Come diagnosticare il melanoma

La diagnosi di melanoma è un fattore che determina sia il decorso della malattia che la sua prognosi. Quanto prima è effettuato, tanto maggiore è la possibilità di uscire dalla battaglia con la malattia senza perdita. Circa 65 mila persone muoiono ogni anno di melanoma nel mondo, e viene diagnosticata in circa 200 mila persone. La percentuale dell'aumento dell'incidenza dell'oncologia era del 38%, nel 73% il risultato letale si verifica piuttosto rapidamente. La malattia si nota nella fase iniziale dello sviluppo e questo è praticamente l'unico tumore che può essere rilevato così presto. Il melanoma è chiamato la regina dei tumori, perché il processo può svilupparsi rapidamente, diffondersi in tutto il corpo con un flusso sanguigno, e anche un lieve infortunio può provocarlo.

La diagnosi di melanoma è un fattore che determina sia il decorso della malattia che la sua prognosi.

Caratteristiche distintive

Il melanoma è un cancro della pelle, una delle sue varietà. In apparenza, è una macchia scura (colorata o non pigmentata) di forma irregolare o nella forma di un nodulo. Poiché è formato dalla sconfitta dei melanociti (cellule che producono pigmenti nel corpo), molto spesso il sito della sua localizzazione è nevi (talpe), a cui le persone non attribuiscono molta importanza. Il melanoma può anche essere nascosto nelle voglie, dove sembra quasi indistinguibile. La malattia può svilupparsi indipendentemente.

Situato sugli arti inferiori, il tronco e le braccia, nel 10% dei casi colpisce la testa e il collo. Di solito cresce in tre direzioni: negli strati dermici profondi, sulla superficie della pelle o attraverso la pelle agli organi vicini. Più profonda riusciva a penetrare, peggio le previsioni degli oncologi. Diffondendo la via linfatica, il melanoma colpisce rapidamente i linfonodi localizzati nelle vicinanze, e quindi inizia la metastasi, solitamente diretta verso il cervello, i reni, i polmoni e il fegato.

gruppi a rischio di persone esposte alla malattia sono donne, gli anziani, pelle bianca e dai capelli rossi, quelli che hanno più di 50 talpe, quelli che in famiglia ha avuto una malattia simile, gli amanti della concia sotto la luce del sole e raggi ultravioletti. I medici ammettono che il melanoma può svilupparsi per altri motivi, ma non c'è un'opinione finale su questo. Il principale fattore per il successo del trattamento è la capacità di diagnosticarlo nella fase iniziale. Pertanto, un'estrema attenzione alle voglie e al monitoraggio della salute può aiutare nella sua prevenzione.

Diagnosi di melanoma (video)

Capacità di auto-riconoscimento

La prima cosa che distingue il melanoma da una talpa ordinaria è il dolore e il cambiamento di forma. Un nevo ordinario può anche cambiare forma con l'età, ma questo è naturale, perché con l'età tutto cambia. Il melanoma è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:

  • asimmetria distinta;
  • rapida crescita della metà;
  • contorni irregolari di una forma dentata, modellata e irregolare;
  • bizzarra varietà di inclusioni di colore;
  • eterogeneità strutturale;
  • dimensione oltre 6 mm.

Ciò significa che con il minimo segno di tali modifiche della talpa una volta abituale, si dovrebbe subito sottoporsi a una visita e ad un esame da parte di uno specialista.

Circa 65 mila persone muoiono ogni anno di melanoma nel mondo, e viene diagnosticata in circa 200 mila persone.

Nelle fasi successive, le caratteristiche distintive sono:

  • sensazione di prurito doloroso sul posto;
  • perdita di capelli intorno ad esso;
  • educazione sanguinante;
  • formazione di ulcere e noduli.

Tattiche e trattamenti in futuro possono essere assegnati solo dopo una diagnosi approfondita, esame dettagliato, posizione e tipo di neoplasia. Per tutto questo è necessaria una visita immediata dal medico e un avvio urgente del processo diagnostico, i cui risultati portano alla diagnosi.

Diagnosi precoce del melanoma della pelle (video)

Metodi diagnostici e di esame

Nella prima fase viene eseguita la raccolta dell'anamnesi e dell'ispezione visiva. I pazienti saranno interrogati sui motivi di preoccupazione, i fattori di malattie ereditarie, l'aspetto prescrizione molesto fuoco, così come ulteriori rischi, tenendo conto del sesso, dell'età, lo stato generale della persona. Successivamente, un esame obiettivo della causa immediata del trattamento e dell'esame di altre parti del corpo per identificare i potenziali pericoli. Si notano anche eventuali anomalie della pelle. Un passo importante è la palpazione dei linfonodi vicini.

Se si sospetta, viene nominato un consulto con un dermatologo e un'analisi primaria, detta dermatoscopia, viene eseguita utilizzando un dispositivo speciale: un dermatoscopio. Per un'immagine più obiettiva, spesso viene eseguita la ripresa digitale. Un dermatologo esperto è in grado di diagnosticare il melanoma nelle prime fasi della malattia. Se si sospetta un tumore maligno, viene prelevata una sezione cutanea per la biopsia. Esistono diversi tipi di biopsia, ma qualsiasi tecnica è un'analisi del melanoma. Una biopsia cutanea viene eseguita in anestesia locale. A seconda di quanto profondo è il tumore nella pelle, la biopsia può essere:

  • rasatura (per sospetto gonfiore);
  • puntura (rimozione accurata di tutti gli strati con un piccolo strumento);
  • escissionale e incisionale (il tumore viene sezionato in profondità);
  • aspirazione con ago sottile (campionamento con una siringa);
  • chirurgico (per il linfonodo in assenza di cellule maligne nel campione precedente);
  • radioattivo (per linfonodo sentinella).

Ogni campione prelevato per la ricerca viene trasferito all'istologo, che lo esamina con un microscopio e tecniche speciali. A questo scopo, è anche invitato uno specialista in biopsia cutanea, che è uno stretto specialista nello studio delle lesioni cutanee. Per completare il quadro, analisi del sangue e delle urine, vengono eseguiti un esame ecografico degli organi addominali, radiografia del torace e imaging a risonanza magnetica del cervello e del midollo spinale. Queste analisi possono determinare se ci sono metastasi in altri organi. Un esame del sangue e delle urine può essere ripetuto ripetutamente se il quadro clinico esterno della malattia sta cambiando. Se l'esame citologico conferma sospetti nella diagnosi, sulla sua base e con segni esterni determina il tipo di melanoma, in base al quale viene prescritto il trattamento. Una diagnosi generale non può servire come base per la prescrizione del trattamento.

Tattiche e trattamenti in futuro possono essere assegnati solo dopo una diagnosi approfondita, esame dettagliato, posizione e tipo di neoplasia.

La diagnosi finale viene effettuata sulla base di tutti i test effettuati, nonché se esiste un campione per i marcatori tumorali. Il test per i marcatori viene eseguito in laboratorio a stomaco vuoto, il sangue viene prelevato da una vena e da un dito, ei suoi dati sono una componente importante sia durante la diagnosi e il trattamento, sia nel periodo postoperatorio. Le macromolecole che si formano nel sangue umano, in uno stato diverso dalla norma, sono secrete nel sangue. La loro concentrazione indica la presenza di un processo maligno e la determinazione diretta della concentrazione avviene durante il dosaggio immunoenzimatico. Il marcatore tumorale (marcatore tumorale) è una parte importante della diagnosi oncologica.

Misure preventive e la loro efficacia

Se hai dubbi sul nevo o sul pigmento pigmentoso, contatta immediatamente un dermatologo per una consulenza dettagliata. Prendere il sole e prendere il sole dovrebbe fare molta attenzione. Non dormire durante l'assunzione, non prendere antibiotici con un effetto fotosensibilizzante, non dimenticare di creme foto-protettive che devono essere applicate ogni 2-3 ore. Non prendere il sole durante il giorno, quando il sole è molto attivo. Prevenire il melanoma inizia con queste semplici cose.

Le persone che hanno una chiara predisposizione di natura ereditaria o qualche altra caratteristica che le mette a rischio dovrebbero essere regolarmente auto-esaminate, consultare un medico al minimo sospetto di qualsiasi fenomeno negativo. La prevenzione del melanoma in caso di appartenenza a un gruppo a rischio consiste nella massima protezione della pelle dal colpire gli UV aggressivi, indossando cappelli, occhiali da sole durante il periodo di esposizione al sole attivo, rimozione dei nevi che si trovano nella zona di maggiore lesione. Le talpe facciali di un uomo possono essere danneggiate dalla rasatura, una donna - durante le procedure cosmetiche. Sono particolarmente pericolosi a contatto con vestiti o scarpe costantemente sfregate. Lo stato di queste cose deve essere controllato molto attentamente.

L'esame regolare da parte di un dermatologo, il costante monitoraggio dei nevi, evitando la luce solare diretta, sono misure preventive necessarie mentre la persona è in buona salute. In casi allarmanti, solo una diagnosi tempestiva e una terapia tempestiva aiuteranno.

gruppo

DIAGNOSTICA ANTICIPATA DEL MELANOMA DELLA PELLE

informazioni

Descrizione: il gruppo è stato creato all'interno del sito www.melanoma-russia.ru.
L'obiettivo principale del nostro gruppo è coinvolgere il pubblico nella diagnosi precoce del melanoma cutaneo!

Il melanoma cutaneo è un tumore grave che può e deve essere diagnosticato nelle prime fasi di un esame di routine della pelle. Tutto ciò che è richiesto per questo è un esame specialistico. Sfortunatamente, il popolo russo non sa quasi nulla di questo problema, quindi i pazienti con melanoma della pelle si recano da un medico in ritardo, il che porta a fallimenti terapeutici. Sito Web: www.melanoma-russia.ru

altro

azioni

817 record per i record della comunità

Comprerò farmaci oncologici e altri farmaci costosi in tutta la Russia.

Acquistare costosi: Avastin, Adempas, Abraxane, Aklasta, tocilizumab, Actilyse, Alimta, Aranesp, Atgam, Afinitor, Mostra di più... Betaferon, Braydan, Brilinta, Bonefos, Vectibix, Valzer, Velcade, Vizaprostan, Vfend, Votrient, Herceptin, Gertikad, Gleevec, zyvox, Zoladex, Zometa, Imbruvika, Ibransa, Intraglobin, Iressa, Quds, Kaletra, Keliks, Epzicom, Coagil, Combivir, Copaxone, capecitabina, Xolair, Curosurf, Lucentis, MabThera, Myfortic, Metalize, Mimpara, Mircera, Nexavar, NovoSeven, Opdivo, Oxaliplatin, Octagam, Octreotide, Omnipak, Omniskan, Pegasi, Pentaglobin, Prezista, Prograf, Revatsio, Revlimid, NeoRecormon, Remicade, Ribomustin, ciclosporina, CellCept, Seroquel, Simdaks, Simulect, Sprycel, Sutent, Tafinlar, Tayverb, Taxotere, Tarceva, Tasigna, Taytax, Temodal, Toby, Femara, Fludara, Humira, Eloxatin, Erbitux, Enbrel, Enpleyt, Epokrin, Eprex, Eralfon, Halawa, Yondelis e altre droghe.

8-964-718-55-65
8-964-718-55-65
COMPRER ON ONCO E HIV Le preparazioni sono costose
CALL
8-964-718-55-65 Espandi completamente...
Sprycel Simponi Isentress Afinitor gaziva Sims Tarceva Sevorane kstandi Casodex tayverb keliks fazlodeks Sutent Votrient ribomustin Remicade Epzicom Vectibix kiprolis Navelbine avegra Pegasys adempas yakvinus bozeneks TAXOTERE Temodal tafinlar Mabtera Pereta revatsio stivarga tutabin traklir zitiga tocilizumab tafinlar Alkeran imbruvika Velcade vazaprostan kitruda Dysport zitiga gaziva vaydaza ZOLINZA Renagel MIRCERA tafinlar aviplera erbitux ketosteril opdivo tizabri explople exjiv femara salofalk vidaza sevoran actilis e nexium neulostim Yondelis Humira Iressa Herceptin Nexavar Tasigna Avastin zhavlor zoleriks albumina Pentas keliks Prezista buserelina Kinneret Gemzar Gonal-F Cancidas zaltrap eksdzhiva vaydaza ksarelto eksidzhad Zoladex Enbrel capannone trastuzamab Quds opsamit doripreks rezoklastin dakogen vikeyra imballare Quds Eralfon Octagam revatsio Alimta opdivo Zelboraf Xeloda Meronem infibeta Gleevec Colistin Tobi Actilize Revolide Ketosteril Ketoaminol Zoladex Jakawi Gilinia IG-Vienna Synovex Pentas Clexan Stelara Filachromin Reatase O Creatide Femara Dzhevtana Valtsit Invanz Hertikad Halaven Pegasis Capecitabina Vfend Arimidex Adretris Bauramlan Aclasta Certifical Bosulif ecc.
Telefono: 89647185565

Comprerò farmaci oncologici e altri farmaci costosi in tutta la Russia.

Acquistare costosi: Avastin, Adempas, Abraxane, Aklasta, tocilizumab, Actilyse, Alimta, Aranesp, Atgam, Afinitor, Mostra di più... Betaferon, Braydan, Brilinta, Bonefos, Vectibix, Valzer, Velcade, Vizaprostan, Vfend, Votrient, Herceptin, Gertikad, Gleevec, zyvox, Zoladex, Zometa, Imbruvika, Ibransa, Intraglobin, Iressa, Quds, Kaletra, Keliks, Epzicom, Coagil, Combivir, Copaxone, capecitabina, Xolair, Curosurf, Lucentis, MabThera, Myfortic, Metalize, Mimpara, Mircera, Nexavar, NovoSeven, Opdivo, Oxaliplatin, Octagam, Octreotide, Omnipak, Omniskan, Pegasi, Pentaglobin, Prezista, Prograf, Revatsio, Revlimid, NeoRecormon, Remicade, Ribomustin, ciclosporina, CellCept, Seroquel, Simdaks, Simulect, Sprycel, Sutent, Tafinlar, Tayverb, Taxotere, Tarceva, Tasigna, Taytax, Temodal, Toby, Femara, Fludara, Humira, Eloxatin, Erbitux, Enbrel, Enpleyt, Epokrin, Eprex, Eralfon, Halawa, Yondelis e altre droghe.

Comprerò farmaci oncologici e altri farmaci costosi in tutta la Russia.

Acquistare costosi: Avastin, Adempas, Abraxane, Aklasta, tocilizumab, Actilyse, Alimta, Aranesp, Atgam, Afinitor, Mostra di più... Betaferon, Braydan, Brilinta, Bonefos, Vectibix, Valzer, Velcade, Vizaprostan, Vfend, Votrient, Herceptin, Gertikad, Gleevec, zyvox, Zoladex, Zometa, Imbruvika, Ibransa, Intraglobin, Iressa, Quds, Kaletra, Keliks, Epzicom, Coagil, Combivir, Copaxone, capecitabina, Xolair, Curosurf, Lucentis, MabThera, Myfortic, Metalize, Mimpara, Mircera, Nexavar, NovoSeven, Opdivo, Oxaliplatin, Octagam, Octreotide, Omnipak, Omniskan, Pegasi, Pentaglobin, Prezista, Prograf, Revatsio, Revlimid, NeoRecormon, Remicade, Ribomustin, ciclosporina, CellCept, Seroquel, Simdaks, Simulect, Sprycel, Sutent, Tafinlar, Tayverb, Taxotere, Tarceva, Tasigna, Taytax, Temodal, Toby, Femara, Fludara, Humira, Eloxatin, Erbitux, Enbrel, Enpleyt, Epokrin, Eprex, Eralfon, Halawa, Yondelis e altre droghe.

Diagnosi del melanoma cutaneo: i metodi principali

Il melanoma è un tumore maligno che può migrare verso quasi tutti gli organi e i tessuti. Questo peggiora significativamente la prognosi e complica il trattamento se viene avviato in una fase avanzata. Allo stesso tempo, con la diagnosi tempestiva del melanoma della pelle, la rimozione totale della lesione in molti casi consente di affrontare con successo la malattia.

Infatti, nel 70% dei casi, la diagnosi precoce del melanoma della pelle non causa difficoltà - il tumore ha un aspetto caratteristico. Sul nostro sito troverai una descrizione dettagliata di un tumore maligno e le sue principali differenze rispetto alle talpe benigne.

Medici: i dermatologi sanno come identificare il melanoma in una fase precoce. Pertanto, quando compaiono i primi sintomi sospetti, è necessario fare immediatamente riferimento all'oncodermatologo.

Quali segni dovrebbero essere la ragione della visita al dottore?

Come riconoscere il melanoma con sospetta malattia

Questo tipo di tumori maligni della pelle per lungo tempo non si fa sentire. Di conseguenza, la persona continua a condurre uno stile di vita abituale, ignaro del pericolo. Come riconoscere il melanoma in una fase iniziale, se il suo aspetto non è spesso accompagnato da alcun segnale dal corpo?

Metodi per diagnosticare il melanoma

Alla diagnosi iniziale di melanomi in centri clinici specializzati viene effettuata utilizzando test di laboratorio, metodi strumentali e hardware.

dermoscopia

Prima dell'avvento dei moderni dermatoscopi, lo studio del melanoma veniva effettuato utilizzando una lente d'ingrandimento convenzionale e non sempre era sufficientemente informativo.

I sistemi computerizzati attualmente utilizzati per la microdermatoscopia offrono l'opportunità di studiare le più piccole caratteristiche di una talpa sospetta in una modalità sparing, in conseguenza della quale la percentuale di diagnosi del melanoma in una fase precoce aumenta significativamente.

La diagnostica complessa può includere anche i seguenti studi:

  • Determinazione dello spessore di una talpa maligna utilizzando uno strumento speciale - un micrometro.
  • Analisi del livello di marcatori tumorali specifici.

Esame microscopico del melanoma

I risultati della misurazione consentono ai medici di differenziare la forma diffusa dalla superficie dal nodulare.

Le neoplasie nodulari stanno progredendo rapidamente, sono soggette a recidive e metastasi.

I tumori superficiali crescono lentamente. Con la rimozione tempestiva di una tale lesione, la prognosi è minima e la prognosi è favorevole.

Analisi per marcatori tumorali

Il livello di VEGF, sIL-6, sIL-6 e altri marcatori tumorali specifici sul melanoma della pelle aiuta a determinare le dimensioni e il volume della formazione, nonché a predire la natura della risposta al trattamento e a valutare la prognosi.

Il principale marcatore tumorale del melanoma cutaneo è la proteina S-100, la cui quantità nel sangue del paziente serve come criterio aggiuntivo nella diagnosi dello stadio della malattia, determinando la presenza di lesioni secondarie nel fegato e nelle ossa, il numero di metastasi e l'efficacia dell'immunoterapia e della chemioterapia.

Biopsia del melanoma

Come riconoscere il melanoma in modo più accurato? L'unico metodo accurato per determinare il tipo e le caratteristiche dei tumori della pelle è la biopsia, che viene utilizzata per stabilire la presenza o l'assenza di cellule maligne, nonché il loro tipo.

Per la biopsia del melanoma, il materiale per i test di laboratorio è preso dall'area problematica. A seconda del metodo di escissione del tessuto, si distinguono il rasoio, la puntura, la biopsia incisionale ed escissionale.

La biopsia della rasatura è indicata con il minimo rischio di rilevare una lesione maligna. L'obiettivo di questo studio è determinare la natura dei cambiamenti sulla superficie della pelle. Il prelievo di materiale bioptico da una talpa sospettosa usando la puntura viene eseguito a rischi più elevati.

Gli altri due metodi vengono utilizzati per ottenere materiale cellulare, se c'è motivo di sospettare che il processo si sia già diffuso a livelli più profondi.

Il metodo più preferito in presenza di segni esterni caratteristici - biopsia escissionale, in cui il tumore viene rimosso completamente. L'analisi del campione ottenuto da esso rende possibile stabilire il tipo di cellule tumorali, che è necessario per elaborare il regime terapeutico più efficace. La tempestiva diagnosi di melanoma in una fase precoce con una biopsia escissionale migliora significativamente la prognosi, in alcuni casi consente di rifiutare la chemioterapia e altri tipi di trattamento ausiliario.

Guardando il linfonodo

Il linfonodo sentinella è il linfonodo in cui inizialmente il tumore può metastatizzare.

Con una diagnosi confermata di melanoma cutaneo e una profondità del tumore superiore a 1 mm, può essere eseguita anche una procedura chiamata biopsia del nodo sentinella dopo l'escissione della lesione.

A tal fine, uno speciale agente radiocontratico viene iniettato nell'area del tumore rimosso, che dopo un certo periodo di tempo si accumula nei linfonodi vicini.

In seguito, viene eseguita una ricerca per il nodo sentinella, cioè il linfonodo con la più alta concentrazione di isotopi iniettati.

Successivamente, il medico esegue la puntura di questo sito e invia il materiale risultante allo studio. Se necessario, il linfonodo o diversi linfonodi vengono rimossi completamente.

La biopsia del linfonodo sentinella con melanoma consente di determinare la presenza di cellule tumorali migrate in esso. La loro assenza è un buon segno prognostico.

In alcuni casi, una biopsia del linfonodo sentinella viene sostituita da una procedura di scansione PET CT, che mostra anche il coinvolgimento linfonodale con un tumore.

Altri studi

Nelle fasi successive, vengono assegnati vari tipi di scansioni per valutare la prevalenza del processo - TC, RM, PET, scintigrafia. Secondo i risultati di questi studi, viene elaborato un piano per il trattamento dei fuochi secondari e vengono determinate le sue tattiche.

Diagnosi del melanoma: una panoramica dei metodi principali

La base del successo del trattamento del melanoma è la diagnosi corretta di questa malattia. Se si sospetta il melanoma, i medici devono condurre un esame speciale e test che consentano di diagnosticare un paziente con melanoma, distinguendolo da tumori maligni non melanoma o altre malattie della pelle. Per il rilevamento del melanoma e l'identificazione di possibili focolai metastatici, i medici si scambieranno un certo numero di procedure diagnostiche.

Metodi di base per la diagnosi dei melanomi

  1. Prendendo la storia L'anamnesi è un'indagine sulla storia della malattia che può essere raccontata da un paziente. di solito i medici chiedono il paziente a quanto tempo fa ha sviluppato la formazione di pelle, come cambiare la loro dimensione, il colore e l'aspetto, se ci fossero sintomi associati (ad esempio, prurito, dolore, sanguinamento, etc.). Inoltre, il medico scopre se il paziente è stato esposto alla radiazione solare e se ci sono stati casi di melanoma nei parenti del paziente.
  2. Esame fisico L'esame fisico (obiettivo) coinvolge un medico che esamina una formazione sospetta, durante la quale viene valutata la dimensione, la forma, il colore e la consistenza, la presenza di peeling o sanguinamento. Inoltre, il medico deve esaminare la pelle di altre aree del corpo, al fine di identificare macchie o talpe che potrebbero essere di natura maligna. Successivamente, uno specialista deve sentire i linfonodi: cervicale, ascellare o inguinale (quelli situati vicino alla formazione sospetta), poiché la metastasi del melanoma inizia con i linfonodi vicini. Se l'esame ha confermato la presenza di un tumore maligno, vengono effettuati ulteriori metodi diagnostici per confermare e chiarire la diagnosi.
  3. Esame del sangue Analisi del sangue di un paziente è presa per rendere la definizione speciale test di laboratorio aiuta caratteristica sangue di proteina S-100 marcatore melanoma tumore e lattato deidrogenasi (LDH).
  4. Diagnosi molecolare Questo metodo prevede l'analisi del tessuto linfonodale mediante la reazione a catena della polimerasi della trascrittasi inversa (RT-PCR). Utilizzando il metodo di diagnostica molecolare, è possibile identificare uno dei milioni di cellule sane affette da melanoma.
  5. La dermoscopia. Questo è un metodo diagnostico non invasivo (non suggerendo alcuna manipolazione che danneggia la pelle) che aiuta a condurre una valutazione obiettiva delle caratteristiche di un nevo sospetto e formula indicazioni per la sua rimozione. procedura dermoscopy viene effettuata utilizzando un apparecchio speciale, che aumenta gli strati di pelle di decine di volte, consentendo di controllare non solo l'epidermide, ma anche gli strati più profondi del tessuto cutaneo.
  6. Microscopia confocale. È anche un metodo non invasivo per la diagnosi precoce dei tumori della pelle. È realizzato utilizzando un microscopio confocale (utilizza una debole radiazione infrarossa), che consente di studiare gli strati esterni ed interni della pelle a livello cellulare. Questo metodo di diagnosi del melanoma è essenzialmente una biopsia virtuale non invasiva.
  7. La scansione del corpo radioisotopico è un metodo non invasivo per la diagnosi del melanoma mediante scansione per alta risoluzione e accuratezza. Durante la scansione iniziale, vengono prese le immagini dei cambiamenti patologici e quindi queste immagini vengono utilizzate per monitorare le lesioni cutanee. Il paziente, dopo aver ricevuto la propria copia elettronica delle immagini, può condurre in modo indipendente un'analisi comparativa, monitorare l'aspetto dei cambiamenti nelle lesioni cutanee e registrare l'apparizione di nuovi nevi.
  8. Diagnosi di melanoma di fosforo radioattivo. Questo metodo è effettuato con fosfato di sodio disostituito, che è etichettato con fosforo radioattivo. Il paziente assume il farmaco al mattino a stomaco vuoto, quindi il metodo di radiometria del contatto viene determinato dall'accumulo dell'isotopo nel tumore e confrontato con gli indicatori sul sito della pelle sana.
  9. Biopsia (campionamento di cellule tumorali, con successivo esame al microscopio). La biopsia per sospetto melanoma spesso significa la completa rimozione della formazione sospetta per la sua ricerca patologica. Se la diagnosi di melanoma viene confermata, l'operazione verrà eseguita con la rimozione di un'area cutanea vicina. Con uno spessore di melanoma superiore a un millimetro, la rimozione della "sentinella", cioè i linfonodi più vicini al melanoma (dissezione dei linfonodi), viene effettuata per prevenire un'ulteriore penetrazione della malattia nel sistema linfatico. Se viene rilevato il linfonodo sentinella nelle cellule di melanoma, il linfatica fermata di ispezione sistema di qui, perché la probabilità di tumore diffuso ad altri luoghi è molto bassa.
  10. Tomografia computerizzata (CT). Utilizzando questo metodo, è possibile identificare le metastasi del melanoma in vari organi. A volte questo metodo viene utilizzato per biopsia mirata (se si sospetta la presenza di metastasi). Per fare questo, l'ago viene iniettato nel tumore sotto il controllo di CT, e quindi il materiale risultante viene inviato per l'esame.
  11. Risonanza magnetica (MRI). Con questo metodo di diagnosi vengono utilizzate onde radio e magneti potenti, che consentono di ottenere immagini in direzione trasversale e longitudinale. La risonanza magnetica è particolarmente utile quando è necessario esaminare il cervello e il midollo spinale del paziente per le metastasi.
  12. Il metodo di diagnostica ultra-sonora (ultrasuoni), che viene eseguito con sensori per organi di superficie di 7,5-13,0 MHz, è in grado di fornire informazioni abbastanza accurate sullo spessore del tumore, che consentirà di pianificare la quantità necessaria di escissione chirurgica del melanoma in futuro. L'ecografia di un tumore lavante e dei linfonodi regionali deve essere utilizzata prima del trattamento chirurgico in caso di sospetto melanoma cutaneo.

Diagnostica moderna del melanoma (video)

I metodi per diagnosticare il melanoma sono aggiornati e migliorati anno dopo anno.

Il medico decide quale di loro scegliere per il paziente in ogni caso particolare. Ti consigliamo anche di familiarizzare con il materiale sul melanoma del sangue.

La necessità di ulteriori metodi di ricerca sul melanoma dipende in gran parte dallo stadio della malattia. Raccomandiamo di leggere l'articolo sul melanoma pigmentato.

Moderni tipi di diagnosi del melanoma della pelle

Individuazione precoce della malattia - la chiave del successo del suo trattamento. Questa affermazione è particolarmente vera quando si tratta di manifestazioni di patologie tumorali.

Indipendentemente dalla natura della loro origine, la diagnosi precoce è un passo essenziale verso il recupero del paziente.

La misura in cui un disturbo è stato rilevato nel tempo determina l'ulteriore prognosi di vita di una persona malata. La diagnosi precoce con il melanoma è estremamente importante.

Certificato medico

Il melanoma è di natura maligna, una manifestazione di una neoplasia che si sviluppa in frammenti di tessuto cutaneo. Formata da melanociti - cellule responsabili del rilascio del pigmento riproducendo questo elemento.

I più vulnerabili ai danni sono quelle zone del corpo che non sono protette dagli indumenti dagli effetti negativi delle radiazioni ultraviolette - il viso, il busto, gli arti. Può essere formato sul sito di un nevo precedentemente esistente, e forse - su frammenti di epitelio perfettamente sani.

metodi

Secondo le statistiche, oltre il 75% dei casi di rilevamento della malattia, può essere fatto nelle fasi iniziali dello sviluppo del tumore.

Ciò è possibile non solo grazie alla sintomatologia pronunciata che accompagna il disturbo praticamente dal momento del suo sviluppo, ma anche alla presenza di un gran numero di metodi e test di laboratorio che consentono la diagnosi qualitativa e completa del quadro clinico della patologia.

Prendendo la storia

L'anamnesi è la fase principale della diagnosi di quasi tutte le malattie. Il medico, sulla base dei dati da lui raccolti, è in grado di identificare il disturbo più probabile e, sulla base di ciò, prescrivere ulteriori esami al paziente.

L'oncologo si sta occupando di questa malattia. Chiede al paziente il lasso di tempo per la comparsa di focolai di infiammazione, cambiamenti nelle manifestazioni esterne dell'anomalia nel tempo - colore, dimensioni e raccoglie anche informazioni complete su altre manifestazioni sintomatiche che non sono correlate all'osservazione visiva - prurito, disagio, sanguinamento, condizioni generali del corpo.

Inoltre, il fattore di ereditarietà è sicuramente chiarito - ci sono stati casi di uno dei parenti più stretti, dal momento che la malattia può essere ereditaria.

Studio delle neoplasie

Nel corso di uno studio dettagliato delle manifestazioni cliniche di un tumore, l'oncologo fornisce una valutazione qualitativa della sua forma, dei suoi confini, del suo contenuto strutturale, della sua struttura superficiale e del pigmento di colore. Tutto questo viene fatto esaminando visivamente e sondando le aree di sviluppo della compattazione.

Nel corso dei dati, chiamato anamnesi, esamina anche i linfonodi localizzati nella zona di localizzazione della lesione. Se si sospetta il melanoma, viene consultato un dermatologo.

Ispezione generale

Condizione obbligatoria per sospetta oncologia maligna, uno specialista esamina in dettaglio altre parti del corpo in cui possono verificarsi posizioni analogiche.

Una persona potrebbe non essere consapevole della loro presenza - ad esempio, essendo una neoplasia secondaria, l'indurimento potrebbe non manifestarsi sintomaticamente, non disturbare e, di conseguenza, non attirare l'attenzione. La molteplicità delle manifestazioni è una caratteristica specifica di questa forma di cancro.

Esame del sangue

L'analisi del sangue comprende diversi studi, il principale dei quali è la reazione ai marcatori. La loro concentrazione fornisce informazioni sulla dimensione della patologia, la sua area dannosa, così come aiuta a scegliere il regime di trattamento ottimale e dare la previsione più vicina per quanto riguarda l'aggressività delle cellule tumorali.

Rileva la sensibilità al marcatore tumorale delle proteine ​​- S-100.

La sua alta concentrazione nel sangue del paziente parla non solo della conferma della diagnosi, ma anche di un certo abbandono del processo - la presenza di metastasi, danni ad altri organi e sistemi vitali. Nella fase di trattamento, il marcatore determina la correttezza del metodo scelto e il grado della sua efficacia.

Se vengono rilevate metastasi quando viene rilevata una malattia, viene eseguita la sensibilità alla LDH - l'analisi rivela quanto il tumore sia resistente al metodo di terapia scelto.

In questo articolo, la previsione della sopravvivenza nel melanoma non pigmentato.

Diagnosi di melanoma da fosforo radioattivo

In base all'esposizione a sodio fosfato disostituito marcato con un componente radioattivo al fosforo. Il farmaco viene offerto al paziente da bere al mattino a stomaco vuoto, dopo di che viene rilevata la concentrazione di isotopi nella zona di localizzazione del sigillo mediante radiometria a contatto. Quindi queste cifre vengono confrontate con il livello della sostanza nel tessuto cutaneo sano.

dermoscopia

Se si sospetta una malattia, viene nominato un consulto di un dermatologo durante il quale il medico esegue una dermatoscopia. Con l'uso di apparecchiature informatiche, tutte le caratteristiche specifiche dell'educazione sono studiate in dettaglio, anche se la sua dimensione non è superiore a 1 mm. Il metodo aumenta significativamente le possibilità di diagnosi precoce.

Nel processo della sua implementazione, è possibile ottenere informazioni sullo spessore del tumore misurandolo con uno strumento speciale: un micrometro. La procedura è categorizzata come non invasiva, delicata, non pericolosa, non coniugata con dolore e viene eseguita senza anestesia.

Foto: immagine con dermatoscopia

biopsia

Senza una tale analisi, non viene fatta alcuna diagnosi di cancro. L'accuratezza dello studio è vicina al 100%. Determina non solo la presenza della malattia, ma anche la forma, il tipo di patologia.

Per la biopsia viene prelevato un frammento del tessuto interessato e il materiale risultante viene inviato al laboratorio per la ricerca. Esistono diverse opzioni per l'analisi:

  • biopsia da barba - applicabile a nevi con bassa probabilità di malignità. Viene eseguito in anestesia locale;
  • puntura - un modo più profondo per studiare le anomalie. Richiede un grande pezzo di materiale. Il tessuto viene prelevato avvitando uno strumento speciale negli strati della pelle profonda, che consente di prendere diversi strati di tessuto molle allo stesso tempo;
  • biopsia incisionale o escissionale - è prescritta per grandi patologie con tendenza alla germinazione profonda. Viene eseguito chirurgicamente con un bisturi. È fatto sotto anestesia.

Un esempio di operazione può essere visto in questo video:

Microscopia confocale

Opzione diagnostica non invasiva - in grado di identificare la patologia nelle fasi iniziali del suo corso. Viene eseguito utilizzando uno strumento microscopico confocale con una concentrazione insignificante di raggi infrarossi.

La loro dose è estremamente piccola e non può danneggiare una persona. Il microscopio esamina gli strati epiteliali interni ed esterni ed è un sottotipo di una biopsia virtuale.

E in queste foto, i primi segni del melanoma ordinario sono chiaramente visibili.

Scansione del corpo radioisotopico

Questo metodo è un metodo diagnostico estremamente accurato. Durante l'analisi, vengono prese le immagini dei processi patologici che si verificano nei tessuti interessati, dopo di che vengono monitorati e viene eseguita un'analisi comparativa dei cambiamenti della pelle nell'area del tumore. Ti permette di controllare più manifestazioni sul tema dello sviluppo di nuove lesioni focali.

Rilevazione di metastasi

L'individuazione precoce delle metastasi è una fase importante nel processo di lotta contro il cancro, dal momento che sono questi processi che oltre alla stessa patologia aumentano le possibilità di una recidiva e annullano la prognosi per il successo del trattamento.

RM a corpo intero per il rilevamento di metastasi

L'imaging a risonanza magnetica si basa sull'uso di potenti magneti e flussi di onde radioattive, che consente di ottenere un'immagine sia in posizione longitudinale che trasversale.

È questa possibilità che rende la procedura indispensabile per determinare le metastasi a distanza, il che è difficile da fare quando si utilizzano altre opzioni di esame.

La tomografia computerizzata può rilevare qualitativamente la presenza di metastasi in qualsiasi punto del corpo. È applicabile alla biopsia mirata, quando il fatto della presenza di metastasi è ancora allo stadio di assunzione e non è stato infine confermato.

Per identificare le posizioni delle lesioni, un ago viene inserito direttamente nell'area del tumore. Tutto viene eseguito sotto il controllo del computer. Preso durante il materiale di indagine per ulteriori studi.

Questo metodo viene effettuato con l'uso di speciali sensori di superficie che, a contatto con l'area interessata, forniscono informazioni sia sulle metastasi primarie, distanti sia sulle sue molteplici manifestazioni estese. Molto spesso, l'ecografia viene utilizzata per esaminare il sistema linfatico per la sua distruzione da parte delle cellule tumorali.

Come ispezionarti

Il metodo di autodiagnosi del melanoma non è naturalmente da annoverare tra i metodi affidabili per il suo rilevamento, ma non vale la pena prenderlo in considerazione. Appartenente alla propria salute, auto-osservazione della pelle, la possibilità di individuare tempestivamente la patologia è molto più alta.

Riconoscere una malattia pericolosa può essere per i seguenti motivi:

  • la comparsa di macchie o talpe new age non è sempre una garanzia di malignità, ma vale la pena prestare attenzione ad essa;
  • regolarmente, soprattutto in estate, per esaminare le condizioni della pelle dopo l'esposizione al sole - luoghi di gravi ustioni - le aree più probabili colpite da patologie tumorali;
  • rapido cambiamento di colore di una talpa o di un nevo, rossore nella zona della sua aureola, prurito;
  • cambiando i confini delle talpe esistenti - alle prime manifestazioni di un tumore maligno, perdono la loro chiarezza, diventano irregolari e sfocati;
  • colorazione del pigmento - chiarificazione dei nevi - un segno caratteristico della mutazione cellulare nel cancro.

Algoritmi per la diagnosi precoce del melanoma cutaneo

Attirare l'attenzione dei medici sulle "piccole caratteristiche diagnostiche" del melanoma minimo è di grande importanza per migliorare la prognosi di questa malattia. L'articolo descrive gli algoritmi clinici per la diagnosi precoce del melanoma della pelle, discute le possibilità di der

Prestare attenzione ai medici ai "piccoli segni diagnostici di" Questo articolo descrive i metodi di trattamento clinico. I casi clinici sono dati.

Il melanoma occupa un ruolo speciale tra i tumori maligni della pelle, essendo un problema socialmente significativo a causa dell'alto livello di mortalità, dovuto al significativo potenziale metastatico del tumore e alla bassa efficacia del trattamento delle forme tardive della malattia [1]. La sopravvivenza a cinque anni dei pazienti con melanoma nelle fasi avanzate non supera il 18,0% e l'aspettativa di vita mediana è di 7,8 mesi. La diagnosi in uno stadio precoce della malattia migliora significativamente la prognosi [2].

Il melanoma può verificarsi sia dai melanociti di alcune varianti di nevi (nevi displastici, nevi Reed, melanosi di Dubreuil) e de novo, cioè, sulla pelle invariata.

In conformità con lo standard di fornire assistenza sanitaria primaria nelle neoplasie cutanee maligne (melanoma, cancro) stadio I - IV (esame per stabilire la diagnosi della malattia e preparazione per il trattamento antitumorale), approvato dal Ministero della Salute della Federazione Russa del 20.12.2012, n. 1143n, Vengono utilizzati i seguenti metodi di esame: esami della pelle, dermatoscopia, citologici, morfologici (istologici).

Tuttavia, in letteratura, non viene prestata sufficiente attenzione al problema della diagnosi del melanoma nelle fasi iniziali del suo sviluppo, la descrizione dei primi segni diagnostici. Informare attivamente il pubblico e i medici di vari profili sul potenziale pericolo di lesioni del pigmento cutaneo aumenta il numero di visite dei pazienti e l'individuazione di questa malattia nelle prime fasi a causa dell'aumentata vigilanza oncologica [3].

Nel 1994 furono proposti tre sistemi di valutazione (WHO Melanoma Program) per la diagnosi differenziale del melanoma, compreso l'algoritmo ABCD, il sistema di Glasgow a 7 punti, la regola FIGARO.

La regola ABCD, sviluppata da R. Friedman (1985), include la valutazione delle neoplasie del pigmento cutaneo secondo quattro parametri: A (asimmetria) - asimmetria della formazione del pigmento; B (bordo) - contorni irregolari; С (colore) - variazioni di colore; D (diametro) - diametro. Con il verificarsi di cambiamenti nel nevo melanocitario esistente, gli autori si concentrano sui seguenti sintomi clinici "allarmanti" di possibile neoplasia (criteri ABCD per il melanoma): A - metà della lesione non è simile all'altra; B - i fuochi del centro sono dentellati, nella forma di una "gamba falsa"; C - vari colori e sfumature; D - diametro lungo l'asse più lungo del fuoco più di 6 mm. L'accuratezza diagnostica del metodo è aumentata utilizzando il criterio addizionale E (evoluzione): la valutazione di tali cambiamenti nella neoplasia da parte del paziente e del medico come forma, dimensione, colore, aspetto dell'ulcera, sanguinamento durante l'ultimo anno. Le variazioni cliniche oggettive elencate possono essere accompagnate da segni soggettivi, inclusi i disturbi di "sensazioni" di un nevo, parestesie, leggero prurito. Gli autori indicano che la sensibilità della diagnosi clinica del melanoma utilizzando la regola ABCD varia dal 57,0% al 90,0%, la specificità è compresa nell'intervallo dal 59,0% al 90,0%. La presenza di tre o più segni testimonia a favore di una neoplasia maligna [4, 5].

Il sistema di Glasgow a 7 punti, sviluppato da ricercatori dell'Università di Glasgow (Scozia) nel 1989, include lo studio di sette segni di una neoplasia, tre dei quali sono di base, ovvero: 1) cambiamento di dimensioni, volume; 2) cambiamento di forma, forma; 3) cambiamento di colore; nonché ulteriori, come ad esempio: 4) infiammazione; 5) formazione di una crosta o sanguinamento; 6) cambiamento di sensazioni, sensibilità; 7) diametro superiore a 7 mm. Secondo i dati della ricerca, la sensibilità del metodo varia dal 79,0% al 100,0% [4, 5].

La regola FIGARO, proposta da T. Fitzpatrick, include la considerazione di sei segni di melanoma: Ф - forma convessa - elevata sopra il livello della pelle, che è meglio visualizzata nell'illuminazione laterale; E - ridimensionamento; G - confini errati, "bordi frastagliati"; A - asimmetria; P - le dimensioni sono grandi, il diametro del tumore è maggiore del diametro di una matita (6 mm); O - colore irregolare, aree marrone, nere, grigie, rosa e bianche posizionate casualmente [4, 5].

Ricercatori occidentali hanno notato l'efficacia dei programmi per la diagnosi precoce del melanoma cutaneo, che includono l'autoesame dei pazienti e il regolare monitoraggio medico delle persone a rischio. Così, l'American Academy of Dermatology (American Academy of Dermatology, AAD) raccomanda un esame annuale da parte di un dermatologo, che dovrebbe essere integrato con un autoesame mensile. Dal 1999, su iniziativa dei dermatologi in Belgio, è stata sviluppata l'azione "Diagnosis of melanoma", che è stata regolarmente tenuta in Europa fino ad oggi, dal 2004 in Russia. Lo scopo di questo evento è di attirare l'attenzione della popolazione sui problemi della prevenzione e della diagnosi tempestiva dei tumori della pelle nelle fasi iniziali, un'indagine sulla popolazione disponibile di massa.

L'Ordine del Ministero della Sanità della Federazione Russa del 03.02.2015 n. 36an "Approvazione della procedura per l'esame clinico di alcuni gruppi della popolazione adulta" ha definito lo scopo principale dell'esame clinico quello di ridurre il tasso di mortalità della popolazione, che può essere ottenuto mediante diagnosi precoce nei tumori cutanei maligni (OCR). Dato che con uno spessore del tumore Breslow inferiore a 1 mm, la neoplasia non ha un quadro clinico caratteristico, come con la forma priva di pigmenti, i ricercatori hanno identificato tre gruppi di pazienti a rischio per lo sviluppo di ZOK, che dovrebbe essere soggetto a follow-up da dermatovenereologists [3, 4 ]. Il gruppo ad alto rischio comprende le persone con i seguenti sintomi: I fototipo di pelle ed età oltre i 45 anni, II fototipo di pelle ed età oltre 65 anni, capelli rossi, melanoma nella storia familiare, più di 100 nevo melanocitario o più di 10 nevo displastico, melanoma nell'anamnesi, una storia di cancro della pelle o più di 20 cheratosi solare. Un gruppo ad alto rischio unisce gli individui con i seguenti sintomi: I fototipo di pelle ed età da 25 a 45 anni, II fototipo di pelle ed età da 45 a 65 anni, III fototipo di pelle ed età oltre i 65 anni, occhi blu, cancro della pelle nella storia familiare, multiplo episodi di scottature solari nella storia. Il gruppo a rischio moderato comprende persone con fototipo I-V di pelle di età superiore ai 45 anni con una storia di episodi multipli di scottature.

Uno dei metodi di diagnosi non invasiva del melanoma cutaneo è la dermatoscopia. Nell'ordinanza del Ministero della salute della Federazione Russa del 15 novembre 2012 n. 924n "Il dermatoscopio è stato inserito nell'elenco delle attrezzature dello studio dermatologo venereologo, in occasione dell'approvazione della Procedura per l'erogazione dell'assistenza medica alla popolazione nel profilo" dermatovenereologia ". Il metodo dermatoscopico consente di sospettare lo ZOK nelle fasi iniziali sulla base della visualizzazione dell'epidermide, della giunzione dermo-epidermica e del derma papillare con un aumento di 10 volte. Uno degli algoritmi più semplici e accessibili per l'esame dermatoscopico è un sistema di valutazione a tre punti proposto da S. Chimenti, P. Soyer, G. Argenziano (2001). Secondo questo algoritmo, l'asimmetria del neoplasma, la presenza di una rete pigmentata atipica e un velo bianco-blu sono stimate.

Nella regione di Sverdlovsk, l'instradamento dei pazienti con sospetto tumore maligno, inclusi tumori maligni di localizzazione visiva (CALL), è determinato dall'ordine del Ministero della sanità pubblica n. 91p del 28 gennaio 2016 "Sull'organizzazione delle cure mediche per la popolazione adulta della regione di Sverdlovsk nel profilo oncologico. Secondo il documento normativo, l'identificazione dei tumori maligni e delle malattie precancerose viene delegata ai medici dal palcoscenico dei centri medici e ostetrici, dalle istituzioni mediche che forniscono assistenza sanitaria di base, seguita da un riferimento a specialisti specializzati.

La diagnosi tempestiva del melanoma precoce curativo è rara, quindi attirare l'attenzione dei medici sulle "piccole caratteristiche diagnostiche" del melanoma minimo è di grande importanza per migliorare la prognosi di questa malattia. Diamo esempi clinici di pazienti con melanoma diagnosticato in vari stadi della malattia.

Caso clinico numero 1

Il paziente Z., 31 anni, si è rivolto a un appuntamento con un dermatovenerologo sulla dermatite atopica nel suo bambino, ritenendosi sano. Il dottore ha notato un tumore marrone sulla pelle della spalla.

Obiettivo: sulla pelle della superficie anteriore della spalla destra, una macula pigmentata di forma irregolare, asimmetrica, con bordi indistinti, di vari colori dal marrone chiaro al nero, con iperpigmentazione eccentrica, 10 mm di diametro (secondo il sistema ABCD 5 punti). L'esame dermatoscopico di una neoplasia melanocitica, asimmetrica nella struttura e nella struttura, ha una rete pigmentata atipica, strutture bianco-blu (3 punti secondo un algoritmo a tre punti). Inviato ad un oncologo con una diagnosi preliminare: "C43.6 Melanoma maligno dell'arto superiore, compresa l'area dell'articolazione della spalla (?)." Durante un esame da parte di un oncologo, è stata eseguita una biopsia escissionale completa della massa tumorale, rientrata dal bordo del tumore, seguita da un esame morfologico del materiale.

Descrizione patologica: struttura generale asimmetrica, i melanociti atipici si trovano nell'epidermide principalmente nelle parti superiori del derma papillare con pleomorfismo nucleare da solo e nei nidi. Conclusione: melanoma pigmentato, livello di invasione secondo Clark II, spessore inferiore a 1 mm secondo Breslow, senza ulcerazione (Fig. 1a, b).

Questo caso dimostra i cambiamenti caratteristici nel quadro clinico, i segni dermatoscopici del melanoma cutaneo in assenza di disturbi soggettivi del paziente.

Caso clinico numero 2

Paziente A., 67 anni, pensionato, residente del villaggio. Indipendentemente rivolto a un dermatovenerologo nel luogo di residenza. Secondo il paziente, sei mesi fa ha notato sensazioni soggettive del tipo di parestesia del nevo pigmentato nella zona posteriore.

Obiettivamente: sulla pelle della schiena una moltitudine di noduli di colore marrone chiaro e marrone, di forma rotonda o ovale, con confini chiari, con un diametro di 0,3 cm a 2,0 cm, clinicamente corrispondente ai cheratomi seborroici. Nell'area dell'articolazione della spalla sinistra, viene visualizzato un tumore, diverso dal resto, "il sintomo del brutto anatroccolo", che identifica formazioni atipiche, specifiche del paziente, pigmentate che differiscono nell'aspetto dal resto. Questo elemento è rappresentato da un papule pigmentato di forma irregolare, asimmetrico, con bordi irregolari, colorazione policroma, con una focalizzazione eccentrica di iperpigmentazione, con un diametro di 14 mm (secondo il sistema ABCD 5 punti). Quando si valutava con un algoritmo a tre punti, l'esame dermatoscopico rivelava tre segni, tra cui l'asimmetria nella struttura e nella struttura, la rete pigmentata atipica, le strutture bianco-blu nella parte superiore della neoplasia. Inviato ad un oncologo con una diagnosi preliminare: "C43.5 Melanoma maligno del tronco (?), (L82) cheratosi seborroica." Durante un esame da parte di un oncologo, è stata eseguita una biopsia escissionale completa della massa tumorale, rientrata dal bordo del tumore, seguita da un esame morfologico del materiale. Conclusione: melanoma pigmentato, livello di invasione secondo Clark II, spessore inferiore a 1 mm secondo Breslow, senza ulcerazione (Fig. 2a, b, c).

Caso clinico numero 3

Paziente S., 71 anni, pensionato, residente del villaggio. Notai la formazione sulla pelle della schiena tre mesi prima, quando il tumore cominciò a interferire con l'indossare i vestiti. Non ha cercato assistenza medica. La neoplasia aumentò rapidamente di dimensioni, cominciò a sanguinare, divenne coperta da una crosta, dopo 1,5 mesi indipendentemente applicato l'unguento di aciclovir per due settimane senza effetto. Si rivolse alla clinica distrettuale a un oncologo, da dove fu inviato a GBUZ CO SOUD. Obiettivamente: sulla pelle del terzo superiore della schiena c'è un nodo a cupola, con ipercheratosi in superficie, con un diametro di 10 cm, con infiammazione perifocale della pelle. Durante un esame da parte di un oncologo, è stata eseguita una biopsia escissionale completa della massa tumorale, rientrata dal bordo del tumore, seguita da un esame morfologico del materiale. Descrizione patologica del farmaco: proliferazione nodulare di melanociti atipici, disposizione delle cellule di nidificazione, pleomorfismo del nucleo e abbondante citoplasma. Conclusione: melanoma pigmentato, livello di invasione secondo Clark II, spessore 0,5 cm secondo Breslow, con ulcerazione. Richiama l'attenzione sul fatto che questo paziente è sotto controllo medico da un medico generico per quanto riguarda l'asma bronchiale; visitato il medico 2-3 volte l'anno, è stato condotto uno studio auscultatorio, tuttavia non è stata inviata una consultazione con un dermatovenereologist o un oncologo per determinare il grado di rischio di sviluppo dell'OCC.

Pertanto, la diagnosi tardiva del melanoma a causa della mancanza di sensazioni soggettive nei pazienti nelle prime fasi della malattia indica una mancanza di propaganda anticancro tra la popolazione e l'alfabetizzazione oncologica degli operatori sanitari della rete medica generale. I risultati dello studio confermano la necessità di sviluppare ulteriori tecnologie mediche e organizzative per la prevenzione primaria e secondaria di ZOK.

letteratura

  1. Demidov L.V., Utiashev I.A., Kharkevich G.Yu. Approcci alla diagnosi e al trattamento del melanoma cutaneo: l'era della medicina personalizzata // Consilium medicum (Appendice). 2013; 2-3: 42-47.
  2. Telfer N. R., Colver G. B., Morton C. A. Linee guida per la gestione del carcinoma a cellule basali. Dermatology Center, Salford Royal Hospitals Fondazione della Fondazione NHS - Manchester: Salford Royal Hospitals Fondazione della Fondazione NHS, 2012.
  3. Chervonnaya L.V. Tumori della pelle pigmentati. M.: GEOTAR-Media, 2014. 224 pp., Ill.
  4. Lamotkin I. A. Lesioni cutanee melanocitiche e melaniniche: Tutorial. Atlas. M.: BINOM Publishing House, 2014. 248 pp.: 299 Il.
  5. Tyulyandin S. A., Perevodchikova N. I., Nosov D. A. Linee guida cliniche della Società europea di oncologia medica (ESMO). M.: Gruppo editoriale di RCRC. N. N. Blokhina RAMS, 2010. 436 p.
  6. Kaprin A.D., Starinsky V.V., Petrov G.V. Tumori maligni in Russia nel 2014 (morbilità e mortalità). M.: Mosca loro. P. A. Herzen - filiale dell'istituzione di bilancio dello Stato federale "NMIRTS" del Ministero della Sanità della Russia, 2016. 250 pp., Ill.
  7. Chissov V. I., Starinsky V. V., Petrov G. V. Tumori maligni in Russia nel 2009 (morbilità e mortalità). M.: FGU "Mosca loro. P. A. Herzen del Ministero della salute e dello sviluppo sociale della Russia ", 2011. 260 pp., Ill.
  8. Shlyahtunov E. A. e altri: Cancro della pelle: stato attuale del problema // Vestnik of Vitebsk State Medical University. 2014. V. 13. No. 3. P. 20-28.
  9. Leiter, U., Eigentler, T., Garbe C. Epidemiologia del cancro della pelle. Advancesin Experimental Medicineand Biology. 2014. Vol. 810. No. 120. P 40-43.
  10. Rogers H. W., Weinstock M. A., Feldman S. R. et al. Stima dell'incidenza del cancro della pelle non melanoma (carcinomi dei cheratinociti) nella popolazione statunitense, 2012. Dermatologia JAMA. 2015, DOI: 10.1001 // Jamadermatol. 2015. 1187.
  11. Screening di Shellenberger R., Nabhan M., Kakaraparthi S. Melanoma: Miglioramento della diagnosi precoce // Ann Med. 25 febbraio 2016: 1-7.
  12. Vecchiato A., Zonta E., Campana L., Dal Bello G., Rastrelli M., Rossi CR, Alaibac M. Sopravvivenza a lungo termine dei pazienti con un melanoma da taglio ultrasottile invasivo: un'analisi retrospettiva a centro unico // Medicina (Baltimora). 2016, gen; 95 (2): e2452.

M. A. Ufimtseva *, 1, Dottore in Medicina
V.V. Petkau **, Candidato di scienze mediche
A. S. Shubin *
D.S. Emelyanov **, Candidato di scienze mediche
A.V. Dorofeev **, MD
K. N. Sorokina *, Candidato di Scienze Mediche

* FSBEI HE FSBEI HE UGMU MH F, Ekaterinburg
** GBUZ SO SOUD, Ekaterinburg