Informazioni importanti sul cancro al cervello nei bambini

Il cancro al cervello nei bambini è una malattia formidabile, con molte conseguenze. I tumori cerebrali sono la principale causa di morte per cancro infantile. Pertanto, è molto importante identificare la malattia il prima possibile e iniziare a guarire.

I tumori al cervello sono il secondo gruppo più comune di tumori nei bambini.

I tumori cerebrali nei bambini iniziano ad occupare con coraggio il secondo posto tra tutte le neoplasie riscontrate durante l'infanzia. C'è una pronunciata tendenza alla frequenza di rilevamento di questa terribile malattia - tra i bambini sotto i 15 anni, un bambino è malato per 30 mila bambini. I tumori cerebrali sono molto più comuni (97%) dei tumori del midollo spinale. Per i bambini, la posizione del tumore nella fossa cranica posteriore e più in generale lungo l'asse centrale del cervello è più caratteristica, spesso la malattia attacca il cervelletto, il tronco encefalico e il ventricolo. I tumori emisferici sono rari e assorbono non più del 20% di tutti i tumori cerebrali.

La distribuzione dell'incidenza per età (i dati provenienti da diversi paesi e regioni sono molto diversi):

  • i bambini di 10-14 anni sono ammalati più spesso;
  • meno spesso - 5-9 anni;
  • anche meno spesso, la malattia si verifica nei bambini sotto i 4 anni di età.

Dimostrato che il cancro al cervello è più comune nei ragazzi di età inferiore ai 10 anni. Il tasso di incidenza è fortemente influenzato dalla situazione ambientale in città, dalla fornitura di strutture mediche con moderne attrezzature diagnostiche, dalla disponibilità di specialisti addestrati e dalla capacità finanziaria della popolazione.

motivi

Si presume che nei bambini una neoplasia maligna appaia dovuta all'incapacità del sistema immunitario di prevenire gli effetti dannosi degli agenti cancerogeni.

Non è escluso il trasferimento genetico di un gene da parenti stretti.

La connessione tra telefoni cellulari e tumore al cervello è uno dei temi più discussi del nostro tempo?

  • ionizzante, ultravioletto e radiante;
  • prodotti chimici (cromo, arsenico, formaldeide);
  • gas di cloruro di vinile utilizzato nell'industria delle materie plastiche;
  • sostituto dello zucchero di aspartame;
  • erbicidi, pesticidi;
  • esposizione al sole;
  • campi elettromagnetici emessi da telefoni cellulari;
  • consumo regolare di carne affumicata, insaccati;
  • malformazioni intrauterine;
  • Alcuni virus possono causare anomalie nel corpo.

clinica

I tumori cerebrali nei bambini si manifestano come sintomi cerebrali, che sono causati da un aumento della pressione intracranica, deflusso disturbato del liquido cerebrospinale, gonfiore del cervello e focali, la cui manifestazione dipende dalla posizione del tumore, dall'area del cervello che schiaccia e si ritrae.

Sintomi cerebrali

Con l'aumento della pressione intracranica, il volume del cervello aumenta, la circolazione sanguigna e il deflusso del liquido cerebrospinale sono disturbati, quest'ultimo porta all'edema cerebrale. In un bambino, a causa delle caratteristiche di età, l'edema è sempre esteso, diffondendosi più velocemente che negli adulti.

  • Nel 90% dei casi, appaiono prima i disturbi emotivi. I bambini sono capricciosi, diventano non comunicativi, disattenti e letargici, ricordano peggio. Tipicamente, questi disturbi sono combinati con i segni di interruzione del sistema cardiovascolare e digestivo, i cambiamenti della pressione sanguigna.

Un tumore al cervello può causare vari disturbi emotivi.

  • I classici sintomi di aumento della pressione intracranica sono mal di testa mattutini e vomito. A volte sono gli unici segni di cancro all'inizio della malattia. Il dolore può concentrarsi in un punto ed essere diffuso, aggravato dal cambiamento della posizione del corpo, dalla tosse, dallo sforzo, dallo sforzo fisico. Nelle fasi successive, il mal di testa diventa doloroso e costante. Il vomito, di regola, appare improvvisamente sullo sfondo di un mal di testa, non è preceduto da nausea. A volte dopo il vomito, il bambino diventa più facile.
  • Convulsioni epilettiche. Possono essere i primi e unici segni di cancro del cervello.
  • Nei bambini, si può notare un aumento della circonferenza della testa, una divergenza delle suture tra le ossa del cranio, le vene dilatate sulla fronte, le tempie, le palpebre superiori e il naso.

Nei bambini piccoli, i sintomi cerebrali possono comparire solo negli ultimi stadi del cancro - un aumento del volume cerebrale è compensato da una divergenza delle suture ossee craniche e un aumento delle fontanelle. Pertanto, nelle prime fasi della malattia, i sintomi cerebrali sono caratteristici di bambini di età pari o superiore a 5 anni.

Sintomi focale

Sintomi focali si verificano a causa della compressione delle strutture cerebrali, ischemia causata dalla compressione dei vasi della testa, spostamento del tessuto. Possono differire in modo significativo nei bambini con diagnosi simili.

Caratteristiche della clinica, a seconda della localizzazione del cancro

  • Nel cervelletto Mal di testa disturbato nella parte posteriore della testa, accompagnato da vomito, dolore al collo e alla schiena. I sintomi possono comparire improvvisamente con movimenti improvvisi della testa, accompagnati da perdita di conoscenza, aumento della pressione e tachicardia. I sintomi focali appaiono dopo, ma crescono rapidamente: la coordinazione dei movimenti degli arti è disturbata, il tono muscolare peggiora, compaiono movimenti irregolari dei bulbi oculari. In questo caso, il bambino non può camminare correttamente a causa dello squilibrio e della coordinazione dei movimenti.

Il cervelletto è responsabile della coordinazione dei movimenti.

  • Nel bagagliaio A volte i primi sintomi sono la paresi e la paralisi degli arti, l'udito e la vista compromessa.
  • Nel lobo frontale. Nelle prime fasi, si può notare solo un cambiamento nel comportamento dei bambini: stupidità, perdita di memoria e attenzione, nonché paresi dei muscoli mimici.
  • Nelle crisi gyri-epilettiche centrali anteriori e posteriori, disturbi del movimento.
  • Vicino al tempio - un mal di testa e convulsioni.
  • Lobo parietale. I sintomi rimangono non riconosciuti per molto tempo. I bambini più grandi sono disturbi della sensibilità.
  • Lobo occipitale Il cancro nel lobo occipitale nei bambini è raro. È caratterizzato da disturbi visivi, allucinazioni visive.
  • Ghiandola pituitaria Raro, possono esserci disturbi visivi ed endocrini.

diagnostica

Il principale punto negativo del cancro al cervello nei bambini è il ritardo tra l'aspetto e la diagnosi della malattia. E una diagnosi prematura può portare a gravi conseguenze.

Prima di tutto, i genitori si rivolgono al pediatra con lamentele sospette da parte del bambino.

È molto importante comunicare al medico le prime manifestazioni della malattia. Quindi, se la situazione richiede che il pediatra riferisca il bambino a un neurologo (neuropatologo), ogni bambino con denunce di mal di testa deve essere esaminato da un oculista (misurazione della pressione oculare, esaminando il fondo dell'occhio!). Un neurologo può prescrivere una radiografia del cranio e un elettroencefalogramma.

Se, durante questi studi, sono state identificate anormalità (edema del disco del nervo ottico, una massa), causando preoccupazioni su un tumore cerebrale, il bambino viene ulteriormente riferito a una TAC o alla risonanza magnetica. La TC e la risonanza magnetica sono la fase decisiva dell'esame, confermeranno o confuteranno la diagnosi. Se viene rilevato un tumore sulla tomografia, un ulteriore metodo di esame è una biopsia. Durante una biopsia, un pezzo del tumore viene asportato e quindi la sua struttura viene studiata in laboratorio. Una biopsia conferma la malignità o la bontà, con il suo aiuto puoi scoprire il tipo e la struttura del tumore.

trattamento

Il principale metodo di trattamento è la rimozione chirurgica del tumore, è meglio che l'operazione sia stata eseguita prima della comparsa di gravi sintomi cerebrali e focali. Se è impossibile eseguire un'operazione chirurgica, il trattamento viene effettuato introducendo i radioisotopi nel tumore.

Per eliminare i principali sintomi della malattia sono prescritti farmaci:

  • Per la rimozione di edema cerebrale - Lasix, acido etacrino;
  • L'iperventilazione viene eseguita per ridurre la pressione intracranica;
  • Con l'aumento della temperatura, è possibile immettere una miscela litica (difenidramina o pipolfen + analgin);
  • Con l'ostruzione degli spazi del liquido cerebrospinale, viene fornita assistenza chirurgica - drenaggio e puntura dei ventricoli.

Quasi il 70% dei bambini viene curato attraverso un approccio integrato e un trattamento complesso, ma molti di loro presentano ancora disturbi neurologici ed endocrini e diminuiscono la memoria e le prestazioni mentali.

Quando si trattano i tumori cerebrali nei bambini, è necessario cercare non solo di ottenere il massimo effetto, ma anche di prendere in considerazione gli effetti della terapia.

Il problema principale di ritardare la diagnosi e il trattamento è il basso contenuto informativo dei genitori circa i segni della malattia. Molti genitori, notando a lungo i segni della malattia, mostrano passività e non portano il bambino dal medico, cancellando la causa di questi disturbi della stanchezza e delle sue caratteristiche mentali. Particolare cautela dovrebbe essere esercitata sui bambini con disturbi della crescita, malattie endocrine. La prognosi nei bambini con tumore al cervello è sempre seria e dipende da molti fattori.

Al primo sospetto di educazione oncologica, porta il bambino dal medico. Se la competenza del medico non è credibile, fare riferimento a un altro, consultare un neurologo e un oculista.

Tumori cerebrali nei bambini: caratteristiche, cause, operazioni di rimozione, trattamento

Il cancro tra i bambini sta diventando più comune. Se si controlla la salute del bambino, la malattia può essere rilevata nelle fasi iniziali, perché il cancro al cervello si manifesta in vari tipi di disturbi neurologici. Il tasso di sopravvivenza in questa fase è il più alto. I tumori cerebrali nei bambini possono progredire rapidamente a seconda dello stadio di sviluppo e della malignità.

Segni e sintomi del cancro al cervello nei bambini

I tumori cerebrali nei bambini nelle fasi iniziali non mostrano quasi sintomi. La malattia sospetta può essere solo se si controlla attentamente lo stato psico-emotivo del bambino. Diventa letargico, assonnato, passivo. In precedenza, un bambino attivo perde interesse per gli hobby, i giochi. Un segnale allarmante per cui i genitori spesso prestano maggiore attenzione è l'insorgenza di convulsioni epilettiformi.

I sintomi di un tumore al cervello in un bambino-bambino sono manifestati da capricci e pianto costante e senza causa. A questa età, la dimensione della testa aumenta, la fontanella si gonfia.

Mentre la malattia progredisce, i seguenti sintomi compaiono in bambini con un tumore al cervello:

  • vomito irragionevole nei bambini e nausea;
  • mancanza di coordinamento dei movimenti;
  • vertigini;
  • mal di testa;
  • perdita di coscienza;
  • disturbi del sonno;
  • sangue dal naso;
  • problemi con defecazione e minzione;
  • problemi di respirazione;
  • disturbi del linguaggio;
  • convulsioni;
  • ipovedenza e visione.

Questi sintomi sono associati a gonfiore del cervello e aumento della pressione intracranica. A seconda della posizione della neoplasia, i sintomi possono essere diversi.

Il deflusso del liquido cerebrospinale non è disturbato da tumori del tronco cerebrale. Se la patologia è benigna, una tale neoplasia potrebbe non manifestarsi per decenni.

Anche una neoplasia benigna in un bambino ha bisogno di essere trattata immediatamente, perché la circolazione sanguigna è disturbata a causa della spremitura dei tessuti. Nei bambini, questo porta a problemi di sensibilità, disturbi dell'udito e della vista, oltre a disturbi mentali.

Cause del cancro al cervello nei bambini

Le ragioni del cancro nel cervello dei bambini non sono stabilite in modo definitivo. Secondo i medici, il ruolo principale è svolto dall'ereditarietà e dalle cattive abitudini della madre, che ha abusato durante la gravidanza.

La patologia si sviluppa spesso dopo malattie infettive o altre sofferenze di una donna incinta. Spesso si presenta come una complicanza dopo il parto.

classificazione

I tumori del cervello in un bambino derivano dalle cellule del cervello stesso (primario), o si sviluppano da metastasi portate con il flusso sanguigno da altri organi (secondario).

Secondo il livello di malignità, sono divisi in 4 gradi. I tumori appartenenti al primo o secondo grado, meno aggressivi, vengono rimossi chirurgicamente, la prognosi è favorevole. Le neoplasie del terzo e quarto grado di malignità sono difficili da trattare e spesso portano a recidive.

A seconda del luogo, ci sono diversi tipi di tumori cerebrali:

  1. Shell (meningioma). Diagnosticato nel 25% dei pazienti
  2. Neuroepiteliale (glioma). La malattia è osservata nel 70% dei casi. Il glioma del chiasma si presenta spesso.
  3. Dizembriogeneticheskie. Deposto in utero, spesso colpisce il cervelletto. Un tumore cerebrale così maligno nei bambini appare all'età di 4-10 anni.
  4. Tumori ipofisari (adenoma, craniofaringioma). Differiscono nell'alta qualità, crescita lenta. Trovato nel 12% dei pazienti.
  5. Tumori ematopoietici (sarcoma dei granulociti, linfoma).
  6. Neuromi (tumori nervosi). La patologia è benigna, facilmente trattata.
  7. Metastatico (carcinoma, cordoma).
  8. Inclassificabile.
  9. Misto.

palcoscenico

Ogni stadio di tumori cerebrali nei bambini ha i suoi sintomi. Ci sono 4 fasi di sviluppo del cancro:

  • Fase 1 - proventi senza sintomi. Poiché il tumore ha appena iniziato a formarsi, il trattamento in questa fase mostra buoni risultati;
  • Stadio 2 - è caratterizzato da una crescita attiva delle cellule tumorali. La malattia va su tessuto sano. Nonostante ciò, la prognosi è favorevole, il 75% dei pazienti sopravvive;
  • Stadio 3 - metastasi manifestate nei linfonodi. Il paziente sviluppa ipertensione endocranica. I segni di un tumore cerebrale nei bambini sono visti più spesso in questa fase, quando non vi è alcuna garanzia di recupero;
  • Stadio 4 - caratterizzato dalla crescita del cancro in tutte le parti del cervello. Nell'oncologia pediatrica, supportano la condizione di tali pazienti, ma in questo caso è impossibile rimuovere il tumore. Se la malattia ha raggiunto l'ultimo stadio, il tumore colpisce l'intero organo e diventa inutilizzabile. La prognosi è sfavorevole.

diagnostica

Per diagnosticare la malattia, sarà necessario esaminare un pediatra e un neurologo. Un pediatra raccoglie l'anamnesi; è interessato alle informazioni se i malati di cancro sono stati nella famiglia prima. Potrebbe anche essere necessario consultare un oftalmologo, che, esaminando il fondo, può rilevare segni di alta pressione intracranica.

La diagnosi di tumori cerebrali nei bambini comporta l'esame da parte di un neurologo. Stabilisce l'area danneggiata, esaminando i riflessi e i disturbi motori del paziente. Per determinare i disturbi motori, al bambino viene chiesto di muovere la testa, le braccia e le gambe, per sorridere. Coordinamento, viene controllata anche la sensibilità tattile. Quest'ultimo è determinato da formicolio.

Per diagnosticare un tumore cerebrale in un bambino, applicate le tecniche strumentali:

  • risonanza magnetica;
  • Scansione TC;
  • ultrasuoni;
  • tomografia ad emissione di positroni;
  • radiografia, ecc.

La risonanza magnetica può determinare non solo la localizzazione del tumore, ma anche la sua natura, lo stato dei tessuti circostanti, la presenza di metastasi. La tecnica è più efficace della tomografia computerizzata. Alla sua applicazione la puntura non è richiesta.

Se si sospetta un gonfiore del cervello nei neonati, viene rilevato un tumore mediante neurosonografia (ecografia), attraverso una molla.

Prima di un intervento chirurgico per rimuovere un tumore, è necessaria una biopsia. Ti permette di determinare il tipo di tumore e scegliere il trattamento corretto. La procedura viene eseguita con un ago sottile. In alcuni casi, una biopsia prima dell'operazione non è possibile. Quindi studiare un campione di tessuto tumorale, ottenuto durante l'intervento chirurgico.

Puntura spinale

La puntura spinale viene eseguita quando si sospetta una patologia maligna. La procedura prevede la raccolta di liquido cerebrospinale (CSF) per l'analisi. Prendilo con un ago per puntura avendo un'estensione alla fine.

Con l'aumento della pressione del liquido, per rimuovere il liquido in eccesso, viene anche forato.

Tuttavia, questa procedura è usata raramente nei bambini con sospetto tumore al cervello. Ha diverse controindicazioni, tra cui:

  • tumore alla rinfusa
  • grave gonfiore dell'organo:
  • idrocefalo grave;
  • un forte aumento della pressione intracranica.

In tali condizioni, la puntura aumenta la probabilità di penetrazione delle strutture assiali del cervello nel grande forame occipitale. Ritirare il liquore mentre è impossibile. Se si esegue la manipolazione e si notano segni di penetrazione, è necessario introdurre il fluido attraverso l'ago.

La puntura non viene eseguita con una grossa perdita di sangue, problemi di coagulazione del sangue, aneurisma dei vasi, passaggio nelle strutture cerebrali.

trattamento

La scelta del trattamento viene effettuata tenendo conto della localizzazione del tumore, delle sue dimensioni. Inoltre preso in considerazione:

  • condizione del paziente;
  • stadio della malattia;
  • tipo di tumore;
  • C'è un aumento della pressione intracranica?

Per il trattamento del cancro al cervello nei bambini viene utilizzato:

  • rimozione chirurgica del tumore;
  • radioterapia;
  • la chemioterapia.

Il trattamento di un tumore al cervello in un bambino al primo segno di malattia avrà più successo, quindi i genitori devono essere attenti alla salute del bambino, in particolare del neonato.

Trattamento chirurgico

L'indicazione principale dell'operazione è la rapida crescita e la posizione accessibile del tumore. Il più delle volte viene eseguito in anestesia generale, ma la localizzazione vicino ai centri del linguaggio richiede l'anestesia locale. In tale situazione, il bambino ha bisogno periodicamente di comunicare con i medici al fine di prevenire il disturbo delle regioni del discorso del cervello.

Se il tumore si trova in profondità nei tessuti cerebrali, l'operazione non viene eseguita, poiché le strutture vitali possono essere toccate.

Il successo dell'operazione è improbabile se il tumore si trova vicino alle navi. Potrebbe avere il tempo di dare metastasi.

La questione principale dei genitori durante l'intervento chirurgico per rimuovere un tumore al cervello si riferisce a quanto l'intervento è in corso. Di regola, i medici riescono a eliminare il tumore in 2-4 ore. Il tempo dipende dalla dimensione del tumore.

Radioterapia

Questa tecnica è di grande importanza in presenza di metastasi. Affronta sia tumori maligni che benigni. Questo metodo di trattamento viene utilizzato nei casi in cui non è possibile utilizzare il paziente.

Dopo l'operazione, viene eseguita anche l'irradiazione per distruggere i possibili residui della neoplasia.

chemioterapia

I farmaci chemioterapici includono Temodal, Avastin, Vincristine, Carmustin, ecc. Hanno un effetto citostatico sulle cellule tumorali, bloccandone la crescita. Per migliorare l'effetto della chemioterapia, citotossine, anticorpi specifici, vengono introdotti nel corpo del bambino. Sfortunatamente, tutti questi farmaci hanno molti effetti collaterali.

La tecnica viene utilizzata in combinazione con radioterapia e chirurgia per ridurre al minimo le dimensioni della patologia. I farmaci chemioterapici vengono somministrati per via endovenosa, per via orale o attraverso un catetere nel liquido cerebrospinale.

Trattamento postoperatorio

Anche dopo la rimozione di un tumore nel cervello, le sue cellule anormali potrebbero rimanere. Pertanto, il trattamento del bambino continua con la chemioterapia e le radiazioni. La ricaduta può verificarsi dopo l'intervento chirurgico. Questo può accadere anche in pochi anni. Per questo motivo, è necessario sottoporsi a TC e MRI periodici.

La riabilitazione dopo la rimozione di un tumore al cervello in un bambino include procedure fisioterapiche, massaggi, terapia fisica e controllo nutrizionale. Nella dieta è necessario limitare la carne aumentando il numero di verdure e frutta.

La malattia può tornare in qualsiasi momento, quindi ai primi segni di cancro al cervello in un adolescente, è necessario vedere un medico.

Il bambino ha bisogno di essere spiegato che deve stare attento al sole, e l'adolescente deve capire che le cattive abitudini possono provocare una ricaduta del tumore.

Previsione - quanto vivo dopo l'intervento chirurgico

La prognosi dipende dallo stadio di sviluppo della neoplasia. La posizione del tumore e l'età del paziente, così come la presenza di metastasi. Se il tumore si è diffuso ad altre parti del cervello o degli organi, la prognosi peggiora. Nella terza fase, la malattia è quasi impossibile da curare.

All'ultimo, quarto stadio, tutte le azioni dei medici hanno lo scopo di alleviare i sintomi, riducendo il dolore. L'esito fatale è inevitabile.

Il successo del trattamento anche nelle fasi iniziali, quando il tasso di sopravvivenza è elevato, dipende dall'umore del paziente e dei suoi parenti.

conclusione

Se al bambino è stato diagnosticato un tumore al cervello, i genitori non dovrebbero disperare. Nella maggior parte delle situazioni, il tumore può essere rimosso se non interessa i centri nevralgici importanti e si trova nell'area dell'accesso chirurgico.

Il danno più lungo al tronco si sviluppa, quindi i genitori devono essere attenti ai cambiamenti nel comportamento e nella psiche del bambino.

I sintomi di un tumore al cervello nei bambini

I tumori cerebrali sono malattie che si formano a causa della divisione cellulare non fisiologica. Nuove crescite crescono da cellule che non si sono ancora completamente formate, formando tessuto patologico. Hanno messo pressione su parti importanti del cervello, causando interruzioni in un certo numero di sistemi del corpo nel suo insieme e portando a cambiamenti cerebrali. Purtroppo, negli ultimi anni, il numero di rilevazioni di questa malattia nei bambini è aumentato in modo significativo. I sintomi di un tumore al cervello nei bambini possono essere sfocati, fino a quando appare un grande tumore. Tuttavia, un genitore attento è in grado di notare le prime manifestazioni della malattia nel comportamento o nel benessere del bambino.

Caratteristiche dello sviluppo della patologia nell'infanzia

La patologia in via di sviluppo nel cervello colpisce l'intero corpo nel suo complesso. Il sistema nervoso centrale controlla le funzioni più importanti della vita: respirazione, battito cardiaco e organi. La malattia non trattata progredirà rapidamente. Come risultato della procrastinazione, la vita del bambino sarà minacciata. Pertanto, è molto importante notare i suoi segni nelle prime fasi di sviluppo. Di norma, i primi sintomi di un tumore al cervello nei bambini compaiono un anno e mezzo dopo. A volte dopo venti mesi.

I tumori cerebrali nei bambini sono quasi la malattia più comune in oncologia pediatrica. Si trovano in ogni quinto caso di neoplasie in pediatria. Solo le leucemie, che sono comuni nel 30% dei casi, sono davanti a loro.

Il cervello di un bambino è diverso da un adulto. Formazioni patologiche in esso crescono rapidamente. E anche nel caso di formazioni benigne. Un tumore al cervello in un bambino porta alla spremitura dei tessuti. In alcuni casi, una completa cessazione della circolazione del sangue può iniziare in varie aree del cervello. Le cellule anormali germinano rapidamente nelle strutture vicine, interrompono il lavoro dell'intersezione ottica, così come il cervelletto, i ventricoli e il tronco cerebrale nei bambini. Un tumore porta a disturbi periodici o permanenti:

  • si verificano problemi di udito;
  • il coordinamento è rotto;
  • cambiamenti di sensibilità;
  • la visione si deteriora;
  • si verificano cambiamenti mentali;
  • i sistemi respiratorio e cardiovascolare funzionano con menomazioni;
  • difficoltà a deglutire;
  • l'asimmetria di un sorriso è mostrata;
  • debolezza dei muscoli del viso;
  • mancanza di risposte dolorose agli stimoli.

I principali segni dell'inizio e dello sviluppo della malattia nei neonati

La caratteristica più importante dei pazienti giovani è la loro abilità mentale ancora poco sviluppata. Il bambino non può capire autonomamente cosa gli sta succedendo. Non è in grado di associare la sua riluttanza a giocare con un leggero mal di testa, un cattivo umore - con nausea inespressa. I sintomi che un adulto identifica facilmente e possono spiegare al bambino spesso rimangono vaghe sensazioni di fondo. Pertanto, se il bambino è molto piccolo, allora devi imparare a capirlo, notando la stranezza nel comportamento, a vedere le più lievi manifestazioni fisiologiche atipiche. Vale la pena ricordare che i sintomi di un tumore già grande appariranno rapidamente.

Nei bambini dovrebbe prestare attenzione ai seguenti segni:

  • intossicazione senza motivo apparente;
  • malessere grave;
  • gonfiore dei linfonodi in tutto il corpo;
  • leucocitosi nelle analisi del sangue;
  • logoramento.

Nei neonati, lo stato del cranio cambia. Questa è una conseguenza diretta della rapida crescita del tessuto cerebrale e della pressione intracranica. Esternamente, il cranio sta scoppiando con una divergenza di cuciture ossee. Potrebbe essere la protrusione evidente della fontanella o un aumento irregolare della dimensione della testa. Le vene si gonfiano. Compare una mesh venosa collaterale. Il bambino sposta istintivamente la testa nella direzione opposta al tumore. Sta cercando una postura confortevole, che si calma costantemente nella stessa posizione. Un neonato spesso vomita e si sente male, indipendentemente dal pasto. Potrebbe smettere di rispondere ai suoni. L'udito è ridotto. A causa della compressione della sindrome di dislocazione del cervello si forma. Oltre alla deformazione del cranio e all'indebolimento dell'udito, descritti sopra, si sviluppa anisocoria. Gli studenti diventano diverse dimensioni. Inoltre, gli occhi non rispondono alla luce. Il bambino sviluppa distonia. Per tutti i tipi di neoplasie, la comparsa della sindrome da lussazione è caratteristica come conseguenza di un cervello schiacciato. Un tumore al cervello nei bambini in una zona porta a ipertensione ed emorragia in aree sane e non colpite. I tessuti si gonfiano nelle cavità vuote, interrompendo il flusso sanguigno e il deflusso del fluido.

È nei neonati che i tumori neoplastici nel cervello portano all'idrocefalo. Questo è osservato nella posizione di un tumore al cervello nei bambini nella regione centrale del tronco cerebrale. L'OGM complica il deflusso del liquido cerebrospinale. Nei neonati la pressione sanguigna aumenta, le orecchie, costantemente mal di testa. Il mal di testa porta a nuovi impulsi emetici. Una caratteristica caratteristica è anche l'aumento della pressione intracranica.

Il bambino piange all'infinito con un suono monotono e specifico. Può avere reazioni oculomotorie incontrollate, spasmi degli occhi, movimenti irregolari del "sole al tramonto".

Un tumore del tronco cerebrale nei bambini piccoli spesso porta allo strabismo. Inoltre, il bambino può iniziare a crampi, apparire in determinati periodi di sbiadimento e i movimenti delle braccia diventano caotici. Il tronco cerebrale include nervi lunghi nella sua struttura. Forniscono sensibilità e forniscono ai muscoli i segnali giusti, gli impulsi nervosi. Se questa sezione del sistema nervoso centrale è danneggiata, appare una motilità muscolare specifica e più complessa. Inoltre, il bambino ha interrotto le espressioni facciali. I sintomi dell'OGM in un bambino dipendono direttamente dalla sua posizione e dimensione, così come dall'età del bambino. La clinica in bambini di età superiore a tre anni e neonati è molto diversa.

Quadro clinico dell'OGM nei bambini di età superiore a tre anni

L'incidenza di picco di OGM si verifica all'età da tre a nove anni. A differenza dei neonati e dei bambini piccoli, all'età di tre anni il bambino può già spiegare che ci sono stati alcuni cambiamenti nel suo benessere. Può, ad esempio, lamentarsi di un mal di testa e che l'antidolorifico non lo aiuta. Naturalmente, il bambino sarà in grado di spiegare, se l'adulto fa correttamente domande. È meglio che i genitori facciano affidamento sulla loro vigilanza piuttosto che aspettare che il bambino faccia riferimento a strane sensazioni. Gli adulti dovrebbero essere vigili se:

  • il bambino diventa più letargico, irritabile dal normale sforzo;
  • vuole dormire di più o viceversa è iperattivo;
  • sta rapidamente cambiando i tratti del carattere, le reazioni fondamentali del comportamento;
  • c'è interesse per gli ex hobby;
  • l'andatura cambia, zoppicando o zoppicando leggermente;
  • il coordinamento dei movimenti è rotto;
  • il bambino dimentica rapidamente cose importanti;
  • c'è un netto calo delle prestazioni nel processo di apprendimento;
  • il bambino perde la capacità di pronunciare quei suoni che in precedenza erano facili per lui, e inoltre cessa di costruire frasi correttamente;
  • la parola è diventata molto veloce, sfocata, con suoni passanti e finali alimentari;
  • il bambino cominciò a parlare monotono, lentamente, come se cantasse parole ordinarie;
  • convulsioni epilettiche a breve termine, perdita di coscienza, convulsioni cloniche e toniche si verificano regolarmente;
  • ci sono emorragie nasali, così come un aumento del sanguinamento, anche dopo un taglio normale;
  • incontinenza di urina, feci;
  • la vista e l'udito del bambino sono compromesse;
  • un aumento dei linfonodi;
  • il bambino cominciò a rimanere indietro rispetto ai suoi pari fisicamente e mentalmente;
  • il bambino non risponde agli oggetti in fiamme, non prova dolore con una irritante appropriata;
  • c'erano lamentele del bambino per intorpidire gli arti, dolore alle braccia e alle gambe, fastidiosi dolori articolari;

Nelle prime fasi dello sviluppo di un tumore cerebrale in un bambino e in un adulto, uno dei sintomi più facilmente diagnosticati è il gonfiore dei dischi del nervo ottico. Si manifesta come congestione circolatoria del fondo. Vedi questo segno può oftalmologo. Tuttavia, il genitore può inviare un bambino per l'esame se il bambino si lamenta di una sensazione periodica di fusione sfocata, intensa dei punti e pelle d'oca al mattino.

Di regola, i dischi edematosi appaiono simultaneamente in entrambi gli occhi. Sono ugualmente pronunciati. Meno spesso, il gonfiore si forma dapprima su un lato e solo dopo alcune settimane diventa simmetrico. I medici suggeriscono che ciò deriva da un aumento della pressione intracranica. Più veloce è il pompaggio, più intensa sarà l'immagine dei dischi rigonfi. Se il paziente aumenta la pressione intracranica progredisce lentamente, quindi il ristagno dei dischi aumenta per diversi mesi. È molto importante avere il tempo di notare questo sintomo di un tumore in un bambino, mentre la malattia non è ancora accompagnata da forti mal di testa. I loro figli soffrono molto duramente.

A differenza della neurite ottica, dove c'è una forte diminuzione della vista, la congestione del disco si verifica sullo sfondo della normale nitidezza degli occhi. E mentre non eliminando la causa, il risultato sarà un'atrofia del nervo ottico a causa della costante stagnazione del sangue. Nel corso del tempo si formano cambiamenti atrofici persistenti nell'occhio. E se il processo è andato abbastanza lontano, allora la visione inizia a declinare. Anche la rimozione di un tumore - un'operazione per normalizzare la pressione intracranica - non corregge più la situazione. Sfortunatamente, in alcuni casi, nonostante il tempestivo trattamento dell'ipertensione, il gonfiore dei dischi visivi termina in completa cecità. La stagnazione dei dischi consente la diagnosi di un tumore al cervello nei bambini e nei giovani. In età più matura, specialmente negli anziani, anche con grandi neoplasie, i fenomeni edematosi negli occhi potrebbero non svilupparsi. Il fatto è che lo spazio della riserva subaracnoidea aumenta con l'età a causa della morte delle cellule nervose.

I sintomi di un tumore maligno non sono diversi da quelli benigni. Negli ultimi quindici anni, i bambini sono stati diagnosticati più spesso con malattie oncologiche. Questo può essere collegato allo sviluppo di metodi di ricerca e diagnosi più accurate. Le prognosi più sfavorevoli sono i pazienti con sarcoma e la localizzazione di un tumore nel tronco cerebrale. Nella maggior parte dei casi, per tali pazienti la malattia è fatale.

Oggi esiste un metodo di esame rapido, indolore e sicuro per un tumore cerebrale nei bambini. L'imaging a risonanza magnetica è considerato l'esame più informativo e accurato. La risonanza magnetica è in grado di rilevare anche minuscole neoplasie nel corpo, variazioni dello stelo e crescite anormali nel cervello. Anche per la diagnosi di tomografia computerizzata ampiamente utilizzata.

La prossima fase dello studio della natura della malattia sarà una biopsia. La procedura è dolorosa. Porta a una violazione dell'integrità del corpo e ha alcuni rischi. Un campione di tessuto patologico viene prelevato per l'analisi. Dopo aver studiato il biomateriale, gli esperti concludono sullo sviluppo di un processo di neoplasia benigno o maligno.

I sintomi di un tumore al cervello nei bambini

I tumori del cervello nei bambini sono la formazione di cellule anormali nel tessuto cerebrale. Questa patologia è considerata oggi una delle forme più comuni di cancro nell'infanzia.

La malattia colpisce aree che controllano importanti funzioni che influenzano l'attività vitale di un bambino, e la prognosi per la salute e la vita dipende dalla tempestività di riferimento ad uno specialista. Pertanto, è necessario conoscere i primi sintomi e i principali segni della comparsa di neoplasie cerebrali. Questo aiuterà a diagnosticare il tumore nel tempo e scegliere la giusta strategia di trattamento.

Manifestazioni di patologia nell'infanzia

Le neoplasie cerebrali nei bambini costituiscono dal 15 al 20% di tutti i tumori in oncologia pediatrica, seconda solo alla leucemia (25-30%).

La particolarità di questa patologia nei bambini è la tendenza anche di strutture patologiche benigne a crescere rapidamente, a germinare in strutture, a spremere i tessuti e a interrompere o interrompere completamente il flusso di sangue in alcune aree del cervello del bambino. Ciò porta a cambiamenti o disturbi transitori o persistenti di importanti funzioni delle strutture cerebrali interessate (tronco, cervelletto, ventricoli, chiasma ottico):

  • menomazione motoria;
  • cambiamenti di sensibilità;
  • disturbi di coordinazione;
  • problemi con l'udito, la vista;
  • compromissione del funzionamento di alcuni sistemi corporei (respiratorio, cardiovascolare, deglutizione);
  • cambiamenti mentali.
Pertanto, la diagnosi precoce della malattia e le corrette tattiche di trattamento sono la base per una prognosi favorevole per la vita e la salute del bambino, nonché una garanzia del suo pieno recupero.

Sintomi principali

Il quadro clinico della malattia nell'infanzia ha le sue caratteristiche ed è determinato, da un lato, dall'immaturità del sistema nervoso, dall'altro dall'alta adattabilità e plasticità. Pertanto, nella maggior parte dei casi, la malattia per lungo tempo può essere asintomatica e i suoi sintomi compaiono quando il tumore raggiunge dimensioni relativamente grandi.

I primi sintomi di avere un tumore al cervello nei bambini:

  • irritabilità, cambiamento di interesse nelle attività e nei giochi preferiti;
  • capricciosità, pianto senza causa di un bambino (nei neonati e nei bambini piccoli), frequenti denunce di mal di testa;
  • nausea, vomito, più spesso al mattino e non dipende dall'assunzione di cibo;
  • riduzione o compromissione della vista (ghosting, sfocatura), udito;
  • difficoltà a camminare, cambio di andatura, coordinazione dei movimenti;
  • cambiamenti nella parola, nella memoria;
  • attacchi di convulsioni, epifrazione, perdita di coscienza a breve termine;
  • frequenti epistassi;
  • respirazione alterata, deglutizione, minzione o movimenti intestinali;
  • disturbi endocrini.

Tutti questi segni neurologici sono associati con la soppressione delle normali strutture cerebrali, la germinazione e l'infiltrazione di tessuti sani o con il deflusso ritardato del liquido cerebrospinale e l'aumento della pressione intracranica.

Segni della malattia e caratteristiche della loro manifestazione nei bambini

  1. Il mal di testa è duraturo, intenso, ha un carattere persistente o parossistico, non diminuisce dopo l'assunzione di antidolorifici, spesso nausea, vomito, udito o problemi alla vista sono spesso osservati sullo sfondo del mal di testa. Nei neonati, questo sintomo si manifesta con ansia costante o periodica, pianto, disturbi del sonno e rifiuto di mangiare.
  2. Il vomito avviene senza una causa visibile, spesso al mattino o sullo sfondo di un aumento dell'intensità del mal di testa, mentre il tumore cresce, c'è un aumento nella manifestazione di questo sintomo della malattia.
  3. Un bambino diventa pigro, capriccioso, sonnolento, si stanca rapidamente e perde interesse per i giochi e le attività precedenti, o viceversa, irritabilità, iperattività, tratti caratteriali e cambiamenti del comportamento.
  4. Compaiono disturbi del movimento, che si manifestano con un cambiamento di andatura (zoppia, incoordinazione).
  5. Deterioramento delle prestazioni scolastiche, dimenticanza, perdita di memoria.
  6. Un cambiamento nel discorso è lento, scansionato e discorso veloce, disprezzo per i singoli suoni, parole, una violazione della costruzione di frasi.
  7. Epilessia sintomatica - manifestata da vari tipi di crisi epilettiche senza formare un focus di epilessia (assenze, perdita di coscienza, attacchi di cloniche e / o convulsioni toniche di varia intensità e durata).
  8. Altri sintomi (alterazione della vista, perdita dell'udito, deglutizione, respirazione, epistassi, incontinenza di urina e feci).

Sintomi clinici dell'inizio del tumore e crescita nei bambini piccoli

È importante sapere che i sintomi di un tumore al cervello nei neonati e nei bambini piccoli sono diversi dalle manifestazioni cliniche della malattia negli adolescenti e nei pazienti adulti.

Le caratteristiche delle neoplasie intracerebrali nei bambini piccoli includono lo sviluppo dell'idrocefalo interno, che si spiega con la posizione mediana del tumore nel tronco cerebrale, il chiasma ottico e il cervelletto con germinazione nei ventricoli laterali. Ciò interrompe il deflusso del liquido cerebrospinale e si verificano i seguenti sintomi.

Primi sintomi caratteristici della malattia nei bambini:

  • aumento della circonferenza della testa, che supera in modo significativo le norme di età della crescita, la deformazione delle ossa del cranio, l'asimmetria della testa - un aumento del lato del tumore;
  • rigonfiamento delle fontanelle, divergenza della cucitura;
  • aumenta la griglia dei vasi sanguigni sulla testa, le vene sporgenti;
  • c'è un ritardo nello sviluppo fisico e psico-emotivo del bambino;
  • il bambino piange costantemente, spesso piangendo è monotono, il che indica un costante mal di testa;
  • rigurgito frequente e abbondante, conati di vomito, vomito, non associato al mangiare;
  • i movimenti dei bulbi oculari cambiano, i sintomi oculari appaiono sotto forma di spasmi, strabismi, movimenti irregolari nella forma del "sole al tramonto";
  • convulsioni, sbiadimenti, movimenti caotici delle maniglie di un bambino.

Manifestazioni cliniche del tumore negli scolari e negli adolescenti

Sintomi della presenza di tumori nei bambini in età scolare:

  1. Frequenti lamentele di mal di testa parossistico o persistente
  2. Letargia costante, debolezza, sonnolenza.
  3. Significativo calo delle prestazioni scolastiche, memoria.
  4. Irritabilità, cambiamento nel comportamento del bambino.
  5. Nausea persistente, vomito, non associato al mangiare
  6. Perdita persistente di appetito
  7. Cambia andatura, discorso, scrittura a mano.
  8. Vertigini.
  9. Visione e udito compromessi.
  10. Convulsioni, perdita di coscienza.

Segni della malattia, a seconda della posizione del tumore

Le neoplasie intracerebrali più frequentemente diagnosticate (90-95%), che si trovano lungo la linea mediana rispetto alle strutture cerebrali (tumori del tronco, chiasma ottico, cervelletto, aree III e IV dei ventricoli del cervello).

Questi sono principalmente tumori di origine neuroepidermica. Molto spesso, ai bambini viene diagnosticato il glioma, che costituisce il 70% di tutte le neoplasie cerebrali benigne e dei meningiomi.

Caratteristiche della manifestazione di tumori localizzati nella fossa cranica posteriore, nel cervelletto e nei ventricoli del cervello:

  1. Corso lungo asintomatico.
  2. Inizialmente, appaiono segni di aumento della pressione intracranica:
    • aumento della circonferenza della testa;
    • rigonfiamento e stress di fontanella;
    • rigurgito e vomito;
    • costante ansia e mal di testa (nei bambini più grandi);
    • rafforzamento della rete venosa e rigonfiamento delle vene della testa;
  3. Andatura instabile, tremore alle mani, vertigini e altri disturbi vestibolari (nella sede del tumore nel cervelletto o nella sua germinazione nella sua struttura dal tronco cerebrale).

Neoplasia del tronco cerebrale

Questa è la localizzazione più comune dei tumori cerebrali. Sono formati da cellule gliali.

Le neoplasie benigne del tronco crescono lentamente e possono non essere sentite per anni.

Esistono diversi tipi di neoplasie:

  1. Istruzione primaria:
    • tumori esofitici del gambo (che germina dal cervelletto o dai ventricoli laterali);
    • neoplasie all'interno del tronco;
  2. Tumori secondari (nella maggior parte dei casi si tratta di metastasi da altri organi o strutture cerebrali).

Nel tronco cerebrale ci sono strutture che regolano le principali funzioni vitali del corpo del bambino - il centro della respirazione e dell'attività cardiaca, i movimenti oculari, le espressioni facciali, la deglutizione, l'udito e il parlare.

I principali sintomi della comparsa di un tumore al cervello principalmente nel tronco includono:

  • strabismo e movimento oculare alterato;
  • affrontare l'asimmetria;
  • perdita dell'udito;
  • spasmi degli occhi, facendoli rotolare su o giù;
  • ridotto tono muscolare;
  • vertigini;
  • deglutizione ingannevole, soffocamento mentre si mangia o si beve;
  • cambiamenti respiratori (respiro aumentato, superficiale o rumoroso);
  • sintomi di funzionamento alterato del sistema cardiovascolare (battito cardiaco accelerato o rallentato, interruzioni del lavoro cardiaco, diminuzione o aumento della pressione arteriosa).

Con la comparsa anche di uno dei sintomi del danno al tronco cerebrale in un bambino, è necessario contattare immediatamente uno specialista, un neurologo pediatrico.

Cause e metodi di trattamento delle neoplasie cerebrali nei bambini

Il cervello è responsabile di tutti i processi che si verificano nel corpo. Una lesione focale di una delle sue parti porta a gravi complicazioni, che spesso portano alla morte. Il cancro al cervello nei bambini differisce da altre patologie per aggressività, localizzazione preferenziale nella linea posteriore o centrale del cervello. La formazione è formata nella ghiandola pituitaria o IV ventricolo, che colpisce diversi lobi, colpisce il tronco cerebrale. Nell'infanzia, spesso si sviluppa una neoplasia primaria intracerebrale.

Cos'è? patogenesi

Varie formazioni intracraniche, unite da gruppi di natura maligna o benigna, si verificano quando la divisione patologica incontrollata di cellule atipiche. Neoplasie o tumori cerebrali nei bambini (OGM) si sviluppano da varie cellule, comprese le cellule embrionali.

A volte vengono rilevate crescite congenite che si formano durante lo sviluppo fetale. La malattia influenza le funzioni vitali e i riflessi, influenzando lo stato dell'organismo nel suo complesso. Questa è la forma più comune di tutti i tumori infantili. L'OGM colpisce allo stesso modo sia i ragazzi che le ragazze.

motivi

I medici non conoscono ancora le cause esatte del cancro. È noto che la maggior parte delle neoplasie cerebrali congenite sono la patologia dello sviluppo embrionale. Il feto ha un effetto negativo:

  • Malattie infettive della madre (AIDS, tubercolosi, sifilide).
  • Alcolismo materno, dipendenza da droghe e fumo.
  • Lesioni al parto e al parto.

Non escludere gli effetti dannosi dell'esposizione alle radiazioni, dell'esposizione alle sostanze chimiche in gravidanza e dopo la nascita. È stato suggerito che il cancro al cervello nei bambini sia causato dal cloruro di vinile. Questo pericoloso gas incolore viene usato per produrre plastica. Spesso le mutazioni genetiche (sindrome di Rotmund-Thomson, Gorlin-Golttsa) provocano la formazione di un tumore. È stato dimostrato che le malattie oncologiche sono ereditate.

Anche un adulto non può predire che avrà un cancro al cervello. Inoltre, i genitori non possono influenzare il decorso della malattia in un bambino. Il loro compito principale è l'individuazione tempestiva di sintomi e trattamenti pericolosi per i medici.

Classificazione e specie

Il tumore al cervello diagnosticato nei bambini è classificato in base a diverse caratteristiche:

  • Una neoplasia benigna cresce gradualmente, non penetra nel tessuto circostante. È pericoloso che crescendo, comprime le parti adiacenti del cervello, provocando l'insorgere di sintomi clinici.
  • Formazioni maligne includono tumori a crescita rapida che si diffondono ad altre cellule dell'organo.
  • La neoplasia primaria inizia a crescere nel cervello o nel midollo spinale.
  • Le formazioni secondarie contengono cellule anormali che hanno metastatizzato dal focus primario che ha colpito un altro organo sano.

Le specie più famose e frequentemente incontrate includono:

  • Astrocitoma forma aggressiva nodulare. Questo tumore cerebrale in un bambino è localizzato nella parte posteriore del cranio.
  • Gli ependimomi si sviluppano nella parte centrale del sistema nervoso.
  • Gliomi (una neoplasia del tronco cerebrale) si formano nei tessuti che si collegano alla colonna vertebrale (la parte posteriore della testa). Più spesso è una forma aggressiva di cancro in rapida crescita. Raramente forma benigna muta a lungo e asintomaticamente. Fondamentalmente, la lesione del tronco cerebrale è maligna.
  • Il medulloblastoma inizia a svilupparsi alla base della testa nella fossa cranica posteriore. Può toccare il tronco cerebrale. Ha un carattere maligno.
  • Un tumore del nervo ottico che colpisce il tessuto che collega l'occhio al cervello.
  • Craniofaringioma, lesione congenita, benigna che si verifica nella ghiandola pituitaria.
  • Tumore di cellule embrionali, avendo una forma maligna e benigna.

Nell'infanzia, crescite anomale nell'80% dei casi sono glioma, astrocitoma o medulloblastoma. Craniofaringioma ed ependimoma sono raramente osservati.

sintomatologia

Un tumore cerebrale ingrandito in un bambino, i cui sintomi dipendono dalla posizione, dall'età e dallo sviluppo generale del paziente, può agire sulla pressione intracranica, causare idrocefalo, interferendo con il movimento del liquido cerebrospinale, promuovendone l'accumulo. Il tronco cerebrale contiene molte strutture e il decorso della malattia è sempre diverso. Spesso durante l'infanzia, le fasi iniziali sono asintomatiche. In questo sta l'astuzia della malattia.

Inoltre, un tumore al cervello causa alcuni sintomi clinici nei bambini. Spesso sono provocati da traumi cranici, malattie infettive e virali. I genitori devono essere estremamente attenti e rivolgersi immediatamente agli specialisti ai primi segni sospetti, se osservati:

  • Vomito, rigurgito della fontana, vomito, mancanza di appetito (il deterioramento di solito si nota fino a mezzogiorno).
  • Sonnolenza, apatia, debolezza, dopo aver vomitato. Nei bambini sotto i due anni, c'è un umore inspiegabile.
  • Debolezza, pallore, aspetto doloroso, aumento irragionevole della temperatura.
  • Sangue dal naso.
  • Linfonodi ingrossati.
  • Comportamento atipico
  • Perdita di interesse passato in giocattoli, oggetti, cartoni animati.
  • Movimento patologico degli occhi, dualità, visione offuscata.
  • Squilibrio causato da debolezza delle gambe, caduta su terreno piano, difficoltà nel movimento.
  • Convulsioni epilettiche, convulsioni, contrazioni degli arti.
  • Nei neonati con fontanella sciolta si nota un aumento del cranio.
  • Intorpidimento degli arti o di tutto il corpo.
  • Minzione involontaria, frequente stitichezza.
  • Ritardo nello sviluppo fisico e mentale.

Tutto ciò può indicare che un tumore al cervello può svilupparsi in un bambino, i cui sintomi sono simili ad altre malattie meno pericolose.

Fino all'età di tre anni, si osservano ulteriori sintomi:

  • Testa ingrandita
  • Bocca sporgente pulsante non troppo cresciuta.
  • Tremore degli arti
  • Testa inclinabile
  • Pianto monotono.

Segni di neoplasia, a seconda della posizione della posizione focale

Le crescite patologiche che si sono formate in diverse parti del cervello, danno sintomi non simili tra loro. In base ai problemi esistenti con determinati riflessi e funzioni, è possibile stabilire la localizzazione del focus. Con perdita di capacità motoria, perdita di forza, intorpidimento su un lato del corpo, viene diagnosticato un tumore nella parte grande e anteriore del cervello.

Con le formazioni intracraniche, compare un mal di testa, lo stato di salute peggiora, la coordinazione è disturbata. Nei bambini fino a 4 anni, letargia nota, frequente bisogno di vomitare, macrocefalia. Un tumore al cervello nei bambini è spesso causato da un rifiuto di mangiare, perdita di peso, digestione disturbata, pianto o letargia. Un neurologo diagnostica i fattori di accompagnamento - iperreflessia, danni ai nervi cranici.

Stretto, andatura ubriaca, difficoltà a deglutire quando si mangia, la sconfitta dei nervi cranici si verifica quando i tumori nel tronco cerebrale o nel cervelletto. Il cancro al cervello provoca intorpidimento del corpo, problemi con la minzione e la digestione nei bambini.

Stadio della malattia patogenesi

Un tumore al cervello in un bambino maligno è diviso in 4 gradi. Quando le prime due crescite non sono aggressive. La terapia consiste nell'eseguire l'operazione, a volte con un ciclo aggiuntivo di chemioterapia. Grado 3 e 4 sono maligni e aggressivi. Le probabilità sono metastasi e ricaduta dopo il trattamento.

  1. Inizio della crescita quando sono interessate solo le strutture superficiali. Può fluire inosservato senza alcun sintomo. Se inizierai un trattamento intensivo in questo momento, la prognosi sarà buona.
  2. La neoplasia diventa più grande, la proliferazione di cellule atipiche accelera, colpiscono altri tessuti vicini. C'è un disturbo nel lavoro del cuore e del sistema vascolare. Il trattamento in questa fase dà possibilità di recupero in 2/3 dei casi.
  3. La malattia progredisce rapidamente, le metastasi colpiscono il sistema linfatico. Aumento della pressione intracranica, motivo per cui i sintomi generali aumentano. La condizione del bambino sta peggiorando. Lui perde peso, mangia male, costantemente vuole dormire, diventa rapidamente sovraccarico di lavoro, la sua pelle del viso diventa pallida. Spesso, la malattia viene rilevata solo in questa fase, quando il trattamento non è praticamente efficace.
  4. Il cancro si diffonde in tutto il cervello. Vividamente manifestate varie violazioni, a seconda della posizione della fonte. Perdita di vista, udito, allucinazioni compaiono, arti paralizzanti. Spesso ci sono crisi epilettiche. Un tumore al cervello nei bambini in questa fase non è soggetto a intervento chirurgico. Il trattamento ha lo scopo di alleviare il paziente da gravi sintomi.

diagnostica

Un neurologo o pediatra raccoglie l'anamnesi, valuta le condizioni del bambino. Il medico scoprirà quando si sono verificati i primi sintomi, se ci sono stati casi di cancro nei parenti. Nominato dal sondaggio, che rileva i disturbi nel cervello e nel sistema nervoso. Viene testata la sensibilità al dolore e al tatto, vengono valutati il ​​lavoro muscolare, i riflessi e la coordinazione. Potrebbe essere necessario consultare un oculista che, dopo aver esaminato il fondo dell'occhio, determinerà se la pressione intracranica è aumentata.

Per stabilire una diagnosi accurata viene utilizzato:

  • Computer e risonanza magnetica. Forniscono immagini accurate del cervello, rivelano la posizione del tumore, la sua struttura, la sua dimensione. Usando un mezzo di contrasto nella tomografia a risonanza magnetica, è possibile rivelare se ci sono metastasi nel midollo spinale.
  • Nei bambini, un'ecografia della testa viene effettuata attraverso la molla senza molla.
  • L'area interessata può essere esaminata mediante raggi X.
  • Per lo studio della circolazione del sangue nelle navi che usano l'angiografia.

Il medico determina il metodo di ricerca, a partire dall'età del paziente, ereditarietà, natura dei sintomi. Dopo la diagnosi, il bambino viene ricoverato in ospedale nel reparto di oncologia per i test necessari e il trattamento appropriato.

Dalla neoplasia prendi il biomateriale per la ricerca sull'istologia. Un ago sottile viene inserito nel cervello usando una macchina ad ultrasuoni. Quindi determinare le ulteriori tattiche di trattamento. In alcuni tipi di neoplasia, l'analisi per la determinazione dell'istologia non è necessaria (ad esempio, per un tumore del nervo ottico).

Trattamento OGM

Un tumore al cervello in un bambino di natura maligna e benigna è trattato in modo completo. I medici usano misure radicali:

  • Intervento chirurgico
  • La chemioterapia.
  • L'irradiazione.

Con l'intervento chirurgico, il cranio viene aperto, la formazione viene parzialmente o completamente rimossa. Quindi una parte del cranio viene rimessa. La craniotomia viene eseguita solo con tumori primari.

La rimozione parziale di una neoplasia viene eseguita quando si trova nel cervello stesso, e l'intervento esterno può aggravare la condizione. Questo viene fatto al fine di ridurre la pressione intracranica ed eliminare l'ipertensione CSF. Gli esperti cercano di rimuovere il tessuto interessato al massimo.

Per gestire la crescita o meno, i medici decidono sulla consultazione. Tutto dipende da:

  • Qual è la dimensione del tumore sulla testa di un bambino.
  • Qual è la posizione e il tipo di neoplasma.
  • Qual è la condizione del paziente.

La craniotomia con intervento cerebrale è una procedura molto complicata, pericolosa e traumatica. Possibili complicazioni:

  • Gonfiore.
  • Danni al cervello
  • Ottenere un infezione.
  • Bleeding.
  • Esito mortale.

Ma questo è il metodo di trattamento più efficace oggi. Il rischio di complicazioni e gravi conseguenze riduce la tecnologia moderna. Durante l'operazione, l'uso di risonanza magnetica e CT, mostrando chiaramente i frammenti da rimuovere. Questo metodo è chiamato trapanazione stereotassica.

In caso di idrocefalo, uno scarico viene installato sul paziente, portando il liquido accumulato verso l'esterno. Questo sistema viene rimosso dopo 2 settimane.

Un metodo efficace è lo smistamento, che crea il drenaggio sottocutaneo. Il liquore passa attraverso il tubo dal cervello ad altre parti del corpo, distribuite uniformemente in tutto il corpo. Qualsiasi operazione comporta conseguenze e rischi indesiderati. Prima del trattamento, è necessario conoscerli dal proprio medico.

Dopo la rimozione chirurgica di una parte o di tutto il tumore cerebrale nei bambini, è possibile che le cellule atipiche si trasferiscano su altri organi anche dopo anni. I pazienti con diagnosi di OGM dovrebbero essere regolarmente esaminati per prevenire il ripetersi.

Trattamento postoperatorio

A seconda dei risultati della tomografia, al paziente viene prescritto un ciclo di chemioterapia e radioterapia. Cercano di non fare i loro bambini, perché c'è il rischio di un ritardo nella crescita e nell'ulteriore sviluppo. Decidendo sul regime di trattamento, lo specialista spiega ai genitori tutti i dettagli del trattamento e prende una decisione insieme a loro.

  • Radioterapia L'irradiazione viene effettuata 2-3 settimane dopo il trapianto. I raggi gamma nella dose prescritta vengono inviati all'area in cui si sono accumulate le cellule malate rimanenti. Se si trovano un gran numero di metastasi, l'intera testa è esposta alle radiazioni. La radioterapia è utilizzata per tumori maligni e tumori benigni.
  • La chemioterapia. Un tumore cerebrale nei bambini, i cui sintomi si manifestano inizialmente nel mal di testa, nausea, vomito, vertigini, viene trattato con la chemioterapia dopo l'intervento. I prodotti chimici distruggono le cellule tumorali. I farmaci vengono assunti per via orale, iniettati per via endovenosa secondo uno schema specifico. A volte, per ridurre la neoplasia, la chimica viene utilizzata in combinazione con la radiazione. Dopo il trattamento, i pazienti rimangono in ospedale per diverse settimane per la riabilitazione.

Spesso, l'OGM ha una prognosi sfavorevole. Qualsiasi disturbo in questo corpo, per non parlare dei focolai del cancro e dell'intervento chirurgico, influisce negativamente sulla condizione umana. Ma nell'infanzia e nell'adolescenza, il corpo si riprende più velocemente.

Le proiezioni dipendono dalla malignità della neoplasia e dallo stadio di abbandono. Perché i tumori cerebrali si sviluppano nei bambini è sconosciuto e non ci sono metodi preventivi speciali. Le donne incinte dovrebbero abbandonare cattive abitudini, evitare l'esposizione, sottoporsi a esami raccomandati dal ginecologo.

Data di pubblicazione: 04/21/2017

Neurologo, riflessologo, diagnostica funzionale

Esperienza 33 anni, la categoria più alta

Competenze professionali: diagnosi e trattamento del sistema nervoso periferico, malattie vascolari e degenerative del sistema nervoso centrale, trattamento del mal di testa, sollievo delle sindromi dolorose.