domande

Il polipo placentare è una minaccia per la vita di una donna, poiché si forma durante il parto non riuscito o dopo un aborto. La neoplasia cresce rapidamente, occupa l'intera cavità uterina e causa dolore. Saranno necessari diagnosi e trattamenti completi, le cui caratteristiche dipendono dalle cause della malattia.

Cos'è un polipo placentare?

Il polipo placentare è una neoplasia benigna formata da residui del tessuto placentare. Ha una forma arrotondata e una gamba, con cui è attaccato allo strato interno dell'utero. L'aspetto del tumore è accompagnato da sanguinamento, disturbi mestruali e lo sviluppo di patologie concomitanti.

Il polipo colpisce la funzione di un'ulteriore gravidanza, causando infertilità. Con l'aumentare delle dimensioni del tumore, aumenta anche l'utero, le cui dimensioni assomigliano alla gravidanza. La neoplasia patologica non è in grado di scomparire da sola, richiede un esame e un trattamento completo.

A seconda della struttura patologica, i polipi sono:

  1. Con villi placentari intatti - rimangono dopo l'aborto medico.
  2. Villi distruttivi - ritardati a causa della rimozione incompleta del contenuto dell'utero durante il parto;
  3. Fette isolate - il più delle volte si presentano come complicanze del taglio cesareo.

La forma a fungo del polipo lo rende ingombrante. Le dimensioni si adattano facilmente alle dimensioni dell'utero. Quando i parametri vengono superati, si sviluppano sensazioni dolorose.

Motivi per l'educazione

L'innesco per la formazione di un polipo è una gravidanza con un risultato diverso:

  1. Polipo placentare dopo parto - è formato da un ritardo nella cavità uterina del tessuto placentare da cui si forma il tumore. Più tessuti rimangono, più velocemente cresce e si sviluppa il polipo.
  2. Polipo placentare dopo medaborta - si forma un tumore in assenza di un'attenta rimozione delle membrane dell'ovulo, che porta a un ritardo nell'utero dei villi placentari.
  3. Congelamento della gravidanza con ulteriore curettage del feto - durante il curettage meccanico è impossibile rimuovere completamente l'ovulo fecondato senza danneggiare il suo guscio.

Le cellule placentari ritardate sono precedute da:

  • rimozione incompleta di un parto a taglio cesareo;
  • gestione impropria del periodo postpartum con una nascita ritardata della placenta;
  • curettage incompleto con raschiamento

Un pezzo di tessuto placentare che è trattenuto nella cavità uterina è ricoperto da coaguli di sangue e fibre di fibrina nel più breve tempo possibile, germinando negli strati più profondi dell'organo. L'intensità della crescita può dipendere da molti fattori, sia esterni che interni.

Quadro clinico

La manifestazione della malattia è responsabile per 3-5 settimane dopo la gravidanza completata. Il sintomo principale è un abbondante sanguinamento uterino, che molte donne erroneamente percepiscono come normale. La natura della scarica cambia con la progressione della malattia. All'inizio c'è scarso scarico sanguinolento, senza dolore e altri sintomi spiacevoli. Col passare del tempo, l'intensità di sanguinamento aumenta, il che rende necessario l'aiuto medico di un medico.

Sullo sfondo di sanguinamento prolungato, comorbidità come possono sviluppare:

  • l'anemia;
  • grave stanchezza;
  • vertigini fino alla perdita di coscienza;
  • nausea e vomito;
  • l'aggiunta di infezione;
  • aumento della temperatura corporea.

I segni di un polipo placentare sono simili alla manifestazione di molte malattie sessualmente trasmissibili, pertanto sarà necessaria una diagnostica complessa.

Grave affaticamento e vertigini - segni di polipo placentare

Metodi diagnostici

Un aspetto importante della diagnosi è la differenziazione del polipo placentare e del polipo uterino deciduale. Quest'ultimo è ormone-dipendente e si sviluppa a causa della divisione incontrollata delle cellule endocervicali. Il polipo placentare ha una stretta relazione con la gravidanza.

La diagnosi viene effettuata secondo lo schema:

  1. Intervistare una donna sulla natura dell'emorragia, sulla durata e sulla presenza di ulteriori sintomi.
  2. Esame sulla sedia ginecologica: viene visualizzata la visualizzazione della gola uterina, da cui si vede una parte del polipo.
  3. Ultrasuoni degli organi pelvici - consente di visualizzare la presenza di un tumore sul peduncolo, le sue dimensioni e parametri aggiuntivi dei tessuti uterini.

La più accurata e informativa è l'isteroscopia. La procedura prevede l'introduzione di un oculare microscopico nella cavità uterina, che si espande con l'aiuto della fornitura d'aria. Ciò consente di migliorare la revisione e considerare il tumore, seguito dal campionamento bioptico.

È uno studio istologico di una particella di polipo che fornisce un quadro dettagliato dello stato del tumore e delle vere cause del suo verificarsi.

Ultrasuoni degli organi pelvici - un metodo efficace di diagnosi

Metodi di trattamento

La rimozione del polipo placentare è un compito chiave di trattamento. La procedura viene eseguita in diversi modi:

  1. Curettage chirurgico - la procedura viene eseguita in base al tipo di aborto, quando lo strato superiore dell'utero, insieme al polipo, viene raschiato, dopo di che la mucosa si rinnova in modo naturale. Questo metodo è efficace nelle immediate vicinanze del polipo alla cervice. Le localizzazioni più profonde richiedono un approccio diverso.
  2. Aspirazione sotto vuoto: un aspiratore viene introdotto nella cavità uterina, attraverso il quale viene creata una pressione negativa. Ciò consente di rimuovere il polipo insieme allo strato superiore dell'utero, che è efficace con dimensioni relativamente piccole dei tumori.
  3. Rimozione laser - viene utilizzato in presenza di una gamba sottile, che viene accuratamente asportata, rimuovendo il polipo.
Rimozione chirurgica del polipo placentare

Dopo la rimozione della neoplasia, è necessariamente trasferito per l'esame istologico e l'esclusione della probabilità di sviluppare il cancro. La procedura è dolorosa, perciò, è effettuata sotto anestesia generale o locale. Ulteriore trattamento prevede l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  1. Analgesici e farmaci antinfiammatori non steroidei - riducono i sintomi dolorosi, gonfiore e infiammazione.
  2. Antibiotici - prevenire lo sviluppo di un ampio processo infiammatorio.
  3. Farmaci emostatici: bloccano il sanguinamento, prevenendo la perdita di sangue di grandi dimensioni.
  4. Complessi vitaminici - normalizzano i processi metabolici.

Con lo sviluppo di anemia acuta e cambiamenti patologici nella composizione biochimica del sangue, può essere nominato:

  • iniezione a goccia di soluzioni litiche;
  • trasfusione di sangue o frazioni individuali;
  • trattamento sintomatico mirato alla sintesi accelerata delle cellule del sangue.

Il trattamento viene eseguito in un ospedale, dopo il quale sarà richiesto un esame ecografico di controllo.

Con lo sviluppo dell'anemia acuta vengono eseguite trasfusioni di sangue.

Pericolo di patologia

Con la progressione di un polipo placentare, si possono sviluppare condizioni potenzialmente letali:

  1. L'anemia acuta - si sviluppa con un'estesa perdita di sangue, comporta una violazione di tutti i processi metabolici nel corpo.
  2. Emorragia estesa, che minaccia lo sviluppo di shock emorragico e morte.
  3. L'adesione dell'infezione, che progredisce sullo sfondo di microflora favorevole e ridotta immunità.
  4. Lo sviluppo della sepsi.
  5. Violazione del sistema riproduttivo e impossibilità della successiva concezione e gestazione del feto (sindrome da aborto cronico).

I polipi placentari nell'utero possono essere asintomatici per lungo tempo, quindi è importante visitare un medico dopo il parto ogni 20-30 giorni fino al termine del ciclo mestruale. In presenza di un taglio cesareo, i rischi di sviluppare patologie aumentano più volte, quindi è importante sapere come prevenire lo sviluppo di uno stato pericoloso che minaccia la vita.

Misure preventive

I principali metodi per prevenire lo sviluppo di una pericolosa patologia dopo il parto o l'aborto sono i seguenti:

  1. Monitorare le condizioni dell'utero dopo 10-15 giorni dopo il completamento della gravidanza.
  2. Lo scopo dei farmaci per la riduzione efficace dell'utero nel periodo postpartum, che contribuisce alla rimozione naturale dei residui di tessuto dall'utero.
  3. Appello per l'aborto esclusivamente a specialisti con adeguata preparazione ed esperienza lavorativa. L'auto-interruzione della gravidanza può innescare lo sviluppo di sanguinamento e morte.

Un polipo placentare durante la gravidanza non è una minaccia per lo sviluppo del feto e della vita della madre. La sua presenza e le dinamiche di crescita sono determinate utilizzando la dopplerografia e lo screening corrispondenti all'età gestazionale.

I sintomi del polipo placentare sono abbastanza pronunciati, quindi non ignorare il sanguinamento, cancellando il suo aspetto sulla fisiologia. In presenza di fastidiosi dolori, alte temperature e un rapido deterioramento del benessere generale, è necessario visitare immediatamente il medico per una diagnosi.

Polipo placentare - cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Il polipo placentare è una neoplasia intrauterina benigna. Formata da coaguli di sangue, sistemata e organizzata sui resti della placenta o del corion (membrana villosa dell'embrione).

O90.8 polipo placentare (complicanze del periodo postpartum, non classificate in altre rubriche)

Un polipo placentare è una complicanza successiva di una gravidanza conclusa o interrotta.

Se un aborto o un aborto medico si sono verificati nel Ι trimestre di gravidanza, il polipo placentare è formato da piccoli residui. corvo villoso e coaguli di sangue.

Da ΙΙ del trimestre di gravidanza (dopo la completa formazione della placenta), si forma da coaguli di sangue e aree di tessuto placentare lasciate nell'utero dopo un travaglio artificiale o fisiologico.

Posizione della placenta e dei villi coriali

Tipi di polipi placentari

  • Polipo placentare su un gambo sottile
  • Polipo placentare su una base ampia.

Torna al sommario

Cause della formazione del polipo placentare

  • Cattivo aborto medico.
  • Aborto spontaneo incompleto (aborto incompleto).
  • Sbiadire la gravidanza.
  • Caratteristiche o sviluppo anormale della placenta (fette supplementari, ecc.)
  • Gestione irrazionale del lavoro, taglio cesareo, periodo postparto.

I sintomi del polipo placentare

Sanguinamento uterino di varia natura e intensità (da spotting sanguinolento, a sanguinamento pesante).

Inizia il sanguinamento 2-3-4 o più settimane dopo parto o aborto (aborto spontaneo).

  • Debolezza, stanchezza.
  • Pallore della pelle.
  • Aumento della temperatura corporea sullo sfondo del sanguinamento dall'utero.
  • Vertigini, svenimento.
  • Disagio o dolore nell'addome, nella parte bassa della schiena.
Sanguinamento uterino nel polipo placentare

Cos'è il polipo placentare pericoloso

Con un polipo placentare, possono svilupparsi condizioni dolorose e pericolose per la vita:

  • Perdita di sangue critica.
  • Anemia.
  • Infezione secondaria
  • Sepsi - avvelenamento del sangue.
  • L'endometrite è un'infiammazione del rivestimento uterino.
  • Nel periodo remoto: infertilità.

Torna al sommario

Diagnosi di polipo placentare

Lo spotting, il sanguinamento uterino nel polipo placentare, di norma, inizia diverse settimane dopo: aborto, rimozione dell'ovulo (in caso di aborto mancato), taglio cesareo, parto. Il sanguinamento può essere pulsante (cioè, non lo è).

All'esame del paziente su una sedia, è possibile determinare l'apertura dell'OS esterno e interno sull'utero. A volte il polipo placentare sporge dall'orifizio della cervice.

  • Colposcopia: esame della mucosa vaginale e della parte vaginale della cervice con un dispositivo ottico.
  • Stati Uniti.
  • Doplerografia - ecografia del flusso sanguigno dell'utero.
  • L'isteroscopia è uno studio dell'utero con attrezzature endoscopiche speciali.

La diagnosi finale di "polipo placentare" viene effettuata dopo l'esame istologico del tessuto polipoide rimosso.

Torna al sommario

Trattamento del polipo placentare

L'unico trattamento efficace per il polipo placentare è la rimozione chirurgica.

Metodi di trattamento chirurgico del polipo placentare:

Pinze - un tipo di morsetto chirurgico

  • Rimozione del polipo con una pinza. L'operazione viene eseguita visualizzando una parte del polipo nella cervice o nel caso di controindicazioni per l'isteroscopia terapeutica.
  • Isteroscopia terapeutica chirurgica.
  • Chirurgia laser

Dopo la rimozione del polipo placentare, di regola, viene eseguito un curettage diagnostico separato della mucosa uterina. Controindicazione al curettage può essere l'infezione (sepsi).

Il tessuto del sospetto polipo placentare rimosso durante l'operazione viene inviato a esame istologico. È importante escludere la malattia trofoblastica (cistifellea, coroionepithelioma, carcinoma corionico).

Torna al sommario

Polipo placentare dopo il parto

Possibili cause di zone ritardate della placenta e formazione di un polipo placentare nell'utero dopo il parto:

  • Separazione fisiologica compromessa della placenta dalla parete uterina.
  • Altri lobuli, altre anomalie della placenta.

Segni di parti ritardate del tessuto placentare o di placenta nell'utero nel primo periodo postparto:

  • Spotting (sanguinamento pulsante) con coaguli di sangue.
  • Grande utero postparto.
  • Contrazione e rilassamento periodici ristretti dell'utero puerperale.

Prevenzione polipare placentare prenatale

  • Screening ecografico.
  • Studio Doppler del flusso sanguigno utero-circolare.

Lo screening ecografico pianificato per tutta la gravidanza può rilevare aree localizzate separatamente del tessuto placentare (segmenti aggiuntivi della placenta), ritardo di crescita intrauterino del feto, membrana, placenta anulare e altre anomalie dello sviluppo.

Conoscere i rischi può prevenire complicazioni postpartum, tra cui il polipo placentare.

Profilassi postpartum del polipo placentare:

  • Revisione attenta dell'utero dopo il parto.
  • Se ci sono segni di separazione incompleta della placenta - separazione manuale della placenta e allocazione della placenta.
  • Gestione adeguata del periodo postparto precoce: contrazione e terapia antispasmodica.

Qualsiasi scarico dall'utero, emorragia, emorragia che si alza in ritardo Il periodo postpartum è una buona ragione per andare immediatamente dal medico.

Torna al sommario

Polipo placentare dopo medaborta

Aborto medico: un metodo di interruzione artificiale della gravidanza. Prodotto da in un ospedale su richiesta del paziente, secondo indicatori medici o sociali.

Osservare scrupolosamente le scadenze per l'aborto medico. Ciò eviterà complicazioni dopo l'aborto, in particolare la formazione di un polipo placentare.

Termini e tipi di medaborts:

  • Medico o farmacia (vedi video)
  • Mini aborto o aspirazione del vuoto dell'ovulo.

La durata ottimale dell'operazione: fino a 5 settimane di gravidanza (le mestruazioni ritardate non devono superare 21 giorni).

  • Aborto raschiando il rivestimento uterino.

Questo metodo di interruzione della gravidanza è consentito per un periodo non superiore a 12-13 settimane.
Il periodo migliore per la raschiatura è di 8 settimane di gestazione.

L'aborto intempestivo e non professionale comporta un rischio di sanguinamento uterino, rimozione incompleta dell'ovulo, ritardo nell'utero del corion e formazione di un polipo placentare dopo un aborto medico. Trattamento: curettage del rivestimento uterino.

Se il polipo placentare dopo il curettage dell'utero viene nuovamente formato, viene trattato con un curettage ripetuto.

Torna al sommario

"Polipo placentare" durante la gravidanza

Durante la gravidanza, sotto l'influenza di un alto contenuto di ormoni sessuali femminili, in particolare di progesterone, la mucosa della cervice può espandersi (decidualizzazione).

Questa trasformazione fisiologica ammissibile del rivestimento interno della cervice durante la gravidanza è talvolta erroneamente chiamata "polipo placentare".

A differenza della placenta, il polipo deciduale non è pericoloso. Scompare da solo e non richiede un trattamento speciale.

A volte, in caso di infiammazione o sanguinamento, il polipo deciduale viene trattato prontamente. Per fare questo, utilizzare le pinze o i moderni metodi chirurgici minimamente invasivi che non danneggiano la gravidanza.

Polipo nel lume della cervice

Prevenzione dei polipi placentari

  • Contraccezione adeguata, pianificazione della gravidanza (evitare l'aborto).
  • Registrazione precoce di una donna incinta e monitoraggio regolare da parte di un ostetrico-ginecologo.
  • Gestione qualificata del lavoro fisiologico, taglio cesareo, periodo postparto.
  • Esclusione di aborti criminali o artigianali, parto al di fuori delle istituzioni mediche (casa, nell'acqua, ecc.)

I polipi sono formazioni anormali abbastanza comuni che si verificano in qualsiasi parte del corpo dove c'è la mucosa. Sono formati dalle cellule dei tessuti circostanti. Quindi, nel nostro caso, il materiale da costruzione è il resto della placenta, che per qualche motivo è rimasto nella cavità uterina. I polipi singoli sono in grado di raggiungere grandi dimensioni, il che rende difficile il normale organo in cui si trovano. L'educazione uterina cresce fino a 8-10 cm. Esternamente, questo è un processo, a volte lungo e sottile con un pezzo di tessuto alla fine, o un tubercolo con una base ampia. Il colore della superficie spesso coincide con il muco circostante, ma a volte sono marrone, rosso o giallastro. Ci sono anche casi di poliposi, quando ci sono molte formazioni. La patologia di questo tipo non è meno pericolosa. Le mucose non possono funzionare normalmente.

Un fatto interessante! I polipi crescono anche nel naso e nelle orecchie, così come nell'intestino, nello stomaco, nella vescica, nella gola e in altri luoghi.

Fattori dovuti a quali polipi si sono formati:

  • Non è stata prestata sufficiente attenzione al paziente dai medici dopo il parto;
  • Curettage incompleto durante l'interruzione della gravidanza;
  • Le restanti particelle della placenta durante il taglio cesareo;
  • Morte prenatale di un bambino;
  • aborto spontaneo;
  • Aborto con qualsiasi metodo in cui l'utero non è stato completamente eliminato.

La domanda rimane: perché il frammento non viene rifiutato o non è in uno stato di riposo, ma inizia a crescere. Il fatto è che la placenta nutre una moltitudine di vasi sanguigni, quindi, avendo una scorta, le cellule iniziano a dividersi, portando ad un aumento della formazione. Il sangue aderisce alla superficie, cresce con il tessuto connettivo.

Un fatto interessante! A volte un polipo è una placenta addizionale isolata che è coperta da una membrana e ha il proprio apporto di sangue. Questa è un'anomalia dello sviluppo intrauterino.

Oltre alla placenta, ci sono altri 2 tipi di crescita, la cui formazione è direttamente correlata al trasporto di un bambino:

  1. I polipi choriali sono le formazioni delle cellule villose corioniche - la stessa membrana fetale nel punto di attacco al muro dell'utero. Questo strato è uno dei primi a formare e copre prima l'intero uovo della gestazione per fornire una connessione quando si avvicina alle pareti dell'organo. Nel luogo in cui si è verificata l'attracco con l'utero, il corion villoso fornisce attaccamento, alimentazione ed eliminazione. Quindi in questa zona dal corion e altri componenti appare la placenta stessa. L'educazione di questo tipo si forma dopo un aborto o un aborto spontaneo nel primo periodo della gravidanza.
  2. I polipi decidui sono formazioni delle cellule della membrana dell'utero, che si formano durante la gravidanza tra la parete e la vescica fetale. Questa è una patologia speciale che non richiede alcun trattamento. Polipi - una conseguenza dei cambiamenti ormonali nel portare un bambino. Provocano la proliferazione di questo guscio, che a volte non è necessario, a causa di quali polipi appaiono. Formazioni decidenziali lasciano l'utero durante il parto.

Un ridimensionamento non si forma immediatamente, quindi i sintomi iniziano a disturbare il paziente 3-5 settimane dopo la fine della gravidanza, in un modo o nell'altro. I sintomi dei polipi della placenta sono:

  • In primo luogo, appare la macchia;
  • Si intensificano;
  • Sanguinamento si apre;
  • Il paziente è debole, pallido, vertigini;
  • Potrebbe esserci un dolore addominale inferiore.

Attenzione! Se si sente un odore sgradevole, la temperatura corporea aumenta, compaiono sintomi di febbre e intossicazione, questo indica un'infezione grave. La mancanza di assistenza medica porterà alla sepsi e alla morte della donna.

Identificare un polipo nell'utero può essere una combinazione di diversi studi:

  1. Alla reception, il medico scopre la durata e la natura dell'emorragia, i sintomi associati. La recente storia di un aborto o aborto spontaneo da parte di un paziente farà emergere una diagnosi presuntiva.
  2. Se visto su una sedia, il ginecologo a volte vede una formazione appesa al collo.
  3. Gli ultrasuoni mostreranno lo stato interno dell'utero.
  4. L'isteroscopia consente di esaminare visivamente il polipo e i tessuti circostanti, di prelevare un frammento per l'analisi istologica.
  5. Tampone vaginale per identificare o confutare la presenza di infezione.

Altri sintomi possono essere nascosti sotto sintomi simili dopo il completamento.

gravidanza, quindi è richiesta l'ecografia. Inoltre, saranno prescritti test standard per CSR, HIV ed epatite.

Se durante la diagnosi viene rilevata la patologia delle ovaie, allora la domanda di trattamento prima o dopo l'operazione viene decisa dal medico individualmente per ciascun caso.

L'aspetto e lo sviluppo delle formazioni placentari senza il trattamento necessario porta alle seguenti conseguenze:

  1. Anemia da carenza di ferro a causa della costante perdita di sangue. Di conseguenza, la donna si indebolisce, si possono verificare svenimenti, le prestazioni mentali e fisiche diminuiscono.
  2. Infiammazione della mucosa dell'organo, che viola la sua funzionalità e può causare endometriosi - una malattia pericolosa. Se questo non viene trattato, il risultato sarà un cancro dell'utero.
  3. Patologia ovarica, che porta a disturbi endocrini e, di conseguenza, aumento di peso, cambiamento del ciclo e altri problemi.
  4. Infertilità. La mucosa modificata non è in grado di accoppiarsi con un uovo fecondato o lo respinge nelle prime settimane. La disfunzione ovarica porta alla non maturazione dei follicoli, il che significa che la gravidanza è impossibile.
  5. La sepsi si verifica in seguito alla morte cellulare di un polipo o quando un'infezione si insinua nella formazione danneggiata. Gli agenti patogeni si diffondono rapidamente attraverso numerose navi.
  6. Morte a causa di infezioni o forti emorragie. Quando una donna soffre di perdita di sangue permanente, si indebolisce e diventa vulnerabile a qualsiasi tipo di infezione. Pertanto, questi 2 fattori possono giocare nel complesso.

È impossibile dissolvere frammenti placentari o polipi con l'aiuto della terapia farmacologica. Tuttavia, i farmaci usano ancora:

  • Antibiotici per fermare il processo di infezione;
  • Iniezioni per rilassare l'utero, a seguito del quale la formazione può cadere;
  • Farmaci anti-infiammatori;
  • Farmaci che riducono il sanguinamento quando necessario.

Successivamente, se il polipo non viene rifiutato, è necessario eseguire un'operazione. Ci sono diversi modi per rimuovere, ognuno ha i suoi pro e contro.

Metodi per rimuovere polipi dall'utero:

  1. Raschiatura o raschiamento Metodo traumatico, che è ampiamente usato nelle istituzioni mediche pubbliche. Ciò è pericoloso non solo per un utero indebolito da eventi precedenti (aborto, parto o aborto), ma anche per un organo di una donna perfettamente sana.
  2. L'aspirazione a vuoto è il metodo di rimozione più delicato disponibile in qualsiasi clinica. L'attrezzatura utilizzata per l'aborto viene utilizzata per pulire l'utero. L'operazione non è sempre efficace. Saldamente attaccato al muro del polipo può rimanere sul posto. Ma se tutto è andato bene, l'utero rimane intatto e si riprenderà entro un mese.
  3. Polipectomia classica attraverso un isteroscopio. L'istruzione è interrotta e la sua posizione è sigillata con un elettrodo. Di conseguenza, si forma una piccola cicatrice, che impedirà la funzione riproduttiva in futuro.
  4. La rimozione laser di un polipo è il modo più sicuro. La superficie della mucosa guarisce in pochi giorni senza cicatrici, quindi il metodo è adatto per le donne che stanno pianificando una futura gravidanza. Gli stessi vantaggi hanno le apparecchiature a onde radio.
  5. Il medico può rimuovere un polipo che si trova vicino all'apertura cervicale usando un forcipe: uno strumento simile alle forbici con punte sotto forma di una pinza. È veloce e gratuito, tuttavia, non è sempre possibile.

I metodi più moderni ed efficaci sono la polipectomia attraverso un isteroscopio, il laser e la radiochirurgia. L'attrezzatura per tali operazioni è in grandi istituzioni pubbliche, dove è difficile da ottenere, o in cliniche private, dove costerà 5-15 mila rubli, e qualche volta di più.

Attenzione! Raschiando l'utero e il vuoto è caratterizzato da un alto rischio di recidiva, più della metà dei pazienti torna dal medico in pochi mesi con un nuovo polipo.

La procedura viene spesso eseguita senza anestesia, ma, secondo le donne, la sensazione non è piacevole. Pertanto, in caso di dubbio, è meglio discutere in anticipo del problema dell'anestesia. L'anestesia può essere fatta in un normale ospedale. Tutte le manipolazioni sono disponibili in modalità ambulatoriale, quindi non è necessaria una lunga degenza in ospedale.

L'istruzione a distanza viene inviata all'istologia per studiare la natura dei tessuti. Accade che l'analisi al microscopio trovi cellule tumorali.

I primi 1-3 giorni hanno segnato la natura sanguinante. A volte si avvertono contrazioni uterine. La riabilitazione dura fino all'inizio delle mestruazioni per circa un mese o poco più. Durante questo periodo, non puoi:

  • Condurre una vita sessuale;
  • Riscaldamento;
  • Fare un bagno e, in generale, immergersi nell'acqua;
  • Bere alcolici;
  • Tendere fisicamente;
  • Supercool.

Per il successo del recupero è necessario:

  • Prendere vitamine e integratori di ferro se si verifica anemia;
  • Visita un medico per gli esami preventivi;
  • Osserva l'igiene dei genitali;
  • Controlla la tua condizione, la natura della scarica e la temperatura corporea.

motivi

Come è chiaro da quanto sopra, la parte della placenta lasciata nell'utero diventa la causa dello sviluppo di questa condizione patologica. Certamente, il polipo placentare dell'endometrio non compare da un giorno all'altro - in primo luogo, i coaguli di sangue si attaccano a un pezzo del rimanente nell'utero, che diventa sempre più e portano alla formazione dell'istruzione. Tale escrescenza può avere una base ampia o una stretta (gamba), e le sue dimensioni variano da pochi millimetri a una dozzina di centimetri, a seconda della fase di sviluppo.

I principali fattori che predispongono allo sviluppo di una neoplasia sono:

  • gestione impropria del periodo postpartum;
  • curettage incompleto dell'utero durante il parto artificiale, aborto;
  • rimozione incompleta della placenta dopo cesareo;
  • morte fetale nel grembo materno;
  • aborto nelle prime fasi.
  • medabort o aborto classico, in cui il punto di attacco dell'ovulo non è stato completamente rimosso.

A volte un polipo placentare dell'endometrio può verificarsi in una donna durante la gravidanza. In questo caso, non rappresenta una minaccia per il feto e la madre e si chiama decidual. Un tale polipo durante la gravidanza è formato dalle membrane o dal tessuto placentare. Dopo la gravidanza, esso, insieme alla placenta, viene eliminato dalla madre della madre, e quindi il trattamento di tale educazione non viene effettuato.

Segni di

Sfortunatamente, è difficile individuare i segni di un polipo placentare, perché le donne ritengono che il sanguinamento dopo il parto o l'aborto sia naturale e non prestino attenzione a questi sintomi. Cioè, i segni che un polipo placentare si è formato nell'utero di una donna dopo una gravidanza o un aborto è la presenza di un sanguinamento sanguinante o pesante per lungo tempo. I sintomi dell'educazione patologica compaiono poche settimane dopo il parto, l'aborto o l'aborto spontaneo - infatti, quando la scarica dal tratto genitale della donna avrebbe dovuto fermarsi.

Una donna può provare dolore all'addome inferiore e il suo stato generale di salute a causa della perdita di sangue. Se il trattamento del polipo endometriale non viene avviato in modo tempestivo, compaiono altri sintomi:

  • la debolezza;
  • stanchezza;
  • pallore della pelle;

In una cavità dell'utero con una patologia come un polipo placentare, può svilupparsi un processo infiammatorio, come evidenziato da sintomi quali:

  • febbre;
  • dolore addominale inferiore;
  • scarico dal tratto genitale (a volte con un odore sgradevole);
  • prurito e bruciore nella zona genitale.

I sintomi di un polipo senza trattamento stanno progredendo, il che diventa un motivo per temere per la salute e anche per la vita di una donna, perché la malattia può causare serie complicazioni. In particolare, una donna può sviluppare anemia da grossa perdita di sangue e poiché il suo corpo è già indebolito dopo la gravidanza e il parto, può minacciare la sua vita.

Inoltre, le complicazioni di un polipo possono essere:

  • disfunzione ovarica;
  • infertilità femminile;
  • infiammazione del rivestimento uterino, in cui la rimozione di un organo è l'unico modo per prevenire la diffusione del processo infiammatorio.
  • sepsi.

Polipo placentare - segni e trattamento

Il polipo placentare è una neoplasia intrauterina benigna. Formata da coaguli di sangue, sistemata e organizzata sui resti della placenta o del corion (membrana villosa dell'embrione).

  1. Cos'è un polipo placentare? Codice ICD-10. classificazione
  2. Cause di
  3. Sintomi e conseguenze pericolose
  4. diagnostica
  5. trattamento
  6. Polipo placentare:
    - dopo il parto - dopo l'aborto medico
  7. "Polipo placentare" durante la gravidanza
  8. Prevenzione delle malattie

O90.8 polipo placentare (complicanze del periodo postpartum, non classificate in altre rubriche)

Un polipo placentare è una complicanza successiva di una gravidanza conclusa o interrotta.

Se un aborto o un aborto medico si sono verificati nel Ι trimestre di gravidanza, il polipo placentare è formato da piccoli residui. corvo villoso e coaguli di sangue.

Da ΙΙ del trimestre di gravidanza (dopo la completa formazione della placenta), si forma da coaguli di sangue e aree di tessuto placentare lasciate nell'utero dopo un travaglio artificiale o fisiologico.

Posizione della placenta e dei villi coriali

Tipi di polipi placentari

  • Polipo placentare su un gambo sottile
  • Polipo placentare su una base ampia.
Torna al sommario

Cause della formazione del polipo placentare

  • Cattivo aborto medico.
  • Aborto spontaneo incompleto (aborto incompleto).
  • Sbiadire la gravidanza.
  • Caratteristiche o sviluppo anormale della placenta (fette supplementari, ecc.)
  • Gestione irrazionale del lavoro, taglio cesareo, periodo postparto.

I sintomi del polipo placentare

Sanguinamento uterino di varia natura e intensità (da spotting sanguinolento, a sanguinamento pesante).

Inizia il sanguinamento 2-3-4 o più settimane dopo parto o aborto (aborto spontaneo).

  • Debolezza, stanchezza.
  • Pallore della pelle.
  • Aumento della temperatura corporea sullo sfondo del sanguinamento dall'utero.
  • Vertigini, svenimento.
  • Disagio o dolore nell'addome, nella parte bassa della schiena.
Sanguinamento uterino nel polipo placentare

Cos'è il polipo placentare pericoloso

Con un polipo placentare, possono svilupparsi condizioni dolorose e pericolose per la vita:

  • Perdita di sangue critica.
  • Anemia.
  • Infezione secondaria
  • Sepsi - avvelenamento del sangue.
  • L'endometrite è un'infiammazione del rivestimento uterino.
  • Nel periodo remoto: infertilità.
Torna al sommario

Diagnosi di polipo placentare

Lo spotting, il sanguinamento uterino nel polipo placentare, di norma, inizia diverse settimane dopo: aborto, rimozione dell'ovulo (in caso di aborto mancato), taglio cesareo, parto. Il sanguinamento può essere pulsante (cioè, non lo è).

All'esame del paziente su una sedia, è possibile determinare l'apertura dell'OS esterno e interno sull'utero. A volte il polipo placentare sporge dall'orifizio della cervice.

  • Colposcopia: esame della mucosa vaginale e della parte vaginale della cervice con un dispositivo ottico.
  • Stati Uniti.
  • Doplerografia - ecografia del flusso sanguigno dell'utero.
  • L'isteroscopia è uno studio dell'utero con attrezzature endoscopiche speciali.

La diagnosi finale di "polipo placentare" viene effettuata dopo l'esame istologico del tessuto polipoide rimosso.

Trattamento del polipo placentare

L'unico trattamento efficace per il polipo placentare è la rimozione chirurgica.

Metodi di trattamento chirurgico del polipo placentare: pinze - un tipo di morsetto chirurgico

  • Rimozione del polipo con una pinza. L'operazione viene eseguita visualizzando una parte del polipo nella cervice o nel caso di controindicazioni per l'isteroscopia terapeutica.
  • Isteroscopia terapeutica chirurgica.
  • Chirurgia laser

Dopo la rimozione del polipo placentare, di regola, viene eseguito un curettage diagnostico separato della mucosa uterina. Controindicazione al curettage può essere l'infezione (sepsi).

Il tessuto del sospetto polipo placentare rimosso durante l'operazione viene inviato a esame istologico. È importante escludere la malattia trofoblastica (cistifellea, coroionepithelioma, carcinoma corionico).

Polipo placentare dopo il parto

Possibili cause di zone ritardate della placenta e formazione di un polipo placentare nell'utero dopo il parto:

  • Separazione fisiologica compromessa della placenta dalla parete uterina.
  • Altri lobuli, altre anomalie della placenta.

Segni di parti ritardate del tessuto placentare o di placenta nell'utero nel primo periodo postparto:

  • Spotting (sanguinamento pulsante) con coaguli di sangue.
  • Grande utero postparto.
  • Contrazione e rilassamento periodici ristretti dell'utero puerperale.

Prevenzione polipare placentare prenatale

  • Screening ecografico.
  • Studio Doppler del flusso sanguigno utero-circolare.

Lo screening ecografico pianificato per tutta la gravidanza può rilevare aree localizzate separatamente del tessuto placentare (segmenti aggiuntivi della placenta), ritardo di crescita intrauterino del feto, membrana, placenta anulare e altre anomalie dello sviluppo.

Conoscere i rischi può prevenire complicazioni postpartum, tra cui il polipo placentare.

Profilassi postpartum del polipo placentare:

  • Revisione attenta dell'utero dopo il parto.
  • Se ci sono segni di separazione incompleta della placenta - separazione manuale della placenta e allocazione della placenta.
  • Gestione adeguata del periodo postparto precoce: contrazione e terapia antispasmodica.

Qualsiasi scarico dall'utero, emorragia, emorragia che si alza in ritardo Il periodo postpartum è una buona ragione per andare immediatamente dal medico.

Polipo placentare dopo medaborta

Aborto medico: un metodo di interruzione artificiale della gravidanza. Prodotto da in un ospedale su richiesta del paziente, secondo indicatori medici o sociali.

Osservare scrupolosamente le scadenze per l'aborto medico. Ciò eviterà complicazioni dopo l'aborto, in particolare la formazione di un polipo placentare.

Termini e tipi di medaborts:

  • Medico o farmacia (vedi video)
  • Mini aborto o aspirazione del vuoto dell'ovulo.

La durata ottimale dell'operazione: fino a 5 settimane di gravidanza (le mestruazioni ritardate non devono superare 21 giorni).

  • Aborto raschiando il rivestimento uterino.

Questo metodo di interruzione della gravidanza è consentito per un periodo non superiore a 12-13 settimane.
Il periodo migliore per la raschiatura è di 8 settimane di gestazione.

L'aborto intempestivo e non professionale comporta un rischio di sanguinamento uterino, rimozione incompleta dell'ovulo, ritardo nell'utero del corion e formazione di un polipo placentare dopo un aborto medico. Trattamento: curettage del rivestimento uterino.

Se il polipo placentare dopo il curettage dell'utero viene nuovamente formato, viene trattato con un curettage ripetuto.

"Polipo placentare" durante la gravidanza

Durante la gravidanza, sotto l'influenza di un alto contenuto di ormoni sessuali femminili, in particolare di progesterone, la mucosa della cervice può espandersi (decidualizzazione).

Questa trasformazione fisiologica ammissibile del rivestimento interno della cervice durante la gravidanza è talvolta erroneamente chiamata "polipo placentare".

A differenza della placenta, il polipo deciduale non è pericoloso. Scompare da solo e non richiede un trattamento speciale.

A volte, in caso di infiammazione o sanguinamento, il polipo deciduale viene trattato prontamente. Per fare questo, utilizzare le pinze o i moderni metodi chirurgici minimamente invasivi che non danneggiano la gravidanza.

Che cos'è un polipo placentare dopo un trattamento con medaborta e 4 metodi di rimozione

Il polipo placentare è una neoplasia formata da endometrio mucoso e residui di tessuti placentari. La crescita patologica delle membrane mucose si riversa nella cavità, ha una base ampia o una gamba sottile (principalmente, senza una gamba). Il trattamento della malattia è sempre chirurgico, con trattamento medico riparativo a lungo termine. Quando compaiono i primi sintomi, è necessario contattare immediatamente gli specialisti.

Fattori predisponenti

Un polipo placentare dopo un aborto si verifica solo nell'1,7% di tutte le complicanze cliniche. I fattori predisponenti sono la predisposizione ereditaria ai polipi di qualsiasi localizzazione, così come la presenza di crescite patologiche nell'utero, nel canale cervicale, nel lume del canale cervicale.

Esistono due tipi principali di aborti medici:

  1. Chirurgico o strumentale - raschiamento seguito da aspirazione fino alla 12a settimana di gravidanza e fino a 22 settimane secondo indicazioni speciali;
  2. Medico o "velluto" - aborto sotto l'influenza di farmaci fino a 6-8 settimane.

In entrambi i casi, la donna deve essere tenuta da un ginecologo per diversi mesi.

La placenta inizia a formarsi immediatamente dopo il concepimento e completa la sua formazione entro 14-15 settimane di gravidanza. Dopo questo periodo, inizia il processo di invecchiamento. Più tardi viene fatto un aborto, maggiore è il rischio di attaccamento di frammenti della placenta insieme a coaguli di sangue sulla parete dell'utero e la loro successiva formazione in polipi.

Le principali cause di un polipo nell'aborto medico sono:

  • Curettage incompleto o scarico della placenta durante un aborto di velluto;
  • infezione:
  • Aumento dell'accumulo di sangue nell'utero;
  • Sanguinamento prolungato (a causa di lesioni all'utero, disturbi ormonali);
  • Qualifiche mediche inadeguate (inclusi aborti clandestini in paesi non sviluppati o altamente religiosi).

Questo è importante! Aborto incompleto o sanguinamento prolungato è una situazione clinica pericolosa per la vita che richiede il ricovero urgente di una donna e la successiva pulizia della cavità uterina in modo strumentale.

Nel caso dell'aborto medico, una donna può avere bassi livelli ormonali, che non possono fornire una normale riduzione della cavità uterina e rimuovere il resto della placenta.

Frammenti di tessuto placentare crescono nello strato del tessuto connettivo dell'endometrio, attivamente germinano la componente vascolare e formano qualcosa di simile a un'eminenza sopra lo strato interno delle mucose, che è chiamato polipo.

Manifestazioni cliniche

Il sintomo principale di crescita patologica dopo l'aborto sta sanguinando, a causa della fisiologia abituale.

La placenta non separata è strettamente fusa con l'endometrio, rivestito con un'abbondanza di vasi sanguigni, capillari, che, dopo la nascita, naturalmente "cadono" o si restringono. Il resto della placenta secerne componenti specifici che influenzano i livelli ormonali, che impedisce la contrazione dell'utero e il restringimento delle lacune vascolari.

Le caratteristiche di sanguinamento con polipi placentare sono le seguenti:

  • Nei primi 3-4 giorni di sanguinamento debole, non intensivo. Ciò è dovuto all'attività dell'ormone ossitocina, che spasma i vasi sanguigni per qualche tempo dopo l'aborto.
  • Nella settimana seguente, l'emorragia dovrebbe cessare, formando gradualmente il sangue. Con complicanze, l'intensità del sanguinamento aumenta solo. I resti rimanenti della placenta possono non solo crescere fino al tessuto mucoso, ma anche infiammarsi.
  • Il colore del sangue è scarlatto, rosso vivo. Tali emorragie sono di natura uterina, non si mescolano con le secrezioni vaginali, portano un certo pericolo per la vita e la salute di una donna. Con la loro natura costante, sono necessarie misure per fermare l'emorragia.

Tra un'emorragia e un'anemia da carenza di ferro si sviluppa spesso. Gli esami del sangue riducono drasticamente l'emoglobina, il livello dei globuli rossi.

Suggerimento: Il tasso di emoglobina per una donna sana: 120,0 g / l - 140,0 g / l; globuli rossi - 3.9-4.0 x 10.2 / l.

Oltre ai sintomi principali si uniscono:

  • pallore della pelle,
  • malessere,
  • debolezza
  • vertigini,
  • bocca secca
  • svenimento.

Se i sintomi sono prolungati, le donne richiedono il ricovero in ospedale e il recupero a lungo termine.

Con polipi placentari, i seguenti sintomi possono svilupparsi dopo un aborto medico:

  • Dolore all'addome di intensità variabile;
  • Perdite vaginali atipiche;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Infezione da accesso.

I primi sintomi di una donna si sentono spesso un mese dopo l'aborto, così come subito dopo il curettage o il rifiuto medico dell'ovulo. In questo caso, l'emorragia semplicemente non si ferma.

Attenzione! L'accesso tempestivo a un medico e talvolta l'ospedalizzazione di emergenza aiuta non solo a preservare la salute del sistema riproduttivo, ma anche la vita di una donna.

Tattiche di trattamento

Il trattamento dei polipi di solito comporta un intervento chirurgico, ma esiste tutta una serie di misure che aiuteranno ad alleviare le manifestazioni sintomatiche della poliposi placentare dell'utero.

Nonostante la natura del verificarsi di un polipo placentare, i rischi oncogenici del suo sviluppo persistono.

Un tale polipo nel tempo può:

  • Trasforma in carcinoma;
  • Ottieni più personaggi;
  • Servire la causa della sterilità.

Il regime di trattamento viene selezionato solo dopo l'esame del paziente, che comprende un'ecografia, isteroscopia e altre misure necessarie, simili all'esame per il polipo placentare dopo il parto.

Correzione non chirurgica

La terapia farmacologica può essere sintomatica o restitutiva. Nel primo caso, i medici eliminano gli effetti dei polipi, alleviano la condizione di una donna con sanguinamento, infiammazione.

La terapia farmacologica è anche prescritta come preparazione per il trattamento chirurgico in caso di alcune complicanze.

I seguenti farmaci sono generalmente prescritti:

  • Contenenti ferro - per l'eliminazione della sindrome anemica in base alla storia clinica del paziente;
  • Antinfiammatorio non ormonale - per alleviare il dolore;
  • Antispasmodici - per ridurre gli spasmi muscolari dell'utero;
  • Agenti antibatterici - per prevenire o eliminare i processi infiammatori;
  • Complessi vitaminici, minerali, integratori alimentari - per rafforzare il corpo.

Con sanguinamento intensivo, può essere indicato un profondo tamponamento dell'utero e della vagina con preparazioni speciali.

Fai attenzione! Ci sono casi di auto-amputazione di un polipo dopo un'altra gravidanza e un lavoro indipendente.

Un medico può prendere una tattica di attesa se un polipo formato:

  1. Non causa alcun inconveniente;
  2. Non è la causa dell'aggravamento della condizione dolorosa della donna;
  3. Non contribuisce allo sviluppo di sintomi spiacevoli.

Formazioni polifere nel corpo dell'utero sono comuni.
Ma non tutte le donne sanno quali pericolosi polipi sono nell'utero, quindi spesso ritardano l'inizio del trattamento. Tuttavia, in alcuni casi, un simile approccio può minacciare la salute e persino la vita di una donna.

Se hai rimosso un polipo nell'utero, quando puoi rimanere incinta, scopri qui. In alcuni casi, la gravidanza desiderata può arrivare molto rapidamente.

Trattamento chirurgico

Terapia chirurgica - il metodo principale di trattamento di polipi di qualsiasi localizzazione.

Una base importante per la rimozione di un polipo è il rischio di tumore maligno.

Inoltre, i polipi uterini possono essere l'impulso per lo sviluppo di:

  • infertilità
  • anemia cronica a causa di sanguinamento interno,
  • deterioramento della salute.

I 4 principali metodi per rimuovere i polipi:

  1. I polipi raschianti sono un metodo chirurgico standard per la rimozione di polipi multipli;
  2. Polipectomia endoscopica - rimozione minimamente invasiva con un ciclo speciale seguito da cauterizzazione per piccoli polipi a pedale;
  3. Elettrocoagulazione - cauterization di un polipo, il suo corpo e base;
  4. Cauterizzazione: azoto liquido, laser.

Dopo l'intervento, viene inviato un frammento di polipo per l'esame istologico, necessario per valutare la tipicità delle cellule per l'endocervice.

In caso di alterazioni cancerose nelle strutture polifere, può essere necessario un metodo di correzione radicale: rimozione di un frammento dell'utero o dell'intera cavità (resezione).

Attenzione! Tutte le operazioni, indipendentemente dalla tecnica di esecuzione, comportano l'introduzione dell'anestesia generale, il periodo di recupero e la stretta aderenza a tutte le raccomandazioni del medico.

Complicazioni della poliposi placentare

La mancanza di un trattamento adeguato in caso di sintomi atipici o l'uso inopportuno del farmaco spesso porta a conseguenze indesiderabili. Quasi il 70% delle complicazioni nel periodo postoperatorio è causato dalla colpa della donna e dal mancato rispetto delle sue raccomandazioni mediche.

Inoltre, si sviluppano complicazioni in assenza di trattamento:

  • Infezione generale del sangue dopo l'infezione;
  • Sviluppo dell'endometrite;
  • Disordini del sistema riproduttivo;
  • Violazione dei livelli ormonali;
  • Sviluppo dell'infertilità;
  • Emorragia interna ed esterna.

È importante! Quest'ultima complicazione può portare alla morte del paziente a causa della perdita di sangue. Per risolvere il problema possono essere necessarie trasfusioni di sangue, rimanere nell'unità di terapia intensiva.

In conclusione, proponiamo di guardare il video della rimozione del polipo placentare da parte del rasoio:

La principale prevenzione delle complicanze dei polipi della placenta è l'osservazione tempestiva da parte di un medico. La formazione di polipi dopo un aborto è praticamente indipendente dalla donna, quindi è importante esaminare regolarmente il corpo usando l'ecografia, un esame bimanuale dell'utero. Dopo l'intervento chirurgico, è sufficiente osservare tutte le raccomandazioni mediche, l'igiene dei genitali e il riposo sessuale.

Informazioni sui sintomi di un polipo sull'ovaio nel nostro articolo qui.