Compatibilità di chetone e tramadolo

Per molti anni, lottando senza successo con il dolore alle articolazioni?

Il capo dell'Istituto: "Sarai stupito di quanto sia facile curare le articolazioni prendendo 147 rubli al giorno tutti i giorni.

Le iniezioni di radicolite sono un metodo prioritario di somministrazione di farmaci. Si iniettano per via intramuscolare, endovenosa e anche localmente: sotto forma di blocchi o tagliano direttamente la pelle nella zona dolente.

Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Le cause della sciatica sono note. Questo è:

  • restringimento del sito di uscita del nervo spinale;
  • danno diretto alla fibra nervosa;
  • infiammazione dei tessuti circostanti dell'area;
  • insufficiente apporto di sangue ai tessuti;
  • aumento riflesso del tono muscolare.

Qual è l'effetto dei farmaci?

La maggior parte delle sostanze medicinali ha lo scopo di sopprimere l'infiammazione nella lesione. Questi sono farmaci antinfiammatori non steroidei e steroidei.

I multivitaminici (principalmente vitamine del gruppo B) nutrono il tessuto nervoso, lo rendono meno vulnerabile ai danni, migliorano la trasmissione degli impulsi nervosi.

Le iniezioni di farmaci che migliorano la microcircolazione forniscono alle fibre nervose ossigeno e sostanze nutritive, espandendo le loro vie di consegna.

I rilassanti muscolari aiutano a rilassare i muscoli tesi, sopprimono la sindrome del dolore miofasciale.

Colpi anti-infiammatori

Alleviare efficacemente il dolore dalla prima applicazione. L'infiammazione è soppressa nel 2-3 ° giorno di somministrazione. Il corso del trattamento raramente supera le 2 settimane, in quanto il farmaco è genotossico.

Tra i farmaci non steroidei (non ormonali) emettono selettivo e non selettivo. I farmaci selettivi danno meno effetti indesiderati sotto forma di gastrite, ulcera peptica acuta.

Meloxicam (moval) è un analgesico efficace per il trattamento della sciatica. Puntura è necessaria per via intramuscolare, fino a 3-4 volte al giorno, non superiore alla durata totale del ciclo di trattamento. L'effetto dei movalis sullo stomaco è livellato dalla sua alta selettività di azione sui recettori infiammatori.

Un'alternativa al meloxicam - lornoxicam. Insieme ai movalis, sono i più selettivi in ​​questo gruppo.

La scelta di mezzi indiscriminati è massima. Il farmaco per l'iniezione viene selezionato singolarmente, tenendo conto delle caratteristiche della persona, della sua reazione al trattamento.

Nel trattamento della radicolite, il diclofenac è ​​stato a lungo riconosciuto come il farmaco antinfiammatorio più efficace. Sinonimi: diclofenac sodico, naklofen, voltaren, ortofen e altri.. Il punchofenac segue lo schema di cui sopra, senza dimenticare la protezione della mucosa gastrica e intestinale dai danni causati da esso.

Dopo somministrazione intramuscolare (fino ad un massimo di 2 settimane), essi procedono all'assunzione di compresse di diclofenac. Ciò consente di estendere il trattamento a 1,5-2 mesi.

Il ruolo delle vitamine del gruppo B - tiamina, piridossina, cianocobalamina è importante nella costruzione di neurocellule. Le vitamine della puntura possono essere separatamente - iniezioni alternate di vitamine B1, B6, B12, prescritte a giorni alterni. È più efficiente e più facile da usare combinazioni: kompligam, combilipen, milgamma.

Farmaci che migliorano la microcircolazione e la reologia del sangue

Queste sono iniezioni usate principalmente per via endovenosa o endovenosa. Pentossifillina, trental, cavinton, mildronate - il mercato per questi farmaci è attualmente incredibilmente saturo. Il medico sceglie il farmaco secondo le indicazioni, così come il budget del paziente.

L'influenza di questi fondi ha direttamente sulle cause dello sviluppo e dello sviluppo della radicolite, i sintomi del dolore si avvicinano alla fine del corso del trattamento.

Iniezioni miorilassanti - pro e contro

I medici spesso evitano la nomina di miorilassanti. Queste sostanze creano dipendenza, dispensate dalle farmacie solo su prescrizione medica.

Tuttavia, la causa del dolore nella radicolite è spesso il cosiddetto "circolo vizioso", quando il corpo si programma in anticipo per una reazione di dolore. C'è una grande influenza a questo riguardo dello spasmo muscolare che si manifesta in risposta al dolore riflesso. Spesso la nomina di iniezioni di iniezioni di baclofen, mydocalm promuove il rilassamento muscolare, una maggiore mobilità, rompendo il "circolo vizioso".

Analgesici narcotici

La prescrizione di questi farmaci è forzata. L'indicazione è l'insorgenza di un dolore intollerabile grave, non alleviato da analgesici non narcotici. Prick tramadol può essere somministrato per via endovenosa (l'effetto si sviluppa molto più rapidamente) o per via intramuscolare. Lo scopo del farmaco, la selezione della dose porta solo un medico!

blocco

I blocchi sono un'alternativa agli analgesici narcotici. Questa è anche una misura necessaria e viene applicata quando si verifica un attacco doloroso persistente. Rispetto all'uso di analgesici narcotici, il blocco richiede personale altamente qualificato che li trasporti. Questo dovrebbe essere un neurologo, un chirurgo, un neurochirurgo, un traumatologo.

La puntura nel blocco mira a colpire il caso fasciale-muscolare che circonda il sito di uscita della radice nervosa. Con la giusta implementazione dell'ago non ferisce i vasi sanguigni, i nervi. Puramente localmente crea un'alta concentrazione della sostanza attiva.

Farmaci usati per il blocco

  • Novocaina, lidocaina (anestetici locali) vengono somministrati sia separatamente che in associazione con altri farmaci;
  • Dimedrol - antistaminico, effetto sedativo;
  • cianocobalamina - tessuto nervoso trofico;
  • l'idrocortisone - un efficace agente antinfiammatorio ormonale, ha anche un effetto antiallergico. Non viene usato più di 10 volte, poiché vi è un alto rischio di osteoporosi e distruzione prematura dell'osso e del tessuto cartilagineo;
  • lidaza - farmaco assorbibile.

Per migliorare il trofismo e la rigenerazione dei tessuti, localmente nella zona del dolore puntura destrosio e glicerina diluita con acqua per iniezione. Questi nutrienti servono come deposito di energia.

Quali farmaci assumere dopo un ciclo di iniezioni

Dopo 10-14 iniezioni, le iniezioni di sciatica sono raccomandate per essere sostituite da movalis orale, diclofenac, strofinando unguenti anti-infiammatori e creme (stesso diclofenac, ortofen, indometacina, chetonal).

Trattare la radicolite non vale solo la rimozione dell'infiammazione. Anche massaggi prescritti, terapia manuale. È necessario aderire a una modalità razionale di lavoro e riposo, per ridurre il peso corporeo. I complessi multivitaminici e i farmaci metabolici aiuteranno a consolidare l'effetto ottenuto.

Errori di sollievo dal dolore

Spesso, negli ospedali onkopatienti si prescrive "tramadol", con dosaggio limitato.
Se lo si desidera, è possibile chiedere ulteriori "Relanium" o "Sibazon". Questo è dove finisce l'aiuto e tutti i pazienti vanno a casa. Quindi devi soffrire per un lungo periodo di tempo (circa un mese). Una nuova ricetta viene solitamente emessa dopo il periodo di 10 giorni.

Sollievo dal dolore oncologico

In realtà, tutto è molto semplice. I medici seguono semplicemente le istruzioni prescritte. Ma per quanto riguarda i pazienti, spesso commettono errori mentre si sottopongono a un ciclo di antidolorifici. Spesso, bevono droghe senza un sistema.

Alcuni soffrono fino a quando non diventa infernale. Ma per eliminare il dolore eccessivo in oncologia richiede una grande dose di analgesico. Quindi, la spesa al contrario aumenta. Va ricordato che l'uso corretto degli analgesici dovrebbe essere rispettato non solo a causa del loro consumo prematuro. Molte medicine di questo tipo hanno effetti collaterali. Inoltre, le varietà di dati stupefacenti miele. i fondi possono creare dipendenza. Inoltre, con l'uso prolungato, l'efficacia originale è persa. Pertanto, si raccomanda di assumere i farmaci rigorosamente secondo lo schema e immediatamente dopo l'insorgenza del dolore. Questo è l'unico modo per alleviare il dolore senza l'aiuto di droghe.

Un altro gruppo di persone prende una droga forte anche con dolore minimo, il che porta anche a un rapido esaurimento delle scorte esistenti. Deboli antidolorifici venduti senza una prescrizione sono inefficaci, quindi una persona inizia a passare attraverso un periodo difficile di costante dolore doloroso di forza decente. Per usare correttamente il farmaco, devi prenderlo secondo un sistema sviluppato da uno specialista.

Suggerimenti per i farmaci per il dolore lieve

Per eliminare un leggero dolore in oncologia, iniziare con farmaci di tipo non narcotico. Inoltre, in questa fase vengono prescritti farmaci anti-infiammatori non steroidei. Inizialmente, un analgesico di tipo non narcotico è prescritto la dose minima accettabile. A poco a poco, aumenta, se necessario. Tali fondi non agiscono immediatamente. Se durante il loro uso il dolore sarà ad un livello costante, è necessario continuare a prendere un certo numero di giorni, lasciando il dosaggio iniziale. Innanzitutto, è necessario utilizzare i tablet e quindi passare gradualmente alle iniezioni. Tali mezzi sono accettati dopo i pasti. È meglio berle con il latte.

Se il farmaco prescritto ha scarso effetto sul dolore, può essere combinato con clorpromazina. L'aminazina aumenta l'effetto analgesico, ma assumendolo è necessario monitorare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Se ci sono controindicazioni agli analgesici della compressa o in assenza di un effetto adeguato, è possibile passare alla somministrazione intramuscolare. Dopo aver identificato la tipologia del dolore doloroso, puoi facilmente scegliere l'anestetico più appropriato.

Iniezioni per lieve oncologia

Per eliminare un leggero dolore in oncologia (ad eccezione dell'osso), è meglio usare un'iniezione combinata di analgin + dimedrol. Con scarsa efficacia si aggiunge la papaverina. Se fuma, la papaverina viene sostituita con ketan e questo farmaco viene somministrato separatamente. Se i ketan risultano deboli, viene attivato il ketorol. Viene anche inserito utilizzando una siringa separata. Tutte queste iniezioni sono debolmente efficaci con disturbi del dolore osseo. Per eliminare il dolore osseo in oncologia, è meglio usare Meloxicam o Piroxicam sotto forma di iniezioni.

Se il dolore osseo è causato da carcinoma osseo primario o lesioni metastatiche ossee, possono essere usati bifosfonati o radiofarmaci. Di regola, tesoro. i mezzi di questi tipi stanno bene lottando con il doloroso disagio della localizzazione ossea. Le testimonianze dei pazienti suggeriscono che xefocam è più efficace del piroxicam per il dolore al dolore osseo. Introdotto nel xefokam attraverso una siringa separata.

Si dovrebbe sempre ricordare che gli analgesici sono farmaci seri. Hanno i loro effetti collaterali complessi, alcuni possono creare dipendenza. Inoltre, si deve tenere presente che con l'uso a lungo termine, l'efficacia iniziale di tali agenti è persa. Pertanto, è necessario escludere tutti gli errori nella nomina degli analgesici e, naturalmente, nel prenderli.

Combattere il dolore medio

Se la ricezione di analgesici del 1o stadio (per dolori deboli in oncology) è infruttuosa o inefficace, è necessario fare ricorso all'aiuto di preparazioni del 2o stadio (tramadol, codeina). Diverse fonti caratterizzano il tramadolo in modi diversi. Qualcuno afferma che si tratta di un farmaco completamente non narcotico, qualcuno lo chiama sostituto sintetico dell'analgesico narcotico. Per aiutare tramadol, se le droghe deboli di tipo non-narcotico sono inefficaci.
Il tramadolo è preformato o sotto forma di iniezioni. Se la nausea si manifesta durante la somministrazione orale, si raccomanda di sostituire le compresse con iniezioni. Spesso, il tramadol è combinato con farmaci come OPS (ad esempio, analgin). Inoltre, strumenti come Zaldiar (compresi i suoi sostituti) hanno un effetto abbastanza buono. Di regola, le preparazioni sono combinate con iniezioni. Le combinazioni più popolari sono:
• Tramadol + Dimedrol (in una siringa);
• Tramadol + Relanium (in diverse siringhe).

E 'vietato combinare tramadolo e inibitori delle MAO (Fenelzin, Oklobemid). Inoltre, vale la pena astenersi dall'associare analgesici di tramadolo e narcotico. Per ottenere l'effetto migliore, puoi sostituire "Dimedrol" con "Sibazon". Tuttavia, questa sostituzione è consentita a temperatura normale e pressione sanguigna ottimale.

Quando si prescrive la codeina, è raccomandata la sua combinazione con il paracetamolo e la dose giornaliera di quest'ultimo deve essere di 4-5 mila mg. Se non è possibile utilizzare il paracetamolo, è necessario utilizzare farmaci come NPC (ad esempio, analgin). Grazie alla combinazione dei farmaci citati, il disagio doloroso può essere efficacemente eliminato.

Iniziazione della terapia del dolore

Prima di tutto, se c'è un forte dolore, è necessario assicurarsi che non sia in alcun modo associato a gravi complicazioni della patologia di base. Tali complicanze possono essere danni cerebrali metastatici, infezioni, ecc. Per comprendere la causa di un dolore grave, è necessario sottoporsi a ecografia, TAC e risonanza magnetica. Se le preoccupazioni sono confermate, viene intrapresa un'azione appropriata. In assenza di complicazioni gravi, il principio dell'assunzione di analgesici si basa sulla gravità del disagio e sull'efficacia del precedente miele. significa.

La base fondamentale della terapia del dolore è la "Ladder of the World Health Organization".
Questa scala definisce i seguenti tipi di dolore:
• masterizzazione;
• puntura;
• taglio;
• pulsante;
• foratura.
L'intensità della sindrome del dolore può essere:
• debole;
• medio;
• forte.
La durata del disagio può essere:
• acuto;
• cronico.
Dalla natura della localizzazione del dolore sono:
• addominale (presente nella regione della cavità addominale);
• muscoloso-articolare (tutto è chiaro per nome).

Eliminazione di forti dolori

Forte analgesico della droga - questo è il terzo stadio dell'anestesia. Tali fondi sono prescritti per l'inefficacia di dosaggi più elevati di tramadolo e codeina.
Questi farmaci sono prescritti dalla decisione di un consulto medico, il che significa che ci vuole del tempo. Per questo motivo, è necessario cercare immediatamente aiuto se l'efficacia dei mezzi già prescritti diminuisce. Se necessario, la questione della nomina di un farmaco analgesico è discussa con i capitoli. dottore di un particolare ospedale.
Di norma, quando si prescrive un tipo narcotico di anestetico, prima di tutto viene suggerita la morfina. Molto spesso, questa decisione risulta essere quella giusta, ma a volte è il contrario. È necessario prendere in considerazione il fatto che la morfina non solo anestetizza, ma colpisce anche una persona, come qualsiasi altra droga. In particolare, sviluppa dipendenza, dopo di che anche gli analgesici della droga sono più deboli sono inutili. Un altro svantaggio di tale mezzo è la necessità di un aumento graduale della dose, e in effetti c'è anche il suo "soffitto". Quindi, se, dopo tramadolo e codeina, il medico suggerisce immediatamente di passare alla morfina, discutere con lui di quanto sia giustificato. Forse un farmaco analgesico più debole è giusto per te.

Prendendo un analgesico di droga, è necessario seguire chiaramente il piano. Qui è impossibile prendere in considerazione i desideri del paziente; tutto rigorosamente all'ora. Quando si discosta dal piano, può verificarsi una transizione troppo rapida alla dose massima ammissibile. Con un aumento graduale del dosaggio, viene calcolata la concentrazione ottimale del farmaco. Quindi il passaggio alla droga con un'azione prolungata. Spesso, se possibile, gli analgesici vengono iniettati per via sottocutanea, attraverso la bocca o le vene. Inoltre, può essere applicato attraverso la pelle, ma sotto forma di una patch speciale. Ma l'iniezione intramuscolare è proibita. Questo divieto è dovuto al fatto che l'introduzione di un mezzo attraverso il tessuto muscolare è distribuita in modo non uniforme. Inoltre, la procedura descritta è estremamente dolorosa.
A causa del fatto che gli analgesici della droga influenzano negativamente la funzione respiratoria, la pressione sanguigna e l'uniformità del polso, molti medici raccomandano di acquistare anche il naloxone. Aiuterà a far fronte alle reazioni avverse sopra descritte.

Farmaci correlati

L'uso di farmaci analgesici nella cosiddetta modalità singola ha un effetto debole. Per questo motivo, si raccomanda di combinarli con antidepressivi (in particolare, l'imipramina farà). Mezzi di questo tipo aumentano l'efficacia degli analgesici se insorge un dolore doloroso dovuto al danneggiamento delle fibre nervose. Inoltre, a causa di antidepressivi può ridurre il dosaggio dei farmaci.

I corticosteroidi (come il prednisone) nelle dosi massime consentite e in combinazione con gli antidolorifici danno un buon effetto se ci sono dolori ossei e vertebrali in oncologia. Aiutano anche con dolore nella zona degli organi interni. Inoltre, questi strumenti aiutano a migliorare l'appetito.

I neurolettici (droperidolo) aumentano l'efficacia analgesica. Proteggono anche contro il bavaglio dopo aver assunto medicine o cibo.
Un rimedio come il diazepam restituisce il sonno normale (è una vera salvezza per le persone con la sindrome da dolore cronico). Inoltre, grazie al farmaco in questione, gli effetti sedativi degli analgesici possono essere migliorati.

Gli anticonvulsivanti (clonazepam) aumentano l'efficacia degli analgesici dei farmaci. Hanno l'effetto migliore per i dolori di tiro.

- metodi di terapia innovativi;
- opportunità di partecipazione alla terapia sperimentale;
- come ottenere una quota per il trattamento gratuito presso il centro di oncologia;
- questioni organizzative.

Dopo la consultazione, il paziente è programmato per il giorno e l'ora di arrivo per il trattamento, il reparto di terapia e, se possibile, viene nominato il medico curante.

Come migliorare l'effetto anestetico del tramadolo?

Registrazione: 27/07/2017 Messaggi: 5

Come migliorare l'effetto anestetico del tramadolo?

Mia mamma ha il cancro 4 cucchiai. Anestetizziamo con tramadol 100 mg ogni 4 ore. Ieri, ha iniziato a chiedere il sollievo dal dolore in precedenza - le mancano già queste 4 ore. Ho violato le istruzioni e le ho dato 2 fiale contemporaneamente (200 mg) - il dolore detto da questo dosaggio è andato via. Dopo 4 ore, lei chiede nuovamente ancora 2 amp., E questa è una overdose (ma ovviamente ho punzecchiato, non le ho lasciato sopportare il dolore). Solo 600 mg di tram (6 fiale) possono essere prickled al giorno, 4 lo abbiamo già pungolato - si scopre 8 ore senza dolore. Rimangono solo 2 fiale, questo non è abbastanza.
La domanda è, finché la nostra valorosa medicina arriva a noi, ci hanno chiamato, non hanno nessuno da venerdì, non hanno fretta. Come puoi migliorare l'effetto del tramadol? Che tipo di medicina? È auspicabile che possa essere miscelato in una siringa con tramadolo, perché non c'è posto da pungere. Le compresse non bevono, non si adattano, vomito costante a causa dell'ostruzione intestinale.
Capisco che è già necessario passare a antidolorifici più forti. Ma per questo è necessario attendere l'oncologo, che ci trasferirà a uno più forte, e poi ci saranno ancora un paio di giorni, non è così veloce. E abbiamo bisogno di questa volta come qualcosa da resistere al tramadol.

Registrazione: 10/7/2016 Messaggi: 4.142

Non lo so, a giudicare dall'esperienza. ognuno ha la sua composizione. I papa in 4 fasi tra le punture di Tramadol (9-21) danno 2 compresse di Solpadein Forte (3-15) - e tiene duro fino alla successiva iniezione. Di notte pungo Tramadol con Dimedrol - e papà si addormenta tranquillamente. Quando la solpadein viene sgonfiata, comincerò a comporre Dexalgin, Ketarol, Naklofen, Ksifokam, Nagezin, che si sono mostrati bene durante l'anestesia del padre prima di andare a Tramadol. Prova, sperimenta

Registrazione: 10/7/2016 Messaggi: 4.142

E a volte sembra che Tramadol stesso sia in grado di sopportare il dolore di suo padre. Soprattutto se si punge secondo lo schema e quando le condizioni atmosferiche contribuiscono (ci sono pensieri su tale dipendenza). Perché se poni Tramadol 9-21, il papa ora a volte non ha bisogno di altre pillole di Tramadol o il più debole Solpadein o Nurofen.

Registrazione: 10/7/2016 Messaggi: 4.142

le volte in cui Tramadol ha aiutato da solo - sparito, quindi ora lo schema è il seguente:
- Iniezioni di tramadolo 2.0 - 9-21;
- tramadol capsule 2Х0,05 0 - 15-3 (per i sintomi fino ad ora);

- iniezioni o compresse Naklofen (diclofenac) 75 mg - 11-23;

- Pentalgin 2X5 mg compresse - 17-5 ore (in base ai sintomi, se inizia a far male, mentre raramente)

Ma questo è davvero uno schema palliativo, dal momento che non si parla della tollerabilità di una tale quantità di antidolorifici nel fegato, nei reni, nel pancreas, il compito principale è quello di rimuovere la sindrome da dolore permanente. Finora, un tale schema palliativo. Combino lekrastva, poiché a ciascuna di esse è consigliato non più di una settimana e mezza. Naklofen è stato trasferito da Ketarola, che ha punzecchiato mio padre per 3 settimane, di più - non osava.

Aggiunto dopo 12 minuti

E la domanda rimane. Che è più facile per un malato di cancro con dolore cronico - il tramadolo con un sacco di analgesici o un farmaco più pesante, ma senza niente? La domanda ovviamente.

Registrazione: 10/7/2016 Messaggi: 4.142

Aspettatamente, abbiamo dovuto lasciare entrambi con Ketarola, Diclofenac e Pentalgin, dal momento che questi antidolorifici non possono essere prurito a lungo, il pancreas ha iniziato a fare scherzi.

Ora un terapeuta palliativo prescritto Tramadol 2.0 4 volte al giorno all'ora e Neuralgin 300 3 volte al giorno, in mezzo. 3 giorni mio padre era dolorante, ovviamente, sindrome da astinenza, o qualcosa del genere, ma ora questo schema è normalmente insensibile. ancora.

Membro dal: Nov 12, 2017 Messaggi: 19

Ho una mamma con cancro al seno in 4 fasi. Forte dolore alla schiena da metastasi nella colonna vertebrale. I corticostero hanno scarsamente aiutato, hanno dato gonfiore e mancanza di respiro. Dopo la radioterapia, il dolore scomparve, ma collassò in neuropenia. Ora i dolori sono ricomparsi (solo oggi hanno fermato il dolore in ospedale). Tramadolo + Paracetamolo 325 mg ogni 8 ore è stato prescritto. Ho comprato Zaldiar e nelle pause ho dato Nabuprofen anche ogni 8 ore e Fortecortin al mattino e nel pomeriggio 2 mg. Completamente il dolore non allevia, ma lentamente si allontana. Ora penso a come ridurre la quantità di antidolorifici?

Aggiunto dopo 2 minuti

Ho dimenticato di scrivere perché con il paracetamolo: perché prolunga l'effetto del tramadol

Registrazione: 10/7/2016 Messaggi: 4.142

Un messaggio da% 1 $ s ha scritto:

Ho una mamma con cancro al seno in 4 fasi. Forte dolore alla schiena da metastasi nella colonna vertebrale. I corticostero hanno scarsamente aiutato, hanno dato gonfiore e mancanza di respiro. Dopo la radioterapia, il dolore scomparve, ma collassò in neuropenia. Ora i dolori sono ricomparsi (solo oggi hanno fermato il dolore in ospedale). Tramadolo + Paracetamolo 325 mg ogni 8 ore è stato prescritto. Ho comprato Zaldiar e nelle pause ho dato Nabuprofen anche ogni 8 ore e Fortecortin al mattino e nel pomeriggio 2 mg. Completamente il dolore non allevia, ma lentamente si allontana. Ora penso a come ridurre la quantità di antidolorifici?

Aggiunto dopo 2 minuti

Ho dimenticato di scrivere perché con il paracetamolo: perché prolunga l'effetto del tramadol

Ora Kiev, il paliativschik ha portato allo schema "in tempo":
- Iniezioni Tramadol 2.0 - 8-14-20-2
- Neuralgin 300 capsule - 11-17-23

-Desametasone 4 mg - 1 volta al mattino secondo la situazione

L'accumulo è avvenuto dopo 3 giorni, ma sembra che non sia completamente anestetizzato..

In generale, i palliativi hanno già consigliato di passare a Omnapona 9-21 iniezioni e la stessa Neuralgina 300, ma esito ancora. il pubblico qui consigliato di rimanere più a lungo su Tramadol, qualcosa di più forte può mandare la psiche di papa un knockout.

Registrazione: 02/01/2018 Messaggi: 1

come scegliere il giusto sollievo dal dolore

Ciao Mark Azrielevich!
Mia mamma C 34 ha un cancro periferico del lobo inferiore del polmone destro lV
st T2dN2M1, mts nelle ossa, linfonodi, ghiandola surrenale, cervello, fegato. La diagnosi è stata fatta nell'ottobre 2014. Le dinamiche negative sono iniziate verso gennaio 2017. Secondo l'ultima TC del polmone, nel novembre 2017 è stata rilevata una grande quantità di liquido nella cavità pleurica (da settembre a novembre hanno pompato 1,5 volte 1,5-2 litri, dopo di che hanno subito un ciclo di chemioterapia con Alimta, la quantità di liquido diminuita). e dolore Fa male durante il giorno, ma è meno tollerabile, durante il giorno praticamente non si anestetizza, di sera inizia il dolore.
provato:
1. Diclofenac (riduce il dolore per diverse ore, ma non sempre)
2. Ketorol (2 fiale riducono il dolore, ma non completamente alleviare)
3. Diphenhydramine analgin papaverine per la notte (dopo che loro dormono 4 ore, ma dice che fa male)
4. Ibubrofen su 2 bevande a volte a volte. (Un po 'offusca il dolore)
5. Ksefokam al mattino e alla sera, una compressa provata, non aiuta.
6. Compresse tramali per la notte 2 compresse, ci è sembrato che aiutasse, ma la madre non parla molto, il suo discorso confuso è molto lento.
7. Le iniezioni di fiala di tramadolo 1 per la notte, dice che anche questo non aiuta, ma lei dorme con lui.Il giorno dopo la notte dell'iniezione, il discorso è molto confuso, condizione nervosa.
Erano dal dottore, il dottore nominò
1. pregabalin (testi) 75 mg 2 volte al giorno, quindi aumentare a 300 mg al giorno.
2. Prosidol 20 mg a 3-4 volte al giorno.
3. successivamente trasferire su targin 10/5 mg o compresse di morfina da 10 a 30 mg al giorno, gradualmente o morfina all'1% di iniezioni, iniziare con 0,5 mg per la notte.
Da quello che ora sta prendendo mamma:
1. desametasone 8 mg / giorno
2. Omez su un tabl al giorno
3. acido folico
4. Fraxiparin 0,3 mg a giorni alterni (prescritto da un cardiologo)
5. La flebo di acido zoledronico è stata fatta la settimana scorsa.

I testi sono stati dati una compressa di 75 mg per la notte di ieri, la madre dormiva, ma ha detto che era malata. Prosidol per mettersi in fila, hanno detto che non sarebbe stato prima di marzo: capisci così tanto tempo che non abbiamo, ma gli è stato offerto un promedol (hanno detto che era un analogo).
Vorrei chiarire:
1. Che tipo di scatti posso fare con i testi? E ​​posso fare la difenidramina?
2. Cosa possiamo sostituire il prodidol?
3. Forse puoi consigliare un po 'di sollievo dal dolore?
4. Non voglio ancora iniziare con la morfina ed è anche possibile punirlo ulteriormente, se la mamma ha un cancro al polmone e ha un alitosi?
5. Qui scrivono sul forum su Prednisolone: ​​vale la pena provarlo per alleviare la condizione?
Grazie in anticipo per la risposta, spero per il vostro aiuto!

Registrazione: 10/7/2016 Messaggi: 4.142

Un messaggio da% 1 $ s ha scritto:

Ciao Mark Azrielevich!
Mia mamma C 34 ha un cancro periferico del lobo inferiore del polmone destro lV
st T2dN2M1, mts nelle ossa, linfonodi, ghiandola surrenale, cervello, fegato. La diagnosi è stata fatta nell'ottobre 2014. Le dinamiche negative sono iniziate verso gennaio 2017. Secondo l'ultima TC del polmone, nel novembre 2017 è stata rilevata una grande quantità di liquido nella cavità pleurica (da settembre a novembre hanno pompato 1,5 volte 1,5-2 litri, dopo di che hanno subito un ciclo di chemioterapia con Alimta, la quantità di liquido diminuita). e dolore Fa male durante il giorno, ma è meno tollerabile, durante il giorno praticamente non si anestetizza, di sera inizia il dolore.
provato:
1. Diclofenac (riduce il dolore per diverse ore, ma non sempre)
2. Ketorol (2 fiale riducono il dolore, ma non completamente alleviare)
3. Diphenhydramine analgin papaverine per la notte (dopo che loro dormono 4 ore, ma dice che fa male)
4. Ibubrofen su 2 bevande a volte a volte. (Un po 'offusca il dolore)
5. Ksefokam al mattino e alla sera, una compressa provata, non aiuta.
6. Compresse tramali per la notte 2 compresse, ci è sembrato che aiutasse, ma la madre non parla molto, il suo discorso confuso è molto lento.
7. Le iniezioni di fiala di tramadolo 1 per la notte, dice che anche questo non aiuta, ma lei dorme con lui.Il giorno dopo la notte dell'iniezione, il discorso è molto confuso, condizione nervosa.
Erano dal dottore, il dottore nominò
1. pregabalin (testi) 75 mg 2 volte al giorno, quindi aumentare a 300 mg al giorno.
2. Prosidol 20 mg a 3-4 volte al giorno.
3. successivamente trasferire su targin 10/5 mg o compresse di morfina da 10 a 30 mg al giorno, gradualmente o morfina all'1% di iniezioni, iniziare con 0,5 mg per la notte.
Da quello che ora sta prendendo mamma:
1. desametasone 8 mg / giorno
2. Omez su un tabl al giorno
3. acido folico
4. Fraxiparin 0,3 mg a giorni alterni (prescritto da un cardiologo)
5. La flebo di acido zoledronico è stata fatta la settimana scorsa.

I testi sono stati dati una compressa di 75 mg per la notte di ieri, la madre dormiva, ma ha detto che era malata. Prosidol per mettersi in fila, hanno detto che non sarebbe stato prima di marzo: capisci così tanto tempo che non abbiamo, ma gli è stato offerto un promedol (hanno detto che era un analogo).
Vorrei chiarire:
1. Che tipo di scatti posso fare con i testi? E ​​posso fare la difenidramina?
2. Cosa possiamo sostituire il prodidol?
3. Forse puoi consigliare un po 'di sollievo dal dolore?
4. Non voglio ancora iniziare con la morfina ed è anche possibile punirlo ulteriormente, se la mamma ha un cancro al polmone e ha un alitosi?
5. Qui scrivono sul forum su Prednisolone: ​​vale la pena provarlo per alleviare la condizione?
Grazie in anticipo per la risposta, spero per il vostro aiuto!

Mark Azrielevich qui non è apparso da molto tempo, è sul Onkoseti, e anche in vacanza, tali consultazioni non sono adatte per me personalmente!

Nell'argomento sopra, lo schema di punture di mio padre, lo anestetizza per 12 mesi presto, per lo più con successo, quasi niente fa male, anche se papà ha il quarto stadio con metastasi nelle ossa ovunque. Hai provato tanto, ma il segreto principale è prenderlo secondo uno schema, non quando si ammala o quando viene richiesto, e prima dell'orologio, prima meno spesso, poi più spesso, dopo - per passare a uno più forte. Dalla droga leggera a quella forte, dalle compresse alle iniezioni. Le iniezioni sono più efficaci.

La mancanza di respiro del papà e la tosse metastatica hanno rimosso la prima sessione di chemioterapia e non sono tornati da un anno. d'altra parte, era dopo la chimica che si manifestavano i più forti dolori, che alleviamo con analgesici secondo lo schema, ora in Morphine.

Inoltre, puoi sempre contattare il reparto hospice del luogo di residenza, dove il medico ti aiuterà a scegliere la terapia, in base alla diagnosi e allo stadio del cancro

Aggiunto dopo 6 minuti

I medici non consigliano il desametasone per più di 5 giorni, Ketorol, Ketanov, Naklofen possono essere più lunghi, vedere le istruzioni, ma anche alla fine, uccidono il pancreas di un paziente affetto da cancro. E unire, per esempio, per lungo tempo, Papa ha aiutato Analgin con Dimedrol in una siringa 9-21 ore e Naklofen 11-23 ore, poi gli stessi farmaci, ma in combinazione con Tramadol, prima 9-21, poi 9-15-21, quindi - 9-15-21-3 da compresse, a iniezioni gradualmente

Confronto dell'efficacia di ketanov e tramadolo durante l'anestesia postoperatoria dopo isterectomia addominale

Per molto tempo, il problema dell'analgesia postoperatoria è stato risolto con l'aiuto di farmaci oppiacei. La ragione di ciò è stata la mancanza di un farmaco efficace per il trattamento del dolore postoperatorio.

Numerosi studi hanno dimostrato che la nomina di farmaci anti-infiammatori non steroidei è patogeneticamente giustificata. Ketanov (principio attivo - Ketorolaka trometamina), prodotto da Ranbaxi Laboratories Limited (India), è abbastanza spesso usato per l'analgesia postoperatoria, la sua efficacia è paragonata alla morfina e al promedolo.

Lo scopo di questo studio era di valutare l'efficacia di ketanov e tramadolo durante l'analgesia postoperatoria dopo l'isterectomia addominale. Per questo, 39 pazienti dopo isterectomia addominale (senza patologia accompagnatoria, classe I-II secondo ASA) sono stati divisi in due gruppi.

  • Gruppo 1: nel periodo postoperatorio, il tramadolo è stato iniettato, in / m, 100 mg in caso di dolore, n = 20.
  • Gruppo 2: nel periodo postoperatorio, sono stati introdotti ketan, in / m, primi 60 mg, poi 30 mg, n = 19

Tutte le operazioni sono state eseguite in anestesia generale utilizzando il metodo endotracheale.

Risultati della ricerca

In due gruppi, l'intensità della sindrome del dolore ha una dinamica unidirezionale (Figura 1). C'è stato un significativo aumento del dolore allo stadio 4 (12 ore dopo l'intervento chirurgico), che era molto probabilmente associato alla fine dell'azione dei farmaci intraoperatori. Un ritorno al livello iniziale dei parametri è stato osservato in tramadolo il secondo giorno con un leggero aumento nel terzo giorno. Allo stesso tempo, a Ketanov tale aumento non è stato osservato. Pertanto, la principale necessità di anestesia è nelle prime 24 ore dopo l'intervento.

Figura 1
Durante il movimento, con respirazione profonda e tosse, il dolore è aumentato (Fig. 2), in media del 10-15% rispetto alle misurazioni a riposo.

Figura 2
L'indicatore principale dell'attività del sistema simpato-surrenale è il livello di adrenalina e noradrenalina nel sangue e nelle urine. Allo stesso tempo, l'escrezione di adrenalina nelle urine riflette un cambiamento nell'attività del midollo delle ghiandole surrenali. Il contenuto di noradrenalina nelle urine caratterizza l'attività del sistema nervoso simpatico. I cambiamenti nell'escrezione delle catecolamine riflettono la labilità del sistema simpato-surrenale e l'instabilità della regolazione vegetativa. Durante lo studio dell'escrezione dell'adrenalina (figura 3) nel gruppo di controllo, è stato osservato un aumento di questo indicatore nel primo giorno postoperatorio con una successiva diminuzione in tutte le fasi dell'osservazione. Il settimo giorno, gli indicatori sono tornati al livello originale. Differenze significative sono state rilevate il 1 °, 2 ° e 7 ° giorno.

Figura 3
Sono stati notati cambiamenti ancora più rivelatori nello studio delle dinamiche della norepinefrina (Figura 4). Il primo giorno, il livello di norepinefrina è diminuito, ma nelle fasi successive è tornato ai valori normali. La diminuzione massima si è verificata il secondo giorno. Pertanto, con l'uso del tramadolo, è stata rilevata una tensione più significativa del sistema simpato-surrenale, rispetto a quella chetanica.

L'unità antinocicettiva è rappresentata da DOPA e dopamina. I cambiamenti in DOPA (Fig. 5) erano più piccoli il primo giorno, rispetto al primo stadio, e il settimo giorno non si normalizzavano. Quando si utilizza Ketanov, è più probabile che il sistema dopaminergico sia stimolato. Con un forte esaurimento del sistema simpato-surrenale, vi è stata una diminuzione sia del DOPA che della dopamina. Inoltre, studiando l'escrezione di dopamina in gruppi, le dinamiche erano simili, tuttavia, nel gruppo di Ketanov, il grado di diminuzione degli indicatori era significativamente più alto rispetto al gruppo di controllo (Fig. 6).

Figura 6
Lo studio sarebbe incompleto senza dati su indicatori importanti come l'istamina e la serotonina (Tabella 1). Il primo giorno nel gruppo di controllo dopo l'operazione, l'escrezione di serotonina è diminuita, ma dal secondo giorno alla fine dell'osservazione ha superato i dati di riferimento. Nel gruppo Ketanov, questo indicatore è gradualmente diminuito entro 3 giorni dopo l'operazione, seguito da un ritorno al livello iniziale fino alla fine dell'osservazione.

Tramal e Ketanov - uno dei migliori analgesici

Tramal e ketan sono considerati tra i migliori analgesici. C'è un'opinione che entrambi questi farmaci hanno trovato ampia applicazione nella lotta contro la tossicodipendenza. In linea di principio, così com'è, non dimenticare che puoi trattare la tossicodipendenza solo con l'aiuto di un medico specialista. È severamente vietato acquistare questo medicinale in farmacia e portarlo da solo. Se parliamo di ketanov, allora questo farmaco non è così pericoloso, tuttavia, non è consigliabile utilizzarlo senza consultare un medico specialista.

Quindi, il tramal è una droga del gruppo oppioide, che ha sia un effetto sedativo che un effetto analgesico sufficientemente potente. Se parliamo di ketanov, allora questo farmaco è inerente all'anestetico e alle proprietà antinfiammatorie. Notiamo immediatamente che questo farmaco è anche usato per combattere il dolore, che si verifica sullo sfondo della sindrome dell'oppio. È anche importante notare che entrambi questi farmaci non sono usati da soli, ma in combinazione con numerosi altri agenti farmaceutici.

E ora qualche parola sugli effetti collaterali che possono essere causati dal ketan o dal tram. Immediatamente, vorremmo attirare l'attenzione di tutti i lettori sul fatto che, a tale riguardo, i ketani sono molto più sicuri. Non causa un numero enorme di reazioni avverse. Inoltre, non sono così pericolosi. Ma il tramal può persino provocare attacchi di respiro o di epilessia. In generale, si dovrebbe osservare uno stile di vita sano per non sperimentare mai questo tipo di condizione su se stessi.

Farmacoterapia del dolore cronico:
problemi di efficienza e sicurezza.
Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS). (Parte 3)

A. P. Viktorov, NSC "Istituto di Cardiologia. Acad. N. D. Strazhesko »AMS dell'Ucraina

L'Associazione internazionale per lo studio del dolore ha definito il concetto di dolore come un'esperienza sensoriale ed emotiva spiacevole associata a un danno tissutale reale o potenziale.

Quando si scelgono i FANS per il trattamento del dolore dovrebbe essere guidato da un approccio individuale, poiché non ci sono dati che dimostrino il vantaggio di un farmaco rispetto ad un altro (Tabella 4).

0,5 (iniziale)
0,25 (supporto)

0,5 (iniziale)
0,25 (supporto)

Il meccanismo d'azione dei FANS è l'inibizione dell'enzima COX, sotto l'influenza di cui si formano le prostaglandine, che sono coinvolte nella comparsa di dolore, infiammazione e febbre. La sintesi delle prostaglandine è inibita, abbassano la sensibilità delle terminazioni nervose e impediscono la diffusione dei segnali del dolore. L'effetto analgesico è in parte dovuto all'effetto antinfiammatorio, poiché, riducendo il gonfiore dei tessuti nel fuoco infiammatorio, indebolisce in tal modo la pressione meccanica dei nocicettori in esso contenuti. Come gruppo di farmaci, i FANS presentano una gamma relativamente ampia di effetti collaterali, come lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale (GIT), sanguinamento, funzionalità renale compromessa, esacerbazione dello scompenso cardiaco (HF) e ipertermia. Il rischio di sanguinamento gastrointestinale dovuto all'uso di FANS nella popolazione generale è dell'1%, per le persone di età superiore a 60 anni - 3-4%, per le persone che hanno avuto sanguinamento gastrointestinale nella storia - 9%. La somministrazione concomitante di misoprostolo, antagonisti del recettore H 2 dell'istamina, inibitori della pompa protonica e antiacidi riduce solo parzialmente il rischio di sanguinamento gastrointestinale e può essere utilizzato per prevenire complicanze.

Una scoperta relativamente recente è che l'uso di FANS può contribuire allo sviluppo di insufficienza cardiaca congestizia nei pazienti anziani. Lo studio (Page J., Henry D., 2000) ha dimostrato che i pazienti che usavano i FANS (ad eccezione dell'aspirina) venivano ospedalizzati con segni di insufficienza cardiaca congestizia due volte più spesso del solito. I pazienti con malattie cardiovascolari (CVD) nella storia, che usavano i FANS, avevano segni di HF sei volte più spesso del solito. Gli autori hanno concluso che "la complicazione dell'HF indotta da NSVLS può superare il rischio di danni al tratto gastrointestinale".

Il farmaco, che ha trovato ampia applicazione nel trattamento di malattie di varia intensità, è il ketoprofene (chetonal) - un derivato dell'acido propionico. Ha uno dei più forti effetti analgesici tra i rappresentanti di NSVLS, il cui effetto analgesico è paragonabile alla morfina. Nell'attività antiinfiammatoria e antipiretica, il chetonal è paragonabile al classico NSVLS. Se assunto per via orale, il farmaco viene rapidamente e completamente assorbito nel tratto gastrointestinale, la biodisponibilità è del 90% e la concentrazione massima nel plasma sanguigno viene raggiunta in 15-30 minuti. con parenterale, 1-2 ore - con orale e 2.4-4 ore - con somministrazione rettale. Il potente effetto analgesico del chetonal è dovuto al meccanismo d'azione periferico e centrale. Il chetone inibisce la sintesi di prostaglandine e leucotrieni, inibisce l'attività dell'enzima cicloossigenasi e, quindi, inibisce la sintesi delle prostaglandine dall'acido arachidonico, inibisce la sintesi della bradichinina e stabilizza le membrane lisosomiali.

L'azione centrale è a livello delle corna posteriori del midollo spinale. Inoltre, il farmaco ha un impatto diretto sui centri talamici della sensibilità al dolore. Il farmaco penetra bene nel liquido sinoviale e nel tessuto connettivo. Ketonal ha una breve emivita ed è rapidamente eliminato dal corpo. Queste proprietà ci permettono di raccomandare il farmaco ai pazienti anziani senza timore di aumentare il rischio di reazioni avverse. Inoltre, una varietà di forme medicinali di chetoni (fiale, supposte, capsule, compresse ritardate, forte) consente di scegliere efficacemente il dosaggio e scegliere la via di somministrazione ottimale del farmaco. Ad oggi, è apparso un nuovo tipo di farmaco: il duo chetonico, che differisce dalle capsule convenzionali nel modo in cui il principio attivo viene rilasciato. Il ketoprofene viene rilasciato dai pellet bianchi, fornendo l'inizio più rapido possibile dell'azione del farmaco. Dalle palline gialle, il rilascio avviene lentamente, provocando un effetto prolungato durante il giorno (24 ore).

I nuovi FANS, inibendo selettivamente la COX-2, hanno un maggiore effetto analgesico rispetto a quelli tradizionali. Nonostante il loro noto vantaggio - bassa tossicità nel tratto gastrointestinale - la questione della sicurezza del loro uso è un argomento di discussione.

Gli inibitori selettivi della COX-2 (coxib) possono causare un altro rischio - complicanze cardiovascolari (MTR). I dati della Vioksky Scientific Research Le conseguenze gastrointestinali, che non sono state originariamente pubblicate, ma successivamente sono state sottoposte a esame, hanno rilevato che il rischio comparativo di trattamento con CCO tromboembolico con rofecoksib rispetto a naprossene era di 2,38, con una differenza significativa nell'insorgenza di complicanze cardiovascolari tra celecoxib e i FANS nel trattamento dell'artrite non sono stati rilevati. Tuttavia, i pazienti in questo studio hanno assunto l'aspirina, che potrebbe modificare la percentuale delle complicanze cardiovascolari.

Dall'intero gruppo di inibitori selettivi della COX-2, si possono distinguere due dei farmaci più sicuri per quanto riguarda il tratto gastrointestinale e il sistema cardiovascolare (CCC): meloxicam e nemulide. In una serie di studi sulle complicanze cardiovascolari, erano più sicuri dei coxib, mentre gli inibitori della COX non selettivi erano in anticipo rispetto al sistema gastrointestinale.

Il costo del trattamento con gli inibitori della COX-2 è più alto rispetto al NPVLS standard, ma la frequenza del trattamento e la probabilità di PR sono inferiori rispetto alla COX-2 non selettiva.

Un rappresentante del gruppo di oxycams e inibitori selettivi della COX-2 meloxicam soddisfa i principi di sicurezza, efficacia e long-acting. Ha una lunga emivita di 20 ore, è associato alle proteine ​​plasmatiche del 99%, con somministrazione intramuscolare l'effetto analgesico si verifica dopo 30 minuti e con somministrazione orale dopo 1 ora. Il meloxicam ha una buona capacità di penetrare le barriere istoematogeniche, il 50% della concentrazione del farmaco nel plasma si trova nel fluido articolare. È indicato per l'uso come singolo per il sollievo dal dolore acuto e per il trattamento di malattie croniche con dolore, sindromi infiammatorie.

Nimesulide - preparazione del gruppo di selettivi della COX-2 inibitori aventi potente antipiretico, effetto antinfiammatorio ed è sicuro per il gruppo di pazienti che hanno idiosincrasia all'aspirina (aspirina triade: asma bronchiale, polipi nasali, intolleranza individuale di acido acetilsalicilico). Inoltre, ha una lunga emivita di 10-12 ore e si trova in una nicchia di prezzo accessibile alla maggior parte dei pazienti.

Per il trattamento delle sindromi dolorose della durata di diversi giorni o mesi, sono necessari i FANS a lungo termine. Anche le forme ritardate contenenti una dose suddivisa in parti in rapida e lenta evoluzione non possono fornire la necessaria concentrazione terapeutica del farmaco nel corpo del paziente durante il giorno.

Per usare farmaci sicuri con un lungo periodo di eliminazione, effetti anti-analgesici, anti-infiammatori, antipiretici sono anche utili in termini di terapia di conformità, cioè il paziente non rifiuterà e non dimenticherà di assumere 1-2 compresse al giorno.

Recentemente, una crescente esperienza ha accumulato l'uso dell'azione analgesica di inibitori COX-2 altamente selettivi del gruppo coxib. Così, quando si confrontano l'effetto analgesico di celecoxib e diclofenac per via orale dopo perineo plastica (SS Lim e Tal. (2008)) hanno trovato che celecoxib esibito un effetto analgesico pronunciato e meglio tollerato rispetto a diclofenac (Lim SS, Tan P Ch., Sockalingam JK, Aust N ZJ Obstet Gynaecol 2008; 48 (1): 71-7). L'introduzione di parecoxib alla fine degli interventi chirurgici è altrettanto efficace quanto all'inizio (L. H. Lee et al., 2007), mentre il farmaco ha un effetto analgesico pronunciato, che viene potenziato se usato con oppiacei. I risultati dello studio (M.C. Snabes et al (2007)) suggeriscono che la somministrazione multipla di parecoxib per diversi giorni è ben tollerata e consente di eliminare efficacemente il dolore dopo le operazioni ginecologiche.

Secondo le raccomandazioni del gruppo PROSTECT, gli inibitori selettivi della COX-2 hanno un alto livello di evidenze in relazione all'efficacia e alla sicurezza della gestione del dolore perioperatorio durante gli interventi chirurgici addominali, così come operazioni ortopediche complesse come l'artroplastica totale del ginocchio e dell'anca:

  • L'efficacia degli inibitori selettivi della COX-2 nel periodo preoperatorio durante l'isterectomia ha un livello di evidenza A.
  • Nel periodo postoperatorio con isterectomia, vengono utilizzati inibitori selettivi della COX-2 per migliorare l'effetto analgesico (grado B). Gli inibitori selettivi della COX-2 devono essere combinati con potenti oppioidi per il dolore ad alta intensità (livello A) e oppioidi deboli per il dolore di intensità moderata e bassa (livello D).
  • Un inibitore selettivo della COX-2, parecoxib alla dose di 20/40 mg, ha migliorato l'effetto analgesico globale rispetto al placebo in uno studio randomizzato, controllato con placebo, in pazienti dopo interventi ginecologici (Tang, 2002).
  • Si consiglia l'uso di inibitori selettivi della COX-2 per ridurre il livello di dolore postoperatorio con sostituzione totale dell'anca (grado A).
  • L'efficacia di parecoxib alla dose di 20/40 mg / die. era paragonabile a quella di ketorolac alla dose di 30 mg / die. in relazione alla gravità dell'azione analgesica nei pazienti dopo artroplastica totale dell'anca.
  • Gli inibitori selettivi della COX-2 sono raccomandati per l'uso in pazienti con artroplastica totale del ginocchio per ridurre il dolore postoperatorio (grado A).
  • Quando si utilizzano inibitori selettivi della COX-2 nel periodo pre e post-operatorio, quando tutti gli interventi chirurgici di cui sopra devono tenere conto del rischio individuale del paziente: la presenza di malattie cardiovascolari, la storia di ulcera gastroduodenale, ridotta funzionalità renale ed epatica (livello B) o la presenza aspirinindutsirovannoy asma (livello D).
  • I risultati di studi randomizzati che utilizzano metodi di esame endoscopico indicano che l'uso di inibitori selettivi della COX-2 riduce significativamente il rischio di complicazioni gastrointestinali rispetto ad altri farmaci anti-infiammatori non steroidei per uso a breve termine (Stoltz, 2002).
  • I risultati di uno studio su 1062 pazienti che hanno studiato la sicurezza dell'uso di inibitori selettivi della COX-2 e valdecoxib in pazienti sottoposti a vari tipi di interventi chirurgici (addominali, urogenitali, ortopedici, toracici, eccetto chirurgia cardiaca) indicano che l'uso di questi farmaci non aumenta il rischio di complicazioni tromboemboliche, gastrointestinali, renali e chirurgiche rispetto al placebo.
  • I risultati di studi condotti su volontari sani hanno dimostrato che gli inibitori selettivi della COX-2 non aumentano l'aggregazione piastrinica rispetto al placebo (Greenberg, 2000, Leese, 2000, Leese 2002, Noveck, 2004 Wiener, 2002).

Il confronto dell'attività analgesica di NSVLS nella pratica dell'anestesia ha mostrato:

  • 10 mg di trometamina ketorolac o potenza superiore coincide con 650 mg di aspirina, paracetamolo 600 mg, 400 mg di ibuprofene, 100 mg di fenilbutazone, diclofenac 50 mg e 10 mg di morfina (per la / m);
  • il ketoprofene in alcuni casi supera l'effetto di analgin, diclofenac e altri FANS e il baralgin analgesico combinato ed è paragonabile all'effetto della morfina;
  • il paracetamolo è paragonabile all'acido acetilsalicilico: 1000 mg è più efficace di 650 mg di acido acetilsalicilico; durata dell'azione - 4 ore;
  • 500 mg di diflunisal sono più efficaci di 650 mg di acido acetilsalicilico o paracetamolo, approssimativamente uguale alla combinazione di paracetamolo / codeina; agisce lentamente ma continuamente;
  • Il diclofenac è ​​paragonabile all'aspirina, ma ha un effetto più lungo (200 mg equivalgono approssimativamente a 650 mg di acido acetilsalicilico);
  • salicilati non acetilati (magnesio salicilato, trilisato, ecc.) non sono inferiori nelle proprietà dell'acido acetilsalicilico;
  • 50 mg di etodolac sono più attivi di 650 mg di acido acetilsalicilico, 100 mg superano l'attività analgesica della combinazione paracetamolo / codeina;
  • 25 mg di ketoprofene pari a 400 mg di ibuprofene, più di 650 mg di acido acetilsalicilico; 50 mg in più di paracetamolo / combinazione di codeina;
  • L'acido mefenanico è paragonabile all'acido acetilsalicilico, ma più efficace per la dismenorrea, il cui ciclo di trattamento non supera i 7 giorni;
  • nei pazienti con osteoartrosi, 200 mg di celecoxib sono circa pari a 1000 mg di naprossene. Nei pazienti con artrite reumatoide, 400 mg di celecoxib è più efficace di diclofenac ST (150 mg);
  • Spesso, l'evidenza clinica suggerisce che per il dolore della genesi infiammatoria: indometacina = ibuprofene = analgesici narcotici.

Tradizionalmente, le indicazioni principali per l'uso dei FANS e di altri analgesici non narcotici sono una sindrome cronicamente dolorosa che si verifica nelle malattie del sistema osseo-articolare e muscolare. Tuttavia, negli ultimi decenni, la testimonianza è aumentata in modo significativo (Tabella 5). Gli analgesici non narcotici hanno più probabilità di agire in sindromi dolorose di intensità moderata. Il paracetamolo somministrato in mal di testa e mal di denti, nevralgie, sciatica, mialgia, dismenorrea et al. La nimesulide è efficace nel brucite, l'artrite, l'artrite reumatoide, il trauma, sindromi da dolore postoperatorio. Ketorolac è indicato per il sollievo di sindromi dolorose acute origine muscoloscheletrico (ceppi acute, distorsione) dopo il parto, esacerbazioni postoperatorie di condizioni come sciatica, fibromialgia, osteoartrite, e altri. Ketoprofene è efficace nel trattamento del dolore, tra cui postoperatorio, permettendo applicarlo in chirurgia, trauma e pratica oncologica. In particolare, in oncologia, il ketoprofene ha dimostrato un'elevata efficacia nell'alleviare il dolore che accompagna le metastasi ossee e le lesioni dei tessuti molli con la presenza di una componente infiammatoria. Può anche essere raccomandato per eliminare un attacco acuto di emicrania, dismenorrea, malattie comuni del sistema muscolo-scheletrico (artrosi, ecc.) E monoalgesia postoperatoria di operazioni mini-invasive sugli organi addominali.

Gli inibitori selettivi e altamente selettivi di COX-2 (nimesulide, meloxicam, celecoxib, rofecoxib, parecoxib) sono importanti per la profilassi, in quanto associati ad una minore incidenza di CR. L'applicazione locale di questi farmaci è indicata per lesioni traumatiche dei tessuti molli, tensioni muscolari e tendinee, ustioni e scottature, artriti e artrosi.