Cos'è un precancro?

Il precancro termine si riferisce alla condizione precancerosa di una persona. Questa definizione viene utilizzata in situazioni in cui la malattia cronica esistente entra in uno stadio critico e aumenta la probabilità di oncopatologia.

In tutta onestà va notato che il precancro entra in oncologia a tutti gli effetti non sempre. Il pericolo è che la persona quasi non si accorga del processo di transizione, ne viene a conoscenza direttamente alla reception con uno specialista.

Tipi di condizioni precancerose

La condizione precancerosa ha molti tipi. Include tutte le lesioni infiammatorie specifiche e non specifiche di natura cronica. Deviazioni come noduli tiroidei, leucoplachia e processi distrofici causati da anomalie nel metabolismo possono stimolare la condizione precancerosa.

Spesso, il precancro viene diagnosticato in persone con dermatite causata da irradiazione ultravioletta. Questa condizione può essere causata da lesioni tissutali derivanti dall'esposizione radioattiva. Anche lesioni meccaniche regolari che irritano le mucose possono portare al precancro.

Quest'ultimo tipo di danno può essere causato da un'errata installazione di protesi o dispositivi che supportano la cavità uterina. Gli irritanti tangibili delle mucose sono anche ustioni, l'abitudine di mangiare cibi caldi.

Nella femmina

Un precancro può essere sotto forma di mastopatia, perché influisce negativamente sullo sfondo ormonale. Inoltre, una forma comune della condizione in questione è l'iperplasia ghiandolare dell'endometrio, così come l'erosione cervicale.
C'è ancora una cosa. I rappresentanti del sesso più debole non dovrebbero dimenticare che i papillomi sul collo uterino, i difetti intrauterini fetali, i polipi non curati e tutti i tipi di infezioni sono considerati parte del precancro.

L'oncopatologia passa attraverso 4 fasi di progressione

• iperplasia diffusa irregolare modificata;
• espansione graduale dai fuochi multicentrici; ci sono indicatori di atipici e immaturità;
• fusione di fuochi con la formazione di un nodo separato da tessuti vicini (questa è una formazione benigna);
• malignità - acquisizione delle proprietà di un tumore maligno.

Gli stadi del precancro entrano l'uno nell'altro con confini quasi indistinguibili. Si può dire che il precancro è uno stato dinamico, che si trasforma in oncologia a causa del costante cambiamento di cellule nella direzione della malignità.
Il precancro non ha abbastanza segni che consentono di identificare con precisione l'oncologia. La bio-specificità degli elementi cellulari dei foci precancerosi è che sono ipersensibili a fattori che stimolano la riproduzione cellulare.

Lo stato descritto può avere dinamiche diverse. In alcuni casi, c'è una progressione e formazione di oncoca, in altri - un tumore benigno si forma, nel terzo - si verifica regressione. Le cause esatte di tali metamorfosi sono sconosciute fino ad oggi. Si ritiene che dipendano direttamente dallo stato immunobiologico, nonché dalla durata dell'esposizione agli oncofattori.

Informazioni su patologie precancerose elettive e obbligate

Il precancro è una malattia che si sviluppa in oncologia con un'alta probabilità. Ma lo sfondo precanceroso non significa che la deviazione sarà necessariamente rinata in oncologia. Il numero di malattie precancerose è abbastanza grande.

Questi includono quasi tutte le infiammazioni croniche di natura specifica e non specifica:
• nello stomaco - gastrite cronica di varie eziologie;
• nei polmoni - bronchite con un decorso cronico;
• nel fegato - cirrosi, epatite (anche cronica);
• nelle ghiandole mammarie - mastopatia;
• processi iperplastici all'interno dell'endometrio - stiamo parlando di iperplasia ghiandolare;
• nel collo uterino - leucoplachia, erosione;
• nella ghiandola tiroidea - gozzo nodulare.

Inoltre, le sostanze chimiche che provocano dermatiti, bruciano le ustioni della mucosa, le lesioni virali della zona genitale (per esempio, la penetrazione dell'HPV nel collo uterino) possono costituire la base della futura oncologia.

- metodi di terapia innovativi;
- opportunità di partecipazione alla terapia sperimentale;
- come ottenere una quota per il trattamento gratuito presso il centro di oncologia;
- questioni organizzative.

Dopo la consultazione, il paziente è programmato per il giorno e l'ora di arrivo per il trattamento, il reparto di terapia e, se possibile, viene nominato il medico curante.

Malattie precancerose

Le malattie ad alto rischio di sviluppare un tumore maligno includono:

Malattie di fondo e precancerose della cervice uterina (vera erosione, leucoplachia senza atipia, pseudo-erosione, polipo cervicale).

Malattie di fondo e precancerose della mammella (mastite, mastopatia fibrocistica, papillomatosi intraduttale).

Malattie di fondo e precancerose dell'utero (polipi endometriali, iperplasia ghiandolare dell'endometrio e altre malattie associate).

Malattie di base e precancerose delle ovaie (tumore ormone-attivo o ormone-inattivo del rivestimento interno del follicolo, infiammazione delle ovaie, disturbi mestruali).

Cervical Cancer

Queste sono patologie in cui sono possibili cambiamenti nella struttura delle cellule epiteliali da displasia, cambiamenti infiammatori cronici nella cervice (cervicite), leucoplachia con atipatia cellulare, eritroplastica, papillare, erosione follicolare, polipi della cervice.

La displasia cervicale è un cambiamento nella struttura dell'epitelio che lo ricopre. La patologia è di tre gradi:

Il primo grado (leggero, lieve) - displasia cattura la terza parte dello strato di epitelio squamoso.

Secondo grado (moderato, moderato) - la disposizione polare dell'epitelio è disturbata, fino a due terzi dello spessore dello strato è interessato.

Il terzo grado (grave) - grave grado di displasia con la sconfitta di tutti gli strati dell'epitelio.

Molto spesso, la displasia cervicale colpisce le donne in età riproduttiva, dal 10 al 30% di displasia cervicale di terzo grado si trasforma in cancro.

La leucoplachia è una malattia in cui si verifica la cheratinizzazione dello strato superficiale dell'epitelio, l'epitelio piatto a più strati si ispessisce. Lo scarico vaginale è abbondante, ha un colore lattiginoso, ma la natura dello scarico può essere cambiata in sangue o essere scaricata con il contenuto di pus. La comparsa di lesioni sospette sulla cervice (leucoplachia con cellule atipiche) indica la possibilità di degenerazione cellulare in un tumore maligno.

La cervicite è un'infiammazione acuta o cronica della cervice, che è spesso causata da patogeni delle malattie veneree (gonorrea, clamidia, herpes genitale), infezioni banali (stafilococco, streptococco, gonococco, Escherichia coli e altri).

Erosione (papillare e follicolare) - molto spesso l'erosione della cervice accompagna l'ectropione, in cui si verifica l'inversione del canale mucoso, che rende la cervice molto densa. Le aree erose della cervice sanguinano, con le secrezioni di ectropion sono mescolate con pus, sangue. Con la pseudo-erosione, all'ingresso del canale cervicale, le cellule proliferano; le cellule normali sono sostituite dalle cellule del canale cervicale (epitelio cilindrico). La pseudo-erosione tempestiva e non curata crea il rischio di sviluppare displasia cellulare e un tumore maligno.

L'eritroplastica è una patologia in cui si verifica l'atrofia delle cellule dell'epitelio superficiale della mucosa cervicale. Le cellule diventano grandi, con nuclei intensamente colorati, citoplasma leggermente granulare. I focolai di eritroplastica hanno un ricco colore rosso o bordeaux, sporgono sopra la superficie della cervice. La malattia colpisce la mucosa, la sua parte vaginale. Ci sono corso benigno e maligno della malattia. L'eritroplastica con iperplasia a cellule atipiche è una malattia precancerosa. Ci sono casi in cui la crescita cellulare maligna è nascosta sotto l'eritroplakia.

Malattie premaligne dell'utero

Questi includono: iperplasia adenomatosa, adenomatosi endometriale, malattie che causano atipia cellulare complessa - rigenerazione dell'epitelio.

Iperplasia adenomatosa: alterazioni delle ghiandole e dello stroma dell'endometrio. Inizia la proliferazione delle cellule, l'endometrio si ispessisce, il volume dell'utero aumenta. Quando l'iperplasia adenomatosa cambia la struttura delle cellule, può iniziare la malignità (acquisizione di proprietà maligne da parte di cellule alterate). La malattia si sviluppa in violazione dell'equilibrio ormonale (polipi endometriali, endometriosi, iperplasia), metabolismo (obesità), malattie ginecologiche extragenitali.

Adenomatosi endometriale - si sviluppa iperplasia atipica, la struttura cellulare delle alterazioni delle ghiandole endometriali. I cambiamenti patologici influenzano non solo lo strato funzionale della membrana mucosa, ma anche lo strato basale. Molto spesso si verificano mutazioni nelle ghiandole e nello stroma, le cellule diventano atipiche - la struttura morfologica della cellula e la struttura del nucleo cambiano. La malattia si trasforma in maligna nel 50% dei pazienti.

Carcinoma in situ - stadio iniziale del cancro, carcinoma preinvasivo. La sua particolarità è l'accumulo di cellule atipiche senza germinazione nei tessuti che si trovano nelle vicinanze. Il carcinoma preinvasivo è caratterizzato da un equilibrio dinamico: le cellule si moltiplicano e muoiono alla stessa velocità, che è caratterizzata dall'assenza di specifiche manifestazioni cliniche, non dà una forte crescita tumorale, metastasi ad altri organi e tessuti.

Il cancro dell'endometrio si sviluppa più spesso da focolai di microadenomatosi. La posizione più frequente di un tumore maligno è l'area del fondo dell'utero.

Malattie del seno pre-cancerose

La ghiandola mammaria è un organo ormone dipendente che è controllato da diversi tipi di ormoni prodotti dalle ovaie, dalla ghiandola pituitaria (il cui lavoro è sotto il controllo dell'ipotalamo), dalla ghiandola tiroidea e dalle ghiandole surrenali. Il sistema endocrino bilanciato influisce sullo sviluppo del seno, dell'allattamento. Se si verifica un'insufficienza ormonale, c'è il rischio di sviluppare un tumore al seno maligno.

Nello sviluppo del carcinoma mammario, un ruolo importante è giocato dai disturbi disormoni, che possono essere causati da aborti, malfunzionamento della lattazione, fumo e aumento del peso corporeo. Malattie di fondo, così come varie patologie infettive e virali possono influenzare la proliferazione patologica dell'epitelio delle ghiandole mammarie. Il processo inizia sotto l'influenza di ormoni prodotti dalla corteccia surrenale e dalle ovaie (progesterone ed estrogeno), dall'ormone gonadotropico pituitario (ormone follicolo-stimolante). Lo sviluppo dell'iperplasia mammaria durante la gravidanza è influenzato dagli ormoni prodotti dalla placenta.

Iperplasia dishormonal (nodulare) - porta allo sviluppo di adenomi, fibroadenomi, fibroadenomi filofloidi. L'adenoma si trova abbastanza spesso nella pubertà nelle ragazze, dopo la prima gravidanza in giovani donne, ed è un tumore denso di diverse dimensioni. Il fibroadenoma a raggi X è definito come una formazione omogenea, ovale, con contorni chiari. Il fibroadenoma filofloide è un tumore multicellulare con una disposizione a forma di foglia di campi cellulari, per il quale è chiamato "a forma di foglia". Il tumore ha aree dense alternate a quelle morbide, può essere piccolo o enorme, è un anello nella catena dello sviluppo del sarcoma.

Iperplasia dishormonal (diffusa) - questa è mazoplasia (adenosi), mastopatia. Tale malattia mammaria precancerosa, come la mastopatia, combina un gruppo di malattie pretumore con iperplasia dyshormonal dell'epitelio del tipo nodale e diffusa: mastite cistica cronica, fibroadenomatosis, mastalgia, Reclu, Schimmelbush, Mintz, ghiandola mammaria sanguinante e molti altri.

L'adenosi (mazoplasia) - provoca un forte dolore nella ghiandola mammaria, che si estende nella scapola, braccio. La struttura morfologica del tessuto mammario è pressoché invariata. L'adenosi si manifesta sotto forma di sigilli elastici, dolorosa quando si sondano. La mastopatia diffusa (fibroadenomatosi) è la fase iniziale della malattia mammaria. I cambiamenti nella struttura morfologica delle cellule influenzano i dotti del tessuto connettivo. La fibroadenomatosi può essere duttale, fibrocistica, lobulare, ghiandolare. A volte il cambiamento e la proliferazione delle cellule nei condotti del tessuto connettivo può comportare la formazione di strutture cellulari atipiche con la transizione al cancro non infiltrativo. La mastopatia diffusa si manifesta con dolore, gonfiore delle ghiandole mammarie, scarico dai capezzoli, che quindi diminuiscono, quindi aumentano.

La mastopatia nodulare è caratterizzata da sigilli nel seno con una consistenza densa. Oltre alla compattazione, vengono determinate le aree di malignità (struttura cellulare trasformata patologicamente). In questo caso sono necessari un trattamento chirurgico urgente e un esame istologico. Le indicazioni per l'intervento chirurgico sono le seguenti malattie del seno precancerose: mastopatia (forma nodulare), tumori con un contorno chiaro, sezioni patologicamente alterate pronunciate del tessuto mammario, cystadena-papillomi (tumori singoli o multipli presentano un rischio di sviluppo di un tumore canceroso), papillomi intraduali. Indicazioni per la chirurgia d'urgenza - cancro non infiltrativo (non oltre i lobuli interessati della ghiandola mammaria o del dotto).

Malattia ovarica precancerosa

Nello sviluppo della patologia svolgono un ruolo importante: interruzioni ormonali; disturbi mestruali; gravidanza che termina con aborto spontaneo; processi infiammatori degli organi genitali; cisti, fibromi; predisposizione allo sviluppo del cancro ovarico (il cancro è stato trovato in un parente stretto); gravidanza complicata della madre (preeclampsia, infezione); una storia di cancro al seno, che è già stata trattata. Tutte queste condizioni sono essenziali per lo sviluppo di un tumore maligno nelle ovaie. Il cancro ovarico si sviluppa in presenza di fattori predisponenti. Lo sviluppo del cancro è favorito da tumori benigni dell'ovaio (pseudo-mucinoso e sieroso), i tumori benigni colpiscono più spesso donne di età compresa tra i 40 ei 60 anni.

Cistoma (sieroso o mucinoso) - un tumore a crescita rapida, benigno, non produce ormoni, caratterizzati da minzione ridotta, dolore lombare e addome inferiore. Il cistoma tende a rinascere in un neoplasma maligno. I tumori epiteliali benigni si sviluppano dopo un processo infiammatorio nelle ovaie.

Il cistoma pseudomucinoso si sviluppa in violazione del differenziamento embrionale dell'epitelio dei dotti Müller, degli strati germinali degli elementi ectodermici e dell'epitelio ovarico. Si verifica a qualsiasi età, il più delle volte in donne di età superiore ai 50 anni. Il tumore cresce molto velocemente, raggiunge grandi dimensioni. In ogni terzo paziente, il tumore rinasce in uno maligno.

Cistoma papillare - escrescenze papillari sulla superficie del cistoma sieroso. La formazione germina la parete della cavità del cistoma, cresce nel peritoneo, il che rende il tumore simile al cancro ovarico in una fase progressiva. Spesso questo tipo di cistoma è accompagnato da ascite. Colpisce la maggior parte delle donne nel periodo pre-menopausale. Il cistoma papillare si riferisce a malattie precancerose, la degenerazione di un cistoma in una malattia maligna si verifica in ogni seconda paziente.

Fibroma ovarico - si sviluppa dal tessuto connettivo dell'ovaio (stroma), tumore benigno, con una superficie nodale o liscia. Lo sviluppo può essere accompagnato da ascite e idrotorace (triade di Meigs). Ma più spesso c'è un tumore con ascite (accumulo di liquido nella cavità addominale).

I tumori ormono-attivi includono il follicoloma, che produce estrogeni. Il tumore può essere piccolo e molto grande, fino a 40 cm di diametro. Nelle ragazze giovani, lo sviluppo di una tale patologia può provocare una pubertà prematura. Non esiste un limite di età per questo tumore - può svilupparsi in una ragazza nella prima infanzia, in una giovane donna. Il numero di donne malate aumenta all'età di 40 anni e oltre. Più della metà dei casi si verificano nel periodo pre-menopausale. Un tumore benigno granulare può acquisire un decorso maligno.

TEKOMA è un tumore ormonalmente attivo. Si sviluppa dalle cellule a forma di fuso della guaina del follicolo, produce estrogeni e produce progesterone follicolare durante la luteinizzazione del follicolo. Il tumore provoca iperplasia della mucosa della cervice, della vagina e dell'endometrio. TEKOMA può essere un piccolo tumore o svilupparsi in grandi dimensioni. Un tumore di consistenza densa, arrotondato, colpisce più spesso le donne nel periodo della premenopausa, influenza lo sviluppo della sindrome femminilizzante precoce o tardiva. Tekoma può causare infertilità nelle donne in età riproduttiva, e durante la menopausa per riprendere le mestruazioni, aumentare il desiderio sessuale. Tekoma ha un decorso benigno e maligno, un tumore maligno si trova più spesso nelle giovani donne.

Cisti termo-ovaide dermoide (maturo) - si riferisce a tumori a cellule germinali, deposte nel periodo di sviluppo prenatale. La crescita di questo tumore è lenta, il tumore non raggiunge grandi dimensioni, la superficie interna è liscia con una protrusione (tubercolo parenchimale). Nel tubercolo parenchimale spesso organi rudimentali, si trovano spesso tessuti maturi. Il teratoma maturo è più spesso riscontrato nell'infanzia e nell'adolescenza, in età riproduttiva, molto raramente nelle donne in postmenopausa. Il tumore diventa maligno nel 2% dei pazienti con teratoma.

Malattie che sono legate a condizioni precancerose

Le malattie precancerose possono essere facoltative o obbligatorie. Il precancro obbligatorio è una patologia oncologica precoce, che nel tempo può trasformarsi in cancro. Al contrario, le malattie precancerose facoltative non sempre si trasformano in cancro, ma richiedono un'osservazione molto attenta. Allo stesso tempo, più a lungo ritardano il trattamento di una condizione precancerosa facoltativa, maggiore è la probabilità di sviluppo di un tumore maligno. Scopri nell'articolo quali disturbi sono legati alle condizioni precancerose.

Malattie precancerose: tipi e cause di sviluppo

La presenza di uno sfondo precanceroso non indica affatto che si trasformerà definitivamente in cancro. Quindi, le malattie precancerose diventano maligne solo nello 0,1 - 5% dei casi. Le malattie che rientrano nella categoria dei precancerosi comprendono quasi tutti i processi infiammatori cronici.

Esistono 3 categorie di malattie precancerose:

  • malattie precancerose del tratto gastrointestinale;
  • malattie della pelle precancerose;
  • malattie precancerose degli organi genitali nelle donne.

Malattie precancerose del tratto gastrointestinale

Una probabile causa di cancro è la gastrite cronica, in particolare la sua forma anacida. La più pericolosa è la gastrite atrofica, in questo caso l'incidenza del cancro è del 13%.

La malattia dei menethi (gastrite che stimola il tumore) appartiene anche alle malattie precancerose: questa malattia nell'8-40% dei casi è la causa del cancro allo stomaco.

La probabilità che un'ulcera gastrica diventi maligna dipende dalle sue dimensioni e dalla sua posizione. Il rischio aumenta se il diametro dell'ulcera supera i 2 cm.

I polipi gastrici appartengono alla patologia precancerosa dello stomaco, in particolare il gruppo di malattie adenomatose di oltre 2 cm - qui la possibilità di transizione verso uno stato maligno è del 75%.

La poliposi diffusa è un precancro obbligato: in quasi il 100% dei casi questa malattia precancerosa si sviluppa in cancro. Questa malattia viene trasmessa geneticamente e la degenerazione in uno stato maligno si verifica in giovane età.

La malattia di Crohn e la colite ulcerosa appartengono a un precancro facoltativo e sono soggette a trattamento conservativo.

Malattie della pelle precancerose

Nei tumori maligni può rinascere:

  • nevi;
  • danno cronico da radiazioni alla pelle;
  • dermatite da radiazioni tardive;
  • cheratosi attiniche;
  • cheratosi e atrofie senili;
  • ulcere trofiche, piodermite cronica ulcerativa e vegetativa, che esistono da molto tempo;
  • forme ulcerative e di verruca di lichen planus;
  • cambiamenti cicatriziali della pelle in fuochi di forme eritematose e tubercolari di lupus
  • ipercheratosi premaligna bordata del bordo rosso delle labbra, cheloidi.

La melanosi precancerosa di Dubrae, le cheratosi pigmentarie attiniche e il nevo epidermodermico di confine hanno una grande tendenza ad entrare in uno stato maligno.

Nel 5-6% dei casi i carcinomi marcati si sviluppano a seguito di cicatrici causate da ustioni. I tumori benigni dell'epitelio inclini a diventare maligni sono il corno cutaneo (12-20% dei casi) e il cheratoacantoma (17,5%).

Sebbene la probabilità che verruche e papillomi si trasformino in cambiamenti maligni è piuttosto piccola, ci sono ancora un certo numero di casi in cui il cancro si sviluppa da loro.

Malattie precancerose degli organi genitali femminili

La lesione cervicale si verifica più spesso, le ovaie occupano il secondo posto, quindi la vagina e gli organi genitali esterni. Allo stesso tempo, i polipi del collo dell'utero raramente si rigenerano in cancro, in quanto sono accompagnati da una scarica sanguinolenta, motivo per cui vengono diagnosticati rapidamente e prontamente rimossi.

L'erosione può essere presente nelle donne per mesi e persino anni e non si manifesta. Se l'erosione cervicale esiste per lungo tempo e non viene trattata, può causare lo sviluppo di un tumore. La causa principale del cancro cervicale ed uterino è il papillomavirus umano.

Le cisti ovariche nelle prime fasi della donna sono asintomatiche e possono essere rilevate solo durante un esame ginecologico. Qualsiasi cisti riconosciuta viene necessariamente rimossa.

Il cancro vaginale si sviluppa a causa di leukoplaky. Nelle donne che trascurano l'igiene, la leucoplachia si trasforma in ulcere, che in futuro potrebbero diventare il terreno per lo sviluppo del cancro. Nelle fasi avanzate del trattamento è difficile, soprattutto in caso di mancato controllo regolare del medico. Va tenuto presente che il cancro vaginale è più pericoloso del cancro cervicale, quindi tutte le malattie croniche della vagina devono essere trattate in ambiente ospedaliero.

Spesso il cancro è la causa della negligenza della propria salute e in molti casi è possibile prevenirne lo sviluppo a seguito di controlli regolari da parte dei medici. Al fine di prevenire un tale risultato, si dovrebbe essere particolarmente attenti a qualsiasi deterioramento del benessere e dovrebbero visitare gli specialisti in tempo.

Condizioni pre-cancerose - come riconoscere, prevenire?

Una condizione precancerosa è una condizione speciale del corpo che a un certo punto può trasformarsi in una malattia oncologica. Esistono due categorie principali di precancro:

  1. Le condizioni precancerose obbligatorie sono combinate in un gruppo di malattie, la cui conseguenza è un tumore canceroso.
  2. I precancro facoltativi sono condizioni patologiche che, durante il loro sviluppo, non sono necessariamente accompagnate da degenerazione maligna dei tessuti colpiti.

Tali condizioni precancerose richiedono la consultazione urgente di uno specialista, poiché, a seconda del tipo di precancro, il paziente può richiedere una terapia specifica. In alcuni casi, si consiglia ai pazienti di sottoporsi a controlli di routine per l'osservazione dinamica di questo tipo di patologia.

Cliniche leader all'estero

Condizioni precancerose: sintomi e segni

Le manifestazioni, il quadro clinico e i sintomi dei precancer dipendono, prima di tutto, dalla posizione della lesione.

Condizioni pre-cancerose dell'utero:

Un vero precancro dell'utero è la displasia epiteliale, che si manifesta con l'aumento della divisione cellulare dello strato superficiale della mucosa con la presenza di un piccolo numero di elementi atipici. Lo sviluppo della displasia contribuisce all'esordio precoce dell'attività sessuale, al frequente cambiamento di partner sessuali e alla gravidanza in giovane età. La condizione precancerosa della cervice in molti casi è anche associata a infezione da papillomavirus umano.

La malattia è principalmente asintomatica e viene rilevata per caso durante un esame ginecologico di routine. La diagnosi di displasia si verifica sulla base di analisi citologiche di striscio, colposcopia e esame istologico di tessuti patologici.

Condizione precancerosa dello stomaco:

Infatti, la gastrite cronica può essere considerata un precancro facoltativo. Recentemente, è stata stabilita un'eziologia infettiva dell'infiammazione della mucosa gastrica. Come è noto, dopo la penetrazione dei batteri helicobacter pylori nel tratto digestivo, invadono la mucosa e si attaccano alla parete dell'organo. In questo luogo si forma una reazione infiammatoria del corpo, che alla fine può portare all'erosione e all'ulcera. Come risultato di tali processi, l'accumulo di mutazioni genetiche si verifica nelle cellule del tratto gastrointestinale, che può provocare la degenerazione del cancro dei tessuti gastrici.

Condizioni cutanee precancerose:

I precancro della pelle possono avere due forme principali:

  1. Malattie della natura del tumore:
  • Cheratoma senile, che si manifesta sotto forma di eruzioni di verruche ricoperte di croste. Questa formazione è di solito leggermente sollevata sopra la superficie della pelle.
  • Corno cutaneo - ha l'aspetto di una proliferazione limitata di cellule epiteliali, che in seguito diventa ricoperta da uno strato corneo di pelle. Questa condizione è quasi il 90% alla fine degenera in un tumore maligno, cioè il cancro della pelle.
  1. Precancers non tumorali:
  • Epidermodisplasia virale. Questa patologia si forma a causa dell'infezione dell'organismo del papilloma con un virus e, nel quadro clinico, assomiglia a una lesione della pelle verrucosa.
  • Kandiloma gigante. La malattia è localizzata sulla pelle degli organi genitali e nell'area dell'ano e ha l'aspetto di compattazione nodulare, spesso con aree di ulcerazione.
  • Xeroderma pigmentato. Questa reazione cutanea geneticamente determinata all'esposizione alle radiazioni ultraviolette si manifesta con aree di rossore eritematoso dell'epidermide. Nel tempo, si forma una macchia di pigmento in questi luoghi.
  • Keratoz soleggiato. La lesione viene osservata prevalentemente nei pazienti più anziani, in cui si forma una macchia gialla sotto l'azione dei raggi ultravioletti. Dopo un po 'di tempo, questa formazione è coperta da squame.
  • Leucoplachia. Questa condizione patologica è caratterizzata da cheratinizzazione atipica dell'epitelio e della membrana mucosa a seguito di lesioni meccaniche, chimiche o termiche croniche.

Condizioni pre-cancerose dei polmoni:

Le seguenti malattie dell'apparato respiratorio possono contribuire allo sviluppo di tumori del cancro:

  1. La bronchiectasia è una condizione precancerosa della mucosa del sistema bronchiale, in cui si verifica la proliferazione atipica degli elementi cellulari sotto forma di papillomi. Tale processo, nella maggior parte dei casi, è una conseguenza di un processo infiammatorio cronico nei bronchi.
  2. Polmonite cronica Un corso prolungato di processi infiammatori nel tessuto polmonare, secondo alcuni scienziati, è considerato una forma facoltativa di precancro di tutto il sistema respiratorio.

Malattie che sono legate a condizioni precancerose

Le malattie precancerose possono essere facoltative o obbligatorie. Il precancro obbligatorio è una patologia oncologica precoce, che nel tempo può trasformarsi in cancro. Al contrario, le malattie precancerose facoltative non sempre si trasformano in cancro, ma richiedono un'osservazione molto attenta. Allo stesso tempo, più a lungo ritardano il trattamento di una condizione precancerosa facoltativa, maggiore è la probabilità di sviluppo di un tumore maligno. Scopri nell'articolo quali disturbi sono legati alle condizioni precancerose.

Malattie precancerose: tipi e cause di sviluppo

La presenza di uno sfondo precanceroso non indica affatto che si trasformerà definitivamente in cancro. Quindi, le malattie precancerose diventano maligne solo nello 0,1 - 5% dei casi. Le malattie che rientrano nella categoria dei precancerosi comprendono quasi tutti i processi infiammatori cronici.

Esistono 3 categorie di malattie precancerose:

  • malattie precancerose del tratto gastrointestinale;
  • malattie della pelle precancerose;
  • malattie precancerose degli organi genitali nelle donne.

Malattie precancerose del tratto gastrointestinale

Una probabile causa di cancro è la gastrite cronica, in particolare la sua forma anacida. La più pericolosa è la gastrite atrofica, in questo caso l'incidenza del cancro è del 13%.

La malattia dei menethi (gastrite che stimola il tumore) appartiene anche alle malattie precancerose: questa malattia nell'8-40% dei casi è la causa del cancro allo stomaco.

La probabilità che un'ulcera gastrica diventi maligna dipende dalle sue dimensioni e dalla sua posizione. Il rischio aumenta se il diametro dell'ulcera supera i 2 cm.

I polipi gastrici appartengono alla patologia precancerosa dello stomaco, in particolare il gruppo di malattie adenomatose di oltre 2 cm - qui la possibilità di transizione verso uno stato maligno è del 75%.

La poliposi diffusa è un precancro obbligato: in quasi il 100% dei casi questa malattia precancerosa si sviluppa in cancro. Questa malattia viene trasmessa geneticamente e la degenerazione in uno stato maligno si verifica in giovane età.

La malattia di Crohn e la colite ulcerosa appartengono a un precancro facoltativo e sono soggette a trattamento conservativo.

Malattie della pelle precancerose

Nei tumori maligni può rinascere:

  • nevi;
  • danno cronico da radiazioni alla pelle;
  • dermatite da radiazioni tardive;
  • cheratosi attiniche;
  • cheratosi e atrofie senili;
  • ulcere trofiche, piodermite cronica ulcerativa e vegetativa, che esistono da molto tempo;
  • forme ulcerative e di verruca di lichen planus;
  • cambiamenti cicatriziali della pelle in fuochi di forme eritematose e tubercolari di lupus
  • ipercheratosi premaligna bordata del bordo rosso delle labbra, cheloidi.

La melanosi precancerosa di Dubrae, le cheratosi pigmentarie attiniche e il nevo epidermodermico di confine hanno una grande tendenza ad entrare in uno stato maligno.

Nel 5-6% dei casi i carcinomi marcati si sviluppano a seguito di cicatrici causate da ustioni. I tumori benigni dell'epitelio inclini a diventare maligni sono il corno cutaneo (12-20% dei casi) e il cheratoacantoma (17,5%).

Sebbene la probabilità che verruche e papillomi si trasformino in cambiamenti maligni è piuttosto piccola, ci sono ancora un certo numero di casi in cui il cancro si sviluppa da loro.

Malattie precancerose degli organi genitali femminili

La lesione cervicale si verifica più spesso, le ovaie occupano il secondo posto, quindi la vagina e gli organi genitali esterni. Allo stesso tempo, i polipi del collo dell'utero raramente si rigenerano in cancro, in quanto sono accompagnati da una scarica sanguinolenta, motivo per cui vengono diagnosticati rapidamente e prontamente rimossi.

L'erosione può essere presente nelle donne per mesi e persino anni e non si manifesta. Se l'erosione cervicale esiste per lungo tempo e non viene trattata, può causare lo sviluppo di un tumore. La causa principale del cancro cervicale ed uterino è il papillomavirus umano.

Le cisti ovariche nelle prime fasi della donna sono asintomatiche e possono essere rilevate solo durante un esame ginecologico. Qualsiasi cisti riconosciuta viene necessariamente rimossa.

Il cancro vaginale si sviluppa a causa di leukoplaky. Nelle donne che trascurano l'igiene, la leucoplachia si trasforma in ulcere, che in futuro potrebbero diventare il terreno per lo sviluppo del cancro. Nelle fasi avanzate del trattamento è difficile, soprattutto in caso di mancato controllo regolare del medico. Va tenuto presente che il cancro vaginale è più pericoloso del cancro cervicale, quindi tutte le malattie croniche della vagina devono essere trattate in ambiente ospedaliero.

Spesso il cancro è la causa della negligenza della propria salute e in molti casi è possibile prevenirne lo sviluppo a seguito di controlli regolari da parte dei medici. Al fine di prevenire un tale risultato, si dovrebbe essere particolarmente attenti a qualsiasi deterioramento del benessere e dovrebbero visitare gli specialisti in tempo.

Malattie precancerose

CHE PU CAN ESSERE TRATTATO SENZA OPERARE

Pre-recidiva e malattie che si trasformano in cancro.

P redrac o malattie precancerose sono malattie che portano al cancro; malattie che si trasformano in cancro; o malattie che precedono il cancro.

Anche nel 1870, il medico russo M. M. Rudnev, nelle sue lezioni, disse che il cancro si sviluppa sul terreno preparato da varie malattie.

Il precancellatore Termin è apparso nel 1896 dopo il Congresso internazionale dei dermatologi a Londra. Da allora, questo concetto è stato ampiamente incorporato nella pratica clinica ed è stato applicato.
malattie di vari organi che servono da sfondo per lo sviluppo di tumori maligni in loro. La diagnosi precoce e il trattamento tempestivo delle malattie precancerose sono diventati parte integrante della prevenzione del cancro.

Distinguono il precancro obbligato, - include le malattie che molto spesso si trasformano in cancro. Il precancro obbligatorio, per esempio, è considerato polipo. Quindi, secondo varie fonti, dal 60 al 95% dei casi di cancro hanno origine da polipi in vari organi.
Le cisti di vari organi ghiandolari-secretori sono anche riferite al precancro obbligato. Queste sono le cisti del salivare, delle ghiandole mammarie, delle cisti ovariche, del pancreas, della prostata e delle cisti tiroidee.

Includono anche il precancro facoltativo, che include malattie che hanno meno probabilità di servire da base per lo sviluppo di tumori maligni. Questi includono bronchiti croniche, ulcere gastriche, mastopatia, erosione cervicale, ecc.
In questo caso, i fattori decisivi per la transizione di una malattia precancerosa in cancro sono la prolungata esistenza del processo infiammatorio in organi affetti da un processo patologico (per esempio, un focolaio di infezione cronica), squilibrio ormonale, diabete mellito latente e manifesto, alterata funzione regolatrice del sistema nervoso autonomo o centrale. sistema.

Le malattie pre-cancerose sono reversibili

La malattia del cancro non si trasforma necessariamente in cancro. Il precancro si distingue per un percorso piuttosto lungo e si manifesta con vari segni non specifici causati da una violazione dell'uno o dell'altro delle funzioni degli organi colpiti, clinicamente mascherati da malattie ordinarie. Questo spesso causa errori diagnostici.

Riconoscendo la presenza di una malattia precancerosa, è necessario valutare correttamente il grado di rischio della sua trasformazione in cancro. Non tutte le gastriti croniche, le bronchiti o le coliti si trasformano in una malattia tumorale.
P ak non si presenta come una fase obbligatoria che segue il precancro. Degenerazione maligna, è sempre il risultato dell'influenza di più fattori contemporaneamente, danneggiando i normali processi fisiologici di recupero (rigenerazione) e l'attività dei tessuti.

La presentazione sul precancro ha una prospettiva clinica definita da un oncologo domestico N. N. Petrov, che ha scritto: "I cambiamenti pre-cancerosi sono cambiamenti reversibili", che indica la possibilità di curare il precancro.

Trattamento del precancro

Con la tattica attuale di trattare le malattie precancerose, di norma, consiste nella rimozione chirurgica dagli organi malati delle formazioni precancerose (polipi, cisti, erosioni) che sono comparse in esse. Tuttavia, anche dopo interventi apparentemente approfonditi e radicali, dal punto di vista del medico, rimozione della formazione patologica o messa a fuoco ("frutto maturo"), la persona non diventa sana, poiché ha sempre uno sfondo patogeno ("radici" e "terreno" patogeno). "malattia), e c'è sempre la probabilità di una ricorrenza (ritorno) di una malattia precancerosa in una forma o nell'altra.
Ad esempio, nei pazienti dopo la rimozione dei polipi, nuovi polipi possono apparire ancora e ancora. Oppure, dopo cauterizzazione dell'erosione cervicale, una donna spesso si sviluppa presto (i nodi), ma già nelle ghiandole mammarie e nelle ghiandole tiroidee.
Pertanto, nessuna operazione chirurgica può essere considerata un metodo affidabile per il trattamento di una malattia precancerosa, poiché viene rimossa solo una conseguenza, ma la causa rimane.

Il trattamento omeopatico in tale situazione ha un grande potenziale e prospettive di eliminazione non solo delle manifestazioni (focali) visibili del precancro, ma anche delle sue "radici" e "suolo", che influenzano i meccanismi alla base della malattia.

Ottimismo chirurgico

Tra molte persone, è un malinteso comune che la chirurgia sia un metodo per sbarazzarsi rapidamente di tutti i problemi, una volta per tutte.
L'attitudine al trattamento chirurgico come una panacea è spesso resa popolare dai chirurghi.
I chirurghi delle migliori intenzioni, cercando di sviluppare un atteggiamento ottimistico nei confronti del paziente per l'operazione imminente, potrebbero dire con eccessivo entusiasmo che l'operazione "ti condurrà al pieno ordine".
Tuttavia, francamente, nessuna operazione fornisce una piena garanzia di guarigione o sollievo dalla malattia, ma in pratica è spesso necessario riscontrare il fatto che dopo un'operazione chirurgica apparentemente di successo, la malattia ritorni di nuovo (si ripete).
Ciò è spiegato dal fatto che nella maggior parte dei casi non eliminiamo chirurgicamente le cause, ma rimuoviamo solo i "frutti maturi della malattia" senza influenzare l'intero processo patologico - le "radici e il terreno" della malattia su cui questa malattia "cresce".

La più importante è la questione del trattamento delle malattie precancerose, poiché finora il più comunemente usato e, come si è scoperto, non il metodo più affidabile di trattamento è la loro rimozione chirurgica. Tuttavia, è noto che dopo la rimozione di una o più formazioni precancerose (cisti, polipi, nodi), potrebbe apparire di nuovo.

Reversibilità dei cambiamenti patologici

Per molto tempo, l'indagine sulle formazioni patologiche stabili in vari organi sembrava ovvia e non era in dubbio, in quanto vi era un'idea della completa irreversibilità dei cambiamenti sclerotici (fibrosi) nella sconfitta della malattia degli organi in cui inizia a formarsi un tessuto cicatriziale denso, che cambia le dimensioni dell'organo, portando al suo deformazione e il verificarsi di varie formazioni patologiche in esso (rimodellamento di tessuti e organi).
Per molto tempo questo è stato un paradigma (un insieme di installazioni scientifiche fondamentali) che determina la scelta del trattamento esclusivamente chirurgico.

Informazioni su dnako nel 1899 accademico I.P. Pavlov e G.A. Smirnov quando conduceva esperimenti su animali dimostrò la reversibilità dei cambiamenti sclerotici (sigilli) del pancreas. Più tardi L.V. Sobolev ha anche sperimentato sperimentalmente la possibilità di un'inversione completa del tessuto fibroso del fegato invaso nella cirrosi.

In futuro, non solo le osservazioni sperimentali ma anche cliniche hanno confermato la possibilità di un'inversione parziale o completa di vari cambiamenti patologici nei polmoni, nei reni, nel fegato, nel muscolo cardiaco, nelle ghiandole endocrine e nei vasi, a condizione che ci siano alcuni effetti speciali su di essi.

Parlando della reversibilità delle malattie precancerose, è necessario ricordare ancora una volta le parole di un famoso oncologo russo N.N. Petrova, che ha scritto che "i cambiamenti precancerosi sono cambiamenti reversibili". Questo è un fatto di medicina ben noto.

Quindi, si può concludere che la maggior parte dei cambiamenti patologici negli organi che si sono manifestati durante le malattie croniche, le formazioni precancerose e persino i tumori, possono subire uno sviluppo inverso parziale o completo sotto l'influenza di vari effetti aspecifici e specifici.

Predating: paura o non prestare attenzione?

Precancro. Cos'è? Devo aver paura di questo stato o posso ignorarlo?

Okovita Yuliya Nikolaevna, una gastroenterologa con la "Clinic Expert Smolensk", ci ha aiutato a capire il problema del precancro.

- Yulia Nikolaevna, sfortunatamente, la vita è piena di storie su come il cancro sia stato scoperto in fase avanzata, quando spesso è impossibile aiutare. Se c'è il cancro, allora ha uno stadio di sviluppo. Cos'è una condizione precancerosa?

Un precancro è un cambiamento di tessuto congenito o acquisito che contribuisce alla comparsa di neoplasie maligne, ma non sempre viene trasformato in esse.

- La condizione precancerosa è uno stadio iniziale del cancro o non è una patologia del cancro?

No, un precancro non è un cancro, compreso lo stadio iniziale. Questo è lo sfondo, il "terreno" su cui è possibile lo sviluppo di una neoplasia maligna. E solo quando appare (e alcune caratteristiche sono caratteristiche del cancro), solo allora possiamo parlare dello stadio iniziale (o di qualche altro) del cancro.

- Un precancro è una diagnosi separata ed è codificato nella classificazione internazionale delle malattie?

Sì. Poiché il precancro avviene in diversi organi, quindi, le codifiche sono diverse.

- Quali malattie gli oncologi riferiscono alle condizioni precancerose?

I tipi di condizioni precancerose variano a seconda del sistema di organi. Ci sono i precancri della pelle, il bordo rosso delle labbra, l'orofaringe, l'esofago, lo stomaco, l'utero, ecc.

I PREDETTI NON È CANCRO, COMPRESO
E NON L'INIZIO DELLA SUA FASE

Inoltre, un precancello facoltativo e obbligato è isolato. Il primo è lo stato con una bassa probabilità di malignità. Le condizioni all'interno di un precancro obbligato hanno una maggiore probabilità di diventare un cancro.

L'elenco di malattie specifiche è piuttosto esteso. Questo, ad esempio, l'esofago di Barrett, la malattia di Paget, i polipi gastrici, la colite ulcerosa, le macchie dell'età, le voglie, le singole cisti nella struttura patologica ginecologica.

Leggi il materiale sull'argomento: cos'è una cisti ovarica e come trattarla?

- Non è facile per una persona che ha imparato di avere una condizione precancerosa. È difficile vivere con la consapevolezza che nel suo corpo c'è una bomba a tempo. Soprattutto per questi pazienti, dicci, in quali condizioni un precancer può svilupparsi nel cancro?

Questi sono fattori ambientali avversi. Ciò include, in particolare, l'esposizione al sole. E questo è importante non solo per le persone con condizioni precancerose sulla pelle, ma anche, per esempio, con la mastopatia.

Implica la lunga esistenza di processi infiammatori, esacerbazioni che si verificano; sovrappeso (questo fattore è stato trovato associato all'insorgenza del tumore del colon); la presenza di cattive abitudini (fumo, abuso di alcool); effetti stressanti.

Nelle donne, un fattore aggiuntivo è il frequente cambiamento dei partner sessuali e, di conseguenza, un aumento del rischio di infezione. Se ci sono cambiamenti precancerosi, può portare allo sviluppo del cancro cervicale.

Leggi il materiale sull'argomento: che cos'è l'infezione TORCH?

Un certo ruolo è giocato dall'ereditarietà (la presenza di oncopatologia nella famiglia), così come dall'invecchiamento (per esempio, in termini di malignità delle macchie di pigmento, nevi).

- Cosa dovrebbe fare una persona se il medico alla reception parla della condizione precancerosa? È questo un motivo di panico o di ulteriori esami e trattamenti?

Questo è un motivo per prestare molta attenzione alla vostra salute, per essere esaminati, per essere controllati e ricevere un trattamento appropriato. E non dovresti andare nel panico: partiamo dallo stress, è un fattore di rischio.

- Yulia Nikolaevna, quali test diagnostici dovrebbero sottoporsi i pazienti per il precancro?

La diagnosi di precancro dipende dalla sua posizione. Ad esempio, in una malattia come l'esofago di Barrett, i processi atrofici della mucosa gastrica, l'esofagogastroduodeno-fibroscopia viene utilizzata con una biopsia (prelevando un frammento della membrana mucosa per un successivo esame microscopico). Lo studio della struttura del campione di tessuto ottenuto è necessario per capire quale processo patologico è disponibile.

Leggi il materiale sull'argomento: come passare una gastroscopia senza paura?

- È noto che spesso l'approccio della medicina occidentale e quello domestico su molte questioni è diverso. In che modo i tuoi colleghi occidentali trattano il precancro? Per loro, la condizione precancerosa del paziente è una ragione per "suonare il campanello" o non danno un significato serio al precancro?

I medici occidentali, naturalmente, sono impegnati nel precancro e gli danno la dovuta importanza. La domanda è che la gravità dei cambiamenti morfologici a cui inizia il trattamento può differire. Darò un esempio. La patologia nota a molte donne - l'erosione cervicale - viene trattata nel nostro paese prima che in Occidente.

- Le condizioni precancerose richiedono un'osservazione dinamica costante? Quanto spesso sono necessari?

Sì, l'osservazione è necessaria. Frequenza - 1 volta in 3 mesi per 1-2 anni. Tuttavia, la frequenza dell'esame dei pazienti con condizioni precancerose può variare a seconda della specifica situazione clinica.

- Quale specialista medico si occupa di pazienti con condizioni precancerose?

La gestione e il trattamento di tali malattie è competenza di un oncologo (per almeno due anni) e uno stretto specialista, rispettivamente, di un organo e di un sistema in cui vi è una violazione (se la pelle è un dermatologo / dermatovenerologo, esofago, stomaco - un gastroenterologo, ecc.). Due anni dopo, le consultazioni oncologiche si tengono in consultazione con questo medico.

Prendi un appuntamento con un oncologo qui

il servizio è disponibile nelle città: Voronezh, Kursk, Rostov-on-Don, Smolensk, Tula

Leggi il materiale sull'argomento:

Okovitaya Julia Nikolaevna

Laureato presso la facoltà di medicina dell'Accademia medica statale di Smolensk nel 2004.

Dal 2004 al 2006 ha superato la residenza clinica nella specialità "Medicina generale (familiare)".

Attualmente ricopre la posizione di medico generico, gastroenterologo presso la "Clinic Expert Smolensk". Riceve a: st. 8 marzo, 20 gennaio.

Classificazione delle malattie precancerose

I processi che precedono l'insorgenza del cancro sono comunemente chiamati malattie precancerose e le condizioni e le malattie che favoriscono e creano la base per lo sviluppo dei sarcomi sono pre-sarcomi. Ad oggi, il termine "precancro" è stato utilizzato nella pratica oncologica come un concetto generale per definire i processi che precedono l'emergere di vari tumori maligni, tra cui cancro, sarcoma e altri tumori maligni meno comunemente osservati. Poiché il cancro è molto più comune di altri tumori maligni, l'uso del termine "pre-sarcoma" insieme al termine "precancro" non era necessario. Dal punto di vista metodologico nella giusta direzione, il concetto di precancro fornisce il lato organizzativo della lotta contro il cancro. Tuttavia, da un punto di vista accademico, tale definizione non è corretta, pertanto il termine "malattie pretumorose" può essere trovato sempre più spesso in letteratura, sebbene ciò non sia di fondamentale importanza per l'organizzazione dell'assistenza oncologica.

Attualmente, le malattie o le condizioni precancerose si riflettono in rappresentazioni cliniche, morfologiche e biochimiche.

Sulla base dell'esperienza delle principali istituzioni oncologiche e degli studi sperimentali, è stata sviluppata una classificazione delle malattie precancerose ampiamente utilizzate nella pratica medica.

A causa del fatto che questa classificazione delle malattie precancerose non include un certo numero di localizzazioni, e anche per il fatto che le idee su alcuni processi hanno subito cambiamenti significativi, riteniamo necessario portarlo in una forma leggermente modificata ed espansa, classificando le malattie precancerose per organi.

Classificazione delle malattie precancerose per organi

  1. Xeroderma pigmentato.
  2. La discheratosi di Bowen.
  3. La malattia di Paget.
  4. Corno cutaneo
  5. Ulcere non cicatrizzate, fistole, cicatrici di natura domestica e professionale, nonché sulla base di malattie infettive (tubercolosi, sifilide, osteomielite); malattie della pelle.
  6. Cheratosi senile e radiazioni.
  7. Anomalie dello sviluppo della pelle (macchie pigmentate e non pigmentate di natura congenita e acquisita).
  8. Veri papillomi negli anziani.

Comune (diffusa), produttiva; distruttiva.

Papillomi (escrescenze verrucose).

Mucosa orale

A. Comune (diffusa).

B. Focale: a) leucoplachia; b) papillomatosi.

  1. Forme distruttive (ulcere e crepe).

Laringe e nasofaringe

a) naso interno. Di solito sulla parete interna delle cavità principali del naso. Un numero e una forma varia di escrescenze che rendono difficile la respirazione, dando facile sanguinamento;

b) rinofaringe. Più spesso sulla superficie nasofaringea del palato molle, meno spesso sulle altre pareti. Provoca disturbi della respirazione nasale, deglutizione, udito ("posa" del tubo uditivo); lieve sanguinamento con esame delle dita;

c) l'orofaringe. Sul palato molle, specialmente sugli archi. Provoca il solletico, e con un aumento che interferisce con la respirazione, la deglutizione e la conversazione;

g) laringofaringe. Più spesso in un seno a forma di pera. Aumentando le dimensioni - difficoltà nel deglutire cibi densi e liquidi. Queste difficoltà aumentano con la diffusione all'ingresso dell'esofago e della parte iniziale dell'esofago.

e) laringe e trachea. Un posto preferito è al di sopra delle vere corde vocali: la superficie laringea dell'epiglottide, la piega laringea, i legamenti ventricolari, i ventricoli laringei; spesso su vere corde vocali, nello spazio sottoglottico e nella trachea. Spesso causa un disordine del fator della laringe e della funzione respiratoria.

  1. Discheratosi: a) pachidemia: b) leucoplachia: c) leucemia.
  2. Fibroma su una base ampia.
  3. Contatto fibroma
  4. Adenoma.
  5. Chondroma.
  6. Fibroma basale.
    1. Iperplasia dishormonal del seno.

A. Tipo nodoso (fibroadenoma).

B. Tipo diffuso.

a) foche foche e diffuse senza confini chiari con una superficie a grana fine, consistenza più o meno densamente elastica, sensibile alla palpazione, variazione delle dimensioni e consistenza a seconda delle fasi del ciclo mestruale, diminuzione e ammorbidimento in posizione orizzontale.

L'insorgenza di cancro sullo sfondo della fibroadenomatosi è relativamente frequente;

b) fibroadenomatosi a lungo esistente è spesso accompagnata dalla formazione di cisti piccole e grandi. Questa forma di fibroadenomatosi si sviluppa prevalentemente all'età di 35-45 anni, ma spesso prima;

c) la fibroadenomatosi con crescita epiteliale intraduttale e intracistica è caratterizzata da una compattazione focale di densità maggiore o minore nella regione quasi polare o dalla periferia, talvolta con espansione cistica nella zona areola e con secrezioni (spesso sanguinose) dal capezzolo (spontaneo o sotto pressione sul sigillo). Si sviluppa principalmente all'età di 35-45 anni, ma a volte prima. È necessario distinguere la fibroadenomatosi con crescite intraduttali e intracellulari di tipo adenomatoso, papillare e solido. L'insorgenza di cancro è spesso annotata (particolarmente spesso con crescite intraductal e intrakistnyh del tipo solido).

  1. Polipi adenomatosi
  2. Cicatrici dopo le ustioni.
  3. Leucoplachia.
  4. Ulcera peptica in età matura e vecchiaia.
  1. Gastrite cronica diffusa.
  2. Gastrite focale cronica.
  3. Un'ulcera allo stomaco
  4. Polipi dello stomaco

Colon e retto

Crescita poliforme di tipo adenomatoso.

A. Poliposi multipla.

  1. Polipi adenomatosi, la cosiddetta poliposi familiare.
  2. Iperplasia focale disregenerativa sullo sfondo della colite e della rettite posticipata.

B. Singoli polipi.

  1. Colite ulcerosa cronica e rettite, stenosi cicatriziali.
  2. Fessure non curative e fistole del retto anale.

Falsi ispessimenti e protrusioni poliformi sulla membrana mucosa (pseudopressi) del tipo linfatico o fibroso (le malattie fibrose non si trasformano in cancro e non devono essere classificate come precancerose).

Genitali femminili

Genitali esterni

  1. Ipercheratosi: a) leucoplachia, b) kraurosi.
  2. Formazioni pigmentate limitate con tendenza alla crescita e all'ulcera.
  1. Leucoplachia.
  2. Eritroplachia.
  3. Iperplasia muscolare ghiandolare, cosiddetta erosione papillare e follicolare.
  4. Polipi cervicali, in particolare ulcerati.
  1. Iperplasia ghiandolare della mucosa (in particolare ricorrenti in età menopausale e post menopausa).
  2. Adenomatosi.
  3. Polipi della mucosa.
  4. Bubble skid.
  5. Tumori ovarici benigni.

Pre-sarcomi e condizioni pre-neoplastiche delle ossa

  1. Tumore a cellule giganti.
  2. Enhondroma.
  3. Esostosi su un ampio gambo.
  4. Tumori ossei benigni (condroma, mixoma) in uno stato di crescita avanzata.

Malattie precancerose e pre-sarcomiche dei tessuti molli (fascia, tendini, fibre intermuscolari, muscoli, guaine di vasi e nervi)

Fegato e tratto biliare

  1. Epatoma.
  2. Cirrosi epatica.
  3. Malattia da calcoli biliari, spesso ricorrente.

Vescica, uretra, prostata e testicoli

  1. Leucoplachia primaria della mucosa della vescica.
  2. Cistite "anilina" nell'industria anilina dei lavoratori.
  3. Papilloma.
  4. Crescenze adenomatose e adenomi.
  5. Papilloma dell'uretra.
  6. Adenoma prostatico.
  7. Ipertrofia prostatica legata all'età.
  8. Criptorchidismo, ectopia.
  9. Tubercolosi, gonorrea epididima.
  10. Tumore testicolare misto teratoide.
  1. Gozzo nodoso.
  2. Rydelev forma di gozzo.

Naturalmente, la suddetta classificazione e lista dei processi pretumor non esauriscono tutte le forme nosologiche e sono solo la base per l'orientamento del clinico nella sua pratica. Il clinico può e deve rigorosamente individualizzare, espandere o restringere il volume della contabilità, dell'osservazione e del trattamento dei pazienti con malattie precancerose.

In ogni caso, i pazienti con queste malattie sono soggetti ad esame clinico e al trattamento da parte di specialisti della rete generale di salute e oncologia.