Tumore della cervice nelle donne

I tumori maligni della cervice sono molto diffusi. La loro quota tra tutti i tumori degli organi genitali femminili è del 5%.

In termini di numero di morti, questa patologia è al 5 ° posto tra i casi di cancro.

Le statistiche mediche mostrano che questa malattia è "più giovane" e ora si trova spesso anche nella fascia di età compresa tra 20 e 35 anni. La più grande concentrazione di casi segnalati per 100 mila abitanti è l'Africa e l'America Latina.

Cause dei tumori cervicali

La cervice è circa 1/3 del volume totale di questo organo. Durante la vita di una donna, subisce regolarmente cambiamenti strutturali. La parte più vulnerabile di esso è la zona di trasformazione situata all'incrocio di due tipi di epitelio. Questa zona si muove in profondità nel canale cervicale, è in esso appare solo un danno tissutale oncologico.

Le ragioni per cui aumenta il rischio di lesioni cervicali:

Un gran numero di gravidanze trasferite e parto;

Sesso promiscuo;

Uso incontrollato di contraccettivi sotto forma di compresse (contrariamente ai metodi di contraccezione a barriera);

La tenera età della prima esperienza sessuale;

Infezione con un ceppo del papillomavirus umano (HPV) di un certo tipo in combinazione con un'infezione a trasmissione sessuale;

Infezione e infezione da HIV.

In che modo l'HPV influenza lo sviluppo dei tumori cervicali?

Un tumore maligno della cervice è una malattia che può essere prevenuta con una profilassi efficace. Un passo avanti nello studio del processo cancerogeno è stata una scoperta scientifica - il papillomavirus umano è la causa della comparsa di cellule atipiche. L'infezione da HPV porta a cambiamenti nei tessuti e allo sviluppo di un tumore.

Studi moderni hanno registrato più di 100 varietà del virus. Non tutti causano tumori maligni, hanno un elevato fattore di rischio cancerogeno.

Tipi di virus in base al grado di potenziale oncogenico:

Basso rischio: 6, 11, 42, 43, 44 - sono responsabili della comparsa di condilomi genitali;

Rischio intermedio: 31,33, 35, 51, 52 - provoca la comparsa di displasia, meno spesso - la comparsa di cellule atipiche;

Alto rischio: 16, 18, 39, 45, 50, 53, 55, 56, 58, 59, 64, 68 - provocano la comparsa di tumori maligni dell'utero.

In molti portatori del virus, perde la sua attività in 1-2 anni e non mostra alcun sintomo. Raramente, l'HPV causa l'infezione di una donna, con conseguente displasia e tumore maligno della cervice. Le possibilità di auto-guarigione sono più elevate, minore è l'età della donna infetta dal virus.

Nelle ragazze e nelle giovani donne è inappropriato diagnosticare mediante PCR (reazione a catena della polimerasi). Questa analisi viene eseguita per cambiamenti sospetti nel tessuto cervicale (displasia, leucoplachia). Foci sospette sono rilevate da colposcopia, striscio su oncocytology e la presenza di segni caratteristici di cambiamenti maligni.

In più della metà dei casi, il virus entra nel corpo durante rapporti sessuali non protetti, più spesso in uomini e donne sessualmente attivi.

Queste statistiche suggeriscono che nel 50% dei casi di sesso non protetto, le malattie a trasmissione sessuale sono infette da papillomavirus umano.

La maggior parte dei tipi di HPV non si manifestano dopo 1-2 anni dall'infezione.

I farmaci destinati alla riabilitazione del corpo dal virus non sono ancora stati creati.

L'unica prevenzione contro gli effetti negativi dei tipi di HPV oncogeni che causano tumori maligni è la vaccinazione.

Non è pratico testare la presenza del virus nelle donne di età inferiore ai 30 anni a causa dell'elevata probabilità di autoriparazione da infezione.

Sintomi di tumori cervicali

Sintomi nelle fasi iniziali dello sviluppo del tumore cervicale:

Colore di scarico acquoso "slop di carne" con un odore sgradevole. Nella maggior parte dei casi, appaiono nella fase di disintegrazione del tumore.

Dolore durante il rapporto e sanguinamento dopo la fine.

Bleedings aciclici non legati al ciclo mestruale.

Sintomi tardivi del cancro cervicale:

Dolore doloroso di alta intensità, il luogo di localizzazione del dolore - l'addome inferiore, l'osso sacro, la parte bassa della schiena, il retto.

Sintomi nei casi avanzati:

Intossicazione con prodotti di disintegrazione del tumore: significativa perdita di peso, mancanza di appetito, ipertermia, anemia, stanchezza.

Violazione del processo di defecazione e minzione, stitichezza, sangue nelle urine e feci.

L'aspetto delle fistole durante la germinazione del tumore nella vescica e nel retto, la loro fuoriuscita nella vagina delle feci e delle urine.

Fasi del cancro cervicale

I casi della forma pre-invasiva di un tumore maligno non sono conteggiati nelle statistiche di malattia. Questo tipo di processo del cancro e la displasia di grado 3 sono solitamente combinati in un'unica categoria e il trattamento viene eseguito secondo lo stesso standard. I tumori, più comuni in profondità nei tessuti cervicali, sono classificati secondo il seguente principio:

Tumore cervicale di stadio 1: l'area del processo tumorale è limitata all'utero.

1A - le alterazioni tissutali penetrano meno di 5 mm;

1B - i cambiamenti nel tessuto penetrano in più di 5 mm.

Tumori cervicali di stadio 2 - Il processo tumorale si estende oltre l'utero (ma non penetra nelle pareti del bacino e nel terzo inferiore della vagina).

Tumore cervicale di stadio 3 - Il processo del tumore si diffonde nella parte inferiore della vagina e nelle pareti del bacino.

Stadio 4 tumori cervicali - Il processo tumorale si estende agli organi della cavità addominale, cresce negli organi della piccola pelvi (nel retto e nella vescica).

Diagnosi di tumori cervicali

Esistono vari modi per determinare le caratteristiche dei cambiamenti maligni nei tessuti della cervice:

Pap test test. Lo screening della degenerazione oncologica del tessuto cervicale viene eseguito analizzando uno striscio per oncocitologia. Lo striscio Papacicola (Pap test) è lo standard globale per tale screening. Dalla superficie della cervice, le cellule vengono prese da un dispositivo speciale e la loro struttura viene esaminata al microscopio. I possibili esiti sono cellule atipiche, cambiamenti che indicano un processo infiammatorio, cellule alterate che causano la vigilanza oncologica. Se necessario, condurre una chiarificazione dei risultati negativi.

Colposcopia. Lo studio della struttura della cervice con un dispositivo speciale (colposcopio) consente di vedere con un aumento multiplo lo stato dei suoi vasi e cellule. La colposcopia ti consente di vedere i primi cambiamenti nella fase iniziale del processo tumorale. Nelle fasi successive di questo studio non è pratico.

Biopsia. Se si sospetta la presenza di neoplasia tissutale, viene prelevato un campione (biopsia) per l'esame a ingrandimento multiplo.

Raschiando il canale cervicale. Nei casi difficili, se i risultati della colposcopia non coincidono con i dati dell'esame citologico, viene eseguita una procedura di curettage diagnostico. In questo modo è possibile rilevare celle atipiche che non sono disponibili per l'ispezione con un colposcopio. Lo studio è usato raramente, se ci sono indicazioni speciali.

Diagnosi ecografica Il metodo più informativo e poco costoso è l'ecografia transvaginale. Viene eseguito indolore mediante un sensore speciale, rende possibile realizzare un'immagine tridimensionale del tumore in 3 proiezioni. L'aggiunta dell'ecografia Doppler consente di determinare anche i tumori di piccole dimensioni mediante il flusso sanguigno modificato. Possibili difficoltà per la diagnosi - processo di corsa, aderenze nell'area del peritoneo e del bacino piccolo.

Computer e tomografia a risonanza magnetica. Lo studio viene effettuato con un processo tumorale sviluppato nella cervice, determina la sua prevalenza, la presenza e la posizione delle metastasi, la condizione degli organi vicini, aiuta il medico a decidere sulle tattiche di trattamento. La RM è più comunemente usata, poiché la TC a volte non distingue tra tumore maligno e tessuto adiposo.

Metodi per determinare la prevalenza delle metastasi (scintigrafia delle ossa dello scheletro, radiografia del torace, TC addominale). Utilizzato per determinare il numero e la prevalenza di metastasi. Condotto al momento della diagnosi, per monitorare lo stato di salute dopo il trattamento, con la comparsa di una recidiva della malattia dopo l'intervento chirurgico.

Per sviluppare un tumore maligno della cervice ci vuole un sacco di tempo. Questa caratteristica consente di identificare la malattia all'inizio dello sviluppo e affrontarla con successo. Il metodo più efficace per questo scopo è il Pap test (Pap citologia). Definisce un processo pericoloso nel 90% dei casi.

Fino a 49 anni, lo screening viene effettuato una volta ogni 3 anni, dopo 50 anni, una volta ogni 5 anni.

Trattamento di un tumore maligno della cervice

Nelle prime fasi del processo tumorale è possibile una cura completa di questa patologia. I metodi moderni mantengono l'utero femminile e la capacità di continuare ad avere figli. Nei casi avanzati, applicare metodi di trattamento complessi. Allo stesso tempo, la funzione portante di una donna viene irrimediabilmente perduta, ma la vita viene salvata, la sua durata e qualità non ne risentono. La scelta delle tattiche di trattamento è determinata dallo stadio del processo tumorale e dai dati di analisi istologica del tessuto tumorale.

Metodi di trattamento del tumore cervicale:

Conizzazione del collo. La rimozione chirurgica di una parte della cervice viene eseguita con un processo tumorale non invasivo (in situ), con displasia grave. Con displasia da lieve a moderata, la conizzazione non viene eseguita. Metodi di anestesia - anestesia epidurale, anestesia generale. Possibili complicazioni per le donne che non hanno dato alla luce sono restringimento e intasamento del lume del canale cervicale. Questa complicanza riduce la probabilità di concepimento e gravidanza di successo. Tuttavia, l'efficacia del processo tumorale non invasivo congenito supera il possibile rischio per la vita e la salute. Un frammento rimosso della cervice viene esaminato conducendo uno studio istologico per chiarire la diagnosi.

Isterectomia estesa. Il trattamento di tumori avanzati con questo metodo viene effettuato con la rimozione dell'utero, appendici, parti della vagina e dei tessuti circostanti l'utero. Se il processo tumorale si riferisce a specie microinvasive (fase 1), viene rimosso solo il collo. Questo metodo consente di risparmiare fertilità e la capacità di pianificare una gravidanza.

Radioterapia Un metodo che integra il trattamento chirurgico nelle prime fasi del processo tumorale ed è l'unico metodo di terapia per il processo iniziato. Le radiazioni sono utilizzate nelle cure palliative per alleviare la sofferenza di pazienti senza speranza. Complicazioni della radioterapia - danno alla pelle e agli organi interni, non pericoloso per le condizioni generali.

La chemioterapia. Per il trattamento dei tumori maligni della cervice, il metodo è usato raramente in aggiunta alla radioterapia e al trattamento chirurgico. Il cisplatino è usato per la chemioterapia.

Prognosi per tumori cervicali

Sopravvivenza nelle varie fasi della malattia:

Fase 3 - fino al 30%;

Questi dati sono rilevanti solo se il trattamento completo della malattia.

Prevenzione del cancro cervicale

L'incidenza di questo tipo di cancro degli organi genitali femminili può essere significativamente ridotta da semplici misure preventive:

La vaccinazione. È considerato il metodo principale per la prevenzione dei tumori cervicali e viene somministrato con il vaccino Gardasil, efficace contro 4 tipi di HPV. Il tipo di virus 16 e 18 provoca oltre il 70% dei casi di insorgenza di questa malattia e il tipo 11 e 6 causa la comparsa di condilomi genitali. Le prove cliniche del vaccino Gardasil sono durate più di 15 anni e si sono concluse con una dichiarazione sulla sua sicurezza ed efficacia.

La categoria migliore per la vaccinazione sono le ragazze di età compresa tra 11 e 13 anni. Le giovani donne sotto i 26 anni che non hanno avuto rapporti sessuali e che non sono infette da HPV devono essere vaccinate. Il farmaco viene somministrato per tre volte nell'arco di 6 mesi. Questo schema fornisce una protezione affidabile per un periodo di 5-8 anni a lungo termine.

Vaccino Gardsil - protezione affidabile contro le specie di virus 2. Circa un terzo dei casi rimanenti di tumori cervicali sono causati da rari tipi di HPV o sono di natura non virale. La vaccinazione effettuata non esonera le donne dal dover sottoporsi a regolari esami ginecologici con l'esame di citologia per citologia.

Trattamento di malattie che precedono lo sviluppo del processo tumorale. I cambiamenti nei tessuti della cervice, che portano alla degenerazione maligna, sono presenti nel corpo per circa 10-15 anni. Questi sono principalmente displasie, leucoplachia e altre malattie. Per evitare cambiamenti negativi, dovresti sottoporti regolarmente ad un esame ginecologico e non ignorare i sintomi pericolosi.

L'uso di metodi di contraccezione barriera (preservativi). Questa misura ridurrà significativamente il rischio di trasmissione del virus, anche se non sarà una garanzia assoluta di sicurezza.

Risposte a domande popolari

L'erosione cervicale è precedente allo sviluppo del processo tumorale? Dopo aver chiarito il significato del termine "erosione cervicale", si scopre che significa ectopia. Questa caratteristica dell'epitelio si trova in un quarto delle giovani donne. Consiste nello spostamento dell'epitelio cilindrico fuori dal canale cervicale e nella sostituzione delle cellule dell'epitelio multistrato, che è normale lì. Questa trasformazione non richiede trattamento, non mostra alcun sintomo e non provoca la comparsa di tumori maligni. Richiede il monitoraggio regolare della cervice dal ginecologo.

Le verruche genitali sono un sintomo del cancro cervicale? Le verruche genitali sono una conseguenza dell'ingresso nel corpo di virus papilloma umano non oncogeni. Le verruche genitali non diventano precursori di un cancro cervicale, sebbene causino disagio.

Una macchia su oncocytology ha rivelato una leggera displasia di CIN1 e un processo infiammatorio. Devo coniare la cervice? La displasia nella fase iniziale non è pericolosa, passa senza trattamento e richiede solo un esame regolare da parte di un ginecologo (almeno 2 volte l'anno). La cervicite (processo infiammatorio) probabilmente ha cambiato i risultati dello striscio in citologia. Per una valutazione adeguata, è opportuno chiarire la causa della malattia, condurre la sua terapia e quindi riesaminarla.

Quante persone vivono nella fase 2 dei cambiamenti cervicali maligni? Il processo oncologico nella fase 2 della malattia è limitato alle manifestazioni locali. In tempo per l'operazione, i cui risultati erano supportati dalla radioterapia, il regolare monitoraggio delle condizioni di salute della donna garantisce un tasso di sopravvivenza a 5 anni per il 75% delle donne. Questo indicatore condizionale in oncologia è considerato un criterio per il recupero condizionale.

Quale trattamento iniziale può essere fatto se si pianifica una gravidanza? La scelta del trattamento è prerogativa dell'oncologo. Egli valuta l'età e la precedente storia di malattia di una donna, della sua età e delle comorbilità. Con una serie favorevole di circostanze, viene eseguita solo la distruzione della cervice, che non preclude la gravidanza successiva dopo l'intervento chirurgico.

Dopo la rimozione di un tumore cervicale, l'esame del ginecologo è sufficiente due volte l'anno? Questa periodicità del sondaggio è abbastanza accettabile. Quando si verifica una metastasi, è necessario consultare immediatamente un medico, senza attendere un esame programmato. I loro sintomi sono: mal di testa, svenimenti imprevisti, dolori ossei e fratture, ittero patologico. Le metastasi nei linfonodi più vicini possono apparire asintomatiche. Durante un esame di routine, il ginecologo-oncologo prescrive un esame del paziente, tenendo conto dell'operazione.

Autore dell'articolo: Evgeny Bykov | Oncologo, chirurgo

Istruzione: Si è laureato dalla residenza nel "Centro scientifico oncologico russo". N. N. Blokhin "e ha ricevuto un diploma in" Oncologo "

Tumore benigno uterino, sintomi, trattamento

Quasi il 25% delle donne in età fertile, quando esaminate visivamente da un ginecologo, rivela la presenza di tumori sulla cervice. Nella fase iniziale, i loro sintomi di solito non compaiono e man mano che il tumore cresce, la situazione cambia. Tutti i tumori sono divisi in due tipi: benigni e maligni. Oggi parleremo dei sintomi di un tumore benigno del collo dell'utero, discuteremo il trattamento di questa patologia.

Cos'è un tumore benigno?

Un tumore benigno è una neoplasia (nodulo, indurimento, polipo) che non contiene cellule tumorali ed è incapace di degenerare in cancro. Convenzionalmente, sono considerati sicuri nel senso che il rischio di sviluppare il cancro è minimo o assente. Per le neoplasie benigne della cervice comprendono fibromi, fibroidi, polipi, formazioni cistiche. Considerare ogni patologia in dettaglio.

Fibromioma: un sigillo o nodulo sulla cervice, costituito da cellule del tessuto connettivo. Nella pratica ginecologica è molto comune. Tale tumore può avere una dimensione di 0,2 cm o più. È considerato sicuro, dal momento che non degenera mai in cancro. Da rimuovere in caso di forte aumento delle dimensioni, che dà fastidio alla donna.

I fibroidi cervicali sono simili ai fibromi, l'unica differenza è che il primo tumore è costituito da tessuto muscolare, non connettivo. Avere una piccola dimensione, il tumore può rimanere impercettibile per il paziente, viene rilevato solo su esame da un ginecologo.

I polipi sono un tessuto in espansione della mucosa della cervice, hanno una struttura sciolta. La parte inferiore della formazione è quasi sempre allungata, ricorda una gamba. Questa patologia si verifica in quasi ogni quinta donna in età fertile (fino a 40 anni). In età avanzata, i polipi appaiono più frequentemente, specialmente in quelli che hanno più di due bambini.

Una cisti è un tessuto troppo cresciuto dell'epitelio squamoso. Inceppa il malfunzionamento dei dotti delle ghiandole che secernono secrezioni mucose. La melma continua a risaltare, ma non c'è via d'uscita. Di conseguenza, i noduli si formano sul liquido contenente la cervice. Questa patologia è abbastanza comune: quasi ogni 15 donne sviluppa noduli cistici.

Quali sono le cause della comparsa di tumori nella cervice di un personaggio benigno?

Perché appaiono le neoplasie? Questa domanda viene posta da donne che hanno appreso il processo patologico dopo aver visitato un ginecologo. Scopriamolo. Cause di tumori benigni:

1. Squilibrio ormonale.

2. Lesione della cervice (durante aborti, contatti sessuali).

4. Processi incendiari, particolarmente cronici.

La pratica dimostra che si tratta di un fallimento ormonale che più spesso diventa un prerequisito per la comparsa di tumori benigni negli organi genitali femminili. Ma come si manifestano tali patologie?

I sintomi di un tumore benigno

Se il tumore ha una piccola dimensione - fino a 1 centimetro, il più delle volte non si fa sentire. Una donna può sentire un leggero disagio durante il rapporto o occasionalmente sentire dolore di debole intensità nell'addome inferiore. Stanno tirando carattere. Se il nodulo diventa più grande, può sanguinare, spremere vasi adiacenti e terminazioni nervose. In questo caso, la ragazza può lamentarsi di spotting e dolore durante il rapporto sessuale nella vagina, così come le mestruazioni dolorose. Altri sintomi non indicano un tumore. Nella maggior parte dei casi, si trova quando viene visualizzato su una sedia. Per stabilire una diagnosi accurata, viene eseguito uno studio supplementare - calposcopia (esame con un aumento della cervice uterina), strisci per la citologia e ulteriori test dal canale cervicale. Qual è il trattamento di tali malattie?

Trattamento di neoplasie benigne della cervice

Il trattamento sul collo di polipi e formazioni cistiche comporta la loro rimozione. È effettuato con diversi metodi:

1. Cauterizzazione con soluzioni speciali.

3. Chirurgia laser.

4. Metodo delle onde radio (considerato meno traumatico).

Fibromi e fibromi di piccole dimensioni (fino a uno e mezzo a due centimetri), se non causano ansia, non rimuovere. Spesso, per prevenire la crescita dei tumori, alle donne vengono prescritti ormoni. Le medicine a base di erbe utilizzate in terapia contengono anche la crescita dei noduli. Nel caso di bassa efficacia della terapia, rapida crescita del tumore e con crescente disagio, così come se il nodulo provoca forti emorragie e minaccia di anemia, la rimozione dei tumori è raccomandata per le donne: miomectomia. Il trattamento per i tumori mediante chirurgia viene effettuato in vari modi: mediante laparoscopia, sezione celiaca e isteroresectoscopia.

I tumori benigni non rappresentano un serio pericolo per la salute e la vita di una donna, ma possono causare disagio. I loro sintomi non sono sempre evidenti, il che rende difficile l'autodiagnosi. Visite regolari dal ginecologo permetteranno di identificare la patologia e agire. Il medico prescriverà un trattamento mirato a limitare la crescita del nodulo o raccomandarne la rimozione in modo sicuro.

Classificazione dei tumori cervicali

Il tumore cervicale negli ultimi anni è diventato una delle malattie diagnosticate più frequentemente, che è fatale. La ragione di questo problema risiede nell'elevata probabilità di trasformazione delle cellule benigne in cellule maligne, così come nella mancanza di terapia professionale, nella diagnosi tempestiva, a causa della quale il rischio di mortalità aumenta in modo significativo.

Nonostante lo sviluppo della medicina moderna e la necessità di controlli regolari presso un ginecologo, la maggior parte delle donne si rivolge a uno specialista nelle fasi avanzate della malattia, ignorando i suoi sintomi e il trattamento diventa inefficace. Alcune donne ricorrono all'autotrattamento, esasperando il problema, e in alcune regioni c'è una banale mancanza di personale altamente qualificato.

Quali tessuti possono essere infetti

La cervice si trova nella zona pelvica, ma la sua porzione terminale è adiacente alla vagina ed è disponibile per l'ispezione locale. Pertanto, durante un esame ginecologico, il medico deve esaminare la vagina e la parte visibile dell'utero, poiché i tumori spesso compaiono sullo strato epiteliale della cervice.

Fattori che influenzano l'aspetto dei tumori:

  • infezione dei tessuti della vagina, dell'utero, in particolare con ceppi virali oncologici;
  • microtraumi acquisiti a causa di parto, gravidanza precoce, rapporti sessuali, esame incurante da parte di un medico. Il danno tissutale ripetuto aumenta il rischio di patologie;
  • transizioni tra strati epiteliali di diversa struttura, che coprono la parte esterna del collo, le pareti del canale cervicale. Questa zona è chiamata zona di trasformazione, ed è in questo luogo che la mucosa ha un aumentato rischio di sviluppare cellule maligne.

Un tumore può formarsi su qualsiasi tessuto d'organo. L'esame istologico aiuta a determinare la natura dei tumori e la probabilità della loro malignità.

classificazione

Una diversa nomenclatura viene utilizzata per descrivere la malattia identificata. Lo specialista prende in considerazione l'origine, l'istologia, quale livello di malignità ha il tumore.

Ogni neoplasma rilevato è diviso in due tipi: un tumore maligno e benigno. Inoltre, un paziente può essere diagnosticato con patologie di base e precancerose - cambiamento tissutale ampio o parziale, un'alta probabilità di malignità, che richiede un monitoraggio costante. Tali patologie non sempre causano la diagnosi di cancro cervicale, la loro presenza può essere trovata dopo aver superato l'esame mirato. Tumori benigni della cervice e tumori maligni si sviluppano sulle mucose.

Se viene diagnosticato un tumore maligno della cervice, uno specialista deve determinare la sua classificazione oncologica, per la quale è richiesta una valutazione del grado di invasività. Quindi diventa possibile determinare lo stadio della malattia.

Le neoplasie per tipo sono suddivise in esofitica ed endofitica. In relazione ai tessuti circostanti, si osserva un tipo non invasivo e invasivo. Il tipo di cancro preinvasivo copre parte dell'epitelio della cervice, ma non ha segni istologici di sviluppo (invasione).

Separazione istologica

Le neoplasie rilevate nella cervice hanno una diversa classificazione istologica:

  • Le neoplasie di origine epiteliale sono spesso tumori maligni. Cellule squamose - papillomi, verruche causate dal virus del papilloma umano. I carcinomi a cellule squamose hanno una struttura e una divisione diverse per tipo. Ghiandolare - polipo cervicale, displasia, carcinoma, papilloma mulleriano, adenocarcinoma.
  • Tumori di origine stromale (leiomiomi, sarcomi).
  • Fibromi che si sviluppano nello strato muscolare uterino.
  • Tumori costituiti da tessuti epiteliali e stromali.
  • Altre formazioni, per esempio, linfoma, melanoma.
  • Tumori metastatici, nella struttura dei quali sono le cellule delle lesioni primarie.

Se a una donna viene diagnosticato un qualsiasi tipo di neoplasia, gli specialisti devono ripetere l'esame istologico. Inoltre, una donna dovrebbe essere costantemente monitorata da uno specialista per la determinazione tempestiva della conversione dei tessuti benigni nei tessuti maligni.

Cause di

Alcuni tipi di papillomavirus umano diventano la causa principale ed estremamente comune dell'apparizione di varie neoplasie. Tuttavia, l'infezione da questo virus non significa che una donna sperimenterà il cancro. Questo agente patogeno aumenta significativamente il rischio di processi displastici nelle cellule dell'epitelio e qualsiasi neoplasma precanceroso in via di sviluppo può essere maligno nel tempo.

Va notato che non solo l'HPV è la causa dello sviluppo della patologia. Altri fattori includono:

  • infezione, decorso cronico di malattie sessualmente trasmissibili, anche quando i sintomi di infezione non compaiono;
  • tessuto uterino traumatizzato a causa di aborto, lavoro posticipato con complicanze, esame invasivo;
  • disturbi ormonali con un gran numero di estrogeni causati da varie malattie degli organi riproduttivi;
  • vaginite ricorrente, cronica, cervicite;
  • immunodeficienza con manifestazioni primarie, secondarie;
  • inalazione di agenti cancerogeni attraverso l'uso di prodotti del tabacco in grado di secernere cellule ghiandolari del canale cervicale;
  • alto carico di radiazioni - radioterapia, la nocività della professione;
  • contatto regolare con sostanze tossiche e cancerogene;
  • fattore a volte ereditario.

diagnostica

Il numero minimo di sintomi, o la loro completa assenza, non consente di diagnosticare indipendentemente alcuna patologia. L'esame da parte di un medico senza l'uso degli strumenti necessari, i metodi di laboratorio non garantiscono l'affidabilità. Esistono diversi metodi di ricerca per la rilevazione di patologie, tra cui:

  1. L'esame da parte di un ginecologo con uno specchio è il modo migliore per determinare le condizioni generali della vagina, la parte visibile dell'utero, il liquido secreto dal canale cervicale.
  2. La palpazione bimanuale dell'utero è necessaria per determinare la dimensione, il contorno, la mobilità.
  3. L'esame rettovaginale viene effettuato quando c'è una probabilità di germinazione tumorale nelle pareti del retto e in assenza di opportunità per l'esame vaginale.
  4. Striscio oncologico
  5. Colposcopia estesa, completata da test speciali, possibilmente una biopsia.
  6. Biopsia target.
  7. Curettaggio diagnostico separato.
  8. Esame ecografico
  9. Radiografia.
  10. TAC, risonanza magnetica.
  11. Se necessario, vengono eseguite cistoscopia e rectoromanoscopia.
  12. Per determinare il tipo di test del virus HPV sono condotte.

sintomi

La comparsa di tumori cervicali di piccole dimensioni, di solito non accompagnati da segni esterni. Possono essere rilevati solo durante un esame ginecologico. La maggior parte dei pazienti non affronta gravi manifestazioni di patologia, non ha lamentele, quindi non si rivolgono a uno specialista in tempo. Tuttavia, questo comportamento aumenta il rischio di sviluppare tumori.

I sintomi del cancro cervicale in una fase precoce spesso non compaiono, quindi la donna non si rivolge a uno specialista, ma è nelle prime fasi che è molto più facile sbarazzarsi della malattia. Una donna si rivolge a un ginecologo in caso di reclami. Pertanto, la malattia può essere diagnosticata in una fase avanzata. Lo sviluppo di tumori può essere accompagnato da alcuni sintomi caratteristici di altre malattie, motivo per cui la donna ricorre all'autotrattamento, aggravando così il problema.

Segni di possibile formazione del tumore:

  • disagio, dolore durante i rapporti sessuali;
  • sanguinamento aciclico non permanente;
  • dolore regolare nel retto, nell'osso sacro, nell'addome inferiore;
  • funzionamento improprio della vescica, retto;
  • scarico vaginale di colore giallastro trasparente con un odore sgradevole;
  • gonfiore, vene varicose dei genitali esterni, gonfiore asimmetrico delle gambe.

trattamento

I tumori non regrediscono o scompaiono. Pertanto, come terapia, viene prescritto un intervento chirurgico per la rimozione. La natura della terapia chirurgica è determinata sulla base di studi istologici, il grado di sviluppo di neoplasie.

Dopo che il medico rimuove il tessuto, vengono inviati per l'esame istologico. Se i risultati dell'istologia mostrano una natura maligna, può essere necessario un aumento del volume della massa tumorale da rimuovere, dopodiché la terapia farmacologica segue necessariamente.

La terapia farmacologica è adatta solo alle prime fasi di alleviamento dell'infiammazione, eliminando focolai infettivi, complicazioni che si sono manifestate e aiuta anche a stabilizzare le condizioni del paziente prima di sottoporsi ad intervento chirurgico. I metodi medici possono essere indirizzati per eliminare patologie di fondo. Un mese dopo, viene condotta la terapia farmacologica, il riesame, che aiuta a valutare le dinamiche del decorso della malattia e determina i metodi di ulteriore trattamento.

L'intervento chirurgico viene effettuato con vari metodi. Nelle prime fasi del decorso della malattia, in presenza di tumori benigni, vengono utilizzate tecniche mini-invasive (conservazione degli organi).

Se viene diagnosticata una grave displasia e una crescita invasiva, viene eseguita un'estesi- ziazione di Vertgeis estesa con la sua completa rimozione. L'operazione può coprire il tessuto più vicino, i linfonodi, il terzo superiore della vagina. Questa procedura viene eseguita nel reparto di oncologia, oltre alla radioterapia. A volte viene prescritta una terapia citostatica.

Se le cellule tumorali si diffondono al di fuori dell'utero, iniziano l'infiammazione e la metastasi degli organi più vicini, quindi i metodi chirurgici presentano alcuni limiti. Oltre ai metodi operativi includono radiazioni, radio o chemioterapia. Tuttavia, tali integratori non contribuiscono al completo recupero.

prospettiva

È piuttosto difficile predire la malattia, poiché è influenzata da vari fattori. Alcuni tipi di neoplasie sono estremamente raramente maligni, quindi per tali pazienti è previsto un esito favorevole. Papillomi, polipi cervicali rappresentano raramente un grande pericolo. Tuttavia, il tipo oncologico di HPV richiede un'osservazione speciale e costante, poiché le possibili complicanze si sviluppano sotto forma di appendici, malattie di fondo.

Rilevazione tempestiva di una neoplasia maligna è la chiave per il recupero del paziente. L'opzione più favorevole è diagnosticare un tumore non invasivo. I pazienti con questa diagnosi hanno un alto tasso di sopravvivenza - non inferiore al 95%.

Le donne con cancro in cui il processo si estende non solo alle mucose, ma oltre i loro limiti, con invasione caratteristica, le metastasi hanno una probabilità di guarigione piuttosto bassa. Le diagnosi meno favorevoli sono la malattia di stadio 2. Anche con successo chirurgico e radioterapia, il recupero del paziente è significativamente ridotto - non più del 60%. Solo 1 paziente su 10 con stadio 4 sopravviverà dopo la diagnosi e il trattamento.

prevenzione

Per ridurre la probabilità di cancro cervicale, è necessario aderire ad alcune regole di prevenzione.

  1. Corretta igiene dei genitali
  2. Seguendo le regole del sesso sicuro.
  3. Prevenzione, trattamento tempestivo delle malattie sessualmente trasmissibili.
  4. Rifiuto di fumare
  5. Controlli regolari dal ginecologo.
  6. Nell'adolescenza, fai un vaccino per l'HPV.
  7. Se compare qualche segno di infezione da HPV, è indispensabile sottoporsi a un esame virologico.

Che medico tratta?

Se una donna ha il sospetto di rshm, deve recarsi in una struttura medica per una diagnosi tempestiva. Tuttavia, non tutti sanno quale medico contattare per il trattamento dei tumori. Il medico che cura una tale malattia è un oncologo, un ginecologo.

Il costo del trattamento di un tumore al collo dell'utero

In ogni istituzione medica i prezzi per una particolare procedura sono diversi. All'esame, il medico determina il livello della lesione, la possibilità e la necessità di qualsiasi terapia. Il costo finale dipende dalla clinica, dal medico e da varie caratteristiche individuali.

Oggi il cancro cervicale è un problema particolarmente urgente. Senza una tempestiva individuazione del tumore e la nomina di una terapia adeguata aumenta significativamente il rischio di mortalità del paziente. È quindi estremamente importante che una donna si sottoponga regolarmente ad esami da un ginecologo, anche in assenza di reclami, e conduca uno stile di vita sano.

Tumore cervicale: sintomi, trattamento, cause, segni

La funzione principale dell'utero è quella di servire da ricettacolo per lo sviluppo della gravidanza.

Pertanto, la sua struttura anatomica è adattata per svolgere questa funzione - la parete dell'utero è formata da fibre muscolari involontarie. Formano una struttura sotto forma di "albero di Natale", che consente l'espansione e la contrazione. Una volta contratte, le fibre muscolari agiscono come legature vere che pizzicano i vasi sanguigni del muro. L'utero è coperto con il peritoneo ed è rivestito con epitelio ghiandolare, fornendo un'opportunità per l'impianto di un ovulo fecondato.

Formazioni tumorali dell'utero:

  • legato alla gravidanza;
  • non associato a gravidanza o associato a strutture anatomiche.

Possono essere benigni e maligni, il secondo è di solito primario, anche se a volte ci sono tumori maligni secondari dell'utero.

Formazioni tumorali dell'utero associate alla gravidanza

Gravidanza normale

La causa più comune di formazione del tumore dell'utero è la gravidanza. Questo motivo deve essere sempre tenuto presente in una donna in età riproduttiva, in particolare con amenorrea o con una storia di disturbi mestruali. La dimensione dipende dall'età gestazionale, ma solitamente, a partire dalla 12a settimana di gravidanza, è già possibile palpare l'utero attraverso la parete addominale anteriore.

Malattia trofobastica gestazionale

La malattia trofoblastica gestazionale combina il pattinamento cistico completo e parziale, il tumore trofoblastico del sito placentare e il coriocarcinoma. Possibili manifestazioni: sanguinamento nel primo trimestre di gravidanza, vomito incontrollabile di donne in gravidanza o sintomi di compressione dell'utero superiori alla durata della gravidanza. Eccessiva (gonadotropina β-corionica (p-hCG) è un "marcatore tumorale" per controllare la regressione / progressione del tumore.Il coriocarcinoma si manifesta dopo la formazione di vesciche nel 50% dei casi ed è molto sensibile alla chemioterapia.Trattamento adeguato ha una prognosi eccellente anche in presenza di metastasi.

Test diagnostici per la malattia trofoblastica gestazionale - ecografia, che rivela un quadro tipico di una "tormenta" e livelli elevati (J-hCG nelle urine e nel siero.

Ritarda i coaguli nell'utero

I coaguli nell'utero indugiano dopo un aborto spontaneo o medico, dopo il parto - il risultato di una contrazione uterina inadeguata, che non interrompe l'afflusso di sangue al sito placentare nella cavità uterina. Il sanguinamento continua esplicitamente o nascosto. In questo caso, è necessario svuotare l'utero.

Formazioni tumorali dell'utero, non correlate alla gravidanza

A seconda dell'età della donna, le formazioni tumorali dell'utero hanno varie manifestazioni. La diagnosi è di solito stabilita sulla base di anamnesi e esame fisico. L'imaging ad ultrasuoni è il principale metodo di imaging, sebbene l'MPT sia informativo per determinare l'entità della chirurgia per il carcinoma dell'endometrio. All'ammissione di un paziente con sanguinamento vaginale anormale possibile isteroscopia con | biopsia endometriale.

benigno

Malformazioni dei dotti miolati

A differenza delle donne di altri gruppi di età, le adolescenti si rivolgono a un ginecologo con utero simile a tumore, causato dai difetti dello sviluppo dei dotti Müller - membrana vertebrale non perforata, agenesia vaginale durante l'utero normale e endometrio funzionante, raddoppio della vagina con ostruzione del setto longitudinale e ostruzione della vagina.. Le cause dei disturbi del deflusso rimangono asintomatiche fino all'inizio del menarca. La formazione del tumore dell'utero è il risultato dello sviluppo di ematometri (stiramento dell'utero da parte del sangue) e / o ematocolpos (stiramento della vagina con sangue) a causa dell'accumulo di sangue mestruale. La frequente manifestazione dell'ostruzione del tratto genitale è l'amenorrea primaria con caratteristiche sessuali secondarie normali e dolore addominale ciclico. Di solito, le anomalie del tratto genitale si manifestano con dismenorrea grave, dispareunia, infertilità, aborto ricorrente, gravidanza extrauterina e complicazioni ostetriche in caso di gravidanza.

Gli esami strumentali per le anomalie dei dotti mulleriani valutano i contorni esterni e interni dell'utero durante l'ecografia e spesso la risonanza magnetica. A volte sono necessarie isterosalpingografia, isteroscopia e persino laparoscopia.

Negli adolescenti, la gravidanza dovrebbe sempre essere considerata come la causa della formazione di un tumore simile all'utero, a differenza dei leiomiomi uterini, che si osservano raramente nelle donne di età inferiore ai 30 anni, sebbene il paziente più giovane osservato avesse 13 anni.

In caso di dubbio, la diagnosi finale viene effettuata in base a uno studio fisico, all'ecografia pelvica e ai livelli sierici di p-hCG. In tutti i gruppi di età, il principale metodo diagnostico per la formazione del tumore uterino è l'ecografia. Con dati inconcludenti - tomografia computerizzata della cavità addominale / pelvi e / o risonanza magnetica del bacino.

Con l'esclusione della gravidanza in età riproduttiva, l'altra causa più comune di formazioni tumorali dell'utero è il fibromioma (leiomioma), il più comune tumore benigno del tratto genitale. Molto spesso si trovano in donne di mezza età di discendenza afro-caraibica. Il tumore ha recettori sia per estrogeni e progesterone, e il suo comportamento dipende dalla sintesi di ormoni nel corpo. Durante la gravidanza e l'assunzione di estrogeni, il tumore aumenta, con la nomina di analoghi dell'ormone di rilascio delle gonadotropine è ridotta. I fibromiomi sono nodi arrotondati densi, spesso multipli.

Le manifestazioni cliniche dipendono dalla dimensione, dalla posizione e dal numero di nodi. I sintomi più comuni sono:

  • il dolore;
  • sensazione di un tumore nel bacino / addome;
  • sensazione di pressione; sanguinamento uterino patologico dovuto all'aumento dell'area dell'endometrio.

I leiomiomi sono suddivisi in quattro categorie principali a seconda della posizione in relazione al miometrio.

  • I leiomiomi intramurali sono più comuni e, per grandi dimensioni, cambiano il contorno dell'utero per formare una formazione tumorale grande e irregolare. Questo tipo di fibromi causa problemi con le mestruazioni e le complicazioni della gravidanza.
  • Anche leiomiomi sottomucosi di piccole dimensioni causano sanguinamento dovuto alla compressione dell'endometrio e all'interruzione del flusso sanguigno. Con un aumento delle dimensioni, sporgono nella cavità dell'endometrio, aumentando la sua area. La fertilità è compromessa, si verificano complicazioni durante la gravidanza: aborto spontaneo, rottura prematura delle membrane, distocia, inversione uterina ed emorragia postpartum. In rari casi, questo tipo di coscia dei fibromi appare, con il verificarsi di fibromi prolasso attraverso la cervice.
  • I leiomiomi sottosviluppanti si sviluppano sotto il peritoneo che ricopre la superficie esterna dell'utero e hanno una base ampia o una gamba che può deformarsi, infettarsi e i fibromi possono separarsi dall'utero. Un tumore distaccato può unirsi a un'altra struttura pelvica, con conseguente formazione di un "leiomioma parassita".
  • I fibromi connettivi si sviluppano tra il lembo anteriore e posteriore-1 e il peritoneo del legamento largo. Questi fibroidi schiacciano gli organi vicini, causando sintomi intestinali o urinari - stitichezza fino allo sviluppo dell'ostruzione intestinale, minzione frequente, incontinenza urgente o ritenzione urinaria e possibile ostruzione degli ureteri.

Tutti i tipi di miomi possono subire cambiamenti degenerativi. I fibromi sottomolti spesso ulcerano e sanguinano. La necrosi e l'emorragia si riscontrano in miomi di grandi dimensioni, combinati con la gravidanza o trattati con grandi dosi di progestinici. Nella degenerazione cistica, i leiomiomi sono spesso soggetti a calcificazione pronunciata e sono visibili su una radiografia addominale. Secondo quanto riferito, la degenerazione maligna dei miomi si riscontra nello 0,1% dei casi. La diagnosi è confermata dall'esame obiettivo e dall'ecografia pelvica.

L'adenomioma - un limitato nodulo di muscoli lisci, ghiandole e stroma dell'endometrio, situato nel miometrio - assomiglia a leiomiomi uterini. In uno studio bimanuale viene determinato un utero doloroso e volumetrico. Adenomiosi e adenomioma sono difficili da differenziare clinicamente dai leiomiomi. Gli ultrasuoni e la risonanza magnetica sono informativi per la diagnosi prima dell'operazione. La diagnosi finale è stabilita secondo la ricerca istologica.

Altre cause benigne

Tra le cause infettive delle formazioni tumorali uterine, l'endometrite tubercolare, una manifestazione secondaria dell'infezione sistemica di Mycobacterium tuberculosis nelle donne in età riproduttiva, merita di essere menzionata.

L'endometrio è il secondo sito di infezione frequente nel tratto genitale femminile dopo le tube di Falloppio. L'infezione si diffonde in modo ematologico dalla lesione primaria nei polmoni e nel tratto gastrointestinale. L'infezione nell'utero di solito penetra per trasmissione diretta dalle tube di Falloppio. La malattia si manifesta con il dolore nel basso addome e la concomitante formazione del tumore dell'utero. Tuttavia, questo può assomigliare ad una neoplasia ovarica maligna.

Le donne anziane soffrono di stenosi cervicale a causa dell'atrofia. Di solito è asintomatico, ma la radiografia mostra una cavità uterina dilatata. A questa età, un ematometro (sangue nell'utero) o piometra (pus nell'utero) richiede un ulteriore esame - di solito la dilatazione cervicale, lo svuotamento e la biopsia della cervice / endometrio per escludere una neoplasia maligna. In questi casi, la donna lamenta dolore dovuto allo stiramento dell'utero e ciò è confermato dall'esame obiettivo.

La stenosi cervicale si riscontra anche nei pazienti giovani. Cause: cicatrici della cervice a causa di traumi, interventi chirurgici e radioterapia del carcinoma cervicale primario.

Polipi endometriali benigni portano anche a un utero allargato.

Neoplasma maligno (primario e secondario)

C'è il sarcoma uterino, che ha una prognosi meno favorevole. Di solito si riscontra il carcinoma endometrioide, ma circa il 10% degli adenocarcinomi sono carcinomi sierosi. La frequenza delle loro ricadute è del 50% e hanno una prognosi sfavorevole, simile ai carcinomi endometriali di basso grado.

Un tumore maligno dell'utero si manifesta in genere per emorragia uterina anormale, più spesso nelle donne in postmenopausa, dolore o fastidio nell'addome inferiore. Esame: determinazione dello spessore dell'endometrio con ultrasuoni e biopsia / esame citologico dell'endometrio. Possibile biopsia sotto controllo isteroscopico. L'isteroscopia fornisce informazioni sulla dimensione e sulla posizione del tumore, degli ultrasuoni e della risonanza magnetica sulla profondità dell'invasione, necessaria per pianificare una procedura chirurgica. La risonanza magnetica valuta lo stato dei linfonodi pelvici e para-aortici.

La base del trattamento è l'isterectomia totale e la salpingooporectomia bilaterale. Il ruolo della chirurgia estesa e della terapia adiuvante è controverso ed è oggetto di studi multicentrici randomizzati e controllati.

Tumore maligno secondario dell'utero è meno comune primario. Molto spesso, un'invasione diretta di un tumore cervicale si verifica nell'utero e meno spesso metastatizza un altro tumore primario del tratto genitale. I posti principali sono metastasi ematogene di cancro al seno e linfoma.

Tumori cervicali

La cervice è la parte inferiore dell'utero, costituita principalmente da tessuto fibroso. Ectocervix è rivestito con epitelio squamoso stratificato, endocervice con un epitelio cilindrico. La posizione della transizione dell'epitelio squamoso stratificato all'epitelio cilindrico dipende dall'età della donna. Durante la pubertà, l'età riproduttiva e la gravidanza, la dimensione della cervice aumenta e diminuisce nelle donne in postmenopausa.

I tumori cervicali possono essere suddivisi in categorie.

Fisiologico (i follicoli di Nabot)

Le cisti di Nabot - si incontrano molto spesso. Si formano come risultato della "guarigione" spontanea dell'inversione del collo da metaplasia squamosa che copre le ghiandole dell'endocervice e che rende difficile svuotare loro. Queste cisti di ritenzione possono essere grandi e polipose. Quando visto da un collo simile assomiglia al cancro. Le grandi cisti multiple portano a ipertrofia cervicale - una diagnosi clinica che non richiede alcun trattamento.

reattivo

La malattia si verifica a seguito di irritazione chimica, l'uso di contraccettivi intrauterini contenenti rame, uso scorretto di tamponi, supposte vaginali, procedure chirurgiche e trattamento terapeutico.

La stenosi cervicale si verifica per vari motivi, con conseguente formazione di ematometri o piometra, da questa cervice può diventare ingrossata ed edematosa. Nelle donne anziane, la stenosi cervicale è il risultato dell'atrofia.

Un ematometro o una piometra in una donna anziana è sempre sospettosa di un concomitante tumore maligno.

La diagnosi si basa sulla storia e, se necessario, sulla biopsia.

Infettivo (batterico, virale e fungino)

Le infezioni acute e croniche della cervice (cervicite acuta e cronica) spesso causano un certo gonfiore. Gli agenti causali più frequenti di infiammazione cervicale acuta: Candida albicans, Trichomonas vaginalis. Neisseria gonorrhoeae ed Herpes simplex virus. Nell'infiammazione acuta, la cervice è gonfia e iperemica, spesso con scarico mucopurulento dalla faringe esterna. Quando le secrezioni di herpes possono essere necrotiche. La diagnosi è confermata quando si prelevano macchie dalla vagina e dal canale cervicale.

Il condiloma cervicale della cervice è un reperto raro, di solito derivante da infezione da papillomavirus umano (HPV) di 6 e 11 tipi. Possono essere il risultato dell'esposizione a tipi di HPV oncogeni (16 e 18) e deve essere eseguita una biopsia, poiché possono essere basati sulla neoplasia intraepiteliale cervicale.

Le forme specifiche di cervicite cronica, che porta a un certo gonfiore della cervice, comprendono la cervicite da tubercolosi e le lesioni cervicali nella schistosomiasi. Nella tubercolosi cervicale Regno Unito è rara, ma può essere il risultato della diffusione delle lesioni dal tratto genitale superiore, che, a sua volta, è il risultato di tubercolosi polmonare. Le manifestazioni cliniche sono prevalentemente ipertrofiche o ulcerative e possono essere confuse con il cancro. Cambiamenti simili nella cervice si verificano in tubercolosi granulomatosa non affumicata, sifilide, granuloma inguinale e linfogranuloma venerea.

La diagnosi si basa sui sintomi clinici e sull'esame istologico del materiale bioptico. La diagnostica differenziale viene eseguita solo esaminando sezioni di tessuto cervicale colorate secondo Ziehl-Nielsen, semina o infezione di animali.

emorragica

Le cisti cervicali endometrioidi possono verificarsi isolatamente o come parte del quadro clinico dell'endometriosi. La diagnosi è fatta sulla base di una biopsia.

Tumori benigni

Polipi endocervix. Le loro dimensioni vanno da pochi millimetri a diversi centimetri. A volte il polipo cervicale è così grande che va ben oltre la cervice, quindi viene scambiato per cancro. Per definizione, un polipo è un tumore sulla gamba senza un'indicazione della sua origine, diversi tipi di lesioni cervicali assomigliano a un polipo cervicale e possono essere classificati solo istologicamente.

  • Mesoderma stromale polipo, noto anche come Kaposi psevdobotrioidnaya - tumore benigno esofitica è quasi sempre osservata nella vagina e cervice durante la gravidanza. Può essere confuso con il sarcoma maligno del botrioid.
  • Pseudopolio deciduale. Durante la gravidanza, i cambiamenti deciduali possono apparire nel ectocervice, con l'apparenza di una placca o di uno pseudopressio elevati, a seguito dei quali può essere confuso con un cancro invasivo. Può anche verificarsi nel endocervice, che porta alla formazione di protrusione di un polipo dalla faringe esterna.
  • Leiomioma cervicale (fibroma) - fibromi cervicali, di solito un singolo; provoca un aumento e una deformazione della cervice con allungamento e restringimento del canale cervicale. Diagnosi differenziale: leiomioma derivante dal tessuto muscolo-fibroso del collo, e leiomioma sulla gamba che si verifica nel corpo uterino sottomucosa e si estende in modo che esce dal canale cervicale.
  • L'adenofibroma papillare è un tumore cervicale benigno osservato nelle donne in perimenopausa e postmenopausa. Il nome era dovuto alla somiglianza del tumore con l'adenofibroma ovarico.
  • Adenomioma.
  • Fibroadenoma.
  • Il tessuto di granulazione è molto fragile e di solito si verifica dopo alcune procedure chirurgiche.

Tutte queste formazioni, a seconda delle dimensioni, si manifestano per sintomi di scarico, sanguinamento da contatto (postcoital ed intermestruale) o compressione. Tuttavia, la stragrande maggioranza di queste formazioni è asintomatica e di solito viene rilevata per caso durante un esame citologico di routine della cervice. La diagnosi definitiva viene stabilita dopo la rimozione della formazione secondo l'esame istologico.

Tumori maligni

primario

La maggior parte del cancro cervicale è il carcinoma a cellule squamose. La crescita tumorale è solitamente esofitica per tipo di cavolfiore o sotto forma di ulcere epiteliomatose tipiche con necrosi concomitante e sanguinamento. Le lesioni piccole o precoci sono clinicamente indistinguibili da cervicite o ectopia. Con la crescita di un tumore canceroso, sostituisce completamente la cervice con una massa tumorale voluminosa, irregolare e sciolta con deformazione delle volte vaginali adiacenti durante la loro germinazione. Tali lesioni si manifestano spesso come secrezioni intermestruali e post-coito, nonché un aumento della quantità di perdite vaginali. Il dolore è un sintomo tardivo del cancro. In un tipo endofitico di carcinoma a cellule squamose o adenocarcinoma, la crescita del tumore è diretta nel canale endocervicale, spesso con invasione profonda dello stroma cervicale. Allo stesso tempo la cervice si allarga, diventa densa ea forma di botte.

La maggior parte dei pazienti riferisce di un tumore cervicale, ma possono anche lamentarsi di sanguinamento vaginale e secrezione. Di solito il collo è ampiamente ingrandito e a forma di botte. Meno comunemente, un tumore può apparire come una massa endocervicale polipoide, prominente dal sistema os esterno. A volte limfomopodobnoe sconfitta (pseudolinfoma) - ha espresso un'infiammazione comune del collo dell'utero - può essere preso come la malattia linfoproliferativa, e la diagnosi differenziale è possibile solo con i risultati dell'esame istologico. Tumori cervicali molto rari - vari tipi di Sarcoma Sarcoma. rabdomiosarcoma embrionale, carcinosarcoma e leiomiosarcoma).

Un altro raro tumore cervicale con una prognosi sfavorevole è il melanoma maligno. Allo stesso tempo, viene inizialmente stabilita una diagnosi errata (principalmente in forme non pigmentate) e la malattia viene rilevata nella fase avanzata. In questo caso, lo studio immunoistochimico è utile. Una diagnosi accurata è possibile solo se lo studio immunoistochimico e l'esclusione di altri focolai primari di melanoma.

secondario

Ci sono tumori secondari nella cervice, ma di solito provengono da altre parti del tratto genitale. Un tumore secondario isolato di altra origine è raro.