Cancro (malattia)

Cancro, carcinoma epiteliale - un tumore maligno (tumore) con la partecipazione principale di tessuto epiteliale di tegumenti o ghiandole. L'epitelio è piatto nel tumore della pelle e cilindrico nel cancro delle mucose occupa spazi rotondi o a forma di fuso, nelle cui aperture si trova la struttura del tessuto connettivo contenente i vasi. L'epitelio penetra nei tessuti del sito di sviluppo del tumore, li penetra, a causa del quale il cancro non ha un bordo tagliente nella forma di una borsa: appare fin dall'inizio come una neoplasia diffusa. Il tumore è diviso in diverse forme. Se la sostanza intermedia, lo stroma, è poco sviluppata o è costituita da tessuto di granulazione e le cellule tumorali sono in uno stato di degenerazione grassa, allora il tumore ha una consistenza morbida. Un liquido lattiginoso, "linfa cellulare", viene rilasciato dalla superficie dell'incisione di tale tumore. Se lo stroma è molto sviluppato - il tumore è denso, nessun succo viene rilasciato dalla superficie dell'incisione. Tra queste forme, il centro è occupato dal cosiddetto cancro ordinario. Dalla natura della degenerazione del tessuto epiteliale si distinguono: tumori reticolari, colloidali e pigmentati. Se lo stroma si sviluppa sulla superficie del tumore sotto forma di papille, allora il cancro si chiama shaggy, con vasi sanguigni ricchi di telangiectasie; con il carattere mucoso dello stroma - mixomatoso e osteoide - con lo stroma del tessuto osteoide. La forma anatomica grossa di cancro è molto diversa: qualche volta nella forma di un polipo, le crescite papillari, poi - un ispessimento piano. Negli organi interni, il cancro è talvolta sotto forma di un nodo limitato, quindi un infiltrato per una distanza considerevole. La crescita del tumore segue il flusso linfatico lungo i vasi linfatici e in parte in profondità; il tumore raggiunge l'osso e cresce in esso. Attraverso i vasi linfatici le ghiandole linfatiche sono infettate; si gonfiano e si trasformano in nodi della stessa struttura del tumore primario. Le ghiandole sono saldate l'una all'altra e ai tessuti circostanti, causando disturbi della circolazione sanguigna e linfatica e della conduzione nervosa (dolore e ristagno) in esse. Attraverso i grandi tronchi linfatici degli inizi della neoplasia, entrano nel letto sanguigno e si diffondono per via embolica, causando lo sviluppo di noduli tumorali secondari (metastasi) nei siti di occlusione - generalizzazione del cancro. Il nodo del cancro primario, diffondendosi in diverse direzioni, passa alla pelle, la fora e un'ulcera cancerogena si forma nel tumore stesso. Allo stesso tempo, la condizione generale del paziente inizia a soffrire e le metastasi negli organi interni sono accompagnate da un disturbo nutrizionale generale più grave - il paziente perde peso, impallidisce, diminuisce l'attività cardiaca, compaiono edemi e il paziente muore per declino dell'attività cardiaca. Il decorso del cancro è generalmente cronico; la malattia può durare per anni. Il decorso della malattia è influenzato da: la struttura del tumore, il posto occupato da esso, il significato fisiologico dell'organo interessato e la distribuzione dei vasi sanguigni in esso, più o meno favorevole per il trasferimento del tumore. I cancri della pelle procedono più lentamente, più radicalmente rimossi dall'intervento e meno probabilità di metastatizzare rispetto ai tumori delle mucose e degli organi interni importanti. La ricchezza del tumore con i vasi sanguigni accelera il decorso della malattia. Delle forme di cancro, il colloide procede più lentamente. In rari casi, il cancro procede molto rapidamente: numerosi nodi si sviluppano in vari organi con febbre, disturbi respiratori e cerebrali e la morte avviene in poche settimane (la cosiddetta carcinomatosi acuta della prostata). Il cancro di solito finisce nella morte; anche nei casi di rimozione chirurgica, il successo a volte è solo temporaneo, dal momento che molti pazienti prima o poi muoiono per cancro degli organi interni; tuttavia, i casi di rimozione radicale del tumore (sulle labbra della bocca, del seno, ecc.) non sono molto rari. L'esito fatale può essere accelerato da qualsiasi complicazione: sanguinamento dovuto alla perforazione della nave, indigestione nel cancro dello stomaco e dell'intestino, lesioni polmonari, ecc. La generalizzazione a volte avviene estremamente rapidamente e violentemente, presentando una grande somiglianza con un miliardo di tubercoli. All'inizio del suo sviluppo, il cancro è indolore e insensibile anche alla pressione, ma poi ci sono forti dolori che causano l'insonnia, spesso non inferiore ai sonniferi. La condizione predisponente per lo sviluppo del cancro è la vecchiaia; il luogo dell'apparenza è influenzato, come causa ausiliaria, da irritazioni meccaniche e chimiche, che agiscono a lungo: il cancro del labbro nei fumatori; l'impurità predispone al cancro del viso. I luoghi per lo sviluppo del cancro della pelle, di solito epiteliale piatto, sono i bordi di varie aperture: bocca, ano, uretra, vagina, nonché luoghi di lesioni precedenti (ustioni, lupus, ecc.). Recentemente, molti aderiscono all'idea che le crescite cancerose sono causate da parassiti della classe delle controversie, ma ci sono anche obiezioni a questo. L'attuale posizione del parassita del cancro non consente di trarre conclusioni definitive.

Trattamento [modifica]

Se la chirurgia radicale è impossibile, sono necessarie cure palliative: rimozione del decadimento ichorotico con un cucchiaio affilato e una medicazione disinfettante. Una recidiva del tumore, se la forza del paziente lo consente, dovrebbe essere rimossa chirurgicamente, poiché ci sono casi noti di un risultato completamente favorevole. Non c'è dubbio sulla possibilità di una cura radicale per il cancro con un coltello. Tra gli altri rimedi proposti per il trattamento del cancro, nessuno di questi dà un vero successo nell'uso sia interno che esterno. Lo stesso con la posizione attuale della domanda dovrebbe essere detto sul trattamento con il succo e l'estratto del facocero (Chelidonium majus).

Cos'è il cancro: i primi segni, sintomi, diagnosi e trattamento

Il cancro è una malattia comune e severamente trattabile. Channel Piter.TV ha deciso di scoprire cos'è il cancro, quali sono i primi segni e sintomi dei tumori maligni, quali sono i modi per diagnosticare loro e quale può essere il trattamento. Tutti i dettagli nel nostro materiale.

Il cancro non è una frase. La cosa principale - il desiderio di combattere. Quando fai una diagnosi non dovresti arrenderti, devi andare avanti e cercare il trattamento necessario. Inoltre, non immergersi nel mondo del placebo e automedicare. La credenza in un miracolo per curare il cancro è certamente importante e aiuta in questa ineguale lotta per la vita, ma non dovresti mettere in ombra la medicina tradizionale. Un trattamento adeguato può essere prescritto solo da un medico qualificato.

È noto che gli oncologi sono contro tutti i tipi di integratori alimentari, erbe, tinture, funghi e altri trattamenti alternativi: i luminari della medicina credono nel potere della scienza. Inoltre, alcune medicine tradizionali possono peggiorare la tua salute. Ad esempio, il succo di pompelmo appena spremuto può bloccare alcuni enzimi contenuti in farmaci anti-cancro. C'era persino un caso nella storia della medicina quando un medico consigliava ai pazienti di curare l'oncologia con la normale soda, perché era sicuro: il cancro è una malattia fungina. Dopo la morte di diversi pazienti, la sua licenza, ovviamente, fu privata. Ma questi casi di trattamento con metodi non tradizionali sono ancora osservati in quantità enormi. Non perdere la testa e contatta solo professionisti qualificati. E ora vediamo cos'è il cancro?

Cancro - che cos'è?

Perché il cancro può portare alla morte?

Il fatto è che le cellule mutate sbagliate, diffondendosi attraverso il corpo, "si depositano" in vari organi, comprimendo e danneggiando i tessuti circostanti. Questo porta alla disfunzione degli organi infetti. Molto spesso, il paziente muore a causa della cessazione del lavoro degli organi vitali.

Cancro (malattia)

Tumore maligno

Il tumore (tumore maligno) è una classe di malattie ampia ed eterogenea in cui un gruppo di cellule mostra una crescita incontrollata, invasione e distruzione dei tessuti circostanti e spesso metastasi, dove le cellule tumorali si diffondono ad altre parti del corpo attraverso il sistema linfatico o attraverso il sangue. Queste tre proprietà maligne del cancro differenziano i tumori maligni da quelli benigni che non crescono in modo incontrollabile, invadono solo gli organi locali, o le metastasi si trovano nei linfonodi regionali di aree distanti del corpo, come il cervello, le ossa, il fegato o altri organi.

I ricercatori dividono le cause del cancro in due gruppi: a causa di fattori esterni, nonché a causa di fattori genetici ereditari. Il cancro è principalmente una malattia esterna, ma la genetica influisce sul rischio di alcuni tipi di cancro [1]. I fattori ambientali comuni che portano al cancro includono: tabagismo, scarsa nutrizione e obesità, infezioni, radiazioni, inattività fisica e inquinamento ambientale. Questi fattori ambientali causano un aumento o una violazione del materiale genetico delle cellule [2]. La riproduzione cellulare è un processo estremamente complesso, che, di regola, è strettamente regolato da diverse classi di geni, tra cui oncogeni e anti-oncogeni. Disturbi ereditati o acquisiti in questi geni regolatori possono portare al cancro. Una piccola percentuale di cancro, circa il 5-10%, è completamente ereditaria.

La presenza di cancro può essere sospettata sulla base di segni e sintomi clinici o dopo l'imaging medico. Una diagnosi definitiva di cancro, tuttavia, richiede l'esame al microscopio di campioni di biopsia. La maggior parte dei tumori può essere curata usando procedure come la chemioterapia, la radioterapia e la chirurgia. La prognosi per la guarigione del cancro dipende in modo significativo dal tipo e dalla posizione del tumore e dal grado della malattia. Anche se il cancro può verificarsi a qualsiasi età, alcuni tipi di cancro sono più comuni nei bambini che negli adulti, il rischio complessivo di sviluppare il cancro aumenta con l'età, fino a circa 80-85 anni. Nel 2007, il cancro ha causato circa il 13% di tutti i decessi umani nel mondo (7,9 milioni di persone). Il numero di malattie aumenta ogni anno [3].

Le descrizioni dei tumori maligni a noi noti si trovano già 2000 anni prima della nostra era nel papiro dell'antico Egitto e nei manoscritti dell'India, e le più complete si trovano in Ippocrate. Nella nuova fase dello studio sui tumori arriva l'invenzione nel microscopio del XIX secolo. I primi ricercatori moderni di tumori credevano che quelle cellule si presentassero accidentalmente nel corpo tra quelle sane [4].

Il contenuto

[modifica] Prevenzione

La prevenzione della malattia contribuisce al rifiuto di cibo affumicato e fritto, sottaceti, cibo in scatola, sottaceti e alcol [5], l'uso di acqua depurata per uso domestico e potabile, uso quotidiano di cibo bollito e stufato, verdure e frutta giallo-verde e arancione, agrumi, crucifere verdure, frutti di bosco, cipolle, aglio, legumi, tè, frutta secca, latticini, frutti di mare, cereali integrali e cereali di crusca, riscaldamento giornaliero [6] e riduzione dello stress.

[modifica] Segni

La malattia si manifesta attraverso secchezza e crepe nella bocca, sulle labbra e sulla lingua, tosse prolungata senza sollievo, sangue nell'espettorato, voce rauca, sanguinamento dei capezzoli, indigestione e difficoltà a deglutire, perdita di peso, debolezza, aumento della fatica e della temperatura, pallore e prurito della pelle, sudorazione, rigonfiamento dei linfonodi, difficoltà nello svuotamento della vescica e dell'intestino, sangue nelle urine, aumento del basso addome, cambiamento del tipo di moli e ferite non cicatrizzate.

[modifica] Trattamento

Secondo la medicina tibetana, il cancro è un'espressione di una malattia molto grave che copre tutto il corpo e pertanto il suo trattamento dovrebbe essere diretto al trattamento dell'intera persona [7].

[modifica] Prospettiva

La rivista scientifica, in primo luogo tra i risultati scientifici più significativi del 2013, ha messo una scoperta nel campo dell'immunoterapia sulle malattie oncologiche. Una nuova tecnica basata sull'attivazione della risposta immunitaria del corpo alle cellule tumorali. Molti scienziati sono convinti che questa scoperta sia la nascita di un paradigma radicalmente nuovo per la terapia del cancro. [8]

Il professor Liping Chen della Yale University of Cancer (USA) nel 2015 osserva che la strategia di trattamento oncologico sarà presto seriamente rivista: grazie al progresso dell'immunoterapia, la chemioterapia andrà in secondo piano [9].

[modifica] Russia

In Russia, 500mila persone si ammalano di cancro ogni anno. Circa 2,5 milioni di pazienti sono registrati con varie malattie del cancro. Die - più di 300 mila all'anno. Dal numero di morti per cancro della Federazione Russa - in primo luogo tra i paesi industrializzati. [10]

[modifica] Ucraina

Secondo le statistiche ufficiali, oltre un milione di persone soffrono di cancro nel paese e circa 140mila si ammalano ogni anno [11]. Secondo gli esperti, nella zona a rischio - ogni 3 ° uomo e ogni 4-5 ° donna [12].

Cancro dalla A alla Z in parole semplici, noi smonteremo senza bufere

Il cancro è un tumore maligno, che ha nella sua struttura cellule mutate, a causa delle quali iniziano a dividersi e moltiplicarsi in modo incontrollabile, e di conseguenza il tumore cresce e infetta i tessuti più vicini e successivamente metastatizza e si diffonde attraverso il sangue a tutte le parti del corpo. Considerare come si sviluppa la malattia, la diagnosi, i sintomi, i tipi e il trattamento del cancro e molto altro ancora.

Cos'è il cancro?

Una sezione in medicina che studia sia le cellule maligne che benigne è chiamata oncologia. Scienziati e medici hanno recentemente scoperto che la causa diretta del cancro è precisamente il cambiamento nei geni all'interno di certe cellule, ma precisamente il codice che è responsabile del processo di divisione. Pertanto, le cellule malate iniziano ad agire secondo le istruzioni sbagliate e crescono molto rapidamente.

Allo stesso tempo, le cellule mutanti stesse sono leggermente modificate, hanno un nucleo più grande e un comportamento completamente diverso. Il nostro sistema immunitario presta attenzione a questo e cerca di fermare questi tentativi rivoluzionari. E se diverse di queste cellule appaiono nel corpo, vengono distrutte. Ma non sempre la risposta immunitaria fa fronte, specialmente in un corpo indebolito con altre malattie.

In questo caso, quando possono verificarsi mutazioni di cellule, tumori benigni - questo non significa che siano di qualche beneficio per il corpo, ma tali tumori non influenzano il tessuto circostante e non sono pericolosi per la vita. Sfortunatamente, ma molto spesso, tali tumori benigni si trasformano in un tumore maligno, che ha già un comportamento pericoloso.

Ogni anno, medici e scienziati sono alla ricerca di nuove e sempre nuove cure. Ma al momento ne vengono usati solo pochi. Sfortunatamente, questi metodi non danno il 100% di possibilità di recupero. E non esiste un'arma chiara contro il cancro.

Ci sono ancora molti fattori da considerare. Innanzitutto, in quale fase è stato scoperto il cancro: prima, meglio è. In secondo luogo, quanto è aggressivo il tumore e quanto velocemente cresce e si sviluppa. Inoltre, i medici hanno bisogno di identificare la neoplasia stessa il più presto possibile, di scoprire il suo stadio, le dimensioni e l'entità del danno ai tessuti più vicini. Così i medici formeranno un quadro completo e saranno in grado di creare una strategia per combattere il nemico del cancro.

Che aspetto ha il cancro? In generale, ha forme diverse, che dipendono dallo stadio e dall'area interessata.

Cosa causa il cancro?

Sfortunatamente, ma alcune prove dirette di quali fattori influenzano l'aspetto di questa malattia non sono ancora state dimostrate. E medici e scienziati, ci sono solo alcune ipotesi e cause della comparsa di cellule maligne.

  • Il fumo ti dà un'enorme quantità di sostanze chimiche che inalate attraverso il fumo. Le sostanze stesse sono di natura mutagena e forniscono una base eccellente per lo sviluppo della malattia.
  • L'alcol colpisce quasi tutti gli organi. È chiaro che tutto dipende dal numero e dalla frequenza di utilizzo.
  • Nutrizione - il cibo con un gran numero di sostanze cancerogene, nitrati, integratori alimentari come E121, E123, alimenti ipercalorici, ti dà l'opportunità di sviluppare malattie sgradevoli nel tuo corpo, e a loro volta può dare il via libera al cancro.
  • Radiazioni: ogni città ha il proprio background di radiazioni e, con un forte aumento della norma in tali città, il cancro è molto più comune che in quelli normali.
  • Ecologia: nelle città con scarsa ecologia e insediamenti situati vicino a piante e fabbriche, le persone si ammalano di cancro più spesso.
  • Il corso sbagliato della terapia ormonale può solitamente portare al cancro della ghiandola prostatica, dell'utero, delle ovaie e delle ghiandole mammarie. Sostanze che influenzano direttamente la crescita di questi organi.
  • HIV - aiuta ad aumentare il numero di virus e batteri che colpiscono il corpo con un sistema immunitario indebolito.

È anche possibile dividere tutti i fattori in fattori interni (farmaci, cibo, ecc.) - 30% ed esterni (ecologia, radiazioni, ecc.) - il 70% di tutti gli effetti sul cancro. Come puoi vedere, i fattori esterni hanno una percentuale piuttosto elevata.

Additivi alimentari nocivi

I fattori della crescita del cancro includono gli additivi alimentari: E12, E 510, E 513U. Praticamente tutti i prodotti che acquisti nei negozi hanno queste sostanze, quindi prima dell'uso è meglio vedere cosa viene usato in questo o quel prodotto.

Come appaiono le cellule tumorali nel corpo?

Nel corpo ci sono un numero enorme di cellule. Ogni cellula svolge il suo lavoro e la sua funzione. Tutte le celle funzionano come un orologio: chiaramente e in base al programma selezionato. Ma anche altri fattori influenzano il corpo: malattie, sostanze chimiche, radiazioni, radiazioni ultraviolette, ecc.

Di conseguenza, una singola cellula sotto l'influenza di condizioni avverse si trasforma in un mutante, cambia la sua forma interna, il danno al DNA si verifica e il programma di azioni per cui la cellula è abituata a lavorare cambia.

Diamo un'occhiata alle cellule sane, come abbiamo già detto, funzionano secondo istruzioni chiare, che sono enunciate nel DNA. Tessuto muscolare, globuli rossi, piastrine, globuli bianchi - tutti svolgono la loro funzione. La vita di una cellula è prescritta nel DNA. Ad esempio, i globuli rossi erogano ossigeno ai tessuti del corpo e vivono per 125 giorni, ma le piastrine che aiutano a intasare varie ferite vivono solo 4 giorni e poi muoiono.

Diamo un'occhiata a tutte le fasi della vita di una cellula sana:

  1. Una cellula nasce e la sua vita futura e il suo lavoro nel corpo sono predeterminati.
  2. Dopo di che, cresce un po 'e sta già iniziando a svolgere funzioni di base.
  3. Inoltre, durante l'intero periodo della vita, la cellula stessa lavora secondo un certo schema.
  4. Poi viene l'invecchiamento cellulare e la morte.

Se una cellula inizia a smussare e a prestare, il corpo immediatamente lo ferma e lo distrugge. Ma succede quando il corpo è debole e incapace di reagire in tempo, queste cellule iniziano a crescere e a trasformarsi in tumori.

Un tumore benigno è un cancro o no? No, non è ancora il cancro. Di solito tali cellule non hanno una natura aggressiva e non interferiscono con il lavoro degli organi e dei tessuti più vicini. Ma questo tumore può in seguito trasformarsi in cancro.

Qual è la differenza tra loro? La crescita benigna cresce lentamente, non entra nei tessuti sani e non li distrugge, è abbastanza facile rimuoverlo chirurgicamente.

Fasi del tumore

  1. Iperplasia - quando le cellule mutate immature iniziano a dividersi casualmente.
  2. Inizialmente, le cellule stesse sono di natura benigna e non danneggiano la salute e i tessuti circostanti. Ma dopo un po 'il tumore entra in uno stadio di displasia.
  3. Le cellule stesse sono fissate ai tessuti più vicini e passano in una nuova fase maligna - malignità.
  4. Una condizione precancerosa è un piccolo numero di cellule maligne che non vanno oltre i confini di un certo tessuto e possono essere sconfitte dall'immunità.
  5. Cancro invasivo - il tumore sta già iniziando a crescere nel tessuto più vicino e cresce rapidamente, mentre aumenta l'aggressività e il tasso di crescita.

Statistiche sul cancro

Neoplasie maligne sono per lo più formate negli anziani dopo 50-60 anni. Naturalmente questo è anche influenzato dal ritmo della vita di una persona e dal suo stato di salute. I tipi più comuni di oncologia:

  1. Lo sviluppo del cancro del polmone.
  2. Cancro al seno
  3. Cancro al colon.
  4. Cancro allo stomaco
  5. Cancro al fegato

Molte persone chiedono: quanti anni ha il paziente dopo la diagnosi e quale percentuale del tasso di sopravvivenza?

Dipende tutto da quale stadio è stato scoperto il cancro stesso e quale carattere ha - aggressivo o meno. Più alto è il livello del cancro, più basso è il tasso di sopravvivenza.

  • Fase 1 70-80%
  • 2 Stage 60-75%
  • Fase 3 35%
  • 4 Stage 5% che il paziente vivrà fino a 5 anni.

Cosa fa morire un uomo di cancro? Fondamentalmente da una combinazione di fattori, quando il tumore cresce così forte da interferire con il lavoro degli organi.

Sintomi di un tumore maligno

Devi capire che i sintomi stessi dipendono dal luogo di sviluppo del tumore stesso nel corpo, così come dal palcoscenico stesso. Spesso, all'inizio, la bestia non si manifesta affatto e siede tranquillamente nella sua tana.

  • Febbre irragionevole - senza altri sintomi, e farmaci e antibiotici non aiutano.
  • Perdita di appetito e peso - quando il tumore inizia a crescere rapidamente e consuma una grande quantità di energia. Produce anche vari prodotti di scarto che avvelenano il corpo.
  • Dolore alla testa, nausea, vomito (forse con sangue) - il tumore avvelena il corpo e aumenta l'intossicazione.
  • Pelle gialla - l'ittero può indicare un danno alle cellule tumorali del fegato.
  • Tosse e mancanza di respiro - le metastasi hanno raggiunto i polmoni e si sono insediate fermamente lì.
  • Debolezza generale e affaticamento rapido: il cancro consuma una grande quantità di energia e forza.
  • Eruzioni cutanee sulla pelle e sulle mucose - spesso si verificano nel cancro della pelle e nel melanoma.

Tipi di cancro

Ogni anno, gli scienziati stanno scoprendo sempre più tipi e tipi di cellule tumorali. Ciò che colpisce è che possono persino adattarsi al tipo di trattamento e non rispondere alla chemioterapia e alle radiazioni.

Cancro (malattia)

Un reindirizzamento dalla pagina Cancer (Disease) è impostato qui. Secondo la terminologia medica generalmente accettata in russo, il cancro significa solo neoplasie maligne dal tessuto epiteliale. Se stai cercando informazioni sulle neoplasie maligne in generale, vedi l'articolo Tumore maligno.

Il carcinoma è un tipo di tumore maligno che si sviluppa dalle cellule del tessuto epiteliale di vari organi (pelle, membrane mucose e molti organi interni) [1].

Il contenuto

Informazioni generali

Una caratteristica comune dei tumori maligni è il loro pronunciato atipismo tissutale (perdita delle cellule della capacità di differenziare con la distruzione della struttura del tessuto da cui il tumore origina), crescita aggressiva con la lesione sia dell'organo stesso che di altri organi vicini, la tendenza alla metastasi, cioè la proliferazione cellulare tumori con corrente di linfa o sangue in tutto il corpo con la formazione di nuovi focolai di crescita del tumore in molti organi lontani dal fuoco primario. In termini di crescita, molti tumori maligni sono superiori ai benigni e, di norma, possono raggiungere dimensioni significative in breve tempo. C'è anche un tipo di tumori maligni localizzanti che crescono con la formazione di infiltrati nello spessore del tessuto, portando alla sua distruzione, ma, di regola, non metastatizzare (basalioma della pelle).

storia

Il cancro è stato descritto per la prima volta nel papiro egiziano circa 1600 g. e. Papiro descrive diverse forme di cancro al seno e riferisce che non esiste una cura per questa malattia. Il nome "cancro" deriva dal termine "carcinoma" introdotto da Ippocrate (460-370 aC), il che significa un tumore maligno con infiammazione perifocale. (Ippocrate ha definito un carcinoma tumorale perché sembra un granchio.) Ha descritto diversi tipi di cancro e ha anche suggerito il termine oncos (greco). Medico romano Avl Cornelius Celsius (Aulus Cornelius Celsius) nell'I. AC. e. Propose di trattare il cancro in una fase iniziale rimuovendo il tumore e, in una fase successiva, di non trattarlo affatto. Ha tradotto la parola greca carcinos in latino (cancro). Galeno ha usato la parola oncos per descrivere tutti i tumori, che ha dato una radice moderna alla parola oncologia.

Il 4 febbraio è la Giornata mondiale contro il cancro, istituita dall'Unione internazionale contro il cancro.

morbosità

L'incidenza di tumori maligni è in costante aumento. Circa 6 milioni di nuovi casi di tumori maligni sono registrati nel mondo ogni anno. La più alta incidenza tra gli uomini è stata osservata in Francia (361 per 100.000 abitanti), tra le donne in Brasile (283,4 per 100.000). Ciò è in parte dovuto all'invecchiamento della popolazione. Va notato che la maggior parte dei tumori si sviluppa nelle persone di età superiore a 50 anni e ogni secondo malato di cancro ha più di 60 anni. La prostata e i polmoni negli uomini e la ghiandola mammaria nelle donne sono più comunemente colpite. La mortalità per cancro prende il secondo posto nel mondo dopo le malattie del sistema cardiovascolare.

Eziologia e patogenesi

Al momento sono noti numerosi fattori che possono innescare meccanismi di carcinogenesi (sostanze o fattori ambientali con questa proprietà sono chiamati cancerogeni).

  • Carcinogeni chimici - questi includono vari gruppi di idrocarburi aromatici policiclici ed eterociclici, ammine aromatiche, composti nitroso, aflatossine e altri (cloruro di vinile, metalli, plastica, ecc.). La loro caratteristica comune è la capacità di reagire con il DNA delle cellule, causando così la loro degenerazione maligna.
  • Carcinogeni di natura fisica: vari tipi di radiazioni ionizzanti (radiazioni α, β, γ, raggi X).
  • Fattori biologici di carcinogenesi: vari tipi di virus (virus di tipo Epstein-Barr (virus di Burkitt, linfoma di Burkitt), papillomavirus umano (cancro del collo dell'utero), virus dell'epatite B e C (cancro del fegato)), che portano nella loro struttura oncogeni specifici che contribuiscono alla modificazione del materiale genetico della cellula con la sua successiva malignità.
  • Fattori ormonali: alcuni tipi di ormoni umani (ormoni sessuali) possono causare una degenerazione maligna del tessuto che è sensibile all'azione di questi ormoni (carcinoma mammario, cancro ai testicoli, cancro alla prostata).
  • Fattori genetici Una delle condizioni che può scatenare lo sviluppo della malattia è l'esofago di Barrett.

In generale, agendo su una cellula, gli agenti cancerogeni causano alcune violazioni della sua struttura e funzione (specialmente il DNA), che è chiamato iniziazione. Una cellula danneggiata acquisisce così un marcato potenziale di malignità. L'esposizione ripetuta a un agente cancerogeno (la stessa che ha causato l'iniziazione, o qualsiasi altra) porta a un'interruzione irreversibile dei meccanismi che controllano la divisione, la crescita e la differenziazione delle cellule, a seguito della quale la cellula acquisisce una serie di abilità che non sono caratteristiche delle cellule normali del corpo - la promozione. In particolare, le cellule tumorali acquisiscono la capacità di divisione incontrollata, perdono la loro struttura specifica e attività funzionale, cambiano la loro composizione antigenica, ecc. La crescita tumorale (progressione tumorale) è caratterizzata da una graduale diminuzione della differenziazione e un aumento della capacità di divisione incontrollata, nonché un cambiamento nella relazione della cellula tumorale - organismo, che porta alla formazione di metastasi. La metastasi si verifica prevalentemente per via linfatica (cioè con flusso linfatico) ai linfonodi regionali, o per via ematogena (con flusso sanguigno) con la formazione di metastasi in vari organi (polmoni, fegato, ossa, ecc.).

Struttura del tumore (carcinoma)

La struttura del carcinoma dipende in gran parte dalle caratteristiche strutturali e funzionali delle cellule degli organi da cui si è sviluppato. Così, dalle cellule in contatto con l'ambiente esterno (l'epitelio della pelle, la mucosa orale, l'esofago, la laringe, il retto), si sviluppa un tumore, costituito da un epitelio squamoso stratificato (tempestoso e non cornea), che si chiama carcinoma a cellule squamose (carcinoma a cellule squamose). Dall'epitelio dei tessuti ghiandolari (ghiandole dei bronchi, ghiandola mammaria, prostata) un tumore della struttura ghiandolare (cancro ghiandolare) - si sviluppa l'adenocarcinoma. Secondo il grado di differenziazione emettono

  • Tumori altamente differenziati
  • Tumori moderatamente differenziati
  • Tumori indifferenziati
  • Tumori indifferenziati

Per tumori altamente differenziati caratterizzati dalla struttura, vicino alla struttura del tessuto da cui è stato formato il tumore. Nel caso di tumori moderatamente e scarsamente differenziati, la somiglianza della struttura del tumore e del tessuto originale diminuisce, viene cancellata. Talvolta l'atipismo cellulare e tissutale di una neoplasia può essere così pronunciato che è quasi impossibile determinare l'appartenenza al tessuto di un tumore (tumori indifferenziati). Di regola, sono caratterizzati da un alto grado di malignità (cioè, la capacità di formare metastasi). A seconda della predominanza di stroma (tessuto connettivo) o parenchima (cellule tumorali) nella struttura tumorale, esiste un semplice tumore in cui lo stroma e il parenchima sono sviluppati nella stessa misura, il tumore midollare, in cui la struttura è dominata dal parenchima e il cancro fibroso (skirr), che è dominato da stroma. Molte cellule tumorali (specialmente con un alto livello di differenziazione) mantengono la funzione del tessuto originale. Pertanto, le cellule di adenocarcinoma (cancro del tessuto ghiandolare) possono produrre muco.

Classificazione TNM

Questa classificazione utilizza la designazione numerica di varie categorie per indicare la diffusione del tumore, nonché la presenza o l'assenza di metastasi locali e distanti.

T - tumore

Dalla parola latina per tumore - un tumore. Descrive e classifica il sito principale del tumore.

  • Tè o t0 - il cosiddetto carcinoma "in situ" - cioè, lo strato basale non invasivo dell'epitelio.
  • T1-4 - vari gradi di focolai Per ciascuno dei corpi c'è una decodifica separata di ciascuno degli indici.
  • Tx - praticamente non usato. Esibita solo nel momento in cui vengono rilevate metastasi, ma l'obiettivo principale non è stato identificato.

N - nodulo

Dal nodulo latino - nodo. Descrive e caratterizza la presenza di metastasi regionali, cioè nei linfonodi regionali.

  • Nx - L'identificazione delle metastasi regionali non è stata condotta, la loro presenza non è nota.
  • N0 - Le metastasi regionali non sono state rilevate durante lo studio per rilevare le metastasi.
  • N1 - Metastasi regionali identificate.

M - metastasi

La caratteristica della presenza di metastasi a distanza, cioè - nei linfonodi distanti, in altri organi, nei tessuti (esclusa la germinazione del tumore).

  • Mx - L'identificazione delle metastasi a distanza non è stata effettuata, la loro presenza non è nota.
  • M0 - Le metastasi a distanza non sono state rilevate durante lo studio per rilevare le metastasi.
  • M1 - Metastasi distanti identificate.

Per alcuni organi o sistemi, vengono applicati parametri aggiuntivi (P o G, a seconda del sistema di organi), che caratterizzano il grado di differenziazione delle sue cellule.

Manifestazioni cliniche

La sintomatologia del cancro dipende principalmente dalla localizzazione del tumore, dal suo tasso di crescita, dalla presenza di metastasi. I sintomi più comuni sono:

  • Cambiamenti nella pelle in un'area limitata sotto forma di gonfiore crescente, circondata da iperemia di confine. Il gonfiore può ulcere, esponendo ulcere profonde che sono insensibili al trattamento.
  • Cambiamenti nel tono della voce, difficoltà nella deglutizione o passaggio del cibo attraverso l'esofago, tosse persistente, dolore al torace o all'addome.
  • Perdita di peso, perdita di appetito, debolezza immotivata, febbre persistente, anemia, indurimento della mammella e sanguinamento dal capezzolo, sanguinamento dalla vescica, difficoltà a urinare, ecc.

diagnostica

Una visita tempestiva al medico, un'accurata analisi della storia, un attento esame del paziente spesso contribuiscono alla scoperta del cancro nelle prime fasi del trattamento. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata all'identificazione delle malattie pretumor (xeroderma pigmentosa, Keir erythroplasia, melanosi di Dubra, poliposi congenita del colon multiplo), la cui presenza coinvolge sia il trattamento che il monitoraggio costante della salute del paziente [2].

trattamento

Il trattamento del cancro dipende dal tipo di tumore, dalla sua posizione, struttura, stadio della malattia in accordo con la classificazione del TNM.

Si distinguono i seguenti tipi di trattamento:

  1. Rimozione chirurgica del tumore con tessuti adiacenti. Efficace per il trattamento di tumori di piccole dimensioni, disponibili per la chirurgia e in assenza di metastasi. Spesso dopo il trattamento chirurgico possono verificarsi tumori ricorrenti.
  2. La radioterapia viene utilizzata per il trattamento di tumori indifferenziati sensibili alle radiazioni. Utilizzato anche per la distruzione locale delle metastasi.
  3. La chemioterapia è usata per trattare il cancro avanzato con farmaci che distruggono o rallentano la crescita delle cellule tumorali.

Al momento, i migliori risultati nel trattamento del cancro si osservano quando si usano metodi combinati di trattamento (chirurgici, radioterapici e chemioterapici) [3].

prospettiva

La prognosi per i pazienti oncologici dipende da molti fattori: individuazione tempestiva del tumore, sua localizzazione, stadio di sviluppo, ecc. Il rilevamento del cancro nelle prime fasi di sviluppo porta solitamente al completo recupero del paziente sotto l'influenza di un trattamento adeguato. La presenza di metastasi comuni, di regola, determina la prognosi sfavorevole.

Fonti e note

  1. ↑ Blokhin N. N., Peterson B. B., Oncologia clinica, M., 1979
  2. ↑ Carter RL Condizioni precancerose, tradotte dall'inglese. M., 1987
  3. ↑ Volosyanko M. I. Metodi tradizionali e naturali di prevenzione e cura del cancro, Aquarium, 1994

Per l'invenzione dei farmaci antitumorali assegnati al premio Nobel.

Cos'è il cancro? Sintomi, stadi e segni di cancro

Cos'è il cancro? Questa domanda riguarda quasi tutte le persone sul pianeta. Anche nel 21 ° secolo, non è stato studiato a fondo e in alcuni casi può essere completamente curato.

Al momento, gli scienziati hanno stabilito circa 100 tipi di cancro. Ognuno di loro ha un certo tipo di cellula, che è in grado, muovendosi attraverso il corpo, di aumentare con grande velocità e infettare organi sani.

Cos'è il cancro? Concetto generale

Il cancro è un termine generale per le malattie oncologiche, caratterizzato dal rapido sviluppo incontrollato di cellule che formano un tumore. Queste neoplasie tendono a crescere di dimensioni e colpiscono organi sani vicini, come il sistema digestivo, circolatorio o nervoso. I medici dividono il tumore in due tipi:

  • Benigna. Di regola, tale educazione non cambia le sue dimensioni e non forma metastasi. Rimosso chirurgicamente e non richiede un trattamento speciale.
  • Maligno. Questo tipo di tumore è considerato il più pericoloso per la vita umana, in quanto può non solo crescere rapidamente nelle dimensioni, ma anche muoversi in tutto il corpo, distruggendo cellule sane. Nelle fasi finali delle metastasi, sono interessati praticamente tutti i sistemi e gli organi vitali. Sfortunatamente, questa condizione è già incurabile al 99%.

C'è un concetto ematologico di cancro, di regola, malattie come la leucemia, la leucemia. Con questa malattia sconvolge il normale funzionamento del sangue. Nel midollo osseo, le esplosioni perdono la loro capacità di degenerare in cellule vitali (eritrociti, piastrine, leucociti e altri) e iniziano ad accumularsi in un unico luogo, il che porta alla formazione di un tumore. Per il trattamento di tali patologie viene utilizzata la chemioterapia, in casi abbastanza gravi, il trapianto di midollo osseo.

Segni e primi sintomi di cancro

Praticamente tutte le malattie oncologiche nelle fasi iniziali vanno via senza sintomi specifici, il che rende il processo di individuazione molto più difficile. Quando una malattia viene trascurata, le possibilità di cura sono abbastanza scarse, quindi è necessario monitorare il tuo corpo con molta attenzione e sottoporsi a esami pianificati in tempo.

Sintomi iniziali del cancro:

  • Perdita di peso acuta.
  • Evento irragionevole di debolezza.
  • Sensazione di rapida stanchezza.
  • La formazione di noduli sulla pelle, sigilli, tumori.
  • Presenza nelle feci e nelle urine di muco, sangue o pus.
  • Mal di testa persistente, vertigini e svenimento.
  • Ferite che guariscono male sul corpo.
  • Distensione addominale e condensazione delle ghiandole mammarie.
  • Una tosse che dura per più di 3 mesi e non può essere curata.
  • Dolore costante negli organi digestivi e nell'uretra.
  • Cambio di voglie e talpe sulla pelle.
  • Aumento della temperatura di 37,0-38,0 ºС per più di 2 settimane.

Naturalmente, questi sintomi non possono essere riconosciuti segni di cancro al 100%, ma il loro aspetto può essere l'impulso per un trattamento tempestivo in un istituto medico.

Classificazione della malattia

Per curare adeguatamente il cancro, i medici devono stabilire lo stadio della malattia. Esistono diversi principi per determinare l'entità di una lesione cancerosa.

  1. Rilevazione della neoplasia primaria e determinazione della sua posizione.
  2. Rilevazione di aree danneggiate e dimensioni del tumore.
  3. La diffusione delle cellule tumorali nei linfonodi.
  4. Determinazione del tipo di differenziazione del tumore - benigna o maligna.
  5. La presenza e il numero di metastasi.

Il quadro clinico delle fasi dello sviluppo del cancro:

Il grado di cancro può essere classificato in base alle dinamiche del processo di sviluppo della lesione e al risultato della malattia.

Secondo questo sistema, la classificazione è divisa in 5 fasi.

È impossibile stabilire l'estensione del processo del cancro a causa della mancanza di informazioni. La definizione è possibile solo dopo la morte del paziente durante l'autopsia.

Determinare lo stadio di sviluppo della malattia è necessario per assegnare il corretto corso del trattamento, nonché per prevedere l'efficacia del suo risultato.

Trattamento del cancro

Prima di procedere con il trattamento del cancro, i pazienti sottoposti a un esame approfondito. Dopo aver ottenuto i risultati, viene effettuata una consultazione dei medici, vengono discussi il tipo di neoplasia e lo stadio della lesione, nonché il trattamento del cancro. Dopo lunghe dispute, un programma specifico viene sviluppato individualmente per ciascun paziente.

Di norma, i principali tipi di trattamento del cancro sono chirurgici, radioterapici, palliativi e chemioterapici. In alcuni casi, questi metodi possono essere combinati tra loro. A seconda dello stadio del tumore e dell'estensione della lesione, il programma sviluppato può essere modificato.

In alcuni casi, quando la malattia progredisce molto rapidamente e non è possibile curarla completamente, viene utilizzata la terapia palliativa. La sua essenza sta nell'alleviare i sintomi, ad esempio sono prescritti farmaci antiemetici e anestetici, con i quali si può semplicemente migliorare le condizioni del paziente.

Speranza per la convalescenza. Previsione dei medici

Le previsioni dei medici riguardo ai pazienti oncologici possono essere favorevoli, per lo più tali conclusioni sono fornite dopo 5 anni, a condizione che non vi siano recidive. Ma c'è anche la possibilità che durante il corso della malattia sorgano alcune complicazioni che hanno un effetto maggiore sul risultato finale deludente.

Di norma, i pazienti oncologici sottoposti a radioterapia e chemioterapia soffrono spesso di sintomi avversi. Sono piuttosto diversi e possono verificarsi sia nella maggior parte delle persone che individualmente.

  • sensazioni di dolore;
  • disturbo del sonno;
  • linfedema;
  • perdita di capelli;
  • peggioramento della conta ematica generale (diminuzione dell'emoglobina, delle piastrine e di altri);
  • malessere (vertigini, tosse, nausea, debolezza, stanchezza);
  • riduzione delle prestazioni del sistema immunitario;
  • mancanza di appetito.

Prevenzione del cancro

La maggior parte dei medici ritiene che sia possibile prevenire l'insorgenza di cancro. Per questo, è necessario che le persone prendano molto seriamente la malattia, si sottopongano a visite mediche puntuali e eliminino completamente alcuni dei fattori nocivi che possono causarle.

Per prima cosa è necessario studiare le informazioni dettagliate su cosa sia il cancro, le sue cause e le sue modalità di prevenzione. Molti medici consigliano di sbarazzarsi delle cattive abitudini (fumare, bere alcolici), di ridurre al minimo l'esposizione al sole, cercare il meno possibile di entrare in contatto con sostanze nocive, se non è possibile eliminarle completamente, osservare tutte le precauzioni.

Tuttavia, ci sono persone geneticamente predisposte a questa malattia, ed è impossibile liberarsene con l'aiuto di droghe. Si raccomanda di essere costantemente sotto la supervisione dei medici, in tempo utile per eseguire la diagnostica e una visita medica completa. È molto importante identificare la malattia nella fase iniziale di sviluppo, e quindi le possibilità di cura sono maggiori.

Cancro al colon

Questa malattia è la più comune. Un tumore si verifica nell'intestino crasso e nella maggior parte dei casi ha una forma maligna. Il cancro dell'intestino può essere innescato da malattie croniche o diete malsane, ci sono anche casi di suscettibilità genetica.

Nelle fasi iniziali dello sviluppo, è possibile osservare l'aspetto di alcuni sintomi:

  • pesantezza allo stomaco;
  • violazione della sedia;
  • costante impulso a svuotarsi;
  • la presenza di sangue nelle feci.

Nella forma avanzata di questa malattia si verificano l'ostruzione intestinale, un ingrossamento del fegato e un accumulo di liquido nella cavità addominale.

Il trattamento principale per il cancro al colon è la chirurgia. I risultati dell'operazione dipendono in gran parte dallo stadio della malattia e dalla dimensione della lesione. Quando viene rilevato un numero elevato di metastasi, viene prescritta una terapia di chemoradiazione.

Cancro ai polmoni

Quando un tumore si forma negli organi respiratori, che può essere rilevato da raggi X o tomografia, i medici diagnosticano il cancro del polmone. Di regola, un tale tumore è maligno e molto rapidamente metastatizza ad altri organi. Esistono due tipi principali di questa malattia: non a piccole cellule e a piccole cellule.

Il carcinoma non a piccole cellule ha 4 fasi di sviluppo:

  • sul primo - il tumore è nel polmone;
  • il 2 ° e il 3 ° - si espande in tutto il petto;
  • il 4 ° si diffonde ad altre parti del corpo.

Il tumore polmonare a piccole cellule si forma direttamente nei tessuti dell'organo. Questa specie ha tre tipi di malattia:

  • combinato cella grande e piccola;
  • cellula di avena;
  • piccola cella mista.

Ognuno di essi può essere distribuito in modi diversi e avere una struttura diversa.

Il cancro del polmone, i principali sintomi della malattia sono tali:

  • debolezza e stanchezza;
  • tosse, mancanza di respiro, respiro sibilante;
  • perdita di peso improvvisa e diminuzione dell'appetito;
  • dolori al petto;
  • gonfiore al collo e alla faccia;
  • tossendo sangue;
  • disfonia.

Il trattamento viene effettuato con l'aiuto della terapia di chemioterapia, tuttavia, i pazienti con una forma a piccole cellule non possono essere curati nel 90% dei casi. Il risultato finale è influenzato da alcuni stadi del cancro, dallo stato dell'organismo e dal sesso del paziente, dal livello di lattato deidrogenasi.

Cancro alla prostata

Il cancro della ghiandola prostatica, o il cancro alla prostata, si verifica solo negli uomini. È abbastanza serio e senza un adeguato trattamento può portare alla morte. Il processo stesso si verifica in fasi, dalla formazione di un tumore alla sua crescita attiva può richiedere più di un decennio, quindi, senza un esame medico per rilevare questa malattia non è possibile.

Per lo più a rischio sono gli uomini di età superiore ai 50 anni, ma ci sono delle eccezioni. Con lo sviluppo della malattia può apparire minzione frequente e abbastanza difficile, e talvolta gli impulsi non si realizzano.

Eredità, stile di vita sedentario, dieta malsana, pesantezza può causare un tumore.

A causa del suo sviluppo molto lento, il cancro alla prostata potrebbe non apparire nella fase attiva fino alla fine della vita.

Pancreas. oncologia

La malattia pancreatica (cancro dell'apparato digerente) è abbastanza comune nel presente. La pancreatite cronica e i fattori ambientali influenzano principalmente la sua insorgenza. È più comune negli uomini più anziani. All'inizio della malattia può apparire ingiallimento della pelle, vomito, debolezza, nausea, dolore persistente alla schiena e all'addome superiore, perdita di peso. Per chiarire la diagnosi, viene effettuata l'ecografia o la fluoroscopia.

Il tumore al pancreas ha diversi tipi di tumori:

  • carcinoide;
  • neuroendocrino;
  • formazione da cellule isolotto.

Nelle prime fasi di un piccolo tumore, è possibile eseguire un'operazione in cui viene rimosso l'intero tumore. Tuttavia, con il suo ulteriore sviluppo, l'intervento chirurgico non è più possibile. In questi casi, il medico ha prescritto radio o chemioterapia, meno terapia ormonale. Con l'aiuto di tale trattamento, la crescita di una crescita maligna viene soppressa, il che rende possibile prolungare e facilitare significativamente la vita del paziente.

Il dolore persistente che si verifica con questa malattia può essere smussato con antidolorifici.

Attualmente, non esiste un trattamento definito che possa guarire completamente il paziente. Tutti i metodi sviluppati, che tengono conto dei segni caratteristici del cancro, sono finalizzati esclusivamente ad alleviare e sospendere temporaneamente la malattia.

Tutti dovrebbero sapere esattamente cos'è il cancro e come combatterlo correttamente. Tale conoscenza aiuterà a prevenire le conseguenze fatali che questa malattia causa.

carcinoma

Un reindirizzamento dalla pagina Cancer (Disease) è impostato qui. Secondo la terminologia medica generalmente accettata in russo, il cancro significa solo neoplasie maligne dal tessuto epiteliale. Se stai cercando informazioni sulle neoplasie maligne in generale, vedi l'articolo Tumore maligno. Nella letteratura in lingua inglese, è generalmente accettato di chiamare il cancro qualsiasi tumore maligno, e un tumore che si sviluppa dal tessuto epiteliale è il carcinoma. La revisione di questo termine in lingua russa potrebbe eliminare numerosi conflitti che si verificano in questo contesto.

Carcinoma (antico greco καρκίνος - "crab", -ωμα da ὄγκωμα - "tumore"), il cancro è un tipo di tumore maligno che si sviluppa dalle cellule del tessuto epiteliale di vari organi (pelle, membrane mucose e molti organi interni).

Informazioni generali

Una caratteristica comune dei tumori maligni è il loro pronunciato atipismo tissutale (perdita delle cellule della capacità di differenziare con la distruzione della struttura del tessuto da cui il tumore origina), crescita aggressiva con danni all'organo e ad altri organi vicini, la tendenza alla metastasi, cioè alla diffusione delle cellule tumorali con il flusso di linfa o sangue in tutto il corpo con la formazione di nuovi focolai di crescita del tumore in molti organi lontani dall'obiettivo principale. In termini di crescita, la maggior parte dei tumori maligni è superiore a quella benigna e, di norma, può raggiungere dimensioni significative in breve tempo. C'è anche un tipo di tumori maligni localizzanti che crescono con la formazione di infiltrati nello spessore del tessuto, portando alla sua distruzione, ma, di regola, non metastatizzare (basalioma della pelle).

Cancro in vari organi

storia

I Neanderthal erano ammalati di cancro anche 120 mila anni fa. Descritto per la prima volta nel papiro egiziano intorno al 1600 aC. e. Papiro descrive diverse forme di cancro al seno e riferisce che non esiste una cura per questa malattia. Il nome "cancro" deriva dal termine "carcinoma" introdotto da Ippocrate (460-370 aC), che denota un tumore maligno con infiammazione perifocale. (Ippocrate ha definito un carcinoma tumorale perché sembra un granchio.) Ha descritto diversi tipi di cancro e ha anche suggerito il termine терминγκος. Medico romano Avl Cornelius Celsius (Aulus Cornelius Celsius) nell'I. AC. e. Propose di trattare il cancro in una fase iniziale rimuovendo il tumore e, in una fase successiva, di non trattarlo affatto. Tradusse la parola greca καρκίνος in latino (cancro). Galeno usò la parola κγκος per descrivere tutti i tumori, che diede la radice moderna alla parola oncologia.

Il 4 febbraio è la Giornata mondiale contro il cancro, istituita dall'Unione internazionale contro il cancro.

morbosità

L'incidenza di tumori maligni è in costante aumento. Circa 6 milioni di nuovi casi di tumori maligni sono registrati nel mondo ogni anno. La più alta incidenza tra gli uomini è stata osservata in Francia (361 per 100.000 abitanti), tra le donne in Brasile (283,4 per 100.000). Ciò è in parte dovuto all'invecchiamento della popolazione. Va notato che la maggior parte dei tumori si sviluppa nelle persone di età superiore a 50 anni e ogni secondo malato di cancro ha più di 60 anni. La prostata e i polmoni negli uomini e la ghiandola mammaria nelle donne sono più comunemente colpite. La mortalità per tumore è al secondo posto nel mondo, dopo le malattie del sistema cardiovascolare.

Eziologia e patogenesi

Al momento sono noti numerosi fattori che possono innescare meccanismi di carcinogenesi (sostanze o fattori ambientali con questa proprietà sono chiamati cancerogeni).

  • Carcinogeni chimici - questi includono vari gruppi di idrocarburi aromatici policiclici ed eterociclici, ammine aromatiche, composti nitroso, aflatossine e altri (cloruro di vinile, metalli, plastica, ecc.). La loro caratteristica comune è la capacità di reagire con il DNA delle cellule, causando così la loro degenerazione maligna.
  • Carcinogeni di natura fisica: vari tipi di radiazioni ionizzanti (radiazioni α, β, γ, raggi X, neutroni veloci), radiazioni ultraviolette, radiazioni a microonde, amianto.
  • Fattori biologici di carcinogenesi: vari tipi di virus (virus di Epstein-Barr (virus di Burkitt), virus del papillomavirus umano (cancro del collo dell'utero), virus dell'epatite B e C (cancro del fegato)), che portano nella loro struttura oncogeni specifici che contribuiscono alla modificazione del materiale genetico della cellula la sua successiva malignità.
  • Fattori ormonali: alcuni tipi di ormoni umani (ormoni sessuali) possono causare una degenerazione maligna del tessuto che è sensibile all'azione di questi ormoni (carcinoma mammario, cancro ai testicoli, cancro alla prostata).
  • Fattori genetici Una delle condizioni che possono scatenare lo sviluppo della malattia è l'esofago di Barrett.

In generale, agendo su una cellula, gli agenti cancerogeni causano alcune violazioni della sua struttura e funzione (specialmente il DNA), che è chiamato iniziazione. Una cellula danneggiata acquisisce così un marcato potenziale di malignità. L'esposizione ripetuta a un agente cancerogeno (la stessa che ha causato l'iniziazione, o qualsiasi altra) porta a un'interruzione irreversibile dei meccanismi che controllano la divisione, la crescita e la differenziazione delle cellule, a seguito della quale la cellula acquisisce una serie di abilità che non sono caratteristiche delle cellule normali del corpo - la promozione. In particolare, le cellule tumorali acquisiscono la capacità di divisione incontrollata, perdono la loro struttura specifica e attività funzionale, cambiano la loro composizione antigenica, ecc. La crescita tumorale (progressione tumorale) è caratterizzata da una graduale diminuzione della differenziazione e un aumento della capacità di divisione incontrollata, nonché un cambiamento nella relazione della cellula tumorale - organismo, che porta alla formazione di metastasi. La metastasi si verifica prevalentemente per via linfatica (cioè con flusso linfatico) ai linfonodi regionali, o per via ematogena (con flusso sanguigno) con la formazione di metastasi in vari organi (polmoni, fegato, ossa, ecc.).

Struttura del tumore (carcinoma)

La struttura del carcinoma dipende in gran parte dalle caratteristiche strutturali e funzionali delle cellule degli organi da cui si è sviluppato. Così, dalle cellule in contatto con l'ambiente esterno (l'epitelio della pelle, la mucosa orale, l'esofago, la laringe, il retto), si sviluppa un tumore, costituito da un epitelio squamoso stratificato (tempestoso e non cornea), che si chiama carcinoma a cellule squamose (carcinoma a cellule squamose).

Dall'epitelio dei tessuti ghiandolari (ghiandole dei bronchi, ghiandola mammaria, prostata) un tumore della struttura ghiandolare (cancro ghiandolare) - si sviluppa l'adenocarcinoma.

Secondo il grado di differenziazione emettono:

  • Tumori altamente differenziati
  • Tumori moderatamente differenziati
  • Tumori indifferenziati
  • Tumori indifferenziati

Per tumori altamente differenziati caratterizzati dalla struttura, vicino alla struttura del tessuto da cui è stato formato il tumore. Nel caso di tumori moderatamente e scarsamente differenziati, la somiglianza della struttura del tumore e del tessuto originale diminuisce, viene cancellata. Talvolta l'atipismo cellulare e tissutale di una neoplasia può essere così pronunciato che è quasi impossibile determinare l'appartenenza al tessuto di un tumore (tumori indifferenziati). Di regola, sono caratterizzati da un alto grado di malignità (cioè, la capacità di formare metastasi).

A seconda della predominanza di stroma (tessuto connettivo) o parenchima (cellule tumorali) nella struttura tumorale, esiste un semplice tumore in cui lo stroma e il parenchima sono sviluppati nella stessa misura, il tumore midollare, in cui la struttura è dominata dal parenchima e il cancro fibroso (skirr), che è dominato da stroma.

Molte cellule tumorali (specialmente con un alto livello di differenziazione) mantengono la funzione del tessuto originale. Pertanto, le cellule di adenocarcinoma (cancro del tessuto ghiandolare) possono produrre muco.

Classificazione TNM

Questa classificazione utilizza la designazione numerica di varie categorie per indicare la diffusione del tumore, nonché la presenza o l'assenza di metastasi locali e distanti.

T - tumore

Dalla parola latina per tumore - un tumore. Descrive e classifica il sito principale del tumore.

  • T0 - il tumore non è clinicamente determinato.
  • Tè - il cosiddetto carcinoma "in situ" ("cancer in place") - cioè, lo strato basale non germinativo dell'epitelio.
  • T1-4 - vari gradi di focolai Per ciascuno dei corpi c'è una decodifica separata di ciascuno degli indici.
  • Tx - praticamente non usato. Esibita solo nel momento in cui vengono rilevate metastasi, ma l'obiettivo principale non è stato identificato.

N - nodulo

Dal nodulo latino - nodo. Descrive e caratterizza la presenza di metastasi regionali, cioè nei linfonodi regionali.

  • Nx - L'identificazione delle metastasi regionali non è stata condotta, la loro presenza non è nota.
  • N0 - Le metastasi regionali non sono state rilevate durante lo studio per rilevare le metastasi.
  • N1-3 - Metastasi regionali identificate.

M - metastasi

La caratteristica della presenza di metastasi a distanza, cioè - nei linfonodi distanti, in altri organi, nei tessuti (esclusa la germinazione del tumore).

  • Mx - L'identificazione delle metastasi a distanza non è stata effettuata, la loro presenza non è nota.
  • M0 - Le metastasi a distanza non sono state rilevate durante lo studio per rilevare le metastasi.
  • M1 - Metastasi distanti identificate.

Per alcuni organi o sistemi, vengono applicati parametri aggiuntivi (P o G, a seconda del sistema di organi), che caratterizzano il grado di differenziazione delle sue cellule.

Manifestazioni cliniche

La sintomatologia del cancro dipende principalmente dalla localizzazione del tumore, dal suo tasso di crescita, dalla presenza di metastasi. I sintomi più comuni sono:

  • Cambiamenti nella pelle in un'area limitata sotto forma di gonfiore crescente, circondata da iperemia di confine. Il gonfiore può ulcere, esponendo ulcere profonde che sono insensibili al trattamento.
  • Cambiamenti nel tono della voce, difficoltà nella deglutizione o passaggio del cibo attraverso l'esofago, tosse persistente, dolore al torace o all'addome.
  • Perdita di peso, perdita di appetito, debolezza immotivata, febbre persistente, anemia, indurimento della ghiandola mammaria e scarico del capezzolo sanguinante, sanguinamento dalla vescica, difficoltà a urinare, ecc.

diagnostica

Una visita tempestiva al medico, un'accurata analisi della storia, un attento esame del paziente spesso contribuiscono alla scoperta del cancro nelle prime fasi del trattamento. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata all'identificazione delle malattie pretumore (xeroderma pigmentosa, eritroplasia di Keir, melanosi di Dubra, poliposi del colon multiplo congenita), la cui presenza comporta sia un trattamento che un monitoraggio costante della salute del paziente. Tutti i metodi diagnostici disponibili sono utilizzati per rilevare un tumore, ad esempio:

  • Esame fisico del paziente
  • Radiografia, tomografia computerizzata, risonanza magnetica (MRI)
  • Esami del sangue generali, biochimici, rilevazione di marcatori tumorali nel sangue
  • Puntura, biopsia con ricerca morfologica
  • Endoscopia (endoscopia, cistoscopia, broncoscopia, ecc.)

trattamento

Il trattamento del cancro dipende dal tipo di tumore, dalla sua posizione, struttura, stadio della malattia in accordo con la classificazione del TNM.

Si distinguono i seguenti tipi di trattamento:

  1. Rimozione chirurgica del tumore con tessuti adiacenti. Efficace per il trattamento di tumori di piccole dimensioni, disponibili per la chirurgia e in assenza di metastasi. Spesso dopo il trattamento chirurgico possono verificarsi tumori ricorrenti.
  2. La radioterapia viene utilizzata per il trattamento di tumori indifferenziati sensibili alle radiazioni. Utilizzato anche per la distruzione locale delle metastasi.
  3. La chemioterapia viene utilizzata per trattare vari tumori, spesso avanzati, utilizzando farmaci citotossici, farmaci ormonali / antiormonali, farmaci immunitari, preparati enzimatici, antibiotici anti-tumorali e altri farmaci che distruggono o rallentano la crescita delle cellule tumorali.
  4. La terapia genica è il metodo di trattamento più moderno, la cui essenza è influenzare il sistema STAT (trasduzione del segnale e attivatore della trascrizione) e altri sistemi, regolando in tal modo il processo di divisione cellulare.
  5. La terapia con neutroni è un nuovo metodo di trattamento di un tumore, simile alla radioterapia, ma diverso da quello in cui i neutroni vengono usati al posto delle radiazioni convenzionali. I neutroni penetrano in profondità nei tessuti tumorali che hanno assorbito, ad esempio, il boro e li distruggono senza danneggiare i tessuti sani in contrasto con la radioterapia. Questa terapia ha mostrato un'alta percentuale di recupero completo nel trattamento dei tumori, pari al 73,3% anche in uno stadio avanzato. Secondo i dati dell'inizio del 2011, ci sono 2 centri per il trattamento delle malattie oncologiche con terapia con neutroni nella Federazione Russa.
  6. Immunoterapia. Il sistema immunitario cerca di distruggere il tumore. Tuttavia, a causa di una serie di motivi, spesso non è in grado di farlo. L'immunoterapia aiuta il sistema immunitario a combattere il tumore, causandone l'attacco più efficace o rendendo il tumore più sensibile. Il vaccino di William Koli, così come la versione vaccinale di picibanil, è efficace nel trattamento di alcune forme di neoplasie stimolando l'attività delle cellule natural killer e la produzione di un certo numero di citochine, come il fattore di necrosi tumorale e l'interleuchina-12.

Al momento, i migliori risultati nel trattamento del cancro si osservano quando si usano metodi combinati di trattamento (chirurgici, radioterapici e chemioterapici).

Una direzione promettente nel trattamento sono metodi di effetti locali sui tumori, come la chemioembolizzazione.

Supporto psicologico

prospettiva

La prognosi per i pazienti oncologici dipende da molti fattori: individuazione tempestiva del tumore, sua localizzazione, stadio di sviluppo, livello di assistenza medica nel paese (regione), ecc. Il rilevamento del cancro nelle prime fasi di sviluppo porta solitamente al completo recupero del paziente sotto l'influenza di adeguati trattamento. La presenza di metastasi comuni, di regola, determina la prognosi sfavorevole.