Cancro uterino: come riconoscere la malattia in una fase precoce, i metodi e l'efficacia del trattamento

Il cancro del corpo dell'utero, o carcinoma dell'endometrio, occupa il primo posto in termini di incidenza tra le malattie oncologiche. In Russia, ogni anno vengono rilevati fino a 16.000 nuovi casi di malattia e il numero di casi è in costante aumento.

La patologia colpisce principalmente le donne dopo 60 anni, ma può verificarsi in giovane età. Circa il 40% dei pazienti si ammala prima della menopausa. Nell'ultimo decennio, l'incidenza delle donne di età inferiore ai 29 anni è in aumento al tasso più alto.

Il tumore è accompagnato dalla rapida comparsa di sintomi che inducono una donna a consultare un medico. Ciò porta al fatto che fino al 90% dei casi di tumore uterino sono diagnosticati in una fase iniziale, il che migliora significativamente la prognosi.

Cause e fattori di rischio

Con molte patologie tumorali, la causa esatta della loro comparsa è sconosciuta. Questo vale anche per il cancro uterino. La patologia è considerata una "malattia della civiltà" che si verifica sotto l'influenza di condizioni esterne avverse, abitudini alimentari e stile di vita.

Fattori che predispongono al cancro dell'utero:

  • primi periodi tardivi;
  • menopausa solo dopo 55 anni;
  • anovulazione prolungata;
  • sterilità endocrina;
  • ovaio policistico e tumore ormone attivo di questi organi (carcinoma del Brenner);
  • l'obesità;
  • diabete mellito;
  • uso a lungo termine di ormoni estrogeni senza combinazione con gestageni;
  • trattamento con farmaci anti-estrogeni (Tamoxifene);
  • mancanza di sesso o gravidanza;
  • casi di malattia in parenti stretti.

Il cancro endometriale dell'utero si verifica sullo sfondo di un complesso squilibrio ormonale, il metabolismo dei grassi e dei carboidrati.

Principali tipi patogenetici della malattia:

  • ormone-dipendente (nel 70% dei pazienti);
  • Autonoma.

Nella prima variante, i disturbi dell'ovulazione in combinazione con l'obesità o il diabete portano ad una maggiore produzione di estrogeni. Agendo sullo strato uterino interno - l'endometrio, gli estrogeni causano una migliore riproduzione delle sue cellule e della loro iperplasia - un aumento delle dimensioni e dei cambiamenti nelle proprietà. A poco a poco, l'iperplasia acquisisce un carattere maligno, sviluppandosi in cancro precanceroso e uterino.

Il cancro dell'utero dipendente dall'ormone è spesso combinato con un tumore dell'intestino, della mammella o dell'ovaio, nonché con l'ovaio sclerocistico (sindrome di Stein-Leventhal). Un tale tumore cresce lentamente. È sensibile ai progestinici e ha un andamento relativamente favorevole.

Segni che aumentano il rischio di cancro ormone-dipendente:

  • infertilità, menopausa tardiva, sanguinamento anovulatorio;
  • cisti ovariche follicolari e processi iperplastici in esse (tekomatoz);
  • l'obesità;
  • trattamento anormale con estrogeni, adenoma surrenalico o cirrosi epatica, che provoca alterazioni ormonali.

La variante autonomica si sviluppa più spesso nelle donne in postmenopausa con atrofia ovarica ed endometriale. La dipendenza ormonale è assente. Il tumore è caratterizzato da un decorso maligno, che si diffonde rapidamente nei tessuti e attraverso i vasi linfatici.

Esiste una teoria genetica del cancro, secondo cui le mutazioni cellulari sono programmate nel DNA.

I principali stadi della formazione di tumori maligni dell'utero:

  • mancanza di ovulazione e aumento dei livelli di estrogeni sotto l'influenza di fattori provocatori;
  • sviluppo di processi in background - polipi e iperplasia endometriale;
  • lesioni precancerose - atipia con iperplasia delle cellule epiteliali;
  • cancro preinvasivo che non penetra nella mucosa;
  • minima penetrazione nel miometrio;
  • forma pronunciata.

classificazione

Il cancro del corpo dell'utero è classificato in base alla dimensione del tumore, alla sua penetrazione nello strato muscolare, alla crescita negli organi circostanti, al danno ai linfonodi e alla presenza di metastasi a distanza. Utilizzato come una definizione dello stadio secondo il sistema TNM, e secondo la classificazione della Federazione Internazionale degli Ostetrici-Ginecologi (FIGO).

Un tumore che non si estende oltre l'endometrio è chiamato preinvasivo. È indicato come carcinoma in situ, Tis o stadio 0.

Ci sono 4 fasi del cancro uterino

1. Il tumore colpisce solo il corpo dell'utero:

  • endometrio (T1a o IA);
  • miometrio a metà della profondità (T1b o IB);
  • più della metà della profondità del miometrio (T1c o IC).

2. Le cellule maligne si trovano nel collo:

  • solo nello strato ghiandolare (T2a o IIA);
  • il tumore penetra negli strati profondi della cervice (T2b o IIB).

3. Il tumore passa alla vagina, appendici o linfonodi:

  • lesione dello strato sierico esterno dell'utero e / o appendici (T3a o IIIA);
  • diffondere alla vagina (T3b o IIIB);
  • ci sono metastasi nei linfonodi pelvici o quasi aortici (N1 o IIIC).

4. Cancro dell'utero 4 gradi con metastasi:

  • nella vescica o nel retto (T4 o IVA);
  • ai polmoni, al fegato, alle ossa, ai linfonodi distanti (M1 o IVB).

Inoltre, ci sono diversi gradi di differenziazione delle cellule tumorali: da G1 (alto grado di maturità cellulare) a 3 (tumore scarsamente differenziato). Più è pronunciata la differenziazione, più lenta è la crescita del tumore e minore è la probabilità di metastasi. Con il cancro scarsamente differenziato, la prognosi peggiora.

A seconda della struttura microscopica, si distinguono questi tipi di tumore morfologico:

  • adenocarcinoma;
  • cella luminosa;
  • squamose;
  • cellula ghiandolare;
  • sierosa;
  • muzinozny;
  • indifferenziata.

Il tipo morfologico determina in gran parte la malignità. Quindi, il decorso del cancro indifferenziato è sfavorevole e, con un tumore a cellule squamose, la probabilità di guarigione è piuttosto alta.

La neoplasia può svilupparsi esofitica (nel lume dell'utero), endofitica (nello spessore della parete muscolare) o avere un carattere misto.

Tumore localizzato nel fondo e nel corpo dell'utero, nel suo segmento inferiore, il tumore è meno comune.

sintomi

Spesso il paziente si rivolge al medico quando ha i primi segni di cancro uterino nelle fasi iniziali. Prima di tutto, è un sanguinamento irregolare da giovani donne che non coincide con il ciclo mestruale. Nelle donne in postmenopausa appare il sanguinamento uterino. Nei pazienti giovani, ci sono bianchi brillanti.

Il sanguinamento si verifica non solo nel cancro dell'endometrio, ma anche in molte altre malattie. Questo è associato a difficoltà nella diagnosi precoce della malattia, specialmente nelle giovani donne. Possono essere osservati per un lungo periodo di sanguinamento uterino disfunzionale.

Altri sintomi del cancro dell'utero compaiono negli stadi successivi. Con l'accumulo di sangue nella cavità del dolore del corpo nell'addome inferiore. Il dolore prolungato si verifica quando un tumore cresce in appendici e si diffonde attraverso il peritoneo.

Le abbondanti secrezioni acquose o mucose nel cancro uterino sono caratteristiche delle donne anziane.

Con la sconfitta della vescica può essere aumentata la minzione dolorosa. Se il retto è coinvolto, ci sono costipazione, dolore durante le feci, sangue nelle feci.

Segni comuni di oncopatologia: debolezza, deterioramento della capacità lavorativa, nausea, mancanza di appetito, perdita di peso.

Quanto è veloce il cancro uterino?

Con un alto grado di differenziazione, il tumore cresce lentamente per diversi anni. Le forme a bassa differenziazione hanno un alto tasso di riproduzione delle cellule maligne. In questo caso, un tumore clinicamente espresso può svilupparsi entro pochi mesi.

metastasi

La diffusione delle cellule tumorali è possibile attraverso il sistema linfatico, i vasi sanguigni e il peritoneo.

Le metastasi linfogene sono eseguite nei linfonodi pelvici (regionali) più vicini. Nella fase iniziale e alta differenziazione (G1-G2), la probabilità di danni ai linfonodi non supera l'1%. Se le cellule tumorali invadono il miometrio, il rischio di metastasi aumenta al 6%. Se il tumore colpisce una vasta area, penetra in profondità nella parete uterina o si diffonde alla cervice, le metastasi nei linfonodi si trovano nel 25% dei pazienti.

Metastasi ematogena si verifica in seguito. Attraverso i vasi sanguigni, le cellule tumorali entrano nei polmoni, nelle ossa e nel fegato.

Le metastasi di impianto si verificano sul peritoneo e l'omento durante la germinazione dello strato esterno dell'utero e la sconfitta delle tube di Falloppio.

diagnostica

Non vengono effettuati studi di screening per l'individuazione precoce dell'istruzione. Si ritiene che per il riconoscimento tempestivo devono essere osservati solo ogni anno dal ginecologo.

L'analisi per i marcatori tumorali, la più comune delle quali è considerata CA-125, di solito non viene eseguita. È considerato un metodo aggiuntivo per valutare l'efficacia del trattamento e la diagnosi precoce delle recidive.

Il metodo di diagnosi più semplice è l'aspirazione del contenuto dell'utero con una siringa speciale e l'esame istologico (biopsia di aspirazione). In una fase iniziale, il contenuto informativo di questo metodo non supera il 36%, con un tumore comune, i suoi segni sono presenti nel 90% dei pazienti. Per aumentare la precisione della ricerca può essere effettuato ripetutamente. La biopsia di aspirazione non richiede l'espansione del canale cervicale e viene eseguita su base ambulatoriale.

Diagnosi strumentale del cancro uterino:

  • Ultrasuoni degli organi pelvici: lo spessore endometriale nelle donne in postmenopausa non deve superare i 4 mm.
  • Isteroscopia con biopsia della zona sospetta dell'endometrio e suo esame microscopico.

Per determinare la prevalenza del tumore e dei linfonodi, viene eseguita la risonanza magnetica del bacino. A differenza degli ultrasuoni, il metodo aiuta a chiarire la condizione dei linfonodi nell'82% dei pazienti.

La radiografia dei polmoni viene necessariamente eseguita per escludere metastasi in essi.

Il cancro uterino è visto su un'ecografia?

I dati dell'ecografia dell'utero dovrebbero avvisare il medico se un aumento di M-eco (spessore endometriale) superiore a 4 mm è registrato nelle donne anziane o 10-16 mm nei pazienti prima della menopausa.

Quando il valore di M-eco è superiore a 12 mm, la biopsia di aspirazione è prescritta nelle giovani donne. Se questo valore è 5-12 mm - eseguire l'isteroscopia e la biopsia mirata (prelevando materiale da un'area sospetta).

Quando un tumore viene rilevato dagli ultrasuoni, è possibile determinare:

  • la dimensione e i contorni dell'utero;
  • struttura del miometrio;
  • la posizione del tumore;
  • profondità di germinazione nel miometrio;
  • danno ad os, ovaie e linfonodi interni.

Ulteriori informazioni sono fornite dalla mappatura color Doppler - un esame ecografico dei vasi sanguigni, che consente di valutare la velocità e l'intensità del flusso sanguigno nei vasi dell'utero e la lesione tumorale.

L'isteroscopia è il metodo diagnostico più importante, che consente di valutare la gravità e la prevalenza del tumore e di prendere il materiale per l'analisi istologica.

Se si sospetta il cancro dell'utero, deve essere eseguito un curettage diagnostico separato delle pareti del canale cervicale e dell'endometrio.

Come determinare il cancro uterino con una dimensione minima della lesione?

Un metodo moderno per rilevare le prime fasi del cancro dell'endometrio - diagnostica fluorescente. Le sostanze speciali che si accumulano selettivamente nelle cellule tumorali vengono iniettate nel corpo. Quando la superficie interna dell'utero viene irradiata con un laser, queste sostanze iniziano a brillare. Ciò consente di vedere i punti focali del tumore fino a 1 mm e di effettuare una biopsia mirata. In una fase iniziale, la sensibilità di una tale diagnosi raggiunge l'80%.

Infine, la diagnosi è confermata in base al curettage dell'utero. Se il tumore si trova nella parte superiore del corpo, è riconosciuto nel 78% dei casi, e in caso di lesione diffusa - nel 100% dei casi.

Il cancro uterino deve essere differenziato da tali malattie:

trattamento

Se a una donna è stato diagnosticato un tumore maligno del sistema riproduttivo, il paziente deve essere visto da un oncoginecologo.

Il trattamento del cancro uterino si basa su varie combinazioni dei tre metodi:

  1. Operazione.
  2. L'irradiazione.
  3. Terapia con sostanze medicinali.

Il principale metodo di trattamento eseguito in qualsiasi stadio della malattia è la rimozione dell'utero con appendici. Se c'è un tumore scarsamente differenziato o penetra profondamente nello strato muscolare dell'organo, vengono rimossi anche i linfonodi pelvici, che possono avere metastasi.

L'operazione viene eseguita nel 90% delle donne con una fase iniziale della malattia. Il resto è controindicato a causa di gravi comorbidità. Lo sviluppo di nuovi metodi di intervento chirurgico consente di ampliare le possibilità del trattamento chirurgico.

Se il tumore non penetra più in profondità di 3 mm, può essere rimosso mediante ablazione ("cauterizzazione") durante l'isteroscopia. Quindi puoi salvare il corpo. Tuttavia, la probabilità di una rimozione incompleta della lesione è piuttosto elevata, quindi dopo tale trattamento è necessario un monitoraggio regolare da parte di un oncologo in un istituto specializzato.

La radioterapia per il cancro dell'utero come metodo di trattamento indipendente è usata raramente, solo quando è impossibile rimuovere un organo. Il più delle volte, l'irradiazione viene effettuata dopo l'intervento chirurgico (radioterapia adiuvante) al fine di distruggere le cellule tumorali rimanenti.

Questa combinazione è mostrata nei seguenti casi:

  • germinazione profonda della nuova colonizzazione nel miometrio;
  • diffondendosi al canale cervicale e alla cervice;
  • metastasi linfonodali;
  • tumore scarsamente differenziato o non-endometriale.

Moderni metodi di trattamento: radioterapia - IMRT e brachiterapia. Il metodo IMRT prevede l'irradiazione mirata del tumore con danni minimi ai tessuti circostanti. La brachiterapia è l'introduzione di speciali sostanze radioattive che agiscono direttamente sulle cellule tumorali nel neoplasma della neoplasia.

Con il precancro dell'endometrio nelle giovani donne, è possibile la terapia ormonale con progestinici. Questi ormoni bloccano l'effetto attivante sul tumore estrogeno, impedendone l'ulteriore crescita. Gli ormoni sono usati per il cancro avanzato (disseminato), così come per la sua ricorrenza. La loro efficacia non supera il 25%.

In una fase iniziale, l'assunzione di ormoni secondo un certo schema dura circa un anno. L'efficacia della terapia è monitorata con una biopsia. Con un risultato favorevole, un normale ciclo mestruale viene ripristinato nei successivi 6 mesi. Nella successiva gravidanza normale è possibile.

La chemioterapia è prescritta per tumore uterino di basso grado e tumori non endometriotici, tumori disseminati e recidivanti, se il tumore non risponde agli effetti dei gestageni. È un palliativo, cioè volto a ridurre i sintomi gravi causati da un tumore, ma non cura la malattia. Farmaci usati dai gruppi di antracicline, taxani, derivati ​​del platino. La chemioterapia postoperatoria (adiuvante) non è prescritta.

A casa, una donna ha bisogno di più riposo. L'ambiente deve proteggerla dallo stress emotivo. La nutrizione per il cancro dell'utero è piena, varia, ad eccezione dei carboidrati raffinati (zucchero), la restrizione dei grassi animali, cibi fritti e in scatola, spezie, cioccolato e altri prodotti irritanti. I prodotti lattiero-caseari e gli alimenti vegetali sono molto utili.

Si ritiene che alcune piante contribuiscano a far fronte al tumore o migliorare il benessere del paziente:

Trattamento tattico a seconda del livello

La domanda su come curare il cancro uterino viene decisa dal medico dopo un'attenta analisi di tutte le informazioni diagnostiche ottenute. Dipende in gran parte dallo stadio del tumore.

Nel cancro del 1 ° grado (stadio), viene utilizzata la rimozione completa dell'utero e delle appendici (isterectomia totale e annessectomia).

Tale operazione viene eseguita quando sono soddisfatte tutte le seguenti condizioni:

  • differenziazione del tumore moderata e alta;
  • l'educazione occupa meno della metà della cavità d'organo;
  • profondità di germinazione miometriale inferiore al 50%;
  • nessun segno di tumore che si diffonde attraverso il peritoneo (non sono state trovate cellule tumorali nei lavaggi peritoneali).

Se la profondità di penetrazione nello strato muscolare è superiore alla metà del suo spessore, la radioterapia intravaginale viene prescritta dopo l'operazione.

In tutti gli altri casi, la rimozione degli organi genitali è completata dall'asportazione dei linfonodi pelvici e in alcuni casi dei linfonodi paraortici. Nodi localizzati vicino all'aorta, perforati durante l'operazione e conducono un esame istologico urgente. Secondo i suoi risultati, si decide di rimuovere queste formazioni.

Dopo l'intervento chirurgico, viene utilizzata l'irradiazione. Se la chirurgia non è possibile, viene utilizzata solo la radioterapia, ma l'efficacia di tale trattamento è inferiore.

La terapia ormonale allo stadio 1 non è utilizzata.

In caso di tumore di 2 ° grado, al paziente viene mostrata la rimozione dell'utero, appendici, linfonodi pelvici (a volte paraaortici) e radioterapia postoperatoria. L'irradiazione è effettuata secondo lo schema combinato: intravaginale e remoto.

Per il cancro di grado 3 vengono eseguiti trattamenti combinati chirurgici e radioterapici. Se il tumore è cresciuto nelle pareti del bacino, la sua rimozione completa è impossibile. In questo caso, la radioterapia è prescritta dalla vagina e da remoto.

Se la radioterapia e la chirurgia sono controindicate, il trattamento dipende dalla sensibilità ormonale del tumore: sono prescritti sia i progestinici che i farmaci chemioterapici.

Per i tumori di grado 4, la chemioterapia palliativa viene utilizzata in combinazione con ormoni. Queste sostanze aiutano a distruggere le metastasi a distanza del cancro in altri organi.

La recidiva della neoplasia viene anche trattata con l'uso di ormoni e chemioterapia. Alla messa a fuoco ripetuta, situata nella pelvi, viene eseguita la radioterapia palliativa. Le recidive si verificano più spesso durante i primi 3 anni dopo il trattamento. Si trovano principalmente nella vagina, nei linfonodi e negli organi distanti.

Cancro dell'utero e gravidanza

Durante la gravidanza, i cambiamenti patologici sono quasi impossibili da riconoscere. La crescita di tumore durante gestazione è il più spesso non osservata. Tuttavia, il cancro uterino durante la gravidanza può essere accompagnato da aborto spontaneo, distacco della placenta, morte del feto e grave sanguinamento. In questi casi, viene eseguita una consegna di emergenza, seguita da estirpazione dell'utero.

Nel caso in cui una giovane donna abbia subito un ciclo completo di trattamento con un buon effetto, potrebbe avere una gravidanza in futuro. Per ripristinare la fertilità, i medici prescrivono corsi di terapia ormonale che ripristinano la normale funzione riproduttiva.

Quanti vivono con il cancro dell'utero?

Dipende dallo stadio di individuazione della malattia e dalla sensibilità agli ormoni. Con la variante ormone-dipendente, l'85-90% dei pazienti vive per 5 anni o più. Con una forma autonoma nelle donne anziane, questa percentuale è del 60-70%. Tuttavia, nella terza fase di qualsiasi forma, l'aspettativa di vita di oltre 5 anni è registrata in un terzo dei pazienti e al 4 ° stadio - solo nel 5% dei casi.

Malattie del corpo e della cervice nelle donne

La patologia ginecologica è un problema reale della medicina moderna. In effetti, molte malattie diventano un ostacolo alla realizzazione della funzione naturale del corpo femminile - il riproduttivo. Altri, sebbene non abbiano un impatto significativo sulla capacità di concepire e generare un figlio, ma comportano una diminuzione della qualità della vita o sono associati ad un alto rischio per la salute.

Un posto centrale tra la patologia femminile è assegnato alle malattie del corpo e della cervice. Questo organo è il principale nel campo ginecologico. È grazie all'utero che la funzione mestruale e la gravidanza stessa sono possibili. Pertanto, la sua patologia richiede attenzione, diagnosi completa e trattamento di qualità.

Cause e meccanismi

Le malattie della sfera ginecologica possono avere origini diverse. I processi patologici sono mediati da cambiamenti locali nell'organo o da disturbi generali. Nel primo caso, possiamo parlare di infiammazione infettiva, danni traumatici o anomalie strutturali. Ma molta più importanza viene data ai disturbi della regolazione neuroumorale, dei processi immunitari e metabolici nel corpo della donna. Pertanto, le malattie dell'utero e della cervice sono il risultato delle seguenti condizioni:

  1. Infezioni (batteriche, virali, fungine, protozoi).
  2. Insuccessi ormonali (aborto, assunzione di contraccettivi orali, menopausa).
  3. Interventi chirurgici (aborto, curettage diagnostico, ecc.).
  4. Patologia della regione ipotalamo-ipofisaria, ovaie, ghiandola tiroidea.
  5. Intossicazione (chimica, biologica, radiazioni).
  6. Ridotta reattività immunitaria, allergie.
  7. Predisposizione genetica.

Ulteriori fattori influenzano lo stile di vita. Non attribuiscono molta importanza, ma è invano. Lo stress emotivo costante, il sovraccarico fisico, la cattiva alimentazione, le cattive abitudini (fumare, bere alcolici), il sesso promiscuo e l'assenza di gravidanze e parto hanno un impatto negativo sul corpo. Un organismo è un sistema aperto in cui tutto è interconnesso e interdipendente.

Varietà di malattie

Lo spettro della patologia che comprende il corpo e la cervice è molto ampio. Ognuno di essi ha le sue caratteristiche e origine. Certo, ci sono momenti simili che permettono di combinare le malattie della cervice e del suo corpo. Pertanto, possiamo distinguere diversi gruppi di malattie:

  • Infettivo-infiammatorio (endometrite, cervicite).
  • Sfondo (iperplasia dell'endometrio, polipi, cisti, erosione, papillomi, ectopia, semplice leucoplachia, eritroplakia, ectropion).
  • Altri benigni (endometriosi, fibromioma).
  • Precancerosi (displasia, leucoplachia atipica, adenomatosi).
  • Maligno (cancro).
  • Post-traumatico (rotture, stenosi, deformità cicatriziali).
  • Anomalie di sviluppo (utero a due corna, a forma di sella, ipo- e aplasia, raddoppio).

La divisione della patologia ginecologica in background, condizioni precancerose e cancro (preinvasiva e invasiva) acquista la massima importanza. Ciò consente di condurre una diagnosi precoce delle condizioni pericolose, valutare il rischio potenziale e attuare misure preventive. Ma per questo, una donna dovrebbe consultare un medico in modo tempestivo e sottoporsi regolarmente a un esame ginecologico.

Malattie che colpiscono il corpo dell'utero e del collo, molto. Si basano su vari processi patologici: disturbi infiammatori, iperplastici (benigni o oncologici), post-traumatici, dell'embriogenesi.

Patologia della cervice

Uno dei problemi ginecologici più comuni sono le malattie della cervice. Le donne di qualsiasi età sono soggette a loro: sia le ragazze giovani che coloro che hanno raggiunto il periodo della menopausa. Ogni patologia ha una certa sintomatologia che combina segni soggettivi e oggettivi. Questo dovrebbe essere considerato nella fase della diagnosi primaria.

erosione

Molto spesso una donna scopre per caso l'erosione della cervice, dopo aver superato un esame di routine, perché la maggior parte dei casi è completamente asintomatica. Ma ci sono alcune lamentele. Una donna nota una scarica sanguinolenta che non è associata al ciclo mestruale, al disagio e al dolore durante il rapporto sessuale. Se si unisce un'infezione, allora appare la leucorrea patologica - torbida, abbondante, con un odore sgradevole. Tali sintomi non sono specifici e creano l'illusione di altre malattie.

Un esame ginecologico fornisce ulteriori informazioni sulla malattia. L'erosione è visibile come una zona rosa brillante sulla membrana mucosa della cervice. In realtà, è un difetto dell'epitelio, che è caratterizzato da sanguinamento da contatto.

Oltre alla vera erosione, c'è una cosa come l'ectopia cervicale. Questo è il movimento dell'epitelio cilindrico dal canale cervicale verso l'esterno. La patologia è anche chiamata pseudo-erosione. A differenza di un difetto della mucosa, ci sarà qualche elevazione sopra la sua superficie. I focolai ectopici sono definiti come aree luminose con escrescenze papillari.

leucoplachia

Quando la leucoplachia sulla cervice forma aree di epitelio cheratinizzato. Sono visibili come macchie biancastre o placche leggermente elevate. Il tessuto circostante non è cambiato. Di regola, una donna non sente nulla. Ma sono anche possibili sintomi non specifici della malattia cervicale:

  1. Scarica abbondante (a volte con sangue e cattivo odore).
  2. Disagio durante il contatto sessuale.
  3. Secchezza e prurito (raro).

Una diagnosi preliminare può essere fatta sui risultati dell'esame con l'aiuto di specchi ginecologici. Nell'area del collo sullo sfondo della mucosa immutata, vengono determinati i fuochi dell'ipercheratosi. Non sono macchiati di iodio e alla base hanno punti rossastri - i vasi dello strato papillare.

eritroplachia

Se c'è un assottigliamento della mucosa sulla cervice, allora questo processo è chiamato eritroplastica. L'epitelio squamoso stratificato subisce atrofia e discheratosi, che porta alla scomparsa di diversi strati intermedi. Il focus patologico è definito come una macchia rossa: questi sono i vasi dello strato basale che appaiono attraverso il sottile esocervice. Di norma, il processo è asintomatico, viene rilevato completamente per caso durante l'esame.

papilloma

La crescita eccessiva della mucosa della cervice può essere causata dal papillomavirus umano (HPV). La maggior parte delle donne sessualmente attive sono infette da questa infezione. Nel periodo acuto, c'è un aumento dei papillomi, che sono singoli o multipli. Prendono la forma di "cresta di gallo" o "cavolfiore", possono essere feriti durante il rapporto sessuale, che provoca una scarica sanguinosa.

L'infezione da HPV è molto comune nella popolazione, che richiede approcci efficaci al trattamento e alla prevenzione dei papillomi.

cervicite

Le malattie infiammatorie della cervice sono rappresentate dalla cervicite. In questo caso, sia la parte vaginale che il canale interno possono essere influenzati. Il processo acuto è caratterizzato da tali sintomi:

  • Secrezioni patologiche (mucose, mucopurulent).
  • Dolori addominali inferiori.
  • Disagio durante i rapporti sessuali.

Esaminando il collo negli specchi, il medico potrebbe notare il suo rossore e gonfiore nell'area del canale cervicale. La membrana mucosa è vulnerabile, con aree di piccole emorragie. Ma nella fase cronica della cervicite, i segni locali non sono così pronunciati. Per sostituire questi cambiamenti si può verificare la compattazione della cervice, la comparsa di pseudo-erosioni e atrofia della mucosa. Con la diffusione dell'infiammazione si sviluppa l'endometrite.

displasia

La displasia o la neoplasia epiteliale è uno stadio di transizione dai processi benigni a quelli maligni. In questo caso, la struttura delle celle è disturbata. Questi fuochi sono visibili come macchie rosa pallido o biancastre di forma romboidale, ovale, poligonale con bordi chiari, separati da strisce rosse. Sfortunatamente non ci sono segni clinici specifici di displasia, quindi può essere sospettata solo durante un esame ginecologico.

Il quadro clinico del cancro cervicale è determinato dalla morfologia e dalla diffusione del processo tumorale. All'inizio, può essere asintomatico, ma nel tempo compaiono segni patologici che consentono di sospettare la malattia:

  1. Contatto sanguinamento.
  2. Scarico di liquido torbido con un odore sgradevole.
  3. Dolore nell'addome inferiore, nella regione lombosacrale, che si estende alle gambe.

Se un tumore cresce negli organi vicini, allora ci sono disfunzioni corrispondenti della loro funzione: disuria, disturbi della defecazione. Il cancro cervicale è la più comune patologia maligna della sfera ginecologica, che lo rende estremamente importante per le misure preventive tra le donne in età riproduttiva.

Le malattie cervicali sono di alta rilevanza medica e sociale, quindi la loro diagnosi precoce è un compito importante del medico.

Patologia del corpo dell'utero

Insieme con la patologia della regione cervicale, le malattie che interessano il corpo dell'utero sono diffuse. E se i primi hanno solo un effetto indiretto sulla funzione riproduttiva (le conseguenze del trattamento chirurgico), allora quest'ultimo può diventare una causa diretta di problemi con il concepimento e la gravidanza. Ci sono altri sintomi, il cui spettro è determinato dal tipo di patologia.

Iperplasia endometriale

I processi iperplastici nel rivestimento uterino sono una delle più comuni malattie ginecologiche. Si presentano indipendentemente o sullo sfondo di una concomitante patologia degli organi genitali femminili (tumori e disfunzione ovarica, mioma, endometriosi). Per le forme benigne includono iperplasia ghiandolare e ghiandolare-cistica, in cui non vi è alcun riarrangiamento cellulare. Ma ci sono altre varietà, come l'adenomatosi, quando avvengono la trasformazione strutturale e la proliferazione più pronunciata. Richiede una maggiore vigilanza oncologica, poiché può degenerare in un tumore maligno.

Poiché l'iperplasia è caratterizzata da un aumento della massa dello strato funzionale dell'endometrio, le sue caratteristiche principali saranno i periodi intensi e lunghi (iperpolimenorrea o menorragia). È anche possibile la metrorragia: sanguinamento non correlato al ciclo. Questo porta a sintomi di anemia:

  • Pallore.
  • Debolezza generale
  • Vertigini.
  • Capelli e unghie fragili.
  • Un cambiamento nel gusto.
  • Palpitazioni.

Di norma, il quadro clinico dell'iperplasia è limitato alle violazioni del ciclo mestruale. Se, a causa della disfunzione ovarica, si osserva anovulazione, la donna perde la capacità di concepire un bambino e, se il progesterone è carente, non può tollerarlo.

polipi

Insieme con iperplasia diffusa, ci sono crescite focali dell'endometrio, chiamate polipi. Se sono single e hanno dimensioni ridotte (entro 10 mm), sono completamente asintomatici. In altri casi, sono possibili le seguenti violazioni:

  1. Sindrome ipermenstruale.
  2. Sanguinamento intermestruale.
  3. Dolore addominale inferiore
  4. Incapacità di rimanere incinta.

Formazioni di grandi dimensioni portano alla comparsa di secrezioni patologiche dal tratto genitale e l'infertilità è spiegata da un ostacolo al normale impianto dell'embrione o disturbi ormonali correlati. E se la gravidanza è arrivata, allora gli ostacoli per il trasporto di un bambino possono essere associati a determinate malattie del collo dell'utero nelle donne, in particolare, con insufficienza istmico-cervicale.

fibromiomi

La sintomatologia dei fibromi dipende interamente dalla direzione della crescita, dalla dimensione e dal numero di nodi tumorali. Per i piccoli fibroidi intramurali di piccole dimensioni o singoli, la donna potrebbe non sentire nulla. Ma grandi formazioni, multiple o localizzate nello strato submucoso (sottomucoso) sono accompagnate da evidenti deviazioni:

  • Menorragia: periodi abbondanti e lunghi.
  • Metrorrhagia - sanguinamento nel mezzo del ciclo.
  • Dolore addominale inferiore
  • Infertilità e aborto spontaneo

Un esame ginecologico può rivelare un utero bitorzoluto (con più linfonodi subsuperfici), e se un grande mioma improvvisamente "nasce", allora può essere visto dal canale cervicale di apertura. Ci sono anche casi complicati quando il tumore è esposto a necrosi oa gambe contorte. Poi ci sono tutti i segni di "addome acuto". Inoltre, i fibroidi possono avere localizzazione cervicale.

Il quadro clinico dei fibromi uterini è determinato dalle caratteristiche del processo tumorale, caratterizzato da irregolarità nelle funzioni mestruali e riproduttive.

endometritis

L'infiammazione dell'utero non è così rara. Di norma, si tratta di una patologia secondaria che si verifica sullo sfondo di un'infezione esistente del tratto genitale inferiore (colpitis) o delle ovaie con tubi (salpingo-ooforite). E tra i sintomi principali è necessario evidenziare quanto segue:

  • Dolore tirante o dolente nella zona inferiore dell'addome e dell'inguine.
  • Scarico patologico (carattere mucopurulento, con una mescolanza di sangue e un odore sgradevole).
  • Segni di intossicazione (febbre, debolezza, malessere).

Durante un esame ginecologico, il medico nota che l'utero è ingrossato, doloroso e di consistenza morbida. Se l'infiammazione non viene interrotta in tempo, l'infezione può diffondersi oltre l'organo al tessuto circostante (parametrite), al peritoneo pelvico (pelvioperitonite), ai tronchi venosi (tromboflebiti) e persino penetrare nel sangue (sepsi).

Ma oltre allo sviluppo di complicanze acute, l'infezione può essere trasformata in una forma cronica. Quindi l'endometrite diventa protratta e latente. I sintomi sono molto scarsi e per la maggior parte consistono in disfunzione mestruale e aborto (il risultato di un danno al rivestimento uterino).

Cancro dell'endometrio

Le malattie maligne dell'utero sono rappresentate da carcinoma epiteliale (cancro). Questa oncologia si sviluppa spesso nelle donne in premenopausa. Per la natura della crescita, il tumore è eso-o endofitico (verso la cavità dell'organo o nel muro), e ci sono anche varianti miste. Inoltre, esistono classificazioni basate sulla struttura morfologica e sulla prevalenza del cancro. Questo determina i sintomi clinici della patologia, che includono:

  1. Sanguinamento uterino (metrorragia).
  2. Scarico patologico (leucorrea): torbido, abbondante, a volte con un odore sgradevole.
  3. Dolore (nelle fasi avanzate).

Il tumore può crescere nelle strutture adiacenti della piccola pelvi: fibre, vescica, intestino. Il cancro uterino dà metastasi a linfonodi regionali e distanti o è ematogeno ad altri organi. Gli screening cellulari atipici sono più spesso rilevati nei polmoni, nelle ovaie o nel sistema osseo.

Il cancro uterino è un grave pericolo per la salute e la vita di una donna, quindi è importante avere sempre prontezza oncologica, specialmente in menopausa.

Esame aggiuntivo

Per confermare la malattia cervicale o la patologia del suo corpo, è necessaria una diagnosi aggiuntiva. Tra i metodi che consentono di chiarire la natura delle violazioni e la loro fonte, ci sono test di laboratorio e strumentali:

  • Emocromo completo avanzato (ESR, emoglobina, globuli rossi, piastrine, reticolociti, ematocrito, indicatore di colore).
  • Analisi delle urine (proteine, globuli bianchi, cilindri, globuli rossi).
  • Biochimica del sangue (occomarcatori, indicatori di infiammazione, ormoni, test al fegato e ai reni, coagulogramma, elettroliti).
  • Analisi delle secrezioni (microscopia, coltura, PCR).
  • Spalmare o raschiare dalla cervice per oncocitologia.
  • Colposcopia.
  • Isteroscopia.
  • Metrosalpingography.
  • Ecografia Doppler.
  • Imaging.
  • Biopsia.
  • Curettage diagnostico.
  • Esame istologico del materiale
  • Laparoscopia.

L'elenco delle possibili procedure è abbastanza ampio, ma quali sono da prescrivere al paziente, il medico determinerà, in base ai risultati dell'esame preliminare (ginecologico e clinico). Per la formazione della conclusione finale può richiedere la consultazione di professionisti collegati, ad esempio, endocrinologo o oncologo. E solo dopo aver ricevuto informazioni esaustive puoi pianificare misure mediche. La loro composizione e il loro volume sono determinati dal tipo e dalla natura della patologia.

Maschere preferite di tumori uterini e come non perdere la malattia

Il cancro degli organi genitali nelle donne è considerato una malattia della civiltà. La loro frequenza aumenta in età riproduttiva e con l'approccio della menopausa. Nonostante i moderni metodi diagnostici, la mortalità per oncologia rimane elevata.

Introduzione all'argomento

Il tumore uterino è il primo tra tutti i tumori maligni degli organi riproduttivi. Il tumore spesso si sviluppa dalle cellule dello strato interno - l'endometrio. Meno comune è un tumore dello strato muscolare - miometrio. Il tumore non viene sempre diagnosticato in tempo. Le donne over 40 che non visitano il medico ogni anno sono a rischio di scoprire l'ultima fase dei tumori uterini.

statistica

Nel mondo, il numero massimo di casi è registrato negli Stati Uniti, il numero minimo di pazienti con cancro del corpo dell'utero si trova nei paesi dell'Est. Ciò è dovuto alle peculiarità dello stile di vita, alla costante crescita delle malattie endocrine, all'obesità, come uno dei fattori provocatori.

In Russia, il numero di casi è in costante crescita. In media, il numero di donne con tumore del corpo uterino aumenta del 3% all'anno. Nel periodo dal 2004 al 2014, l'aumento è stato del 37%.

Un aumento dell'incidenza è stato osservato in tutte le fasce di età. Ma il numero di giovani donne sotto i 29 anni sta crescendo di più. Secondo le statistiche degli ultimi 30 anni, un aumento del 50%.

Il trattamento non è sempre efficace. Durante i primi 3 anni il rischio di recidiva è del 75%. Ma in un periodo più lontano, questa cifra scende al 10-15%. La sopravvivenza a cinque anni dipende dalla fase in cui viene iniziato il trattamento. Le donne dopo il trattamento sono al dispensario e visitano un medico. Una ricerca regolare consente al tempo di notare una ricaduta e di sottoporsi a ulteriori terapie.

classificazione

Il tipo di cancro dell'endometrio dell'utero è classificato secondo diversi principi. L'OMS si basa sul tipo istologico di tessuto:

  • adenocarcinoma;
  • adenocarcinoma a cellule chiare;
  • carcinoma a cellule squamose;
  • cellula ghiandolare;
  • sierosa;
  • mucinoso;
  • indifferenziata.

Il tumore maligno primario dell'utero determina la direzione della crescita:

  • esofitico - nell'utero libero;
  • endofitico - nella direzione del miometrio;
  • misto.

Il tumore può essere localizzato in diverse parti del corpo. Nel fondo o nel corpo - la posizione tipica e più caratteristica, raramente nella zona sopra la cervice.


I medici associano la prognosi al grado di differenziazione cellulare. Più le cellule sono differenziate, più il comportamento del cancro è aggressivo e minori sono le possibilità di recupero. I tumori sono divisi in tre gradi:

La classificazione internazionale del TNM è ampiamente utilizzata, la sua abbreviazione include le parole latine per il tumore primario, lo stato dei linfonodi e le metastasi. A ogni lettera viene assegnato un numero, in base al volume del processo di cancro. Più grande è il numero, più difficile sarà il palco. Dopo metastasi del cancro uterino, indipendentemente dalla dimensione della lesione iniziale, viene eseguita la fase IV.

cause di

La condizione dell'endometrio dipende dalla fluttuazione dei livelli ormonali. Pertanto, le cause del cancro uterino nelle donne sono associate a disturbi nel sistema endocrino. Gli estrogeni hanno il maggiore impatto sulla crescita dell'endometrio. Tutte le condizioni patologiche che si basano sullo squilibrio ormonale possono essere un fattore di rischio per un tumore. Questi includono:

  • disordini metabolici, accompagnati da obesità, aumento del glucosio e ipertensione;
  • hyperestrogenia;
  • irregolarità mestruali e mancanza di ovulazione;
  • tumori ovarici;
  • primi periodi dopo 15 anni;
  • l'inizio della menopausa dopo 55 anni;
  • Trattamento con tamoxifene

La possibilità di sviluppare un tumore aumenta nelle donne dopo i 45 anni, che non sono rimaste incinte o non hanno dato alla luce, hanno rifiutato di fare sesso. C'è un fattore ereditario che aumenta l'incidenza del cancro materno.

Disturbi dell'equilibrio ormonale, tra cui diabete, sovrappeso e ipertensione arteriosa, sono combinati nella sindrome metabolica. Tali donne violano il meccanismo di formazione degli steroidi sessuali. Nel tessuto adiposo, l'estrogeno viene sintetizzato dagli androgeni, il che porta ad un ispessimento eccessivo dell'endometrio.

Queste condizioni sono spesso accompagnate da sanguinamento. Ma non tutte le donne attribuiscono questo allo sviluppo del cancro uterino, i suoi primi sintomi sono mascherati da altre malattie.


Esiste una teoria dell'insorgenza di un tumore che non associa il cancro all'ipertrogenismo. Questo tipo è osservato nel 30% dei pazienti. In questo caso, si osserva atrofia delle cellule, l'età dei pazienti è più vecchia rispetto al primo caso. Il tumore si comporta in modo aggressivo ed è difficile da trattare.

I sintomi del cancro uterino nelle donne

I principali sintomi dei tumori dell'endometrio sono abbondanti leucorrea, la comparsa di sanguinamento e dolore. Ma questi sintomi compaiono in una sequenza diversa, ogni età ha le sue caratteristiche.

Primi segni

Un tumore è in crescita asintomatica da molto tempo. I primi segni di cancro uterino nelle giovani donne sono comuni a molte malattie ginecologiche. Il medico non sempre sospetta un tumore all'età di 20-30 anni. Pertanto, i pazienti con sanguinamento aciclico, infertilità, curare disturbi disfunzionali.

Più tardi, c'è dolore durante il sesso, il sanguinamento può anche essere associato a rapporti sessuali. Ma in giovane età, dolore addominale inferiore, sanguinamento a metà ciclo è uno dei sintomi di endometriosi. Ciò potrebbe causare un errore diagnostico.

Caratteristiche prima della menopausa


Nelle donne, prima della menopausa, il sintomo del cancro è un'abbondante leucorrea. Sono di tipo liquido, sieroso.

Il sanguinamento non è associato alle mestruazioni, può verificarsi in qualsiasi giorno del ciclo. Le donne che si avvicinano alla menopausa hanno spesso un ritardo delle mestruazioni. Pertanto, non tutti associano un successivo sanguinamento pesante alla crescita del tumore.

Il dolore è un sintomo tardivo che si verifica con un tumore diffuso dell'utero. Le sensazioni dolorose appaiono non solo nel basso addome. Si estendono verso la parte bassa della schiena, l'osso sacro, assomigliano alle contrazioni, ma possono essere doloranti.

Quali manifestazioni possono essere osservate in postmenopausa

In età avanzata dopo la menopausa, il primo sintomo è la leucorrea, un'abbondante secrezione acquosa dal tratto genitale. Se questo non è il processo infiammatorio nella pelvi, è a favore del cancro.

Il classico segno della postmenopausa è il sanguinamento. Durante questo periodo, le donne non hanno le mestruazioni o i cambiamenti ciclici nell'endometrio. Pertanto, il sangue diventa il sintomo principale di un tumore.

Fasi e la loro durata della vita


Lo sviluppo della malattia si verifica in fasi. La durata di ogni fase è individuale. Innanzitutto, ci sono menomazioni funzionali che possono durare per molti anni. Sono accompagnati da un aumento relativo o assoluto di estrogeni nel sangue, anovulazione.

Sotto l'influenza dell'iperestrogenia, si verificano disturbi nella struttura dell'endometrio. Iperplasia, si sviluppano polipi. Se non trattato, l'epitelio nella cavità d'organo acquisisce una struttura atipica, può essere diagnosticata una displasia di grado III, che è una malattia precancerosa.

Il cancro pre-invasivo è formato da cellule atipiche. Procede con sintomi minimi. Il tasso di crescita del tumore dipende dal tipo istologico. Cresce nella direzione della cavità o del miometrio. Le cellule perdono gradualmente le connessioni intercellulari, sono facilmente separate. Si verifica un danno ai linfonodi vicini. Nelle fasi successive, le metastasi si verificano in organi distanti.

effetti

Il tumore colpisce non solo il sistema riproduttivo, ma anche il resto del corpo. Il sanguinamento ripetuto porta a livelli inferiori di emoglobina e anemia cronica. Una donna si sente debole, facilmente stanca. Palpitazioni cardiache preoccupate

Nelle giovani donne, la conseguenza del cancro è l'infertilità, che hanno cercato di trattare a lungo e senza successo. Pertanto, durante l'esame a causa dell'incapacità di concepire, è necessario escludere il cancro uterino.

Nelle fasi successive, il cancro si trasforma in organi adiacenti. C'è una violazione della minzione e della defecazione. Per evitare questo, è necessario visitare il medico una volta all'anno.

Modi di metastasi

La diffusione del cancro uterino si manifesta in diversi modi. In primo luogo, le cellule entrano nei linfonodi situati nella cavità pelvica. Il rischio di metastasi dipende dalla posizione del focus primario e dal grado di differenziazione cellulare:

  • il cancro del fondo dell'utero con un grado di G1-G2, che non cresce in profondità nel miometrio, metastatizza all'1%;
  • il grado rimane alto o moderato, ma il tumore è cresciuto fino a 1/3 del miometrio, il rischio di metastasi è del 4-6%;
  • il cancro ha colpito più di 1/3 del muro dell'utero o ha raggiunto il canale cervicale, il rischio è del 15-25%.

La sconfitta dei linfonodi pelvici si verifica spesso quando il cancro si diffonde al canale cervicale. Da un tumore nel fondo dell'utero, la metastasi entra nei nodi paraaortici.

Le metastasi del sistema circolatorio sono combinate con linfogene. Le metastasi si verificano nei polmoni, nel fegato, nelle ossa. Quando un tumore cresce attraverso l'intero miometrio, può essere impiantato per penetrare il peritoneo, le tube di Falloppio o le ovaie.

diagnostica

L'ispezione sulla sedia è un passaggio obbligato, ma in base ai risultati non si può mettere il cancro. Il primo metodo di diagnosi - ecografia dell'utero. L'aumento dello spessore dell'endometrio nelle donne durante la menopausa suggerisce un possibile processo maligno. Pertanto, vengono inviati allo stadio successivo - biopsia di aspirazione. Ma nelle fasi iniziali del cancro può essere diagnosticata solo nel 36% dei casi.

L'isteroscopia e la biopsia endometriale mirata sono più istruttive. I tessuti ottenuti durante la manipolazione vengono inviati per esame istologico. Il risultato della biopsia è cruciale nella diagnosi. Il trattamento è prescritto solo dopo aver consultato un oncologo.

Quanto velocemente si sviluppa la malattia?

Il tasso di formazione del tumore è individuale. Da una condizione precancerosa a carcinoma, può richiedere 5-10 anni. Ciò è influenzato da una combinazione di vari fattori, come l'iperestrogenismo e l'assenza di gravidanze e parto, una scarsa eredità può accelerare il processo di formazione del carcinoma.

Dopo la comparsa dei primi segni e diagnosi, il trattamento dovrebbe iniziare il prima possibile. Se lo rifiuti, il tasso di crescita del tumore accelera, entrerà nell'ultima fase in 1-3 anni.

Patologia a differenza di fibromi

I fibromi sono formati da cellule muscolari lisce e appartengono a tumori benigni dell'utero. Si differenzia dal cancro, ma in alcuni casi ha sintomi comuni con esso. I fibromi sono anche caratterizzati da relativo iperestrogenismo, iperplasia dell'endometrio. Pertanto, ci sono sanguinamento che non è associato alle mestruazioni, i periodi diventano abbondanti e prolungati.

Il dolore nel mioma si verifica quando il tumore è grande. A volte spreme la vescica o il retto, quindi la loro funzione è compromessa.

I nodi myomatous sono circondati da una capsula, hanno una struttura densa. Le loro cellule non sono alterate nella struttura morfologica, le connessioni tra loro non sono rotte, quindi il mioma non metastatizza e non può trasformarsi in cancro.

Nodi di fibromioma, che crescono nella direzione della piccola pelvi, potrebbero non manifestarsi per molto tempo. Non portano a sanguinamento, non provocano dolore fino al momento in cui non vi è torsione delle gambe del nodo.

Trattamento e prevenzione

La terapia per il cancro uterino ha lo scopo di rimuovere il tumore e prevenire le ricadute. Viene applicato un trattamento completo che include:

L'estirpazione è la rimozione dell'utero insieme alla cervice, le appendici sono necessariamente rimosse. La quantità di chirurgia dipende dalla prognosi. Durante l'operazione, per il cancro dell'utero, i linfonodi vengono rimossi, vengono scelti in base allo stadio del cancro, alla differenziazione e alla profondità della germinazione nel miometrio.

La radioterapia per il cancro dell'utero viene selezionata individualmente, i medici sono guidati dalla prognosi della malattia. La procedura viene eseguita dopo l'operazione. La vagina, il bacino e i linfonodi sono irradiati ai quali il tumore potrebbe metastatizzare.

Complemento di chirurgia di chemioterapia e radioterapia. La scelta dei farmaci che possono influire sul carcinoma endometriale è limitata.

Nelle giovani donne, nelle fasi iniziali del cancro, i genitali possono essere preservati se vogliono rimanere incinta e avere un bambino. Per fare questo, utilizzare i farmaci ormonali che inibiscono la crescita del tumore. Ma dopo la loro applicazione, è necessario il ripristino della funzione mestruale e un'osservazione attenta per notare una ricaduta nel tempo.

La prevenzione specifica del carcinoma endometriale non è stata sviluppata. Ma a tutte le donne con fattori di rischio si consiglia di perdere peso, di scegliere il trattamento giusto per il diabete. Se ti viene diagnosticata una iperplasia endometriale, una mestruazione irregolare in giovane età, dovresti seguire le raccomandazioni del medico e curare queste malattie in tempo.

Studi clinici hanno dimostrato che il rischio di tumori degli organi riproduttivi è ridotto nelle donne che assumono contraccettivi orali combinati. Pertanto, si consiglia di utilizzare per le donne che non prevedono di partorire.

Previsione paziente di sopravvivenza

L'efficacia del trattamento non viene immediatamente valutata. Per fare ciò, dovrebbero essere necessari diversi anni per assicurarsi che la donna non abbia una recidiva del tumore. La diagnosi precoce e l'inizio del trattamento aumentano le possibilità di un esito favorevole.

Malattie uterine

L'utero è un organo femminile non appaiato, che consiste principalmente di tessuto muscolare. Posizione: la parte centrale della cavità pelvica.

All'interno è cavo, quindi durante la gravidanza il feto si fissa lì e si sviluppa nel tempo. Durante questo periodo, nella quarantesima settimana, l'utero raggiunge le dimensioni di mezza anguria, tornando alla stessa dimensione dopo due settimane dalla nascita.

anatomia

L'utero è costituito da diversi strati:

  • perimetria - la membrana esterna collega la membrana sierosa della vescica con l'utero;
  • miometrio - lo strato intermedio, che ha uno spessore maggiore rispetto agli altri, è costituito da tre fibre muscolari e tessuto connettivo di natura ondulata;
  • endometrio - la mucosa interna dell'utero, è un gran numero di ghiandole tubulari e di epitelio cilindrico.

Struttura anatomica dell'etichetta:

  • cervice - la parte più stretta delle fibre della composizione di collagene. Qui le ghiandole raccolgono scorte di sostanze mucose. Sulla sua superficie si accumulano un paio di creste di una forma specifica e diverse piccole pieghe. Passa facilmente nella parte della vagina;
  • corpo - una grande educazione, con la forma di un triangolo;
  • fondo - la parte superiore dell'utero, che ha il diametro più largo.

Tipi di malattie

Malattie femminili dell'utero possono portare a complicazioni pericolose. Molte donne sono imbarazzate per parlare dei loro problemi e andare a vedere un medico solo in casi di emergenza.

Qui sta il problema per cui il numero di pazienti non è diminuito negli ultimi dieci anni, nonostante il miglioramento della medicina.

Ma è necessario capire che la malattia, rilevata nella fase iniziale, è curabile con facilità, il che non si può dire del caso trascurato.

Le statistiche ufficiali dicono che circa il 60% delle donne in età riproduttiva sono esposte a varie patologie ginecologiche. Ma nella vita reale ce ne sono di più, perché non tutti vanno da un dottore.

Considera le comuni malattie dell'utero nelle donne e i loro nomi:

  • violazione del ciclo mestruale, infiammazione del rivestimento uterino, appendici e endometriosi;
  • sconfiggere l'infezione del tratto genitale. A causa del lento verificarsi della malattia può essere rilevato anche dopo diversi anni. Non sono solo i rapporti sessuali indiscriminati, ma il generale peggioramento della salute delle donne a causa del ritmo frenetico della vita e dello stress.
  • fibromi uterini - formazioni sotto forma di cisti.

Le malattie delle donne possono essere suddivise in diverse categorie:

  1. L'infezione. Se ti senti a disagio, ci sono problemi nel cercare di rimanere incinta, quindi vale la pena di fare dei test per la presenza di salute dei genitali (clamidia, candidosi, gonorrea, ecc.). Le infezioni sono trasmesse sessualmente, quindi vale la pena usare un equipaggiamento protettivo. La forma latente di perdita rende difficile rilevarla, quindi non devi trascurare le campagne di prevenzione da parte del ginecologo;
  2. Endocrino. Sorgono a causa di disfunzioni delle ghiandole situate nella secrezione interna. Questo può portare a una perdita della funzione riproduttiva, quindi vale la pena prendere sul serio i sintomi, senza perdere tempo a consultare un medico. Particolarmente a rischio sono le donne sovrappeso;
  3. Neoplasie maligne e benigne. Sfortunatamente, il cancro non risparmia né i vecchi né i bambini. A rischio, non solo le donne in età avanzata, ma anche le ragazze giovani. Ma vale la pena ricordare che anche un tumore maligno può essere sconfitto se viene rilevato nelle fasi iniziali e il trattamento è iniziato. Visita sempre il tuo ginecologo per gli esami preventivi, in modo da non perdere l'insorgere della malattia. Soprattutto se c'erano tali malattie tra i tuoi parenti.

I sintomi della cisti uterina

Una delle malattie comuni è la cisti uterina. Questa formazione addominale è di natura benigna. Alla fine si accumula muco o liquido emorragico.

L'area più problematica è il canale cervicale, dove la cisti inizia a svilupparsi. Tutti dovrebbero sapere cos'è una malattia del corpo dell'utero, che è grave e richiede l'aiuto di un medico.

Con il giusto meccanismo nelle pareti dell'utero si forma una grande quantità di ghiandole, producendo fluido della struttura mucosa. Ma se c'è una violazione della funzione, si verifica il blocco, la scarica mucosa cessa di apparire. Le pareti dell'utero si estendono, la formazione di cisti.

Possibili cause della cisti uterina:

  • infiammazione infettiva negli organi femminili;
  • trauma allo strato interno dell'utero durante il travaglio o la chirurgia abortiva;
  • menopausa, che porta a basso tono uterino;
  • interruzioni nel sistema endocrino.

L'astuzia di questa malattia è che molto spesso i sintomi non compaiono. In tali casi, può essere rilevato direttamente durante l'esame di uno specialista o di misure diagnostiche.

Ci sono tipi di formazioni che causano dolore e disagio durante l'intimità.

Ci sono altri sintomi:

  • varie secrezioni di carattere mucoso, con un odore sgradevole e un colore giallastro;
  • tra le mestruazioni a volte sbava sangue;
  • dolore regolare e sensazione di tirare carattere.

Sintomi di fibromi uterini

Il prossimo sulla lista delle malattie comuni è il mioma uterino. Questa è la formazione di una natura patologica, anche benigna. È più comune nelle donne che hanno una funzione riproduttiva. C'è una dipendenza diretta del tumore sullo stato degli ormoni nel corpo di una donna.

  • insufficienza ormonale nel corpo femminile quando i livelli di estrogeni e progesterone cambiano drasticamente;
  • processo infiammatorio di organi femminili;
  • vita sessuale non costante;
  • lesioni di organi femminili durante l'intervento chirurgico sulle operazioni femminili;
  • stile di vita sedentario;
  • predisposizione genetica;
  • disturbi endocrini nel corpo femminile.

Nelle prime fasi della malattia, è raramente possibile rilevarlo senza uno specialista. Ma i sintomi successivi cominciano ad apparire:

  • aumenta gradualmente la quantità di sanguinamento durante le mestruazioni;
  • tra i cicli ci sono spottature;
  • c'è una varietà di dolore nell'addome inferiore;
  • vescica urinaria frequente;
  • disfunzione intestinale seguita da stitichezza.

Malattie infiammatorie della cervice

Quasi una donna su cinque è diagnosticata con varie malattie infiammatorie della cervice. Sebbene la medicina non regga la calma e sia in continua evoluzione, la probabilità di infiammazione rimane elevata.

Può farsi sentire a qualsiasi età, risultando in una complicazione:

  • erosione - piccoli difetti o disturbi della membrana mucosa;
  • Eritroplastica - una malattia del guscio esterno, che viene diagnosticata dall'aspetto di una macchia rossa;
  • infezione da papillomavirus e condiloma - richiede test regolari e una visita dal ginecologo;
  • malattie del cancro.

A causa della natura della struttura interna della cervice aumenta la probabilità di infiammazione. Ad una certa età, quando segue la riorganizzazione del tessuto della parete interna dell'utero, ci sarà un'alta probabilità di disturbo.

Alcuni tessuti tendono a spiazzare letteralmente gli altri, e abbastanza lentamente. Non sempre questo processo si svolge senza intoppi, senza conseguenze e complicazioni. Può minare fortemente la salute delle donne.

  • supercooling periodico;
  • malattie catarrali;
  • infezioni virali e batteriche;
  • malattie endocrine;
  • varie lesioni meccaniche;
  • non seguire la dieta giusta;
  • situazioni stressanti frequenti e superlavoro.

I suddetti fattori minano gravemente il sistema immunitario e le funzioni corporee in generale, che portano a interruzioni nel lavoro di alcuni organi e alla comparsa dell'istruzione.

Non si dovrebbe esitare con il trattamento, perché un tumore benigno, se non curato, può trasformarsi in un tumore maligno. Ci sarà già una domanda non solo sulla salute, ma anche sulla vita del paziente.

Utero endometriosi

È anche una malattia abbastanza comune nelle donne, che non consente di vivere pienamente. L'essenza della malattia può essere rappresentata nello schema seguente.

L'endometrio è un tessuto che è in qualche modo simile alla superficie mucosa dell'utero. Entra nel flusso sanguigno durante le mestruazioni dall'utero alle varie zone vicine del corpo, per esempio nella cavità addominale. Può causare dolore e disagio.

  • dolori ricorrenti nell'addome;
  • avvistare il colore marrone con un odore sgradevole;
  • periodi abbondanti e dolorosi (cause di dolore ovarico prima delle mestruazioni);
  • dolore durante il rapporto sessuale, disagio, possibile sanguinamento dopo intimità intima;
  • rottura costante, affaticamento, superlavoro;
  • problemi con il tubo digerente e gli intestini;
  • circondando il mal di schiena
  • disturbi varicosi pelvici e circolatori;
  • carichi pesanti periodici sul corpo;
  • stanchezza;
  • abuso di cattive abitudini.

L'endometriosi si riscontra spesso nei giovani atleti a causa dei maggiori carichi in allenamento. Le ragazze giovani, belle e sane ottengono questa malattia a causa di azioni sbagliate.

Durante l'esame viene utilizzato un metodo ecografico e la malattia viene immediatamente rilevata. L'utero sarà allargato con piccole crescite. Prima di tutto, il medico deve determinare la causa dell'endometriosi, iniziare il trattamento e non solo cercare di alleviare i sintomi.

È importante non sovraccaricare fisicamente il corpo, soprattutto se la ragazza è a rischio e ha parenti con questa malattia. Sfortunatamente, l'endometriosi può essere ereditata.

Se si inizia la malattia, è possibile ottenere un intero complesso di complicanze, tra cui possono essere fibromi uterini o addirittura infertilità.

Diagnosi di malattie

Per una diagnosi accurata e corretta sarà necessaria l'assistenza di uno specialista. Dopo l'esame iniziale, assegnerà i test e l'esame necessari.

Per l'esame, il medico usa normali specchi ginecologici, cercando di identificare visivamente la malattia. Questo è seguito da un'indagine in diversi modi:

  1. la diagnostica ecografica transvaginale è un altro modo per visualizzare la malattia su uno schermo monitor, in modo più efficace rispetto all'ecografia addominale;
  2. colposcopia e isteroscopia: procedure più serie, ma dati precisi, inoltre possono determinare il problema dell'occorrenza della malattia;
  3. raschiatura e il suo esame citologico in laboratorio.

I dati dei sondaggi ottenuti aiuteranno il ginecologo a tracciare un quadro completo della malattia, a fare una diagnosi accurata e a prescrivere il corretto corso del trattamento.

trattamento

Se viene diagnosticata una cisti, la chirurgia è raccomandata nella maggior parte dei casi. Sarà richiesta una procedura di autopsia e drenaggio. Inoltre, viene eseguita la terapia laser e criogenica.

Per il trattamento dei fibromi uterini, esiste una serie di procedure, tra cui i farmaci tradizionali e in casi più complessi, la chirurgia.

L'elenco di farmaci comprende farmaci ormonali che possono solo aiutare con piccoli fibromi. Se il primo stadio del trattamento ha fallito, o ci sono indicazioni dirette per la chirurgia, il tumore deve essere rimosso da un chirurgo.

Ai fini della profilassi, dovresti seguire le semplici regole:

  • vita sessuale regolare;
  • cercare di evitare l'aborto e altri interventi grossolani;
  • se viene rilevata un'infiammazione, non esitate con il trattamento, sottoponetevi a esami preventivi in ​​modo tempestivo.

Le donne moderne stanno facendo sempre più una scelta nella direzione di una carriera, lasciando dopo il parto il congedo di maternità del marito o l'assunzione di una babysitter professionale. Alcune donne, che non rimangono a casa dopo il parto e un mese, tendono a tornare al lavoro senza pensare alla salute.

Ricorda che la gravidanza e il parto - un enorme stress per il corpo della donna e ci vuole tempo per riprendersi. Trascurando questo, le donne mettono a rischio la loro salute. A causa di ciò, aumenta la probabilità di malattia uterina.