Accumulo di liquidi nei polmoni durante l'oncologia: segni e terapia

Il liquido nei polmoni durante l'oncologia è una delle complicanze più comuni che possono verificarsi sia nella fase iniziale della malattia che a causa della negligenza del processo. L'acqua può accumularsi direttamente nei tessuti polmonari, portando allo sviluppo di edema dell'organo, o nella cavità pleurica, causando la progressione della pleurite. In entrambe le situazioni, la mancanza di misure terapeutiche tempestive può essere fatale.

Caratteristiche dello sviluppo della patologia

L'accumulo di liquidi nell'oncologia polmonare può avvenire in due modi, portando allo sviluppo di una delle condizioni patologiche:

  1. Pleurite essudativa Una complicazione è l'accumulo di una quantità significativa di contenuto di fluido tra le pareti sottili del tessuto connettivo che copre i polmoni - i fogli pleurici a causa di un aumento della permeabilità dei vasi e della membrana sierosa. Ciò comporta un ostacolo alla piena circolazione dell'aria e allo sviluppo dell'insufficienza respiratoria. La patologia si sviluppa lentamente, il liquido può accumularsi per diversi anni.
  2. Edema polmonare L'essudato si accumula nelle sacche a parete sottile del tessuto polmonare - gli alveoli come risultato di processi stagnanti nei vasi sanguigni o una diminuzione della quantità di proteine ​​che accompagna il processo oncologico. Il gonfiore dei polmoni indica spesso un deplezione significativa del corpo e si verifica negli stadi successivi del cancro.

cause di

L'accumulo di liquido nella cavità pleurica o nei polmoni può essere osservato in qualsiasi forma di cancro, in particolare, la presenza di tumori maligni nelle ghiandole mammarie, nello stomaco, nell'intestino, negli organi respiratori e nel sistema urinario. Le cause di questo fenomeno sono spesso i seguenti fattori:

  • la presenza nel sistema respiratorio di una neoplasia o metastasi maligne;
  • la germinazione dei tumori nei linfonodi, che comporta una violazione del deflusso linfatico e l'accumulo di acqua;
  • aumento della permeabilità dei fogli pleurici;
  • una diminuzione della pressione nella cavità pleurica dovuta alla sovrapposizione del lume dei grandi bronchi;
  • abbassamento della pressione oncotica nel sangue, accompagnata da una diminuzione della quantità di proteine.

Spesso, l'accumulo di liquido nei polmoni diventa una complicazione di radiazioni, chemioterapia o radioterapia, o un intervento chirurgico per asportare l'organo in cui si è sviluppato il tumore. Inoltre, l'edema polmonare è spesso il risultato di una ridotta capacità del corpo di combattere il cancro e di arrestare il pieno funzionamento dei suoi organi e sistemi. La prognosi in questo caso è sfavorevole, poiché il trattamento raramente porta risultati.

sintomi

I sintomi di accumulo di liquidi nei polmoni sono alquanto diversi a seconda che il processo avvenga nell'organo stesso o nella cavità pleurica.

Segni di accumulo di liquidi durante la pleurite

La gravità dei sintomi della pleurite essudativa dipende dalla quantità di liquido accumulato e dalla sua posizione nella regione pleurica. In alcuni casi, la patologia potrebbe non manifestarsi in alcun modo e presentarsi durante una visita medica di routine.

Con l'accumulo prolungato di essudato, i pazienti lamentano le seguenti condizioni:

  • debolezza generale, sonnolenza;
  • pallore della pelle con triangolo nasolabiale blu;
  • sensazione di apertura incompleta dei polmoni durante la respirazione;
  • attacchi regolari di tosse secca a causa dell'irritazione dei recettori nervosi sulla pleura;
  • mancanza di respiro con poco sforzo e durante il riposo;
  • pesantezza nello sterno dal lato dove si accumula il liquido;
  • gonfiore delle vene del collo a causa di alterazione del flusso sanguigno.

Durante l'esame, lo specialista può notare il ritardo del torace con il liquido nel processo di inspirazione ed espirazione.

Sintomi di edema polmonare

Gli esperti notano che l'inizio dell'edema del sistema respiratorio nel cancro del polmone può verificarsi gradualmente o istantaneamente, il che determina la gravità dei sintomi della patologia.

Segni di edema polmonare acuto sono le seguenti condizioni:

  • difficoltà di respirazione, mancanza di ossigeno, mancanza di respiro;
  • l'emergere di paura e ansia a causa dell'impossibilità di adottare una postura confortevole;
  • pallore della pelle, accompagnato da cianosi;
  • dolore allo sterno con lo sviluppo di problemi cardiaci;
  • aumento della frequenza cardiaca e diminuzione della regolarità;
  • il verificarsi di tosse con il rilascio di espettorato schiumoso con sangue.

L'edema polmonare acuto può svilupparsi rapidamente, per diverse ore con un netto deterioramento delle condizioni di una persona. Se si sospetta che la sua presenza richieda un immediato ricovero per ripristinare la piena funzionalità respiratoria.

L'edema polmonare cronico nel cancro si manifesta con i seguenti sintomi:

  • aumento graduale della mancanza di respiro;
  • aumento della fatica durante gli esercizi di routine;
  • il verificarsi di mal di testa;
  • difficoltà a respirare durante il sonno;
  • sviluppo della tosse con consistenza spumosa nell'espettorato;
  • aumento del peso corporeo dovuto all'accumulo di liquidi in vari organi.

Oltre a questi sintomi, il paziente può avvertire altri segni di accumulo di liquidi, che possono essere determinati da uno specialista durante un esame personale.

diagnostica

Per rilevare la presenza di acqua nei polmoni e identificare la causa della patologia, lo specialista esegue le seguenti misure diagnostiche:

  1. Assunzione della storia, che implica la chiarificazione dei reclami del paziente e la durata della sua insorgenza.
  2. Ispezione visiva, ascolto e palpazione del torace del paziente.
  3. Radiografia per determinare la presenza di liquido nei polmoni, la sua quantità e posizione.
  4. Tomografia computerizzata ed esame ecografico per chiarire la diagnosi e differenziare l'edema del sistema respiratorio da altre patologie.
  5. Puntura del contenuto della cavità pleurica con la raccolta di una piccola quantità di essudato per ulteriori analisi.

Quando viene rilevata una neoplasia polmonare, un oncologo può prescrivere una biopsia, una broncoscopia, una toracotomia o altre procedure volte a determinare il tipo di tumore, le sue dimensioni e la sua posizione.

trattamento

Le misure terapeutiche per la rilevazione del liquido nei polmoni dipendono dal luogo del suo accumulo. Pertanto, l'edema del sistema respiratorio viene spesso eliminato con l'aiuto di metodi conservativi, mentre per il trattamento della pleurite può essere necessario un intervento chirurgico.

Il rilevamento durante la diagnosi di una neoplasia maligna, che ha causato la raccolta di acqua nell'organo, richiede la sua rimozione chirurgica, se possibile.

Terapia dell'edema polmonare

Se nel processo diagnostico è stato rilevato direttamente un accumulo di fluido nell'organo respiratorio, viene applicato un metodo conservativo di trattamento. Implica l'uso dei seguenti tipi di farmaci:

  1. Glicosidi cardiaci - un gruppo di farmaci utilizzati nello sviluppo di insufficienza cardiaca cronica o acuta derivante dalla soppressione della contrattilità miocardica. Aiutano a migliorare il funzionamento del muscolo cardiaco e ridurre il ristagno di sangue migliorando la sua circolazione.
  2. Diuretici - un mezzo per rimuovere il fluido in eccesso dai tessuti e dagli organi attraverso il sistema escretore, che porta ad una diminuzione dell'edema.
  3. I broncodilatatori sono farmaci la cui azione è finalizzata all'espansione dei bronchi fornendo un effetto rilassante sui vasi sanguigni e sulla muscolatura liscia delle vie respiratorie.

L'intervento chirurgico per eliminare l'edema polmonare, di regola, non si applica.

Trattamento di pleurite essudativa

Il fluido nei polmoni nel cancro, che si raccoglie nella cavità pleurica, deve essere rimosso con metodi più radicali. Questi includono due tipi di chirurgia:

  • Toracentesi. L'operazione è una puntura della cavità pleurica con un ago speciale con un ulteriore pompaggio dell'essudato. La procedura facilita le condizioni del paziente, ma non garantisce l'assenza di un nuovo accumulo di liquido. Inoltre, vi sono rischi di formazione di aderenze, che possono peggiorare il corso del processo oncologico.
  • Pleurodesi. L'intervento chirurgico prevede l'introduzione nella cavità pleurica di farmaci speciali che impediscono il re-accumulo di liquidi. Per questi scopi, vengono utilizzati più spesso agenti antimicrobici, citostatici, radioisotopi e immunomodulatori.

Dopo la rimozione del fluido patologico dagli organi respiratori, gli oncologi iniziano il trattamento dell'istruzione sul cancro usando i metodi più appropriati.

prospettiva

La domanda principale che si pone nei pazienti oncologici che sono stati diagnosticati con l'accumulo di liquido nei polmoni è quanto tempo rimane da vivere. La risposta dipende da quanta acqua c'è nel sistema respiratorio, dove si trova e da quali condizioni generali del paziente si trova. Allo stesso tempo, durante la conversazione esplicativa, lo specialista nota che ogni caso è individuale, quindi c'è il rischio di complicazioni.

Le statistiche mostrano che il rilevamento e la terapia della pleurite nella fase 2-3 della progressione del cancro si conclude con il recupero nel 50% dei casi. Nel trattamento dell'edema che si è verificato nella fase finale del cancro, è spesso possibile ottenere solo un breve sollievo dalle condizioni del paziente. Quando si metastatizzano i linfonodi regionali e gli organi dell'apparato respiratorio, gli esperti danno una prognosi sfavorevole - da un paio di mesi a un anno.

Fluido nei polmoni nel cancro: che cos'è e la prognosi

Il liquido nei polmoni durante l'oncologia è un sintomo grave e pericoloso che richiede cure mediche urgenti. In caso di malattie oncologiche, il liquido può accumularsi nel torace umano, sia nella cavità pleurica (pleurite) che nel tessuto polmonare (edema polmonare).

L'accumulo di acqua negli organi respiratori avviene gradualmente e raggiunge una quantità molto grande. Ciò interferisce con il normale funzionamento dei polmoni e contribuisce alla crescita dell'insufficienza respiratoria. La presenza di fluido nel sistema respiratorio in assenza di trattamento può portare a conseguenze pericolose e persino causare la morte prematura del paziente.

Pleurite ed edema polmonare

Edema polmonare - che cos'è? Questa è una condizione estremamente pericolosa e intrattabile, che è accompagnata da insufficienza cardiovascolare e insufficienza d'organo. I sintomi caratteristici di questa malattia compaiono negli stadi avanzati avanzati della malattia, quindi il trattamento è spesso inefficace. Con l'aiuto della terapia intensiva, le condizioni del paziente sono temporaneamente alleviate, ma è impossibile vivere a lungo con una patologia simile.

L'acqua nella cavità pleurica è meno pericolosa rispetto all'edema polmonare. Attualmente, ci sono metodi efficaci per rimuovere l'eccesso di liquido nell'edema della pleura e stabilizzare le condizioni del paziente. Una malattia in cui la cavità pleurica è piena di liquido è chiamata pleurite.

La cavità pleurica è l'area tra i due fogli pleurici. Il lenzuolo esterno copre i polmoni all'esterno e fornisce protezione e tenuta. Il rivestimento interno del muro all'interno della cavità toracica. Nello stato normale, tra le foglie della pleura c'è sempre un liquido del volume richiesto (circa 10 ml di liquido), che assicura il movimento dei polmoni durante la respirazione. Normalmente, lo strato fluido nella cavità pleurica dovrebbe avere uno spessore di 2 mm. Nei casi in cui si raccolgono più liquidi, si osservano congestione polmonare ed edema.

L'acqua nei polmoni o nella cavità pleurica può verificarsi nel cancro del polmone, della mammella e del pancreas, degli organi genitali, dello stomaco, dell'intestino. Questo può accadere in qualsiasi stadio della malattia. L'acqua si accumula nei polmoni quando il corpo è gravemente indebolito e non può resistere alla malattia. L'accumulo di acqua nella cavità pleurica è chiamato versamento pleurico.

Hydrothorax - accumulo di liquido nella cavità pleurica, con origine non infiammatoria. Il nome popolare di questa malattia è l'idropisia. L'eruzione del polmone destro o sinistro è piuttosto rara. Il tipo più comune è l'idrotorace bilaterale.

Solitamente la pleurite essudativa (saccurata) in oncologia si sviluppa a causa della diffusione di metastasi nella cavità pleurica e nei linfonodi localizzati nel torace. Questi processi riducono il drenaggio linfatico e aumentano la permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni.

motivi

Se la cavità pleurica oi polmoni sono pieni di liquido, ciò porta a una violazione dello scambio d'aria negli organi respiratori e al danneggiamento dell'integrità delle pareti dei vasi sanguigni. Dove si accumula il liquido e perché?

Le seguenti ragioni possono contribuire alla formazione di pleurite maligna:

  • complicazione dopo radioterapia, chemioterapia o radioterapia;
  • intervento chirurgico per rimuovere un tumore maligno;
  • la crescita di un tumore nei linfonodi adiacenti e regionali o lo sviluppo di metastasi;
  • una forte diminuzione del livello di proteine ​​totali nel corpo (negli stadi successivi della malattia);
  • abbassare la pressione sanguigna;
  • alta permeabilità dei tessuti pleurici;
  • ostruzione del processo linfatico toracico nel polmone;
  • sovrapposizione parziale o completa del lume del grosso bronco.

Questi fattori provocano una diminuzione della pressione nella cavità pleurica, motivo per cui il fluido inizia a raccogliersi.

Ci sono diversi motivi per cui l'acqua appare nell'apparato respiratorio:

  • insufficienza cardiaca cronica (incluso dopo un intervento chirurgico al cuore), infarto del miocardio, intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie (CABG);
  • lesioni al petto;
  • avvelenamento chimico tossico;
  • malattie polmonari (pleurite, tubercolosi);
  • malattia del fegato. Con la cirrosi epatica, l'ascite (accumulo di liquido sotto i polmoni nella cavità addominale) può essere gravata da edema polmonare;
  • malattie del cervello e complicanze postoperatorie;
  • malattie croniche dell'apparato respiratorio (asma bronchiale, broncopneumopatia cronica ostruttiva);
  • insufficienza renale;
  • obesità, insufficiente attività motoria;
  • ipertensione;
  • metabolismo disturbato (diabete).

Qual è l'edema polmonare negli anziani? Negli anziani, questa malattia può verificarsi a causa di insufficienza cardiaca o renale, o molto spesso da lesioni allo sterno. Spesso, nei neonati si osserva anche il liquido nei polmoni. Ciò accade quando un bambino nasce prematuramente o con un taglio cesareo. Nei casi più gravi, il neonato viene posto in terapia intensiva, in casi semplici, l'acqua del sistema respiratorio viene pompata con una pompa speciale.

sintomi

La pleurite maligna è caratterizzata da uno sviluppo sistematico e lento. Nelle malattie oncologiche, l'accumulo di acqua nei polmoni avviene per molti anni. Pertanto, in alcuni casi, la diagnosi di pleurite aiuta a rilevare il tumore e prevenire la formazione di metastasi nella pleura. Vedi anche: sintomi e segni del cancro del polmone.

Nelle prime fasi dell'accumulo dell'acqua non si manifesta e non si sente male. Molto spesso la malattia viene rilevata per caso durante un esame di follow-up.

Nel corso del tempo, un sacco di liquido viene raccolto nella cavità pleurica edematosa e compaiono i sintomi caratteristici:

  • pesantezza al petto, una sensazione di costrizione;
  • sentirsi come un oggetto estraneo preso nel polmone;
  • dolore dolorante e lancinante nella regione del polmone del paziente;
  • mancanza di respiro anche con un po 'di sforzo, c'è un "nodo alla gola";
  • tossire con angoscia, non passare per molto tempo;
  • bassa temperatura corporea;
  • secrezione di escreato.

L'edema polmonare è una condizione estremamente pericolosa, i cui sintomi si sviluppano molto rapidamente, nel giro di poche ore. Qual è il liquido pericoloso in questa patologia? Manifestazioni di edema polmonare possono causare un attacco di soffocamento, che senza un aiuto tempestivo può portare anche alla morte del paziente.

I tipici segni di accumulo di acqua dipendono dalla quantità di fluido negli organi respiratori e dalla localizzazione.

Ci sono diverse manifestazioni tipiche della malattia:

  • aumentando la dispnea, prima dallo sforzo fisico e poi a riposo;
  • debolezza generale, riduzione delle prestazioni;
  • tosse con scarico di muco e schiuma dal naso e dalla bocca;
  • sensazione di dolore nella regione inferiore o laterale dello sterno (il dolore aumenta con lo sforzo o la tosse);
  • disturbi respiratori (si sentono gorgoglii e sibili);
  • capogiri, svenimento;
  • blueness o pelle pallida;
  • intorpidimento delle braccia e delle gambe;
  • freddo, costantemente sentito "freddo";
  • aumento della sudorazione, sudore freddo appiccicoso;
  • tachicardia (palpitazioni cardiache);
  • aumento dell'eccitabilità nervosa.

Quando compaiono questi sintomi, è necessario iniziare immediatamente il trattamento, se possibile rimuovere l'acqua dalle vie respiratorie ed eseguire procedure per ripristinare la respirazione per evitare gravi conseguenze.

È importante! L'aspetto di abbondante espettorato schiumoso rosa significa che il paziente deve ricevere cure mediche urgenti. Se il paziente non aiuta in tempo, è fatale.

diagnostica

Se un paziente ha sintomi simili, ha urgente bisogno di contattare un istituto medico ed essere esaminato da un oncologo, il quale, se necessario, si riferisce ad altri specialisti: un pneumologo, uno specialista ORL e altri. Tutti gli specialisti stanno andando ad una storia dettagliata e conducono un esame approfondito del paziente.

Al fine di determinare la diagnosi esatta, viene effettuato un esame completo. Durante l'esame, il medico determina il ritardo del polmone del paziente durante la respirazione. Alla palpazione del torace, il suono accorciato viene preso in considerazione quando viene toccata la parte inferiore del torace.

Se ci sono segni di pleurite, il medico prescrive i seguenti studi:

  • radiografia del torace;
  • Ecografia del torace;
  • TAC: determina la causa della malattia;
  • puntura della cavità pleurica - viene prelevato del fluido, che viene inviato per l'esame istologico e citologico.

trattamento

Quando vengono chiarite le cause e i sintomi della malattia, procedere direttamente al trattamento. La chirurgia per l'edema polmonare è inefficace, si usa solo la terapia medica.

Vari farmaci sono usati per trattare questa malattia:

  • glicosidi cardiaci - sostanze che stimolano la contrazione miocardica (strofantina, Korglikon);
  • diuretici - farmaci diuretici che stimolano la rimozione di liquidi dal corpo (furosemide, ecc.);
  • farmaci che espandono e tonificano la muscolatura liscia dei bronchi (aminofillina).

Usando metodi moderni di terapia, è possibile curare completamente la pleurite maligna, aumentando così in modo significativo l'aspettativa di vita del paziente. Con la pleurite maligna, il trattamento sarà molto diverso, poiché in questo caso il trattamento farmacologico è inefficace.

Un metodo di trattamento radicale è la chirurgia, che assicura il pompaggio del fluido dalle vie respiratorie durante l'oncologia. Nella pleurite vengono eseguiti due tipi di operazioni per rimuovere l'acqua dai polmoni: pleurocentesi e pleurodesi.

La pleurocentesi è un'operazione in cui l'essudato viene rimosso meccanicamente (perforando). Durante l'operazione, un ago sottile fa una puntura del polmone per pompare acqua. Quindi un altro ago viene applicato con un tubo di aspirazione elettrico collegato. Quindi, il pompaggio del liquido in eccesso ha luogo e il paziente si sente immediatamente sollevato. Se il fluido dopo il pompaggio fuori dalla cavità pleurica è giallo-marrone e trasparente, allora non c'è infezione.

Dopo tale operazione, il liquido nei polmoni viene talvolta reclutato di nuovo, poiché la causa principale della malattia non è stata eliminata. Ci sono casi in cui è necessario pompare liquidi diversi volte. Il re-pompaggio del fluido è molto difficile per il paziente.

Inoltre, dopo questa procedura, si nota la formazione di aderenze, che complicano ulteriormente il decorso della malattia principale. Durante l'intervento chirurgico o dopo di esso, poiché il paziente non può tossire, possono verificarsi tappi di muco nelle vie aeree. Tali tappi vengono rimossi con un'aspirazione speciale.

La pleurodesi è una procedura chirurgica in cui la cavità pleurica è riempita con mezzi speciali che impediscono il re-accumulo di liquidi. Attualmente, questa operazione è ampiamente utilizzata in medicina e consente di massimizzare l'efficacia del trattamento ed eliminare la ricorrenza della malattia.

Durante la terapia vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • citostatici (cisplatino, embihin);
  • immunomodulatori (interleuchina);
  • antibiotici e antimicrobici (tetraciclina);
  • radioisotopi.

Per le malattie oncologiche sensibili alla chemioterapia vengono utilizzati agenti citostatici. Nel 65% dei casi, questo approccio alla terapia aiuta a sbarazzarsi dei sintomi di versamento pleurico.

In alcuni casi, la polmonite diventa la causa dell'accumulo di acqua negli organi respiratori. Quindi, per combattere una pericolosa infezione, vengono prescritti antibiotici al paziente. Inoltre, si raccomanda di assumere farmaci antitosse e antivirali.

Alcuni rimedi popolari consentono di rimuovere il liquido dalle vie respiratorie direttamente a casa. Ma non possono essere utilizzati senza una discussione preliminare con il medico. Ecco alcune delle piante che vengono trattate nella medicina tradizionale per rimuovere l'acqua dai polmoni: avena, prezzemolo, cipolle, viburno, anice, semi di lino, aloe.

Video correlati

prospettiva

Quanti pazienti con pleurite o edema polmonare vivono? Secondo statistiche, il trattamento tempestivo di pleurite in metà di tutti i casi prolunga la vita del paziente e migliora la sua qualità. Se le manifestazioni della malattia sono rilevate nello stadio II o III di oncologia, esiste una probabilità di successo del trattamento.

Nei casi in cui l'edema o la pleurite si sono sviluppati in una fase avanzata, il trattamento è solitamente difficile e porta al paziente solo un sollievo temporaneo. In primo luogo, il liquido viene pompato fuori, le procedure vengono ulteriormente eseguite per facilitare la respirazione in caso di metastasi.

Con i cambiamenti metastatici negli organi respiratori e nei linfonodi regionali, la prognosi è scarsa - la sopravvivenza da diversi mesi a un anno. In presenza di edema polmonare in pazienti oncologici e assenza di cure mediche (pompaggio tempestivo di liquidi), il paziente può morire entro poche ore.

Prezzo approssimativo per alcuni servizi per rilevare l'edema polmonare nei grandi centri medici:

  • Pneumologo di consultazione - 10.000 rubli;
  • Raggi X: 5 000 rubli;
  • studio della funzione respiratoria - 3.000 rubli;
  • MSCT del torace - 10 000 rubli.

Il liquido si accumula nei polmoni durante la prognosi della vita oncologica

Fluido polmonare in oncologia: cause, trattamento, effetti

Uno dei gravi problemi che possono verificarsi quando un tumore maligno appare nel corpo è fluido nei polmoni. In oncologia, questo aggrava la condizione umana e può persino causare la sua morte. Perché la forma fluida, quali misure vengono utilizzate per il trattamento e darà un risultato positivo?

Sintomo pericoloso del cancro: acqua nei polmoni e pleura

Se a una persona è stato diagnosticato un cancro ai polmoni, agli organi riproduttivi, al seno, all'intestino, al pancreas, allo stomaco, allora un tale problema può presentarsi come la formazione di una sostanza liquida nella cavità polmonare o nella pleura. Questo accade sia nelle fasi iniziali che in quelle avanzate della malattia.

L'acqua nei polmoni appare già quando il corpo è completamente esaurito e non ha riserve per resistere alla malattia. È una condizione intrattabile ed estremamente pericolosa che causa edema polmonare. Inoltre, è accompagnato dallo sviluppo dell'insufficienza cardiovascolare e insufficienza d'organo. Questo è per lo più fatale.

Vedi anche:

Il fluido nella cavità pleurica è un fenomeno meno pericoloso. Oggi esistono modi abbastanza efficaci per aiutare a pulire l'acqua e stabilizzare le condizioni del paziente.
I sintomi caratteristici aiutano a rilevare il liquido (debolezza, tosse secca all'insorgenza della malattia, poi si sviluppa insufficienza respiratoria, si sente un gorgoglio durante la respirazione, c'è pesantezza dal lato dove si è accumulato l'essudato), radiografia, ultrasuoni e percussione del torace. Inoltre, la tomografia computerizzata e la puntura diagnostica della cavità pleurica.

Perché i polmoni e la pleura sono pieni di liquido?

La pleurite maligna si sviluppa per tali ragioni:

    complicazione dopo radioterapia o intervento chirurgico per rimuovere l'organo interessato; la crescita del cancro nei linfonodi adiacenti (o metastasi), con conseguente alterazione del flusso linfatico e accumulo di essudato; una forte diminuzione del contenuto proteico totale (che è caratteristico delle fasi successive della malattia) e un livello ridotto di pressione oncotica del sangue; alta permeabilità dei tessuti pleurici; sovrapposizione totale o parziale del lume del bronco più grande. Ciò provoca una caduta di pressione nella cavità pleurica, motivo per cui l'acqua si raccoglie in essa.

Per quanto riguarda una patologia così fluida nei polmoni, le cause e il trattamento in questo caso sono problemi più complessi. Lo sviluppo di edema polmonare porta al fatto che gli organi cessano di svolgere le loro funzioni a causa dell'esistenza di un tumore oncologico. Il corpo perde gradualmente la sua capacità di resistere a tale influenza di un neoplasma maligno. Il trattamento raramente garantisce risultati positivi.

Quali metodi sono usati per trattare l'edema polmonare e la pleurite maligna?

Il trattamento dovrebbe sempre iniziare con l'istituzione della causa principale, che ha portato alla comparsa di liquidi nei posti sbagliati. Cioè, dovresti rilevare il tumore e prendere provvedimenti per rimuoverlo.

Se le condizioni del paziente sono troppo gravi, quindi espellere il liquido dai polmoni. Le conseguenze di tali interventi dipendono dal grado di edema. Possono fornire un sollievo temporaneo, ma la prognosi (dato che l'umidità è raccolta nei polmoni già negli stadi finali del cancro) è spesso sfavorevole.

Di solito non si fa ricorso al trattamento chirurgico dell'edema polmonare. Terapia farmacologica usata. In particolare, tali farmaci possono essere prescritti:

    glicosidi cardiaci (Strofantin, Korglikon). Migliorano la funzione miocardica; farmaci che contribuiscono all'espansione della muscolatura liscia dei bronchi (Eufillin); diuretici. Rimuovono l'acqua dal corpo con l'urina (Furosemide, Mannid).

Per rimuovere l'essudato dalla cavità pleurica, al contrario, più spesso si usano metodi strumentali, piuttosto che l'azione dei farmaci. Per alleviare le condizioni del paziente ed eliminare l'umidità che può minacciare la sua vita, effettuare tali misure terapeutiche:

    toracentesi. Questa è un'operazione chirurgica, la cui essenza è la rimozione meccanica dell'acqua in anestesia locale. Un sottile ago per iniezione viene inserito nello spazio tra la 7a e l'8a costola. Con il suo aiuto perforare la cavità pleurica. Quindi prendere un altro ago, è collegato all'elettropompa. Tali manipolazioni hanno un effetto positivo sul benessere del paziente, ma non proteggono dal rabbocco della pleura con essudato liquido. I pazienti non tollerano la successiva detenzione di pleurocentesi. Inoltre, tale procedura può portare alla formazione di aderenze, che aggraveranno il decorso del cancro; pleurodesi. Questo è anche un tipo di chirurgia. Durante la procedura, agenti speciali (Cisplatino, Embihin, immunomodulatori, antimicrobici e radioisotopi) vengono iniettati nella cavità pleurica, che impedisce l'apparizione secondaria di versamento patologico. Tali farmaci producono un effetto anti-cancro locale.

Dopo che l'eziologia della pleurite è determinata, gli oncologi scelgono una strategia terapeutica di trattamento. I tumori sensibili alla chemioterapia sono soggetti a farmaci citotossici. Le statistiche mediche mostrano che nel 60% dei casi questo approccio al trattamento si conclude con l'eliminazione completa delle manifestazioni essudative della pleurite.

Vedi anche:

Se compaiono dei sintomi che indicano un liquido nei polmoni durante l'oncologia, prima di tutto ricorrono a pomparlo. Questa è una misura primaria che non solo allevia la mancanza di respiro e aiuta a migliorare il benessere generale di una persona. Tali attività danno al paziente la possibilità di vivere ancora qualche anno.

Leggi altri titoli interessanti

Perché ci sono gonfiore e liquido nei polmoni durante il cancro

Gonfiore e liquido nei polmoni durante l'oncologia possono verificarsi sia nelle prime fasi della malattia che nel secondo. Il gonfiore delle gambe e di altre parti del corpo nel cancro può anche verificarsi a seguito della chemioterapia. Quali sono le cause e i meccanismi della comparsa di edema e fluido nel cancro?

Perché c'è un liquido nei polmoni nel cancro

L'accumulo di liquido in eccesso nei polmoni durante l'oncologia può verificarsi nel tessuto polmonare o nella cavità pleurica. Nel primo caso viene diagnosticato edema polmonare, nella seconda pleurite. L'edema è difficile da trattare ed è valutato come un'emergenza, mentre la pleurite maligna può essere eliminata, il che prolungherà la vita del paziente.

In ogni caso, l'edema polmonare nei pazienti oncologici è una situazione grave, poiché contribuisce allo sviluppo dell'insufficienza respiratoria.

Il liquido può accumularsi nei polmoni con tumori maligni di diversa localizzazione, ma il più delle volte si verifica nel cancro del polmone, del pancreas, dello stomaco, dell'intestino, del torace, dei genitali negli uomini e nelle donne.

L'accumulo di liquido e la pleurite maligna si sviluppano per vari motivi. Fattori di sviluppo per la pleurite:

Chiude il lume del grosso bronco. Ciò porta al fatto che la pressione all'interno della cavità pleurica diminuisce, a seguito della quale il fluido inizia ad accumularsi. Il processo linfatico toracico è bloccato. Questo complica il deflusso della linfa. Metastasi. Se i linfonodi sono affetti da metastasi, il flusso linfatico viene disturbato. La permeabilità degli strati pleurici aumenta. La pressione oncotica di sangue diminuisce. Ciò accade se il livello di proteine ​​è significativamente ridotto, che è tipico per le fasi terminali del cancro. Complicazioni come gli effetti di un'operazione per rimuovere un organo o dopo la radioterapia.

Il liquido nei polmoni nel cancro si accumula per altri motivi.

I medici indicano che le cause dell'edema polmonare sono più complesse della pleurite. La principale causa di edema è un grave esaurimento del corpo quando ha già esaurito le sue risorse. L'edema polmonare può essere accompagnato da insufficienza cardiovascolare e altre patologie gravi. È a causa di queste cause che la morte si verifica oncologicamente malata.

Manifestazione clinica di edema e pleurite

Entrambe le condizioni si sviluppano in modi diversi e sono accompagnate da sintomi diversi.

L'edema può svilupparsi entro poche ore. Poiché questa condizione è critica, il paziente necessita di cure mediche urgenti. Quali sono i segni di edema? Nella fase iniziale:

    mancanza di aria; la respirazione è accompagnata dal gorgoglio; mancanza di respiro; tosse umida; preoccupazione.

La persona sta cercando di trovare una posizione in cui respirare più facilmente, ma non riesce a trovarla.

Pelle pallida, ma con lo sviluppo di edema acquisisce una tinta bluastra, indicando cianosi.

Un'indicazione che una persona ha bisogno di cure mediche urgenti è un ricco espettorato di colore rosa e consistenza schiumosa. Questo sintomo è un segnale che la condizione può essere fatale se la persona non viene aiutata.

Sintomi di pleurite maligna

La principale differenza tra la pleurite e l'edema è che si sviluppa lentamente, progredendo gradualmente. Di solito, i suoi sintomi incoraggiano il paziente a vedere un medico ed essere esaminati.

Lo stadio iniziale non è accompagnato da alcun segno caratteristico e viene rilevato casualmente. Ma gradualmente aumenta il volume del liquido nella pleurite, che è accompagnato da sintomi caratteristici.

I medici indicano i seguenti segni di progressiva pleurite nel cancro:

    disagio nel polmone colpito - pesantezza, pressione, dolore; mancanza di respiro, che aumenta con il tempo, anche a riposo; tosse secca; è possibile una piccola quantità di espettorato.

Un'ispezione visiva mostra anche che una metà del torace si trova dietro l'altra durante il processo di respirazione.

La pleurite maligna è curabile, quindi è abbastanza possibile alleviare la condizione del paziente. Prima viene diagnosticata la pleurite, più mesi e persino anni di vita possono essere concessi a una persona.

Gonfiore del corpo in oncologia

Un altro problema che spesso accompagna i malati di cancro è il gonfiore di diverse parti del corpo, in particolare delle gambe. Ciò accade per la stessa ragione dell'edema polmonare, in particolare a causa di un flusso linfatico disturbato dall'organo malato e dai suoi tessuti circostanti.

In oncologia, il metabolismo dell'acqua è disturbato nel corpo, quindi il liquido si accumula in diverse parti del corpo. I polmoni, la cavità addominale e le gambe sono solitamente soggetti ad edema. Inoltre, in misura maggiore, la posizione del tumore maligno dipende da dove si svilupperà l'edema. Pertanto, in caso di cancro dello stomaco, intestino, ecc., Si verifica l'edema della cavità addominale, in caso di cancro del polmone, l'edema di solito si sviluppa in loro e passa al collo, e nel cancro del sistema riproduttivo, le gambe di solito si gonfiano. Ma, per esempio, l'edema delle gambe può svilupparsi anche nel cancro ai polmoni.

Di per sé, il gonfiore delle gambe non comporta un pericolo mortale per la vita umana. Il pericolo è il deterioramento della rigenerazione dei tessuti, che porta inevitabilmente all'edema. A sua volta, questa violazione della funzione rigenerativa può causare lo sviluppo di un processo infettivo nell'area danneggiata.

Il quadro clinico dell'edema nel cancro

Nel cancro ai polmoni, sia le gambe che tutto il corpo possono gonfiarsi. Il fluido edematoso ha una consistenza densa con una piccola quantità di proteine. I seguenti sintomi accompagnano il gonfiore:

    aumento delle gambe in volume; la pelle è secca, liscia, traballante; perdita di sensibilità nell'area dell'edema; se si esercita pressione sulla gamba gonfia, rimane una fossa.

I pazienti con gonfiore delle gambe o del corpo hanno spesso piaghe da decubito, che possono portare a gravi conseguenze sullo sfondo di una diminuzione delle proprietà protettive della pelle.

Il gonfiore delle gambe nel cancro ai polmoni è localizzato a seconda della posizione del paziente nella maggior parte delle volte. Se vale di più, si siede, si muove, poi le gambe saranno gonfie, e se sta mentendo, allora il lombo sarà.

Come rimuovere il liquido nei polmoni durante l'oncologia?

Il liquido nei polmoni durante l'oncologia nella maggior parte dei casi è causato dalla pleurite - infiammazione essudativa dei fogli pleurici. Nello strato della pleura, che copre la parete interna della cavità toracica, una persona sana contiene fino a 10 ml di liquido, che contribuisce al normale movimento dei polmoni durante la respirazione. Per una cavità pleurica infiammata, la sudorazione da piccoli vasi sanguigni e l'accumulo di un liquido torbido e ricco di proteine ​​(essudato) sono caratteristiche nel sito di infiammazione. In oncologia, il liquido si accumula nei polmoni a poco a poco fino a un volume di diversi litri, impedisce il movimento di un organo e porta ad un aumento dell'insufficienza respiratoria.

Meccanismo di educazione

Le metastasi della pleura e dei linfonodi nella regione toracica contribuiscono alla permeabilità della parete vascolare dei capillari e riducono il flusso linfatico. In un paziente del letto, il liquido può apparire a causa del ristagno nel piccolo circolo polmonare della circolazione sanguigna. Come si verifica la stasi venosa? Accanto alla vena cava a pareti sottili sono l'arteria, la trachea, i bronchi e i linfonodi che drenano la linfa. Quando le metastasi si sviluppano nei linfonodi, la potente arteria resiste alla spremitura e la vena cava si contrae rapidamente. Un aumento dei tumori nei linfonodi può portare a compromissione della pervietà della vena.

La congestione polmonare può derivare da una diminuzione della capacità di pompaggio del ventricolo sinistro del cuore. Allo stesso tempo, il sangue arterioso inizia ad accumularsi. La congestione venosa è spesso osservata in persone che sono state sottoposte a interventi chirurgici, ferite e costrette a sdraiarsi. Innanzitutto, la congestione nei polmoni porta a un eccessivo allungamento dei vasi, all'espansione dei pori e alla loro pressione sul tessuto polmonare, quindi il fluido edematoso risultante (trasudato) viene rilasciato nello spazio intercellulare. Di conseguenza, la ventilazione polmonare è compromessa. La congestione venosa provoca emorragia e proliferazione del tessuto connettivo, che a seguito di una compattazione, perde elasticità e cambia colore. I polmoni si infiammano, il tessuto fibroso risultante causa la pneumosclerosi, che colpisce gli alveoli e i bronchi. È necessaria un'attenzione medica urgente, dal momento che una tale violazione nel sistema respiratorio può portare a edema polmonare.

Per il cancro, il liquido nei polmoni può essere rilevato in qualsiasi momento. All'inizio, il suo accumulo nella pleurite maligna non è sentito dall'uomo. Se l'essudato si è accumulato nei polmoni, il paziente soffre di mancanza di respiro anche con sforzi fisici minimi, sensazione di pesantezza e talvolta dolore nella regione del torace. Soprattutto difficile respirare inalare. Tosse a secco o con espettorato leggero. La temperatura corporea può salire a 38-39 ° C. Gli attacchi periodici di soffocamento acuto che si verificano periodicamente sono molto pericolosi. A seconda della quantità di fluido e del luogo della sua concentrazione nel corpo, i sintomi possono essere diversi.

Diagnosi di pleurite

Alla reception, il paziente dovrebbe dire al medico le malattie che sono state riportate recentemente e negli anni precedenti, dopo di che il medico esamina il torace e ascolta con lo stetoscopio il cuore e i polmoni. Ulteriori esami per la presenza di liquido nei polmoni possono verificarsi con tali metodi:

  1. Radiografia. Consente di rilevare il liquido, se il suo volume è di 300-400 ml, così come i tumori e le metastasi nella pleura e nei linfonodi. L'imaging a raggi X viene eseguito dopo aver rimosso il liquido dai polmoni.
  2. La tomografia computerizzata rivela quanto sia comune la pleurite e quali cambiamenti specifici ha provocato. Questo metodo può rilevare il mesotelioma pleurico maligno raro.
  3. L'ecografia esamina facilmente gli essudati. Esaminare il paziente quando si sdraia sul divano, così come in una posizione seduta e in piedi. La posizione dei sensori è cambiata rispetto all'asse del corpo. Ultrasuoni diagnostica il cancro e valuta le condizioni dei tessuti e degli organi situati vicino ai polmoni. La procedura è indolore, non richiede una preparazione speciale del paziente e non dipende dall'assunzione di cibo. Droga espettorante assunta su raccomandazione di un medico.

Rilevare il liquido in eccesso nella cavità pleurica della medicina moderna è facile. Per determinare la causa esatta della patologia che accompagna le effusioni, viene eseguita una puntura diagnostica. Un ago sottile viene inserito nel torace, che raccoglie una piccola quantità di liquido, che viene inviato al laboratorio per l'esame. La puntura avviene se il volume di liquido accumulato nei polmoni non è grande.

Metodi di trattamento

Con una grande quantità di vita effusiva, il paziente può essere in pericolo. Come sbarazzarsi di liquido nei polmoni per migliorare le condizioni del paziente? Per fare questo, fai la pleurocentesi - la puntura della cavità pleurica con uno strumento speciale. La rimozione del fluido avviene con una siringa o un tubo. In primo luogo, vengono pompati 50-100 ml di acqua e inviati al laboratorio. Nella regione pleurica lasciare il catetere, portando l'essudato in una sacca sterile. In questo modo è possibile prelevare fino a 1500 ml di liquido. Questa procedura viene eseguita in anestesia locale. La pleurocentesi si riferisce al metodo della diagnosi terapeutica. La procedura elimina l'avvolgimento e la spremitura del polmone del paziente con l'acqua, si raddrizza e la respirazione migliora. Dura fino a 15 minuti. Il liquido non può essere rimosso in violazione della coagulazione del sangue e dell'insufficienza cardiaca.

L'acqua nei polmoni può accumularsi di nuovo. Può essere ristampato, ma è molto doloroso per il paziente.

Dopo aver ottenuto i risultati dei test di laboratorio delle effusioni, l'oncologo determina l'ulteriore trattamento. Nel cancro del polmone, la chemioterapia è efficace. La congestione venosa viene trattata molto più facilmente se la malattia viene riconosciuta nella fase iniziale.

Nei pazienti oncologici, l'acqua può verificarsi con polmonite, cirrosi epatica e insufficienza cardiaca. Tuttavia, la causa più comune di pleurite è il cancro del polmone, della mammella e delle ovaie. In oncologia, il fluido può accumularsi nel 30% nel cancro del polmone, inoltre, in caso di metastasi in altri organi, indica un trattamento grave della malattia.

Terapia per la tosse

Il principale sintomo pronunciato del cancro del polmone è la tosse. Il paziente tossisce costantemente e con forza. Perché il paziente ha una tosse in caso di cancro alle vie respiratorie? Le cause dirette di tosse possono essere le seguenti:

  • i linfonodi ingrossati esercitano una pressione sui bronchi;
  • l'effusione si accumula nella cavità pleurica;
  • aumenta la dimensione dei tumori sui fogli della pleura;
  • conseguenza della chemioterapia.

Nella fase iniziale della malattia compare una breve tosse - tosse regolare, che spesso viene trascurata. Tosse con sangue, hacking, con dolore al petto indica evidenza di cambiamenti oncologici nei polmoni. Termina in una grave mancanza di respiro. Per migliorare la condizione del paziente ha usato il trattamento farmacologico e la radioterapia. Alleviare la tosse polmonare aiuterà le seguenti raccomandazioni:

  • bere fino a 9 bicchieri d'acqua al giorno;
  • applicare umidificatori;
  • seguire le raccomandazioni del medico;
  • evitare irritanti che provocano attacchi di tosse (raffreddore, mal di gola, polvere, fumo).

Nei pazienti allettati gli attacchi di tosse si verificano molto più spesso di quelli che conducono una vita piena. Dopo aver mangiato potrebbe apparire una tosse soffocante. La stasi del sangue provoca il verificarsi di tosse cardiaca - secca e prolungata. Può essere eseguito se il trattamento del cuore ha successo. Trattare la tosse in pazienti costretti a letto sotto la supervisione di un medico.

I pazienti del letto devono prevenire il ristagno dei polmoni, ovvero:

  • fare massaggio al seno, migliora la circolazione sanguigna;
  • cambiare la posizione del letto funzionale;
  • cambiare la posizione del paziente;
  • gonfiare palloncini.

La pleurite appare 2 volte più spesso nei fumatori. 2 pacchetti di sigarette al giorno per 10 anni aumentano la probabilità di un tumore polmonare 25 volte. Gli agenti cancerogeni emessi dalla combustione del tabacco si depositano nei polmoni per sempre. Il fumo è il fattore di rischio per il cancro del polmone che una persona può influenzare.

Fluido nei polmoni durante l'oncologia

L'acqua nei polmoni durante lo sviluppo di un processo oncologico si accumula nella cavità pleurica (si sviluppa la pleurite) o nei tessuti polmonari (si sviluppa edema polmonare).

Edema polmonare nel cancro

L'edema polmonare è l'accumulo di una quantità eccessiva di essudato nel tessuto polmonare. L'edema trattato nei polmoni con il cancro è molto difficile e inefficace. In molti casi, è possibile ottenere solo un sollievo a breve e breve termine. L'acqua polmonare in oncologia può essere rilevata in qualsiasi stadio della malattia.

Molto spesso, il liquido si accumula in un piccolo spazio tra i fogli pleurici e non nel più leggero. Il suo primo foglio copre l'intero petto dall'interno. Il secondo foglio copre completamente la superficie dei polmoni, svolge una funzione protettiva e ne assicura la tenuta. Tra i fogli pleurici, in uno stato fisiologico normale, c'è una quantità molto piccola di fluido. Aiuta i polmoni a muoversi normalmente durante la respirazione.

Nel cancro, nel polmone, il liquido si accumula gradualmente e in quantità molto grandi, e questo impedisce il suo normale movimento e contribuisce allo sviluppo di un aumento dell'insufficienza respiratoria.

Cause dello sviluppo

Nella fase finale del cancro, si osserva lo sviluppo di edema polmonare, ed è molto difficile da trattare: l'edema si sviluppa in seguito all'esaurimento di tutte le riserve del corpo umano, che indica il suo completo esaurimento. Questa condizione si sviluppa insieme ad altre condizioni di emergenza, ad esempio, con insufficienza cardiovascolare o di altri organi. Solo queste complicanze sono la causa più frequente di morte nel cancro.

Le cause principali della pleurite maligna includono:

  1. Lo sviluppo di complicanze dopo la radioterapia o dopo un'operazione radicale grave per rimuovere gli organi.
  2. Come risultato della proliferazione del tumore primitivo nei linfonodi più vicini o in caso di menomazione della metastasi, il deflusso linfatico nei vasi linfatici è ostacolato dall'accumulo di essudato.
  3. Basso livello di pressione oncotica come risultato della diminuzione critica del livello di proteine ​​totali, che si osserva nelle fasi finali dello sviluppo di qualsiasi oncologia.
  4. L'uscita della linfa è ostacolata dal blocco del processo linfatico toracico nel polmone.
  5. Aumento della permeabilità dei fogli pleurici.
  6. Chiusura parziale o completa del lume del bronco più grande, con conseguente riduzione della pressione all'interno della cavità pleurica e accumulo di liquidi.

sintomi

Fluido nei polmoni

L'edema polmonare è un'emergenza. Spesso si sviluppa improvvisamente per diverse ore e allo stesso tempo richiede l'assistenza di emergenza di uno specialista. All'inizio, una persona malata si sente gorgogliare dietro il torace e la mancanza di aria. Anche a distanza ravvicinata, la respirazione rumorosa e il respiro affannoso sono evidenti.

Con lo sviluppo di questa condizione, il paziente sviluppa un'ansietà di motivo pronunciata, in conseguenza della quale una persona diventa irrequieta e cerca di trovare una posizione comoda per se stesso, ma non funziona.

La pelle di una persona diventa pallida e dopo un po 'diventa blu. La tosse umida è considerata una delle principali lamentele di una persona malata in questa condizione. C'è uno scarico di una grande quantità di espettorato schiumoso rosa pallido. Una persona con la presenza di tutti questi sintomi deve contattare il più presto possibile uno specialista per un aiuto qualificato.

Nel cancro, l'acqua nella cavità pleurica si accumula a lungo. Spesso, i segni di pleurite rapidamente progressiva sono la ragione principale per sottoporsi ad una visita medica. Ma, grazie alla medicina moderna, diventa possibile un trattamento efficace e di successo della pleurite. Il paziente, dopo il trattamento, può vivere ancora per molti mesi.

Nella fase iniziale, l'accumulo di liquidi durante la pleurite non è affatto percepito e può essere rilevato casualmente, ad esempio, durante una visita medica preventiva.

Con l'accumulo di essudato nella cavità pleurica, il paziente sente quanto segue:

  • tosse con un po 'di espettorato o solo una tosse secca;
  • il paziente si sente spremere nei polmoni e pesantezza;
  • dispnea progressiva, che è in grado di intensificarsi con il minimo sforzo fisico;
  • a volte c'è dolore nel polmone colpito.

Quando esegue un esame visivo del paziente, il medico presta particolare attenzione alla metà del torace, che è chiaramente in ritardo durante la respirazione. Quando le percussioni, il medico trova nella parte inferiore del petto un significativo accorciamento del suono, e nella zona interessata c'è una completa assenza di suoni del respiro. Esaminando il torace con una radiografia di routine, è possibile identificare facilmente i classici segni di pleurite.

Grazie ai moderni metodi di trattamento, la pleurite può essere eliminata con successo, e quindi l'aspettativa di vita di una persona malata dovrebbe aumentare.

Metodi di trattamento

Prima devi scoprire la causa principale, cioè trovare la posizione del tumore e alla prima opportunità di eliminarlo. Il trattamento chirurgico di edema polmonare non viene effettuato, utilizzare solo il trattamento con farmaci.

Per questo vengono utilizzati molti agenti farmacologici diversi:

  • glicosidi cardiaci (farmaci in grado di migliorare la contrazione del miocardio) - Korglikon, Storofantin e altri;
  • farmaci che espandono la muscolatura liscia dei bronchi (ad esempio l'aminofillina);
  • I diuretici sono farmaci che stimolano la rimozione di liquidi dal corpo insieme all'urina (ad esempio, furosemide e altri).

Il trattamento della pleurite maligna nell'oncologia polmonare è molto diverso dal trattamento dell'edema polmonare. In quasi tutti i casi, il metodo conservativo e il trattamento con farmaci che usano versamento pleurico sono inefficaci. Il più radicale, e probabilmente l'unico modo in grado di alleviare le condizioni del paziente, è la pleurocentesi.

toracocentesi

Questa è un'operazione chirurgica per la rimozione meccanica dell'essudato. Viene eseguito in anestesia locale. Specialista sul bordo superiore della costola nel settimo o ottavo spazio intercostale con un sottile ago per iniezione perfora delicatamente la cavità pleurica. Quindi sostituisce un ago con un altro, che è collegato al tubo di un dispositivo di aspirazione elettrica. Un paziente con una graduale diminuzione del livello di essudato sente un chiaro sollievo.

Tuttavia, questa operazione non elimina la causa principale della pleurite e non è in grado di eliminare gli accumuli secondari di essudato nella cavità pleurica. Per il paziente, ri-condurre l'operazione di pleurocesi è molto doloroso. Anche in molti casi si sviluppano adesioni che complicano ulteriormente il processo della malattia principale.

pleurodesi

L'operazione di pleurodesi nella medicina moderna è molto popolare. La pleurodesi è un'operazione chirurgica nel corso della quale la cavità pleurica viene riempita con mezzi speciali per impedire la formazione secondaria di liquido. I farmaci citostatici (ad esempio embihin o cisplatino), gli immunomodulatori (ad esempio l'interleuchina), i farmaci antimicrobici (tetraciclina) ei radiozotopi sono usati come farmaci sclerosanti.