Biopsia polmonare, come si fa, indicazioni, tipi e interpretazione dell'analisi, puntura dei polmoni nel cancro e sarcoidosi

Una biopsia polmonare è sempre inclusa in una serie di misure diagnostiche per il sospetto sviluppo di una struttura cancerosa negli organi respiratori. Questa procedura si distingue per la massima affidabilità e viene effettuata al fine di confermare o smentire l'aspetto nei polmoni delle cellule maligne. Inoltre, una biopsia aiuta uno specialista a fare diagnosi così gravi come la sarcoidosi, la fibrosi polmonare, la tubercolosi, che possono provocare lo sviluppo dell'oncologia in qualsiasi momento.

Che cosa è una biopsia (puntura) e le caratteristiche della sua attuazione nel cancro del polmone

Esame istologico della biopsia - la tecnica diagnostica più informativa. La biopsia è la parte principale di esso e consiste nella raccolta in vivo di materiale bioptico dal corpo umano per ulteriori esami al microscopio. I risultati di tale ricerca consentono non solo di rilevare il processo di trasformazione maligna in modo tempestivo, ma anche di determinare lo stadio di sviluppo del processo di malignità, che ha un impatto diretto sulla scelta delle tattiche terapeutiche.

Fondamentalmente, questo studio è condotto secondo uno schema identico, ma per ogni corpo ci sono differenze.

Le caratteristiche della biopsia nell'individuare la natura delle lesioni polmonari sono le seguenti:

  • i pezzi di tessuto che hanno subito danni devono essere ottenuti non solo dal centro del centro patologico, ma anche dalla sua periferia;
  • Per escludere un errore medico e fare una diagnosi più corretta, almeno 5 campioni di tessuti rigenerati devono essere inviati al laboratorio;
  • Se viene eseguita una biopsia polmonare nella sarcoidosi, per determinare il grado di progressione di una lesione granulomatosa, la biopsia viene posta in uno speciale mezzo nutritivo prima di essere inviata al laboratorio.

Queste sfumature distinguono la biopsia del tessuto polmonare dalla raccolta e preparazione del materiale bioptico da altri organi del corpo umano.

Indicazioni e controindicazioni alla procedura

La biopsia polmonare non è una procedura standard e ordinariamente prescritta. Per includerlo in una diagnosi completa, il medico curante deve avere valide ragioni.

Nella pratica clinica, ci sono le seguenti indicazioni per la nomina di questo metodo di ricerca:

  • conferma o negazione di malignità della porzione anormale;
  • individuazione di processi patologici di natura virale, batterica o fungina;
  • determinazione del grado di danno ai linfonodi nella cavità toracica, con diagnosi confermata di sarcoidosi.

In tutti questi casi, una biopsia consente a uno specialista di chiarire la natura dei cambiamenti a livello cellulare e di scegliere il trattamento più efficace in ciascun caso particolare. Ma ci sono diverse condizioni in cui la raccolta di biopsia dai polmoni è controindicata.

Non è fatto nemmeno con l'urgente necessità di chiarire la diagnosi nei seguenti casi:

  • insufficienza cardiaca non compensata con dispositivi speciali;
  • grande accumulo nel polmone fluido cavità o aria;
  • la presenza nei tessuti polmonari delle formazioni cistiche;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • anemia grave.

Al fine di confermare o escludere queste controindicazioni, il paziente è programmato per un esame completo nella fase preparatoria. Ci sono anche una serie di condizioni quando questa procedura non è desiderabile, ma se ci sono indicazioni serie, uno specialista può permetterlo. Questi includono insufficienza renale cronica, trombocitopenia, connessione dell'apparato per la ventilazione artificiale dei polmoni.

Tipi di biopsia a seconda della tecnica di

Per condurre un tale studio diagnostico utilizzando diversi metodi. Ognuno di essi ha le sue caratteristiche e fornisce informazioni esaustive solo in un caso specifico. La scelta del metodo dipende direttamente dalla posizione della neoplasia patologica, dalla sua vastità e dalla profondità di penetrazione nel tessuto polmonare.

È importante! La scelta delle tattiche diagnostiche per il campionamento del materiale bioptico è una prerogativa del medico curante che ha familiarità con i risultati delle analisi preliminari. Per stabilire la posizione esatta dell'area anormale, è necessario eseguire una radiografia del torace.

Biopsia transbronchiale

Questo tipo di tecnica diagnostica viene eseguita mediante puntura del tessuto polmonare e campionamento del materiale da biopsia in diversi modi:

  • ago - aspirazione del fluido o delle strutture tissutali con un ago sottile o spesso (a seconda dello scopo medico);
  • timpano - pizzicare un pezzo di stoffa;
  • spazzolatura - raschiando cellule patologiche con un pennello speciale.

Puntura transtoracica

Questa tecnica viene utilizzata quando è impossibile utilizzare altri metodi di campionamento per biopsia. Le principali indicazioni per il suo scopo sono la presenza di un gran numero di ombre sferiche all'interno del tessuto polmonare e il sospetto di danni ai polmoni metastatici da parte di un tumore di un altro organo.

La biopsia polmonare transtoracica viene eseguita mediante puntura del torace attraverso il quale viene prelevata la biopsia. Ma questo metodo di campionamento del materiale in biopsia in vivo è considerato il più pericoloso, dal momento che può provocare un pneumotorace chiuso, che richiede un drenaggio urgente della cavità pleurica.

Biopsia videotorascopica

Questo tipo di studio diagnostico è chiamato resezione toracoscopica ed è la tecnica più informativa. La tecnica della sua realizzazione consiste nel realizzare 2 tagli attraverso i quali un endoscopio e strumenti medici (forbici) vengono inseriti nella cavità toracica. Durante la procedura, lo specialista può monitorare visivamente tutte le sue manipolazioni, che consente la raccolta di materiale bioptico dalle aree più vulnerabili. Le lesioni che rimangono nel tessuto polmonare sono sigillate dopo la procedura con un laser.

Biopsia aperta

Questo studio diagnostico è molto simile alla chirurgia e viene eseguito in anestesia generale in sala operatoria attraverso le seguenti manipolazioni:

  • l'anestesia è amministrata al paziente e un tubo è disposto nelle vie aeree per impedire l'insufficienza respiratoria;
  • tra le costole esegui un taglio, aprendo l'accesso ai polmoni;
  • tagliare un piccolo pezzo di strutture tissutali da un'area sospetta;
  • l'incisione è cucita, lasciando un tubo di drenaggio in esso per 1-2 giorni.

Preparazione per il campionamento bioptico

Affinché lo studio del tessuto alterato in modo anomalo mostri i risultati più affidabili, è necessario attenersi a determinate raccomandazioni del medico prima di eseguire la procedura. Una biopsia polmonare viene eseguita solo dopo una serie di attività preparatorie.

Comune a tutti i pazienti è la conformità con le seguenti regole:

  • 3 giorni prima dello studio diagnostico, è necessario abbandonare qualsiasi tipo e quantità di bevande alcoliche e di fluidificanti del sangue;
  • Tutte le manipolazioni devono essere effettuate solo a stomaco vuoto, quindi è necessario smettere di mangiare cibo 6 ore prima dell'orario stabilito;
  • prima della procedura, tutte le decorazioni vengono rimosse e, se lo sono, protesi e apparecchi acustici e la vescica viene svuotata;
  • immediatamente prima dello studio diagnostico non è raccomandato bere acqua.

È importante! Prima che inizi la biopsia polmonare, il diagnostico deve dire in dettaglio su tutti i farmaci usati, inclusi integratori alimentari e preparati a base di erbe. Inoltre, lo specialista deve essere informato delle esistenti reazioni allergiche, gravidanza o scarsa coagulazione del sangue.

Come viene eseguita la biopsia polmonare nella sarcoidosi e nel cancro ai polmoni?

Spesso i pazienti sono interessati a sapere se ci sono differenze nella tecnica di condurre uno studio diagnostico nelle lesioni oncologiche e granulomatose del tessuto polmonare. Rispondendo a questa domanda, gli specialisti chiariscono che non ci sono differenze nei metodi di campionamento del materiale bioptico nel cancro e nella sarcoidosi polmonare. Fai una biopsia dei polmoni con l'altra lesione in uno dei 4 metodi sopra elencati. Quale scegliere in ogni caso, decide il medico. Tuttavia, è guidato dalla posizione dell'area interessata e dalle condizioni generali del paziente.

Molto spesso nella pratica clinica tale studio viene usato per la diagnosi differenziale di queste malattie, perché nella fase iniziale di sviluppo hanno sintomi simili.

Nell'ambito della differenziazione dei processi patologici, gli specialisti applicano una serie delle seguenti azioni:

  • Il diagnostico riceve campioni di tessuto da tutti i luoghi in cui vengono rilevati blackout sulla radiografia. Il numero ottimale di pezzi di biopsia dovrebbe essere almeno 5;
  • Il materiale bioptico viene trasmesso a un patologo che lo esamina al microscopio per la presenza o l'assenza di granulomi e cellule atipiche. La scoperta di alcuni in assenza di altri conferma il cancro o la sarcoidosi.

Sulla base delle modifiche identificate, al paziente viene diagnosticata una lesione oncologica o granulomatosa e viene prescritto un trattamento.

Risultati della biopsia polmonare, cosa può essere rilevato durante la procedura?

Lo studio del tessuto polmonare al microscopio dura da 2 a 5 giorni. In alcuni casi, ad esempio, per confermare la tubercolosi infettiva, lo specialista potrebbe aver bisogno di diverse settimane, il che è associato a determinate difficoltà nella preparazione del materiale da biopsia per ulteriori ricerche.

I risultati, che mostreranno una biopsia del polmone, possono essere i seguenti:

  1. Norma. Nei tessuti polmonari non ci sono cambiamenti, non si trovano agenti virali, batterici e fungini e non ci sono segni di infiammazione e granulomi.
  2. Deviazione dalla norma. Identificato eventuali cambiamenti patologici o la presenza di microflora patogena.

Conseguenze dopo il campionamento bioptico e la cura del paziente

Lung biopsia può provocare lo sviluppo di gravi complicazioni 2:

  1. Crollo dell'organo principale del sistema respiratorio, che porta all'arresto respiratorio spontaneo. Uno specialista esperto può evitare questo effetto eseguendo una radiografia dei polmoni immediatamente dopo la procedura.
  2. Grave sanguinamento interno. Se il sangue non viene fermato in tempo, il paziente non solo può perdere conoscenza, ma anche morire. Al fine di prevenire questa complicazione, il medico deve monitorare costantemente le condizioni del buco della ferita e, se necessario, fornire assistenza di emergenza.

Se queste complicanze non si verificano e le radiografie non mostrano alcun cambiamento negativo, l'osservazione medica del paziente viene eseguita per altri 2 giorni dopo la procedura. Durante questo periodo, tutti i segni vitali tornano alla normalità e il paziente è pronto per la dimissione.

Dove è possibile sottoporsi alla procedura, quanto costa, e testimonianze di pazienti?

Molte istituzioni mediche offrono il passaggio di tale studio diagnostico, ma la loro scelta dovrebbe essere affrontata con la massima serietà. Al fine di evitare complicazioni di questa procedura e per essere sicuri che la diagnosi sia corretta, quando si sceglie una clinica si dovrebbe essere guidati dalla sua conformità con i seguenti criteri:

  • disponibilità di attrezzature necessarie in una clinica privata o centro di oncologia di stato;
  • medici e infermieri qualificati ed esperti che sono in grado di eseguire tutte le manipolazioni necessarie ed eseguire il follow-up del paziente senza causare conseguenze indesiderabili.

Il prezzo medio del campionamento di materiale per biopsia mediante metodo di puntura o utilizzando un broncoscopio è di 3.000 rubli, e il costo di una biopsia toracoscopica può raggiungere 9.500 rubli.

Le revisioni dei pazienti su questa procedura sono diverse, ma in tutto si nota che è completamente indolore e aiuta il medico a fare la diagnosi corretta. Questa opinione degli ammalati parla solo a favore di questa procedura, quindi, quando prescrivendola, non si dovrebbe aver paura di nulla ed evitare un simile studio diagnostico. Tutto ciò che è richiesto dal paziente è l'esatta implementazione di tutte le raccomandazioni del medico curante. Ciò contribuirà ad evitare possibili complicazioni.

Video informativo

Autore: Ivanov Alexander Andreevich, medico di famiglia (terapeuta), revisore medico.

Iscriviti agli aggiornamenti

Contatto con l'amministrazione

Iscriviti a uno specialista direttamente sul sito. Ti richiameremo tra 2 minuti.

Richiamalo entro 1 minuto

Mosca, viale Balaklavsky, edificio 5

procedura diagnostica finalizzata allo studio dell'esofago, dello stomaco e del duodeno

Visita medica degli organi interni mediante un endoscopio

L'esame istologico aiuta a determinare la presenza di cellule pericolose e neoplasie con elevata precisione

La gastroscopia è uno dei modi più oggettivi e accurati per esaminare la mucosa gastrica.

I test STD sono un complesso di test di laboratorio che consentono di individuare agenti patogeni delle malattie sessualmente trasmissibili.

La gastroscopia (esofagogastroduodenoscopia, endoscopia) è un esame della mucosa dell'esofago, stomaco

Puncture, come è fatto?

Ogni persona più di una volta nella sua vita si trova di fronte alla procedura di prelievo o trasfusione di sangue, creazione di una flebo IV e iniezioni endovenose. Ma non tutti sanno che queste manipolazioni sono puntura medica. Come è la procedura, che cosa può essere, imparerai da questo articolo. La procedura può essere eseguita a scopo diagnostico e terapeutico. In caso di processi tumorali, sospetto di malattie oncologiche, viene prelevata una puntura dalle neoplasie per l'esame citologico al fine di determinare la natura del tumore. Lo studio consente di confermare o escludere l'oncologia.

Quando viene eseguita la puntura?

La suddetta procedura viene eseguita nel determinare i tipi di ictus, per il pompaggio del liquido cerebrospinale (questo riduce la pressione intracranica). Le punture vengono eseguite per sospetta meningite, nel carcinoma mammario. Nel cancro del polmone, vi è un accumulo di liquidi che interferisce con la normale respirazione. Per facilitare le condizioni del paziente, l'essudato accumulato dai polmoni viene pompato con il metodo della puntura.

Puntura in oncologia

Il liquido si accumula anche nelle ultime fasi del cancro gastrico, con alcuni tipi di tumori addominali, con conseguente ascite retroperitoneale. In questo caso, il pompaggio del fluido spende la puntura. Dopo la procedura, ci può essere un peggioramento della salute, accompagnato da una diminuzione della pressione, debolezza generale. Prendendo una puntura da un piccolo tumore per scopi diagnostici, di regola, non intacca lo stato di salute del paziente. In alcuni casi, c'è una leggera sindrome del dolore.

Puntura delle articolazioni

Spesso i pazienti soffrono di accumulo di liquido nelle loro articolazioni, che deve essere pompato fuori. Il medico dice al paziente che ha bisogno di una foratura. Come viene eseguita questa procedura viene spiegato al paziente in un istituto medico. A questo scopo, la puntura viene eseguita in anestesia, poiché la procedura è dolorosa. Per alleviare il dolore dopo la procedura, al paziente vengono somministrati antidolorifici. Tutte queste procedure dovrebbero essere eseguite solo da un medico esperto.

Puntura con FIV

Questa procedura svolge un ruolo importante nel trattamento della sterilità. Con esso, prendi le uova mature dall'ovaia per l'inseminazione artificiale.

La puntura è una procedura importante.

La suddetta procedura consente di ottenere materiale biologico per studi di laboratorio che consentono di diagnosticare con precisione varie malattie. Questo è particolarmente importante quando si diagnostica il cancro. La puntura nella maggior parte dei casi viene eseguita sotto il controllo di un'ecografia per garantirne l'accuratezza e la sicurezza. La puntura vascolare periferica viene eseguita per:

• prendendo il sangue per i test,

• somministrazione di farmaci,

• misure di pressione in vasi di grandi dimensioni, parti del cuore, studi radiografici addominali con agenti di contrasto. Il metodo di puntura viene utilizzato con l'introduzione di farmaci anestetici e blocchi procaina, nonché per la trasfusione di sangue, i suoi sostituti, per ottenere sangue dai donatori.

Come viene eseguita la puntura?

In primo luogo, viene determinato il luogo in cui verrà eseguita la puntura e la pelle viene trattata con un antisettico. Dopo il trattamento con un ago, viene effettuata una puntura. Il diametro e la lunghezza dell'ago possono essere diversi. In alcuni casi è necessaria l'anestesia locale o generale. Dopo la procedura di puntura, il medico osserva il paziente. Nel nostro centro medico è possibile sottoporsi a un esame approfondito sulle attrezzature più recenti e sottoporsi al trattamento necessario, compreso il metodo di puntura. I medici qualificati e con esperienza lavorano con i pazienti. Non rimandare la visita al centro. Vieni oggi!

Puntura della ghiandola mammaria: forare, estrarre, esplorare - quali sono i vantaggi del metodo?

La biopsia del seno, che viene eseguita utilizzando una puntura (puntura) con aghi speciali, rende possibile diagnosticare con precisione la maggior parte delle malattie di questo organo. Questo studio è praticamente sicuro e non causa gravi complicazioni. Dopo la manipolazione, non si verifica alcuna deformazione dell'organo, quindi viene utilizzato nella maggior parte dei pazienti con malattie della mammella, soprattutto se si sospetta un tumore maligno.

In che modo la puntura differisce dalla biopsia?

La puntura è un tipo di biopsia, insieme all'asportazione, che viene eseguita tagliando il tessuto della ghiandola. Inoltre, questo concetto è inteso come la procedura di prendere il materiale (la puntura), e con la biopsia - il metodo diagnostico, cioè la biopsia - un concetto più ampio.

Tipi di ricerca

Per ottenere il materiale vengono utilizzati diversi tipi di biopsia mammaria:

  • aspirazione con ago sottile - utilizzata per ottenere una sospensione delle cellule con successivo esame citologico;
  • biopsia core con un ago più grande utilizzando una pistola biopsia o un sistema di biopsia del vuoto (tali metodi consentono di ottenere una "colonna" di tessuto ed esaminare la loro struttura istologica).

Vantaggi rispetto alla biopsia con escissione

Una biopsia per escissione prevede che il chirurgo utilizzi un bisturi per rimuovere un'area sospetta del tessuto mammario. Rispetto a questo metodo, la puntura diagnostica presenta diversi vantaggi:

  • non è necessario visitare il chirurgo prima dell'intervento e per l'esame di controllo, quindi, il tempo richiesto per la diagnosi è ridotto;
  • poiché fino all'80% delle biopsie vengono eseguite su processi benigni della ghiandola mammaria, la rimozione di un volume maggiore di tessuto non è pratica e può portare alla sua deformazione;
  • le cicatrici che si formano dopo una biopsia chirurgica (escissione) possono in seguito essere scambiate per lesioni patologiche su una mammografia e risulteranno nella necessità di riesaminare;
  • lo studio del materiale ottenuto con la chirurgia richiede più tempo, il che provoca ulteriore stress nel paziente;
  • il costo della ricerca è circa 2 volte inferiore;
  • la puntura del fibroadenoma della ghiandola mammaria o di altre lesioni benigne spesso rende possibile evitare l'intervento chirurgico.

testimonianza

Quali sono le dimensioni della puntura tumorale del seno?

Non appena l'educazione diventa evidente su una mammografia o un'ecografia, è già possibile risolvere il problema della manipolazione. La cisti viene solitamente perforata con una dimensione da 1 a 1,5 cm.

Può una puntura provocare il cancro?

No, non può, la rimozione meccanica di una parte del tessuto non porta a una degenerazione maligna delle cellule circostanti. Se l'ago entra in un tumore maligno, allora c'è una minima probabilità che le cellule tumorali "si stirino" dopo di esso. Clinicamente, non importa.

Cosa mostra questa analisi?

È prescritto per sospette cisti, tumori benigni o neoplasie maligne ed è necessario per determinare la tattica del trattamento e la quantità di intervento chirurgico richiesto.

Prendendo una puntura del seno

indicazioni:

  • la presenza nel tessuto ghiandolare dell'educazione, rilevata dalla mammografia o dagli ultrasuoni;
  • lesioni multiple;
  • violazione della struttura interna del corpo;
  • rilevamento di microcalcificazioni;
  • scarico dal capezzolo al di fuori del periodo di lattazione;
  • deformazione della zona del capezzolo o della superficie della pelle dell'organo.

Formazione delle ghiandole del volume

Qualsiasi lesione volumetrica nelle donne di età superiore ai 25 anni richiede una biopsia. Se, in questo caso, vengono rilevati fibroadenoma calcificato, lipoma, necrosi adiposa o cicatrice dopo l'intervento, non è indicata alcuna ulteriore diagnosi.

  • nelle donne più giovani, se l'ecografia ha rilevato una lesione senza segni evidenti che confermano la sua buona qualità;
  • nei casi in cui una formazione sospetta è vista su una mammografia, ma non viene rilevata su un'ecografia.

Violazione della struttura del corpo

La distorsione della normale struttura dei dotti e del tessuto ghiandolare può essere il primo segno di cancro. Sono associati a un processo maligno nel 10-40% dei casi. Molti di questi disturbi sono scarsamente visibili con gli ultrasuoni e quindi richiedono la puntura sotto controllo a raggi X. Se si ottengono cellule con atipico, viene quindi richiesta una biopsia chirurgica. Quando i disturbi strutturali per valutare la condizione della ghiandola richiedono almeno 10 campioni di tessuto.

microcalcificazioni

Queste sono piccole aree di tessuto calcificato che hanno una densità molto alta sul mammogramma e si stagliano chiaramente sullo sfondo delle strutture circostanti. Tutti richiedono la ricerca sotto controllo radiografico, ma in questo caso non è indicata una biopsia con ago sottile. L'aspirazione del vuoto può essere applicata con aspirazione dell'area sospetta.

Aspirazione cisti

Per rimuovere le cisti semplici che causano disagio al paziente, viene mostrata una puntura con ago sottile sotto controllo a ultrasuoni. Le cisti asintomatiche non richiedono la rimozione, a meno che non siano accompagnate da segni ecografici patologici.

Queste funzionalità includono:

  • parete addensata o partizioni interne;
  • sedimenti superficiali;
  • struttura interna eterogenea;
  • nessuna amplificazione di tonalità acustica.

Sistema di biopsia sottovuoto per biopsia del seno

Controindicazioni

La biopsia della puntura non è informativa per tutti i pazienti. Non è prescritto in questi casi:

  • evidente alta qualità dell'istruzione, che richiede solo mammografia regolare;
  • focolai situati nella profondità della ghiandola, vicino alla parete toracica o sotto l'ascella;
  • dimensione della lesione inferiore a 5 mm, mentre la messa a fuoco durante lo studio può essere completamente rimossa e, se si scopre che si tratta di cancro, sarà difficile determinare ulteriormente la posizione del tumore; Tale studio è possibile solo in presenza di moderne apparecchiature stereotassiche e il sito di rimozione del nodulo è contrassegnato da una staffa metallica.

Altre malattie e condizioni:

  • l'incapacità di mantenere l'immobilità entro 30-60 minuti;
  • forte dolore al collo, alle spalle o alla schiena causato da qualsiasi causa;
  • Morbo di Parkinson;
  • disturbi della coagulazione del sangue;
  • durante le mestruazioni;
  • malattie infettive acute.

Come si prepara?

Se il paziente sta assumendo anticoagulanti o agenti antiaggreganti, come Aspirina o Warfarin, potrebbe essere necessario ridurre gradualmente la dose in anticipo e quindi annullarla per un po '. Prima di questo, è necessario consultare lo specialista che ha prescritto il farmaco e superare un test di coagulazione del sangue (coagulogramma).

Non è auspicabile effettuare la manipolazione nei primi 5 giorni del ciclo (durante le mestruazioni). È necessario lavare e asciugare le ghiandole mammarie, rimuovere i gioielli. Non è necessario seguire una dieta speciale, puoi fare colazione al mattino.

Puncture equipment e i suoi tipi

La scelta del metodo di ricerca dipende dall'attrezzatura disponibile nell'ospedale.

Puntura stereotassica (biopsia core)

Il dispositivo funziona secondo il principio della triangolazione. La posizione della lesione viene determinata utilizzando una serie di raggi X presi a diversi angoli. Quindi, l'esatta posizione della formazione viene calcolata dall'elaborazione del computer e il dispositivo per biopsia, sotto controllo radiografico, viene posizionato nel punto desiderato sulla pelle.

Durante la procedura, il paziente può essere in due posizioni:

  • sdraiato a pancia in giù, con il suo petto immerso in un buco speciale sul tavolo dei raggi x;
  • seduto come durante una mammografia.

La posizione viene scelta in base alla posizione del tumore e alle capacità fisiche del paziente.

Puntura fine dell'ago

La procedura viene eseguita con un ago sottile di piccolo diametro, che è meno doloroso e più sicuro, soprattutto per le donne con compromissione della coagulazione del sangue. I principali svantaggi sono la minore accuratezza diagnostica. Conclusioni errate sull'assenza di cancro si riscontrano nell'1-30% dei casi. D'altra parte, con una biopsia con ago sottile di un fibroadenoma o lipoma, il risultato potrebbe essere falso-positivo. La puntura della cisti al seno viene utilizzata quando viene rilevata su una mammografia o su un'ecografia di una cavità riempita di contenuto liquido.

Il paziente è in posizione supina con le braccia alzate o su un fianco e le braccia sono tirate dietro la testa.

In ogni caso, se c'è una discrepanza tra i dati dello studio e la mammografia, è necessaria una biopsia o un intervento chirurgico.

Come prendere una puntura al seno?

La procedura viene eseguita senza anestesia, meno spesso richiede l'introduzione di una piccola quantità di farmaco anestetico nel tessuto o anestesia superficiale con una crema anestetica. La puntura viene eseguita da un solo medico o un assistente lo aiuta, ad esempio, a condurre un controllo ecografico.

Il sito di puntura è limitato a salviette sterili, la pelle viene disinfettata e un ago attaccato ad una siringa viene inserito in un ago da 10-20 ml oppure viene utilizzato un dispositivo per biopsia. Con una biopsia stereotassica, l'intero processo avviene mentre i raggi X vengono scansionati allo stesso tempo e se il seno viene perforato sotto ultrasuoni, il medico applica un sensore per indicare il passaggio di un ago. Il numero di forature dipende dall'obiettivo, dal numero e dalla dimensione delle lesioni. I medici cercano di fare meno forature possibili per ridurre la probabilità di complicanze.

Dopo la procedura, il sito di puntura viene trattato con alcol, si applica una garza sterile. Dopo 2-3 giorni, il foro dopo la puntura guarisce completamente. Fino a questo punto, è desiderabile indossare costantemente un reggiseno di supporto, è possibile effettuare compressioni di raffreddamento.

Possibili complicazioni

La puntura del seno è pericolosa?

Gravi complicazioni dopo una biopsia sono osservate solo in 2 donne su 1000. Questi includono ematomi (emorragie nel tessuto) e infiammazione. In casi estremamente rari, il sanguinamento dal sito di puntura è possibile. Circa il 5% dei pazienti soffre di capogiri e svenimenti, che vengono rapidamente eliminati.

Le conseguenze più leggere della puntura del seno si sviluppano nel 30-50% dei pazienti:

  • dolore che dura fino a 2 settimane dopo la procedura;
  • livido evidente sulla pelle;
  • stress emotivo.

Nel caso in cui, dopo la puntura, vi sia dolore nella ghiandola mammaria, l'uso di analgesici convenzionali è accettabile. Se questi sentimenti persistono per più di 2 settimane, dovresti consultare un medico.

C'è una sola osservazione di una complicazione in cui, durante una biopsia coronarica, una fistola lattica si formava in una donna che allattava, che guariva entro 2 settimane. Viene anche descritto il caso di un grande ematoma in un paziente con un disturbo della coagulazione. Tale emorragia "maschera" l'area della biopsia in cui è stato diagnosticato un cancro. Dopo 3 mesi, l'ematoma si risolse e apparve l'opportunità di fare un'operazione. Descriveva anche casi di puntura della parete toracica con formazione di pneumotorace - in 1 su 10 mila osservazioni.

La puntura del seno fa male?

La biopsia con un ago sottile praticamente non causa disagio o complicanze. Per la biopsia su corone, si può usare l'anestesia locale.

Valore diagnostico dello studio

L'accuratezza dei risultati dipende dall'accuratezza della manipolazione, dall'attenta analisi istologica e dalla loro coincidenza con i risultati della mammografia o degli ultrasuoni.

Probabilità di una diagnosi accurata della biopsia del tronco:

Perché viene prescritta la puntura?

Il problema è l'incompatibilità dei risultati della biopsia e della mammografia. Se durante la radiografia ci sono tutte le ragioni per sospettare un tumore maligno e la puntura dà un risultato "benigno", è necessario ripetere una biopsia o eseguire un intervento chirurgico. Se i risultati non corrispondono nel 47% dei casi, i pazienti finiscono con un tumore maligno.

Inoltre, ci sono casi in cui le cellule tumorali e le lesioni benigne accompagnano il fuoco della lesione. A volte l'analisi rivela solo una componente benigna. Pertanto, ci sono gruppi di rischio che hanno bisogno di una puntura regolare o di una biopsia chirurgica:

  • iperplasia duttale atipica o atipia duttale, che è spesso adiacente o rinata in un tumore maligno;
  • cicatrici radiali nel tessuto ghiandolare;
  • neoplasie fibroepiteliali quando la diagnosi differenziale tra fibroadenoma e un tumore a forma di foglia è difficile;
  • carcinoma lobulare in situ;
  • casi in cui dopo la puntura della ghiandola mammaria è aumentata la dimensione del tumore.

Decifrare i risultati

Il normale tessuto mammario contiene:

  • cellule e fibre del tessuto connettivo;
  • fette di grasso;
  • l'epitelio che ricopre i dotti lattiginosi.

Il tessuto adiposo prevale sulle cellule connettive, atipiche (cioè potenzialmente maligne) sono assenti. La norma nella conclusione di una biopsia coronarica esclude qualsiasi malattia del 97%.

Nei processi benigni, il patologo troverà nella biopsia una grande quantità di tessuto connettivo, epitelio con alterazioni degenerative, altre cellule che non sono tipiche per un quadro normale. Tuttavia, può esprimere un'opinione sulla possibile presenza di tali malattie:

  • fibroadenomatosi cistica (che prima era chiamata mastopatia diffusa);
  • fibroadenoma (tumore benigno);
  • papilloma intraduttale (simile a un polipo nel dotto);
  • necrosi grassa;
  • duttectasi, mastite plasmacitica (dilatazione dei dotti).

Quando viene perforata una cisti, viene valutato anche il colore del contenuto ricevuto. Se il colore del tessuto bioptico è normalmente rosa, allora una cisti è caratterizzata da un liquido bianco, sanguinante o verde. Se si sospetta lo sviluppo di un processo infettivo, è possibile seminare il contenuto risultante e identificare i microrganismi suppurativi.

La presenza di globuli rossi nella puntura del seno non è un segno di un tumore maligno. Possono entrare nel materiale se la nave è danneggiata o, per esempio, il muro di una ciste o un adenoma.

Se nel campione sono presenti cellule atipiche, le cellule con segni di malignità, allora il patologo può suggerire la seguente diagnosi:

  • adenocarcinoma;
  • tsistosarkoma;
  • carcinoma intraduttale;
  • cancro infiltrativo;
  • cancro midollare;
  • cancro colloidale;
  • carcinoma lobulare;
  • sarcoma;
  • La malattia di Paget.

Se si sospetta un tumore al seno maligno, il suo tessuto viene esaminato per la presenza di recettori per gli estrogeni (ER) e per i recettori del progesterone (PR). Questo è importante per determinare ulteriori tattiche di trattamento.

Quanto aspettare il risultato?

Tutto dipende dalla sua complessità e dal tipo di manipolazione. Di solito ci vogliono dai 3 ai 5 giorni. Nello studio di ER e PR, oltre ai test BRCA, l'analisi può richiedere da 7 a 10 giorni.

La decifrazione dei risultati viene eseguita da uno specialista del seno, tenendo conto di tutti gli altri dati. Non dovresti interpretare in modo indipendente la conclusione.

Devo fare una puntura

Chiedi a un medico di qualsiasi specialità: "Devo fare una puntura diagnostica o una biopsia di un tumore in caso di sospetto oncologia?" Oggi nel 99% dei casi sentirai la risposta: "Devi farlo". Solo l'1% dei medici, e anche se la situazione riguarda i loro parenti stretti, risponderà: "Non avere fretta".

Cerchiamo di accendere la mente e trovare logicamente la risposta giusta alla domanda: dovresti avere una foratura? Ricorda, una mossa sbagliata può costare la vita. E se questa è la tua vita o la vita di tuo figlio?

Per iniziare, ti dirò quale puntura e biopsia? La puntura è tradotta come una puntura (siringa con un ago spesso) tumori al fine di ottenere un tessuto per la verifica (chiarificazione) della diagnosi. Questa è la solita manipolazione medica prescritta dalla compagnia di assicurazione nella lista obbligatoria delle azioni del medico quando rileva qualsiasi tipo di istruzione (benigna o maligna). Molto spesso, questa procedura viene eseguita in anestesia locale. Una serie di punture viene eseguita immediatamente, i campioni vengono prelevati da diverse parti del tumore. Quindi il materiale viene inviato al laboratorio, e il paziente è solitamente con una sensazione di eccitazione e paura da 7 a 10 giorni in attesa di condanna. Una biopsia è la stessa procedura diagnostica, con la sola differenza che il tumore non è visibile agli occhi, ed è stato rilevato con un dispositivo endoscopico nello stomaco, nell'intestino e nei bronchi... Allo stesso tempo, un pezzo del tumore viene tagliato e inviato per esame nello stesso schema.

Costretti a notarlo, i nostri insegnanti, vecchi chirurghi, ci hanno raccomandato di non toccare il tumore, ma se possibile rimuoverlo interamente all'interno del tessuto sano. Cosa sta succedendo ora? Trovato una piccola educazione, dire nella ghiandola mammaria, ha preso una puntura, ha confermato il cancro. Hanno rimosso l'intera ghiandola con linfonodi ascellari, hanno subito un ciclo completo di chemioterapia, radioterapia, e dopo sei mesi, e talvolta dopo 5 o anche 10 anni, le metastasi dello stesso tumore compaiono nei polmoni, nel fegato, nelle costole... Tutto è spiegato molto semplicemente.

Le cellule tumorali ci sono estranee. La principale difesa contro l'oncologia è la nostra immunità. Una membrana protettiva di leucociti (cellule killer, fagociti) invisibili per l'occhio si accumula intorno a qualsiasi neoplasma. Noi, senza pensare, perforando o tagliando un pezzo di tumore, violiamo l'integrità di questo confine, contribuendo alla diffusione delle cellule tumorali nel sangue e nella linfa. Con l'ulteriore trattamento del paziente con chemioterapia, la radioterapia, non solo vengono distrutte le cellule tumorali, ma anche quelle sane. L'immunità soffre di più.

C'è solo una via d'uscita - rifiutare consapevolmente una puntura diagnostica o una biopsia a favore dell'immunoterapia - una nuova direzione moderna in oncologia. Dall'articolo del giornale ufficiale della Società Russa di Oncologia Clinica "RUSSCO", l'Immuno-oncologia 9-10 2017, secondo il Presidente dell'ASCO Dr. D. Hayes, è ora il soggetto più eccitante in oncologia. "

Mentre il medico esegue i test: test, ultrasuoni, TAC, risonanza magnetica, PED... hai il tempo di prendersi cura della tua immunità. E poi dovresti agire sulla situazione. Se il tumore è chiaramente diminuito durante l'esame, continuiamo l'immunoterapia attiva. In caso contrario, chiedere al chirurgo operativo se è possibile rimuovere il tumore interamente all'interno di tessuto sano senza previa puntura. Durante l'operazione, a seconda dell'esito dell'istologia di emergenza, il medico stesso deciderà su ulteriori tattiche. Il tuo compito è quello di mantenere l'immunità alla massima istologia finale. Solo la tua coscienza e le azioni coscienti di tutti i tuoi assistenti: curare medici, parenti, amici - ti permetteranno di scegliere l'unica strada e raggiungere l'obiettivo: fermare, invertire la malattia più insidiosa e terribile - il cancro.

Raccomandiamo a tutti di familiarizzare con l'endorfinoterapia complessa, un sistema che ti consente non solo di riportare rapidamente ed efficacemente la tua immunità alla normalità, ma anche di includere consapevolmente tutte le tue abilità di riserva interna del tuo corpo.

Puntura di ago transtoracico o biopsia nella diagnosi di cancro ai polmoni

Con la localizzazione di un tumore periferico nell'area polmonare, il catetere bronchiale sotto controllo radiografico senza esame broncoscopico o durante la sua implementazione non è sufficientemente efficace: la verifica morfologica della diagnosi è possibile in non più del 50% dei pazienti.

A questo proposito, la puntura transtoracica si è diffusa negli ultimi anni.

Le opinioni dei ricercatori riguardo alle indicazioni per la puntura transtoracica, i metodi di attuazione e le possibilità nella diagnosi delle prime forme di cancro ai polmoni periferici sono contraddittorie.

Alcuni di loro usano questo metodo per localizzare il processo in qualsiasi zona del polmone, altri solo nella posizione subpleurica della neoplasia, e alcuni autori ritengono che la puntura transtoracica non sia necessaria a causa delle basse prestazioni o del rischio di gravi complicanze.

Indicazioni per la biopsia

Le indicazioni per la puntura transtoracica sono:

1) un'educazione tondeggiante in ogni zona del polmone, specialmente nel mantello o nel centro, che dà motivo di sospetto cancro polmonare, in assenza della capacità di effettuare la verifica morfologica della diagnosi utilizzando altri metodi (esame broncoscopico, cateterismo bronchiale senza broncoscopia, citologia dell'espettorato);
2) sospetta metastasi polmonare dopo trattamento di tumori di altri siti;
3) più ombre globulari intrapolmonari.

Biopsia controindicazioni

Le controindicazioni all'uso di questo metodo sono piuttosto limitate: un'ombra patologica in un singolo polmone, una diatesi emorragica con gravi disturbi nei sistemi di coagulazione e anticoagulanti del sangue, il sospetto di una cisti echinococco, grave insufficienza cardiovascolare, ipertensione polmonare.

Lo studio viene condotto in anestesia locale (soluzione allo 0,25% di novocaina) della pelle, dei tessuti molli e della pleura costiera. Nella posizione orizzontale del paziente sotto il controllo della radiografia, tomografia computerizzata (TC) o ultrasuoni (ultrasuoni) segnare il punto per la puntura.

Dopo che l'ago è passato attraverso i tessuti della parete toracica nella neoplasia, il rilevamento della punta dell'ago viene controllato in due proiezioni reciprocamente perpendicolari sotto il controllo della fluoroscopia. Allo stesso tempo, prendere in considerazione la coincidenza dei movimenti del tumore e dell'ago durante le escursioni respiratorie del polmone.

La mandrina viene rimossa, una siringa è attaccata all'ago, il contenuto viene aspirato dalla lesione con rotazione simultanea dell'ago. L'ago viene rimosso, il contenuto del canale viene soffiato su un vetrino, vengono fatti strisci sottili che, dopo l'essiccazione, vengono macchiati ed esaminati al microscopio.

Per la puntura, viene solitamente usato un ago come un ago Vira. A Mosca in loro. PA Herzen nell'educazione addominale usava un doppio ago con mandrina, in cui l'ago esterno funge da trocar per l'interno.

Consente di aspirare prima il materiale dalle pareti della formazione attraverso l'ago interno, quindi attraverso l'ago esterno per ottenere il liquido di lavaggio dalla cavità e riempire l'ultimo con un mezzo di contrasto idrosolubile.

Radiografie e tomogrammi, realizzati in diverse posizioni del paziente, permettono di visualizzare il sollievo interno della cavità e stabilire la sua connessione con il bronco, vale a dire ottenere ulteriori dati necessari per la diagnosi differenziale.

Dopo aver condotto uno studio per rilevare tempestivamente eventuali complicanze pleuriche, è necessario il monitoraggio radiologico, che viene eseguito immediatamente dopo la puntura, dopo 2 ore e il giorno successivo.

Efficacia della puntura transtoracica

L'efficacia della puntura transtoracica nel cancro è molto alta e dipende dalla dimensione del tumore e dalla sua localizzazione nelle aree del polmone (Fig. 3.46). A Mosca in loro. PA La diagnosi di Herzen del cancro del polmone periferico è stata confermata morfologicamente nell'83,5% dei pazienti, con il 62,5% del tumore localizzato nella zona delle radici, nel mezzo nel 79,1% e il mantello nell'87,9%. Le nostre osservazioni confermano la fattibilità dell'esecuzione di una puntura transtoracica con una piccola dimensione del tumore, così come la sua localizzazione nella radice e nelle zone mediane del polmone.


Fig. 3.46. L'efficacia (in%) della puntura transtoracica nel carcinoma polmonare periferico, a seconda delle dimensioni del tumore.

Dati particolarmente degni di nota sull'implementazione della perforazione transtoracica con risultati negativi di studi bronchiali. Dei 117 pazienti con esame citologico di punti chiave, è stato possibile confermare la diagnosi su 103 (88%).

Pertanto, con l'uso combinato di entrambe le tecniche, la frequenza della verifica morfologica della diagnosi di carcinoma polmonare periferico aumenta significativamente (fino al 95,5%).

Quando si esegue la puntura transtoracica sotto il controllo degli ultrasuoni, la sensibilità del metodo è 61,5%, la specificità - 100%, la precisione - 82,8%.

Secondo i materiali di Mosca loro. PA Herzen, esame citologico del punteggiato ottenuto mediante puntura transtoracica, consente di determinare la struttura istologica del tumore in circa il 65% dei pazienti e nel 40% è possibile stabilire il grado di differenziazione delle cellule tumorali (Fig. 3.47, 3.48).


Fig. 3.47. Cytogram del materiale ottenuto mediante puntura transtoracica. Squamous cancro moderatamente differenziato. Colorare di Pappenheim. x 400


Fig. 3.48. Cytogram del materiale ottenuto mediante puntura transtoracica. Carcinoide moderatamente differenziato. Colorare di Pappenheim. x 400

Con il carcinoma polmonare a cellule squamose, questi tassi sono più alti - 77,8 e 55,6%, rispettivamente, con cancro ghiandolare - 55,8 e 26,5%. Le difficoltà si presentano nelle forme a bassa differenziazione di cancro squamoso e ghiandolare. Con una diminuzione del grado di differenziazione, le cellule perdono le differenze di specie.

La presenza di un processo maligno nel polmone può essere dimostrata in generale nel 61% dei pazienti, di cui il 39% ne verifica la natura non epiteliale. La puntura transtoracica è efficace nel linfoma maligno, nell'angiosarcoma e nel fibrosarcoma (figura 3.49).


Fig. 3.49. Cytogram del materiale ottenuto mediante puntura transtoracica. Fibrosarcoma. Colorare di Pappenheim. x 400

La molteplicità dello studio è importante: in metà dei pazienti è possibile confermare la diagnosi solo dopo una puntura doppia e tripla. Pertanto, in caso di tumori non epiteliali maligni, la puntura transtoracica dovrebbe essere riconosciuta come un metodo abbastanza informativo, che consente di confermare morfologicamente la natura maligna del tumore in quasi 2/3 dei pazienti, di cui la natura non epiteliale della neoplasia è in 1/3 dei pazienti.

Spesso il metodo consente di verificare la struttura istologica di un tumore polmonare benigno (Fig. 3.50).


Fig. 3.50. Cytogram del materiale ottenuto mediante puntura transtoracica. Hamartoma (membrana mucosa). Colorare di Pappenheim. x 400

Complicazioni di biopsia

La puntura transtoracica non è accompagnata da gravi complicanze. Il pneumotorace si sviluppa più spesso, meno spesso - idrotorace ed emottisi. La coagulazione del canale della ferita porta a una diminuzione dell'incidenza di pneumotorace traumatico.

Questa complicazione si verifica spesso quando si tratta di carcinoidi e tumori benigni, il cui sviluppo non è accompagnato da un ispessimento della pleura viscerale. Le metastasi da impianto sono raramente notate.

Le complicazioni elencate di solito passano senza trattamento, in alcuni pazienti, per l'eliminazione del pneumotorace, è necessario eseguire una puntura pleurica o una microcatetizzazione con aspirazione attiva dell'aria dalla cavità pleurica entro 1-2 giorni.

Nei casi in cui il gas accumulato nella cavità pleurica richiede fino al 10-15% del suo volume, l'osservazione senza perforazione è consentita. La letteratura descrive casi isolati di gravi complicanze: embolia gassosa, sanguinamento, metastasi all'impianto, ecc.

La propria esperienza nell'uso del metodo in più di 1000 pazienti con masse polmonari arrotondate ci consente di concludere che la puntura transtoracica con esame citologico del materiale ottenuto è un metodo di diagnosi differenziale che consente la verifica citologica della diagnosi nella maggioranza assoluta (83,5%) del cancro del polmone.

Stabilire una struttura istologica nel 65% di essi e in caso di tumori primitivi non epiteliali maligni - rispettivamente nel 61,3 e 38,7%. Per le neoplasie di piccole dimensioni (fino a 3 cm), indipendentemente dalla loro localizzazione nelle zone, la puntura transtoracica è l'unico metodo di possibile verifica morfologica della diagnosi.

Se viene seguita la metodologia di implementazione, la puntura transtoracica non è accompagnata da gravi complicanze, il che rende possibile raccomandare l'uso diffuso del metodo nei reparti toracici oncopolmonari e determinare la possibilità di eseguire questo studio a livello ambulatoriale.

Un metodo più efficace di verifica morfologica di un tumore polmonare maligno è la biopsia dell'ago transtoracico. Lo studio viene effettuato utilizzando speciali aghi sotto il controllo di studi televisivi a raggi X, TC e ultrasuoni, e quindi aumenta la probabilità che l'ago cada nel neoplasma e la possibilità di ottenere materiale sufficiente per l'esame istologico e determinare l'istogenesi di un tumore maligno. L'efficacia del metodo nel cancro del polmone supera l'85%.

L'uso più ampio della biopsia dell'aspirazione transtoracica nelle neoplasie maligne non epiteliali allo stadio di esame dei pazienti consentirà un aumento della frequenza della verifica istologica della diagnosi, che è particolarmente importante nei linfomi maligni.

Le ragioni principali per il riconoscimento tardivo e la verifica morfologica della diagnosi di cancro del polmone sono il rifiuto irragionevole di utilizzare metodi diagnostici obbligatori (citologia dell'espettorato, puntura transtoracica, esame broncoscopico) e la non conformità con la loro metodologia.

Nel frattempo, l'esperienza del Moscow Research and Design Institute. PA Herzen (Agamova KA, 1999) mostra che l'efficacia della verifica morfologica complessa del carcinoma polmonare centrale e periferico che utilizza questi metodi raggiunge il 100% (Tabella 3.10).

Tabella 3.10. Risultati (in%) della diagnosi morfologica complessa del carcinoma polmonare


Tuttavia, utilizzando gli studi morfologici non è sempre possibile ottenere la verifica della diagnosi di stadio I del cancro del polmone periferico. Migliorare la qualità della diagnosi è associato allo sviluppo di metodi immunologici, ormonali, biochimici e di altro tipo.

L'uso di anticorpi monoclonali consente, secondo A. G. Chuchalina (1996), di rilevare il cancro di questa localizzazione nelle fasi iniziali. Attualmente, in questo gruppo di pazienti, la fase finale della diagnosi e l'unico modo per la verifica morfologica della diagnosi è la toracoscopia o la toracotomia diagnostica.

Puntura per cancro alla prostata

Puntura della ghiandola prostatica: come lo fanno, per cosa e quali complicazioni possono verificarsi?

Nonostante il fatto che la prostata sia di dimensioni piuttosto ridotte, svolge comunque un ruolo molto importante nella salute dell'uomo.

La prostata è responsabile non solo per la minzione, l'erezione e la vitalità degli spermatozoi, ma anche per la secrezione e la protezione delle alte vie urinarie da varie infezioni.

Si trova nella pelvi inferiore, in modo che possa essere palpato attraverso l'ano. Vicino alla prostata si trova il dotto, che rimuove il fluido in eccesso dal corpo. Oltre alla puntura, lo studio di questo organo può essere effettuato mediante analisi o analisi delle urine.

Descrizione generale

La procedura di puntura viene spesso prescritta agli uomini più anziani, dal momento che la possibilità di formazione di cellule tumorali e lo sviluppo di un tumore è molte volte superiore rispetto ai giovani uomini.

La puntura della prostata è inclusa nella lista degli studi obbligatori per la diagnosi di prostatite, cancro e adenoma prostatico.

Fondamentalmente, questa procedura viene eseguita a tutti, senza eccezione, i pazienti con sospetto delle malattie di cui sopra, e solo dopo una serie completa di esami. La puntura della prostata consente inoltre di confermare la diagnosi e valutare la prevalenza del tumore e la natura della sua crescita.

Il complesso di sondaggi, a sua volta, ha tre fasi:

  • esame rettale digitale;
  • esame transrettale ad ultrasuoni;
  • determinazione dei livelli di PSA;

Solo dopo queste tre fasi viene determinato il metodo di trattamento del paziente.

Indicazioni e controindicazioni per eseguire la biopsia

La puntura della ghiandola prostatica viene assegnata solo a quei pazienti nei quali, dopo la serie completa di esami sopra indicati, sono state riscontrate modifiche.

Sigillo normale e prostatico

Ad esempio, durante gli esami delle dita, sono stati rilevati nodi o tenute. Un esame ecografico transrettale ha rivelato un'area sospetta della prostata. E anche, se il paziente ha un livello di PSA superiore al normale. Le indicazioni per la puntura possono includere anche la nomina di un riesame per confermare la diagnosi.

Nonostante il fatto che la procedura sia abbastanza comune, ci sono una serie di controindicazioni in cui al paziente è proibito eseguire una biopsia. I medici considerano controindicazioni alla situazione generale del paziente, alla presenza di malattie infettive, emorroidi o malattie infiammatorie del retto, problemi di coagulazione del sangue e prostatite cronica.

Come viene eseguita la puntura della prostata?

In pratica, ci sono diversi modi per condurre una biopsia della prostata. Quindi, questi includono:

  1. metodo transrettale. Questo metodo di biopsia è considerato il più comune e meno doloroso, dal momento che la puntura viene eseguita utilizzando una speciale pistola biopsia e aghi monouso attraverso l'ano. La puntura transrettale è spesso divisa in tre tipi: saturazione, sestante ed esteso. Vale la pena ricordare che la puntura di saturazione è la più accurata, dal momento che il materiale è prelevato da 24 punti, e non da 6 o 18. La biopsia del sestante svolge il ruolo di una diagnosi primaria e aiuta a determinare la presenza di una malattia che non era o non poteva essere rilevata durante un'ecografia. Anche una biopsia multifocale o estesa è considerata uno dei metodi più accurati e il materiale viene raccolto da 8 a 18 punti;
  2. metodo transuretrale in cui il materiale viene prelevato attraverso l'uretra utilizzando uno speciale tubo elastico con un sistema ottico (cistoscopio);
  3. metodo transperineale o puntura perineale. Il materiale viene prelevato attraverso la pelle del perineo, cioè nell'area compresa tra lo scroto e l'ano;
  4. biopsia di fusione. Questo metodo è relativamente nuovo e la sua essenza è usare le immagini MRI. Grazie alla risonanza magnetica, il medico curante può visualizzare la ghiandola in un'immagine tridimensionale. I vantaggi della biopsia mirata includono la riduzione del rischio di infezione e infiammazione, rispetto ai metodi "classici".

Preparazione per la procedura

Prima della puntura vera e propria, il medico curante deve informare il paziente sulla tecnica della biopsia e sulle possibili complicanze dopo la procedura.

La formazione standard dovrebbe includere i seguenti passaggi:

  1. Sospensione di farmaci che fluidificano il sangue circa 7 giorni prima dello studio. Tali farmaci comprendono: Warfarin, Aspirina, Eparina, Cardio-magnile, Fenilina, Sinkumar e altri;
  2. 3 giorni prima della puntura, al paziente è vietato assumere farmaci antinfiammatori;
  3. 12-24 ore prima dell'esame, un farmaco antibatterico è prescritto da un medico;
  4. la sera e la mattina prima della puntura, il paziente deve sottoporsi a un clistere purificante;
  5. dopo lo studio, si raccomanda al paziente di limitare o eliminare completamente l'attività fisica e qualsiasi carico durante il giorno;
  6. il giorno successivo, è necessario rimuovere il tampone inserito nel retto per prevenire possibili sanguinamenti dopo la puntura della prostata;
  7. dopo la puntura, al paziente vengono prescritti agenti antibatterici per 3-5 giorni per prevenire lo sviluppo di processi infiammatori nella ghiandola prostatica.

Processo di conduzione

Il metodo più popolare è la puntura transrettale come segue:

  1. il paziente viene fornito con anestesia locale (spesso Lidocaina) o anestesia generale;
  2. quindi, dopo 5-10 minuti, sotto controllo ecografico, il medico inserisce uno speciale ago monouso nella ghiandola prostatica attraverso la parete del retto e raccoglie campioni di tessuto simili a tessuti di diverse parti della prostata;
  3. dopo lo studio, il paziente viene trasferito al reparto postoperatorio per l'osservazione, e dopo che le sue condizioni si sono stabilizzate, la decisione viene presa sulla dimissione;
  4. i materiali ottenuti durante la puntura vengono trasferiti al laboratorio per la ricerca, in base ai risultati dei quali i seguenti passaggi saranno assegnati dal medico curante.

Complicazioni e rischi dopo la procedura

Complicazioni per la puntura della prostata sono elencate di seguito:

  • disagio al sito di biopsia (nel perineo o nel retto);
  • disturbi urinari acuti;
  • l'aspetto del sangue nelle urine (ematuria);
  • l'aspetto del sangue nel liquido seminale (emospermia);
  • sanguinamento prolungato al sito di puntura;
  • la formazione di infiammazione della prostata o esacerbazione della prostatite;
  • infiammazione testicolare;
  • sanguinamento dal retto.

Immediatamente dopo la puntura o per alcuni giorni dopo, il paziente può avvertire una piccola quantità di sangue nell'eiaculato, nelle feci o nelle urine. Va immediatamente detto che questi fenomeni sono la norma, che non richiede un intervento medico urgente.

Inoltre, il disagio può essere avvertito nel sito di puntura, ma i farmaci antidolorifici devono essere assunti solo dopo aver consultato il medico. Va detto che alcuni antidolorifici e acido acetilsalicilico possono aumentare la probabilità di sanguinamento.

Oltre ai normali fenomeni, ci sono un certo numero di situazioni in cui il paziente ha bisogno di vedere un medico con urgenza. Questi includono:

  1. febbre, febbre / brividi;
  2. difficoltà a urinare;
  3. un aumento della quantità di sangue nelle feci o nelle urine;

Video correlati

Vuoi sapere quanto è dolorosa la puntura della prostata? Commento di prima mano del paziente:

Avendo appreso lo scopo della puntura della prostata, non dovresti essere nervoso e in preda al panico, perché questo non significa che il paziente abbia il cancro, l'adenoma o la prostatite, ma è solo un ulteriore metodo di monitoraggio della salute. Inoltre, questo metodo è il più accurato e praticamente indolore, e complicazioni e rischi dopo lo studio sono estremamente rari.

Procedura di puntura della prostata: indicazioni, obiettivi, regole

L'apparizione di alcuni sintomi e gli esiti dubbi dei test generali in un uomo possono indirizzare il medico a sospettare lo sviluppo del cancro alla prostata in un paziente. Per chiarire la diagnosi, una puntura della prostata viene prescritta da specialisti, durante i quali vengono prelevati i tessuti dell'organo e viene eseguita una biopsia. Come risultato della valutazione del materiale, è possibile confermare o negare la presenza di una formazione maligna, stabilire lo stadio del suo sviluppo e persino scegliere l'opzione di trattamento ottimale. La manipolazione può essere effettuata in modi diversi, ma in ogni caso richiede una preparazione speciale. Vi sono ancora diverse controindicazioni alla procedura, che devono essere anche ricordate.

Contenuto dell'articolo

Indicazioni per la puntura della prostata e il suo scopo

Il sangue dei rappresentanti del sesso forte contiene uno speciale antigene proteico - PSA. Le sue prestazioni dovrebbero essere normalmente stabili per tutta la vita di una persona. In caso di trasferimento di dati superiori a 2,5 ng / ml, sono necessarie procedure diagnostiche ausiliarie, una delle quali è una puntura della ghiandola. Inoltre, un esame specifico può essere raccomandato quando i sigilli si trovano nell'organo durante un esame con le dita. Anche i risultati ecografici incerti o allarmanti fungono da indicazione.

Lo studio del materiale prelevato rivelerà la presenza di alterazioni patologiche nei tessuti dell'organo. Molto spesso, i risultati indicano lo sviluppo di non la prostata o l'adenoma, ma il cancro. In alcuni casi, la procedura deve essere ripetuta per ottenere un quadro clinico più chiaro. In particolare, ciò è richiesto con un aumento persistente del livello di PSA in un esame del sangue nel tempo o una quantità insufficiente di materiale raccolto.

Controindicazioni alla puntura della prostata

Prima di effettuare un campionamento diagnostico del materiale, è necessario assicurarsi che il paziente non abbia controindicazioni all'intervento. Anche in caso di malessere si raccomanda di astenersi per un po '. Un'altra sessione è vietata per condurre con esacerbazione di emorroidi o prostatite, sospetta infezione degli organi del sistema genito-urinario. Le controindicazioni assolute sono: la presenza di infiammazione nell'intestino e problemi di coagulazione del sangue.

Metodi per condurre la manipolazione diagnostica

Ad oggi, sono state sviluppate diverse varianti della procedura allo scopo di prelevare materiale per la biopsia. Come viene condotta una sessione in un caso particolare, solo il medico decide, in base alle caratteristiche della situazione. Tuttavia, vale la pena conoscere in anticipo le specifiche di tutti gli approcci al fine di prepararsi moralmente all'intervento.

Biopsia transrettale

Questa opzione viene utilizzata più spesso di altre, in quanto è considerata la meno traumatica e più conveniente. In questo caso, tutte le manipolazioni vengono eseguite introducendo l'attrezzatura necessaria attraverso l'ano. Il processo prevede l'uso di anestetico, quindi il dolore è minimo.

La puntura della prostata attraverso il retto viene effettuata secondo questo schema:

  1. Il paziente si trova sul lato sinistro e stringe le ginocchia al petto. È anche possibile utilizzare la posizione del ginocchio-gomito.
  2. Attraverso l'ano, gel di lidocaina o un altro anestetico viene iniettato nella ghiandola, che rimuoverà la sensibilità dell'area. A seconda del tipo di prodotto, è necessario attendere 5-15 minuti affinché diventi effettivo.
  3. Ora una struttura è inserita nel retto, dotata di aghi di puntura e un sensore per l'esame dell'organo. In primo luogo, viene esaminata l'istruzione, il medico decide in quali luoghi farà le forature.
  4. Quindi inizia la raccolta di materiale, che viene effettuata attraverso il lavoro di una pistola speciale. Una cannula entra nel tessuto e prende alcuni millimetri di materiale. In questo caso, non viene effettuata una puntura, ma da 6 a 18 tentativi. Le materie prime biologiche sono raccolte non solo da zone sospette, ma anche da aree sane.

Se l'anestetico non ha funzionato o è stato inserito in modo errato, devono essere intraprese azioni per normalizzare la situazione.

Puntura prostatica transuretrale

A volte a causa di determinate circostanze, l'approccio alla prostata attraverso il retto può essere controindicato. In questo caso, utilizzare l'opzione con l'introduzione di apparecchiature mediche attraverso l'uretra. Questo è anche un modo abbastanza efficace e conveniente che consente al medico di monitorare la correttezza delle sue azioni.

Ecco come fare una foratura con questo approccio:

  1. Il paziente giace sulla schiena, le gambe posate su un supporto speciale. Successivamente, applicare anestetici locali, selezionati da un medico.
  2. Successivamente, il medico inserisce un cistoscopio attraverso l'uretra del paziente, con cui può monitorare le sue manipolazioni.
  3. Il dispositivo è dotato di un passante per cavi, attraverso il quale pezzi di materiale vengono tagliati dalla prostata nei punti giusti. In un approccio, vengono raccolti circa una dozzina di campioni di tessuto.

Questa variante di influenza ha recentemente perso la sua rilevanza. È fatto ricorso solo se è impossibile applicare l'approccio sopra descritto o il timore patologico del paziente della somministrazione rettale degli strumenti.

Tecnica transperiale e sua specificità

Quest'area è considerata la più informativa, ma è raramente utilizzata a causa delle sue caratteristiche e dell'aumento del trauma. Si ricorre a solo in tre casi. Primo, se lo studio transrettale non ha prodotto risultati informativi. In secondo luogo, quando un paziente ha una malattia del retto, a causa della quale è impossibile effettuare una puntura. Terzo, con un aumentato rischio di sviluppare un'intossicazione del sangue.

Il materiale è preso attraverso l'incisione fatta sul perineo. Questa zona è prima disinfettata e anestetizzata. La manipolazione viene effettuata sotto il controllo di sensori a ultrasuoni. Il materiale è preso da almeno 18 punti, quindi l'approccio è considerato il più informativo. Dopo aver eseguito tutte le azioni necessarie, viene eseguito il trattamento della ferita.

Caratteristiche della fase preparatoria

La puntura della ghiandola prostatica come studio diagnostico richiede un addestramento speciale. Contrariamente alla credenza popolare, inizia non nella sala operatoria, ma diversi giorni prima della procedura.

Ecco i punti essenziali per preparare un paziente per una biopsia della prostata:

  • Infezioni e processi infiammatori dovrebbero essere curati. Un uomo deve superare tutti i test di base e se ha problemi, beve un ciclo di antibiotici.
  • 7 giorni prima della sessione, dovresti rifiutarti di assumere farmaci che influenzano la composizione del sangue, la sua coagulazione.
  • 3 giorni prima della puntura, i farmaci anti-infiammatori vengono cancellati.
  • Alla vigilia della biopsia, al paziente viene somministrato un clistere purificante. La manipolazione viene ripetuta il giorno dell'intervento.
  • Un giorno prima dell'impatto, qualsiasi attività fisica viene cancellata.
  • Il materiale è preso a stomaco vuoto.
  • L'eccessiva eccitazione o eccitazione del paziente deve essere rimosso. Per questo, possono essere usati i sedativi. Succede che la procedura deve essere eseguita in anestesia generale.

Puntura della prostata - una procedura paragonabile alla chirurgia.. È meglio affidarsi a medici esperti in istituzioni pubbliche o organizzazioni private comprovate.

Non è necessario il contatto con lo scopo di effettuare una biopsia in cliniche discutibili che offrono l'organizzazione dello studio in poco tempo e a prezzi minimi.

Regole di comportamento dopo la manipolazione

Il periodo di recupero dopo la puntura è piuttosto breve, ma richiede l'adesione a una serie di raccomandazioni. Trascurare le regole può portare allo sviluppo di complicazioni o altre conseguenze negative. In particolare, gli antibiotici dovrebbero essere assunti durante la settimana successiva allo studio, poiché il rischio di infezione viene mantenuto anche se si osservano tutte le regole di sterilità. Allo stesso tempo, dobbiamo abbandonare il grasso, il piccante e il cibo fritto, quindi la riparazione dei tessuti sarà più veloce. Entro due settimane, il divieto di utilizzare bevande alcoliche.

Durante il giorno dopo la procedura, è necessario bere molti liquidi - almeno 2 litri. Dopo un giorno puoi tornare alla solita vita, che include viaggi al lavoro, esercizio fisico e igiene. Dovrai astenervi dal sesso per una settimana, a volte un po 'di più. Spesso, dopo una puntura, viene inserito un tampone nel retto. Quando sbarazzarsi di esso, il medico dirà, ma di solito viene rimosso dopo poche ore, verso sera.

Possibili conseguenze negative dell'intervento

Tenendo conto dell'invasività della procedura, è necessario preparare in anticipo il possibile sviluppo di complicanze. Se trovi un problema nel tempo e consulti un medico, le conseguenze negative saranno minime. La cosa principale è monitorare attentamente le tue condizioni e non intraprendere alcuna azione tu stesso. Molto spesso, i pazienti lamentano disagio nell'area di intervento. Questo di solito va via da solo, ma è meglio riportare il sintomo al medico.

Entro 3-5 giorni, il paziente può avere sangue dall'ano o nel liquido seminale. Se lo scarico non è abbondante e la durata del sintomo non supera il tempo specificato, non c'è motivo di panico. In caso contrario, è necessaria la consulenza e l'assistenza di un medico. In molti uomini, l'urina non lascia 8 ore dopo la sessione. Questo è anche un fenomeno temporaneo che deve andare da solo.

L'infezione è tipica del 2% di tutti i casi di puntura della prostata. È caratterizzato da dolore nella zona perineale, febbre, non c'è bisogno di andare in bagno. Molto spesso, il fenomeno diventa una conseguenza del rifiuto di antibiotici profilattici e richiede una terapia complessa.

Come fare una puntura della prostata

Poche persone sanno cos'è una puntura della ghiandola prostatica, come fa questa procedura. La prostata è uno degli organi più importanti di un uomo, che per dimensioni non supera le dimensioni di un dado e per diagnosticare malattie, è necessario condurre un esame completo. I metodi diagnostici sono ecografia e puntura, che non devono essere confusi con la biopsia della prostata.

Cos'è?

La puntura della ghiandola prostatica è uno dei metodi per diagnosticare il cancro alla prostata, per il quale il tessuto viene prelevato per l'esame e lo studio. Inoltre, grazie a questa analisi, si può capire se il trattamento è stato efficace da un medico. Il tessuto, che può essere ottenuto dopo la procedura, viene studiato in microscopi elettronici. La puntura consente di determinare quanto segue:

  • composizione cellulare;
  • condizione dell'epitelio;
  • condizione delle ghiandole prostatiche.

Questa procedura può essere eseguita in anestesia generale o anestesia. Se la procedura viene eseguita in anestesia generale, si raccomanda di astenersi dal mangiare e bere 6 ore prima che venga eseguita. L'anestesia generale è necessaria per i pazienti con elevata eccitabilità. Viene effettuato sotto il controllo di un'ecografia per evitare complicazioni. In alcuni casi, il medico prescrive antibiotici per evitare complicazioni. Ma non prendere medicine tu stesso.

Fatto! Al ricevimento del materiale per l'esame, il paziente avvertirà dolore a breve termine. Se un uomo è molto sensibile al dolore, allora prima della procedura puoi prendere sedativi.

Molto spesso, la puntura della prostata viene prescritta se vi è un sospetto di oncologia dopo altri esami. Questo metodo diagnostico è pertinente se il livello di PSA è superiore a 4 ng / ml.

Se c'è un decorso grave della malattia, la puntura della ghiandola non può essere eseguita. Inoltre, la procedura è controindicata nell'infiammazione del retto e nella rilevazione di feci residue in esso. Altre controindicazioni includono:

  • emorroidi;
  • prostatite acuta;
  • scarsa coagulazione del sangue;
  • processi infiammatori a livello intestinale;
  • malattie del sistema genito-urinario.

Quando è indicato un sondaggio

La puntura della ghiandola prostatica è prescritta per varie malattie degli organi genitali. La testimonianza del sondaggio include quanto segue:

  • processi infiammatori che si verificano costantemente e duramente;
  • cancro;
  • determinazione della resistenza del cancro agli omoni;
  • determinare l'entità del cancro.

In alcuni casi, è necessario un riesame della ghiandola prostatica, poiché una parte permanente della prostata può entrare nell'ago, il che complica i risultati dello studio. La puntura secondaria deve essere eseguita nei seguenti casi:

  • quando si sondano formazioni che possono essere avvertite durante l'ispezione con le dita;
  • con un aumento di PSA dopo il primo studio:
  • quando ci sono cambiamenti nei tessuti della prostata, che possono essere visti dopo l'esposizione agli ultrasuoni.

La procedura ripetuta è raccomandata non prima che in tre mesi. Per ottenere dati affidabili, è necessario prelevare materiale da una sezione più ampia della prostata.

A causa di tale sondaggio, è possibile non solo diagnosticare il cancro, ma anche scoprire tali indicatori:

  • dimensioni;
  • fase di progressione;
  • trattamento efficace

Di norma, il medico dà la direzione della puntura con un valore elevato di PSA, che spesso indica il cancro nella fase iniziale.

Metodi per l'analisi

Esistono diversi modi per raccogliere l'analisi, che può essere selezionata in base all'età del paziente, alle analisi ottenute, al benessere generale e alle caratteristiche individuali del paziente. I più comuni includono quanto segue:

  • transrettale;
  • uretrale;
  • vescicale;
  • perineale (transperineale);
  • ishiorektalny.

Per raccogliere il tessuto della prostata, è necessario un ago speciale, all'interno del quale è presente un vuoto. La sua lunghezza è di alcuni centimetri e il diametro della siringa stessa sembra una grande graffetta. In alcuni casi, utilizzare un ago con una molla o un dispositivo con un aspirapolvere. A seconda del metodo di campionamento, la preparazione è necessaria in alcuni casi. Ad esempio, con il metodo transrettale, è necessario eseguire un clistere di pulizia prima della procedura la sera e la mattina del giorno della procedura.

Molto spesso, una procedura transrettale viene utilizzata per diagnosticare le malattie. Il paziente si trova sul lato destro del divano e preme le gambe verso lo stomaco. Il medico inserisce un ago attraverso l'ano alla prostata.

Per evitare sensazioni spiacevoli, si consiglia di utilizzare gel anestetici.

La posizione dell'ago è controllata con un dito e vengono eseguite diverse forature. Dopo la procedura rimane una garza per 24 ore.

Quando il tipo perineale della procedura è necessario per eseguire un'incisione trasversale di non più di 3 cm Per fare questo, il paziente deve sedersi sulla schiena e allargare le gambe. Questo metodo di puntura della biopsia della prostata è doloroso e l'esame viene eseguito in anestesia.

In alcuni casi, viene eseguito un metodo di raccolta uretrale. Questo metodo prevede l'introduzione dell'ago attraverso l'uretra. Dà anche al paziente disagio e dolore a breve termine.

Il materiale per l'analisi è preso da tutta la prostata. Per fare questo, è sufficiente prendere materiale da 6 punti della ghiandola prostatica. In alcuni casi, questi punti possono richiedere fino a 10. Grazie a uno studio così accurato, è possibile diagnosticare il cancro in una fase precoce e si può vedere la sua posizione. Alcuni uomini possono avvertire capogiri o perdita di coscienza durante il test.

Indipendentemente dal metodo di campionamento del tessuto ghiandolare, è necessario donare sangue e urina per l'analisi. La procedura dura non più di mezz'ora, il tessuto ottenuto viene inviato al laboratorio per l'esame e il risultato può essere ottenuto in una settimana. Molto spesso, una settimana prima della procedura, è necessario assumere farmaci. Ma se, senza cure, la vita del paziente è in pericolo, allora può continuare la terapia riabilitativa, ma il periodo di recupero sarà effettuato sotto la supervisione di un medico.

Recupero dopo la puntura

La puntura della ghiandola prostatica è una procedura seria che richiede una preparazione speciale. Dopo averlo tenuto per 4 ore si raccomanda di astenersi dall'esercizio fisico e dal contatto sessuale, in modo da non provocare complicazioni. Inoltre, non è consentito mangiare entro poche ore dalla procedura.

Se è stato scelto il metodo transrettale, possono verificarsi per un po 'sanguinamento, febbre e dolorabilità nell'area rettale.

Ma se la procedura di perforazione è stata eseguita in modo errato o negligente, potrebbero verificarsi delle complicazioni. I più comuni sono:

  • sanguinamento prolungato dall'ano;
  • prostatite in forma acuta;
  • ano doloroso;
  • striature di sangue nello sperma o nelle urine;
  • danno all'uretra;
  • ghiandola ascessuale.

Dopo aver trovato una di queste complicazioni, devi vedere un dottore. In alcuni casi, un'allergia all'anestesia. Per evitare questo, prima della procedura, è necessario informare il medico della presenza di una reazione allergica ai farmaci.

Va notato che la puntura della ghiandola prostatica è una delle procedure sicure ed efficaci per una persona. Ma in alcuni casi possono comparire complicanze e controindicazioni.