La prognosi per il trattamento dei tumori maligni della ghiandola del timo

Qualsiasi organo, come la pelle o la cervice, può diventare il sito di formazione di neoplasie nel corpo umano. Succede che questi sono tumori benigni, ma questo non è sempre il caso. Anche il cancro della ghiandola del timo non è raro, l'oncologia non ha scavalcato il timo.

Timo ghiandola

I sistemi linfoidi ed endocrini del corpo non potevano fare a meno del timo. Anche la milza ei linfonodi non sono così significativi come il timo. Ha luogo nella formazione delle cellule del sangue, proprio come nel midollo osseo. Pertanto, in parte possiamo dire che il sistema immunitario è costruito attorno a questa ghiandola. Le cellule staminali provengono dal midollo osseo. La ghiandola del timo produce alcuni ormoni che li convertono in linfociti T. Lungo la strada, vengono "insegnati" a riconoscere quale cellula è maligna e proteggere il corpo da essa. Questo è il tipo più importante di protezione dell'uomo.

Quando l'embrione ha solo 6-7 settimane, la ghiandola del timo si è già formata in essa. Prima di qualsiasi altro organo del sistema endocrino. E inizia immediatamente a proteggere il feto dal male che potrebbe affrontare. Quando nasce un neonato, il suo timo pesa non più di 13 grammi. Mentre il bambino cresce e si sviluppa, aumenta anche la ghiandola del timo. A 15 anni è già un organo da 30 grammi. Dopo circa 18 anni, il timo non cresce. Un fenomeno simile è chiamato persistenza. Comincia persino a diminuire un po 'di dimensioni. In 50 anni, questo è già il 90% del tessuto connettivo e grasso. Tali processi possono essere spiegati dal fatto che dopo che un bambino cresce, oltre alla ghiandola del timo, altri organi sviluppati possono anche proteggerlo.

Se un bambino o un adolescente inizia ad avere problemi con il lavoro della ghiandola del timo, causerà quasi certamente problemi con l'intero sistema immunitario. Ciò significa che tutti i batteri e i virus che attaccano qualsiasi organismo causeranno quasi certamente una malattia. E proprio a causa della riduzione della ghiandola del timo all'età di 30 anni, la probabilità di ammalarsi è maggiore rispetto all'età di 18 anni.

Il nome del corpo ricevuto a causa della sua forma insolita. Questa è una specie di forchetta con due denti, e puoi trovarla nel corpo umano proprio dietro lo sterno. Nel timo ci sono due lobi, che sono legati l'uno all'altro, o semplicemente si adattano strettamente l'uno all'altro. Se guardi questo organo del sistema endocrino nei bambini, vedrai un colore rosa, ma con l'età diventa sempre più giallo come la quantità di tessuto adiposo e aumenti connettivi.

Cancro al timo

I tumori della ghiandola del timo non possono essere assegnati al primo posto nella frequenza dell'evento. E questa è una buona notizia. Il tumore del timo si rivela per lo più benigno e viene chiamato timo della ghiandola del timo. Solo in cinque casi su cento, il neoplasma è maligno. Il cancro del timo è una malattia delle persone di età matura. In media, l'età della malattia varia da 46 a 48 anni, cioè la persistente ghiandola del timo è interessata. Come molti tipi di cancro, il cancro del timo non ha una spiegazione credibile o una causa comprovata. Ci sono solo alcuni dei fattori più probabili che possono portare a questa malattia:

  • Effetti di radiazioni sul corpo.
  • La frequente incidenza di varie infezioni virali.
  • Se una persona ha sofferto di una malattia autoimmune. Ad esempio, può essere miastenia grave o lupus eritematoso sistemico. Tuttavia, l'ironia è che il tumore stesso può essere la causa di queste malattie.

Il cancro del timo può essere di diverse varietà. È determinato dopo l'esame istologico dei tumori. L'effetto più rapido e peggiore sul corpo carcinosarcoma. Il tumore della ghiandola del timo può anche essere chiamato squamoso, a cellule chiare, epidemico di volare e adenocarcinoma. Tutti rapidamente catturano tutte le grandi aree del corpo e consentono metastasi.

Stadio della malattia

Oncologia ha tradizionalmente identificato quattro fasi nello sviluppo del cancro. Se una persona ha il cancro del timo, la classificazione sarà la seguente:

  • Esiste un tumore all'interno della ghiandola del timo. Tuttavia, non ha rilasciato metastasi ed è circondata da una specie di capsula.
  • La neoplasia inizia a germinare attraverso la capsula della ghiandola e il tessuto mediastinico. Allo stesso tempo, i linfonodi che si trovano nelle immediate vicinanze sono interessati.
  • Il cancro inizia a rilasciare i suoi tentacoli negli organi che circondano la ghiandola del timo. Prima di tutto, gli organi respiratori soffrono di: polmoni, trachea, laringe e anche il più grande dei vasi.
  • Le metastasi solide si trovano già negli organi rimossi dalla ghiandola del timo e sono interessati tutti i linfonodi del torace.

I sintomi del cancro del timo

È difficile capire immediatamente che il corpo ha il cancro della ghiandola del timo, i sintomi sono inizialmente assenti in quanto tali. Fino a quando un tumore comincia a dominare nelle cellule di un organo, avendo raggiunto una grande dimensione, una persona si sente come al solito. Tuttavia, quando il tumore a causa dell'aumentato volume inizia a spremere i "vicini", si avvertiranno i seguenti fenomeni:

  • Mancanze da parte del sistema respiratorio - mancanza di respiro e mancanza di aria.
  • Il numero di contrazioni cardiache aumenta.
  • Aumento della pressione intracranica.
  • C'è un peggioramento del flusso di sangue.
  • Diventa difficile deglutire.
  • Spesso inizia a tormentare la tosse.
  • L'edema si presenta spesso nell'area del viso.
  • Le vene del collo si gonfiano.

Se non presti attenzione a questi sintomi, un segno di ulteriore sviluppo della malattia sarà:

  • Il paziente è costantemente tormentato dalla debolezza del corpo.
  • C'è una maggiore sudorazione.
  • La temperatura corporea aumenta.
  • L'uomo improvvisamente e perde peso.

Diagnosi del cancro del timo

Poiché, come già accennato, la ghiandola del timo non emette un tumore in sé, ma viene spesso rilevata per caso durante una radiografia o altri disturbi pianificati, o già in fasi successive, quando il tumore è abbastanza grande da mostrare la sua presenza a l'aiuto di altri organi con cui interferisce. Con l'aiuto della tomografia computerizzata, ad esempio, è possibile vedere un tumore solo se ha già raggiunto la dimensione di 3 cm. Per la maggior parte, i metodi a raggi X vengono utilizzati per rilevarlo. Questa parola si riferisce alla fluoroscopia, tomografia, raggi X, così come lo studio dell'esofago utilizzando un agente di contrasto.

Studi simili mostrano ai medici che esiste un'ombra sospetta nel corpo umano. Quindi puoi chiarire di cosa si tratta in termini di dimensioni, dove si trova e in che forma si trova. Più esattamente tutto questo può essere descritto dopo la radiografia. Il medico determinerà con precisione dalle immagini se il timo contiene cancro, quali sono i contorni della neoplasia, come si trova esattamente rispetto ad altri organi del torace, qual è la sua struttura e se ha mobilità. L'esofago viene esaminato con l'aiuto di un mezzo di contrasto per vedere visivamente quanto è stato spostato dalla sua posizione normale.

Se una persona ha linfonodi ingrossati, il medico prescrive una biopsia. In questo modo puoi scoprire se ci sono metastasi. Come con qualsiasi malattia, gli esami del sangue sono molto significativi: generali e biochimici. Se il tumore che ha colpito il timo è di natura maligna, allora si troveranno tali fenomeni nel corpo come leucocitosi, anemia e linfopenia. Il laboratorio dovrà anche fare un'analisi per la presenza di marcatori tumorali.

Trattamento del cancro del timo

Trattare il cancro del timo con il metodo combinato. E prima si nota la malattia e si inizia il trattamento, maggiore è il tasso di sopravvivenza e migliore è la prognosi. Il tumore del timo è pericoloso perché le metastasi iniziano rapidamente a crescere nei sistemi vicini. Un leggero ritardo nel trattamento può rendere insignificante un intervento operabile. Se viene eseguita un'operazione, non solo viene rimosso il tumore stesso, ma l'intero organo. E per rendere meno probabile la possibilità di una recidiva, il tessuto adiposo, che si trova sul mediastino anteriore, viene anche rimosso, se possibile. È anche possibile la parziale resezione di organi come il pericardio o la trachea. Ma questo è nei casi in cui il tumore ha già avuto un effetto su di loro. Nel caso in cui vengano rimossi solo i linfonodi che si trovano nell'area. Non prestano attenzione alle loro dimensioni, non possono essere aumentati.

Per aumentare la sopravvivenza, dopo l'operazione, vengono eseguiti diversi cicli di chemioterapia con farmaci a base di platino. Il più delle volte succede 6 corsi ogni 3 settimane. Anche dopo l'intervento chirurgico, possono applicare la radioterapia, ma mai come metodo di trattamento indipendente.

Con l'impossibilità dell'intervento chirurgico, è diventato sempre più comune per l'acciaio applicare la terapia fotodinamica. Questo metodo di trattamento è utilizzato per la crescita diffusa del cancro e si basa sull'effetto sul corpo umano di un laser e un farmaco. Questo metodo, anche se nuovo, si è già raccomandato bene, perché quasi non ha effetti collaterali e affronta il cancro meglio della chirurgia.

Diagnosi e trattamento del cancro del timo

Il timo, o timo, svolge un ruolo immunitario importante nel corpo. Il timoma è un tumore d'organo, si manifesta prevalentemente in persone di età superiore a 40 anni ed è caratterizzato da un decorso aggressivo e rapida germinazione nei tessuti vicini. Per le cause del suo aspetto, tipi, sintomi e trattamento, leggere più avanti nel nostro articolo.

Leggi in questo articolo.

Fattori di rischio per tumori maligni del timo

La causa esatta dello sviluppo del cancro della ghiandola del timo non è stata stabilita. Ma ci sono persone del gruppo a rischio che hanno maggiori possibilità di affrontarlo. Include pazienti in presenza di:

  • neoplasie maligne nei parenti di sangue;
  • malattie delle ghiandole endocrine - tiroide, paratiroidi, genitali, surrenali, ipofisi, lesioni tumorali diffuse particolarmente pericolose (neoplasia endocrina multipla);
  • obesità, diabete di tipo 2;
  • fumo, alcool, tossicodipendenza;
  • sindrome da immunodeficienza, compresa l'infezione da HIV;
  • malattie autoimmuni con formazione di anticorpi alle proprie cellule;
  • infiammazione cronica, infezioni ricorrenti (ricorrenti);
  • lesioni al torace, interventi chirurgici, radiazioni.

E qui di più sulle malattie della ghiandola del timo.

Tipi e tipi di cancro del timo

Nella composizione del tessuto del timo ci sono 2 tipi di cellule - epitelio e linfociti. A seconda della loro degenerazione maligna, si distinguono diverse varianti del tumore.

Timoma atipico tipo 1

Il più delle volte ha dimensioni fino a 5 cm. Può essere singolo o multiplo. Non ci sono capsule o è sfocato, cresce principalmente all'interno della ghiandola. Quando collocato negli strati esterni è chiamato corticale. Nella sua composizione ci sono celle chiare e scure. Il secondo tipo di timoma atipico è il carcinoma. È incline a una crescita intensa, ma non va oltre il timo.

Questi tumori sono classificati come intermedi tra benigno e maligno. Di solito non penetrano in altri organi e linfonodi, ma le cellule dalle quali sono formati sono atipici, cioè cancerosi. Dopo la rimozione, sono possibili recidive.

Cellule tumorali atipiche del timo

Timoma maligno di tipo 2

Hanno tutti i segni del cancro: crescono rapidamente, si diffondono agli organi vicini, migrano verso i linfonodi, danno metastasi a distanza. Gli organi più comunemente colpiti sono:

  • leggero,
  • cavità pleurica
  • borsa pericardica,
  • il fegato
  • tessuto osseo
  • ghiandole surrenali.

Le cellule nella composizione del cancro possono essere rappresentate:

  • epitelio piatto,
  • fusiforme,
  • chiari elementi di cella
  • una miscela di epitelio e linfociti in diversi rapporti.

In alcuni casi, non hanno caratteristiche distintive: indifferenziate, staminali, immature.

Fasi del cancro del timo

Per determinare l'approccio al trattamento, è importante conoscere l'entità della diffusione di una neoplasia maligna. Pertanto, le seguenti fasi:

  • il primo è un tumore all'interno del timo, ha una capsula;
  • il secondo penetra nel tessuto grasso;
  • il terzo esce dalla capsula nella cavità pleurica che circonda i polmoni, passa nel tessuto polmonare, nella sacca pericardica (pericardio), nelle pareti dell'aorta, nell'arteria polmonare;
  • il quarto - si diffonde attraverso la pleura o le membrane del pericardio (sottosuolo a), quindi fornisce metastasi al fegato, alle ossa, ai linfonodi distanti (sottoflasse b).

Sintomi di patologia negli adulti

Per i bambini, questa malattia non è tipica, la sua frequenza è inferiore all'1%, tra tutti i tumori del timo prevalgono i timomi di piccole dimensioni. Negli adulti, il cancro della ghiandola appare più spesso tra i 45 ei 60 anni. Spesso ha un decorso asintomatico e viene rilevato durante l'esame professionale, radiografia del torace.

Con la rapida crescita e l'attività ormonale, rilevano:

  • compressione delle vie aeree, polmoni - dolore al torace, mancanza di respiro, attacchi di soffocamento, pelle blu, respiro sibilante;
  • pizzicare la vena cava superiore - gonfiore del viso, tracimazione della vena del collo, cianosi della cintura della spalla;
  • pressione sui percorsi nervosi - raucedine, perdita di voce, abbassamento della palpebra, reazione debole della pupilla stretta alla luce, arrossamento della congiuntiva;
  • spremere l'esofago - difficoltà a deglutire, a soffocare;
  • sindrome di myasthenic - riduzione della forza muscolare, i pazienti annotano l'impotenza, la mimica non è espressa, c'è il contorno doppio e sfocato di oggetti, è difficile da inghiottire e respirare, in casi severi la ventilazione artificiale e la sonda o l'alimentazione endovenosa è necessaria.
Dolore al petto, mancanza di respiro, soffocamento

Con la penetrazione di prodotti di scarto di cancro nell'intossicazione del sangue si verifica. È accompagnato da nausea, febbre, diminuzione dell'appetito e peso corporeo. I livelli ematici di emoglobina, eritrociti e piastrine diminuiscono e aumenta l'ESR.

Diagnosi del corpo

All'esame, il medico determina la presenza di sindromi di compressione degli organi vicini con il timo, l'ingrossamento dei linfonodi nel collo, vicino alla clavicola, segni di debolezza muscolare (miastenia). Quando si ascoltano i polmoni determinare il respiro sibilante, frequenza cardiaca rapida.

Per chiarire la diagnosi mostrata tomografia computerizzata o imaging a risonanza magnetica. Essi, a differenza della radiografia convenzionale, non solo rilevano un tumore, ma consentono anche di valutarne la diffusione negli organi vicini. Sotto controllo CT, una puntura viene eseguita con l'analisi del tessuto per studiare la composizione cellulare.

L'esame del mediastino - lo spazio tra i polmoni, può essere eseguito mediante mediastinoscopia o toracoscopia. Un catetere con un dispositivo ottico viene inserito nel mediastino dietro lo sterno o nella cavità toracica. Questo è importante per escludere sintomi simili del gozzo retrosternale (un aumento di una ghiandola tiroide localizzata atipicamente), tumori congeniti da cellule germinali di strutture mediastiniche.

L'elettromiografia con test farmacologici è prescritta per confermare la debolezza muscolare.

Trattamento del cancro del timo

Se la malattia viene rilevata nello stadio 1, rimuovere tutta la ghiandola, il tessuto adiposo e i linfonodi adiacenti. Questa quantità di chirurgia è associata a frequenti recidive e alla presenza di debolezza muscolare, che non diminuisce se rimane del tessuto timo.

Allo stadio 2-3, è possibile un'ulteriore rimozione parziale del polmone, una foglia del pericardio. Dopo l'intervento chirurgico, viene prescritta la radiazione. Radiazioni e chemioterapia sono utilizzate per tumori in stadio 4 non operabili. Nelle fasi 3-4a, può essere raccomandato anche un metodo in tre fasi: la chemioterapia per fermare la diffusione e ridurre la neoplasia, rimuovere il timo e il trattamento con radiazioni.

Guarda il video sulla radioterapia dei pazienti con cancro del timo:

Dopo l'intervento, può manifestarsi una grave debolezza muscolare sotto forma di crisi miastenica. È causato da danni alla capsula e rilascio del contenuto nel sangue. Pertanto, i chirurghi preparano in anticipo l'apparato per la ventilazione artificiale dei polmoni, il Prozerin.

Sopravvivenza del paziente

Nella prima fase dopo l'intervento, la prognosi è favorevole. Se si esegue la rimozione radicale e la capsula non è danneggiata, allora la probabilità di recidiva è trascurabile. Più di 5 anni vivono dal 93 al 97% dei pazienti. I segni di miastenia in essi scompaiono completamente o si riducono significativamente. Nella seconda fase, i risultati non differiscono molto dal primo e il tasso di sopravvivenza a cinque anni si avvicina al 90%. A partire dalla terza fase, inizialmente scende al 60% e in 4b è solo del 10%.

E qui di più sulle funzioni della ghiandola del timo.

Il cancro del timo si verifica in pazienti con fattori di rischio. Le cellule neoplastiche sono epiteliali e linfocitarie. I segni di cancro sono cancellati con un timoma piccolo e ormonalmente inattivo. Con la progressione della sindrome compaiono compressione, dolore, debolezza muscolare. Nelle fasi successive, l'intossicazione da cancro viene aggiunta a loro.

Viene eseguita una tomografia per rilevare i tumori e una biopsia aiuta ad esaminare la composizione del tumore. Solo il trattamento chirurgico, se necessario, è completato da radioterapia, chemioterapia.

Nel corpo, gli ormoni della ghiandola del timo (timo) svolgono un ruolo importante. La loro azione è mirata a ridurre l'ansia, migliorare la memoria, ecc. Quali sono gli ormoni più importanti con una forcella della ghiandola e l'epifisi?

Le principali funzioni della ghiandola del timo sono ridotte allo sviluppo di cellule protettive del corpo. La sua struttura in bambini e adulti è diversa. Particolarmente importante è il ruolo nello sviluppo del bambino, le sue reazioni immunitarie a infezioni e patologie. Interruzione del lavoro porta a una diminuzione dell'immunità.

Si ritiene che la melatonina sia un ormone del sonno, della giovinezza, della lunga vita. Le sue proprietà resistono alle cellule tumorali, riducono l'impatto negativo sui vasi sanguigni. Lo sviluppo dell'epifisi è importante per il normale funzionamento del corpo. Lo svantaggio è pericoloso quanto l'eccesso.

Se vengono sospettate alcune patologie, viene eseguita la TC della tiroide. Spesso è fatto con un contrasto che mostra più accuratamente i cambiamenti nei tessuti, nei nodi. Com'è il corpo? Quali sono le indicazioni per lo studio della ghiandola tiroidea?

Come una malattia indipendente del linfoma tiroideo si verifica solo nel 5% dei casi. Le cause dello sviluppo della formazione cellulare diffusa più spesso in altre oncologie. I sintomi diventano evidenti con un aumento del collo.

Cancro del timo (cancro del timo)

Il cancro del timo (cancro del timo) è un gruppo di tumori epiteliali rari (meno del 5% di neoplasie) aggressivi caratterizzati da metastasi locoregionali ed ematogene precoci. L'età media dei pazienti è di 46 anni.

L'insorgenza della malattia Cancro della ghiandola del timo (cancro del timo)

Le cause del cancro del timo non sono state ancora studiate.

Cancro della ghiandola del timo (cancro del timo)

Il gruppo di tumori del timo include tumori di cellule epiteliali che hanno perso segni di specificità d'organo. Quasi tutti i tumori hanno una rapida crescita, si infiltrano negli organi circostanti, danno impianti al pericardio e alla pleura e rapidamente metastatizzano.

I seguenti tipi di cancro del timo si distinguono:

1) carcinoma a cellule squamose; cancro simile a un linfoepitelio;

3) carcinoma a cellule chiare;

4) cancro mucoepidermoide;

5) adenocarcinoma papillare della ghiandola del timo.

Sintomi del cancro del timo (cancro del timo)

I sintomi del cancro del timo nelle fasi iniziali sono assenti. Quando il tumore si diffonde agli organi vicini, disturbi respiratori, difficoltà di fuoriuscita di sangue dalla vena cava superiore e dai suoi affluenti (cianosi, gonfiore del viso e degli arti superiori, aumento della pressione intracranica, cefalea) e possono verificarsi disturbi del ritmo cardiaco. In caso di alterazioni ossee metastatiche, è possibile una sindrome del dolore pronunciata: nel caso di lesioni tumorali secondarie del cervello si sviluppano sintomi neurologici focali.

Il timoma maligno (atipico) di tipo 1 è il 20-25% di tutti i tumori epiteliali del timo. Il suo diametro di solito non supera i 4-5 cm, solo occasionalmente può raggiungere grandi dimensioni. Il tumore cresce sia come un singolo nodo, sia come più nodi lobulari grigio-rosa, spesso senza una capsula trasparente, ma con vari cambiamenti secondari. La sua crescita è invasiva in natura, ma non oltre i limiti dell'organo. Ci sono due varianti istologiche di un tal timoma: un timoma corticale e un carcinoma del timo altamente differenziato.

Il timoma corticale (syn: timoma con differenziazione delle cellule corticali, timoma di tipo B2) può essere costruito a partire da cellule oscure, cellule leggere o le loro varie combinazioni:

- la varietà a cellule scure (syn: piccolo-cellula, timoma a cellule fusiformi) è rappresentata da fasci disposti casualmente di piccole cellule a forma di fuso con un nucleo ipercromico e un citoplasma acidofilo povero, spesso scarsamente distinguibile; la formazione di strutture simili a pericardie, ghiandolari e rosette con grappoli di masse rosa omogenee all'esterno delle cellule è caratteristica; questa specie deve essere differenziata dai tumori neuroendocrini (apud), dal carcinoma a piccole cellule e dalle lesioni metastatiche;

- la varietà a cellule chiare è costituita da strati o fasci formati da cellule poligonali con citoplasma leggero e spesso vacuolato e nucleo vescicolare; queste cellule sono interconnesse da processi citoplasmatici che formano una rete, nelle cellule di cui sono localizzati i linfociti; a volte le cellule tumorali hanno un citoplasma molto luminoso e persino otticamente vuoto, questo è il cosiddetto timoma a cellule acquose, che dovrebbe essere differenziato dalle lesioni metastatiche.

Carcinoma timico altamente differenziato (syn: timoma atipico, tiroidoma di tipo VZ) è costituito da strati o fasci di cellule scure o leggere con una maggiore attività proliferativa e aree di polimorfismo nucleare, meno spesso cellulare, espresse principalmente sulla periferia della neoplasia. La crescita invasiva è più pronunciata rispetto al timoma corticale, ma non si estende oltre la capsula del timo. Viene discussa la questione della possibilità di metastasi di tali tumori. La prognosi dipende dalla gravità dell'invasione. La sopravvivenza a cinque anni dei pazienti varia dall'80-90%.

Il cancro del timo (timoma maligno di tipo 2) rappresenta fino al 5% di tutte le osservazioni con tim.

Il nodo del cancro del timo può raggiungere grandi dimensioni ed è caratterizzato da una crescita invasiva pronunciata. Come con altri tumori, il criterio prognostico più importante è lo stadio dell'invasione tumorale. Si distinguono sei forme istologiche di cancro del timo: cellule squamose (epidermoidi), linfoepiteliali, fusiformi, indifferenziate (anaplastiche), adenosquamose (mucoepidermoidi), cellule chiare.

Il cancro del timo è la forma più comune di cancro del timo. Per struttura, è simile agli analoghi di altre localizzazioni e talvolta ha una differenziazione delle cellule basali (cancro basaloide). Deve essere differenziato dalle lesioni metastatiche. Il tumore linfoepiteliale (sinonimo di linfoepitelioma) è un tumore abbastanza comune del timo. È rappresentato da complessi di cancro squamoso (di solito non soglia) o poco differenziato con infiltrazione stromale linfocitica di grado variabile. I linfociti in questo caso non sono portatori di proprietà tumorali. Con un gran numero di cellule linfoidi (in particolare forme immature) e un piccolo volume della componente epiteliale, il tumore deve essere differenziato dal linfoma. Il carcinoma a cellule fusiformi è raro. Di solito include un componente squamoso. In assenza di quest'ultimo, il tumore deve essere differenziato dal sarcoma. Il cancro anaplastico è molto raro. È caratterizzato da strutture solide costruite da cellule altamente polimorfiche. Dovrebbe essere differenziato dalle lesioni metastatiche. Il tumore mucoepidermoide consiste di due componenti: la formazione di muco squamoso e ghiandolare. In questo caso, è necessario escludere la natura metastatica della neoplasia o la germinazione dell'adenocarcinoma nel timo dagli organi vicini (polmone, trachea).

Classificazione. Delle classificazioni esistenti per scopi pratici, la distribuzione ottimale di tutti i tumori maligni del timo in 4 fasi proposte da Masaoka:

I - un tumore all'interno del timo, circondato su tutti i lati da una capsula ben pronunciata;

II - germinazione micro-o macroscopicamente determinata del tumore nella capsula del timo, tessuto adiposo del mediastino o pleura mediastinica;

III - germinazione negli organi circostanti o altre strutture anatomiche (polmone, pericardio, grandi vasi);

IVa - disseminazione del pericardio o della pleura e IVb - metastasi a distanza.

Diagnosi della malattia Tumore del timo (cancro del timo)

La verifica del cancro del timo si basa sull'uso di metodi diagnostici altamente informativi, tra i quali il posto principale appartiene al computer e alla risonanza magnetica. Per chiarire la struttura istologica del tumore, la mediastinoscopia può essere eseguita utilizzando tecniche endovideo. La scoperta di metastasi del cancro del timo in altri organi è possibile con l'aiuto della scintigrafia utilizzando radiofarmaci, che sono tropici per il tumore.

Trattamento del cancro del timo (cancro del timo)

Il trattamento del cancro della ghiandola del timo, come altri tumori di organi, è chirurgico. La chemioterapia e la radioterapia sono utilizzate in aggiunta alla chirurgia per le forme più comuni della malattia.

Per tumori circondati da una capsula (stadio I), sternotomia longitudinale e completa rimozione del timo sono ottimali. È importante preservare l'integrità della capsula, quindi è desiderabile rimuovere il timo con la fibra e la fascia circostanti, coprendo le strutture anatomiche circostanti (pleura mediastinica, vasi sanguigni, ecc.). Questa tecnica riduce la probabilità di lasciare piccoli siti ectopici del timo. Con una tale diffusione del tumore, la sua recidiva è casistica, e in questo contesto, un trattamento radioterapico aggiuntivo è stato considerato inopportuno. Tasso di sopravvivenza a cinque anni: 90-95%.

La radioterapia postoperatoria è indicata in pazienti con un pattern di crescita invasiva del timoma, in particolare con la sconfitta di grandi vasi, il pericardio. Recidive locali sono state osservate in vari periodi dopo l'intervento chirurgico nel 25-30% dei pazienti. La radioterapia in una dose focale totale di 50 Gy nella modalità di consueto frazionamento della dose nel letto tumorale e nelle regioni sopraclavicolari riduce il rischio di recidiva locale di 5-6 volte.

La radioterapia come opzione di trattamento indipendente è indicata nei pazienti con timoma localmente avanzato e lesioni aortiche o dell'arteria miocardica, quando la sua rimozione è impossibile. La sopravvivenza a cinque anni in questo caso è solo del 45-50%.

La chemioterapia per le forme generalizzate con tim si basa su regimi che includono preparati al platino. Il seguente regime chemioterapico è il più comune: cisplatino - 50 mg / m2 per via endovenosa il 1 ° giorno, doxorubicina - 40 mg / m2 per via endovenosa il 1 ° giorno, vincristina - 0,6 mg / m2 per via endovenosa 3 il primo giorno e ciclofosfamide - 700 mg / m2 per via endovenosa il 4o giorno del ciclo. I corsi di trattamento vengono ripetuti ogni 3 settimane. Spesa totale 6 corsi.

Con ragionevoli dubbi sulla possibilità di rimozione radicale del tumore in relazione alla possibile germinazione del mediastino o del cuore in vasi di grandi dimensioni, è consigliabile utilizzare la chemioterapia di induzione per ridurre le dimensioni del tumore e creare condizioni ottimali per l'intervento chirurgico.

La prognosi per il cancro della ghiandola del timo è peggiore del timoma. La sopravvivenza a tre e cinque anni dopo chemioterapia e radioterapia è del 40 e 33%, rispettivamente.

Tutto su timoma maligno

Ci sono molte malattie caratterizzate dalla formazione di un tumore maligno. Colpiscono vari organi e sistemi e, nei casi più gravi, compaiono metastasi. Una di queste patologie è il cancro del timo.

Il contenuto

La malattia è pericolosa per la vita di una persona e, se non c'è terapia, provoca varie complicazioni. Con la sconfitta di una parte significativa del corpo e la metastasi possibile esito fatale.

Cos'è il cancro del timo?

In medicina, il timo è anche chiamato la ghiandola del timo. Si trova di fronte al petto dietro lo sterno. L'organo appartiene al sistema immunitario, che è associato al sistema linfatico.

La funzione principale della ghiandola è la sintesi dei linfociti. I globuli bianchi aiutano a mantenere l'immunità e prevenire la diffusione di infezioni. Catturano le cellule patogene ed espellono il corpo.

Le loro accumulazioni sotto forma di pus compaiono sulla superficie delle ferite, nella cavità del brufolo. Pertanto, il corpo combatte virus e infezioni, esclusa la loro penetrazione.

Per argomento

Tutto sulla tiroidectomia della tiroide

  • Victoria Navrotskaya
  • Pubblicato il 30 novembre 2018 il 30 novembre 2018

Esistono diversi tipi di cancro del timo, che è determinato dall'esame istologico. Questo è il motivo per cui questo metodo diagnostico è il mezzo principale per stabilire la malattia.

Il cancro del timo, che si manifesta come carcinosarcoma, è caratterizzato da una rapida crescita e da un effetto negativo sul corpo. Ma anche altri tipi di neoplasie del timo sono in grado di crescere rapidamente e di metastatizzare su altri organi. Spesso c'è una lesione del sistema linfatico, midollo spinale e midollo osseo.

Prevalenza del cancro del timo

Una neoplasia maligna formata nei tessuti della ghiandola del timo non è una malattia comune. Spesso il tumore ha un decorso benigno.

Il cancro del timo viene diagnosticato solo in 5 casi su cento in pazienti di età matura. In media, la patologia è nota negli uomini e nelle donne con da 46 a 48 trattamenti. Ma, come molte neoplasie maligne, le cause esatte del cancro del timo non sono state stabilite.

classificazione

I tumori maligni della ghiandola del timo sono diagnosticati in rari casi, ma rappresentano una minaccia per la vita e la salute del paziente. In medicina, ci sono diversi tipi di formazioni di timo, a seconda delle caratteristiche del flusso:

  1. Squamose.
  2. Adenocarcinoma.
  3. Cancella cella.
  4. Mukoepidermoidny.
  5. Carcinosarcoma.

Si differenziano per dimensioni e forma. Inoltre, ogni tipo di tumore ha le sue caratteristiche di sviluppo, tasso di crescita. Carcinosarcoma è considerato il più pericoloso. Ma tutti i tipi di cancro del timo sono soggetti a rapida diffusione e metastasi nelle fasi iniziali.

Per fasi

Inoltre, il cancro del timo è classificato in base allo stadio di sviluppo. Ce ne sono solo quattro, ognuno dei quali ha le sue caratteristiche.

Nella prima fase di sviluppo si forma una neoplasia all'interno della ghiandola. Ma allo stesso tempo non ci sono metastasi. Il tumore è circondato da una capsula.

Il secondo stadio è caratterizzato dalla germinazione di una neoplasia attraverso una capsula. Il processo patologico interessa i linfonodi situati vicino alla ghiandola.

Per argomento

Tutto quello che devi sapere sui tumori dell'ipofisi

  • Victoria Navrotskaya
  • Pubblicato il 30 novembre 2018

Al terzo stadio, la diffusione delle metastasi agli organi e ai tessuti vicini. Spesso c'è una lesione dei polmoni, laringe, trachea e grandi vasi.

Il quarto stadio si manifesta in presenza di un gran numero di metastasi. Penetrano organi distanti e linfonodi del petto.

Il trattamento viene effettuato a seconda dello stadio di sviluppo della malattia e della sua forma. La prognosi dipende anche dalle caratteristiche del corso e dalla tempestività della terapia.

Cause del cancro del timo

Le cause esatte del cancro della ghiandola del timo, come molte malattie legate all'oncologia, non sono state stabilite. Sulla base della ricerca condotta, gli esperti hanno identificato una serie di fattori che aumentano significativamente il rischio di cancro del timo:

  1. Violazione dei livelli ormonali.
  2. Diabete, sovrappeso o qualsiasi grado di obesità.
  3. Eredità. In un ampio gruppo di pazienti, parenti stretti hanno sofferto di cancro.
  4. Abuso di alcol
  5. Fumo.
  6. Stato positivo dell'HIV.
  7. Patologie autoimmuni nascoste o confermate.
  8. Neoplasia endocrina multipla. Questa è una malattia rara causata dall'eredità.
  9. Violazione della paratiroide o tiroide.
  10. Disfunzione ipofisaria
  11. Depressione e situazioni stressanti frequenti.

Fattori quali una dieta malsana e la vita in aree con scarsa ecologia possono influenzare lo sviluppo del cancro della ghiandola del timo.

Quadro clinico

Nella fase iniziale dello sviluppo della neoplasia, i segni della malattia possono essere completamente assenti. Ciò complica enormemente la diagnosi precoce. Ecco perché la patologia è pericolosa. Un tumore può svilupparsi a lungo senza mostrarsi.

Segni di cancro della ghiandola del timo si verificano nei casi in cui il nodo formato raggiunge dimensioni considerevoli. I pazienti spesso lamentano una sensazione di soffocamento, aumento della pressione intracranica e difficoltà a deglutire. Manifestazioni della malattia dovute alla pressione dei tumori sugli organi vicini.

Sono anche osservati gonfiore del viso, tosse, aumento delle vene del collo, una forte diminuzione del peso e l'aspetto di costante affaticamento.

L'aspetto dei segni richiede un trattamento immediato a uno specialista. Questo aiuterà a diagnosticare la malattia nel tempo e ad iniziare il trattamento.

Metodi diagnostici

Spesso, il cancro della ghiandola del timo è stabilito per caso, quando conduce ricerche su altre malattie, poiché non si manifesta nelle fasi iniziali. Inoltre, il tumore può essere diagnosticato nei casi in cui è grande e richiede un intervento chirurgico urgente.

Se si sospetta un cancro della ghiandola del timo, uno specialista viene nominato per la prima volta tramite raggi X. Il metodo consente di rilevare la presenza di cambiamenti nei tessuti, determinare i contorni del tumore, il grado di mobilità e altre caratteristiche.

La tomografia computerizzata è anche mostrata a pazienti. Grazie alle immagini riprese a strati, lo specialista può studiare la struttura, determinare la posizione e la prevalenza del tumore. Ma la TAC aiuterà a vedere il tumore quando ha raggiunto i 3 cm di diametro.

  • Raggi X;
  • per immagini;
  • studio dell'esofago utilizzando agenti di contrasto.

Tumore al timo

Concetto e funzione della ghiandola del timo

La ghiandola del timo (ghiandola del timo) è un importante organo del sistema linfoide e endocrino umano. Inoltre, è coinvolto nella funzione del sangue, insieme al midollo osseo, che lo rende l'organo centrale del sistema immunitario, più importante dei linfonodi e della milza. Le cellule staminali del midollo osseo, penetrando nella ghiandola del timo subiscono cambiamenti sotto l'influenza degli ormoni di questo organo e si trasformano in linfociti T. C'è il loro "apprendimento" immunologico. I linfociti T sono i principali difensori del corpo a livello cellulare e distruggono le cellule estranee, comprese le cellule tumorali.

La ghiandola del timo si forma già alle 6-7 settimane di gravidanza. Questo è il primo organo del sistema endocrino. È lei che si assume tutta la responsabilità di proteggere il feto. La massa di timo in un neonato è di circa 13 grammi. Gland sta crescendo e sviluppandosi attivamente fino a 15 anni. Il suo peso in un adolescente raggiunge i 30 grammi. Dopo 18 anni, si verifica la sua involuzione: estinzione e riduzione delle dimensioni. All'età di 50 anni, la ghiandola del timo è costituita dal 90% di tessuto adiposo e connettivo. Ciò è dovuto al fatto che con la crescita del bambino, le funzioni di protezione del corpo sono equamente distribuite tra gli altri organi in via di sviluppo.

Le violazioni nel lavoro del timo nell'infanzia e nell'adolescenza portano a una significativa riduzione dell'immunità e della resistenza del corpo a batteri e virus. Tale bambino è molto spesso malato. L'involuzione della ghiandola del timo è una delle cause della bassa immunità nell'età adulta.

Il timo si trova nella parte superiore del torace, direttamente dietro lo sterno e ha la forma di una forchetta con due denti, per cui ha ricevuto il suo nome. Consiste di due lobi. Le azioni possono essere impiombate o tese l'una all'altra. Il colore di questo corpo è rosa. Con l'età, il colore del timo diventa giallo a causa di un aumento della massa di tessuto adiposo e connettivo.

Cancro al timo - tipi e fasi

Cancro al timo

Il tumore del timo non è una malattia comune. La maggior parte di questi tumori è benigna (timoma) e solo il 5% di tutti i tumori della ghiandola sono maligni. La malattia si sviluppa nelle persone di età matura. L'età media dei pazienti con questa malattia è di 46-48 anni. Le cause del tumore del timo sono poco conosciute, ma presumibilmente sono radiazioni, frequenti infezioni virali e precedenti malattie autoimmuni (miastenia grave, lupus eritematoso sistemico). A sua volta, un tumore nell'area del timo stesso è in grado di provocare il verificarsi di queste malattie.

A seconda dell'istologia del tumore, ci sono diversi tipi di cancro del timo:

  • squamose;
  • cella libera;
  • mukoepidermoidny;
  • carcinosarcoma;
  • adenocarcinoma.

La più maligna e la più rapida crescita di tutti questi tipi è il carcinosarcoma. I tumori della ghiandola del timo sono caratterizzati da una rapida crescita e metastasi.

Tradizionalmente, ci sono 4 fasi della malattia:

  • Io - il tumore non si estende oltre il timo, circondato da una capsula, non ha metastasi;
  • II - il tumore invade la capsula del timo e il tessuto adiposo del mediastino, danni ai linfonodi più vicini;
  • III - la germinazione del tumore negli organi vicini (polmoni, grandi vasi, trachea, laringe);
  • IV - metastasi in organi lontani, danni a tutti i linfonodi nel petto.

Sintomi e diagnosi

Dispnea e mancanza di respiro - sintomi del cancro del timo

I sintomi della malattia nelle fasi iniziali sono assenti. Il cancro non si manifesta in alcun modo fino a quando non raggiunge una grande dimensione. Un tumore ingrossato schiaccia gli organi adiacenti. Di conseguenza, ci può essere una carenza di aria, mancanza di respiro, battito cardiaco accelerato, aumento della pressione intracranica, scarso flusso sanguigno, difficoltà a deglutire, tosse, gonfiore del viso e gonfiore delle vene del collo. Nelle fasi successive, il paziente appare debolezza generale, sudorazione, febbre e perdita di peso.

Poiché le prime fasi del cancro sono asintomatiche, la diagnosi è quasi impossibile. Molto spesso, la malattia viene rilevata durante un esame radiologico di routine o quando il tumore ha raggiunto dimensioni sufficienti per influenzare gli organi vicini. La tomografia computerizzata consente di rilevare tumori di soli 3 cm di dimensione e il metodo diagnostico principale è radiologico. Questi metodi includono la fluoroscopia, la radiografia, la tomografia e l'esame dell'esofago con l'uso del contrasto.

L'esame a raggi X consente di rilevare un'ombra patologica nell'immagine, per determinare la localizzazione del tumore, la sua forma e dimensione. Informazioni più accurate forniscono la radiografia. Aiuta a determinare i contorni di una formazione maligna, la sua relazione con gli organi vicini, la struttura, la mobilità. L'esame di contrasto dell'esofago rivela il grado del suo spostamento o danno.

In presenza di linfonodi ingrossati, vengono sottoposti a biopsia per rivelare la possibilità di metastasi. Al paziente vengono prescritti esami del sangue generali e biochimici. Se il tumore è maligno, si osservano cambiamenti morfologici nella sua composizione: leucocitosi, anemia, linfopenia. Condotto uno studio di laboratorio sulla presenza di marcatori tumorali.

Trattamento del cancro del timo

Rimozione del tumore del timo

Trattamento tumorale combinato. Il principale metodo di trattamento è la rimozione chirurgica del tumore. Ovviamente, prima viene eseguita l'operazione, maggiore è la possibilità di un risultato positivo. Il cancro del timo ha una crescita invasiva e si diffonde rapidamente agli organi vicini. Il ritardo può renderlo non resecabile. Non solo viene rimosso il tumore stesso, ma l'intera ghiandola. Se possibile, viene rimosso anche il tessuto adiposo del mediastino anteriore. Questo riduce il rischio di recidiva. Se il tumore ha colpito la trachea o il pericardio, viene eseguita una resezione parziale di questi organi. Per la massima efficienza, viene eseguita l'escissione dei linfonodi regionali, indipendentemente dal fatto che siano ingranditi o meno.

La radioterapia viene utilizzata dopo l'intervento chirurgico nei casi in cui il tumore è invasivo e sono colpiti vasi sanguigni e pericardio di grandi dimensioni. Come metodo di trattamento indipendente, la radioterapia viene utilizzata solo quando la rimozione di un tumore è impossibile a causa della sua germinazione nel cuore o nei vasi di grandi dimensioni.

I corsi di chemioterapia vengono eseguiti regolarmente dopo 3 settimane. Più spesso ci sono 6 corsi di trattamento basati sull'uso di farmaci di platino.

Nei casi in cui l'intervento chirurgico non è possibile a causa dell'ampia diffusione del tumore, applicare il metodo della terapia fotodinamica (FTD). Questo è un nuovo metodo per combattere il cancro. Per il trattamento di questo metodo richiede un laser e un farmaco che aumenta la sensibilità dei tessuti alla luce - un fotosensibilizzatore. I fotosensibilizzatori possono accumularsi selettivamente nei tumori del cancro e in altri tessuti affetti. La terapia fotodinamica non ha quasi effetti collaterali, non lascia tracce e in alcuni casi vince il cancro in modo più efficace rispetto alle vecchie tecniche collaudate.

Cancro al timo

Un tumore raro è il cancro della ghiandola del timo, una neoplasia caratterizzata da metastasi precoci, difficoltà nel rilevare i sintomi in uno stadio precoce della malattia, il decorso e le caratteristiche del trattamento.

Ad oggi, l'eziologia (cause) del cancro del timo non è stata completamente studiata. Oggi parliamo dei fattori che provocano la malattia, i sintomi, i metodi di diagnosi e il trattamento dei tumori maligni della ghiandola del timo.

Una caratteristica di tutti i tipi di tumori è la loro rapida crescita e infiltrazione nei tessuti circostanti. Il cancro del timo sono divisi in diversi tipi, come ad esempio: il carcinoma a cellule chiare, carcinosarcoma, carcinoma a cellule squamose, l'adenocarcinoma papillare e il cancro mukoepidermoidny.

In una fase iniziale dei sintomi della malattia sono assenti e solo nella misura di tumore diffuso ai tessuti adiacenti e organi osservati edema facciale, dispnea, edema delle estremità superiori, mal di testa, aumento della pressione sanguigna. La metastasi all'osso è accompagnata da una forte sindrome da dolore. Con un tumore al cervello compaiono sintomi di malattie neurologiche.

Tra tutti i tipi di tumori del timo, il 25% è un timoma atipico, che ha un diametro fino a 5 cm. Il tumore è un singolo nodo o un insieme di nodi lobulari. La crescita di questa forma del tumore non si estende oltre il tumore. Istologicamente, tale timoma può essere un carcinoma altamente differenziato e un timoma corticale.

Il carcinoma a cellule squamose è considerato la forma più comune di cancro del timo. Durante la diagnosi, è importante distinguere questa forma della malattia dalle lesioni da metastasi. Una forma comune di cancro del timo è anche il cancro linfoepiteliale, in cui i linfociti non hanno le proprietà di un tumore. Il carcinoma anaplastico e fusiforme è piuttosto raro.

Secondo il grado di classificazione, le neoplasie maligne sono divise in quattro fasi. Nella prima fase, il tumore della ghiandola del timo si trova all'interno dell'organo ed è circondato da una capsula con contorni pronunciati. Nel secondo stadio, il tumore invade il tessuto adiposo e la capsula del timo. Il terzo stadio della malattia è accompagnato dalla germinazione del tumore nelle grandi vasi, nel polmone e in altri organi circostanti. Nella quarta fase si osservano metastasi distanti.

Nella diagnosi di cancro della ghiandola del timo usato metodi ad alta informazione. I principali sono la risonanza magnetica e la tomografia computerizzata. L'esame istologico del neoplasma è condotto mediante mediastinoscopia. Attraverso speciali radiofarmaci vengono rilevate metastasi.

Il trattamento del cancro della tiroide comporta un intervento chirurgico, ma in alcuni casi vengono prescritte radioterapia e chemioterapia. Al primo stadio di un tumore maligno, viene eseguita la rimozione completa della ghiandola con la sua fibra e la fascia circostante. Questo tipo di operazione elimina l'abbandono delle aree interessate del timo. Inoltre, l'elevata efficienza dell'operazione elimina la necessità di interventi di radioterapia. Questo metodo di trattamento è usato nel periodo postin vigore con la sconfitta del pericardio e delle grandi navi. Le statistiche mostrano che dopo l'intervento chirurgico, il 30% dei pazienti può avere ricadute. Come metodo indipendente, la radioterapia è indicata quando è impossibile rimuovere un timoma a causa del suo danno al miocardio e all'arco aortico.

La chemioterapia nel trattamento del cancro del timo di sei corsi, ricevendo i cosiddetti farmaci di platino, in particolare: la vincristina, ciclofosfamide tsispalatina, al dosaggio determinato per ogni singolo paziente.

Complicazioni causate dalla chemioterapia.

La base del principio della chemioterapia è il processo di danneggiamento e distruzione delle cellule da parte delle sostanze chimiche al momento della loro divisione. L'azione dei farmaci è più dannosa per le cellule giovani, poiché il processo della loro divisione è caratterizzato dall'attività. A differenza del metodo raggio, quando il fascio di energia radiante viene inviato direttamente al epicentro del tumore, le sostanze chimiche entrare nel flusso sanguigno, diffondendo in tutto il corpo e colpisce tutti gli organi e tessuti del paziente.

La procedura di chemioterapia è prescritta per la maggior parte dei pazienti con tumori maligni in combinazione con metodi chirurgici e radiologici. Una caratteristica distintiva della chemioterapia è la durata e la frequenza dei corsi. Spesso, l'introduzione del farmaco può essere ripetuta per molti anni, e con una grave malattia e per tutta la vita. La chemioterapia può essere somministrata come una profilassi ambulatoriale.

Nonostante il fatto che calcolando il dosaggio dell'introduzione di farmaci antitumorali, è possibile evitare gli effetti negativi sul corpo di sostanze tossiche, non è possibile proteggere completamente il corpo. A seconda delle caratteristiche individuali dell'organismo, le complicanze della procedura di chemioterapia sono suddivise in generale, locale, precoce e tardiva.

L'introduzione della chemioterapia viene effettuata sotto la diretta supervisione degli oncologi. Dopo la procedura, al paziente viene assegnato un esame del sangue di laboratorio, nonché un esame per la presenza della risposta del corpo ai farmaci iniettati.

L'inizio della chemioterapia è accompagnato dalle prime complicazioni sotto forma di vomito frequente e doloroso, che può verificarsi immediatamente dopo l'introduzione del farmaco. Per la localizzazione di questi fenomeni, al paziente vengono somministrati sonniferi o neuroletici. Se una piccola quantità di citostatico viene ingerita nella zona del tessuto sottocutaneo, può verificarsi un dolore acuto e sensazione di bruciore.

I prodotti chimici hanno un effetto tossico sulla pelle. Spesso i pazienti hanno calvizie e calvizie. Alcuni farmaci possono causare prurito, che scompare dopo il corso.

Spesso, durante la chemioterapia, c'è mal di denti e dolore nella mandibola, che è causato dagli effetti tossici di alcuni farmaci antitumorali. Con la comparsa di questa complicanza, la procedura di chemioterapia viene interrotta, viene prescritta la somministrazione di vitamine B, prozerina e aminalone.

Nel processo di chemioterapia, i farmaci hanno un effetto negativo sul sistema ematopoietico. A questo proposito, il corso completo viene eseguito con il monitoraggio costante di un oncologo che conduce studi clinici sul sangue, i cui risultati vengono utilizzati per regolare la frequenza della procedura.

Nel processo di trattamento, il paziente deve condurre uno stile di vita sano, spesso camminare all'aria aperta, mangiare frutta e verdura fresca, eliminare completamente l'alcol.

Cancro della ghiandola del timo (timo) - tipi, sintomi, trattamento

Inizio → Medicina ufficiale → Cancro del timo → Cancro di timo (timo) - tipi, sintomi, trattamento

La ghiandola del timo, o timo, è un organo situato dietro lo sterno di fronte al petto. La ghiandola del timo fa parte del sistema immunitario, che a sua volta è inseparabilmente connesso al sistema linfatico.

La funzione principale della ghiandola del timo è la produzione di linfociti o globuli bianchi. I linfociti svolgono una funzione restrittiva nel corpo, "catturando" virus e infezioni. I loro accumuli sotto forma di pus (questi sono i linfociti) possono essere osservati su qualsiasi ferita o brufolo. Quindi il corpo respinge l'infezione, incapsulandola nella zona della ferita e non trasmettendola ulteriormente nel corpo.

Tipi di cancro della ghiandola del timo. Cause del cancro del timo

La ghiandola del timo ha le dimensioni maggiori nell'adolescenza, e poi, crescendo e invecchiando, diminuisce di dimensioni. Nelle persone anziane, il timo è quasi completamente sostituito dal tessuto adiposo e il peso della ghiandola non supera i 6 grammi.

Ci sono due tipi di cancro del timo - timoma e carcinoma a cellule squamose del timo. Questi tipi di cancro sono abbastanza rari, con il carcinoma a cellule squamose della ghiandola del timo che è molto più aggressivo del timoma. La maggior parte dei tumori sono localizzati nella parte anteriore del torace e meno spesso si diffondono al collo.

La ragione principale per lo sviluppo del tim di una persona è una malattia ereditaria autoimmune. Le cause del carcinoma a cellule squamose del timo non sono completamente stabilite, ma per qualche motivo si sviluppa principalmente negli anziani (dopo 60 anni) e nella mezza età (40 anni e oltre).

I timomi possono manifestarsi in modi diversi, alcuni di essi crescono molto lentamente, altri più velocemente e possono entrare rapidamente nei polmoni o nella pleura. Accade raramente che un tumore non cresca oltre i limiti del timo.

Come nel caso di molti altri tipi di cancro, non è noto cosa promuova esattamente la formazione del timoma. Circa il 40% delle persone con questi tumori ha una diagnosi concomitante chiamata miastenia grave. La miastenia è una malattia autoimmune. Timomi possono apparire in associazione con altre malattie autoimmuni, come il lupus eritematoso sistemico (SLE) e l'artrite reumatoide. Anche la condizione per la comparsa di un tumore del timo è l'anemia maligna.

Alcuni tumori della ghiandola del timo sono coperti da tessuto fibroso, cioè incapsulato. Tali tumori sono più facili da rimuovere perché i suoi bordi sono chiaramente visibili. Altri tumori del timo non hanno una capsula fibrosa, quindi sono più difficili da rimuovere durante l'intervento chirurgico (non ci sono margini chiari e il grado di penetrazione del tumore è incomprensibile). Se il timoma non è completamente rimosso o c'è il rischio di recidiva, viene eseguito un ciclo di radioterapia dopo l'operazione. Se dopo l'operazione il tumore è ricomparso, al paziente viene prescritto un ciclo di chemioterapia. Non ci sono standard per il trattamento in questo caso, dal momento che una neoplasia maligna del timo è rara. Il principale farmaco chemioterapico per il trattamento del timoma è il cisplatino. Nei casi inoperabili, il trattamento può inibire la crescita del tumore per qualche tempo.

Il carcinoma del timo è un tipo di cancro molto più aggressivo perché cresce e si diffonde nel corpo molto più velocemente di altre neoplasie maligne.

In generale, il grado di aggressività del cancro dipende da:

  • tipo di cellule tumorali;
  • la capacità di rimuovere completamente il tumore chirurgicamente;
  • cancro primario o secondario;
  • fase condizionale di sviluppo.
al contenuto ↑

Fattori di rischio del cancro del timo


Fattori di rischio che generalmente contribuiscono al cancro del timo:

  • disturbi ormonali;
  • diabete, sovrappeso o obesità;
  • predisposizione genetica al cancro;
  • uso di alcol (abuso di alcool);
  • fumo, droghe, stato dell'HIV (positivo);
  • malattie autoimmuni (nascoste o confermate).
  • una rara malattia ereditaria chiamata neoplasia endocrina multipla;
  • disfunzione paratiroidea e tiroide;
  • disturbi della ghiandola pituitaria;
  • stato depresso.
al contenuto ↑

Sintomi di neoplasie maligne della ghiandola del timo

Sfortunatamente, i tumori del timo sono difficili da rilevare in una fase precoce, quindi nel tempo formano metastasi nei polmoni e nei linfonodi nel petto. Circa un terzo dei pazienti con diagnosi di cancro del timo vive altri 5 anni dopo la diagnosi.

Secondo l'American Cancer Society, circa quattro persone su dieci non hanno sintomi fino a quando il cancro del timo non viene rilevato per caso. Il più delle volte, si trova su esami preventivi quando si applica per il lavoro o esami medici avviati dal paziente. I sintomi principali sono i seguenti:

  • tosse;
  • mancanza di respiro;
  • dolore al petto, sensazione di pressione, mancanza di respiro;
  • difficoltà a deglutire;
  • perdita di appetito e peso, drastica perdita di peso;
  • sindrome superiore vena cava.

Questa condizione si verifica perché il timo si trova accanto alla vena cava superiore, il principale vaso sanguigno del corpo. Un tumore che esercita pressione su questo vaso porta a gonfiore del viso, rigonfiamento delle vene nella parte superiore del torace e del collo (le vene hanno una sfumatura bluastra), mal di testa e una costante sensazione di vertigini.

Diagnosi di tumori al timo. Trattamento del cancro alla gangrena del timo, fattori di rischio

I metodi più comuni per diagnosticare un tumore al timo sono:

  • radiografia del torace;
  • tomografia ad emissione di positroni (PET);
  • tomografia computerizzata (CT);
  • risonanza magnetica (MRI);
  • biopsia (esame microscopico delle cellule del timo).

Il sistema di stadiazione per tumori del timo non si applica. Molti esperti preferiscono usare il sistema intermedio Masaoka. Il primo stadio, secondo questo stadio, non è invasivo, mentre il quarto implica già la sconfitta del fegato, dei reni e di altri organi interni da parte delle cellule tumorali.

La rimozione chirurgica è il modo più affidabile per eliminare un tumore, ma solo nel caso in cui è incapsulato o ha una dimensione ridotta. Se il tumore è troppo grande, la radioterapia viene solitamente utilizzata per ridurre leggermente le dimensioni del tumore e quindi rimuoverlo. C'è anche irradiazione post-operatoria, che non dà a un tumore una possibilità di crescita. I farmaci chemioterapici vengono solitamente somministrati per via endovenosa, al paziente viene somministrata una flebo IV. Un ciclo di chemioterapia può essere lungo fino a diverse settimane.

Se si trova che le cellule tumorali hanno recettori ormonali, il paziente viene iniettato con farmaci che bloccano l'azione degli ormoni.

Altri metodi di lotta includono la bioterapia, metodi di trattamento alternativi. Quest'ultimo può solo alleviare il dolore o alleviare temporaneamente gli effetti negativi della chemioterapia. La prognosi del paziente dipende in gran parte dallo stato morale, dal desiderio di lottare per la vita e lo stato al momento dell'inizio del trattamento. Poiché il grado di debolezza del sistema immunitario colpisce la sua capacità di contrastare l'aspetto delle cellule tumorali e dei loro organi di cattura.