specializzazione in medicina erboristica per medici è post-laurea.

Quindi, se un medico ti dice che ci sono solo due modi per sbarazzarsi dei fibromi: ormonali (molti medici, a differenza dell'ospite di questo programma, non sanno che è impossibile curare completamente il mioma con ormoni) e chirurgici, questo significa che questo dottore Con tutto il dovuto rispetto per lui, incompetente nel campo della fitoterapia e della fitoterapia.

Quindi non aspettare e non esitare se il tuo fibroma crescerà o meno - dicono i medici, semplicemente perché, sfortunatamente, non possono offrire nient'altro che risolva il problema fondamentalmente.

Il programma per sbarazzarsi di miomi con l'aiuto di erbe è complesso e colpisce l'intero corpo, curandolo con l'aiuto di effetti complementari e di rinforzo degli altri componenti della pianta. Molti di questi componenti sono molto rari, se non per dire le piante più rare, la cui area di distribuzione è così piccola che non possono nemmeno essere trovati nei libri di riferimento, ed è semplicemente impossibile ottenerli da soli. Pertanto, è meglio non auto-medicare, ma rivolgersi a uno specialista esperto che lavora in questo settore.

Indicazioni per la rimozione dei fibromi uterini in termini di dimensioni in settimane o centimetri - come eseguire l'operazione

Le neoplasie benigne vengono rimosse con metodi conservativi e il loro trattamento avviene sotto controllo medico. Se il tumore cresce, esercita pressione sugli organi vicini, quindi dovrebbe essere rimosso immediatamente. Gli specialisti determinano clinicamente la misura in cui i fibromi uterini subiscono un intervento chirurgico per evitare complicazioni.

Dimensioni per la chirurgia del fibroma uterino in millimetri

Indicazioni assolute per l'intervento chirurgico è la rapida crescita di tumori benigni. Il dolore è presente nella fase avanzata della malattia ed è importante non ignorare tali disturbi dal paziente. L'operazione non è fatta a tutte le donne con un tumore caratteristico, il medico individua individualmente la dimensione ammissibile per il funzionamento dei fibromi uterini in millimetri. I parametri sono i seguenti:

  1. I piccoli fibromi possono avere dimensioni pari a 6 mm, 14 mm o più, corrispondenti ad un periodo di gestazione di 4-5 settimane. Il limite di questo stadio della malattia è il parametro del tumore di 20 mm di diametro.
  2. Dimensione media della mimica 40-60 mm, che corrisponde all'età gestazionale di 5-11 settimane ostetriche.
  3. La maggior parte dei fibromi - da 60 mm di diametro, che corrisponde all'inizio del secondo trimestre.

Dimensione dei fibromi in settimane e centimetri

Per determinare i parametri di un tumore benigno può essere raggiunto clinicamente eseguendo un'ecografia. La dimensione del tumore è determinata da settimane e centimetri, ei medici in questa materia aderiscono alla classificazione standard. Se nel corpo femminile il focus della patologia raggiunge grandi dimensioni, è necessaria un'operazione. Di seguito sono riportate le dimensioni approssimative dei fibromi in settimane e in centimetri per una diagnosi affidabile:

  • 5 settimane ostetriche - fino a 5 cm;
  • Periodo ostetrico di 7 settimane - da 6 cm;
  • Periodo ostetrico di 10-13 settimane - 10 cm;
  • Periodo ostetrico di 18-19 settimane - 16-21 cm;
  • 24-25 - periodo ostetrico settimanale - 23-28 cm;
  • 30-32 settimana ostetrica - 29-33 cm;
  • 40-41 - periodo ostetrico settimanale - 34-35 cm.

Come far funzionare myoma

Se si osserva una crescita attiva dei nodi del mioma, è necessaria una procedura diagnostica - un'ecografia. Se c'è un piccolo fibroma, il medico offre un tipo di chirurgia mini-invasiva con complicazioni minime di salute. La neoplasia di grandi dimensioni è soggetta ad escissione immediata, quindi i medici operano urgentemente sul mioma uterino. Prima di fare ciò, si raccomanda che il paziente sia sottoposto ad un esame completo, determinando le caratteristiche del quadro clinico. Se il focus della patologia cresce, i medici operano, scegliendo uno dei seguenti interventi chirurgici:

  • laparoscopia;
  • laparotomia;
  • isteroscopia;
  • isterectomia;
  • chirurgia addominale.

Indicazioni per la chirurgia per il mioma

In pratica, i casi sono diversi, ma i tumori di grandi dimensioni sono soggetti a escissione obbligatoria. Indicazioni per l'intervento chirurgico per mioma uterino espresso da un medico. Lascia le piccole cisti sotto osservazione, il paziente viene registrato dal ginecologo. La risposta alla domanda principale, se è necessario rimuovere il mioma uterino, dipende dalla dimensione della neoplasia e dalle caratteristiche della crescita. Se si sviluppano fibromi uterini, le dimensioni dell'operazione determinano il quadro clinico:

  • sindrome del dolore pronunciata;
  • mestruazioni abbondanti di diverse eziologie;
  • sanguinamento uterino;
  • necrosi del nodo del mioma;
  • mioma sottosoma e sottomesso sulla gamba,
  • torcendo la lunga gamba del nodo;
  • deformazione dell'organo o gruppo di organi vicini;
  • mioma intramurale;
  • non portare gravidanza, infertilità;
  • disfunzione degli organi vicini, ad esempio ostruzione intestinale;
  • comparsa di sintomi e segni di rinascita nel cancro.

Chirurgia del fibroma 8-9 settimane

Se il tumore ha acquisito una caratteristica del livello intermedio, mentre continua a crescere, i medici raccomandano un intervento chirurgico. La migliore opzione per la chirurgia del mioma a 8-9 settimane è la miomectomia laparoscopica, che comporta la rimozione attraverso le piccole punture nella parete addominale. Le cicatrici sulla pelle non rimangono, ma dopo una tale procedura chirurgica, la donna ha bisogno di una riabilitazione di due settimane.

Un tale metodo chirurgico è appropriato per rimuovere in modo sicuro 3-4 noduli patogeni con un diametro articolare non superiore a 1,5 cm Per i nodi difficili da raggiungere, quadri clinici complicati e formazioni di grandi dimensioni, è meglio scegliere un altro metodo di trattamento che già prevede incisioni, accesso al nidus attraverso la vagina. Un'alternativa è l'isteroscopia, che è più considerata una procedura diagnostica.

Chirurgia di Myoma 10 settimane

Se si sviluppa il fibromioma medio, la disfunzione della vescica non è esclusa, una leparotomia è raccomandata dai medici. Questa è un'operazione seria, appropriata per i grandi fibromi, corrispondente a un periodo ostetrico di 12-15 settimane di gravidanza. Le manipolazioni chirurgiche vengono eseguite attraverso un'incisione nella parete anteriore del peritoneo. L'operazione è appropriata se l'ecografia mostra la deformazione del corpo uterino sullo sfondo della crescita patogena di una neoplasia benigna. Ritardare la procedura è pericoloso. L'operazione di fibromi 10 settimane richiede una lunga riabilitazione.

Operazione di Myoma 12 settimane

Se il tumore è grande e in crescita, è importante agire immediatamente. Se c'è un nodo nella cervice, la parete anteriore o posteriore del corpo uterino, si raccomanda l'isterectomia. Questo metodo radicale di trattamento comporta la completa rimozione dell'organo genitale. Tale operazione di myoma a 12 settimane è effettuata se altri metodi di trattamento non sono adatti o sono inefficaci. In quadri clinici complicati, i medici non escludono la possibilità di un intervento chirurgico addominale con una dimensione solida del centro di patologia.

Indicazioni per la rimozione dell'utero con myoma

Se non è possibile rimuovere il tumore o le sue dimensioni superano i parametri consentiti per le procedure chirurgiche, l'organo riproduttivo deve essere completamente rimosso. Dopo l'intervento chirurgico, è possibile lo sviluppo di anemia e altre complicazioni nel corpo. Il paziente ha bisogno di una terapia riabilitativa a lungo termine. Le principali indicazioni per la rimozione dell'utero nel mioma sono presentate di seguito:

  • prolasso o prolasso dell'organo riproduttivo;
  • sospetto di cancro;
  • diagnosi tardiva di un neoplasma caratteristico;
  • sanguinamento prolungato;
  • crescita intensiva di fibromi;
  • anemia progressiva.

Quando è necessario rimuovere il mioma uterino?

Il contenuto

I fibromi uterini sono un tumore cresciuto nel miometrio (strato muscolare) e costituito da tessuto connettivo e vene. Una donna a cui è stato diagnosticato uno o più nodi di mioma, prima di tutto chiede al medico curante se è necessario rimuovere l'organo.

Le cause principali del mioma sono:

  • squilibrio ormonale;
  • interruzioni nell'immunità;
  • ereditarietà.

Esistono tre tipi di nodi myoma:

  • succinico (cresciuto all'interno del corpo);
  • subserous ("uscire" nel peritoneo);
  • mezhsvyazochnye.

La dimensione media del nodo - 5 cm, qualche volta arriva a 10 cm, i grandi fibromi - una rarità.

I principali sintomi del mioma (specialmente multipli o grandi) sono suddivisi in tre categorie:

  • interruzione del sanguinamento mestruale;
  • dolore addominale inferiore;
  • infertilità (a volte aborto o parto prematuro, a causa della quale il bambino raramente sopravvive).

Con miomi non pericolosi, è indicato un trattamento conservativo. Ma, sfortunatamente, nella maggior parte dei casi risulta essere inefficace e al paziente viene raccomandato un intervento chirurgico.

È possibile fare senza chirurgia?

Fondamentalmente, è necessario rimuovere l'utero dopo i 40 anni, quando una donna non prevede di avere più figli e l'organo non sarà più necessario. In questo caso, i medici sono obbligati ad osservare in anticipo lo stato del tumore (i), scoprire quanto stanno progredendo e se vale la pena di un intervento chirurgico. L'indicazione principale per l'operazione è l'età del paziente dopo 40 anni e le dimensioni dei nodi del mioma che superano l'età gestazionale di 12 settimane e crescono rapidamente nel tempo (più di 4 settimane all'anno). L'organo deve anche essere rimosso quando i medici sospettano che i fibromi uterini abbiano iniziato a degenerare in un tumore maligno (sarcoma). Quindi è consentita l'isterectomia nelle giovani donne (sotto i 40 anni) che non hanno avuto figli per salvarsi la vita.

Se uno o più nodi di mioma sono rilevati, è necessario un esame completo in modo che il medico, avendo un quadro completo dello stato di salute del paziente, prenda una decisione sull'adeguatezza dell'intervento. Nelle donne sotto i 40 anni, i chirurghi cercano di rimuovere i fibromi con la conservazione dell'organo o la maggior parte di esso.

Dopo 40 anni, i medici concordano che la migliore opzione durante la menopausa sarebbe la completa rimozione dell'utero al fine di evitare recidive (recidiva di miomi) e cancro.

Indicazioni per la chirurgia

Di seguito sono descritte le situazioni in cui è necessario eseguire un'operazione per rimuovere un fibroma o un organo nel suo insieme (indipendentemente da quanti anni abbia una donna):

  • Se la dimensione del nodo mioma corrisponde al periodo di gravidanza dopo la dodicesima settimana;
  • Se i fibromi uterini aumentano catastroficamente rapidamente (di 4 settimane o più di gravidanza);
  • Quando i linfonodi miomatosi si manifestano con frequenti e pesanti sanguinamenti (sia mestruali che intermestruali), il paziente sviluppa un'anemia generale sullo sfondo della perdita di sangue, accompagnata da pelle pallida, cattiva salute e svenimento;
  • Se il fibroma causa dolore severo (spasmi gravi durante il sanguinamento mestruale, dolore all'addome dovuto alla compressione degli organi vicini e terminazioni nervose nella colonna vertebrale da parte del tumore);
  • Se l'ecografia ha rivelato cambiamenti irreversibili nel nodo del mioma (sua necrosi, rottura, infezione);
  • Quando il paziente ha fibromi uterini di tipo subsenso o sumbuzozny, che cresce su una gamba lunga, attraverso il quale si collega con l'organo. Esiste un'alta probabilità di torsione della gamba, a causa della quale può verificarsi un grave sanguinamento uterino (se il mioma è sottomucoso) o una peritonite (se il nodo peritoneale) può iniziare;
  • Se i fibroidi si trovano nel collo;
  • Se il nodo del mioma si trova sottomucoso su una gamba lunga e sottile è visibile nel lume della cervice, inizia a "nascere", può essere rimosso chirurgicamente torcendo la gamba;
  • In preparazione per la fecondazione in vitro;
  • Se al paziente viene diagnosticata l'infertilità associata a un nodo di mioma, la sua dimensione o posizione;
  • Quando i fibroidi causano aborti o sbiadimenti della gravidanza.

Se vengono diagnosticati disturbi nel funzionamento degli organi vitali vicini:

  • La minzione è compromessa, l'urina ristagna nella vescica, che può causare infiammazione o sabbia con le pietre;
  • La parete posteriore della vescica viene compressa, l'urina viene rigettata nell'uretere, che può provocare pielonefrite e altre malattie infiammatorie, causare un'espansione della pelvi renale (idronefrosi);
  • Il processo di defecazione è rotto (il retto è pizzicato), a causa del quale il paziente ha costipazione a lungo termine, minacciando avvelenamento del corpo;
  • Le terminazioni nervose sono compresse vicino al retto, che causa sciatica (forte dolore alla schiena) e dolore al cuore e agli arti inferiori.

Trattamento chirurgico dei nodi del mioma

La scelta del metodo e della portata dell'intervento chirurgico dipende direttamente da diversi fattori:

  • In giovane età, si cerca di preservare l'utero: solo il nodo del mioma può essere rimosso;
  • Dopo 40 anni, l'utero può essere rimosso - ha svolto la sua funzione principale nel corpo femminile. Allo stesso tempo, le funzioni mestruali e di gravidanza saranno depresse;

La dimensione della neoplasia (più di 12 settimane - l'operazione è mostrata).

Localizzazione del tumore (i fibroidi, situati sulla parete di fondo, possono provocare aborti).

Una importante sfumatura della miomectomia è che in una certa percentuale di casi si verifica una ricaduta della malattia (il ritorno del tumore riappare in altre aree).

Tipi di operazioni

  1. I fibroidi di laparotomia sono fatti attraverso un'incisione nella cavità addominale. Le principali indicazioni per la sua attuazione sono le grandi dimensioni del tumore o un gran numero di esse, a causa delle quali l'utero è gravemente deformato. Prima di un intervento chirurgico, è necessario seguire un allenamento speciale, dopo di che è necessario evitare lo sforzo fisico per circa 2-3 mesi e monitorare le condizioni della cucitura. Idealmente, un paio di anni dopo la miomectomia laparotomica, puoi iniziare a pianificare il bambino;
  2. Rimozione laparoscopica dei linfonodi mioma - rimozione di neoplasmi attraverso fori di spillo nel peritoneo (non ci sono cicatrici dopo l'operazione). Indicazioni ottimali per la laparoscopia dei fibromi sono le sue dimensioni medie (circa 8-9 settimane), con laparoscopia di grandi tumori, sanguinamento uterino è frequente;
  3. Fibromi di isteroscopia - una procedura eseguita senza forature e tagli nella cavità addominale. Tutte le manipolazioni sono effettuate attraverso la cervice e la vagina. Indicazioni: piccoli nodi, miomi sottomucosi alla gamba, neoplasie suntuose, accompagnati da gravi emorragie, che rinasce in un tumore canceroso del mioma;
  4. L'isterectomia è la rimozione di un organo con tumori, sia attraverso le incisioni nel peritoneo che attraverso la vagina. L'isterectomia può essere eseguita in casi estremi per le donne dopo i 40 anni secondo ulteriori indicazioni con il permesso del medico curante (cancro, necrosi del nodo del mioma, l'enorme dimensione del tumore, compressione degli organi adiacenti);
  5. Embolizzazione delle vene del tumore (blocco dei vasi principali), a causa della quale muore e diminuisce di dimensione.

Sindrome postcastrativa o conseguenze dell'isterectomia

Le conseguenze della rimozione dell'utero possono essere:

  • depressione;
  • Disturbi mentali (ci sono casi in cui una donna ha interrotto la propria vita dopo un'operazione);
  • Dolore pelvico;
  • Incontinenza urinaria, disturbi della minzione;
  • anorgasmia;
  • Perdita del desiderio sessuale;
  • Menopausa precoce (con ovaie conservate).

    È assolutamente necessario rimuovere l'utero solo se c'è una ragione convincente: non ci sono organi "extra" nel corpo umano!

    Quanto dura l'operazione per rimuovere i fibromi uterini

    Molte malattie delle donne sono trattate con la chirurgia. La chirurgia per rimuovere i fibromi uterini fa più di altri. Più del 40 percento di tutti gli interventi chirurgici che avvengono nei reparti di ginecologia vengono eseguiti per fibromi uterini.

    Indicazioni per la chirurgia

    I fibromi uterini sono tra le patologie più comuni della sfera riproduttiva femminile. La malattia è rilevata in ogni terza donna in età riproduttiva. I fibroidi uterini hanno diversi nomi. Nella letteratura medica si possono trovare anche i termini "leiomioma" o "fibromioma" dell'utero.

    I miomi sono tumori benigni nell'utero, che consistono in fibre muscolari lisce del miometrio. I fibromi uterini sono multipli e singoli, di solito hanno una forma rotonda o ovale e talvolta crescono sotto forma di educazione sulla gamba.

    Nelle prime fasi della neoplasia spesso non si manifesta. Dopo l'insorgenza dei sintomi, quando una donna si rivolge a un medico per le manifestazioni della malattia che la stanno disturbando, è troppo tardi per curare il mioma se è troppo tardi - è necessaria un'operazione.

    La dimensione dei fibromi può essere diversa. Alle prime fasi del rilevamento, si tratta di nodi di dimensioni non superiori a 2-3 millimetri. Durante un'ecografia o una risonanza magnetica, il diagnostico può determinare l'esatta dimensione della neoplasia e la sua posizione. Durante un esame di routine da parte di un ginecologo, la dimensione dei fibromi viene generalmente determinata in base all'aumento delle dimensioni dell'utero. La base per prendere il tasso di aumento dell'utero come durante la gravidanza in settimane.

    Piccole formazioni hanno dimensioni fino a 25 mm, i tumori medi hanno dimensioni di 50 mm, i nodi grandi e giganti hanno 80 mm o più. La dimensione dei fibromi uterini è essenziale per la scelta delle tattiche di trattamento. Con una dimensione media del leiomioma superiore a 30 mm, è spesso necessario sottoporsi a un intervento chirurgico.

    I fibromi uterini di grandi e piccole dimensioni possono avere le seguenti opzioni di localizzazione:

    La tattica del trattamento è anche determinata non solo dalla dimensione dei fibromi, ma anche dalla sua capacità di crescere. I tumori semplici crescono più lentamente, mentre le proliferazioni crescono un po 'più velocemente. Ciò è dovuto alla struttura istologica dei fibromi.

    I tumori semplici e proliferanti sono patologie benigne. Quando il pre-sarcoma rilevava cellule giganti con nuclei multipli. Con i miomi a crescita rapida, spesso devono essere eseguite operazioni, poiché tali tumori possono raggiungere alcune decine di millimetri in un breve periodo.

    I sintomi di solito si verificano con mioma uterino di dimensioni superiori a 3 cm. Se la dimensione del leiomioma supera gli 80 mm, è possibile la compressione degli organi interni. Quando la vescica e l'intestino sono schiacciati da un grosso tumore, c'è un costante bisogno di urinare, costipazione. Se il funzionamento degli organi interni è interrotto, è necessario eseguire un'operazione

    Il metodo chirurgico è il trattamento principale per i fibromi. Quando le dimensioni del mioma uterino per la chirurgia sono importanti, anche se non di fondamentale importanza. Tra le indicazioni per la chirurgia per i fibromi possono essere identificati:

    • la rapida crescita dei tumori a grandi dimensioni, che contribuisce alla compressione degli organi interni e ne interrompe il funzionamento;
    • sanguinamento dovuto a fibromioma di dimensioni considerevoli;
    • anemia che non può essere fermata dalla terapia farmacologica;
    • tumori più grandi di 3 cm;
    • torsione delle gambe e necrosi dei fibromi;
    • forte dolore;
    • concomitanti patologie ovariche o uterine;
    • alterata funzione riproduttiva dovuta a leiomioma;
    • vigilanza oncologica.

    Nonostante le grandi dimensioni dei nodi, non è sempre possibile eseguire l'operazione. I medici distinguono le seguenti controindicazioni per l'esecuzione dell'operazione:

    • malattie infiammatorie acute;
    • alcune malattie cardiovascolari e del fegato nelle fasi di sub- e decompensazione;
    • funzione riproduttiva non implementata (metodi radicali);
    • intolleranza all'anestesia.

    Quando si sceglie un tipo di chirurgia, il medico deve prendere in considerazione:

    • la dimensione dei fibromi;
    • localizzazione dell'istruzione;
    • età del paziente;
    • tipo di tumore;
    • i risultati dell'istologia e altre analisi;
    • la presenza di malattie associate.

    Alcuni decenni fa, l'individuazione della patologia potrebbe significare non solo la chirurgia, ma anche la rimozione dell'utero. Nella moderna ginecologia vengono eseguiti interventi di chirurgia per rimuovere efficacemente i fibromi preservando l'utero.

    Tipi di operazioni

    In presenza di fibromi uterini, i medici eseguono operazioni sia di conservazione degli organi che di natura radicale. Gli interventi per rimuovere i fibromi uterini includono:

    • miomectomia;
    • Embolizzazione dell'arteria uterina o EMA;
    • Ablazione FUS;
    • isterectomia ed estirpazione.

    La miomectomia indica la rimozione del leiomioma con uno dei tre metodi.

    1. Laparoscopia. Tale operazione viene eseguita utilizzando un laparoscopio e forature di piccole dimensioni per posizionare l'attrezzatura e una videocamera nella cavità addominale. I vantaggi del metodo includono l'assenza di aderenze pronunciate. Tuttavia, per fermare il sanguinamento che può verificarsi durante la laparoscopia è abbastanza difficile. La laparoscopia viene eseguita più spesso con leiomiomi di dimensioni medie.
    2. La laparotomia. L'operazione viene eseguita attraverso un'incisione nell'addome inferiore. Questo è uno dei metodi più traumatici e obsoleti.
    3. Isteroscopia. L'operazione è un intervento minimamente invasivo in cui un isteroscopio viene inserito nella cavità uterina attraverso la vagina per eseguire la manipolazione. Il metodo è adatto per la rimozione di fibroidi sottomucosi.

    L'embolizzazione delle arterie uterine può essere eseguita con fibroidi sottomucosi. Nel processo di intervento minimamente invasivo, il paziente viene iniettato attraverso l'arteria femorale con una sostanza che interferisce con la nutrizione del leiomioma. A causa di disturbi circolatori, il nodo scompare con il tempo o diminuisce di dimensione.

    L'ablazione FUS comporta una procedura minimamente invasiva che viene eseguita mediante onde ultrasoniche. La manipolazione viene effettuata sotto il controllo della risonanza magnetica e viene mostrata in miomi di medie dimensioni. Il trattamento presenta alcune controindicazioni, ad esempio, segni di neoplasia tumorale.

    L'isterectomia e l'estirpazione dell'utero vengono eseguite con il conseguente rischio di comparsa di patologia maligna o prolasso dell'utero. I ginecologi spesso raccomandano una tale operazione per le donne con grandi fibromi dopo la menopausa. L'operazione ha molte complicazioni a distanza, in relazione alle quali viene eseguita solo in casi eccezionali.

    L'operazione è completata dalla terapia conservativa, compresi i farmaci ormonali. Un approccio integrato riduce al minimo il rischio di recidive.

    Fase preparatoria

    I preparativi per la rimozione dei fibromi comprendono gli studi che una donna subisce prima dell'intervento:

    • esame ginecologico (a due mani e con l'aiuto di specchi);
    • presa della storia;
    • Strisci vaginali su infezioni genitali e microflora;
    • esame ecografico di utero, cervice e ovaie;
    • analisi del sangue generale e clinica;
    • analisi delle urine;
    • un elettrocardiogramma;
    • coagulazione.

    Inoltre, il medico può prescrivere di eseguire l'isteroscopia e la risonanza magnetica degli organi pelvici. In alcuni casi, è necessaria la consultazione di specialisti ristretti, che stanno assistendo alla conclusione del paziente.

    Caratteristiche e durata

    Il volume delle manipolazioni durante le operazioni, il periodo di tempo durante il quale l'intervento dura, la durata del periodo di recupero dipende dal tipo specifico di tattiche chirurgiche.

    laparoscopia

    La laparoscopia è il modo più moderno e delicato per rimuovere i fibromi. Prima dell'operazione viene eseguita la preparazione standard, che include la consegna di tutte le analisi necessarie. Il giorno prima dell'operazione, è necessario seguire una dieta e non mangiare almeno 12 ore prima dell'operazione.

    La laparoscopia viene eseguita in ospedale in anestesia generale o epidurale. Anestesia generale - sonno del farmaco. L'anestesia epidurale fornisce solo una perdita di sensibilità nella parte inferiore del corpo, quindi ha meno controindicazioni ed evita i classici effetti collaterali dopo l'applicazione.

    Un gas viene introdotto attraverso una piccola incisione vicino all'ombelico per espandere la cavità addominale. Durante l'operazione, diverse piccole incisioni vengono eseguite sulla parete anteriore dell'addome per posizionare l'attrezzatura. Attraverso di loro con l'aiuto di un laparoscopio è la rimozione dei nodi.

    L'operazione richiede in genere non più di due ore. Al termine dell'operazione, viene eseguita la procedura di sutura delle micro incisioni nell'utero e nella cavità addominale.

    Con la laparoscopia in ospedale, è necessario passare da tre a cinque giorni. Dopo la dimissione, la donna è in trattamento domiciliare per circa dieci giorni.

    isteroscopia

    L'isteroscopia è il modo più delicato per rimuovere i nodi del mioma. Il metodo isteroscopico minimamente invasivo può rimuovere solo fibromi di diametro non superiore a due centimetri. La preparazione per la rimozione consiste nella consegna di tutti i test come per la normale chirurgia ginecologica.

    Una donna è seduta su una sedia ginecologica e all'interno delle cosce, la vagina e la cervice vengono trattate con uno speciale antisettico. Quindi uno specchio viene inserito nella vagina, viene eseguita l'anestesia. Dopo qualche tempo, il canale cervicale viene dilatato e un isteroscopio viene inserito nella cavità uterina.

    L'isteroscopia di solito non richiede più di un'ora insieme alla preparazione ed è raramente accompagnata da complicazioni. Il ricovero dura da due a 24 ore. Qualche giorno dopo una donna può andare a lavorare.

    laparotomia

    La laparotomia si svolge spesso in caso di emergenza e situazioni. Solo in questo modo si possono rimuovere fibromiomi che si sviluppano in profondità nel tessuto muscolare e hanno dimensioni grandi (oltre 20 settimane), lesioni multiple, miomi con torsione della gamba, che hanno causato sanguinamento e necrosi tissutale.

    La chirurgia addominale viene eseguita in anestesia generale (sonno del farmaco), perché dura almeno 1,5 ore. Durante l'operazione, viene praticata un'incisione nella parete addominale e nell'utero. Dopo aver rimosso il fibromioma, il medico esegue un check-up e ricuce l'utero e la parete addominale.

    Nonostante l'alto rischio e un periodo di riabilitazione sufficientemente lungo, la laparotomia si verifica abbastanza spesso, poiché solo questo tipo di operazione consente al chirurgo di controllare completamente il processo di rimozione dei fibromiomi complessi, per prevenire il possibile sviluppo di sanguinamento e mettere le suture sull'utero il più attentamente possibile.

    Il ricovero per laparotomia dura 5-7 giorni, dopo di che la donna può rimanere in ospedale per altre due settimane.

    isterectomia

    L'isterectomia comporta la rimozione dell'utero. Questo è un metodo radicale che fornisce sollievo permanente dai miomi recidivanti. Il rischio di trasformazione in un tumore maligno nel periodo postmenopausale è un'indicazione per la rimozione dell'utero.

    Esistono due tipi di isterectomia:

    • amputazione supravaginale (subtotale);
    • estirpazione (rimozione completa dell'utero e della sua cervice).

    Indipendentemente dal tipo di isterectomia, l'operazione viene eseguita in anestesia generale attraverso un'incisione addominale. L'isterectomia dura 1,5-2 ore.

    La chirurgia del fibromaoma è prescritta in circa il 30% dei casi. La scelta della sua metodologia dipende da molti fattori, tra cui la localizzazione dei tumori, il loro numero, l'età del paziente, la necessità di preservare la funzione riproduttiva.

    Se una donna viene assegnata alla chirurgia, non rimandarla. Myoma è un'educazione incline alla crescita. Quanto prima avviene la rimozione, tanto meno traumatico e benigno sarà.

    Cosa fare se vengono rilevati fibromi uterini: vengono sempre rimossi e quali dimensioni sono indicative per la chirurgia

    Le malattie del sistema riproduttivo femminile in alcuni casi vengono rilevate abbastanza per caso, ad esempio durante il successivo esame di routine o nella diagnosi di malattie concomitanti.

    In questo caso, la malattia non presenta ancora sintomi gravi a causa della fase iniziale del corso. I sintomi iniziano ad apparire quando la malattia progredisce.

    Una delle malattie che potrebbero non apparire per molto tempo sono i fibromi uterini. La patologia è abbastanza comune, specialmente tra le donne di età compresa tra 30 e 40 anni. Inoltre, la malattia si verifica spesso durante la menopausa.

    Cos'è questo tumore?

    Il mioma è una formazione benigna localizzata nel corpo dell'utero o nel collo di un organo, che può avere una singola formazione o rappresentare una rete di più nodi.

    Un tumore benigno può avere dimensioni diverse, può crescere rapidamente o avere uno sviluppo ritardato.

    Lo sviluppo della formazione nodulare inizia con le cellule del miometrio - le cellule dello strato mucoso interno dell'utero. Inoltre, i fibromi possono essere di diversi tipi, hanno diversi sintomi e struttura.

    Myoma è di diversi tipi. Può essere classificato in base a caratteristiche diverse.

    A seconda della struttura cellulare, il tumore è:

    • Facile. Ha una struttura cellulare che non può dividersi;
    • proliferare. Il 25% delle cellule tumorali è in grado di dividersi, le cellule rimanenti hanno una composizione cellulare simile al mioma semplice;
    • predsarkoma. Molti noduli sono concentrati in un singolo tumore, il 75% delle cellule di cui hanno attività mitotica.

    Per posizione, la neoplasia della natura benigna è:

    • intramurale (intramuscolare). Tali fibroidi sono di grandi dimensioni e si trovano nello strato muscolare dell'utero;
    • sottosierosa. Questo tipo di fibroma si trova nel miometrio, al confine con lo strato sieroso. La particolarità della crescita di tale educazione è una forte proliferazione nella cavità addominale. Una caratteristica caratteristica della struttura di un tale tumore è una gamba sottile, che sostiene la crescita;
    • sottomucoso (sottomesso). Tale tumore cresce nello strato mucoso dell'utero all'interno del suo corpo. Per grandi dimensioni, questo tumore provoca gravi emorragie e dolore.

    Un raro caso in cui i fibromi crescono nell'area retroperitoneale.

    A seconda della struttura cellulare, i fibromi sono di due tipi:

    • fibroma. Consiste del tessuto connettivo;
    • leiomioma. La struttura cellulare di questa specie ha una struttura muscolo-fibrosa.

    In accordo con lo stadio di sviluppo dei fibromi, ci sono tre tipi, ognuno dei quali è caratterizzato dalla dimensione del nodo in funzione della crescita e del tempo di sviluppo. Il primo stadio ha una piccola dimensione, il terzo - grande, caratterizzato da una rapida crescita.

    Principio di dimensionamento

    Al fine di designare la dimensione di una formazione benigna, gli specialisti prendono come base non solo il suo diametro, ma anche il corrispondente aumento dell'utero.

    Con la crescita di un tumore benigno, si verifica un aumento dell'utero. Un aumento di un organo è registrato in modo simile alla sua crescita durante la gravidanza - in settimane, e la crescita del tumore diventa spesso visibile visivamente - l'addome della donna cresce come durante la gravidanza.

    Quando viene eseguita un'ecografia dei nodi del mioma, la dimensione del tumore viene indicata in base al diametro e indicata in centimetri o millimetri.

    Anche la designazione della crescita dei fibromi è prodotta in una dimensione settimanale. Se il tumore è piccolo ed è inferiore a 1-2 cm (10-20 mm), le sue dimensioni saranno indicate in meno di quattro settimane.

    Quali tipi sono in accordo con le dimensioni

    Se sei guidato dalla dimensione dei fibromi, allora può essere classificato come segue:

    • piccolo. La sua dimensione non è superiore a 2 cm (20 mm), non più di 4 settimane. Di solito, tali fibromi non presentano alcun sintomo pronunciato, quindi la sua individuazione si verifica più spesso casualmente. Non richiede un intervento chirurgico, ma richiede un monitoraggio costante del tumore;
    • media. È da 2 a 5-6 cm di dimensione, in settimane - 9-10, massimo 11. La terapia in questo caso include l'assunzione di farmaci e procedure aggiuntive, se necessario. L'operazione è prescritta in violazione del lavoro degli organi vicini, quando i fibromi crescono nella cavità addominale o addominale;
    • di grandi dimensioni. Caratterizzato da taglie da 7-8 cm di diametro, l'aumento dell'utero corrisponde a 12-16 settimane di gravidanza. Molto spesso, devono essere utilizzati grandi fibromi, poiché causano problemi con il funzionamento degli organi vicini e portano anche alla deformazione dell'utero.

    La crescita imprevedibile e rapida dei fibromi può innescare vari fattori. Se il fibroma è grande o addirittura gigantesco, allora richiede un intervento chirurgico, poiché è un tumore ingrossato che può trasformarsi in un tumore maligno.

    Inoltre, i grandi fibromi causano dolore addominale inferiore, forti emorragie e interruzione di altri organi.

    Quando il mioma è pericoloso

    Spesso le donne sottovalutano il pericolo dell'educazione al mioma e non vogliono gestirlo. In alcuni casi, i fibromi possono danneggiare seriamente il corpo.

    Il pericolo che possa essere un tumore benigno è:

    • nella spremitura del canale urinario o della vescica. In tale situazione, è possibile il ristagno del fluido urinario nella vescica o negli ureteri, lo sviluppo della pielonefrite, la formazione di urolitiasi o l'accumulo di sabbia negli organi del sistema urinario;
    • in pressione sul retto. Quando questo si verifica, costipazione, scorie del corpo.

    Inoltre, con la crescita attiva dell'educazione benigna, può trasformarsi in sarcoma.

    Grave sanguinamento durante le mestruazioni, così come durante i periodi tra i periodi può portare ad anemia post-emorragica, accompagnata da svenimento, affaticamento, mancanza di vitamine e indolenzimento.

    Il pericolo di educazione alla gamba è la torsione delle gambe, a causa della quale il tumore può morire. In questo caso, i processi necrotici si verificano nell'organo, che può causare peritonite o sepsi generale.

    Molto spesso, i fibromi possono provocare infertilità (bloccando i percorsi per il passaggio dello sperma), aborto spontaneo o parto prematuro.

    Quali dimensioni vengono rimosse

    La dimensione dei fibromi è una delle principali indicazioni per la chirurgia per rimuoverlo. Quindi a che dimensioni rimuovono il mioma?

    Un'operazione viene eseguita quando la dimensione dei fibromi uterini supera i 3 cm. Un tumore di queste dimensioni si manifesta il più delle volte nella forma dei sintomi principali (forte sanguinamento, sindromi dolorose). Più attivamente cresce un tumore, più velocemente è necessario gestirlo.

    Tuttavia, ci sono casi che richiedono un intervento chirurgico in caso di fibromi di piccole dimensioni. Ad esempio, una piccola neoplasia sul peduncolo durante la torsione causa un forte dolore, nel qual caso è impossibile fare a meno di rimuovere i fibromi.

    In casi estremamente rari, quando una raschiatura da biopsia mostrava cellule tumorali anche in un piccolo tumore, è necessario un intervento chirurgico immediato.

    Leggere anche quando l'utero viene rimosso insieme al mioma.

    sintomi

    I sintomi di fibromi si verificano, di regola, quando un tumore ha superato il periodo di crescita latente, la sua dimensione è superiore a 2 cm.

    In questo caso, possono comparire i seguenti segni della malattia:

    • violazione del ciclo mestruale;
    • sanguinamento non mestruale;
    • periodi eccessivamente pesanti;
    • minzione frequente, a volte dolorosa;
    • costipazione;
    • sensazione di pienezza o pressione nell'addome inferiore;
    • dolore nell'addome, a volte nella parte bassa della schiena.

    La crescita del tumore nel tempo diventa evidente a occhio nudo - in assenza di un aumento del peso corporeo totale, l'addome aumenta di volume.

    È impossibile autodiagnosticare il mioma sulla base di indicatori, poiché molte altre malattie ginecologiche possono presentare sintomi simili. Le misure diagnostiche non solo aiuteranno a identificare correttamente la malattia, ma elimineranno anche patologie mortali, come i tumori.

    Metodi diagnostici

    Cosa deve essere fatto per rivelare l'utero?

    Per diagnosticare un tumore benigno nell'utero può essere una varietà di modi. I metodi più semplici ed efficaci sono l'esame al ginecologo con sondaggio e ultrasuoni, che determina la localizzazione dei nodi, la loro struttura e dimensione.

    Secondo la testimonianza del medico può prescrivere ulteriori ricerche per determinare la tattica del trattamento:

    • risonanza magnetica o tomografia computerizzata. Esclude l'endometriosi interna, i tumori;
    • isteroscopia. Definisce la distribuzione dei nodi;
    • colposcopia. Determina la presenza di formazioni nodulari miserabili.

    Oltre all'esame ginecologico e alla diagnostica dell'hardware, vengono eseguiti test di biopsia su sangue, urina e cellule tumorali per determinare l'equilibrio ormonale, escludere le cellule tumorali, escludere la gravidanza e rilevare possibili patologie e processi infiammatori del sistema sessuale e urinario.

    In quali casi è possibile un trattamento conservativo?

    I nodi miomatosi non richiedono sempre la rimozione immediata.

    Se il tumore ha una dimensione non superiore a dodici settimane, cresce lentamente, non ha sintomi pronunciati, non ostacola il lavoro degli organi vicini, quindi il trattamento conservativo è più spesso prescritto.

    I metodi di terapia conservativa includono:

    Inoltre, gli indicatori per il trattamento conservativo sono:

    • pianificazione della gravidanza;
    • localizzazione di nodi nello strato muscolare del corpo;
    • non esiste alcun tipo di tumore sottomesso.

    Nei casi di intolleranza all'anestesia o l'impossibilità di eseguire un'operazione per motivi di salute, il trattamento conservativo è usato forzatamente.

    Leggi anche i metodi popolari di trattamento dei fibromi uterini.

    Revisioni dei pazienti sulla rimozione dei fibromi

    Queste recensioni sono basate sull'esperienza personale delle donne. Dovresti familiarizzarti con loro, ma non prenderlo come esempio, dal momento che ogni organismo è individuale - guarisce rapidamente in alcuni, altri hanno complicazioni.

    Come è la rimozione dei fibromi uterini, il periodo di riabilitazione e le possibili conseguenze

    Fibromi uterini - la più comune malattia ginecologica. Secondo le statistiche mediche, è diagnosticato in almeno il 25-30% delle donne di età compresa tra 35-50 anni.

    Inoltre, nell'ultimo decennio c'è stata una tendenza in tutto il mondo a "ringiovanire" questa malattia. Sempre più spesso i fibromi vengono rilevati in pazienti di età compresa tra 25 e 30 anni, il che influisce negativamente sulla loro salute riproduttiva e sulla loro capacità di generare figli. E il frequente abbandono di regolari esami ginecologici porta a una diagnosi piuttosto tardiva di miomatosi, già nella fase di sviluppo delle complicanze.

    Il trattamento può essere conservativo e chirurgico. In questo caso, l'operazione per rimuovere i fibromi uterini viene eseguita solo se ci sono determinate indicazioni. La scelta dei metodi operativi e la determinazione dell'ambito di intervento dipendono da molti fattori.

    Cosa sono i fibromi e come è?

    Il mioma è una neoplasia nodulare ormono-dipendente benigna che origina dal miometrio, lo strato muscolare dell'utero. Allo stesso tempo, la membrana sierosa dell'organo (peritoneo) e la membrana mucosa interna (endometrio) non sono coinvolte nel processo patologico, ma coprono la superficie del tumore.

    Tale neoplasma non germina, ma espande i tessuti sani circostanti. Questa caratteristica rende tecnicamente possibile esfoliare i nodi miomatosi relativamente piccoli mantenendo l'integrità e l'integrità funzionale della parete uterina.

    Il tessuto tumorale può consistere solo di fibre muscolari ipertrofiche o includere strati aggiuntivi di tessuto connettivo. In quest'ultimo caso, il termine "fibromioma" è valido. Formazioni muscolari morbide, abbastanza uniformi sono chiamate leiomiomi.

    La crescita di un tale tumore dell'utero può verificarsi in più direzioni:

    • con prolasso nel lume dell'organo, il mioma è chiamato sottomucoso o sottomucoso;
    • con stratificazione dello strato muscolare, ispessimento e deformazione della parete uterina (variante interstiziale);
    • con sporgenza del nodo nella cavità addominale (posizione di sottomissione);
    • con un fascio di foglie dell'ampio legamento dell'utero (nodo del mioma intraligamentale).

    I nodi che sporgono oltre i contorni dell'organo possono avere uno stelo di diametro diverso o "sedersi" su una base ampia, a volte immersa nello strato medio del muscolo.

    Il mioma è raramente maligno, la malignità è diagnosticata in meno dell'1% dei pazienti. Ma in molti casi, un tale tumore dell'utero è accompagnato da varie complicazioni. Di solito sono la base per prendere decisioni sul trattamento chirurgico.

    Quando devono essere rimossi i fibromi uterini?

    La rimozione dei fibromi uterini (miomectomia) si riferisce alle operazioni di salvataggio degli organi. Pertanto, nelle donne in età fertile con fertilità non realizzata, la preferenza è data quando possibile a questa opzione di trattamento chirurgico.

    In alcuni casi, la chirurgia diventa anche un passaggio chiave nel trattamento dell'infertilità. Ciò è possibile se le difficoltà di concepimento o di prolungamento della gravidanza sono dovute alla deformazione dell'utero da parte di nodi interstiziali sottomucosi o di grandi dimensioni.

    testimonianza

    La rimozione dei fibromi è necessaria quando la terapia conservativa non riduce la dimensione del tumore e non consente di limitare la sua crescita. Anche le indicazioni per l'intervento chirurgico sono:

    • sanguinamento uterino ricorrente;
    • sindrome da dolore persistente;
    • segni di pregiudizi e funzionamento alterato degli organi adiacenti;
    • con sottomoni e sottomoni, particolarmente inclini alla necrosi ischemica e con il rischio di torsione delle gambe.

    Controindicazioni

    La miomectomia non viene eseguita nelle seguenti condizioni:

    • in presenza di nodi di mioma grandi o multipli;
    • con posizione cervicale del tumore;
    • profuso e non suscettibile di correggere il sanguinamento uterino (menometorragia), che porta a grave anemizzazione del paziente e minaccia anche la sua vita;
    • in caso di necrosi massiva del tumore, specialmente se accompagnata dall'aggiunta di un'infezione batterica secondaria, endometrite settica, trombosi o minaccia con lo sviluppo di peritonite;
    • crescita attiva dei fibromi nel paziente in menopausa;
    • marcata interruzione del funzionamento degli organi vicini (vescica, ureteri, intestino) causati dal loro spostamento e compressione da un grande nodo del mioma o dall'intero utero allargato.

    Tutte queste condizioni sono indicazioni per il trattamento chirurgico radicale dei fibromi. Allo stesso tempo viene effettuata l'isterectomia.

    Le restrizioni per la miomectomia sono anche una grave condizione somatica del paziente, la presenza delle sue attuali malattie infettive e settiche, l'identificazione di controindicazioni per l'anestesia generale. In tali casi, l'operazione può essere temporaneamente posticipata o sostituita da metodi di trattamento alternativi in ​​combinazione con una terapia conservativa attiva.

    Modi per rimuovere i fibromi uterini

    La rimozione dei fibromi per via chirurgica può essere eseguita in diversi modi. La loro fondamentale differenza è il tipo di accesso online. In accordo con ciò, si distinguono miomectomia laparotomica, laparoscopica ed isteroscopica.

    Questo è un classico intervento chirurgico addominale per rimuovere i fibromi uterini. È accompagnata dall'imposizione di incisioni sulla parete addominale anteriore del paziente con un bisturi o strumenti moderni - per esempio, un elettrocauterio. Tale accesso offre al medico operativo la possibilità di una revisione diretta abbastanza ampia della cavità addominale, ma è la più traumatica per il paziente.

    Un metodo molto più delicato, che richiede attrezzature endoscopiche. Le manipolazioni sono fatte attraverso le forature imposte in determinati posti di una parete di pancia in avanti. Il recupero da una tale operazione è molto più rapido rispetto all'utilizzo di una laparotomia classica.

    Tecnica mini-invasiva che richiede anche attrezzature endoscopiche speciali. Il medico non ha bisogno di imporre incisioni e forature, usa il canale cervicale per accedere all'utero.

    La scelta del metodo di funzionamento dipende dalla specifica situazione clinica. Prende in considerazione la dimensione, il numero e la localizzazione dei nodi del mioma, la presenza e la gravità delle complicanze, l'età del paziente e il rischio di tumore maligno. Di grande importanza sono anche le qualifiche e l'esperienza del medico operativo, l'attrezzatura della struttura medica con attrezzatura endoscopica.

    Quanto dura l'operazione di rimozione dei fibromi uterini dipende dal metodo scelto, dalla quantità di intervento e dalla presenza di complicanze e complicazioni intraoperatorie.

    Come viene eseguita l'operazione con il metodo di laboratorio?

    L'operazione che utilizza l'accesso laparotomico è indicata per i nodi secondari interstiziali e profondamente sommersi. È usato per miomatosi multipla, un corso complicato della malattia, malattia adesiva, in presenza di cicatrici grossolane o insufficientemente ben fondate dell'utero. Anche la rimozione di grandi fibromi uterini e tumori cervicali viene eseguita di solito per via laparotomica.

    Incisioni nel metodo laparotomico di chirurgia per rimuovere l'utero

    Per accedere ai nodi del mioma sulla parete addominale anteriore imporre un'incisione verticale o orizzontale, seguita da una dissezione stratificata e dal tessuto in movimento. L'organo interessato viene rimosso all'esterno della cavità addominale. Solo in presenza di nodi ben visibili sulla parete frontale il medico può decidere di eseguire manipolazioni sull'utero sommerso.

    Sezionare e stupidamente esfoliare la membrana sierosa (lembo viscerale del peritoneo), allocare il nodo del mioma con il trauma più basso possibile al miometrio sano circostante. Il tumore viene levigato e rimosso. I punti sono posti sul suo letto, mentre la siosa viene suturata separatamente. Le navi sanguinanti sono attentamente ligate, è anche possibile utilizzare un elettrocoagulatore. La cavità addominale viene asciugata, la qualità dell'emostasi viene monitorata. Successivamente, gli strati della parete addominale vengono suturati a strati.

    Probabili complicanze della rimozione della laparotomia dei fibromi sono associate a difficoltà tecniche o errori durante l'operazione. Forse un enorme sanguinamento intraoperatorio, danni accidentali agli organi vicini.

    Rimozione dei fibromi uterini mediante metodo laparoscopico

    La chirurgia laparoscopica è un metodo delicato e allo stesso tempo molto efficace per rimuovere miomi sottosmosi su un peduncolo o su una base ampia. Viene eseguita in anestesia generale in una sala operatoria appositamente attrezzata.

    L'accesso all'utero durante la laparoscopia viene effettuato attraverso piccole punture della parete addominale anteriore in entrambe le regioni iliache. La telecamera viene inserita attraverso l'anello ombelicale. La stessa puntura viene utilizzata per iniettare anidride carbonica nella cavità addominale, necessaria per espandere gli spazi tra le pareti degli organi interni, ottenendo sufficiente visibilità e spazio per l'inserimento sicuro di manipolatori e strumenti.

    Chirurgia laparoscopica - un modo più delicato per rimuovere i fibromi

    La gamba sottile di fibromi cedui è coagulata e tagliata contro il muro dell'utero. Di solito non richiede la sutura della membrana sierosa, è sufficiente usare l'elettrocoagulatore.

    Se un nodo viene rimosso su base interstiziale, il medico lo disaccoppierà e lo enucleare. Tali manipolazioni sono necessariamente completate da emostasi completa graduale mediante elettrocoagulazione di tutti i vasi incrociati, indipendentemente dal loro diametro.

    Il processo di rimozione del nodo sulla base è completato dall'imposizione di suture endoscopiche a doppia fila sul suo letto. Questo non è solo un metodo aggiuntivo di emostasi, ma contribuisce anche all'ulteriore formazione di una cicatrice a pieno titolo, che manterrà la sua integrità nel processo di ingrandimento dell'utero gravido. La chiusura del difetto sieroso aiuta anche a ridurre il rischio di malattia adesiva postoperatoria.

    Il nodo del mioma separato viene estratto usando morcellatori attraverso le forature esistenti. A volte l'imposizione di ulteriori buchi colpotomici.

    Dopo una verifica di controllo dell'area di operazione e dell'intera cavità addominale, il medico rimuove gli strumenti e la fotocamera e, se necessario, evacua l'eccesso di anidride carbonica. L'operazione è completata dalla sutura dei fori di partom. Di solito il paziente non ha bisogno di stare nel reparto di terapia intensiva e, dopo essere uscito dall'anestesia, può essere trasferito al reparto postoperatorio sotto la supervisione di un medico e di uno staff medico.

    Attualmente, solo i nodi secondari vengono rimossi per via laparoscopica. Ma se l'ampia base del fibroma (la sua componente interstiziale) è più del 50% del volume totale del tumore, tale operazione non viene eseguita. In questo caso è necessaria laparotomia.

    Miomectomia isteroscopica

    La rimozione dei fibromi uterini mediante isteroscopia è un moderno metodo a bassa invasività per il trattamento chirurgico dei linfonodi sottomucosi. Tale intervento non viola l'integrità della parete uterina e dei tessuti circostanti e non provoca il processo di cicatrici.

    Nella maggior parte dei casi, la miomectomia isteroscopica non è accompagnata da una perdita di sangue clinicamente significativa con lo sviluppo dell'anemia postoperatoria. Una donna che ha subito una tale operazione non perde la capacità di partorire naturalmente. Di solito non è considerato a rischio di aborto spontaneo.

    Versione isteroscopica della rimozione dei fibromi uterini

    Tutte le manipolazioni con chirurgia isteroscopica vengono eseguite transcervicamente con un isteroscopio. Questo è un dispositivo speciale con una macchina fotografica, una fonte di illuminazione locale e strumenti, che viene inserito nella cavità uterina attraverso un canale cervicale espanso artificialmente. Allo stesso tempo, il medico ha la capacità di controllare con precisione le manipolazioni da lui eseguite sul monitor, esaminare con precisione le aree sospette della mucosa e, se necessario, eseguire una biopsia, interrompere rapidamente il sanguinamento incipiente.

    L'isteroscopia viene eseguita in anestesia generale, sebbene non sia esclusa la possibilità di utilizzare l'anestesia spinale. Per tagliare il nodo del mioma, gli strumenti possono essere utilizzati per l'intersezione meccanica di tessuti (analogici di un bisturi), elettrocoagulatore o laser medicale. Dipende dalle attrezzature operative, dalle abilità e dalle preferenze del medico operativo.

    La rimozione laser dei fibromi uterini è la versione più moderna e delicata della miomectomia isteroscopica. Dopo tutto, questo non causa spremitura, torsione e necrosi profonda dei tessuti circostanti, non sono necessarie misure speciali per fermare il sanguinamento. La guarigione avviene rapidamente e senza la formazione di cicatrici grossolane.

    La miomectomia isteroscopica transcervicale non viene utilizzata per i nodi con diametro superiore a 5 cm che sono difficili da evacuare attraverso il canale cervicale. Dense cicatrici postoperatorie sulla parete dell'utero, commessure interne (sinechia) e endometriosi limitano significativamente l'uso di questo metodo.

    Tecnologie operative ausiliarie

    Per migliorare l'efficacia dell'intervento chirurgico e ridurre il rischio di complicanze intraoperatorie, il medico può utilizzare alcune tecniche aggiuntive. Ad esempio, la rimozione laparoscopica e laparotomica dei fibromi è talvolta combinata con la pre-ligazione, il clemming o l'embolizzazione delle arterie uterine. Tale preparazione per l'operazione ha luogo diverse settimane prima del trattamento chirurgico principale.

    La limitazione forzata del rifornimento di sangue ai nodi miomatosi non ha solo lo scopo di ridurne le dimensioni. Condizioni di ischemia artificialmente create portano ad una riduzione del miometrio sano, che è accompagnata da contorni dei tumori e dal loro parziale rilascio dallo spessore della parete uterina. Inoltre, le procedure chirurgiche nella zona del sangue riducono significativamente la quantità di perdita di sangue intraoperatoria.

    Il bloccaggio provvisorio provvisorio e la legatura (legatura) delle arterie uterine sono costituiti dall'accesso transvaginale. Dopo il completamento dell'operazione principale, i terminali e le legature sovrapposti vengono di solito rimossi, anche se a volte con miomi multipli viene presa la decisione di legare in modo permanente i vasi di alimentazione.

    Periodo postoperatorio e di recupero

    Il periodo postoperatorio di solito si verifica con dolore di varia intensità, che può richiedere l'uso di analgesici non narcotici e persino narcotici. La gravità del dolore dipende dal tipo di intervento chirurgico, dalla quantità di intervento e dalle caratteristiche individuali del paziente.

    Con una significativa perdita di sangue intraoperatoria nelle prime ore dopo che una donna è stata trasferita nel reparto per la perdita di sangue intensivo, potrebbe essere necessario trasfondere sangue e sostituti del sangue, utilizzare soluzioni colloidali e cristallifere e utilizzare l'uso di farmaci per mantenere un adeguato livello di pressione sanguigna. Ma la necessità di tali misure è rara, di solito la miomectomia passa senza perdita di sangue acuta clinicamente significativa.

    Nei primi 2 giorni, il medico controlla necessariamente il funzionamento dell'intestino, perché qualsiasi operazione sugli organi addominali può essere complicata dall'ostruzione intestinale paralitica. È anche importante prevenire lo sviluppo della costipazione, dal momento che sforzi eccessivi durante i movimenti intestinali sono pieni di insolvenza delle cuciture. Questo è il motivo per cui viene prestata molta attenzione alla nutrizione del paziente, all'inizio e alla rapida espansione dell'attività motoria.

    Cosa puoi mangiare dopo l'intervento?

    Dipende dal tipo di trattamento chirurgico, dalla presenza di anemia e dalle malattie associate del tubo digerente.

    La dieta dopo rimozione di fibromi in un modo laparotomico non differisce dalla dieta di persone che si sono sottoposte ad altre operazioni addominali. Il primo giorno, al paziente viene offerto un alimento liquido e semi-liquido, facilmente digeribile, nel menu successivo si espandono rapidamente. E per 5-7 giorni, una donna di solito è già sul tavolo comune, se non richiede l'aderenza alla cosiddetta dieta "gastrica".

    Ma la miomectomia laparoscopica ed isteroscopica non impone restrizioni così severe nemmeno nel primo periodo postoperatorio. In buone condizioni, il paziente può mangiare dal tavolo comune entro la sera del primo giorno.

    Se i fibromi hanno causato lo sviluppo dell'anemia cronica da carenza di ferro, o se l'operazione è stata accompagnata da una grande perdita di sangue, alimenti ricchi di ferro sono sicuramente introdotti nella dieta della donna. Inoltre, possono essere prescritti preparati contenenti ferro contenenti anemia.

    Raccomandazioni dopo la dimissione dall'ospedale

    La miomectomia consente di rimuovere i nodi esistenti, ma non è una prevenzione dell'emergenza di nuovi tumori dell'utero. Il fatto è che il fibroide ha un meccanismo di sviluppo ormono-dipendente e l'operazione non influisce sul profilo endocrino del paziente. Pertanto, in assenza di una terapia preventiva adeguata, è possibile una ricaduta della malattia. Quindi quale terapia viene prescritta dopo la rimozione dei fibromi uterini? Lo schema terapeutico viene scelto individualmente, spesso include farmaci ormonali.

    La rimozione dei fibroidi impone alcune restrizioni. Per i primi mesi, è consigliabile che una donna non visiti bagni, saune e solarium, per evitare un aumento dello sforzo fisico.

    In generale, la riabilitazione dopo la rimozione dei fibromi uterini richiede circa 6 mesi, poi la donna ritorna al suo solito stile di vita. Ma allo stesso tempo, ha anche bisogno di sottoporsi a un esame ginecologico ogni sei mesi e, su prescrizione medica, eseguire un esame ecografico pelvico.

    Effetti dell'operazione

    È possibile rimanere incinta dopo la rimozione dei fibromi uterini - questo è il problema principale che riguarda i pazienti in età riproduttiva. La miomectomia non comporta la scomparsa delle mestruazioni e l'inizio della menopausa precoce.

    Nei primi giorni possibile sanguinamento che non può essere considerato mensile. Nel determinare la durata del ciclo, deve essere presa in considerazione solo la data dell'inizio della precedente mestruazione. Mensilmente dopo questa operazione viene di solito ripresa entro 35-40 giorni. In questo caso è ammesso l'allungamento o l'accorciamento di 1-2 cicli successivi.

    La conservazione delle ovaie e dell'utero del paziente consente di mantenere la sua funzione riproduttiva. Pertanto, la gravidanza dopo la rimozione dei fibromi uterini è possibile subito dopo il ripristino dell'utilità funzionale dell'endometrio.

    Ma una donna che ha subito una tale operazione è desiderabile pensare al concepimento non prima di 3 mesi dopo il trattamento chirurgico. E i contatti sessuali sono consentiti solo dopo 4-6 settimane. L'osservanza di questi termini è particolarmente importante se la miomectomia con laparotomia è stata eseguita con suture sulla parete dell'utero.

    Le possibili conseguenze dell'operazione includono il rischio di interruzione prematura della gravidanza in futuro, il decorso patologico del travaglio, lo sviluppo della malattia adesiva.

    Alternative alla chirurgia

    Le possibilità della medicina moderna consentono l'uso di metodi alternativi per eliminare i fibromi uterini. Possono essere minimamente invasivi o addirittura non invasivi, cioè passano senza intervento chirurgico.

    Questi includono:

    • Embolizzazione dell'arteria uterina. La malnutrizione del tessuto tumorale porta alla sua lisi asettica con la sostituzione delle cellule muscolari con tessuto connettivo. L'embolizzazione viene eseguita utilizzando un catetere inserito sotto controllo a raggi X attraverso l'arteria femorale.
    • Fibrosi di ablazione FUS (ablazione focalizzata con ultrasuoni), che causano la necrosi termica locale del tessuto tumorale. Ma questa tecnica può essere utilizzata solo per sbarazzarsi di nodi fibromiomatosi e fibrosi. Ma leiomioma è insensibile all'ablazione FUS.

    In alcuni casi, tali tecniche sono combinate con miomectomia laparoscopica, che è necessaria in caso di miomatosi multipla e di nodi subsferi sulla gamba.

    Non rifiutare di rimuovere i fibromi uterini. Questa operazione di conservazione degli organi non porta a conseguenze irreversibili per il corpo della donna e consente di liberarsi da tutte le complicazioni associate alla presenza dei nodi del mioma.