yurburo61.ru

La scelta a favore di uno o un altro tipo di trattamento viene effettuata in base alle condizioni generali della persona e all'aggressività della malattia. La disponibilità di attrezzature moderne, medici esperti, un approccio individuale e personale medico ben addestrato - questa è la chiave per il successo nel trattamento della malattia di Hodgkin nella clinica europea di Mosca. Puoi iscriverti all'Ospedale Oncologico:

  • per telefono: +7 (925) 191-50-55
  • compilare: RICHIESTA ALLA CLINICA
  • via email: [protetto da email]
  • Indirizzo della clinica: Mosca, st. Dukhovskoy per., 22b

Controlli e trattamenti, in Germania - Istituto «DIAGNOSTIX» +7 (495) 66 44 315 la cura del cancro in Israele senza intermediari - il loro centro di cancro.

503 servizio temporaneamente non disponibile

La linfogranulomatosi (malattia di Hodgkin) è più comune nei giovani - da quindici a trenta anni. Oncologi ed ematologi hanno recentemente imparato a curare questa malattia. Cosa cercare per rilevare la linfogranulomatosi in se stessi e non iniziare una malattia? - La paura dovrebbe causare un ingrossamento dei linfonodi, un nodulo sotto l'ascella, sul collo o all'inguine; perdita di peso e frequenti casi di aumento della temperatura fino a 38 ° e oltre; sudorazione abbondante di notte; aspetto prurito; debolezza generale.

Linfomi non Hodgkin

  • infezioni (40% dei casi - mononucleosi);
  • effetti di agenti cancerogeni (erbicidi, pesticidi);
  • HIV / AIDS, danni al sistema immunitario;
  • predisposizione genetica e genetica.

Diagnosi della malattia di Hodgkin nella clinica europea di Mosca Per confermare la diagnosi in clinica, un'analisi istologica dei linfonodi viene effettuata mediante biopsia.

Si può ereditare il cancro della linfa?

Viene anche utilizzata la divisione dei linfomi non Hodgkin per il tasso di progressione della malattia. Assegni linfomi non-Hodgkin aggressivi e indolenti. I linfomi indolenti possono in alcuni pazienti trasformarsi in quelli aggressivi.
In alcuni pazienti, la malattia può svilupparsi ad un tasso medio. Perché questa mutazione si verifica è ancora sconosciuta. Tuttavia, i medici suggeriscono che la causa - pesticidi e diserbanti. Si presume che la causa di questi linfomi possa essere un virus, come ad esempio il virus Epstein-Barr o l'HIV. Sospettato di coinvolgimento nello sviluppo di linfomi non Hodgkin e Helicobacter pylori. Queste malattie non sono ereditate. Tuttavia, ci sono alcuni fattori ereditari che aumentano il rischio di sviluppare linfomi non Hodgkin. Il rischio di sviluppare linfoma non Hodgkin aumenta nel corso degli anni.


Pertanto, tra i giovani di età compresa tra i 20 ei 24 anni, il tasso di incidenza è di 2,4 persone per 100.000 abitanti.

megakaryoblastoma

Paradossalmente, le malattie con un alto grado di malignità sono più suscettibili al trattamento e hanno una prognosi di maggior successo. Metodi di trattamento di linfoma: - chemioterapia (farmaci approvati in Israele) - radioterapia - trapianto di midollo osseo - metodo di trattamento immunoterapia è determinato dal medico in base ai risultati del sondaggio in Israele. -------------------------------------------- Chiedi a un dottore o fissa un appuntamento si può al numero +972 54-885-7831, e-mail: [email protected] o compilando il modulo di contatto e ti risponderemo al più presto possibile e sarà felice di aiutare saluti, squadra ResultMed più grande Istituto di Oncologia Israele, farmaci per il trattamento del linfoma in Israele a cellule T Linfoma a linfoma a cellule T (o linfoma T-linfoblastico) si verifica quando si verifica un cambiamento nei linfociti che influenza la divisione e la distribuzione di queste cellule.

Linfoma: tipi, diagnosi, metodi di trattamento e prognosi

Più... La sclerosi nodulare (malattia di Hodgkin) - la forma più comune di linfoma di Hodgkin, che si verifica nei giovani, per lo più da 28 anni. Il linfoma a cellule miste è il secondo tipo più comune di malattia di Hodgkin, che si trova negli uomini e, nella maggior parte dei casi, è associato al virus di Epstein-Barr. Metodi diagnostici per linfoma di Hodgkin e forme non Hodgkin

  • Esame del sangue
  • PET-CT (tomografia a emissione di positroni di tutto l'organismo per la presenza di processi patologici in qualsiasi parte del corpo)
  • Biopsia + esame istologico
  • Consultazione di un hematologist (diagnosi e raccomandazioni per trattamento)

I metodi di trattamento del linfoma in Israele prognosi e il trattamento di questa malattia è diverso per il linfoma di Hodgkin e non Hodgkin-di tutti i tipi, e dipende anche dal grado di aggressività della malattia.

Trattamento linfoma

Nel caso in cui la malattia sia diagnosticata in una fase avanzata, il trattamento principale è la chemioterapia. A volte il linfoma di Hodgkin risponde male alla chemioterapia standard. Poi i medici della clinica prescrivono chemioterapia ad alte dosi, che è supportata da cellule staminali.

La chemioterapia presso la clinica europea di Mosca prevede l'uso di farmaci anti-cancro, che hanno lo scopo di distruggere le cellule linfatiche. Il farmaco rileva le cellule affette da cancro in qualsiasi parte del corpo e ne interrompe la crescita. Tutti i farmaci sono presentati sotto forma di capsule, compresse o sotto forma di iniezioni endovenose. Di solito, i medici della clinica usano una combinazione di farmaci che il paziente deve prendere diversi giorni seguiti da una pausa (di solito diverse settimane). Questo periodo è chiamato il ciclo di trattamento.

Se il linfoma è ereditato

[Email protected] o di riempimento: - Direttore del Dipartimento di day hospital, Tel Aviv Medical Center (Ichilov) La maggior parte ematologi Israele farmaci per il trattamento del linfoma in Israele rivolga al medico o prendere un appuntamento è possibile in base al numero +972 54-885-7831, e-mail consigliato modulo di contatto Vi risponderemo al più presto e saremo felici di aiutarvi -------------------------------------- ----- Maggiori informazioni sui metodi di diagnosi e trattamento del linfoma in Israele: il linfoma può svilupparsi nei linfonodi, nella milza, comunità sono alti cervello, sangue o altri organi, formando gradualmente in un tumore delle cellule linfoidi. I principali sintomi della malattia sono un aumento e un'infiammazione dei linfonodi, talvolta accompagnata da prurito, febbre, sudorazione notturna. Esistono due tipi principali di malattia: linfoma di Hodgkin e linfoma non Hodgkin.

Il linfoma di hodgkin è ereditato

Anche una o più zone dei linfonodi possono essere colpite La lettera E accanto allo stadio della malattia significa che la malattia ha colpito non solo i linfonodi. Inoltre accanto allo stadio della malattia possono stare le lettere A o B. Queste sono le categorie di malattie in cui sono suddivisi in base al segno della presenza (A) o assenza (B) di febbre, sudorazione notturna e perdita di peso irragionevole.

La scelta del trattamento del paziente dipende dalla fase e dalla categoria. Diagnostica Per effettuare una diagnosi corretta, è necessario sottoporsi ad un esame oncologo, eseguire esami del sangue generali e biochimici, analisi delle urine, esami del sangue per gli anticorpi ai virus dell'epatite B e C. Vengono inoltre eseguite un'ecografia dei linfonodi, un'ecografia complessa degli organi interni, i raggi x dei polmoni e la puntura linfatica. nodi, puntura del midollo osseo.

Questa è una combinazione di farmaci chemioterapici:

  • adriamicina (doxorubicina),
  • bleomicina,
  • vinblastina
  • dacarbazina.

Tutti loro sono introdotti usando un contagocce. Ogni corso dura 4 settimane. Il paziente può aver bisogno di 4-6 corsi, cioè il trattamento durerà 4-6 mesi. La chemioterapia secondo il regime ABC conduce a immunodeficienza e suscettibilità alle infezioni, affaticamento, debolezza, contusioni multiple, reazioni cutanee (arrossamento, scurimento, ecc.), Perdita di capelli, sterilità, sensibilità alla luce, ecc.

Oltre alla chemioterapia, i pazienti con malattia di Hodgkin necessitano necessariamente di radioterapia. La prognosi nelle prime fasi è buona, molte persone riescono ad andare in una lunga remissione, cioè, in realtà, recuperare. Una prognosi più accurata può essere fornita solo da un medico che tenga conto dell'età del paziente, del livello di emoglobina, dei linfociti, dell'albumina, ecc.

Se il linfoma è ereditato

Il cancro è ereditato

Molte persone affette da cancro, così come i loro parenti, sono interessate alla domanda: il cancro è ereditario?

Gli oncologi sono giunti alla conclusione che l'ereditarietà gioca un ruolo nella trasmissione della suscettibilità a certe forme di cancro, le quali, a loro volta, possono essere realizzate in presenza di alcuni fattori esterni sfavorevoli.

Le malattie oncologiche che possono essere ereditate includono cancro al seno, carcinoma ovarico, cancro del colon, cancro ai polmoni, così come alcune neoplasie maligne del sistema nervoso, leucemia, cancro del rene e ghiandole endocrine.

Dati recenti di ricerca confermano che il linfoma ha anche una predisposizione genetica.

Determinazione della predisposizione

Per identificare la suscettibilità al cancro dovrebbe esaminare la storia familiare, cioè la storia delle malattie in famiglia. Le persone alle quali è stato diagnosticato un cancro nelle loro famiglie sono a maggior rischio, in particolare:

- se la famiglia ha 2 o più casi di cancro in persone sotto i 50 anni di età,
- se diversi membri della famiglia hanno simili neoplasie tumorali,
- quando si ri-rileva una neoplasia tumorale in un parente.

L'identificazione di questi segni dovrebbe causare una certa prontezza, ma, ovviamente, non significa lo sviluppo obbligatorio di un tumore maligno.

La ricerca genetica molecolare è un modo più informativo per identificare la suscettibilità al cancro. Il gene in cui si verifica la mutazione spesso diventa la causa dello sviluppo del processo maligno. Oggi gli esperti conoscono molti marcatori genetici che indicano la suscettibilità al cancro.

L'analisi genetica molecolare consente di identificare i geni "difettosi" e calcolare il rischio di trasmissione dell'ereditarietà del cancro. La consapevolezza di una persona in questa materia rende possibile la prevenzione, il rilevamento tempestivo della malattia e la terapia, oltre a prendere misure per escludere il trasferimento dei geni mutati ai discendenti.

Consideriamo più in dettaglio alcune forme di cancro che possono essere ereditate.

Predisposizione ereditaria per il cancro al seno

La predisposizione ereditaria del cancro al seno è confermata da numerosi studi scientifici. Gli scienziati hanno scoperto che geni come BRCA1 e BRCA2 sono responsabili dello sviluppo del cancro al seno. Secondo le statistiche, nel caso dell'ereditarietà di mutazioni di questi geni, la probabilità di sviluppare un cancro al seno durante la vita è di circa il 90%.

Una donna è ad alto rischio se ha un parente di sangue (madre, sorella) con cancro al seno, soprattutto se la malattia si è sviluppata in giovane età (fino a 40 anni). Si ritiene che in questo caso, il rischio di sviluppare questa patologia in una donna aumenta di 2 volte. Alle donne ad alto rischio può essere consigliato di contattare uno specialista per la consulenza genetica. Secondo i risultati di uno studio genetico, si può capire se la suscettibilità al cancro al seno ereditata dai geni BRCA1 e BRCA2 sia ereditata.

Il rilevamento di una mutazione genica non dovrebbe essere considerato una frase fatale. Questo fatto offrirà l'opportunità di adottare misure globali che forniranno diagnosi precoci e misure che possono ridurre il rischio di sviluppare la malattia. Quanto prima viene rilevata una predisposizione genetica al cancro, tanto più è probabile che impedisca le sue forme pericolose e trascurate.

Eredità nel cancro ovarico

Nel cancro ovarico, l'ereditarietà è la causa della malattia nel 5-10% dei casi. Il cancro ovarico è solitamente combinato con il cancro al seno. Per il verificarsi di un processo maligno nelle ovaie sono responsabili per gli stessi geni - BRCA1, BRCA2.

La rilevazione di un tumore in un parente di sangue (nel caso del cancro ovarico - indipendentemente dall'età) aumenta il rischio individuale di sviluppare un cancro in una donna di circa 2-3 volte. Il rischio è ancora più alto se la malattia è stata rilevata in diversi parenti stretti.

Per le donne a rischio, un'analisi genetica può determinare la presenza o l'assenza di un difetto genetico.

La rilevazione di un difetto genetico consente di effettuare una diagnosi tempestiva e prevenire le gravi conseguenze della malattia.

Predisposizione al cancro del colon

Il cancro del colon nella maggior parte dei casi si sviluppa spontaneamente, ma nel 30% dei casi si trova un legame genetico. Con la natura ereditaria della malattia, si verifica la poliposi adenomatosa familiare del colon (poliposi intestinale).

Questa malattia è considerata una lesione intestinale benigna, ma a determinate condizioni, i polipi possono degenerare in tumori maligni. Gli studi hanno dimostrato che in quasi tutte le famiglie con poliposi intestinale, si trova un gene soppressore APC (adenomatosi poliposi colica).

Il gruppo di rischio comprende persone nella cui famiglia ci sono casi di cancro del colon prima dei 50 anni o la poliposi intestinale è stata rilevata in diverse generazioni. Una colonscopia annuale è raccomandata per le persone a rischio per la diagnosi precoce della malattia e per il trattamento precoce.

Eredità e cancro ai polmoni

In presenza di parenti stretti con cancro del polmone, la probabilità della malattia, secondo diversi specialisti, aumenta del 30-50%. Come fattore provocatorio attivo per il cancro del polmone geneticamente determinato è il fumo. Per il monitoraggio e la diagnosi precoci della malattia, vengono eseguiti MRI, TAC e fluorografia.

Per una determinazione più accurata della suscettibilità al cancro del polmone, è possibile condurre uno studio per identificare le mutazioni nei geni EGFR, KRAS, ALK. Anche quando vengono rilevate mutazioni nei geni, il rischio di cancro può essere ridotto evitando le stanze fumatori e gasate.

Prevenzione del cancro ereditario

Per la prevenzione dello sviluppo del cancro nelle persone alle cui famiglie sono stati diagnosticati 2 o più casi di tumori maligni, si raccomanda di:

- Conduzione di consulenza genetica e proiezioni annuali obbligatorie;

- Massima esclusione dall'ambiente di fattori cancerogeni vivi. Ciò dovrebbe riflettersi nella scelta del luogo di residenza, della professione, nonché nella scelta di uno stile di vita sano, che comporta l'abbandono delle cattive abitudini (fumo e abuso di alcool), escludendo l'esposizione prolungata al sole, la restrizione nella dieta di cibi affumicati, cibi grassi, ecc..,

- Condurre attività per sostenere e stimolare il sistema immunitario, compresi gli agenti farmacoterapici.

In alcuni casi, è consigliabile rimuovere l'organo bersaglio. Nella maggior parte dei casi, questo si riferisce a forme ereditarie di cancro al seno e alle ovaie. Oggi una tale misura preventiva contro il cancro al seno ereditario come mastectomia bilaterale preventiva (rimozione di entrambe le ghiandole mammarie) sta diventando più diffusa (soprattutto nei paesi stranieri). Nelle famiglie con carcinoma ovarico (se si verifica 3 o più volte), dopo le 35 anni viene offerta alle figlie e alle sorelle dei pazienti un'operazione per rimuovere le ovaie - ovariectomia preventiva.

Cliniche e centri di oncologia popolari

L'Istituto di Oncologia opera con successo presso l'Israel Medical Center di Soroka, dove gli oncologi svolgono un trattamento efficace dei pazienti affetti da cancro di varie forme e localizzazioni, garantendo la loro alta qualità di vita. Particolare attenzione è rivolta al trattamento chemioterapico. Vai alla pagina >>

Il Cancer Center presso l'ospedale universitario di Chonnam in Corea del Sud ha a sua disposizione le più avanzate apparecchiature diagnostiche e terapeutiche, ampiamente utilizzate nel trattamento della tomografia computerizzata e della tomografia a emissione di positroni, Gamma Knife, apparecchiature di navigazione e campi elettromagnetici, ecc. Vai a pagina >>

Il Centro Medico Internazionale "CheonSim" in Corea del Sud presta particolare attenzione alla diagnosi e al trattamento delle malattie oncologiche. Specialisti del centro forniscono un trattamento efficace del cancro dell'intestino, dello stomaco, dei reni, del seno, del fegato, sviluppando metodi di terapia unici. Vai alla pagina >>

Tra le principali attività dell'Ospedale Americano a Parigi, possiamo distinguere la diagnosi e il trattamento delle malattie maligne. Diagnostica avanzata del cancro in grado di rilevare il cancro nelle fasi iniziali, che aumenta in modo significativo le probabilità di successo del trattamento. Vai alla pagina >>

Il Meir Medical Center che opera in Israele offre una vasta gamma di servizi per la diagnosi e il trattamento di vari tipi di cancro. L'Istituto di Oncologia, fondato presso il Centro, Meir Medical Center ha nella sua struttura diverse suddivisioni dotate della più moderna tecnologia. Vai alla pagina >>

La clinica di Stoccarda in Germania presta grande attenzione alla diagnosi e al trattamento del cancro nel suo lavoro, utilizza metodi innovativi di trattamento, ad esempio, radioterapia con modulazione di intensità, ecc. I pazienti di tutto il mondo vengono in clinica per il trattamento. Vai alla pagina >>

Il Proton Therapy Cancer Center di Praga è ampiamente conosciuto non solo nella Repubblica Ceca, ma anche oltre i suoi confini, come istituzione medica per il trattamento efficace di quasi tutti i tipi di cancro. Il centro è specializzato nell'uso del metodo del fascio di protoni per irradiare un tumore maligno in terapia. Vai alla pagina >>

La clinica Saint Mary in Corea del Sud offre vari servizi medici, incluso il trattamento del cancro. Il trattamento di successo di varie malattie oncologiche è in gran parte dovuto all'eccellente dotazione tecnologica della clinica: gli specialisti usano PET-CT, Cyber ​​Knife, ecc. Per il trattamento. Vai a pagina >>

Linfoma di Hodgkin: è un cancro?

Il linfoma di Hodgkin è una malattia pericolosa caratterizzata da lesioni del sistema linfatico da parte di formazioni tumorali. Molto spesso il linfoma colpisce uomini di età compresa tra 15 e 45 anni.

La linfomatosi fu descritta per la prima volta da Thomas Hodgkin nel 1832 quando ci fu una domanda bruciante sul fatto che un certo paziente avesse o meno un cancro. Fino al 2001, la patologia era chiamata malattia di Hodgkin o malattia di Hodgkin.

Cos'è questa malattia?

La linfogranulomatosi è una patologia che porta alla comparsa di tumori maligni che si diffondono ai linfonodi e agli organi del sistema somatico.

Gradualmente, un linfonodo dopo l'altro è interessato. Le condizioni del paziente si deteriorano ogni giorno - c'è impotenza e aumento dei linfonodi.

Le possibilità di recupero in questo caso dipendono dallo stadio in cui il paziente è passato e dall'intensità del processo di diffusione.

Linfangiomatosi può essere di diversi tipi:

Il tipo classico di linfodenoma è più comune, poiché si verifica in circa il 10% dei casi. Nel caso di un tipo nodulare, le aree affette delle cellule si trovano nel sistema linfatico prevalentemente al di sopra del diaframma.

La variante della sclerosi nodulare risponde bene al trattamento, poiché la malattia si sviluppa principalmente in modo meno intenso e colpisce i linfonodi regionali appena sopra il diaframma.

Come trattare una malattia dipende non solo dal tipo e dal grado di danno, ma anche dalle caratteristiche individuali dell'organismo.

La linfogenesi può essere asintomatica - e quindi è classificata in base al tipo B. In presenza di sintomi, il tipo A. Le malattie 1 e 2a dello stadio hanno solitamente un carattere pronunciato e iniziano con un aumento della temperatura corporea e un aumento dei linfonodi.

Lo stadio 2b può essere asintomatico, e solo quando gli organi e il sistema scheletrico sono danneggiati, il benessere di una persona diventa molto peggiore.

Allo stadio 3 b, in contrasto con il primo, è abbastanza semplice diagnosticare la malattia. 3b è una fase di corsa quando le possibilità di recupero sono ridotte, ma ancora elevate. In questo caso, applicare una terapia ad alte dosi. Il terzo e il quarto stadio aumentano il rischio di recidive.

motivi

Quali sono le cause della malattia di Hodgkin, gli esperti non sono ancora stati in grado di installarlo. Ad esempio, alcuni scienziati ritengono che la causa alla base di questa malattia sia il virus Epstein-Barr, che provoca gravi mutazioni cellulari, motivo per cui il sistema linfatico è interessato.

Fattori nello sviluppo della patologia considerano:

  • Gli effetti della radiazione sul corpo.
  • Lavora con sostanze cancerogene chimiche pericolose.
  • Lunga permanenza in aree avverse.
  • Accettazione di antitumorali e alcuni farmaci ormonali.
  • La presenza di malattie autoimmuni.
  • Virus dell'immunodeficienza.

Il linfoma non è contagioso e non viene trasmesso dai genitori.

sintomi

Il principale e il primo segno del linfoma di Hodgkin è il gonfiore e un aumento delle dimensioni dei linfonodi. I più colpiti sono i linfonodi del collo, dello sterno e delle ascelle.

Allo stesso tempo, i linfonodi ingrossati non possono ferire o causare disagio. Una persona avverte disagio nelle fasi iniziali solo se beve alcolici.

A poco a poco, i linfonodi iniziano a comprimere il tessuto vicino, che è caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • Tosse. Possibili impurità ematiche nell'espettorato.
  • Dolore nel cuore
  • Dolore lombare
  • Mancanza di respiro
  • Affaticamento costante
  • Riduzione del peso
  • Sensazione di pesantezza nell'ipocondrio sinistro.
  • prurito della pelle.

La gravità dei sintomi dipende dall'area interessata e dalla gravità della malattia. Se i processi del cancro colpiscono il tessuto osseo, la persona deve affrontare l'ossalgia.

Le persone che soffrono di questa malattia hanno qualche faccia gonfia, sonnolenza e stanchezza aumentata. Di notte, c'è una maggiore sudorazione. La linfosi può colpire quasi tutti gli organi, che influenzano i sintomi generali.

Di conseguenza, una persona prova a curare ARVI per un lungo periodo e, dopo essersi rivolto a uno specialista, ha un linfoma.

previsioni

A seconda delle dimensioni delle formazioni e dell'intensità della loro distribuzione, ci sono 4 fasi:

  • 1 °. Un linfonodo o diversi in una particolare area è interessato. La prognosi per il recupero è favorevole. La sclerosi nodulare è più comune nei giovani, specialmente nelle donne.
  • 2 °. Stupito di diversi gruppi di linfonodi, che si trovano su una metà del corpo. La malattia viene trattata efficacemente e consente di ottenere una remissione completa.
  • 3 °. Linfonodi colpiti su entrambi i lati del corpo rispetto al diaframma. La prospettiva di recupero è alta.
  • 4 °. Colpisce non solo tutti gli elementi del sistema linfatico, ma anche gli organi interni. Molto spesso è necessario il trapianto di midollo osseo.

La linfa del leucoma non è una malattia fatale, ma i mezzi utilizzati nel suo trattamento possono causare una serie di spiacevoli effetti collaterali, come l'infertilità nelle donne.

Recentemente, la medicina può curare la linfogranulematoz con una minima quantità di effetti collaterali.

diagnostica

La diagnosi di questa malattia è effettuata per mezzo di una biopsia, che è completata da un esame del sangue, radiografia, TC e esame laparoscopico.

La diagnosi è dimostrata solo se durante la biopsia sono state rilevate specifiche cellule multinucleari specifiche di Berezovsky-Reid-Sternberg.

In alcuni casi è necessaria una biopsia del trapianto linfonodale e un esame immunomorfologico. Studi condotti in anestesia locale.

Metodi di trattamento

I moderni metodi di trattamento possono ottenere risultati positivi. Un ruolo importante è svolto dalla fase in cui è stato avviato il trattamento.

Il trattamento per il linfoma di Hodgkin comprende:

  • Metodi medici
  • La chemioterapia.
  • Radioterapia.
  • Immunoterapia.
  • In rari casi, trattamenti chirurgici.

Nelle fasi iniziali, un risultato positivo è dato dalla radioterapia. Per prevenire la moltiplicazione delle strutture cellulari maligne, la chemioterapia viene eseguita sul regime di Abvd.

Recentemente, tuttavia, la chemioterapia per il linfoma è usata molto raramente, soprattutto nei pazienti anziani.

Farmaci usati:

  • Ciclofosfamide.
  • Doxorubicina.
  • Etoposide.
  • Bleomicina.
  • Vincristina.
  • Procarbazina.

Trattamento durante la gravidanza

Il linfofibroma nelle donne in gravidanza è una patologia grave difficile da diagnosticare. Fino a 36 settimane di gravidanza e durante lo stato prenatale è impossibile condurre un esame completo e la maggior parte dei farmaci è controindicata. La radioterapia è controindicata all'inizio della gravidanza. In alcuni casi, è necessario interrompere la gravidanza per preservare la salute del paziente.

Nelle fasi successive della gravidanza, è anche impossibile fornire una terapia adeguata. I medici possono fare concessioni e permettere che il frutto sia indossato fino al massimo termine possibile. Il trattamento inizia immediatamente dopo la nascita. Il risultato del trattamento è molto spesso favorevole.

Trattamento di rimedi popolari

La risposta alla domanda se l'oncologia può essere curata con rimedi popolari è negativa. Senza un trattamento farmacologico di qualità, il tumore maligno si diffonderà ai tessuti circostanti e le condizioni della persona si deterioreranno. I rimedi popolari possono essere inclusi in terapia e la loro azione è volta a rafforzare l'immunità umana.

Rimedi popolari popolari:

  • Sciroppo o succo di aloe.
  • Brodo di bacche di viburno.
  • Infusione di chaga
  • Infusione o decotto di calendula.
  • Infusione celidonia

Tutti i metodi tradizionali dovrebbero essere applicati solo dopo aver consultato uno specialista per evitare spiacevoli effetti collaterali e reazioni allergiche.

Dieta terapeutica

Una dieta speciale per il linfoma di Hodgkin consente al paziente di alleviare la condizione e ha un effetto positivo sul risultato del trattamento.

  • Si consiglia al paziente di usare prodotti caseari, i prodotti a base di latte fermentato saranno particolarmente utili.
  • Gli alimenti salati, grassi, dolci e fritti sono esclusi dalla dieta.
  • Non mangiare fast food (fast food), bevande gassate e alcoliche.
  • Supplemento della dieta dovrebbe essere verdure fresche e frutta, erbe.
  • Prodotti utili: zuppa, porridge di farina d'avena e grano saraceno, carote, formaggio, barbabietola, aglio, ecc.
al contenuto ↑

Quanti vivono?

Questa malattia non è mortale, e soprattutto è ben curabile nelle prime fasi. Anche nell'ultima fase, una persona ha un tasso di guarigione del 60%.

Nelle fasi iniziali negli adulti, la malattia è curabile al 90%.

In questa malattia, è possibile una ricaduta, quindi, dopo il corso del trattamento, è necessario venire allo specialista per l'esame ogni 2 mesi e la scansione TC viene mostrata ogni 4 mesi.

Recensioni

Edward: "Ha trattato il linfoma di Hodgkin a Mosca. Finora ho completato 2 corsi di chimica. Le analisi sono normali, anche il benessere, ma per una cura completa non è possibile interrompere i progressi compiuti ed è necessario continuare il trattamento ".

Lyudmila: "Ha completato 3 cicli di chemioterapia, i suoi capelli sono caduti, ma le sue condizioni sono migliorate molto. La VES è stata significativamente ridotta. Il medico dice che c'è solo un po 'di sinistra prima della completa remissione. "

Elena: "Il trattamento del linfoma di Hodgkin in Russia è piuttosto lungo e causa una serie di effetti collaterali. Dopo un altro corso di chimica, ha fatto domanda in una clinica in Israele. Il trattamento era troppo costoso, ma efficace. Volevo davvero avere figli e finalmente raggiungere un periodo di remissione. Io stesso non mi aspettavo che in così poco tempo sarei stato in grado di riprendermi completamente e iniziare una nuova vita, senza cancro. "

Il linfoma di Hodgkin può essere curato nel 100% dei casi

Perché è molto importante studiare il linfoma di Hodgkin, nonostante il fatto che il tasso di incidenza non cresce, motivo per cui le persone guarite da questa malattia muoiono ancora, e come vengono curate, ha detto il direttore scientifico dell'Istituto di ricerca oncologica dell'Istituto oncologico della Svizzera meridionale Istituto della Svizzera meridionale, IOSI, Istituto di ricerca oncologica, IOR), prof. Franco Cavalli.

- Signor Cavalli, la sua relazione e tutta la sua carriera sono principalmente dedicate al linfoma di Hodgkin. Quanto è diffusa questa forma di cancro e perché viene prestata così tanta attenzione?

- L'incidenza del linfoma di Hodgkin è rimasta stabile per almeno gli ultimi 70 anni. Sono 4-5 casi ogni 100 mila abitanti all'anno. Ciò è sorprendente perché l'incidenza del linfoma non-Hodgkin è quasi raddoppiata nello stesso tempo. Un altro fatto interessante è che poiché i pazienti con HIV, per i quali i linfomi sono particolarmente caratteristici, hanno iniziato a ricevere una terapia antiretrovirale per controllare l'HIV, l'incidenza del linfoma non-Hodgkin è diminuita e il linfoma di Hodgkin, al contrario, è aumentato.

Quindi, il linfoma di Hodgkin è molto meno comune del linfoma non-Hodgkin, ma questa malattia rimane importante perché si verifica soprattutto nei giovani. Solo il 20% di tutti i casi di malattia si verificano in pazienti di età superiore a 60 anni.

- Il linfoma di Hodgkin è stato studiato per quasi 200 anni. Cosa possiamo dire ora della sua eziologia? Perché si verifica questa malattia?

- Una domanda molto pertinente, perché fino ad oggi l'eziologia del linfoma di Hodgkin non è ancora del tutto chiara. Il dottor Hodgkin lo descrisse nel 1832 (e la prima descrizione fu fatta da Marcello Malpighi già nel 1666. - Nota: Indicator.Ru), ma Hodgkin stesso ed i suoi seguaci consideravano la malattia non infettiva, ma contagiosa. Fu solo nel 20 ° secolo che divenne chiaro che stavamo avendo a che fare con un cambiamento neoplastico e maligno nel tessuto linfoide che colpisce le cellule B.

Per quanto riguarda l'eziologia, diversi fattori svolgono un ruolo qui. Genetica: ci sono famiglie in cui questa malattia è più comune. Infezioni (come vediamo, Hodgkin non era così sbagliato): l'infezione di Epstein-Barr gioca un ruolo particolarmente importante. Tuttavia, è anche probabile che di fatto si tratti della risposta immunitaria patologica del corpo ai virus.

- Il tuo rapporto è stato chiamato "il linfoma di Hodgkin può essere curabile nel 100% dei casi". Per il cancro, questa è una dichiarazione abbastanza forte. Cosa possiamo dire riguardo al trattamento del linfoma di Hodgkin? Quali sono le prospettive per il prossimo futuro?

"Oggi curiamo circa l'85% dei pazienti con linfoma di Hodgkin. Il 90% dei pazienti è curabile in una fase precoce, negli stadi successivi - meno, ma il linfoma di Hodgkin rimane comunque altamente curabile. L'unica cosa che deve essere notata è che i risultati non sono molto buoni nei pazienti di età superiore a 60 anni, perché, sfortunatamente, non sempre tollerano la tossicità della chemioterapia.

- Il trattamento della chemioterapia per linfoma?

- Sì, la maggior parte dei pazienti dovrebbe ricevere la chemioterapia, nelle fasi iniziali la combiniamo spesso con la radioterapia come metodo aggiuntivo. Ci sono, tuttavia, due problemi che rendono difficile curare completamente tutti i pazienti.

Il primo è che circa il 10% dei pazienti non risponde affatto ai tipi esistenti di chemioterapia, pertanto nuovi agenti vengono attivamente sviluppati per combattere la malattia. Ci sono due aree principali di svolta. Il primo sono i cosiddetti inibitori del checkpoint, che bloccano la capacità delle cellule tumorali di ingannare il sistema immunitario e di allontanarsi dagli attacchi dei linfociti.

Il secondo è i cosiddetti anticorpi coniugati ai recettori CD30, che, insieme ai farmaci radiomimetici (sostanze che imitano gli effetti delle radiazioni sulla cellula), danno un ottimo effetto anche nei pazienti che non sono interessati dalla terapia immunitaria. Quindi, credo che combinare la chemioterapia convenzionale con gli inibitori dei punti di controllo immunitario o con gli anticorpi coniugati potrebbe curare quasi il 100% dei pazienti...

Ma abbiamo un secondo problema. Vi è una piccola percentuale di pazienti che sono già stati curati dal linfoma, ma che sono morti per effetti collaterali della terapia cardiaca o polmonare. E questo è un altro obiettivo principale della nostra ricerca: mantenere il livello di efficacia della nostra terapia e ridurre (preferibilmente a zero) la mortalità da effetti collaterali e tumori secondari. Qui stiamo provando (e con successo) a creare metodi che ci aiuteranno a prevedere quali pazienti saranno trattati con una chemioterapia meno aggressiva, meno intensiva, con una minima quantità di effetti collaterali e che necessitano di terapia intensiva. Penso che questo linfoma possa davvero essere curato il 100% delle volte o giù di lì.

Linfoma di Hodgkin è ereditato

Il rischio di malattie cardiovascolari viene trasmesso dai genitori ai bambini.

Avere un parente che soffre o che soffre di malattie cardiovascolari (CVD) quasi raddoppia il rischio di una tale malattia per un individuo, e questa relazione non dipende dall'etnia e dal paese di residenza.

Ogni anno, 7 milioni di persone vengono uccise da CVD in tutto il mondo. Studi precedenti hanno dimostrato l'esistenza di un legame tra CVD nella storia familiare e rischio CVD per il soggetto in alcuni gruppi della popolazione. Tuttavia, questo studio ha rilevato che l'effetto della storia familiare sul rischio di CVD è pressoché lo stesso per tutte le nazioni e le culture del mondo.

Inoltre, questo studio dimostra che se tu, conoscendo i CVD dei tuoi genitori, cambi il tuo stile di vita in uno più sano, questa utile impresa non ti proteggerà completamente dalla malattia. Il fatto è che la relazione tra storia familiare di CVD e rischio di CVD per un individuo è stata mantenuta anche dopo la rimozione di altri fattori di rischio come lo stile di vita, la nutrizione e le caratteristiche genetiche.

"I risultati dello studio confermano quanto sia importante la storia familiare in relazione alla CVD e che integri l'elenco dei fattori di rischio variabili noti", ha affermato il dott. Christopher O'Donnell, che studia CVD presso il National Institutes of Health degli Stati Uniti e che non ha partecipato allo studio. "La storia familiare di CVD deve essere presa in considerazione nella pratica quotidiana del medico che si occupa della prevenzione e del trattamento della CVD", aggiunge.

Questi risultati sono i più recenti dati dello studio INTERHEART, in cui hanno partecipato persone provenienti da 52 paesi del mondo in ogni continente, escluso l'Antartide. Lo studio è stato condotto dal Dr. Salim Yusuf dell'Università. W. McMaster in Ontario (Canada). I partecipanti alla ricerca erano 12mila persone che per prime avevano sofferto di un infarto miocardico (MI) nel 1999-2003 e 15mila persone della stessa età e sesso che non avevano MI (gruppo di controllo).

Circa il 18% dei partecipanti del primo gruppo aveva anche MI: tra i partecipanti del secondo gruppo (controllo) quelli erano 12%. Dopo aver escluso fattori come sesso, età e luogo di residenza, per i partecipanti che hanno sofferto di CVD, almeno uno dei genitori, il rischio di CVD è rimasto 1,8 volte più alto rispetto a quello dei partecipanti del gruppo di controllo e questo indicatore è stato mantenuto per nazioni diverse e paesi.

Il rischio aumenta se entrambi i genitori o uno, ma di età inferiore ai 50 anni, hanno sofferto di CVD. Tuttavia, altri fattori di rischio noti - fumo, abuso di alcool, obesità, dieta non hanno spiegato questo aumento del rischio.

I risultati sono pubblicati sul Journal of the American College of Cardiology (Journal of American College of Cardiology).

Hematologist-PO

Malattie del sangue e degli organi che formano il sangue.

Articoli dell'autore: Oksana Kryuchkova.

Il linfoma di Hodgkin (sinonimo-linfogranulomatosi, malattia di Hodgkin) è una malattia neoplastica che si sviluppa a causa della disfunzione del sistema linfoide e della riproduzione patologica dei linfociti morfologicamente modificati. Questo processo patologico prende il nome dal medico (Thomas Hodgkin) che lo descrisse per la prima volta nel 19 ° secolo. Più tardi, all'inizio del XX secolo, un gruppo di medici (Berezovsky, Sternberg, Reid) per la prima volta ha fornito una descrizione morfologica di quelle cellule che causano questa patologia e quindi vengono rilevate quando si verifica. Se analizziamo l'epidemiologia di questa malattia, allora possiamo dire una cosa, che la prevalenza è di 2,5 / 100000 abitanti. E questo è solo in Russia. Questa patologia non ha differenze di età. Allo stesso tempo, ci sono le cosiddette curve di picco, che mostrano l'incidenza dei linfomi di Hodgkin a diverse età (il primo picco è da quindici a quaranta anni, il secondo picco è dopo cinquantacinque anni). Inoltre, se un paziente ha un'infezione da virus Epstein-Barr, aumenta il rischio di linfogranulematoz. Il linfoma di Hodgkin è al 2 ° posto (a seconda della frequenza di insorgenza) di tutti i tumori del sistema ematopoietico.

Le ragioni per cui si sviluppa il linfoma di Hodgkin.

La presenza di patologia virale. Questo è il virus Epstein-Barr e la mononucleosi infettiva e il virus dell'immunodeficienza acquisita (HIV). Predisposizione, ereditata. Disturbi immunitari che si verificano nel paziente. L'influenza di fattori esterni come radiazioni ionizzanti, tossiche e farmacologiche.

Nonostante i motivi sopra riportati, il linfoma di Hodgkin si verifica solo quando ci sono disordini immunitari nel sistema immunitario delle cellule T. In tali casi, quando si esegue l'analisi immunogramma corrispondente, è possibile stabilire che tutti i collegamenti della risposta immunitaria sono ridotti. Inoltre, nel materiale bioptico, si trovano cellule chiamate giganti cellule multinucleari di Berezovsky-Reed-Sternberg.

Con questa patologia, lo sviluppo della formazione del tumore avviene dai linfonodi localizzati nel collo, sopra la clavicola, dietro lo sterno. A poco a poco, le cellule tumorali si metastatizzano e i foci appaiono negli organi.

Classificazione del linfoma di Hodgkin.

La sconfitta di un solo gruppo di linfonodi è una forma localizzata. La localizzazione del processo patologico è possibile nella regione mediastinica, nei polmoni, nella cavità addominale, nel tratto gastrointestinale, sotto la pelle, nelle ossa e persino nel sistema nervoso. La diffusione di focolai metastatici negli organi interni, la sconfitta di quasi tutti i gruppi di linfonodi è una forma generalizzata.

Al momento dello sviluppo della patologia emetti:

Le forme, quando dal momento dell'aspetto dei primi sintomi al momento dell'esito ci vogliono solo due o tre mesi. Questo processo è chiamato corrente acuta. Forme in cui i sintomi si sviluppano per lungo tempo. Ci sono periodi di miglioramento, quando non ci sono manifestazioni della malattia e periodi di forte deterioramento della coscienza.

L'esame istologico (fenotipizzazione delle cellule che causano il linfoma di Hodgkin) è solitamente suddiviso nelle seguenti categorie:

In cui predominano le cellule linfoidi-linfoistocitarie. A quale predominano i cambiamenti sclerotici, nodulare-sclerotico. Cella mista. Deplezione delle cellule linfoidi.

E infine, nella pratica di un medico, è consuetudine individuare 4 fasi dello sviluppo della malattia:

Locale - primo stadio - in questa forma, è interessato solo un gruppo di linfonodi. Possibile danneggiamento di un organo interno. Regionale - il secondo stadio - di regola, il processo patologico si estende a diversi linfonodi, ma la particolarità è che tutti questi linfonodi si trovano, in relazione al diaframma, solo su un lato. Possibile danno all'organo interno e ai linfonodi che lo circondano. Generalizzato - terzo stadio - i linfonodi sono affetti in gran numero. Inoltre, l'organo interno è interessato, vi è una diffusione di metastasi nella milza. Il più difficile - disseminato - quarto stadio. Tutti gli organi interni sono interessati, i linfonodi che li circondano sono interessati. Inoltre, i linfonodi distali sono interessati.

Sintomatologia che accompagna l'emergenza e lo sviluppo della malattia.

Sindrome da intossicazione Febbre alta, debolezza, sudorazione. I linfonodi aumentano di dimensioni, saldati tra loro. L'emergenza dei cosiddetti "conglomerati" di questi nodi viene gradualmente osservata. Inoltre, vi è la presenza di lesioni al di fuori di questi linfonodi. Con una lesione di un gruppo di linfonodi localizzati nel mediastino, il paziente e il medico annotano la presenza di una tosse secca, una violazione della deglutizione, mancanza di respiro, un disturbo del ritmo cardiaco - sindrome di Wolff-Parkinson-White. Con la sconfitta dei linfonodi localizzati nella cavità addominale e nello spazio retroperitoneale ci sono dolori addominali di natura acuta, gli arti inferiori diventano edematosi. Con la sconfitta dei polmoni, il paziente lamenta una tosse, un forte aumento della temperatura. L'intero quadro clinico acquisisce un'immagine caratteristica di polmonite o pleurite. La formazione di cavità cavernose nel tessuto polmonare è possibile. Se le ossa sono colpite (frequente localizzazione di focolai nella spina dorsale, costole, sterno, ossa che formano il bacino), c'è dolore, una violazione della struttura delle formazioni ossee, anemia e una diminuzione del numero di piastrine e leucociti. Quando si eseguono studi a raggi X, i cambiamenti nella struttura ossea vengono rilevati abbastanza tardi. Se c'è un danno agli organi del tratto gastrointestinale, allora c'è un aumento nel fegato e nella milza, la comparsa di ulcere sulla membrana mucosa degli organi interni. Nei casi più gravi, la perforazione si nota nel sito dell'ulcera con conseguente sviluppo di peritonite. In aggiunta a quanto sopra, il danno al sistema nervoso è possibile - la formazione di paralisi, pelle, organi visivi, organi genitali, ecc.

Metodi usati per rilevare il linfoma di Hodgkin.

Ispezione generale Qui svolge un ruolo importante, poiché l'esame palpatorio dei linfonodi consente di determinarne le caratteristiche. Prelievo di sangue per analisi generali e biochimiche Una biopsia dei linfonodi e degli organi interni modificati per stabilire la natura e il tipo di cellule che causano il processo patologico. Esame radiografico del torace, computer e terapia di risonanza magnetica, ultrasuoni degli organi interni. Se necessario, condurre toracoscopia, laparoscopia, puntura sternale, trepanobiopsia, laparotomia.

Linfoma di Hodgkin. Misure terapeutiche

Radioterapia Rimozione chirurgica della milza, linfonodi colpiti. La chemioterapia. Inoltre, gli schemi sono selezionati in base al grado di prevalenza del linfoma di Hodgkin.

Durante il trattamento, è possibile sviluppare sia la remissione completa, quando i sintomi della malattia scompaiono e non compaiono per un lungo periodo, sia la remissione parziale. È anche possibile la presenza di miglioramento clinico o la completa assenza di cambiamenti positivi.

Dopo il trattamento, è possibile sviluppare una remissione completa, quando non ci sono recidive per 5 anni. Nonostante il trattamento e il possibile esito avverso della malattia. Si osserva quando la malattia si sviluppa in modo acuto, i linfonodi sono saldati alla formazione con un diametro superiore a cinque centimetri. Inoltre, l'ombra del mediastino viene espansa di quasi il 30% del volume totale del seno, l'esame rivela la diffusione del processo patologico a diversi gruppi di linfonodi, con la tipizzazione morfologica, viene determinato lo stadio di esaurimento linfoide.

Puoi iscriverti a questi specialisti per una consulenza su questa malattia:

Professoressa Shatokhin Yury Vasilyevich

DMN, testa. Dipartimento di Ematologia, Rostov State Medical University.

megakaryoblastoma

La linfogranulomatosi (malattia di Hodgkin) è più comune nei giovani - da quindici a trenta anni.

Oncologi ed ematologi hanno recentemente imparato a curare questa malattia.

Cosa cercare per rilevare la linfogranulomatosi in se stessi e non iniziare una malattia?

- La paura dovrebbe causare un ingrossamento dei linfonodi, un nodulo sotto l'ascella, sul collo o all'inguine; perdita di peso e frequenti casi di aumento della temperatura fino a 38 ° e oltre; sudorazione abbondante di notte; aspetto prurito; debolezza generale.

Il linfonodo può temporaneamente diminuire, quindi aumentare di nuovo, non cambiare di dimensione per un po 'di tempo, e poi improvvisamente risorgere. Lui non fa male. Ed è per questo che una persona non ha fretta di vedere un dottore. C'è speranza che tutto passerà, il nodo si risolverà. Qualcuno prende gli antibiotici, qualcuno mette il calore, fa un impacco al vino. Ma i nodi non si dissolvono, la temperatura dura, la pelle prude, la debolezza non passa. Un tale stato è tollerato da molti per diversi mesi, o anche per un anno. Quando i sintomi descritti portano una persona da un medico, spesso si scopre che ha la malattia di Hodgkin.

Cos'è questa malattia?

- Questo è un tumore del tessuto linfatico - linfonodi, milza. Se il tumore si è sviluppato da molto tempo, per diversi anni, i tessuti circostanti sono anche coinvolti nel processo. Il dottore inglese Thomas Hodgkin ha descritto la malattia, quindi porta il suo nome: la malattia di Hodgkin.

Quali sono le cause di questa malattia?

"Nessuno al mondo lo sa ancora." È importante che i medici abbiano imparato a diagnosticare e trattare con successo la linfogranulomatosi.

Questa malattia è trasmessa agli altri?

- La malattia di Hodgkin non passa da una persona all'altra. Non è ereditato. I pazienti guariti danno alla luce bambini sani. Inoltre, anche tra le mamme malate, i bambini nascono sani. La malattia di Hodgkin non viene trasmessa dal contatto, anche il più vicino, dal momento che non è contagioso.

Quanto dura il trattamento?

- Circa un anno. Gli vengono dati sei mesi per la chemioterapia, quindi dopo una pausa di un mese il paziente viene sottoposto a radioterapia per quattro mesi. Dopo di ciò, la persona è in buona salute e non è richiesta alcuna assistenza di supporto.

I metodi di trattamento - chemioterapia e radioterapia - spaventano alcuni pazienti. Certo, questo trattamento è dannoso, ma il corpo è in grado di superarlo e compensarlo. Sfortunatamente, non è ancora possibile superare e compensare la malattia stessa senza l'uso di questi metodi, questo è il modo in cui la linfogranulomatosi viene curata in tutto il mondo e 8 pazienti su 10 ritornano alla vita attiva. E due persone su dieci sono suscettibili di subire un'altra malattia, che è indistinguibile dalla malattia di Hodgkin in una fase precoce.

Come sta andando il trattamento?

- Dall'inizio alla fine del trattamento avrai il tuo dottore. Il paziente dovrà fare una serie di studi, alcuni dei quali sono molto spiacevoli, in particolare una biopsia. Più volte gli sarà somministrato del sangue - per gli ormoni, la biochimica, il metabolismo del ferro, gli anticorpi.

Le ragazze e le giovani donne, sotto la guida di un endocrinologo, dovranno assumere farmaci speciali per interrompere i loro periodi - non dovrebbero essere disponibili durante l'intero periodo della chemioterapia, cioè sei mesi. Ci vorrà un altro anno perché il corpo si riposi dopo un trattamento difficile, e solo dopo che una donna può rimanere incinta - avrà un bambino completamente normale. Le donne che seguono questo ordine non perdono la capacità di generare figli.

E se una donna incinta venisse curata, allora?

- Questo è davvero un problema difficile, ma è anche risolvibile. Se la gravidanza dura più di 12 settimane, non viene interrotta. Trattiamo questa donna con una tecnica speciale, e un bambino normale le è nato.

Puoi davvero perdere i capelli a causa di questo trattamento?

- Sì, i capelli diventeranno magri. Dovrai tagliarti i capelli e indossare un cappello, un fazzoletto o una parrucca per un po 'di tempo. Ma pochi mesi dopo l'inizio del trattamento, i capelli ricominceranno a ricrescere. E poi non avrai lamentele sui tuoi capelli.

È possibile lavorare e praticare sport durante il trattamento?

- La maggior parte dei nostri pazienti continua a lavorare e studiare. Ma combinare la chemioterapia con gli sport intensivi è impossibile. Caricare, fare jogging al mattino, nuotare è utile, e l'allenamento sportivo al momento del trattamento dovrà fermarsi.

Devo cambiare qualcosa nella dieta?

- No. Solo il sale dovrà essere limitato quando il prednisone è incluso nel corso del trattamento. A proposito, quando un paziente prende questa medicina, avrà un desiderio opprimente di mangiare. Un'immagine tipica: entri nella stanza alle tre del mattino, e il paziente si siede e mangia un pollo o una torta. Durante questo periodo, per non essere travolti, è meglio passare a verdure e frutta, escludendo farina e alimenti zuccherati.

È possibile prendere il sole con questa malattia?

- I raggi solari brillanti con la malattia di Hodgkin sono controindicati. Puoi sederti sulla spiaggia, ma sotto una tenda da sole e dopo aver nuotato dovresti immediatamente andare all'ombra. Lavorare in giardino necessariamente con una camicia e un cappello.

Quanto tempo dovrà rimanere in ospedale?

- Tutte le ricerche e le cure vengono eseguite su base ambulatoriale, ogni paziente viene sottoposto a un esame mensile.

megakaryoblastoma

La linfogranulomatosi è un tumore formato da cellule mature del tessuto linfoide. Fu scritto dall'inglese Thomas Hodzhkin, e quindi ricevette il suo nome - il linfoma di Hodgkin. La malattia si manifesta con una lesione di un gruppo di linfonodi con conseguente diffusione di un tumore in altri organi. Una caratteristica distintiva di questo linfoma sono le cellule Hodgkin modificate dal tumore e Berezovsky-Reed-Sternberg, che si trova nei linfonodi colpiti. La linfogranulomatosi risponde bene al trattamento e nel 95% dei casi i pazienti guariscono completamente dal trattamento.

Per non perdere l'insorgenza della malattia, dovresti prestare attenzione alle seguenti modifiche:

  • linfonodo gonfio nel collo, sotto il braccio o all'inguine;
  • aumento frequente della temperatura a 38 ° e oltre;
  • perdita di peso;
  • sudorazione abbondante di notte;
  • prurito;
  • debolezza generale

I linfonodi possono aumentare, quindi diminuire, quindi risorgere bruscamente. Se ciò accade, non è possibile rinviare la visita dal medico.

La linfogranulomatosi è una malattia non infettiva: è impossibile che si infettino anche nel caso del contatto più vicino. La malattia non è ereditaria e nascono bambini abbastanza sani in pazienti trattati.

Qualsiasi metodo di trattamento "popolare" non aiuterà a sbarazzarsi della malattia e il tempo andrà perso.