Tumore renale benigno e maligno. Tumore del rene: sintomi e trattamento

I tumori renali benigni o cancerogeni si verificano quando i tessuti di un organo iniziano a crescere patologicamente. In questo caso, la patologia è causata da meccanismi globali. I processi immunitari nel corpo, scendendo, danno slancio alla riproduzione incontrollata delle cellule. I tessuti a causa della divisione intensa delle cellule crescono, sviluppandosi in un tumore del rene o di un altro organo.

La morte cellulare nel corpo umano avviene ogni secondo. Ma allo stesso tempo non sono in grado di moltiplicarsi in modo incontrollabile. Le cellule morenti sopprimono i processi immunitari. Con il fallimento dei meccanismi che bloccano il flusso errato dei processi biochimici, aumenta la probabilità di comparsa di tumori in qualsiasi organo, ei reni in questo caso non fanno eccezione.

Cause dei tumori renali

Un tumore renale può comparire per diverse ragioni. I fattori che provocano includono predisposizione genetica e disturbi che si sono verificati nel sistema immunitario. I colpevoli di tumori sono considerati ereditarietà e anomalie associate all'apparato genetico delle cellule.

Si sviluppano in caso di esposizione prolungata a tossine e determinati farmaci. I tumori compaiono in persone con immunodeficienza. L'impulso all'emergenza dei tumori diventa radiazione, raggi UV in eccesso, fumo, sostanze cancerogene e un certo numero di sostanze chimiche aggressive.

Trova spesso un tumore del rene sinistro (come pure il destro) nelle persone che sono costrette a venire a contatto con coloranti all'anilina. Tuttavia, ciò non significa che tutte le persone che lavorano con sostanze nocive svilupperanno successivamente un tumore, oncologico o benigno. Per alcuni motivi inspiegabili, la malattia colpisce solo una parte di essi. Quali meccanismi portano al fatto che i fattori di rischio si sviluppano in tumori, è attualmente sconosciuto.

Tipi di tumori benigni renali

Le neoplasie renali, prima di tutto, sono divise in due grandi gruppi: maligni e benigni. In ogni gruppo ci sono diversi tipi di tumori.

Tra benigni ci sono otto specie. Il lipoma si sviluppa sui tessuti grassi. Le cellule ghiandolari colpiscono l'adenoma. Le escrescenze sul bacino sono chiamate papillomi. Forma di angioma sulle navi. I dermoidi crescono dai tessuti epiteliali. I linfangiomi strisciano lungo i vasi linfatici. E un tumore benigno del rene può essere chiamato fibroma e mioma.

Alla rimozione di tumori benigni è ricorso a solo in casi estremi. L'intervento chirurgico viene eseguito solo quando diventa razionale. Le indicazioni per la chirurgia sono segni come la rapida crescita del tumore, il disagio e la spremitura dei tessuti adiacenti. In altre situazioni, non vale la pena farlo, perché le complicazioni derivanti dall'intervento chirurgico non saranno giustificate.

Tipi di tumori renali maligni

I tumori nel rene sono divisi in sei tipi. I reni sono affetti da fibroangiosarcoma, liposarcoma. Sul bacino rivela il sarcoma. I pazienti soffrono di tumore di Williams, di cellule e di poloskletochnogo. La cellula ha un grado piuttosto elevato di aggressività. È caratterizzato da metastasi transitorie ad organi vicini.

Non ti illudere del sarcoma, subito dopo la formazione delle metastasi, e si diffondono rapidamente. Come puoi vedere, un tumore maligno del rene è una neoplasia piuttosto grave. Con la diagnosi tardiva, le previsioni sono deludenti. Le probabilità di vita dei pazienti sono minime. I tumori renali cancerogeni individuati nelle prime fasi vengono immediatamente rimossi dall'intervento chirurgico. La chirurgia prolunga la vita di una persona.

Sintomi di neoplasie renali maligne

Nel carcinoma renale, la febbre, l'aumento della pressione, il dolore alla schiena, che non può essere spiegato da un trauma, sono noti. La condizione dei pazienti è caratterizzata da debolezza e gonfiore delle caviglie e delle gambe. Rapidamente perdono peso. Ci sono tracce di sangue nelle loro urine.

Sintomi di masse renali benigne

Un tumore benigno di un piccolo rene non esercita pressione sul tessuto renale, quindi i sintomi in quanto tali sono assenti. Le formazioni in espansione violano il funzionamento del corpo e sono accompagnate da certi segni. I pazienti hanno la febbre, che si mantiene intorno ai 38 o C.

Il loro stato di salute lascia molto a desiderare. Si lamentano di debolezza, perdita di appetito, drastica perdita di peso. I pazienti sono consumati da dolori che sono piercing. Colic li infastidisce nell'area del rene malato. Le persone soffrono di dolori dolorosi che si estendono alla parte bassa della schiena nella zona dell'organo interessato.

Tumore benigno del rene accompagnato da anemia, gonfiore delle gambe. I pazienti hanno osservato varicocele, la pressione aumenta. Gli eritrociti si depositano ad una velocità elevata. L'educazione è sentita dalla palpazione.

Trattamento dell'educazione renale benigna

Nelle neoplasie renali patogene, a differenza degli analoghi benigni, si nota la distruzione del tessuto locale e la crescita dei focolai. Le cellule simili si trovano in altri tessuti. La diffusione delle cellule tumorali nel corpo è chiamata metastasi.

I tumori semplici (cisti) non hanno bisogno di cure. Si raccomanda ai pazienti di sottoporsi a esami profilattici, di non sovraccaricare e di fare attenzione alle infezioni. Il trattamento è effettuato se ci sono complicazioni causate da pyelonephritis e insufficienza renale.

Fino a un certo punto, cercano di trattare un tumore renale con metodi conservativi. I sintomi e il trattamento sono sempre correlati. L'appuntamento medico dipende dai segni di anormalità che sono comparsi. Le neoplasie possono essere accompagnate da infiammazione, anemia, ipertensione e altre complicanze.

I tumori di dimensioni minori vengono liberati dal liquido mediante svuotamento della puntura. Si ricorre alla chirurgia quando la formazione viene schiacciata dal tratto urinario, dal tessuto d'organo, dalla cavità tumorale infettata e dall'ascesso di un ascesso. Le indicazioni per l'operazione sono: rottura del tumore, sua grande dimensione e rapido sviluppo.

Trattamento del cancro del rene

Un tumore maligno del rene, i cui sintomi si manifestano, viene trattato nel modo principale - un'operazione chirurgica. La resezione viene eseguita quando la sua opportunità è ovvia. Durante l'intervento chirurgico, vengono rimossi il rene e il tessuto adiposo che circonda l'organo interessato. Anche l'uretere emanato dal rene deve essere rimosso.

A volte durante l'intervento chirurgico vengono eseguite operazioni di salvataggio degli organi. Se è stato possibile rilevare un tumore renale in una fase precoce, l'operazione viene eseguita con la sua conservazione, a condizione che una persona non possa essere lasciata senza un organo affetto da cancro. La progressione della malattia in questa situazione non gioca un ruolo decisivo. Il decorso della resezione è dettato dal fatto che il rimanente secondo rene non è in grado di far fronte da solo alle funzioni di escrezione dei prodotti metabolici.

Con tali interventi chirurgici, il rene viene parzialmente eliminato. Il risultato di questo intervento è leggermente diverso dalla nefrectomia radicale (rimozione completa dell'organo). Tuttavia, è chiaro che dopo un intervento chirurgico risparmiatore, la probabilità di una ricaduta è molto più alta. Dopotutto, con l'escissione del tumore, c'è una probabilità di preservare le cellule patologiche.

Inoltre, il trattamento utilizza la terapia immunitaria e ormonale. La radioterapia aiuta ad alleviare la condizione dei pazienti.

La prognosi del trattamento delle neoplasie maligne

La prognosi per il trattamento del cancro del rene è determinata dal suo stadio. Con la diagnosi precoce e il trattamento immediato, il tasso di sopravvivenza è alto. Il tumore renale precoce, i cui sintomi e il cui trattamento sono identificati, dopo la rimozione, dà una possibilità di sopravvivenza a 5 anni dell'80% ai pazienti. Con escrescenze nella vena cava inferiore (secondo stadio) dopo l'intervento chirurgico, la possibilità di vivere per cinque o più anni appare nel 50% delle persone che hanno avuto il cancro del rene.

La sconfitta dell'oncologia della vena renale (nella seconda fase) nel periodo postoperatorio garantisce cinque anni di vita per il 60% dei malati. Se nel processo oncologico si nota la partecipazione del tessuto adiposo (e stiamo parlando del terzo stadio), allora fino all'80% dei pazienti operati sopravvive all'operazione. Quando i linfonodi regionali sono colpiti (nel terzo o quarto stadio), il tasso di sopravvivenza a cinque anni è ridotto al minimo - il numero di quelli fortunati non supera il 5-20%.

Le neoplasie che sono germogliate nei tessuti adiacenti e metastatizzate, consentono solo il 5% dei pazienti di sopravvivere. Quando viene rilevato un tumore renale germinativo, il trattamento chirurgico viene riconosciuto dalla maggior parte dei medici se vengono trovate singole metastasi singole. La vita delle persone operate è prolungata e la sua qualità sta migliorando.

Qual è la differenza tra neoplasie maligne e benigne?

Nelle neoplasie renali patogene, a differenza degli analoghi benigni, si nota la distruzione del tessuto locale e la crescita dei focolai. Le cellule simili si trovano in altri tessuti. La diffusione delle cellule tumorali nel corpo è chiamata metastasi.

Con i processi benigni, la prognosi del trattamento è favorevole. Praticamente non minacciano la vita dei pazienti. Tali neoplasie crescono lentamente, non sono inclini a ricadute. Non tendono a germogliare nel tessuto adiacente. Il tumore benigno del rene ha la capacità di riassorbire.

Tuttavia, la qualità benigna dell'istruzione è un fenomeno condizionale. A volte ci sono situazioni in cui le cellule di una neoplasia si trasformano in cancerose, sviluppando attivamente e colpendo organi vicini e lontani.

Un grande tumore del rene, comprimendo il tessuto, previene la minzione, interrompe il funzionamento degli organi genitali, provoca dolore, dando al perineo e alle gambe. Una neoplasia benigna viene continuamente monitorata. Un tumore in rapida crescita viene prontamente rimosso.

Tumore del rene destro

Infatti, nelle cellule del corpo umano muoiono ogni minuto. Tuttavia, non si moltiplicano in modo incontrollabile, ma vengono distrutti dai complessi immunitari. Solo quando il meccanismo è disturbato aumenta la probabilità di tumori di qualsiasi organo, inclusi i reni.

Perché si verifica un tumore al rene - una risposta affidabile a questa domanda è difficile da trovare. La base della patologia è un sacco di fattori che portano alla comparsa della malattia.

Le cause principali del cancro del rene e della vescica sono:

  1. Chimica: l'effetto delle tossine e di alcuni farmaci che una persona impiega molto tempo;
  2. Fisico - l'effetto delle radiazioni ionizzanti, l'eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti;
  3. Anomalie dell'apparato genetico della cellula e ereditarietà;
  4. Immunodeficienza.

È meglio sbarazzarsi di un tumore maligno nelle prime fasi. Con la riproduzione attiva delle cellule, prima o poi porterà alla comparsa di metastasi in altri organi. L'ultima fase della malattia, purtroppo, sarà fatale.

Le entità benigne causano meno danni. Di norma sono monitorati dinamicamente. Solo se il tumore inizia a crescere rapidamente, viene prescritto un trattamento chirurgico.

Le statistiche del 21 ° secolo indicano la prevalenza del cancro rispetto ai tumori benigni. L'età media in cui si verificano i tumori è di 70 anni. I tumori renali negli uomini si verificano 2 volte più spesso rispetto alle donne. I rappresentanti della bella metà dell'umanità hanno più spesso rivelato cisti. Sono una condizione precancerosa se non scompaiono da soli. Nella maggior parte dei casi, la degenerazione cancerosa dei tessuti dell'ovaio e dell'utero nelle donne è osservata sullo sfondo del policistico - più escrescenze cistiche.

I reni influenzano i seguenti tipi di tumori benigni:

  1. Lipoma - dal tessuto adiposo;
  2. Adenomi: da cellule ghiandolari;
  3. Fibroma - fibroso;
  4. Papillomi del bacino - escrescenze benigne;
  5. Angiomi - vascolari;
  6. Miomi: dall'utero miometrio;
  7. Linfangioma: dai vasi linfatici;
  8. I dermoidi provengono dal tessuto epiteliale.

Ti ricordiamo che la rimozione delle formazioni renali benigne è razionale solo quando portano disagio, spremono i tessuti circostanti o crescono rapidamente. In altri casi, la rimozione chirurgica invasiva non è giustificata da complicazioni.

Ma un tumore maligno è meglio identificarlo in una fase iniziale e rimuoverlo immediatamente.

Tipi di cancro del rene:

  • Fibroangiosarkoma;
  • Cancro delle cellule;
  • Williams tumore misto;
  • liposarcoma;
  • Cancro delle cellule multisali;
  • Sarcoma del bacino del rene.

Tumore cellulare della vescica - un tumore aggressivo che porta rapidamente a metastasi in altri organi. Tuttavia, il sarcoma - anche rapidamente metastatizza. È ovvio che i tumori del tessuto renale sono formazioni abbastanza gravi. Se non vengono rilevati tempestivamente, è difficile salvare la vita del paziente.

L'attenzione individuale merita l'ipernefroma del rene. Questo tipo di educazione è benigna e maligna.

Rene di ipernefroma - tumore solido, poiché non contiene fluido. Il pericolo dell'educazione sta nel fatto che nelle prime fasi non causa sintomi clinici. Dopo la comparsa di segni pronunciati di patologia renale, è spesso impossibile rimuovere radicalmente il cancro cellulare.

I principali sintomi del cancro del rene:

  1. Aumento della temperatura fino a 38 gradi;
  2. Sentirsi male (una persona non ha appetito, si stanca velocemente);
  3. Grave anemia;
  4. L'aspetto nel sangue di un numero aumentato di leucociti, eritrociti e piastrine;
  5. Aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti;
  6. Alta pressione sanguigna;
  7. La comparsa di strisce di sangue nelle urine;
  8. Dolori doloranti sul lato colpito;
  9. Palpazione del tumore;
  10. Colica nei reni;
  11. Gonfiore degli arti inferiori;
  12. Varicocele.

Tali sintomi sono causati da grave ipernofhroma renale. Quando vengono rilevati, viene eseguita un'ecografia dei reni, della risonanza magnetica, della TC e dell'urografia endovenosa per studiare le caratteristiche della formazione e determinare la tattica del trattamento. L'ipernofhroma si sviluppa dalla ghiandola surrenale, o più precisamente dalle cellule corticali dell'organo, quindi solo un grande nodo può essere palpato con le dita.

A seconda del tipo di istruzione è classificata in:

L'ipernofhroma benigno ha ricevuto un nome medico - "Gravitsa". L'educazione morfologica ha la seguente struttura:

  • Forma rotonda;
  • Taglia non più di una capocchia di spillo;
  • Colore giallo

Alcuni medici chiamano l'adenoma surrenale del tumore o l'amartoma.

L'ipernefroma maligno ha le seguenti caratteristiche:

  • Valore con nocciola;
  • Forma rotonda errata;
  • Struttura densa;
  • Consistenza cistica;
  • Il taglio ha un aspetto variopinto;
  • Colore grigio chiaro;
  • Ha focolai rossi di emorragia.

L'ipernefroma renale maligno si verifica più spesso negli uomini di età compresa tra 40 e 50 anni. Nelle donne, la malattia viene rilevata nella fase avanzata.

Nelle fasi iniziali, l'ipernefroma ha un decorso asintomatico. Ematuria (sangue nelle urine) appare molto raramente con la malattia. L'emorragia è insignificante, ma può anche avere più intensità. In una tale situazione, una persona può morire non da un nodo maligno, ma da un'emorragia abbondante.

Il piccolo ipernefroma è un tumore renale, che non è sempre possibile sondare o determinare con metodi diagnostici. L'unico sintomo del cancro può essere un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti per un lungo periodo.

Un grande tumore è palpabile durante la palpazione. Anche un terapeuta può rilevarlo, ma di regola, in una tale situazione è impossibile garantire al paziente una lunga vita. Di conseguenza, ti consigliamo di sottoporti a un esame approfondito per eventuali cambiamenti nei test di laboratorio delle urine (è meglio essere sicuri).

I tumori benigni formano una prognosi favorevole per la vita di una persona. Sono caratterizzati da crescita lenta, mancanza di capacità di recidiva, germinazione negli organi vicini. Le formazioni benigne sono in grado di subire uno sviluppo inverso.

È vero, dovrebbe essere compreso che il concetto di bontà è relativo. In determinate condizioni, la formazione può malignarsi, cioè le sue cellule diventeranno cancerose e cominceranno a moltiplicarsi rapidamente, interessando altri organi.

Il pericolo di tumori renali benigni di grandi dimensioni è che essi spremono i tessuti circostanti e creano una barriera alla minzione. In questo caso, la funzione sessuale è disturbata, il dolore si verifica nel perineo e nelle estremità inferiori. A causa del pericolo di formazioni di grandi dimensioni, i medici monitorano dinamicamente le condizioni del paziente (utilizzando ultrasuoni e esami clinici). Se l'istruzione cresce rapidamente, viene rimossa prontamente.

A proposito di cancro ha sentito ogni uomo. Tuttavia, oltre alla paura, altre informazioni riguardanti il ​​trattamento in presenza di un tumore nel corpo hanno una parte rara della popolazione.

Cos'è un tumore maligno? La risposta a questa domanda è questa: il cancro è la capacità delle cellule di crescere e diffondersi incontrollabilmente in tutto il corpo. Va notato che le basi per tale riproduzione sono le proprie cellule. Quando perdono il controllo del sistema immunitario o del liquido interstiziale, la probabilità di degenerazione del tessuto maligno è elevata.

Un tumore patogeno differisce da un analogo benigno nei seguenti sintomi:

  1. Presenza di distruzione tissutale locale;
  2. Crescita del focolare;
  3. La presenza di cellule simili in altri tessuti (metastasi).

Le differenze di cui sopra sono caratteristici non solo della formazione dei reni, ma di tutti gli organi (ad eccezione di alcune caratteristiche).

Per diagnosticare un tumore al rene, eseguire i seguenti tipi di test:

  • Esame ecografico;
  • Tomografia computerizzata;
  • Urografia endovenosa;
  • Imaging a risonanza magnetica con miglioramento del contrasto;
  • Scintigrafia radioisotopica;
  • Aortografia, arteriografia, cavografia renale.

Con l'aiuto degli ultrasuoni, è possibile stabilire grandi formazioni, calcoli e cisti del tessuto renale. Se viene rilevata un'ombra sospetta per il cancro, viene eseguita una biopsia puntura. Quando prende un pezzo di tessuto dal sito di localizzazione della formazione patologica. Un ulteriore esame istologico del materiale viene effettuato al microscopio. Se vengono rilevati segni di trasformazione maligna delle cellule, vengono prese misure preparatorie prima dell'imminente operazione.

L'urografia endovenosa è un metodo di esame a raggi X. Quando è in una vena ulnare, viene iniettato un mezzo di contrasto (urografa). In futuro, la persona viene sottoposta a una radiografia dei reni a 7, 15 e 21 minuti, il che ci consente di studiare la funzione escretoria dei reni.

Se c'è un tumore sull'urogramma escretore, può essere rilevata una violazione della funzione escretoria.

Il principale trattamento per la malattia renale è la chirurgia. Comprende la resezione dell'area patologica (escissione del tumore). Se il cancro viene rilevato senza metastasi, è più razionale rimuovere l'intero rene per escludere la conservazione delle cellule patologiche.

La divisione patologica delle cellule a velocità accelerata porta alla crescita dei tessuti. A seconda della loro struttura, si forma un tumore renale benigno o maligno. Sintomi e trattamento, quanti vivono con ciascuna delle malattie - tutto dipende dal caso specifico. Esaminiamo i principali tipi di tumori renali, le caratteristiche della loro manifestazione e la terapia utilizzata.

Nel corpo di una persona sana ogni minuto le cellule muoiono, che vengono poi sostituite con nuove. Questo è un processo normale che si svolge sotto il controllo del sistema immunitario. Quando si verifica un errore, le cellule iniziano a dividersi in modo sproporzionato. Di conseguenza, si formano strutture extra che interferiscono con le prestazioni del corpo.

I principali fattori che contribuiscono allo sviluppo dei tumori del rene sono:

  • età avanzata (70 anni o più);
  • gli effetti nocivi di sostanze chimiche e tossiche;
  • radiazioni radioattive e ultraviolette;
  • anomalie genetiche;
  • fattore ereditario;
  • malattie del sistema immunitario.

Un ruolo importante nella comparsa delle lesioni benigne e maligne svolge un lungo processo infiammatorio o malattia cronica.

Educazione benigna meno aggressiva. A volte è così insignificante che non provoca nemmeno disagio e non viola la solita attività vitale del corpo. Il tumore è caratterizzato da una crescita lenta, il suo sviluppo non altera la struttura del tessuto e non forma metastasi.

Un paziente con sospetto di una condizione renale benigna di solito lamenta:

  • debolezza e malessere generale;
  • dolore lombare;
  • sangue nelle urine;
  • gonfiore delle gambe;
  • un leggero aumento della temperatura corporea;
  • perdita di peso

Il medico durante l'esame e la palpazione possono anche rilevare un aumento nell'organo, avvertire la formazione di una natura oscura e notare un evidente aumento nella cavità addominale del paziente. Per stabilire un quadro clinico più accurato, è prescritto un esame sotto forma di ecografia e diagnostica di laboratorio.

Il trattamento di un tumore benigno del rene si riduce spesso all'osservazione e al mantenimento del normale funzionamento dell'organo. La rimozione chirurgica è fatta solo in alcuni casi, quando i benefici dell'intervento programmato superano significativamente i rischi. L'esito della malattia è generalmente favorevole, con una lunga aspettativa di vita.

A seconda del tessuto in cui la divisione cellulare "fallisce", si distinguono adenomi, lipomi, angiomi, fibromi e altri tipi di tumori. Per il trattamento di qualità, è necessario conoscere la natura dell'educazione nel modo più accurato possibile. Ad esempio, alcuni di loro sono completamente innocui e possono essere nel rene per decenni senza danni alla salute. Ci sono quelli che dovrebbero essere rimossi il prima possibile a causa della rapida crescita del tessuto alterato e un alto rischio di malignità (diventando un tumore maligno).

Questa è la proliferazione patologica più comune del tessuto ghiandolare del rene. È caratterizzato da un tasso di crescita lento e da formazioni di piccole dimensioni. Al momento, i medici non possono spiegare le ragioni della sua presenza nel corpo umano.

Di solito la malattia è asintomatica. Solo in caso di aumento significativo delle dimensioni può essere sospettato il cancro del rene a causa della somiglianza dei segni clinici. Molti medici diagnostici considerano l'adenoma un precursore di un tumore maligno, che dà origine allo sviluppo di una malattia più grave.

L'oncocitoma è più comune negli uomini ed è rilevato per caso. A differenza dell'adenoma, le sue dimensioni sono più impressionanti. Sulla struttura microscopica della cellula, gli oncocitomi sono simili alle cellule tumorali, il che dà motivo di considerarlo un tumore con un alto livello di malignità.

Questo è un tipo abbastanza raro di tumore renale benigno, la cui formazione porta a una mutazione congenita dei geni. In quasi l'80% dei casi, la malattia è accompagnata da sclerosi tuberosa. Come altri lipomi del rene, l'angmiolipoma colpisce il tessuto adiposo renale: è qui che le cellule iniziano a dividersi in modo incontrollabile.

L'educazione può anche verificarsi come una singola malattia. I più a rischio del suo sviluppo sono le donne di mezza età. Di solito il tumore è di piccole dimensioni e non infastidisce il paziente. Ciò causa il fatto che sia diagnosticato il più spesso per caso.

Il fibroma si forma a causa di un eccesso di cellule del tessuto fibroso renale. Il tumore si trova all'interno o all'esterno del corpo. La malattia è più suscettibile alle donne. Prima di esprimersi clinicamente, il fibroma cresce alla periferia del rene.

Il cancro del rene è un cancro che nella maggior parte dei casi colpisce il tessuto epiteliale di un organo. Uomini e donne di 40-70 anni sono a rischio. I forti fumatori aumentano le loro possibilità di sviluppare tumori di 2-4 volte.

Come le lesioni di altri organi, un tumore maligno del rene si sviluppa secondo diversi scenari, cioè ha varietà. Tra questi, l'85% dei casi diagnostica il carcinoma a cellule renali, che è localizzato nel tessuto epiteliale dei tubuli renali. Oltre a questo, ci sono tumori maligni:

  • Cella di transizione: rappresenta il 5-10% dell'incidenza. La lesione è un bacino di rene. La malattia ha un quadro clinico simile con il carcinoma della vescica. La prognosi nel 90% dei casi è favorevole.
  • Nephroblastoma - si sviluppa prevalentemente durante l'infanzia. Raro tipo di neoplasia, che si verifica in circa l'8% dei casi di tumori renali.
  • Sarcoma: colpisce il tessuto connettivo. Una tale diagnosi è molto rara. Questo è un tipo di tumore aggressivo, caratterizzato da metastasi e rapida crescita.

La rimozione di un tumore maligno del rene è una fase inevitabile del trattamento. L'intervento chirurgico in combinazione con l'effetto terapeutico massimizza il periodo e la qualità della vita del paziente.

I segni clinici di diverse forme di cancro del rene sono simili, il che rende difficile diagnosticare la diagnosi primaria. Le persone sono incoraggiate a cercare aiuto medico professionale per i segnali di pericolo come:

  • sangue nelle urine;
  • varicocele;
  • dolore e gonfiore della colonna lombare;
  • affaticamento eccessivo, debolezza, affaticamento;
  • ipertensione;
  • gonfiore delle gambe;
  • rapida perdita di peso;
  • febbre.

La maggior parte dei sintomi indica direttamente le malattie del sistema urinario, ma per determinare la diagnosi esatta basata solo sui reclami del paziente è quasi impossibile.

Passando attraverso un'ecografia, la TC o la procedura MRI, così come i test di laboratorio, si chiarirà la situazione.

Un tumore maligno del rene, le cui conseguenze di uno sviluppo incontrollato sono estremamente tristi, viene trattato con successo. Con una diagnosi tempestiva, il paziente nel 90% dei casi può contare su un risultato positivo. I metodi di trattamento dipendono dalla situazione specifica. Più spesso, il farmaco principale è la chirurgia.

In questo caso, può essere eseguita la resezione o la rimozione completa dell'organo malato. Il medico, decidendo sulla natura del trattamento chirurgico, è respinto dal principio del "non nuocere". Dopo la rimozione di un tumore maligno del rene, la lotta per la salute non finisce. Per una cura completa applicare farmaci e radioterapia.

Come ogni malattia, i tumori benigni o maligni dipendono direttamente dalle caratteristiche individuali della salute umana. Per diversi individui, un tumore renale, i sintomi e il trattamento si manifestano a modo loro. Quanti pazienti vivono con una tale diagnosi? Tutto si riduce nuovamente a dati specifici. I tumori benigni di solito non interferiscono con il vivere pienamente e per molto tempo. Tumori maligni senza metastasi possono essere curati nel 90% dei casi.

I tumori renali benigni o cancerogeni si verificano quando i tessuti di un organo iniziano a crescere patologicamente. In questo caso, la patologia è causata da meccanismi globali. I processi immunitari nel corpo, scendendo, danno slancio alla riproduzione incontrollata delle cellule. I tessuti a causa della divisione intensa delle cellule crescono, sviluppandosi in un tumore del rene o di un altro organo.

La morte cellulare nel corpo umano avviene ogni secondo. Ma allo stesso tempo non sono in grado di moltiplicarsi in modo incontrollabile. Le cellule morenti sopprimono i processi immunitari. Con il fallimento dei meccanismi che bloccano il flusso errato dei processi biochimici, aumenta la probabilità di comparsa di tumori in qualsiasi organo, ei reni in questo caso non fanno eccezione.

Un tumore renale può comparire per diverse ragioni. I fattori che provocano includono predisposizione genetica e disturbi che si sono verificati nel sistema immunitario. I colpevoli di tumori sono considerati ereditarietà e anomalie associate all'apparato genetico delle cellule.

Si sviluppano in caso di esposizione prolungata a tossine e determinati farmaci. I tumori compaiono in persone con immunodeficienza. L'impulso all'emergenza dei tumori diventa radiazione, raggi UV in eccesso, fumo, sostanze cancerogene e un certo numero di sostanze chimiche aggressive.

Trova spesso un tumore del rene sinistro (come pure il destro) nelle persone che sono costrette a venire a contatto con coloranti all'anilina. Tuttavia, ciò non significa che tutte le persone che lavorano con sostanze nocive svilupperanno successivamente un tumore, oncologico o benigno. Per alcuni motivi inspiegabili, la malattia colpisce solo una parte di essi. Quali meccanismi portano al fatto che i fattori di rischio si sviluppano in tumori, è attualmente sconosciuto.

Le neoplasie renali, prima di tutto, sono divise in due grandi gruppi: maligni e benigni. In ogni gruppo ci sono diversi tipi di tumori.

Tra benigni ci sono otto specie. Il lipoma si sviluppa sui tessuti grassi. Le cellule ghiandolari colpiscono l'adenoma. Le escrescenze sul bacino sono chiamate papillomi. Forma di angioma sulle navi. I dermoidi crescono dai tessuti epiteliali. I linfangiomi strisciano lungo i vasi linfatici. E un tumore benigno del rene può essere chiamato fibroma e mioma.

Alla rimozione di tumori benigni è ricorso a solo in casi estremi. L'intervento chirurgico viene eseguito solo quando diventa razionale. Le indicazioni per la chirurgia sono segni come la rapida crescita del tumore, il disagio e la spremitura dei tessuti adiacenti. In altre situazioni, non vale la pena farlo, perché le complicazioni derivanti dall'intervento chirurgico non saranno giustificate.

I tumori nel rene sono divisi in sei tipi. I reni sono affetti da fibroangiosarcoma, liposarcoma. Sul bacino rivela il sarcoma. I pazienti soffrono di tumore di Williams, di cellule e di poloskletochnogo. La cellula ha un grado piuttosto elevato di aggressività. È caratterizzato da metastasi transitorie ad organi vicini.

Non ti illudere del sarcoma, subito dopo la formazione delle metastasi, e si diffondono rapidamente. Come puoi vedere, un tumore maligno del rene è una neoplasia piuttosto grave. Con la diagnosi tardiva, le previsioni sono deludenti. Le probabilità di vita dei pazienti sono minime. I tumori renali cancerogeni individuati nelle prime fasi vengono immediatamente rimossi dall'intervento chirurgico. La chirurgia prolunga la vita di una persona.

Nel carcinoma renale, la febbre, l'aumento della pressione, il dolore alla schiena, che non può essere spiegato da un trauma, sono noti. La condizione dei pazienti è caratterizzata da debolezza e gonfiore delle caviglie e delle gambe. Rapidamente perdono peso. Ci sono tracce di sangue nelle loro urine.

Un tumore benigno di un piccolo rene non esercita pressione sul tessuto renale, quindi i sintomi in quanto tali sono assenti. Le formazioni in espansione violano il funzionamento del corpo e sono accompagnate da certi segni. I pazienti hanno la febbre, che viene mantenuta nella regione di 38 ° C.

Il loro stato di salute lascia molto a desiderare. Si lamentano di debolezza, perdita di appetito, drastica perdita di peso. I pazienti sono consumati da dolori che sono piercing. Colic li infastidisce nell'area del rene malato. Le persone soffrono di dolori dolorosi che si estendono alla parte bassa della schiena nella zona dell'organo interessato.

Tumore benigno del rene accompagnato da anemia, gonfiore delle gambe. I pazienti hanno osservato varicocele, la pressione aumenta. Gli eritrociti si depositano ad una velocità elevata. L'educazione è sentita dalla palpazione.

Nelle neoplasie renali patogene, a differenza degli analoghi benigni, si nota la distruzione del tessuto locale e la crescita dei focolai. Le cellule simili si trovano in altri tessuti. La diffusione delle cellule tumorali nel corpo è chiamata metastasi.

I tumori semplici (cisti) non hanno bisogno di cure. Si raccomanda ai pazienti di sottoporsi a esami profilattici, di non sovraccaricare e di fare attenzione alle infezioni. Il trattamento è effettuato se ci sono complicazioni causate da pyelonephritis e insufficienza renale.

Fino a un certo punto, cercano di trattare un tumore renale con metodi conservativi. I sintomi e il trattamento sono sempre correlati. L'appuntamento medico dipende dai segni di anormalità che sono comparsi. Le neoplasie possono essere accompagnate da infiammazione, anemia, ipertensione e altre complicanze.

I tumori di dimensioni minori vengono liberati dal liquido mediante svuotamento della puntura. Si ricorre alla chirurgia quando la formazione viene schiacciata dal tratto urinario, dal tessuto d'organo, dalla cavità tumorale infettata e dall'ascesso di un ascesso. Le indicazioni per l'operazione sono: rottura del tumore, sua grande dimensione e rapido sviluppo.

Un tumore maligno del rene, i cui sintomi si manifestano, viene trattato nel modo principale - un'operazione chirurgica. La resezione viene eseguita quando la sua opportunità è ovvia. Durante l'intervento chirurgico, vengono rimossi il rene e il tessuto adiposo che circonda l'organo interessato. Anche l'uretere emanato dal rene deve essere rimosso.

A volte durante l'intervento chirurgico vengono eseguite operazioni di salvataggio degli organi. Se è stato possibile rilevare un tumore renale in una fase precoce, l'operazione viene eseguita con la sua conservazione, a condizione che una persona non possa essere lasciata senza un organo affetto da cancro. La progressione della malattia in questa situazione non gioca un ruolo decisivo. Il decorso della resezione è dettato dal fatto che il rimanente secondo rene non è in grado di far fronte da solo alle funzioni di escrezione dei prodotti metabolici.

Con tali interventi chirurgici, il rene viene parzialmente eliminato. Il risultato di questo intervento è leggermente diverso dalla nefrectomia radicale (rimozione completa dell'organo). Tuttavia, è chiaro che dopo un intervento chirurgico risparmiatore, la probabilità di una ricaduta è molto più alta. Dopotutto, con l'escissione del tumore, c'è una probabilità di preservare le cellule patologiche.

Inoltre, il trattamento utilizza la terapia immunitaria e ormonale. La radioterapia aiuta ad alleviare la condizione dei pazienti.

La prognosi per il trattamento del cancro del rene è determinata dal suo stadio. Con la diagnosi precoce e il trattamento immediato, il tasso di sopravvivenza è alto. Il tumore renale precoce, i cui sintomi e il cui trattamento sono identificati, dopo la rimozione, dà una possibilità di sopravvivenza a 5 anni dell'80% ai pazienti. Con escrescenze nella vena cava inferiore (secondo stadio) dopo l'intervento chirurgico, la possibilità di vivere per cinque o più anni appare nel 50% delle persone che hanno avuto il cancro del rene.

La sconfitta dell'oncologia della vena renale (nella seconda fase) nel periodo postoperatorio garantisce cinque anni di vita per il 60% dei malati. Se nel processo oncologico si nota la partecipazione del tessuto adiposo (e stiamo parlando del terzo stadio), allora fino all'80% dei pazienti operati sopravvive all'operazione. Quando i linfonodi regionali sono colpiti (nel terzo o quarto stadio), il tasso di sopravvivenza a cinque anni è ridotto al minimo - il numero di quelli fortunati non supera il 5-20%.

Le neoplasie che sono germogliate nei tessuti adiacenti e metastatizzate, consentono solo il 5% dei pazienti di sopravvivere. Quando viene rilevato un tumore renale germinativo, il trattamento chirurgico viene riconosciuto dalla maggior parte dei medici se vengono trovate singole metastasi singole. La vita delle persone operate è prolungata e la sua qualità sta migliorando.

Cancro al rene: sintomi, diagnosi, trattamento, chirurgia

Tumore del rene (tumore) - una neoplasia maligna del rene, che è formata dall'epitelio dei tubuli prossimali del nefrone, o dall'epitelio del sistema di placcatura del bacino pettorale, che ha un'alta propensione a metastatizzare

Figura 1. Cancro renale

morbosità

Il cancro del rene rappresenta circa il 3% di tutti i tumori maligni. La malattia viene solitamente rilevata all'età di 40-70 anni. L'incidenza del cancro del rene a San Pietroburgo è attualmente di circa 20 casi ogni 100.000 persone tra gli uomini, 15 per 100.000 tra le donne.L'incidenza tra bianchi e neri è la stessa, e circa il 30% più alto nei latinoamericani. Circa 8 mila persone muoiono ogni anno in Russia per cancro al rene. Questo è circa il 2,78 per cento nella struttura della mortalità da tumori maligni. Attualmente, nel 30-40 percento dei casi, la malattia viene rilevata per caso durante il passaggio del prof. ispezione. Al 25-30% dei pazienti con esame iniziale hanno rivelato metastasi. L'esame ecografico (ecografia), la tomografia computerizzata (TC) e la risonanza magnetica (MRI) consentono un'elevata sensibilità (dal 95,2 percento al 97,1 percento) per rilevare tumori, incluso il cancro del rene, anche di dimensioni molto piccole - da 0,5 cm

La sopravvivenza è direttamente correlata allo stadio iniziale della malattia: la sopravvivenza a 5 anni è del 60-90% nei pazienti con un processo localizzato del tumore e diminuisce fino allo 0-13% nei pazienti con un processo comune.

cause di

Le cause del cancro del rene non sono completamente comprese. Ci sono molte opinioni diverse sui fattori che giocano un ruolo nello sviluppo di un tumore maligno. Fattori predisponenti:

Il fumo aumenta il rischio di sviluppo di 2 volte;

Pericoli professionali (contatto con amianto e tannini);

Obesità, diabete, ipertensione: aumenta il rischio del 25%;

L'assunzione incontrollata di alcuni farmaci (diuretici, analgesici, ormoni) aumenta il rischio del 30%;

Predisposizione ereditaria - ci sono due varianti del cancro del rene familiare, ereditato in un tipo autosomico dominante: il primo si trova nella malattia di Hippel-Lindau, il secondo è il carcinoma papillare a cellule chiare);

Tipi di cancro del rene. Classificazione.

A seconda della prevalenza del processo tumorale, i metodi di trattamento e, di conseguenza, la prognosi del cancro del rene possono essere suddivisi in tre tipi:

  1. localizzato (limitato ai reni),
  2. localmente avanzato (si estende oltre i limiti della capsula renale ai tessuti circostanti e / o alla vena cava renale / inferiore),
  3. generalizzato (metastatico).
Come per tutti i tumori, i medici usano la classificazione di TNM.

Quadro clinico (sintomi)

Nelle fasi iniziali (cioè quando un trattamento efficace è effettivamente possibile), il cancro del rene nella maggior parte dei casi è asintomatico. Il paziente spesso si trova completamente sano e non capisce come possa avere il cancro? La comparsa di disturbi come ematuria (sangue nelle urine), dolore nella regione lombare o gonfiore dell'addome laterale, di solito (ma non sempre). La classica triade di sintomi (ematuria macroscopica, sangue nelle urine, tumore palpabile, lombalgia) si osserva solo nel 10-15% dei casi e, di regola, indica la negligenza del processo. Alcuni pazienti hanno notato un aumento della pressione arteriosa, inoltre possono manifestarsi lamentele sul gonfiore delle gambe, comparsa di varicocele, trombosi venosa degli arti inferiori (con compressione della vena cava inferiore).

Si prega di notare che il sito web uroportal.ru è solo a scopo informativo. In realtà, la malattia può procedere diversamente. Non provare a praticare l'autodiagnosi e il trattamento, in presenza di sintomi della malattia consigliamo vivamente di chiedere il parere di uno specialista.

Diagnosi di cancro al rene e cancro

1) Test di laboratorio su sangue e urina (anemia spesso osservata, VES accelerata, ematuria). Tuttavia, questi sintomi non sono specifici e la loro assenza non esclude la diagnosi di cancro del rene.

2) L'esame ecografico (ecografia) è un metodo diagnostico di screening che consente di determinare la natura del volume della formazione del rene, di differenziare con la formazione cistica e il tumore solido.

3) La tomografia computerizzata multispirale con contrasto (MSCT) è il gold standard. Questo metodo consente di determinare con precisione i confini del tumore, il suo diametro, la sua posizione e la germinazione del tumore nel tessuto adiacente. L'accuratezza della diagnosi è del 95 percento. La TC multispirale degli organi del torace viene eseguita in caso di sospetta lesione metastatica durante la radiografia normale.

Figura 2. TAC del carcinoma a cellule papillari del rene

4) La terapia di risonanza magnetica (RM) dei reni viene eseguita se ci sono controindicazioni per MSCT. È usato per visualizzare strutture tubolari liquide estese, come grandi vasi, che è importante nei pazienti con trombosi tumorale.

5) La scintigrafia dei reni mediante angiografia indiretta consente di valutare la funzione dei reni, le caratteristiche del flusso sanguigno, di visualizzare la formazione del tumore.

6) L'angiografia viene eseguita principalmente quando si pianifica l'embolizzazione dell'arteria renale.

7) Viene eseguita una biopsia di un tumore renale per chiarire la natura del tumore (maligno o benigno), il suo tipo istologico e la sua gradazione.

Trattamento di tumori e cancro del rene.

Il cancro del rene è per molti versi un tumore maligno "unico" del rene. Il cancro può apparire in un'età abbastanza giovane e crescere molto lentamente fino a un certo punto, senza lasciarlo conoscere. Ad un certo punto, si verifica un brusco cambiamento nel "comportamento" della neoplasia: progredisce rapidamente e dà metastasi. Il cancro del rene, in contrasto con la maggioranza assoluta dei tumori maligni, è praticamente insensibile alla terapia radiante, ormonale o citostatica. Ciò spesso priva i medici delle possibilità di trattare più o meno efficacemente forme avanzate di cancro del rene. È possibile che la situazione cambierà un po 'in connessione con l'avvento di un nuovo approccio terapeutico - terapia mirata (farmaci che bloccano in modo specifico i fattori di proliferazione interstiziale). Ma questo trattamento per il cancro del rene è lontano dall'essere tanto efficace quanto costoso.

L'unico metodo che oggi consente a una persona di curare il cancro del rene è un intervento chirurgico radicale, a seguito del quale un tumore maligno viene completamente rimosso o distrutto. A seconda delle dimensioni della neoplasia e della sua localizzazione, l'operazione può essere organo-portante (rimozione del rene - nefrectomia radicale) o conservazione dell'organo (resezione del rene). La decisione su quale tattica (resezione o rimozione del rene) sarà presa in ogni caso particolare viene effettuata dal chirurgo, sulla base di fattori oggettivi (caratteristica del tumore del rene, salute del paziente, ecc.).

Sfortunatamente, oggi nella maggior parte degli ospedali della Federazione Russa, anche quando è possibile la resezione renale, la nefrectomia (rimozione dei reni) viene eseguita più spesso. Il fatto è che formalmente (in conformità con le linee guida cliniche), la rimozione dei reni è un metodo standard per il trattamento del carcinoma renale localizzato. Non importa COSA è per il neoplasma - è possibile rimuoverlo radicalmente entro i limiti del tessuto renale sano

Resezione renale

Operazione di conservazione degli organi. Il numero di recidive locali è del 4-10%. Tuttavia, la sopravvivenza complessiva di questi pazienti è uguale a quella dei pazienti con una fase simile sottoposti a nefrectomia radicale. Pertanto, il trattamento di conservazione dell'organo è giustificato nei pazienti con tumori piccoli (fino a 4 cm) e nella normale funzione renale controlaterale.

Non è un segreto che la resezione di un rene con una neoplasia sia un'operazione molto più complicata e pericolosa della rimozione del rene, che richiede l'esperienza appropriata del chirurgo e dell'apparecchiatura della clinica. Ecco perché, avendo una base formale per le loro azioni, la maggior parte degli specialisti preferisce non cercare l'avventura per se stessi e il paziente e rimuovere l'organo colpito da un tumore molto piccolo nel rene.

In relazione a quanto sopra, se si ha un tumore (tumore maligno) di un rene di dimensioni inferiori a 3-4 cm, non affrettarsi ad andare a rimuovere un rene. È meglio dedicare tempo e sforzi e scoprire se è possibile un intervento chirurgico nel tuo caso. Il rene è un organo vitale. Infiammazione o calcoli renali nel rimanente organo singolo - la situazione, vi assicuro, è estremamente spiacevole.

La resezione renale può essere eseguita in modo aperto e per via laparoscopica. Al momento, sulla base di dati internazionali, è sicuro dire che nella maggior parte dei casi è meglio fare un'operazione aperta - ti permetterà di ottenere i migliori risultati oncologici e funzionali e sarà più sicuro. Probabilmente, con lo sviluppo della tecnologia endoscopica, questa posizione cambierà.

Indicazioni per la resezione renale

Figura 3. resezione renale laparoscopica

Enucleazione del tumore

L'enucleazione viene eseguita se piccoli noduli tumorali nel rene sono circondati su tutti i lati da una pseudo-capsula densa del tessuto connettivo, che consente di rimuovere il tumore in modo relativamente privo di sangue con la massima conservazione del parenchima circostante. L'enucleazione consiste in un'incisione circolare del parenchima del rene intorno al tumore, seguita da una dissezione bruscamente nello strato tra la pseudocapsula e il parenchima circostante. Il vantaggio dell'enucleazione è quello di rimuovere il tumore da qualsiasi segmento del rene. Lo svantaggio principale è il radicalismo dubbio a causa della possibile germinazione della pseudocapsula da parte del tumore e al di là di esso

Nell'ultimo decennio sono stati sviluppati metodi alternativi di conservazione degli organi per il trattamento di tumori e tumori renali: crioablazione, ablazione con radiofrequenza, distruzione di un tumore renale mediante ultrasuoni focalizzati ad alta intensità, ecc. Mentre tutti questi approcci sono, nella maggior parte dei casi, nella fase sperimentale ed è presto per giudicare la loro efficacia.

Nell'ultimo decennio sono stati sviluppati metodi alternativi di conservazione degli organi per il trattamento di tumori e tumori renali: crioablazione, ablazione con radiofrequenza, distruzione di un tumore renale mediante ultrasuoni focalizzati ad alta intensità, ecc. Mentre tutti questi approcci sono, nella maggior parte dei casi, nella fase sperimentale ed è presto per giudicare la loro efficacia.

Nefrectomia radicale

Nonostante l'introduzione sempre più diffusa di interventi chirurgici di conservazione degli organi nella pratica clinica, il trattamento principale per il cancro del rene rimane la rimozione dell'organo interessato - nefrectomia (rimozione dei reni). A seconda della fase del processo tumorale, sono possibili diverse opzioni per eseguire questa operazione: laparoscopica (attraverso punture cutanee), un approccio retroperitoneale aperto (incisione nella regione lombare) e una laparotomia (incisione addominale). La cosa principale da considerare quando si sceglie l'accesso è la necessità di rimozione radicale (completa) della neoplasia con un rischio minimo per il paziente, che include la rimozione del rene e del tessuto pararenale, resezione surrenale (nel 4% dei casi). I vantaggi rispetto alla nefrectomia semplice sono un minor numero di recidive locali.

Durante la metastasi del tumore a diversi gruppi di linfonodi, viene eseguita la linfoadenectomia: la rimozione di tutto il tessuto adiposo dai linfonodi che circondano i grandi vasi, dal livello delle gambe del diaframma alla biforcazione aortica e alla vena cava inferiore.

Tumore al rene

Nel 21 ° secolo, l'incidenza del cancro è aumentata. Pertanto, in una persona su 5.000 viene diagnosticato un tumore renale in media. Secondo l'incidenza, dagli anni '90 del secolo scorso l'incidenza dell'oncologia è aumentata di 1,7 volte per gli uomini e 2 volte per le donne.

Vale la pena notare che la ragione di tali statistiche deludenti non è tanto il reale aumento del numero di casi, quanto lo sviluppo della tecnologia medica e la diagnosi precoce. Nonostante i progressi della medicina, il tasso di mortalità da tumori maligni del rene rimane piuttosto elevato. Più della metà dei casi di cancro sono rilevati per caso, con ecografie, TAC e risonanze magnetiche, che sono state assegnate a uno studio in connessione con un'altra lamentela del paziente.

Un tumore renale rilevato in una fase precoce non rappresenta una minaccia per la vita del paziente ed è ben curabile. Il moderno potenziale diagnostico consente di rilevare tumori con una dimensione di 5 mm.

Tipi di tumori

  • Costo: 2 700 rubli.

Tutti i tumori sono divisi in maligni e benigni. A seconda del luogo, ci sono: un tumore al parenchima renale, un pelvi e un tumore all'uretere. Tra le neoplasie benigne, il papilloma, l'angioma e l'angiolipoma sono più comuni.

Il cancro del rene (un tumore maligno del rene) - a seconda dell'estensione del processo è diviso in diversi tipi:

  • localizzato (la crescita del tumore è limitata, nessuna metastasi);
  • localmente avanzato (le cellule tumorali si trovano nei tessuti circostanti, il tumore penetra oltre i limiti della capsula renale, incluso nel letto vascolare);
  • generalizzato (il tipo più grave di cancro per il trattamento, caratterizzato da metastasi).

A seconda della particolare situazione clinica, viene prescritto un trattamento. Per qualsiasi tipo di tumore renale, è sufficiente che il paziente si iscriva alla diagnosi e segua le raccomandazioni del medico. Nelle prime fasi, anche con l'oncologia, la prognosi è prevalentemente positiva.

Cause di tumori renali

  • Costo: 10.000 rubli.

Gli scienziati hanno ancora difficoltà nel nominare tutte le cause che possono portare allo sviluppo del processo tumorale. Alcuni fattori di rischio sono noti:

  • Età e sesso Il più delle volte, rappresentanti del sesso più forte all'età di 45 anni.
  • Fumo. Per i fumatori regolari, i rischi sono raddoppiati.
  • Sovrappeso. È stato dimostrato che l'obesità è correlata con una maggiore probabilità di sviluppare il cancro del rene.
  • Ipertensione, malattie croniche del cuore e dei vasi sanguigni.
  • Malattia renale cronica, insufficienza renale cronica.
  • Accettazione di alcuni farmaci.
  • Fattori ereditari: presenza di cancro nei parenti di prima linea.

La combinazione di diversi fattori di rischio aumenta la probabilità di sviluppo del tumore a volte.

Sintomi del tumore al rene

  • Costo: 6.000 rubli.

Tutti i sintomi di un tumore (sia benigni che maligni) sono suddivisi in due grandi gruppi: renale ed extrarenale. I segni di cancro del rene non appaiono immediatamente, per un lungo periodo i sintomi potrebbero essere assenti. L'oncologia solitamente trascurata si manifesta più chiaramente di una neoplasia benigna.

  1. Dolore nella regione lombare di intensità variabile.
  2. Sangue nelle urine.
  1. Temperatura aumentata (di solito subfebrile, meno spesso - febbrile).
  2. Ipertensione.
  3. Anemia, non associata ad altre malattie.
  4. Nell'analisi clinica del sangue: un aumento di VES, leucocitosi, eritrocitosi.
  5. Vene varicose
  6. Perdita di peso immotivata.
  7. Diminuzione dell'appetito
  8. Dispepsia.
  9. Dolore alle articolazioni
  10. Ipercalcemia.

La maggior parte di questi sintomi non è specifica, caratteristica di altre malattie. Pertanto, per la diagnosi con l'aspetto di uno qualsiasi dei sintomi descritti, consultare un medico.

Diagnosi di tumore al rene

La diagnostica completa comprende un intero intervallo di esami, assegnati a seconda del quadro clinico e dei reclami del paziente. In ogni caso, il sondaggio inizia con la nomina di esami clinici del sangue e delle urine. Se vengono trovati gli indicatori caratteristici di un tumore renale, vengono prescritti esami strumentali.

Per ottenere informazioni affidabili sulla presenza o l'assenza di una neoplasia e sullo stato del rene, utilizzare:

  • Esame ecografico della cavità addominale e dello spazio retroperitoneale. È nominato uno dei primi. Gli ultrasuoni possono rilevare un tumore renale, valutarne la posizione e le dimensioni.
  • La tomografia computerizzata o la risonanza magnetica vengono utilizzate per chiarire i risultati degli ultrasuoni, per determinare lo stato del tessuto circostante, per esaminare i linfonodi e diagnosticare le metastasi.

Un piano di esame individuale è prescritto dall'urologo che si presenta.